Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Moschea solo per italiani musulmani

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Intellettuali, considerazioni e dibattiti sull'Islam
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Lug 09, 2020 4:26 pm    Oggetto: Ads

Top
imen111
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/04/09 13:10
Messaggi: 89

MessaggioInviato: Lun Giu 22, 2009 7:39 pm    Oggetto: Moschea solo per italiani musulmani Rispondi citando

assalamu 3alaykum vi volevo kiedere sopratutto agli italiani musulmani io e mio marito lui e italiano musulmano frequentiamo tanto la moschea di Reggio Emilia e a volte anke quella di parma a prima l'imam quando fa degli hadit in Arabo dopo spiegava anke in italiano però adesso tantissimi persone ovviamente non italiani si sono opposti a questo fatto della traduzione in italiano mio marito e tantissimi italiani hanno notato un tipo di ostilità nei loro confronti in generale non sappiamo il perchè tanto ke alcuni stanno pensando di fare una moschea solo per italiani cosa ne pensate di questo fatto??
Top
Profilo Invia messaggio privato
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Lun Giu 22, 2009 7:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

wa alaykum salam

penso che sia assurdo. Queste cose mi fanno imbestialire! Ma è così difficile riuscire a vedere gli italiani come musulmani qualsiasi???? Opporsi perfino alla traduzione degli ahadith è... deprimente! Non ho parole...(e stavolta voglio proprio vedere chi mi dice che sono SEMPRE polemica).

Bè...giusto per tornare lucida un attimo: sorella,pensi che ci siano motivi diversi dalla nazionalità che possano aver generato questo comportamento ? Gli italiani sono colpevoli di qualcosa? Hanno avuto atteggiamenti che hanno infastidito gli altri?
Ad ogni modo credo che persone diverse che condividono qualcosa hanno solo da imparare gli uni dagli altri, per cui non servirebbe a molto chiudersi in un guscio e auto-isolarsi. Perchè non risolvere le incomprensioni? Se poi non è possibile allora è diverso.
Scappa solo chi ha torto però, e se questi nostri fratelli ritengono di essere nel giusto devono farsi valere e rimanere dove sono : )

Un saluto,
Amal

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
imen111
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/04/09 13:10
Messaggi: 89

MessaggioInviato: Lun Giu 22, 2009 8:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

infatti anch'io penso che non è una soluzione fare delle moschee per solo italiani però la cosa che da più fastidio che qualsiasi loro iniziativa e messa da parte e lo noto io ke sono marochina nelle decisioni importanti non vengono considerati e grazie a allah(swt) sono in tanti gli italiani musulmani è questo nn è bello ma è bellissimo però purtroppo ci sn tantissimi ignotranti e nn capiscono ke queste persone sono un dono da dio forse c'è un pò d'invidia nn so però vi assicuro non nè facile per gli italiani musulmani...
Top
Profilo Invia messaggio privato
NADIA R.
Disattivato
Disattivato


Registrato: 19/01/09 15:51
Messaggi: 799

MessaggioInviato: Lun Giu 22, 2009 9:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

As salamu alaycum wa rahamatullah wa barakatuhu

sorella Imen,
non capisco perchè i tuoi interventi sono sempre molto critici nei confronti di altri fratelli musulmani.
Innanzi tutto il buon musulmano dovrebbe coprire i difetti di suo fratello o sorella e consigliare il bene e non bisogna interpretare negativamente le loro azioni, ma bisogna comprendere e vedere il lato positivo.
Nella situazione che tu hai esposto, potrebbe essere che queste persone non si sentono all'altezza di tradurre correttamente i versetti del Corano e gli hadit del Profeta saws, per cui per non rischiare di dare informazioni non corrette e cadere nel peccato, preferiscono non fare le traduzioni.

Citazione:
.... forse c'è un pò d'invidia ....

... invidia di che cosa?
sorella molte volte usi aggettivi pesanti, e dai dei messaggi negativi.
Sappi che nessuno può occupare il posto ad un altro in paradiso, inchallah.
Cerchiamo di superare gli ostacoli delle differenze di mentalità e miriamo ad unirci, perchè di scissioni ce ne sono già molte.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
amazigh
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 12/02/09 13:53
Messaggi: 76

MessaggioInviato: Lun Giu 22, 2009 10:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

assalamu 3alaikoum wa rahmato allah,,,

imen a quanto m risulta nella moschea di parma si fa ancora in italiano quando c'è l'imam che parla bene l'italiano e non risultano polemiche da parte di altri musulmani, forse m sbaglio.

poi bisognerebbe parlare di motivi pratici, cioè della carenza di tempo,tanti fedeli il venerdi escono dal lavoro per andare in moschea e hanno poco tempo a loro disposizione quindi fare un doppio sermone....

cmq fatto sta che la tua proposta non sta ne in cielo ne in terra, e non ho mai assestito a situazioni in cui un musulmano fosse trattato in modo diverso o discriminato solo perche italiano.

al contrario ho visto musulmani comporatarsi molto bene e comportarsi meglio con un convertito appunto perche è convertito.

cmq non voglio generalizzare ma tanti arabi si sentono un po superiori in campo religioso. questo ovviamento dovuto ad ignoranza.

detto questo la tua proposta non ha senso, dobbiamo essere uniti, siamo già deboli e una ulteriore separazione non gioverà....
Top
Profilo Invia messaggio privato
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Lun Giu 22, 2009 10:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

salam alaykum

scusate sorelle, ma imen111 ha parlato di "molti musulmani" per cui, se non ho capito male, è un gruppo di persone che si sente discriminato, non è un'unico individuo, magari paranoico. Sarebbe interessante capire se ci siano motivi diversi dalla nazionalità che giustifichino le "ostilità".
Il fatto che non vi siano piaciute certe affermazioni credo sia normale: siete entrambe non italiane (giusto?). Inoltre, non penso che i convertiti italiani sono trattati meglio: molti di noi potrebbero testimoniarvi il contrario.
Per quanto riguarda i termini pesanti, è evidente che la sorella non conosce l'italiano alla perfezione. E' per quello.

