Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

problemi con famiglia e mio marito

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Lug 11, 2020 7:17 pm    Oggetto: Ads

Top
alice aisha
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 20/01/14 20:04
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Lun Gen 20, 2014 10:15 pm    Oggetto: problemi con famiglia e mio marito Rispondi citando

a salam alykum a tutti!!sono italiana e sono diventata musulmana circa da un anno e mi sono sposata con un musulmano anche lui italiano e grazie ad allah ho avuto una splendida bambina che 3 mesi! al-hamadu li llah!e son felice credo che nella mia vita non mi manchi nulla perche adesso che sono muslim ho tutto! nonostante i miei problemi che ho avuto con la mia famiglia che non accettavano il mio ritorno al islam, e ho avuto dei disagi e ho sofferto tanto perche insultavano il profeta e del islam e io ci stavo male e allora ho deciso di farmi la mia vita..tutt ora provo a parlare dell islam ma non mi prestano ascolto e questo mi turba e mi sembra di impazzire perche vorrei che anche le persone a me care diventassero muslim per la loro salvezza..solo seguendo la guida di subhana allah si puo essere felici in sta vita e ne nel altra! e vorrei chiedere a voi fratelli come faccio a liberarmi da questo peso che mi angoscia??e un altro problema che a volte io mio marito litighiamo per la religione perche io sono ansiosa e a lui mi suscita nervosismo e paura e di conseguenza io inizio a insultarlo e finisco col offendere l islam che non centra e a dire che non sono musulmana..e queste parole temo che mi faccio uscire dal islam ma non penso veramente cio che dico ma le dico per rabbia..e dovrei imparare a controllarmi..e da 5 notti che faccio dei sogni strani che tradisco mio marito e anche lui e non so che cosa vuol dire avere gli stessi sogni, come se fossero dei segnali che mi avvisano di qualcosa che sta per accedere e temo che sia shaitan che vuole rovinare la mia famiglia..sto male non so piu che cosa fare io non voglio sognare ma capita che cosa mi succede??e a volte li dico che non lo amo piu che voglio divorziare ma non voglio dire questo m e piu forte di me e come se non fossi io parlare!a!che allah via benedica a salam

_________________
as salam u alaikum
Top
Profilo Invia messaggio privato
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 1:23 pm    Oggetto: Re: problemi con famiglia e mio marito Rispondi citando

alice aisha ha scritto:
a salam alykum a tutti!!sono italiana e sono diventata musulmana circa da un anno e mi sono sposata con un musulmano anche lui italiano e grazie ad allah ho avuto una splendida bambina che 3 mesi! al-hamadu li llah!e son felice credo che nella mia vita non mi manchi nulla perche adesso che sono muslim ho tutto! nonostante i miei problemi che ho avuto con la mia famiglia che non accettavano il mio ritorno al islam, e ho avuto dei disagi e ho sofferto tanto perche insultavano il profeta e del islam e io ci stavo male e allora ho deciso di farmi la mia vita..tutt ora provo a parlare dell islam ma non mi prestano ascolto e questo mi turba e mi sembra di impazzire perche vorrei che anche le persone a me care diventassero muslim per la loro salvezza..solo seguendo la guida di subhana allah si puo essere felici in sta vita e ne nel altra! e vorrei chiedere a voi fratelli come faccio a liberarmi da questo peso che mi angoscia??e un altro problema che a volte io mio marito litighiamo per la religione perche io sono ansiosa e a lui mi suscita nervosismo e paura e di conseguenza io inizio a insultarlo e finisco col offendere l islam che non centra e a dire che non sono musulmana..e queste parole temo che mi faccio uscire dal islam ma non penso veramente cio che dico ma le dico per rabbia..e dovrei imparare a controllarmi..e da 5 notti che faccio dei sogni strani che tradisco mio marito e anche lui e non so che cosa vuol dire avere gli stessi sogni, come se fossero dei segnali che mi avvisano di qualcosa che sta per accedere e temo che sia shaitan che vuole rovinare la mia famiglia..sto male non so piu che cosa fare io non voglio sognare ma capita che cosa mi succede??e a volte li dico che non lo amo piu che voglio divorziare ma non voglio dire questo m e piu forte di me e come se non fossi io parlare!a!che allah via benedica a salam


