Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

I paradisi di Luca Abdullah

 
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Accettare l'Islam; percorsi e problemi di fede
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Lug 09, 2020 11:12 pm    Oggetto: Ads

Top
ÚÇÆÔÉ
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 16/03/08 13:00
Messaggi: 282
Residenza: varese

MessaggioInviato: Mer Nov 11, 2009 5:47 pm    Oggetto: I paradisi di Luca Abdullah Rispondi citando

I paradisi di Luca Abdullah
Storia di una conversione: da Cristo a Maometto
L’UNIONE SARDA


Professore di latino e greco nei licei classici, Luca de Martini ha deciso di allungare il suo nome un giorno qualunque di sei anni fa. Si è convertito all’islam valutando in meditata solitudine tutte le conseguenze del caso. Adesso si chiama anche Abdullah (che vuol dire servitore di Dio) e Nur (che vuol dire luce). È già andato in pellegrinaggio alla Mecca. Si propone di essere un musulmano «coerente e rigoroso, onesto e retto».

Significa fondamentalista?
«Sì, se il termine non avesse un’accezione offensiva. Dunque non mi dichiaro fondamentalista».

Integralista è meglio?
«Neppure. Sa di esasperato rigore e il mio islam non è affatto così. Non amo gli eccessi, non rifiuto il progresso, prendo dalla cultura e dalla tecnologia degli altri quello che ritengo buono».
Cagliaritano, figlio unico di un insegnante, trentacinque anni, esperto di linguistica sarda, Luca dice di non vestire «sempre di nero». Lo puntualizza perché all’appuntamento per l’intervista si presenta con un copricapo nero, un lunghissimo camicione nero, pantaloni neri, stivali neri, folta barba da frate cappuccino (o da imam, se preferite). Laureato in Lettere antiche, specializzato in Russia, è sposato «con una cittadina straniera» ed è padre d’una bimba di un anno.
Qual è la strada che un borghese occidentale deve battere per arrivare all’islam? La curiosità altrui lo lascia indifferente e se accetta di spiegare su un giornale come la pensa è solo perché «in giro c’è troppa confusione, qualche volta troppa malafede». E precisa meglio: «Storicamente, per un milanese è straniero anche un napoletano, figuriamoci un pakistano o un senegalese».
Non vuole e non intende rappresentare una religione ma semplicemente offrire una storia personale, la storia di un ragazzo che perde pian piano i legami col cattolicesimo ed entra in un’altra dimensione. Dove sostiene di aver trovato finalmente serenità e coerenza, soprattutto. «Non ho mai capito come si possa dire d’essere cattolici ma non praticanti. Che senso ha?». La regola della fedeltà all’idea non prevede sconti nemmeno per lui. Tantomeno dubbi. «Il dubbio è la radice della miscredenza».
Il professor de Martini è un giovane asciutto, d’una certa eleganza fisica, chiude e spalanca mani bianchissime per sottolineare i concetti importanti. Sospetta diffidenza (ma non lo rivela), si prepara a domande provocatorie mantenendo una calma assoluta salvo, ogni tanto, un leggero tremolìo degli occhi e il discorso che si fa d’un tratto spezzato. Il suo cammino religioso è simile a quello di Cat Stevens, popstar degli anni ‘70 ma con una differenza-chiave: «Non ho avuto maestri. Sono un autodidatta. Ho semplicemente studiato, studiato, studiato».
Prega cinque volte al giorno, nei limiti del possibile cura l’alimentazione evitando il maiale, alcolici e comunque la carne di animali che non siano stati macellati secondo il precetto musulmano. Racconta che i genitori hanno seguito questa sua lenta trasformazione con un misto d’attesa e perplessità. Se la madre lo invita a cena si salva in corner con menu di compromesso: pizza, pasta, verdura, pesce. Del mondo di ieri, quello dell’adolescenza e di una verdissima gioventù, non rimpiange niente. «Non ho nostalgia di quello che sono stato».

Quanto pesa il passato cattolico?
«Sono stato battezzato, ho fatto Prima comunione e Cresima. Durante la visita di leva ho scoperto che lo Stato italiano mi considera cattolico per il solo fatto d’essere stato battezzato. Singolare, no? Nessuno me lo aveva chiesto. In ogni caso, sbattezzarmi non mi interessa».

Cosa non le piace del cattolicesimo?
«Il discorso sarebbe lungo. In sintesi, non condivido il modo di essere della Chiesa di Roma e la teologia. Una dottrina che non fa per me».

Le è rimasto un amico cattolico?
«Non vedo più quelli che frequentavo un tempo. Comunque sì, ho conoscenti cattolici».

Amici o conoscenti?
«Conoscenti».

Com’è avvenuta la conversione?
«Leggendo sull’islam. Pensi che la Shahada, la formula di adesione alla fede, l’ho fatta in assoluta solitudine. Senza maestri, senza suggeritori. Credo di essere stato l’unico sardo presente alla Mecca tre anni fa».

C’è stato un episodio folgorante?
«Direi di no. Non sono un fanatico: sono approdato all’islam dopo aver riflettuto con me stesso. C’è tuttavia una vicenda che mi ha colpito: mi trovavo in Russia per ragioni di studio quando le armate di Putin hanno decimato il popolo ceceno. Un genocidio».

Che bisogno aveva di cambiare nome?
«Non l’ho cambiato. Ho soltanto aggiunto Abdullah Nur al mio, che resta tale e quale all’anagrafe. È un modo per rafforzare la fratellanza islamica. Fermo restando che ogni musulmano deve rispettare le leggi dello Stato che lo ospita, a patto che non violino i principi fondamentali della fede».

C’è una corrente religiosa nella quale si riconosce?
«Quella della tradizione. Seguo le regole delle prime tre generazioni di musulmani».

E da lì non si sposta.
«Da lì non mi sposto, anche perché non posso dire sempre e comunque quello che penso».

Chi glielo vieta?
«Ho il dovere di proteggere la mia famiglia. Se dico di essere un musulmano moderato sono considerato soltanto un bugiardo. Se mi dichiaro più combattivo, allora vengo etichettato come estremista. Le parole hanno un peso, l’interpretazione delle parole un altro: questa è l’Italia».

Nel liceo dove insegna ha avuto problemi?
«No, mai. Mai nessun problema coi colleghi, credo abbiano considerazione di me. Passo per un docente serio ed esigente».

E con gli alunni?
«Neppure. A fine lezione è capitato qualcuno che mi abbia chiesto di sapere di più. Ma l’insegnamento, per quel che mi riguarda, è un pubblico servizio. Quando sono in cattedra non rappresento alcun partito e nessuna fede».

Sarà felice il ministro Gelmini.
«La scelta religiosa è privata, intima. Non può in alcun modo sfiorare le materie che insegno».

D’accordo ma se una sua allieva mettesse il burka?
«Non avrei niente da dire. Così come non ho niente da dire quando arrivano in audacissime minigonne. Non mi pare ci siano imposizioni precise per l’abbigliamento in classe. Difatti mi lascia perplesso l’atteggiamento di quei colleghi, soprattutto colleghe, che pretendono di spiegare alle alunne come devono venire vestite a scuola».

Secondo i suoi principi, le donne dovrebbero portare addirittura i guanti.
«Non è un obbligo. Certo, se una donna ha mani bellissime coprirle può servire ad allontanare l’attenzione morbosa di un uomo. Intendiamoci, le migliori musulmane sono quelle coperte ma non è detto che quelle coperte siano poi le musulmane migliori. Mi sono spiegato?»

Dev’essere dura per uno come lei vivere nel Paese delle veline.
«Misuro il progresso e la civiltà di una nazione dalla Scuola e dalla Sanità, che devono essere servizi rigorosamente pubblici, assolutamente efficienti e indiscutibilmente aperti a tutti, non solo ai ricchi. L’Italia non mi entusiasma ma è un Paese migliore di tanti altri».

Vota?
«Non sempre. Quando mi è capitato di farlo, ho scelto liste indipendentiste antiglobalizzazione. È il sistema centralista e accentratore che non funziona, paghiamo ancora a carissimo prezzo il modello sociale imposto da quel carnefice che si chiama Napoleone Bonaparte».

Se sua figlia dovesse innamorarsi di un ragazzo d’altra religione?
«Per noi la famiglia è molto, molto importante. Avere una buona educazione islamica significa capire e far capire che uomini e donne hanno ruoli diversi e uguale dignità».

Va bene, ma se sua figlia…
«Vorrebbe dire che sta tradendo i principi e che io non sono stato in grado di darle una buona educazione».

E in conclusione?
«In conclusione non darei il mio assenso».

Se invece tutto questo lo facesse un figlio maschio?
«A un maschio è consentito a patto che si congiunga con una ragazza di fede monoteista. In ogni caso, si tratterebbe della scelta peggiore».

Però è tollerata.
«Sì».

Sbagliano gli intellettuali che vi accusano di vivere in culture arcaiche?
«Quanto più il progresso scientifico avanza tanto più si rafforza l’islam. Nell’Occidente c’è scontro tra fede e scienza, da noi no. Nel Corano è stato scritto 1.400 anni fa che inizialmente l’universo era una nebulosa di massa gassosa. Figuriamoci se il progresso può preoccuparci».

Relativista o assolutista?
«Relativista nello studio delle civiltà, assolutista sul fronte della fede. Gliel’ho detto: il dubbio è la radice della miscredenza».

Se sua moglie la tradisse…
«Il musulmano distingue tra fornicazione e adulterio…».

La domanda è un’altra.
«L’adulterio è un peccato grave, molto grave».

Che prevede la lapidazione.
L’islam è un sistema di vita onnicomprensivo. Ha regole chiare su economia, diritto matrimoniale, alimentazione…».

La domanda: favorevole o contrario alla lapidazione?
«Non sono un giurista, quindi non so se una condanna come questa possa essere commutata in altro».

D’accordo ma se sua moglie…
«Ho aderito alla legge islamica e ne osservo i precetti».

Le punizioni sono autentica ferocia.
«Non sono d’accordo con questa valutazione».

La proposta di legge contro l’omofobia: che ne pensa?
«L’Occidente considerava l’omosessualità una malattia fino a poco tempo fa, ora non più. L’islam condanna i rapporti sodomitici e quelli anali in assoluto, cioè anche fra uomo e donna. Non conosco nei dettagli la proposta di legge bocciata in Parlamento ma, in linea di massima, siamo per il dialogo».

