Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Aiutatemi a capire, InshAllah

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Accettare l'Islam; percorsi e problemi di fede
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mer Lug 15, 2020 10:03 am    Oggetto: Ads

Top
pensosa
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/01/08 19:04
Messaggi: 309

MessaggioInviato: Mer Gen 30, 2008 7:24 pm    Oggetto: Aiutatemi a capire, InshAllah Rispondi citando

AsSalam alaykom wa RahmatuLlah wa Baraketo,
Arriviamo finalmente a noi.Premetto dicendo che gli argomenti di discussione che proporrò tra poco hanno come fine quello di farmi comprendere in modo più completo l’Islam in modo da permettermi di poterlo abbracciare con completa cognizione di causa, e con amore totalizzante, inshAllah.

Ho riflettuto parecchio in merito allo shirk, e non riesco a capire come un atto di fede sincero verso un conetto teologico,sbagliato possa essere ritenuto imperdonabile.
Tanto per fare un esempio, per quanto a me il culto cattolico possa suscitare non poche perplessità, non riesco a capire come una persona che effettivamente crede genuinamente a Dio, prodigandosi però per un culto diverso dall'Islam, possa essere ritenuta una miscredente.
Ho un'amica cattolica a me molto cara...non riesco ad immaginare come una ragazza così dedita a Dio come lei mi sembra essere, possa essere tra i "perdenti" nell'aldilà.

Credere in qualsivoglia cosa, che sia nella più Sublime delle cose, o anche nella più becera, è pur sempre un atto di...fede appunto!Come si può essere condannati per la scelta di riporre fede in un culto piuttosto che in un altro?

Essendo tutto relativo in campo umano, ci si deve rifare necessariamente ad un sistema per poter affermare qualsiasi cosa...ma ogni sistema è auto-referenziale!(senza per questo voler assolutamente paragonare un sistema di origine Divina ad uno di origine umana!!)Come si può allora decretare la colpa di chi appartiene ad un sistema dottrinale piuttosto che ad un altro?

Inoltre Allah rende molto chiaro nel Corano il fatto che l’uomo sia una creatura debole.Per questo Egli ha fatto scendere le varie Rivelazioni: per rendere facile un compito che altrimenti sarebbe stato molto difficile per l'uomo. Come può quindi corrispondere ad un qualsiasi peccato commesso da una creatura così imperfetta e limitata una punizione eterna?

Un'ultima cosa: Leggendo il Sublime Corano, mi sono resa conto che Allah si indirizza spesso e volentieri agli uomini.C'è un versetto del Corano dove poi precisa che le Sue indicazioni valgono sia per gli uomini che per le donne (versetto 35, sura 33).
Nella Sura delle donne, per esempio, quando si parla di come spartire l’eredità, si menziona il fatto che all'uomo spetti due volte ciò che spetta alla donna.
Ho insomma la sensazione che Allah accordi all'uomo una sorta di preferenza...

Jazokom Allahu khairan per l'impegno che proferite per la causa di Allah, e per il tempo che dedicherete a rispondermi.

Wa alaykom asSalam wa RahmatuLlah wa Baraketo


L'ultima modifica di pensosa il Sab Gen 16, 2010 6:56 pm, modificato 4 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Mer Gen 30, 2008 9:32 pm    Oggetto: Re: Aiutatemi a capire, InshAllah Rispondi citando

As-salam alaykum waRahmatuLlahi waBarakatuHu

Cara sorella. Riguardo alla prima parte del tuo messaggio voglio citarti una cosa che ho letto oggi da
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Il testo diceva:

Domanda:
È possibile pregare (supplicare) per dei parenti che sono morti come non musulmani?

Rirsposta: Nel nome di Dio il Compassionevole il Misericordioso.
È permesso pregare (supplicare) per che le loro punizioni siano illuminazioni per loro. E pregare per che essi siano perdonati, esonerati dal fuoco, e ammessi in paradiso, è proibito perchè l'Altissimo ha detto "In verità Allah non perdona che Gli si associ alcunché; ma, all'infuori di ciò, perdona chi vuole. Ma chi attribuisce consimili a Allah, commette un peccato immenso."
Da:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Tutta via Allah solo sa chi andrà dove....è quindi inutile porsi il dubbio sul dove andrà la tua amica...se hai fiducia in Allah e sai che Egli è il Signore dei Mondi...allora sai che qualsiasi sia il suo giudizio...è più giusto sia del mio che del tuo..
Io ho sempre saputo che chi ha avuto l'occasione ci conoscere l'Islam e studiarne un minimo, ma lo ignora...per questi si vi sarà un grande castigo...mentre per chi non ne ha alcuna conoscenza....Allah sa come agire...
Bisogna anche tenere conto di un'altro fattore però cara sorella...siamo uomini e siamo dotati di intelletto, e shaytan non ci obbliga a seguirlo ci convince, auhudu billah.
Vedila così tu nasci in una casa e i tuoi genitori ti danno ogni giorno da mangiare....poi tu confuso da molte cose un giorno ti innervosici e sputi nel piatto....la colpa di chi è? Quello che voglio arrivare a dire è che dobbiamo assumerci le nostre responsabilità...e associare qualcuno ad Allah, astagfiruLlah, significa semplicemente chiudere gli occhi.
Il Profeta(SAWS) e i suoi compagni erano chiari quando chiedevano agli associatori ''può il vostro dio aiutarvi? farvi del bene o del male?''....e loro pur credendoci...rispondevano di no.

