Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Mahmoud Mohamed Taha (r.a) e il secondo messaggio dell'Islam

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Confutazione modernismo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Dom Lug 12, 2020 5:08 am    Oggetto: Ads

Top
asma
Bannato
Bannato


Registrato: 28/01/08 00:22
Messaggi: 16

MessaggioInviato: Lun Gen 28, 2008 1:38 am    Oggetto: Mahmoud Mohamed Taha (r.a) e il secondo messaggio dell'Islam Rispondi citando

assalamo aleikom

avete letto IL SECONDO MESSAGGIO DELL`ISLAM di Sheikh Mahmoud Mohamed Taha (r.a)?

(...) Link eliminato dall'amministrazione

cosa ne pensate voi?

pace
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Gen 29, 2008 1:35 am    Oggetto: Re: Mahmoud Mohamed Taha (r.a) e il secondo messaggio dell'I Rispondi citando

asma ha scritto:
assalamo aleikom

avete letto IL SECONDO MESSAGGIO DELL`ISLAM di Sheikh Mahmoud Mohamed Taha (r.a)?

(...) Link eliminato dall'amministrazione

cosa ne pensate voi?

pace


Bismi-Llahi-r-Rahmani-r-Rahim.

wa `alaykum asSalam sorella.

Non ho letto il libro, quindi non posso procedere ad un analisi dettagliata.

Ad ogni modo quello che ho letto al proposito non mi fa pensare bene del contenuto di quest'opera: a mio avviso ennesimo tentativo di "riformare" l'Islam per renderlo "accettabile" e "piacevole" a chi ha altri metri di giudizio.

Personalmente ritengo che in questioni di dottrina - sulla base di quanto ci ha raccomandato lo stesso Profeta (Pace e Benedizioni su di Lui) - sia decisamente più corretto e sicuro fare riferimento alla maggioranza dei sapienti, piuttosto che seguire questo o quel presunto portatore di "rivoluzionarie riforme", la cui accettazione implicherebbe - in fondo - che prima di questi tutta la Umma si sia accordata su un errore, e solo il provvidenziale arrivo del riformatore Tizio abbia segnato la "retta via".

Questo sulla base del fatto che quanto ho letto a proposito del "messaggio rivoluzionario" di M. M. Taha contrasta in diversi punti ciò che per secoli milioni e milioni di sapienti e semplici musulmani hanno compreso dell'Islam.

Non è forse questo, un segno dell'eterodossia?

E Iddio è il più sapiente.

3umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Mar Apr 08, 2008 2:26 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
asma
Bannato
Bannato


Registrato: 28/01/08 00:22
Messaggi: 16

MessaggioInviato: Mar Gen 29, 2008 2:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

pace fratello

Mahmoud Taha non voleva cambiare l'islam per farlo piacere agli altri, questo è il tipico pregiudizio e scusa dei wahabiti medievali che rifiutano di confrontarsi con il mondo moderno e poi producono solo aberrazioni contrarie ai principi stessi dell'islam come il burqa obbligatorio, i processi incredibili dove le vittime finiscono per diventare colpevoli che sentiamo sempre dall'Arabia saudita, dalla Nigeria e dove "applicano la sharia".

Taha invece, rifacendosi proprio al Profeta, sosteneva che ci fossero disposizioni applicabili e abrogabili a seconda delle necessitudini, delle condizioni storiche e politico-sociali. non so se hai presente la liceità iniziale di sottoscrivere trattati con i pagani (come avvenne ad esempio col cosiddetto Rescritto di Medina dell'anno 1 dell'Egira) e dal successivo divieto categorico di concludere patti, alleanze o accordi con essi, oppure la possibilità del muta (matrimonio temporaneo) nel Corano valido solo per un certo periodo e poi abrogato, Sheikh Taha ha sostenuto proprio la necessità di oggi della separazione tra religione (metafisica e spirituale) e Stato (materiale e profano) e che le sure medinesi, le più politiche del Corano, corrispondono ai quadri mentali e psicologici di una società operante nel VII secolo e, per questo, modificabili in funzione delle dinamiche storiche.

io penso che oggi ci sia bisogno davvero di un cambiamento nel mondo musulmano come quello insegnato dallo Sheikh, che infatti fu messo a morte dal regime "islamofascista" di Nimeiri e dei militari in Sudan sostenuto dall'Arabia saudita. Allah non ama gli eccessi ma i wahabiti, i "tradizionalisti" e la dittatura, l'oscurantismo che si è sviluppata dentro l'islam, eccedono in un interpretazioni cieca letterale, testuale e integrale che è fonte di odio e di violenza.

pace
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Gen 29, 2008 10:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

asma ha scritto:
dove "applicano la sharia".


