Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Matrimonio forzato nel Madhhab Maliki e Shafi`i

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mar Lug 07, 2020 2:02 pm    Oggetto: Ads

Top
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Gio Ago 05, 2010 2:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

non parlo di mio sul matrimonio,parlo basandomi sulla sharia.ci tengo a specificare questo punto.questo non significa che è OBBLIGATORIO semplicemente che la sharia lascia aperta anche questa possibilità.
Citazione:
le tue posizioni e il tuo tono critico " giustizionalista" scusami ma nn lo condivido affatto e nn lo trovo di aiuto.
purtroppo ultimamente se hai il vizio di dire le cose come stanno,vieni immancabilmente etichettato a questo modo.poco male :D

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"


L'ultima modifica di Ibrahim al-Youtubi il Gio Ago 05, 2010 2:45 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
'Omar
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/09/08 19:19
Messaggi: 94
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Gio Ago 05, 2010 2:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

al ghuraba ha scritto:
jahnazaib ha scritto
Citazione:
Molto diffuso è anche il (grave) vizio di combinare matrimoni all'insaputa dei propri figli. Forzare una figlia o un figlio a sposarsi con qualcuno che all'altro non piace è VIETATO nell'Islam.
ah si?è vietato?curioso io sapevo il contrario,specie se la figlia non è mai stata sposata in precedenza


Stiamo ancora parlando di matrimoni forzati, o semplicemente combinati (e quindi proposti dalle famiglie, accettati dagli interessati)?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Ago 05, 2010 2:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

Per quanto riguarda i matrimoni "forzati", hanno ragione sia Jahanzaib e 'Omar, che al ghuraba.

Com'è possibile?
Semplice: nel madhhab Hanafi ciò non è permesso nè valido, mentre nel madhhab Maliki (e mi pare anche Shafi`i) c'è una posizione per cui, con alcune condizioni, un matrimonio contratto dal wali senza il consenso della figlia è comunque valido.

al ghuraba segue il madhhab Maliki, Jahanzaib (se non sbaglio) il madhhab Hanafi, per cui hanno entrambi ragione. :-)

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Gio Ago 05, 2010 2:53 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Gio Ago 05, 2010 2:53 pm    Oggetto: Rispondi citando

zahra ha scritto
Citazione:
e cmq voglio veramete sapere l'opinione della Sharia in merito ai matrimoni combinati, sono ingorante, lo ammetto.
la sharia,al meno parlo della scuola giuridica malikita ammette che avvenga un matrimonio anche con la contrarietà della figlia,se essa non è mai stata sposata.abbi pazienza se ho un tono sbagliato.chiedo scusa.

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
zahra26
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/12/08 08:43
Messaggi: 586
Residenza: roma madhab: hanafi

MessaggioInviato: Gio Ago 05, 2010 3:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

no ok tutto a posto, pace:-) nn sapevo le posizioni dei madhab sui matrimoni, mancanza mia scusate. io seguo hanbali. ma sto cmq studiando anche hanafi per mio interesse e curiosità

_________________
Subhanaka-Llahuma Rabbana wa bi-hamdik ALLAH-umma ighfir li
Gloria a te o ALLAH nostro Signore a te solo la lode o ALLAH perdonami
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 15/09/08 07:36
Messaggi: 1091
Residenza: Bologna, Taranto

MessaggioInviato: Gio Ago 05, 2010 9:44 pm    Oggetto: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

'Umar Andrea Aurangzeb ha scritto:
Per quanto riguarda i matrimoni "forzati", hanno ragione sia Jahanzaib e 'Omar, che al ghuraba.

Com'è possibile?
Semplice: nel madhhab Hanafi ciò non è permesso nè valido, mentre nel madhhab Maliki (e mi pare anche Shafi`i) c'è una posizione per cui, con alcune condizioni, un matrimonio contratto dal wali senza il consenso della figlia è comunque valido.

al ghuraba segue il madhhab Maliki, Jahanzaib (se non sbaglio) il madhhab Hanafi, per cui hanno entrambi ragione. :-)


Mi associo con preoccupazione e fermezza alla richiesta di Jahanzaib di riferimenti espliciti a questa affermazione. Non mi permetto di negarla, ma dal momento che nessuno di noi qui ha una formazione di fiqh rilevante, tantomeno nel dettaglio del diritto maliki, e vista la enorme delicatezza della questione chiedo delle fonti per il bene di tutti, specialmente di chi legge.

Chiedo anche: siamo sicuri che ciò che è eventualmente permesso secondo alcuni ′Ulema Maliki sia il forzare una figlia a sposare qualcuno, dunque darla in sposa a qualcuno anche davanti ad un suo esplicito diniego, e non il semplice darla in sposa senza l'enunciazione da parte sua di un parere affermativo? C'è una differenza abissale tra queste due cose, attenzione.

P.S.: Nel tuo magistrale intervento in cui finalmente hai chiarito, o almeno a me così pare, la questione del "giudicare" o "non giudicare" e del rapporto tra interiorità ed esteriorità, elencando alcuni peccati esteriori che ci permettono di giudicare qualcuno come fasiq citavi anche il radere o scorciare la barba al di sotto della misura del pugno.
Eppure mi pareva che scorciarla sotto quella misura fosse makruh tahriman nel madhhab Hanafi e del tutto lecito in altri madhahib. Siamo sicuri che sia corretto definire e unanimemente accettabile definire questo atto come fisq?

_________________
((Poi, quando verrà il grande cataclisma,
il Giorno in cui l'uomo ricorderà in cosa si è impegnato,
e apparirà la Fornace per chi potrà vederla,
colui che si sarà ribellato,
e avrà preferito la vita terrena,
avrà invero la Fornace per rifugio.
E colui che avrà paventato di comparire davanti al suo Signore e avrà preservato l'animo suo dalle passioni,
avrà invero il Giardino per rifugio.))
79:34-41


L'ultima modifica di Anonymous il Ven Ago 06, 2010 5:21 pm, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato AIM Yahoo MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Ago 05, 2010 10:26 pm    Oggetto: Re: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Assalamu `alaykum wa rahmatullahi wa barakatuhu.

Non c'è alcun bisogno né di preoccupazione, né di fermezza, né di relativizzare quando qualcosa sembra strano, basta semplicemente chiedere..

Che un padre possa obbligare la figlia vergine a sposarsi anche contro la sua (della figlia) volontà (a certe condizioni), è notoriamente la posizione delle scuole Shafi`i e Maliki, per le quali seguono alcuni riferimenti dai loro testi.

Madhhab Shafi`i:
`Umdat as-Salik wa `Uddat an-Nasik di Shaykh Ahmad ibn Naqib al-Misri.
Hashiyah di Bajouri, spiegazione del Matn Abi Shuja` [riportato
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

].

Madhhab Maliki:
Risalah di Ibn Abi Zayd [citata

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

Bidayat al-Mujtahid wa Nihayat al-Muqtasid, di Ibn Rushd.

al-Muhalla, Ibn Hazm.

La posizione dell'Imam Malik (rahmatullahi `alayhi) e dell'Imam Shafi`i (rahmatullahi `alayhi) è riportata anche da Hafiz Ibn Taymiyyah (rahmatullahi `alayhi) in "Al-Masa'il al-Mardiniyyah".

Non so il madhhab Hanbali, ma per il madhhab Hanafi invece un tale matrimonio non è valido, ed è necessario il consenso della sposa in ogni caso.

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Chiedo anche: siamo sicuri che ciò che è eventualmente permesso secondo alcuni ′Ulema Maliki sia il forzare una figlia a sposare qualcuno, dunque darla in sposa a qualcuno anche davanti ad un suo esplicito diniego, e non il semplice darla in sposa senza l'enunciazione da parte sua di un parere affermativo? C'è una differenza abissale tra queste due cose, attenzione.


Esatto, c'è una grande differenza, ma qui parliamo proprio di dare la figlia in sposa anche senza il suo consenso.

Vedi ad esempio

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Yahya (studente Shafi`i).

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
elencando alcuni peccati esteriori che ci permettono di giudicare qualcuno come fasiq citavi anche il radere o scorciare la barba al di sotto della misura del pugno.
Eppure mi pareva che scorciarla sotto quella misura fosse makruh tahriman nel madhhab Hanafi e del tutto lecito in altri madhahib. Siamo sicuri che sia corretto definire e unanimemente accettabile definire questo atto come fisq?


Nel Madhhab Hanafi, assolutamente sì, radere la barba o tagliarla di una lunghezza inferiore ad un pugno non è permesso e costituisce fisq.

