Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 



 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tematiche femminili
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Ven Set 18, 2020 6:31 pm    Oggetto: Ads

Top
nastiadancer
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 04/06/10 14:07
Messaggi: 37

MessaggioInviato: Lun Ott 04, 2010 4:27 pm    Oggetto: Parto in un ospedale pubblico italiano. Quali difficoltà? Rispondi citando

Assalam aleikum care sorelle, in particolare neomamme o che stanno per diventarlo =)
Io e mio marito aspettiamo un bimbo, sono al 4 mese. Non ho ancora deciso dove e come partorire. Volevo chiedere a voi delle vostre esperienze personali o di qualcun'altra sorella che conoscete del parto in ospedali pubblici in Italia, oppure in altre strutture come cliniche private, case di maternità o parto in casa. Come vi siete trovate, che trucchetti avete usato, come il personale medico ha risposto alle vostre esigenze. Per esempio se nella sala parto siete riuscite ad avere il personale solo femminile (che è un gran dilemma ed è praticamente impossibile) ecc. Insomma che difficoltà avete trovato dal punto di vista pratico-religioso e come le avete affrontate.
Sono di Milano, sono stata al Mangiagalli a informarmi su tutto e la vedo molto molto dura.. L'ambiente non mi ha convinto per niente.
Vi ringrazio in anticipo, ogni testimonianza per me è preziosa!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Lun Ott 04, 2010 5:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

argomento molto interessante il tuo sorella grazie per l imput

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
olga
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 23/05/09 14:37
Messaggi: 680
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mar Ott 05, 2010 9:02 am    Oggetto: Rispondi citando

Waleikum salam,
cara sorella sull'argomento mi permetto di esprimere tutta la mia comprensione su quanto dovrai affrontare.
Ti dico che quando sono rimasta incinta ero appena tornata all'islam e mai avrei immaginato quanto avrei dovuto affrontare.
Mio marito: non ti deve ne vedere ne toccare nessun dottore, uomo.
E da lì è iniziato il mio lungo peregrinare da un ospedale all'altro.
Ho girato per mari e per monti, ho chiesto a tutti, alla mia ginecologa ma soprattutto ho chiesto ad Allah swt di aiutarmi.
Quando sono andata in uno dei più grandi ospedali di Roma la capo sala mi ha detto NO non è possibile avere solo personale femminile ed ha aggiunto, guardando mio marito che è marocchino, qui siamo in Italia e quindi non si fanno queste differenza tra uomo e donna, come se la mia ITALIANITA' non contava niente fra l'altro poi lo avevo chiesto io e mio marito non si era proprio intromesso.
Un muro hai presente anche bello alto da non poter nè abbattere nè oltrepassare.
Addirittura in un ospedale, che poi ho saputo non essere l'unico, anche l'ostetrica diventava ostetrico, cioè ti doveva assistere e sostenere una persona che non sa nemmeno cosa significa avere il ciclo figuriamoci partorire. Purtroppo io non ho trovato via di scampo o soluzione alternativa se inch'allah tu ne trovi una segnalala.
Alcuni dicono che c'è una legge sull'argomento ma io non ho trovato niente a tal proposito.
Comunque il fatidico giorno arriva, io avevo programmato di andare a partorire al Gemelli in cui la mia ginecologa mi aveva garantito che il personale medico fosse all'80% femminile, che però ahimè si trova dalla parte opposta di dove abito io e tu sai che a Roma le distanza sono oceaniche.
All'ultimo momento decido di andare invece in piccolo ospedale vicino casa, sempre con mio marito al mio fianco che faceva un pò da guardiano un pò da spalla (lui ovviamente avrebbe assistito al parto).
Già all'accettazione al PS chiedo se c'erano uomini o donne e l'infermiera mi dice "signora qui l'80% dei medici sono uomini, cmq non so ora è cambio turno e non posso chiedere info, che fa rimane???" decido di rimanere salgo su faccio il travaglio, partorisco e in tutto il tempo non vedo neanche un uomo, solo il pediatra che ha visitato la piccola era uomo ma all'ambdu'lillah era in un'altra stanza.
Mi sembrava un sogno, mashallah, era andato tutto bene, quasi non ci credevo, quando Allah taàla decide una cosa tu puoi smuovere mari e monti ma tanto è già deciso. Allahu akbar.
Non ti dico mio marito ;))
La degenza è stata splendida tutto personale femminile e se pure quando passavano i dottori erano le ostetriche a visitarti in un altro momento.
La visita per la dimissione??? Tutte donne di turno, il mio disegno divino è stato così perfetto che non si può dire altro che all'ambdu'lillah.
Avevo una paura folle più che per il parto che fra l'altro in tutto questo non ci dimentichiamo che è la cosa più dolorosa, avevo paura per tutto il resto e soprattutto per la reazione di mio marito che conosco molto bene.
Scjusatemi sorelle se mi sono dilungata ma la volevo riportarvi la mia esperinza affinchè vi possa dare coraggio.
Sorella non ti scoraggiare e vedrai che inch'allah andrà tutto bene.
Salam a tutti voi.

