Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 



 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Intellettuali, considerazioni e dibattiti sull'Islam
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Lug 09, 2020 4:55 pm    Oggetto: Ads

Top
dark_wizzard
Matricola
Matricola


Registrato: 08/09/08 15:12
Messaggi: 16

MessaggioInviato: Mar Set 09, 2008 8:53 am    Oggetto: Omosessualità per i musulmani? Rispondi citando

Ciao a tutti !
Sono nuovo e ho da fare tante domande sul Islam anche se sono musulmano. la mia prima domanda è:
1)Come vede Islam alla omosessualità? è accettata? se, no perchè?
2)So che è obbligatorio fare Ramadan ma se uno è già sottopeso vale lo stesso? io lo facevo ogni tanto ma adesso al 90% sono sicuro che mi sentirò male.... se dio vuole vedermi stare male.. posso anke fare... ma nn credo proprio. Cmq se nn faccio ramadan ma il resto lo posso fare come pregare e leggere corano di più no?
3)Perchè le ragazze musulmane si devono coprire anche i capelli?? che male c'è?
Grazie per le risposte. (nn sono qui per criticare ma ho un sacco di dubbi e chiedo già scusa se ho detto qualkosa di offensivo)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Set 09, 2008 4:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

AsSalamu `alaykum wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu fratello, e benvenuto nel forum!

1. Omosessualità

Sto cercando una risposta che avevo mandato per mail ad un amico sull'argomento.
Comunque in sintesi, la penetrazione anale è assolutamente proibita, sia con la propria moglie, che con degli uomini.

Di conseguenza, i rapporti sessuali omosessuali sono proibiti.
Non è punita "l'omosessualità" in sé, intesa come semplice tendenza, se essa non viene praticata.

Trovi un approfondimento in questa discussione, alla quale rimando:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



2. Ramadan

Citazione:
In generale, si è autorizzati a rompere il digiuno in caso di autentica necessità: non quindi una generale indisposizione o mera debolezza, bensì la presenza di un rischio per la propria salute, o di un prolungamento della malattia, o addirittura di morte (in tal caso è proprio proibito digiunare, ed obbligatorio rompere il digiuno).


(da:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)

e

Umar al faqir ha scritto:
Il calo di forze e l'affaticamento durante il digiuno è cosa normale, ma stà appunto in questa 'debolezza' dei nostri sensi e delle nostre passioni attirate dal mondo dunya , la 'forza del digiuno'.

Il digiuno fatto per Dio l'Altissimo sviluppa la pazienza ( sabr) ed attira la Sua soddisfazione (ridà) assieme alla Sua Grande ricompensa, perciò non lasciamoci sviare dalla nostra (nafs ) che ci suggerisce cose devianti per non 'sottostare' alle richieste di Dio l'Altissimo, Gloria a Lui.

Se però esiste un 'grave pericolo' per il nostro corpo, tipo una malattia che un medico ci dice che necessita di immediate cure mediche altrimenti ci sarebbe un danno per il fisico, allora è bene smettere il digiuno e alla fine del mese si dovrà solo recuperare (qada) i giorni persi senza fare alcuna espiazione (kaffara).

Allàh è Generoso (Al Karim ) e non richiede ai Suoi servitori 'ubbidienti' ciò che non possono sopportare, Lui è il nostro Creatore e Lui ci conosce bene.


(Intervento di "Umar al faqir", da

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)


3. Capelli:

Citazione:
Il motivo fondamentale, è il fatto che Allah lo ha ordinato.
Non credo trovare a posteriore giustificazione e motivazioni (cosa in cui spendono molte energie altri fratelli e sorelle) possa essere più importante del rimarcare il motivo essenziale: il comando divino in tal senso (e abbiamo analizzato qui le fonti a tal proposito :
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

).
Così come non ci sono "motivazioni razionali" per il pregare cinque volte al giorno, con quella precisa serie di movimenti, et cetera.

Ripropongo le bellissime parole di Mufti Muhammad ibn Adam Al-Kawthari sulla questione delle motivazione e della saggezza intrinseca nelle disposizioni della Legge:

"[Something] may, superficially, appear distasteful (...), but once Shariat makes something lawful, we have to accept it as lawful, whether it appeals to our taste, or not; and whether we know its underlying wisdom or not. It is necessary for a Muslim to be acquainted with the laws of Shariat, but it is not necessary for him to delve into each law in order to find the underlying wisdom of these laws because knowledge of the wisdom of some of the laws may be beyond his puny comprehension. Allah Ta'ala has said in the Holy Quran: "Wa maa ooteetum min al-ilm illaa
qaleelan" which means, more or less, that, "You have been given a very small portion of knowledge". Hence, if a person fails to comprehend the underlying wisdom of any law of Shariat, he cannot regard it as a fault of Shariat (Allah forbid), on the contrary, it is the fault of his own perception and lack of understanding, because no law of Shariat is contradictory to wisdom".

(da:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)

Detto questo, la saggezza sottostante il precetto dell'hijab femminile (termine che designa l'intero abito della musulmana, non solo il "velo") - oltre che il compiacimento di Allah e l'obbedienza a lui -, è l'acquisizione della modestia e del pudore (ricordiamo che anche Maria, la madre di Gesù (Pace su di entrambi) è sempre raffigurata con un velo che le ricopre i capelli), una forma di protezione sia dalla propria vanità che dalla possibilità di venire molestate, infastidite o giudicate soltanto in base all'aspetto fisico, mettendo in mostra la propria qualità umana e le proprie virtù, prima dell'aspetto fisico, ed altro ancora di cui certamente le sorelle sono più deputate di me nel riferire e comprendere!

Last but not least, in molteplici tradizioni i capelli sono associati all'attrazione, all'erotismo ed al fascino femminile, ragion per cui coprirli dallo sguardo degli estranei ha un ulteriore, preciso significato.
E se oggi non facciamo più caso a questa caratteristica dei capelli femminili, e perchè siamo abituati a vedere ogni centimetro di pelle sia per strada che in televisione e sui giornali: interessante constatare che il corpo femminile - nel momento massimo della sua sessualizzazione - dall'altra parte e al tempo stesso risulti de-sessualizzato, per cui è necessario andare sempre più oltre, scoprire sempre di più, per mantenere viva e attiva siffatta "carica".


(Da "Coprire i capelli" -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)

E Iddio è il più sapiente!

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Lun Mar 02, 2009 9:21 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
dark_wizzard
Matricola
Matricola


Registrato: 08/09/08 15:12
Messaggi: 16

MessaggioInviato: Mer Set 10, 2008 4:52 pm    Oggetto: Ancora.. Rispondi citando

Salam^^
Avevo fatto questa domanda perchè è da tanti anni che mi sento che sono gay...e ora quasi mi ero accettato però volevo ancora informazioni su questo argomento ed è per questo che ho fatto la domanda qui. Ma che male c'è esserlo? perchè è peccato? nn faccio mica male a qualcuno.... e poi è una cosa di natura, nn si può andare contro la natura.. o sbaglio? nn sto mica faccendo apposta che mi piacciono i maschi !! ma è una cosa naturale che viene spontaneo.
Allora facciamo caso che mi sposerò con una donna musulmana (inshalla) e sto con lei tutta la mia vita però è come prenderla in giro perchè in relatà nn la amo perchè mi piace uno.. cosa isegnorò ai miei figli? che rispetto avrò per la mia moglie?!?
Rispodete pls
Graize..
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Set 10, 2008 5:20 pm    Oggetto: Re: Ancora.. Rispondi citando

dark_wizzard ha scritto:
Salam^^
Avevo fatto questa domanda perchè è da tanti anni che mi sento che sono gay...e ora quasi mi ero accettato però volevo ancora informazioni su questo argomento ed è per questo che ho fatto la domanda qui. Ma che male c'è esserlo? perchè è peccato? nn faccio mica male a qualcuno.... e poi è una cosa di natura, nn si può andare contro la natura.. o sbaglio? nn sto mica faccendo apposta che mi piacciono i maschi !! ma è una cosa naturale che viene spontaneo.
Allora facciamo caso che mi sposerò con una donna musulmana (inshalla) e sto con lei tutta la mia vita però è come prenderla in giro perchè in relatà nn la amo perchè mi piace uno.. cosa isegnorò ai miei figli? che rispetto avrò per la mia moglie?!?
Rispodete pls
Graize..


AsSalamu `alaykum wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu caro fratello.

Che in una determinata società ed epoca si percepisca qualcosa come "normale", non significa che sia automaticamente "giusto": ai tempi dell'ignoranza (Jahiliyyah) dell'Arabia preislamica, si usava seppellire vive le neonate femmine indesiderate: ciò era avvertito come "normale", ma questo non significa che fosse corretto o lecito.

Ad ogni modo, Iddio ha proibito i rapporti omosessuali nella Legge Sacra dell'Islam: come tutti i desideri, si tratta di imporsi una disciplina spirituale e non travalicare i limiti che Iddio ha posto per il nostro bene in questa vita e soprattutto nell'altra.

Non si tratta solo di condannare il fatto di provare attrazione verso altri uomini, ma semplicemente di controllare i propri desideri ed astenersi dalla pratica, così come ad un eterosessuale è richiesto di controllare i propri desideri ed astenersi da una donna che non le sia lecita.

