Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

moglie in casa da sola?

 
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Tematiche femminili
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Lug 04, 2020 2:59 pm    Oggetto: Ads

Top
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Gio Ott 22, 2009 8:08 pm    Oggetto: moglie in casa da sola? Rispondi citando

Assalamu alaykum

scusate non capisco una cosa. Ci sono particolari regole da seguire se un marito parte per qualche stato straniero e la moglie rimane a casa? Lei può restare a casa da sola? Ci sono problemi se rimane in casa con un parente di lui, magari non mahram (tipo il nipote) ?

Spero possiate darmi qualche indicazione,
grazie : )

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Gio Ott 22, 2009 9:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

We alaykum salam,

io nn ho nessuna fonte per risponderti ma penso che deve essere xforza un mahram...se il nipote è adulto penso che non va bene.. e tanto meno se si tratta del fratello del marito....

xfavore correggettemi se sbaglio..
Top
Profilo Invia messaggio privato
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Gio Ott 22, 2009 10:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

aisha299 ha scritto:

In ogni caso, io preferirei stare assolutamente sola, piuttosto che con un uomo non mahram in casa.


Sono d'accordo, infatti sarei anche molto interessata a sapere se è un problema restare in casa da sole o meno. Sta scritto da qualche parte che una donna sposata deve stare in compagnia di qualcuno se il marito si allontana e non può portarla con sè?
Grazie per le risposte che mi avete dato sorelle : )

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 11:57 am    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
Prendetela tutti per una battuta, vi prego.

La risposta per Simonetta è:

Iddio ha talmente poca fiducia nella capacità del maschio di non peccare, che ha limitato la liberta della femmina.


Personalmente ritengo che queste limitazioni vadano contestualizzate, visto che la società è cambiata rispetto all'epoca dei primi sapienti: oggi la donna DEVE lavorare (soprattutto nelle società occidentali) ed inoltre si è sfaldato il "milieu" familiare, che permetteva alle donne di poter stare con le altre donne della famiglia senza uscire di casa (cosiddette famiglie allargate).

Ma questa è una mia riflessione personale.



La prendo come una battuta...
Tuttavia la tua è una visione maschilista che purtroppo è ancora molto forte all'interno dell'Umma. E' vero che purtroppo il maschio riesce difficilmente a controllare i suoi istinti più bassi - e non parlo solo di quelli sessuali - ma le regole che Allah ci ha dato rendono libera la donna, non la limitano! Certo in Europa è difficile vivere la nostra libertà di musulmane, ma non è certo colpa della Sharia.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 12:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

a me xsonalmente essere accompagnata da un mahram nn mi darebbe fastidio...mi farebbe sentire importante come una celebrità che va in giro con la sua guardia del corpo :P ahaha..
Top
Profilo Invia messaggio privato
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 12:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Starlight ha scritto:
a me xsonalmente essere accompagnata da un mahram nn mi darebbe fastidio...mi farebbe sentire importante come una celebrità che va in giro con la sua guardia del corpo :P ahaha..


Perdonami, ma non stiamo parlando di un gioco.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 12:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

aisha299 ha scritto:
Starlight ha scritto:
a me xsonalmente essere accompagnata da un mahram nn mi darebbe fastidio...mi farebbe sentire importante come una celebrità che va in giro con la sua guardia del corpo :P ahaha..


Perdonami, ma non stiamo parlando di un gioco.


lo so che nn è un gioco ma stavo scherzando...cmq io la vedo così come una specie di guardia del corpo che ti protegge ...xò nn capisco che ho detto di male...
Top
Profilo Invia messaggio privato
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 12:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

Starlight ha scritto:
aisha299 ha scritto:
Starlight ha scritto:
a me xsonalmente essere accompagnata da un mahram nn mi darebbe fastidio...mi farebbe sentire importante come una celebrità che va in giro con la sua guardia del corpo :P ahaha..


Perdonami, ma non stiamo parlando di un gioco.


lo so che nn è un gioco ma stavo scherzando...cmq io la vedo così come una specie di guardia del corpo che ti protegge ...xò nn capisco che ho detto di male...


Scusami, forse sono stata impulsiva io.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 12:11 pm    Oggetto: Rispondi citando

aisha299 ha scritto:


Scusami, forse sono stata impulsiva io.


tranquilla nn ti devi scusare :)
Top
Profilo Invia messaggio privato
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 12:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
Certo, ma io sto discutendo a proposito della regola specifica.... che non "sento mia".


Puoi essere musulmano e rifiutare esplicitamente una norma della Sharia? Piuttosto perchè non ti impegni ad interpretarla nella maniera migliore rispetto al tempo che viviamo :)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 12:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
Beh, dire che il divieto di uscire di casa senza "un cane da guardia" rende libera la donna, mi sembra con tutto il rispetto (a me occidentale, fiero di esserlo) esagerato.


avrei 1000 battute su questa frase :D..ma forse è meglio se sn seria ... prova a pensare come vengono stuprate certe donne...dai stessi amici...maschi...oppure certe donne vengono seguite fino all'abitazione xsettimane finchè nn trovano il momento giusto xtrovarle a casa da sole....potrebbe essere davvero pericoloso ....nn sai mai cosa ti può succedere ...e nn c'è nnt di male nel stare +attenti...
Top
Profilo Invia messaggio privato
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 2:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

Vi ringrazio tutti per i vostri interventi, ma potreste gentilmente riportarmi riferimenti di quanto affermate? ^^ Grazie!

Amal

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 5:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
Sì, penso di poter essere mussulmano pur non seguendo quella particolare regola.
Sono un mussulmano, probabilmente peccatore.
Come la maggior parte dei mussulmani del nord africa e dell'europa.

O mi consideri un miscredente per questo?


Ogni essere umano è peccatore, compresi noi due. Non ti considero in alcun modo non conoscendoti, inoltre il giudizio è solo di Allah.
Sono solamente perplessa che ci siano molti fratelli che si dichiarino musulmani e poi violino le regole della Sharia, non per una differente interpretazione fatta in buona fede, ma con piena coscienza.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
Aysha Afzaal
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 25/01/09 18:58
Messaggi: 172

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 6:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

letigiò ha scritto:
Vi ringrazio tutti per i vostri interventi, ma potreste gentilmente riportarmi riferimenti di quanto affermate? ^^ Grazie!

Amal


Assalamu alaikum cara sorella,

io posso darti questi riferimenti, che erano stati già riportati in altri post del forum (prova a cercare), in base ai quali la donna è libera di muoversi da sola, senza obbligo di essere accompagnata, posto che non cè pericolo per lei, fino ad un massimo di 77 km.

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Non so quali riferimenti abbiano le sorelle e i fratelli che hanno risposto diversamente, con relativi loro commenti.
Stiamo attenti a conoscere bene la Legge e a non commentare a sproposito, magari proprio affermazioni sbagliate.

Che Allah ci guidi e ci perdoni i nostri errori.

Aysha
Top
Profilo Invia messaggio privato
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 6:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

Aysha Afzaal ha scritto:

Assalamu alaikum cara sorella,

io posso darti questi riferimenti, che erano stati già riportati in altri post del forum (prova a cercare), in base ai quali la donna è libera di muoversi da sola, senza obbligo di essere accompagnata, posto che non cè pericolo per lei, fino ad un massimo di 77 km.


Grazie mille Aisha, mentre scrivo devo ancora leggere i link che mi hai dato, lo farò al più presto inshallah. Mi chiedo se però si possa fare un'analogia tra le regole sulle donne che devono viaggiare da sole e lo stare da sole in casa per lungo tempo (tipo un mese) e col marito molto lontano.
Prego i fratelli che affermano che una donna non possa stare da sola in casa di rimandarmi a qualche fonte : )

Grazie ancora ^^
Amal

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 6:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

In realtà più che una distanza chilometrica fissa è ragionevole parlare di tempo, come ha fatto alcune volte interrogato il Profeta. Naturalmente all'epoca i mezzi di locomozione erano più lenti, quindi si cerca di rapportare il tempo ai km di oggi. Diciamo che la distanza che può coprire da sola una donna non deve essere eccessiva.
Non voglio riportare i link a varie fatwe, perchè sono facilmente recuperabili in rete. Considerato che una fatwa è "solo" un parere, ognuno potrà valutare che ce ne sono alcune più permissime (per così dire) ed altre meno.
Però mi sembra importante rammentare sempre l'insegnamento e l'esempio dei nostri genitori, ponete la mente a quello ed avrete molte risposte.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 7:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

simonetta ha scritto:
quella di youssef nn era una battuta...secondo me è vero..perkè si usa il velo? per calmare gli istinti umani..perkè nn si può uscire da sole, per evitare incontri sconvenienti....
ma alla fine, mi sembra un pò una visione che condanna gli uomini a essere considerati di "bassi istinti"....però nn si può limitare la libertà di una donna, di una persona per cause altrui...
poi sul fatto della libertà, beh sono vedute...la libertà penso sia una; poter scegliere e esser messi nelle condizioni di scegliere:-D


per quanto riguarda il velo io nn la vedo come una condanna...o come una limitata libertà...pensa che se vediamo in giro una persona con un cappello che si copre completamente i capelli nessuno si chiede perchè e se invece vediamo una donna con il velo partono subito i giudizi...e perchè è sottomessa...e perchè non è libera...bla bla..

il velo serve anche come simbolo di uguaglianza fra le donne (musulmane) per riconoscersi e distinguersi dalle altre...
io la vedo anche come un modo per rimanere con i piedi per terra e per non farci influenzare dalla società...dalla pubblicità...la donna ormai è diventata un oggetto globalizzato (peggio della cocacola)
quante veline in giro ci sono e quante condutrici donne (poche) e perchè nn ci sn i velini ma solo le veline...apri una rivista ti trovi una donna..esci in giro per strada e ti trovi un cartello enorme cn una donna nuda...ovunque ti giri ...è davvero orrendo...
la società prima diffende i diritti delle donne e poi le usa ...le USA..illudendole che mostrando la loro bellezza saranno + femminili e +ammate e +belle .. gli uomi (non musulmani) credono di diffendere i diritti delle donne affermando che è un loro diritto mostrare tutta la loro bellezza e poi appena si arrabbiano ...chi bestemmiano..EVA....un mio amico (cristiano, anzi ateo) una volta mi ha detto tatno si sa tutte le donne sono *******...senza tener conto di sua madre

pensa quante ragazzine cercano di assomigliare alle modelle e finiscono per ammalarsi di anoressia e bulimia....
o quante si rifanno perchè nn si accettano così come sono e poi si pentiscono pure...
di solito le donne occidentali si credono +intelligenti perchè hanno +diritti, perchè nn portano il velo e invece si scordano quanto sn depresse proprio per questo....il velo serve per proteggerti anche da tutto questo..

purtroppo io nn lo porto ancora ma inshalla presto me lo metto...mi sn innamorata del velo perchè ha un propio fascino se vogliamo..
per me il velo è simbolo di LIBERTA'...
Top
Profilo Invia messaggio privato
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 8:48 pm    Oggetto: Rispondi citando

simonetta ha scritto:
io nn sn muuslmana, ergoniente velo..però sono una persona modesta...sia negli abiti che nel mio stile di vita..e anche a me se permetti, mi fanno rabbia tutte le donne che per fare spettacolo o epr essere qualcuno, si spoglaino gratuitamente...quanto è troppo è troppo!

però ecco, sn fautrice della libera scelta, del libero arbitrio...cioè rispetto al velo per esempio..ok rispetto chi lo porta ma io pretenderei che anche chi nn lo indossi sia rispettato alla stessa maniera...:-D

e cmq quella del fatto che il velo serve a difendere le donne dall'uomo, sinceramente, forse dovremmo fidarci dipiù dell epersone, uomo o donna che siano...certo evitando situazioni troppo sconvenienti...
prima di tutto vi dia fiducia l'uomo:-D lo diceva un poeta orientale...indiano forse:-D



L'Islam insegna a rispettare tutte le credenze, non a condividerle naturalmente, ma un buon musulmano ti rispetterà sempre come essere umano.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
Ema
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 19/11/07 00:04
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 10:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

Wu alaykum as-salam.. quanto riporta Aysha riguardante i chilometri è corretto.. Non ricordavo i chilometri esatti ^^
@ Yusuf: hai abbracciato l'Islam giusto? hai dunque considerato l'Islam come unica e assoluta verità di Allah ta'ala? In tal caso non capisco quale sia il problema nell'accettare dunque i suoi precetti... il mio consiglio, sempre che tu lo voglia accettare fratello, è invece quello di riflettervi sopra a tutto ciò che Allah ta'ala ci chiede invece di escludere e non accettare in partenza...in fondo chi siamo noi per metterlo in discussione, di certo Iddio ne sa di più di noi... o mi sbaglio? =)
Pace fratello!!