_________________
Io sono musulmana, Alhamdulillah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
IbnAraby74
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 28/07/09 17:13
Messaggi: 224
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Mar Ott 05, 2010 9:48 am    Oggetto: Rispondi citando

as-salamu °alikum,
a Milano non so.
Ma a Padova da anni con la dawa siamo riusciti a ottenere di essere visitati da medici donne.
Il pronto soccorso ginecologico è tutto femminile ma con gli altri reparti non è così a me è toccato fare la tac in condizioni pietose.
Ma lasciamo stare.
Ad Abano Terme c'è un ospedale ginecologico con personale tutto femminile pediatre comprese, non è una clinica è proprio un ospedale pubblico.
Comunque ci sono tante donne anche atee e cristiane che preferiscono medici donne.
Sorelle studiate medicina così oltre ad avere medici donne abbiamo anche il conforto di avere medici musulmani.
In sha' Allah.

_________________
A colui che non ha compassione per gli uomini Allah non darà la sua compassione.
(Bukhary & Muslim)
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
nastiadancer
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 04/06/10 14:07
Messaggi: 37

MessaggioInviato: Gio Ott 14, 2010 4:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie sorelle! le vostre testimonianze sono utilissimi.
Sorella Olga, ti capisco perfettamente, perchè sto passando praticamente lo stesso iter anche io. Non voglio assolutamente farmi visitare (tanta meno che assistano al parto) dal personale medico maschile. Ma questa è una mia scelta personale, perchè guarda che tante donne musulmane non la pensano uguale. Mia suocera ha fatto un altro ragionamento: si è fatta seguire in gravidanza da un ginecologo uomo tranquillamente, perchè le hanno detto che era il migliore. E quindi, dato che la salute viene per primo non ha selezionato un gran chè e non ha cercato un'alternativa.
Io personalmente non me la sento di fare questa scelta. Mi sono sentita sempre a disagio con i medici uomini anche prima di diventare musulmana, addirittura quando ero ancora bambina.
Anche io sono andata al Mangiagalli a Milano e anche lì non mi garantiscono assolutamente il personale solo femminile. E ci sto male solo al pensiero.. Ormai questa paura è anche superiore a quella del parto..
Resta veramente affidarmi a Dio, che solo lui può aiutarmi.
Perchè di altri soluzioni ce ne sarebbero, ma purtroppo sono molto costose. Se la gravidanza procede bene, senza complicazioni si può partorire in casa con un'ostetrica che ti scegli tu oppure in una casa di maternità (ce ne sono solo 5 in Italia), dove vieni assistita solo da ostetriche, niente medici. In entrambi i casi il costo sale a 2000 euro circa. Pagati di tasca propria ovviamente. Anche se, informatevi sorelle, perchè in alcune regioni queste spese vengono almeno in parte rimborsate dall'Asl.
Ma tutto sommato, la situation è molto tesa. Io cerco di non pensarci più di tanto, perchè altrimenti mi stresso troppo .
Inshallah...
Salam sorelle e grazie per il sostegno.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Gio Ott 14, 2010 5:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

per esempio provare ad andare a partorire in un paese musulmano;al meno fra voi chi ha il marito del posto econimicamente se la dovrebbe cavare;avrebbe comunque la casa e l assistenza di famiglie numerose e molto piu solidali di quelle italiane dove tuo fratello e considerato gia una specie di estraneo col tuo cognome.OVVIAMENTE anche li bisogna specificare che volete personale femminile e forse cercarvi una clinica privata.ma al meno vi capirebbero e sarebbe piu facile ottenere cio che volete piuttosto che affidarsi al caso in italia

