Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Problemi sezione giovani (GMI)

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Confutazione modernismo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Lug 11, 2020 11:27 pm    Oggetto: Ads

Top
Muslim2012
Affezionato
Affezionato


Registrato: 25/08/11 17:21
Messaggi: 49

MessaggioInviato: Sab Set 10, 2011 1:04 am    Oggetto: Problemi sezione giovani (GMI) Rispondi citando

Salam alaykom wa rahmatullah wa barakatu, uno dei fratelli responsabili del centro islamico che frequento ha avuto l'idea di organizzare una sezione per i ragazzi (quasi tutti adolescenti), putroppo è convinto che per far crescere in loro l'interesse verso l'Islam sia necessario proporre cose che di solito ai giovani piacciono: gruppo su facebook (con tutti i problemi che vi potete immaginare), gite miste, feste varie ecc. Alla fine si è creato un gruppo che di musulmano ha solo il nome...che Allah perdoni le mie parole. Vi chiedo: ma è meglio pochi giovani ma buoni o tanti ma uno peggiore dell'altro? Putroppo anche quei ragazzi che stanno crescendo abbastanza bene, stando insieme a quelli che hanno dimenticato (o forse non l'hanno mai saputo finora) cosa sia veramente l'Islam, vengono influenzati in modo negativo. Sembra quasi si abbia paura a spiegare ai ragazzi cosa sia l'Islam e quali regole vadano seguite. Come scusante mi viene risposto che è meglio si incontrino e facciano delle attività tra musulmani piuttosto che vadano in discoteca... Io dico d'accordo ma c'è modo e modo per oganizzare le cose. Poi penso che se si facessero troppe proibizioni agli incontri di giovani non ne verrebe quasi più nessuno. Certo è che nell'Islam "il fine non giustifica i mezzi", quindi vi chiedo è meglio concentrarsi su quei pochi ragazzi che resterebbero anche senza facebook e gite miste o fare il loro gioco nella speranza di poterne "salvare" un numero maggiore?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amal wanna be niqabi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 08/02/09 10:08
Messaggi: 532

MessaggioInviato: Sab Set 10, 2011 10:49 am    Oggetto: Rispondi citando

assalamu alaykom wa rahamtuLlah wa barakatu
mi chiedo che cosa ha l'islam di così difficile e di così mostruoso che molte persone hanno come una certa paura a spiegare cosa sia veramente l'islam e cercano di trovare tutti i modi per far adeguare l'islam ai giovani alle loro idee e ai loro modi di fare mentre in realtà siamo noi che ci dobbiamo adeguare all'islam correggendo noi i nostri comportamenti e non pretendere di avere delle concessioni per il fatto di essere giovani di essere in una società come questa e chi più ne ha più ne metta.. ma la vera responsabilità di tutto questo sono proprio gli organizzatori sono sopratutto loro a rispondere difronte a Dio per al posto di dire insegnare far comprendere cosa è veramente l'islam quali sono le nostre responsabilità e i nostri doveri si sono occupati di creare ancora più confusione in questi ragazzi deviandoli con atti sbagliati.. per cui io direi a questi responsabili siete pronti a rispondere voi per questa gioventù che voi avete contribuito a deviare piuttosto che a migliorare? siete pronti per rispondere del fitna tra i giovani che siete stati una delle cause per la loro disobbedienza e il loro comprendere male?
io preferirei trovarmi anche con una sola persona ma riportare ciò che è veramente l'islam piuttosto che ritrovarmi con tante persone ma modificando o dire cose che con l'islam non hanno proprio niente a che fare ricordiamoci che il nostro Profeta Muhammad sallalahu 3alahi wa sallam all'inizio aveva pochissimi sostenitori ma proprio pochi ma questo non lo ha scoraggiato ne demoralizzato anzi lo ha reso ancora più forte nel portare avanti il Messaggio di Allah per cui sono convinta che inshAllah chi fa sforzi per far conoscere il vero islam ha come primo sostenitore Allah swt e poi inshAllah anche tante altre persone..ci sono tanti modi per far divertire i ragazzi l'importante è trovare divertimenti leciti che non portano a compiere peccato..