Amal

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
amazigh
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 12/02/09 13:53
Messaggi: 76

MessaggioInviato: Mar Giu 23, 2009 2:12 am    Oggetto: Rispondi citando

non saprei... fino ad oggi non ho mai assestito a questo tipo di episodi. neanche qui a parma. anzi qui a parma i convertiti sono pochissimi. preso in considerazione il fattore tempo (i fedeli in pausa pranzo) e il fatto che nn c sn piu di 5 convertiti forse meno, non so se sia giusto fare il sermone in italiano. allahu a3lam.


resta il fatto che quella proposta non ha senso. in nessun paese mai s è fatta una cosa del genere. ""cosi finiamo come i cristiani che hanno chiese per neri e chiese per bianchi""
Top
Profilo Invia messaggio privato
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Mar Giu 23, 2009 8:32 am    Oggetto: Rispondi citando

Sulla questione "parma" direi che forse era il caso di non nominare esattamente il luogo dei fatti, magari l'anonimato era preferibile : ) Penso di aver capito adesso che Nadia, tra le righe, intendesse anche questo.


amazigh ha scritto:
preso in considerazione il fattore tempo (i fedeli in pausa pranzo) e il fatto che nn c sn piu di 5 convertiti forse meno, non so se sia giusto fare il sermone in italiano. allahu a3lam.""


Amazigh, io capisco cosa intendi, ma almeno dare loro una traduzione in italiano prima della preghiera in modo tale da rendersi conto di cosa sarà detto. L'unica volta che sono stata in una moschea mentre i fedeli pregavano ero arrivata tardi e mi ero persa tutto il sermone. E' stata la cosa che più mi ha fatto dispiacere. Immagino che se si capisce l'arabo è un po' complicato immedesimarsi in chi non lo capisce : ) Però è triste, rende meno partecipi.

Citazione:
resta il fatto che quella proposta non ha senso. in nessun paese mai s è fatta una cosa del genere. ""cosi finiamo come i cristiani che hanno chiese per neri e chiese per bianchi"


Sono d'accordo, i musulmani dovrebbero stare uniti e superare insieme le difficoltà che possono esserci. Se proprio è impossibile capisco che un gruppo preferisca stare per conto proprio, ma prima dovrebbe provarle tutte per farsi accettare.

Amal

_________________
sono una donna : ))))
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
imen111
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/04/09 13:10
Messaggi: 89

MessaggioInviato: Mar Giu 23, 2009 5:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

no capisco perchè non devo dire quello che penso e quello ke vedo e poi lo faccio anke per confrontarmi con altre persone e vedere e quello ke pensano e poi è inutile ke dite ke le cose vanno sempre bene e fare finta di niente mentre in moschea cambiano iman di continuò proprio perchè a volte sono in disaccordo fra di loro ho parlato di invidea perchè noto ke alcuni musulmani da fastidio ke qualke italiano ritornato all'islam fa qualke iniziativa hai detto bene faccio polemica sui musulmani non sull'islam perchè io amo allah(swt) e non mi permetterei mai cmq il loro non è un problema di lingua e solo ke loro si attacano a qualsiasi cosa per fare polemica...allora salat al 3id machaallah sono persenti tantissimi italiani musulmani alla fine l'iman spiega in italiano ma peccato ke non si riesce a sentire niente perkè tutti quelli ke non sono italiani si alzano e fanno casino e si parlano fra di loro per ciò quelli ke vogliono ascoltare l'imam non possono sentire niente COME FACCIAMO A CAMBIARE LE COSE SE TUTTI STAREMO ZITTI!!!assalamu 3alaykum
Top
Profilo Invia messaggio privato
'Ikrimah Iqbal
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/09/08 13:51
Messaggi: 317
Residenza: Torinistan

MessaggioInviato: Mar Giu 23, 2009 7:04 pm    Oggetto: Assalamualeikomwrwb Rispondi citando

Cara Sorella Imen qui a Pioltello abbiamo li stessi problemi ma non stiamo li a creare un'altra moschea stiamo cercando di risolvere i problemi
anche qui loro non fanno la traduzione ma noi ci mettiamo in un'altra stanza e prendiamo un Libro che si chiama Fazail e A3maal e leggiamo unpò di Hadeeth che sono nella nostra lingua (Urdu) e altri fratelli che non capiscono l'arabo vengono da noi e io faccio la traduzione in Italian (Faccio del Mio meglio) ......per il consiglio ti dico che prendete un Libro Tradotto in italiano e mettetevi dietro : ) oppure leggete lo prima della preghiera : )...
un Saluto Ikrama : )

_________________
“If you reject (Allâh), truly Allâh has no need of you; but He likes not ingratitude from
His slaves: if you are grateful, He is pleased with you...” (az-Zumar 39:7).
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage Yahoo MSN
amazigh
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 12/02/09 13:53
Messaggi: 76

MessaggioInviato: Mer Giu 24, 2009 12:40 am    Oggetto: Rispondi citando

assalamo 3alaikoum wa rahamto allah...


io non sò come è la situazione nella moschea che frequenti, ma nella moschea che frequento io è tutto tranquillo da quando la frequento ( quasi un'anno) c'è sempre lo stesso imam (si dice imam non iman).

sò bene che c possono essere problemi, ma è normale che c siano problemi la vita è fatta cosi, ma penso che per certe cose basterebbe farlo presente o discutere, perche personalemte non vedo il perche non si dovrebbe fare doppio sermone l'unico problema potrebbe essere la scarsità di tempo.

non sto dicendo che non bisogna fare polemica o che non bisogna fare notare eventuali problemi, dico che bisogna affrontarli, le porte non si sfondano si aprono.

per la salat del aid t assicuro che anche io quando c vado non riesco quasi mai a capire quello che dice l'imam, troppi bambini ehehhe, ah un'altro problema è che i musulmani non italiani non hanno una cosi alta padronanza della lingua italiana e negli ahadith ecc i termine non sono semplici quindi spesso finiscono per perdere la concentrazione.

non penso che sia giusto dire che i nostri fratelli siano invidiosi di chi torna all'islam non ne vedo il motivo...

allahu a3lam io parlo di quello che ho vissuto e che ho visto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Lug 07, 2009 10:07 am    Oggetto: Rispondi citando

AsSalamu `alaykum wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu.