Mi auguro tu capisca l'inglese, perchè nei seguenti link vengono date delle risposte a tutte le domande che hai fatto in questo intervento: ti consiglio vivamente di leggerli tutti, insha'Llah:

Justification of homosexuality by some Muslims -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Homosexuality in Islam -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Is Homosexuality Congenital? -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Attitude towards Homosexuals -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Gayness and Homosexuality -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Homosexuality? How do we prove that homosexuality is unnatural and why it is haram? -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"Since my childhood i had a strong inclination towards men" -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"when I was in school, I was attracted towards other boys" -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



I have a friend who has a brother who is gay -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



I am a young Muslim man with homosexual tendencies -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Lun Mar 02, 2009 9:22 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
dark_wizzard
Matricola
Matricola


Registrato: 08/09/08 15:12
Messaggi: 16

MessaggioInviato: Gio Set 11, 2008 11:00 am    Oggetto: Continua.. Rispondi citando

Salam !
Scusa ma sono un'pò ignorante in inglese e nn lo capisco tanto !
Io volevo una risposta un'pò più precisa e non una teoria oppure che si faceva in passato, dicendoti questo spero di nn farti star male cmq grazie lo stesso per le risposte.
Magari se qualkuno mi da la risposta almeno un'pò come la cerco io... e sopratutto in Italiano ehehe
Ma ora come ora il mondo è cambiato, le persone sono cambiate, ambiente è cambiato insomma quasi tutto.. quindi secondo me bisognerebbe aggiornare il "corano" oppure rispettare si la religione ma utilizzando anche intelligenza umana, per esempio ns religione è vietato essere omosessuali ma in fondo pensandoci che male c'è? basta essere d'accordo e vivere bene la vita, no? (in questo utilizzando intelligenza umana). Mi scuso se ho detto qualcosa di sbagliato.
Grazie per le risposte.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amatullah Maria
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/07/08 06:48
Messaggi: 1108
Residenza: bologna / modena

MessaggioInviato: Gio Set 11, 2008 2:22 pm    Oggetto: Re: Continua.. Rispondi citando

dark_wizzard ha scritto:
Salam !
.......
Mi scuso se ho detto qualcosa di sbagliato.


No, aspetta, perchè secondo te c'era qualcosa di giusto in quello che hai detto? :shock:
Aggiornare il Corano? :shock: :shock: :shock:

Umar andrea...... pensaci tu!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ayshesultan
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 03/08/08 18:18
Messaggi: 73
Residenza: taranto

MessaggioInviato: Gio Set 11, 2008 4:07 pm    Oggetto: omosessualità Rispondi citando

scusa fratello<ma il fratello 3umarandrea è stato molto chiaro!!non è condannato il fatto di essere omosessuali,ma il praticare i rapporti anali e di controllare i propri impulsi sessuali come anche verso una donna,se non si è sposati.e poi non devi dire che il Corano va aggiornato...aggiornato perchè??per adattarsi alla società?? :shock:
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Set 11, 2008 6:17 pm    Oggetto: Re: Continua.. Rispondi citando

Caro "dark_wizzard", mi permetto di farti notare che prima di affrontare certe questioni più "di dettaglio", dovresti approfondire seriamente le basi dell'Islam: cose come "che cos'è il Corano", "chi è Dio", etc.: dato che dai tuoi interventi mi sembra tu non abbia chiari alcuni punti fondamentali.

Chi è Dio?
L'Essere Perfetto, Eterno e Onnisciente che ci ha creato.

Cos'è il Corano?
Il Messaggio che Dio ha scelto di far scendere sull'umanità come ultima e definitiva rivelazione, che abroga tutte le precedenti e stabilisce le regole di adorazione rituale e comportamento sociale dal momento della sua rivelazione fino al Giorno del Giudizio.

Avendo ben chiari questi due punti, non avresti parlato di "aggiornamenti" del Corano, come presupponendo che il Corano non sia "perfetto" (astaghfiruLlah!).

dark_wizzard ha scritto:
Ma ora come ora il mondo è cambiato, le persone sono cambiate, ambiente è cambiato insomma quasi tutto..


Il nostro Creatore è cambiato?
Il nostro spirito è cambiato, si evolve con il tempo?
L'onniscienza del nostro Creatore è cambiata?

Forse che Allah non sapeva - quando ha rivelato il Corano e ha deciso che sarebbe stato l'ultimo Libro e l'ultima Rivelazione - che saremmo vissuti in quest'epoca?

I miscredenti dicono: “Non ci raggiungerà l'Ora”. Di' [loro]: “No, per il mio Signore: certamente giungerà a voi, per Colui Che conosce l'invisibile”, Colui al quale non sfugge il peso di un atomo, nei cieli e sulla terra, e non c'è nulla di più grande o più piccolo che non sia in un Libro chiarissimo, affinché [Allah] ricompensi coloro che credono e compiono il bene. Saranno perdonati e avranno un dono generoso. - Corano, XXXIV, 3-4.

In qualunque situazione ti trovi, qualunque brano del Corano reciti e qualunque cosa facciate, Noi siamo testimoni al momento stesso in cui la fate. Al tuo Signore non sfugge neanche il peso di un atomo sulla terra o nel cielo; non c'è cosa alcuna, più piccola o più grande di ciò, che non sia [registrata] in un Libro esplicito. - Corano, X, 61.

Sapendo tutto, conoscendo tutto, tutto quello che è avvenuto, e che avverrà, Egli nella sua infinita saggezza e misericordia ha stabilito le regole e i precetti della Legge Sacra.
Cosa ci autorizza a credere che siano da cambiare "in base ai tempi", quando Iddio - Onnisciente e Creatore di tutte le cose - ci ha detto che questa sarebbe stata la Legge Sacra che sarebbe rimasta valida fino alla fine dei tempi, quindi sarebbe rimasta valida in tutti i tempi che già Egli ha sempre conosciuto sin dal principio?

Se ipotizzi che ad un certo punto questa Legge Sacra non sia più valida, le opzioni sono due:

a. C'è qualcosa nel Corano o negli Ahadith che ci dice che la Legge Sacra ha un periodo determinato di validità, dopo il quale è soggetta a cambiamenti - e RISPOSTA: non c'è nulla del genere, anzi, la Legge Sacra dell'Islam è valida sino al Giorno del Giudizio e non può essere abrogata.
b. "Dio non avrebbe saputo" - quando ha rivelato l'Islam - che "i tempi sarebbero cambiati" (astagfiruLlah!), e RISPOSTA questo è puro kufr e significherebbe che Dio non ha piena conoscenza, e ciò è -per definizione- impossibile: se non è Onnisciente non è davvero Dio.

Quindi, l'ipotesi che la Legge Sacra ad un certo momento possa non essere più valida, è assolutamente sbagliata e falsa, come appena dimostrato.

Insomma, "musulmano" (muslim) significa "sottomesso alla volontà di Dio".

Se invece si vuole essere sottomessi al proprio ego, ai propri desideri carnarli, agli idoli materiali, al dunya (questo basso mondo terreno) non si è musulmani.

E' questione di scelta, diciamo così: o "vivere la vita" guardando solo a dunya, con la prospettiva del Fuoco nell'Altra vita, o "vivere la vita" in conformità con la Legge Sacra e seguendo l'esempio Profetico (Pace e Benedizioni su di lui), aspirando al Jannah nel'Altra vita, per sempre.
Per il nostro bene: siamo noi ad avere bisogno di Dio, non Lui di noi.

E Iddio è il più sapiente!

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
dark_wizzard
Matricola
Matricola


Registrato: 08/09/08 15:12
Messaggi: 16

MessaggioInviato: Dom Set 14, 2008 10:25 am    Oggetto: Una via di mezzo? Rispondi citando

Salam a tutti !
Intanto grazie per le risposte che mi avete date.. mi sono servite e ho saputo alcune cose che non lo sapevo. Grazie mille.
Da come ho capito io... che nella vita bisogna scegliere come viverla sul mondo se seguire allah e le su regole quindi Islam oppure restare in mezzo ad altra gente uscire, divertire e godersi la vita senza pregare in questo mondo. Ma una via di mezzo no si può avere? cioè Seguire Islam si però magari faccendo facili certe regole che proprio nn le capisco ! e dall'altra parte nn esagerare per godersi la vita in questo mondo.
Noi siamo qui per un test, vero? cioè che allah ha messo a noi in questo mondo per vedere come ci comportiamo cosa facciamo... a secondo dopo ognuno di noi si merita quello che deve. Ma noi che abbiamo fatto di sbagliato che ci ha messo in questo mondo come prova? cosa c'entriamo noi? so la storia di Adam ma però noi... ?? boh!
E poi musulmani sciti nn li capisci nemmeno loro ! cioè... in un anno vengono dei 10gg in cui loro devono pregare molto di più e farsi perdonare da dio di quello che hanno fatto in passato... ma che cosa c'entrano questi nuovo? il sbaglio grande avevano fatto i vecchi già morti e nn questi quindi loro nn si devono farsi male.. tipo ho vissto che alcuni addirittura prendono i coltelli e se li tirano adosso.. (meno male che io nn sono musulmano scito e anche se lo ero nn facevo una cosa del genere O_O !). Boh.. nn so ma alcune regole per me sono molto difficili ! e altri nn capisco il perchè tipo.. I tatuaggi, priching, mangiare le chicche, ketchup, maionese........ quante cose... A me rimane ancora più difficile perchè nn sono più nel mio paese ma in un'altro dove quasi tutto è diverso ! è difficile evitare tutte queste piccole cose. Io sono molto confuso nn riesco a scegliere la vita ! a volte provo a seguire Islam del tutto ma nn reisco ! perchè per delle piccole cose... u n minimo e sbagli e poi penso è inutile fare il musulmano preciso quando nn rispetto del tutto ! no? So che sono messo male però so anche che nn sono l'unico.. aiuto perfavoreee sono molto confusoo tra I miei problemi personali, Islam, sesso e studio ---> UN CASINO TOTALE !
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Dom Set 14, 2008 7:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

Wa `alaykum asSalam wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu fratello!

dark_wizzard ha scritto:
Da come ho capito io... che nella vita bisogna scegliere come viverla sul mondo se seguire allah e le su regole quindi Islam oppure restare in mezzo ad altra gente uscire, divertire e godersi la vita senza pregare in questo mondo. Ma una via di mezzo no si può avere? cioè Seguire Islam si però magari faccendo facili certe regole che proprio nn le capisco ! e dall'altra parte nn esagerare per godersi la vita in questo mondo.


Caro fratello, forse mi sono spiegato male.

