Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Ho bisogno di voi

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mar Lug 07, 2020 2:07 pm    Oggetto: Ads

Top
Jasmine
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 07/02/09 23:14
Messaggi: 5

MessaggioInviato: Lun Feb 16, 2009 8:27 pm    Oggetto: Ho bisogno di voi Rispondi citando

As salamo allicom

Sono entrata in questo forum su consiglio di un’amica in quanto sto vivendo un brutto momento della mia vita ed ho bisogno di buoni consigli.

Sono musulmana credente e praticante, e conosco il dovere che ognuno di noi deve avere nei confronti dei propri genitori:
purtroppo mia madre non mi rende la vita facile.

Sono cresciuta in una famiglia numerosa dove i figli maschi hanno grande importanza mentre le femmine sono una vergogna e questa mentalità dava luogo giornalmente a violenze gratuite da parte dei genitori ed i fratelli.
Queste cattiverie hanno segnato la mia infanzia, la mia adolescenza fino a quando, sono uscita di casa per fare la mia vita, ma le cicatrici le porto dentro ancora oggi.

Di tutto questo mia madre è la prima responsabile:
ancora oggi mostra la sua infima cattiveria verso le figlie femmine e la sua preferenza per i maschi e ciò causa sofferenza a tutte noi.

Come mi devo comportare con lei?

_________________
Jasmine
Top
Profilo Invia messaggio privato
MusliMind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/11/08 00:37
Messaggi: 452

MessaggioInviato: Mar Feb 17, 2009 3:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

assalamu 3alaicom wa rahmatuLlah wa barakatuHu
cara sorella mi rammarica molto leggere quanto dici....
scusa se te lo dico ma i tuoi genitori non sono "abbastanza" musulmani
per capire che non c'è differenza tra figli maschi e figlie femmine,
i figli sono un dono di Dio di qualunque sesso siano.
Sarà che io sono straviziata (alhamduliLlah) ma non tollerro nessuna forma di maschilismo o misoginia come dirsi voglia
nemmeno da parte di un genitore!!!
La cosa più importante in una famiglia è il rispetto reciproco; del grande verso il piccolo e del piccolo verso il grande,
delle femmine verso i maschi e dei maschi verso le femmine , e sono proprio i genitori a dover insegnare ciò!!!
La tua situazione mi dispiace davvero molto,posso solo consigliarti di pregare e fare du3a, ne farò anch'io per te .

Citazione:
le figlie femmine sono una vergogna...


roba da matti!!!
sembra di tornare all'epoca in cui quando nasceva una figlia femmina veniva seppellita viva!!! :shock:
e se non sbaglio è proprio l'Islam che lo ha vietato!!!

salam
Fatima

_________________
Abu Hurayra (Allah si compiaccia di lui) ha detto: Ho sentito il Messaggero di Allah (sallAllahu alayhi wa sallam) dire:

"Evitate ciò che vi ho proibito e fate ciò che vi ho ordinato, come meglio potete. In verità, quanti vi hanno preceduto si sono perduti proprio per le loro troppe domande e per i loro disaccordi con i loro Profeti."
(Riferito da al-Bukhari e Muslim)
Top
Profilo Invia messaggio privato
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Mar Feb 17, 2009 8:00 pm    Oggetto: Re: Ho bisogno di voi Rispondi citando

Jasmine ha scritto:
As salamo allicom

Sono entrata in questo forum su consiglio di un’amica in quanto sto vivendo un brutto momento della mia vita ed ho bisogno di buoni consigli.

Sono musulmana credente e praticante, e conosco il dovere che ognuno di noi deve avere nei confronti dei propri genitori:
purtroppo mia madre non mi rende la vita facile.

Sono cresciuta in una famiglia numerosa dove i figli maschi hanno grande importanza mentre le femmine sono una vergogna e questa mentalità dava luogo giornalmente a violenze gratuite da parte dei genitori ed i fratelli.
Queste cattiverie hanno segnato la mia infanzia, la mia adolescenza fino a quando, sono uscita di casa per fare la mia vita, ma le cicatrici le porto dentro ancora oggi.

Di tutto questo mia madre è la prima responsabile:
ancora oggi mostra la sua infima cattiveria verso le figlie femmine e la sua preferenza per i maschi e ciò causa sofferenza a tutte noi.