Difatti, pregare dietro un imam con una barba di lunghezza inferiore a quella di un pugno è makruh tahrimi, e per alcuni `ulama', la preghiera andrebbe addirittura ripetuta, ma non so se sia questa la posizione stabilita; Maulana Abu Hajira mi aveva detto diversamente, ovvero, che la preghiera dietro un tale imam è sì makruh, ma è comunque valida, sebbene i suoi benefici e la sua ricompensa sono estremamente ridotti: ecco le sue parole:

"the prayer will be valid such that he is absolved of his duty, but with regards to any reward for that Ibadah, Allah will judge him accordingly. this is why a person who is shaving his beard is in constant state of fisq, and continuance on even a sagheera sin also falls under kabeera. Allahumma-hfizna... Ameen"
[

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

Interessante leggere tutta la discussione del link appena linkato; sono presentati molti riferimenti su tutto quanto detto finora.

Comunque, non è affatto vero che sia "del tutto lecito" accorciare la barba negli altri madhahib: nessuno permette di raderla, e ci sono solo differenza su quale sia la lunghezza minima per non fare peccato; nel Madhhab Shafi`i è makruh accorciarla a qualsiasi lunghezza e proibito raderla, nel Madhhab Hanbali è haram raderla e ricordavo qualcosa di simile agli Ahnaf anche per la lunghezza minima, nel Madhhab Maliki è proibito raderla e tagliarla corta...

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
In realtà fratello devo precisare che in lingua italiana ci sono molti testi di diritto Maliki


Bene, cosa c'è oltre alla Risalah?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Sab Mag 16, 2020 12:48 am, modificato 3 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 15/09/08 07:36
Messaggi: 1091
Residenza: Bologna, Taranto

MessaggioInviato: Ven Ago 06, 2010 12:54 am    Oggetto: Re: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

'Umar Andrea Aurangzeb ha scritto:
Assalamu `alaykum wa rahmatullahi wa barakatuhu.

Non c'è alcun bisogno né di preoccupazione, né di fermezza, né di relativizzare quando qualcosa sembra strano, basta semplicemente chiedere..


Io ho invece sentito il bisogno di essere preoccupato e fermo, poiché una questione delicatissima è stata trattata in modo gravemente superficiale. Che tu non senta questo bisogno mi dispiace, ma rivendico il mio diritto a preoccuparmi e chiedere fermamente chiarimenti quando lo ritengo necessario. Ho appunto chiesto, non mi pare di aver sconvolto l'armonia della discussione o fatto qualcosa di scorretto, o sbaglio?

Mi pare invece gratuita e scorretta l'accusa di relativizzazione, su cosa la basi? Per piacere chiariscimelo, perché forse ho malinteso e non era rivolta a me, o forse non riesco davvero a vedere una mia mancanza, in tal caso mi gioverebbe un rimprovero più esplicito e diretto. Dove avrei relativizzato? Per me il relativismo è una cosa grave, dunque ci tengo a correggermi se sbaglio, o ad esigere che l'accusa sia ritirata se era infondata.

'Umar Andrea Aurangzeb ha scritto:

Che un padre possa obbligare la figlia vergine a sposarsi anche contro la sua (della figlia) volontà (a certe condizioni), è notoriamente la posizione delle scuole Shafi`i e Maliki, per le quali seguono alcuni riferimenti dai loro testi.

Madhhab Shafi`i:
`Umdat as-Salik wa `Uddat an-Nasik di Ahmad ibn Naqib al-Misri.
Hashiyah di Bajouri, spiegazione del Matn Abi Shuja` [riportato
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

].

Madhhab Maliki:
Risalah di Ibn Abi Zayd [citata

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]
Bidayat al-Mujtahid wa Nihayat al-Muqtasid, di Ibn Rushd.
al-Muhalla, Ibn Hazm.

La posizione dell'Imam Malik (rahmatullahi `alayhi) e dell'Imam Shafi`i (rahmatullahi `alayhi) è riportata anche da Hafiz Ibn Taymiyyah (rahmatullahi `alayhi) in "Al-Masa'il al-Mardiniyyah".

Non so il madhhab Hanbali, ma per il madhhab Hanafi invece un tale matrimonio non è valido, ed è necessario il consenso della sposa in ogni caso.


Grazie per avermi fornito i riferimenti che chiedevo, e che mi sto adoperando a leggere con cura. Se ci sarà qualcosa che non mi è chiaro tornerò sulla questione solo dopo averli letti insha'Allah, come è giusto e corretto.

'Umar Andrea Aurangzeb ha scritto:
Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Chiedo anche: siamo sicuri che ciò che è eventualmente permesso secondo alcuni ′Ulema Maliki sia il forzare una figlia a sposare qualcuno, dunque darla in sposa a qualcuno anche davanti ad un suo esplicito diniego, e non il semplice darla in sposa senza l'enunciazione da parte sua di un parere affermativo? C'è una differenza abissale tra queste due cose, attenzione.


Esatto, c'è una grande differenza, ma qui parliamo proprio di dare la figlia in sposa anche senza il suo consenso.

Vedi ad esempio

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Yahya (studente Shafi`i).


Di nuovo la questione non è posta in modo chiaro o quanto meno non è chiara a me.
Che una vergine sia data in sposa senza il suo consenso, non significa automaticamente che sia data in sposa nonostantte un suo esplicito rifiuto.
La mia preoccupazione era proprio dovuta al fatto che non si chiariva questa ambiguità. O sono io l'unico a non capire?

'Umar Andrea Aurangzeb ha scritto:
Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
elencando alcuni peccati esteriori che ci permettono di giudicare qualcuno come fasiq citavi anche il radere o scorciare la barba al di sotto della misura del pugno.
Eppure mi pareva che scorciarla sotto quella misura fosse makruh tahriman nel madhhab Hanafi e del tutto lecito in altri madhahib. Siamo sicuri che sia corretto definire e unanimemente accettabile definire questo atto come fisq?


Nel Madhhab Hanafi, assolutamente sì, radere la barba o tagliarla di una lunghezza inferiore ad un pugno non è permesso e costituisce fisq.

Difatti, pregare dietro un imam con una barba di lunghezza inferiore a quella di un pugno è makruh tahrimi, e per alcuni `ulama', la preghiera andrebbe addirittura ripetuta, ma non so se sia questa la posizione stabilita; Maulana Abu Hajira mi aveva detto diversamente, ovvero, che la preghiera dietro un tale imam è sì makruh, ma è comunque valida, sebbene i suoi benefici e la sua ricompensa sono estremamente ridotti: ecco le sue parole:

"the prayer will be valid such that he is absolved of his duty, but with regards to any reward for that Ibadah, Allah will judge him accordingly. this is why a person who is shaving his beard is in constant state of fisq, and continuance on even a sagheera sin also falls under kabeera. Allahumma-hfizna... Ameen"
[

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

Interessante leggere tutta la discussione del link appena linkato; sono presentati molti riferimenti su tutto quanto detto finora.


Ecco, tutto questo più o meno lo sapevo, ma repetita juvant. Ciò che chiedevo era proprio, come ho detto, come potesse essere unanime l'accusa di fisq verso chi non rispetta un wujub non riconosciuto unanimemente. Ora è dunque chiaro che quell'affermazione non era universalmente valida per tutti i madhahib.

'Umar Andrea Aurangzeb ha scritto:

Comunque, non è affatto vero che sia "del tutto lecito" accorciare la barba negli altri madhahib: nessuno permette di raderla, e ci sono solo differenza su quale sia la lunghezza minima per non fare peccato; nel Madhhab Shafi`i è makruh accorciarla a qualsiasi lunghezza e proibito raderla, nel Madhhab Hanbali è haram raderla e ricordavo qualcosa di simile agli Ahnaf anche per la lunghezza minima, nel Madhhab Maliki è proibito raderla e tagliarla corta...


Noto che mi contraddici su tutto, non capisco bene perché. Hai preso diversi granchi però, fra cui questo.
Io ho proprio detto che scorciare la barba al di sotto della misura di un pugno è del tutto lecito in altri madhahib (si badi bene, non in tutti gli altri madhahib, tu hai negato la mia affermazione con decisione ("non è affatto vero..."), ma l'hai poi confermata andando nel dettaglio.
Concedo che mi sono espresso in modo esagerato dicendo "del tutto lecito", volevo dire piuttosto che non è certo causa di fisq; altrettanto esagerato direi che è ribattere che ciò che affermo "non è affatto vero", oltre che un po' sgarbato.

