Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 



 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Storia, biografie, conoscenze, arte, poesie ed immagini
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Lug 11, 2020 1:03 pm    Oggetto: Ads

Top
p.muhammad
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 27/12/08 13:57
Messaggi: 171

MessaggioInviato: Mar Gen 20, 2009 9:44 pm    Oggetto: eliocentricità Rispondi citando

Vorrei avere,se è possibile, delucidazioni in merito al versetto 38 della sura ya-sin.
Il versetto sembra negare l’eliocentricità ma l’interpretazione del Corano di Hamza Piccardo dice che forse si intende il movimento del sistema solare nell’universo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
_LuCaRieLLo__
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 29/10/08 10:04
Messaggi: 70

MessaggioInviato: Mer Gen 21, 2009 12:02 am    Oggetto: Rispondi citando

bella domanda ci ho pensato anche io .. vediamo se qualcuno è in grado di aiutarci ;)
Tra l'altro la stessa questione, ben più nota, è relativa anche alla Bibbia cristiana (Giosuè 10:12-14)

_________________
"Coloro che credono in Allah e a Lui si aggrappano, li farà entrare nella Sua misericordia e nella Sua grazia e li guiderà sulla retta via."

Corano 4:175
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Talib
Disattivato
Disattivato


Registrato: 31/07/07 11:54
Messaggi: 686

MessaggioInviato: Mer Gen 21, 2009 10:24 am    Oggetto: Rispondi citando

...


L'ultima modifica di Talib il Mer Dic 16, 2009 5:03 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Gen 21, 2009 3:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Talib ha scritto:
Ritengo sia estremamente deleterio cercare di far combaciare il Corano con le moderne conoscenze scientifiche. Questo perchè ciò induce a una grossa perdita di tempo, in quanto impone di stare dietro a libri di fisica, biologia o astronomia (che servono solo a chi studia quelle precise materie per lavoro, mentre per gli altri sono solo futili curiosità e distrazioni) invece che dedicarsi al Corano, agli Ahadith, e ai testi dei sapienti, ossia all'unica vera Scienza utile.

La risposta a questa e a tutte le analoghe domande (e la risposta defintivia a tutte le polemiche tra Fede e Scienza, o Fede e Archeologia, et cetera) è molto semplice: Il Corano riflette la Perfetta e Onnicomprensiva Sapienza Divina, mentre la Scienza riflette le nostre fallibili e parziali cognizioni (che per altro si modificano periodicamente). Quindi, se un dato scientifico collima col Corano, possiamo dire che è vero o perlomeno verosimile; se c'è contraddizione, la verità è nel Corano, e la contraddizione è data dal carattere parziale e non omnicomprensivo del sapere scientifico profano.

Inoltre, secondo la scienza del Kalam, non esistono cause ed effetti, ma Causa Prima di tutto è Allah. Il fuoco brucia non perchè la caratteristica del bruciare sia una conseguenza dell'effetto prodotto dal fuoco, ma perchè tale è la Volontà, esplicata per il tramite di una Creazione continua, di Allah. Se Allah volesse che il fuoco producesse freddo invece che calore, così sarebbe. Le conoscenze empiriche (su cui si basa la Scienza) sono quindi illusorie, e non costituiscono una prova di nulla.
Quindi, di fronte a tali questioni può essere che:

1) Il dato scientifico sembra esatto alla luce di una verifica parziale, ma non risulta tale alla luce di una verifica globale.

2) Quando anche risultasse tale alla luce di una verifica globale, è il fondamento stesso della verifica (ossia il metodo di indagine empirico basato sui sensi) a non avere reale valore epistemologico, perchè per sua natura soggetto e poter essere illusorio e fittizio.

Per quanto mi riguarda, se anche il Corano dicesse che la Terra è piatta e il Sole le gira intorno (e sia chiaro che non sto affermando che il Corano lo dica), per me sarebbe esattamente così, indipendentemente da tutte le prove contrarie che può fornire la Scienza (e che per quanto mi riguarda, potrebbero benissimo essere un miraggio prodotto da Dio per mettere alla prova la mia fede, o da Iblis per cercare di sviarmi).

Salam,
Talib.


MASHA'LLAH

Il mio contributo qui:
L'Islam e la scienza moderna -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Vorrei anche riproporre alcune considerazioni di F. Schoun (da "Comprendere l'Islam") a riguardo della "prospettiva umana e terrestre" della quale il Corano tiene conto, ma non ho ancora trovato il passo..

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Gen 21, 2009 10:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Intanto, ecco il Tafsir di Mufti Shafi Usmani sui versetti 38-39:

In verse 38, it was said: (And the sun is quickly proceeding towards its resting place. That is the designing of the All-Mighty, the All-Knowing. 36:38). The word: (mustaqarr) is used to denote place of rest as well as time of rest, that is, it could be time-oriented and, space-oriented too. Then, this word is also employed in the sense of the end or destination of a course or journey - even if another journey begins immediately after it without any break or stillness (as mentioned by Ibn Kathir).

Some respected commentators have taken the word: (mustaqarr) at this place as a time-oriented destination, that is, when the sun reaches the end of its movement already determined - and that time is the Day of Doom (the Qiyamah). In the light of this Tafsir, the verse would mean that the sun is moving on its orbit supported by such a precise and perfect system that does never betray the difference of even a minute or second. Thousands of years have passed over this orbit. But, all this is not everlasting. There is a particular point in time and space for it. When that is arrived at, this solar system and the movement will stop, end - and that is the Day of Qiyamah. This Tafsir has been reported from Qatadah (ra).
(Ibn Kathir).

And a verse from Siirah Az-Zumar in the Holy Qur'an also supports it, that is, the word: (mustaqarr) means a time-oriented destination or abode and refers to the Day of Qiyamah. The words of the verse of Surah az-Zumar are:

He created the heavens and the earth in His wisdom. He wraps the night over the day and He wraps the day over the night, and He has put the Sun and the Moon under His command, each one of tham moving for an appointed term. (39:5)

The statement in this verse is nearly the same as given in the present verse of Surah Ya Sin. Firstly, the alternation of the night and the day has been described through a similitude in terms of common perception - Allah Ta'ala puts the cover of night over the day and that of day over the night. Thus, the night and the day have been likened to two covers. The cover of the night is draped over the day and it is night, and the cover of the day is draped over the night and it is day. After that, it was said that the sun and the moon are both subjugated before Allah Ta'ala and are subservient to His command. Each is moving up to an appointed term.
The words used in the text are: (ajalim-musamma) meaning fixed term, and the verse means that the movement of both the sun and the moon is not everlasting. When it reaches a certain fixed term, that is, the Day of Qiyamah, this movement shall stand terminated. In the present verse of Surah Ya Sin too, the word: (mustaqarr) quite obviously means this very fixed or appointed term, that is, a time-oriented point of arrival, destination or abode. In the light of this Tafsir, neither does the sense of the verse present any difficulty, nor is there any objection in terms of astronomy and mathematics.

And some respected commentators have taken it to mean a spatial destination or abode as based on the following Hadith reported in the Sahihs of al-Bukhari and Muslim and others from several Sahabah and chains of authority:

According to a narration of Sayyidna Abu Dharr al-Ghifari (ra), once he was present in the company of the Holy Prophet (saws) at the time of sunset. Addressing him, he said, "Abu Dharr, do you know where the sun sets?" Sayyidna Abu Dharr (ra) says that he submitted: "Allah and His Messenger know best." Thereupon, the Holy Prophet said, "The sun keeps on moving until when it reaches beneath the 'Arsh (the Throne) it makes sajdah (sujud or prostration)." After that, he said, "This is what 'mustaqarr' means in this verse: (And the sun is quickly proceeding towards its resting place.).

In a narration, again from Sayyidna Abu Dharr, there appear the additional words to the effect: "I asked the Holy Prophet the explanation of: (And the sun is quickly proceeding towards its resting place.). He said (mustaqarruha taht al-'Arsh: Its resting place is under the 'Arsh). Al-Bukhari has reported this narration at several place and, with the exception of Ibn Majah, this narration is present in all Six Books.

And there is a Hadith bearing on the same subject reported from Sayyidna 'Abdullah Ibn Mas'ud (ra) as well. It has some additions to the effect that, every day, when the sun reaches beneath the 'Arsh, it performs a Sajdah and seeks permission for the next orbit. After the permission, it starts the next orbit - until, there will come that day when it will not have the permission to start the next orbit. Instead, it will be commanded to go back towards where it had come from. In other words, it would be asked to go beneath the earth from the side of the West, then, return from the same side of the West and rise from the West. The day it happens, it will be the sign of the Day of Qiyamah being absolutely close and, thereafter the doors of 'iman and taubah (repentance) will be closed.
That will be a time when the taubah (repentance) of anyone sunk in sin or the taubah of anyone soaked in shirk and kufr will not be accepted (Ibn Kathir with reference to 'Abd-ur-Razzaq).

The prostration of the sun: A look into the phenomenon of the sun performing sajdah (prostration) beneath the 'Arsh

From these narrations of Hadith, we learn that "mustaqarr" means a spatial destination, that is, a place where one orbit of the movement of the sun stands completed - and they also tell us that this place is beneath the 'Arsh. Hence, the verse would mean that, every day, the sun moves towards a particular destination, and once it has reached there, it performs sajdah before Allah Ta'ala and seeks His permission for the next orbit. Once the permission is given, it begins the next orbit.

But, when seen outwardly, several strong difficulties arise on the basis of principles laid down by experiments, observations and astronomy.

1. The state of the 'Arsh of Rahman (generally referred to as the Divine Throne) as understood from the Qur'an and Sunnah is that it surrounds all that we know as the masses of land and expanses of the sky. All these masses and expanses along with planets and stars, without any exception, are enclosed within the 'Arsh - and the 'Arsh of Rahman holds this entire cosmic universe inside itself. If seen from this angle, the sun is, in all conditions and at all times, simply under the 'Arsh. What, then, would be the sense of going beneath the 'Arsh after it sets?

2. It is common observation that the sun, after it sets at some place, does rise elsewhere. Therefore, its rising and setting is an ongoing phenomenon. What then is the meaning of going beneath the 'Arsh after setting and doing Sajdah?

3. From the apparent sense of the Hadith mentioned above, we learn
that the sun, after having reached its destination (mustaqarr), pauses within which it offers Sajdah before Allah and seeks the permission for the next orbit - although, there being no break in the movement of the sun at any time is an open observation. And since this rising and setting of the sun keeps taking place all the time in terms of different locations, therefore, this pause should also be there all the time as a result of which the sun should not have any movement any time.