La questione non è “o rinchiudersi in casa da pregare dalla mattina alla sera, o uscire e fare baldoria dalla mattina alla sera”.

La via di mezzo di cui parli - se intesa correttamente - è già l'Islam.

Da Abu Hurayra – Iddio sia soddisfatto di lui.
Dal Profeta (Pace e Benedizioni su di lui), che disse: “La religione è leggera, e non si renderà dura la religione senz’esserne schiacciati; seguite la via giusta, ponetevi nel giusto mezzo, venite all’aurora e al crepuscolo. La via mediana, arrivate alla via mediana”.
Lo ha trasmesso al-Bukhari.

Allah non ci ha ordinato di vivere una vita di rinuncie e proibizioni, né ci ha negato il divertimento ed il piacere; semplicemente, ha distinto tra lecito e illecito, e - in essi - tra gradi diversi.

La Legge Sacra stabilisce dei limiti, come una sorta di forza centrifuga, che impedisce - se la si rispetta - di allontanarsi troppo da Allah per seguire soltanto la propria anima passionale.

Narrò al-Nu`man ibn Basir:
Ho sentito dire all’Inviato di Dio – Iddio lo benedica e gli dia eterna salute -:
Il lecito è evidente ed il vietato è evidente, ma fra loro vi sono le cose dubbie, che molti non conoscono. Chi teme le cose dubbie è senza colpa, per l’onore e per la religione, e chi cade nelle cose dubbie è come un pastore che pascola il suo gregge intorno ad un territorio vietato, incerto se vi cadrà. Invero ogni re ha un territorio vietato, e in verità il territorio vietato di Dio, sulla sua terra, consiste nelle cose proibite. E nel corpo c’è un punto che, quando è sano, è sano il corpo intero. Questo punto è indubbiamente il cuore”.
(Sahih al-Bukhari)

E la tua anima passionale -waLlahi- non ti darà mai le soddisfazioni che ti promette, perchè il desiderio illimitato non si può mai colmare, e richiede sempre di più, lasciandoti sempre assetato: dunya, da sola, è come l'acqua del mare: se hai sete e la bevi, non fa che aumentare la tua sete.

Da Abu Hurayra – Iddio sia soddisfatto di lui.
L’inviato di Dio (Pace e Benedizioni su di lui) disse: “Se il figlio di Adamo possedesse una valle d’oro, desidererebbe possederne due, e nient’altra che la terra riempirà la sua bocca; ed Iddio si rivolge Benevolo a chi ritorna pentito”.

Ma al tempo stesso l’Islam non nega affatto i desideri individuali, il divertimento, lo “svago”; semplicemente li incanala e incornicia in una prospettiva di liceità, al punto che –con un’intenzione corretta- anche mangiare o avere rapporti con la propria moglie (o marito), è un'elemosina (sadaqah) degna di ricompensa.

Da Abu Dharr:
Alcuni compagni del Messaggero di Allah (Allah sia soddisfatto di tutto loro) chiesero al Profeta (Pace e Benedizioni su di lui):
O Messaggero di Allah, i ricchi hanno avuto tutte le ricompense. Essi pregano come preghiamo noi, digiunano come digiuniamo noi e fanno la carità con gli avanzi delle loro ricchezze".
Egli replicò: "Allah non vi ha forse concesso di che fare la carità? In verità, ogni Tasbihah è una carità, ogni Takbirah è una carità, ogni Tahmidah è una carità e ogni Tahlilah è una carità. Raccomandare il bene è una carità; proibire il male è una carità e nell'amplesso di ciascuno di voi c'è una carità".
Essi chiesero: "O Messaggero di Allah! Questo vuol forse dire che se uno di noi soddisfa un suo desiderio carnale avrà anche una ricompensa?
Ed egli rispose: "Come potete pensare che se lo fa in modo illecito, non commetta un peccato? Così, se lo fa in modo lecito, merita una ricompensa
".
(Muslim)

Le "regole" dell'Islam sono già estremamente facili ed alla portata di tutti:

"Allah non impone a nessun'anima un carico al di là delle sue capacità. Quello che ognuno avrà guadagnato sarà a suo favore e ciò che avrà demeritato sarà a suo danno. Signore, non ci punire per le nostre dimenticanze e i nostri sbagli. Signore, non caricarci di un peso grave come quello che imponesti a coloro che furono prima di noi. Signore, non imporci ciò di cui non abbiamo la forza. Assolvici, perdonaci, abbi misericordia di noi. Tu sei il nostro patrono, dacci la vittoria sui miscredenti". - (Corano, II, 286)

"La iukallifu-Llahu nafsan illa wus`aha laha ma kasabat wa `alayha ma aktasabat.
Rabbana la yu'akhidhna in nasiyna aw akh_ta'na.
Rabbana wa la tahmil `alayna isran kama hamaltahu `ala alladhina min qablina.
Rabbana wa la tuhammilna ma la taqata lana bih.
Wa`fu `anna waghfir lana warhamna
Anta Mawlana fansurna `ala al-qawmi-l-kafirin
"

Amin!

Decine di milioni di musulmani nel mondo vivono impegnandosi nel rispettare la Legge Sacra cercando di avvicinarsi ad Allah, senza scompensi o alienazioni, alhamduliLlah.

Senza dimenticare che non siamo perfetti, e normale è sbagliare; invero Iddio è ar-Rahman (Il Compassionevole), ar-Rahim (Il Misericordioso), al-Ghaffar (Colui che tutto assolve), al-Latif (Il Sottile), al-Halim (Il Paziente), al-Ghafur (Il Perdonatore), al-Wadud (L’Amorevole), al-Barr (il Caritatevole), at-Tawwab (Colui che riceve il pentimento), ar-Ra`uf (Il Dolcissimo), as-Sabur (Il Paziente)...

Citazione:
Noi siamo qui per un test, vero? cioè che allah ha messo a noi in questo mondo per vedere come ci comportiamo cosa facciamo... a secondo dopo ognuno di noi si merita quello che deve. Ma noi che abbiamo fatto di sbagliato che ci ha messo in questo mondo come prova? cosa c'entriamo noi? so la storia di Adam ma però noi... ?? boh!


No fratello, semmai che cosa abbiamo fatto noi per meritarci tutto quello che abbiamo..

Un corpo, una mente, l’aria con cui respiriamo, l’acqua che beviamo, il nostro sostentamento, il piacere che riusciamo a provare, la gioia, la felicità, e –se Dio vuole- il Jannah, per sempre.

Abbiamo fatto qualcosa per meritare questo?
Nulla.

Tutto il bene e la misericordia che c’è in questa vita, è per una centesima parte della Misericordia di Allah, che l’ha lasciata per questo mondo.
Nell’altra vita insha’Llah ci saranno le altre novantanove parti. SubhanaLlah!

Citazione:
E poi musulmani sciti nn li capisci nemmeno loro ! cioè... in un anno vengono dei 10gg in cui loro devono pregare molto di più e farsi perdonare da dio di quello che hanno fatto in passato... ma che cosa c'entrano questi nuovo? il sbaglio grande avevano fatto i vecchi già morti e nn questi quindi loro nn si devono farsi male.. tipo ho vissto che alcuni addirittura prendono i coltelli e se li tirano adosso.. (meno male che io nn sono musulmano scito e anche se lo ero nn facevo una cosa del genere O_O !).


Gli “sciiti” cui alludi generalmente non sono considerati nemmeno musulmani, quindi il problema proprio non si pone. E anche per chi li considera musulmani, seppur estremamente deviati, quello cui alludi è assolutamente proibito.

dark_wizzard ha scritto:
Boh.. nn so ma alcune regole per me sono molto difficili ! e altri nn capisco il perchè tipo.. I tatuaggi, priching, mangiare le chicche, ketchup, maionese........ quante cose... A me rimane ancora più difficile perchè nn sono più nel mio paese ma in un'altro dove quasi tutto è diverso ! è difficile evitare tutte queste piccole cose. Io sono molto confuso nn riesco a scegliere la vita ! a volte provo a seguire Islam del tutto ma nn reisco ! perchè per delle piccole cose... u n minimo e sbagli e poi penso è inutile fare il musulmano preciso quando nn rispetto del tutto ! no? So che sono messo male però so anche che nn sono l'unico.. aiuto perfavoreee sono molto confusoo tra I miei problemi personali, Islam, sesso e studio ---> UN CASINO TOTALE !


Caro fratello, alhamduliLlah, il fatto che tu abbia voluto venire fin qui a scrivere su questo forum, utilizzare del tempo per cercare di capire il Din, significa che già insha'Llah ti sei incamminato sulla giusta strada.
Shaytan non tenta i kuffar, perchè già loro sono sviati; tenta i credenti, e il fatto che tu ti stia ponendo il problema significa che l'intenzione nel tuo cuore è pura, e che ti stai ribellando a Shaytan.
AlhamduliLlah.

Il musulmano “perfetto” – Profeti (as) esclusi – non esiste: tutti noi pecchiamo e sbagliamo, ma questo fa parte della condizione umana.

Da Abu Hamza Anas Ibn Malik al-Ansari, servitore dell’Inviato di Dio – Iddio sia soddisfatto di lui.
L’Inviato di Dio (Pace e Benedizioni su di lui) disse: “Il pentimento del Suo servo è motivo maggiore di gioia per Dio, che non per voi il ritrovare il proprio cammello dopo averlo perduto in terra deserta”.
Al-Bukhari e Muslim concordano.

Parte di un hadith qudsi:
"O miei servi! Voi peccate di notte e di giorno e sono io che perdono tutti i peccati. Cercate il mio perdono ed io vi perdonerò".