Bilal
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
GHAMILA
Affezionato
Affezionato


Registrato: 18/10/09 09:18
Messaggi: 48

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 11:40 am    Oggetto: dignita' e amor proprio Rispondi citando

Citazione:
e cmq quella del fatto che il velo serve a difendere le donne dall'uomo, sinceramente, forse dovremmo fidarci dipiù dell epersone, uomo o donna che siano...certo evitando situazioni troppo sconvenienti...
prima di tutto vi dia fiducia l'uomo:-D lo diceva un poeta orientale...indiano forse:-D
[/quote]

RICORDANDO SEMPRE CHE NON SONO ANCORA MUSULMANA, MI VIENE VOGLIA DI RAGIONARE E LEGGENDO ALCUNE AFFERMAZIONI, TRA CUI MOLTE DI YOUSSEFPAOLO.......MI DOMANDO : MA COME E' POSSIBILE ESSERE MUSULMANI SE NON SI E' D'ACCORDO SUI PRINCIPI SU CUI SI FONDA L'ISLAM......UN MUSULMANO PUO' SENTIRSI IN DIRITTO DI CONTESTARE LA PAROLA DI ALLAH? IO CREDO DI NO. A RIGUARDO DEL VELO CREDO CHE NON SI TRATTI NE' DI PROTEGGERSI DAGLI ISTINTI DELL'UOMO NE' DI FIDUCIA, MA CREDO CHE IL VELO SIA RISPETTO SOPRATTUTTO PER SE STESSE, COSI' COME INDOSSARE ABITI LUNGHI.....IL VELO NON E' DIVERSO DA UNA MANICA LUNGA, O UN PANTALONE O UNA MANICA LUNGA. SI TRATTA DI PUDORE E DIGNITA' COME DONNA, CHE DEVE AVERE IL DESIDERIO DI FARSI VEDERE SCOPERTA SOLO DAL PROPRIO MARITO.[/b]
Top
Profilo Invia messaggio privato
Uncino
Bannato
Bannato


Registrato: 09/09/09 21:38
Messaggi: 248

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 11:56 am    Oggetto: Rispondi citando

Questo thread mi fa venire in mente una domanda.
Supponiamo che una donna, un'imprenditrice di alto livello magari, decida di convertirsi all'islam.
Come potrebbe rispettare i precetti relativi al mondo di rapportarsi alla società attuale?
Intendo, un'imprenditore, uomo o donna che sia, ha necessità di passare gran parte del suo tempo viaggiando, firmando contratti e dunque restando chiuso in locali con gente di diverse religioni, intrattenendo contatti di ogni tipo.
Un'imprenditrice di grandi dimensioni dovrà anche sbattere i pugni sul tavolo con i sindacalisti, e dunque è inevitabile che alle volte urli (o almeno è umano che lo faccia), e dovrà per forza di cose sedere a pranzi e cene di lavoro magari a migliaia di KM dalla sua famiglia senza poter pretendere che i commensali mangino cibi halal.
Avrà per stretti collaboratori di entrambi i sessi, con i quali passerà lungo tempo, spesso anche alla notte perchè il lavoro d'azienda nei momenti critici non si arresta all'ora di cena.
Insomma, una donna imprenditrice dovrà per forza essere libera dai precetti che potrebbero in qualche modo essere accettabili (punti di vista, ma non sta a me discutere) per le donne che hanno una diversa vita.
Soluzione?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ema
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 19/11/07 00:04
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 12:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
No, non ha una visione diversa, tanto è vero che, pur restando il velo una prescrizione della Sunnah, vi sono fatwa specifiche (nel senso di valevoli per chi le ha chieste) o comportamenti soprattutto in ambito sufi che relativizzano l'obbligo del velo in vista di una crescita spirituale ben determinata.

Ma sia chiaro a TUTTI: io non affermo che l'hijab non sia obbligatorio e che quindi la Legge sbaglia, affermo solo che in certe situazioni per il bene della comunità o per la migliore crescita spirituale del SINGOLO questa prescrizione possa essere, sotto l'egida di un sapiente o di uno shayk, relativizzata.

E smettiamola con i doppi sensi del tipo "ma se hai accettato l'islam, allora....",
perchè (non essendo io cretino) quel "se" nasconde velatamente un dubbio circa la mia fedeltà all'islam (che non è "solo" il velo).

Spero di essere stato chiaro e di NON dover tornare PIU' in argomento.

CHe ognuno pensi a se stesso e non imponga decisioni agli altri, salvo sia un sapiente, un mufti (abilitato ad emettere fatwa), uno shayk.

Limitiamoci a consigliare, ricordandoci TUTTI che siamo fallibili e solo Dio e il SUo Profeta sono infallibili.

Salam

Hai detto tutto tu ..primo mi sembra di aver assegnato l'appellativo di fratello..di conseguenza non metto in dubbio la tua fede =) secondo il mio si trattava di un semplice consiglio come precisato da me stesso...continuo a ribadire che è importante far propri i nostri precetti non accettandoli passivamente ma sicuramente comprendendoli distaccando la mente dall'habitus che abbiamo incarnato dalla nostra società invece che metterli in discussione.. Allahu alem
Pace =)
Fratello Bilal
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 2:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

Assalamu alaykum
Non vorrei essere pedante ma siccome qua stiamo finendo a parlare di hijab e di imprenditori, vi ricordo che il motivo per cui ho aperto la discussione è sapere con certezza se una donna musulmana possa restare in casa da sola o meno per lunghi periodi. Sono felice del fatto che tutto ciò abbia portato a scambi di opinioni e riflessioni, ma se parlando parlando vi venisse in mente di dirmi dove avete trovato (chi di voi lo ha espresso come precetto certo) la regola che una donna in casa da sola non ci possa stare, mi fareste un gran favore. Ho aperto il thread per questo.
GRAZIEEEE ^___________^

_________________
sono una donna : ))))


L'ultima modifica di letigiò il Sab Ott 24, 2009 2:20 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 2:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

Tra le altre cose poi mi piacerebbe sapere per quale ragione una musulmana non può fare l'imprenditrice o se vuole esserlo non può dirsi musulmana.
Se sta ad una tavola con roba non halal le basterà mangiare solo quella lecita (si fanno cene a base di porcello a tutte le portate? Non credo che un'imprenditrice mangi all'osteria sotto casa).
Se deve stare a contatto con uomini, dato il rapporto di lavoro alla base, non dovrebbe essere questo insormontabile problema. Anche perchè se così fosse una donna non potrebbe lavorare in assoluto: pure se fai la cassiera alla coop hai colleghi maschi, tutto sta nel "come" ti rapporti a loro.
Insomma, i modi ci sono...altrimenti tutte le musulmane sarebbero delle casalinghe e, scusatemi tanto, ma io non mi ci vedo proprio a fare solo la dolce mogliettina (anche perchè dolce non sono) ^__^

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 2:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Chiedo scusa di non essermi espressa chiaramente. Io ho scritto che se una donna non può rispettare la Shaira nella sua attività imprenditoriale deve (dovrebbe) cessarla. Tuttavia se la rispetta, ed è una cosa possibile - anche se in Occidente difficile - non c'è alcun problema.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 2:33 pm    Oggetto: Rispondi citando

letigiò ha scritto:
Assalamu alaykum
Non vorrei essere pedante ma siccome qua stiamo finendo a parlare di hijab e di imprenditori, vi ricordo che il motivo per cui ho aperto la discussione è sapere con certezza se una donna musulmana possa restare in casa da sola o meno per lunghi periodi. Sono felice del fatto che tutto ciò abbia portato a scambi di opinioni e riflessioni, ma se parlando parlando vi venisse in mente di dirmi dove avete trovato (chi di voi lo ha espresso come precetto certo) la regola che una donna in casa da sola non ci possa stare, mi fareste un gran favore. Ho aperto il thread per questo.
GRAZIEEEE ^___________^


Scusa ma dove hai letto in questo thread che qualcuno ha sostenuto che una donna non può stare in casa sola?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 2:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

simonetta ha scritto:
mi sembra però un vicolo cieco ..se sei imprenditrice nn puoi dirti musulmana e sei sei musulmana nn puoi essere imprenditrice....
e in ogni caso dire "se fossi un musulmano, seguiresti le regole"...mi sembra una frase già detta e ridetta....nessuno è perfetto, nessuno deve avere l'idea di poter e voler essere perfetto come Dio...Dio è uno, Dio è perfetto...noi siamo semplici umani, imperfetti per natura...


Vero. Ognuno di noi pecca, ma perchè decidere coscientemente di vivere quotidinamente peccando?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 2:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

aisha299 ha scritto:


Perdonami, non voglio sembrati in alcun modo offensiva, ma se ti poni in questo modo, mi permetto di suggerirti di meditare bene riguardo al tuo percorso di conversione.


Grazie per il suggerimento, ma come mi pongo riguarda solo me e Dio. Il mio processo di conversione, comunque è finito da un pezzo e sono musulmana tanto quanto gli altri.

aisha299 ha scritto:
Scusa ma dove hai letto in questo thread che qualcuno ha sostenuto che una donna non può stare in casa sola?


Mi pareva di averlo letto, dando un'occhiata breve ho visto che invece non è chiaramente scritto.
Però mi chiedo: se una donna può stare in casa da sola ma allo stesso tempo non può uscire da sola (affermazione di youssefpaolo in uno dei primi post: youssef, affermi che è la sharia a prescriverlo), come può rimanere senza il marito per un mese? Sto cercando di capire.

