Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

divorziata o no?

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Dom Lug 12, 2020 2:29 pm    Oggetto: Ads

Top
Fratelli Musulmani
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 26/07/13 17:16
Messaggi: 22
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Sab Lug 27, 2013 9:18 am    Oggetto: divorziata o no? Rispondi citando

Salam Alaikum, volevo chiedere un consiglio riguardo al problema di una nostra sorella Musulmana, lei Marocchina Musulmana praticante.
Sposata da circa vent'anni con un marito Arabo anch'egli, ma non praticante, anzi tutto il contrario, beve alcol, fuma, lavoro Haram (meglio non specificare) Dio mi perdoni, l'unica cosa è che non ha mai fatto mancare i soldi e il sostentamento alla famiglia. Ma dal punto di vista relazionale sia con la moglie che con i figli, praticamente inesistente.
Negl'ultimi anni il rapporto è andato sempre più peggiorando, inquanto questa mia amica non prova più assolutamente niente per un marito assurdo come questa persona è. La situazione è peggiorata da circa un anno, da quando lui ha abbandonato il letto coniugale per andare a dormire per conto suo in un altra stanza della casa. Di conseguenza quei rarissimi rapporti sono cessati completamente, non si parlano neanche, lui fa la vita sua e lei è sempre con noi donne, amiche. E' una mamma eccezionale che i figli adorano e lei adora loro.
A questo punto la domanda è la seguente, lei si può sentire divorziata anche se lui non l'ha mai pronunciata questa parola?
Tantissime volte gli ha detto se vuoi andare via, vai via, tanto io il divorzio non te lo dò. Lei si sente ostaggio di questo marito. Cosa può fare?
Grazie delle risposte che arriveranno
Top
Profilo Invia messaggio privato
sana
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 17/12/12 20:48
Messaggi: 122
Residenza: Uk

MessaggioInviato: Sab Lug 27, 2013 6:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Walikum salam wr wb,

No, non è divorziata.

Allora per quanto so io, se il marito decide/giura di non avere alcun rapporto fisico con la propria moglie, gli viene dato il tempo di 4 mesi, e se dopo questi se lui non cambia la decisione, è obbligato a divorziare, perché privare la moglie da un suo diritto è un'ingiustizia nei suoi confronti.

"Per coloro che giurano di astenersi dalle loro donne, è fissato il termine di quattro mesi. Se recedono, Allah è perdonatore, misericordioso" (2:226)

Se il marito, senza giurare, non ha nessun rapporto con la moglie, lei ha diritto di chiedere il divorzio ('[i]khula')[/i].

Wssalam
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2767
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Sab Lug 27, 2013 6:48 pm    Oggetto: Rispondi citando

Salam Alejkum sorella,
per caso il marito di questa sorella hai mai detto/fatto qualcosa che lo ha posto fuori dall'Islam, magari dopo aver bevuto?

Perchè se così fosse sono già da considearsi divorziati.

In ogni caso attendiamo altre risposte da utenti più preparati in materia

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fratelli Musulmani
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 26/07/13 17:16
Messaggi: 22
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Dom Lug 28, 2013 3:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Salam Alejkum sorella,
per caso il marito di questa sorella hai mai detto/fatto qualcosa che lo ha posto fuori dall'Islam, magari dopo aver bevuto?

Perchè se così fosse sono già da considearsi divorziati.

In ogni caso attendiamo altre risposte da utenti più preparati in materia


Lui è un ibrido, con noi si comporta da asociale, non accompagna mai la moglie da nessuna parte, però gli porta la spesa a casa, da 100,00euro ai figli, ma non gli ha mai dato una carezza, fa Ramadan (dorme tutto il giorno, raramente si alza per andare a lavorare), ma non prega e non ha mai pregato, la sua bottiglia di Chivas è sempre presente nella sua casa. Insomma è pieno di contraddizioni, soprattutto nelle affettuosità che un marito dovrebbe avere nei confronti della moglie, da tanti e tutti i punti di vista.
Abbiamo anche consultato 2 Imam, in entrambi i casi hanno chiesto di parlare con lui per valutare la cosa, ma lei non se la sente di dirglielo perche gli salterebbe addosso e non si sa mai come la prende, bene che gli vada, solo qualche parolaccia, ripetendo come ha fatto altre volte, di dirgli "se vuoi andare vai pure, questa è casa mia e io da qua non mi muovo", al che quando lei una volta in presenza dei figli gli ha detto, allora dammi il divorzio, lui ha detto "Te lo scordi".
Questo secondo me e secondo noi non è proprio giusto
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2767
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Dom Lug 28, 2013 3:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Certo sorella, tutto ciò non è giusto!
In uno stato Islamico ci penserebbe la corte a tutelare e difendere i diritti della moglie e a concederle il divorzio.
Purtroppo non so come si possa risolvere la questione in uno stato non Islamico e come possa la donna tutelare i suoi diritti ed ottenere il divorzio senza commettere peccato.
Cercando qua e là ho visto che in questi casi si consiglia alle sorelle di contattare o degli Sheikh che hanno la facoltà di annullare i matrimoni oppure un "corte shaariatica".

Su SunniForum consigliano di contattare questa per chi vive in Inghilterra o Europa:
Islamic Shariah Council in United Kingdom (& Europe):

Maulana Ijaz
Dewsbury, UK
Office: +44 (1924) 464-122
Office Hours: Mondy-Friday (UK) Time: 09:30 (http://www.thetimezoneconverter.com/?t=09:30&tz=London&) - 12:30 (http://www.thetimezoneconverter.com/?t=12:30&tz=London&) click on links to convert to your local time.
Spoken Languages: English/Urdu/Gujrati

Procedure/Fees: Application throughly completed with all supporting documents /£200

Time taken: Depending on the case but please allow at least 12 weeks

Date Verified/Person: 30JAN2013 with Shaykh (Maulana) Ejaz

Birmingham Fiqh Council (http://www.fiqhcouncilbirmingham.com/page/marriage_arbitration)

Da:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



E' una cosa un pò complessa, ma potreste provare.
Potreste provare anche a parlare con un Imam; magari lui può aiutarvi.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Lug 29, 2013 3:40 am    Oggetto: Re: divorziata o no? Rispondi citando

Wa`alaykum assalam warahmatullahi wabarakatuh.

Fratelli Musulmani ha scritto:
lavoro Haram (meglio non specificare) Dio mi perdoni, l'unica cosa è che non ha mai fatto mancare i soldi e il sostentamento alla famiglia.


Soldi e sostentamento haram però, se le fonti del suo guadagno sono haram.

Fratelli Musulmani ha scritto:
E' una mamma eccezionale che i figli adorano e lei adora loro.


Molto meglio usare "amare" di "adorare", che va riservato ad Allah.

"ti prego ti adoro" -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Fratelli Musulmani ha scritto:
A questo punto la domanda è la seguente, lei si può sentire divorziata anche se lui non l'ha mai pronunciata questa parola?


No, la tua amica non si può semplicemente "sentire divorziata" se non è suo marito a divorziarla o se non le concede la khula o se non ottiene l'annullamento (faskh) del suo matrimonio da una "corte islamica".


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Fratelli Musulmani ha scritto:
Tantissime volte gli ha detto se vuoi andare via, vai via, tanto io il divorzio non te lo dò. Lei si sente ostaggio di questo marito. Cosa può fare?


Se non riesce a convincerlo in nessun modo, nemmeno offrendogli indietro il mahr che lui le aveva dato, la strada da tentare è quella già proposta dalla sorella Mujahidah Von Sor.

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Salam Alejkum sorella,
per caso il marito di questa sorella hai mai detto/fatto qualcosa che lo ha posto fuori dall'Islam, magari dopo aver bevuto?


Non sono sicuro che le affermazioni di kufr di una persona ubriaca (e quindi non in grado di ragionare) vengano prese in considerazione; bisognerebbe verificare questo punto..

Fratelli Musulmani ha scritto:
Lui è un ibrido, con noi si comporta da asociale,


Beh quello va bene; se siete donne non va mica bene sedervi in un gruppo misto di uomini e donne e chiacchierare.

Fratelli Musulmani ha scritto:
Abbiamo anche consultato 2 Imam, in entrambi i casi hanno chiesto di parlare con lui per valutare la cosa, ma lei non se la sente di dirglielo perche gli salterebbe addosso e non si sa mai come la prende, bene che gli vada, solo qualche parolaccia, ripetendo come ha fatto altre volte, di dirgli "se vuoi andare vai pure, questa è casa mia e io da qua non mi muovo", al che quando lei una volta in presenza dei figli gli ha detto, allora dammi il divorzio, lui ha detto "Te lo scordi".


La sorella se è davvero intenzionata a concludere il suo matrimonio deve prendersi di coraggio e parlarne chiaramente con lui.
Se non ha nemmeno la forza nemmeno di discuterne chiaramente con lui (e magari di fronte ad un "imam" o comunque persona saggia ed integra di cui i due abbiano fiducia), come farà ad avere il coraggio di prendere ed andarsene via di casa?

Forse prima di andare avanti bisogna capire se lei sia davvero convinta di voler concludere il loro matrimonio.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Fratelli Musulmani
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 26/07/13 17:16
Messaggi: 22
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Lun Lug 29, 2013 8:58 am    Oggetto: Rispondi citando

Grazie a tutti perr i vostri consigli, riferirò, anzi leggeremo insieme queste risposte e poi lei stessa capirà meglio cosa deve fare.
Che Allah Swa la aiuti
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fratelli Musulmani
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 26/07/13 17:16
Messaggi: 22
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Lun Lug 29, 2013 9:14 am    Oggetto: Rispondi citando

.....e comunque riflettevo tra me e me, che come ho scritto nella presentazione, sono un Italiana tornata all'Islam, vedo sempre di più 1000 contraddizione in una Religione che mi ha fatto Amare veramente Dio e la sua unicità. La donna è considerata niente, soprattutto in un matrimonio come quello della mia amica, dove il marito può fare di tutto e di più e lei deve sosttostare a tutto e di più. Non ha alcun diritto.
Questo non è Islam, è dittatura come se ne vedono molte anche fra sposati Cristiani.
L'Islam dovrebbe proteggere delle situazioni così gravi
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fratelli Musulmani
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 26/07/13 17:16
Messaggi: 22
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Lun Lug 29, 2013 9:28 am    Oggetto: Re: divorziata o no? Rispondi citando

Citazione:
Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:
Wa`alaykum assalam warahmatullahi wabarakatuh.

Fratelli Musulmani ha scritto:
lavoro Haram (meglio non specificare) Dio mi perdoni, l'unica cosa è che non ha mai fatto mancare i soldi e il sostentamento alla famiglia.


Soldi e sostentamento haram però, se le fonti del suo guadagno sono haram.


E quindi che dovrebbe fare? Non accettare i soldi? E poi come vivono?
Ecco una delle contraddizioni di cui parlavo prima. A lei non fa paura andare a lavorare, rimbccarsi le maniche e tirare avanti la famiglia, il problema è Lui che comunque vive in quella casa come se niente fosse, senza parlare con nessuno e facendo quello che vuole....

Citazione:
Citazione:
Fratelli Musulmani ha scritto:
E' una mamma eccezionale che i figli adorano e lei adora loro.


Molto meglio usare "amare" di "adorare", che va riservato ad Allah.

"ti prego ti adoro" -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Scusami ma on lo sapevo, hai ragione

Citazione:
Citazione:
Fratelli Musulmani ha scritto:
Lui è un ibrido, con noi si comporta da asociale,


Beh quello va bene; se siete donne non va mica bene sedervi in un gruppo misto di uomini e donne e chiacchierare.


Caro fratello noi siamo uomini e donne, siamo famiglie che una volta ci riuniamo da uno e una volta dall'altro, ci sono uomini che lui definisce Marocchini con il quale non vado d'accordo....capisci? non siamo solo donne....