_________________
«Ricordati sempre di Allah e te lo troverai davanti,riconosci Dio nella prosperità ed Egli
ti riconoscerà nell'avversità,sappi che ciò che ti è mancato non ti era destinato e ciò che hai avuto non poteva mancarti, sappi che la vittoria viene con la pazienza, il sollievo dopo l'afflizione e con la difficoltà la soluzione..
(Tirmidhi)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Sab Set 10, 2011 2:15 pm    Oggetto: u Rispondi citando

A quanto pare ha aperto dalle tue parti una nuova sezione del GMI!

Abbiamo già affrontato diverse volte su questo forum diverse problematiche relative all'organizzazione dei loro incontri, concentrandoci su singoli aspetti problematici, ma visto che in due post avete sottolineato dei punti molto importanti, ne approfitto per aggiungere qualcosa in più sulla "metodologia" stessa del GMI, che è la base all'origine stessa di tutte le varie singole "problematiche" di questo gruppo, che non possono dunque essere affrontate singolarmente senza valutare la loro provenienza.

Infatti, la mancanza di separazione di generi piuttosto che la presenza di musica o altro, non sono dovuti a singoli (e correggibili) errori di questo o quel responsabile locale di questa o quella sezione; al contrario, sono la conseguenza diretta dei riferimenti, dell'ideologia e della metodologia cui fa capo il GMI, che è oggigiorno la metodologia di quel cancro che va' sotto il nome di "
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

".

Cominciamo dalle basi: il GMI è la "versione giovanile" italiana della più vasta corrente degli "Ikhwani", un movimento islamico nato in Egitto nel secolo scorso su basi all'inizio tutto sommato piuttosto buone (diffusione dei valore islamici nella società, da`wah, obiettivo finale di uno "Stato islamico" e dell'implementazione della Shari`ah), ma degenerato sempre più pericolosamente nel corso degli anni, soprattutto nelle sue branche nei paesi "occidentali".

Già l'idea stessa di formare "società" con sezioni separate "per i giovani" tradisce l'influenza occidentale dell'idea di una "differenza" tra adulti e ragazzi (che in tal modo non sono considerati maschi adulti e responsabili, ma una sorta di stadio intermedio tra infanzia e maturità) e l'imitazione delle strutture dei partiti e dei movimenti europei: "sezione generale", "sezione femminile", "sezione giovanile" (ed infatti ritroviamo questa ripartizione in tutti le "società islamiche" di matrice Ikhwani: c'è la società islamica vera e propria, la relativa sezione femminile, ed infine la sezione "per i giovani"), magari con l'aggiunta di altre iniziative mutuate dall'indiscutibile modello occidentale: e difatti troviamo pure gli "scout Musulmani", e così via..
Insomma, pare che basti aggiungere la parola "Musulmani" ad una qualunque modalità associativa sviluppata in "Occidente" per averne una versione islamica..

Ma il GMI non è l'unica associazione del suo genere, non è un "unicum italiano": ci sono "associazioni islamiche giovanili" - costole infantilizzanti delle relative società islamiche "Ikhwani" del luogo - in decine di paesi del mondo, dagli Stati Uniti all'Egitto, dal Canada a Taiwan, tutte organizzate esattamente allo stesso modo, tutte a ripetere le stesse giustificazioni che avete riportato.

E la logica suggerisce che quando si riscontri l'esistenza di "associazioni giovanili islamiche" pressocché identiche, che si rifanno agli stessi riferimenti, hanno la stesso metodologia ed organizzano lo stesso tipo di attività in paesi molto diversi e lontani tra loro, a monte deve esistere un preciso disegno, una determinata strategia che uniforma l'organizzazione e le iniziative dei "Giovani Musulmani in Italia" quanto della "Muslim Youth League" in Taiwan.

Questa strategia è quella che pianifica il modo in cui organizzare certi incontri (ed in base a tale pianificazione, il free-mixing viene apertamente giustificato su base di astrusi ragionamenti sull'"abiutare i giovani a comportarsi correttamente in una società in cui i generi non sono separati) e diffonde determinate "parole d'ordine" e concetti.