Salam aleykum sorella, benvenuta.
Innanzitutto ripeti la Shahada con pentimento e intenzione. Almeno ritorni all'Islam nel caso sei uscita (passatemi i termini, so che l'Islam non è una stanza).
Ripetere la testimonianza di fede fa sempre bene.
Poi, dire ad un musulmano che non lo è costituisce peccato. Non é una cosa da fare! L'ho letto in un thread che ora non tovo.
Infine, dipende cosa hai detto contro l'Islam.
Ti metto qui un link:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
abba
Matricola
Matricola


Registrato: 22/01/14 15:08
Messaggi: 19

MessaggioInviato: Gio Gen 23, 2014 12:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Salam alaycum, Non so è lecito da parte mia intervenire in questa discussione in quanto sono un nuovo musulmano. Ma vorrei provare a rispondere alle tue domande in merito alla tua domanda sulla tua ansia per i tuoi parenti il corano dice :
« In verità coloro che credono, siano essi Giudei, Cristiani o Sabei, tutti coloro che credono in Allah e nell'Ultimo Giorno e compiono il bene riceveranno il compenso presso il loro Signore. Non avranno nulla da temere e non saranno afflitti. »
(Corano, Sura 2, vv. 62)
Quindi lascia correre la vita così com'è non fare una "crociata" con loro se sono buone persone e credono in dio penso che avranno la loro ricompensa : cosi ha insegnato il grande Mohammed (dio l'abbi in gloria ) cosi pure ha insegnato Gesù (la pace sia su di lui) . Con tuo marito non capisco la ragione dei litigi? cioè sembri che accogli e pretendi un aspetto più rigido tu della religione Islamica che lui che è nato musulmano. In merito ai tuoi sogni di tradimento : sei tu che devi prendere la via giusta , l'islam ti mostra qual'è , seguila !
Top
Profilo Invia messaggio privato
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Gio Gen 23, 2014 1:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

abba ha scritto:
Salam alaycum, Non so è lecito da parte mia intervenire in questa discussione in quanto sono un nuovo musulmano.


Salam aleykum,
Tutti sono liberi di rispondere!! I musulmani sono tutti in egual livello, uno convertito è uguale a uno nato giá credente!

abba ha scritto:
. Con tuo marito non capisco la ragione dei litigi? cioè sembri che accogli e pretendi un aspetto più rigido tu della religione Islamica che lui che è nato musulmano. In merito ai tuoi sogni di tradimento : sei tu che devi prendere la via giusta , l'islam ti mostra qual'è , seguila !


I motivi dei litigi penso non siano legati all'Islam.
Comunque non ho capito una frase: perché lei non dovrebbe pretendere un aspetto più rigido nella religione? Mica è inferiore di lui essendosi lei convertita e lui da sempre musulmano.
E l'ultimo pezzo spero di averlo inteso male: stai consigliando alla sorella di seguire ciò che il sogno le mostra, ovvero di lasciare o tradire il marito??
Se è così stai andando contro i principi dell'Islam.
Spero tu mi contraddisca.

Riguardo i sogni, vorrei farti notare che per interpretarli dobbiamo rivolgerci a sapienti esperti in questo campo. Interpretarli da soli è sbagliato proprio perchè l'interpretazione dei sogni è una scienza.
Top
Profilo Invia messaggio privato
abba
Matricola
Matricola