Un conto è il lato affettivo, un'altro conto il lato spirituale.
Per la tua amica auguro il migliore dei beni, e solo Allah conosce il suo destino in questa e nell'altra vita

Riguardo al fatto che il Corano sia riferito principalmente agli uomini....non ho mai sentito questo, e chi l'avrebbe detto? Il Qur'an al Karim è rivolto sia a uomini che a donne!....



Tutti gli errori vengono da me, tutte le correttezze appartengono ad Allah.


Un saluto di pace


Nassim

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
vero
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 20/01/08 20:01
Messaggi: 164

MessaggioInviato: Gio Gen 31, 2008 11:19 am    Oggetto: Re: Aiutatemi a capire, InshAllah Rispondi citando

Assalem aleikom
Io cercherò di dirti ciò che sò e ciò credo e spero di non sbagliare con l'aiuto di Allah...riguardo alla tua amica,anche io ne ho una e sono nella tua stessa identica situazione. Lei è una ragazza bravissima, credente praticante Cattolica e io le voglio un'inifinità di bene ma penso al giudizio divino e mi fà star male non pensarla nel paradiso..ne ho parlato con mia madre e mi ha citato un versetto del corano(che ora non ho sotto mano scusami) che il suo significato stava a dire che Allah guida sulla retta via chi vuole Lui(ovviamente in funzione di ciò che ha nel cuore questa persona) e poi mi ha raccontato dello zio del profeta Muhammad che morì non musulmano nonostante il nostro profeta fosse lì ad incitarlo a convertirsi pure sul punto di morte ma eglì si lascio prendere dall'orgoglio perchè non poteva abbracciare la religione degli "umili"(noi lo siamo solo davanti a Dio!) mentre era uno dei signori potenti. Questa storia lascia l'amaro in bocca a dir la verità...ma ci insegna che è Dio a scegliere chi guidare davvero perchè è l'unico che sà cosa ha ognuno di noi dentro il suo cuore...io per la mia amica visto che le voglio bene davvero stò cercando di farla entrare nel mio mondo islamico, di farle conoscere sempre di più e capirne la bellezza e spero che un giorno potremmo fare qualche preghiera insieme o decidere di mettere il velo insieme(perchè io ancora non ce l'ho) o comunque in un modo o nell'altro condividerela bellezza e la spiritualità di questa religione. Un'altra cosa che anche a me non era ben chiara qualche anno fà è dove stia la ricompensa di chi opera il bene nella sua vita ma non è musulmano e ho trovato la risposta semplicemente chiedendo a uno studioso in un programma tv sui canali arabi. La risposta che ho trovato convincente, è stata che in realtà visto le loro scelte di bene essi avranno bene ma nella vita terrena perchè è questa che hanno scelto non seguendo tutti gli insegnamenti divini, credo che potremmo considerare come loro ricompensa l'amore e l'ammirazione chegli altri hanno per loro come la loro realizzazione e autostima e sicuramente molto altro ancora ma comunque sempre legato a questa vita (perchè,riperto ancora una volta,è quella che hanno scelto).
Altra tua perplessità è la presunta preferenza del Corano all'uomo, bene, intanto c'è da chiarire che spesso quano si parla di umanità si dice "uomini" in quanto la lingua italiana è maschilista perchè il termine in arabo è al femminile ma comunque indica tutti gli uomini, il messaggio divino è universale e infatti se ci fai caso il Corano inizia con
"1 In nome di Allah , il Compassionevole, il Misericordioso.

2 La lode [appartiene] ad Allah 3, Signore dei mondi"
e si conclude con
"1. Di’: «Mi rifugio nel Signore degli uomini,

2. Re degli uomini,

3. Dio degli uomini," (seguono altri 3 versetti)
quindi è chiaro che si riferisce all'umanità e anche in questo caso è usato il termine "uomini" per indicare la totalità delle persone. Infine hai chiesto del motivo per il quale l'uomo debba avere il doppio rispetto alla donna nella spertizione dell'eredità,domanda anche questa che pure io mi sono posta molto tempo fà e ho scoperto che questo deriva dal fatto che all'uomo spetta il doppio inquanto deve per obbligo far fronte anche alle esigenze della donna(peresempo la sorella,la cugina, e così via) mentre quello che spetta alla donna è suo personale.Si può dire che la donna hauna parte sua personale, privata mentre quello dell'uomo è maggiore inq uanto è obbligato a condividerla.
spero di esserti stata utile.

Wa Aleikol Assalem
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Gen 31, 2008 6:50 pm    Oggetto: Re: Aiutatemi a capire, InshAllah Rispondi citando

AsSalamu `alaykum wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu.

Le risposte di Nassim e Vero forse basterebbero, ma mi permetto di aggiungere qualche considerazione, che spero insha'Llah possa contribuire a chiarire.

pensosa ha scritto:
Ho riflettuto parecchio in merito allo shirk, e non riesco a capire come un atto di fede sincero verso un conetto teologico,sbagliato possa essere ritenuto imperdonabile.
Tanto per fare un esempio, per quanto a me il culto cattolico possa suscitare non poche perplessità, non riesco a capire come una persona che effettivamente crede genuinamente a Dio, prodigandosi però per un culto diverso dall'Islam, possa essere ritenuta una miscredente.
Ho un'amica cattolica a me molto cara...non riesco ad immaginare come una ragazza così dedita a Dio come lei mi sembra essere, possa essere tra i "perdenti" nell'aldilà.