L’omosessualità però resta una malattia.
«Per noi non c’è dubbio. Siete voi che avete cambiato idea».

La comunità ebraica lamenta intolleranza.
«Noi abbiamo rispetto per la cultura e per la religione ebraica. Non ne abbiamo per personaggi come Riccardo Pacifici, rabbino di Roma, sionista che incita all’odio. Pacifici dovrebbe almeno cambiare cognome».

Sbagliano o no a dire d’essere perseguitati?
«Perseguitati gli ebrei in Italia? Oggi il clima non è facile in questo Paese. Il musulmano è identificato come immigrato pericoloso. Se viene arrestato uno di noi i giornali precisano subito la religione: musulmano; se arrestano un rumeno non precisano che è di fede cristiano ortodossa. Come mai? Vogliamo chiarire questo aspetto una volta per tutte?»

Chiariamolo.
«Un buon musulmano non commette reati. Deve comportarsi da onesto cittadino e in cambio chiede libertà d’abbigliamento, appositi luoghi di culto, cimiteri, mense nelle scuole e nelle prigioni. A Cagliari nel camposanto di San Michele c’è giusto un’aiuola con un cartello che dice acattolici . Vi sembra rispettoso?»

C’è qualcosa dell’islam che non le va a genio?
«No, altrimenti torniamo al discorso del sono cattolico ma non praticante. Un buon musulmano deve seguire la legge islamica e non dubitare, mai».

Altrimenti è un traditore.
«Altrimenti viola le sacre leggi del Profeta».



MACHALLAH....ALLAHU AKBAR

_________________
“La ilaha illa Allah, Muhammad rasoulu Allah (salla allahu 3alaihi wa sallama)”

“Non esiste vero dio se non Dio (Allah), e Mohammed è il messaggero (Profeta) di Dio.”
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 15/09/08 07:36
Messaggi: 1091
Residenza: Bologna, Taranto

MessaggioInviato: Mer Nov 11, 2009 7:31 pm    Oggetto: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Talib ha scritto:
La classe dei sardi.... :P


Il sardo intervistato ne ha tanta, quello intervistatore direi che dovrebbe procurarsene un po'.

_________________
((Poi, quando verrà il grande cataclisma,
il Giorno in cui l'uomo ricorderà in cosa si è impegnato,
e apparirà la Fornace per chi potrà vederla,
colui che si sarà ribellato,
e avrà preferito la vita terrena,
avrà invero la Fornace per rifugio.
E colui che avrà paventato di comparire davanti al suo Signore e avrà preservato l'animo suo dalle passioni,
avrà invero il Giardino per rifugio.))
79:34-41
Top
Profilo Invia messaggio privato AIM Yahoo MSN
ÚÇÆÔÉ
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 16/03/08 13:00
Messaggi: 282
Residenza: varese

MessaggioInviato: Mer Nov 11, 2009 8:57 pm    Oggetto: Re: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Talib ha scritto:
La classe dei sardi.... :P


Il sardo intervistato ne ha tanta, quello intervistatore direi che dovrebbe procurarsene un po'.



:>

_________________
“La ilaha illa Allah, Muhammad rasoulu Allah (salla allahu 3alaihi wa sallama)”

“Non esiste vero dio se non Dio (Allah), e Mohammed è il messaggero (Profeta) di Dio.”
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amatullah Maria
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/07/08 06:48
Messaggi: 1108
Residenza: bologna / modena

MessaggioInviato: Mer Nov 11, 2009 11:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mach'Allah, che fratello....... :- ) sono fiera di lui.......

Un buon musulmano deve seguire la legge islamica e non dubitare, mai

questa m'è piaciuta un sacco.....


L'ultima modifica di Amatullah Maria il Gio Nov 12, 2009 12:26 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
NADIA R.
Disattivato
Disattivato


Registrato: 19/01/09 15:51
Messaggi: 799

MessaggioInviato: Gio Nov 12, 2009 12:19 am    Oggetto: Rispondi citando

E' un onore questo fratello per i musulmani......

che dio lo benedica
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Youssefpaolo
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 13/03/09 22:40
Messaggi: 544

MessaggioInviato: Gio Nov 12, 2009 11:17 am    Oggetto: Rispondi citando

(... - Post eliminato dall'amministrazione)
Top
Profilo Invia messaggio privato
'Omar
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/09/08 19:19
Messaggi: 94
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Gio Nov 12, 2009 12:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
(... - Post eliminato dall'amministrazione)


Puoi dire ciò soltanto nella convinzione che ciò che seguiamo sia frutto dell'uomo, e ciò è pericoloso per te fratello...

Rigettando con forza la tua posizione, non posso comunque fare a meno di essere dispiaciuto per alcune cose dette dal fratello Abdullah.

In particolare, riguardo l'omosessualità, non capisco perchè parlare di malattia quando tutto ciò che deve interessarci è ciò che ci viene ordinato da Allah.
Anche sul piano più pratico, immaginate solo quanti e quali danni una tale posizione possa portare a chi, musulmano, provi tali pulsioni.

wa Allahu Alam
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amatullah Maria
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/07/08 06:48
Messaggi: 1108
Residenza: bologna / modena

MessaggioInviato: Gio Nov 12, 2009 2:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
(... - Post eliminato dall'amministrazione)


Credo che tu abbia detto tutto da solo. Addio.

Chi crede che la Shari'a è una legge umana NON é UN MUSULMANO! e con questo credo di aver concluso con te. Come vedi, non ti dovevo alcuna scusa...... già dall'altra volta ti avevo inquadrato chiaramente.

e Basta.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Gio Nov 12, 2009 3:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

Calmiamoci tutti, Youssef Paolo se vuoi lasciare il forum fallo definitivamente.
Senza aggiungere altro insha'Allah se non una spiegazione in caso di fraintendimento.

Salam

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Amatullah Maria
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/07/08 06:48
Messaggi: 1108
Residenza: bologna / modena

MessaggioInviato: Gio Nov 12, 2009 4:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Io sono un essere umano… sbaglio, perdo la pazienza….

Perdo la pazienza con chi dice giallo e invece fa verde…… e lo fa con cognizione di fatto!

Ogni volta che leggo un post di Youssef, mi sembra di vedere con gli occhi la scena del Profeta sAaws e....... (per rispetto della famiglia del Profeta saaws)

Tu Youssef, sei un arrogante…. Dici di aver accettato l’Islam, ma poi affermi che la Shari’a è una legge umana….. dici di amare il prossimo, ma poi tieni a precisare ogni volta quanto tu sia superiore di nascita e cultura…. “noi occidentali”…. “sei in Italia, parla italiano ( e non arabo che è la lingua del Nobile Corano)” ….. “abbiamo una maggiore civilizzazione”…. Sei solo un ipocrita!

Ahò…. Ma se sei tanto superiore, che ci stai a fare qua tra i poveri mortali?.... vai. Và…. Vai tra i tuoi simili….. tu e la tua limitata e cieca logica umana…..

Ma come fa un occhio che ha visto la Luce a riportarsi al buio per la sola paura e l’orgoglio di dover ammettere “io ho sbagliato”?????
Come fai??? Me lo puoi spiegare? Mi spieghi come ti sia impossibile abbandonare la convinzione che tu sia migliore perché sei nato in un punto dell’universo anzicchè in un altro?????? E accettare che la tua vita non sarebbe niente se quelle persone che consideri tanto inferiori non avessero portato, con il permesso di Allah, fino alla tua porta un po’ del bagliore di quella Luce e non t’avessero spiegato quanto caldo sia l’abbraccio di chi ti ha creato dal fango???

Come non puoi non vedere in tutto questo una prova che Allah SwT ti mette davanti per farti vedere fino a che punto la nafs può spingerci fuori dalla Via????

Non lo so… forse io me la prendo tanto per niente, perché dopotutto ognuno di noi risponde da solo davanti a Lui… fatto stà che arrivati a questo punto io la pazienza l'ho persa e non ho problemi ad ammettere ciò che è evidente.


L'ultima modifica di Amatullah Maria il Dom Nov 15, 2009 8:02 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
MusliMind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/11/08 00:37
Messaggi: 452

MessaggioInviato: Gio Nov 12, 2009 4:53 pm    Oggetto: Rispondi citando

maria ha scritto:
Io sono un essere umano… sbaglio, perdo la pazienza….

Perdo la pazienza con chi dice giallo e invece fa verde…… e lo fa con cognizione di fatto!

Ogni volta che leggo un post di Youssef, mi sembra di vedere con gli occhi la scena del Profeta sAaws e....... (per rispetto della famiglia del Profeta saaws)

Tu Youssef, sei un arrogante…. Dici di aver accettato l’Islam, ma poi affermi che la Shari’a è una legge umana….. dici di amare il prossimo, ma poi tieni a precisare ogni volta quanto tu sia superiore di nascita e cultura…. “noi occidentali”…. “sei in Italia, parla italiano ( e non arabo che è la lingua del Nobile Corano)” ….. “abbiamo una maggiore civilizzazione”…. Sei solo un ipocrita!

Ahò…. Ma se sei tanto superiore, che ci stai a fare qua tra i poveri mortali?.... vai. Và…. Vai tra i tuoi simili….. tu e la tua limitata e cieca logica umana…..

Ma come fa un occhio che ha visto la Luce a riportarsi al buio per la sola paura e l’orgoglio di dover ammettere “io ho sbagliato”?????
Come fai??? Me lo puoi spiegare? Mi spieghi come ti sia impossibile abbandonare la convinzione che tu sia migliore perché sei nato in un punto dell’universo anzicchè in un altro?????? E accettare che la tua vita non sarebbe niente se quelle persone che consideri tanto inferiori non avessero portato, con il permesso di Allah, fino alla tua porta un po’ del bagliore di quella Luce e non t’avessero spiegato quanto caldo sia l’abbraccio di chi ti ha creato dal fango???

Come non puoi non vedere in tutto questo una prova che Allah SwT ti mette davanti per farti vedere fino a che punto la nafs può spingerci fuori dalla Via????