Non capisco l'atteggiamento "omertoso" che sembra emergere da qualcuno degli interventi in questa discussione.
I problemi, di qualunque genere, esistono, ed esistono anche nelle nostre comunità.
Mettere la testa sotto la sabbia, ignorare e nascondere la realtà e fare finta di niente non è la soluzione; la soluzione è rimboccarsi le maniche e lavorare per risolverli.

Chi ha qualche esperienza nei centri islamici sa certo che la situazione descritta dalla sorella Iman non è la norma, ma sa anche che - vista l'ignoranza e l'arroganza di certi elementi (gli ignoranti e gli stupidi capitano in mezzo a tutte le religioni e le nazioni) - qualche volta certe cose possono accadere, perchè esistono persone irretite dal nazionalismo e dalla `asabiyyah, e dall'arroganza, dall'ignoranza e dall'invidia.

Le "moschee etniche" sono qualcosa che non mi è mai piaciuto: ritrovarsi in moschea è anche l'occasione per testare nei fatti la fratellanza che ci accomuna al di là dell'origine etnico-culturale; per cui suggerirei ai fratelli di provare prima del loro meglio nel risolvere questa situazione discutendone con i diretti interessati, facendo gruppo con tutti gli altri musulmani non-arabi (albanesi, turchi, pakistani, senegalesi e così via) per "esigere" delle lezioni in italiano (che è la lingua del paese in cui vivono, non dimentichiamolo), e ricorrere solo come ultima ratio all'apertura di un nuovo centro, che più che "per italiani", vorrei immaginare "primariamente per italofoni ma comunque aperto a tutti i musulmani".

Inoltre, perchè avete iniziato a parlare della preghiera del Venerdì? E' evidente dal suo primo messaggio che la sorella Iman non sta parlando della khutbah del venerdì, ma di normali lezioni, durus, bayan..

Tienici aggiornati, insha'Llah.

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
NADIA R.
Disattivato
Disattivato


Registrato: 19/01/09 15:51
Messaggi: 799

MessaggioInviato: Mar Lug 07, 2009 10:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

Wa alycum salam wa rahmatullah wa barakatuhu

Citazione:
Non capisco l'atteggiamento "omertoso" che sembra emergere da qualcuno degli interventi in questa discussione.


fratello Umar, mi sa che quel "qualcuno" sono io ..... per cui desidero chiarire il mio punto di vista.
Citazione:
I problemi, di qualunque genere, esistono, ed esistono anche nelle nostre comunità.
Mettere la testa sotto la sabbia, ignorare e nascondere la realtà e fare finta di niente non è la soluzione; la soluzione è rimboccarsi le maniche e lavorare per risolverli.

Sono d'accordo con te, ma parlarne in questo forum non risolve niente, e anche la sorella Iman potrebbe "rimboccarsi le maniche e lavorare per risolverli".

Mi è piaciuto l'intervento del fratello Nanna-mujahid jazahu allah khayrn:
Citazione:
Cara Sorella Imen qui a Pioltello abbiamo li stessi problemi ma non stiamo li a creare un'altra moschea stiamo cercando di risolvere i problemi
anche qui loro non fanno la traduzione ma noi ci mettiamo in un'altra stanza e prendiamo un Libro che si chiama Fazail e A3maal e leggiamo unpò di Hadeeth che sono nella nostra lingua (Urdu) e altri fratelli che non capiscono l'arabo vengono da noi e io faccio la traduzione in Italian (Faccio del Mio meglio) ......per il consiglio ti dico che prendete un Libro Tradotto in italiano e mettetevi dietro : ) oppure leggete lo prima della preghiera : )...

Nelle moschee ci sono molti fratelli che si danno da fare, e noi dovremmo rispettare questo lavoro, con i pregi ed i difetti, anzi dobbiamo impegnarci per migliorare quello che si può migliorare e contribuire ogniuno per quello che può fare.
Non sta a noi a giudicare quel che è giusto e quello che non lo è.
Dobbiamo pensare che davanti a Dio saremo interrogati su quello che abbiamo fatto per questo din e Dio compenserà ogniuno per il suo niya.

Citazione:
Chi ha qualche esperienza nei centri islamici sa certo che la situazione descritta dalla sorella Iman non è la norma, ma sa anche che - vista l'ignoranza e l'arroganza di certi elementi (gli ignoranti e gli stupidi capitano in mezzo a tutte le religioni e le nazioni) - qualche volta certe cose possono accadere, perchè esistono persone irretite dal nazionalismo e dalla `asabiyyah, e dall'arroganza, dall'ignoranza e dall'invidia.

So bene che esistono queste cose, ma il Profeta saws ci ha lasciato molti insegnamenti di come un buon musulmano affronta queste situazioni.
Il Profeta saws dice:
"Non entrerete nel Paradiso se non credete, e non sarete credenti finchè non vi amate".
La presenza di queste persone, sono fitna per i musulmani, e noi non dobbiamo cadere in questa fitna che produce solo divisioni.
Nel Corano troviamo come Dio ha consigliato il Profeta a non stare con quelli che fanno divisioni tra i credenti:
sura Il Bestiame
159 - Tu non sei responsabile di coloro che hanno fatto scismi nella loro religione ed hanno formato delle sette. La loro sorte appartiene ad Allah. Li informerà di quello che hanno fatto.

La grandezza di questa religione è il fatto che gli uomini di tutte le razze, etnie, nazionalità, sono uniti per l'amore di Allah sophana wa taala e il suo Profeta saws e nessuna ideologia è stata capace di fare ciò.