Citazione:
Fratelli Musulmani ha scritto:
Abbiamo anche consultato 2 Imam, in entrambi i casi hanno chiesto di parlare con lui per valutare la cosa, ma lei non se la sente di dirglielo perche gli salterebbe addosso e non si sa mai come la prende, bene che gli vada, solo qualche parolaccia, ripetendo come ha fatto altre volte, di dirgli "se vuoi andare vai pure, questa è casa mia e io da qua non mi muovo", al che quando lei una volta in presenza dei figli gli ha detto, allora dammi il divorzio, lui ha detto "Te lo scordi".


La sorella se è davvero intenzionata a concludere il suo matrimonio deve prendersi di coraggio e parlarne chiaramente con lui.
Se non ha nemmeno la forza nemmeno di discuterne chiaramente con lui (e magari di fronte ad un "imam" o comunque persona saggia ed integra di cui i due abbiano fiducia), come farà ad avere il coraggio di prendere ed andarsene via di casa?
[/quote]

Caro Fratello ci ha parlato con il marito e hanno discusso tante volte, lui non ne vuole sapere ne di parlare con noi, gente ormai di famiglia, ne pparlare con qualche Imam. Con lui non si parla e basta...
Top
Profilo Invia messaggio privato
chbraoui
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/12 20:38
Messaggi: 416

MessaggioInviato: Lun Lug 29, 2013 10:57 am    Oggetto: Rispondi citando

Fratelli Musulmani ha scritto:
.....e comunque riflettevo tra me e me, che come ho scritto nella presentazione, sono un Italiana tornata all'Islam, vedo sempre di più 1000 contraddizione in una Religione che mi ha fatto Amare veramente Dio e la sua unicità. La donna è considerata niente, soprattutto in un matrimonio come quello della mia amica, dove il marito può fare di tutto e di più e lei deve sosttostare a tutto e di più. Non ha alcun diritto.
Questo non è Islam, è dittatura come se ne vedono molte anche fra sposati Cristiani.
L'Islam dovrebbe proteggere delle situazioni così gravi


Come 1000 contraddizioni ??????? Sorella, Allah ha voluto così e dobbiamo obbedirgli, ricorda che la vera vita non è questa, ma l'Altra. Vogliamo parlare come Allah vi ha reso facile l'ottenimento del paradiso ???

Wassalam sorella

_________________
ASHADUH ANA LA ILAH ILA ALLAH UA ASHADUH ANA MUHAMMAD RASULLULAH
Top
Profilo Invia messaggio privato
chbraoui
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/12 20:38
Messaggi: 416

MessaggioInviato: Lun Lug 29, 2013 10:59 am    Oggetto: Rispondi citando

PS: il problema è che non c'è uno stato islamico che tuteli le donne ;)

_________________
ASHADUH ANA LA ILAH ILA ALLAH UA ASHADUH ANA MUHAMMAD RASULLULAH
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Lun Lug 29, 2013 1:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sorella, Vedi 1000 contraddizioni nell islam o nei musulmani?
Perche non si capisce bene e ci sarebbe una grossa differenza!

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Lun Lug 29, 2013 1:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Vogliamo parlare come Allah vi ha reso facile l'ottenimento del paradiso ???


Si fratello, piu grande è la fede piu la religione è leggera, piu leggera è la fede piu pesante è la religione..

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2767
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Lun Lug 29, 2013 3:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Io credo di capire il problema che la sorella voleva sollevare, ma sorella, l'hai veramente espresso male perchè non puoi dire che l'Islam è pieno di contraddizioni.
I fatti sono che noi non viviamo in uno stato Islamico.
Il diritto riservato all'uomo di concedere il divorzio è giusto se controbilanciato dal diritto della donna di rivolgersi facilmente ad una corte islamica in caso di ingiustizie, maltrattementi ecc. Questa cosa avverrebbe facilmente in uno stato Islamico.
Ma se si lascia questo diritto all'uomo anche al di fuori di stati in cui vige la shariaa, è facile che l'uomo se ne approfitti e che la donna si senta appunto ostaggio perchè non tutelata dalla Shariaa. L'Islam è perfetto come totalità.
Ma non ci si può comportare come se vivessimo nella shariaa e concedere a tutti determinati diritti che hanno senso solo all'interno dell Tutto Shariaatico, mentre se svincolati da questo tutto Shariaatico tendono facilmente a degenerare perchè non controbilanciati.
E' il caso della donna che fuori da uno stato Islamico rischia spesso di essere vittima di persone che si ricordano della Shariaa solo quando si tratta di esercitare i propri diritti ma mai quando si tratta di rispettare i propri doveri e i diritti altrui.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 6:17 am    Oggetto: Re: divorziata o no? Rispondi citando

Fratelli Musulmani ha scritto:
.....e comunque riflettevo tra me e me, che come ho scritto nella presentazione, sono un Italiana tornata all'Islam, vedo sempre di più 1000 contraddizione in una Religione che mi ha fatto Amare veramente Dio e la sua unicità. La donna è considerata niente, soprattutto in un matrimonio come quello della mia amica, dove il marito può fare di tutto e di più e lei deve sosttostare a tutto e di più. Non ha alcun diritto.
Questo non è Islam, è dittatura come se ne vedono molte anche fra sposati Cristiani.
L'Islam dovrebbe proteggere delle situazioni così gravi


Appunto non è l'Islam che prescriva ciò, quindi evita di dire che vedi contraddizioni "nell'Islam", semmai le vedi nella pratica di alcuni Musulmani, ed anche qui, l'errore sta spesso a monte, nell'idealizzazione di alcuni convertiti che si aspettano che ogni singolo "nato Musulmano"/"Musulmano originario"/"Musulmano nel sangue" sia un perfetto esempio di pratica dell'Islam. E dopo aver constatato che non è necessariamente così, nascono le solite ripetitive discussioni sui rispettivi errori/virtù di "nati Musulmani" e "convertiti".

Fratelli Musulmani ha scritto:
Citazione:
Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:
Wa`alaykum assalam warahmatullahi wabarakatuh.

Fratelli Musulmani ha scritto:
lavoro Haram (meglio non specificare) Dio mi perdoni, l'unica cosa è che non ha mai fatto mancare i soldi e il sostentamento alla famiglia.


Soldi e sostentamento haram però, se le fonti del suo guadagno sono haram.


E quindi che dovrebbe fare? Non accettare i soldi? E poi come vivono?


Se non ha altri mezzi di sostentamento potrà accettare i soldi del marito, e il peccato sarà interamente sulle sue (di lui) spalle.

Si veda:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Volevo solo far notare che non c'è molto di positivo nello sfamare i propri figli con soldi haram, guadagnati in modo illecito (che sia spacciando, rubando, truffando, vendendo alcolici, scommettendo, o quant'altro). Non si sta facendo un favore alla propria famiglia, sfamandola con soldi haram.

Fratelli Musulmani ha scritto:
Citazione:
Citazione:
Fratelli Musulmani ha scritto:
Lui è un ibrido, con noi si comporta da asociale,


Beh quello va bene; se siete donne non va mica bene sedervi in un gruppo misto di uomini e donne e chiacchierare.


Caro fratello noi siamo uomini e donne, siamo famiglie che una volta ci riuniamo da uno e una volta dall'altro, ci sono uomini che lui definisce Marocchini con il quale non vado d'accordo....capisci? non siamo solo donne....


Appunto non siete solo donne, e invece dovreste essere solo donne (e gli uomini vedersi e riunirsi solo tra uomini), invece di organizzare incontri promiscui nei quali il marito x discute con la moglie dell'amico e la moglie di y discute col marito dell'amica etc. etc.
Quindi se non frequenta i vostri incontri misti fa bene perché non va bene organizzare incontri misti.

P.S.: "Uomini che lui definisce marocchini"? Essere marocchino è una nazionalità, non un titolo o che altro; o si è marocchini o non lo si è, non mi è chiaro cosa vuol dire "definire qualcuno come marocchino"... :-$

Fratelli Musulmani ha scritto:
Caro Fratello ci ha parlato con il marito e hanno discusso tante volte, lui non ne vuole sapere ne di parlare con noi, gente ormai di famiglia, ne pparlare con qualche Imam. Con lui non si parla e basta...


Ecco ho dimenticato l'altra volta un punto importante: la sua (di lei) famiglia. Questa sorella dovrebbe parlare coi suoi genitori e magari far parlare suo padre con suo marito... I legami familiari sono molto importanti, visto che lei alhamdulillah ce li ha (a differenza di tante convertite con genitori non-Musulmani), è giusto che li ""sfrutti"" per far valere i suoi diritti!

Jihad92 ha scritto:
Si fratello, piu grande è la fede piu la religione è leggera, piu leggera è la fede piu pesante è la religione..


Masha'Allah bellissima questa frase!

Mujahidah Von Sor ha scritto:
I fatti sono che noi non viviamo in uno stato Islamico.
Il diritto riservato all'uomo di concedere il divorzio è giusto se controbilanciato dal diritto della donna di rivolgersi facilmente ad una corte islamica in caso di ingiustizie, maltrattementi ecc. Questa cosa avverrebbe facilmente in uno stato Islamico.
Ma se si lascia questo diritto all'uomo anche al di fuori di stati in cui vige la shariaa, è facile che l'uomo se ne approfitti e che la donna si senta appunto ostaggio perchè non tutelata dalla Shariaa. L'Islam è perfetto come totalità.


Verissimo.

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Ma non ci si può comportare come se vivessimo nella shariaa e concedere a tutti determinati diritti che hanno senso solo all'interno dell Tutto Shariaatico, mentre se svincolati da questo tutto Shariaatico tendono facilmente a degenerare perchè non controbilanciati.
E' il caso della donna che fuori da uno stato Islamico rischia spesso di essere vittima di persone che si ricordano della Shariaa solo quando si tratta di esercitare i propri diritti ma mai quando si tratta di rispettare i propri doveri e i diritti altrui.


Uhm, e allora cosa proponi?
Io invece proporrei un'altra soluzione, invece di "privare" le persone di alcuni loro diritti in maniera arbitraria, e tale soluzione è praticare su noi stessi innanzitutto la Shari`ah, viverla nella nostra vita, seguirla in ogni nostra azione e relazione. Sia chiaro che non sto parlando di andare in giro ad applicare pene in maniera anarchica (ci sono persone che appena si dice "Shari`ah" pensano subito e solo alle pene corporali - sì, esse indubbiamente sono una parte integrante ma tutto sommato "periferica" -; esse hanno bisogno di una cornice statale islamica), bensì di applicare in pieno i valori e le regole dell'Islam a partire dal livello individuale e familiare.

Correlato a ciò vi è l'aprire gli occhi ed essere un po' più svegli, e capire che se non si vogliono vedere calpestati i propri diritti o trovarsi accanto un bestione violento iroso che si ubriaca e va con le prostitute, magari è il caso di guardare innanzitutto alla pratica religiosa della persona che si sta per sposare, invece di concentrarsi solo sull'aspetto fisico, sulla provenienza da questo o quel paese in vario modo idealizzato (nelle varie versioni de "il mio stesso quartiere, se possibile mio cugino" / "paese esotico dal sapor mediterraneo" / "convertito bianco europeo"), sull'aspetto economico o sulle farfalle nello stomaco.

Può darsi che risulterò antipatico, ma sinceramente sono stanco di leggere periodicamente sorelle lamentarsi di questo o quel marito schifoso e delle sue malefatte. Non nel senso che non si dovrebbero lamentare o che in realtà non sia schifoso, bensì nel senso che se magari queste sorelle avessero aperto gli occhi prima e avessero fatto più attenzione e scelto con più cura e sulla base di criteri più validi, si sarebbero risparmiate tante sofferenze/oppressioni, etc.

Poi a questo si collega un'altro discorso ancora, più ampio e profondo, su cosa davvero significhi essere "praticante", perché a questo proposito ci sono molte incomprensioni e si tende spesso a ridurre l'Islam alle ibadat e dunque la pratica dell'Islam a preghiera, digiuno, non mangiare maiale, mettere il velo, etc., quando invece l'Islam è composto anche da mu`amalat, mu`asharat, akhlaq..