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
IbnAraby74
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 28/07/09 17:13
Messaggi: 224
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Gio Ott 14, 2010 7:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

al ghuraba ha scritto:
per esempio provare ad andare a partorire in un paese musulmano;al meno fra voi chi ha il marito del posto econimicamente se la dovrebbe cavare;avrebbe comunque la casa e l assistenza di famiglie numerose e molto piu solidali di quelle italiane dove tuo fratello e considerato gia una specie di estraneo col tuo cognome.OVVIAMENTE anche li bisogna specificare che volete personale femminile e forse cercarvi una clinica privata.ma al meno vi capirebbero e sarebbe piu facile ottenere cio che volete piuttosto che affidarsi al caso in italia




as-salamu °alaikum fratello,
so per la testimonianza di sorelle da tutto il mondo che l'unico paese in cui sei sicuro di avere la ginecologa donna è l' Arabia Saudita.
Negli altri paesi ci sono ginecologi uomini che magari lavorano in migliori condizioni islamicamente parlando tipo che alcune operazioni sono fatte dalle infermiere altre dal medico ma sostanzialmente non c'è una grande differenza.
Che Allah ci guidi.

_________________
A colui che non ha compassione per gli uomini Allah non darà la sua compassione.
(Bukhary & Muslim)
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
nastiadancer
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 04/06/10 14:07
Messaggi: 37

MessaggioInviato: Gio Ott 14, 2010 8:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Purtroppo (o per fortuna direi), siamo entrambi dall'Italia (va beh, il mio caso è a parte), ma comunque non abbiamo possibilità di avere contatti di questo tipo (partorire in un paese islamico). E poi mio marito ha il lavoro qua, io mica mi muovo da sola solo per partorire all'estero e poi ritornare DA SOLA in condizioni così vulnerabili con il piccolo. Questa opzione l'abbiamo già valutata. Infattibile. Bisogna prendere in considerazione anche le condizioni psicologiche di una donna in questo stato.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Gio Ott 14, 2010 9:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

mmmm poveri noi poveri noi musulmani;e arrivato il tempo in cui l haram e facile e l halal difficile

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
nastiadancer
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 04/06/10 14:07
Messaggi: 37

MessaggioInviato: Gio Ott 14, 2010 9:46 pm    Oggetto: ahinoi Rispondi citando

Eh si, è dura oggi la vita dei fratelli e delle sorelle, se tra diverse scelte halal intraprendono quella meno praticabile. Speriamo non sia un calo del Q.I..
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14960
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Ven Ott 15, 2010 5:17 am    Oggetto: Re: ahinoi Rispondi citando

nastiadancer ha scritto:
Eh si, è dura oggi la vita dei fratelli e delle sorelle, se tra diverse scelte halal intraprendono quella meno praticabile. Speriamo non sia un calo del Q.I..


Direi proprio che non è il caso di lanciare simili frecciatine: i fratelli si stanno prodigando in consigli per cercare di aiutarti a trovare una soluzione, perchè offenderli?

Tanto più che chi ha proposto di partorire in un paese musulmano mi pare abbia precisato che tale opzione valga per chi ha un marito originario di un tale paese, o che almeno abbia le disponibilità economiche per il viaggio di entrambi (è ovvio che da sola non si può nemmeno pensare di partire).