Credere in qualsivoglia cosa, che sia nella più Sublime delle cose, o anche nella più becera, è pur sempre un atto di fede!Come si può essere condannati per la scelta di riporre fede in un culto piuttosto che in un altro?

Essendo tutto relativo in campo umano, ci si deve rifare necessariamente ad un sistema per poter affermare qualsiasi cosa...ma ogni sistema è auto-referenziale!(senza per questo voler assolutamente paragonare un sistema di origine Divina ad uno di origine umana!!)Come si può allora decretare la colpa di chi appartiene ad un sistema dottrinale piuttosto che ad un altro?


Comprenderai che l'associare qualcos'altro ad Allah, adorare altri all'infuori di Lui, che è l'unico a meritarlo, è quanto di più grave si possa fare o concepire.

La questione però è anche da porre nel modo giusto: e quanto segue spero possa aiutare in tal senso:

When the Quran says that Allah does not forgive shirk, this means that if you die and meet Allah on judgement day without repenting from this major sin while you were alive Allah would never forgive you, however so if you commit shirk and repent of it while you are alive Allah will forgive it, the verses are referring to the AFTER-LIFE. Allah will never forgive a person who has died and has not repented of shirk, this is very easy to understand, and if someone wasn't bias they would easily see that. In fact I went to check the tafsir of Ibn kathir and it also agrees!.
(Da:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

).

Questo dovrebbe dare a tutti la speranza nella possibilità che le persone a noi care accettino l'Islam, stimolandoci quindi a fare - con il permesso di Allah - del nostro meglio (con l'esempio del nostro comportamento, con le parole, con le invocazioni ad Allah) per presentare l'Islam per quello che è davvero, e lasciare ad Allah la loro guida.

Per rispondere invece alla possibilità che Allah potrebbbe in qualche modo essere "ingiusto" verso le creature ('a`udhu biLlahi!), sarebbe interessante approfondire il rapporto tra questi elementi, che elenco senza sviluppare per dare una sorta di "traccia" alle riflessioni di ciascuno:

- il Patto primordiale tra Allah e le creature, con il quale queste ultime hanno riconosciuto Allah come il loro Signore.

- la responsabilità delle proprie azioni, ed il fatto che è in base a queste che si verrà giudicate, dato che nessuno verrà caricato del peso di un altro, nè di un peso maggiore a quello che può sopportare.

- la questione della salvezza dei non-musulmani dopo la Rivelazione del Corano e l'Islam: e di questo si parla qui:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

, legata anche al fatto che "Allah non giudica un popolo prima di avergli inviato un Messaggero".

Sul fatto - poi - che Allah mandi segni e che la verità non possa essere "dimostrata", non sono d'accordo.

Come già avevo detto, la fede non è soltanto qualcosa di "fideistico" ed emozionale (scusate il gioco di parole), ma Allah nel Corano ci dice che la verità ben si differenzia dall'errore, ed i miracoli (mu`ajiza) donati da Allah al Profeta Muhammad (Pace e Benedizioni su di lui) sono proprio eventi irripetibile ed eccezionali che hanno la funzione di dimostrare la veridicità del messaggio - assieme al ragionamento etc.

Poi, ci sono "coloro che Allah ha reso ciechi", coloro che non vedono e non comprendono, ma Allah è "il più giusto".

Questo per rispondere alla prima domanda/dubbio; più tardi insha'Llah risponderò alle altre due.

3umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Mer Ago 03, 2011 5:10 am, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ummah
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 06/08/07 19:08
Messaggi: 146

MessaggioInviato: Ven Feb 01, 2008 6:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Assalamu Alaikum a tutti non vorrei aggiungere nulla, poichè esposto molto bene dai fratelli. Però vorrei dire alla sorella pensosa che tu essendo musulmana sai ciò che succederà e scusami il gioco di parole non devi essere pensierosa e avere dubbi, secondo me l'unica cosa da fare e stare vicino a questa tua amica parlargli dell'Islam con buoni modi e maniere...poi ti rimetti in Allah............in questo caso il tuo dovere di invito all'Islam lo hai fatto e non devi essere più pensierosa. Ma la cosa che mi sorprende..scusa se te lo dico sorella e che tu essendo musulmana ti poni ancora il problema delle persone che hanno un buon cuore, fanno belle cose, ma non sono musulmane. La verità la sai, con questo non si deve trattarle male ci mancherebbe, ma i tuoi dubbi su punti così chiari dovresti toglierli.....Allah ne sà di più.
Top
Profilo Invia messaggio privato
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Ven Feb 01, 2008 7:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
è stata che in realtà visto le loro scelte di bene essi avranno bene ma nella vita terrena perchè è questa che hanno scelto non seguendo tutti gli insegnamenti divini, credo che potremmo considerare come loro ricompensa l'amore e l'ammirazione chegli altri hanno per loro come la loro realizzazione e autostima e sicuramente molto altro ancora ma comunque sempre legato a questa vita (perchè,riperto ancora una volta,è quella che hanno scelto).