Sorella, la Shari`a non andrebbe implementata, secondo te??

asma ha scritto:
pregiudizio e scusa (...) wahabiti medievali che rifiutano di confrontarsi con il mondo moderno (...) aberrazioni contrarie ai principi stessi dell'islam (...) regime "islamofascista" (...) wahabiti, i "tradizionalisti" e la dittatura, l'oscurantismo (...) un interpretazioni cieca letterale, testuale e integrale che è fonte di odio e di violenza.


Scusami, ma io tutta questa retorica proprio non la sopporto.

Ti rendi conto della gravità insita nel fatto di considerare "aberrazioni oscurantiste medievali" le pratiche del nostro Profeta (Pace e Benedizioni su di lui) e la Legge Sacra?

Utilizzi categorie (come "wahhabiti" etc.) in una maniera completamente contraria al loro senso originario e specifico, con il solo risultato di accodarsi al lessico (guarda caso comune a sionisti, sciiti e riformisti/modernisti) in base al quale un semplice musulmano praticante, desideroso di seguire la Sunna e rispettare la Shari`a, sarebbe un pericoloso "wahhabita".

Ho criticato anche troppe volte la fitna rappresentata dalla Salafiyya/Wahhabiyyah, ma a queste condizioni, allora sono il primo a desiderare di essere considerato un "wahhabita", se questo diventa un fondo sinonimo di "musulmano ortodosso praticante" (e ne avevo già parlato qui:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

, qui:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)!

asma ha scritto:
Taha invece, rifacendosi proprio al Profeta, sosteneva che ci fossero disposizioni applicabili e abrogabili a seconda delle necessitudini, delle condizioni storiche e politico-sociali. non so se hai presente la liceità iniziale di sottoscrivere trattati con i pagani (come avvenne ad esempio col cosiddetto Rescritto di Medina dell'anno 1 dell'Egira) e dal successivo divieto categorico di concludere patti, alleanze o accordi con essi, oppure la possibilità del muta (matrimonio temporaneo) nel Corano valido solo per un certo periodo e poi abrogato, Sheikh Taha ha sostenuto proprio la necessità di oggi della separazione tra religione (metafisica e spirituale) e Stato (materiale e profano) e che le sure medinesi, le più politiche del Corano, corrispondono ai quadri mentali e psicologici di una società operante nel VII secolo e, per questo, modificabili in funzione delle dinamiche storiche.


L'ultimo versetto del Corano, in ordine di Rivelazione, ha un significato rendibile in italiano come "Oggi ho reso perfetta la vostra religione, ho completato per voi la Mia grazia e Mi è piaciuto darvi per religione l'Islàm." (Sura V, 3).

Quindi, l'abrogazione del Corano non è praticabile da noi esseri umani, ma è un qualcosa che è - dal punto di vista temporale - ristretto al periodo della Rivelazione.

Cosa autorizza M. M. Taha a dichiarare questo o quello "non al passo dei tempi", quale autorità ha per "invocare la separazione" di concetti che non hanno ragione (al di fuori della volontà di "modernizzare e riformare" l'Islam) di essere separati?

Poi, ridurre la Sunna del nostro Profeta (Pace e Benedizioni su di lui) a qualcosa come "i costumi di una società retrograda" significa semplicemente non capire nulla del significato e del valore della Sunna.

Allo stesso modo, dividere tra "spirituale" e "politico" significa semplicemente "occidentalizzare" l'Islam, volerlo rendere accettabile a chi ha una concezione diversa della religione, avvicinandolo ai suoi schemi.