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
In realtà fratello devo precisare che in lingua italiana ci sono molti testi di diritto Maliki


Bene, cosa c'è oltre alla Risalah?[/quote]

Che manuali ci sono in lingua italiana degli altri madhahib?
Comunque c'è anche il Khalil, giusto per fare un esempio.
Vai a pesca di granchi o sbaglio?[/quote]

_________________
((Poi, quando verrà il grande cataclisma,
il Giorno in cui l'uomo ricorderà in cosa si è impegnato,
e apparirà la Fornace per chi potrà vederla,
colui che si sarà ribellato,
e avrà preferito la vita terrena,
avrà invero la Fornace per rifugio.
E colui che avrà paventato di comparire davanti al suo Signore e avrà preservato l'animo suo dalle passioni,
avrà invero il Giardino per rifugio.))
79:34-41
Top
Profilo Invia messaggio privato AIM Yahoo MSN
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 15/09/08 07:36
Messaggi: 1091
Residenza: Bologna, Taranto

MessaggioInviato: Ven Ago 06, 2010 1:26 am    Oggetto: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Ho letto i due testi forniti in lingua inglese, di cui personalmente ho padronanza.

Sono sconfortato dal fatto che ciò che è scritto nella prima pagina è profondamente diverso da ciò che viene scritto qui, mi chiedo davvero come possa essere usato come fonte.

Lì anzitutto è chiarito che non si parla di "forzare" una vergine al matrimonio, ma di darla in sposa senza un suo esplicito consenso. Tra le condizioni perché questo matrimonio sia validoo sciaraiticamente c'è che non ci sia alcuna inimicizia tra la ragazza e suo padre o tra la ragazza ed il promesso sposo. Dunque nulla a che vedere con un matrimonio forzato.

Per di più poi queste cose sono spiegate da uno "studente" in un forum, con tutto il rispetto ma gradirei fonti più accurate. Inoltre si riferisce alla scuola Shafi`i e non Maliki.

Nella seconda pagina (quella sulla Risalah) si tratta più specificatamente la questione e finalmente c'è una risposta sul diritto Maliki.
Continua però a non essermi chiaro se quando si parla di dare in sposa la propria figlia senza chiederle il consenso si intenda che un suo rifiuto esplicito sia vincolante o meno. Questa è la cosa importantissima da chiarire ed il nocciolo della questione.
In base a ciò che era scritto nella pagina precedente da Yahia questo non vale per il diritto Shafi`i, perché se è condizione necessaria per la validità del matrimonio che non ci sia inimicizia tra gli sposi, è chiaro che lei non possa essere costretta pur esprimendo il suo scarso gradimento dello sposo proposto. O sbaglio?

_________________
((Poi, quando verrà il grande cataclisma,
il Giorno in cui l'uomo ricorderà in cosa si è impegnato,
e apparirà la Fornace per chi potrà vederla,
colui che si sarà ribellato,
e avrà preferito la vita terrena,
avrà invero la Fornace per rifugio.
E colui che avrà paventato di comparire davanti al suo Signore e avrà preservato l'animo suo dalle passioni,
avrà invero il Giardino per rifugio.))
79:34-41
Top
Profilo Invia messaggio privato AIM Yahoo MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Ven Ago 06, 2010 4:50 am    Oggetto: Rispondi citando

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Io ho invece sentito il bisogno di essere preoccupato e fermo, poiché una questione delicatissima è stata trattata in modo gravemente superficiale. Che tu non senta questo bisogno mi dispiace, ma rivendico il mio diritto a preoccuparmi e chiedere fermamente chiarimenti quando lo ritengo necessario. Ho appunto chiesto, non mi pare di aver sconvolto l'armonia della discussione o fatto qualcosa di scorretto, o sbaglio?


Modo gravemente superficiale? Solo perché non corrisponde alle tue nozioni al riguardo?

Avresti semplicemente potuto dire qualcosa tipo:
"Che strano, non l'avevo mai sentito, anzi è il contrario di quello che sapevo, avete qualche riferimento, fratelli?", in maniera simile a quanto fatto da altri.

Invece hai scelto un fastidioso tono da cancelleria di ministero degli affari esteri sull'orlo di una dichiarazione di guerra. E io questi modi non riesco proprio a capirli, soprattutto quando li vedo da persone che considero fratelli, con cui ho passato giornate e nottate intere, per cui è scontato che segua una risposta infastidita.

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Mi pare invece gratuita e scorretta l'accusa di relativizzazione, su cosa la basi? Per piacere chiariscimelo, perché forse ho malinteso e non era rivolta a me, o forse non riesco davvero a vedere una mia mancanza, in tal caso mi gioverebbe un rimprovero più esplicito e diretto. Dove avrei relativizzato? Per me il relativismo è una cosa grave, dunque ci tengo a correggermi se sbaglio, o ad esigere che l'accusa sia ritirata se era infondata.


Non è un'"accusa" da ritirare o confermare, non siamo al consesso dell'Onu, non capisco queste formalità..
Era semplicemente in riferimento al fatto che ogni volta che leggi qualcosa che non ti suona giusto, devi sminuire e "relativizzare" questo forum facendo notare cose che tutti sappiamo ma in maniera strumentale alla tua "relativizzazione" -appunto- a discredito delle conoscenze e delle dichiarazioni altrui.

Mentre in qualsiasi altra occasione (ovvero quando non trovi nulla che ti suoni scorretto), questo forum ritorna ad essere uno spazio legittimo di conoscenza, ricerca e scambio reciproco.

Insomma, deciditi, che qui nessuno abbia una "formazione di Fiqh rilevante" (Mufti escluso, ovviamente) lo sappiamo bene, ma non ha senso tirarlo fuori solo quando leggi qualcosa che ti stona: o si può discutere sempre con calma e comparare i nostri "studi", o non si può mai; ecco cosa intendo per "relativizzazione"; mi rendo conto che il termine non era forse ideale, ma credevo rendesse il senso, ora non so se devo porgere scuse ufficiali, vedi te.

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Di nuovo la questione non è posta in modo chiaro o quanto meno non è chiara a me.
Che una vergine sia data in sposa senza il suo consenso, non significa automaticamente che sia data in sposa nonostantte un suo esplicito rifiuto.
La mia preoccupazione era proprio dovuta al fatto che non si chiariva questa ambiguità. O sono io l'unico a non capire?


La risposta sta proprio nel link che ti ho fornito:

"A virgin is to be consulted, but this is recommended, not obligatory. And if she is silent, then this counts as permission.

Even if she does not give permission, the wali can go forward with it because he has a greater right in this decision than the virgin girl does. After all, the Prophet said that the non-virgin has more right than her wali. This implies that the virgin has LESS right. So she cannot overturn or otherwise veto his decision.
"

Questo significa anche nonostante un suo esplicito rifiuto.

Il che è reiterato ancor più esplicitamente

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

:

"And I can easily conceive of a situation where a father has arranged a marriage in the best interests of his daughter. His daughter, who is a virgin and has absolutely no experience with men, disagrees. But what is her disagreement based on? What does she know about men? How could she even know how to judge which man would be a better husband?

You have to admit that a man is a much better judge of a potential husband than a virgin girl... especially if that girl has avoided mixing with men her whole life

The non-virgin, on the other hand, has personal experience upon which to draw when she decides whether or not she approves.
".

Come se non bastasse, ancora Yahya usa proprio l'espressione "forced marriage" in un altro messaggio, ed appena prima della condizione che secondo te lo escluderebbe di fatto, come dirai più avanti:

"The restrictions are:

1- the girl must be virgin
2- the "forced marriage" must be done by the virgin's father (or grandfather)
3- there cannot be known enmity between the virgin girl and her wali (father or grandfather)
4- there cannot be enmity (known or unknown) between the virgin girl and the husband-to-be (beyond a certain point)
5- the husband-to-be must be a peer or better (in linneage, profession, level of religiousness, etc.)
6- the dowry must be equal to that which other women of her standing receive
7- the dowry must be in the local currency
8- the dowry is due immediately
9- the husband-to-be must already be able to pay the dowry

#'s 1, 2, 3, 4, 5, and 9 are necessary in order for the marriage to be valid. If any of the other conditions are missing then the marriage is valid, but it's Haram to do such a marriage.
"
[

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

Ed infine, qualche "ciliegina sulla torta":

"But, if the virgin girl does not approve, it does not matter. (...)"
[

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

"If you want the view of the Shafi'i school, then I have posted the conditions under which the father or grandfather may force a virgin girl into marriage."
[

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

Vedi anche:
Clarification on Hadith in Al-Muwatta -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Validity of marriage without a nikah -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

, risposta Hanafi da SunniPath che riporta:

"This shows that the guardian cannot force an adult woman - whether a virgin or not - into marriage and thus does not have wilayat al ijbar, contrary to what the Shafi` school states that the virgin adult can be forced into marriage."

Chiudo in bellezza con una citazione diretta dal testi di Fiqh Shafi`i, "`Umdat as-Salik", già citato nel mio messaggio precedente tra i riferimenti:

"Guardians Who May Marry a Virgin to a Man Without Her Consent

Guardians are of two types, those who may compel their female charges to marry someone, and those who may not.