E nella soluzione a questo ritengo svolga parte essenziale il Tasawwuf, nel ravvivare la taqwa (timore di Allah), nel comprendere la natura complessiva ed "olistica" dell'Islam, che dunque riguarda anche il proprio comportamento, l'onestà, la sincerità, etc. Non soltanto parlare dell'Islam come se fosse di una partita di calcio (con florilegi di "opinioni personali", "idee", "pensieri", "riflessioni" senza basi e senza timore alcuno), ma viverlo e praticarlo..

Insha'Allah su questo pensavo di aprire un thread a parte...

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2137

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 6:59 am    Oggetto: Bismilahi Rrahamani Rrahim Rispondi citando

Io proporrei di educare il pubblico sulla famiglia, in maniera ancora più rigorosa.. con nuove iniziative, progetti, incontri, nuove idee in grado di attirare la loro attenzione e far capire loro l'importanza della famiglia.. ecc ecc

Insegnare soprattutto ai bambini e ai giovani (perchè a volte per i genitori è troppo tardi):

- Prima di tutto, l'importanza della Taqwa e tutto ciò che riguarda la taqwa.
- che cos'è il VERo rispetto e l'onestà
- Come comportarsi con i genitori e come evitare i loro sbagli.
- Come comportarsi con il proprio coniuge
- Come non tradire il proprio coniuge
- Come comportarsi con i propri figli e come non abusare dei propri figli in vari modi di abusi che esistono (dal peggiore a quello meno peggio), elencando tutte le conseguenze che comporta tutto ciò.. forse così finalmente a qualcuno entra in testa che è verametne brutto e magari lo evita.
- quali consigli evitare alle famiglie con certi problemi, come non cercare almeno di "non aiutarli" ancora di più, e come potrebbero essere aituati invece.. con quali consigli, perchè anche un piccolo sostegno morale e psicologico per alcuni è veramente fondamentale, è già un aiuto enorme.
- Come non approfittarsi della propria moglie e come non usarla come si diceva nell'altro thread come schiava per se stessi o per i suoceri.
- Come imparare a non mentire o a smettere di mentire.

Il resto per ora non mi viene in mente.. ma c'è sicuramente altro da dire.

Comunque, vedo che molti si stupiscono come mai alcune sorelle si sposano con la persona sbagliata..
Alcune si sposano per accontentare i propri genitori (che tra l'altro è quello che i mufti consigliano, fore non tutti ma di solito è quello che si fa), e spesso persino alcuni genitori praticanti sbagliano, nonostante praticanti o così sembrano. Alcune invece sono diventate praticanti solo anni dopo essersi sposate e alcune di loro preferiscono sperare che il proprio marito cambi.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2137

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 7:28 am    Oggetto: Re: divorziata o no? Rispondi citando

Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:


se magari queste sorelle avessero aperto gli occhi prima e avessero fatto più attenzione e scelto con più cura e sulla base di criteri più validi, si sarebbero risparmiate tante sofferenze/oppressioni, etc.


Beh a volte è proprio l'apparenza che inganna, ci sono persone apparentemente praticanti ma poi si rivelano anche oppressori..

Citazione:
Non soltanto parlare dell'Islam come se fosse di una partita di calcio (con florilegi di "opinioni personali", "idee", "pensieri", "riflessioni" senza basi e senza timore alcuno), ma viverlo e praticarlo..


Interessante, e come si fa a capire chi è che parla di islam con vero timore e amore per Allah e chi è che lo vive veramente e interamente, chi è che è veramente sincero ed onesto, soprattutto con se stessi e chi no? in base a cosa si può capire qeusto? Ma soprattutto chi è che è bravo solamente a parlare facendo discorsi meravigliosi e chi è che invece riesce ad essere anche coerente a quello che dice.. o almeno per la maggiro parte delle cose che dice?

Io queste cose non le ho mai capite e mai le capirò.. come dicevo in un altro thread, se per caso uno trova un ottimo partner, sicuramente non è perchè è riuscito a capire la risposta a tutte quelle domande in anticipi, prima di sposarsi.. ma solo perchè gli è capitato questo dono di Allah.. e questo dono può capitare a chiunque, a persone praticanti onesti e non.

Infatti non si spiega altrimenti come mai a volte alcune persone ottime e praticanti si trovano con una persona che è tutt'altro.. in fondo anche un profeta aveva una moglie che poi è stata condannata da ALlah.. eppure era un profeta..

Insomma sarebbe troppo facile se dipendeva solo dal tenere gli occhi aperti e scegliere una pesona praticante.. dato che la difficoltà consiste prorio qui.. non tutti sono così come sembrano.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2137

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 7:37 am    Oggetto: Re: divorziata o no? Rispondi citando

Starlight al-Darwisha ha scritto:

Interessante, e come si fa a capire chi è che parla di islam con vero timore e amore per Allah e chi è che lo vive veramente e interamente, chi è che è veramente sincero ed onesto, soprattutto con se stessi e chi no? in base a cosa si può capire qeusto? Ma soprattutto chi è che è bravo solamente a parlare facendo discorsi meravigliosi e chi è che invece riesce ad essere anche coerente a quello che dice.. o almeno per la maggiro parte delle cose che dice?


E aggiungo anche.. se poi teniamo anche in considerazione proprio quello che l'islam ci insegna: una coppia si conosce veramente per quello che è solo dopo il matrimonio.. e allora ecco la risposta alla domanda come si fa a capire tutto quello in anticipo: non si può. E forse è proprio per questo che Allah ci ha concesso il divorzio.. la possibilità di divorziare, probabilmente per questo.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 7:53 am    Oggetto: Rispondi citando

è logico che nn si puo conoscere a fondo una persona (quanto ci vorrebbe?).
l'importante è il criterio e l intenzione (per Allah palesi)

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2137

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 8:27 am    Oggetto: Rispondi citando

Jihad92 ha scritto:
è logico che nn si puo conoscere a fondo una persona (quanto ci vorrebbe?).
l'importante è il criterio e l intenzione (per Allah palesi)


Esatto fratello. E poi se pensiamo che già è difficile conoscere noi stessi alla fine. E inoltre è sunna pure sposarsi giovani, tante sorelle si sposano giovanissme e alcune di loro hanno la sfortuna di avere dei genitori che non si preoccupano di aiutarle a fare la scelta giusta/migliore e poi si trovano così.

Infatti era questo che volevo sottolineare. Puoi solo supporre e sperare che quella persona che sembra giusta sia veramente giusta, e poi se non lo sarà.. pace, alhmadulilah esiste il divorzio..il problema è quando è difficile ottenerloe poi ricevere un sostegno successivamente una volta divorziate, specie se si hanno dei bambini.

Quindi volevo dire che sembra un problema risolvibile così, cercando di stare attenti ecc.. ma volte non basta nemmeno questo, cercare di stare attenti.. sono cose che capitano purtroppo, punto e basta. Quello che la nostra ummah dovrebbe fare è appunto come dicevo preoccuparsi di capire come agire, quale provvedimenti prendere, come educare la gente su queste cose.. come aiutare queste famiglie ..

A volte non è nemmeno colpa di nessuno (nè delle sorelle/fratelli e nemmeno dei genitori) perchè la gente cambia o può cambiare..

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fratelli Musulmani
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 26/07/13 17:16
Messaggi: 22
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 9:35 am    Oggetto: Rispondi citando

Sono molto daccordo con tutto il discorso della sorella Starlight, al contrario sono molto delusa da quanto scritto e affermato dal Fratello Umar. Caro Fratello siamo nel 2013 forse non te sei accorto......
Mi fermo qui inquanto arrabbiatissima......mi dai l'idea di un dittatore....
Che Dio ci guardi nei nostri comportamenti, azioni, opere che facciamo e ci giudichi di conseguenza.
Amin
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2767
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 11:30 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Caro Fratello siamo nel 2013 forse non te sei accorto......
Cosa vuol dire ?

Sorella, se non sei nè particolarmente convinta della religione che professi ( hai detto che è piena di contraddizioni; speravo non intendessi il din, ma coloro che lo praticano e invece non ti sei nemmeno degnata di correggere un'affermazione così grave) e per di più credi che la Shariaa sia un cimelio da museo e che chi la difende lo fa perchè non si rende conto che "ormai" siamo nel 2013", non hai capito molto dell'Islam e mi chiedo come tu possa essere la portavoce di un gruppo di Musulmani.
Che immagine dai in giro della religione? Questa? Che i tempi moderni sono più evoluti della parola di Allah subhana wa taala? Che l'Islam va riletto alla luce del 2013? Che Allah subhanawataala ci preservi da tutto ciò.


Citazione:

Io queste cose non le ho mai capite e mai le capirò.. come dicevo in un altro thread, se per caso uno trova un ottimo partner, sicuramente non è perchè è riuscito a capire la risposta a tutte quelle domande in anticipi, prima di sposarsi.. ma solo perchè gli è capitato questo dono di Allah..


Questo è vero, ma come al solito c'è dietro la solita dicotomizzazione di destino e azione. E' vero che non possiamo conoscere la persona, ma ci sono determinati elementi che possono venirci in aiuto: vedere se la persona segue la Sunnah, vedere se la persona che vogliamo sposare si comporta bene con sua mamma, vedere il nostro cuore: se siamo più preoccupati di cercare una persona con una buona posizione o con tanta fede e tenere in conto il fatto che il nostro cuore influenzerà le nostre scelte. Quindi innanzitutto purificare il nostro cuore. Non farci prendere dalla fretta di sposarci. Praticare l'Islam anche esteriormente perchè sicuramente un uomo di poca fede sarà più tentato dalla Musulmana in ghingheri piuttosto che da una donna che non fa nulla per attirare l'attenzione. In questo caso ad esempio potrebbe essere proprio il nostro atteggiamento a salvarci dal bestione di turno. E in questo mi riallaccio al discorso di Umar. Infatti non è soltanto ciò che cerchiamo ma è anche il modo in cui ci poniamo ad attirare verso di noi determinate persone/situazioni piuttosto che altre. Una donna praticante difficilmente attira l'attenzione di un uomo non praticante e viceversa.
Ma a parte questo sono d'accordo con Starlgiht sul fatto che a volte il destino può anche metterci alla prova e nonostante tutti gli "accorgimenti", metterci accanto un gibbone.
Quindi, fratello Umar sono d'accordo che sono le perosne che in primis devono aprire gli occhi ecc. ma a volte non è possibile, e in quei casi lì, io credo che fuori da uno stato Islamico, anche alla donna dovrebbe essere concesso il divorzio oppure bisognrebbe seminare in giro per il mondo degli Sheikh con funzione divorziante. Insomma, facilitare le cose a quelle donne che ormai si ritrovano accanto un gibbone e non sanno come fare e a chi rivolgersi per toglierselo di torno. Sottolineo che non sto dicendo che l'Islam fa riformato alla luce dei tempi. Ma che laddove l'Islam non può essere pienamente applicato, sarebbe bene tutelare quelle persone che senza uno stato Islamico alle loro spalle, sono prive di tutela e dar loro modo di vivere serenamente anche in paesi non Islamici.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
chbraoui
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/12 20:38
Messaggi: 416

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 12:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

Fratelli Musulmani ha scritto:
Sono molto daccordo con tutto il discorso della sorella Starlight, al contrario sono molto delusa da quanto scritto e affermato dal Fratello Umar. Caro Fratello siamo nel 2013 forse non te sei accorto......
Mi fermo qui inquanto arrabbiatissima......mi dai l'idea di un dittatore....
Che Dio ci guardi nei nostri comportamenti, azioni, opere che facciamo e ci giudichi di conseguenza.
Amin



Cara sorella che la pace sia con te, il tempo è relativo ed è proibito e anche illogico cambiare vari aspetti della religione perchè siamo nel 2013 o il 2037 XD.