Infine, la conoscenza da parte Allah di tutto è completa e perfetta, e comprende di conseguenza pure gli avvenimenti futuri e posteriori al periodo in cui ha fatto scendere il Qur'an al nostro amato Profeta (Pace e benedizioni su di lui!): Allah ovviamente sa che le cose sarebbero andate così come sono andate, che l'Islam si sarebbe diffuso in tutto il mondo nelle condizioni più diverse, e che saremmo arrivati a questi tempi.

Mi sai dire allora per quale motivo non c'è nulla - nel Corano, nella Sunna del Profeta (PBSL) che autorizzi a pensare che una parte del Corano (guarda caso quella che sembra più scomoda alla sensibilità occidentale) sarebbe dovuta prima o poi essere abrogata?

Al contrario, è continuamente ripetuto che il Corano è immodificabile, che è il Monito, il Discrimine: vogliamo forse accusare di imperfezione il Corano, per seguire un presunto Shaykh e la sua volontà di "riformare" quanto non abbiamo alcuna fonte tradizionale che ci dica che dobbiamo riformare?

3umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
asma
Bannato
Bannato


Registrato: 28/01/08 00:22
Messaggi: 16

MessaggioInviato: Mer Gen 30, 2008 4:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

3umarandrea ha scritto:
asma ha scritto:
dove "applicano la sharia".


Sorella, la Shari`a non andrebbe implementata, secondo te??


se è quello che succede dalla Nigeria, dall'Afghanistan, dalla Somalia, dall'Arabia saudita, assolutamente no!

3umarandrea ha scritto:

Scusami, ma io tutta questa retorica proprio non la sopporto.


mi spiace che ritieni il mio pensiero "retorica".

Citazione:
Ti rendi conto della gravità insita nel fatto di considerare "aberrazioni oscurantiste medievali" le pratiche del nostro Profeta (Pace e Benedizioni su di lui) e la Legge Sacra?


il Profeta (pace su di lui) è vissuto nell'Arabia di mille e quattrocento anni fa!

Citazione:
Utilizzi categorie (come "wahhabiti" etc.) in una maniera completamente contraria al loro senso originario e specifico, con il solo risultato di accodarsi al lessico (guarda caso comune a sionisti, sciiti e riformisti/modernisti) in base al quale un semplice musulmano praticante, desideroso di seguire la Sunna e rispettare la Shari`a, sarebbe un pericoloso "wahhabita".


qui una definizione di wahabita:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



guarda che quelli che la pensano come te, cioè sauditi, tablighi, deobandi, sono stati influenzati dal wahabismo se non lo sai...

Citazione:
Ho criticato anche troppe volte la fitna rappresentata dalla Salafiyya/Wahhabiyyah, ma a queste condizioni, allora sono il primo a desiderare di essere considerato un "wahhabita", se questo diventa un fondo sinonimo di "musulmano ortodosso praticante" (e ne avevo già parlato qui:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

, qui:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)!


e allora se ti piace tanto sei un wahabita o come si dice, insomma un integralista! :wink:

3umarandrea ha scritto:


L'ultimo versetto del Corano, in ordine di Rivelazione, ha un significato rendibile in italiano come "Oggi ho reso perfetta la vostra religione, ho completato per voi la Mia grazia e Mi è piaciuto darvi per religione l'Islàm." (Sura V, 3).

Quindi, l'abrogazione del Corano non è praticabile da noi esseri umani, ma è un qualcosa che è - dal punto di vista temporale - ristretto al periodo della Rivelazione.

Cosa autorizza M. M. Taha a dichiarare questo o quello "non al passo dei tempi", quale autorità ha per "invocare la separazione" di concetti che non hanno ragione (al di fuori della volontà di "modernizzare e riformare" l'Islam) di essere separati?

Poi, ridurre la Sunna del nostro Profeta (Pace e Benedizioni su di lui) a qualcosa come "i costumi di una società retrograda" significa semplicemente non capire nulla del significato e del valore della Sunna.

Allo stesso modo, dividere tra "spirituale" e "politico" significa semplicemente "occidentalizzare" l'Islam, volerlo rendere accettabile a chi ha una concezione diversa della religione, avvicinandolo ai suoi schemi.


Infine, la conoscenza da parte Allah di tutto è completa e perfetta, e comprende di conseguenza pure gli avvenimenti futuri e posteriori al periodo in cui ha fatto scendere il Qur'an al nostro amato Profeta (Pace e benedizioni su di lui!): Allah ovviamente sa che le cose sarebbero andate così come sono andate, che l'Islam si sarebbe diffuso in tutto il mondo nelle condizioni più diverse, e che saremmo arrivati a questi tempi.