I musulmani sono forti se sono uniti, mentre oggi sono deboli e preda facile per i nemici in quanto sono divisi in centinaia di gruppi.
Purtroppo abbiamo trascurato l'amore e la fratellanza tra i musulmani e basta solo andare sul Corano e leggere di come Dio ci ha consigliato di essere uniti, pazienti l'uno con l'altro di consigliarci il bene ed ha dato grande importanza alla fratellanza in Allah rispetto alla fratellanza di sangue.
Ed il Profeta saws nella sua dawa ci ha lasciato un grande insegnamento di come ha seminato l'amore tra i suoi compagni:
un esempio particolare lo abbiamo con due tribù arabe, al aws wa alkhazraj, che si sono combattute centinaia di anni, e con l'Islam si sono rappacificate e da esse sono arrivati i migliori Sahaba.

Citazione:
Le "moschee etniche" sono qualcosa che non mi è mai piaciuto: ritrovarsi in moschea è anche l'occasione per testare nei fatti la fratellanza che ci accomuna al di là dell'origine etnico-culturale; per cui suggerirei ai fratelli di provare prima del loro meglio nel risolvere questa situazione discutendone con i diretti interessati, facendo gruppo con tutti gli altri musulmani non-arabi (albanesi, turchi, pakistani, senegalesi e così via) per "esigere" delle lezioni in italiano ....

è una buona idea ed è giusto che tutti i musulmani abbiano la possibilità di seguire le lezioni in moschea.

Citazione:
.... e ricorrere solo come ultima ratio all'apertura di un nuovo centro, che più che "per italiani", vorrei immaginare "primariamente per italofoni ma comunque aperto a tutti i musulmani".

Scusa fratello Umar, non ho capito molto bene cosa intendi con questa frase.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Lug 08, 2009 7:16 am    Oggetto: Rispondi citando

AsSalamu `alaykum wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu

Onestamente ho scritto il mio messaggio andando a memoria su quanto tra le risposte ricordavo di aver letto qualche giorno prima, quindi senza nemmeno sapere a chi mi stessi rivolgendo di preciso. ;-)

NADIA R. ha scritto:
Sono d'accordo con te, ma parlarne in questo forum non risolve niente, e anche la sorella Iman potrebbe "rimboccarsi le maniche e lavorare per risolverli".


Sì, anche questo è vero, però ogni tanto un po' di sana riflessione ed autocritica sui problemi che affliggono le nostre comunità, non fanno male.

Ovviamente, senza che ciò diventi semplicemente uno "sparare a zero" sugli altri, o un mero sfogo; l'auto-critica dev'essere finalizzata a:
a. prendere consapevolezza che esistono alcune problematiche, in modo da poterle riconoscere ed affrontare (talvolta si potrebbe effettivamente non averle mai notate o averci chiuso un occhio sopra);
b. cercare di risolverle, puntando al miglioramente della situazione.

Altrimenti, meglio stare zitti, senza dubbio.

Nadia R. ha scritto:
So bene che esistono queste cose, ma il Profeta saws ci ha lasciato molti insegnamenti di come un buon musulmano affronta queste situazioni.
Il Profeta saws dice:
"Non entrerete nel Paradiso se non credete, e non sarete credenti finchè non vi amate".

(...)


La grandezza di questa religione è il fatto che gli uomini di tutte le razze, etnie, nazionalità, sono uniti per l'amore di Allah sophana wa taala e il suo Profeta saws e nessuna ideologia è stata capace di fare ciò.


Ma appunto, proprio perché certe persone a volte ce le si ritrova nelle moschee, e il loro atteggiamento è il contrario di quanto l'Islam prescrive, proprio per questa ragione bisogna affrontare il problema.

Nadia R. ha scritto:
I musulmani sono forti se sono uniti, mentre oggi sono deboli e preda facile per i nemici in quanto sono divisi in centinaia di gruppi.


D'accordo, per questo ho consigliato di cercare di risolvere la questione, prima di contemplare l'idea di aprire un altro centro islamico.

Il punto è che c'è un problema, problema che non si risolve né:
a. ignorandolo, perchè rimane lì; né:
b. scappando, perchè anche in questo modo rimane lì.

Si risolve prendendone consapevolezza, e affrontandolo, discutendono con i responsabili e le persone coinvolte.

Nadia R. ha scritto:
'umar andrea ha scritto:
.... e ricorrere solo come ultima ratio all'apertura di un nuovo centro, che più che "per italiani", vorrei immaginare "primariamente per italofoni ma comunque aperto a tutti i musulmani".

Scusa fratello Umar, non ho capito molto bene cosa intendi con questa frase.


Intendo dire che nel caso remoto in cui tutti i tentativi fatti non portino a nessun risultato e la situazione rimanga la stessa ed i fratelli italiani (e di altri paesi) vengano trattati in maniera non consona ed inadeguata, allora si contempli l'idea di aprire un altro centro, ma che non sia "solo per italiani" (che altrimenti si fa lo stesso errore di partenza), ma che sia semmai "soprattutto per chi parla e capisce italiano (per via del fatto di tenervi lezioni in italiano), di qualunque origine etnica si sia", e comunque aperta a tutti i musulmani, qualunque lingua parlino e qualunque origine abbiano.

Che ne pensi sorella?

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
NADIA R.
Disattivato
Disattivato


Registrato: 19/01/09 15:51
Messaggi: 799

MessaggioInviato: Mer Lug 08, 2009 6:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

As salamu alaycum wa rahmatullah wa barakatuhu

Al hamdu lillah, fratrello Umar, c'è convergenza sui nostri punti di vista.

Citazione:
Intendo dire che nel caso remoto in cui tutti i tentativi fatti non portino a nessun risultato e la situazione rimanga la stessa ed i fratelli italiani (e di altri paesi) vengano trattati in maniera non consona ed inadeguata, allora si contempli l'idea di aprire un altro centro, ma che non sia "solo per italiani" (che altrimenti si fa lo stesso errore di partenza), ma che sia semmai "soprattutto per chi parla e capisce italiano (per via del fatto di tenervi lezioni in italiano), di qualunque origine etnica si sia", e comunque aperta a tutti i musulmani, qualunque lingua parlino e qualunque origine abbiano.