Registrato: 22/01/14 15:08
Messaggi: 19

MessaggioInviato: Gio Gen 23, 2014 3:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Salam sig. Simo assolutamente non intendevo male nella mia frase dove dicevo che era "la persona a dover seguire la via " è ovvio che è stata compresa male era un invito a seguire la via. Io intendo a priori che l'islam religione di bene e pace va seguita e spetta alla persona seguirla ! Come il codice della strada : una persona sa che esiste e chi guida dovrebbe (si spera) conoscerlo , quindi sta a chi guida stare attento e rispettarlo. Spero che con questo esempio ci siamo capiti.
In merito alla frase della severità e rigidezza non pongo nessuno in uno scalino inferiore anzi ! quel che intendevo era solo che ero come dire .. sbalordito da così grande fervore iniziale.
Ma come dicevo forse è presto per me parlare in questo forum ed è meglio che taccio se non per fare domande che aiutino me stesso.
spero che ora è chiaro tutto che non volevo indurre in una cattiva strada nessuno , non sono la persona più buona al mondo ma non sono neppure un Jinn.
Salam Alaykum
Top
Profilo Invia messaggio privato
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Ven Gen 24, 2014 12:14 am    Oggetto: Rispondi citando

abba ha scritto:
Salam sig. Simo assolutamente non intendevo male nella mia frase dove dicevo che era "la persona a dover seguire la via " è ovvio che è stata compresa male era un invito a seguire la via. Io intendo a priori che l'islam religione di bene e pace va seguita e spetta alla persona seguirla ! Come il codice della strada : una persona sa che esiste e chi guida dovrebbe (si spera) conoscerlo , quindi sta a chi guida stare attento e rispettarlo. Spero che con questo esempio ci siamo capiti.
In merito alla frase della severità e rigidezza non pongo nessuno in uno scalino inferiore anzi ! quel che intendevo era solo che ero come dire .. sbalordito da così grande fervore iniziale.
Ma come dicevo forse è presto per me parlare in questo forum ed è meglio che taccio se non per fare domande che aiutino me stesso.
spero che ora è chiaro tutto che non volevo indurre in una cattiva strada nessuno , non sono la persona più buona al mondo ma non sono neppure un Jinn.
Salam Alaykum


Salam aleykum fratello,
Mi sembrava infatti strano di aver capito bene e sono contenta che tu mi abbia contraddetta!!
Continua pure a scrivere, capita di capire male alcune frasi: l'importante è capirsi poi!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Ven Gen 24, 2014 12:15 am    Oggetto: Rispondi citando

Capirsi per non far passare messaggi sbagliati.
(Avevo dimenticato un pezzo)
Top
Profilo Invia messaggio privato
alice aisha
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 20/01/14 20:04
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Dom Gen 26, 2014 5:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

a salam alykum sorella!che la pace e la benedizione siano su di te!si la shada la dico dentro di me quando dico cose offensive riguardo l islam involontariamente..ma la quel che mi turba come mi diceva prima il fratello e per la mia famiglia e la paura perdere mio marito..ma adesso mi sento sollevata che so che allah guarda i cuori e l importante e credere in un solo dio e non associare nulla a lui..comunque mio marito non e nato musulmano e ritornato anche lui da 5 anni e italiano!e riguardo alla rigidita della religione lo lo sono un po perche ho timore e probabilmente ho intrapreso male il corano..e mio marito forse e un po rigido ad esempio io ho un amico musulmano e mio marito dice che e peccato avere amici maschi. sento che non posso piu fare niente che per lui e quasi tutto peccato non so che cosa fare ditemi voi..

_________________
as salam u alaikum
Top
Profilo Invia messaggio privato
abba
Matricola
Matricola


Registrato: 22/01/14 15:08
Messaggi: 19

MessaggioInviato: Dom Gen 26, 2014 5:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

salam alaycum io ho cercato di esprimere il mio punto di vista .
Sono ancora ignorante riguardo l'islam e come tale il mio è solo un parere. Anche io ho parenti (tutti a parte quelli da parte di mia moglie) che non sono musulmani e cerco di comprendere loro come cercano di comprendere me i parenti di mia moglie penso che capisce bene quello che dico.
cerchiamo di seguire tutti , dico tutti!, la retta via questo è quello che penso.
Che Dio ci illumini.
Salam.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Dom Gen 26, 2014 9:06 pm    Oggetto: Bismillāhi arRaḥmāni arRaḥīm Rispondi citando

AsSalāmu `alaykum wa raḥmatuLlāhi wa barakātuHu,

anzitutto è importante sapere che dichiararsi non Musulmani o criticare l'Islām, la Sciarī`a, negare il Corano o negare il ruolo del Profeta Muḥammad sallallaahu sono tutti peccati immensi e soprattutto fanno uscire dall'Islām.