Mi sai dire allora per quale motivo non c'è nulla - nel Corano, nella Sunna del Profeta (PBSL) che autorizzi a pensare che una parte del Corano (guarda caso quella che sembra più scomoda alla sensibilità occidentale) sarebbe dovuta prima o poi essere abrogata?

Al contrario, è continuamente ripetuto che il Corano è immodificabile, che è il Monito, il Discrimine: vogliamo forse accusare di imperfezione il Corano, per seguire un presunto Shaykh e la sua volontà di "riformare" quanto non abbiamo alcuna fonte tradizionale che ci dica che dobbiamo riformare?

3umar andrea


mi sembra che la tua impostazione si statica, letterale, atemporale e integralista.

ti consiglio di leggere il libro di Taha, prima di criticarlo.

infine che isulmani debbano vivere integrati nella democrazia, lo trovo fuori discussione, a meno che non vogliamo unirci a Bin Laden, mullah, oscurantisti, ecc.

pace
Top
Profilo Invia messaggio privato
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Mer Gen 30, 2008 8:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
il Profeta (pace su di lui) è vissuto nell'Arabia di mille e quattrocento anni fa!


Quindi era retrogrado? astagfiruLlah...ma se molti dei suoi hadith prevedono quel che succede oggi....dai


Citazione:
guarda che quelli che la pensano come te, cioè sauditi, tablighi, deobandi, sono stati influenzati dal wahabismo se non lo sai...


Umar non mi avevi detto di essere saudita :lol:



Citazione:
e allora se ti piace tanto sei un wahabita o come si dice, insomma un integralista! :wink:



:shock:



Citazione:
mi sembra che la tua impostazione si statica, letterale, atemporale e integralista.


SubhanaLlah....quando la smetteremo di giudicare senza conoscerci avremo la Ummah di nuovo unita...

Citazione:
infine che isulmani debbano vivere integrati nella democrazia, lo trovo fuori discussione, a meno che non vogliamo unirci a Bin Laden, mullah, oscurantisti, ecc.


L'Islam è democrazia...

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Gen 30, 2008 10:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

asma ha scritto:
3umarandrea ha scritto:
asma ha scritto:
dove "applicano la sharia".


Sorella, la Shari`a non andrebbe implementata, secondo te??


se è quello che succede dalla Nigeria, dall'Afghanistan, dalla Somalia, dall'Arabia saudita, assolutamente no!


AstaghfiruLlah! Sorella renditi conto della gravità di quello che stai dicendo..

asma ha scritto:
mi spiace che ritieni il mio pensiero "retorica".


Sai, quando si comincia a ragionare per etichette e definizioni completamente decontestualizzate, io la chiamo retorica.. 8)

asma ha scritto:
il Profeta (pace su di lui) è vissuto nell'Arabia di mille e quattrocento anni fa!


Il Profeta (Pace e Benedizione su di lui) non è un uomo come tutti gli altri, ma - tra le altre cose - era ispirato da Dio in ogni singolo atto, anche il più piccolo. Limitare i suoi insegnamenti e la sua Sunna (anche solo in parte) al contesto in cui è vissuto significa davvero non avere idea di cosa si intenda per Sunna..

asma ha scritto:
qui una definizione di wahabita:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



guarda che quelli che la pensano come te, cioè sauditi, tablighi, deobandi, sono stati influenzati dal wahabismo se non lo sai...


Non lo so semplicemente perchè è assolutamente falso: ma di questo ho già ampliamente parlato in questa discussione:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



So bene cosa significhi "wahhabita" (ed il fatto che credi altrimenti significa semplicemente che non hai letto la sezione "Correnti e confutazioni":

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

; il problema è che tu (allo stesso modo di sciiti, sionisti e modernisti), lo utilizzi semplicemente come sinonimo di "musulmano ortodosso praticante", facendogli il miglior regalo che tu potessi fargli, dal momento che in realtà l'Islam sunnita ortodosso ha molti punti in conflitto con la Wahhabiyya, che a sua volta si vuole far passare per "il vero Islam". Usandolo come sinonimo di "musulmani praticanti ortodossi", non fai che confermare le loro pretese..

asma ha scritto:
e allora se ti piace tanto sei un wahabita o come si dice, insomma un integralista! :wink:


Scusa, ma hai letto i miei post?

asma ha scritto:
mi sembra che la tua impostazione si statica, letterale, atemporale e integralista.