Such difficulties are related not only to astronomy, but also to observations and experiences that cannot be bypassed. Technically, the daily movement of the sun under the arrangement of the celestial sphere and its being positioned in the fourth heaven is a theoretical assumption of Ptolemy that was refuted by Pythagoras. Modern knowledge has confirmed the error in 'the theory of Ptolemy and also brought the soundness of the theory of Pythagoras to the level of certitude. Then there are the space flights in our time and the spectacle of human access to the moon that makes at least this much certain that all planets are in the lower space of the sky, not inside. The verse of the Qur'an: (And each one is floating in an orbit. - Ya Sin, 36:40) which is to appear a little later also confirms this view. Since this view is also suggestive of the daily rising and setting as being from the movement of the earth and not from the movement of the sun, another technical difficulty is added to the understanding of the aforementioned Hadith.

To understand its answer, it must be borne in mind that to the extent the explanation of the cited verse is concerned, no difficulty out of the doubts and difficulties mentioned above relates to the Qur'an. The sense it carries is no more than that Allah Ta'ala has commissioned the sun to move in such an organized and steady way that it keeps moving continuously in a single state towards its destination (mustaqarr). If, this destination is taken to mean a time-oriented destination - that is, the Day of Qiyamah - as in the Tafsir of Qatadah, then, it would mean that this movement of the sun shall continue in a single state right through the last Day of Qiyamah - and shall terminate on that very Day. And if it were to be taken as a spatial destination, even then, its destination can be said as being the point in the orbit of the sun, the point from which the sun started its movement at the time of the initial creation. When it reaches that point, one orbit through a day and night stands completed, for this very point is the end of its journey and, once it reaches there, the next orbit begins. As for the precise determination of where lies that point from which this magnificent orbit of the sun started in eternity, the noble Qur'an does not throw human beings into unnecessary debates of this nature, something that does not bring them any benefit, neither in this world nor in the world-to-come. This is an inquiry of this very nature. Therefore, the Qur'an has bypassed it and drawn attention to the essential purpose. That purpose is to put particular aspects of the most perfect power and wisdom of Allah Ta'ala into clear focus. It was said that the sun is the largest and the brightest sphere of this universe. That too did neither come into existence automatically, nor does it move on its own, nor can it sustain. In its present movement through days and nights all the time, it moves under the permission and will of Allah Ta'ala.

Any doubt, out of the doubts mentioned above, does not apply to what has been said in the cited verse. However, all these doubts and difficulties in comprehension do arise from the Hadith statement about the sun that soon after its setting, it goes beneath the 'Arsh, performs sajdah and seeks permission to start the next orbit. And this debate sprung up in relation to this verse for the reason that, in some words of the Hadith, reference has been made to this verse. Answers to these doubts given by experts of Hadith and commentators of the Qur'an differ. From the apparent connotation of the words there, it is generally gathered that this sajdah of the sun takes effect only once in a day-night span after its setting. Respected writers, who have taken the Hadith in terms of its apparent sense, have laid down three probabilities concerning the setting: (1) That it may refer to the setting in the main part of populated areas, that is, of a place the setting of the sun whereat holds good for its setting for the majority of the population of the world; (2) that it be the setting of the Equator; or (3) the setting on the horizon of Madinah. Thus, the difficulty that the setting and rising of the sun is a phenomenon which keeps manifesting itself all the time, every moment, does not remain there, because this Hadith is talking about the setting of a particular horizon. But, the clear-cut and cloudless rejoinder seems to be that which my teacher, 'Allamah Shabbir Ahmad Usmani has given in his treatise: (Sujudu'sh-Shams: The Prostration of the Sun) which finds support in the statements of several leading commentators.

Before one proceeds to understand the presentation, it is useful to first understand a matter of principle about prophetic teachings and interpretations. The noble prophets, may peace be upon them, and the Scriptures they bring incessantly invite the entire Divine creation to ponder over whatever has been created in the heavens and the earth, and it is from these that they build their argument to prove the existence of Allah Ta'ala, His Oneness, Knowledge and Power. But, deliberation in these things is desirable, according to Shari'ah, only to the extent of its relevance to one's worldly and social requirement or religious and other worldly need. Beyond that, the great mass of the creation of Allah is not thrown into the senseless concern of digging into bland philosophical hair splitting and the ultimate reality of things. The reason is that, first of all, the real and perfect knowledge of the ultimate reality of things is something scientists and philosophers have themselves been unable to find out, despite having spent their entire lives in the pursuit - not to say much about the poor masses. Let us suppose, even if this could be acquired somehow, yet it fulfills no religious need, nor does it help to acquire something materially sound and worthwhile, what is the sense of indulging in this unnecessary and wasteful debate? Obviously, nothing but a waste of wonderful years of life and a waste of precious wealth!

It should be borne in mind that the argument of the Qur'an and the noble Prophets through the creations in the heavens and the earth and the major changes that occur therein is limited to the extent that could be rationalized by every human beings by virtue of bare observation and elementary deliberation. Technical refinements of philosophy and mathematics that can be resolved by experts in the field alone are not the material on which an argument of this nature is based, nor are people invited to deliberate in these. The reason is simple. Believing in Allah Ta'ala and acting in accordance with His message is the duty of every human being - learned or illiterate, man or woman, urbanite or villager, dweller of some mountain or island. Therefore, prophetic teachings are synchronized with the level of perception, reason and understanding of common people that need no technical expertise.

Take the example of knowing the times of Salah, fixing the orientation to Qiblah, and knowing the months, years and dates. The knowledge of all these things can also be acquired through mathematical computations. But, the Shari'ah of Islam has, rather than rely on high-tech mathematical calculations to determine any of these things, placed reliance on common observations. Months and years and their dates were set in accordance with the lunar calendar. The basis of determining whether the new moon has or has not appeared was declared to be physical observation alone, the seeing of the new moon. The days of fasting and the Hajj were fixed on that very basis. When some people asked the Holy Prophet about the secret behind the waning, waxing and disappearing of the moon and then its rising again, the answer to it was given by the Qur'an on his behalf: (Say: They are indicative of time for the people, and of the Hajj - Al-Baqarah, 2:189). In other words, the Holy Prophet (saws) was asked to tell people that all those changes occurring in the life of the moon are there so that they could find out when the month begins and ends and then find out its dates and determine the days of the Hajj. This answer served them with a warning against their unnecessary and ineffectual question, because no business of theirs, in this world or in the next, hinges on finding the reality behind it. Therefore, they were supposed to ask only about something that related to either their worldly or other worldly need.

After these initial remarks, let us give a little thought to the essential matter before us. Is it not that, in the cited verses, Allah Ta'ala has, after having mentioned some manifestations of His perfect power and infinite wisdom, invited human beings to believe? Of these, mentioned first was the land that is before us all the time: (And a sign for them is
the land
.- 33). Then, mention was made of how rains made it come alive and the growth of trees and other produce became possible - something everyone sees and knows: (We gave it life and brought
forth gram from it
.- 33). Mentioned first after that was the daily alternation of the night and day: (And a sign for them is the
night
) Mentioned thereafter were planets and stars. Out of these, about the sun it was said: (And the sun is quickly proceeding towards its resting place. That is the designing of the All-Mighty, the All-Knowing.- 38). Think about it. The purpose here is to tell that the sun is not moving on its own, not of its volition orpower. Instead, it is moving in subservience to the One who is Mighty and Knowing, and moving under the predetermined system originated by an entity with great power and knowledge. The Holy Prophet (saws), close to the time of one sunset, had alerted Sayyidna Abu Dharr al-Ghifari (ra) to the reality behind it during a question answer interlude with him. He has told him that the sun, at the time of its setting, performs a Sajdah before Allah Ta'ala beneath the 'Arsh and seeks the permission to start the next orbit. When it has the permission, it moves as usual and rises from the east in the morning. Its outcome is no more than that the atmosphere of the world goes through a new transformation at the time of the setting and rising of the sun, something that depends on the sun. The Holy Prophet (saws) took this moment as suitable to teach human beings their essential lesson that they should not take the sun to be an independent entity moving of its own volition and power. It moves only under the permission and will of Allah Ta'ala. Every time it rises and every time it sets has to be with His permission, for it is subservient to His permission. This very act of moving under the command of Allah Ta'ala has been declared to be its sajdah, the act of prostration before its creator. The reason is that a Sajdah made by anything happens to be appropriate to its state of being as the Qur'an has itself clearly said: "Everything [in the creation of Allah] already knows its Salah [mode of worship] and its tasbih [mode of Divine glorification" - An-Nur, 24:41]. It means that the entire creation of Allah is engaged in worshipping and glorifying Allah, but each has its own separate way of doing it that has already been taught to it just like human beings who have been told how to do their Salah and Tasbih. Therefore, taking the sajdah of the sun to mean that it can take effect only when it places its forehead on some floor like a human being would not be correct.

And when it stands clarified from the statements of the Qur'an and Sunnah that the Divine Throne, the 'Arsh of the Rahman, surrounds all heavens and stars and surfaces, it is already obvious that the sun is nowhere but under the 'Arsh, at all times and at every place. And when experience bears out that the time the sun is setting at one place, it is also rising at another. Therefore, no moment of the sun is free of either rising or setting. Thus, the being of the sun under the 'Arsh is also perennial under all states and so is its setting and rising. Therefore, the outcome of the subject mentioned in the Hadith is that the sun, in its entire orbit, remains in the state of prostration (Sajdah) before Allah under the 'Arsh, that is, it moves under His permission and command. And this cycle will stay activated right through the proximity of the last day of the Qiyamah until comes the time for the emergence of the sign that the Qiyamah is very close. When this happens, the sun will, rather than start its next orbit, be commanded to turn back - and then, it will rise from the west. At that time, the door of taubah (repentance) will be closed and no declaration of faith ('Iman) or repentance (Taubah) from anyone shall remain acceptable at that hour.