_________________
sono una donna : ))))


L'ultima modifica di letigiò il Sab Ott 24, 2009 2:48 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 2:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

letigiò ha scritto:
aisha299 ha scritto:


Perdonami, non voglio sembrati in alcun modo offensiva, ma se ti poni in questo modo, mi permetto di suggerirti di meditare bene riguardo al tuo percorso di conversione.


Grazie per il suggerimento, ma come mi pongo riguarda solo me e Dio. Il mio processo di conversione, comunque è finito da un pezzo e sono musulmana tanto quanto gli altri.


Va bene sorella.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 3:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Uncino ha scritto:
Amal,
forse hai ragione, però a me le due cose sembrano intimamente connesse.
Nel senso, se puoi stare sola a casa puoi starci anche in una stanza d'albergo a Tokio.


Esatto, ma è quello che dico io (viaggio escluso a cui si può porre rimedio), per questo quando mi è stato detto che una musulmana non può stare sola in casa, non avendo mai letto niente del genere ho pensato bene di domandare qua : )


Citazione:
Comunque OK, ritiro la domanda ed eventualmente apritò un apposito thread.


No, perchè? E' connessa : ) ho solo esortato a rispondere al mio quesito perchè per me è importante quello : ) La questione è interessante !

Grazie,
Amal

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 4:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
aisha299 ha scritto:


La soluzione è semplicissima: se una donna non è in grado di organizzare le proprie attività in modo da rispettare la Sharia deve avere il buon senso di non fare l'imprenditrice, oppure il buon gusto di non dirsi musulmana. La legge che ci è stata data non va mai piegata per il nostro comodo, ma va seguita consapevolmente.


?????????????????????????

La legge va interpretata, non mi risulta che la Shariah impedisca alla donna di lavorare fuori casa.

E se fosse così, beh allora vuol dire che occorre studiare per ricontestualizzarla.

Non accetto una risposta così lapidaria e apodittica.


Ho scritto che alla donna è vietato lavorare fuori casa? No.
Ho scritto che la donna musulmana - ed ovviamente anche l'uomo - deve cercare di rispettare, nei limiti delle capacità umane, la Shaira. Sappiamo che la legge può non essere rispettata in casi di necessità, perchè Allah non ci chiede di soffrire inutilmente. Tuttavia nessuna donna ha la necessità di fare un lavoro come l'imprenditrice, se questo lavoro la costringe a violare continuamente la Sharia. La questione non è il lavoro, ma come tale lavoro si svolge in concreto.
La legge non può essere "ricontestualizzata" perchè essa è eterna ed immutabile. Possiamo cercare di comprenderla, ma non modificarla solo perchè i falsi modelli occidentali subdolamente cercano di sedurci.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
Sakina
Ospite





MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 4:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Assalamu alaikom wa rahmatullah.

Mi spiace leggere a volte sentenze nonostante il sentenziatore non sia nè shaykh nè studioso. Pur non volendo deligittimare queste stesse posizioni che ritengo non si possano imporre come La posizione giusta.

Personalmente sono diversi anni che viaggio in Italia e fuori dall'Italia (in paesi occidentali), raramente da sola, ma senza mahrem. In compagnia di persone di fiducia e sapendo bene la destinazione e lo scopo dei miei viaggi. Di recente mi sono dovuta trasferire per un periodo in un altro paese e alhamdulillah ho cercato di garantirmi una sistemazione tale che non ci sia il minimo "rischio" anche per una possibile "deviazione del cuore". Allah l'Altissimo conosce ciò che celano i cuori e veniamo ricompensati secondo le nostre intenzioni, alhamdulillah. Non ho mai voluto "imporre" il mio punto di vista e la mia condotta come quella giusta a nessuno. Ma riconosco che anche gli 'ulema su questo abbiano delle divergenze, nonostante tutti partano dal fatto che in origine la donna non dovrebbe viaggiare da sola, e ciò per precauzione e tutela nei suoi confronti.

Rispetto all'abitare da sole, ho letto due fatawa a riguardo che prendevano in considerazione la questione della sicurezza della casa in cui la donna abita: in breve, non sarebbe lecito se rischioso per la sua sicurezza. Lecito se non lo è. Dipende ovviamente dal posto, dal paese, dalla zona ecc...

Ciò che dimentichiamo spesso, è che l'Islam non vuole mettere in difficoltà la donna o ostacolarle la vita. Comprendere la libertà parte da una comprensione della "missione" che ciascuno ha. Penso che quello che ci manca (lo dico senza pretesa di far intendere che io questa riflessione l'abbia condotta e conclusa) è ciascuno di noi come uomini e come donne comprenda bene il suo ruolo in questa vita, in questo mondo, in questa società, in quest'epoca. Quello di cui il genere umano ha bisogno non è l'uguaglianza tra i sessi, ma, partendo dal presupposto dell'uguaglianza nei diritti, completarsi e complementarsi. Ed è naturale che sia così, siamo diversi, biologicamente diversi, e abbiamo bisogno gli uni degli altri, e non ne avremmo bisogno se fossimo uguali e avessimo le stesse funzioni e gli stessi ruoli.

e Dio ne sa di più,
Sakina


L'ultima modifica di Sakina il Sab Ott 24, 2009 4:35 pm, modificato 5 volte
Top
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 4:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

aisha299 ha scritto:

La legge non può essere "ricontestualizzata" perchè essa è eterna ed immutabile. Possiamo cercare di comprenderla, ma non modificarla solo perchè i falsi modelli occidentali subdolamente cercano di sedurci.


Mi risulta che la moglie del Profeta, Khadija, fosse un'imprenditrice. Non bisogna pensare solo a Berlusconi quando si parla di imprenditori. Se domani decido di rivendere delle pere che ho comprato dal contadino...sono un'imprenditrice (probabilmente piccola imprenditrice). E' un lavoro come un altro.

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 4:33 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
Uncino ha scritto:
Viaggio escluso, viaggio escluso... quanto tempo occorreva per percorrere un'ottantina di KM a dorso di cammello?
Diciamo che è più o meno lo stesso necessario a volare da qui all'estremo oriente?
Con in più che oggi ci sono telefoni e videoconferenze, mezzi tramite i quali ci si può tenere in contatto costante con casa.

Prima che la nostra amica mi rimproveri riguardo alla qualità della mia conversione... io NON mi sono convertito ;) (è solo una battuta bonaria, non prendertela)


Esatto, mi sembra che ci siano sapienti che abbiano stabilito la liceità del viaggio non accompagnati su questo fatto.

Ma non ho sotto mano i riferimenti, e non vorrei averlo letto da sapienti non autorizzati su questo sito


Vorrei rammentare che una fawta non ha valore immediatamente precettivo, si tratta di un parere, per quanto provenga a volte da fratelli realmente illuminati. Purtroppo sappiamo che l'Umma è tristemente divisa in questi tempi, quindi secondo me - ma sono solo una ragazzina, riprendetemi se scrivo cose sciocche - non dobbiamo cercare la fawta che ci fa comodo, ma attenerci il più possibile all'esempio di chi ci ha preceduti.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 4:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

letigiò ha scritto:
aisha299 ha scritto:

La legge non può essere "ricontestualizzata" perchè essa è eterna ed immutabile. Possiamo cercare di comprenderla, ma non modificarla solo perchè i falsi modelli occidentali subdolamente cercano di sedurci.


Mi risulta che la moglie del Profeta, Khadija, fosse un'imprenditrice. Non bisogna pensare solo a Berlusconi quando si parla di imprenditori. Se domani decido di rivendere delle pere che ho comprato dal contadino...sono un'imprenditrice (probabilmente piccola imprenditrice). E' un lavoro come un altro.


E chi dice il contrario?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
Sakina
Ospite





MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 4:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

aisha299 ha scritto:

non dobbiamo cercare la fawta che ci fa comodo, ma attenerci il più possibile all'esempio di chi ci ha preceduti.


chi?
Top
Youssefpaolo
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 13/03/09 22:40
Messaggi: 544

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 4:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sakina ha scritto:
Assalamu alaikom wa rahmatullah.



Al hamdu Lillah per quanto hai scritto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 4:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sakina ha scritto:
aisha299 ha scritto:

non dobbiamo cercare la fawta che ci fa comodo, ma attenerci il più possibile all'esempio di chi ci ha preceduti.


chi?


Cara sorella quando tutti i credenti, più di mille anni fa, erano sotto il governo dei califfi alle donne era forse consentito viaggiare sole? Sicuramente no, allora perchè discostarci da questi buoni esempi.
Oggi la situazione è molto diversa sia socialmente che tecologicamente, ma non per questo non dobbiamo sforzarci di seguire la Shaira, tranne quando sia impossibile farlo.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
Sakina
Ospite





MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 4:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

nobile sorella,
il comportamento dei musulmani ai tempi del califfato non è mai stato la fonte comportamentale dei musulmani, bensì i testi, dai quali gli 'ulema partono per fare fatawa. E certamente i musulmani del 2009 non possono vivere seguendo il modello di vita dei musulmani del 900 a.c. altrimenti sarebbe haram che noi qui, in questo forum, siamo in un ambiene promiscuo e discutiamo a qualsiasi ora del giorno o della notte e senza mahrem.

salam,
Sakina
Top
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 5:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
aisha299 ha scritto:


Ho scritto che alla donna è vietato lavorare fuori casa? No.
Ho scritto che la donna musulmana - ed ovviamente anche l'uomo - deve cercare di rispettare, nei limiti delle capacità umane, la Shaira. Sappiamo che la legge può non essere rispettata in casi di necessità, perchè Allah non ci chiede di soffrire inutilmente. Tuttavia nessuna donna ha la necessità di fare un lavoro come l'imprenditrice, se questo lavoro la costringe a violare continuamente la Sharia. La questione non è il lavoro, ma come tale lavoro si svolge in concreto.
La legge non può essere "ricontestualizzata" perchè essa è eterna ed immutabile. Possiamo cercare di comprenderla, ma non modificarla solo perchè i falsi modelli occidentali subdolamente cercano di sedurci.


La legge deriva dal COrano, dalla SUnnah e dell'attività interpretativa dei sapienti, quindi è immutabile in senso generale, ma alcuni precetti possono essere modificati se vi è il consenso dei sapienti.

Altrimenti non servirebbe l'ijtihad, né mufti con le loro fatawa.

E chi l'ha detto che non è necessario fare l'imprenditrice? Se hai una famiglia da mantenere e il marito guadagna poco, e non ci sono posti fissi, perchè non fare l'imprenditrice?

Che ne so: una pizzeria halal, un negozio di libri islamici, una impresa di pulizie.
AI tempi della RIvelazione la donna non doveva lavorare ( e non esistevano gli imprenditori...), ma oggi dobbiamo fare i conto con il qui ed ora.

Aiutare la propria famiglia, aiutare i propri figli, le trovo tutte attività lodevoli.
Chiaro che si deve aderire alla sharia, ma grazia a Iddio esiste la possibilità per ogni persona di interpellare un sapiente che potrebbe, in quel caso particolare, anche approvare il lavoro per esigenze superiori.
Addirittura potrebbe derogare a qualche piccola norma shariatica...

Uso il condizionale, perchè tutto resta nella responsabilità del mufti.