Dunque, vediamo quali sono alcune delle basi ideologiche principali di vasta parte degli Ikhwani dei nostri giorni (che come abbiamo visto sono piuttosto diversi dal movimento originario, sebbene i "germi" di tale involuzione fossero in gran parte presenti già in esso):

1. L'idea che l'ingresso in campo della "modernità occidentale" renda necessarie radicali trasformazioni nella Shari`ah, per "renderla compatibile" con gli idoli indiscutibili dell'Occidente (Democrazia, Progresso, Modernità, Eguaglianza, Diritti Umani, Femminismo, etc.). Questo è il punto essenziale attorno a cui ruota l'intera ideologia del riformismo: la "modernità occidentale" è per loro talmente indiscutibile, e le sue ideologie sono talmente radicate nelle loro menti, da rendere ai loro occhi impossibile riprodurre e riproporre l'Islam per come è stato stabilito da Allah, l'Islam del Profeta (sallallahu `alayhi wa sallam) e dei suoi Compagni (radiyallahu `anhum) e di tutta la Ummah fino al colonialismo: è quindi necessaria una trasformazione, un cambiamento, una "riforma": da questa o quella regola della Shari`ah che "non andrebbe più bene", al modo in cui insegnare l'Islam (le madaris non vanno più bene), a chi debba portare avanti il "discorso religioso" (non più gli `ulama' competenti, bensì "intellettuali", "attivisti sociali", "leader dei movimenti"..)
Parte di ciò è legato alla provenienza della gran parte degli Ikhwani dai paesi arabi (e difatti nel GMI ci sono quasi solo arabi: pochissimi convertiti, ancora meno fratelli delle comunità islamiche europee, africane, asiatiche..), e ciò è legato a due aspetti molto importanti che però non ho tempo a sufficienza per espandere, ma che mi limito ad accennare:

--la quasi totale assenza nell'ultimo secolo nel mondo arabo di ben strutturati movimenti di resistenza all'influenza culturale dell'imperialismo occidentale sulla base della fedele trasmissione della conoscenza islamica autentica e di tutti i "dipartimenti del Din", nessuno escluso (resistenza che è stata invece messa in atto ad esempio dal movimento Deobandi nel Subcontinente indiano, che difatti non hanno di questi problemi), ed al contrario l'enorme diffusione nel mondo arabo di movimenti riformisti/modernisti che invece di contrastare la diffusione delle ideologie del kufr, si preoccupano di cercare di dimostrare la "compatibilità" dell'Islam con esse, e si chiedono "dove abbia sbagliato l'Islam", "colpevole" di non aver raggiunto per primo gli obiettivi materiali della civiltà del benessere occidentale, delle televisioni, dei frigoriferi, delle nike e delle squadre di calcio, invece di porsi il dubbio se effettivamente i "bagliori" del "progresso occidentale" siano davvero qualcosa di così positivo o meno.

--il nazionalismo arabo che impedisce di considerare l'esempio dell'Islam nei paesi non arabi, e quindi il modo in cui i Musulmani non-arabi (l'80% dei Musulmani nel mondo, e non sto parlando di "convertiti bianchi europei", ma di comunità che sono Musulmane da secoli e generazioni, e che hanno avuto da sempre un'importanza centrale nella storia islamica) hanno praticato l'Islam per secoli: ciò avrebbe potuto fornire il modello per la pratica dell'Islam in Europa (che non sarebbe stato altro che il modello della Sunnah profetica, e non di questa o quella cultura straniera), invece, l'Islam in Europa viene visto da questi arabi (non tutti, intendo quelli riformisti e quelli che sono influenzati da loro) come un'"eccezione": l'Islam che "per la prima volta raggiungerebbe dei non-arabi" (quando al contrario ha sempre raggiunto non arabi, sin dall'inizio), i bianchi europei, e dunque si renderebbero necessarie delle trasformazioni radicali per "accomodare" questi Musulmani non-arabi (bianchi europei) nell'Islam, trasformazioni a cui invece nessuno aveva mai pensato quando l'Islam si è diffuso tra malesi, nigeriani, thailandesi e tatari..