In short, this particularity of the setting of the sun, its passing under the 'Arsh, the making of prostration there and the incidence of seeking permission for the next orbit mentioned in the narration being studied is simply a similitude in consonance with the mores of effective prophetic teaching and in terms of common perception. Neither does it make it necessary that it performs Sajdah on some land surface like a human being, nor does it make it necessary that there be some pause in the movement of the sun at the time of making a sajdah, nor does it mean that it goes to some particular place doing only one sajdah during a day and night, and nor that it goes beneath the 'Arsh after setting only. But, at this time of great alternation, when people are seeing that the sun is receding away from them, what has been done is that they have been appraised of the truth of what is happening in the manner of a similitude while the reality is that this whole thing is happening because of the sun moving beneath the 'Arsh in subservience to the Divine command - the sun does not have any capability or power of its own. So, the way, at this time, the people of Madinah were convinced that the sun would now make its sajdah and seek permission for the next orbit, similarly, the message was relayed onwards to every place where the sun would be setting and everyone there would stand advised of the lesson thereof. Thus, the truth of the matter turns out to be that the sun at every
moment while moving on its orbit keeps offering sajdah before Allah Ta'ala and keeps seeking permission to move ahead - and it needs no pause or break to make Sajdah or seek permission.

Following this submission, there remains no doubt concerning the Hadith quoted, neither in terms of observations, nor in terms of the rules of astronomy, nor i n the light of the position taken by Ptolemy or Pythagoras - though, the latter has found support in newer investigation.
In either case, there remains no doubt or difficulty in the comprehension of the said Hadith. As for the question about the sun making sajdah and seeking permission to start the next orbit as mentioned in the Hadith, where it is stressed that doing all this required life, awareness and reason. The sun and the moon are devoid of life and consciousness. How could these actions issue forth from them? An answer to this has already appeared under the verse of the Qur'an: (And there is not a single thing that does not extol His purity and praise - Al-'Isra', 17:44). (For commentary, please see Maiariful Qur'an, English, Vol. V, pp. 506-510). There it was said that things we take to be devoid of life, sense and consciousness do have a special share of spirit, life, sense and consciousness. However, their life, sense and consciousness are insignificant as compared with humans and animals, so insignificant that these cannot be perceived commonly. But, there is no proof for its absence either, neither in the revealed law, nor in reason while the noble Qur'an, in the verse cited above, has proved their being possessors of the elements of life, reason and consciousness, something also recognized in new investigations: And Allah who is pure and High knows best.

Special Note
From these clarifications of the Qur'an and Hadith, it is established that both the sun and the moon are in motion, moving for a fixed term.

This refutes the theory that the sun has no movement at all. The findings of the latest research have also refuted this presumption.

The text now turns to: (And for the moon, We have appointed measired phases, until it turned [pale, curved and fine] like an old branch of date-palm.- 36:39). The dried bough of a date tree that gets bent like a bow is called: ('urjun).

The stages of the moon
The word: (manazil) is the plural of: (manzil) and denotes the place one arrives at. Allah Ta'ala has bound the movement of the sun and the moon both with particular points, each of which is known as a Manzil or stage. Since the moon completes its orbit in one month, therefore, it has thirty or twenty-nine stages. But, as the moon disappears at least for a day during every month, therefore, its stages are generally taken to be twenty-eight. Astronomers have given these stages particular names in congruence with the stars that are found in the frontal proximity of these stages. Even during the days of Arabs of Jahiliyyah, stages were determined by these very names. The Holy Qur'an is far above these technical names. What it means to communicate are only the distances the moon traverses during particular days.

Relevant details have appeared in the commentary on Surah Yunus.
It can be seen in Ma'ariful-Qur'an, English, Volume IV, pages: 515-520. In this verse of Surah Yunus 10:5, the stages of the sun and the moon both have been mentioned: He is the One who has made the sun a glow and the moon a light, and determined for it the stages - 10:5". The only difference is that the stages of the moon are identified through observation, while the stages of the sun are calculated mathematically. By saying: (until it turned [pale, curved and fine] like an old branch'of date-palm.- 36:39), described there is the state of the moon towards the end of the month when it recedes from the stage of the full moon to the extent that it transforms into the shape of a dried old bough bent like a bow. It is in consonance with the Arab surrounding that it has been likened to a dried bough of the date tree that assumes the shape of a crescent.

In verse 40, it was said: (And each one is floating in an orbit - 40). Literally, the word: (falak) does not mean the sky.

Instead, it means the orbit in which some star moves. This verse has also appeared earlier in Surah Al-Anbiya' (21:33). It tells us that the moon is not contained within some sky as presumed by the astronomical theory of Ptolemy. Instead, it moves in a particular orbit in the space lower than it. Then, there are recent investigations as well as the human access to the moon that have made it certain.
"
(da:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

e
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)

---

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Yigal Kaplinskji
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 11/02/09 08:47
Messaggi: 20

MessaggioInviato: Mer Feb 11, 2009 7:20 pm    Oggetto: Geodesia Rispondi citando

una domanda per Talib:

I giorni del 21 marzo ed il 23 settembre, il limite dell´ombra di un oggetto fisso traccia nel corso della giornata, una linea diritta su una superficie perpendicolare al raggio di una sfera isocentrica al pianeta che passi per l´oggetto che proietta l´ombra.
Questi due giorni dell´anno sono anche detti "Equinozi" in quanto giorno e notte hanno la stessa durata, che ovviamente é di 12 + 12 ore.

È chiaro che eventuali agricoltori musulmani necessitano del calendario gregoriano, altrimenti, molto semplicemente, le loro piante crescono sterili o cotogne, mentre gli agricoltori non musulmani non hanno alcun bisogno di conoscere il calendario islamico.

Ora, il discorso non mi convince per questo motivo: il calendario che a seguirlo mi da piante prospere é evidentemente in accordo con la natura, il calendario che le fa avvizzire é evidentemente contro natura.

Pax Vobis.
Top
Profilo Invia messaggio privato
AbdalKhaliq
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/01/09 15:33
Messaggi: 435

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 12:02 am    Oggetto: Re: Geodesia Rispondi citando

Yigal Kaplinskji ha scritto:

Ora, il discorso non mi convince per questo motivo: il calendario che a seguirlo mi da piante prospere é evidentemente in accordo con la natura, il calendario che le fa avvizzire é evidentemente contro natura.


Chiunque abbia coltivato la terra ti dirà che per seminare e raccogliere si segue la luna, non il sole. Quindi il ritmo dei mesi scandito dal calendario islamico.
Il tuo ragionamento ha una falla enorme in partenza.


Poi, naturalmente, per tante attività mondane il calendario gregoriano è utilissimo. Ad esempio a me lo stipendio me lo danno il 27 del mese gregoriano e ignorano la successione dei mesi islamici. Ma il mio obiettivo nella vita, nonostante tutto, non è prendere lo stipendio a fine mese, ma avvicinarmi ad Allah.

_________________
Uno solo io cerco
Top
Profilo Invia messaggio privato
Yigal Kaplinskji
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 11/02/09 08:47
Messaggi: 20

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 2:47 am    Oggetto: Re: Geodesia Rispondi citando

AbdalKhaliq ha scritto:
Yigal Kaplinskji ha scritto:

Ora, il discorso non mi convince per questo motivo: il calendario che a seguirlo mi da piante prospere é evidentemente in accordo con la natura, il calendario che le fa avvizzire é evidentemente contro natura.


Chiunque abbia coltivato la terra ti dirà che per seminare e raccogliere si segue la luna, non il sole. Quindi il ritmo dei mesi scandito dal calendario islamico.
[...]
Il tuo ragionamento ha una falla enorme in partenza.



Chiunque abbia coltivato la terra ti dirá che si segue il calendario solare, ed in alcune operazioni, in passato, si osservava le fasi lunari.

In ogni caso le fasi lunari sono contemplate nel calendario gregoriano.

Plus, ci sono delle piante (ad esempio il rafano) ed animali (in particolar modo crostacei e molluschi) che in certi periodi dell´anno sono incommestibili o addirittura tossici, indipendentemente dal parallelo in cui si trovano.
In ogni caso nessun coltivatore, neanche se palestinese, utilizza il calendario islamico in agricoltura.

ora, il mio ragionamento avrebbe una falla, ovviamente non la ho vista quando lo ho formulato, il ché é ovvio...
Continuo a non vederla dopo la tua spiegazione...

vediamo di far mente locale...

Il calendario islamico permette (forse) di prevedere le fasi lunari, ma non le maree, e gli orari di preghiera.

Il calendario gregoriano contempla fasi lunari, maree, stagioni riferite ad entrambi gli emisferi, cicli vitali di piante ed animali, eventuali periodi di tossicitá.

Oltre alle ore di preghiera, ed alle ricorrenze religiose, che riguardano esclusivamente esseri umani, il calendario islamico, cosa mi dice circa ad esempio il periodo di letargo degli animali?

Il mio ragionamento é che chi non é musulmano puó benissimo ignorare il calendario islamico, ma chi é musulmano ha bisogno del calendario gregoriano per attivitá tipo la pesca, l´agricoltura di cui si é parlato sopra, la caccia, e se vogliamo metterci un´attivitá ludica, l´osservazione di stelle cadenti.

A me piacciono le stelle cadenti, quindi le sere in cui ci sono invece di scrivere su simpatici forums, vado in bicicletta fuori cittá e mi stendo sul prato un paio d´ore... il calendario gregoriano mi dice quando, il calendario islamico no.

Mi piace anche pescare i cefali, ma i maledetti mica han sempre fame, il calendario islamico puó consigliarmi quando gettare l´amo, ma lo fa anche il calendario gregoriano.

Quindi la frase: "É un grosso errore cercare di conciliare islam e scienza" é perfettamente valida.
l´islam é fede e pertanto non ha niente a che vedere con "il metodo."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ali Brandon
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/02/08 14:31
Messaggi: 382
Residenza: Napoli

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 8:51 am    Oggetto: Rispondi citando

Mi domando come abbiano fatto i fratelli musulmani a coltivare la terra in 1430...forse...sono tutti morti di fame e non lo sappiamo :shock: Che qualcuno vada a controllare!!!
Salam

_________________
Oltre la Verità cosa c' è, se non l' errore?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
AbdalKhaliq
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/01/09 15:33
Messaggi: 435

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 9:07 am    Oggetto: Re: Geodesia Rispondi citando

Yigal Kaplinskji ha scritto:

Chiunque abbia coltivato la terra ti dirá che si segue il calendario solare, ed in alcune operazioni, in passato, si osservava le fasi lunari.


Ehm, vengo da una famiglia contadina, mio nonno era contadino e i miei genitori da pensionati han ripreso a coltivare. Ti assicuro che anche oggi si seguono le fasi lunari, altrimenti le piante non crescono.