Anas (Allah sia soddisfatto di lui) riferisce di aver sentito dire dal Messaggero (Pace e Benedizioni su di lui):
"Allah Onnipotente ha detto: "O figlio di Adamo! Finché tu mi invochi e mi implori io ti perdono per ciò che hai fatto e non ne tengo conto. O figlio di Adamo! Se i tuoi peccati raggiungessero le nubi del cielo e tu chiedessi il mio perdono, ti perdonerei. O figlio di Adamo! Se tu venissi a me con peccati grandi quanto la terra e ti rivolgessi a me senza attribuirmi alcun socio, ti concederei un perdono altrettanto grande"

Il ragionamento che ti fa dire "visto che non riesco ad essere un musulmano perfetto, allora tanto vale evitare di impegnarsi", è solo waswasa di Shaytan, ed è come se un ferito dicesse: "mi sono procurato due ferite, tanto vale continuare a ferirmi, senza iniziare a curarmi.

Così è il Din.
Inizia insha'Llah dall'aggiustare le cinque preghiere rituali (salawat) nel loro orario, e procedi gradualmente: Iddio ti aiuterà.

Approfitta di questo mese benedetto per chiedere il perdono ad Allah, accrescere il tuo amore per Iddio ed il Suo Messaggero (Pace e Benedizioni su di Lui); vai in moschea, leggi il Corano, tutto insha’Llah procederà gradualmente.

Insha'Llah siamo a tua disposizione.

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
dark_wizzard
Matricola
Matricola


Registrato: 08/09/08 15:12
Messaggi: 16

MessaggioInviato: Gio Set 18, 2008 4:26 pm    Oggetto: Grazie Rispondi citando

Salam a tutti !
Scusa ma ho letto ora la risposta per bene.. ti volevo chiedere grazie per la risposta completa e molto sicura. grazie tante !
Top
Profilo Invia messaggio privato
lorytany
Matricola
Matricola


Registrato: 25/03/08 21:10
Messaggi: 13

MessaggioInviato: Ven Set 19, 2008 3:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

bella questa discussione ed anche molto attuale in verita', questo dubbio e' venuto anche a me..i musulmani almeno lo hanno come precetto nel corano, che proibisce rapporti anali anche con la propia moglie e qui la ratio la trovo, per i cattolici invece e' stato solo detto che l'omosessualita'e' lecita se non praticata, ma allora gli omosessuali potrebbero vivere una reazione omosessuale senza penetrazione? o dovrebbero vivere nell'astinenza? grazie a tutti!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Dom Set 21, 2008 12:58 am    Oggetto: Rispondi citando

lorytany ha scritto:
bella questa discussione ed anche molto attuale in verita', questo dubbio e' venuto anche a me..i musulmani almeno lo hanno come precetto nel corano, che proibisce rapporti anali anche con la propia moglie e qui la ratio la trovo, per i cattolici invece e' stato solo detto che l'omosessualita'e' lecita se non praticata, ma allora gli omosessuali potrebbero vivere una reazione omosessuale senza penetrazione? o dovrebbero vivere nell'astinenza? grazie a tutti!


Ciao lorytany.
Credo che prima ci sia da chiarire un punto essenziale: la categoria di "omosessuale" come opposto a "eterosessuale", e come la concepiamo noi, è una categoria socialmente e culturalmente costruita, elaborata nell'ambito di una specifica forma culturale.

Oltre all'atto della penetrazione tra omosessuali, sono anche vietate ogni azioni tra persone dello stesso sesso ch, semplicemente paragonabili all'adulterio o alla fornicazione.

Così come non solo i rapporti sessuali sono leciti solo tra marito e moglie (schiave non ci sono più), ma pure qualsiasi forma di soddisfazione sessuale è proibita con una persona estranea del sesso opposto, allo stesso modo è proibita con una persona dello stesso sesso.

Difatti gli atti di omosessualità femminile (che ovviamente non si configurano come "penetrazione anale") sono classificati come fornicazione/adulterio (zina) dai sapienti.

E Iddio è il più sapiente!

Pace su chi segue la Retta Guida!

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
lorytany
Matricola
Matricola


Registrato: 25/03/08 21:10
Messaggi: 13

MessaggioInviato: Dom Set 21, 2008 10:47 am    Oggetto: Rispondi citando

risposta esaurientissima come al solito..grazie!
Top
Profilo Invia messaggio privato
violetta
Matricola
Matricola


Registrato: 21/09/08 00:56
Messaggi: 13

MessaggioInviato: Mer Nov 05, 2008 11:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao a tutti, sono nuova del forum e mi sono iscritta perchè nutro un forte interesse per ogni tipo do religiosità, pur non seguendo alcuna religione.
Trovo molto preparate molte persone che scrivono qui, sebbene io non riesca a concordare in molti punti che, naturalmente, un fedele considera assiomi in quanto derivati da scritture sacre.
In ogni caso, dopo molto tempo impiegato per documentarmi relativamente all'omosessualità e molto tempo impiegato per fare la mia piccola parte a favore dei diritti degli omosessuali, non possono non restarmi domande da fare...
La questione della penetrazione anale pone omosessualità maschile e femminile su piani diversi, "aggravando", a quanto sembra, quella maschile, in quanto errata in modo duplice: per i modi in cui si attua e per il rapporto illecito al di fuori del matrimonio. Ora, la questione è appunto il modo in cui il rapporto avviene. Ma è davvero così importante? So che per un fedele gli scritti sacri sono essenziali, ma se a mente sgombra, per un istante, si riflettesse su questo, non risulterebbe questo un particolare di poca importanza? Una cosa individuale, personale, che da etero è molto facile giudicare... molto facile è anche consigliare ad un omosessuale l'astinenza, ma questo non sarebbe forse un tradire la propria natura e creare in se stessi una repressione che può portare a problemi reali? E se due persone dello stesso sesso si amano, non è questo amore partecipe dell'amore divino, come dovrebbe essere per ogni credente ogni forma d'amore?
Avrei inoltre piacere di conoscere la posizione dell'Islam riguardo alle leggi dello stato italiano. Mi spiego: se due omosessuali non islamici scelgono di vivere insieme la propria vita, in quanto non religiosi, non hanno essi il diritto di vedere legittimata la loro unione attraverso il matrimonio civile? Non sono forse i fedeli -islamici, cristiani...- a dover seguire le regole della propria religione? Lo dico perchè purtroppo attualmente in Italia il Cristianesimo giunge ad imporre allo Stato la delegittimazione ufficiale delle unioni civili fra omosessuali, e questo mi sembra sia contro la libertà umana di essere o meno credenti e di fare scelte libere non dannose a terzi.

_________________
there is no rain outside the brain -jack kerouac
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 12:28 am    Oggetto: Rispondi citando

violetta ha scritto:
Ora, la questione è appunto il modo in cui il rapporto avviene. Ma è davvero così importante? So che per un fedele gli scritti sacri sono essenziali, ma se a mente sgombra, per un istante, si riflettesse su questo, non risulterebbe questo un particolare di poca importanza?


Gentile Violetta,

Nessuno negli interventi precedenti - mi pare - ha sostenuto che l'omosessualità sia "contro natura" (è comune in diverse specie animali, ed il fatto che fenomenologicamente di fatto accada tra gli uomini, dimostra che può essere "nella natura") - inoltre parli con un convinto relativista culturale appassionato di antropologia, e con questo spero di aver detto tutto riguarda alla questione "natura umana".

Il punto non è questo, nè d'altronde avrebbe alcuna importanza - anche uccidere, rubare, stuprare possono essere comportamente "naturali", non per questo significa siano condonabili o leciti.

Il punto -piuttosto- è che la fonte che ci dice cosa è lecito e cosa è illecito, è per noi musulmani (sottomessi alla volontà divina, non ai nostri desideri), Colui che ci ha creato; così come la fonte delle leggi di uno Stato è la volontà dei legislatori che l'hanno posto in essere.
Se crediamo nell'esistenza di Dio, e nel fatto che da Lui venga un Messaggio contenente anche determinate prescrizioni, le accettiamo e vi ubbidiamo.
Se non ci si crede, si è liberi di fare ciò che si vuole, e di fatti non mi risulta nessuno di noi abbia mai espresso l'intenzione di andare a controllare cosa fanno i non-musulmani nelle loro camere da letto.

Non diciamo che l'omosessualità è proibita perchè "è brutta" o perchè abbiamo una qualche forma di complesso; semplicemente, perchè così ci è stato detto da Colui che ci ha creati e che ha tutto il diritto di dirci cosa dobbiamo o cosa non dobbiamo fare. Stop.

In questo, la nostra "mente sgombra" (che non potrà mai essere tale, perchè non esiste l'oggettivita o la neutralità, bensì ogni atteggiamento, idea o fatto è culturalmente, socialmente e storicamente determinato), non ha alcun diritto, semplicemente perchè la ragione umana - superato il suo piano (all'interno del quale ha invece una sua forte giurisdizione ed una certa autonomia - non siamo "contro la ragione", semplicemente ne riconosciamo i limiti) - è fallace ed incapace autonomamente di legiferare su cosa sia il giusto e lo sbagliato.

Una prova di questo?
Semplicemente il fatto che di epoca in epoca, di società in società, i criteri di "giusto" o "sbagliato", di "bello" o "brutto", le stesse concezioni di uomo, natura, universo e quant'altro, cambiano radicalmente.

Quindi, riassumendo, l'omosessualità non è "brutta" "in sé", non ci sta "antipatica"; semplicemente, ci è stata proibita da Colui che ha creato tutto e ciò che vi è dentro, noi compresi.

violetta ha scritto:
Avrei inoltre piacere di conoscere la posizione dell'Islam riguardo alle leggi dello stato italiano. Mi spiego: se due omosessuali non islamici scelgono di vivere insieme la propria vita, in quanto non religiosi, non hanno essi il diritto di vedere legittimata la loro unione attraverso il matrimonio civile? Non sono forse i fedeli -islamici, cristiani...- a dover seguire le regole della propria religione?


Lo Stato italiano non segue la Legge Sacra dell'Islam, e mi risulta sia libero di adottare le leggi che ritiene più opportune, rimanendo nei limiti dei principi della Costituzione. Ergo, lo Stato italiano può benissimo riconoscere i matrimoni omosessuali, e per quanto ci riguarda anche con/tra animali, piante e minerali. Semplicemente, per un musulmano essi restano religiosamente proibiti.