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
'Ikrimah Iqbal
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/09/08 13:51
Messaggi: 317
Residenza: Torinistan

MessaggioInviato: Ven Ott 15, 2010 5:57 am    Oggetto: Rispondi citando

IbnAraby74 ha scritto:




as-salamu °alaikum fratello,
so per la testimonianza di sorelle da tutto il mondo che l'unico paese in cui sei sicuro di avere la ginecologa donna è l' Arabia Saudita.
Negli altri paesi ci sono ginecologi uomini che magari lavorano in migliori condizioni islamicamente parlando tipo che alcune operazioni sono fatte dalle infermiere altre dal medico ma sostanzialmente non c'è una grande differenza.
Che Allah ci guidi.


VI RICORDO CHE ANCHE IN PAKISTAN CI SONO OSPEDALI SOLO X LE DONNE! ALHAMDULILLAH ...

_________________
“If you reject (Allâh), truly Allâh has no need of you; but He likes not ingratitude from
His slaves: if you are grateful, He is pleased with you...” (az-Zumar 39:7).
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage Yahoo MSN
marta_in_viaggio
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 14/10/10 19:12
Messaggi: 29

MessaggioInviato: Ven Ott 15, 2010 11:57 am    Oggetto: Rispondi citando

scusate se mi permetto di intervenire (non sono muslim), ma volevo ricordare una questione che a volte non viene valutata: partorire in casa, o in una delle cosiddette "case del parto" (anche se forse quest'ultima opzione non è gratuita, sinceramente non lo so e sui vari siti non è chiaro). se la mamma e il bambino sono sani e non ci sono state complicazioni in gravidanza (o non ne sovvengono durante il parto), non si rende necessario l'intervento di un medico durante il parto, che può essere tranquillamente seguito dalle ostetriche (questo vale anche in ospedale).
so che non è una scelta semplice, e sicuramente va valutata per ogni singolo caso, volevo solo ricordare che c'è anche la possibilità di non partorire per forza in ospedale.
abbracci alle future mamme :)
Top
Profilo Invia messaggio privato
nastiadancer
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 04/06/10 14:07
Messaggi: 37

MessaggioInviato: Ven Ott 15, 2010 7:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Marta,
sì, infatti. proprio di questa opzione ho già scritto nel mio post (leggi più in alto). Mi sono informata bene su tutte le possibilità. Quella del parto in casa o in casa di maternità ha dei costi irraggiungibili per la mia famiglia e l'asl non me lo rimborsa. Quindi alternativa bocciata.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aysha Afzaal
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 25/01/09 18:58
Messaggi: 172

MessaggioInviato: Lun Nov 08, 2010 7:27 pm    Oggetto: partorire in casa Rispondi citando

marta_in_viaggio ha scritto:
scusate se mi permetto di intervenire (non sono muslim), ma volevo ricordare una questione che a volte non viene valutata: partorire in casa, o in una delle cosiddette "case del parto" (anche se forse quest'ultima opzione non è gratuita, sinceramente non lo so e sui vari siti non è chiaro). se la mamma e il bambino sono sani e non ci sono state complicazioni in gravidanza (o non ne sovvengono durante il parto), non si rende necessario l'intervento di un medico durante il parto, che può essere tranquillamente seguito dalle ostetriche (questo vale anche in ospedale).
so che non è una scelta semplice, e sicuramente va valutata per ogni singolo caso, volevo solo ricordare che c'è anche la possibilità di non partorire per forza in ospedale.
abbracci alle future mamme :)