Non lo so… forse io me la prendo tanto per niente, perché dopotutto ognuno di noi risponde da solo davanti a Lui… fatto stà che arrivati a questo punto io la pazienza l'ho persa e non ho problemi ad ammettere ciò che è evidente.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________
Abu Hurayra (Allah si compiaccia di lui) ha detto: Ho sentito il Messaggero di Allah (sallAllahu alayhi wa sallam) dire:

"Evitate ciò che vi ho proibito e fate ciò che vi ho ordinato, come meglio potete. In verità, quanti vi hanno preceduto si sono perduti proprio per le loro troppe domande e per i loro disaccordi con i loro Profeti."
(Riferito da al-Bukhari e Muslim)


L'ultima modifica di MusliMind il Lun Nov 16, 2009 1:13 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 15/09/08 07:36
Messaggi: 1091
Residenza: Bologna, Taranto

MessaggioInviato: Gio Nov 12, 2009 5:36 pm    Oggetto: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

AsSalaamu °aleikum ua rahmatuLlahi ua barakatuh,

per piacere si provveda subito a fare piazza pulita così come richiesto da Youssef inshaAllah.

Questo spazio è troppo nobile per essere infangato così ed il nostro tempo troppo prezioso per essere perduto dietro questi ipocriti piagnistei.

Tra l'altro a questo punto avrei diritto anche io a sentirmi in grave difficoltà in una pagina in cui si offende con arroganza ed alterigia un caro fratello, Luca °AbduLlah, che non può che essere lodato per quelle parole.

Questa fitna ha creato già fin troppi danni.

FINALMENTE!

_________________
((Poi, quando verrà il grande cataclisma,
il Giorno in cui l'uomo ricorderà in cosa si è impegnato,
e apparirà la Fornace per chi potrà vederla,
colui che si sarà ribellato,
e avrà preferito la vita terrena,
avrà invero la Fornace per rifugio.
E colui che avrà paventato di comparire davanti al suo Signore e avrà preservato l'animo suo dalle passioni,
avrà invero il Giardino per rifugio.))
79:34-41
Top
Profilo Invia messaggio privato AIM Yahoo MSN
ÚÇÆÔÉ
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 16/03/08 13:00
Messaggi: 282
Residenza: varese

MessaggioInviato: Gio Nov 12, 2009 7:40 pm    Oggetto: Re: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
AsSalaamu °aleikum ua rahmatuLlahi ua barakatuh,

per piacere si provveda subito a fare piazza pulita così come richiesto da Youssef inshaAllah.

Questo spazio è troppo nobile per essere infangato così ed il nostro tempo troppo prezioso per essere perduto dietro questi ipocriti piagnistei.

Tra l'altro a questo punto avrei diritto anche io a sentirmi in grave difficoltà in una pagina in cui si offende con arroganza ed alterigia un caro fratello, Luca °AbduLlah, che non può che essere lodato per quelle parole.

Questa fitna ha creato già fin troppi danni.

FINALMENTE!


concordo con il fratello.

_________________
“La ilaha illa Allah, Muhammad rasoulu Allah (salla allahu 3alaihi wa sallama)”

“Non esiste vero dio se non Dio (Allah), e Mohammed è il messaggero (Profeta) di Dio.”
Top
Profilo Invia messaggio privato
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Ven Nov 13, 2009 3:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ho provveduto al ban.
Salam

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
3mm3
Bannato
Bannato


Registrato: 02/11/09 18:47
Messaggi: 27

MessaggioInviato: Ven Nov 13, 2009 6:40 pm    Oggetto: Re: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

(... - Post eliminato dall'amministrazione)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ayesha
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 20/08/09 17:36
Messaggi: 296

MessaggioInviato: Ven Nov 13, 2009 7:00 pm    Oggetto: Re: I paradisi di Luca Abdullah Rispondi citando

ÚÇÆÔÉ ha scritto:
I paradisi di Luca Abdullah
Storia di una conversione: da Cristo a Maometto
L’UNIONE SARDA

......

La domanda: favorevole o contrario alla lapidazione?
«Non sono un giurista, quindi non so se una condanna come questa possa essere commutata in altro».

D’accordo ma se sua moglie…
«Ho aderito alla legge islamica e ne osservo i precetti».

......

Altrimenti è un traditore.
«Altrimenti viola le sacre leggi del Profeta».


Mashallah! Però avrei preferito forse che precisasse che in mancanza di uno stato islamocratico non si può applicare la shari'a, altrimenti davvero siamo sempre da capo a 12.. perchè non so quanti (a parte noi) capiranno la frase: un musulmano non commette reati
e che le sacre leggi...non sono quelle del Profeta (sallallahu alayhi wa sallam) ...
a parte queste due piccole cose che tenevo giusto dire concordo con tutto il resto ed applaudo anche io il fratello!

Wa s-salam
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 15/09/08 07:36
Messaggi: 1091
Residenza: Bologna, Taranto

MessaggioInviato: Ven Nov 13, 2009 7:14 pm    Oggetto: Re: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

3mm3 ha scritto:
Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
AsSalaamu °aleikum ua rahmatuLlahi ua barakatuh,

per piacere si provveda subito a fare piazza pulita così come richiesto da Youssef inshaAllah.

Questo spazio è troppo nobile per essere infangato così ed il nostro tempo troppo prezioso per essere perduto dietro questi ipocriti piagnistei.

Tra l'altro a questo punto avrei diritto anche io a sentirmi in grave difficoltà in una pagina in cui si offende con arroganza ed alterigia un caro fratello, Luca °AbduLlah, che non può che essere lodato per quelle parole.

Questa fitna ha creato già fin troppi danni.

FINALMENTE!


(... - Post eliminato dall'amministrazione)


Non capisco bene cosa lei non capisca, in ogni modo chi non è d'accordo con la lapidazione semplicemente non è musulmano, dunque la questione è assai semplice grazie a Dio.

Mi chiedo se lei si riferisca ad una punizione per la "donna che ha tradito il marito" rendendosi conto del fatto che la lapidazione (che leggiamo benissimo senza quel maiuscolo urlato) è una pena per l'uomo come per la donna; se avesse dubbio in proposito significa che non sa minimamente di cosa parla e dunque urge informarsi prima di esprimersi su cose così delicate!

Saprà anche che la lapidazione prescritta nel Corano e nella Sunna è una nobile legge che anziché spargere sangue - come banalmente si potrebbe pensare - salva tante vite e soprattutto ha tutelato tante società dalla perversione e dall'immoralità, risparmiando a tanti di nascere figli senza padre, risparmiando a tante donne o uomini di morire massacrati da chi avevano tradito, e ad altrettanti di avere la vita distrutta dal tradimento della persona di cui si fidavano.

Il buonismo su questa questione è quanto di più ipocrita ed inopportuno possibile, poiché laddove non sussiste questa nobile legge, il cui scopo è quasi esclusivamente deterrente e quasi mai applicabile come la storia stessa dimostra, ogni anno muoiono a migliaia nei cosiddetti "delitti passionali".

Prima di scandalizzarsi, poi, bisogna sapere in quali casi e con quali procedure sia possibile comminare questa pena. Confido che quando si informerà, se avrà l'umiltà di informarsi inshaAllah, scoprirà che mai quanto in questo caso la Misericordia prevalga sulla Giustizia.

Le offro dunque una articolata discussione con tutti i riferimenti necessari:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



P.S.: Mi dispiaccio e mi rendo conto che in assenza di una traduzione in italiano di questi importanti testi sia difficile comprendere qualcosa, ma bisogna fare uno sforzo di pazienza per poter arrivare alla verità.

_________________
((Poi, quando verrà il grande cataclisma,
il Giorno in cui l'uomo ricorderà in cosa si è impegnato,
e apparirà la Fornace per chi potrà vederla,
colui che si sarà ribellato,
e avrà preferito la vita terrena,
avrà invero la Fornace per rifugio.
E colui che avrà paventato di comparire davanti al suo Signore e avrà preservato l'animo suo dalle passioni,
avrà invero il Giardino per rifugio.))
79:34-41
Top
Profilo Invia messaggio privato AIM Yahoo MSN
3mm3
Bannato
Bannato


Registrato: 02/11/09 18:47
Messaggi: 27

MessaggioInviato: Mer Nov 18, 2009 1:55 pm    Oggetto: Re: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:


Non capisco bene cosa lei non capisca, in ogni modo chi non è d'accordo con la lapidazione semplicemente non è musulmano, dunque la questione è assai semplice grazie a Dio.


(... - Post eliminato dall'amministrazione)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ayesha
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 20/08/09 17:36
Messaggi: 296

MessaggioInviato: Mer Nov 18, 2009 2:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

3mm3

non credo che nessuno di noi fosse presente al fatto ed in ogni caso a nessuno di noi spetta giudicare.
Credo invece che sia indubbio che ognuno di noi riprovi l'adulterio, non la lapidazione. Cioè, quello che a noi non verrebbe mai in mente di fare, sarebbe l'adulterio.
Chi commette adulterio accertato, secondo la legge sacra, in vigore di stato islamocratico è punibile secondo le leggi e mi sembra giusto, a te no? se sei in un posto, non ne osservi le leggi?

wa Allahu ahlam
Top
Profilo Invia messaggio privato
'Omar
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/09/08 19:19
Messaggi: 94
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Nov 18, 2009 2:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

Questo argomento è già stato affrontato.

Basti dire che la sharia si applica negli stati islamici, quindi non usciamocene con le solite cavolate che troviamo in TV.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amatullah Maria
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/07/08 06:48
Messaggi: 1108
Residenza: bologna / modena

MessaggioInviato: Mer Nov 18, 2009 2:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

L'argomento "lapidazione" è stato affrontato più volte nel nostro forum. Quindi pregherei gli utenti di usare il tasto "Cerca" e di evitare di aprire thread o dilungare discussioni i cui argomenti sono già stati trattati.

Grazie.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
AsSiqilli
Bannato
Bannato


Registrato: 04/06/09 22:24
Messaggi: 97

MessaggioInviato: Mer Nov 18, 2009 6:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Talib ha scritto:
La classe dei sardi.... :P

Domenico Camedda di Cabras detto 'Pilloni', probabilmente è stato l'ultimo suonatore di pippaiolu (o sulitu) e tamburinu, immortalato dal celebre scrittore e musicologo Gavino Gabriel in una registrazione del 1954:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Vedi il filmato per intero:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Iubelo
Disattivato
Disattivato


Registrato: 24/12/08 23:19
Messaggi: 246

MessaggioInviato: Mer Nov 18, 2009 10:44 pm    Oggetto: Re: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:




Non capisco bene cosa lei non capisca, in ogni modo chi non è d'accordo con la lapidazione semplicemente non è musulmano, dunque la questione è assai semplice grazie a Dio.