Che ne pensi sorella?


penso che sia arrivata l'ora che voi italiani convertiti e noi italiani di origine straniera, prendiamo la responsabilità della comunità islamica visto che questa stà crescendo, e così facciamo riconoscere i nostri diritti di musulmani italiani.

Fino ad ora abbiamo visto questo impegno preso solo dagli stranieri, mentre questo forum italiano è l'esempio di come, anche noi possiamo fare qualche cosa di buono insieme per il bene della nostra religione, inchallah.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
assad
Disattivato
Disattivato


Registrato: 08/10/08 22:47
Messaggi: 192

MessaggioInviato: Gio Lug 23, 2009 10:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

da noi a Pisa sono l'unico italiano spesso presente, ma non ci sono problemi. Coi fratelli tutto bene, poi se qualcuno ha invidie o altro io scusate il dire ducesco, me ne frego: io debbo già portare la mia responsabilità, gli altri avranno la loro, quindi per me questo non è un problema.

Il venerdì la lezione è soprattutto in italiano, la domenica in arabo ma tanto c'è sempre qualcuno che mi spiega a grandi linee, poi semmai anch'io faccio qualche sforzo per capire alcune parole e quindi arrivo al senso del discorso.

_________________
Saad

"Se scartiamo l'impossibile, ciò che rimane, sebbene improbabile, deve essere la verità" (S. Holmes)
Top
Profilo Invia messaggio privato
imen111
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/04/09 13:10
Messaggi: 89

MessaggioInviato: Ven Lug 24, 2009 3:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

grazie sing umar ad aver capito io non intendevo solo il venerdì ma tutti giorni della settimana a volte dopo la preghiera fanno degli annunci in arabo possono avere la pazienza di spiegarle anke in italiano visto a reggio emilia machaallah ci sono tanti italiani ritornati all'islam ma questo non vale solo per gli italiani visto ke tanti genitori portano i loro figli con loro in moschea e visto ke sanno meglio l'italiano perkè giustamente vivono in italia anke a loro non farebbe bene capire quello ke l'imam dice e e poi rispondendo agli altri, essendo ke sono donna posso fare ben poco ma ti assicuro ke c'è gente ke si sta dando da fare ma il problema ke non trovano mai un accordo ognuno vuole comandare e poi essendo ke siamo in italia l'imam deve avere una certa scienza sapere l'arabo ma sapere anke l'italiano se no non ha senso questo è uno dei problemi più gravi l'imam deve sapere comunicare con tutti!! salam
Top
Profilo Invia messaggio privato
islamitalia0207
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 17/07/09 15:50
Messaggi: 9

MessaggioInviato: Sab Set 19, 2009 8:57 am    Oggetto: moschea x italiani??? Rispondi citando

asalaam aleykum
Non ho parole , sono rimasto sorpreso da questa inutile polemica.
Nessuno è superiore ad un altro e nessuno discrimina nessuno in tutte le moschee dove sono andato , ho vissuto anche all estero premetto in Gran Bretagna , la prima cosa che ho imparato è stata l umiltà , noi italiani tendiamo ad essere sempre al centro dell attenzione specialmente quando si parla di convertiti.
secondo me ci vuole una massiccia dose di umiltà quando si entra in una nuova società / cultura / religione .
bisogna cercare di avere una grande dose di misericordia e di compassione verso tutti : se non fanno la kutba in italiano si aspetta dopo la preghiera ci si avvicina con adhab al imam e si chiede se puo spendere 5 minuti a riassumere i concetti fondamentali del sermone in italiano, se lo parla o come ho fatto io tante volte ho chiesto ad un fratello che capisce l arabo di tradurre x me dopo la preghiera quello che è stato detto
Deve diventare uno stimolo per imparare la lingua araba, ci vuole dedizione sacrificio e costanza
Quando uno si converte non è arrivato ma è al punto di partenza chiunque ne sa più di lui e bisognerebbe avere ripeto l umiltà di accettare che non tutti necessariamente devono essere buoni e disponibili con tè ma semmai sei tu che devi essere disponibile e tollerante con il tuo fratello musulmano per quanto possa essere difficile a volte anche essere accettati , ma viviamo in una comunità di uomini, e non di angeli.
Questa vita è un test , e a volte è proprio nelle situazioni difficili che si vede l islam di una persona: non ti accettano?, fatti acettare con la sunnah di Muhammed salla allahu alahy wa sallam , abbi l' umilta' di accettare i caratteri altrui abbi la tolleranza verso le persone che si comportano male abbi la misericordia di avere sempre una buona parola con tutti sappiate che noi italiani abbiamo tanto da offrire riguardo alla nostra cultura ma anche noi abbiamo tanto da imparare , con sacrificio a volte si ascolta la kuthba in arabo
si accetta quello che c'è disponibile . Se si vogliono cambiare le cose ma solo in meglio ovviamente sappiate che sono serviti 23 anni a MUhammed ( SALLA ALLAHU ALAHY W A SALLAM x cambiare una società come quella pre islamica
23 anni !!!!
Che Allah abbia misericordia di noi w ci aiuti a capire che la casa della nostra anima ha bisogno di essere riparata e anche urgentemente , non abbiamo tempo di perderci in queste quinsquilie .
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 15/09/08 07:36
Messaggi: 1091
Residenza: Bologna, Taranto

MessaggioInviato: Dom Set 20, 2009 1:39 am    Oggetto: Re: moschea x italiani??? Rispondi citando

Ua °aleikum Salaam ua rahmatuLlahi ua barakatuh

islamitalia0207 ha scritto:

bisogna cercare di avere una grande dose di misericordia e di compassione verso tutti : se non fanno la kutba in italiano si aspetta dopo la preghiera ci si avvicina con adhab al imam e si chiede se puo spendere 5 minuti a riassumere i concetti fondamentali del sermone in italiano, se lo parla o come ho fatto io tante volte ho chiesto ad un fratello che capisce l arabo di tradurre x me dopo la preghiera quello che è stato detto
Deve diventare uno stimolo per imparare la lingua araba, ci vuole dedizione sacrificio e costanza


Tra l'altro la khutba deve essere in lingua araba, mentre al più si può richiedere una sua spiegazione prima dell'adhan del jumu°a o dopo la fine della salat, su questo concordo che sia una cosa molto utile ed anche sul fatto che chiaramente spetta a noi italiani o a chi nasce qua provvedere inshaAllah.