Come mi devo comportare con lei?


Wa alaykum as-salam waRahmatuLlahi waBarakatuhu cara sorella.

Il tuo messaggio è di un certo spessore e la tua situazione non delle più semplici...tutta via tu ci hai chiesto come dovresti comportarti.
Nell'unico modo che noi musulmani conosciamo...con misericordia e compassione...So che è facile da dire e difficile controllare il proprio Nafs ma il mio consiglio è, se proprio credi che non servirebbe a nulla mostrarti gentile e portarti come buon esempio, allora evita comunque il conflitto, i litigi...cerca casomai di aiutare chi potrebbe avere bisogno del tuo aiuto.

Noi vediamo la nostra vita come una dura, difficile...in salita....ma se solo ci fermassimo a riflettere e guardassimo al nostro maestro Muhammad(SAWS)....mai smise di sorridere, mai si arrese, lui che dovette crescere come orfano, che vide la sua famiglia rivoltarsi contro di lui, la gente rinnegarlo e insultarlo....forse questo pensiero può esserti di aiuto:)

L'Islam è una religione che ci insegna le virtù e tra queste la rettitudine.....ma nessuno ha mai detto che sia semplice.

As-salam alaykum waRahmatuLlahi waBarakatuHu
Nassim

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Mar Feb 17, 2009 8:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

fatimazz ha scritto:
assalamu 3alaicom wa rahmatuLlah wa barakatuHu
cara sorella mi rammarica molto leggere quanto dici....
scusa se te lo dico ma i tuoi genitori non sono "abbastanza" musulmani
per capire che non c'è differenza tra figli maschi e figlie femmine,
i figli sono un dono di Dio di qualunque sesso siano.
Sarà che io sono straviziata (alhamduliLlah) ma non tollerro nessuna forma di maschilismo o misoginia come dirsi voglia
nemmeno da parte di un genitore!!!
La cosa più importante in una famiglia è il rispetto reciproco; del grande verso il piccolo e del piccolo verso il grande,
delle femmine verso i maschi e dei maschi verso le femmine , e sono proprio i genitori a dover insegnare ciò!!!
La tua situazione mi dispiace davvero molto,posso solo consigliarti di pregare e fare du3a, ne farò anch'io per te .

Citazione:
le figlie femmine sono una vergogna...


roba da matti!!!
sembra di tornare all'epoca in cui quando nasceva una figlia femmina veniva seppellita viva!!! :shock:
e se non sbaglio è proprio l'Islam che lo ha vietato!!!

salam
Fatima


As-salam alaykum waRahmatuLlahi waBarakatuHu..
Non metto in dubbio che il messaggio sia toccante ma credo che bisogni sempre essere bilanciati in ciò che si dice, sopratutto nel giudicare chi non si conosce.

As-salam alaykum
Nassim

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
MusliMind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/11/08 00:37
Messaggi: 452

MessaggioInviato: Mar Feb 17, 2009 11:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

assalamu 3alaicom warahmatuLlah ta3ala wa barakaatH
si hai ragione....mi sono resa conto di aver esagerato; chiedo scusa alla sorella Jasmine,
ma quesa frase in particolare...
Citazione:
...i figli maschi hanno grande importanza mentre le femmine sono una vergogna e questa mentalità dava luogo giornalmente a violenze gratuite da parte dei genitori ed i fratelli.


...non ha scusanti.

salam
Fatima

_________________
Abu Hurayra (Allah si compiaccia di lui) ha detto: Ho sentito il Messaggero di Allah (sallAllahu alayhi wa sallam) dire:

"Evitate ciò che vi ho proibito e fate ciò che vi ho ordinato, come meglio potete. In verità, quanti vi hanno preceduto si sono perduti proprio per le loro troppe domande e per i loro disaccordi con i loro Profeti."
(Riferito da al-Bukhari e Muslim)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Jasmine
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 07/02/09 23:14
Messaggi: 5

MessaggioInviato: Mer Feb 18, 2009 8:41 pm    Oggetto: grazie Rispondi citando

As salamo allicom

grazie per la vostra sensibilità soprattutto di Nassin, ma questo non toglie niente a Fatima che è stata carinissiama.
Io mi aspetto ancora altre risposte per avere i vostri punti di vista e valutare meglio la situazione che vivo, perchè non stò molto bene in quanto vivo male con questo problema.