Di questo non ero a conoscenza!Io credevo che bastasse credere nei 5 pilastri dell'Islam e nei 6 articoli di fede.....
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amatullah Maria
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/07/08 06:48
Messaggi: 1108
Residenza: bologna / modena

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 12:07 am    Oggetto: Re: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Iubelo ha scritto:
Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:




Non capisco bene cosa lei non capisca, in ogni modo chi non è d'accordo con la lapidazione semplicemente non è musulmano, dunque la questione è assai semplice grazie a Dio.


Di questo non ero a conoscenza!Io credevo che bastasse credere nei 5 pilastri dell'Islam e nei 6 articoli di fede.....


Si, anche. Ma per essere un musulmano bisogna accettare ciò che è scritto interamente nel Corano come parola di Dio. E dal Corano viene la shari'a, e la lapidazione è una pena prevista dalla shari'a, quindi, non si può essere musulmani ma non credere nella validità della shari'a!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 12:10 am    Oggetto: Rispondi citando

maria ha scritto:
L'argomento "lapidazione" è stato affrontato più volte nel nostro forum. Quindi pregherei gli utenti di usare il tasto "Cerca" e di evitare di aprire thread o dilungare discussioni i cui argomenti sono già stati trattati.

Grazie.

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Ali Brandon
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/02/08 14:31
Messaggi: 382
Residenza: Napoli

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 9:30 am    Oggetto: Re: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

maria ha scritto:
non si può essere musulmani ma non credere nella validità della shari'a!


Assalamu alaykum wa rahmatuLah wa barakatu

mmm, di questo non ne sarei così sicuro, sorella...Non credere nella validità di certi aspetti della Shari'a ( o anche nella Shari'a nella Sua interezza) è certamente un peccato gravissimo, ma non so fino a che punto ciò può escluderti dal considerarti "musulmano" (beninteso se si crede "almeno" nella Unicità di Allah SWT e nella missione profetica di Muhammad saws). In queste cose ci andrei cauti...
salam

Ps: nella tua risposta non mi "cazziare" troppo...he he

_________________
Oltre la Verità cosa c' è, se non l' errore?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
mario
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 31/12/07 18:18
Messaggi: 87

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 9:52 am    Oggetto: Rispondi citando

.....


L'ultima modifica di mario il Gio Nov 19, 2009 11:15 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
AbdalKhaliq
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/01/09 15:33
Messaggi: 435

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 10:03 am    Oggetto: Rispondi citando

Volevo intervenire sull'argomento principale di discussione, ovvero l'intervista di fratello Luca Abdullah.

Ho visto apprezzamenti su questa intervista, che francamente non posso condividere.
Intendiamoci: ritengo che il fratello Luca Abdullah probabilmente abbia risposto al meglio alle domande poste, ma allo stesso tempo ritengo queste interviste altro non siano che delle trappole in cui è molto facile cadere. D'altra parte, cos'è meglio? Non rispondere affatto lasciando la parola solo a chi ci da' contro? Rispondere raccontando frottole che piacciano alla gente media? Rispondere correttamente e lasciare che l'intervistatore manipoli quanto diciamo?
Io non lo so, non ho risposte. E Allah sa meglio.

In ogni caso, tornando all'intervista, mi metto nei panni del lettore medio che ha appena spento la tv dove passa il Grande Fratello, e quello che ne emerge è questo:

- Per un musulmano, meglio non avere amici di altre religioni. Anche i vecchi amici, che diventino semplici conoscenti
- Un musulmano è autorizzato a violare le leggi statali
- Meglio se le donne indossino i guanti
- Una figlia non è libera di sposare chi vuole
- In fin dei conti, non mi spiacerebbe se anche in Italia ci fosse la pena di morte per l'adulterio
- Gli omosessuali sono malati

Insomma, il fratello Abdullah ha fatto il possibile, ma c'è ancora troppa malizia in chi fa le domande e in chi legge il risultato.

_________________
Uno solo io cerco
Top
Profilo Invia messaggio privato
stefra
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/04/09 18:10
Messaggi: 577

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 11:22 am    Oggetto: Rispondi citando

AbdalKhaliq ha scritto:
...

In ogni caso, tornando all'intervista, mi metto nei panni del lettore medio che ha appena spento la tv dove passa il Grande Fratello, e quello che ne emerge è questo:

- Per un musulmano, meglio non avere amici di altre religioni. Anche i vecchi amici, che diventino semplici conoscenti
- Un musulmano è autorizzato a violare le leggi statali
- Meglio se le donne indossino i guanti
- Una figlia non è libera di sposare chi vuole
- In fin dei conti, non mi spiacerebbe se anche in Italia ci fosse la pena di morte per l'adulterio
- Gli omosessuali sono malati

Insomma, il fratello Abdullah ha fatto il possibile, ma c'è ancora troppa malizia in chi fa le domande e in chi legge il risultato.


Gentile AbdalKhaliq, non immagini neppure quanto c'è di vero nelle parole che hai riportato. Non sai quanti mi hanno chiamato dicendomi che "i miei amici musulmani" avevano detto e mi hanno riportato esattamente le tue parole.
Hai voglia allora a cercare di spiegare.
Oramai purtroppo ho terra bruciata intorno. Il formalismo e la paura dettata dall'ignoranza è troppo forte. Cominciano a guardarmi con sospetto.
I media hanno potere, troppo potere nell'informazione e troppo pochi, in Italia, vanno su internet per informarsi. Internet è visto solo per il gossip e scaricare l'ultimo album di turi ferro.
L'intervistatore è stato furbo e Abdullah è caduto esattamente nel tranello che gli è stato teso.

Ma dobbiamo confidare nella giustizia di Dio.

Mario ha scritto:

Poi per quanto riguarda l alapidazione sfido chiunque a scoprire la propia moglie a tradirlo e a non avee reazioni violente


Questa non è giustizia, è vendetta.
Un profeta ha detto: "Chi è senza peccato scagli la prima pietra".
Tu, Mario, sei senza peccato?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 06/01/08 15:49
Messaggi: 85

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 11:28 am    Oggetto: Re: I paradisi di Luca Abdullah Rispondi citando

ÚÇÆÔÉ ha scritto:
I paradisi di Luca Abdullah
Storia di una conversione: da Cristo a Maometto
L’UNIONE SARDA


C’è una corrente religiosa nella quale si riconosce?
«Quella della tradizione. Seguo le regole delle prime tre generazioni di musulmani».


MACHALLAH....ALLAHU AKBAR


Pace,
ma sono l'unico che ha notato questa risposta?
Forse spiega alcune cose non tutte per carità ma almeno certe posizioni che sembrano troppo dure.
Poi sicuramente c'è la malizia di chi intervista...ma ad esempio secondo le quattro scuole canoniche abbiamo tutti la certezza che l'omosessualità sia una malattia o piuttosto una trasgressione rispetto alla nostra natura originaria?
Questo giusto per farvi un esempio di quanto in una risposta possa essere influenzata dalla metodologia salafi di interpretazione dell'Islam.
E Dio ne sa di più.
Pace a tutti
Top
Profilo Invia messaggio privato
Iubelo
Disattivato
Disattivato


Registrato: 24/12/08 23:19
Messaggi: 246

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 11:54 am    Oggetto: Rispondi citando

In ogni caso,c'è da puntualizzare una cosa(e lo dico con sincerità):se credere nella lapidazione è una conditio sine qua non per essere Mussulmano,come scritto più sopra,molta gente interessata all'Islam,ci penserebbe sopra non una,ma mille volte,prima di convertirsi(me in primis!).
Top
Profilo Invia messaggio privato
'Omar
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/09/08 19:19
Messaggi: 94
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 12:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

stefra ha scritto:


Questa non è giustizia, è vendetta.
Un profeta ha detto: "Chi è senza peccato scagli la prima pietra".
Tu, Mario, sei senza peccato?


Quanta verità in queste parole...
E' proprio per questo che la sharia è una legge applicabile dallo stato e non da singoli individui. Come detto altrove da altri, è il modo per bloccare le faide al nascere.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ali Brandon
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/02/08 14:31
Messaggi: 382
Residenza: Napoli

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 12:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

assalamu alaykum wa rahmatuLah wa barakatu

Se considerassimo la conversione alla stregua della scelta di, che so, un' automobile potresti anche avere ragione.
Fortunatamente non è cosi.
E chi pensasse alla propria conversione cento, mille volte e poi non si convertisse per l' avversione nei confronti di un precetto dimostrerebbe di non aver capito nulla della Religione.

salam.

_________________
Oltre la Verità cosa c' è, se non l' errore?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Ali Brandon
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/02/08 14:31
Messaggi: 382
Residenza: Napoli

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 12:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ovviamente il mio msg era per Iubelo...dimenticato di quotare...che sbadato...

salam

_________________
Oltre la Verità cosa c' è, se non l' errore?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Iubelo
Disattivato
Disattivato


Registrato: 24/12/08 23:19
Messaggi: 246

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 12:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

Se uno pensa mille volte alla conversione,vuol dire che considera anche mille aspetti della religione,non credi?E,siccome questo è un'aspetto niente affatto trascurabile,è ovvio che uno abbia dei dubbi e delle cautele.Ma non capisco perchè dici che una persona che si sofferma sulla lapidazione,non ha capito niente della religione.....
Top
Profilo Invia messaggio privato
'Omar
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/09/08 19:19
Messaggi: 94
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 12:25 pm    Oggetto: Re: I paradisi di Luca Abdullah Rispondi citando

zoltran ha scritto:

Pace,
ma sono l'unico che ha notato questa risposta?
Forse spiega alcune cose non tutte per carità ma almeno certe posizioni che sembrano troppo dure.
Poi sicuramente c'è la malizia di chi intervista...ma ad esempio secondo le quattro scuole canoniche abbiamo tutti la certezza che l'omosessualità sia una malattia o piuttosto una trasgressione rispetto alla nostra natura originaria?
Questo giusto per farvi un esempio di quanto in una risposta possa essere influenzata dalla metodologia salafi di interpretazione dell'Islam.
E Dio ne sa di più.
Pace a tutti


Guarda,
sono il primo a trovare spiacevoli certe risposte del fratello.

D'altronde sono anche il primo ad avere dubbi su quanto detto altrove sull'intercessione, sulle ragioni apportate alla liceità del mawlid (e di certe sue forme), su certe pratiche che suonano strane alla mia coscienza. Che Allah mi conceda la forza di approfondire i miei studi.