Nel calendario gregoriano, il conto dei giorni segue il sole e si annota per comodità la fase lunare.
Nel calendario islamico, il conto dei giorni segue la luna, ma si annotano anche i ritmi delle stagioni, in quanto gli orari delle salat si spostano in avanti o indietro a seconda degli equinozi o dei solstizi. Anzi, si può tranquillamente dire che per coltivare la terra il calendario islamico è migliore, perché costringe a seguire sia le fasi lunari che le stagioni, mentre chi segue solo il gregoriano può per comodità tenere d'occhio la luna, ma non è esattamente costretto a farlo.

Il tuo ragionamento è errato perché parte da due postulati errati, ovvero "il calendario islamico non tiene conto delle stagioni", cosa che invece fa in maniera abbastanza evidente, dal momento che gli orari delle salat cambiano con le stagioni, e "per coltivare la terra non serve (più) seguire le fasi lunari", cosa altrettanto falsa.
Se tu non vedi la falsità delle premesse, mi dispiace, ma non so che farci.

Ripeto in ogni caso che non è questo il punto, in quanto lo scopo della mia vita è avvicinarmi ad Allah, non coltivare patate o pescare cefali, e per fare questo ciò che mi interessa è l'orario delle preghiere e riconoscere il mese di Ramadan quando arriva e questo il calendario gregoriano non può dirmelo in nessun modo.

_________________
Uno solo io cerco


L'ultima modifica di AbdalKhaliq il Gio Feb 12, 2009 10:59 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amatullah Maria
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/07/08 06:48
Messaggi: 1108
Residenza: bologna / modena

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 9:54 am    Oggetto: Rispondi citando

Chi ha allevato più cavalli che figli ha scritto:


"Se segui il sole, mò t'accorgi di quando è il periodo buono per le cavalle..... la luna ti dice tutto... se vuoi che il piccolo sia maschio o femmina...... ci sono dei periodi in cui anche i maschi possono non produrre abbastanza liquido per l'inseminazione..... ce ne sono altri in cui le cavalle prendono a calci i maschi..... ti devi regolare con la luna..... la luna ti dice tutto....."


Se caso mai qualcuno si volesse mettere ad allevare cavalli.......

Versione originale in calabrese stretto, traduzione a cura di Maria.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Yigal Kaplinskji
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 11/02/09 08:47
Messaggi: 20

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 11:46 am    Oggetto: Rispondi citando

Brandon ha scritto:
Mi domando come abbiano fatto i fratelli musulmani a coltivare la terra in 1430...forse...sono tutti morti di fame e non lo sappiamo :shock: Che qualcuno vada a controllare!!!
Salam


Utilizzando il calendario gregoriano, ovviamente.
Per i cavalli o le vacche, me ne sono occupato, e lí non serve guardare la luna, si guarda l´animale.

Scherzi a parte, vediamo questa frase...

AbdalKhaliq ha scritto:
Ripeto in ogni caso che non è questo il punto, in quanto lo scopo della mia vita è avvicinarmi ad Allah, non coltivare patate o pescare cefali, e per fare questo ciò che mi interessa è l'orario delle preghiere e riconoscere il mese di Ramadan quando arriva e questo il calendario gregoriano non può dirmelo in nessun modo.


Piú che ripetere una cosa tua, ha espresso il mio concetto iniziale rovesciando il punto di vista.

sostituiamo un paio di parole per analizzare la frase fuori dal contesto religioso:
--------------
"lo scopo della mia vita è diventare un chitarrista ricco e famoso, non lavare piatti o pulire pavimenti"

Forse uno ha la fortuna di poter dedicare un sacco di ore allo studio della chitarra (ed alla propria promozione) o forse no.
Nel secondo caso non é corretto dire che il manuale di chitarra gli fornisce tutte le conoscenze di cui ha bisogno.

Conosco il corano quasi a memoria, dove trovo le istruzioni per costruire una macchina ad osmosi inversa?

So costruire una macchina ad osmosi inversa e lo saprei fare anche se non avessi mai letto il corano.

E qui c´é la domandona:

Indipendentemente dalle pratiche religiose e le congetture sulla salvezza dell´anima

C´é qualcosa che se non conosco il corano non posso fare?
Top
Profilo Invia messaggio privato
AbdalKhaliq
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/01/09 15:33
Messaggi: 435

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 12:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Yigal Kaplinskji ha scritto:

Piú che ripetere una cosa tua, ha espresso il mio concetto iniziale rovesciando il punto di vista.

sostituiamo un paio di parole per analizzare la frase fuori dal contesto religioso:
--------------
"lo scopo della mia vita è diventare un chitarrista ricco e famoso, non lavare piatti o pulire pavimenti"

Forse uno ha la fortuna di poter dedicare un sacco di ore allo studio della chitarra (ed alla propria promozione) o forse no.
Nel secondo caso non é corretto dire che il manuale di chitarra gli fornisce tutte le conoscenze di cui ha bisogno.

Conosco il corano quasi a memoria, dove trovo le istruzioni per costruire una macchina ad osmosi inversa?

So costruire una macchina ad osmosi inversa e lo saprei fare anche se non avessi mai letto il corano.

E qui c´é la domandona:

Indipendentemente dalle pratiche religiose e le congetture sulla salvezza dell´anima

C´é qualcosa che se non conosco il corano non posso fare?


Al di fuori del contesto religioso, mi stai chiedendo: "un manuale di chitarra, se consideriamo l'arte della chitarra inutile, mi insegna qualche cosa?"
E la risposta è no, ovviamente.

Sei appena entrato in un forum di wannabe chitarristi convinto che suonare la chitarra sia una perdita di tempo, e chiedi "ma, visto che è assodato il fatto che suonare la chitarra non serve a nulla, studiare la chitarra vi insegna qualcosa di *davvero* utile?"
Solo che l'inutilità del suonare la chitarra non è assodata per niente, così come per la maggior parte delle persone iscritte a questo forum lo studio della religione in generale e dell'Islam in particolare non solo è utile, ma è l'unica cosa che conti davvero.
Dimostrami che la religione è inutile, che a dimostrarne l'utilità ho qualche millennio di storia dalla mia parte.

_________________
Uno solo io cerco
Top
Profilo Invia messaggio privato
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 12:23 pm    Oggetto: Re: Geodesia Rispondi citando

Yigal Kaplinskji ha scritto:
AbdalKhaliq ha scritto:
Yigal Kaplinskji ha scritto:

Ora, il discorso non mi convince per questo motivo: il calendario che a seguirlo mi da piante prospere é evidentemente in accordo con la natura, il calendario che le fa avvizzire é evidentemente contro natura.


Chiunque abbia coltivato la terra ti dirà che per seminare e raccogliere si segue la luna, non il sole. Quindi il ritmo dei mesi scandito dal calendario islamico.
[...]
Il tuo ragionamento ha una falla enorme in partenza.



Chiunque abbia coltivato la terra ti dirá che si segue il calendario solare, ed in alcune operazioni, in passato, si osservava le fasi lunari.

In ogni caso le fasi lunari sono contemplate nel calendario gregoriano.

Plus, ci sono delle piante (ad esempio il rafano) ed animali (in particolar modo crostacei e molluschi) che in certi periodi dell´anno sono incommestibili o addirittura tossici, indipendentemente dal parallelo in cui si trovano.
In ogni caso nessun coltivatore, neanche se palestinese, utilizza il calendario islamico in agricoltura.

ora, il mio ragionamento avrebbe una falla, ovviamente non la ho vista quando lo ho formulato, il ché é ovvio...
Continuo a non vederla dopo la tua spiegazione...

vediamo di far mente locale...

Il calendario islamico permette (forse) di prevedere le fasi lunari, ma non le maree, e gli orari di preghiera.

Il calendario gregoriano contempla fasi lunari, maree, stagioni riferite ad entrambi gli emisferi, cicli vitali di piante ed animali, eventuali periodi di tossicitá.

Oltre alle ore di preghiera, ed alle ricorrenze religiose, che riguardano esclusivamente esseri umani, il calendario islamico, cosa mi dice circa ad esempio il periodo di letargo degli animali?

Il mio ragionamento é che chi non é musulmano puó benissimo ignorare il calendario islamico, ma chi é musulmano ha bisogno del calendario gregoriano per attivitá tipo la pesca, l´agricoltura di cui si é parlato sopra, la caccia, e se vogliamo metterci un´attivitá ludica, l´osservazione di stelle cadenti.

A me piacciono le stelle cadenti, quindi le sere in cui ci sono invece di scrivere su simpatici forums, vado in bicicletta fuori cittá e mi stendo sul prato un paio d´ore... il calendario gregoriano mi dice quando, il calendario islamico no.

Mi piace anche pescare i cefali, ma i maledetti mica han sempre fame, il calendario islamico puó consigliarmi quando gettare l´amo, ma lo fa anche il calendario gregoriano.

Quindi la frase: "É un grosso errore cercare di conciliare islam e scienza" é perfettamente valida.
l´islam é fede e pertanto non ha niente a che vedere con "il metodo."


Ma sei venuto per fare a gara? O.o.....mamma mia...

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Yigal Kaplinskji
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 11/02/09 08:47
Messaggi: 20

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 1:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

No, non sono venuto qui per fare a gara.
Mi interessa sapere la risposta che delle persone danno a certe domande, e porre queste domande a queste persone mi sembra il modo piú rapido per scoprirle.
Top
Profilo Invia messaggio privato
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 2:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Yigal Kaplinskji ha scritto:
No, non sono venuto qui per fare a gara.
Mi interessa sapere la risposta che delle persone danno a certe domande, e porre queste domande a queste persone mi sembra il modo piú rapido per scoprirle.


Se questo è porre domande....come dicono, l'importante è crederciO.o

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Musàfir
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 16/01/08 19:04
Messaggi: 333

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 2:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

Yigal Kaplinskji ha scritto:


Conosco il corano quasi a memoria, (...)

C´é qualcosa che se non conosco il corano non posso fare?


Gentile Yigal
Se, come tu scrivi, "conosci il Corano quasi a memoria" e ti poni questa domanda, forse non l'hai letto con attenzione, rileggilo e troverai la risposta alla tua o tue domande, a Dio piacendo.

Umar al faqir

_________________
" O uomini, voi siete i poveri (fuqarà) i bisognosi di Dio, mentre Allàh è il Ricco (Al-Ghanì) Colui che è sufficiente a Se stesso, il Degno di lode." (Corano 35,15)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Yigal Kaplinskji
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 11/02/09 08:47
Messaggi: 20

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 2:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

Umar al faqir ha scritto:
Yigal Kaplinskji ha scritto:


Conosco il corano quasi a memoria, (...)