E' importante quindi avere maggiore autocontrollo su queste cose e rendersi conto che se si affermano queste cose si nega la propria fede e si insulta il proprio Creatore. Per cui quando vengono questi pensieri, scacciali, perché sono solo sussurri del diavolo e ripeti: "Amantu biLlāhi wa Rasūlihi" 7 volte (Credo in Allāh e nel Suo Messaggero) e/o A`ūḍu biLlāhi minasc-Sciatānir-Rajīm.

Quando pronunci una frase blasfema o comunque che nega l'Islām sarà necessario ripetere al più presto la Sciahāda (anche da sola o davanti a tuo marito o ad altri; non serve farlo in Moschea) e ripetere il matrimonio! Anche per ripetere il matrimonio non serve andare in Moschea o radunare tanta gente o informare altri: basta che tuo marito ti chieda in sposa e tu accetti davanti ad almeno 2 testimoni Musulmani o 2 Musulmane ed un Musulmano.

Vedi qua:

I requisiti fondamentali per un matrimonio valido secondo la Shari`ah sono i due seguenti:

1) L’Offerta e l’accettazione:

È indispensabile avere un’offerta (ijāb) da o:

a) la femmina (lei stessa o il suo tutore/rappresentante che lei nomina per pronunciare l’offerta a suo favore), o

b) il maschio (o il suo rappresentante).

Allo stesso modo, affinchè il nikāh sia completo, è necessario che un’accettazione (qabūl) dal maschio o dalla femmina (o dai loro rappresentanti) abbia luogo. Quest’offerta e quest’accettazione devono essere sentite e comprese chiaramente.

I fuqahā (giuristi) affermano che l’offerta e l’accettazione devono essere espresse con parole che diano il significato di qualcosa di stabilito nel presente. Qualsiasi espressione che rende il significato di una promessa o che fa riferimento al futuro, non sarà valida.
Quindi, se una delle parti dice “Ti sposerò” e l’altra accetta di sposarsi, questo non risulterà un nikāh valido, dato che l’offerta era pertinente a una promessa futura. Invece, se una parte dice “sposami” e l’altra afferma “ ti sposo”, il nikāh sarà valido, visto che l’offerta e l’accettazione sono relative al presente. [2]

2) Testimoni

Ci deve essere la presenza di almeno due testimoni [Musulmani] maschi [adulti], o un [Musulmano] maschio [adulto] e due testimoni [Musulmane] femmine [adulte], i quali sentono e comprendono con chiarezza quest’offerta e accettazione. [3]

L’offerta, l’accettazione e la presenza dei testimoni devono tutti avvenire nella stessa sessione e nello stesso luogo. [4]

Queste due dichiarazioni di offerta e accettazione sono fondamentali per un contratto di matrimonio valido nell’Islam. Esse devono essere verbali e non soltanto scritte, in modo che siano sentite e comprese chiaramente dai testimoni. [5]

Quindi, se ha avuto luogo un’offerta ed un’accettazione valida, in presenza di due testimoni maschi o un maschio e due testimoni femmine, la coppia è sposata.