Come vedi avere posizioni "non ortodosse" in relazione a quella di questo forum non vuol dire aver buttato il cervello ed essere integralisti, oltranzisti, etc. Non usiamo le tattiche della politica per cortesia.


L'ultima modifica di 'Omar il Gio Nov 19, 2009 12:45 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Iubelo
Disattivato
Disattivato


Registrato: 24/12/08 23:19
Messaggi: 246

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 12:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il discorso che faccio io(e preciso che non sono Mussulmano)è un altro:l'Islam ha sicuramente aspetti molto attraenti,come l'idea di Tawhid e il rifiuto di ogni tipo di Shirk,per esempio.Ma onestamente,non riesco a capire fino a che punto gli episodi della vita di Muhammad siano vincolanti per la teologia odierna;era pur sempre un essere umano,e gli umani NON sono perfetti,quindi possono compiere errori!Anche a lui sarà capitato di essere qualche volta di cattivo umore,e altre volte invece di buon umore.E quindi,nel dato giorno e di fronte alla data circostanza,si sarebbe comportato diversamente,a seconda anche di come si sentiva.La lapidazione,di cui non si trova traccia nel Corano(a parte il racconto che fece Aysha sulla capra che mangiò proprio il foglio dove era prescritta)era un precetto ebraico,che nemmeno gli Ebrei applicavano più,e che Muhammad aveva appreso da loro.Io voglio essere sincero e non offensivo:con queste basi,non riesco a vedere la lapidazione come legge divina,ma solo come una cosa che Muhammad ha praticato(ma ha anche evitato di praticare);quindi,siccome non ritengo NESSUN essere umano perfetto ed infallibile,non la accetterò mai.
Top
Profilo Invia messaggio privato
'Omar
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/09/08 19:19
Messaggi: 94
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 12:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

Iubelo ha scritto:
Se uno pensa mille volte alla conversione,vuol dire che considera anche mille aspetti della religione,non credi?E,siccome questo è un'aspetto niente affatto trascurabile,è ovvio che uno abbia dei dubbi e delle cautele.Ma non capisco perchè dici che una persona che si sofferma sulla lapidazione,non ha capito niente della religione.....


Perchè guardare alle finestre o ai soprammobili di una casa è meno razionale che guardare innanzitutto alle fondamenta.
Perchè se compri una macchina guardi innanzitutto alla stabilità, qualità e praticità della stessa e non al fatto che sia di questo o quel colore, Roland Garros o D&G (spero!!!).

Ma casa e macchina prima o poi le abbandoni, la religione è una scelta ben più importante.

Vedo che la discussione è andata avanti: Iubelo, Muhammad (sallallahu aleihi wa sallam) era sì un uomo, ma investito di rivelazione divina. Il Quran stesso ci dice di affidarci a lui e questo non può essere messo in discussione per un musulmano.
E' altresì comprensibile che per molti sia duro lasciare da parte tutte le conoscenze ed esperienze che dicono "questo è giusto, questo è sbagliato". Che Allah possa illuminare la loro via.

wa Allahu Alam


L'ultima modifica di 'Omar il Gio Nov 19, 2009 12:57 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
mario
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 31/12/07 18:18
Messaggi: 87

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 12:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

[quote="stefraQuesta non è giustizia, è vendetta.
Un profeta ha detto: "Chi è senza peccato scagli la prima pietra".
Tu, Mario, sei senza peccato?[/quote]
Allora perchè siamo tutti peccatori facciamo in modo che rimangono impuniti aqnche ladri, stupratori , assassini , pedofili ecc...
Per quanto mi riguarda il tradimento di una donna è cosa gravissima quanto i peccati appena nominati.
Poi sulla maniera di punire colei che si è macchiata di questo peccato è tutto un'altro discorso , oggi giorno la lapidazione forse è fuori luogo ma neanche è giusto che rimanga impunita.

Poi comunque se credevo che quello scritto sui vangeli canonici erano la verità assoluta non mi trovavo in questo forum.
Secondo dai diciamocela tutta la Santa Inquisizione non ci andava leggera con le punizioni , abbiamo dovuto aspettare l'arrivo dell'illuminismo e della presa di roma da parte dei massoni per mettere fine a tutto ciò.


L'ultima modifica di mario il Gio Nov 19, 2009 1:08 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
AsSiqilli
Bannato
Bannato


Registrato: 04/06/09 22:24
Messaggi: 97

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 1:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

Senza addentrarmi troppo nella specificificità dei contenuti. Dalle parole del fratello ‘Abdullah Nûr as-Sardânî è vero, come qualcuno ha fatto notare, che sia possibile evincere una certa durezza, e opinare un enfasi troppo rigorosa su alcune espressioni forti; ma traspare altresì anche dell'ironia, e bisogna saper leggere anche tra le righe, e a prescindere dagli stereotipi e luoghi comuni, saper rintracciare le moticazioni profonde e sottese di tali affermazioni, perchè esse appaiono senz'altro valide, allorquando non risultino fondate. Molto pertinenti a me paiono tutto sommato le risposte, e non di certo arbitrarie come qualcuno mi sembrava dicesse.


L'ultima modifica di AsSiqilli il Gio Nov 19, 2009 1:21 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
AbdalKhaliq
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/01/09 15:33
Messaggi: 435

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 1:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

Talib ha scritto:

Un musulmano è autorizzato a violare le leggi statali
Falsissimo, ça va sans dire.


Ehm, ni.
Luca Abdullah dice una cosa giusta, ovvero Fermo restando che ogni musulmano deve rispettare le leggi dello Stato che lo ospita, a patto che non violino i principi fondamentali della fede

Io, ad esempio, violerei tranquillamente le leggi statali, se queste mi imponessero di non eseguire la salat.
In un ipotetico caso del genere, seguendo la mia indole che è inevitabilmente non violenta, penso che violerei la legge e ne pagherei la punizione prevista (multa? carcere? quel che sarà, sperando non ce ne sia mai la necessità), fermo restando che sarebbero tranquillamente autorizzate in un caso del genere misure violente.

Il problema è che nel lettore medio, con poca conoscenza dell'Islam, questo "i principi fondamentali della fede" diventa burka, sottomissione della donna (qualunque cosa voglia dire), lapidazione per l'adulterio, ecc...

Citazione:
Meglio se le donne indossino i guanti
Si, è meglio.


Luca Abdullah ha fatto il possibile per spiegare al meglio il concetto. Ma temo non traspaia come deve dall'intervista.

Citazione:
Una figlia non è libera di sposare chi vuole
Per la Shari'ah, è così.


Vero, sta di fatto che, se mai io avrò una figlia, quello che lei sceglierà come marito sarà anche la mia scelta, chiunque esso sia.

Citazione:
In fin dei conti, non mi spiacerebbe se anche in Italia ci fosse la pena di morte per l'adulterio
Sicuramente il messaggio è stato presentato in modo pessimo, ma se esso vuol dire che l'osservanza integrale della Shari'ah è auspicabile per ogni paese musulmano, questo è vero. E se un domani anche l'Italia divenisse un paese a maggioranza di popolazione musulmana, quest'osservanza integrale sarebbe auspicabile anche per essa.


Io ritengo auspicabile che ci sia, ma che di fatto non sia mai applicata e ad essa sia sempre preferito il perdono. Magari anche a livello legale con una bella moratoria. Sono sempre profondamente contrario alla pena di morte, per qualsiasi reato.
(Peraltro, ma è obbligatoria proprio la lapidazione o "solo" la pena di morte?)

Grazie,

AbdalKhaliq

_________________
Uno solo io cerco
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ayesha
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 20/08/09 17:36
Messaggi: 296

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 1:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

Assalamu alay-kum

my two cents. L'ignoranza è l'unico male. Quando leggevo articoli del genere, (che, se lo vogliamo dire, sono applaudibili dal punto di vista islamico, ma uno spunto fantastico per i giornalisti che approfittano di queste parole, come tutti i detrattori dell'islam, per poi tirarne fuori un quadro completamente diverso) mi sono sempre domandata da dove arrivasse tanta fierezza nel reiterare concetti che a me, italiana occidentale e cieca sembravano abominevoli.
Questa è stata la mia spinta nel cercare di capire, perchè mi sembrava solo logico che fossi io in carenza e non l'islamico di turno in torto.

Le parole saranno sempre travisate purtroppo, poichè, se alla base manca un'adeguata conoscenza, in poche parole (come quelle dell'intervista) dove si sintetizzano concetti importanti, saltano fuori sempre varie e svariate incomprensioni, che poi degenerano e poi ancora si concludono in episodi come quelli trasmessi dalla televisione.
Manca l'informazione adeguata, la conoscenza.
E questo non finisco mai di stressarlo abbastanza.

Ora noi parliamo di questa intervista e di quello che traspare del nostro fratello.
Vogliamo rigirarla per un attimo? L'episodio che è successo in televisione mi ha lasciato indignata per un solo e semplice motivo che non è quello che è uscito dalla sua bocca. La signora che si è presentata in televisione, con un bagaglio culturale di un criceto stanco (nessuna offesa ai criceti ovviamente), che si è messa a urlare 'la mia cultura' mi ha lasciata basita perchè la signora trasmette l'immagine dell'italiano medio, che è incapace di concepire due parole, che passa la giornata davanti al grande fratello, che veste secondo l'ultima moda ed uguale a tutti gli altri, che se arrivata a 35 anni non sei completamente rifatta non sei più da considerare...
ebbene.. io sono italiana e questa NON è la mia cultura, e mi offende che una persona cosi si voglia arrogare il diritto di rappresentare me e la mia cultura italiana, che non è quella di cui lei (e tanti altri) si fa portavoce, ignorando che proprio lei (e tutti gli altri) sono il motivo preciso per cui l'Italia, la mia povera Italia, è vista cosi male dal resto del mondo.
E la pensavo cosi anche prima di ritornare all'Islam.

Per cui applaudo le risposte del nostro fratello e sinceramente non è cosi importante per me se un ignorante è capace di travisare il messaggio, lo farà lo stesso, con o senza l'aiuto dei media.

"la via diritta si distingue bene dall'errore, prendete perciò la via che porta al vostro Signore, ma non lo vorrete se non lo avrà voluto Allah"
Queste sono parole chiarissime, per chi le sa leggere.

(e adesso sono pronta essere bannata)

wa s-salam
Top
Profilo Invia messaggio privato
AbdalKhaliq
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/01/09 15:33
Messaggi: 435

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 2:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ayesha ha scritto:

Per cui applaudo le risposte del nostro fratello e sinceramente non è cosi importante per me se un ignorante è capace di travisare il messaggio, lo farà lo stesso, con o senza l'aiuto dei media.