Amin

_________________
ASHADUH ANA LA ILAH ILA ALLAH UA ASHADUH ANA MUHAMMAD RASULLULAH
Top
Profilo Invia messaggio privato
chbraoui
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/12 20:38
Messaggi: 416

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 12:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

Fratelli Musulmani ha scritto:
Sono molto daccordo con tutto il discorso della sorella Starlight, al contrario sono molto delusa da quanto scritto e affermato dal Fratello Umar. Caro Fratello siamo nel 2013 forse non te sei accorto......
Mi fermo qui inquanto arrabbiatissima......mi dai l'idea di un dittatore....
Che Dio ci guardi nei nostri comportamenti, azioni, opere che facciamo e ci giudichi di conseguenza.
Amin



Cara sorella che la pace sia con te, il tempo è relativo ed è proibito e anche illogico cambiare vari aspetti della religione perchè siamo nel 2013 o il 2037 XD.

Amin

_________________
ASHADUH ANA LA ILAH ILA ALLAH UA ASHADUH ANA MUHAMMAD RASULLULAH
Top
Profilo Invia messaggio privato
Unintended
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/08 00:49
Messaggi: 899

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 12:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il discorso di Umar può sembrare duro e poco sensibile, ma purtroppo riflette una realtà quotidiana, e se si applicassero criteri più selettivi nella scelta del coniuge, magari usando i modi indicati dalla sharia, molti matrimoni sbagliati non esisterebbero (attenzione, non sto dicendo che ciò basti, come diceva Starlight ci si conosce veramente solo dopo il matrimonio e qualcuno può essere così falso da riuscire a nascondere il suo vero carattere).
E' inutile negare che molti matrimoni che presentano il problema descritto spesso sono iniziati frequentandosi in modo illecito, oppure in modo lecito ma con grande lassismo da parte del padre che, invece di fare le dovute ricerche e domande al candidato, si limita a dire alla figlia di sposarsi chi vuole. Con questo non voglio dire che è il caso della sorella, ma solo spiegare quello che ritengo intendesse dire il fratello Umar.

Concordo anche con quanto affermato dalla sorella Mujahidah, ci vorrebbero delle figure che tutelassero queste donne che ormai si ritrovano sul groppone mariti di questo tipo, ma come ho detto in un altro thread, questo è colpa di chi pensa che non si debba combattere più di tanto per rivendicare i propri diritti in questo paese. Se la sorella fosse in Inghilterra avrebbe l'imbarazzo della scelta verso chi rivolgersi, qui invece chi abbiamo?

Comunque se non vado errata si può inserire nel contratto di matrimonio la delega del marito alla moglie nel pronunciare il talaq (divorzio), forse andrebbe inserito più spesso visti i tempi che corrono...

_________________
“Only God can Judge Me?”,”Naah False People can and will Judge me everyday but God will only judge me ONCE and his judgment is the ONLY one that matters.”
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2137

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 2:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

Cara sorella Fratelli Musilmani, non c'e' bisogno di arrabbiarsi con il fratello Unar, cerca di prendere in considerazione l'intenzione di una persona qiando dice qual cosa, non solo quello che si dice. Alla fine e' ancge vero che bisogna stare attenti e aprire gli occhi, anche se uno dovesse sposare la persona sbagliata lo stesso, perche' cosi almeno uno sa che il suo dovere di scegliere in base al din di una persona l'ha fatto e quindi almeno poi non si sentira' in colpa per non essere stato abbastanza attento.

I motivi per cui alcune persone si trovano con la persona sbaglata possono essere diversi.. Ma da quello che so in base a quello che vedo e in base alle persone con cui vivo, so che di solito i genitori sono di mezzo. A volte non ti aiutano per niente in questa scelta, altre volte invece anziche' aiutarti a scegliere in base al din non riescono proprio a liberarsi del loro orgoglio per qualcosa (che puo' essere qualsiasi cosa) e spingerti/influenzarti cisi nella scelta che loro vorrebbero farti fare, oppure in alcuni casi ti minacciano pure di non volerti vedere mai piu per tutta la vita se fai la scelta che loro non vorrebbero (anche se magari si tratta della persona piu pia del mondo)... Come fa ad esempio una a dover scegliere tra accontentare i genitori e correre il riscio di sposarsi con la persona sbagliata o non vedere i tuoi genitori mai piu? A volte e' questo che succede purtroppo, ma non significa che uno non deve star attento e quindi non e' sbagliato nemmeno quello che dice Umar, io ero intervenuta solo per precisare che a volte questo non basta, altre volte invece la situazione e' piu complessa.

E io sono arrabbiata con le famiglie.. Ecco perche spesso faccio sempre questi discorsi, perche veramente molte famiglie della nostra ummah sono deboli ormai e non si rendono conto che questo va ad incidere oltre che in se stessi e nei figli ma sull'intera ummah, dato che l'ummah e' formata di persone che nascono o dovrebbero nascere e crescere in una famiglia.. Questo e' veramente triste, e sarebbe bello se potessimo trovar un modo per cercare qualche soluzione, anche se e' difficile. Fondamentalmente e' questo che ho sempre cercato di dire in tanti post ogni volta che ho cercato di discutere di questo.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2137

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 3:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ho scritto dal cellulare quindi se trovate parole strane e incomprensibili
scusatemi ma ancora non sono abituata a scrivere da qui. Tenete anche conto che alcune parole me li cambia in automatico e potrebbero essere completamente fuori contesto!

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 7:54 pm    Oggetto: Re: divorziata o no? Rispondi citando

Starlight al-Darwisha ha scritto:
Alcune invece sono diventate praticanti solo anni dopo essersi sposate


Vero, e questo vale anche per le convertite (o convertite dopo essersi fidanzate). Molti problemi derivano da situazioni di questo genere.

Starlight al-Darwisha ha scritto:
Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:


se magari queste sorelle avessero aperto gli occhi prima e avessero fatto più attenzione e scelto con più cura e sulla base di criteri più validi, si sarebbero risparmiate tante sofferenze/oppressioni, etc.


Beh a volte è proprio l'apparenza che inganna, ci sono persone apparentemente praticanti ma poi si rivelano anche oppressori..


Già, mi riferivo proprio a questo nell'ultimo punto che ho scritto:

Poi a questo si collega un'altro discorso ancora, più ampio e profondo, su cosa davvero significhi essere "praticante", perché a questo proposito ci sono molte incomprensioni e si tende spesso a ridurre l'Islam alle `ibadat e dunque la pratica dell'Islam a preghiera, digiuno, non mangiare maiale, mettere il velo, etc., quando invece l'Islam è composto anche da mu`amalat, mu`asharat, akhlaq..

Evidentemente non sono effettivamente "praticanti" in tutti gli aspetti, ma solo in alcuni (quelli ai quali nel sentire comune si è ridotto il significato di "praticante").

Starlight al-Darwisha ha scritto:
Interessante, e come si fa a capire chi è che parla di islam con vero timore e amore per Allah e chi è che lo vive veramente e interamente, chi è che è veramente sincero ed onesto, soprattutto con se stessi e chi no? in base a cosa si può capire qeusto? Ma soprattutto chi è che è bravo solamente a parlare facendo discorsi meravigliosi e chi è che invece riesce ad essere anche coerente a quello che dice.. o almeno per la maggiro parte delle cose che dice?


Non è facile, ma non è nemmeno impossibile.
Poi ciò che sta dentro il proprio cuore non si potrà sapere mai (nemmeno dopo il matrimonio), ma per conoscere bene una persona ci sono situazioni descritte in un hadith di Umar ibn al-Khattab (come viaggiarci assieme, avere transazioni commerciali, etc.)

"The word ‘Safar’ (a journey) means in actual fact ‘to expose’, ‘to make clear’. The ulama inform us that a journey is called ‘Safar’ in Arabic because on a journey one’ character becomes exposed and becomes clear.
Once Hazrat Umar R.A. asked a man whether he knew a certain person to which the man said that he knew him. Then Hazrat Umar R.A. inquired, whether the man had been on a journey with that person, to which the man said that he had not. Then Hazrat Umar R.A. said: ” You do not know him.” In one Hadith it is stated that a person praised another in the presence of Hazrat Umar R.A., Hazrat Umar R.A. asked:
“Did you travel with him?” He replied: “I did not travel with him.” Hazrat Umar R.A. asked: “Did you have any dealings with him?”
He answered: “No I had no dealings with him.” Hazrat Umar R.A. then said: “You do not know that person.”
There can be no doubt about it that only after having been with a person in similar cases can one truly know a person’s character and its reactions to situations. On a journey there is always a certain amount of inconvenience which inevitably leads to arguments and it is for this reason that the Qur’an especially mention; ” and let there be no arguments in Hajj.
".
[Fada'il-e-Hajj - Mawlana Zakariyya Kandhalvi]

Ovviamente ciò non potrà riguardare il rapporto diretto tra un maschio ed una femmina prima che si sposano, ma il di lei wali è incoraggiato a considerare questi aspetti.

Starlight al-Darwisha ha scritto:
Io queste cose non le ho mai capite e mai le capirò.. come dicevo in un altro thread, se per caso uno trova un ottimo partner, sicuramente non è perchè è riuscito a capire la risposta a tutte quelle domande in anticipi, prima di sposarsi.. ma solo perchè gli è capitato questo dono di Allah.. e questo dono può capitare a chiunque, a persone praticanti onesti e non.


Sì sorella ma una persona non deve mai perdere di vista i mezzi.
Non capisco perché spesso i discorsi sul destino portino qualcuno a perdere completamente di vista i mezzi.
Se so che in pacco ci sono dei serpenti velenosi evito di metterci il braccio dicendo "se è destino che non mi mordano non mi morderanno", non perché la frase tra virgolette non sia vera - è verissima - ma perché ci viene ordinato di utilizzare i mezzi.
Sennò è come voler scrivere un messaggio su questo forum senza nemmeno accendere il computer, dicendo "se è destino che quel post verrà pubblicato, verrà pubblicato"; sì, è senz'altro così, ma noi dobbiamo adoperare i mezzi...
E quindi se schiacciamo i pulsanti sulla tastiera dopo aver fatto acceso il computer, fatto il log-in, selezionato il thread (invece di sederci davanti al computer spento aspettando che il messaggio compaia "da solo") non vedo cosa ci sia diverso nell'utilizzare i mezzi per scegliere un partner adeguato (informarsi per bene, valutare tutti gli aspetti dell'essere "praticante" nella sua globalità, etc.).
Poi sì, è possibile che il messaggio non venga pubblicato anche se scriviamo e schiacciamo "invia", così come è possibile che anche dopo aver indagato a fondo ci si trovi di fronte ad una persona indegna, oppressore ed ipocrita, ma questo perché i risultati vengono da Allah, noi però i mezzi li dobbiamo mettere in pratica.
Con speranza e facendo du`a' che tali mezzi ottengano il risultato sperato e migliore, non con cieca sicurezza, certo - e quindi, è vero che tutti questi "mezzi di ricerca del partner adeguato" non assicurano al 100% il risultato, but still, non possiamo che ricorrere ad essi (tenendo a mente che non dipende tutto da loro e facendo assieme du`a', etc.)..

Starlight al-Darwisha ha scritto:
Insomma sarebbe troppo facile se dipendeva solo dal tenere gli occhi aperti e scegliere una pesona praticante..


No, certamente non dipende solo da quello. Ma al tempo stesso, questa è la cosa più importante da fare; se non si fa così, ci si prepari a fregature e problemi quasi assicurati.

Starlight al-Darwisha ha scritto:
dato che la difficoltà consiste prorio qui.. non tutti sono così come sembrano.


Questo è un discorso a parte; ma se si capisce bene il vero significato di "praticante", le cose si fanno più chiare.

Starlight al-Darwisha ha scritto:
E aggiungo anche.. se poi teniamo anche in considerazione proprio quello che l'islam ci insegna: una coppia si conosce veramente per quello che è solo dopo il matrimonio.. e allora ecco la risposta alla domanda come si fa a capire tutto quello in anticipo: non si può. E forse è proprio per questo che Allah ci ha concesso il divorzio.. la possibilità di divorziare, probabilmente per questo.