(1) The only guardians who may compel their charge to marry are a vigin bride's father or father's father, compel meaning to marry her to a suitable match* without her consent;

(2) Those who may not compel her are not entitled to marry her to someone unless she accepts and gives her permission;

Whenever the bride is a virgin, the father or the father'f father may marry her to someone without her permission, though it is recommended to ask her if she has reached puberty. A virgin's silence is considered as her permission.

As for the non-virgin of sound mind, no one may marry her to another after she has reached puberty without her expess permission, no matter if the guardian is the father or the father's father or someone else.

* "Suitability" is not a recommendation of who to marry, but is a legal restriction. One may look up the discussion in the Reliance.

** The "Order of Lawful Guardians" is another discussion that is not directly relevant here. One may look it up if necessary.
"
[Shaykh Ahmad ibn Naqib al-Misri, `Umdat as-Salik wa `Uddat an-Nasik, traduzione inglese a cura di Shaykh Nuh Ha Mim Keller]

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Ecco, tutto questo più o meno lo sapevo, ma repetita juvant. Ciò che chiedevo era proprio, come ho detto, come potesse essere unanime l'accusa di fisq verso chi non rispetta un wujub non riconosciuto unanimemente. Ora è dunque chiaro che quell'affermazione non era universalmente valida per tutti i madhahib.


E non ho mai scritto da nessun parte che quell'affermazione fosse universalmente valida per tutti i madhahib.
Io sono hanafi, e porto la mia testimonianza alla luce delle posizioni del mio Madhhab; parimenti se uno Shafi`i nel suo messaggio facendo un esempio riporta che ha perso il wudu' dopo aver toccato sua moglie, non sento la necessità di intervenire per esporre che nel Madhhab Hanafi ciò non rompe il wudu'. La questione sarebbe stata diversa se lui avesse risposto ad una domanda su quell'argomento, o se io avessi risposto in maniera categorica ad una domanda in cui veniva chiesto se tagliare la barba fosse fisq.

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Noto che mi contraddici su tutto, non capisco bene perché. Hai preso diversi granchi però, fra cui questo.


No, ti contraddico solo su quello che ritengo non essere corretto della serie di contraddizioni che tu hai portato ai miei post.
Alla fine possiamo contare tranquillamente chi ha raccolto più granchi, non c'è problema.

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Io ho proprio detto che scorciare la barba al di sotto della misura di un pugno è del tutto lecito in altri madhahib (si badi bene, non in tutti gli altri madhahib, tu hai negato la mia affermazione con decisione ("non è affatto vero..."), ma l'hai poi confermata andando nel dettaglio.
Concedo che mi sono espresso in modo esagerato dicendo "del tutto lecito", volevo dire piuttosto che non è certo causa di fisq; altrettanto esagerato direi che è ribattere che ciò che affermo "non è affatto vero", oltre che un po' sgarbato.


Ti sei risposto da solo, perchè appunto io rispondevo al "del tutto lecito", non al fatto che costituisse o meno fisq:

"Concedo che mi sono espresso in modo esagerato dicendo "del tutto lecito", volevo dire piuttosto che non è certo causa di fisq": sono due cose ben diverse!

Inoltre quale degli "altri madhahib" considererebbe "del tutto lecito" - senza alcuna reprensibilità, quindi, accorciare la barba della lunghezza inferiore ad un pugno?
Raderla, poi, non è permesso proprio da nessuno.

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Che manuali ci sono in lingua italiana degli altri madhahib?
Comunque c'è anche il Khalil, giusto per fare un esempio.
Vai a pesca di granchi o sbaglio?


Ti sbagli di grosso (uno in più nella tua cesta), ho fatto una semplice domanda perchè io sapevo solo della Risalah.

Per il Madhhab Shafi`i c'è "L'Inizio della Retta Guida" dell'Imam al-Ghazali (rahmatullahi `alayhi), ma non è una gara a vedere chi ne ha tradotti di più, la mia era una domanda sincera.

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Ho letto i due testi forniti in lingua inglese, di cui personalmente ho padronanza.


? Mah...

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Sono sconfortato dal fatto che ciò che è scritto nella prima pagina è profondamente diverso da ciò che viene scritto qui, mi chiedo davvero come possa essere usato come fonte.


Illustraci pure queste clamorose differenze..

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Lì anzitutto è chiarito che non si parla di "forzare" una vergine al matrimonio, ma di darla in sposa senza un suo esplicito consenso.


Rileggi meglio:

"A virgin is to be consulted, but this is recommended, not obligatory. And if she is silent, then this counts as permission.

Even if she does not give permission, the wali can go forward with it because he has a greater right in this decision than the virgin girl does. After all, the Prophet said that the non-virgin has more right than her wali. This implies that the virgin has LESS right. So she cannot overturn or otherwise veto his decision.
".

Dice chiaramente che "anche non dà il permesso", dopo aver considerato la situazione in cui viene consultata, e quella in cui resta zitta (che conta come permesso).
Quale altro significato di "non dare il permesso" c'è, oltre a "dire di no", visto che restare zitti conta come permesso?

E si rivedano le citazioni riportate precedentemente..

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Tra le condizioni perché questo matrimonio sia validoo sciaraiticamente c'è che non ci sia alcuna inimicizia tra la ragazza e suo padre o tra la ragazza ed il promesso sposo. Dunque nulla a che vedere con un matrimonio forzato.


Quindi per te "There cannot be any enmity" significherebbe che la ragazza dia il consenso?!
E allora che senso ha considerare questo come una delle condizioni in cui un padre può sposare una figlia senza il suo consenso?
Una ragazza può non avere alcune inimicizia con un ragazzo, anzi, può pure stargli simpatico, ma potrebbe comunque non volerlo sposare, e non acconsentire...

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Per di più poi queste cose sono spiegate da uno "studente" in un forum, con tutto il rispetto ma gradirei fonti più accurate.


Ti ho indicato quattro testi di Fiqh, i primi che ho trovato in 5-10 minuti di ricerca. Non è il caso di "relativizzare" anche Yahya, che ha studiato (studente) il Fiqh Shafi`i ed è un buon riferimento, masha'Allah.

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Inoltre si riferisce alla scuola Shafi`i e non Maliki.


Difatti l'ho inserito come link dei riferimenti Shafi`i..

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Continua però a non essermi chiaro se quando si parla di dare in sposa la propria figlia senza chiederle il consenso si intenda che un suo rifiuto esplicito sia vincolante o meno. Questa è la cosa importantissima da chiarire ed il nocciolo della questione. (...) In base a ciò che era scritto nella pagina precedente da Yahia questo non vale per il diritto Shafi`i, perché se è condizione necessaria per la validità del matrimonio che non ci sia inimicizia tra gli sposi, è chiaro che lei non possa essere costretta pur esprimendo il suo scarso gradimento dello sposo proposto. O sbaglio?


E' una tua personalissima e curiosa deduzione che contrasta con il senso evidente della citazione ed è smentita dal suo stesso autore.

A questo punto non posso che suggerirti di chiedere direttamente a Mufti Moosa, o a chi preferisci, e chiarire la questione con qualcuno di cui ti fidi, perchè altrimenti è inutile chiedere riferimenti se si parte dal presupposto di "confutarli".
E così si evita di impuntarsi per vedere chi ha ragione.

Wassalam.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 15/09/08 07:36
Messaggi: 1091
Residenza: Bologna, Taranto

MessaggioInviato: Ven Ago 06, 2010 6:14 am    Oggetto: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Caro fratello, è sconfortante il modo in cui sta andando avanti questa discussione. Non ho voglia di proseguire in un botta e risposta che ormai è chiaro non porta a niente, per una questione poi su cui non ho alcuna animosità o tendenziosità personale, ma speravo solo di comprenderla meglio insieme a te per imparare qualcosa di nuovo insha'Allah.

Invece è manifesto ormai che il tuo interesse purtroppo non è dottrinale ma persecutorio e polemico. Da una mia domanda ferma - non tanto perché volessi bacchettare qualcuno, ma perché volevo chiarire una questione delicata per il bene anzitutto vostro che l'avete tirata fuori - è scaturito un processo alle intenzioni nei miei confronti, qui sì un giudicare ingiusto e inammissibile che non si limita a correggermi in ciò che è esteriore e palese, il che apprezzo certamente, ma nel mettere in discussione la mia onestà intellettuale sulla base di nulla, di aria fritta.

Sei partito dall'accusarmi di "relativizzare" in modo tanto sconnesso dal discorso da divenire imbarazzante, per ribadirlo adesso con intento polemico e farne pure una accusa generale, dipingendomi come una persona capricciosa che antepone i propri desideri alla verità e questa è islamicamente una accusa pesante, perché significa eresia, ed è un'accusa che non va fatta di punto in bianco per sfogarsi vai a capire di che, ma va ben motivata e ponderata, perché dovrai risponderne.
Metti da parte per piacere la foga del momento, mettiamoci una pietra sopra e bada alla pericolosità di certe affermazioni. Lo dico perché ti voglio bene in Allah come fratello e pur se mi stai offendendo non voglio rispondendoti per le rime portarti a insistere in sbagli così gravi.