Addirittura sento come degli attacchi di panico quado parlo di lei o la sento o mi capita di vederla.

Fatimazz dice:
"roba da matti!!! "
la stessa cosa la penso anche io, assolutamente non mi offendo perchè questa è la realtà.

_________________
Jasmine
Top
Profilo Invia messaggio privato
letigiò
Disattivato
Disattivato


Registrato: 16/02/09 00:16
Messaggi: 632

MessaggioInviato: Mer Feb 18, 2009 11:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Jasmine :)
Posso chiederti se hai mai provato a parlare con tua madre del tuo problema? mi riferisco nello specifico alla condizione che vivi, al malessere che senti dentro.
A volte crediamo di parlare del nostro dolore, ma lo facciamo attaccando, accusando... e chi ci ascolta non può che sentire la necessità di difendersi, mettendo così in secondo piano, o tralasciando del tutto, la volontà di capire chi ha di fronte.

Quello che in altre parole vorrei dire è che, talvolta, senza nemmeno accorgercene, sono i modi di comunicare che chiudono i canali del dialogo e aprono la strada alle liti... non so, dimmi te :)

Non voglio assolutamente dire che quello che succede con i tuoi genitori sia frutto esclusivo di un approccio errato ma, non volendo, potresti aver contribuito a rendere un po' più difficile la situazione.

Un abbraccio forte
Leti
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Jasmine
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 07/02/09 23:14
Messaggi: 5

MessaggioInviato: Ven Feb 20, 2009 10:47 pm    Oggetto: confermo Rispondi citando

As salamo alicom

Cara Leti grazie per la tua risposta, ma mi devi credere che la situazione è quella che vi ho descritto.
Diverse volte gli ho parlato con la calma spiegandogli l'errore che stà facendo con le sue figlie con il risultato di perdere il loro rispetto ed affetto.
Purtroppo lei è anziana, e questo suo modo di pensare è radicato in lei, e non c'è modo di farla cambiare.
Lei senza mezzi termini afferma di odiare le figlie e di conseguenza ci disprezza.
Sinceramente fino adesso mantengo il rapporto con lei solo per Dio ma lei è capace di rovinare anche quel minimo che faccio.

_________________
Jasmine
Top
Profilo Invia messaggio privato
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Sab Feb 21, 2009 12:56 am    Oggetto: Re: confermo Rispondi citando

Jasmine ha scritto:
Sinceramente fino adesso mantengo il rapporto con lei solo per Dio


As-salam alaykum....capisci bene l'inglese? Se sì ti consiglio di guardarti questo video inch'Allah:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Forse Shaykh Hamza Yusuf riesce ad esprimerti meglio quello che intendo dire :)....il mio richiamo a fatimazz comunque, gentile sorella, non era dovuto al fatto che non ti credo....anzi, ma al fatto che come musulmani siamo chiamati a trovare un'equilibrio in ogni situazione....questa è jihad dal mio punto di vista, ricordiamoci che ''Dio non carica sulle nostre spalle un peso più grande di quanto non riusciamo a sopportare''.
Sono consapevole che è una situazione difficile e dura e noi come fratelli e sorelle possiamo starti vicino, parlarne ecc ecc....ma alla fine sarai tu a doverlo affrontare, come ogniuno di noi si troverà da solo di fronte ad Allah subhana wa Ta'ala.
Fammi sapere se hai capito il video....sopratutto la parte finale inch'Allah!

As-salam alaykum waRahmatuLlahi waBarakatuHu
Nassim

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
MusliMind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/11/08 00:37
Messaggi: 452

MessaggioInviato: Dom Feb 22, 2009 12:05 am    Oggetto: Re: confermo Rispondi citando

Jasmine ha scritto:

Lei senza mezzi termini afferma di odiare le figlie e di conseguenza ci disprezza..

:shock:
a me sembra davvero strano....davvero non capisco,forse sono quelle frasi che si dicono quando si è arrabbiati,
può avere come dici una mentalità antica e preferire i maschi o avere un carattere rustico e odiare baci e abbracci ,ma arrivare ad odiare le figlie credo sia eccessivo, anche perchè se così fosse non vi avrebbe cresciute nemmeno.....e ce ne sono di madri che abbandonano i figli.....sicuramente tu saprai meglio di me come vanno le cose.......
ma io non riesco proprio a capire.....