Da
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Per il resto del tuo messaggio, sii serena e tranquilla. Diventare Musulmana può essere un passaggio duro nella vita, come lo è anche aver messo su famiglia ed essere divenuta madre. Questi momenti possono essere traumatici e molto delicati nella vita di una donna, ma devi sempre tenere a mente che Allāh ti ha dato tre regali immensi:
il primo e più grande è inestimabile, ed è averti donato la Verità, avertela fatta comprendere ed accettare, e devi custodire questo tesoro, perché il Paradiso è promesso a coloro che muoiono mantenendo la fede che Lā ilāha illā Allāh (non c'è altra divinità all'infuori di Allāh); per cui non rischiare di perdere quest'occasione negando l'Islām neanche un istante, perché non sai quale sarà l'ultimo;
il secondo grande regalo è quello di essere madre e aver portato in grembo una nobile creatura di Allāh: ogni sofferenza, ogni fatica, ogni stress dovuto alla gravidanza, all'allattamento, al prenderti cura di tua figlia ti purifica dai peccati e carica enormemente la tua bilancia delle buone opere e sarà ricompensato, a patto che mantieni la fede;
il terzo regalo è un marito che si prende cura di te e che, non dimenticarlo, è anzitutto il padre di tua figlia. Per quanto possano dispiacerti certi suoi difetti o offenderti dei suoi comportamenti e per quanti sbagli e ingiustizie lui possa compiere, devi sempre ricordare quanto ti ha amato e quanto si è impegnato per voi.
Ogni volta che chiudi un occhio su una sua mancanza o un suo cattivo comportamento, stai facendo un bene a te stessa, un'opera che compiace Allāh ta`alā ed è fonte di ricompense. Un noto Ḥadiṭ recita più o meno: «Chi copre [gli sbagli, i peccati, i difetti, ecc. di] un Musulmano, Allāh coprirà lui [cioè "i suoi sbagli, peccati, difetti, ecc.]», e un altro recita più o meno che «Chi usa Misericordia, gli è usata Misericordia».

Riguardo il Verso del Qur'an citato da Abba, questo viene spesso frainteso come se significasse che chiunque creda in qualsiasi cosa egli avrà il Paradiso. Ovviamente non è così, ma il suo senso è piuttosto che sia stato uno giudeo, cristiano o sabeo, nel momento in cui egli giunge a credere in Allāh e nell'Ultimo Giorno (cioè entra nell'Islām), riceverà il compenso presso il suo Signore, non avrà nulla da temere né sarà afflitto.
Questo è il senso corretto di quell'Aya, e non lo interpreto io da me, ma ti ho fornito l'interpretazione di tutti i Sapienti.
Purtroppo la traduzione di Piccardo è un po' ingannevole con quel "tutti coloro", che non è presente in arabo.

Per cui, non c'è salvezza per chi nega la Verità, ma noi dobbiamo essere pazienti e sereni ed accettare il Decreto di Allāh. Impegnati ad invitare i tuoi familiari col tuo retto comportamento e pulendo il tuo cuore. Quanto più vivrai da Musulmana e maturerai la fede e purificherai il tuo cuore e aggiusterai il tuo comportamento, tanto più "promuoverai" l'Islām, senza bisogno di discutere o fare dibattiti con loro.
Poi la scelta è loro e non potrai forzarli, ma devi rivolgerti piangendo ad Allāh, implorandoLo nel cuore della notte e chiedendo di guidarli.

Allāh guidi e protegga te e i tuoi cari.

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Lun Gen 27, 2014 2:37 am    Oggetto: Re: Bismillāhi arRaḥmāni arRaḥīm Rispondi citando

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Per il resto del tuo messaggio, sii serena e tranquilla. Diventare Musulmana può essere un passaggio duro nella vita, come lo è anche aver messo su famiglia ed essere divenuta madre. Questi momenti possono essere traumatici e molto delicati nella vita di una donna, ma devi sempre tenere a mente che Allāh ti ha dato tre regali immensi:
il primo e più grande è inestimabile, ed è averti donato la Verità, avertela fatta comprendere ed accettare, e devi custodire questo tesoro, perché il Paradiso è promesso a coloro che muoiono mantenendo la fede che Lā ilāha illā Allāh (non c'è altra divinità all'infuori di Allāh); per cui non rischiare di perdere quest'occasione negando l'Islām neanche un istante, perché non sai quale sarà l'ultimo;
il secondo grande regalo è quello di essere madre e aver portato in grembo una nobile creatura di Allāh: ogni sofferenza, ogni fatica, ogni stress dovuto alla gravidanza, all'allattamento, al prenderti cura di tua figlia ti purifica dai peccati e carica enormemente la tua bilancia delle buone opere e sarà ricompensato, a patto che mantieni la fede;
il terzo regalo è un marito che si prende cura di te e che, non dimenticarlo, è anzitutto il padre di tua figlia. Per quanto possano dispiacerti certi suoi difetti o offenderti dei suoi comportamenti e per quanti sbagli e ingiustizie lui possa compiere, devi sempre ricordare quanto ti ha amato e quanto si è impegnato per voi.
Ogni volta che chiudi un occhio su una sua mancanza o un suo cattivo comportamento, stai facendo un bene a te stessa, un'opera che compiace Allāh ta`alā ed è fonte di ricompense. Un noto Ḥadiṭ recita più o meno: «Chi copre [gli sbagli, i peccati, i difetti, ecc. di] un Musulmano, Allāh coprirà lui [cioè "i suoi sbagli, peccati, difetti, ecc.]», e un altro recita più o meno che «Chi usa Misericordia, gli è usata Misericordia».