Riguardo gli altri punti in cui mi contesti, in alcuni casi posso darti ragione (la domanda sui manuali mi sembrava di tono provocatorio, ora che mi dici che era sincera ti chiedo scusa per il mio sospetto ingiustificato; per la questione della barba sapevo grossomodo ciò che hai riportato e siamo d'accordo, non vedo come potrei negarlo, devo essere stato poco chiaro e troppo sbrigativo con quel "del tutto lecito", grazie della chiarificazione), negli altri casi non sono affatto convinto, anzi, ma preferisco non ri-risponderti perché non vedo la serenità per capirci, perché non amo i cosiddetti flame, tanto più non voglio occupare pagine che è giusto lasciare all'utenza di questo forum per cose più utili, né vorrei scontrarmi pubblicamente con l'amministratore del forum, in quanto autorità di questo spazio.

Piuttosto chiedo al Mufti che certamente saprà rispondere molto meglio di una ricerca fatta qua e là su internet ed in poche parole chiarirà questi nostri dubbi.

Se poi vorrai mettere una pietra sopra su questa pagina triste e indegna di questo spazio ti invito a cancellare gli ultimi commenti, ovviamente anche i miei.

Ah, giacché ti ha irritato il fatto che io abbia parlato di superficialità nel trattare la questione e ti è sembrata del tutto ingiustificata la mia preoccupazione, per poi da lì arrivare tristemente alle accuse alla mia buona fede, vorrei chiarire che io parlavo dei primi interventi, prima della richiesta di chiarimenti e fonti che sono state poi fornite.

al ghuraba ha scritto:
jahnazaib ha scritto
Citazione:
Molto diffuso è anche il (grave) vizio di combinare matrimoni all'insaputa dei propri figli. Forzare una figlia o un figlio a sposarsi con qualcuno che all'altro non piace è VIETATO nell'Islam.
ah si?è vietato?curioso io sapevo il contrario,specie se la figlia non è mai stata sposata in precedenza.in secondo luogo


Come vedi: un argomento delicatissimo trattato con sarcasmo e superficialità e tra l'altro stando proprio alle fonti che hai fornito quel che è stato scritto non è corretto, almeno secondo il madhhab Shafi΄’i, per il Maliki vedrò che dice il Mufti insha'Allah.

_________________
((Poi, quando verrà il grande cataclisma,
il Giorno in cui l'uomo ricorderà in cosa si è impegnato,
e apparirà la Fornace per chi potrà vederla,
colui che si sarà ribellato,
e avrà preferito la vita terrena,
avrà invero la Fornace per rifugio.
E colui che avrà paventato di comparire davanti al suo Signore e avrà preservato l'animo suo dalle passioni,
avrà invero il Giardino per rifugio.))
79:34-41
Top
Profilo Invia messaggio privato AIM Yahoo MSN
Aysha Afzaal
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 25/01/09 18:58
Messaggi: 172

MessaggioInviato: Ven Ago 06, 2010 9:33 am    Oggetto: Pace! Rispondi citando

Bismillah al Rahman al Rahim.

Cari fratelli,

vi ammiro per la vostra pazienza e determinazione, nel cercare di rispondervi punto per punto e chiarirvi su questioni che possono essere molto delicate, ognuno sulla base della propria sincera conoscenza.

Vorrei esporre una mia riflessione, che di sicuro non vuole confutare né commentare le prescrizioni previste alla luce di ogni scuola giuridica, ma solo cercare di aprire una finestra su quelle che mi sembrano "preoccupazioni" del fratello Yusuf.

Sicuramente, ci sono state osservazioni frettolose e frasi poco precise da parte di altri fratelli, su questo non inalberiamoci troppo, perché mi sembra che ognuno di noi abbia il suo modo di esprimersi, chi più attento e chi più impulsivo. Non è facile per tutti spiegarsi bene scrivendo, perciò ogni tanto, cerchiamo di andare un po' oltre le parole e preghiamo Allah swt di non farci cadere in nessun errore.

Cerchiamo di stare tranquilli: ciò che è permesso, non è obbligatorio. Perciò il fatto che sia permesso (tra l'altro a certe condizioni: per esempio solo il padre o il nonno possono sposare "senza consenso", e non vi devono essere "conflitti" o appunto "inimicizie" tra loro e la figlia/nipote), non significa che questa sia una modalità obbligatoria, né necessariamente la migliore.
Inoltre, non vi è alcun dubbio che tale modalità comunque non sia prevista per negare tout court dei diritti, ma se posso permettermi una riflessione, molto probabilmente perché si intende che in alcuni casi, il padre o il nonno, che hanno a cuore solo il bene della ragazza (infatti in una prima battuta, non devono avere inimicizia con lei..sebbene poi la loro autorevolezza rimane indiscussa comunque) e hanno più esperienza di lei, hanno l'autorità per indirizzarla verso un matrimonio i cui benefici forse lei non è in grado di valutare.

Fratello Yusuf, sembra che tu ti stia arrabbiando un po' con il fratello Umar per qualcosa che non dipende da lui, mi pare che lui abbia esposto ciò che ha trovato e citato le fonti.
Se invece ti senti contrariato per questa possibilità di "matrimonio forzato", cerca di capire meglio tutti gli aspetti, e ricorda sempre che nell'Islam tutto va visto e considerato nella cornice complessiva della religione.
Questa discussione mi fa pensare al fatto che l'essere umano è comunque imperfetto, e la stessa legge islamica, che proviene da Colui che è Unico nella Sua perfezione, si adatta alle nostre imperfezioni.
Dico questo perché penso a quanto sia importante, per una donna e per un uomo (ma forse la donna ha anche bisogno di maggiori tutele in questo caso) trovare un compagno giusto e buono, secondo l'Islam. E a quanto sia importante, anche, non aspettare troppo a trovarlo, e se si trova quello "giusto", quanto sia utile non perdere l'occasione! Per non parlare della grande responsabilità che i genitori, soprattutto il padre, hanno in tutta questa faccenda.
E insieme, penso a quanto possa essere difficile per una ragazza molto giovane, avere la capacità e maturità per valutare tutti questi aspetti e per andare oltre le proprie emozioni del momento.
Le norme, cercano di coprire tutte queste nostre imperfezioni, in un modo che non porti a continue discussioni e disastri...

Io penso sempre, quando nell'Islam viene stabilita perentoriamente una autorità (cioè qualcuno viene investito di una decisione finale indiscutibile), è proprio per non creare conflitti infiniti, disordini e confusione, nelle famiglie e nelle società. Ma si arriva a questo, quando le strade del consenso e della condivisione sono fallite (e sono state provate). Questo è quello che ho sempre in mente, quando leggo le regole della vita coniugale, per esempio.
Non è che il rapporto tra marito e moglie è: uno ordina, l'altra obbedisce. Questo si esplica in maniera forte, quando qualcosa non torna, quando il dialogo non funziona, quando uno dei due è poco disponibile. Per evitare il dissesto, si impone una autorità.
D'altronde questa è la funzione della legge: nei suoi assoluti, serve quando tutto il resto è venuto meno.

Aastaghfirullah se mi sono persa in qualcosa che non mi compete.
Solo, mi preme che vi sia PACE tra noi sorelle e fratelli.
Amin.

Aysha
Top
Profilo Invia messaggio privato
Abd ar-Rashid
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/11/09 20:49
Messaggi: 202

MessaggioInviato: Ven Ago 06, 2010 4:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

che spettacolo......................
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 15/09/08 07:36
Messaggi: 1091
Residenza: Bologna, Taranto

MessaggioInviato: Ven Ago 06, 2010 5:35 pm    Oggetto: Re: Pace! Rispondi citando

Aysha Afzaal ha scritto:

Fratello Yusuf, sembra che tu ti stia arrabbiando un po' con il fratello Umar per qualcosa che non dipende da lui, mi pare che lui abbia esposto ciò che ha trovato e citato le fonti.
Se invece ti senti contrariato per questa possibilità di "matrimonio forzato", cerca di capire meglio tutti gli aspetti, e ricorda sempre che nell'Islam tutto va visto e considerato nella cornice complessiva della religione.