Bismillah al Rahman al Rahim.
Care sorelle,
sono molto contenta di questo argomento.
Io ho partorito in casa due anni fa, quando è nata la mia prima bimba, ero a Firenze, mi sono fatta seguire da una ostetrica privata, era una mia "amica", non musulmana.
Ho sempre avuto il desiderio di partorire in casa, per tante ragioni, perché sono convinta che l'ospedale sia un luogo per malati, e la donna in gravidanza non è una malata, perché il parto è un momento iintimo e assolutamente femminile, e non ha necessità di medici, quando tutto procede bene e non ci sono sintomi di malessere.
L'Islam ha rinforzato le mie ragioni, per questi aspetti e per gli altri che tutte voi conoscete.
Per quanto in ospedale possano essere gentili e accoglienti (tralascio quelli in cui non sia così..) è impossibile per loro garantire l'ambiente necessario ad una donna musulmana. Se anche vogliono, non possono, per il tipo di organizzazione che hanno.
A Bologna esiste un gruppo di ostetriche che seguono parti in casa, anche a Milano c'è una associazione di ostetriche, se non sbaglio (vi farò sapere, devo controllare dei link che avevo scaricato a suo tempo). A Bologna, le stesse ostetriche gestiscono anche una casa parto. Io le ho conosciute, non sono male, ma dipende dalle esigenze che si hanno (io ne ho molte, forse..., subhanallah!). In Emilia, il parto in casa, a certe condizioni, viene in parte rimborsato dalla Regione.
Uno dei problemi principali del parto in casa infatti è il costo. (dai 1000 euro in su, a seconda che l'ostetrica sia una o due). Infatti l'ostetrica ti visita (come vuoi tu..), e si tiene disponibile per te nel periodo in cui il parto è presunto, si assume una responsabilità anche giuridica di ciò che avviene durante il parto (nei limiti che Allah swt ha fissato..), etc.
Secondo, il problema è anche di trovare ostetriche musulmane.. io non ne ho ancora trovate: sorelle giovani, un invito a studiare ostetricia!!!
Davvero, è un tema davvero importante, dovremmo pensarci quando scegliamo studi e professioni, Inshallah.

Per quanto riguarda Firenze, anche qui c'è una associazione di ostetriche. Ci sono inoltre degli ospedali nei dintorni dove ci sono ostetriche molto preparate e che promuovono il parto in casa, anche se loro lavorano in ospedale. Sono molto aperte e le ho trovate vicine alle mie idee sul parto, tuttavia, a causa delle regole dell'ospedale e di altro, non sono in grado di garantire la riservatezza che una donna musulmana necessita.

Se vi interessa, ho raccontato qui la mia esperienza di parto, il primo.

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Per il secondo, avvenuto un mese fa, ho scelto di partorire in Pakistan, con la famiglia di mio marito vicina, anche qui in casa e con una levatrice del posto.

Per me il parto, con le due esperienze avute finora, è stato un momento davvero bello, speciale, di vicinanza ad Allah subhana wa taala, circondata dalle persone che desideravo, nel mio ambiente casalingo, con spontaneità e naturalità, e la pace che serve per affrontare i momenti più critici del dolore, senza monitor appiccicati addosso, visite e controlli medici fatti da estranei, etc etc..
Tuttavia, ho sentito la mancanza di un approccio islamico, un po' anche qui in Pakistan, anche se è stato sicuramente più facile che in Italia.

Che ALlah swt aiuti la sorella e la sua famiglia a fare la scelta migliore per loro, vi auguro ogni bene con questo bimbo che nascerà nell'Islam.

Aysha
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aysha Afzaal
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 25/01/09 18:58
Messaggi: 172

MessaggioInviato: Lun Nov 08, 2010 7:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

nastiadancer ha scritto:
Ciao Marta,
sì, infatti. proprio di questa opzione ho già scritto nel mio post (leggi più in alto). Mi sono informata bene su tutte le possibilità. Quella del parto in casa o in casa di maternità ha dei costi irraggiungibili per la mia famiglia e l'asl non me lo rimborsa. Quindi alternativa bocciata.


Assalamu alaikum sorella,

non avevo letto il tuo messaggio.
Tuttavia, al di fuori delle associazioni e delle case maternità, ci sono ostetriche che lavorano per conto proprio, e i costi possono variare molto.
Guarda, subhanallah, per esempio, io avevo appunto questa amica, e con lei una ostetrica che lavora in ospedale ma segue gratuitamente le donne in casa. al hamdulillah, vedi, a volte incontriamo dei casi "speciali" sulla nostra strada.

Anche qui in Pakistan, la levatrice non chiede nulla, se la famiglia vuole, dà quello che può, alhamdulillah. Alcune donne ostetriche, sentono molto il lavoro che fanno come un dono, e perciò non chiedono nulla.