Se una moschea è frequentata principalmente da arabi, come da bengalesi, pachistani o turchi, è normale e giusto che al di fuori della khutba e della salat, che non può che essere in arabo, parlino la loro lingua.

Come sa bene °umar ci sono dei fratelli che noi frequentiamo che sono molto abituati e ben disposti a tradurre sul momento da una lingua ad un'altra, che sia italiano od anche le più lingue parlate nelle moschee, ma dobbiamo sempre fare uno sforzo di pazienza reciproco e capire la diversa personalità del prossimo: lo dico sia al marito della sorella Imen, che a chi l'ha un po' criticato perché "pretende troppo", poiché ognuno ha le sue esigenze ed il suo carattere ed è nostro dovere di fratelli, TUTTI, venirci incontro e pazientare molto inshaAllah.

Io, chiedendo scusa per essere intervenuto così tardi, vorrei a questo punto dare la disponibilità ad Iman per mettermi in contatto con suo marito quando vuole, specialmente se ha modo di passare da Bologna inshaAllah, dato che abitiamo vicini.
In tal modo anzitutto potremmo parlarci tra italiani, e già questo di solito è molto utile, poi potrei presentargli i fratelli di cui parlavo sopra, e inserirlo nei loro incontri ed attività, così che lui abbia occasione di conoscere meglio la religione in lingua italiana inshaAllah.

Tra l'altro dalle parti di Bologna vive anche un fratello italiano che ha studiato a Medina ed ha pubblicato diversi libri sull'Islam in lingua italiana e potrei presentarglielo inshaAllah.
Infine so di almeno due musulmani italiani di Reggio e dintorni con grande esperienza e conoscenza, uno gestisce questa casa editrice islamica:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

e lì trovi i suoi contatti inshaAllah.

_________________
((Poi, quando verrà il grande cataclisma,
il Giorno in cui l'uomo ricorderà in cosa si è impegnato,
e apparirà la Fornace per chi potrà vederla,
colui che si sarà ribellato,
e avrà preferito la vita terrena,
avrà invero la Fornace per rifugio.
E colui che avrà paventato di comparire davanti al suo Signore e avrà preservato l'animo suo dalle passioni,
avrà invero il Giardino per rifugio.))
79:34-41
Top
Profilo Invia messaggio privato AIM Yahoo MSN
amazigh
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 12/02/09 13:53
Messaggi: 76

MessaggioInviato: Mar Set 29, 2009 3:48 am    Oggetto: Rispondi citando

assalamo 3alaikoum wa rahamato allah::

m dispiace molto che miei fratelli e sorelle si accusino di GELOSIA la gelosia in arabo è HASAD, e non so se per leggerezza o per qualche altro motivo ma quelli che in questi post hanno parlato di gelosia hanno sbagliato. fratelli accusare di gelosia è una cosa gravissima, posso capire che in italiano possa suonare come cosa da niente ma per un musulmano è grave e anche molto.

io ho freq, moschee ma non ho mai visto ne mai m sn imbattuto in situazioni del genere, anzi di solito i convertiti vengono trattati molto bene e la gente è contenta nel vederli in moschea, quindi penso proprio che sia tutto un malinteso, per quanto riguarda la khotba in italiano sono assolutamente contrario, si puo fare sia in italiano che arabo ma solo in italiano ovviamente no.
Top
Profilo Invia messaggio privato
'Omar
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/09/08 19:19
Messaggi: 94
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Set 30, 2009 11:21 am    Oggetto: Rispondi citando

Assalamu 'Aleykum wa RahmatuLlahi wa Barakatuhu

Fratelli e sorelle, mi scuso per l'intrusione ancora prima di essermi presentato, ma la questione è importante e collide con la mia esperienza.

La famiglia di mia moglie risiede ad Abu Dhabi, e, vista la mia conoscenza dell'arabo, durante la mia permanenza lì talvolta frequento un masjid in cui la khutba è in inglese. La cosa mi pare sensata, vista la frequentazione multietnica, ma naturalmente sono pronto ad evitare di farlo nuovamente se mi verrà fornita evidenza che la cosa non è consentita.

Avete la possibilità di fornirmi documentazione a proposito o ad indirizzarmi ad un thread pre-esistente?

jazaak'Allah khayr

ma asSalama
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 15/09/08 07:36
Messaggi: 1091
Residenza: Bologna, Taranto

MessaggioInviato: Mer Set 30, 2009 11:40 am    Oggetto: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Umar ha scritto:
Assalamu 'Aleykum wa RahmatuLlahi wa Barakatuhu

Fratelli e sorelle, mi scuso per l'intrusione ancora prima di essermi presentato, ma la questione è importante e collide con la mia esperienza.

La famiglia di mia moglie risiede ad Abu Dhabi, e, vista la mia conoscenza dell'arabo, durante la mia permanenza lì talvolta frequento un masjid in cui la khutba è in inglese. La cosa mi pare sensata, vista la frequentazione multietnica, ma naturalmente sono pronto ad evitare di farlo nuovamente se mi verrà fornita evidenza che la cosa non è consentita.

Avete la possibilità di fornirmi documentazione a proposito o ad indirizzarmi ad un thread pre-esistente?

jazaak'Allah khayr

ma asSalama


Ua °aleikum Salaam ua rahmatuLlahi ua barakatuhu fratello,

mi stupisce e rammarica che in un paese arabo dicano la khutba in inglese?!?
Sei sicuro che non si tratti piuttosto della traduzione della stessa, la quale viene prima o dopo enunciata in arabo?