Vorrei farti notare che "comprendere" non è sinonimo di etichettare a destra e a manca un fratello che nemmeno conosci; e anche "rispondere" e "argomentare" sono diversi da "etichettare a destra e a manca".
E di nuovo ti chiederei: ma hai letto quello che ho scritto?

asma ha scritto:
infine che musulmani debbano vivere integrati nella democrazia, lo trovo fuori discussione,


Qualcuno l'ha messo in discussione?

asma ha scritto:
a meno che non vogliamo unirci a Bin Laden, mullah, oscurantisti, ecc.


Piuttosto, nel mare di retorica in cui ormai nuotiamo, sai cosa significa il termine "mullah"?
Mi spieghi cosa c'entrerebbe con Bin Laden? Grazie.

3umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
asma
Bannato
Bannato


Registrato: 28/01/08 00:22
Messaggi: 16

MessaggioInviato: Gio Gen 31, 2008 3:44 am    Oggetto: Rispondi citando

il Profeta (la pace su di lui) non era affatto retrogrado, egli era un santo e un essere straordinario, egli era meno di un Dio e più di un uomo: un Profeta. ma è vissuto mille e quattrocento anni fa, le cose sono cambiete e mi sembra che per forza di cose dobbiamo regolarci di conseguenza.
Lui era un essere eccezionale per quel perido e in realtà ancora oggi.

ecco perchè il messaggio di Taha, fondato proprio sulla vera sunna (prassi) profetica, è molto importante.

mi dispiace per voi che non capite, e vi limitate ad un integralismo esteriore della sunna senza capirne l'essenza vera, con la vostra arroganza e la vostra sconsideratezza di volere l'omicidio dei musulmani che cambiano religione.
non capite niente.

pace
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Gen 31, 2008 12:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

asma ha scritto:
ecco perchè il messaggio di Taha, fondato proprio sulla vera sunna (prassi) profetica, è molto importante.


E guarda caso di tutti i sapienti ed i musulmani comuni, l'hanno seguito ben in pochi, e in Italia si è trovato edito dalle Editrici MISSIONARIE Italiane..

asma ha scritto:
mi dispiace per voi che non capite, e vi limitate ad un integralismo esteriore della sunna senza capirne l'essenza vera, con la vostra arroganza e la vostra sconsideratezza di volere l'omicidio dei musulmani che cambiano religione.
non capite niente.


Integralismo esteriore, arroganza, sconsideratezza, non capiamo niente.. vedo che il registro non cambia: ti invito ad un maggiore rispetto delle regole di Adab e di semplice educazione; o sei venuta ad insultare?

In ogni caso, nel nostro "integralismo" e "sconsideratezza", siamo in buona compagnia (quella di tutti i sapienti di Ahl as-Sunna), non preoccuparti per noi.

3umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
stefano
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 06/04/08 22:28
Messaggi: 94

MessaggioInviato: Mar Lug 01, 2008 10:48 am    Oggetto: Rispondi citando

Salam aleikom,


avendo letto il libro in questione volevo esprimere il mio modesto parere su Mohamed Taha.
La prima cosa che mi ha lasciato interdetto è stato il titolo del libro: "il secondo messaggio dell'Islam". Come può un politico, promotore di quello che definiva il suo credo repubblicano, assurgersi al rango di colui il quale si sente titolato a rigettare quanto contenuto nelle sure medinesi in quanto, a suo dire e quindi a detta di un comune mortale (a meno che non lo si voglia eleggere a sedicente neoprofeta di una nuova religione postislamica), non è in sintonia con lo spirito dei nostri tempi (vedi Hegel).
Islam significa sottomissione e chi si sottomette compie questo atto senza dettare condizioni. Taha invece si riserva il privilegio di fare suo l'Islam che può risultare funzionale alla diffusione del suo credo repubblicano prendendo risolutamente le distanze da quello che non torna utile al suo discorso politico. Egli dimentica che esiste un solo Islam nel quale noi tutti siamo chiamati da Allah a riconoscerci senza condizioni.