C´é qualcosa che se non conosco il corano non posso fare?


Gentile Yigal
Se, come tu scrivi, "conosci il Corano quasi a memoria" e ti poni questa domanda, forse non l'hai letto con attenzione, rileggilo e troverai la risposta alla tua o tue domande, a Dio piacendo.

Umar al faqir


questo non significa niente.
tutto quello che so fare, dal cucinare il granchio al lavare i piatti a guidare un´automobile, lo saprei fare anche se non avessi letto il corano.

Chiedo un esempio di qualcosa che esuli dal mondo metafisico per cui il corano é necessario.
Qualunque risposta che non sia un elenco o un "in effetti una persona puó benissimo fare a meno di conoscere il corano"
non ha senso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Talib
Disattivato
Disattivato


Registrato: 31/07/07 11:54
Messaggi: 686

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 2:57 pm    Oggetto: Re: Geodesia Rispondi citando

...


L'ultima modifica di Talib il Gio Dic 17, 2009 3:41 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 2:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

Yigal Kaplinskji ha scritto:
Umar al faqir ha scritto:
Yigal Kaplinskji ha scritto:


Conosco il corano quasi a memoria, (...)

C´é qualcosa che se non conosco il corano non posso fare?


Gentile Yigal
Se, come tu scrivi, "conosci il Corano quasi a memoria" e ti poni questa domanda, forse non l'hai letto con attenzione, rileggilo e troverai la risposta alla tua o tue domande, a Dio piacendo.

Umar al faqir


questo non significa niente.
tutto quello che so fare, dal cucinare il granchio al lavare i piatti a guidare un´automobile, lo saprei fare anche se non avessi letto il corano.

Chiedo un esempio di qualcosa che esuli dal mondo metafisico per cui il corano é necessario.
Qualunque risposta che non sia un elenco o un "in effetti una persona puó benissimo fare a meno di conoscere il corano"
non ha senso.


È un discorso assurdo che non ha ne capo ne coda....è evidente che le nostre vite sono regolate da principi e valori differenti, valori che per noi sono basati sulle parole del Corano e sui detti del Profeta(SAWS), a livello politico, sociale, a livello di ricerca spirituale, risposte nella quotidianità ecc....il Corano non ha eguali.
Inutile fare il gioco del ''dimostrami o significa che non credi nell'aria''.....non sei certo il primo a fare questo tipo di discorso, ma alhamduliLlah siamo ancora dove siamo.....e ogni giorno di più :wink:

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
AbdalKhaliq
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/01/09 15:33
Messaggi: 435

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 3:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

Yigal Kaplinskji ha scritto:

questo non significa niente.
tutto quello che so fare, dal cucinare il granchio al lavare i piatti a guidare un´automobile, lo saprei fare anche se non avessi letto il corano.


Ciò nonostante l'hai letto e affermi di conoscerlo meno che perfettamente.
Cosa cercavi nel Corano che il resto dei tuoi studi non potevano offrirti? Cosa ti aspettavi di trovare? Cosa invece hai trovato?

_________________
Uno solo io cerco
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amatullah Maria
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/07/08 06:48
Messaggi: 1108
Residenza: bologna / modena

MessaggioInviato: Gio Feb 12, 2009 4:41 pm    Oggetto: Re: Geodesia Rispondi citando

Talib ha scritto:

Maria, guarda che il mio gatto ha visto i post di Yigal, e ha tanta voglia di sbadigliare. Impediteglielo per piacere!


Io non stò intervenendo volontariamente. Per due motivi:

1) ho di meglio da fare
2) voglio vedere fino a dove si spinge il "simpaticone"

Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.

Ergo, come si può spiegare l'anima a chi non sa di averne una?
Come spieghi il bianco a chi non ha mai voluto vedere?
Come spieghi il morbido a chi si è legato le mani senza mai usarle?
Potrei continuare..... la lista lunga..... ma

" Ma a proposito (del Corano) i loro cuori sono distratti . Ci sono azioni verso le quali gli iniqui andranno inevitabilmente.
Quando poi colpiamo col Nostro castigo i più agiati tra di loro, lanciano grida d'angoscia:
«Non gridate oggi! Nessuno vi proteggerà da Noi!
Quando vi erano recitati i Miei segni, volgevate le spalle,
gonfi d'orgoglio li denigravate nelle vostre veglie »"
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Yigal Kaplinskji
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 11/02/09 08:47
Messaggi: 20

MessaggioInviato: Ven Feb 13, 2009 10:15 am    Oggetto: Re: Geodesia Rispondi citando

maria ha scritto:


[...]

" Ma a proposito (del Corano) i loro cuori sono distratti . Ci sono azioni verso le quali gli iniqui andranno inevitabilmente.
Quando poi colpiamo col Nostro castigo i più agiati tra di loro, lanciano grida d'angoscia:
«Non gridate oggi! Nessuno vi proteggerà da Noi!
Quando vi erano recitati i Miei segni, volgevate le spalle,
gonfi d'orgoglio li denigravate nelle vostre veglie »"


Per quanto mi riguarda, ad Allah non é piaciuto creare quel giorno, evidentemente.
Non comprendo queste invettive: interrogato a riguardo qualunque musulmano mi ha detto che l´islam contiene l´enunciato:
"non commettere quello che non vorresti subire."

Qui vedo i comportamenti per cui altri sono definiti "odiatori" dai musulmani stessi.
Penso che se si puó rispondere alle domande solo se "sono le domande giuste" non si sta parlando della veritá.

La veritá presuppone che

Quando ci viene rivolta una domanda incomprensibile...
chiediamo di riformulare in modo piú esplicito o lineare.

Quando non sappiamo la risposta
invitiamo a documentarsi altrove.

Lo dico perché a quanto dicono, i musulmani soffrono perché devono subire tali atteggiamenti.

Sia che li perpetriate perché li avete subiti
Sia che li subiate perché li avete perpetrati

C´é qualcosa di grippato da qualche parte.
Non c´é bisogno di essere profeta o figlio di nume per capirlo.

Non so, uno che va a chiedere uno cambio di turno al datore di lavoro e si sente rispondere: "lo vedi? anche il mio cane sbadiglia"

Cosa deve scrivere sul quadernino degli appunti?

Poi le mie domande sono inedite per un motivo molto semplice, il resto del F.A.Q. lo ho giá letto, e cerco di non porre domande a cui é stata data una risposta.

pax vobis.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amatullah Maria
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/07/08 06:48
Messaggi: 1108
Residenza: bologna / modena

MessaggioInviato: Ven Feb 13, 2009 11:00 am    Oggetto: Re: Geodesia Rispondi citando

Yigal Kaplinskji ha scritto:
maria ha scritto:


[...]

" Ma a proposito (del Corano) i loro cuori sono distratti . Ci sono azioni verso le quali gli iniqui andranno inevitabilmente.
Quando poi colpiamo col Nostro castigo i più agiati tra di loro, lanciano grida d'angoscia:
«Non gridate oggi! Nessuno vi proteggerà da Noi!
Quando vi erano recitati i Miei segni, volgevate le spalle,
gonfi d'orgoglio li denigravate nelle vostre veglie »"


Per quanto mi riguarda, ad Allah non é piaciuto creare quel giorno, evidentemente.


Scusami, ma non ho capito..... potresti spiegarmi meglio.

Poi per la battuta del gatto, è una cosa "nostra",tra me, il fratello Talib ed un'altra sorella..... una battuta che usiamo tra di noi...... non ti riguardava minimamente.....
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
AbdalKhaliq
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/01/09 15:33
Messaggi: 435

MessaggioInviato: Ven Feb 13, 2009 11:28 am    Oggetto: Rispondi citando

Yigal, le domande per sapere sono bene accette.

Le domande fatte per cercare a tutti i costi di dimostrare che il richiedente ha ragione, ovviamente sono perlomeno guardate con sospetto. Da chiunque intendo, non c'entra nulla l'Islam, c'entra la buona educazione e il rispetto reciproco, che dovrebbero essere valori universali.

Alcune delle tue domande (a cui peraltro io ho risposto, è difficile che io mi tiri indietro di fronte a uno scontro dialettico) non mi parevano formulate per capire il nostro punto di vista, ma per trovare in esso eventuali errori, e ciò è mancanza di rispetto, maleducazione, comportamento censurabile in svariati contesti (compreso questo).

Il tuo punto di vista si focalizza sull'uomo, il nostro si focalizza su Dio.
Non ci sono errori nell'Islam dal nostro punto di vista, ce ne possono essere dal tuo. Ma sono solo due diversi punti di vista, appunto. Nulla di più.

_________________
Uno solo io cerco
Top
Profilo Invia messaggio privato
Talib
Disattivato
Disattivato


Registrato: 31/07/07 11:54
Messaggi: 686

MessaggioInviato: Ven Feb 13, 2009 2:05 pm    Oggetto: Re: Geodesia Rispondi citando

...


L'ultima modifica di Talib il Gio Dic 17, 2009 9:27 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Yigal Kaplinskji
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 11/02/09 08:47
Messaggi: 20

MessaggioInviato: Sab Feb 14, 2009 2:40 am    Oggetto: Re: Geodesia Rispondi citando

Talib ha scritto:
maria ha scritto:
voglio vedere fino a dove si spinge il "simpaticone"


Cara sorella, voi siete troppo buoni.
Io invece, che sono assai cattivo e malizioso, avrei invece bannato all'istante il nostro simpatico amico, perchè per persone con un Ego così smisurato non c'è smacco più grande di quello di essere privati di una arena dove dar sfoggio di sè ;).
Ma tant'è. Mi dispiace solo che qualche fratello e sorella stanno ingenuamente facendo il suo gioco, continuando a rispondergli, probabilmente con sua grande soddisfazione e ilarità.

Salam,
Talib.


Chiedimi una sola volta di non scrivere piú su queste pagine e sarai accontentato.
Non vedo un comando per i messaggi privati, d´ora in poi il primo thread che controlleró connettendomi in questo forum sará quello in cui mi sono presentato. cosí saró sicuro di non scrivere messaggi dopo che la tua richiesta sará pubblicata.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Talib
Disattivato
Disattivato


Registrato: 31/07/07 11:54
Messaggi: 686

MessaggioInviato: Sab Feb 14, 2009 4:45 pm    Oggetto: Re: Geodesia Rispondi citando

...


