Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 



 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Orientalisti e loro polemiche
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Dom Lug 05, 2020 9:39 am    Oggetto: Ads

Top
Yunes89
Bannato
Bannato


Registrato: 11/04/12 14:40
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Mer Apr 11, 2012 2:56 pm    Oggetto: Come ha fatto Noè ( pace su di lui ) a raccogliere ... Rispondi citando

... canguri, pinguini e bufali e poi riportarli tutti nel loro habitat naturale ?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Apr 11, 2012 3:09 pm    Oggetto: Re: Come ha fatto Noè ( pace su di lui ) a raccogliere ... Rispondi citando

Yunes89 ha scritto:
... canguri, pinguini e bufali e poi riportarli tutti nel loro habitat naturale ?


Mentre i cristiani credono nel diluvio universale, non c'è niente nel Sacro Qur'an che affermi che sia stato universale; solo il popolo di Nuh (Pace su di lui) e la terra in cui abitavano furono colpiti dal diluvio.

Come sintetizza Wikipedia:

"The Quran does not say that the entire world was submerged in water unlike the Bible. According to Islam, only certain parts of the world were submerged under water, one of them being the region of Noah and his people. Islam differentiates from Christianity on the account of the animals loaded in the ark. According to Islam, only the animals in the care of Noah were taken in the ark."

Vedi anche il tafsir dei versetti del Qur'an in cui si parla di questo avvenimento:

Dal "Tafsir Ma`ariful Qur'an" di Mufti Shafi` Usmani (rahimahullah):

Surah Al-A'râf-7: Verses 59-64 -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Surah Hûd-11: Verses 36-40: Translation and Commentary -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Surah Hûd-11: Verses 36-40: All Essential Industries Originated Through Revelation -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Surah Nûh-71: Verses 1-28: Translation and Commentary -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Surah Nûh-71: Verses 1-28: Translation and Commentary: Fluctuation in Man's Life Span -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Risposta di Shaykh Faraz Rabbani:

Was the flood of Prophet Nuh (peace be upon him) time a world event, or was it localized? -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
baalzefon
Bannato
Bannato


Registrato: 14/04/12 11:42
Messaggi: 41

MessaggioInviato: Dom Apr 15, 2012 10:20 am    Oggetto: Rispondi citando

Magari metto troppa carne al fuoco, ma la riflessione mi è partita da questo intervento. Nel caso voglia la moderazione posso dividere le domande in due messaggi diversi, anche perchè mi rendo conto che la prima domanda è un mondo a parte.

1)
Mujaddidi ha scritto:
Mentre i cristiani credono nel diluvio universale, non c'è niente nel Sacro Qur'an che affermi che sia stato universale;


Ma qual'è per i musulmani la linea che separa la Torah e il Corano? Mi spiego meglio e correggetemi pure se sbaglio: l'Islam appartene al medesimo contesto di valori dell'Ebraismo e del Cristianesimo in quanto tutte e tre si rifanno come base alla Torah ebraica. Non a caso sono tutte religioni abramitiche. Se per la Torah e Antico Testamento cristiano parlano di diluvio in tutta la terra, perchè il Corano si dissocia? E perchè? Eppure la Torah, e Antico Testamento, dovevano essere gli stessi già al tempo di Maometto e senza alterazioni.

    3. Ha fatto scendere* su di te il Libro con la verità, a conferma di ciò che era prima di esso. E fece scendere la Torâh e l'Ingîl*, (Sura 3)

    163. In verità ti abbiamo dato la rivelazione come la demmo a Noè e ai Profeti dopo di lui. E abbiamo dato la rivelazione ad Abramo, Ismaele, Isacco, Giacobbe e alle Tribù, a Gesù, Giobbe, Giona, Aronne, Salomone, e a Davide demmo il Salterio. (Sura 4)

    111. Allah ha comprato dai credenti le loro persone e i loro beni [dando] in cambio il Giardino, [poiché] combattono sul sentiero di Allah, uccidono e sono uccisi. Promessa autentica per Lui vincolante, presente nella Torâh, nel Vangelo e nel Corano. Chi, più di Allah, rispetta i patti? Rallegratevi del baratto che avete fatto. Questo è il successo più grande. (Sura 111)

    Ecc...