Spero tu comprenda bene l'inglese inshaAllah, poiché qui puoi trovare una fatwa dettagliatissima e completa scritta da uno dei più grandi sapienti di questa era: Mufti Taqi Usmani:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Questa fatwa va detto che disamina la gran parte delle posizioni in merito, citando fonti di tutte e quattro le scuole e pare chiarire senza ombra di dubbio che non sia generalmente valida una khutba in lingua non araba e che ci sia il consenso a riguardo.
Potresti anche chiedere all'imam della moschea di cui parli e chiedergli con gentilezza su quale base reciti la khutba in inglese inshaAllah.

Questo problema è molto sentito anche in Italia, dove in molte moschee si dice la khutba metà in arabo metà in italiano o in alcuni luoghi temo anche integralmente in italiano, e sinceramente non capisco su cosa si fondino.

_________________
((Poi, quando verrà il grande cataclisma,
il Giorno in cui l'uomo ricorderà in cosa si è impegnato,
e apparirà la Fornace per chi potrà vederla,
colui che si sarà ribellato,
e avrà preferito la vita terrena,
avrà invero la Fornace per rifugio.
E colui che avrà paventato di comparire davanti al suo Signore e avrà preservato l'animo suo dalle passioni,
avrà invero il Giardino per rifugio.))
79:34-41
Top
Profilo Invia messaggio privato AIM Yahoo MSN
Youssefpaolo
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 13/03/09 22:40
Messaggi: 544

MessaggioInviato: Mer Set 30, 2009 11:49 am    Oggetto: Re: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Yusuf fabbosko ha scritto:

Questo problema è molto sentito anche in Italia, dove in molte moschee si dice la khutba metà in arabo metà in italiano o in alcuni luoghi temo anche integralmente in italiano, e sinceramente non capisco su cosa si fondino.


Ne approfitto per esprimere un mio personalissimo parere
Secondo me si fondano sul buon senso.
Perchè se è vero (ed è vero) che il Corano è stato rivelato al Profeta (saws) in arabo (ma il profeta CAPIVA) l'arabo, non vedo scandali se imam illuminati e desiderosi di facilitare la strada ai convertiti italiani, usino la nostra lingua.

Del resto nello stesso Corano Dio stesso dice che non vuole imporre pesi inutili sulla via della Religione....

E recitare un qualcosa senza capire mi sembrerebbe una cosa bizzarra.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 15/09/08 07:36
Messaggi: 1091
Residenza: Bologna, Taranto

MessaggioInviato: Mer Set 30, 2009 11:58 am    Oggetto: Re: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:

E recitare un qualcosa senza capire mi sembrerebbe una cosa bizzarra.


Una bizzarria che è obbligatoria per la nostra fede è stata applicata dai musulmani di tutti i paesi nell'intera storia islamica.
Indiani, malesi, indonesiani, cinesi, bosniaci, albanesi, ecc. non hanno cambiato le regole della religione, perché dovremmo noi oggi?

Ti consiglio comunque di leggere il testo che ho citato perché chiarisce tutto inshaAllah ed offre anche delle soluzioni collaudate in paesi di lingua non araba; la khutba può durare anche pochi minuti, sono essenziali poche cose, mentre subito prima si può tenere un discorso in lingua locale.

Questo perché la khutba è parte della salat ed è generalmente obbligatorio dirla in arabo, mentre tenere un discorso extra prima di essa sarebbe un qualcosa a parte che non innova né cambia il rito della jumu°a.

P.S.: Non chiamiamo illuminati gli innovatori, please!

_________________
((Poi, quando verrà il grande cataclisma,
il Giorno in cui l'uomo ricorderà in cosa si è impegnato,
e apparirà la Fornace per chi potrà vederla,
colui che si sarà ribellato,
e avrà preferito la vita terrena,
avrà invero la Fornace per rifugio.
E colui che avrà paventato di comparire davanti al suo Signore e avrà preservato l'animo suo dalle passioni,
avrà invero il Giardino per rifugio.))
79:34-41
Top
Profilo Invia messaggio privato AIM Yahoo MSN
Youssefpaolo
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 13/03/09 22:40
Messaggi: 544

MessaggioInviato: Mer Set 30, 2009 12:11 pm    Oggetto: Re: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Yusuf fabbosko ha scritto:


P.S.: Non chiamiamo illuminati gli innovatori, please!


Per me non sono innovatori.
Top
Profilo Invia messaggio privato
'Omar
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/09/08 19:19
Messaggi: 94
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Set 30, 2009 3:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

Yusuf fabbosko ha scritto:

Ti consiglio comunque di leggere il testo che ho citato perché chiarisce tutto inshaAllah ed offre anche delle soluzioni collaudate in paesi di lingua non araba; la khutba può durare anche pochi minuti, sono essenziali poche cose, mentre subito prima si può tenere un discorso in lingua locale.


AsSalamu aleykum

Ed effettivamente così accade in quel masjid di Abu Dhabi, alhamduliLlah.

Mi scuso per aver fatto un po' di confusione ma alla fine ci siamo arrivati, masha'Allah, allarme rientrato: a quanto pare posso continuare ad andarci.

Tornando all'argomento in questione, mi pare giusto che se possibile il "sermone" sia in italiano, per vari motivi:
1) facilitare l'inserimento dei nostri fratelli che vengono dall'estero,
2) facilitare l'apprendimento dei musulmani italiani,
3) facilitare la comprensione con coloro che musulmani non sono, insha'Allah.

Nella speranza di non avervi frainteso, che Allah mi perdoni se sono in errore.

ma asSalama
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 15/09/08 07:36
Messaggi: 1091
Residenza: Bologna, Taranto

MessaggioInviato: Mer Set 30, 2009 6:59 pm    Oggetto: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Ua °aleikum Salaam ua rahmatuLlahi ua barakatuhu akhi,

son felice che si sia chiarito il dubbio alhamduliLlah e non esitare mai a chiedere perché è solo che bene!