Beh no sorella non è così, mica ci si sposa a scatola chiusa..
Se è per questo una persona non conosce davvero a fondo l'altra nemmeno dopo il matrimonio.
Però gli elementi indicatori vanno tenuti in considerazione, e si considerano quelli, sennò come si fa?
Sennò che facciamo, usciamo di casa con una benda intorno agli occhi e ci sposiamo a caso col primo/a che passa, "tanto poi c'è quella possibilità.."?

Starlight al-Darwisha ha scritto:
Puoi solo supporre e sperare che quella persona che sembra giusta sia veramente giusta,


Già, però magari se si utilizzano criteri corretti si evitano molti problemi.
Se invece ci si sposa "a caso" guardando ad altre cose (l'ammmore, l'esoticità, le illusioni sui "Musulmani perfetti perché del paese X o perché convertiti, etc.) allora ci sono problemi.

Fratelli Musulmani ha scritto:
al contrario sono molto delusa da quanto scritto e affermato dal Fratello Umar. Caro Fratello siamo nel 2013 forse non te sei accorto......


A dire il vero siamo nel 1434 (hijri).

Comunque lo so che per il calendario gregoriano siamo nel 2013, ho il calendario nel computer, nell'orologio e nel cellulare, ma mi sfugge cosa c'entri e cos'abbia detto che ti ha deluso e fatto arrabbiare così tanto.

Forse che non potete stare seduti in un gruppo misto di uomini e donne a chiacchierare e scambarvi "idee sull'Islam" senza alcuna separazione?
Beh, è così, e lo sarà anche nel 2313.

Fratelli Musulmani ha scritto:
mi dai l'idea di un dittatore....


Ti ringrazio, mi manca solo il territorio, poi sono già pronto a vietare qualsiasi genere di incontro misto con persone ghayr-mahram. :-)

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Questo è vero, ma come al solito c'è dietro la solita dicotomizzazione di destino e azione. E' vero che non possiamo conoscere la persona, ma ci sono determinati elementi che possono venirci in aiuto: vedere se la persona segue la Sunnah, vedere se la persona che vogliamo sposare si comporta bene con sua mamma, vedere il nostro cuore: se siamo più preoccupati di cercare una persona con una buona posizione o con tanta fede e tenere in conto il fatto che il nostro cuore influenzerà le nostre scelte. Quindi innanzitutto purificare il nostro cuore. Non farci prendere dalla fretta di sposarci. Praticare l'Islam anche esteriormente perchè sicuramente un uomo di poca fede sarà più tentato dalla Musulmana in ghingheri piuttosto che da una donna che non fa nulla per attirare l'attenzione. In questo caso ad esempio potrebbe essere proprio il nostro atteggiamento a salvarci dal bestione di turno. E in questo mi riallaccio al discorso di Umar. Infatti non è soltanto ciò che cerchiamo ma è anche il modo in cui ci poniamo ad attirare verso di noi determinate persone/situazioni piuttosto che altre. Una donna praticante difficilmente attira l'attenzione di un uomo non praticante e viceversa.


Completamente d'accordo.

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Quindi, fratello Umar sono d'accordo che sono le perosne che in primis devono aprire gli occhi ecc. ma a volte non è possibile, e in quei casi lì, io credo che fuori da uno stato Islamico, anche alla donna dovrebbe essere concesso il divorzio.


Ovviamente la Shari`ah non si può modificare, ma è prevista la possibilità di delegarne uno (o più) dei tre alla moglie, e qualcuno consiglia di farlo proprio in casi come questi.
Però bisogna anche stare attenti che la donna non sia un'isterica emotiva che al primo litigio pronuncia parole più grosse di lei e fa danni enormi (non è che tutti gli uomini siano gibboni e le donne tutte perfette principesse razionali).

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Mar Lug 30, 2013 9:57 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2137

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 9:54 pm    Oggetto: Bismilahi Rrahamani Rrahim Rispondi citando

sì però hai sbagliato a citare la terza quote..

Comunque ..

Citazione:
Sì sorella ma una persona non deve mai perdere di vista i mezzi.
Non capisco perché spesso i discorsi sul destino portino qualcuno a perdere completamente di vista i mezzi.

Ma non sono i discorsi del destino che portano a qualcuno di perdere di vista i mezzi.. piuttosto sono i discorsi dei genitori o i loro 'non discorsi'.. dipende, e tutta la loro mancanza di sostegno/aiuto o tutta la loro cattiva influenza, contribuisce a perdere di vista i mezzi.

Il mio discorso sul destino era più che altro per chiarire che non sempre basta stare attenti e non perdere di vista i mezzi, non che questo non sia importante ma a volte non basta, e siccome non capivate per quale motivo molte fanno scelte sbagliate io volevo solo spiegare come succede e chiarire anche che alla fine scegliere un compagno/a con o senza i criteri giusti, alla fine si tratta di scatola chiusa comunque, perchè come dicevamo non si può conoscere veramente bene qualcuno.. quindi importante non illudersi di fare una scelta infallibile usando i criteri giusti, tutto qui.

Il problema non è solo ritrovarsi con i propri diritti violati ma non poter ottenere giustizia.. uno non si dovrebbe preoccupare nemmeno di trovare il compagno perfetto (dato che non esiste) ma di trovarsi poi con quasi tutti i diritti calpestati senza poter fare nulla.. è questo il vero problema, non potersi mantenere o non poter mantenere i propri figli, non poter trovare sostegno, aiuto .. ecc.

E se uno deve scegliere se obbedire ai propri genitori e rischiare di trovarsi con una persona sbagliata e disobbedire ai genitori e rischiare di trovarsi con una persona sbagliata lo stesso (perchè alla fine il rischio c'è lo stesso, visto che non si sa mai).. uno alla fine potrebbe decide di obbedire ai propri genitori almeno così se tutto va male almeno uno non deve sentirsi in colpa per non aver obbedito ai genitori e soprattutto non rischia di perdere i legami anche con loro.

E questo di nuovo, è solo una delle possibili spiegazioni su come mai persino alcune persone praticanti si fanno influenzare dai genitori che a volte non si preoccupano di aiutarti ad usare i criteri giusti per scegliere una persona compatibile, ma anzi delle volte non solo non ti aiutano e basta ma non te lo permettono proprio, e dunque alcuni pur sapendo che magari hanno torto.. preferiscono obbedire ai genitori lo stesso..

Ci sarebbe da scrivere un libro su ste cose.. veramente..

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2767
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 10:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Ovviamente la Shari`ah non si può modificare, ma è prevista la possibilità di delegarne uno (o più) dei tre alla moglie,

Non ho capito fratello. Intendi il divorzio no?
Ma allora "uno o più dei tre" cosa?

Citazione:
Però bisogna anche stare attenti che la donna non sia un'isterica emotiva che al primo litigio pronuncia parole più grosse di lei e fa danni enormi

Beh si certo. Anche l'uomo deve essere vigile ed evitare di sposare una pazza isterica o se la vuole comunque sposare, non delegarle il diritto a divorziare.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 10:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Se invece ci si sposa "a caso" guardando ad altre cose (l'ammmore, l'esoticità, le illusioni sui "Musulmani perfetti perché del paese X o perché convertiti, etc.) allora ci sono problemi.

sei una persona insensibile e senza cuore :(


comunque, nel caso diventassi dittatore, mi candido per la mansione di boia

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 11:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Citazione:
Ovviamente la Shari`ah non si può modificare, ma è prevista la possibilità di delegarne uno (o più) dei tre alla moglie,

Non ho capito fratello. Intendi il divorzio no?
Ma allora "uno o più dei tre" cosa?


Ce ne sono tre a disposizione:

"Divorcing a Person

1. Only the man has the right to divorce. Once the man divorces his wife, the divorce comes into effect. The woman has no choice in this irrespective of whether she accepts the divorce or not. In all cases, the divorce comes into effect. The wife cannot divorce her husband.

2. The man has the right of issuing three talâqs only, and not more. If he issues four or five talâqs even then only three will be considered.

3. Once the man utters: "I divorce my wife", and utters these words in such a tone that he himself can hear these words, divorce comes into effect. This is irrespective of whether he uttered them in private or in public, and whether his wife heard him uttering these words or not. In all cases, divorce takes place.

4. Divorce is of three types:

The First Type: Is that the nikâh is completely annulled and it is not permissible to live with the man without renewing the nikâh. If the woman wishes to stay with this man again, and the man also agrees to keep her, they will have to have their nikâh performed again. Such a talâq is known as talâqul bâ’in.

The Second Type: Is that if the husband and wife wish to remarry, then after completing the ‘iddah for the first divorce, she will have to marry another person. When he divorces her, she will have to complete the ‘iddah for this second divorce. Only then will it be permissible for her to remarry her first husband. Such a talâq is known as talâqul mughallazah.

The Third Type: Is that the nikâh has not broken as yet. If the husband divorces his wife by uttering the words of divorce one or two times and thereafter regrets his action, it will not be necessary to renew this nikâh. He can live with this wife without performing another nikâh and it will be permissible for them to live as a normal couple. However, if the man divorced her and maintained this divorce of his, i.e. he did not regret his action nor did he decide to continue living with his wife, then the moment the ‘iddah of talâq expires, the nikâh will break and the woman will be separated from her husband. As long as the ‘iddah does not expire, the man has the choice of either keeping his wife or not keeping her. Such a talâq is known as talâqur raj'î. It should be borne in mind that if the husband issues three talâqs, he will not have the choice of keeping his wife.

5. There are two ways in pronouncing or issuing the talâq.

The First Way: Is that the husband clearly utters: "I divorce you" or "I divorce my wife." In other words, he issues the divorce in such clear words that there is no possibility of taking any other meaning from these words. Such a divorce is known as talâq-e-sarîh.

The Second Way: Is that the husband does not utter the words of divorce clearly. Instead, he speaks in very vague terms from which divorce could be deduced and from which some other meaning could also be taken, e.g. the person says: "I have distanced you from me." From this, it could be deduced that he said: "I divorce you" or "I have not divorced you, but I will not keep you with me. Remain with your parents. I will not even bother about you."

Alternatively, he could have said: "I will have no contact with you." "I have no need for you." "You have been separated from me." "I have separated you from me." "I have separated you from my house, go away." "Get out." "Go far from here." "Go away to your parents." "Go away to your house." "I will not accommodate you any longer."

Uttering any of the above words or other words similar to these, in which there is the possibility of several meanings is known as talâq-e-kinâyah.

6. If the divorce is issued in clear terms, divorce will take place the moment the words are uttered. This is irrespective of whether one had the intention of divorcing his wife or not, or whether he issued the divorce jokingly. When a divorce is issued in clear terms, the third type of divorce will take place. That is, the husband has the choice of keeping or divorcing his wife until just before the expiry of her ‘iddah. By uttering the divorce once, only one divorce will come into effect - not two nor three. However, if he utters the divorce three times, or says: "I give you three talâqs", three talâqs will take place.

7. A person issued one divorce. As long as the wife is in her ‘iddah, he has the right to issue her a second or a third divorce. If he issues a second or third divorce, it will be valid and come into effect.

8. A person says: "I will divorce you." Divorce will not take place. Similarly, if he says: "If you carry out a particular action, I will divorce you." Divorce will not take place irrespective of whether she carries out the action or not. However, if the person says: "If you carry out a particular action, you are divorced", then once she carries out the action, divorce will take place.

9. A person uttered the divorce and at the same time said: "’Inshâ’ Allah". Divorce will not take place. Similarly, if he says: "If Allah wills, I divorce you" divorce will not take place. However, if the person uttered the divorce, waited for a while and thereafter said "’Inshâ’ Allah"; divorce takes place.

10. A person called his wife and addressed her as a "divorcee". Divorce will take place even if he says this jokingly.

11. A person says: "When you go to Lucknow (or any other place which he mentions), you are divorced." As long as she does not go to Lucknow, divorce will not take place. Once she goes there, divorce will take place.