Inshallah prova a informarti ancora, se questa opzione ti va, farò dua per te che Allah swt ti faciliti.

Vorrei anche dirti, ma questo è un fattore sicuramente personale e soggettivo, che per quanto mi riguarda, la presenza dell'ostetrica o levatrice, è stata solo una sicurezza in più, ma di fatto, io ho fatto tutto solo con l'aiuto di ALlah swt, perché in entrambi i casi, la persona è arrivata proprio quando mancava pochissimo all'espulsione del bambino.
In effetti, l'approccio delle ostetriche casalinghe è proprio questo: loro sono lì, per visionare tutto, per intervenire se qualcosa va storto, ma di fatto, la protagonista è la donna, e il suo bimbo, e tutto avviene naturalmente, Mashallah, perché Allah swt ha reso la donna capace di affrontare questo momento anche da sola!

Aysha
Top
Profilo Invia messaggio privato
nastiadancer
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 04/06/10 14:07
Messaggi: 37

MessaggioInviato: Mar Nov 09, 2010 2:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie per aver condiviso le vostre esperienze con me sorelle!
Io sono di Milano, quindi l'opzione di partorire in casa con un'ostetrica a pagamento (e figuriamoci se a Milano si trova qualcuna a basso prezzo!) continua ad essere poco accessibile per le nostre tasche.. Ma di recente io e mio marito abbiamo deciso di prendere in considerazione anche gli ospedali fuori dal raggio milanese e settimana prossima abbiamo l'appuntamento all'ospedale di Lecco (occupa il 2 posto in Europa, per qualità di servizio), io in quella zona ho vissuto per 8 anni. E' l'unico ospedale che ho trovato finora in zona che pratica il parto verticale. Io forse opterò per il parto in acqua. Tutte le ostetriche sono donne e anche il personale medico del reparto è all'80% femminile, quindi spero che mi trovi bene almeno da loro =) Vi terrò informate sorelle!

Assalam aleikum
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aysha Afzaal
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 25/01/09 18:58
Messaggi: 172

MessaggioInviato: Gio Nov 11, 2010 12:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

Wa alaikum salam wa rahmatullah

Cara sorella, solo per informarti che ci sono ostetriche che si spostano anche di parecchi kilometri. Una ostetrica che conosco di Pisa segue parti anche a Milano, Padova, Torino... solo per tua informazione.

Inshallah troverai la tua soluzione migliore.

Aysha
Top
Profilo Invia messaggio privato
Umm Hajar
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 12/03/10 18:25
Messaggi: 1074
Residenza: Sicilia

MessaggioInviato: Lun Ago 15, 2011 12:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

Assalamu aleiukum wr wb
sorella alla fine come è andato il tuo parto, dove hai partorito?

_________________
Per ogni giorno vissuto ci sarà rivolta una domanda: "Hai rispettatoin esso i diritti di Allah e quellidelle Sue creature? Sono state misericordia e generosità ad illuminare la tua giornata?"
Chiedi dunque perdonoper ogni dubbi, sii contritoper ogni mancanza, fai un bene per ogni male commesso.
Allah Tawab (Colui Che riceve il pentimento)
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo MSN
nastiadancer
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 04/06/10 14:07
Messaggi: 37