Uno degli esempi di tale mentalità è l'esigenza che sentono di tradurre la khutbah del Venerdì in lingue europee, ed a riguardo di ciò - e delle motivazioni sottostanti - avevo già scritto in un altro post:

""Non capisco" perchè non si possa fare come si è da sempre fatto nei paesi non-arabofoni, ovvero semplicemente fare una discorso nella lingua locale prima della Khutbah o dopo la Salah.

L'Islam è arrivato in paesi non arabofoni sin dai tempi dei Sahabah (radiyallahu `anhum), e per secoli il tenere un discorso in lingua locale prima o dopo la Khutbah-Salah è stata la pratica accettata in un gran numero di questi paesi, mantenendo la Khutbah sempre in arabo, e senza interruzioni di alcun genere.

Il punto è che alcune persone non prendono in considerazione l'esistenza dell'Islam al di fuori di due contesti:
-i paesi arabi, visti come "culla dell'Islam" (negando ogni valore al contributo fondamentale delle civiltà persiane, turche ed indiane su tutte), e
-l'Europa (la mitica Uruba, vista come "nuovo polo moderno" dell'Islam futuro),
quando in realtà il 75% della Ummah non è composta né da arabi né da convertiti europei.

In ragione di questa strano immaginario, per queste persone è come se la presenza di Musulmani in Europa costituisse la prima volta in cui l'Islam abbia stabilito una presenza tra dei non-arabi, e, "sconvolti" da ciò, essi si lanciano in mille tentativi per stravolgere ed "adattare" l'Islam a tale "civilizzazione superiore" di bianchi, ariani convertiti europei, invece che guardare indietro e prendere esempio dal comportamento messo in atto a tale riguardo dai Sahabah (radiyallahu `anhum), dai Salaf e dai nostri "predecessori" tutti.

Tradurre la Khutbah in una lingua europea è solo una delle tante manifestazioni di tale pericolosa mentalità
".

2. L'idea che per fare dawah all'Islam, esso vada reso "appetibile" (come se di per sé non lo fosse sufficientemente, come se non andasse già bene il modo in cui Allah ha perfezionato per noi la nostra religione, come se ci fosse bisogno del nostro "perfezionamento", astaghfirullah).
Alhamdulillah, ci sono gruppi (come i fratelli della cosiddetto "Tablighi Jama`ah") che fanno da`wah secondo la Sunnah (e senza alcuna "modifica" per compiacere kuffar bianchi europei e giovani lassisti e mollaccioni) e raggiungono tutti: Musulmani e non-Musulmani, giovani e anziani, uomini e donne (gli uomini per gli uomini, e le donne per le donne), arabi e non-arabi, e la loro stessa esistenza è una dimostrazione pratica dell'erroneità dell'assunto per cui l'Islam vada "reso appetibile" affinche si possa fare da`wah verso di esso.
E possiamo dirlo, ottengono anche risultati migliori: visto che chiamano verso l'Islam, la Shari`ah e la Sunnah, gli effetti della trasformazioni delle vite delle persone entrate in contatti con i fratelli "tablighi" sono praticamente visibili ed insha'Allah duraturi, mentre la "da`wah" "moderata", apologetica, timida, timorosa e complessata di questi "giovani Musulmani" che si vergognano a chiamare i Musulmani nelle moschee "perchè sennò non verrebbero" e li raduna invece in "sezioni", lascia le persone sempre allo stesso livello di colonizzazione mentale e spesso senza vistosi progressi nella pratica dell'Islam dopo qualche primo fondamentale passo in avanti, e questo quando non peggiora invece la loro condizione, diffondendo tra i giovani incomprensioni, lassismo, interpretazioni fallaci, opposizione alla Sunnah, ideologie riformiste, esempi sbagliati.