Dovrebbe ar riflettere quanto dici qui :)

PS: la domanda sull'eredità mi era sfuggita, ma avrei risposto come la sorella, quindi tanto meglio :)

As-salam alaykum

Nassim

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
pensosa
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/01/08 19:04
Messaggi: 309

MessaggioInviato: Ven Feb 01, 2008 8:15 pm    Oggetto: Re: Aiutatemi a capire, InshAllah Rispondi citando

Premetto col dire che sto cercando con tutte le mie forze di costruire il mio Iman, sia chiedendo aiuto a Dio in preghiera, sia usando la ragione, pertanto certi dubbi che a voi potrebbero sembrare assurdi in seno ad una musulmana, per me sono il lungo e duro cammino che devo affrontare prima di poter dire di essere musulmana con totalità.

Nass ha scritto:
Tutta via Allah solo sa chi andrà dove....è quindi inutile porsi il dubbio sul dove andrà la tua amica...se hai fiducia in Allah e sai che Egli è il Signore dei Mondi...allora sai che qualsiasi sia il suo giudizio...è più giusto sia del mio che del tuo..

Caro Nass, ti ringrazio per la chiarezza delle tue risposte e per il link.
Non è che io mi ponga il dubbio di dove vada a finire la mia amica, la questione è un' altra:vorrei poter capire come una persona che commette una forma di shirk senza totale cognizione di causa, possa essere punita per l'eternità.
Allah ci insegna che è fondamentale la Neyya (intenzione).Se una persona crede sinceramente nella trinità, perchè dovrebbe essere punita?
3umarandrea ha scritto:
Comprenderai che l'associare qualcos'altro ad Allah, adorare altri all'infuori di Lui, che è l'unico a meritarlo, è quanto di più grave si possa fare o concepire

Caro Umar, ringrazio anche te per la chiarezza, e per i link molto interessanti che mi hai fornito. Siete entrambi molto gentili e disponibili, Allah ve ne renderà merito.
Comunque veniamo al punto:associare a Dio qualcosa che egli non è, è sicuramente grave, ma lo è anche se fatto senza totale cognizione di causa?
Credendo nella trinità, un cattolico non ritiene assolutamente di ledere alla perfezione dell'Altissimo, al contrario, crede di venerare la Sua vera "natura"! Insomma la neyya non è buona?

Nass ha scritto:
Riguardo al fatto che il Corano sia riferito principalmente agli uomini....non ho mai sentito questo, e chi l'avrebbe detto? Il Qur'an al Karim è rivolto sia a uomini che a donne!....

Caro Nass, credo che non ci siamo ben capiti.
Non intendevo dire che Allah si rivolga solo agli uomini, per carità!Tant'è che ho riportato un versetto del Corano dove si precisa che quanto menzionato in esso è valido sia per gli uomini che per le donne.
Ma è anche vero che forse c'è questa precisazione proprio onde evitare equivoci, visto che Allah si rivolge soprattutto agli uomini quando "parla" nel Corano!
Ti faccio un esempio molto semplice:Il versetto 1 della sura delle donne nel Sublime Corano dice:”Uomini, temete il vostro Signore che vi ha creati da un solo essere, e da esso ha creato la sposa sua…”
Questa frase è palesamente indirizzata agli uomini.E come questa ce ne sono molte altre. Con ciò non voglio concludere che in questa scelta ci sia un ingiustizia, lungi da me!Vorrei solo capire, qualora sia possibile, e qualora Allah voglia, da cosa scaturisca questa scelta, sempre che ci sia lecito saperlo.
Magari qualche sapiente è riuscito a offrire importanti spunti di riflessione.

Cara Vero, mi fa piacere che anche tu, combattendo piano piano la jihad con te stessa, stia riuscendo ad avanzare nel tuo cammino verso Dio.
vero ha scritto:
La risposta che ho trovato convincente, è stata che in realtà visto le loro scelte di bene essi avranno bene ma nella vita terrena perchè è questa che hanno scelto non seguendo tutti gli insegnamenti divini, credo che potremmo considerare come loro ricompensa l'amore e l'ammirazione chegli altri hanno per loro come la loro realizzazione e autostima e sicuramente molto altro ancora ma comunque sempre legato a questa vita (perchè,riperto ancora una volta,è quella che hanno scelto).

Il punto comunque è lo stesso che ho ribadito più su.
Tu mi proponi questa spiegazione: chi ha agito bene sulla terra senza però essere musulmano, non può che avere ricompensa nella vita che lui ha scelto, ovvero quella terrena.
Ma se una persona ha agito bene nella sua vita terrena dando fede ad un concetto sbagliato (ormai ho preso ad esempio fisso la trinità), credendoci in buona fede, che colpa ha?Non ha consapevolmente rifiutato l’Islam, ha solo posto fede in qualcosa di diverso, credendo che lì risiedesse la Verità.Non è molto diverso?

3umarandrea ha scritto:
Come già avevo detto, la fede non è soltanto qualcosa di "fideistico" ed emozionale (scusate il gioco di parole), ma Allah nel Corano ci dice che la verità ben si differenzia dall'errore, ed i miracoli (mu`ajiza) donati da Allah al Profeta Muhammad (Pace e Benedizioni su di lui) sono proprio eventi irripetibile ed eccezionali che hanno la funzione di dimostrare la veridicità del messaggio - assieme al ragionamento etc.