_________________
Abu Hurayra (Allah si compiaccia di lui) ha detto: Ho sentito il Messaggero di Allah (sallAllahu alayhi wa sallam) dire:

"Evitate ciò che vi ho proibito e fate ciò che vi ho ordinato, come meglio potete. In verità, quanti vi hanno preceduto si sono perduti proprio per le loro troppe domande e per i loro disaccordi con i loro Profeti."
(Riferito da al-Bukhari e Muslim)
Top
Profilo Invia messaggio privato
NADIA R.
Disattivato
Disattivato


Registrato: 19/01/09 15:51
Messaggi: 799

MessaggioInviato: Lun Feb 23, 2009 3:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

As salamu alaycom

sorella Jasmine, io ho seguito il tuo racconto come forse le altre persone, e, a mio parere, se poca gente ti risponde è perchè si tratta di un argomento delicato e complesso, perchè la situazione noi possiamo immaginarla, ma chi la vive sei tu.

Già il fatto che tu ne parli, è una cosa che ti fa bene in quanto scarichi la rabbia che hai dentro.
Il mio consiglio, anche se difficile, è che tu mantenga la pazienza, perché verrà compensata da Dio.

Purtroppo questo è uno dei lati negativi della cultura araba per il quale la donna, in alcuni ambienti, è vista male, ma, per i profani che leggono, voglio sottolineare che in queste cose l'islam non centra niente.

Tornando al consiglio:
ricordati sorella che questo è un esame di Dio per provare il tuo himan e sicuramente tu ne hai molto perché più himan hai e più la prova è difficile.

Per quanto riguarda i tuoi genitori, in riferimento a quello che tu hai scritto, sicuramente loro stanno sbagliando:
è vero che Dio ci ha raccomandato rispetto e riconoscimento per i nostri genitori, ma agli stessi genitori sono stati raccomandati i figli che Dio ha dato in custodia, per i quali ogni genitore deve sentire la massima responsabilità, per farli crescere, educarli e se sono più di uno bisogna trattarli con uguaglianza..

Voglio chiudere il mio intervento con la speranza che Dio ci dà la sua misericordia nel giorno del giudizio.

Astagfirullah per quello che ho aggiunto e per quello che manca.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Musàfir
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 16/01/08 19:04
Messaggi: 333

MessaggioInviato: Lun Feb 23, 2009 4:12 pm    Oggetto: Re: Ho bisogno di voi Rispondi citando

Jasmine ha scritto:


Sono musulmana credente e praticante, e conosco il dovere che ognuno di noi deve avere nei confronti dei propri genitori:

Di tutto questo mia madre è la prima responsabile:
ancora oggi mostra la sua infima cattiveria verso le figlie femmine e la sua preferenza per i maschi e ciò causa sofferenza a tutte noi.

Come mi devo comportare con lei?


Bismillahi r-Rahmàni r-Rahìm
gentile sorella in Allàh Jasmine
assalamu 'alaykum

I Fratelli e le sorelle ti hanno già dato degli ottimi consigli di come ti devi comportare con tua madre, da parte mia aggiungo questi insegnamenti (da adattare al tuo caso personale, in quanto tua madre è musulmana) presi direttamente dal Corano al Karim, e cerca di avere verso tua madre sabr pazienza , lei ti ha portata in grembo per 9 mesi e poi ti ha allevata ed accudita, con amore e tanti sacrifici, e ricordati che "il Paradiso è sotto i piedi delle madri". Prego Allàh che faccia incontrare il tuo cuore con quello di tua madre e appianare ogni contrasto tra voi, amin