Si veda pure:
Obbedire alle leggi del Paese in cui si vive -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



E Iddio è il più sapiente!

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 12:41 am    Oggetto: Rispondi citando

3umarandrea ha scritto:
e per quanto ci riguarda anche con/tra animali, piante e minerali.


ahaha :mrgreen: fratello questa è davvero geniale:D la quoto tantissimo:D

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 12:48 am    Oggetto: Rispondi citando

Nass ha scritto:
3umarandrea ha scritto:
e per quanto ci riguarda anche con/tra animali, piante e minerali.


ahaha :mrgreen: fratello questa è davvero geniale:D la quoto tantissimo:D


Noblesse oblige. :mrgreen:

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Tissaferne
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/12/07 21:53
Messaggi: 135

MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 3:16 am    Oggetto: Rispondi citando

Lo so che non dovrei, ma copio e incollo quello che ho già detto altrove... pardon... il concetto tanto è uguale...

La questione dell'omosessualità ci interroga direttamente, perchè posto che non è una scelta, ci mette di fronte ad una di quelle differenze che sembrano incompatibili con il resto del Creato.

Ad esempio, esistono pesci con le ali, assad, nel senso che esistono davvero e pesci in grado di stare lungamente sott'acqua... e anche persone che pur avendo le gambe non camminano... esistono gli organi vestigiali ed altri elementi che ci fanno "trasalire".

L'omosessualità è così importante perchè riguarda uno degli aspetti più importnati dell'essere umano, il rapporto tra l'amore e il sesso.
Non conosco nessun omosessuale se non superficilamente, quindi non ho mai avuto occasione dichiedere... ma credo che la natura del sentimento sia quella, se questo è sbagliato di certo c'è solo che l'errore non è frutto di una scelta, di una intenzione, dunque se non c'è scelta non può esserci condanna. Ma poi, in fondo, a me cosa interessa. Ammettiamo che io considero abominevole l'omosessualità: se due miei vicini la praticano in che modo mi dovrei sentire offeso? è ridicolo che lo stato si permetta di intervenire nel letto delle persone, non ha senso.
Proibire ciò che è riprovevole, certo, a livello di "mondo ideale" è giusto (perchè nel mondo REALE i problemi son ben altri, che non mi vengano a dire che i problemi del kuwait o dell'Arabia Saudita o dello Yemen è un bacio gay) ma questo proibire si deve fermare nella sua area di competenza, la sfera pubblica, lo Stato non si può sostituire a Dio (chissà poi perchè lo Stato si vuole sostituire a Dio solo in veste di punitore e mai ad esempio di perdonatore) così come il singolo non si può sostituire a Dio inventandosi la propria morale e facendosi saltare in aria in mezzo alla gente.

Non condivido le modalità di lotta delle lesbiche e dei gay, perchè sono spesso all'insegna dell'odience e della provocazione, ma riconosco che è la direzione verso cui la nostra società li spinge.
La scusa più usata contro l'omosessualità è che essa minerebbe le basi della famiglia. Ineccepibile: due gay non possono avere figli, ciò è biologicamente impossibile (eheheh ma il nostro mondo ha davvero così bisogno di altri figli?) ma non c'è un contagio, un bambino che vede due gay baciarsi (e io non vorrei mai questo, cercherei di evitarlo, perchè c'è un età per tutto) può restare confuso, colpito e questo è male. Ma non diventa omosessuale, non cambia la sua natura per questo.

Ci sono poi tante troppe cose da considerare, omosessualità latente (che fa tanta paura a noi maschietti vero? ) e quella omosessualità che fa parte della crescita verso i 12-13 anni... e che tutti voi che leggete avete passato anche senza rendervi conto.

Ultima questione e poi mi fermo: l'Islam vieta la sodomia perchè è una forma di rapporto sessuale che denota una "dominazione" e dunque una "sottomissione" e non vi può essere sottomissone se non verso Allah...
Ma scusate tanto, questyo non vale anche per tutti i rapporti sessuali? c'è sempre un senso del possesso, del dominare, da parte di uno dei due partner... con o senza sodomia, con o senza penetrazione alcuna... che cos'è un bacio sul collo per l'immaginario umano allora?

_________________
"I sette Cieli e la Terra e tutto ciò che in essi si trova Lo glorificano, non c'è nulla che non Lo glorifichi lodandoLo, ma voi non percepite la loro lode" (CXII, 44)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Amatullah Maria
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/07/08 06:48
Messaggi: 1108
Residenza: bologna / modena

MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 7:40 am    Oggetto: Rispondi citando

Salam aleikom
Tissaferne ha scritto:


Ultima questione e poi mi fermo: l'Islam vieta la sodomia perchè è una forma di rapporto sessuale che denota una "dominazione" e dunque una "sottomissione" e non vi può essere sottomissone se non verso Allah...
Ma scusate tanto, questyo non vale anche per tutti i rapporti sessuali? c'è sempre un senso del possesso, del dominare, da parte di uno dei due partner... con o senza sodomia, con o senza penetrazione alcuna... che cos'è un bacio sul collo per l'immaginario umano allora?


Mi dispiace contraddirti (come si vede che non sei sposato!!!!) ma nel matrimonio l'atto sessaule è una condivisione non una sottomissione/dominazione. Ne è una prova il fatto che la soddisfazione è un diritto/dovere per entrambi i coniugi. Che poi il tipo di soddisfazione non sia uguale tra uomo e donna o da persona a persona credo sia più che normale. Diverso è il concetto di appartenenza (essere/sentirsi dell'altro/a) che è spiegabile con "l'essere ognuno una veste per l'altro/a".
Non so se riesco a spiegarmi..........
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Ali Brandon
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/02/08 14:31
Messaggi: 382
Residenza: Napoli

MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 10:04 am    Oggetto: Rispondi citando

So di andare controcorrente e di attirarmi, probabilmente, molte critiche, ma mi sembra che quandi si parli di omossessualita si tenda spesso (anzi sempre) ad archiviare la questione con estrema semplicita.
Sarà probabilmente la paura di discriminare o di offendere gli altri, ma credo che affermare cosi frettolosamente che sia un sentimento o istinto innato...mah, mi lascia alquanto perplesso. Ovviamente le medesime obiezioni potrebbero essere fatte in senso inverso, sia chiaro.
Cio che mi fa riflettere è la paura di discuterne.
Se qualche decennio fa il dialogo era impossibile in un senso (omessessualita-normalita), oggi è impossibile in direzione inversa (omessessualita-anormalita). Nn tutto cio che esiste è normale. E questo nn è certo preambolo di discriminazione.
Le malattie esistono..sono forse normali? Se fossero normali, perchè cerchiamo di curarci?
...avanti, chi è il primo a paragonarmi al Dt Mengele?
Pace a chi segue la Via.

_________________
Oltre la Verità cosa c' è, se non l' errore?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 10:05 am    Oggetto: Rispondi citando

maria ha scritto:
Salam aleikom
Tissaferne ha scritto:


Ultima questione e poi mi fermo: l'Islam vieta la sodomia perchè è una forma di rapporto sessuale che denota una "dominazione" e dunque una "sottomissione" e non vi può essere sottomissone se non verso Allah...
Ma scusate tanto, questyo non vale anche per tutti i rapporti sessuali? c'è sempre un senso del possesso, del dominare, da parte di uno dei due partner... con o senza sodomia, con o senza penetrazione alcuna... che cos'è un bacio sul collo per l'immaginario umano allora?


Mi dispiace contraddirti (come si vede che non sei sposato!!!!) ma nel matrimonio l'atto sessaule è una condivisione non una sottomissione/dominazione. Ne è una prova il fatto che la soddisfazione è un diritto/dovere per entrambi i coniugi. Che poi il tipo di soddisfazione non sia uguale tra uomo e donna o da persona a persona credo sia più che normale. Diverso è il concetto di appartenenza (essere/sentirsi dell'altro/a) che è spiegabile con "l'essere ognuno una veste per l'altro/a".
Non so se riesco a spiegarmi..........


Quoto in merito a quanto riportato, anche se non maritato...condivido pienamente!

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
namil
Bannato
Bannato


Registrato: 02/06/08 22:24
Messaggi: 144

MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 1:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Oltre a ciò che è stato già detto, ossia che l'omosessualità è illecita nell'Islam, e ribadisco inoltre che essa non è contro natura, ove per natura si dia l'accezione di regno animale (o vegetale) anzi, pare che essa sia una prerogativa di molte specie animali, sia mammiferi che uccelli e insetti. Anche se in questi casi sarebbe più opportuno parlare di ermafroditismo o bisessualità piuttosto che di omosessualità nella maggior parte di casi (infatti in alcune scimmie antropomorfe, come ad esempio i bonobi, vi sono dei casi in cui è praticata esclusivamente l'omosessualità), un ulteriore conferma alla tesi secondo cui il fattore genetico non sia determinante per quanto concerne l'omosessualità. Quando diciamo che l'omosessualità è contro la natura, intendiamo riferirci a ciò verso cui una cosa è finalizzata. Disse Aristotele: "la natura è il fine...ciò che ogni cosa è quando ha compiuto il suo sviluppo noi lo chiamiamo la sua natura" (Politica, 1252 b 32). Sappiamo infatti che gli organi sessuali sono finalizzati, alla riproduzione (o procreazione) e gli organi maschili presentano una anatomia ed una fisiologia complementere; infatti nella donna questa morfologia comporta la funzione ricettiva, e nell'uomo quella penetrativa, e quando parliamo di dominio sessuale non intendiamo riferirci alla supremazia morale, o al fatto che l'uomo sottometta la donna; queste sono devianze che non hanno nulla a che fare con la sessualità. Tale complementarietà credo sia vero, che comporti anche una differente struttura emotiva, psicologica, una differenza caratteriale nell'uomo e nella donna, ma mi viene in mente l'amore in senso Platonico, descritto nel Simposio, dove l'amore si identifica con il desiderio di ciò che non si possiede, ciò di cui si è privi. Proprio quest'assenza di complementarietà sembra influire molto sulla stabilità di coppia, e specie nelle coppie omosessuali, come è stato evidenziato anche da alcuni recenti studi, dai quali è risultato che le divisioni, l'infedeltà, e le perversioni sono maggiori nelle coppie omosessuali. Inoltre ammettere che negli animali siano presenti atteggiamenti impulsivi, ciò non implica che l'uomo debba ispirarsi ad esso per cercare una giustificazione. Altrimenti dovremmo ammettere anche i rapporti zoofili o pedofili. Egli è diverso dall'animale, almeno per quanto concerne il contenimento intraspecifico degli impulsi, non lo si potrà negare. Devo ammettere tuttavia che gli atteggiamenti sessuali di certe specie animali mi hanno sempre incuriosito, poichè seppur nella loro apparente somiglianza questi atteggiamenti sono molto dissimili tra loro, e rivestono un importanza fondamentale per quanto riguarda anche i loro comportamenti, il carattere, e la vita sociale. Saluti


