Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Chiarimento sul mantenimento della moglie

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Lug 06, 2020 11:25 am    Oggetto: Ads

Top
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Sab Feb 16, 2013 3:41 pm    Oggetto: Chiarimento sul mantenimento della moglie Rispondi citando

Assalamu 'Alaykum wa Rahmatullah wa Barakatuhu,

vorrei un chiarimento in merito al mantenimento della moglie.
Mi risulta che è diritto della donna appellarsi al mantenimento ed è dovere del marito concederglielo. Nel caso in cui il marito non può mantenerla, ella può richiedere il divorzio.
Tempo fa, mi sembra, di aver letto un hadith in cui un uomo che non poteva più mantenere la moglie, era andata a chiedere al Profeta (s) cosa dovesse fare, ed egli (s) gli aveva detto che avrebbe dovuto divorziare da lei. (non sono sicura, però).
Comunque, la domanda è: se il marito non può mantenere la moglie, è più giusto che lei si metta a lavorare?

I nostri genitori, danno la colpa a mio marito di proibirmi di lavorare, e quindi siamo in difficoltà economica. In realtà sono io che non voglio lavorare; semplicemente non voglio sentirmi costretta a uscire di casa e dover stare fuori e mescolarmi con altre persone, dover stare a contatto con altri uomini (pur evitandoli), e sopratutto, dover stare lontano da posti in cui mio marito mi pensa tranquilla e sicura.
Sto sbagliando?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Dom Feb 17, 2013 2:56 am    Oggetto: Re: Chiarimento sul mantenimento della moglie Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:
Assalamu 'Alaykum wa Rahmatullah wa Barakatuhu,

vorrei un chiarimento in merito al mantenimento della moglie.
Mi risulta che è diritto della donna appellarsi al mantenimento ed è dovere del marito concederglielo. Nel caso in cui il marito non può mantenerla, ella può richiedere il divorzio.
Tempo fa, mi sembra, di aver letto un hadith in cui un uomo che non poteva più mantenere la moglie, era andata a chiedere al Profeta (s) cosa dovesse fare, ed egli (s) gli aveva detto che avrebbe dovuto divorziare da lei. (non sono sicura, però).
Comunque, la domanda è: se il marito non può mantenere la moglie, è più giusto che lei si metta a lavorare?

I nostri genitori, danno la colpa a mio marito di proibirmi di lavorare, e quindi siamo in difficoltà economica. In realtà sono io che non voglio lavorare; semplicemente non voglio sentirmi costretta a uscire di casa e dover stare fuori e mescolarmi con altre persone, dover stare a contatto con altri uomini (pur evitandoli), e sopratutto, dover stare lontano da posti in cui mio marito mi pensa tranquilla e sicura.
Sto sbagliando?


Wa `alaykum assalam wa rahmatullahi wa barakatuh,

Non capisco bene il legame tra le due parti del discorso; da una parte il marito ha il dovere di mantenere la moglie, dall'altra, sei tu stessa a non voler lavorare (e le motivazioni che citi sono senz'altro giuste).

Il fatto che i vostri genitori attribuiscano a lui tale colpa non cambia la situazione.

Credo che il discorso vada spostato sullo statuto del lavoro femminile.

Il problema non è che una donna lavori: una donna può senz'altro lavorare e guadagnare per conto proprio (ma senza alcun dovere di spendere quei soldi a beneficio degli altri componenti della famiglia), l'importante è che ciò avvenga all'interno di precise condizioni, come già spiegato qui:

Le Donne Possono Lavorare? -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Quindi, non c'è alcuna proibizione relativa al lavoro femminile di per sé, o al fatto che una donna guadagni dei soldi per conto proprio; la questione è invece relativa al fatto che ella esca o meno di casa, come già discusso qui:

Donne e Frequentazione delle Moschee (E Uscire di Casa) -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Si tratta quindi di trovare un lavoro lecito, idealmente svolto dall'interno della propria casa (e internet da questo punto di vista potrà offrire diverse possibilità insha'Allah).

I guadagni di un tale lavoro lecito svolto dalla moglie saranno comunque sua esclusiva proprietà: se vorrà tenerli per sé ne avrà tutto il diritto; o se invece vorrà utilizzarli per sostenere la famiglia, il marito ed i figli, verrà per questo enormemente ricompensata insha'Allah; in entrambi i casi ciò non assolverà il marito dalla sua responsabilità.

Ma se entrambi sono d'accordo (per qualche motivo specifico, e magari temporaneamente) che sia la moglie a sostenere il marito e lei è contenta così, vorrà dire che avrà liberamente rinunciato al suo diritto, e sul marito non vi sarà colpa, insha'Allah.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Lun Feb 18, 2013 4:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sì, scusa la scarsa chiarezza. E' una discussione tra me, mio marito e i nostri parenti. Secondo i quali non è sufficiente che io sia esentata dal lavoro secondo la nostra legge. Perciò (essendo impensabile che io voglia stare chiusa in casa) è più ragionevole accusare il marito.