2)
Mujaddidi ha scritto:
non c'è niente nel Sacro Qur'an che affermi che sia stato universale;
solo il popolo di Nuh (Pace su di lui) e la terra in cui abitavano furono colpiti dal diluvio.


Avevo sentito anche io qualche studioso dire che era stato un fenomeno limitato al territorio mesopotamico. Quello che non mi torna, che poi è la motivazione per la quale credo nel diluvio universale, è che ogni cultura su questo pianeta ha un "diluvio universale" nella sua storia. E non parliamo solo di una zona che va dall'Italia all'India, quindi più o meno facilmente influenzabile. Ma di culture differenti che coprono tutto il globo: Grecia, Mesopotamia, India, Cina, Giappone, Africa SubSahariana e Africa del Nord, America del Nord, Centro e del Sud, Oceania, Scandinavia e ne contiamo più di 500. Come fa un racconto limitato solo alla Mesopotamia, o alla Cananea, ad aver influenzato popolazioni in Indonesia, Malesia, le popolazioni Maya, gli Aztechi e perfino chi gli abitanti dell'Isola di Pasqua?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 06/08/10 22:31
Messaggi: 1098

MessaggioInviato: Dom Apr 15, 2012 11:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

Salve e benvenuto, fai pure tutte le domande che vuoi se Dio vuole!:)

Citazione:

Ma qual'è per i musulmani la linea che separa la Torah e il Corano? Mi spiego meglio e correggetemi pure se sbaglio: l'Islam appartene al medesimo contesto di valori dell'Ebraismo e del Cristianesimo in quanto tutte e tre si rifanno come base alla Torah ebraica. Non a caso sono tutte religioni abramitiche. Se per la Torah e Antico Testamento cristiano parlano di diluvio in tutta la terra, perchè il Corano si dissocia? E perchè? Eppure la Torah, e Antico Testamento, dovevano essere gli stessi già al tempo di Maometto e senza alterazioni.

    3. Ha fatto scendere* su di te il Libro con la verità, a conferma di ciò che era prima di esso. E fece scendere la Torâh e l'Ingîl*, (Sura 3)

    163. In verità ti abbiamo dato la rivelazione come la demmo a Noè e ai Profeti dopo di lui. E abbiamo dato la rivelazione ad Abramo, Ismaele, Isacco, Giacobbe e alle Tribù, a Gesù, Giobbe, Giona, Aronne, Salomone, e a Davide demmo il Salterio. (Sura 4)

    111. Allah ha comprato dai credenti le loro persone e i loro beni [dando] in cambio il Giardino, [poiché] combattono sul sentiero di Allah, uccidono e sono uccisi. Promessa autentica per Lui vincolante, presente nella Torâh, nel Vangelo e nel Corano. Chi, più di Allah, rispetta i patti? Rallegratevi del baratto che avete fatto. Questo è il successo più grande. (Sura 111)

    Ecc...


Non possiamo prendere tutto cio che viene scritto nelle scritture precedenti come per "vero ed indiscutibile", in quanto non sappiamo effettivamente se tutto cio che vi è scritto è autentito e privo di errori,aggiunte,manipolazioni di ogni genere ecc
Visto che effettivamente, oggi sappiamo (come lo stesso Allah ci dice nel Corano) che qualche sorta di manipolazione c'e stata..
L'unica cosa che possiamo fare è non rinnegare le vecchie scritture-eccetto nei passi che entrano in contrasto con l'ultima Rivelazione( il Corano)- ma nemmeno prenderle per "buone o autentiche" per i motivi prima citati.
Il discorso vale sia per la Torah che il NT.

Per quanto riguarda i versi da te citati, con injel e Torah non si indicano i testi che oggi abbiamo tra le mani quanto piuttosto il complesso di rivelazioni scese rispettivamente sul Profeta Mosè e Gesu su di loro la pace.