12. The person did not clearly state the words of divorce. Instead, he issued the divorce in vague words and terms. If at the time of uttering these words, he had the intention of issuing divorce, divorce will take place. In such a case, the first type of divorce will take place, i.e. talâqul bâ’in. Now it will not be permissible for him to keep his wife without renewing the nikâh. If the person did not utter these words with the intention of talâq and instead had some other meaning in mind, talâq will not take place. However, if it is learnt through some evidence or indication that he had in fact intended divorcing her and that he is lying, then in such a case the woman should not live with him and she should regard it as if she has been divorced. For example, the wife comes angrily to her husband and says: "I cannot live with you any more. Divorce me!" And the husband replies: "Okay, I leave you." In such a case, the woman must consider this to be a divorce.

13. A person says: "I divorce you, I divorce you, I divorce you." Three divorces will take place. Alternatively, he divorces her three times, but in very vague terms. Even then, three divorces will take place. However, if the person had only intended one divorce but had uttered it three times in order to emphasize his point, only one divorce will take place. However, the woman does not know his intention. She should therefore regard it as three divorces.
".
"Bahishti Zewar" - Mawlana Ashraf Ali Thanawi (ra) -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Beh si certo. Anche l'uomo deve essere vigile ed evitare di sposare una pazza isterica o se la vuole comunque sposare, non delegarle il diritto a divorziare.


Gradirei dirigere la Vostra cortese attenzione al fatto che se Allah ha concesso tale diritto primariamente all'uomo, c'è un motivo e molte saggezze, diverse delle quali legate alla natura maggiormente emotiva (diciamo così..) delle donne.
Quindi, ci vuole enorme cautela prima di dispensare tale concessione a destra e a manca.

Jihad92 ha scritto:
sei una persona insensibile e senza cuore :(


Ki 6 tu per gggiudikarmi!!!
:-P

Jihad92 ha scritto:
comunque, nel caso diventassi dittatore, mi candido per la mansione di boia


La ringraziamo per la Sua candidatura, e Le faremo sapere al più presto se si renderanno disponibili posti per la mansione da Lei indicata.

Cordiali saluti,
Wassalam,

La Dittatura di Umarlandia.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Mar Lug 30, 2013 11:30 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2137

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 11:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

Io invece mi candido per controllare se le citazioni riportate dalla dittatura Umarlandia sono sempre corrette..

E comunque va bene che c'e' una saggezza se l'uomo ha tale diritto maggiormente.. Il punto e' cosa fare quando invece ne abusa?!..

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2137

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 11:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

Starlight al-Darwisha ha scritto:
Io invece mi candido per controllare se le citazioni riportate dalla dittatura Umarlandia sono sempre corrette...


Se per caso non si e' capito.. Intendevo che hai sbagliato di nuovo la citazione.. sta volte quella a nome mio!

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 11:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

Starlight al-Darwisha ha scritto:
Io invece mi candido per controllare se le citazioni riportate dalla dittatura Umarlandia sono sempre corrette..


Ho corretto prima l'errore.
Anzi, visto che siamo in dittatura, quale errore?...

Starlight al-Darwisha ha scritto:
E comunque va bene che c'e' una saggezza se l'uomo ha tale diritto maggiormente.. Il punto e' cosa fare quando invece ne abusa?!..


Già, è questo il problema, che è un effetto del problema capitale e maggiore: l'assenza di una Khilafah islamica che possa tutelare tali diritti.
Spetta agli `Ulama' discutere come armonizzare tra le varie necessità. Quella di concedere alla moglie magari uno dei tre possibile divorzi" a disposizione di un uomo è una possibile soluzione, che in alcune circostanze può essere d'aiuto, ma volevo sottolineare quanto anche ciò meriti molta attenzione e cautela.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Mar Lug 30, 2013 11:32 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Lug 30, 2013 11:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

Starlight al-Darwisha ha scritto:
Starlight al-Darwisha ha scritto:
Io invece mi candido per controllare se le citazioni riportate dalla dittatura Umarlandia sono sempre corrette...


Se per caso non si e' capito.. Intendevo che hai sbagliato di nuovo la citazione.. sta volte quella a nome mio!


Ehm, ops...
Beh prima ho attribuito a Mujahidah una tua frase, ed ora a lei una tua!
Diciamo che l'ho fatto per compensare, ora siamo pari!... :-D

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2137

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 12:15 am    Oggetto: Rispondi citando

Ritornando al topic del utente.. Io ho sentito dire diverse volte, da persone religiose, che se il proprio marito non esegue la salah allora la moglie-per questo motivo- e' libera di lasciarlo, e' vero questo?

Perche' se e' vero, allora questa sorella avrebbe il diritto di divorziarlo!
Attenzione: la mia non e' una fatwa ma una domanda per capire se e' vero quello che ho sentito dire.. oppure no! E se fosse vero, automaticamente puo' lasciarlo/divorziarlo senza rivolgersi ad uno shaikh o prima deve rivolgersi a qualcuno che le concede il divorzio per questo motivo?

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2767
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 1:38 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
mi candido per la mansione di boia
Hahahahhaah! Eh certo fratello! E poi chi lo uccide il Boia!!

Citazione:

Gradirei dirigere la Vostra cortese attenzione al fatto che se Allah ha concesso tale diritto primariamente all'uomo, c'è un motivo e molte saggezze, diverse delle quali legate alla natura maggiormente emotiva (diciamo così..) delle donne.
Quindi, ci vuole enorme cautela prima di dispensare tale concessione a destra e a manca.


Si si certo. L'uomo ha una tendenza al dispotismo mentre la donna all'isterismo. Ho sottolineato che queste misure andrebbero prese in via eccezionale per tutelare donne che vivono fuori da stati Islamici.

Ma in sintesi l'uomo può delagare alla moglie il diritto a divorziare o no?
Perchè il testo che hai riportato parla solo dei vari tipi di divorzio.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2137

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 1:52 am    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:

Ma in sintesi l'uomo può delagare alla moglie il diritto a divorziare o no?
Perchè il testo che hai riportato parla solo dei vari tipi di divorzio.

Da quello che ho capito io, se la donna gli chiede la delega del divorzio prima del matrimonio, e se egli acconsente.. sì, può.
Dopo il matrimonio però non si può fare. Bisogna pensarci prima.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 2:08 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Anzi, visto che siamo in dittatura, quale errore?...

ahah!! :)
ok siamo psicologicamente pronti
posso iniziare ad affilare la mia shimitarra, (...)?

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 2:16 am    Oggetto: Rispondi citando

un momento
se(ank se x scherzo) ho sbagliato ad attribuirti tale attributo, come s faceva nelle monarchie passate, ti chiedo di modificarlo fratello...

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 2:21 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Hahahahhaah! Eh certo fratello! E poi chi lo uccide il Boia!!


CoLui che ha creato la morte U.U

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 3:27 am    Oggetto: Rispondi citando

Starlight al-Darwisha ha scritto:
Io ho sentito dire diverse volte, da persone religiose, che se il proprio marito non esegue la salah allora la moglie-per questo motivo- e' libera di lasciarlo, e' vero questo?


Credo che quest'idea deriva dalla posizione (che è una delle due posizioni della scuola Hanbali, ed è oggi sostenuta da alcuni salafiti) per cui chi abbandona la preghiera esce dall'Islam, diventa miscredente ed apostata.
Per cui essi ritengono che se un uomo smette di pregare / non prega, non è più Musulmano, e dunque il matrimonio con sua moglie si annullerebbe automaticamente.

Questa posizione non è però condivisa dalle altre tre scuole giuridiche né dalle maggiori scuole di `Aqidah, per le quali in genere un Musulmano che non prega commette un peccato enorme, ma resta Musulmano (dico in genere perché anche ciò ha delle condizioni, e ci sono invece casi in cui tutti concordano che non pregare costituisca kufr).

Vedi i primi risultati a questo link:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



E:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Chi non prega è kafir? -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Mujahidah Von Sor ha scritto:
Ma in sintesi l'uomo può delagare alla moglie il diritto a divorziare o no?
Perchè il testo che hai riportato parla solo dei vari tipi di divorzio.


Ho riportato quel testo come risposta alla tua domanda sul perché facessi riferimento a tre, non sull'altro argomento.

Sulla questione della delega, rimando a questa fatwa per maggiori dettagli:

Delegating the Right of Divorce to the Wife (tafwidh) - Mufti Muhammad Ibn Adam al-Kawthari -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Jihad92 ha scritto:
un momento
se(ank se x scherzo) ho sbagliato ad attribuirti tale attributo, come s faceva nelle monarchie passate, ti chiedo di modificarlo fratello...


Ho cancellato comunque perché me l'hai chiesto, comunque è permesso usare il titolo "mawla" per degli esseri umani; vedi ad esempio:

Calling a Scholar Mawlana - Mufti Muhammad Ibn Adam al-Kawthari -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 3:47 am    Oggetto: Rispondi citando

eh allora potevi ank lasciarlo! (infatti ti ho chiesto di modificarlo, se mawla non fosse permesso)

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
chbraoui
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/12 20:38
Messaggi: 416

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 3:51 am    Oggetto: Rispondi citando

Ahahahaha caro fratello Jihad, mi sa se continuerai così il nostro amir ne farà fuori un'altro. XD

_________________
ASHADUH ANA LA ILAH ILA ALLAH UA ASHADUH ANA MUHAMMAD RASULLULAH
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2137

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 3:56 am    Oggetto: Rispondi citando

Jihad92 ha scritto:
eh allora potevi ank lasciarlo! (infatti ti ho chiesto di modificarlo, se mawla non fosse permesso)


Secondo me stai prendendo troppo sul serio la storia della dittatura, ecco perchè poi ti vengono in mente strani dubbi e poi finisci pure per avere paura di dire anche cose lecite :D

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 4:07 am    Oggetto: Rispondi citando

no sorella non l ho presa troppo sul serio, è il mio senso dell umorismo.
e ridendo e scherzando ho chiarito un dubbio che non so altrimenti quando mi si sarebbe sollevato ;)

poi perche dovrei essere fatto fuori?

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 4:14 am    Oggetto: Rispondi citando

ah, il mio nn era uno strano dubbio! ma importante, altrimenti non mi sarei preoccupato!
si potrebbe commettere shirk minore o sbaglio?

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2137

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 4:49 am    Oggetto: Rispondi citando

Jihad92 ha scritto:
ah, il mio nn era uno strano dubbio! ma importante, altrimenti non mi sarei preoccupato!
si potrebbe commettere shirk minore o sbaglio?


hmm.. sbagli.. altrimenti nemmeno Mawlana Jalaluddin Rumi avrebbe questo titolo. Ma comunque non intendevo dire che non dovevi toglierti il dubbio.. don't worry, quello era il mio senso d'umorismo invece.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 5:08 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
hmm.. sbagli..

si, tutti i giorni

Citazione:
Ma comunque non intendevo dire che non dovevi toglierti il dubbio

si avevo capito.. ci mancherebbe

Citazione:
don't worry

non worro non worro... figurati

Citazione:
quello era il mio senso d'umorismo invece

ahahhhhhhhhhahaha -.-" (scherzoso)

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 5:15 am    Oggetto: Rispondi citando

chbraoui ha scritto:
Ahahahaha caro fratello Jihad, mi sa se continuerai così il nostro amir ne farà fuori un'altro. XD


Haha no, finora non corre il rischio, e poi c'è sempre bisogno di un "boia"!

Starlight al-Darwisha ha scritto:
Secondo me stai prendendo troppo sul serio la storia della dittatura


Come si fa a prendere "troppo sul serio" qualcosa di serio?
Uhm...

Starlight al-Darwisha ha scritto:
Jihad92 ha scritto:
ah, il mio nn era uno strano dubbio! ma importante, altrimenti non mi sarei preoccupato!
si potrebbe commettere shirk minore o sbaglio?


hmm.. sbagli.. altrimenti nemmeno Mawlana Jalaluddin Rumi avrebbe questo titolo.


In questo caso sbaglia perché invece il suo uso è lecito, ma in effetti, se non fosse stato lecito (intendo se si fosse trattato di altri termini, come ad esempio "idolo"), il rischio di commettere shirk ci sarebbe stato!