Avevo bisogno di informazioni per rafforzare le nostre motivazioni, in primo luogo dicendo che io ho il diritto al mantenimento.

Citazione:
Il problema non è che una donna lavori: una donna può senz'altro lavorare e guadagnare per conto proprio (ma senza alcun dovere di spendere quei soldi a beneficio degli altri componenti della famiglia), l'importante è che ciò avvenga all'interno di precise condizioni, come già spiegato qui:

Le Donne Possono Lavorare? -
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Per un periodo ho lavorato, ma non venivano rispettate queste condizioni. Da quella in cui mio marito ha espresso di preferire che io non lavori (senza però impormelo) fino all'ultima.
La pretesa è che io faccia qualsiasi lavoro, ma nel mio paese (senza dover prendere il treno) posso essere assunta solo come: commessa, cameriera... e cercano sempre ragazze per i locali notturni (questo è un impiego assicurato -.-' ). Al di là di questi non c'è lavoro.

Citazione:
Quindi, non c'è alcuna proibizione relativa al lavoro femminile di per sé, o al fatto che una donna guadagni dei soldi per conto proprio; la questione è invece relativa al fatto che ella esca o meno di casa, come già discusso qui:

Donne e Frequentazione delle Moschee (E Uscire di Casa) -
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Si tratta quindi di trovare un lavoro lecito, idealmente svolto dall'interno della propria casa (e internet da questo punto di vista potrà offrire diverse possibilità insha'Allah).


Esattamente io avevo intenzione semmai di lavorare da casa. Ho un titolo di studio (che però è da verificare fino a che punto sia lecito il lavoro che mi apre), potrei permettermi il lavoro da casa... ma è difficile trovarlo.

Citazione:

I guadagni di un tale lavoro lecito svolto dalla moglie saranno comunque sua esclusiva proprietà: se vorrà tenerli per sé ne avrà tutto il diritto; o se invece vorrà utilizzarli per sostenere la famiglia, il marito ed i figli, verrà per questo enormemente ricompensata insha'Allah; in entrambi i casi ciò non assolverà il marito dalla sua responsabilità.

Ma se entrambi sono d'accordo (per qualche motivo specifico, e magari temporaneamente) che sia la moglie a sostenere il marito e lei è contenta così, vorrà dire che avrà liberamente rinunciato al suo diritto, e sul marito non vi sarà colpa, insha'Allah.


Curiosità: se il lavoro viene svolto non rispettando le condizioni necessarie, allora diventa illecito? (cioè: lavorare senza velo mescolarsi a uomini estranei, ecc..).

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Feb 19, 2013 1:16 am    Oggetto: Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:
La pretesa è che io faccia qualsiasi lavoro


Beh, semplicemente non hanno alcun diritto di pretendere alcunché dalla tua vita di Musulmana, o che tu faccio questo o quel lavoro.

Ràjiyah ha scritto:
Esattamente io avevo intenzione semmai di lavorare da casa. Ho un titolo di studio (che però è da verificare fino a che punto sia lecito il lavoro che mi apre), potrei permettermi il lavoro da casa... ma è difficile trovarlo.


Fai abbondanti ad`iyah e cerca bene; almeno hai una direzione verso cui guardare!

Ràjiyah ha scritto:
Curiosità: se il lavoro viene svolto non rispettando le condizioni necessarie, allora diventa illecito? (cioè: lavorare senza velo mescolarsi a uomini estranei, ecc..).


E' già un peccato di per sé compiere il peccato stesso (come non indossare il velo, etc.).

Un lavoro che richieda di togliere l'hijab non è chiaramente un "lavoro lecito", visto che pone tra le sue stesse condizioni un atto assolutamente illecito.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Mar Feb 19, 2013 4:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Beh, semplicemente non hanno alcun diritto di pretendere alcunché dalla tua vita di Musulmana, o che tu faccio questo o quel lavoro.


Non hanno diritti, ma si cimentano in pressioni psicologiche.

Citazione:
Fai abbondanti ad`iyah e cerca bene; almeno hai una direzione verso cui guardare!


cos è ad'iyah? >_> scusa l'ignoranza.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Feb 19, 2013 5:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:
cos è ad'iyah? >_> scusa l'ignoranza.


"Invocazioni"; è il plurale di du`a'.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Mar Feb 19, 2013 6:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mi confondono sempre 'sti plurali... sono proprio negata in lingue -.-
Jazak'Allah Khairan

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.036