E Allah conosce meglio!
Citazione:
Avevo sentito anche io qualche studioso dire che era stato un fenomeno limitato al territorio mesopotamico. Quello che non mi torna, che poi è la motivazione per la quale credo nel diluvio universale, è che ogni cultura su questo pianeta ha un "diluvio universale" nella sua storia. E non parliamo solo di una zona che va dall'Italia all'India, quindi più o meno facilmente influenzabile. Ma di culture differenti che coprono tutto il globo: Grecia, Mesopotamia, India, Cina, Giappone, Africa SubSahariana e Africa del Nord, America del Nord, Centro e del Sud, Oceania, Scandinavia e ne contiamo più di 500. Come fa un racconto limitato solo alla Mesopotamia, o alla Cananea, ad aver influenzato popolazioni in Indonesia, Malesia, le popolazioni Maya, gli Aztechi e perfino chi gli abitanti dell'Isola di Pasqua?


Potrebbe anche significare che in un qualche modo tutti questi popoli hanno acquisito tali conoscenze mediante trasmissione orale, o per mezzo di Messaggeri che Dio stesso ha mandato loro..Nel Corano Allah ci dice infatti proprio questo; nel corso del tempo Dio ha inviato numerosi messaggeri(alcuni di loro vengono menzionati nel Corano altri non ci è dato conoscere la loro identità) a diverse popolazioni.
Il messaggio è sempre stato unico come unico è sempre stato il Dio da adorare. Non ci sorprendiamo piu di tanto se altri popoli riportano tradizioni simili al racconto che Allah ci ha trasmesso.

In ogni caso come ha già detto il fratello 'Umar:


Citazione:
... non c'è niente nel Sacro Qur'an che affermi che sia stato universale;
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Apr 16, 2012 12:10 am    Oggetto: Rispondi citando

baalzefon ha scritto:
Ma qual'è per i musulmani la linea che separa la Torah e il Corano? Mi spiego meglio e correggetemi pure se sbaglio: l'Islam appartene al medesimo contesto di valori dell'Ebraismo e del Cristianesimo in quanto tutte e tre si rifanno come base alla Torah ebraica. Non a caso sono tutte religioni abramitiche. Se per la Torah e Antico Testamento cristiano parlano di diluvio in tutta la terra, perchè il Corano si dissocia? E perchè? Eppure la Torah, e Antico Testamento, dovevano essere gli stessi già al tempo di Maometto e senza alterazioni.


Infatti già ai tempi del Profeta Muhammad (Pace e Benedizioni su di lui) i libri precedenti erano stati alterati..

Ti rimando ad alcuni thread in cui abbiamo già affrontato quest'argomento:

veridicità del Corano e Bibbia alterata -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



I cristiani ed i loro libri sacri -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Comunque, non abbiamo detto che il Qur'an neghi chiaramente che il diluvio sia stato universale; semmai, in esso si parla solo del popolo di Noè (Pace su di lui), e (da quanto abbiamo visto) non vi è nulla che indichi che sia stato un diluvio universale, e Dio sa meglio.

Ma certamente, al di là di quest'episodio specifico, il Qur'an corregge le versioni attuali di quanto oggi passa per "Torah" e "Vangelo" in diversi episodi, ristabilendo la versione corretta.

P.S.: Per favore, utilizza il nome "Muhammad" (Pace e Benedizioni su di lui), non l'altro, che è offensivo; si veda:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
baalzefon
Bannato
Bannato


Registrato: 14/04/12 11:42
Messaggi: 41

MessaggioInviato: Lun Apr 16, 2012 8:49 am    Oggetto: Rispondi citando

Grazie dei link. I miei erano comunque esempi per capire meglio dove il Corano si separava dalla Torah e dalla Bibbia, ritornerò sull'argomento appena avrò letto qualcos'altro sui link che mi avete mandato.