Amerei che anche tu usassi il condizionale, evitando di pronunciare sentenze che, se valgono in GENERALE, possono essere derogate (da muftì, non da me) nei casi strettamente particolari.

Poi, e lo dico senza problemi, anche io preferirei che mia moglie restasse a casa con i miei figli insha allah, ma SOLO e SOLTANTO se questo fosse un SUO desiderio.

Di certo non sposerei mai una donna che mette la carriera sopra la famiglia e sopra le religione, questo sia chiaro.

Nel mio precedente matrimonio (ed ero cattolico allora) mia moglie non ha mai lavorato, ho sempre fatto di tutto per permetterle di stare a casa.
Ma LEI era d'accordo: non ho mai imposto né mai imporrò nulla a mia moglie.



La fawta è la risposta ad un caso affinchè chi domanda sappia qual'è la legge, non significa che la legge può essere modificata, si tratta di applicarla al caso concreto.
Credo di conoscere abbastanza l'italiano per capire che quanto dei miei post mi viene ritorto contro non corrisponda a quanto ho scritto. Se una donna per ragioni famigliari, o di altro genere, trova grande utilità nel fare l'imprenditrice (ma il discorso può essere esteso a qualsiasi lavoro) che la faccia, non c'è nulla di male. Mi sembra che il male inizi se questa scelta comporta, lo riscrivo, una violazione costante della Sharia.
E' singolare come tu sia così tanto attento alla grammatica e così tanto tollerante riguardo alla Sharia, tuttavia sono d'accordo che deve essere un giurisperito a pronunciare una fatwa. Se non sbaglio nessuno di noi lo è, ed inevitabilmente stiamo parlando in generale, visto che non possiamo emettere alcun parere. In questo senso tutto è "al condizionale".
Il tuo intendo riguardo a tua moglie è lodevole.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 5:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sakina ha scritto:
nobile sorella,
il comportamento dei musulmani ai tempi del califfato non è mai stato la fonte comportamentale dei musulmani, bensì i testi, dai quali gli 'ulema partono per fare fatawa. E certamente i musulmani del 2009 non possono vivere seguendo il modello di vita dei musulmani del 900 a.c. altrimenti sarebbe haram che noi qui, in questo forum, siamo in un ambiene promiscuo e discutiamo a qualsiasi ora del giorno o della notte e senza mahrem.

salam,
Sakina


Cara sorella quello che scrivi è assolutamente vero.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 6:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
aisha299 ha scritto:
Youssefpaolo ha scritto:
aisha299 ha scritto:
Tra l'altro si finisce sempre con il parlare di condizione femminile, forse è uno degli aspetti che ai kafir risulta più alieno, in rapporto alla loro cultura.


Veramente di kafir in questo thread non ce ne sono...

Ed io, muslim italiano, ritengo che certe limitazioni per la donna siano sbagliate, e se questo proviene dalla mia cultura, al hamdu lillah, visto che Iddio mi ha chiamato all'islam in quanto italiano.


Gli utenti Simonetta ed Uncino li sono. Cmq la mia riflessione era generalissima, riguardo alla difficoltà che spesso c'è nel spiegare le motivazioni del nostro comportamento a chi oltre ad una religione diversa (o all'assenza di una religione), ha anche una cultura diversa.


Un cristiano non è un kafir, o mi sbaglio? (nel senso che non lo so, visto che all'uomo muslim è permesso sposare una cristiana ma non una idolatra)

QUanto alla cultura, la "Mia" cultura è la stessa di SImonetta e Uncino: ci separa "solo" la religione.


Kafir è chiunque non sia musulmano.
Sono anch'io italiana, di cittadinanza e di nascita, maman è francese, quindi anche il mio retroterra culturale è occidentale. Quando l'Europa si sarà islamizzata, credo che la sua tradizione culturale arricchirà tutti i credenti delle altre regioni dell'Umma.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 7:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Premetto che è il mio ultimo post in questo thread, mi sono scocciata di frase lapidarie, di gente che pensa di poter insegnare tutto a tutti sulla base della sola arroganza e di chi per una mezza parola dei suoi fratelli si permette di uscirsene con assurdità che lasciano intendere che tizio è meno musulmano di caio pertanto dovrebbe pensare bene alla sua conversione. Prego tutti di non erigersi a grandi maestri e a stare bene attenti a dare giudizi sui propri fratelli. Si fa presto a dire chi è più o meno musulmano, chi più o meno segue la Sharia, ma se Dio vuole nessuno di noi è Dio e spero di cuore che un giorno questi soggetti debbano rispondere per tali mal celate accuse.

Per cui, se è lecito chiederlo (altrimenti me lo dite e mi dirigo su altri spazi per chiedere a chi parla meno, ma arriva al punto), MI DARESTE LE FONTI DI QUANTO AFFERMATE?

Provo con degli esempi. Q
uando Simonetta scrive: "ma quindi se la donna sposata intenda uscire cosi, per una boccata d'aria, per comprare qualcosa, per un caffè cn le amiche, nn è previsto?deve essere sempre accompagnata da un terzo?" e Youssefpaolo risponde: "Questo prescrive la shari'ah"; lo dice in base a quali letture?
O ancora, quando Starlight scrive: "ma io infatti esco sempre da sola anche perchè nessuno mi vuole accompagnare...di solito sn abitutata a fare una passeggiata cn le amiche oppure da sola senza nessuno...è vietato questo?" e Youssefpaolo risponde: Io ti direi di no, ma so che sbaglio e quindi sono "costretto" a dirti che la posizione "ortodossa" è che è vietato", lo dice in base a quali letture?

Che ne so, fate finta che io debba fare una ricerca per la scuola e che vi stia chiedendo aiuto. Domandare è lecito e rispondere è cortesia, per cui se non mi si vuole rispondere basta dirlo.

Amal

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Ema
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 19/11/07 00:04
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 11:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Allora vediamo di rispondere con quel che ho trovato.

Per quanto riguarda la possibilità di viaggiare senza marito o un mahram:

-la donna non dovrebbe allontanarsi per di più di 77 km e a proposito di questo vi sono molti hadith

Per quanto riguarda dormire lontano dalla propria abitazione senza un mahram (dove vi si risiede con il marito):

-una donna può passare una (o più) notti fuori di casa se e solo se le condizioni sono sicure, ovvero nessun pericolo o fitna sono temuti (ad esempio se la ragazza/donna va a studiare l'Islam in un altro paese)

Per entrambi i casi sia per Hanafi che Shafi la donna deve chiedere il permesso all'uomo. Ma chiaramente dato che i mariti non sono dei despoti assoluti non dovrebbe controllare la moglie ad ogni sua uscita e lasciar loro visitare parenti, accrescere la propria conoscenza (e tutte le altre cose che le donne fanno =D). Infatti Allah ta'ala dice:
''Esse hanno diritti equivalenti ai loro doveri, in base alle buone consuetudini'' (Corano II. Al-Baqara, 228)
Per quanto riguarda il permesso di andare in moschea vi é un hadith del nostro amato Profeta (SAWS):
''Non proibite alle donne, serve di Allah, di andare alla moschea di Allah. Quando una donna di uno di voi chiede il permesso di andare in moschea, non dovete rifiutare di concedere loro il permesso''. (Bukhari, Muslim)

Per quanto riguarda stare a casa da sole non ho ancora trovato niente, quindi aspettiamo eventuali chiarimenti di terzi (credo che non vi siano problemi, però non prendete questa risposta per buona).

Allahu alem

Tratto da Sunnipath (ovviamente ;) ):

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Fratello Bilal
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 11:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
Se ho sbagliato scrivendo che la shariah prevede per la donna il divieto di uscire senza marham, allora sarei il più contento.
Se invece lo prescrive, non posso che ribadire il mio senso di "difficoltà" ad accettare una limitazione che, oggi, non vedo più necessaria.


Grazie fratello, tengo a specificare che negli esempi che ho fatto ci sei rientrato te per puro caso, ma tutto il thread è pieno di "la Sharia dice..", "Secondo la Sharia bisogna fare..", "Adeguati alla Sharia brutto kafir..."(ehehehe), ed io ho bisogno di riferimenti chiari, sia che siano ahadith o passi del Corano o fatawa e via dicendo.
Ammetto di avere delle difficoltà anch'io a capire la questione, vuoi perchè ho un nafs di dimensioni spropositate vuoi perchè non mi è chiara la cosa: trovo ci siano delle contraddizioni infatti. Non capisco ad esempio come possa lavorare una donna con tutte queste limitazioni. Ho bisogno di capire tutto, perchè non scherzo dicendoti che potrei non dormirci la notte : )

Amal

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 11:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ema ha scritto:
Allora vediamo di rispondere con quel che ho trovato.



Allah (swt) ti benedica e ti ricompensi! Finalmente : )))

Amal

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 12:37 am    Oggetto: Rispondi citando

Uncino ha scritto:
aisha299 ha scritto:

Kafir è chiunque non sia musulmano.
Sono anch'io italiana, di cittadinanza e di nascita, maman è francese, quindi anche il mio retroterra culturale è occidentale. Quando l'Europa si sarà islamizzata, credo che la sua tradizione culturale arricchirà tutti i credenti delle altre regioni dell'Umma.


Temo che dovrai attendere alcuni milioni di anni, per questo... nel frattempo il buon vecchio continente occidentalizzerà l'islam. Fidati ;)


Inshallah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
Ema
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 19/11/07 00:04
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 9:45 am    Oggetto: Rispondi citando

letigiò ha scritto:
Ema ha scritto:
Allora vediamo di rispondere con quel che ho trovato.



Allah (swt) ti benedica e ti ricompensi! Finalmente : )))

Amal


E che benedica pure te!!!

Bilal
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
GHAMILA
Affezionato
Affezionato


Registrato: 18/10/09 09:18
Messaggi: 48

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 12:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

io continuo a pensare che se interpretiamo e modifichiamo tutto secondi i giorni nostri, commettiamo un grosso errore. Ritengo che il contenuto del Corano debba essere considerato sacro e veritiero e non mutabile , oggi come 1000 anni fa.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ema
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 19/11/07 00:04
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 12:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
Ema ha scritto:

-la donna non dovrebbe allontanarsi per di più di 77 km e a proposito di questo vi sono molti hadith


Domanda: i 77 km sono un "numero" che è possibile interpretare in base alle mutate condizioni dei tempi?

Ai tempi del Profeta (saws) per fare 77 km in cammello ci voleva un tempo considerevole, e il viaggio era pericoloso, oggi no.

E' un po' come il Ramadan: mi sembra che il digiuno possa essere evitato per chi è in viaggio, ma (sempre se no sbaglio) visti i mezzi moderni, questa facilitazione non viene più considerata stringente, visto che oggi per fare 100 km ci si impiega 1 ora e quindi non ci sono le condizioni di "spossatezza" che impediscono appunto di digiunare.

Chiedo a chi ne sa più di me, visto che quando sono andato in Marocco ed ho viaggiato in macchina, un imam mi ha detto di digiunare comunque anche se dovevo percorrere tanti km.