Poi comunque visto che coloro che dicono che utilizzare "Mawlawi"/"Mawlana", etc. sia proibito sono salafiti etc., il fatto che venga usato per Mawlana Rumi è una "prova" in più! :-$

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Fratelli Musulmani
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 26/07/13 17:16
Messaggi: 22
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 9:14 am    Oggetto: Rispondi citando

Salam Aleikum a tutti,
abbiamo letto attentamente tutto ciò che è stato scritto, non vogliamo aggiungere altro e non vogliamo creare ulteriori polemiche.
Allah sta sopra di noi ed è l'unico giudice per come ci comportiamo.
L'unica cosa che personalmente mi sento di fare è chiedere scusa per la parola dittatore al fratello Umar, per il resto Dio ne sa di più.
Amin
Top
Profilo Invia messaggio privato
chbraoui
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/12 20:38
Messaggi: 416

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 11:05 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Allah sta sopra di noi ed è l'unico giudiceper come ci comportiamo.


Salam 'alaikum cara sorella,

Mi sa che l'amir Umar ti riporterà questo link XD

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

, ti consiglio di leggerlo è molto interessante ;)

_________________
ASHADUH ANA LA ILAH ILA ALLAH UA ASHADUH ANA MUHAMMAD RASULLULAH
Top
Profilo Invia messaggio privato
chbraoui
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/12 20:38
Messaggi: 416

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 11:07 am    Oggetto: Rispondi citando

Jihad92 ha scritto:
no sorella non l ho presa troppo sul serio, è il mio senso dell umorismo.
e ridendo e scherzando ho chiarito un dubbio che non so altrimenti quando mi si sarebbe sollevato ;)

poi perche dovrei essere fatto fuori?


E quest'altro era il mio senso dell'umorismo invece. XD

_________________
ASHADUH ANA LA ILAH ILA ALLAH UA ASHADUH ANA MUHAMMAD RASULLULAH
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2767
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 2:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
E quest'altro era il mio senso dell'umorismo invece. XD

Ma no fratello Chraboui, quello era il mio.

Citazione:
poi perche dovrei essere fatto fuori?


Ma no. Non è che dovresti essere fatto fuori a priori.
Ma qualora il boia dovesse macchiarsi di una qualche colpa contro il regime umarico, chi ci penserà a giustiziarlo?
Vabbeh nel caso provvederà il S.O.R.U. .

Comunque laciamo perdere la situazione è degenerata e non ci capiamo più a vicenda-

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2767
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 2:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
L'unica cosa che personalmente mi sento di fare è chiedere scusa

A parte le scuse personali che hanno un'importanza relativa, la cosa veramente importante che doveresti fare è pentirti di aver detto che la religione è piena di contraddizioni, perchè sarà Allah e non noi a chiederti conto di questa tua affermazione.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2767
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 2:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Ma no fratello Chraboui, quello era il mio.

Ah no avevi ragione fratello Chraboui!

A questo punto cala il sipario!

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fratelli Musulmani
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 26/07/13 17:16
Messaggi: 22
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 4:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Citazione:
L'unica cosa che personalmente mi sento di fare è chiedere scusa

A parte le scuse personali che hanno un'importanza relativa, la cosa veramente importante che doveresti fare è pentirti di aver detto che la religione è piena di contraddizioni, perchè sarà Allah e non noi a chiederti conto di questa tua affermazione.


Salam Sorella, infatti mi sono espressa male dicendo che la Religione è piena di contraddizioni. Dio mi perdoni per aver fatto un affermazione del genere, ma non era nelle mie intenzioni. Quello che volevo dire è che sono le persone a renderla piena di contraddizioni, e l'unica cosa che mi sento di dire che nel Forum la tendenza è sempre quella di far sentire in colpa le persone, per qualsiasi cosa. Solo questo.
Non aggiungo altro anche perche io non sono brava a stendere dei poemi come fate voi....
A me mi hanno sempre detto di non comportarmi male, di seguire il più possibile la retta via, di aver più possibile timore di Dio, ma non di avere paura..... La paura porta a sbagliare, il timore a migliorare la propria fede verso Allah Swa.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2767
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 5:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Quello che volevo dire è che sono le persone a renderla piena di contraddizioni,

Alhamdullillah. Noi speravamo che ti fossi espressa male. Su questo hai ragione e infatti non ci si stanca mai di dire che il comportamento dei musulmani non costituisce l'Islam.
Citazione:

la tendenza è sempre quella di far sentire in colpa le persone, per qualsiasi cosa

Mi dispiace che hai avuto questa impressione.

Citazione:
Non aggiungo altro anche perche io non sono brava a stendere dei poemi come fate voi....

Ma noi non siamo degli stendi poemi. Abbiamo cercato di aiutarti dandoti delle possibile soluzioni. Altrimenti non sappiamo come aiutarti.
Essendo un forum Islamico non potremmo mai consigliare alla tua amica di fare le valigie e andarsene. Noi possiamo consigliarle delle soluzioni entro i limiti del halal. Poi sarà la tua amica a decidere e a prendersi le responsabilità delle sue decisioni.

Pace

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fratelli Musulmani
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 26/07/13 17:16
Messaggi: 22
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 5:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Citazione:
Quello che volevo dire è che sono le persone a renderla piena di contraddizioni,

Alhamdullillah. Noi speravamo che ti fossi espressa male. Su questo hai ragione e infatti non ci si stanca mai di dire che il comportamento dei musulmani non costituisce l'Islam.
Citazione:

la tendenza è sempre quella di far sentire in colpa le persone, per qualsiasi cosa

Mi dispiace che hai avuto questa impressione.

Citazione:
Non aggiungo altro anche perche io non sono brava a stendere dei poemi come fate voi....

Ma noi non siamo degli stendi poemi. Abbiamo cercato di aiutarti dandoti delle possibile soluzioni. Altrimenti non sappiamo come aiutarti.
Essendo un forum Islamico non potremmo mai consigliare alla tua amica di fare le valigie e andarsene. Noi possiamo consigliarle delle soluzioni entro i limiti del halal. Poi sarà la tua amica a decidere e a prendersi le responsabilità delle sue decisioni.

Pace


Pace :)
Top
Profilo Invia messaggio privato
AbuMuhammad
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 26/03/12 18:44
Messaggi: 936

MessaggioInviato: Mer Lug 31, 2013 7:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

..


L'ultima modifica di AbuMuhammad il Sab Giu 07, 2014 10:49 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Ven Ago 02, 2013 3:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

Fratelli Musulmani ha scritto:
Salam Sorella, infatti mi sono espressa male dicendo che la Religione è piena di contraddizioni. Dio mi perdoni per aver fatto un affermazione del genere, ma non era nelle mie intenzioni. Quello che volevo dire è che sono le persone a renderla piena di contraddizioni,


Le persone non rendono l'Islam pieno di contraddizioni; semmai sono le loro azioni o affermazioni ad essere più o meno in contraddizione con ciò che dovrebbero fare o dire, ma nell'Islam non c'è alcuna "contraddizione".

Fratelli Musulmani ha scritto:
e l'unica cosa che mi sento di dire che nel Forum la tendenza è sempre quella di far sentire in colpa le persone, per qualsiasi cosa. Solo questo.


Se qualcuno (chiunque sia) fa qualcosa di sbagliato, è giusto che lo ammetta a se stesso e si senta in colpa e chieda perdono ad Allah. Dov'è il problema?

Se invece non si ritiene che qualcosa sia sbagliato, lo si argomenti con fonti affidabili.

Sentirsi al di sopra di qualunque critica o errore, prenderla sul personale, offendersi o prendersela sentendosi "giudicati", etc. sono varie forme di arroganza (kibr) che dobbiamo evitare.

Fratelli Musulmani ha scritto:
A me mi hanno sempre detto di non comportarmi male, di seguire il più possibile la retta via, di aver più possibile timore di Dio, ma non di avere paura..... La paura porta a sbagliare, il timore a migliorare la propria fede verso Allah Swa.


Ok, ma che c'entra?
Al di là della differenza terminologica tra "paura" e "timore", chi e dove in questo thread ti ha detto di avere "paura"?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Ven Ago 02, 2013 3:29 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
chbraoui
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/12 20:38
Messaggi: 416

MessaggioInviato: Ven Ago 02, 2013 3:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Sentirsi al di sopra di qualunque critica o errore, prenderla sul personale, offendersi o prendersela sentendosi "giudicati", etc. sono varieforma di arroganza (kibr) che dobbiamo evitare.


E aggiungo fratello, che c'è un hadith del profeta sallah 'li Ua salam che mi ha fatto paura, e che dice cha ha detto il nostro profeta Muhammad ( pbsl) che ognuno di voi che ha solo un'atomo di kibr nel suo cuore andrà all'inferno, me lo potete confermare?

_________________
ASHADUH ANA LA ILAH ILA ALLAH UA ASHADUH ANA MUHAMMAD RASULLULAH
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Ven Ago 02, 2013 3:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

chbraoui ha scritto:
Citazione:
Sentirsi al di sopra di qualunque critica o errore, prenderla sul personale, offendersi o prendersela sentendosi "giudicati", etc. sono varieforma di arroganza (kibr) che dobbiamo evitare.


E aggiungo fratello, che c'è un hadith del profeta sallah 'li Ua salam che mi ha fatto paura, e che dice cha ha detto il nostro profeta Muhammad ( pbsl) che ognuno di voi che ha solo un'atomo di kibr nel suo cuore andrà all'inferno, me lo potete confermare?


Nella versione dal Sahih Muslim:

وَحَدَّثَنَا مُحَمَّدُ بْنُ بَشَّارٍ، حَدَّثَنَا أَبُو دَاوُدَ، حَدَّثَنَا شُعْبَةُ، عَنْ أَبَانَ بْنِ تَغْلِبَ، عَنْ فُضَيْلٍ، عَنْ إِبْرَاهِيمَ، عَنْ عَلْقَمَةَ، عَنْ عَبْدِ اللَّهِ، عَنِ النَّبِيِّ صلى الله عليه وسلم قَالَ ‏ "‏ لاَ يَدْخُلُ الْجَنَّةَ مَنْ كَانَ فِي قَلْبِهِ مِثْقَالُ ذَرَّةٍ مِنْ كِبْرٍ ‏"‏ ‏.‏

"Chi ha nel suo cuore (anche solo la quantità) come un seme di senape di orgoglio/arroganza (kibr) non entrerà in Paradiso (Jannah)".

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
chbraoui
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/12 20:38
Messaggi: 416

MessaggioInviato: Sab Ago 03, 2013 3:41 am    Oggetto: Rispondi citando

Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:
chbraoui ha scritto:
Citazione:
Sentirsi al di sopra di qualunque critica o errore, prenderla sul personale, offendersi o prendersela sentendosi "giudicati", etc. sono varieforma di arroganza (kibr) che dobbiamo evitare.


E aggiungo fratello, che c'è un hadith del profeta sallah 'li Ua salam che mi ha fatto paura, e che dice cha ha detto il nostro profeta Muhammad ( pbsl) che ognuno di voi che ha solo un'atomo di kibr nel suo cuore andrà all'inferno, me lo potete confermare?


Nella versione dal Sahih Muslim:

وَحَدَّثَنَا مُحَمَّدُ بْنُ بَشَّارٍ، حَدَّثَنَا أَبُو دَاوُدَ، حَدَّثَنَا شُعْبَةُ، عَنْ أَبَانَ بْنِ تَغْلِبَ، عَنْ فُضَيْلٍ، عَنْ إِبْرَاهِيمَ، عَنْ عَلْقَمَةَ، عَنْ عَبْدِ اللَّهِ، عَنِ النَّبِيِّ صلى الله عليه وسلم قَالَ ‏ "‏ لاَ يَدْخُلُ الْجَنَّةَ مَنْ كَانَ فِي قَلْبِهِ مِثْقَالُ ذَرَّةٍ مِنْ كِبْرٍ ‏"‏ ‏.‏


"Chi ha nel suo cuore (anche solo la quantità) come un seme di senape di orgoglio/arroganza (kibr) non entrerà in Paradiso (Jannah)".