E vada per Muhammad, se vi aggrada, anche perchè non è mia minima intenzione offendere nessuno. Vi faccio presente anche questo che magari vi può meglio far luce:

Citazione:
Come risulta da una lettera inviata nel 1141 dall'abate Pietro di Cluny, detto il Venerabile, a Bernardo di Chiaravalle, in occasione della traduzione di un "breve scritto apologetico arabo-cristiano, la Summula brevis contra haereses et sectam Saracenorum, sive Ismaelitarum, il nome "Muhammad" è reso fin da allora come "Machumet".
« Mitto vobis, clarissime, novam translationem nostram, contra pessimam nequam Machumet haeresim disputantem... »
Del pari Ermanno di Carinzia (o Dalmata), in una sua traduzione, scriveva:
« De generatione Mahumet et nutritura ejus... »
dimostrando come, a metà del XII secolo, il nome Maometto non traesse origine da alcuna espressione insultante o irridente proveniente da idiomi romanzi.
La cosa è confermata da Trude Ehlert, che ricorda come una delle prime attestazioni nella più diffusa letteratura romanza del nome del profeta dell'Islam (basata su fonti arabe e sostanzialmente esente da valutazioni cristiane), figuri nell'opera L'eschiele Mahomet, una versione tradotta in antico idioma volgare francese del Libro della Scala: un genere letterario-religioso basato sulla storia dell'asserita ascesi di Maometto attraverso i sette cieli, composta poco dopo il 1264. Varrà la pena ricordare come il Libro della Scala, elaborato prima del 1264, sia una traduzione (perduta) della Escala de Mahoma, redatto in antico volgare castigliano tra il 1260 e il 1264. In nessuno di questi casi Mahomet o Mahoma appaiono ricollegabili a espressioni ingiuriose, come invece suggerirebbe il nome Malcometto usato da Rustichello nella sua trascrizione del resoconto di viaggio di Marco Polo alla fine del XIII secolo: oltre mezzo secolo quindi dopo le prime attestazioni in volgare castigliano e francese e due secoli dopo il "Machumet" dell'abate Pietro di Cluny.


Ad ogni modo. Tornando al Diluvio.
Citazione:
... non c'è niente nel Sacro Qur'an che affermi che sia stato universale; come non c'è niente nel Qur'an che neghi chiaramente che il diluvio sia stato universale [baia,Mujaddidi]

Ma in mancanza di affermazioni o negazioni precise, il dubbio rimane, o sbaglio? E mi sembra più probabile che chi afferma di aver avuto un diluvio all'origine del suo popolo,lo abbia avuto davvero, specialmente in regioni inaccessibili come l'Isola di Pasqua, il Centro/Sud America o l'Oceania.
Abbiamo prove o una sorta di documentazioni di questi messaggeri che hanno viaggiato per il globo in territori rimasti a noi sconosiuti per millenni?
Anche perchè di "prove" a sfavore del Diluvio ne ho sentite ben poche e non sempre incisive, se non la difficoltà pratica del fenomeno (che poi tanto impossibile non è, visto che di cataclismi ne abbiamo avuti altri, si vedano i dinosauri), si pensi all'argomento della discussione...la difficoltà di Noè di raggruppare gli animali in una barca? Al di là che magari lì sta la differenza con la realtà (visto che la Genesi (perchè è quella che mi compete, è allegorica), magari non erano proprio tutti tutti, e in più non dimentichiamo Dio ha fatto una cosa ben più grandiosa di raggrupparli in un punto...li ha creati. :)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 06/08/10 22:31
Messaggi: 1098

MessaggioInviato: Mar Apr 17, 2012 9:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
E vada per Muhammad, se vi aggrada, anche perchè non è mia minima intenzione offendere nessuno. Vi faccio presente anche questo che magari vi può meglio far luce:


Questo era il suo nome, non vi è ragione di storpiare il nome di qualcuno tanto piu se si parla della più nobile tra le Creature di Allah swt!