Salam

Quella che ho riportato si tratta di una fatwa ad una domanda fatta ai nostri tempi non 1400 anni fa ; ) e cmq quoto quel che è stato detto da Ghamila...
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Ema
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 19/11/07 00:04
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 12:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

Uncino ha scritto:
aisha299 ha scritto:
Uncino ha scritto:
aisha299 ha scritto:

Kafir è chiunque non sia musulmano.
Sono anch'io italiana, di cittadinanza e di nascita, maman è francese, quindi anche il mio retroterra culturale è occidentale. Quando l'Europa si sarà islamizzata, credo che la sua tradizione culturale arricchirà tutti i credenti delle altre regioni dell'Umma.


Temo che dovrai attendere alcuni milioni di anni, per questo... nel frattempo il buon vecchio continente occidentalizzerà l'islam. Fidati ;)


Inshallah


Facciamo così Aisha. Fra un milione di anni ci incontreremo in un bar; se l'Euopa sarà ancora cristiana, tu mi pagherai una birra, se sarà musulmana io ti offrirò un bicchiere di limonata... ok? ;)

Temo che sarai contraddetto non tra moltissimo.. Allahu alem!!
e comunque Aysha, nello strano caso che avrai ragione, purtroppo non potrà offrirti una birra =D mi sa che ti dovrai accontentare pure tu di una limonata...
Pace =D
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 1:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

GHAMILA ha scritto:
io continuo a pensare che se interpretiamo e modifichiamo tutto secondi i giorni nostri, commettiamo un grosso errore. Ritengo che il contenuto del Corano debba essere considerato sacro e veritiero e non mutabile , oggi come 1000 anni fa.


Sorella hai scritto una grande verità :)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
Ema
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 19/11/07 00:04
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 1:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

letigiò ha scritto:
Youssefpaolo ha scritto:
Ema ha scritto:

-la donna non dovrebbe allontanarsi per di più di 77 km e a proposito di questo vi sono molti hadith


Domanda: i 77 km sono un "numero" che è possibile interpretare in base alle mutate condizioni dei tempi?

Ai tempi del Profeta (saws) per fare 77 km in cammello ci voleva un tempo considerevole, e il viaggio era pericoloso, oggi no.

E' un po' come il Ramadan: mi sembra che il digiuno possa essere evitato per chi è in viaggio, ma (sempre se no sbaglio) visti i mezzi moderni, questa facilitazione non viene più considerata stringente, visto che oggi per fare 100 km ci si impiega 1 ora e quindi non ci sono le condizioni di "spossatezza" che impediscono appunto di digiunare.

Chiedo a chi ne sa più di me, visto che quando sono andato in Marocco ed ho viaggiato in macchina, un imam mi ha detto di digiunare comunque anche se dovevo percorrere tanti km.

Salam


Stavolta quoto quanto scritto da Youssefpaolo. Non si tratta di stravolgere dei precetti, ci si sta solamente chiedendo se il ragionamento analogico possa essere applicato a questa specifica situazione.
Non ci vedo niente di male.

I ragionamenti per analogia lasciamoli fare a chi ne ha conoscenza necessaria per farli..ovvero i mufti...noi limitiamoci ad accettare le fatwa di gente che ne sa più di noi...
Bilal
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 1:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ema ha scritto:

I ragionamenti per analogia lasciamoli fare a chi ne ha conoscenza necessaria per farli..ovvero i mufti...noi limitiamoci ad accettare le fatwa di gente che ne sa più di noi...
Bilal


Oh mamma, per carità, mi sono espressa male!!! Non intendevo dire che dobbiamo farli noi, ma appunto le persone di competenza. In pratica quello che mi chiedo io è se non ci sia una corrente anche minoritaria che afferma cose del genere. Mi pare strano che tutti siano concordi nel dire le stesse cose. ^__^ Sorry

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 1:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
aisha299 ha scritto:
Youssefpaolo ha scritto:
Scusate l'ignoranza, ma il numero "77" è scritto testualmente nel Corano?


Naturalmente no. Il Profeta parlava di tempo di viaggio, probabilmente qualche studioso moderno ha fatto l'equivalenza tra tempo e distanza. Personalmente trovo 77 km eccessivi.


Bene, allora perchè si dice che non bisogna contraddire il Corano, se poi certi particolari non derivano dal COrano?

Il tempo di viaggio in 1000 anni subisce profondi cambiamenti, e restare aggrappati alla letteralità in QUESTO caso mi sembra veramente sciocco.

Forse sarebbe il caso di pensare a "cosa" volesse dire il Profeta, quale era lo spirito di quella prescrizione.


Bene cosa voleva dire il Profeta? Voleva dire che una donna non può percorrere tratti troppo lunghi da sola (fatta salva l'eccezione che non vi sia un'assoluta indispensabilità di farlo). Tempo fa ho letto una fatwa molto bella in cui si negava la possibilità di una donna che dal Marocco volesse andare alla Mecca per il suo pellegrinaggio in quanto non aveva chi l'accompagnasse. Considerato che l'impossibilità di compiere il pellegrinaggio per un/una credente non è peccato, perchè come sappiamo si può surrogare, tra l'altro. Può essere che questa fatwa sia sbagliata - anche se io la condivido - ma la riporto per rendere l'esempio che il santo Corano ci insegna come dobbiamo comportarci, è vero che talvolta possiamo ingannarci a volerlo applicare nella maniera che nella nostra imperfezione ci appare come quella letterale, ma è importante che ne conserviamo sempre immutato lo spirito.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
Ema
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 19/11/07 00:04
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 1:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

letigiò ha scritto:
Ema ha scritto:

I ragionamenti per analogia lasciamoli fare a chi ne ha conoscenza necessaria per farli..ovvero i mufti...noi limitiamoci ad accettare le fatwa di gente che ne sa più di noi...
Bilal


Oh mamma, per carità, mi sono espressa male!!! Non intendevo dire che dobbiamo farli noi, ma appunto le persone di competenza. In pratica quello che mi chiedo io è se non ci sia una corrente anche minoritaria che afferma cose del genere. Mi pare strano che tutti siano concordi nel dire le stesse cose. ^__^ Sorry

Ma tranquilla Fletcher, non devi mica scusarti : )..non prendere a male le mie parole ^^ comunque non saprei dirti detto sinceramente...dipende sicuro in parte da che madhab segui...poi all'interno dei madhab non credo vi siano contraddizioni tra i grandi sapienti... in fondo parlano chiaro la Sunnah e il Corano no? ^^ Allahu alem


L'ultima modifica di Ema il Dom Ott 25, 2009 1:54 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 1:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ema ha scritto:
letigiò ha scritto:
Youssefpaolo ha scritto:
Ema ha scritto:

-la donna non dovrebbe allontanarsi per di più di 77 km e a proposito di questo vi sono molti hadith


Domanda: i 77 km sono un "numero" che è possibile interpretare in base alle mutate condizioni dei tempi?

Ai tempi del Profeta (saws) per fare 77 km in cammello ci voleva un tempo considerevole, e il viaggio era pericoloso, oggi no.

E' un po' come il Ramadan: mi sembra che il digiuno possa essere evitato per chi è in viaggio, ma (sempre se no sbaglio) visti i mezzi moderni, questa facilitazione non viene più considerata stringente, visto che oggi per fare 100 km ci si impiega 1 ora e quindi non ci sono le condizioni di "spossatezza" che impediscono appunto di digiunare.

Chiedo a chi ne sa più di me, visto che quando sono andato in Marocco ed ho viaggiato in macchina, un imam mi ha detto di digiunare comunque anche se dovevo percorrere tanti km.

Salam


Stavolta quoto quanto scritto da Youssefpaolo. Non si tratta di stravolgere dei precetti, ci si sta solamente chiedendo se il ragionamento analogico possa essere applicato a questa specifica situazione.
Non ci vedo niente di male.

I ragionamenti per analogia lasciamoli fare a chi ne ha conoscenza necessaria per farli..ovvero i mufti...noi limitiamoci ad accettare le fatwa di gente che ne sa più di noi...
Bilal


Aggiugno che ragionare per analogia rischia spesso di portarci a s-ragionare.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
Ema
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 19/11/07 00:04
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 2:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
Eccolo li: vietato pensare, occorre obbedire a UOMINI.

O.o Occorre obbedire ad Allah subhana wa ta'ala, fratello!! Cosa c'entra il Corano con gli uomini? Mica è fonte umana...
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 2:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ema ha scritto:

Ma tranquilla Fletcher, non devi mica scusarti : )


Ci voleva ci voleva...a quanto pare s-ragiono!
Dio dammi la calma!!!! ^________^

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Ema
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 19/11/07 00:04
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 2:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

letigiò ha scritto:
Ema ha scritto:

Ma tranquilla Fletcher, non devi mica scusarti : )


Ci voleva ci voleva...a quanto pare s-ragiono!
Dio dammi la calma!!!! ^________^

Amin =)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 2:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
Eccolo li: vietato pensare, occorre obbedire a UOMINI.


Ricordiamo che la donna non è stata creata dai piedi dell'uomo affinchè non gli fosse sottomessa, nè dalla sua testa perchè non gli fosse superiore, ma dal suo fianco perchè gli fosse uguale, sotto il suo braccio perchè fosse protetta, e vicina al cuore perchè fosse amata.
Le donne sono le compagne degli uomini, si affidano a loro con felicità, perchè gli uomini, per loro natura, non hanno le debolezze tipiche delle donne.
Ho cancellato una frase sgradevole che avevo scritto, vorrei evitare di entrare in polemica, spero che questo sia un desiderio condiviso.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
NADIA R.
Disattivato
Disattivato


Registrato: 19/01/09 15:51
Messaggi: 799

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 3:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Advocatus Diaboli ha scritto:
Io ho letto/sentito (o forse solo pensato, così, una volta) che è cosa più pietosa e misericordiosa insegnare a un povero come provvedere a sè stesso, che semplicemente buttargli dei soldi nel cappello.
Se l'uomo ama la donna, penso, cercherebbe di farla diventare forte come l'uomo.


Non condivido questa tua visione di amare la donna, ma stando al tuo pensiero, a me sembra che l'uomo l'abbia amata troppo, finchè oggi la donna fa l'uomo e l'uomo fa la donna.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 3:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Advocatus Diaboli ha scritto:
aisha299 ha scritto:
Le donne sono le compagne degli uomini, si affidano a loro con felicità, perchè gli uomini, per loro natura, non hanno le debolezze tipiche delle donne.

Io ho letto/sentito (o forse solo pensato, così, una volta) che è cosa più pietosa e misericordiosa insegnare a un povero come provvedere a sè stesso, che semplicemente buttargli dei soldi nel cappello.
Se l'uomo ama la donna, penso, cercherebbe di farla diventare forte come l'uomo.