3. La tendenza all'"Islam fai da te", conseguenza dello sganciamento dagli `ulama' e della incomprensione della centralità dell'`Ilm in qualunque autentica società islamica. E difatti, i loro maggiori riferimenti sono non-Ulama' (eccezion fatta per un numero estremamente limitati di sapienti riformisti con Qaradawy), bensì Duktur, "intellettuali" (come
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

) e telepredicatori (come
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

).
E così, i "giovani" sono incoraggiati a svolgere "discussioni" pseudo-intellettuali dalle quali far emergere "chi parla meglio" - un'esigenza imprescindibile laddove le figure dirigenti vengano selezionate su basi "democratiche" e dove dunque la "popolarità", la "parlantina" e la "politically correctness" contano più della pietà religiosa e della conoscenza.

Per ora ho scritto abbastanza; eventualmente aggiungerò più avanti altri punti insha'Allah..

Fratelli, con tutti questi presupposti, i problemi che abbiamo finora sollevato sono il minimo!

Vedrete quello che ci aspetterà nei prossimi anni, quando questi riformisti proseguiranno la loro campagna di riforma (in realtà distruzione) dell'Islam, e le basi stesse del Din verranno da loro messe in discussione.

Ci aspetta una dura lotta, alla quale dobbiamo essere ideologicamente e spiritualmente preparati; che Allah faccia di noi uno strumento di "protezione" del Suo Din, e certamente Allah non ha bisogno di alcuno a proteggere il Suo Din.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Lun Set 12, 2011 1:15 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Muslim2012
Affezionato
Affezionato


Registrato: 25/08/11 17:21
Messaggi: 49

MessaggioInviato: Sab Set 10, 2011 9:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

'Umar Andrea ha scritto:
che Allah faccia di noi uno strumento di "protezione" del Suo Din, e certamente Allah non ha bisogno di alcuno a proteggere il Suo Din.

Ameen, fratello e grazie mille per questa risposta masha' Allah veramente esaustiva.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amal wanna be niqabi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 08/02/09 10:08
Messaggi: 532

MessaggioInviato: Dom Set 11, 2011 2:54 pm    Oggetto: Re: u Rispondi citando

'Umar Andrea ha scritto:

Vedrete quello che ci aspetterà nei prossimi anni, quando questi riformisti proseguiranno la loro campagna di riforma (in realtà distruzione) dell'Islam, e le basi stesse del Din verranno da loro messe in discussione.


Abu Malek alHarith ibn Asem alAshari riporta che il Profeta sallalahu 3alahi wa sallam ha detto: La purezza rituale è la metà della fede la lode a Dio riempie l'altro piatto della bilancia, la gloria a Dio e la lode a Dio colmano lo spazio tra il cielo e la terra,la preghiera rituale è luce la carità è una prova, la pazienza è chiarezza e il Corano è un argomento a tuo favore o contro di te.Tutta la gente comincia la giornata trafficando con la propria anima chi la libera e chi la conduce alla rovina.
(Muslim)
in un altro hadit di Muslim dice che il Profeta sallalahu 3alahi wa sallam disse: Qualsiasi azione non conforme ai nostri insegnamenti sarà respinta.
per cui niente paura alla fine chi è con Allah Allah è con lui e chi è contro di Lui sarà contro di Lui quando non ci sarà nessuno a sostenerlo..fi amaniLlah

_________________
«Ricordati sempre di Allah e te lo troverai davanti,riconosci Dio nella prosperità ed Egli
ti riconoscerà nell'avversità,sappi che ciò che ti è mancato non ti era destinato e ciò che hai avuto non poteva mancarti, sappi che la vittoria viene con la pazienza, il sollievo dopo l'afflizione e con la difficoltà la soluzione..
(Tirmidhi)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Yahya Khan
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 04/09/10 01:01
Messaggi: 464
Residenza: Madhhab: Hanafi

MessaggioInviato: Dom Set 11, 2011 11:11 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie ad Allah l'Altissimo che ha donato a 'Umar la chiara luce della comprensione e la pazienza.
Le sue parole pesate, semplici, e mai autoreferenziali ci aiutano a smascherare aspetti sottili dei cancri della umma nei tempi confusi della postmodernità.