L'ultima modifica di Talib il Gio Dic 17, 2009 9:27 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
MusliMind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/11/08 00:37
Messaggi: 452

MessaggioInviato: Sab Feb 14, 2009 6:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

IL CALENDRIO
GLI EQUINOZI
IL RACCOLTO
CUCINARE I GRANCHI
LAVARE I PIATTI
GUIDARE L'AUTO........ :roll:

siamo al limite dell'assurdo :!:
ma di che cosa si parla,tanto per sapere...

chi ha fede crede nel Sacro Corano come libro di Allah
chi non ci crede sono fatti suoi

Yigal
perchè non vai a zappare l'orto?come solo tu sai fare??
e lasciaci in pace

_________________
Abu Hurayra (Allah si compiaccia di lui) ha detto: Ho sentito il Messaggero di Allah (sallAllahu alayhi wa sallam) dire:

"Evitate ciò che vi ho proibito e fate ciò che vi ho ordinato, come meglio potete. In verità, quanti vi hanno preceduto si sono perduti proprio per le loro troppe domande e per i loro disaccordi con i loro Profeti."
(Riferito da al-Bukhari e Muslim)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ali Brandon
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/02/08 14:31
Messaggi: 382
Residenza: Napoli

MessaggioInviato: Lun Feb 16, 2009 10:31 am    Oggetto: Rispondi citando

fatimazz ha scritto:

chi ha fede crede nel Sacro Corano come libro di Allah
chi non ci crede sono fatti suoi


Amin
Salam

_________________
Oltre la Verità cosa c' è, se non l' errore?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Manuel
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 08/06/08 07:26
Messaggi: 23

MessaggioInviato: Lun Feb 16, 2009 4:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

Vedo che presupporre la buona fede non è di casa...
Posso chiedere perchè alcuni si sono scaldati tanto per una semplice domanda?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amatullah Maria
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/07/08 06:48
Messaggi: 1108
Residenza: bologna / modena

MessaggioInviato: Mar Feb 17, 2009 6:37 am    Oggetto: Rispondi citando

Salam.

Allora..... ricapitoliamo.....

Mi sento dire che per cucinare il granchio il Santo Corano non serve a niente.... infatti, non stiamo parlando di un libro di cucina..... partendo dal presupposto che se ho voglia di cucinare non apro un Libro Rivelato, a cosa serve tutto questo discorso?

Cioè, uno parla di una cosa che, spiegata in maniera ragionevole, ha la possibilità di accrescere la sapienza di entrambi o di almeno uno degli interlocutori..... Questo è il motivo per cui esiste questo forum, ma questo non stà avvenendo in questo thread.

In questo thread si stà solo mancando di rispetto alla fede dei credenti presenti. punto.

Quindi, o si cominciano a fare domande rispettose e valide dal punto di vista religioso oppure, per chi volesse, è disponibile on-line la guida del gambero rosso.

Spero di essere stata chiara per tutti.

Wa salam.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
'Abd
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/07/08 15:31
Messaggi: 108

MessaggioInviato: Mar Feb 17, 2009 2:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

Consigli per gli acquisti: "La chiave spirituale dell'astrologia musulmana secondo Ibn 'Arabi" di T. Burckhardt.

Magari non servirà a cucinare meglio il granchio o a guidare l'automobile, ma senz'altro toglierà dalla testa di qualcuno un bel po' di confusione riguardo sistemi eliocentrici-geocentrici, equinozi e calendari lunari..... sempre che già non conosca a memoria anche questo testo. :roll:

Passo e chiudo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
MusliMind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/11/08 00:37
Messaggi: 452

MessaggioInviato: Mar Feb 17, 2009 6:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

maria ha scritto:
...
Quindi, o si cominciano a fare domande rispettose e valide dal punto di vista religioso oppure, per chi volesse, è disponibile on-line la guida del gambero rosso.

Spero di essere stata chiara per tutti.

Wa salam.


ahahahahaha...........fantastica :mrgreen:

_________________
Abu Hurayra (Allah si compiaccia di lui) ha detto: Ho sentito il Messaggero di Allah (sallAllahu alayhi wa sallam) dire:

"Evitate ciò che vi ho proibito e fate ciò che vi ho ordinato, come meglio potete. In verità, quanti vi hanno preceduto si sono perduti proprio per le loro troppe domande e per i loro disaccordi con i loro Profeti."
(Riferito da al-Bukhari e Muslim)
Top
Profilo Invia messaggio privato
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Mar Feb 17, 2009 8:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

maria ha scritto:
Salam.

Allora..... ricapitoliamo.....

Mi sento dire che per cucinare il granchio il Santo Corano non serve a niente.... infatti, non stiamo parlando di un libro di cucina..... partendo dal presupposto che se ho voglia di cucinare non apro un Libro Rivelato, a cosa serve tutto questo discorso?

Cioè, uno parla di una cosa che, spiegata in maniera ragionevole, ha la possibilità di accrescere la sapienza di entrambi o di almeno uno degli interlocutori..... Questo è il motivo per cui esiste questo forum, ma questo non stà avvenendo in questo thread.

In questo thread si stà solo mancando di rispetto alla fede dei credenti presenti. punto.

Quindi, o si cominciano a fare domande rispettose e valide dal punto di vista religioso oppure, per chi volesse, è disponibile on-line la guida del gambero rosso.

Spero di essere stata chiara per tutti.

Wa salam.


Quoto!!!!!!!!

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Mar Feb 17, 2009 8:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

PresbiterIohannes ha scritto:
Consigli per gli acquisti: "La chiave spirituale dell'astrologia musulmana secondo Ibn 'Arabi" di T. Burckhardt.

Magari non servirà a cucinare meglio il granchio o a guidare l'automobile, ma senz'altro toglierà dalla testa di qualcuno un bel po' di confusione riguardo sistemi eliocentrici-geocentrici, equinozi e calendari lunari..... sempre che già non conosca a memoria anche questo testo. :roll:

Passo e chiudo.


Stra Quoto :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Amatullah Maria
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/07/08 06:48
Messaggi: 1108
Residenza: bologna / modena

MessaggioInviato: Mer Feb 18, 2009 8:36 am    Oggetto: Re: eliocentricità Rispondi citando

p.muhammad ha scritto:
Vorrei avere,se è possibile, delucidazioni in merito al versetto 38 della sura ya-sin.
Il versetto sembra negare l’eliocentricità ma l’interpretazione del Corano di Hamza Piccardo dice che forse si intende il movimento del sistema solare nell’universo.


Forse è arrivato il momento di dare una risposta concisa alla domanda:

Sura Ya-Sin, versetto 38:

38 E il sole che corre verso la sua dimora : questo è il Decreto dell'Eccelso, del Sapiente.

Il sole è situata in una zona limitrofa della galassia, ovvero in una bolla locale, cioè una cavità della cintura di Gould, collocata nella parte più interna del braccio di orione.

Dal centro della galassia partano diversi bracci, che hanno un movimento rotatorio rispetto al centro della galassia….vabbè…. aspettate un attimo. Allora… vediamo se riesco a farla semplice….

La Terra gira intorno a se stessa ed intorno al sole, il sole gira intorno a se stesso ed intorno al centro della galassia seguendo il braccio di orione, la galassia ha un movimento rotatorio interno intorno al proprio centro ed intorno a un punto in cui ruotano un grappolo di galassie che hanno un loro stesso movimento rotatorio…… in tutto questo movimento niente rimane fermo, ma “cammina” cioè si sposta….. verso dove? Non si sa….. poiché tutto si muove verso la sua dimora: questo è il Decreto dell’Eccelso, del Sapiente……

Allahu Alim…..

P.s.:Per maggiori info andate sul sito della Nasa.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Manuel
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 08/06/08 07:26
Messaggi: 23

MessaggioInviato: Gio Feb 19, 2009 3:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

maria ha scritto:
...
Quindi, o si cominciano a fare domande rispettose e valide dal punto di vista religioso oppure, per chi volesse, è disponibile on-line la guida del gambero rosso.

Spero di essere stata chiara per tutti.

Wa salam.


non sapevo si potesse approfondire solo l'ambito religioso.
chiedo perdono.
Top
Profilo Invia messaggio privato
ni3mi
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 03/12/09 14:09
Messaggi: 67

MessaggioInviato: Gio Gen 07, 2010 6:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

'Umar Andrea Aurangzeb ha scritto:
Per quanto mi riguarda, se anche il Corano dicesse che la Terra è piatta e il Sole le gira intorno (e sia chiaro che non sto affermando che il Corano lo dica), per me sarebbe esattamente così, indipendentemente da tutte le prove contrarie che può fornire la Scienza (e che per quanto mi riguarda, potrebbero benissimo essere un miraggio prodotto da Dio per mettere alla prova la mia fede, o da Iblis per cercare di sviarmi).

Salam,
Talib.

Secondo me una persona moderna e razionale, in un caso del genere, dovrebbe prendere atto che il libro sacro non è un libro di astronomia, non è attendibile per quanto riguarda l'astronomia come lo può essere per la teologia o per la morale, ma riflette i limiti delle credenze astronomiche dell'epoca in cui è stato scritto.

_________________
Italiano, agnostico, di background cattolico. Sono qui per capire di più sull'Islam.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Batul
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 20/11/09 21:43
Messaggi: 87
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Gio Gen 07, 2010 7:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

ni3mi ha scritto:

Secondo me una persona moderna e razionale, in un caso del genere, dovrebbe prendere atto che il libro sacro non è un libro di astronomia, non è attendibile per quanto riguarda l'astronomia come lo può essere per la teologia o per la morale, ma riflette i limiti delle credenze astronomiche dell'epoca in cui è stato scritto.


No. Assolutamente no.
Questo vale per i libri scritti dagli uomini. Il Corano è parola di Dio, Allah l'Altissimo, e in quanto tale non può riflettere niente che non sia la verità e l'ordine che governa l'universo, perchè sia il Corano che l'universo hanno la stessa fonte, ovvero Dio.

E' chiaro?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 15/09/08 07:36
Messaggi: 1091
Residenza: Bologna, Taranto

MessaggioInviato: Gio Gen 07, 2010 10:17 pm    Oggetto: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Batul ha scritto:
ni3mi ha scritto:

Secondo me una persona moderna e razionale, in un caso del genere, dovrebbe prendere atto che il libro sacro non è un libro di astronomia, non è attendibile per quanto riguarda l'astronomia come lo può essere per la teologia o per la morale, ma riflette i limiti delle credenze astronomiche dell'epoca in cui è stato scritto.