Abramo e suo padre idolatra
e il buon comportamento di Abramo verso suo padre

41. E ricorda nel Libro Abramo: egli era un veridico, un Profeta.
42. Allorché disse a suo padre: “Padre mio, perché adori qualcosa che non sente, non vede e non ti è di nessun aiuto?
43. Padre mio, m’è giunta una sapienza che non è giunta a te: seguimi dunque, e ti guiderò per una via perfetta.
44. Padre mio, non adorare il demonio, perché invero il demonio è ribelle al Misericordioso.
45. Padre mio, temo che ti colga un castigo da parte del Misericordioso, e che del demonio tu divenga amico”.
46. Disse: “Hai dunque tu avversione per i miei dèi o Abramo? Se non smetti ti maledirò! Vattene da me finché sei in tempo”.
47. Disse allora Abramo: “Pace su di te. Chiederò perdono per te al mio Signore, perché Egli è stato benevolo con me.
48. Si. Mi allontanerò da voi e da quello che voi invocate in luogo di Dio, e invocherò il mio Signore: e può ben darsi che io non sia sfortunato, nell’invocare il mio Signore
(Corano Sura Maryam 19 . vers. 41,47)

Alcuni commenti ai versetti
«Padre mio, perché adori qualcosa che non sente, non vede e non ti è di nessun aiuto?» (Commento di Ibn Kathir).Qualcosa cioè che non ti è di giovamento, ne ti può preservare da alcun danno. Secondo Al-Qaysari, questo versetto ”allude alla necessità di descrivere l’Adorato (Dio) come ‘Udente’ e ‘Vedente’ senza attribuirGli alcuna mancanza in questo e, analogamente, alla necessità di attribuirGli piena capacità di dare danno o di venire in aiuto.…Colui il cui cuore si attacca ad una qualche creatura, o anche solo che si illuda che appartenga alla creatura anche solo un piccolo frammento del potere di negare o di affermare (appartenente solo ad Allàh), ebbene questi somiglia a coloro che adorano gli idoli.

Il padre di Abramo lo maledice e lo invita ad andarsene:«Se non smetti ti maledirò! Vattene da me finché sei in tempo» Ma Abramo risponde: «Disse allora Abramo: “Pace su di te”». (Commento di Ibn Kathir) Similmente, l’Altissimo ha detto descrivendo le virtù dei credenti: «I servi del Misericordioso sono quelli che camminano sulla terra modestamente, e che quando rivolgono loro la parola quelli che non sanno, dicono: “Pace”!»(Cor.25,63) Ed ancora:Il significato delle parole «Pace su di te», che Abramo rivolge al padre, è [significa] ‘per quel che riguarda me, non ti verrà da parte mia alcuna cosa che ti dispiaccia o che ti rechi fastidio, e questo per il carattere inviolabile e sacro della paternità’. «Chiederò perdono per te al mio Signore», ‘domanderò a Dio che ti guidi e che perdoni il tuo peccato’ «perché Egli è stato benevolo con me»: secondo Ibn ‘Abbàs e altri, il senso è ‘perché Egli è stato delicato nel guidarmi a servirLo e ad avere una fede pura in Lui’ .

Abramo dà al padre il saluto di pace e chiede perdono per lui. Una tale risposta ha precisamente il senso di rispondere al male con il bene, come è detto nel Corano: «Non sono cosa uguale il bene ed il male; ma tu replica (al male) con un bene più grande, ed ecco che colui con il quale vi era inimicizia diverrà come caldo amico »(Cor. 41,34)

Secondo Al-Qusayrì, la risposta ‘pacifica’ di Abramo al padre idolatra è “conforme alla quiete della visone interiore”, mentre per Al-Alùsì “si tratta della ‘pace’ che consiste nell’evitare le alterità, e nella delicatezza dei pii nei confronti degli ignoranti”.

Praticamente tutti i commentatori fanno rilevare l’estrema mitezza di Abramo nel rivolgersi al padre e nel rispondere alla sua violenta opposizione. “La delicatezza mostrata da Abramo nel chiamare a seguire la Verità (Haqiqa)”, dice Al-Alùsì, “è richiesta quando ‘si ordina il bene e si proibisce il male’ specialmente nei confronti di parenti e simili.”

NB- (Testo liberamente tratto dal Libro «La Sura di Maria nella sapienza islamica» di Ludovico Zamboni, Ed. GEI , pag 113 -118)

assalamu 'alaykum
Umar al faqir

_________________
" O uomini, voi siete i poveri (fuqarà) i bisognosi di Dio, mentre Allàh è il Ricco (Al-Ghanì) Colui che è sufficiente a Se stesso, il Degno di lode." (Corano 35,15)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Feb 25, 2009 12:49 am    Oggetto: Re: Ho bisogno di voi Rispondi citando

Jasmine ha scritto:
As salamo allicom

Sono entrata in questo forum su consiglio di un’amica in quanto sto vivendo un brutto momento della mia vita ed ho bisogno di buoni consigli.