L'Islam è teocratico mentre la concezione delle cose di cui si fa portatore Taha è antropocentrica e pertanto antitetica a quella islamica.

X ASMA

Penso che tu sia, come il sottoscritto, una occidentale che abita in un Paese occidentale. A te ricordo ciò che cerco spesso di rammentare a me stesso. Prima di giudicare quel che accade a casa d'altri (tu porti gli esempi dell'Arabia Saudita, della Somalia e della Nigeria) dobbiamo rivolgere il nostro sguardo a quel che accade a casa nostra.
Prima di preoccuparci dei quattro gatti fustigati per essersi ubriacati in Nigeria poniamo mente alle decine di morti che l'alcol miete nella nostra democratica (e proprio per questo magari amata dai seguaci di Taha...) Italia.

Abdullah

Allah mi perdoni se ho commesso qualche errore.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Al-Nur
Bannato
Bannato


Registrato: 19/04/08 11:20
Messaggi: 148
Residenza: Asso (CO)

MessaggioInviato: Mar Lug 01, 2008 4:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

X ASMA

Quando la prima volta sono venuto a visitare questo forum, attaccavo e criticavo tutti. Mi venne consigliato di approfondire le mie basi di conoscenza islamica, e avevano ragione. Infatti non solo avevo dato solo una parziale lettura al Corano, ma eseguivo saltuariamente la preghiera, arrotondavo l'Islam sui miei bisogni (fumavo liberamente, facevo uso di droghe e annacquavo la birra per berla) e avevo letto "Una Vita Con L'Islam" di Nasr Hamid Abu Zayd, e mi sentivo un dotto, Allah possa perdonarmi per la mia presunzione. Quindi mi sono messo a studiare il Corano (cosa che stò continuando), ad approfondire i miei studi sull'Islam, ad analizzare il Corano attraverso il Tafsir, e ho scoperto poi di avere idee completamente diverse dall'inizio. Io rimando il consiglio anche a te, sorella. Magari dopo uno studio già più approfondito delle tue conoscenze attuali potrai criticare il libro di Taha, o sostenerlo con maggior vigore, ma sicuramente senza mancar di rispetto ad altri fratelli.

Sul Wahabismo vorrei dire la mia, il Wahabismo è una corrente di pensiero che può piacere e non piacere, ma non può essere offesa. E' ovvio che essendo una corrente di pensiero che viene da uomini magari è gestita male, ma ricordiamoci che è basata comunque sulla Parola di Dio. Ad Ibn 'Abd al-Wahhàb va il rispetto come va a tutti i filosofi e sapienti dell'Islam. Io sinceramente sono simpatizzante, adesso, del Wahhabismo, delle idee iniziali su cui è fondato. Poi la realizzazione del Wahhabismo in Arabia Saudita è criticabile, lo ammetto. Criticare non è un reato, io pure le accetto le critiche, ma attaccare (che tu abbia ragione o torto) è sempre sbagliato.

Che Allah mi perdoni se mi sono sbagliato, e che illumini tutti voi con la Sua parola!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Dom Lug 06, 2008 3:31 am    Oggetto: Rispondi citando

stefano ha scritto:
La prima cosa che mi ha lasciato interdetto è stato il titolo del libro: "il secondo messaggio dell'Islam". Come può un politico, promotore di quello che definiva il suo credo repubblicano, assurgersi al rango di colui il quale si sente titolato a rigettare quanto contenuto nelle sure medinesi in quanto, a suo dire e quindi a detta di un comune mortale (a meno che non lo si voglia eleggere a sedicente neoprofeta di una nuova religione postislamica), non è in sintonia con lo spirito dei nostri tempi (vedi Hegel).
Islam significa sottomissione e chi si sottomette compie questo atto senza dettare condizioni. Taha invece si riserva il privilegio di fare suo l'Islam che può risultare funzionale alla diffusione del suo credo repubblicano prendendo risolutamente le distanze da quello che non torna utile al suo discorso politico. Egli dimentica che esiste un solo Islam nel quale noi tutti siamo chiamati da Allah a riconoscerci senza condizioni.