Far diventare la donna come l'uomo vuol dire misconoscere la creazione di Allah.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
habgra
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 07/03/08 19:24
Messaggi: 240

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 3:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

Salam,
le donne hanno le loro debolezze e gli uomini hanno le loro, ecco perchè si devono compensare vicendevolmente e non possono fare a meno l'uno dell'altra. Nessuno sta dicendo (spero) che gli uomini siano quasi perfetti , quindi anche la frase di Aisha che ha citato l'ultimo utente è da intendersi nel suo giusto significato ossia che la donna non deve diventare come l'uomo (e tantomeno l'uomo come la donna) perchè sarebbe come disconoscere la creazione di Allah. Infatti ognuno ha il suo ruolo, quindi non capisco perchè tanto indugiare (anche con battute) su una superiorità o su un' inferiorità. Non sarebbe il caso di smetterla?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Uncino
Bannato
Bannato


Registrato: 09/09/09 21:38
Messaggi: 248

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 3:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

habgra ha scritto:
Salam,
le donne hanno le loro debolezze e gli uomini hanno le loro, ecco perchè si devono compensare vicendevolmente e non possono fare a meno l'uno dell'altra. Nessuno sta dicendo (spero) che gli uomini siano quasi perfetti , quindi anche la frase di Aisha che ha citato l'ultimo utente è da intendersi nel suo giusto significato ossia che la donna non deve diventare come l'uomo (e tantomeno l'uomo come la donna) perchè sarebbe come disconoscere la creazione di Allah. Infatti ognuno ha il suo ruolo, quindi non capisco perchè tanto indugiare (anche con battute) su una superiorità o su un' inferiorità. Non sarebbe il caso di smetterla?


Pensa un po'... concordo perfino io che non sono musulmano.
Le battute habgra servono anche a sdrammatizzare un thread che stava diventando un po' troppo acceso; non essere pronto a vedere cattive intenzioni laddove palesemente non ve ne erano.
Top
Profilo Invia messaggio privato
habgra
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 07/03/08 19:24
Messaggi: 240

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 4:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

Scusa YoussefPaolo ma effettivamente sembra che tu voglia fare polemica a tutti i costi..le debolezze a cui alludeva Aisha sono quelle fisiche innanzitutto, legate alla nostra conformazione fisica, e anche al fatto che la donna in alcuni periodi della vita è più vulnerabile, pensa a quando è in attesa di un bambino(certo qua succede sempre più raramente ma comunque in altri luoghi si fanno ancora molti figli) o in altri momenti in cui la salute della donna può non essere al massimo(il ciclo, per alcune anche la menopausa), e poi ci sono anche debolezze psicologiche, specialmente in giovane età. Gli uomini ne hanno altre di sicuro, che incidono in altri settori della vita dove magari la donna risulta essere più forte. Anche riguardo ai 77 km, mi sembra che già qualcuno abbia detto che si tratta di un modo per indicare spostamenti che includano una lunga assenza da casa. Prendere tutto alla lettera senza capire lo spirito di ciò che si dice non è il miglior modo nè per comunicare con gli altri e tantomeno per capire.
Top
Profilo Invia messaggio privato
aisha299
Affezionato
Affezionato


Registrato: 21/10/09 07:05
Messaggi: 44

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 4:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

habgra ha scritto:
Scusa YoussefPaolo ma effettivamente sembra che tu voglia fare polemica a tutti i costi..le debolezze a cui alludeva Aisha sono quelle fisiche innanzitutto, legate alla nostra conformazione fisica, e anche al fatto che la donna in alcuni periodi della vita è più vulnerabile, pensa a quando è in attesa di un bambino(certo qua succede sempre più raramente ma comunque in altri luoghi si fanno ancora molti figli) o in altri momenti in cui la salute della donna può non essere al massimo(il ciclo, per alcune anche la menopausa), e poi ci sono anche debolezze psicologiche, specialmente in giovane età. Gli uomini ne hanno altre di sicuro, che incidono in altri settori della vita dove magari la donna risulta essere più forte. Anche riguardo ai 77 km, mi sembra che già qualcuno abbia detto che si tratta di un modo per indicare spostamenti che includano una lunga assenza da casa. Prendere tutto alla lettera senza capire lo spirito di ciò che si dice non è il miglior modo nè per comunicare con gli altri e tantomeno per capire.


Cara sorella hai riassunto benissimo la discussione.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo
habgra
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 07/03/08 19:24
Messaggi: 240

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 4:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

Partendo dalla frase abbastanza provocatoria di Advocatus diabuli: se il vostro modo di amare la donna si rispecchia nell'educazione...
Vorresti spiegare cosa intendi? Magari si può aprire un nuovo argomento proprio sul "modo di educare" e comunque il plurale non è indicato perchè non tutti gli individui sono uguali né tantomeno tutti i musulmani.
Una cosa è certa, nel nostro mondo globalizzato (non saprei come chiamarlo perchè se dico occidentale è riduttivo) il senso dell'educazione, ossia quali valori trasmettere alle nuove generazioni, è piuttosto in crisi, molti genitori si limitano a consigliare tattiche per non farsi troppo del male o per non incorrere in situazioni estreme (ne so qualcosa perchè oltre che madre sono pure un'insegnante). Tu sicuramente volevi criticare la severità di qualche famiglia musulmana o ti riferivi alle differenze dell'educazione nei confronti di maschi e femmine? Perchè in questo caso è logico che sia così visto che sono diversi. Poi se ti riferivi al maschilismo esplicito di alcuni, questo dipende più dall'origine culturale degli stessi e dal loro grado di istruzione.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ema
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 19/11/07 00:04
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 5:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
Ema ha scritto:
Youssefpaolo ha scritto:
Eccolo li: vietato pensare, occorre obbedire a UOMINI.

O.o Occorre obbedire ad Allah subhana wa ta'ala, fratello!! Cosa c'entra il Corano con gli uomini? Mica è fonte umana...


Non si stava parlando di Corano, ma di interpretazione umana dei sapienti in relazione al fatto dei 77 chilometri famosi...

Non mettermi in bocca parole che non ho pronunciato.

Ci sarà un motivo se il numero "77" non è stato scritto nel corano...

Con il Corano includo pure la Sunnah...e per quanto riguarda il motivo dei 77 km cerca nei post precedenti e vi è la risposta (è un hadith infatti)...
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
NADIA R.
Disattivato
Disattivato


Registrato: 19/01/09 15:51
Messaggi: 799

MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 7:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

Per quanto riguarda i 77 chilometri, io non ho trovato citazione negli hadit e nel Corano, ma sono gli ulema che lo hanno stabilito facendo riferimento all'hadit che che dice che non c'è nessuna donna che crede in Dio e nel giorno del giudizio che viaggia senza un mahram.
Allora un uomo gli disse che doveva andare in guerra mentre la madre voleva andare al pellegrinaggio, cosa devo fare?
Il Profeta saws gli rispose di andare con sua madre.

Nella spiegazione di questo hadit di Nawawi in Sahih muslim si dice che la donna non può affrontare nessun viaggio da sola, anche se è un piccolo viaggio.
Comunque si parla di viaggi e non di normali uscite quotidiane che la donna deve compiere:
qui non serve il mahram.

E’ vero che sul mahram c'è divergenza tra gli ulema:
c'è chi prende come riferimento l'hadit citato del Profeta saws, e chi fa riferimento a Omar ibn Katab quando ha concesso alle mogli del Profeta di andare al pellegrinaggio accompagnate da due compagni.
Alcuni ulema danno questa concessione solo per andare nei luoghi per gli obblighi di Dio, in questi casi la donna può andare con una compagnia di fiducia.

Fonte
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Allahu alam
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sakina
Ospite





MessaggioInviato: Dom Ott 25, 2009 9:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

Assalam,
riporto qui due degli ahadith su cui si basano le posizioni e le interpretazioni del 'ulema sperando di contribuire a porre fine ai messaggi ripetitivi. (Riporto anche la versione originale in arabo perchè la traduzione italiana è della sottoscritta).


ومستند هذا الحكم ما رواه البخاري وغيره عن ابن عباس رضي الله عنه قال: قال رسول الله - صلى الله عليه وسلم
-: " لا تسافر المرأة إلا مع ذي محرم، ولا يدخل عليها رجل إلا ومعها محرم ".

وعن أبي هريرة مرفوعًا: " لا يحل لامرأة تؤمن بالله واليوم الآخر أن تسافر مسيرة يوم وليلة ليس معها محرم " (رواه مالك والشيخان وأبو داود والترمذي وابن ماجة عن أبي هريرة).

- Trasmesso da Bukhari, da Ibn 'Abbas (r) disse: disse il Profeta (s): "La donna non viaggia tranne che in compagnia di un mahrem, nè entra presso di lei un uomo senza che con lei ci sia un mahrem".

- e da Abu Huraira (r), il Profeta (s) disse: "Non è lecito ad una donna, che ha fede in Allah e nell'Ultimo Giorno, che viaggi per la durata di un giorno e una notte, senza che ci sia con lei un mahram". (Trasmesso da Malik, Bukhari, Muslim, Abu Dawud, Tarmidhi e Ibn Maja da Abu Huraira).

I fuqaha hanno affrontato questa questione perchè si è sempre posta per quanto riguarda il pellegrinaggio di donne che non hanno un mahrem. Quindi, c'è chi:
- ha posto il divieto senza eccezioni;
- ha posto un'eccezione per le donne anziane;
- chi lo ha permesso se la donna è in compagnia di una (alcuni) o più (altri) donne musulmane di fiducia;
- chi ha considerato sufficiente che la strada per raggiungere la meta sia sicura (tra questi Ibn Taymiya).
In particolare, secondo l'Imam Ahmed il mahrem non è una condizione se si tratta del pellegrinaggio obbligatorio, perchè andrebbe in compagnia di altre donne.
Secondo l'Imam Malik, se è con un gruppo di donne.

La fatwa, il cui link ve lo riporto sotto, ricorda che Bukhari narra che Omar (r) permise alle moglie del Profeta (s) di uscire in pellegrinaggio mandando con loro 'Uthman Ibn 'Affan e 'Abdurrahman Ibn 'Awf. Ed erano tutti d'accordo su questo.

da: Islamonline
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Sakina
Ospite





MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 12:43 am    Oggetto: Rispondi citando

PS: per Advocatus Diaboli

Advocatus Diaboli ha scritto:

Se il vostro modo di amare la donna è rispecchiato nell'educazione che le impartite, dico solo che la si può amare di più. Nient'altro.


Comincia ad entrare nella nostra ottica: come vedi non siamo un gruppo omogeneo, non usciamo dagli stampini. Non esiste il VOI e il NOI, perciò, quando scrivi sii più preciso
Top
pensosa
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/01/08 19:04
Messaggi: 309

MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 2:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

BASTA.
Sono appena entrata nel forum e leggendo questa discussione sono rimasta schifata.Scusate l'eufemismo, ma non trovo parole più esemplificatrici.

ASTAGFIRULLAH, ASTAGFIRULLAH, ASTAGFIRULLAH.
Sempre più evidente è il fatto che siamo prossimi alla fine dei tempi...gli uomini si scannano per nulla, e i tentativi di shaitan di allontanare dalla Via si fanno sempre più presenti, e sempre più forti.

Sono state dette migliaia di baggianate, più e più volte è stato infangato il Nobile Messaggio dell'Islam senza una ragione, e più e più volte si è aperta la bocca senza alcuna cognizione di causa.

Più tardi risponderò alle varie questioni sollevate, ma che sia un avviso:
CALMATE GLI ANIMI E NON PARLATE SE NON SAPETE DI COSA STATE PARLANDO CON ESATTEZZA.