Sicuramente! Ma il fatto che io creda nei miracoli che il Profeta SAWS ha fatto tramite Allah, non dimostra ad un credente di un'altra fede o ad un non credente che questi ci siano stati veramente.
Insomma: alla fine è sempre una questione di fede!
Tutte le dimostrazioni che Allah ha mandato, e a cui io personalmente credo, non sono dimostrabili agli occhi di un non credente quanto agli occhi di un credente di un'altra fede!
Pertanto, il mero fatto che i musulmani ci credano non dimostra agli altri che quella sia la Verità.Spero di essermi spiegata bene, inshAllah.

ummah ha scritto:
scusa se te lo dico sorella e che tu essendo musulmana ti poni ancora il problema delle persone che hanno un buon cuore, fanno belle cose, ma non sono musulmane

Caro Ummah, putroppo non tutti abbiamo lo stesso approccio alle cose.Io personalmente prego molto Dio affinchè mi aiuti e mi guidi nel percorrimento della Sua Via...forse sei un musulmano migliore di me visto che non hai dubbi di sorta ,e Dio sicuramente ti ricompenserà per questo, ma io nella mia condizione attuale non posso esimermi dal domandare e dal cercare di capire di più.


L'ultima modifica di pensosa il Sab Gen 16, 2010 6:53 pm, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Sab Feb 02, 2008 3:33 am    Oggetto: Re: Aiutatemi a capire, InshAllah Rispondi citando

Vengo alla seconda ed alla terza parte del tuo primo post, bismiLlahi-r-Rahmani-r-Rahim.

pensosa ha scritto:
Inoltre Allah rende molto chiaro nel Corano il fatto che l’uomo sia una creatura debole.Per questo Egli ha fatto scendere le varie Rivelazioni: per rendere facile un compito che altrimenti sarebbe stato molto difficile per l'uomo. Come può quindi corrispondere ad un qualsiasi peccato commesso da una creatura così imperfetta e limitata una punizione eterna?


A quanto ho capito (giusto per relativizzare una frase tanto importante) con il permesso di Allah e la sua Misericordia, nessun musulmano sarà all'inferno (Allah ce ne preservi!) eternamente.

E Allah è il più sapiente.

pensosa ha scritto:
Un'ultima cosa: Leggendo il Sublime Corano, mi sono resa conto che Allah si indirizza spesso e volentieri agli uomini.C'è un versetto del Corano dove poi precisa che le Sue indicazioni valgono sia per gli uomini che per le donne (versetto 35, sura 33).
Nella Sura delle donne, per esempio, quando si parla di come spartire l’eredità, si menziona il fatto che all'uomo spetti due volte ciò che spetta alla donna.
Ho insomma la sensazione che Allah accordi all'uomo una sorta di preferenza...


Sulla questione dell'eredità ti ha già risposto Vero, masha'Llah.

Per quanto riguarda il riferirsi agli uomini, è una caratteristica anche della lingua italiana il fatto che si utilizzi il genere maschile, per un gruppo misto di uomini e donne, o anche per descrivere l'umanità (appunto, non "donnità"!) in generale.

Oltretutto, la domanda che tu hai posto non è affatto cosa nuova: questo non era sfuggito ad una musulmana dei tempi del Profeta (Pace e Benedizioni su di Lui) che gli chiese proprio ciò che hai chiesto tu.

Dopo poco tempo (e Allah è il più sapiente, vado a memoria e non sono perfettamente sicuro), scese questo versetto del Corano :

In verità i musulmani e le musulmane, i credenti e le credenti, i devoti e le devote, i leali e le leali, i perseveranti e le perseveranti, i timorati e le timorate,

quelli che fanno l'elemosina e quelle che fanno l'elemosina, i digiunatori e le digiunatrici, i casti e le caste, quelli che spesso ricordano Allah e quelle che spesso ricordano Allah, sono coloro per i quali Allah ha disposto perdono ed enorme ricompensa.
(Corano, XXXIII, 35).

E questo non è affatto l'unico in cui si faccia esplicito riferimento alle donne!

Wa `alaykum asSalam wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu

3umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Lun Feb 04, 2008 11:58 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
pensosa
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/01/08 19:04
Messaggi: 309

MessaggioInviato: Lun Feb 04, 2008 6:42 pm    Oggetto: Re: Aiutatemi a capire, InshAllah Rispondi citando

3umarandrea ha scritto:
Vengo alla seconda ed alla terza parte del tuo primo post, bismiLlahi-r-Rahmani-r-Rahim.

Jazak Allahu khairan 3Umar per le risposte sempre dettagliate che dai.

Tuttavia, mi sento di dissentire sul fatto che l'uso del maschile sia meramente grammaticale: la Sura IV sulle donne è visibilmente rivolta agli uomini, nonostante il tema sia appunto la donna.
Ad ogni modo, il fatto stesso che nella Sura delle donne si precisi il fatto che la donna sia stata creata da una parte del corpo dell' uomo, fa capire che Allah in qualche modo prepone gli uomini alle donne.
Tuttavia, per quello che sto comprendendo, per quanto poco conti la mia opinione, questa preposizione è di carattere meramente terreno, poichè come Allah stesso ci dice, il giorno del giudizio sia i credenti che le credenti subiranno in egual modo le conseguenze delle loro azioni, e saranno spiritualmente assolutamente uguali di fronte a Lui...
Questi sono dei pensieri cui sono giunta riflettendo...ma chiaramente non sono nessuno per giudicare il motivo per cui Allah abbia effettuato una scelta piuttosto che un'altra, e chiaramente sarebbe stupido tentare di penetrare segreti completamente al di sopra della comprensione umana.