Cara sorella, ti ringrazio per l'intervento conciliatorio e saggio, ma devo chiarire qualcosa su questo paragrafo che ho citato.
Se io mi sto arrabbiando non è affatto per la questione in oggetto, che non mi fa' caldo né freddo, ma perché: 1 è stata trattata in modo superficiale una cosa delicata, che se fraintesa può dare argomenti ai nostri detrattori o incomprensioni dalle gravi conseguenze per altri musulmani; 2 la cosa più importante, sono stato aggredito ed umiliato pubblicamente sulla base di supposizioni e preconcetti sulle mie intenzioni e la mia buona fede e questo non è ammissibile.

Mi spiace che proprio dopo una magistrale spiegazione di come noi musulmani abbiamo tutto il diritto di giudicare gli aspetti esteriori per quello che sono, ma non possiamo giudicare l'interiorità, sia stato fatto nei miei confronti l'opposto.

Ripubblico il mio messaggio iniziale accusato di relativismo e di esprimere antipatia verso questa regola islamica (astaghfiruLlah, mai e poi mai vorrei permettermi!):

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
'Umar Andrea Aurangzeb ha scritto:
Per quanto riguarda i matrimoni "forzati", hanno ragione sia Jahanzaib e 'Omar, che al ghuraba.

Com'è possibile?
Semplice: nel madhhab Hanafi ciò non è permesso nè valido, mentre nel madhhab Maliki (e mi pare anche Shafi`i) c'è una posizione per cui, con alcune condizioni, un matrimonio contratto dal wali senza il consenso della figlia è comunque valido.

al ghuraba segue il madhhab Maliki, Jahanzaib (se non sbaglio) il madhhab Hanafi, per cui hanno entrambi ragione. :-)


Mi associo con preoccupazione e fermezza alla richiesta di Jahanzaib di riferimenti espliciti a questa affermazione. Non mi permetto di negarla, ma dal momento che nessuno di noi qui ha una formazione di fiqh rilevante, tantomeno nel dettaglio del diritto maliki, e vista la enorme delicatezza della questione chiedo delle fonti per il bene di tutti, specialmente di chi legge.

Chiedo anche: siamo sicuri che ciò che è eventualmente permesso secondo alcuni ′Ulema Maliki sia il forzare una figlia a sposare qualcuno, dunque darla in sposa a qualcuno anche davanti ad un suo esplicito diniego, e non il semplice darla in sposa senza l'enunciazione da parte sua di un parere affermativo? C'è una differenza abissale tra queste due cose, attenzione.


Sono l'unico a vedere in questo messaggio una semplice richiesta di chiarimenti e fonti senza alcun relativismo o preconcetto sulla questione? Non è chiarissimo che la mia preoccupazione fosse semplicemente che una cosa così seria e delicata rimanesse esposta in modo oscuro lasciando aperti pericolosi dubbi e spunti per attaccarci?

A riprova di questo nel messaggio originario è stato scritto che nel diritto Maliki il Wali può effettuare il matrimonio senza il consenso della ragazza, mentre più avanti consultando le fonti si è chiarito che questo vale solo nel caso della figlia, mentre la questione che sollevavo sulla differenza tra l'assenza di consenso (o silenzio assenso se vogliamo) e la presenza di un diniego e/o di un promesso sposo sgradito resta insoluta.
Mentre per il diritto Shafi`i in base alle fonti è stato assodato che la presenza di un'antipatia verso il promesso sposo rende invalido il matrimonio, dunque un'altra cosa che era poco chiara e ora alhamduliLlah sta venendo chiarita.
Attendo con ansia la risposta qualificata del Mufti.

Chiedo scusa alla sorella zahra per aver occupato questa pagina per parlare d'altro e in questo modo scorretto, continuo ad auspicare che tutta questa trafila sia cancellata e messa una pietra sopra per sempre insha'Allah. Ormai la questione speriamo sia chiarita nella pagina del Servizio Fatwa insha'Allah.

_________________
((Poi, quando verrà il grande cataclisma,
il Giorno in cui l'uomo ricorderà in cosa si è impegnato,
e apparirà la Fornace per chi potrà vederla,
colui che si sarà ribellato,
e avrà preferito la vita terrena,
avrà invero la Fornace per rifugio.
E colui che avrà paventato di comparire davanti al suo Signore e avrà preservato l'animo suo dalle passioni,
avrà invero il Giardino per rifugio.))
79:34-41
Top
Profilo Invia messaggio privato AIM Yahoo MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Ven Ago 06, 2010 7:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Nonostante la tua propensione a vedere ovunque ingiurie, umiliazioni, offese, insulti e cose "gravissime", ho già precisato chiaramente che l'"accusa" di "relativismo" non era da me riferita a questa questione nella Shari`ah, ma al considerare questo forum uno spazio legittimo di studio o meno; perciò rileggi il mio messaggio e smettila di ritenerti accusato di "eterodossia" e di pretendere dichiariazioni ufficiali di scuse per "offese" che non hanno mai avuto luogo.

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
A riprova di questo nel messaggio originario è stato scritto che nel diritto Maliki il Wali può effettuare il matrimonio senza il consenso della ragazza, mentre più avanti consultando le fonti si è chiarito che questo vale solo nel caso della figlia


E di che altro stavamo parlando, della cugina?

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
mentre la questione che sollevavo sulla differenza tra l'assenza di consenso (o silenzio assenso se vogliamo) e la presenza di un diniego e/o di un promesso sposo sgradito resta insoluta.


Mi risulta il contrario, a leggere con attenzione quanto riportato.

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Mentre per il diritto Shafi`i in base alle fonti è stato assodato che la presenza di un'antipatia verso il promesso sposo rende invalido il matrimonio, dunque un'altra cosa che era poco chiara e ora alhamduliLlah sta venendo chiarita.


Ora "enmity" diventa "antipatia", e soprattutto, come se ciò non fosse esplicitamente definito come qualcosa di diverso dal "rifiuto", come si può vedere chiaramente nelle citazioni precedenti.

Nonostante tu continui a manipolare i riferimenti che ho portato, cercando in qualsiasi modo di trovare conferma alle tue nozioni pre-esistenti, non ho alcuna intenzione di starti a seguire in questo assoluto spreco di tempo.

Ritengo di aver chiarito a sufficienza la questione ed è di pubblica lettura a chiunque voglia farsi un'idea sulla questione.

Per il resto, credo sia proprio meglio se non ti rispondo.

Pensa quello che vuoi, hai iniziato tutto tu e stai facendo tutto tu, spero solo che un giorno tu possa finalmente imparare a tenere una discussione in maniera decente.

Wassalam.

(Discussione separata dal thread originario, e chiusa in attesa della risposta di Mufti Moosa).

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Sab Set 25, 2010 2:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ecco la fatwa di Mufti Ismail Moosa:

Ismail Moosa ha scritto:
Wa’alaykum as Salām wa raḥmatullāhi wa barakātuhu,

According to Ḥanafies, any wali can (forcefully) marry off an immature girl, irrespective whether she is a virgin or not.

According to Mālikies, only the father has the ability of forcefully marrying his virgin daughter even if she is mature. I have cited below at least five reference from Māliki books.
(The full details on the types of walies and their respective authorities are mentioned in the last reference of this fatwā).

According to Shāfies, the father or grandfather can marry the virgin daughter forcefully even if she is mature.
(The conditions of forced marriages according to Shāfies are mentioned in detail in the last reference of this fatwā)

According to Ḥambalies, there are two views: one in conformity with the Ḥanafies and one which suggests that only the father has the right of ‘ijbār’ (forcefully marrying)

وذكر الكرخي أن الاخ والجد يشتركان في الولاية عندهما، وعند أبي حنيفة يقدم الجد كما هو الخلاف في الميراث، والاصح أن الجد أولى بالتزويج اتفاقا، وأما الاخ لام فليس منهم. ثم ابن الاخ الشقيق ثم ابن الاخ لاب ثم العم الشقيق ثم لاب ثم ابن العم الشقيق ثم ابن العم لاب ثم أعمام الاب كذلك الشقيق ثم لاب ثم أبناء عم الاب الشقيق ثم أبناؤه لاب ثم عم الجد الشقيق ثم عم الجد لاب ثم أبناء عم الجد الشقيق ثم أبناؤه لاب وإن سفلوا. كل هؤلاء تثبت لهم ولاية الاجبار على البنت والذكر في حال صغرهما وحال كبرهما إذا جنا. (البحر الرائق - (3 / 210)