No. Assolutamente no.
Questo vale per i libri scritti dagli uomini. Il Corano è parola di Dio, Allah l'Altissimo, e in quanto tale non può riflettere niente che non sia la verità e l'ordine che governa l'universo, perchè sia il Corano che l'universo hanno la stessa fonte, ovvero Dio.

E' chiaro?


Chiarissimo e concordo.
Se la persona ragionasse così non sarebbe un credente.

_________________
((Poi, quando verrà il grande cataclisma,
il Giorno in cui l'uomo ricorderà in cosa si è impegnato,
e apparirà la Fornace per chi potrà vederla,
colui che si sarà ribellato,
e avrà preferito la vita terrena,
avrà invero la Fornace per rifugio.
E colui che avrà paventato di comparire davanti al suo Signore e avrà preservato l'animo suo dalle passioni,
avrà invero il Giardino per rifugio.))
79:34-41
Top
Profilo Invia messaggio privato AIM Yahoo MSN
Advocatus D******
Bannato
Bannato


Registrato: 11/10/09 13:05
Messaggi: 108

MessaggioInviato: Gio Gen 07, 2010 11:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hum.. non avevo notato questo thread. Ovviamente mi oppongo fermamente a Talib (anche se sembra essersene andato) non potendo che quotare con Ni3mi.
Vorrei solo aggiungere un paio di curiosità:
-La teoria eliocentrica non appartiene a Copernico, il primato spetta ad Aristarco di Samo (III sec. a.C.) che si ispirò ad Eraclide Pontico.
-Anche Celti e Germani adottavano il calendario lunare.


L'ultima modifica di Advocatus D****** il Lun Gen 18, 2010 12:53 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ayesha
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 20/08/09 17:36
Messaggi: 296

MessaggioInviato: Ven Gen 08, 2010 11:09 am    Oggetto: Rispondi citando

ni3mi ha scritto:

Secondo me una persona moderna e razionale, in un caso del genere, dovrebbe prendere atto che il libro sacro non è un libro di astronomia, non è attendibile per quanto riguarda l'astronomia come lo può essere per la teologia o per la morale, ma riflette i limiti delle credenze astronomiche dell'epoca in cui è stato scritto.


una persona moderna e razionale (io, buongiorno) in un caso del genere, prende atto che nel Corano vi è la fisica quantistica.
il sole si sta muovendo, e noi con lui, fino alla fine del suo viaggio, che sarà un white dwarf...almeno questo è quanto stimato, wa allahu ahlam
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kadijaa
Affezionato
Affezionato


Registrato: 05/12/09 18:54
Messaggi: 56

MessaggioInviato: Ven Gen 22, 2010 2:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

"E il sole che corre verso la sua dimora : questo è il Decreto dell'Eccelso, del
Sapiente"

Scusate, ma da dove si evincerebbe che secondo questo versetto il sacro Corano attesta che il sole gira intorno alla Terra?

Non capisco cosa mi sfugga.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kadijaa
Affezionato
Affezionato


Registrato: 05/12/09 18:54
Messaggi: 56

MessaggioInviato: Ven Gen 22, 2010 2:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Yigal Kaplinskji ha scritto:


Indipendentemente dalle pratiche religiose e le congetture sulla salvezza dell´anima

C´é qualcosa che se non conosco il corano non posso fare?


Ti dispiacerebbe riformulare la domanda? Non credo di averla capita.
Top
Profilo Invia messaggio privato
ni3mi
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 03/12/09 14:09
Messaggi: 67

MessaggioInviato: Ven Gen 22, 2010 7:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

Kadijaa ha scritto:
"E il sole che corre verso la sua dimora : questo è il Decreto dell'Eccelso, del
Sapiente"

Scusate, ma da dove si evincerebbe che secondo questo versetto il sacro Corano attesta che il sole gira intorno alla Terra?

Non capisco cosa mi sfugga.

Nessuno ha detto che il Corano affermi che il Sole gira intorno alla Terra.
Si rimaneva sull'ipotetico: se il Corano affermasse che il Sole gira intorno alla Terra ci si dovrebbe credere oppure no?

_________________
Italiano, agnostico, di background cattolico. Sono qui per capire di più sull'Islam.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ali Brandon
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/02/08 14:31
Messaggi: 382
Residenza: Napoli

MessaggioInviato: Ven Gen 22, 2010 7:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

ni3mi ha scritto:
Kadijaa ha scritto:
"E il sole che corre verso la sua dimora : questo è il Decreto dell'Eccelso, del
Sapiente"

Scusate, ma da dove si evincerebbe che secondo questo versetto il sacro Corano attesta che il sole gira intorno alla Terra?

Non capisco cosa mi sfugga.

Nessuno ha detto che il Corano affermi che il Sole gira intorno alla Terra.
Si rimaneva sull'ipotetico: se il Corano affermasse che il Sole gira intorno alla Terra ci si dovrebbe credere oppure no?


ovviamente si

salam

_________________
Oltre la Verità cosa c' è, se non l' errore?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Ven Gen 22, 2010 7:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

ni3mi ha scritto:
Nessuno ha detto che il Corano affermi che il Sole gira intorno alla Terra.
Si rimaneva sull'ipotetico: se il Corano affermasse che il Sole gira intorno alla Terra ci si dovrebbe credere oppure no?


Ci sono diverse considerazioni da fare su un'ipotesi del genere: la prima è che è invalido ed illogico ragionare su "se" che contraddicono la realtà stabilita dei fatti: chiedersi cosa faremmo se Dio ci dicesse che la Terra è quadrata, avendo la certezza empirica che la Terra non è quadrata e postulando ovviamente che Dio ci informi di ciò che è vero, sarebbe semplicemente privo di senso.

Sulla questione "impossibilità":

Citazione:
"Classic works of Islamic 'aqida or "tenets of faith" such as al-Matan al-Sanusiyya tell us, "As for what is possible in relation to Allah, it consists of His doing or not doing anything that is possible" (al-Sanusi, Hashiya al-Dasuqi 'ala Umm al-barahin. Cairo n.d. Reprint. Beirut: Dar al-Fikr, n.d, 145-46). That is, the omnipotent power of Allah can do anything that is not impossible, meaning either:

(a) intrinsically impossible (mustahil dhati), such as--creating a five-sided triangle--which is a mere confusion of words, and not something in any sense possible, such that we could ask whether Allah could do it;
(b) or else impossible because of Allah having informed us that it shall not occur (mustahil 'aradi), whether He does so in the Qur'an, or through the Prophet (Allah bless him and give him peace) in a mutawatir hadith, meaning one that has reached us through so many means of transmission that it is impossible its transmitters could have all conspired to forge it. This category of the impossible is not impossible to begin with, but becomes so by the revelation from Allah, who is truthful and veracious. For example, it is impossible that Abu Lahab should be of the people of paradise, because the Qur'an tells us he is of the people of hell (Qur'an 111)".

[Evolution and Islam - Shaykh Nuh Ha Mim Keller -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

Citazione:
Second, Allah’s omnipotent power does not relate to what is “intrinsically impossible” (mustahil dhati), meaning something logically absurd or self-contradictory, such as “creating a square circle” or “a round triangle,” for these are mere jumbles of words that do not mean anything that can possibly exist.

Third, we saw that there is also another class of the impossible, namely things which, while not impossible in themselves (mustahil dhati), become impossible because of Allah’s eternal decision that they are not to be, such as the iman of Abu Lahab, which is negated by Sura al-Masad in the Qur’an. Though intrinsically possible in themselves, such things are termed “contingently impossible” (mustahil ‘aradi), since their impossibility is due to the contingency of Allah’s deciding that they shall never exist, and informing us so in revelation".

[Iman, Kufr and Takfir - Shaykh Nuh Ha Mim Keller -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

In secondo luogo, gli `ulama' hanno affermato che nel caso in cui un versetto sia interpretabile in diversi modi e non esprima esplicitamente qualcosa, se le scoperte scientifiche danno statuto di pressocché assoluta "impossibilità" a quella che corrisponde ad una delle due ipotesi, si propenderà per l'altra.

Mi rendo conto di essere abbastanza oscuro nella mia sintesi; rimando a questo thread in cui si è discusso della questione Corano/teorie astronomiche, che contiene considerazioni molto interessanti sull'argomento:

Is Earth in the Centre of the Universe? -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ma qui ritorniamo al fatto che non vi è alcun versetto nel Corano che affermi che la Terra gira intorno al Sole, perciò, di cosa stiamo parlando?

E Dio sa meglio.

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ali Brandon
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/02/08 14:31
Messaggi: 382
Residenza: Napoli

MessaggioInviato: Sab Gen 23, 2010 9:43 am    Oggetto: Rispondi citando

'Umar Andrea Aurangzeb ha scritto:
chiedersi cosa faremmo se Dio ci dicesse che la Terra è quadrata, avendo la certezza empirica che la Terra non è quadrata e postulando ovviamente che Dio ci informi di ciò che è vero, sarebbe semplicemente privo di senso.
'umar andrea


assalamu alaykum wa rahmarìtuLah wa barakatu

Non proprio.

Tralasciando la questione particolare sollevata in questo tread, è bene tenere a mente che "la certezza empirica" di cui parli è essa stessa ad essere priva di senso in una visione piu ampia e complessa.
Tutto ciò che possiamo "misurare" in questa vita sensibile è, appunto, limitato a questa nostra limitata percezione della realtà. E' come se, ipoteticamente, un daltonico avesse l' assurda pretesa di affermare che gli unici colori che esistano siano quelli che egli è in grado di percepire. Quando qualcuno che riesce a distinguere "tutti" i colori sente questo individuo parlare ovviamente lo prende per un idiota. Così per noi quando pretendiamo di avere certezze empiriche assolute. La vita terrena e le sue leggi potrebbero in realtà nascondere molte piu sfaccettature che a causa della limitatezza dei mezzi a nostra disposizione (la nostra mente e la nostra ragione) non riusciamo a percepire...proprio come accade per il daltonico, il quale, basandosi esclusivamente sulla sua vista (uno strumento, appunto, limitato) crede di conoscere tutti i colori.

Un abbraccio

salam

_________________
Oltre la Verità cosa c' è, se non l' errore?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Gen 25, 2010 4:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ali Brandon ha scritto:
assalamu alaykum wa rahmarìtuLah wa barakatu

Non proprio.