MessaggioInviato: Mar Ago 16, 2011 9:40 am    Oggetto: Rispondi citando

Assalam aleikum care sorelle,
dunque, vi aggiorno sul com'è andata alla fine. Ho partorito alla San Paolo di Milano l'8 aprile. Dio ha voluto farmi fare una prova coi fiocchi. Altro che personale femminile. E' già tanto che è andato a finire tutto bene. Sorelle, cercate di non fare mai un parto indotto senza l'epidurale! Io mi sto riprendendo solo ora. Non vi spaventate, non è pericoloso, non ci è mai morto nessuno, ma la sofferenza è disumana. Ho dei ricordi offuscatissimi. Ebbene, me l'hanno indotto perchè ormai ero a 41 settimane+4. 10 ore di travaglio. Non mi tenevano più le gambe. Mi ricordo che mia suocera (che era in sala parto con me) continuava a ricordarmi di pregare (perchè diceva che in questo momento la donna è più vicina al paradiso). Ma figuriamoci! a malapena mi ricordavo di respirare per sopravvivere a un'altra contrazione!
Comunque questo è per dire che in quel momento sei in uno stato tale che non te ne può fregar di meno se il personale è femminile o non . Almeno nel mio caso è stato così. E' stato anche un parto difficile. perchè poi mi hanno fatto un cesareo d'urgenza per le condizioni della bambina che peggioravano. E sinceramente anche nei giorni subito dopo il parto mi importava poco chi mi stesse attorno. Ero ancora poco lucida. Avevo altre preoccupazioni.
Insomma per quanto riguarda il mio stato psicologico per quanto riguarda la mia dignità e intimità femminile non mi sono assolutamente sentita invadere la mia privacy, perchè ripeto: non ero tanto in me. Ma ribadisco anche che il mio non è stato un parto naturale, ma indotto, quindi 3 volte più doloroso (questo lo so dalle testimonianze di altre donne che hanno avuto sia parti naturali che quelli indotti).
Io ringrazio solo Dio per essere sopravvissuta e che la bambina sta bene. Non mi serve altro. Un'esperienza del genere cambia tanto il modo di vedere le cose.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amal wanna be niqabi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 08/02/09 10:08
Messaggi: 532

MessaggioInviato: Mar Ago 16, 2011 11:30 am    Oggetto: Rispondi citando

sorella non sono madre per cui non posso capire totalmente ciò che hai vissuto posso solo immaginare ma leggendo il tuo messaggio sinceramente mi hai fatto venire i brividi dai alla fine alhamdulillah che è andato tutto bene è per questo che la donna quando partorisce rinasce e tutti i peccati le vengono cancellati Allahu Akbar wa lillahi lhamd..

_________________
«Ricordati sempre di Allah e te lo troverai davanti,riconosci Dio nella prosperità ed Egli
ti riconoscerà nell'avversità,sappi che ciò che ti è mancato non ti era destinato e ciò che hai avuto non poteva mancarti, sappi che la vittoria viene con la pazienza, il sollievo dopo l'afflizione e con la difficoltà la soluzione..
(Tirmidhi)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Umm Hajar
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 12/03/10 18:25
Messaggi: 1074
Residenza: Sicilia

MessaggioInviato: Mer Ago 17, 2011 12:40 am    Oggetto: Rispondi citando

assalamu aleikum wr wb
sorella mi dispiace tanto leggere quello che ti è accaduto. io della prima bimba ho avuto il parto indotto , e posso confermare che i dolori sono tre volte più forti di un parto spontaneo, solo che..ihih..io ho avuto pazienza e mi sono fatta 27 ore di travaglio che alla fine mi hanno rotto le acque loro e la bimba è nata sanissima, ma con me ero ormai spossata senza nemmeno la forza di parlare, solo piangere e ringraziare Allah perchè tutto è andato bene, hamdulillah! e..purtroppo confermo che in una situazione come quella del travaglio attivo poco ti importa che il personale si afemminile, perchè il dolore è atroce, morire e rinascere, in più senza cibo ne acqua per non vomitare a causa del massaggio ostetrico per far scendere la bambina..per cui..non so fino a che punto uno possa preoccuparsi più di tanto, comunque consiglio alle sorelle che hanno la possibilità di partorire in modo naturale a casa sostenute da una ostetrica preparata di farlo! se gratis o rimbrosato ancora meglio, ma qui al Sud si dice...Campa cavallo che l'erba cresce hhh..hamdulillah!

_________________
Per ogni giorno vissuto ci sarà rivolta una domanda: "Hai rispettatoin esso i diritti di Allah e quellidelle Sue creature? Sono state misericordia e generosità ad illuminare la tua giornata?"
Chiedi dunque perdonoper ogni dubbi, sii contritoper ogni mancanza, fai un bene per ogni male commesso.
Allah Tawab (Colui Che riceve il pentimento)
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo MSN
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tematiche femminili Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.063