Capisco, e ringrazio, perché in effetti i miei timori di travisazione in questo si riassumono.

_________________
Uno solo io cerco
Top
Profilo Invia messaggio privato
3mm3
Bannato
Bannato


Registrato: 02/11/09 18:47
Messaggi: 27

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 2:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

stefra ha scritto:

L'intervistatore è stato furbo e Abdullah è caduto esattamente nel tranello che gli è stato teso.


A me ancora sfugge quale sarebbe questo famoso tranello ordito dell'intervistatore di cui state parlando da giorni. Me lo potreste indicare? Spero non sia l'incalzare per far rispondere in maniera chiara l'intervistato che, dopo quattro domande sullo stesso argomento non si era ancora stancato di non-rispondere.


Citazione:
Se sua moglie la tradisse… (1)
«Il musulmano distingue tra fornicazione e adulterio…».

La domanda è un’altra. (2)
«L’adulterio è un peccato grave, molto grave».

Che prevede la lapidazione. (3)
L’islam è un sistema di vita onnicomprensivo. Ha regole chiare su economia, diritto matrimoniale, alimentazione…».

La domanda: favorevole o contrario alla lapidazione?
(4)
«Non sono un giurista, quindi non so se una condanna come questa possa essere commutata in altro».

D’accordo ma se sua moglie… (5)
«Ho aderito alla legge islamica e ne osservo i precetti».
Top
Profilo Invia messaggio privato
'Omar
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/09/08 19:19
Messaggi: 94
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 3:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

L'inganno, sempre, da parte degli intervistatori/giornalisti/quant'altro, è il voler estrapolare frammenti di verità e rappresentarli in maniera estranea al contesto in cui si trovavano.

La parte dell'intervista che riporti è esemplare.
L'intervistatore voleva arrivare alla lapidazione e ci arriva per i fatti suoi. Quando il fratello menziona il fatto che l'Islam sia idealmente omnicomprensivo, il giornalista personalizza la questione fino a far intendere che i musulmani lapiderebbero la propria moglie.
Top
Profilo Invia messaggio privato
AbdalKhaliq
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/01/09 15:33
Messaggi: 435

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 3:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

3mm3 ha scritto:

A me ancora sfugge quale sarebbe questo famoso tranello ordito dell'intervistatore di cui state parlando da giorni. Me lo potreste indicare? Spero non sia l'incalzare per far rispondere in maniera chiara l'intervistato che, dopo quattro domande sullo stesso argomento non si era ancora stancato di non-rispondere.


Riportare un simile incalzare E' di per se un tranello dell'intervistatore.

Non so se qualcuno di voi ha mai intervistato qualcuno, o è stato intervistato: sappiate che lo schema botta-risposta in genere è costruito in seguito a una discussione verbale o, sempre più spesso ultimamente, uno scambio di un paio di mail. L'intervistatore poi riordina le informazioni ricevute sviluppandole come se fossero una semplice conversazione.

Da quanto riportato, presumendo che le risposte di Luca Abdullah siano esattamente quelle riportate senza omissioni, traspare come anche tu noti un incalzare dell'intervistatore e un tentativo di Luca Abdullah di evitare la risposta.

Le domande, quelle do per scontato che non siano state esattamente poste come nell'intervista. In ogni caso, ad esempio, l'intervista avrebbe potuto dedicare una sola domanda a questa questione, e non cinque.

In concreto, i punti precisi che indicano una volontà di sviare di Luca sono la locuzione "La domanda è un altra" e l'utilizzo dei punti di sospensione (notateli, prima in fondo a una frase di Luca, a indicare il tentativo dell'intervistatore di impedirgli di divagare, quindi alla fine dell'ultima domanda a indicare che Luca vuole troncare, senza rispondere concretamente).
I punti di sospensione, soprattutto quelli, sono sicuramente un'aggiunta arbitraria di chi intervista, e il loro uso può difficilmente essere contestato. Ma usati così indicano inequivocabilmente che Luca ha cercato di non rispondere a una domanda.
Ora, Luca ha effettivamente evitato la risposta, o è stata un'impressione dell'intervistatore? L'impressione era in malafede o in buonafede?

Insomma, i media hanno GROSSI tranelli da cui guardarsi, sia quando se ne è fruitori che quando se ne è protagonisti.

_________________
Uno solo io cerco
Top
Profilo Invia messaggio privato
3mm3
Bannato
Bannato


Registrato: 02/11/09 18:47
Messaggi: 27

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 3:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

'Omar ha scritto:
L'inganno, sempre, da parte degli intervistatori/giornalisti/quant'altro, è il voler estrapolare frammenti di verità e rappresentarli in maniera estranea al contesto in cui si trovavano.

La parte dell'intervista che riporti è esemplare.
L'intervistatore voleva arrivare alla lapidazione e ci arriva per i fatti suoi. Quando il fratello menziona il fatto che l'Islam sia idealmente omnicomprensivo, il giornalista personalizza la questione fino a far intendere che i musulmani lapiderebbero la propria moglie.


(... - Post eliminato dall'amministrazione)
Top
Profilo Invia messaggio privato
3mm3
Bannato
Bannato


Registrato: 02/11/09 18:47
Messaggi: 27

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 4:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

AbdalKhaliq ha scritto:
3mm3 ha scritto:

A me ancora sfugge quale sarebbe questo famoso tranello ordito dell'intervistatore di cui state parlando da giorni. Me lo potreste indicare? Spero non sia l'incalzare per far rispondere in maniera chiara l'intervistato che, dopo quattro domande sullo stesso argomento non si era ancora stancato di non-rispondere.


Riportare un simile incalzare E' di per se un tranello dell'intervistatore.

Non so se qualcuno di voi ha mai intervistato qualcuno, o è stato intervistato: sappiate che lo schema botta-risposta in genere è costruito in seguito a una discussione verbale o, sempre più spesso ultimamente, uno scambio di un paio di mail. L'intervistatore poi riordina le informazioni ricevute sviluppandole come se fossero una semplice conversazione.

Da quanto riportato, presumendo che le risposte di Luca Abdullah siano esattamente quelle riportate senza omissioni, traspare come anche tu noti un incalzare dell'intervistatore e un tentativo di Luca Abdullah di evitare la risposta.

Le domande, quelle do per scontato che non siano state esattamente poste come nell'intervista. In ogni caso, ad esempio, l'intervista avrebbe potuto dedicare una sola domanda a questa questione, e non cinque.


Francamente non credo che un semplice professore di latino abbia un manager che tratta le domande prima delle interviste.

L'intervistatore ha fatto bene ad insistere su quella domanda, perché, se nel momento in cui l'ha posta, non gli è stata data risposta, e neppure una seconda volta... allora gatta ci cova: qualunque giornalista avrebbe fatto quello che ha fatto lui. Oriana Fallaci lo faceva con i potenti della Terra, figuriamoci se non lo si può fare con un professore di latino della Sardegna. ;)


Citazione:
In concreto, i punti precisi che indicano una volontà di sviare di Luca sono la locuzione "La domanda è un altra" e l'utilizzo dei punti di sospensione (notateli, prima in fondo a una frase di Luca, a indicare il tentativo dell'intervistatore di impedirgli di divagare, quindi alla fine dell'ultima domanda a indicare che Luca vuole troncare, senza rispondere concretamente).
I punti di sospensione, soprattutto quelli, sono sicuramente un'aggiunta arbitraria di chi intervista, e il loro uso può difficilmente essere contestato. Ma usati così indicano inequivocabilmente che Luca ha cercato di non rispondere a una domanda.
Ora, Luca ha effettivamente evitato la risposta, o è stata un'impressione dell'intervistatore? L'impressione era in malafede o in buonafede?

Insomma, i media hanno GROSSI tranelli da cui guardarsi, sia quando se ne è fruitori che quando se ne è protagonisti.


Questo mi sembra complottismo da quattro soldi. L'intervistatore ha fatto una domanda che chiunque con un po' di buon senso avrebbe fatto, per capire se quel che si dice dell'Islam corrisponde al vero: l'intervistato alla fine ha risposto dicendo la verità. Punto. Se rispondeva alla prima non ci sarebbe stato bisogno di nessun puntini e locuzioni varie... ;)
Top
Profilo Invia messaggio privato
AbdalKhaliq
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/01/09 15:33
Messaggi: 435

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 4:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

3mm3 ha scritto:

Abbiamo un docente che si converte ad una religione che prescrive determinate regole non contemplate dalle leggi dello Stato italiano.


Questo, di grazia, dove l'hai capito?

3mm3 ha scritto:

Questo mi sembra complottismo da quattro soldi.


No, si chiama "giornalismo".

_________________
Uno solo io cerco
Top
Profilo Invia messaggio privato
stefra
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/04/09 18:10
Messaggi: 577

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 4:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il punto è, caro 3mm3, che l'uomo nero del momento è il musulmano.
L'italiota non distingue, perchè non lo sa, perchè non lo vuole sapere, perchè non glielo fanno sapere, un sunnita da uno sciita, non sa che differeza c'è tra un musulmano saudita e uno marocchino (ad esempio...). E il punto è che non gli interessa saperlo punto e basta. Perchè questo? Perchè i media non fanno altro che propinarci immagini stereotipate del musulmano cattivo e stragista, senza sapere cosa c'è dietro l'Islam!
Ma perchè non chiedono ad un ebreo integralista: ma per te la lapidazione per fornicazione è lecita? Non lo fanno perchè sanno che risponderebbe di sì, ma l'uomo nero non è l'ebreo, è il musulmano! Perchè non chiedono ad un ebreo integralista se tutti i cristiani debbano venire uccisi? Perchè risponderebbe di sì, poichè è scritto nella Mishnà! E perchè non chiedono se Dio rifiuta i sacrifici umani? Ti risponderebbe di no perchè è scritto nel libro dei Giudici!
Ma l'uomo nero è il musulmano. Perchè l'intervistatore non ha chiesto come si arriva a concepire la lapidazione, a concepire il velo, perchè l'intervistatore non ha detto come mai pregate cinque volte al giorno?
Perchè alll'italiota fanno solo sapere che i musulmani si fanno scoppiare in aria su un autobus o in un ristorante! Perchè fanno sapere soltanto del padre che ha ucciso la figlia perchè lo disonorava ecc..
Attenzione, io non giustifico questi eccessi e in altri post del forum troverai bellissime discussioni proprio su questo, ma l'Islam che l'italiota medio conosce è quello che gli viene propinato dalle TV prpinatrici, al meglio, di tronisti, grandi fratellie piccoli cervelli.
Ma il vero Islam non è quello. E' quello che leggi dalle risposte di Umar Andrea, di Maria, di Letigiò, Nass, Talib... e scusate se dimentico qualcuno. Quello che vedi in TV è mero mercimonio dell'informazione!
Top
Profilo Invia messaggio privato
'Omar
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/09/08 19:19
Messaggi: 94
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 4:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

3mm3 ha scritto:

Abbiamo un docente che si converte ad una religione che prescrive determinate regole non contemplate dalle leggi dello Stato italiano.