L'ultima modifica di pensosa il Sab Gen 16, 2010 8:45 pm, modificato 3 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Feb 04, 2008 11:57 pm    Oggetto: Re: Aiutatemi a capire, InshAllah Rispondi citando

pensosa ha scritto:
Ad ogni modo, il fatto stesso che nella Sura delle donne si precisi il fatto che la donna sia stata creata da una parte del corpo dell' uomo, fa capire che Allah in qualche modo prepone gli uomini alle donne.
Tuttavia, per quello che sto comprendendo, per quanto poco conti la mia opinione, questa preposizione è di carattere meramente terreno, poichè come Allah stesso ci dice, il giorno del giudizio sia i credenti che le credenti subiranno in egual modo le conseguenze delle loro azioni, e saranno spiritualmente assolutamente uguali di fronte a Lui...
Questi sono dei pensieri cui sono giunta riflettendo...ma chiaramente non sono nessuno per giudicare il motivo per cui Allah abbia effettuato una scelta piuttosto che un'altra, e chiaramente sarebbe stupido tentare di penetrare segreti completamente al di sopra della comprensione umana.


Masha'Llah ti sei risposta da sola. :D

E - en passant - sottolinerei l'ultima frase quotata: mi sembra di leggere tra le righe, una sorta di tuo "progresso", di aumento dell'iman (e Iddio è il più sapiente): ne sono felice, wa al-hamdu li-Llah.

Tornando alla questione del "rivolgersi agli uomini", non saprei davvero cosa aggiungere alle tue osservazioni (ed ai contributi degli altri fratelli e sorelle): sono d'accordo con te!

Tutto a condizione di precisare ancora più chiaramente (ma lo fai già tu) che "precedenza" non ha assolutamente una connotazione di "superiorità"; e di sgombrare la mente da tutto il retaggio (culturale, perlomeno) di origine cattolica (per cui le donne non avrebbero l'anima -astaghfiruLlah!-, sarebbo "maligne per natura", vicine al diabolico, tentatrici, principali colpevoli del "peccato originale" etc etc: tutti elementi che non hanno base in Islam).

E Iddio è il più sapiente.

P.S.: Hai avuto modo di leggere i link? Che ne pensi?

3umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Feb 05, 2008 12:32 am    Oggetto: Re: Aiutatemi a capire, InshAllah Rispondi citando

pensosa ha scritto:
Credendo nella trinità, un cattolico non ritiene assolutamente di ledere alla perfezione dell'Altissimo, al contrario, crede di venerare la Sua vera "natura"! Insomma la neyya non è buona?


Credo che tutto il discorso che si possa fare stia all'interno di questi due paletti:

-nessun popolo verrà giudicato prima di ricevere un Messaggero (wa-Llahu a`lam).

-la responsabilità derivante ad ognuno dal patto primordiale con Allah, in cui lo abbiamo riconosciuto come Rabb (Signore).

pensosa ha scritto:
associare a Dio qualcosa che egli non è, è sicuramente grave, ma lo è anche se fatto senza totale cognizione di causa?


Rifletti su questo sorella: possiamo considerare ragionevole che una persona venga giudicata in questa vita in base ad una legge che non conosce bene (per il principio di presunzione di conoscenza del diritto), e a volta invece ci risulta difficile comprendere come si possa essere giudicati da Allah per ciò che è la cosa più importante della propria vita, il suo senso, scopo e motivo: il nostro Credo; quello che dovrebbe occupare almeno una buona percentuale dei nostri pensieri, costituendo il fondo comune e "tipico" di tutti noi: la ricerca della risposta agli interrogativi sul senso della nostra vita che - pure - troppo spesso soffochiamo nel pensiero delle cose vane, rischiando di passare un'intera esistenza "senza senso"!

SubhanaLlah è incredibile quali trappole ci tenda il nostro nafs, cercando ad ogni modo di farci deviare dalla Retta Via: solo da Allah viene il successo e la Guida!

pensosa ha scritto:
Con ciò non voglio concludere che in questa scelta ci sia un ingiustizia, lungi da me!Vorrei solo capire, qualora sia possibile, e qualora Allah voglia, da cosa scaturisca questa scelta, sempre che ci sia lecito saperlo.
Magari qualche sapiente è riuscito a offrire importanti spunti di riflessione.


Al di là di qualche nostro - in fondo insignificante ed indegno di considerazione - consiglio od osservazione, dobbiamo tenere chiara l'esortazione profetica a chiedere alla gente del Ricordo (ahl-ud-Dhikr), a chiedere ai sapienti riguardo ciò che non sappiamo.

Uno dei principali scopi di questo forum è quello di risvegliare - con il permesso di Allah - la consapevolezza nell'importanza fondamentale del lavoro dei grandi Sapienti, lontano da ogni tentazione di un "Islam-fai-da-te" in cui ognuno abbia il diritto di parola.