L'ultima modifica di namil il Sab Dic 26, 2009 7:58 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Tissaferne
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/12/07 21:53
Messaggi: 135

MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 1:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Nass ha scritto:
maria ha scritto:
Salam aleikom
Tissaferne ha scritto:


Ultima questione e poi mi fermo: l'Islam vieta la sodomia perchè è una forma di rapporto sessuale che denota una "dominazione" e dunque una "sottomissione" e non vi può essere sottomissone se non verso Allah...
Ma scusate tanto, questyo non vale anche per tutti i rapporti sessuali? c'è sempre un senso del possesso, del dominare, da parte di uno dei due partner... con o senza sodomia, con o senza penetrazione alcuna... che cos'è un bacio sul collo per l'immaginario umano allora?


Mi dispiace contraddirti (come si vede che non sei sposato!!!!) ma nel matrimonio l'atto sessaule è una condivisione non una sottomissione/dominazione. Ne è una prova il fatto che la soddisfazione è un diritto/dovere per entrambi i coniugi. Che poi il tipo di soddisfazione non sia uguale tra uomo e donna o da persona a persona credo sia più che normale. Diverso è il concetto di appartenenza (essere/sentirsi dell'altro/a) che è spiegabile con "l'essere ognuno una veste per l'altro/a".
Non so se riesco a spiegarmi..........


Quoto in merito a quanto riportato, anche se non maritato...condivido pienamente!


Un conto è il possesso, un conto la sottomissione.. però un filo sottile lega queste due cose, o no? Comunque se qualcuna vuole sposarmi e spiegarmi meglio... ooops! :-)

_________________
"I sette Cieli e la Terra e tutto ciò che in essi si trova Lo glorificano, non c'è nulla che non Lo glorifichi lodandoLo, ma voi non percepite la loro lode" (CXII, 44)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Amatullah Maria
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/07/08 06:48
Messaggi: 1108
Residenza: bologna / modena

MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 2:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

:? tralascio commenti sull'ultima battuta e mi concentro sul legame possesso/sottomissione.

A volte si ha l'impressione (l'intenzione?) di sottomettersi quando si cerca di fare di tutto per compiacere il partner. La verità è che quando si ama molto qualcuno ci si rende conto che la propria felicità viene in qualche modo legata alla felicità dell'altra parte. Si innesca una specie di "se tu sei contento sono contento anch'io".
La verità però è che in molti casi noi amiamo noi stessi più di chiunque altro. Se facessimo scorrere la frase questa diventerebbe: " voglio essere contento, ma fare le cose per me sarebbe egoistico quindi faccio felice te così tu fai felice me ed io non devo sentirmi un egocentrico". Specifico che ho usato il maschile in tutti i casi perchè è un discorso generico che va bene sia da un uomo per una donna sia per il contrario.

Aspetto la smontatura della mia tesi. :mrgreen:
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
aminfrancesco
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 13/07/08 18:42
Messaggi: 142
Residenza: sava(ta)

MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 2:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

MATRIMONI GAY? :shock:

_________________
Separati o lontani da Dio siamo il nulla(Gandi)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
violetta
Matricola
Matricola


Registrato: 21/09/08 00:56
Messaggi: 13

MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 5:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

Innanzitutto grazie per le tante risposte. Ho trovato più pacatezza e logica qui che su qualunque altro forum.
Rispondendo ad 'umar andrea, dico che comprendo l'imprescindibilità dalle regole religiose, per un fedele. Solo vorrei sapere se nello specifico questa regola nell'Islam riguarda l'essenza stessa della religione o se l'amore di coppia agli occhi di Dio non sia cosa più importante e lodevole. Un'obiezione tuttavia a dire il vero ce l'ho: uccidere, rubare e stuprare, esempi da te menzionati, non possono essere a mio avviso paragonati all'atto omosessuale in quanto i primi danneggiano terzi mentre il secondo nessuno. Ma questa, il non danneggiare nessuno, è forse una regola che vale per me, poichè con essa faccio coincidere ciò che è giusto. So, e questo vale anche per il Cristianesimo, che in molte religioni i due concetti non combaciano.

Per Tissaferne: il tuo intervento mi è piaciuto molto! Vorrei solo precisare che ho partecipato al RomaPride dello scorso anno e che posso assicuararti quanto sto per scrivere.
Innanzitutto, i media tendono a sottolineare di tale manifestazione l'aspetto più carnevalesco al fine di soddisfare il gusto morboso del pubblico che può così poi fingere di scandalizzarsi. Il culmine del Pride sono piuttosto gli interventi degli esponenti di varie associazioni che parlano di vita quotidiana, di diritti e di scienza medica e psicologica, e questi interventi sono alla fine poco conosciuti dai più.
Poi, vorrei dire che, fra tutte le manifestazioni atte a chiedere diritti, nessuna è più serena e pacata nel chiedere diritti, poichè al posto di sanpietrini e lacrimogeni vi sono musica e allegria (ma non necessariamente frivolezza). Questa cosa, anzichè essere malvista, dovrebbe essere lodevole, indipendentemente da tutto. In fin dei conti si tratta di una manifestazione in cui si ha finalmente la possibilità di esternare, dopo troppi anni di repressione e sotterfugi, ciò che si è: omosessuali, eterosessuali, bisessuali, transessuali, grassi, magri, ricchi, poveri, vecchi, giovani... insomma, c'è di più in un Pride: l'idea di potere stare bene con se stessi e con gli altri senza finzioni. Ecco perchè mi piace e lo ammiro: perchè, pur essendo etero, posso sentirmi a casa e in pace con quelli che ritenevo erroneamente miei difetti -che invece sono ben altri!- e vivere più onestamente e serenamente. O, almeno, provarci!
Infine, se assistere ad un semplice bacio -che altro non è che una dimostrazione di affetto!- può confondere un bambino, spero che stiamo parlando anche di un bacio etero! Per i bambini, a dire il vero, sono altre le immagini che temo siano dannose, e ce ne sono così tante, nella nostra società di, appunto, immagini!

Per Brandon: Il DSM ha escluso che l'omosessualità sia una malattia, supportato da molti studi medici e sociologici. Restano molte incognite, certo, ma sono le stesse incognite che vi sono riguardo all'orientamento etero. Ancora non sappiamo tutto di noi, forse non lo sapremo mai; tuttavia, e scusa se ti contraddico, una malattia porta dolore e sofferenza, e quindi ci curiamo anche se essa è naturale. Dove sono il dolore e la sofferenza in un orientamento sessuale? In che modo il nostro corpo ne patisce, e la nostra mente, poi, se il sentimento è consapevole e corrisposto e ci sono tutti i presupposti per una vita serena in due?

Per Namil: il fine degli organi sessuali è quello riprodutttivo, è vero, ma il fine dell'atto sessuale non è SOLO questo. In esso intervengono sentimenti ed emozioni di non credo secondaria importanza, e la coppia può desiderare esplicitarli attraverso modalità che coinvolgono ANCHE gli organi sessuali. Una coppia etero sterile non dovrebbe dunque avere rapporti? Non mi troverei in accordo con una tale affermazione, ma sono pronta a cercare di comprendere le tue ragioni.
Inoltre, riguardo alla presunta instabilità delle coppie omosessuali, se mai si è verificata, credo che fosse determinata in gran parte dagli effetti negativi della sfiducia sociale generale riguardo l'omosessualità.
Oggi gli omosessuali, più consapevoli, chiedono il matrimonio e quindi non solo diritti, ma anche doveri. Di contro, le coppie etero attualmente non mi sembrano particolarmente stabili.