الرابع في الأولياء تثبت الولاية بأسباب أربعة بالقرابة والولاء والإمامة والملك كذا في البحر الرائق وأقرب الأولياء إلى المرأة الابن ثم ابن الابن وإن سفل ثم الأب ثم الجد أبو الأب وإن علا كذا في المحيط فإذا كان للمجنونة أب وابن أو جد وابن فالولاية للابن عندهما وعند محمد رحمه الله تعالى للأب كذا في السراج الوهاج والأفضل أن يأمر الأب الابن بالنكاح حتى يجوز بلا خلاف كذا في شرح الطحاوي ثم الأخ لأب وأم ثم الأخ لأب ثم ابن الأخ لأب وأم ثم ابن الأخ لأب وإن سفلوا ثم العم لأب وأم ثم العم لأب ثم ابن العم لأب وأم ثم ابن العم لأب وإن سفلوا ثم عم الأب لأب وأم ثم عم الأب لأب ثم بنوهما على هذا الترتيب ثم عم الجد لأب وأم ثم عم الجد لأب ثم بنوهما على هذا الترتيب ثم رجل هو أبعد العصبات إلى المرأة وهو ابن عم بعيد كذا في التتارخانية وكل هؤلاء لهم ولاية الإجبار على البنت والذكر في حال صغرهما وحال كبرهما إذا جنا كذا في البحر الرائق (الفتاوى الهندية - ط. دار الفكر - (1 / 283)

قال في الفتح بعد أن ذكر العصبات وكل هؤلاء يثبت لهم ولاية الإجبار على البنت والذكر في حال صغرهما أو كبرهما إذا جنا مثلا غلام بلغ عاقلا ثم جن فزوجه أبوه وهو رجل جاز إذا كان مطبقا فإذا أفاق فلا خيار له وإن زوجه أخوه فأفاق فله الخيار اه (رد المحتار - ط. بابي الحلبي - (3 / 69)

ولا يجبر ولي بالغة على النكاح بل يجبر الصغيرة عندنا ولو ثيبا لأن ولاية الإجبار ثابتة على الصغيرة دون البالغة ولو بكرا وعند الشافعي ثابتة على البكر ولو بالغة دون الثيب ولو صغيرة ثم عندنا كل ولي فله ولاية الإجبار (مجمع الأنهر في شرح ملتقى الأبحر- (1 / 490)

فصل: وللاب والجد تزويج البكر بغير رضاها، صغيرة كانت أو كبيرة.وبه قال مالك في الاب.وهو أشهر الروايتين عن أحمد والجد.
وقال أبو حنيفة: تزويج البكر البالغة العاقلة بغير رضاها لا يجوز لاحد بحال. وقال مالك وأحمد في إحدى الروايتين: لا يثبت للجد ولاية الاجبار. ولا يجوز لغير الاب تزويج الصغيرة حتى تبلغ وتأذن. وقال أبو حنيفة: يجوز لسائر العصبات تزويجها، غير أنه لا يلزم العقد في حقها. فيثبت لها الخيار إذا بلغت. وقال أبو يوسف: يلزمها عقدهم. (جواهر العقود - (2 / 13)

قوله: (عدم العداوة) أي الظاهرة قوله: (في ولاية الاجبار) أي في النكاح قوله: (عدمها هنا) أي عدم العداوة الظاهرة في ولاية المال (حواشي الشرواني والعبادي - (5 / 178)

قوله: (أقوى لثبوتها الخ) قد يقال إذا أثرت العداوة الظاهرة في الاقوى فلان تؤثر في الاضعف بالاولى وقد يجاب بأن عدم العداوة الظاهرة شرط لتحقق ولاية الاجبار لا أن العداوة مانع وبينهما فرق دقيق هو بالامل حقيق فليتأمل وليحرر اه. (حواشي الشرواني والعبادي - (7 / 286)

لأول الأبوة وهي أقوى الأسباب لكمال الشفقة فللأب والجد أي لكل منهما حيث لا يكون عدوا ظاهرا تزويج البكر بمهر مثلها من نقد البلد من كفء لها موسر بالمهر مطلقا أي سواء أكانت صغيرة أم كبيرة بغير إذنها لخبر الدارقطني الثيب أحق بنفسها من وليها والبكر يزوجها أبوها ورواية مسلم والبكر يستأمرها أبوها حملت على الندب ولأنها لم تمارس الرجال بالوطء فهي شديدة الحياء أما إذا كان بينه وبينها عداوة ظاهرة فليس له تزويجها إلا بإذنها بخلاف غير الظاهرة لأن الولي يحتاط لموليته لخوف العار ولغيره وعليه يحمل إطلاق الماوردي والروياني الجواز قال الشيخ ولي الدين العراقي وينبغي أن يعتبر في الإجبار أيضا انتفاء العداوة بينها وبين الزوج انتهى (أسنى المطالب في شرح روض الطالب - (3 / 126)

وللأب إجبار البكر وإن بلغت، والثيب الصغيرة وفي العانس قولان، ولا تمنعه الثيوبة بسقطة أو زنا (إرشاد السالك - (1 / 107)

فصل
(فيمن له الإجبار ) من الأولياء ( وما يتعلق به ) كمنعه من الضرر واستحباب إذن البكر ذات الأب وإنكاح غير الأب وكون الصمت في البكر إذناً ونحو ذلك .ولما كان الأب لا يجبر في القليل من الصور قدم الكلام عليه ليتفرغ لصور الجبر فقال :ثُيُوبَةُ النِّكاحِ وَالْمِلْكِ مَعَا لِلأبِ الإحْبَارُ بِهَا قَدْ مُنِعَا ( ثيوبة ) مبتدأ ( النكاح ) مضاف إليه ( والملك ) معطوف على النكاح أي وثيوبة الملك ( معا ) حال ( للأب ) يتعلق بمنع آخر البيت ( الإجبار ) مبتدأ ثان ( بها ) يتعلق به والباء سببية أو بمعنى مع وضميره للثيوبة ( قد ) للتحقيق ( منعا ) بالبناء للمفعول خبر المبتدأ الثاني والثاني وخبره خبر الأول والرابط الهاء في بها والنائب في منع ضمير الإجبار ، والمعنى أن الأب الحر قد منع إجباره في بنته الحرة البالغة الثيبة بنكاح صحيح أو فاسد كما سيصرح به في قوله : وكالصحيح ما بعقد فاسد الخ (البهجة في شرح التحفة - (1 / 409)

اللخمي الإجبار يختص بالإباء وبمن أقامه الأب مقامه في حياته أو بعد وفاته إذا عين الأب الزوج الذي يزوج ابنته منه فأما إذا لم يعين الأب فالمعروف من قول مالك أن للمقام إجبارها وإنكاحها ممن يراه حسن نظر لها قبل البلوغ وبعده والأحسن قول عبد الوهاب أنه لا يجبرها ( وإلا فخلاف ) اللخمي ليس للأوصياء إذا لم يجعل لهم الإجبار ولا للأولياء أن يزوجوا الإناث إلا بعد البلوغ والاستئذان (التاج والإكليل - (3 / 428)

والولاية ولايتان خاصة وعامة فالخاصة في أربعة أوجه نسب أو خلافة نسب أو ولاء أو سلطان فأما ولاية النسب فمستحقة بالتعصيب لا مدخل فيها لذوي الأرحام الذين لا تعصيب لهم كالأخ للأم والخال وغيرهما ثم ما يملك بهما نوعان إجبار وإنكاح بإذن فأما الإجبار فلا يملكه إلا الأب وحده على صغار بناته وأبكار بوالغهن على ما قدمناه والسيد في أمته. وأما الإنكاح بالاستئذان فيستوي الأب وسائر الأولياء وترتيب العصابات فيه بحسب قوة تعصيبهم فأولاهم البنون ثم بنوهم وإن سفلوا ثم الأب ثم الأخوة للأب والأم ثم للأب ثم بنو الأخوة للأب والأم ثم بنو الأخوة للأب ثم الأجداد للأب وإن علوا ثم العمومة على ترتيب الأخوة ثم بنوهم على ترتيب بني الأخوة وإن سفلوا ثم الموالى ثم السلطان. (التلقين - (1 / 113)

وللأب إنكاح" أي جبر "ابنته البكر" على النكاح ممن شاء بما شاء ولو كان أقل من صداق المثل فله أن يزوجها بربع دينار وإن كان صداق مثلها ألفا ولا كلام لها ولا لغيرها "بغير إذنها وإن بلغت" ولو عانسا وهي التي طال مكثها في بيت أهلها بعد بلوغها واختلف في حد التعنيس فقيل ثلاثون سنة وقيل أربعون وقيل غير ذلك "وإن شاء شاورها" التخيير من غير أرجحية على حسب ظاهره والذي في الجواهر وغيرها يستحب له استئذانها "وأما غير الأب في البكر وصي أو غيره فلا يزوجها حتى تبلغ وتأذن وإذنها صماتها" قال في المدونة لا تزوج اليتيمة التي يولى عليها حتى تبلغ وتأذن قال ابن ناجي إلا أن يكون نص الأب في الوصية على الإجبار فينزل منزلته ونص في المختصر على أن الوصي ووصيه ينزل منزلة الأب في الإجبار بشرطين على سبيل البدل أحدهما أن يعين له الزوج والآخر أن يأمره الأب بإجبار وهذا الثاني نص عليه الشيخ بعد قوله ولا يزوج الصغيرة إلا أن يأمره الأب بإنكاحها (الثمر الداني - (1 / 438)