Che ciascuno occupi il suo tempo a realizzare la propria Idea di vita, senza cessare MAI la ricerca della Conoscenza:

I credenti passando il loro tempo a venerare Iddio e quindi a conoscerLo,

le anime nomadi in cerca della Verità, cercandoLa sinceramente,

gli atei contemplando la loro disperazione, e andando dietro a qualche ideale ormai consumato e logoro,

ed infine i sofisti(sub-categoria atea) crogiolandosi nella sublimità estetica(in questo caso assolutamente coincidente con quella etica) della lora dialettica.
Top
Profilo Invia messaggio privato
pensosa
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/01/08 19:04
Messaggi: 309

MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 3:33 pm    Oggetto: Rispondi citando

L'unica supina sottomissione contemplata dai musulmani è quella verso Iddio.
Tuttavia, poichè siamo ignoranti in materia di fiqh, non possiamo che affidarci a chi ne sa di più, allo stesso modo in cui chiunque si voglia curare un epatite si reca da un epatologo. .
Perchè seguire le dritte di un medico per uno specifico problema di salute non è considerato supina sottomissione ai medici?
Perchè nessuno protesta per mancata interpellazione quando ci viene prescritta la tal medicina per ottenere la tal cura?
Forse perchè non avrebbe senso?
Una via per essere sensatamente abilitati alla protesta e alla parola c'è: è la Conoscenza.
Ibn Araby, per esempio, poteva permettersi di analizzare criticamente talune questioni dei madhaib, solo in virtù della sua Conoscenza giuridica assolutamente appurata.
Solo un medico può giudicare un medico, solo un giurista può giudicare un giurista ed anche infine, solo un contadino può giudicare un contadino.

Purtroppo, il triste egualitarismo ipocrita che ha portato l'Occidente a diventare ciò che è ora, ossia il governo dell'ignoranza, detiene le enormi responsabilità di questi retaggi culturali.

Pertanto, o per coerenza prendi a insulti qualsivoglia esperto di qualsivoglia ambito si permetta di indirizzarti rendendoti così un supino mollusco, oppure diventi un Conoscitore(nel senso stretto della parola) di tutti gli ambiti del Sapere per avere così sensato accesso al diritto all'esercizio di critica.

Solo qualora nessuna di queste due ipotesi ti sembri contemplabile.....eccoti la risposta che cercavi.

wasSalamu alaykom.


L'ultima modifica di pensosa il Lun Ott 26, 2009 3:40 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
pensosa
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/01/08 19:04
Messaggi: 309

MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 3:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

Advocatus Diaboli ha scritto:
pensosa ha scritto:
Che ciascuno occupi il suo tempo a realizzare la propria Idea di vita, senza cessare MAI la ricerca della Conoscenza:
I credenti passando il loro tempo a venerare Iddio e quindi a conoscerLo,
le anime nomadi in cerca della Verità, cercandoLa sinceramente,
gli atei contemplando la loro disperazione, e andando dietro a qualche ideale ormai consumato e logoro,
ed infine i sofisti(sub-categoria atea) crogiolandosi nella sublimità estetica(in questo caso assolutamente coincidente con quella etica) della lora dialettica.

Un po' parziale, forse?

Credi forse che esista l'imparzialità?

Non ti dico tanto, ma basta partecipare ad un banale corso universitario qualsiasi di etica per capire che l'azione e la parola neutre non esistono.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Advocatus D******
Bannato
Bannato


Registrato: 11/10/09 13:05
Messaggi: 108

MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 3:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

pensosa ha scritto:
Credi forse che esista l'imparzialità?
Non ti dico tanto, ma basta partecipare ad un banale corso universitario qualsiasi di etica per capire che l'azione e la parola neutre non esistono.

Non ci vuole un corso di Etica per rispettare le idee e convinzioni altrui ed evitare di accusare stoltezza e ignoranza (sulle cose divine, ad esempio).

Hum.. un corso filosofico di Relativismo vecchio stile aiuterebbe.
Top
Profilo Invia messaggio privato
pensosa
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/01/08 19:04
Messaggi: 309

MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 3:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

Advocatus Diaboli ha scritto:
pensosa ha scritto:
Credi forse che esista l'imparzialità?
Non ti dico tanto, ma basta partecipare ad un banale corso universitario qualsiasi di etica per capire che l'azione e la parola neutre non esistono.

Non ci vuole un corso di Etica per rispettare le idee e convinzioni altrui ed evitare di accusare stoltezza e ignoranza (sulle cose divine, ad esempio).

Hum.. un corso filosofico di Relativismo vecchio stile aiuterebbe.
Il solito buonismo trito e ritrito.
Rispettare(sulla qual cosa mi trovi assolutamente d'accordo) non significa essere ipocriti o perbenisti.
Se parlo con un ateo, uso cortesia ed educazione, ma non mi esimo certamente dall'avere certe considerazioni sul suo conto, in quanto musulmana....tanto quanto tu, da ateo(immagino) ti permetti di commentare senza pizzi e orletti la presunta discriminazione delle donne nell'Islam, fra l'altro senza manco avere cognitio causae nello specifico.
Top
Profilo Invia messaggio privato
'Omar
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/09/08 19:19
Messaggi: 94
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 4:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mi rivolgo unicamente ai fratelli ed alle sorelle, senza entrare nel merito della discussione.

Sabr, ricordiamo chi siamo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
pensosa
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/01/08 19:04
Messaggi: 309

MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 4:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
Non sono d'accordo, cara sorella.
Io come muslim posso (come sono) essere convinto che la mia è l'unica vera religione, o meglio quella "definitiva" vista che ebraismo e cristianesimo hanno qualche diritto secondo il Corano.

Ma in una discussione non arriverò mai a chiudere la bocca al mio interlocutore dicendo che io ho ragione e lui ha torto.
Semmai espongo le mie ragioni sperando di convincerlo.

Ma è una mia personale responsabilità.

Questa risposta è assolutamente auto-referenziale e gratuita fratello.

Su quale bocca vedi la mia mano che si accinge a creare il vacuum?

Stiamo discutendo liberamente e ognuno sta dicendo la sua senza impedimenti di alcun genere.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Youssefpaolo
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 13/03/09 22:40
Messaggi: 544

MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 4:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

'Omar ha scritto:
Mi rivolgo unicamente ai fratelli ed alle sorelle, senza entrare nel merito della discussione.

Sabr, ricordiamo chi siamo.


Va bene anche in privato, ma non ho capito il senso dell'intervento.
Top
Profilo Invia messaggio privato
'Omar
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/09/08 19:19
Messaggi: 94
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 4:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

Youssef, non era inteso in particolare nei tuoi confronti ma per tutti...

Se credi non ce ne fosse bisogno, ottimo :) Ma se credi che il clima del forum in particolare oggi sia ottimo, dissento.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Youssefpaolo
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 13/03/09 22:40
Messaggi: 544

MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 4:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

No, sono perfettamente d'accordo con te sul clima.

Non sarebbe male un approfondimento "intra moenia" su alcune questioni riguardanti le discussioni sul forum.

Salam
Top
Profilo Invia messaggio privato
pensosa
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/01/08 19:04
Messaggi: 309

MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 4:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Advocatus Diaboli ha scritto:
Io non vengo a dirti che le tue idee sono insane, che sei figlia di una religione barbara (cosa che potevo pensare magari quando ero un moccioso), che hai convinzioni distorte, che poggi la tua coscienza su princìpi antiquati, che sei bizzarra o fuori dalla realtà.

Cosa che infatti non ho fatto neanch'io.
Attenzione a mettere nelle bocche altrui parole che non sono state pronunciate.
Ho emesso un giudizio su alcune categorie generiche, senza alcun riferimento specifico alla singola persona(sulla quale non mi permetterei mai di giudicare a priori).

Comunque esporrò a breve le risposte alle problematiche precedentemente sollevate, così lo scopo originario di questa discussione sarà stato realizzato.
Pertanto, vi chiedo per favore di non andare oltre nella discussione, che si sta trascinando molto più del necessario.
Top
Profilo Invia messaggio privato
NADIA R.
Disattivato
Disattivato


Registrato: 19/01/09 15:51
Messaggi: 799

MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 4:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

assalam alaycum wa rahmatullah wa barakatuhu

concordo con il fratello Yusef Paolo.
Sovente vedo un po' di durezza dentro il forum da parte dei musulmani nei confronti dei non musulmani che non sanno nulla dell'Islam, anzi molte volte conoscono le cose sbagliate della nostra religione.
Questo vale anche nei confronti dei neo convertiti.
Loro fanno delle domande per sapere, o per dare delle conferme / smentite alle loro conoscenze, ed alle volte possono sembrarci provocatori.
Che siano o no dei provocatori, noi dobbiamo mantenere la calma e la pazienza, per portare la verità perchè questo è il dovere di un musulmano ed è questo che ci ha insegnato il nostro Profeta saws, e di questo saremo interrogati al giorno del giudizio.
Certamente ciò vale fino a che non si arrivi a delle ofese dirette al nostro Dio ed al nostro Profeta saws, ma anche in questo caso si prendono dei provvedimenti con educazione.
I confronti tra le religioni si tengono davanti a gradi platee dove studiosi cristiani espongono la loro verità e studiosi islamici controbattono con la massima calma, educazione e rispetto e mashallah l'utima parrola sta sempre ai musulmani, perchè noi abbiamo il Libro della verità che risponda qualsiasi quesito e può fare fronte a qualsiasi sfida o menzogna.

Conoscete l'episodio di Tàif e cosa è successo al profeta saws?
Con questo episodio il nostro Profeta saws ci ha lasciato un grande insegnamento mostrando la sua generosità e pazienza.

E come Samarcanda è diventata musulmana?
Solo con il comportamento di un califfo di Abbassiin.

Una volta i musulmani hanno fatto una grande umma, e piano piano questa umma sta andando alla fine grazie al comportamento dei musulmani.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
pensosa
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/01/08 19:04
Messaggi: 309

MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 7:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

BismiLlahi arRahman arRahim

Allora:
La donna può lavorare?
La stessa nobile moglie del Profeta (aleyhi asSalat wasSalam) Khadija bint Khuwaylid lavorava.
Quindi, assolutamente sì; vedasi, per amor di precisione, questo passo tratto da un responso di Ustadha Zaynab Ansari, da sunnipath:

There is nothing wrong with a woman's going out and working. If a woman has male relatives to provide for her, then, in general, it is better for her to stay home. However, even this ruling has its details. For example, many women are providing critical services to the community, so as long as they are observing the limits of Sacred Law, then their going out is permissible.
da
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



A seconda del madhab, ci sono varie puntualizzazioni da fare a questa generale permissività.

La donna può uscire di casa?
Che domanda!
Certo che può uscire di casa, mica è segregata a forza!
Tuttavia, l'Islam esorta la donna a non uscire senza necessità, e a non prodigarsi in inutili attività perditempo(la qual cosa è ovviamente valida anche per gli uomini), poichè essa deve badare alla cura amorevole dei figli e della casa.
Com' è possibile vedere questa come una discriminazione?
Non è forse perchè i genitori realmente presenti non esistono più che abbiamo una generazione così appiattita, ignorante e violenta?
E siccome qualcuno deve pur provvedere al guadagno della pecunia, qualcun'altro deve necessariamente occuparsi dei figli...