Salam aleykum a tutti fatelli e sorelle.
Fratello Fabb Yusuf Tarenti, complimenti per questa parte del post. Mi è piaciuta molto e fa riflettere.
Vorrei chiedere poi una cosa. Se una persona bestemmia (che Allah ce ne preservi e perdoni chi lo fa) deve ripetere il matrimonio, essendo uscito dall'Islam?
Mi sembra di aver caito di sì ma chiedo conferma.
Grazie.
Salam.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Lun Gen 27, 2014 2:43 am    Oggetto: Rispondi citando

alice aisha ha scritto:
a salam alykum sorella!che la pace e la benedizione siano su di te!si la shada la dico dentro di me quando dico cose offensive riguardo l islam involontariamente..ma la quel che mi turba come mi diceva prima il fratello e per la mia famiglia e la paura perdere mio marito..ma adesso mi sento sollevata che so che allah guarda i cuori e l importante e credere in un solo dio e non associare nulla a lui..comunque mio marito non e nato musulmano e ritornato anche lui da 5 anni e italiano!e riguardo alla rigidita della religione lo lo sono un po perche ho timore e probabilmente ho intrapreso male il corano..e mio marito forse e un po rigido ad esempio io ho un amico musulmano e mio marito dice che e peccato avere amici maschi. sento che non posso piu fare niente che per lui e quasi tutto peccato non so che cosa fare ditemi voi..


Salam aleikum sorella, spero che ti trovi in una buona siuazione.
Ho visto il tuo ringraziamento in un altro thread: non c'è motivo di ringraziarmi, se posso essere utile rispondo più che volentieri! :)
Volevo dirti che tuo marito ha ragione perchè avere amici maschi è haram, indipendentemente se loro sono musulmani o no. Infatti l'Islam esorta a non mescolarsi con persone dell'altro sesso e questo vale anche per gli uomini: le donne possonk frequentare donne e gli uomini possono frequentare uomini.
Questo tipo di comportamento va tenuto presente non solo nella realtà ma anche in internet: non si può chattare,, inviare sms o avere amicizie su facebook con persone del sesso opposto.
Salam
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Mer Feb 19, 2014 3:42 am    Oggetto: Re: Bismillāhi arRaḥmāni arRaḥīmi Rispondi citando