Sono musulmana credente e praticante, e conosco il dovere che ognuno di noi deve avere nei confronti dei propri genitori:
purtroppo mia madre non mi rende la vita facile.

Sono cresciuta in una famiglia numerosa dove i figli maschi hanno grande importanza mentre le femmine sono una vergogna e questa mentalità dava luogo giornalmente a violenze gratuite da parte dei genitori ed i fratelli.
Queste cattiverie hanno segnato la mia infanzia, la mia adolescenza fino a quando, sono uscita di casa per fare la mia vita, ma le cicatrici le porto dentro ancora oggi.

Di tutto questo mia madre è la prima responsabile:
ancora oggi mostra la sua infima cattiveria verso le figlie femmine e la sua preferenza per i maschi e ciò causa sofferenza a tutte noi.

Come mi devo comportare con lei?


Wa `alaykum asSalam wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu.

Sorella ti sono pienamente solidale e trovo disgustoso questo tipo di mentalità (parlando in generale, e senza alcuna offesa per tua madre).
Mi permetto solo di consigliarti di fare il possibile per "passare oltre" e cercare comunque in tutti i modi di essere paziente con lei, mostrandole il tuo buon carattere e rispettandola.
Soprattutto, fai di tutto per non rompere i legami con lei - ché rompere i legami familiari è un peccato maggiore, soprattutto se nei confronti della propria madre.

Iddio ti benedica e ti sostenga.

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
blueshine
Affezionato
Affezionato


Registrato: 08/02/09 22:19
Messaggi: 45
Residenza: monza

MessaggioInviato: Mer Feb 25, 2009 8:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Scusa se mi intrometto, pur essendo ancora molto estranea all'ambiente.
Non penso che tua madre ti odii realmente. Forse semplicemente segue un comportamento che ritiene giusto, e che altri hanno usato con lei in passato.
E' una discriminazione ingiusta, ma abbastanza diffusa, sia pure in maniera differente e meno esasperata, anche nella cultura occidentale, fino a non molti decenni fa. Ovviamente e' un errore, ma purtroppo, come tutti gli errori più grandi, viene tramandata per generazioni. Ma credo che l'odio sia tutta un'altra cosa. Ciao!

_________________
elisa

"love is a battlefield"
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo MSN
Jasmine
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 07/02/09 23:14
Messaggi: 5

MessaggioInviato: Mer Feb 25, 2009 10:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

As salamo alicom

vi voglio ringraziare tutti quanti per la solidarietà ed i consigli veramente preziosi che mi avete dato.

Blueshine, veramente hai centrato il punto:
“Forse semplicemente segue un comportamento che ritiene giusto, e che altri hanno usato con lei in passato.”

E’ vero, è successo così, ma questa cosa non la giustifica:
ognuno dovrebbe imparare dagli errori altrui per non commetterli a sua volta.

Non vorrei annoiarvi con la mia storia, ma ultimamente sono arrivata ad una decisione difficile per dare una svolta alla mia vita.

Da qualche tempo ho trovato la serenità in quanto ho conosciuto un ragazzo italiano che con il mio aiuto è diventato musulmano, ci vogliamo bene e ci vorremmo sposare.

Io ne ho parlato con la mia famiglia per farglielo conoscere, nella speranza di avere il loro consenso, ma ho avuto una secca e decisa risposta negativa:
per loro dovrei sposare un uomo del mio paese, credente o non credente non fa differenza.

Io sono sempre sono stata contraria alla loro mentalità e non voglio finire nelle mani di qualcun altro che mi tratta male.

Vista la loro posizione ho deciso di sposarmi senza il loro consenso.

Cosa ne pensate?

_________________
Jasmine
Top
Profilo Invia messaggio privato
blueshine
Affezionato
Affezionato


Registrato: 08/02/09 22:19
Messaggi: 45
Residenza: monza

MessaggioInviato: Gio Feb 26, 2009 12:31 am    Oggetto: Rispondi citando

Certo. Nessuno e' giustificato dagli errori del passato, e tanto meno ha il diritto di condizionare la vita altrui.
Puoi comprendere i punti di vista della tua famiglia, ma non sei obbligata a condividerli.