_________________
there is no rain outside the brain -jack kerouac
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ali Brandon
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/02/08 14:31
Messaggi: 382
Residenza: Napoli

MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 6:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

[quote="violetta"]
Per Brandon: Il DSM ha escluso che l'omosessualità sia una malattia, supportato da molti studi medici e sociologici. Restano molte incognite, certo, ma sono le stesse incognite che vi sono riguardo all'orientamento etero. Ancora non sappiamo tutto di noi, forse non lo sapremo mai; tuttavia, e scusa se ti contraddico, una malattia porta dolore e sofferenza, e quindi ci curiamo anche se essa è naturale. Dove sono il dolore e la sofferenza in un orientamento sessuale? In che modo il nostro corpo ne patisce, e la nostra mente, poi, se il sentimento è consapevole e corrisposto e ci sono tutti i presupposti per una vita serena in due?

quote]

Ma sai sorella, le malattie nn vanno intese solo in senso fisico. Se pensi alla schizofrenia, alla paranoia...nn comportano certo dolore (almeno nn per tutti) eppure sn malattie. Nn trovi?
Gli studi poi hanno sempre un valore relativo, soprattutto in campo psicologico. Mi sa sempre di politicamente corretto.
Ora, al di la di cio che penso io, nn voglio imporre una certa idea...ma mi piacerebbe che se ne discutesse. Il problema è che nn si puo, tutto qui.
Pace a te

_________________
Oltre la Verità cosa c' è, se non l' errore?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
violetta
Matricola
Matricola


Registrato: 21/09/08 00:56
Messaggi: 13

MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 6:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

Infatti ho parlato di persone "consapevoli", la cui mente non era offuscata da una gioia apparente come avviene nei casi di follia (anche se poi l'"inconsapevolezza" della follia spesso è dolorosa più di quanto possiamo immaginare).
Io credo che possiamo e anzi dobbiamo parlarne, di questo, e di molto altro, magari per non giungere a nulla, va bene, ma se non altro alla fine non saremo stati con le mani in mano ignorando ciò che ci sta davanti.
Quanto male ha fatto nella nostra storia umana il silenzio e l'indifferenza o anche solo la non volontà di ragionare!
Penso inoltre che il problema di uno sia il problema di tutti, e che non ci si possa sentire al sicuro se il nostro prossimo è minacciato...
Ma voglio ribadire il rispetto assoluto che ho riguardo alla posizione dell'Islam sull'omosessualità. Augurandomi che il non poterla praticare possa un giorno essere scelta libera di un fedele (anche cristiano) come libera scelta di praticarla possa esserlo di un non credente.

_________________
there is no rain outside the brain -jack kerouac
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
namil
Bannato
Bannato


Registrato: 02/06/08 22:24
Messaggi: 144

MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 9:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

...


L'ultima modifica di namil il Sab Dic 26, 2009 7:56 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
violetta
Matricola
Matricola


Registrato: 21/09/08 00:56
Messaggi: 13

MessaggioInviato: Ven Nov 07, 2008 2:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Namil, ho letto e riletto il tuo intervento perchè è complesso e intelligente edi certo fa porre diverse domande.

Trattando questo argomento so che non giungeremo ad un accordo per il semplice fatto che io non seguo alcuna religione e che la mia unica regola e guida è che ciascuno è libero, a questo mondo, a patto che non danneggi terzi. Dunque, non mi rifaccio ad alcun testo sacro e capisco che per un fedele le basi di partenza siano assolutamente diverse dalle mie.

Lo stesso, nutro la curiosità di ragionare sulla questione.
Non voglio farlo ancora per molto, tuttavia, perchè mi rendo conto che il topic non è esclusivamente l’omosessualità, ma è collegato all’Islamismo, e dunque, una volta esaurito il legame, non ha senso in questa sede continuare a lungo a porre l’argomento sul solo versante argomentativo (scientifico, psicologico o filosofico che sia).

Vorrei solo mettere in luce la difficoltà in cui incorriamo al giorno d’oggi nell’attuare una corretta distinzione fra natura e cultura, cosa che ci crea spesso non pochi problemi.

Inoltre, ponendo che il mero piacere del rapporto sessuale non abbia senso se non finalizzato alla procreazione, mi chiedo: quale è allora il senso della procreazione? Non voglio credere sia la sola prosecuzione della specie; voglio pensare che sia piuttosto garantire serenità e gioia alle vite presenti oggi e future, e dunque, visto sotto questo aspetto, il piacere sessuale in se’ potrebbe essere un elemento di benessere. Ha un senso mettere al mondo figli che poi potrebbero un giorno doversi reprimere? E non intendo finalizzare il discorso alla celebrazione dell’edonismo o dell’eccesso, ma di una vita semplice, serena e libera.
Se i figli che forse avrò un giorno fossero omosessuali, il mio sforzo riproduttivo non sarebbe stato sufficiente a garantire loro il diritto ad una vita serena e in linea con la loro natura! Se non creo nella mia stessa coscienza e nell’ambiente in cui vivo la consapevolezza che non siamo macchine che sfornano figli, ma esseri che hanno diritto non solo di esistere, ma di vivere bene, a che serve mandare avanti la nostra specie?

Mi dispiace sentire accomunare l’omosessualità a tante depravazioni vere: in questo accostamento non posso concordare.
Trovo che sarebbe importante per ognuno di noi conoscere situazioni reali di coppie omosessuali, per scoprire che esse non si avvicinano per nulla al sadismo estremo o alla zoofilia o al gusto per le sevize o quant’altro.

Infine, non è possibile pretendere che la vita di una coppia possa avvenire in privato e nel segreto, come se stessimo parlando di ladri o assassini.
L’omosessualità esiste, e, se non danneggia terzi, se non è una malattia, se una coppia NON è credente, deve quantomeno vedere garantita da uno stato laico la propria legittimazione ad esistere.

_________________
there is no rain outside the brain -jack kerouac
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
namil
Bannato
Bannato


Registrato: 02/06/08 22:24
Messaggi: 144

MessaggioInviato: Dom Nov 09, 2008 1:07 am    Oggetto: Rispondi citando

...


L'ultima modifica di namil il Sab Dic 26, 2009 7:04 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Al-Nur
Bannato
Bannato


Registrato: 19/04/08 11:20
Messaggi: 148
Residenza: Asso (CO)

MessaggioInviato: Dom Nov 09, 2008 8:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il Corano evoca il tema dell'omosessualità principalmente in relazione alla storia di Lot (7,80-81; 21,74; 27,54-55); la città di Sodoma non è nominata, se non nell'esegesi. Quanto al termine coranico "faisha", che designa l'omosessualità, esso viene anche utillizzato per le relazioni extraconiugali (tipo Adulterio). Tutti coloro che trasgrediscono la differenza primordiale dei sessi sono dunque confusi in un unica categoria e, del resto, tutti penalmente condannati alla pena capitale.
Nei testi si parloa soprattutto di omosessualità maschile (liwàt), raramente di quella femminile (sihàq). Tuttavia conviene distinguere l'omosessualità "strictu sensu", che include la pedofilia, dall'amore per un efebo (amrad), particolarmente in circoli colti e sufi (anche se per quest'ultimi considerano la bellezza del giovane, come quella della donna, sia la manifestazione della bellezza divina; a questo titolo, la contemplazione del viso di un efebo non costituirebbe un atto illecito, ma a volte, un atto di adorazione); e anche dal fenomeno dell'effeminato o travestito (mukhannath). Si deve pure evitare di confondere quest'ultimo con il"khunthà", cioè l'ermafrodito.
L'omosessualità costituisce un abominio senza pari, la cui pratica è talora attribuita alla decadenza dei costumi o più semplicemente al traviamento. Le tradizioni al riguardo sono molte ed esplicite. L'omosessuale è immediatamente percepito come un peccatore e un criminale al tempo stesso, maledetto da Allah. Se una delle maggiori ricompense che spettano all'eletto del Paradiso è vedere Allah ed essere da lui visto, il castigo dell'omosessuale è che Allah non poserà i suoi occhi su di lui tanto il suo crimine è orribile e rivoltante. Quando gli omosessuali si uniscono, il Trono di Allah trema.
L'omosessualità maschile è perciò un crimine ben più grave delle relazioni extramatrimoniali eterosessuali: mentre quest'ultime mettono in discussione solo la ritualità dell unione, l'omosessualità cambia completamente i principi dell'unione stessa; dal momento che quest'ultima è un'istituzione divina, l'omosessuale è un ribelle alla Legge di Allah. L'idea di natura non entra in questione, come del resto non lo fa nel resto della Legge Islamica: non si trova dunque traccia del crimine contronatura, perchè è sempre Allah che definisce la norma e la natura. O meglio, la natura non si distingue per niente da Allah.

Per avere più delucidazioni vi do le fonti di cui mi sono servito per darvi spiegazione:

Camilla Adang, "Ibn Hazm on homosexuality, a case study of Zahiri legal methodology" in Al-Qantara, 24/i;
Abdelwahab Bouhdiba "la sessualità nell'Islam", Bruno Mondadori, Milano.
Eva Cantarella "Secondo Natura, la bisessualità nel mondo antico", Editori Riuniti, Roma.
Giorgio Vercellin "Tra veli e turbanti. Uomini e donne nei mondi dell'Islam, Marsilio, Venezia.
Top
Profilo Invia messaggio privato
namil
Bannato
Bannato


Registrato: 02/06/08 22:24
Messaggi: 144

MessaggioInviato: Dom Nov 09, 2008 9:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

...


L'ultima modifica di namil il Sab Dic 26, 2009 7:05 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Al-Nur
Bannato
Bannato


Registrato: 19/04/08 11:20
Messaggi: 148
Residenza: Asso (CO)

MessaggioInviato: Dom Nov 09, 2008 10:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Caro fratello Namil,
ho lasciato una bibliografia, per coloro che volessero approfondire il tema. La sistuazione nell'Islam è questa. Inoltre le fonti che ho interpellato sono anche, Ibn Taymiyya, Ahmad Ibn Hanbal e per equalizzare in modo che la gente non mi dia del Wahhabita ignorante, anche Malik Ibn Anas, (che comunque prevede la pena capitale tramite Lapidazione come per adulterio). Per quanto riguarda le condanne, e specialmente per quanto riguarda l'Italia, vorrei dire che quest'ultima si separa dai paesi Arabi, per il fatto di avere una separazione netta tra giurisdizione civile e religiosa (e quest'ultima anche fosse unita a mo di Arabia Saudita, sarebbe uno stato Cristiano la cui giurisprudenza è completamente diversa). Infine penso che se tanti giuristi sono d'accordo sull'opinione che l'omosessualità sia un crimine è una ribellione alla legge di Allah ( vorrei ricordarti quanto ho scritto:"l'omosessualità cambia completamente i principi dell'unione stessa; dal momento che quest'ultima è un'istituzione divina, l'omosessuale è un ribelle alla Legge di Allah.") è inutile opporsi in quanto Occidentali abituati alla visione traviata dell'umanità. e Allah è il più sapiente!!!
Top
Profilo Invia messaggio privato
namil
Bannato
Bannato


Registrato: 02/06/08 22:24
Messaggi: 144

MessaggioInviato: Dom Nov 09, 2008 10:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

...