Simo; ha scritto:
Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Per il resto del tuo messaggio, sii serena e tranquilla. Diventare Musulmana può essere un passaggio duro nella vita, come lo è anche aver messo su famiglia ed essere divenuta madre. Questi momenti possono essere traumatici e molto delicati nella vita di una donna, ma devi sempre tenere a mente che Allāh ti ha dato tre regali immensi:
il primo e più grande è inestimabile, ed è averti donato la Verità, avertela fatta comprendere ed accettare, e devi custodire questo tesoro, perché il Paradiso è promesso a coloro che muoiono mantenendo la fede che Lā ilāha illā Allāh (non c'è altra divinità all'infuori di Allāh); per cui non rischiare di perdere quest'occasione negando l'Islām neanche un istante, perché non sai quale sarà l'ultimo;
il secondo grande regalo è quello di essere madre e aver portato in grembo una nobile creatura di Allāh: ogni sofferenza, ogni fatica, ogni stress dovuto alla gravidanza, all'allattamento, al prenderti cura di tua figlia ti purifica dai peccati e carica enormemente la tua bilancia delle buone opere e sarà ricompensato, a patto che mantieni la fede;
il terzo regalo è un marito che si prende cura di te e che, non dimenticarlo, è anzitutto il padre di tua figlia. Per quanto possano dispiacerti certi suoi difetti o offenderti dei suoi comportamenti e per quanti sbagli e ingiustizie lui possa compiere, devi sempre ricordare quanto ti ha amato e quanto si è impegnato per voi.
Ogni volta che chiudi un occhio su una sua mancanza o un suo cattivo comportamento, stai facendo un bene a te stessa, un'opera che compiace Allāh ta`alā ed è fonte di ricompense. Un noto Ḥadiṭ recita più o meno: «Chi copre [gli sbagli, i peccati, i difetti, ecc. di] un Musulmano, Allāh coprirà lui [cioè "i suoi sbagli, peccati, difetti, ecc.]», e un altro recita più o meno che «Chi usa Misericordia, gli è usata Misericordia».


Salam aleykum a tutti fatelli e sorelle.
Fratello Fabb Yusuf Tarenti, complimenti per questa parte del post. Mi è piaciuta molto e fa riflettere.
Vorrei chiedere poi una cosa. Se una persona bestemmia (che Allah ce ne preservi e perdoni chi lo fa) deve ripetere il matrimonio, essendo uscito dall'Islam?
Mi sembra di aver caito di sì ma chiedo conferma.
Grazie.
Salam.


Essenzialmente se una persona esce dall'Islam, anche con una bestemmia o un atto simile, dovrà ripetere la Shahada E il matrimonio.
Un punto importante può essere il quesito: se si tratta di una di quelle bestemmie purtroppo comuni nell'intercalare di certi italiani che uno ripete per abitudine senza intendere realmente una bestemmia? Una volta un Mufti mi disse che in tal caso si può non considerare la persona uscita dall'Islam. È una cosa veramente sottile, ma comunque non è il caso che riportava la sorella: lei dice di essersi sfogata argomentando chiaramente il suo rifiuto dell'Islam e quindi si tratta di qualcosa di intenzionale, anche se detto magari sotto stress o per sfogo. Questo a quanto ne so non cambia il fatto che al momento lei è uscita dall'Islam.

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Mer Feb 19, 2014 6:27 pm    Oggetto: Re: Bismillāhi arRaḥmāni arRaḥīmi Rispondi citando

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:


Essenzialmente se una persona esce dall'Islam, anche con una bestemmia o un atto simile, dovrà ripetere la Shahada E il matrimonio.
Un punto importante può essere il quesito: se si tratta di una di quelle bestemmie purtroppo comuni nell'intercalare di certi italiani che uno ripete per abitudine senza intendere realmente una bestemmia? Una volta un Mufti mi disse che in tal caso si può non considerare la persona uscita dall'Islam.


Salam aleykum fratello e grazie della tua disponibilità.
Sì mi é parso di sentire musulmani bestemmiare in un momento di rabbia in cui la religione non c'entrava proprio nulla, ma non perchè volessero offendere Allah o abbandonare l'Islam. Appunto molti usano bestemmie come parole comuni, magari perchè si sono fatti male, hanno perso qualcosa, e nello sfogo di rabbia includono qualche parola inappropriata.

[quote=" Fabb Yusuf Tarenti]
una cosa veramente sottile, ma comunque non è il caso che riportava la sorella: lei dice di essersi sfogata argomentando chiaramente il suo rifiuto dell'Islam e quindi si tratta di qualcosa di intenzionale, anche se detto magari sotto stress o per sfogo. Questo a quanto ne so non cambia il fatto che al momento lei è uscita dall'Islam.[/quote]

Sì sì la mia domanda non era specifica al caso della sorella. Comunque ora è tutto più chiaro. Grazie.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.041