Citazione:
Come risulta da una lettera inviata nel 1141 dall'abate Pietro di Cluny, detto il Venerabile, a Bernardo di Chiaravalle, in occasione della traduzione di un "breve scritto apologetico arabo-cristiano, la Summula brevis contra haereses et sectam Saracenorum, sive Ismaelitarum, il nome "Muhammad" è reso fin da allora come "Machumet".
« Mitto vobis, clarissime, novam translationem nostram, contra pessimam nequam Machumet haeresim disputantem... »
Del pari Ermanno di Carinzia (o Dalmata), in una sua traduzione, scriveva:
« De generatione Mahumet et nutritura ejus... »
dimostrando come, a metà del XII secolo, il nome Maometto non traesse origine da alcuna espressione insultante o irridente proveniente da idiomi romanzi.
La cosa è confermata da Trude Ehlert, che ricorda come una delle prime attestazioni nella più diffusa letteratura romanza del nome del profeta dell'Islam (basata su fonti arabe e sostanzialmente esente da valutazioni cristiane), figuri nell'opera L'eschiele Mahomet, una versione tradotta in antico idioma volgare francese del Libro della Scala: un genere letterario-religioso basato sulla storia dell'asserita ascesi di Maometto attraverso i sette cieli, composta poco dopo il 1264. Varrà la pena ricordare come il Libro della Scala, elaborato prima del 1264, sia una traduzione (perduta) della Escala de Mahoma, redatto in antico volgare castigliano tra il 1260 e il 1264. In nessuno di questi casi Mahomet o Mahoma appaiono ricollegabili a espressioni ingiuriose, come invece suggerirebbe il nome Malcometto usato da Rustichello nella sua trascrizione del resoconto di viaggio di Marco Polo alla fine del XIII secolo: oltre mezzo secolo quindi dopo le prime attestazioni in volgare castigliano e francese e due secoli dopo il "Machumet" dell'abate Pietro di Cluny.


L'ignoranza cosciente e voluta è peccato!

Comunque voluta o meno, il suo nome è Muhammad sallallaahu!
Mancando di rispetto ad un Profeta o Messaggero di Allah si manca di rispetto anche ad Allah; che Allah ce ne preservi!



Citazione:
Ma in mancanza di affermazioni o negazioni precise, il dubbio rimane, o sbaglio? E mi sembra più probabile che chi afferma di aver avuto un diluvio all'origine del suo popolo,lo abbia avuto davvero, specialmente in regioni inaccessibili come l'Isola di Pasqua, il Centro/Sud America o l'Oceania.

Oppure il motivo è semplicemente quello che ti ho già citato io prima..

Citazione:
Abbiamo prove o una sorta di documentazioni di questi messaggeri che hanno viaggiato per il globo in territori rimasti a noi sconosiuti per millenni?


Sura10: 47. Ogni comunità ha un messaggero. Dopo che il messaggero sarà venuto, verrà giudicato tra loro con giustizia e nessuno subirà un torto.


Sura16:36. Ad ogni comunità inviammo un profeta [che dicesse]: “Adorate Allah e fuggite gli idoli!”. Allah guidò alcuni di essi e altri si persero, sviati. Percorrete la terra e vedrete cosa accadde a coloro che accusarono di menzogna [i messaggeri].



Every Nation Was Sent A Messenger.....

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Persino i Maori testimoniano nelle loro tradizioni l'unicità divina:
I dodici attributi di Io-pronunciato come eeh ( nota: Lah-Elah- Allah):

Io nui—Io, the Supreme. Greater than all other gods.

Io roa—Io, the everlasting. His Being is eternal, he will never die.

Io matua—Io, the parent. He is the parent of the heavens, worlds, clouds, animals, cosmos, etc. He is over all, and is the parent of all things, including man.

Io matua te kore—Io, the parentless. He has no beginning, no brothers, sisters, etc.

Io take take—Io, the original. Io is permanent and enduring.

Io matangaro—Io, the hidden face. He cannot be seen anywhere by his Creation.

Io matanui—Io, the many eyed. All things are seen and observed by Him.

Io te toi o nga rangi—Io, the crown of heaven. He is the highest of the 12 heavens, beyond him there is nothing.

Io te wananga—Io, the source of knowledge.

Io te pukenga—Io, the source of all thought.

Io mataaho—Io, the radiant.

Io te whiwhia—Io, the giver of all.


Inoltre anche nelle loro storie figurano personaggi collegabili al Profeta Noh Pace su di Lui, Profeta Abramo (pace su di lui) ecc..