Umar ha scritto:

Tornando all'argomento in questione, mi pare giusto che se possibile il "sermone" sia in italiano, per vari motivi:
1) facilitare l'inserimento dei nostri fratelli che vengono dall'estero,
2) facilitare l'apprendimento dei musulmani italiani,
3) facilitare la comprensione con coloro che musulmani non sono, insha'Allah.

Nella speranza di non avervi frainteso, che Allah mi perdoni se sono in errore.

ma asSalama


La questione è che il sermone (o meglio i due sermoni, cioè quelli che si tengono dopo l'adhan della jumu°a e sono separati da un breve intervallo e seguiti immediatamente dalle due rakat°in di salat), devono essere in lingua araba, con l'unica eccezione possibile quando non ci sia chi sa dire neanche quel poco di arabo necessario - in quel rarissimo caso ci sono diverse soluzioni proposte e rimando alla lettura del testo nel link.

Invece ciò che dicevo sopra è che è possibile fare una traduzione del sermone senza problemi e questo è certamente auspicabile in Italia inshaAllah, d'altronde già in numerose moschee è la regola.

Bisogna però rigettare con forza l'ingiusta interferenza politica di qualcuno che vorrebbe addirittura imporci in che lingua tenere il sermone e la preghiera!

Un'ultima cosa: non dimenticate che il sermone fa' parte della preghiera, è per questo che si dice in arabo, così come si recita la preghiera in arabo.

Pace

_________________
((Poi, quando verrà il grande cataclisma,
il Giorno in cui l'uomo ricorderà in cosa si è impegnato,
e apparirà la Fornace per chi potrà vederla,
colui che si sarà ribellato,
e avrà preferito la vita terrena,
avrà invero la Fornace per rifugio.
E colui che avrà paventato di comparire davanti al suo Signore e avrà preservato l'animo suo dalle passioni,
avrà invero il Giardino per rifugio.))
79:34-41
Top
Profilo Invia messaggio privato AIM Yahoo MSN
Youssefpaolo
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 13/03/09 22:40
Messaggi: 544

MessaggioInviato: Gio Ott 01, 2009 9:19 am    Oggetto: Rispondi citando

Al hamdu liLlah
Subhana Allah

Grazie Talib per questa tua precisazione, visto che il messaggio che stava passando mi preoccupava tantissimo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 15/09/08 07:36
Messaggi: 1091
Residenza: Bologna, Taranto

MessaggioInviato: Gio Ott 01, 2009 2:56 pm    Oggetto: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Youssefpaolo ha scritto:
Al hamdu liLlah
Subhana Allah

Grazie Talib per questa tua precisazione, visto che il messaggio che stava passando mi preoccupava tantissimo.


La cosa stupefacente è che il messaggio che stava passando è esattamente lo stesso, ma probabilmente non sono altrettanto chiaro o non è stato letto con attenzione ciò che ho scritto.

AlhamduliLlah ora mi pare che la discussione si sia chiarita e compiuta.

_________________
((Poi, quando verrà il grande cataclisma,
il Giorno in cui l'uomo ricorderà in cosa si è impegnato,
e apparirà la Fornace per chi potrà vederla,
colui che si sarà ribellato,
e avrà preferito la vita terrena,
avrà invero la Fornace per rifugio.
E colui che avrà paventato di comparire davanti al suo Signore e avrà preservato l'animo suo dalle passioni,
avrà invero il Giardino per rifugio.))
79:34-41
Top
Profilo Invia messaggio privato AIM Yahoo MSN
Abdel Nur
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 04/05/07 10:41
Messaggi: 192
Residenza: Al-Madinah

MessaggioInviato: Ven Ott 09, 2009 9:29 am    Oggetto: Rispondi citando

AsSalamu 'alaykom w RahmatuLlah.
A margine della lunga discussione, soltanto due impressioni.

La prima pertiene la khutba e la lingua che vi si adopera. Com'è stato detto altrove, rammentiamo che l'arabo è, oltreché una lingua sacra, anche - e contemporaneamente - una lingua sapienziale. La ricchezza di sfumature delle sue etimologie, e dunque la particolarissima densità dei suoi significati, non è perciò pianamente riproponibile in altre lingue. Per i credenti musulmani, imparare quantomeno i rudimenti della lingua araba è dunque qualcosa di assolutamente consigliabile.
Ciò non toglie, naturalmente, la facile possibilità di tradurre in un secondo momento il sermone dall'arabo alla lingua del Paese in cui ci si trova. Secondo me, resta la migliore delle soluzioni, wa Allahu A'lam.

La seconda riguarda la prospettiva di un "centro islamico italiano", che mi sembra la prospettiva meno positiva che possiamo porci. E' ancora comprensibile la tendenza di alcune comunità etnico-linguistiche a sviluppare raggruppamenti relativamente autonomi, a fronte di una condizione di conclamata minoranza in un contesto straniero - penso in primis ad alcune comunità turche e pakistane, ma gli esempi sarebbero comunque numerosi. Non mi sembra invece in alcun modo positiva l'apertura di realtà aggregative che, "per reazione" ad una situazione di maggiore o minore emarginazione, coagulino i credenti di origine italiana al di fuori di centri islamici preesistenti. Noi, pur dinanzi alle normali difficoltà, dobbiamo più di altri sforzarci di unire, anziché separare.
Mi sembra più utile la creazione di "strumenti" come questo forum, e come molti altri che dobbiamo ancora realizzare insha'Allah, che vadano a dare un servizio utile ed organizzato a specifiche esigenze, così da rappresentare un sostegno concreto per tutti coloro che volessero farvi ricorso, anziché "particolarizzare" ulteriormente alcune energie.
Questo è certamente un discorso da riprendere ed approfondire in maniera ampia e quanto più possibile condivisa, affinché le tentazioni "separatiste" abbiano sempre meno ragion d'essere e sempre maggiori sbocchi costruttivi per tutti noi. WastaghfiruLlah.

BarakaLlahu fikom, wa'sSalam.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Intellettuali, considerazioni e dibattiti sull'Islam Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.142