Questo chi te l'ha detto?
Fai una bella ricerca sul forum e poi torna a parlarne.

Citazione:

(... - Post eliminato dall'amministrazione)


Bene, almeno non lo tieni nascosto adesso.
Portaci dei dati per cortesia.

Citazione:

Il risultato è stato che, dopo che l'intervistato ha provato a svicolare tentando di non rispondere, ha ammesso quello di cui stiamo parlando: se sei musulmano devi accettare la lapidazione come pena prescritta da Allah.


Si risponde alle domande, quale domanda è stata posta all'intervistato?
Rileggi post sull'ambito di applicazione della sharia.

Citazione:

(... - Post eliminato dall'amministrazione)


Barbaro per te che non sai quale sia l'ambito di applicazione.
Per me è barbaro andare in casa altri ad offenderli.
Top
Profilo Invia messaggio privato
IbnAraby74
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 28/07/09 17:13
Messaggi: 224
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 5:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

AbdalKhaliq ha scritto:
3mm3 ha scritto:

A me ancora sfugge quale sarebbe questo famoso tranello ordito dell'intervistatore di cui state parlando da giorni. Me lo potreste indicare? Spero non sia l'incalzare per far rispondere in maniera chiara l'intervistato che, dopo quattro domande sullo stesso argomento non si era ancora stancato di non-rispondere.


Riportare un simile incalzare E' di per se un tranello dell'intervistatore.

Non so se qualcuno di voi ha mai intervistato qualcuno, o è stato intervistato: sappiate che lo schema botta-risposta in genere è costruito in seguito a una discussione verbale o, sempre più spesso ultimamente, uno scambio di un paio di mail. L'intervistatore poi riordina le informazioni ricevute sviluppandole come se fossero una semplice conversazione.

Da quanto riportato, presumendo che le risposte di Luca Abdullah siano esattamente quelle riportate senza omissioni, traspare come anche tu noti un incalzare dell'intervistatore e un tentativo di Luca Abdullah di evitare la risposta.

Le domande, quelle do per scontato che non siano state esattamente poste come nell'intervista. In ogni caso, ad esempio, l'intervista avrebbe potuto dedicare una sola domanda a questa questione, e non cinque.

In concreto, i punti precisi che indicano una volontà di sviare di Luca sono la locuzione "La domanda è un altra" e l'utilizzo dei punti di sospensione (notateli, prima in fondo a una frase di Luca, a indicare il tentativo dell'intervistatore di impedirgli di divagare, quindi alla fine dell'ultima domanda a indicare che Luca vuole troncare, senza rispondere concretamente).
I punti di sospensione, soprattutto quelli, sono sicuramente un'aggiunta arbitraria di chi intervista, e il loro uso può difficilmente essere contestato. Ma usati così indicano inequivocabilmente che Luca ha cercato di non rispondere a una domanda.
Ora, Luca ha effettivamente evitato la risposta, o è stata un'impressione dell'intervistatore? L'impressione era in malafede o in buonafede?

Insomma, i media hanno GROSSI tranelli da cui guardarsi, sia quando se ne è fruitori che quando se ne è protagonisti.


Da semiologa posso affermare con il massimo della serenità che quanto dice il fratello Abdelkhaliq è non solo vero ma basta leggere il capitolo sul discorso retorico e sul quello ideologico di Umberto Eco tanto per non citare sempre le nostre fonti!

Il fratello Abdallah che io conosco per interposta persona e che per tanti versi non condivido comunque sono sicura che ha operato una scelta ben sapendo che comunque sarebbe stato travisato e sono sicura che molte delle risposte da lui fornite o sono state tagliate o sono state sintetizzate.
Io sono stata intervistata e so che tagliano alla grande.
In più non sono andata ad Anno Zero contro la Santanchè per la questione del velo 2 anni fa perché a detta di uno degli intervistatori gliele avrei cantate e suonate troppo sonoramente alla signora.
Quindi non fidiamoci nemmeno dei falsi amici.
Io sono stata un paio di volte in televisione.
E ho deciso di non andare più se qualcuno vuole conoscere qualcosa faccio conferenze in cui la gente può farmi domande a cui io rispondo come posso al meglio e ha il tempo di capire e di chiedere infinite volte!

_________________
A colui che non ha compassione per gli uomini Allah non darà la sua compassione.
(Bukhary & Muslim)
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
3mm3
Bannato
Bannato


Registrato: 02/11/09 18:47
Messaggi: 27

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 5:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

stefra ha scritto:
Il punto è, caro 3mm3, che l'uomo nero del momento è il musulmano.
L'italiota non distingue, perchè non lo sa, perchè non lo vuole sapere, perchè non glielo fanno sapere, un sunnita da uno sciita, non sa che differeza c'è tra un musulmano saudita e uno marocchino (ad esempio...). E il punto è che non gli interessa saperlo punto e basta. Perchè questo? Perchè i media non fanno altro che propinarci immagini stereotipate del musulmano cattivo e stragista, senza sapere cosa c'è dietro l'Islam!
Ma perchè non chiedono ad un ebreo integralista: ma per te la lapidazione per fornicazione è lecita? Non lo fanno perchè sanno che risponderebbe di sì, ma l'uomo nero non è l'ebreo, è il musulmano! Perchè non chiedono ad un ebreo integralista se tutti i cristiani debbano venire uccisi? Perchè risponderebbe di sì, poichè è scritto nella Mishnà! E perchè non chiedono se Dio rifiuta i sacrifici umani? Ti risponderebbe di no perchè è scritto nel libro dei Giudici!
Ma l'uomo nero è il musulmano. Perchè l'intervistatore non ha chiesto come si arriva a concepire la lapidazione, a concepire il velo, perchè l'intervistatore non ha detto come mai pregate cinque volte al giorno?
Perchè alll'italiota fanno solo sapere che i musulmani si fanno scoppiare in aria su un autobus o in un ristorante! Perchè fanno sapere soltanto del padre che ha ucciso la figlia perchè lo disonorava ecc..
Attenzione, io non giustifico questi eccessi e in altri post del forum troverai bellissime discussioni proprio su questo, ma l'Islam che l'italiota medio conosce è quello che gli viene propinato dalle TV prpinatrici, al meglio, di tronisti, grandi fratellie piccoli cervelli.
Ma il vero Islam non è quello. E' quello che leggi dalle risposte di Umar Andrea, di Maria, di Letigiò, Nass, Talib... e scusate se dimentico qualcuno. Quello che vedi in TV è mero mercimonio dell'informazione!


(... - Post eliminato dall'amministrazione)
Top
Profilo Invia messaggio privato
AsSiqilli
Bannato
Bannato


Registrato: 04/06/09 22:24
Messaggi: 97

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 5:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

3mm3 ha scritto:

Spero non sia l'incalzare per far rispondere in maniera chiara l'intervistato che, dopo quattro domande sullo stesso argomento non si era ancora stancato di non-rispondere.


Citazione:
Se sua moglie la tradisse… (1)
«Il musulmano distingue tra fornicazione e adulterio…».

La domanda è un’altra. (2)
«L’adulterio è un peccato grave, molto grave».

Che prevede la lapidazione. (3)
L’islam è un sistema di vita onnicomprensivo. Ha regole chiare su economia, diritto matrimoniale, alimentazione…».

La domanda: favorevole o contrario alla lapidazione?
(4)
«Non sono un giurista, quindi non so se una condanna come questa possa essere commutata in altro».

D’accordo ma se sua moglie… (5)
«Ho aderito alla legge islamica e ne osservo i precetti».


Penso abbia travisato il senso di quanto ha riportato dell'intervista. Non mi pare che l'intervistato abbia cercato di eludere nessuna domanda, perchè chiaramente solo la quarta frase del giornalista assume la forma di una domanda esplicita, che richiede una risposta univoca, e l'intervistato, in tutta umiltà, dichiara di non poter deliberare, e sospende il giudizio, su una questione che andrebbe piuttosto rivolta ad un giurista, o ad una persona competente in materia che sappia ad esempio come debba commutare una pena sharaitica ad un'altra prevista dall'ordinamento giuridico vigente del paese in cui si trova. Infatti anche se poi afferma che segue i precetti stabiliti dalla legge islamica, suvvia non sembra uno sprovveduuto, è poi sotteso che i musulmani che vivono in Italia siano tenuti a rispettare e non infrangere la legge di questo paese. Nessuno mi pare abbia asserito il contrario.


L'ultima modifica di AsSiqilli il Gio Nov 19, 2009 5:54 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
stefra
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/04/09 18:10
Messaggi: 577

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 5:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

Trovo i tuoi pensieri un pochino, come dire, razzisti, però non dal punto di vista dispregiativo, adesso mi sfugge il termine corretto.

Hai limitato la visione di ciò che ti ho detto e mi è parso di capire che l'hai riportata sugli stereotipi.

La gente non si chiede nulla dell'Islam. La gente accetta passivamente ciò che i media gli propinano.