المسألة الرابعة: البكر التي لها تسع سنين فأزيد إلى ما قبل البلوغ له تزويجها بغير إذنها على الصحيح من المذهب وعليه جماهير الأصحاب وقطع به الخرقي والمصنف في العمدة وصاحب الوجيز وغيرهم.وقدمه في المغني والشرح وقالا هذا المشهور. وقدمه أيضا في النظم والرعايتين والحاوي الصغير والفروع والفائق وغيرهم. وعنه لا يجوز تزويج ابنة تسع سنين إلا بإذنها. قال الشريف أبو جعفر هو المنصوص عن الإمام أحمد رحمه الله. قال الزركشي وهي أظهر. وأطلقهما في الهداية والمذهب والمستوعب والخلاصة والمحرر والقواعد الأصولية وغيرهم. واختار أبو بكر والشيخ تقي الدين رحمهما الله عدم إجبار بنت تسع سنين بكرا كانت أو ثيبا. قال في رواية عبد الله إذا بلغت الجارية تسع سنين فلا يزوجها أبوها ولا غيره إلا بإذنها. قال بعض المتأخرين من الأصحاب وهو الأقوى. المسألة الخامسة: البكر البالغة له إجبارها أيضا على الصحيح من المذهب مطلقا وهو ظاهر ما قدمه المصنف هنا حيث قال وبناته الأبكار. وعليه جماهير الأصحاب منهم الخرقي والقاضي وابنه أبو الحسين وأبو الخطاب في خلافه والشريف وبن البنا والمصنف والشارح وغيرهم. وصححه في المذهب والخلاصة وجزم به في العمدة والوجيز. قال في الإفصاح هذا أظهر الروايتين. وقدمه في الهداية والمستوعب والبلغة والنظم والرعايتين والحاوي الصغير والفائق والفروع.
وقال وتجبر عند الأكثر بكر بالغة. وعنه لا يجبرها اختاره أبو بكر والشيخ تقي الدين رحمه الله. قال في الفائق وهو الأصح. قال الزركشي هي أظهر. وقدمه بن رزين في شرحه وأطلقهما في المحرر والشرح. (الإنصاف - (8 / 42)

(الموسوعة الفقهية الكويتية - (41 / 259)
النوع الأول - ولاية الإجبار :
81 - اتفق الفقهاء على إثبات ولاية الإجبار لبعض الأولياء على بعض المولى عليهم ، ولهم في ذلك تفصيل .
82 - قال الحنفية : ولاية الحتم والإيجاب والاستبداد " الإجبار " تكون للولي ، وهو عندهم العصبة مطلقا ، فله إنكاح الصغير والصغيرة ، والمجنون والمجنونة لقوله صلى الله عليه وسلم : النكاح إلى العصبات " ، والبالغات خرجن بحديث عائشة رضي الله عنها قالت : " قلت : يا رسول الله يستأمر النساء في أبضاعهن ؟ قال : نعم ، قلت : فإن البكر تستأمر فتستحي فتسكت . قال : سكاتها إذنها " وبخروج البالغات بقي الصغار ، ولحديث عائشة : " أن النبي صلى الله عليه وسلم تزوجها وهي بنت ست سنين ، وبنى بها وهي بنت تسع سنين ".
وشرط ثبوت هذه الولاية عندهم كون المولى عليه صغيرا أو صغيرة ، أو مجنونا كبيرا أو مجنونة كبيرة ، سواء كانت الصغيرة بكرا أو ثيبا ، فلا تثبت هذه الولاية على البالغ العاقل ولا على البالغة العاقلة ..............
..............
- وقال المالكية : الولي المجبر أحد الثلاثة :
أ - الأب فله الجبر ، ولو بدون صداق المثل ، ولو لأقل حال منها ، أو لقبيح منظر لثلاث من بناته :

الأولى : البكر ولو عانسا طالت إقامتها عند أبيها وعرفت مصالح نفسها قبل الزواج . وجبر البكر ولو عانسا هو المشهور في المذهب ، خلافا لابن وهب حيث قال : للأب جبر البكر ما لم تكن عانسا ، لأنها لما عنست صارت كالثيب .
ومنشأ الخلاف هل العلة في الجبر البكارة أو الجهل بمصالح النساء ، فالمشهور ناظر للأول ، وابن وهب ناظر للثاني .
واستثنى المالكية من جبر البكر من رشدها الأب ، أي جعلها رشيدة أو أطلق الحجر عنها لما قام بها من حسن التصرف ، وهذه البكر المستثناة من الجبر لا بد من إذنها في النكاح بالقول .
كما استثنوا من أقامت سنة فأكثر ببيت زوجها بعد أن دخل بها ثم تأيمت وهي بكر فلا جبر عليها تنزيلا لإقامتها ببيت الزوج سنة منزلة الثيوبة .

الثانية : الثيب التي لم تبلغ وتأيمت بعد أن أزال الزوج بكارتها ، فللأب جبرها لصغرها إذ لا عبرة بثيوبتها في هذه الحالة ، والثيب التي بلغت وزالت بكارتها بزنا ولو تكرر متى زال الحياء عن وجهها أو ولدت من الزنا فللأب جبرها ، ولا حق لولادتها من الزنا ، والثيب التي زالت بكارتها بعارض كوثبة أو ضربة أو نحو ذلك ، فللأب جبرها ولو عانسا .
أما من زالت بكارتها بنكاح فاسد ولو

مجمعا على فساده فليس للأب جبرها إن درئ الحد لشبهة ، وإلا فله جبرها .

الثالثة : المجنونة البالغة الثيب للأب جبرها لعدم تمييزها ، ولا كلام لولدها معه إن كان لها ولد رشيد ، إلا من تفيق أحيانا فتنتظر إفاقتها لتستأذن ولا تجبر .
ومحل جبر الأب في الثلاث إذا لم يلزم على تزويج أي منهن ضرر عادة ، كتزويجها من خصي أو ذي عاهة - كجنون ونحوه - مما يرد به الزوج شرعا ، وإلا فلا جبر .
ب - وصي الأب عند عدم الأب فله الجبر فيما للأب جبر فيه ، ومحله إن عين له الأب الزوج ، وبذل مهر المثل ، ولم يكن فاسقا ، بخلاف الأب فله جبرها مطلقا ولو بدون مهر المثل ، وللوصي الجبر كذلك إن أمره الأب به ولو ضمنا ، أو أمره بالنكاح ولم يعين له الزوج ولا الإجبار ، بأن قال له : زوجها ، أو زوجها ممن أحببت أو لمن ترضاه ، وهذا هو الراجح ، وقالوا : الراجح الجبر إن ذكر البضع أو النكاح أو التزويج بأن قال له الأب : أنت وصيي على بضع بناتي ، أو على نكاح بناتي ، أو على تزويجهن ، أو وصيي على بنتي تزوجها ، أو تزوجها ممن أحببت ، وإن لم يذكر شيء من الثلاثة فالراجح عدم الجبر ، كما إذا قال : وصيي على بناتي ، أو على بعض بناتي ، أو على بنتي فلانة ، وأما لو قال : وصيي فقط فلا جبر اتفاقا .
والوصي في الثيب البالغة إذا أمره الأب بتزويجها كأب ، مرتبته بعد الابن ، ولا جبر ، فإن زوجها مع وجود الابن جاز على الابن ، وإن زوجها الأخ برضاها جاز على الوصي ، لصحة عقد الأبعد مع وجود الأقرب ، والجواز بمعنى المضي بعد الوقوع ، وإلا فالابن مقدم على الوصي ، وهذا مقدم على الأخ . هذا عن الولي المجبر للأنثى ، أما الولي المجبر للذكر فقالوا : يجبر أب ووصي وحاكم لا غيرهم ذكرا مجنونا مطبقا وصغيرا لمصلحة اقتضت تزويجهما ، بأن خيف الزنا أو الضرر على المجنون فتحفظه الزوجة ، ومصلحة الصبي تزويجه من غنية أو شريفة أو ابنة عم أو لمن تحفظ ماله ، ولا جبر للحاكم إلا عند عدم الأب والوصي ، إلا إذا بلغ عاقلا أي رشد ثم جن فالكلام للحاكم .
ج - المالك لأمة أو عبد ، له جبرهما على النكاح ، ولو كان المالك أنثى فلها ال

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Sab Set 25, 2010 5:26 pm, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Sab Set 25, 2010 5:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

subbhanallah,nero su bianco,subbhanallah,ecco cosa vuol dire aver 3ILM!!!che invidia!!!

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.071