L'Islam è teocratico mentre la concezione delle cose di cui si fa portatore Taha è antropocentrica e pertanto antitetica a quella islamica.


Wa `alaykum asSalam wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu!

Masha'Llah fratello, condivido completamente e sottoscrivo tutto il tuo intervento!

L'unico "neo" è l'uso del termine "teocratico" riferito all'Islam; teocratico è semmai un certo cristianesimo storicamente realizzatosi, mentre nell'Islam non esiste una concezione di teocrazia, quanto - piuttosto - di nomocrazia (vedi:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)


Al-Nur ha scritto:
Quando la prima volta sono venuto a visitare questo forum, attaccavo e criticavo tutti. Mi venne consigliato di approfondire le mie basi di conoscenza islamica, e avevano ragione. Infatti non solo avevo dato solo una parziale lettura al Corano, ma eseguivo saltuariamente la preghiera, arrotondavo l'Islam sui miei bisogni (fumavo liberamente, facevo uso di droghe e annacquavo la birra per berla) e avevo letto "Una Vita Con L'Islam" di Nasr Hamid Abu Zayd, e mi sentivo un dotto, Allah possa perdonarmi per la mia presunzione. Quindi mi sono messo a studiare il Corano (cosa che stò continuando), ad approfondire i miei studi sull'Islam, ad analizzare il Corano attraverso il Tafsir, e ho scoperto poi di avere idee completamente diverse dall'inizio. Io rimando il consiglio anche a te, sorella. Magari dopo uno studio già più approfondito delle tue conoscenze attuali potrai criticare il libro di Taha, o sostenerlo con maggior vigore, ma sicuramente senza mancar di rispetto ad altri fratelli.


Masha'Llah fratello, sono molto felice della tua "evoluzione", logica conseguenza di un approfondimento sincero dell'Islam, con il permesso di Allah.
La situazione dell'"arrotondare l'Islam sui propri bisogni" è molto comune, purtroppo, che Allah ce ne preservi!

Al-Nur ha scritto:
Io sinceramente sono simpatizzante, adesso, del Wahhabismo, delle idee iniziali su cui è fondato.


Fratello posso perfettamente capire che - anche come reazione al periodo precedente di cui ci hai appena parlato - ora possa scorgere nel cosiddetto "wahhabismo" una sorta di Islam "puro e vero", "autentico" senza compromessi e chiaro, perchè questa è l'immagine con cui i media lo dipingono, ed i suoi seguaci si descrivono; ma ho fiducia che approfondendo i tuoi studi - se Dio vuole - tu ti renda conto che la verità è diversa, e che con la vera ortodossia islamica sunnita, il cosiddetto "wahhabismo", ha diversi punti di contrasto (vedi ad esempio:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

).

E Iddio è il più sapiente!

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Al-Nur
Bannato
Bannato


Registrato: 19/04/08 11:20
Messaggi: 148
Residenza: Asso (CO)

MessaggioInviato: Dom Lug 06, 2008 11:06 am    Oggetto: Rispondi citando

Grazie fratello Umar,
posso dirti che in questi giorni ho finito di leggere "L'unicità Divina" di Muhammad Abdul Ibn al-Wahhab e esperienze di Sauditi sotto il dominio Saudita, ed ho modificato le mie idee, rendendomi conto che il problema per ora nel creare uno stato islamico, (anche se si basa sulle regole più pure dell'Islam) è che c'è sempre chi comanda e non siamo tutti uguali davanti ad Allah. L'unico aspetto che mi piace dell'ideologia è la pulizia, il cercare un Islam puro e senza compromessi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Dom Lug 06, 2008 4:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Al-Nur ha scritto:
L'unico aspetto che mi piace dell'ideologia è la pulizia, il cercare un Islam puro e senza compromessi.


AsSalamu `alaykum wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu!

Questa è l'intenzione di ogni sincero musulmano, non solo di questo o quel gruppo; d'altra parte, oltre alle dichiarazioni d'intenti, c'è da valutare l'effettivo legame con le fonti dell'Islam (Corano e Sunna) e l'intera tradizione islamica: questo è l'essenziale!

E Iddio è il più sapiente!

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Confutazione modernismo Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.058