Queste potrebbero essere delle"possibili prove"..
In ogni caso, il Corano basta come prova. :)

Citazione:
Anche perchè di "prove" a sfavore del Diluvio ne ho sentite ben poche e non sempre incisive, se non la difficoltà pratica del fenomeno (che poi tanto impossibile non è, visto che di cataclismi ne abbiamo avuti altri, si vedano i dinosauri), si pensi all'argomento della discussione...la difficoltà di Noè di raggruppare gli animali in una barca? Al di là che magari lì sta la differenza con la realtà (visto che la Genesi (perchè è quella che mi compete, è allegorica), magari non erano proprio tutti tutti, e in più non dimentichiamo Dio ha fatto una cosa ben più grandiosa di raggrupparli in un punto...li ha creati. :)


Come abbiamo già detto prima, nel Corano nulla ci indica che il diluvio sia stato "universale"; di conseguenza questi "problemi" nemmeno ce li poniamo..
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Apr 17, 2012 11:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

baalzefon ha scritto:
Grazie dei link. I miei erano comunque esempi per capire meglio dove il Corano si separava dalla Torah e dalla Bibbia, ritornerò sull'argomento appena avrò letto qualcos'altro sui link che mi avete mandato.

E vada per Muhammad, se vi aggrada, anche perchè non è mia minima intenzione offendere nessuno. Vi faccio presente anche questo che magari vi può meglio far luce:

Citazione:
Come risulta da una lettera inviata nel 1141 dall'abate Pietro di Cluny, detto il Venerabile, a Bernardo di Chiaravalle, in occasione della traduzione di un "breve scritto apologetico arabo-cristiano, la Summula brevis contra haereses et sectam Saracenorum, sive Ismaelitarum, il nome "Muhammad" è reso fin da allora come "Machumet".
« Mitto vobis, clarissime, novam translationem nostram, contra pessimam nequam Machumet haeresim disputantem... »
Del pari Ermanno di Carinzia (o Dalmata), in una sua traduzione, scriveva:
« De generatione Mahumet et nutritura ejus... »
dimostrando come, a metà del XII secolo, il nome Maometto non traesse origine da alcuna espressione insultante o irridente proveniente da idiomi romanzi.
La cosa è confermata da Trude Ehlert, che ricorda come una delle prime attestazioni nella più diffusa letteratura romanza del nome del profeta dell'Islam (basata su fonti arabe e sostanzialmente esente da valutazioni cristiane), figuri nell'opera L'eschiele Mahomet, una versione tradotta in antico idioma volgare francese del Libro della Scala: un genere letterario-religioso basato sulla storia dell'asserita ascesi di Maometto attraverso i sette cieli, composta poco dopo il 1264. Varrà la pena ricordare come il Libro della Scala, elaborato prima del 1264, sia una traduzione (perduta) della Escala de Mahoma, redatto in antico volgare castigliano tra il 1260 e il 1264. In nessuno di questi casi Mahomet o Mahoma appaiono ricollegabili a espressioni ingiuriose, come invece suggerirebbe il nome Malcometto usato da Rustichello nella sua trascrizione del resoconto di viaggio di Marco Polo alla fine del XIII secolo: oltre mezzo secolo quindi dopo le prime attestazioni in volgare castigliano e francese e due secoli dopo il "Machumet" dell'abate Pietro di Cluny.


Ci sarebbe anche questa parte da citare:

Wikipedia, sempre alla stessa pagina, ha scritto:
Secondo lo studioso francese Michel Masson[13], invece, nelle lingue romanze, e tra queste l'italiano, si osserva una storpiatura del nome del profeta in senso spregiativo (da qui il francese Mahomet e l'italiano Macometto). Allo stesso modo si esprimono alcuni scrittori italiani[14] che ritengono che il nome "Maometto" non sarebbe di diretta origine araba, ma "un'italianizzazione" adottata all'epoca per costituire una sintesi dell'espressione spregiativa di "Mal Commetto" [15], volta a conferire una connotazione negativa al Profeta dell'Islam.


baalzefon ha scritto:
Abbiamo prove o una sorta di documentazioni di questi messaggeri che hanno viaggiato per il globo in territori rimasti a noi sconosiuti per millenni?


I territori, rimasti "a noi" sconosciuti per millenni?
E che importanza ha se all'"uomo bianco" un territorio è rimasto sconosciuto per millenni; a Dio che ha creato i popoli che lo abitano certo essi non sono sconosciuti.. E Dio ha detto di aver inviato un Messaggero ad ogni comunità, non solo nel Vicino Oriente (vedi i versetti citati dal fratello Baia).