Tralasciando la questione particolare sollevata in questo tread, è bene tenere a mente che "la certezza empirica" di cui parli è essa stessa ad essere priva di senso in una visione piu ampia e complessa.
Tutto ciò che possiamo "misurare" in questa vita sensibile è, appunto, limitato a questa nostra limitata percezione della realtà. E' come se, ipoteticamente, un daltonico avesse l' assurda pretesa di affermare che gli unici colori che esistano siano quelli che egli è in grado di percepire. Quando qualcuno che riesce a distinguere "tutti" i colori sente questo individuo parlare ovviamente lo prende per un idiota. Così per noi quando pretendiamo di avere certezze empiriche assolute. La vita terrena e le sue leggi potrebbero in realtà nascondere molte piu sfaccettature che a causa della limitatezza dei mezzi a nostra disposizione (la nostra mente e la nostra ragione) non riusciamo a percepire...proprio come accade per il daltonico, il quale, basandosi esclusivamente sulla sua vista (uno strumento, appunto, limitato) crede di conoscere tutti i colori.

Un abbraccio

salam


Wa `alaykum asSalam wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu carissimo.

In generale ed in teoria sono d'accordo con te, ma non automaticamente nell'applicazione di questo discorso (che ritengo in sé corretto) in quest'ambito di discussione.

Difatti, qui stiamo parlando di un solo piano della realtà, e non dell'intromissione in altri piani degli strumenti atti a misurarne uno solo.

Il fatto è che il Corano non è un libro di astronomia, ma una rivelazione divina per la guida dell'umanità, "rivelata usando linguaggio e le metafore pienamente comprensibili ad un arabo del settimo secolo".

Esso in generale non contiene proposizioni esplicite di astronomia o di altre scienze generali, e se qualche sapiente nel corso dei secoli ha proposto interpretazioni di qualche versetto alla luce delle conoscenze scientifiche dell'epoca, e queste interpretazioni col passare del tempo si sono dimostrate errate, questo testimonia di nient'altro che dell'erroneità delle conoscenze scientifiche di quella data epoca e società in cui è stata sviluppata l'interpretazione del caso, ed alla luce delle quali essa ha preso forma, e non testimonia invece di "falle" od "errori" nel Corano.

"The Qur'an is the truth. If the truth that we see isn't conforming to the "truth" that we interpret from the Qur'an, it's not the Qur'an that is wrong or the truth therein, nor is it the observable truth that is wrong, but our interpretation and understanding of it. Because human rationale, logic, and understanding is fallible while the truth is not.

The simplest thing people are forgetting is that the Qur'an uses language and parables that are appropriate for the Arabs of the 7th century. We have had to keep ourselves educated of linguistics to retain our understanding because otherwise we would have naturally evolved away to a different language by now, and in fact, we have. Normal everyday Arabic is no longer like the Qur'anic Arabic. This is common knowledge. If the Qur'an started talking about physics, mathematics, and galaxies (and getting besides the entire point of itself), the people then would have been confused. But now we can have not only their understanding of it (through our institutions of scholarship) but also the observable truth as a context to shed even more light on it
".
[Dhul-Qarnayn -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

Questa è anche la comprensione che gli `ulama' hanno utilizzato quando hanno affrontato queste questioni.

"2+2 can not be equal to 5. Even if a walli (Friend of Allah) says so. (...) To limit one undestandin based on classical text of science or scholar in the areas of science is gross injustice as many do today when they adhere to non sighting moon. the following example of classifciaiton have been made by Mufti Taqi 1. Proven fact phenomena in conformity with current Quranic understanding 2. Phenomena that is seem to contridict scriputre 3. e.t.c . Ambiguity in interpretation is always there in areas of such discussion.
(...)

In most of the case most scholars are careful to use science as matter of relegious sciences
".
[Nomadic -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"Scholars are human and is not immune from making mistake. (...) Simply reling on one interpreation is some what limited. I remeber one scholar stating that just because one pious person say 2+2=5, it will not hold water. Deen of islam is fitra and no mistake be they be insincer be accepted when the subject disscussed is not in the remit of the scholar. To do this is gross ignorance and not to say the blind following to the extreme (opposeing the usul of deen). We are told to go the people of knowledge this means a patient going to doctor and student being refered to a teacher in the respective field. Not being able to understand is one thing but insisting on a suppostion based on a gut feeling and literal interpreation in matters like this does not to justice to deen".
[Nomadic -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"Those beliefs which are not explicitly stated neither in the Quran or the Ahaadith, and are deduced through tafsir and can possibly have other interpretations based on the sources of tafsir, (...)".
[Abdul Sattar -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Come scrive Shaykh Faraz Rabbani:

"
Question: Is the world round like science says or is it flat meaning all the countries are leveled

Answer:
In the Name of Allah, Most Merciful and Compassionate. May His blessings and peace be on His Beloved Prophet, the best of creation, and his family, companions, and followers

Walaikum assalam wa rahmatullah,

This is an example of fact versus fiqh. Whether the world is round of flat (or turtle-shaped) is a matter of ‘fact’ and not a matter of fiqh. Fiqh deals with established facts—namely, reality as it really is—and then details the commands of Allah relating to it, as soundly deduced from the Qur’an and Sunna.

Facts clearly establish that the world is basically round. For an excellent discussion of fact versus fiqh, please read Shaykh Nuh Keller’s work, Port in a Storm. See:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Wassalam,

Faraz Rabbani
"
[

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

Certamente, il piano delle scienze materiali è inferiore a quello delle altre scienze, ma fintanto che resta nei suoi confini e nei suoi limiti - nella sua giurisdizione, potremmo dire - esso è "veridico" e ci trasmette proposizioni credibili e sostanziate su un piano della realtà (certo, non su tutta la Realtà), piano per cui Allah stesso ha creato degli strumenti, tra i quali i nostri cinque sensi e la nostra ragione.

Gli `ulama' del passato hanno anche affrontato astronomia, matematica, ingegneria e mille altre scienze, senza né sminuirle o relativizzarle - da una parte-, né permettere al loro metodo di essere metro di altri piani superiori, dall'altra; semplicemente, usandole e "tenendole al loro posto", senza dimenticare che un posto comunque ce l'hanno.

E Dio sa meglio.

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ali Brandon
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/02/08 14:31
Messaggi: 382
Residenza: Napoli

MessaggioInviato: Lun Gen 25, 2010 7:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

wa alaykum assalam fratello!

Conosco bene la tua posizione, e mi aspettavo questa tua risposta, che in genere condivido.
Mi permetto solo di dissentire su un punto del tuo discorso, che è questo:


'Umar Andrea Aurangzeb ha scritto:
Certamente, il piano delle scienze materiali è inferiore a quello delle altre scienze, ma fintanto che resta nei suoi confini e nei suoi limiti - nella sua giurisdizione, potremmo dire - esso è "veridico" e ci trasmette proposizioni credibili e sostanziate su un piano della realtà (certo, non su tutta la Realtà), piano per cui Allah stesso ha creato degli strumenti, tra i quali i nostri cinque sensi e la nostra ragione.


Nella mia risposta avevo premesso di "uscire" dall' ambito di questo post.
Quel mio "ovviamente si" è stato usato a mò di provocazione nei confronti di una cieca fiducia che troppo spesso si ripone nelle nostre facolta sensibili e negli strumenti fisici che utilizziamo nella pretesa di misurare la realtà. Riferendomi esclusivamente a "questa" realtà (che a rigore sarebbe un termine improprio...) mi pare assurdo credere di poter avere certezze assolute dai nostri strumenti. Tanto per fare un esempio, l' impossibilitò fisica di poter superare la velocità della luce "garantita" dalla teoria della relatività non può essere presa come un dato acquisito ed indubitabile. Potremmo dire, al massimo, che tale legge è valida con gli strumenti a nostra disposizione e sino a prova contraria.
Lo stesso per le altre nozioni astronomiche: per assurdo potrebbe esserci una forza fisica che che crea una proiezione nel cosmo per la quale ci PARE di vedere la Terra girare intorno al Sole, ma in realtà avviene il contrario. Le nostre disquisizioni si basano ESCLUSIVAMENTE sullla nostra capacità di misurare determinati fenomeni. Punto.
Il discorso della matematica ( e del 2+2=5) è in effetti diverso, essendo tale scienza non derivante dalla misura o dall' esperienza, come la fisica, ma fondamentalmante dalla logica.
Tradotto in soldoni, se anche volessimo, per assurdo, valutare determinate questione coraniche da un punto di vista fenomenico, ciò sarebbe logicamente impossibile data la nostra ignoranza e la pochezza dei mezzi utilizzabili.

mammamia quanto m' hai fatto scrivere fratello...;)
un abbraccio!

salam
[/b]

_________________
Oltre la Verità cosa c' è, se non l' errore?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Gen 26, 2010 1:59 am    Oggetto: Rispondi citando

Wa `alaykum asSalam wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu caro fratello.

Sì, per assurdo il tuo discorso regge, ed in generale - come ti ho detto e come sai - lo condivido: di "certezza" vera e propria si può parlare in fondo solo per ciò che concerne le scienze Din, ma resta il fatto che nella storia islamica non si è scaduto nel "relativismo epistemiologico" né nella delegittimazione delle scienze empiriche, ma anzi le diverse conoscenze scientifiche venivano approfondite ed ampliamente utilizzate nella vita quotidiana, che si trattasse di medicina, astronomia, fisica, il tutto in assoluta armonia con le scienze religiose, e nei loro limiti...

Insomma, il mio intervento era teso - più che a contestare il tuo - a "riequilibrare" il tiro ed a de-relativizzare la portata delle conoscenze scientifiche materiali.
E' con lo scientismo moderno, che abbiamo problemi, più che con le scienze materiali in sé.

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ni3mi
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 03/12/09 14:09
Messaggi: 67

MessaggioInviato: Mar Gen 26, 2010 6:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

Le teorie scientifiche non danno verità definitive. Nuove prove potrebbero rimettere in discussione ciò che crediamo di conoscere. Ma naturalmente questo non autorizza il relativismo scientifico, perchè le conoscienze scientifiche attuali sono molto più utili di quelle di un tempo per risolvere i problemi. Chi intendesse viaggiare per il sistema solare utilizzando il modello tolemaico farebbe una brutta fine, chi lo facesse col modello copernicano avrebbe molte più possibilità di successo.

_________________
Italiano, agnostico, di background cattolico. Sono qui per capire di più sull'Islam.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Storia, biografie, conoscenze, arte, poesie ed immagini Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.125