Anzichè pensare al branco di matti che si rivolgono verso la Mecca, perchè non spiegano perchè si rivolgono verso di essa? E perchè non spiegano che i rosoni delle chiese cattoliche erano all'inizio tutti rivolti verso Gerusalemme? E perchè non spiegano della posizione dell'altare in chiesa e delle dimensioni? E perchè non spiegano che Gesù era quello che ora si potrebbe chiamare un palestinese?
Perchè non interessa spiegare, dare cultura al popolo. Preferiscono tenerlo in mano attraverso la manipolazione dell'informazione. I non si azzardano a passare manifestazioni tenute da ortodossi ebraici, oppure mai si guarderebbero di entrare nella cronaca locale israeliana, e vedere di quello che fanno i patriarca familiari in nome di un dio estremamente diverso da quello insegnato nella Torah!
E mi parli dei cinesi? Ma come mai si parla solo delle stragi compiute dal governo cinese verso i cristiani della chiesa regolare e oramai più della strage di musulmani che stanno perpetuando in quell'angolo della nascosto della Cina?
Non puoi limitare e criticare uno stile di vita ad una regola soltanto, per quanto dura sia! E che cosa giudica la ferocia di una pena? La camera a gas è meno feroce? L'iniezione letale o l'impiccaggione lo è meno? La fucilazione allora? O la garrota di memoria franchista? Qualsiasi pena che condanni a morte è feroce. Hai mai visto morire qualcuno sulla sedia elettrica? Cerca su internet che girano filmati. Anche dieci minuti prima di morire, con gli sfinteri che ti cedono, con le urla che arrivano in paradiso. E non è ferocia? O venti minuti per trovare la vena del condannato a morte? E non fanno effetto i farmaci e quindi muoiono soffocati? O l'impiccaggione? Ne vogliamo parlare? NO. Parliamo della lapidazione, ma quante ne avvengono l'anno? Lo sai tu questo? E in proporzione quanti vanno sulla sedia elettrica? E non mi dire che le motivazioni sono diverse. La gravità della pena è intrinseca nella legge!
NO, caro 3mm3, l'ignoranza della massa è voluta e sapientemente gestita, e mi dispiace che persone come te, ti reputo molto di più di quello che traspare da ciò che scrivi, si fermino così in superfice nell'analizzare il problema.


L'ultima modifica di stefra il Gio Nov 19, 2009 5:57 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ayesha
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 20/08/09 17:36
Messaggi: 296

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 5:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

3mm3 ha scritto:

L'intervistatore ha fatto bene ad insistere su quella domanda, perché, se nel momento in cui l'ha posta, non gli è stata data risposta, e neppure una seconda volta... allora gatta ci cova: qualunque giornalista avrebbe fatto quello che ha fatto lui.


Ecco l'esempio lampante. Chi mai, conoscendo quello di cui si sta parlando, potrebbe dire una frase come questa sopra?
Perchè la domanda non è se sono favorevole alla lapidazione, ma se sono favorevole all'adulterio. E io sfido qualunque italiano a dire che accetta l'adulterio come concepibile.
Perchè non lo chiedi ad un 'cristiano' se accetta l'adulterio? no, perchè sarebbero tutti d'accordo e non fa notizia.

La gente non si è mai domandata perchè ride quando ci sono i servizi dove l'intervistatore va in giro e dice: lei è prolisso? e il signore intervistato offesissimo dice: no! io no!!
?
(e tralascio la metodologia dell'intervista)
E siccome la maggioranza del paese sa cosa significa prolisso, ride nel sentire una persona che si sente offesa se gli viene posta questa domanda.

Se una cosa la sai, sai ben distinguere anche il tentativo che passa la televisione di mostrare qualcosa che non esiste.


Citazione:

Oriana Fallaci lo faceva con i potenti della Terra, figuriamoci se non lo si può fare con un professore di latino della Sardegna. ;)



Perchè quando un italiano usccide un italiano non si parla di massacro tra cristiani, ma quando un arabo fa qualcosa è subito qualche demenzialità sull'Islam?
Passatemi la banalità della cosa, ma trent'anni fa il nemico qui (a Milano) non era il musulmano, l'arabo o il cinese, era il 'terrone'.
E quando succedeva qualcosa invariabilmente il dito veniva puntato contro questo 'straniero' invasore.
La storia insegna, ma chi vuole imparare?
L'italiano (o l'italiota, gh!) non ha ancora capito, grazie ad una propaganda di aria fritta, che il musulmano non è l'arabo, figuriamoci se arriva a capire il resto. D'altronde, se non sbaglio è proprio 3mm3 che dice di essere un ex musulmano e poi mi parla di potenti della terra. Io lo trovo ironico.
Probabilmente la generazione del grande fratello non sa nemmeno di cosa io stia parlando, e forse nemmeno sa cosa voglia dire ironico. Probabilmente nemmeno sa dove sia il dizionario.
Quello online.
Top
Profilo Invia messaggio privato
3mm3
Bannato
Bannato


Registrato: 02/11/09 18:47
Messaggi: 27

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 6:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

(... - Post eliminato dall'amministrazione)
Top
Profilo Invia messaggio privato
AsSiqilli
Bannato
Bannato


Registrato: 04/06/09 22:24
Messaggi: 97

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 6:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

stefra ha scritto:
Trovo i tuoi pensieri un pochino, come dire, razzisti, però non dal punto di vista dispregiativo, adesso mi sfugge il termine corretto.

Xenofobi?

Tutto il discorso si ridurrebbe ad una semplice costruzione fallacie, tipica di chi cerca di dimostrare la sua tesi a partire dalla stessa; di chi si esprime tautologicamente e non dimostra alcunchè sul piano argomentativo; adotta il tipico ragionamento abusivo di chi invece di ricercare eventualmente le cause o le motivazioni che ingenerano un certo tipo di reazioni e relazioni umane preferisce scagliarsi direttamente contro i soggetti e additare la colpa alle persone. Come quando si giudica ad absurdum la religione islamica a partire dal modo di vivere dei musulmani.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ayesha
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 20/08/09 17:36
Messaggi: 296

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 6:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

Advocatus e 3mm3, avete risposto esattamente come dovevate rispondere =)
Ed io vi dico beati voi. Perche' se stefra parla di accendere cervelli io dico di non aprire la bocca solo per cambiare l'aria al suo interno - e lasciate stare la mia religione poiche' l'islam non c'entra nulla.
Ovviamente io mi scuso con tutti i musulmani per questa inutile discussione, chiarisco che il mio post e' da, come direbbe fratello Talib, 'kebabbaro' =)

E pace. (Me ne torno al mio silenzio)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ali Brandon
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/02/08 14:31
Messaggi: 382
Residenza: Napoli

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 7:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

Iubelo ha scritto:
Ma non capisco perchè dici che una persona che si sofferma sulla lapidazione,non ha capito niente della religione.....


carissimo

La Religione è Una Unica Cosa: Credere nell' Unicità del Dio di Muhammad saws.
Quando credi in Ciò, o meglio, quando ti è permesso di credere in Ciò, allora hai capito tutto della Religione. E ti assicuro che in questo caso non c' è lapidazione che tenga.
Niente si può frapporre tra te e Questa Certezza. Calcoli, riflessioni, idee, sensanzioni...tutto scompare e resta Lui.
Anche quelli che credono di parlare "contro" di Lui (come se fosse possibile...) o le Sue Leggi in realtà non fanno altro che lodarLo!
Soffermarsi troppo a riflettere su aspetti legati "solo" a questa vita non è altro che un velo tra te e Lui. Se riesci ad andare oltre vedrai l' Essenza di ciò che parlo e allora ti sarà anche più facile capire ed "accettare" certe questioni, per così dire, contingenti (sottolineo, riguardo a questa vita, non a "quel" momento storico...evitiamo fraintendimenti) che prima ti sembravano così inconcepibili.

un abbraccio

salam

_________________
Oltre la Verità cosa c' è, se non l' errore?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
stefra
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/04/09 18:10
Messaggi: 577

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 7:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

AsSiqilli ha scritto:
Trovo i tuoi pensieri un pochino, come dire, razzisti, però non dal punto di vista dispregiativo, adesso mi sfugge il termine corretto.

Xenofobi?


Ecco, bravo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
3mm3
Bannato
Bannato


Registrato: 02/11/09 18:47
Messaggi: 27

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 7:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

(... - Post eliminato dall'amministrazione)
Top
Profilo Invia messaggio privato
'Omar
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/09/08 19:19
Messaggi: 94
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 8:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

Chiedo a fratelli e sorelle di non buttare benzina sul fuoco.

Sono state dette cose gravissime per cui invoco l'intervento dei moderatori.
Questo non è un forum di discussione "musulmano cattivo, cristiano cattivo, agnostico cattivo".
Top
Profilo Invia messaggio privato
AsSiqilli
Bannato
Bannato


Registrato: 04/06/09 22:24
Messaggi: 97

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 9:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

'Omar ha scritto:

Sono state dette cose gravissime per cui invoco l'intervento dei moderatori.

Considero la discussione come se fosse già morta. Perchè anche volendo prescindere dal fatto che si dicano cose più o meno gravose sul piano formale o dottrinale, o di quel che potremmo defirire 'relativo', molte dichiarazioni mi paiono del tutto inconsistenti, e soprattutto sottolineo la gratuità con la quale si manifestano attacchi diretti contro le persone e la loro identità (sia etnica o regionale o culturale o religiosa); insisto inoltre sull'inutilità di dover stare sempre a reiterare le medesime considerazioni, per quanto scontate possano essere, a chi si ostina a non comprendere come ci si debba rapportare con il prossimo senza risultare offensivo e paranoico.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Iubelo
Disattivato
Disattivato


Registrato: 24/12/08 23:19
Messaggi: 246

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 9:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Iubelo ha scritto:
Il discorso che faccio io(e preciso che non sono Mussulmano)è un altro:l'Islam ha sicuramente aspetti molto attraenti,come l'idea di Tawhid e il rifiuto di ogni tipo di Shirk,per esempio.Ma onestamente,non riesco a capire fino a che punto gli episodi della vita di Muhammad siano vincolanti per la teologia odierna;era pur sempre un essere umano,e gli umani NON sono perfetti,quindi possono compiere errori!Anche a lui sarà capitato di essere qualche volta di cattivo umore,e altre volte invece di buon umore.E quindi,nel dato giorno e di fronte alla data circostanza,si sarebbe comportato diversamente,a seconda anche di come si sentiva.La lapidazione,di cui non si trova traccia nel Corano(a parte il racconto che fece Aysha sulla capra che mangiò proprio il foglio dove era prescritta)era un precetto ebraico,che nemmeno gli Ebrei applicavano più,e che Muhammad aveva appreso da loro.Io voglio essere sincero e non offensivo:con queste basi,non riesco a vedere la lapidazione come legge divina,ma solo come una cosa che Muhammad ha praticato(ma ha anche evitato di praticare);quindi,siccome non ritengo NESSUN essere umano perfetto ed infallibile,non la accetterò mai.


Io ho provato a trovare un punto d'equilibrio tra le due posizioni;almeno così mi pare...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Accettare l'Islam; percorsi e problemi di fede Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.177