Shukran, Jazakallah

_________________
ASHADUH ANA LA ILAH ILA ALLAH UA ASHADUH ANA MUHAMMAD RASULLULAH
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2137

MessaggioInviato: Sab Ago 03, 2013 8:36 am    Oggetto: Bismilahi Rrahamani Rrahim Rispondi citando

Condivido quanto detto sopra e inoltre vorrei aggiungere/condividere anche queste riflessioni:

Umar ha scritto:

Sentirsi al di sopra di qualunque critica o errore, prenderla sul personale, offendersi o prendersela sentendosi "giudicati", etc. sono varie forme di arroganza (kibr) che dobbiamo evitare.


Questo è vero! Offendersi solo perchè si viene corretti o perchè ci viene fatto notare uno sbaglio è sicuramente un male, puo' succedere che uno si offenda infatti a causa del kibr, orgoglio, arroganza, superbia ecc

Dall'altra parte però bisogna anche dire che non è detto che correggere qualcuno non sia anche questo a causa di una forma di superbia, orgoglio, arroganza, egoismo.. ecc, se si fa con le intenzioni sbagliate.
Per esempio: se uno vede che tizio fa un errore e siccome sa che il nostro din ci insegna di proibire il male e di ordinare il bene e inoltre c'è un hadith del profeta in cui si dice che quando vediamo qualcosa di sbagliato dobbiamo fare in modo di cambiarlo, e inoltre se uno cerca di correggere tizio per aiutarlo a migliorarsi e sperando anche di essere ricompensati da Allah.. allora per questo motivo uno potrebbe fargli notare il suo sbaglio e magari cercare anche di consigliarlo (se è possibile), e se poi tizio si offende solo per questo, sicuramente ha qualche problema con il suo nafs.

MA.. se invece viene corretto per fargli capire quant'è idiota e quanto invece la persona che lo corregge è meglio di lui, allora il problema si trova nel nafs della persona che lo corregge.. E quando uno ti corregge solo per questo motivo, si capisce perchè di solito non riesce a fare a meno di finire per parlare eccessivamente bene di se stesso (come se fosse necessario discutere per forza delle proprie qualità mentre si corregge qualcuno) ed esagerare nel rimproverare la persona che sbaglia senza preoccuparsi di fargli capire che anche se sbaglia puo' sempre migliorarsi, correggersi ecc.. Nei casi peggiori alcuni ti possono insultare direttamente solo perche' hai sbagliato (es: dicendoti, razza di imbecille come puoi fare un errore talmente stupido che.. Bla bla bla ... io a differenza di te invece non sono così stupido, io .. io .. io .. IO)!

Quindi penso che quando uno corregge qualcuno bisogna che sta attento a come lo si fa e soprattutto al motivo per cui si fa, perche' se uno deve correggere qualcuno solo per confrontarsi con lui e per fargli capire quanto è stupido e basta.. anche questo è una forma di kibr, e il fatto che uno sbaglia non dà il permesso all'altro (che lo corregge) di trattarlo male.
E allo stesso modo uno che viene corretto bisogna che ci riflette e che se ne approfitti per prenderlo come un'opportunità per cercare di migliorarsi, anziche' offendersi.. e anche se non fosse vero che ha sbagliato, non si dovrebbe offendere lo stesso.. anche perchè, che motivo c'è?!.. tanto non è vero!
E quindi se uno viene corretto per essere deriso, inusltato ecc.. e se poi uno ci rimane male per il modo in cui e' stato corretto e per il motivo per cui è stato corretto (per essere preso in giro, ecc), non credo che questo sia kibr.. e' normale invece che uno in quel caso ci rimane male perche' a nessuno piace essere trattati male.

Hearts are predisposed to love someone who does them good and to detest someone who does them harm. - Shah Waliyyullah ad-Dihlawi's Arba'in

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Sab Ago 03, 2013 5:19 pm    Oggetto: Re: Bismilahi Rrahamani Rrahim Rispondi citando

Starlight ha scritto:
Dall'altra parte però bisogna anche dire che non è detto che correggere qualcuno non sia anche questo a causa di una forma di superbia, orgoglio, arroganza, egoismo.. ecc, se si fa con le intenzioni sbagliate.


Verissimo!

Starlight ha scritto:
Per esempio: se uno vede che tizio fa un errore e siccome sa che il nostro din ci insegna di proibire il male e di ordinare il bene e inoltre c'è un hadith del profeta in cui si dice che quando vediamo qualcosa di sbagliato dobbiamo fare in modo di cambiarlo, e inoltre se uno cerca di correggere tizio per aiutarlo a migliorarsi e sperando anche di essere ricompensati da Allah.. allora per questo motivo uno potrebbe fargli notare il suo sbaglio e magari cercare anche di consigliarlo (se è possibile), e se poi tizio si offende solo per questo, sicuramente ha qualche problema con il suo nafs.

MA.. se invece viene corretto per fargli capire quant'è idiota e quanto invece la persona che lo corregge è meglio di lui, allora il problema si trova nel nafs della persona che lo corregge.. E quando uno ti corregge solo per questo motivo, si capisce perchè di solito non riesce a fare a meno di finire per parlare eccessivamente bene di se stesso (come se fosse necessario discutere per forza delle proprie qualità mentre si corregge qualcuno) ed esagerare nel rimproverare la persona che sbaglia senza preoccuparsi di fargli capire che anche se sbaglia puo' sempre migliorarsi, correggersi ecc.. Nei casi peggiori alcuni ti possono insultare direttamente solo perche' hai sbagliato (es: dicendoti, razza di imbecille come puoi fare un errore talmente stupido che.. Bla bla bla ... io a differenza di te invece non sono così stupido, io .. io .. io .. IO)!

Quindi penso che quando uno corregge qualcuno bisogna che sta attento a come lo si fa e soprattutto al motivo per cui si fa, perche' se uno deve correggere qualcuno solo per confrontarsi con lui e per fargli capire quanto è stupido e basta.. anche questo è una forma di kibr, e il fatto che uno sbaglia non dà il permesso all'altro (che lo corregge) di trattarlo male.
E allo stesso modo uno che viene corretto bisogna che ci riflette e che se ne approfitti per prenderlo come un'opportunità per cercare di migliorarsi, anziche' offendersi.. e anche se non fosse vero che ha sbagliato, non si dovrebbe offendere lo stesso.. anche perchè, che motivo c'è?!.. tanto non è vero!
E quindi se uno viene corretto per essere deriso, inusltato ecc.. e se poi uno ci rimane male per il modo in cui e' stato corretto e per il motivo per cui è stato corretto (per essere preso in giro, ecc), non credo che questo sia kibr.. e' normale invece che uno in quel caso ci rimane male perche' a nessuno piace essere trattati male.


Completamente d'accordo con te.
Quindi:

Chi viene corretto non deve offendersi (anche chi lo corregge lo fa in modo scorretto, per suo interesse, o altro), ma farsi un "esame di coscienza", analizzare le critiche ricevuto e verificare se esse non contengano forse qualche verità.

Analizzare le critiche subite, anche se dure! -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Chi "corregge" o da un consiglio, deve:
-farlo con educazione, gentilezza, in modo da spingere il destinatario della propria "correzione" a concentrarsi sul messaggio ed a riflettere, invece che ad offendersi / arrabbiarsi / restarci male per il modo in cui il messaggio è stato trasmesso.
-farlo con ikhlas, sincerità, fi sabili-Llah, per amore di Allah, e non per cercare di dimostrarsi superiore alla persona destinataria del consiglio/correzione, o per mettersi in mostra davanti ad altri, o per sfoggiare le sua conoscenze/acume/intelligenza/(boriosa arroganza), etc.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Abu7amed
Affezionato
Affezionato


Registrato: 05/03/13 01:41
Messaggi: 48

MessaggioInviato: Lun Ago 05, 2013 5:02 am    Oggetto: Re: divorziata o no? Rispondi citando

Fratelli Musulmani ha scritto:
Salam Alaikum, volevo chiedere un consiglio riguardo al problema di una nostra sorella Musulmana, lei Marocchina Musulmana praticante.
Sposata da circa vent'anni con un marito Arabo anch'egli, ma non praticante, anzi tutto il contrario, beve alcol, fuma, lavoro Haram (meglio non specificare) Dio mi perdoni, l'unica cosa è che non ha mai fatto mancare i soldi e il sostentamento alla famiglia. Ma dal punto di vista relazionale sia con la moglie che con i figli, praticamente inesistente.
Negl'ultimi anni il rapporto è andato sempre più peggiorando, inquanto questa mia amica non prova più assolutamente niente per un marito assurdo come questa persona è. La situazione è peggiorata da circa un anno, da quando lui ha abbandonato il letto coniugale per andare a dormire per conto suo in un altra stanza della casa. Di conseguenza quei rarissimi rapporti sono cessati completamente, non si parlano neanche, lui fa la vita sua e lei è sempre con noi donne, amiche. E' una mamma eccezionale che i figli adorano e lei adora loro.
A questo punto la domanda è la seguente, lei si può sentire divorziata anche se lui non l'ha mai pronunciata questa parola?
Tantissime volte gli ha detto se vuoi andare via, vai via, tanto io il divorzio non te lo dò. Lei si sente ostaggio di questo marito. Cosa può fare?
Grazie delle risposte che arriveranno


Wa 'alaykum assalam sorella,
Allah swt ordina ad entrambi i coniugi di comportarsi bene l'uno con l'altra, di avere pazienza e quest'ordine è più evidente nei confronti dell'uomo:
"O voi che credete, non vi è lecito ereditare delle mogli contro la loro volontà. Non trattatele con durezza nell'intento di riprendervi parte di quello che avevate donato, a meno che abbiano commesso una palese infamità. Comportatevi verso di loro convenientemente. Se provate avversione nei loro confronti, può darsi che abbiate avversione per qualcosa in cui Allah ha riposto un grande bene. " An Nisa',19

"...Non tormentatele mettendole in ristrettezze.." At Talaq,6

Se la situazione si complica e i problemi aumentano Allah swt ci ordina di rivolgerci ai parenti (i più saggi tra di loro, non presi a caso) in modo che si intromettano per cercare di eliminare discordie:
"Se temete la separazione di una coppia, convocate un arbitro della famiglia di lui e uno della famiglia di lei. Se [i coniugi] vogliono riconciliarsi, Allah ristabilirà l'intesa tra loro. Allah è saggio e ben informato." An Nisa' 35

Se anche ciò è inutile e non si riesce ad arrivare ad un accordo e la vita coniugale non può continuare allora non vi è che il divorzio, in modo che ognuno trovi pace e serenità:
"In caso di separazione Allah, nella Sua generosità, darà a entrambi della Sua abbondanza. Allah è immenso e saggio." An Nisa',130

L'intenzione di divorziare da parte del marito non deve essere basata sul danneggiare la moglie ma la ricerca della serenità per entrambi.
(estratto modificato da "Mushkilat 'usarieh wa 'ilajaha" di Ahmad A.Alkurdi)

Non c'è nessuno della famiglia di lui e di lei che possono provare a trovare un accordo o nel peggiore dei casi a convincerlo a divorziare?

Il divorzio è comunque un danno per i figli e bisognerebbe valutare quale sia il danno maggiore ..
Ma in vent'anni la moglie praticante ha mai provato a consigliare suo marito, cercare di convincerlo a lavorare onestamente, a pregare per lui, a chiedere ad Allah di cambiare la sua situazione?
Il sostentamento se è tutto haram è un grosso problema come diceva il fratello 'Umar, mi ricordo di una fatwa che permetteva alla moglie di utilizzare solo il minimo indispensabile se non ha nessun'altra fonte.

Purtroppo sono situazioni che capitano quando si prendono alla leggera gli insegnamenti della Shari'a..
Con questo non voglio dare la colpa alla moglie ma un po' di responsabilità ricade anche su di lei e sulla sua famiglia che non ha fatto i dovuti accertamenti sul din del marito.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.068