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Mer Feb 19, 2014 3:32 am    Oggetto: Re: Come ha fatto Noè ( pace su di lui ) a raccogliere ... Rispondi citando

'Umar Kalabristani ha scritto:
Yunes89 ha scritto:
... canguri, pinguini e bufali e poi riportarli tutti nel loro habitat naturale ?


Mentre i cristiani credono nel diluvio universale, non c'è niente nel Sacro Qur'an che affermi che sia stato universale; solo il popolo di Nuh (Pace su di lui) e la terra in cui abitavano furono colpiti dal diluvio.



In realtà la risposta di Faraz Rabbani in merito è semplicemente che c'è divergenza di valutazioni tra i Sapienti sul fatto che il Diluvio fosse Universale o meno, per cui mi chiedo tu con quale autorità qui affermi con certezza e nettezza che non[/] lo fosse?

Tra l'altro proprio l'ottimo Tafsir che porti come "prova" in realtà propone la valutazione diffusa per cui il Diluvio fu Universale e, anzi, non riferisce nemmeno di differenze di valutazione in proposito, mentre comunemente lo fa quando ve ne sono.

Cito dalla prima pagina che hai collegato:

«In addition to that, people who survived after the drowning of the [u]whole world
during the great flood or deluge, were Sayyidna Nuh (A.S) and those with him in the Ark. It was through him that the new world was populated. Therefore, he is also referred to as the junior Adam».

La frase sottolineata significa «il mondo intero» e si riferisce proprio al territorio oggetto del Diluvio.
Ciò che non mi è chiaro è: se il resto del mondo era abitato e Sayydina Nuh alayhi Salam fu inviato solo al suo popolo, perché gli altri popoli sarebbero stati annegati?

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Feb 19, 2014 8:48 am    Oggetto: Re: Come ha fatto Noè ( pace su di lui ) a raccogliere ... Rispondi citando

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
In realtà la risposta di Faraz Rabbani in merito è semplicemente che c'è divergenza di valutazioni tra i Sapienti sul fatto che il Diluvio fosse Universale o meno, per cui mi chiedo tu con quale autorità qui affermi con certezza e nettezza che non lo fosse?


Nessuna autorità, ma non puoi chiederlo in maniera "normale"?

Avevo ricercato da varie fonti e ricordo che quella (che fosse "locale") fosse la relativa conclusione, o perlomeno quella che risultava più convincente; è giusto comunque sottolineare che vi è divergenza al riguardo, jazakallahu khayran.

Più che altro, non vi è nulla di esplicito dal Qur'an (oltre alla punizione del popolo di Nuh, `alayhi assalam), e pare che ulteriori informazioni e dettagli al riguardo (compreso il fatto che il diluvio fosse universale) siano basati su Israiliyat, dunque nulla di certo.

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Tra l'altro proprio l'ottimo Tafsir che porti come "prova" in realtà propone la valutazione diffusa per cui il Diluvio fu Universale e, anzi, non riferisce nemmeno di differenze di valutazione in proposito, mentre comunemente lo fa quando ve ne sono.

Cito dalla prima pagina che hai collegato:

«In addition to that, people who survived after the drowning of the whole world during the great flood or deluge, were Sayyidna Nuh (A.S) and those with him in the Ark. It was through him that the new world was populated. Therefore, he is also referred to as the junior Adam».

La frase sottolineata significa «il mondo intero» e si riferisce proprio al territorio oggetto del Diluvio.


Se vai avanti a leggere il resto della/e pagina/e, il riferimento costante è al diluvio "della sua terra" e "del suo popolo", il che sembrerebbe in linea con l'idea di diluvio "locale"..

Provo a chiedere ad uno Shaykh esperto di tafsir insha'Allah.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mer Feb 19, 2014 11:04 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
per cui mi chiedo tu con quale autorità qui affermi con certezza e nettezza che non[/] lo fosse?


Ho letto il Thread ed il fratello Umar ha scritto:
"Comunque, non abbiamo detto che il Qur'an neghi chiaramente che il diluvio sia stato universale;"


E perr rispondere alla domande del fratello Yunus aggiungo che i Pinguini sanno nuotare, quindi non c'era bisogno di metterli sull'arca.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Orientalisti e loro polemiche Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.057