In questo tentativo di costituire un "ponte" con i sapienti, ricordo per primo a me stesso di non dimenticare di invitare ad interpellare direttamente un sapiente, nel caso in cui non si riesca noi a trovare una risposta qualificata (non la nosta, quindi!): dove vedi che non siamo riusciti ad indirizzarti (ed invero tutti gli errori sono nostri, e tutto il bene viene da Allah), rivolgiti a dei sapienti, e cerca da loro le risposte!

pensosa ha scritto:
Sicuramente! Ma il fatto che io creda nei miracoli che il Profeta SAWS ha fatto tramite Allah, non dimostra ad un credente di un'altra fede o ad un non credente che questi ci siano stati veramente.
Insomma: alla fine è sempre una questione di fede!
Tutte le dimostrazioni che Allah ha mandato, e a cui io personalmente credo, non sono dimostrabili agli occhi di un non credente quanto agli occhi di un credente di un'altra fede!
Pertanto, il mero fatto che i musulmani ci credano non dimostra agli altri che quella sia la Verità.Spero di essermi spiegata bene, inshAllah.


Qui mi trovo in totale disaccordo.
Non possiamo assolutamente correre il rischio di "relativizzare" i miracoli, la cui funzione primaria è appunto quella di costituire una prova evidente e non-smentibile della veridicità della Profezia: e così sono fatti irripetibile e di "rottura" della consuetudine, come la spaccatura della luna a metà, od il Corano stesso.
La questione va' semmai posta in maniera diversa: non sono i miracoli ad essere "imperfetti" o "relativi" a chi già crede (soprattutto considerando che scopo essenziale è quello di prova), ma sono coloro che non credono, che rifiutano, ad essere "ciechi, muti e sordi"; avendoli colpiti la stessa cecità e incapacità di ragionare e riflettere che gli impedisce di capire che:

"In verità, nella creazione dei cieli e della terra e nell'alternarsi della notte e del giorno, ci sono certamente segni per coloro che hanno intelletto, che in piedi, seduti o coricati su un fianco ricordano Allah e meditano sulla creazione dei cieli e della terra, [dicendo]: "Signore, non hai creato tutto questo invano. Gloria a Te! Preservaci dal castigo del Fuoco." - Corano, III, 190-191.

Wa asSalamu `alaykum wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu!

3umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
pensosa
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/01/08 19:04
Messaggi: 309

MessaggioInviato: Mar Feb 05, 2008 1:00 am    Oggetto: Re: Aiutatemi a capire, InshAllah Rispondi citando

3umarandrea ha scritto:
Masha'Llah ti sei risposta da sola. :D

E - en passant - sottolinerei l'ultima frase quotata: mi sembra di leggere tra le righe, una sorta di tuo "progresso", di aumento dell'iman (e Iddio è il più sapiente): ne sono felice, wa al-hamdu li-Llah.

Tornando alla questione del "rivolgersi agli uomini", non saprei davvero cosa aggiungere alle tue osservazioni (ed ai contributi degli altri fratelli e sorelle): sono d'accordo con te!

Tutto a condizione di precisare ancora più chiaramente (ma lo fai già tu) che "precedenza" non ha assolutamente una connotazione di "superiorità"; e di sgombrare la mente da tutto il retaggio (culturale, perlomeno) di origine cattolica (per cui le donne non avrebbero l'anima -astaghfiruLlah!-, sarebbo "maligne per natura", vicine al diabolico, tentatrici, principali colpevoli del "peccato originale" etc etc: tutti elementi che non hanno base in Islam).

E Iddio è il più sapiente.

P.S.: Hai avuto modo di leggere i link? Che ne pensi?

3umar andrea

Faccio come Marzullo :D
Comunque, a parte gli scherzi, hai notato bene tra le righe, nel senso che, alHamduliLlah, sento anch'io di star sviluppando pian pianino una forma di accettazione più serena riguardo a ciò che trascende i limiti della ragione.

Il link che riguarda la questione dello shirk mi ha confermato quanta gente in male fede ci sia in giro: è evidente leggendo i due versetti che non v'è contraddizione alcuna, ma che, semplicemente, si parla di due casi diversi.


L'ultima modifica di pensosa il Sab Gen 16, 2010 8:57 pm, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Feb 05, 2008 1:12 am    Oggetto: Re: Aiutatemi a capire, InshAllah Rispondi citando

pensosa ha scritto:
Faccio come Marzullo :D
Comunque, a parte gli scherzi, hai notato bene tra le righe, nel senso che, alHamduliLlah, sento anch'io di star sviluppando pian pianino una forma di accettazione più serena riguardo a ciò che trascende i limiti della ragione.


AlhamduliLlah!

3umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Feb 05, 2008 1:31 am    Oggetto: Rispondi citando

Mi è capitato sotto gli occhi questo, e visto che c'entrava con quanto qui in discussione, lo integro alle precedenti considerazioni sulle differenze tra l'uomo e la donna:

There is no doubt in the fact that the Almighty Creator created men and women differently in many ways, physically, psychologically, mentally and emotionally. Both men and women have been given certain qualities, features and characteristics and according to these characteristics, Allah Most High divided their responsibilities.

Men and women have been given certain duties and responsibilities that suited them and that it conformed to the way they were created. The responsibility of providing the daily bread was placed on the shoulder of the husband, as it requires physical strength and men were naturally created with more physical power than women. Similarly, the responsibility of looking after the household affairs (to a certain degree) was given to the woman, as that was more suited to her.