Tu devi edificare la tua vita, non subire quella che ti viene imposta.

Forse capiranno, forse no, ma questo non e' piu' un problema tuo.
Non hai nulla da rimpiangere in questo senso.
Ciao :)

_________________
elisa

"love is a battlefield"
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo MSN
NADIA R.
Disattivato
Disattivato


Registrato: 19/01/09 15:51
Messaggi: 799

MessaggioInviato: Gio Feb 26, 2009 6:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

As salamu alaycom wa ramathollah

cara Jasmine sono contenta per te che hai trovato questo ragazzo che ha abbracciato l'islam:
spero che tutto si risolva nel miglior modo possibile.

Non vorrei essere invadente, ma sei sicura che si sia convertito per l'Islam e non per te?

Sicuramente questa tua decisione andrà a a rompere ulteriormente il rapporto con la tua famiglia:
sei sicura di sopportare questo distacco?

Pensa molto bene a questo passo che vuoi affrontare.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Feb 26, 2009 10:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Jasmine ha scritto:
Vista la loro posizione ho deciso di sposarmi senza il loro consenso.

Cosa ne pensate?


Wa `alaykum asSalam wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu

Andando di fretta, ricorda che il nikah per essere valido necessita dell'approvazione del padre o -in assenza- del parente mahram più vicino; quindi, a prescindere da altre questioni, sposarsi senza il consenso dei genitori non è possibile (a meno che non si segua il madhhab Hanafi, ma anche in quel caso ci sono diverse condizioni; con la funzione "cerca" potrai trovare vari post al riguardo).

Forse questa discussione, iniziata da un'altra sorella che riguardo allo sposare un italiano ha i tuoi stessi problemi, può risultarti utile:

Io lo amo -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Jasmine
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 07/02/09 23:14
Messaggi: 5

MessaggioInviato: Ven Feb 27, 2009 8:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

Assalamo alicum

grazie al fratello Umar Andrea;
ho letto la discussione "Io lo amo" e ho trovato alcuni interventi che possono rispondere anche alla mia situazione che comunque penso sia abbastanza diversa da quella di ibtissem.

Per rispondere alla sorella Nadia:
io conosco questo ragazzo da due anni e mi ha fatto conoscere la sua famiglia, che mi ha accolto abbastanza bene:
non sono stati entusiasti, ma per la felicità del figlio sono stati accondiscendenti.
Per quello che posso constatare la sua fede è sincera e adempie a tutti gli obblighi del buon musulmano.

Io sono la più piccola della famiglia e tutte le sorelle sono solidali con me, mentre mia madre e i miei fratelli sono contrari.

Io purtroppo non sono più una ragazzina, ho 28 anni, non posso più permettermi di aspettare e devo pensare al mio futuro.

Ricordo che c'è un hadit (e penso che Umar Andrea lo conosca meglio di me) in cui il profeta saws disse rivolgendosi ai genitori, che se trovate un buon musulmano fate sposare le vostre figlie.

Non pensate che sia la mia famiglia a spingermi al peccato?

La stessa cosa per la famiglia di Ibtissem.

_________________
Jasmine
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Sab Feb 28, 2009 3:33 pm    Oggetto: Rispondi citando

Jasmine ha scritto:
Ricordo che c'è un hadit in cui il profeta saws disse rivolgendosi ai genitori, che se trovate un buon musulmano fate sposare le vostre figlie.

Non pensate che sia la mia famiglia a spingermi al peccato?


Wa `alaykum asSalam wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu!

Per il madhhab Hanafi, abbiamo già affrontato tale questione qui:
Matrimonio islamico, sposarsi in segreto? -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Per gli altri madhahib, mi pare di ricordare che a certe condizioni addirittura la carica di Wali può essere ricoperta da un altro membro della famiglia, se il padre continua a rifiutare senza motivo valido il matrimonio della figlia con un musulmano devoto e "compatibile". Ma non conosco le condizioni di tale procedimento, bisognerebbe ricercare, insha'Llah.