La donna può uscire solo se accompagnata da un mahram?
C'è un numero di km massimi sanciti dai madhaib che la donna può percorrere senza mahram rispetto alla sua abitazione.
Ma è importante ricordare che in situazioni problematiche i mufti possono emettere fatwe eccezionali per accordare permessi diversi da quelli stabiliti dalla Shari'ah.

La donna può coabitare con un uomo non mahram in assenza del marito?
Chiaramente no(e mi sembra anche piuttosto evidente come risposta per un musulmano), così come non potrebbe assolutamente farlo un uomo con una donna che non sia mahram.

La donna deve coprirsi per non indurre in tentazione l'uomo?
L'unica risposta sensata è che la donna debba coprirsi unicamente per soddisfare il volere di Allah.

Inoltre, una donna musulmana non può stringere rapporti informali con un uomo non mahram, tanto quanto un uomo non può fare lo stesso con una donna non mahram.

Parimenti-per fugare il dubbio del fratello YoussefPaolo, in alcuni madhaib, il tocco senza fini erotici(se avesse un fine erotico invaliderebbe in ogni caso)di una donna invalida la condizione di purezza spirituale, per cui è necessario ripetere il ghusl, tanto quanto quello di un uomo.
Bisogna tener conto che queste sono considerazioni generiche.Ciascuno deve seguire poi le precise prescrizioni del proprio madhab per la questione.
Ci tenevo a fare questo discorso generico, per dare un taglio netto a ciò che si stava facendo passare circa alla presunta ingiusta ineguaglianza delle disposizioni normative concerni i due sessi.

Molte cose che ho precisato mi sembrano davvero scontate,(e quasi mi sono sentita ridicola a ribadirle) ma poichè si sono manifestate enormi confusioni intorno ai rispettivi diritti di uomini e donne, ho preferito scriverle comunque.

Spero che ora le varie questioni siano chiare.Se c'è ancora qualche punto non chiaro, fatemelo pure presente...senza toni polemici :)


e Allah ne sa di più.
Top
Profilo Invia messaggio privato
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 9:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie mille sorella, spiegazione chiarissima. Dio ti ricompensi : )

Amal

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
pensosa
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/01/08 19:04
Messaggi: 309

MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 10:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Advocatus Diaboli ha scritto:
Advocatus Diaboli ha scritto:
Io non vengo a dirti che le tue idee sono insane, che sei figlia di una religione barbara (cosa che potevo pensare magari quando ero un moccioso), che hai convinzioni distorte, che poggi la tua coscienza su princìpi antiquati, che sei bizzarra o fuori dalla realtà.

Volevo solo precisare che questo messaggio è risultato mutilato non per censura ma a causa di un errore (non mio, di Pensosa).
Grazie.

Chiariti ;)

letigiò ha scritto:
Grazie mille sorella, spiegazione chiarissima. Dio ti ricompensi : )

Amal

wa iyyaky sorella!

wasSalamu alaykom wa RahmatuLlah!
Top
Profilo Invia messaggio privato
stefra
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/04/09 18:10
Messaggi: 577

MessaggioInviato: Mar Ott 27, 2009 8:57 am    Oggetto: Rispondi citando

NADIA R. ha scritto:
assalam alaycum wa rahmatullah wa barakatuhu

concordo con il fratello Yusef Paolo.
Sovente vedo un po' di durezza dentro il forum da parte dei musulmani nei confronti dei non musulmani che non sanno nulla dell'Islam, anzi molte volte conoscono le cose sbagliate della nostra religione.
Questo vale anche nei confronti dei neo convertiti....


Gentile Nadia R., non posso che quotarti. Posso però sottolineare che questo clima si è instaurato da circa un paio di mesi a questa parte. Quando mi iscrissi mi colpì l'amore, la chiarezza e la gentilezza dei toni usati, pur se fermi nelle convinzioni e nel messaggio. Da un buon periodo non leggo che discorsi sul nulla, pagine e pagine di fuffa, aria fritta e post mirati soltanto a misurare ed esaltare la propria dialettica.
Ho timore anche a postare altre domande poichè non leggo più, nelle persone che mi colpirono all'inizio, quelle risposte dettate con animo gentile.
Ma tutto ciò è sicuramente un mio limite.
Top
Profilo Invia messaggio privato
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Mer Ott 28, 2009 7:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Talib ha scritto:
Gentile Amal,
mi sembra che nessuno abbia ancora risposto alla tua domanda iniziale.
Sinceramente non mi ero mai posto quella domanda, nè ho trovato nulla dopo alcune ricerche. Probabilmente, la risposta sta semplicemente nel fatto che la questione non si pone.



assalamu alaykum
ho pensato che la non-risposta fosse una risposta, ovvero che la questione sia infondata.
Mi sa che abbiamo fatto lo stesso ragionemento :)

Citazione:
Ad ogni modo, ho scritto a delle persone chiedendo una fatwa sulla faccenda, che forse era la cosa più saggia da fare a partire da circa... 11 pagine fa. Aspettiamo, col permesso di Dio.


Grazieeeeee ^____^ Ma come faccio a ringraziarti? : ))) Sono in debito :)
Dio ti ricompensi fratello!

Citazione:
PS: allegherò la fatwa alla barbie hijabata.


...chè, stiamo a risparmià sulla stoffa? Barbie "niqabata" : )


Un saluto,
Amal

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Piuma
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 13/09/09 22:30
Messaggi: 25

MessaggioInviato: Mer Ott 28, 2009 10:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

aisha299 ha scritto:
Youssefpaolo ha scritto:
Prendetela tutti per una battuta, vi prego.

La risposta per Simonetta è:

Iddio ha talmente poca fiducia nella capacità del maschio di non peccare, che ha limitato la liberta della femmina.


Personalmente ritengo che queste limitazioni vadano contestualizzate, visto che la società è cambiata rispetto all'epoca dei primi sapienti: oggi la donna DEVE lavorare (soprattutto nelle società occidentali) ed inoltre si è sfaldato il "milieu" familiare, che permetteva alle donne di poter stare con le altre donne della famiglia senza uscire di casa (cosiddette famiglie allargate).

Ma questa è una mia riflessione personale.



La prendo come una battuta...
Tuttavia la tua è una visione maschilista che purtroppo è ancora molto forte all'interno dell'Umma. E' vero che purtroppo il maschio riesce difficilmente a controllare i suoi istinti più bassi - e non parlo solo di quelli sessuali - ma le regole che Allah ci ha dato rendono libera la donna, non la limitano! Certo in Europa è difficile vivere la nostra libertà di musulmane, ma non è certo colpa della Sharia.



In cosa consiste questa libertà? perdonami l'ignoranza, ma io le donne le ho sempre viste opresse da tutte le religioni...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amatullah Maria
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/07/08 06:48
Messaggi: 1108
Residenza: bologna / modena

MessaggioInviato: Gio Ott 29, 2009 2:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

Piuma ha scritto:
aisha299 ha scritto:
Youssefpaolo ha scritto:
Prendetela tutti per una battuta, vi prego.

La risposta per Simonetta è:

Iddio ha talmente poca fiducia nella capacità del maschio di non peccare, che ha limitato la liberta della femmina.


Personalmente ritengo che queste limitazioni vadano contestualizzate, visto che la società è cambiata rispetto all'epoca dei primi sapienti: oggi la donna DEVE lavorare (soprattutto nelle società occidentali) ed inoltre si è sfaldato il "milieu" familiare, che permetteva alle donne di poter stare con le altre donne della famiglia senza uscire di casa (cosiddette famiglie allargate).

Ma questa è una mia riflessione personale.



La prendo come una battuta...
Tuttavia la tua è una visione maschilista che purtroppo è ancora molto forte all'interno dell'Umma. E' vero che purtroppo il maschio riesce difficilmente a controllare i suoi istinti più bassi - e non parlo solo di quelli sessuali - ma le regole che Allah ci ha dato rendono libera la donna, non la limitano! Certo in Europa è difficile vivere la nostra libertà di musulmane, ma non è certo colpa della Sharia.



In cosa consiste questa libertà? perdonami l'ignoranza, ma io le donne le ho sempre viste opresse da tutte le religioni...


Cara Piuma,

Mi spiegheresti cosa intendi per "libertà" "oppressione" e "religione"?
Te lo chiedo perchè ho pensato un pò alla tua domanda e mi sono resa conto che esistono varie risposte, tutte tendenti allo stesso significato, ma che forse, avendo una visione troppo islamica del significato di queste parole, potrei non capire esattamente la tua domanda.

Grazie. :- )
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Ven Ott 30, 2009 2:20 am    Oggetto: Rispondi citando

Talib ha scritto:
Spero che questa risposta ti sia sufficiente, cara sorella. Come volevasi dimostrare, la questione semplicemente non si poneva (ho anche l'impressione di aver fatto la figura dello scemo davanti al mufì :P). Comunque, la cura per l'ignoranza è nel fare domande (che non sono mai stupide - semmai possono essere stupide le risposte) ;).


Grazie fratello : ) Allah ti ricompensi, ultimamente mi stai risolvendo tanti dubbi : )
Per la figuraccia davanti al mufti non preoccuparti: fagli leggere anche solo 2 o 3 interventi miei su questo forum e poi digli che la domanda l'ho fatta io: capirà : )

Grazie ancora!
Amal

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
pensosa
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/01/08 19:04
Messaggi: 309

MessaggioInviato: Ven Ott 30, 2009 7:32 am    Oggetto: Rispondi citando

Piuma ha scritto:
aisha299 ha scritto:
Youssefpaolo ha scritto:
Prendetela tutti per una battuta, vi prego.

La risposta per Simonetta è:

Iddio ha talmente poca fiducia nella capacità del maschio di non peccare, che ha limitato la liberta della femmina.


Personalmente ritengo che queste limitazioni vadano contestualizzate, visto che la società è cambiata rispetto all'epoca dei primi sapienti: oggi la donna DEVE lavorare (soprattutto nelle società occidentali) ed inoltre si è sfaldato il "milieu" familiare, che permetteva alle donne di poter stare con le altre donne della famiglia senza uscire di casa (cosiddette famiglie allargate).

Ma questa è una mia riflessione personale.



La prendo come una battuta...
Tuttavia la tua è una visione maschilista che purtroppo è ancora molto forte all'interno dell'Umma. E' vero che purtroppo il maschio riesce difficilmente a controllare i suoi istinti più bassi - e non parlo solo di quelli sessuali - ma le regole che Allah ci ha dato rendono libera la donna, non la limitano! Certo in Europa è difficile vivere la nostra libertà di musulmane, ma non è certo colpa della Sharia.



In cosa consiste questa libertà? perdonami l'ignoranza, ma io le donne le ho sempre viste opresse da tutte le religioni...

questa discussione è stata trasefrita in un nuovo post dal nome "sulla libertà", sempre nella sezione "Islam al femminile"...inshAllah proseguirà lì.

Un saluto di pace!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Tematiche femminili Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.061