This is not a question of injustice or sexual discrimination. Let me give you an example: I had two friends that were ready to help and assist me due to seeing me overloaded with work. Now, I had two things that needed to be done, one was to thoroughly clean my office with the moving of heavy furniture, and the other job was to calculate my accounts. One of my friends was physically stronger and had a well-built body, whilst the other was not so quite fortunate in this regard, but had a great brain. It will only be from common sense that I hand the job of calculation to the one who was more able mentally and the lifting of heavy furniture to the one who had more strength, might and power. If the contrary was done, it would be condemned by everybody.

Similar is the case with Allah Almighty in that He distributed the responsibilities and rights between men and women in a way that was suited to them. Women naturally have been created with this great quality of compassion, warmth and sensitivity. They are easily pleased and made angry. This is something that they have naturally been created with. If the husband becomes upset, it may take months in order to overcome his stubbornness and please him, whilst the wife can be pleased very easily no matter how displeased she was. This is one of the great qualities women possess and we as men should definitely learn from it.

(Da:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

).

3umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
amedeo
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 21/09/08 17:23
Messaggi: 7
Residenza: Ticino

MessaggioInviato: Lun Set 29, 2008 5:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

بِسْمِ اللهِ الرَّحْمَانِ الرَّحِيم

Cor. 39/53. "Di': ""O Miei servi, che avete ecceduto contro voi
stessi, non disperate della misericordia di Allah. Allah
perdona tutti i peccati. In verità Egli è il Perdonatore, il
Misericordioso. "
Cara sorella Pensosa,
ho letto il tuo messaggio del 29 gennaio e mi permetto di risponderti, anche se con un po’ di ritardo, per farti vedere la questione da un punto di vista differente.
Come giustamente fai notare l’essere umano è stato creato debole, egli non ha nessun reale potere sul risultato dei propri atti, potere che spetta totalmente ad Allah l’Altissimo.
L’unica cosa di cui egli veramente dispone è la propria volontà, la quale gli è stata concessa con il libero arbitrio.
È ovvio che questa volontà, se è sincera, deve manifestarsi in atti concreti, ma i risultati esteriori potranno esserci o meno ed è per questo che i mussulmani dicono inshaAllah.
Non avrebbe certo senso condannare qualcuno per qualcosa che inevitabilmente sfugge al suo controllo. È per questo che le azioni saranno giudicate secondo le intenzioni, non a dipendenza dei risultati apparenti ottenuti.
Questa affermazione vale necessariamente per tutti, non soltanto per coloro che si dicono mussulmani.
È vero che l’Altissimo non accetta l’associazionismo, ma è altrettanto vero che tutti noi siamo politeisti ogni volta che agiamo mettendo al centro della nostra attenzione qualcosa che non sia Lui. Basti pensare al dio denaro, al dio sesso e chi più ne ha più ne metta.
Questo evidentemente non significa che saremo tutti condannati al fuoco dell’inferno!
Esiste un solo Dio, indipendentemente dal nome che Gli si voglia dare.
Allah è il Misericordioso, il Compassionevole peserà la gravità dei nostri peccati e ciò che di buono abbiamo fatto e ci giudicherà tutti (mussulmani, cristiani, ebrei, buddisti ecc..) secondo giustizia e misericordia. E Allah è il più Sapiente. Non c’è essere umano che possa dirti con certezza chi andrà in inferno e chi in paradiso.
Una domanda per finire: Come tu sai gli uomini mussulmani hanno diritto di sposarsi con “le donne del libro” (ebree e cristiane). Che senso avrebbe tutto ciò se la loro appartenenza religiosa le condannasse inevitabilmente al fuoco della jehenna?
Pace e bene alle donne e agli uomini di buona volontà.

_________________
Amedeo
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Ott 14, 2008 10:39 am    Oggetto: Rispondi citando

amedeo ha scritto:
Una domanda per finire: Come tu sai gli uomini mussulmani hanno diritto di sposarsi con “le donne del libro” (ebree e cristiane). Che senso avrebbe tutto ciò se la loro appartenenza religiosa le condannasse inevitabilmente al fuoco della jehenna?


AsSalamu `alaykum wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu!

Il permesso di sposare (a certe condizioni) donne ebree e cristiane è slegato dallo statuto di validità delle rispettive religioni.

E Iddio è il più sapiente!

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
amedeo
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 21/09/08 17:23
Messaggi: 7
Residenza: Ticino

MessaggioInviato: Mar Ott 14, 2008 8:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

بِسْمِ اللهِ الرَّحْمَانِ الرَّحِيم

E’ esatto: Iddio è il più sapiente!
A complemento di quanto scritto in precedenza aggiungo che mi sembra di ricordare che Abu-Bakr al-siddik, il più sincero dei compagni del Profeta, affermava che anche se avesse già avuto un piede in paradiso non sarebbe ancora stato sicuro di entrarci.
Attiro inoltre l’attenzione sul fatto che Ibrahim, figlio dell’Inviato di Allah, tristemente morto poco dopo la nascita, era proprio nato dal ventre di una cristiana.
Pace e bene alle donne e agli uomini di buona volontà.

_________________
Amedeo
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Ott 15, 2008 1:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

amedeo ha scritto:
Attiro inoltre l’attenzione sul fatto che Ibrahim, figlio dell’Inviato di Allah, tristemente morto poco dopo la nascita, era proprio nato dal ventre di una cristiana.


AsSalamu `alaykum wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu!

Entrata però successivamente (sinceramente non ricordo se prima o dopo la nascita di Ibrahim (RA)) in Islam!

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Accettare l'Islam; percorsi e problemi di fede Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.095