Forse prima di procedere in tal senso sarebbe più opportuno far parlare i tuoi genitori con l'imam della moschea o qualche responsabile fidato e conosciuto per la sua conoscenza religiosa, provando a far cambiare loro idea - era il consiglio a cui volevo indirizzarti nella discussione alla quale ti avevo rimandato!

E Iddio è il più sapiente!

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
blueshine
Affezionato
Affezionato


Registrato: 08/02/09 22:19
Messaggi: 45
Residenza: monza

MessaggioInviato: Sab Feb 28, 2009 8:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

Non credo che la tua famiglia ti "induca al peccato", ma certamente non vuole ammettere che tu sei una persona adulta, capace di intendere e di volere. Probabilmente esiste una serie di regole che vieta proprio questa libertà di scelta e che io, nella mia immensa ignoranza, non conosco.

Pero' a questo punto dovete farmi capire una cosa.
In questo piccolo spazio virtuale, allegoria della realtà, ho già visti due o tre di questi casi "disperati" in cui una donna, adulta e consapevole, e' costretta a scegliere tra il completo distacco dalla famiglia e la rinuncia a realizzare se' stessa. Forse poi un escamotage legale esiste, ma la condizione di queste persone rimane estremamente disagiata.
E' vero che molto spesso i genitori ci indichino la giusta via, e' vero che l'amore avanzi ragioni che la ragione non ammette, e' vero che le unioni interculturali, se mosse da spirito di ribellione, possano divenire labili... ma ugualmente quelle imposte da altri possono divenire anche catastrofiche.
... e a volte una persona puo' avere il desiderio di decidere, magari anche di sbagliare, da sola. E questa sembra essere una possibilita' completamente negata... Potete spiegarmene la ragione?

_________________
elisa

"love is a battlefield"
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo MSN
NADIA R.
Disattivato
Disattivato


Registrato: 19/01/09 15:51
Messaggi: 799

MessaggioInviato: Sab Feb 28, 2009 9:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

salam

cara blueshine la questione è semplice, il problema non è delle ragazze, ma dei genitori che non riescono ad uscire dalla loro mentalità chiusa, e lasciano queste ragazze nella loro disperazione.

Loro pensano di fare il bene per i loro figlie ed invece lo fanno solo per il loro egoismo, e per paura del giudizio della gente.
Non stà scritto da nessuna parte che l'arabo deve sposare l'arabo e l'italiano deve sposare l'italiano

Questo pregiudizio è presente nella cultura araba ma anche in quella occidentale:
ricordo una ragazza italiana alla quale la madre ha detto che se sposa un musulmano l'avrebbe rinnegata.

Questo fenomeno è destinato ad aumentare e potrebbe diventare un problema sociale.

L'Islam è la soluzione:
semplicemente dice che se il ragazzo e la ragazza sono musulmani, bisogna che i genitori diano il loro consenso e aiutino i figli a sposarsi.

In questa maniera eliminiamo i rapporti del peccato - zina.

Infine voglio dare un consiglio a Jasmin:
on-line cerca fatawa e ci sono tanti ulema adatti per dare la fatwa e spero che tutto vada a buon fine inchallah
Dio è il più sapiente.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
blueshine
Affezionato
Affezionato


Registrato: 08/02/09 22:19
Messaggi: 45
Residenza: monza

MessaggioInviato: Dom Mar 01, 2009 8:14 am    Oggetto: Rispondi citando

E' un'ingiustizia, non c'e' altro da dire.
In occidente il valore di queste imposizioni e' relativo: quando una donna e' maggiorenne e' comunque libera di stare con chi vuole.
Inoltre, considerando che in una societa' multiculturale come la nostra le relazioni eterogenee diventano sempre piu' frequenti e favoriscono la reciproca conoscenza, questo tipo di idee appare abbastanza assurdo e controproducente.
Ciao e grazie.

_________________
elisa

"love is a battlefield"
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo MSN
AbdalKhaliq
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/01/09 15:33
Messaggi: 435

MessaggioInviato: Dom Mar 01, 2009 10:18 am    Oggetto: Rispondi citando

La questione di Jasmine è ovviamente complessa, e credo nessuno di noi abbia alla mano sufficenti elementi per capire se sia meglio per lei andare contro il volere dei genitori o no.
Leggendo che ha 28 anni però tendo a dare molto più ragione a lei che ai suoi genitori.

_________________
Uno solo io cerco
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.141