Che Allah l'Altissimo ci protegga dalle innovazioni. Amin

_________________
[center]Spegnete la tv e accendete l'iman!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Gio Set 22, 2011 10:32 pm    Oggetto: Re: Problemi sezione giovani Rispondi citando

Muslim2012 ha scritto:

[...]
Vi chiedo: ma è meglio pochi giovani ma buoni o tanti ma uno peggiore dell'altro?
[...]


Wa 'alaykum Salaam wa rahmatuLlahi wa barakaatuHu fratello,

hai già ricevuto ottime e esaustive risposte, dò il mio piccolo contributo semplicemente rispondendo alla tua saggia domanda:

meglio pochi ma buoni!

P.S.: Chiariamo che non c'è alcuna arroganza o che altro in quel che dico. Il fatto è semplice, non so quanto sia vero come t'è stato detto che: "meglio che s'incontrino così piuttosto che andare in discoteca", anzi temo sia meno peggio la discoteca che almeno è un ambiente dichiaratamente malsano che non pretende di scimmiottare la religione, al contrario dei loro incontri "islamici".

Ho visto inoltre tanti fratelli o sorelle restare immersi in questa fitna pur riconoscendone molti mali con la buona nyya e genuina speranza di poter "cambiare le cose dall'interno".
Non nego che questo sia talvolta possibile con tanta sabr e hikma, ma solitamente è uno scontro titanico!

Invece la cosa migliore che, generalmente, si può fare proprio per i fratelli o sorelle lontani dal Din è dare il buon esempio: mostrare la pratica integra e incorrotta dell'Islam inshaAllah, poi è possibile che questa sarà meno affascinante per le masse di convegni misti e discorsi di "intellettuali islamici" sviati, ma Allah guida chi vuole e noi possiamo solo fare il nostro sforzo fisabiliLlah, che si giudica dalla correttezza e impegno usate per condurlo e non dai risultati (veri o illusori).

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Yahya Khan
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 04/09/10 01:01
Messaggi: 464
Residenza: Madhhab: Hanafi

MessaggioInviato: Gio Set 22, 2011 11:46 pm    Oggetto: Re: Problemi sezione giovani Rispondi citando

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:

meglio pochi ma buoni!


Yusuf mi sei mancato,
ben tornato tra i pochi ma buoni!

_________________
[center]Spegnete la tv e accendete l'iman!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Gio Set 22, 2011 11:55 pm    Oggetto: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

JazakaAllahu khayr fratellissimo,

anche tu mi sei mancato e spero presto di vederti a Bologna inshaAllah!

Pochi lo siamo sicuramente, speriamo e cerchiamo anche di essere fra i buoni! : )

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Set 22, 2011 11:59 pm    Oggetto: Re: Problemi sezione giovani Rispondi citando

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Invece la cosa migliore che, generalmente, si può fare proprio per i fratelli o sorelle lontani dal Din è dare il buon esempio: mostrare la pratica integra e incorrotta dell'Islam inshaAllah


Già, ma questo riesce molto difficile da capire da chi già in partenza parte con dei complessi di inferiorità nei confronti della "civiltà europea" - infatti, questi "sforzi di adattamento" vengono fatti solo ed esclusivamente in direzione della "civiltà occidentale", mentre nessuno si sogna di fare "sforzi di adattamento e contestualizzazione" per diffondere l'Islam tra gli africani dell'Africa centro-meridionale, o dell'America centro-meridionale, o dell'estremo oriente.

In realtà, quello di "rendere l'Islam più appetibile" ed "accettabile" (come se così come se non fosse non andasse abbastanza bene, astaghfirullah) non è solo dovuto alla volontà di "venire incontro" a determinate categorie, ma è anche dovuto ad una volontà da parte degli stessi promotori di tali "contestualizzazioni" di adattare l'Islam agli schemi mentali "occidentali moderni" da cui sono stati influenzati per mezzo del colonialismo culturale, perchè certi aspetti "problematici", "da contestualizzare", sono problematici per questi stessi Musulmani!

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Confutazione modernismo Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.022