L'ultima modifica di namil il Sab Dic 26, 2009 7:05 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
namil
Bannato
Bannato


Registrato: 02/06/08 22:24
Messaggi: 144

MessaggioInviato: Dom Nov 09, 2008 10:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

...


L'ultima modifica di namil il Sab Dic 26, 2009 7:04 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
violetta
Matricola
Matricola


Registrato: 21/09/08 00:56
Messaggi: 13

MessaggioInviato: Lun Nov 10, 2008 2:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

Non voglio mettere in discussione cosa dicono i testi sacri e non ho difficoltà ad accettare l’opinione di un credente, a patto che tali direttive possano valere per lui e per lui solo, e non per chi ha un credo diverso.
Per quanto mi riguarda, come donna non mi sento per nulla insultata dal fatto che l’omosessualità (maschile e femminile) esista. Che mi importa in fondo di non essere il fine di ogni desiderio maschile? Per me conta che il mio uomo desideri stare con me, non che tutti gli uomini desiderino stare con me o con altre donne.
Inoltre, le più importanti conquiste relative ai diritti degli omosessuali sono spesso andate di pari passo con le più importanti conquiste dei diritti della donna, anche per via della contrapposizione ad una certa mentalità maschilista e machista.
Non vedo malcostume in tutto questo, poichè non lo accomuno a devianze o ad esagerazioni o tantomeno a delitti di alcun tipo. Questo è il mio pensiero.

_________________
there is no rain outside the brain -jack kerouac
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
namil
Bannato
Bannato


Registrato: 02/06/08 22:24
Messaggi: 144

MessaggioInviato: Lun Nov 10, 2008 2:53 pm    Oggetto: Rispondi citando

...


L'ultima modifica di namil il Sab Dic 26, 2009 7:55 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
max
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 03/10/08 08:46
Messaggi: 24
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Lun Nov 10, 2008 5:44 pm    Oggetto: Intermezzo Rispondi citando

Cioè.....il banner "chat 100% gay" con le foto dei maschioni, non si può guardare!! :shock:
A tutto c'è un limite :!:
Chissà se è possibile chiedere qualche forma di filtro al gestore che riduca almeno le proposte commerciali più estreme?
Non credo che inseriscano questo tipo di banner,per esempio,nei forum dedicati ai ragazzi.
Ho anche l'impressione che il sistema di gestione sia sensibile al testo dei thread inserendo banner tematici?
Top
Profilo Invia messaggio privato
max
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 03/10/08 08:46
Messaggi: 24
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Lun Nov 10, 2008 6:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

...anzi,ancora peggio,è "incontri 100% gay" :shock:

Mi seccherebbe alquanto se i miei figli vi incappassero
Top
Profilo Invia messaggio privato
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Lun Nov 10, 2008 9:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

max ha scritto:
...anzi,ancora peggio,è "incontri 100% gay" :shock:

Mi seccherebbe alquanto se i miei figli vi incappassero



?

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
max
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 03/10/08 08:46
Messaggi: 24
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Lun Nov 10, 2008 10:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

Nass ha scritto:
max ha scritto:
...anzi,ancora peggio,è "incontri 100% gay" :shock:

Mi seccherebbe alquanto se i miei figli vi incappassero



?


....se incappassero in un banner simile e mi chiedessero che cosa vuol dire.

Farlo passare in un forum ricco di valori morali e consigliabile anche ai più giovani poi......

Non è molto frequente per fortuna
Top
Profilo Invia messaggio privato
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Lun Nov 10, 2008 11:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

max ha scritto:
Nass ha scritto:
max ha scritto:
...anzi,ancora peggio,è "incontri 100% gay" :shock:

Mi seccherebbe alquanto se i miei figli vi incappassero



?


....se incappassero in un banner simile e mi chiedessero che cosa vuol dire.

Farlo passare in un forum ricco di valori morali e consigliabile anche ai più giovani poi......

Non è molto frequente per fortuna


È apparso un banner con quella scritta? :shock:
Per questo il punto di domanda..
Eh anche noi vorremmo fare qualcosa, il problema è solo uno, se vuoi togliere o cambiare i banner, paghi.
Se non paghi ti arrangi.....o altrimenti per prendere il dominio .it anche lì c'è da pagare..
AstagfiruLlah ya Rabb.

:?

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
max
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 03/10/08 08:46
Messaggi: 24
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mar Nov 11, 2008 5:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

Nass ha scritto:


È apparso un banner con quella scritta? :shock:
Per questo il punto di domanda..
Eh anche noi vorremmo fare qualcosa, il problema è solo uno, se vuoi togliere o cambiare i banner, paghi.
Se non paghi ti arrangi.....o altrimenti per prendere il dominio .it anche lì c'è da pagare..
AstagfiruLlah ya Rabb.

:?


Caro fratello Nass,magari fosse solo la scritta,ci sono anche le foto :lol:

Scusate le risa ma questi non si regolano!!

Chissà se c'è un'opzione per escludere solo i messaggi con contenuti non adatti ai minorenni?
Top
Profilo Invia messaggio privato
tarek
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 02/03/09 11:48
Messaggi: 5
Residenza: torino

MessaggioInviato: Lun Mar 02, 2009 3:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

ciao volevo dire una cosa che riguarda il fatto di lanciarsi coltelli. Quella non è una cosa sciita come fanno credere molti, è un'usanza fuori dalla religione che viene fortemente criticata dagli stessi sciiti. spesso ci sono gruppi che mettono usanze strane dentro la religione, e non sono solo sciiti ma anche sunniti e persone di altre religioni.

Citazione:
Citazione:
E poi musulmani sciti nn li capisci nemmeno loro ! cioè... in un anno vengono dei 10gg in cui loro devono pregare molto di più e farsi perdonare da dio di quello che hanno fatto in passato... ma che cosa c'entrano questi nuovo? il sbaglio grande avevano fatto i vecchi già morti e nn questi quindi loro nn si devono farsi male.. tipo ho vissto che alcuni addirittura prendono i coltelli e se li tirano adosso.. (meno male che io nn sono musulmano scito e anche se lo ero nn facevo una cosa del genere O_O !).


Gli “sciiti” cui alludi generalmente non sono considerati nemmeno musulmani, quindi il problema proprio non si pone. E anche per chi li considera musulmani, seppur estremamente deviati, quello cui alludi è assolutamente proibito.
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
tarek
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 02/03/09 11:48
Messaggi: 5
Residenza: torino

MessaggioInviato: Lun Mar 02, 2009 3:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
1. Omosessualità

Sto cercando una risposta che avevo mandato per mail ad un amico sull'argomento.
Comunque in sintesi, la penetrazione anale è assolutamente proibita, sia con la propria moglie, che con degli uomini.

Di conseguenza, i rapporti sessuali omosessuali sono proibiti.
Non "l'omosessualità" in sé, intesa come semplice tendenza, se essa non viene praticata.


ciao volevo dire una cosa, che poi mi piacerebbe anche chiarire. ora nn ricordo ma mi informerò bene, ma nel Corano ce una storia di un popolo che aveva superato certi limiti di dio, i quali vengono anche citati, come infatti i rapporti tra uomini. questa popolazione verrà cancellata dalla terra. Ciò come prova che l'omosessualità è proibita.
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Mar 02, 2009 4:11 pm    Oggetto: Rispondi citando

tarek ha scritto:
ciao volevo dire una cosa, che poi mi piacerebbe anche chiarire. ora nn ricordo ma mi informerò bene, ma nel Corano ce una storia di un popolo che aveva superato certi limiti di dio, i quali vengono anche citati, come infatti i rapporti tra uomini. questa popolazione verrà cancellata dalla terra. Ciò come prova che l'omosessualità è proibita.


AsSalamu `alaykum wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu (ciao?..)

Ho detto chiaramente che i rapporti omosessuali sono proibiti.
Non mi risulta da nessuna parte -invece- che sia sanzionato il provare attrazione per una persona dello stesso sesso, era questo che intendevo con:

"Di conseguenza, i rapporti sessuali omosessuali sono proibiti.
Non "l'omosessualità" in sé, intesa come semplice tendenza, se essa non viene praticata".

Mi sembrava di essere stato sufficientemente chiaro ed esplicito.

Se vuoi sostenere che è sanzionato e punito il semplice provare tendenze omosessuali, aspetto le prove.

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
tarek
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 02/03/09 11:48
Messaggi: 5
Residenza: torino

MessaggioInviato: Lun Mar 02, 2009 4:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

si adesso ho capito cosa intendi. però sul piano umano senza guardare quello religioso, se 2 persone provano attrazione tra loro, cercheranno un rapporto tra loro, se tra sessi opposti cercheranno il matrimonio, invece tra omosessuali questo non è concesso religiosamente, poi che paesi come spagna lo concedano e un altra cosa.
come si dovrebbe risolvere?
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Mar 02, 2009 9:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

tarek ha scritto:
si adesso ho capito cosa intendi. però sul piano umano senza guardare quello religioso, se 2 persone provano attrazione tra loro, cercheranno un rapporto tra loro, se tra sessi opposti cercheranno il matrimonio, invece tra omosessuali questo non è concesso religiosamente, poi che paesi come spagna lo concedano e un altra cosa.
come si dovrebbe risolvere?


La mia non era una "legittimazione" dell'omosessualità; semplicemente volevo chiarire che non è vero che nell'Islam una persona che abbia tendenze omosessuali, solo per questo, possa venire punita dalla Legge Sacra: non c'è una pena per l'omosessualità in sé, ma c'è sì una pena per chi compie rapporti omosessuali.

Ciò non significa però che "vada bene" se una persona si ritiene "omosessuale", perchè questo comunque costituisce ragion d'essere di rischio che si commettano azioni illecite. Va' da sé allora che questa persona deve astenersi da ogni tipo di relazione "di coppia" con una persona dello stesso sesso.

E Iddio è il più sapiente

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2134

MessaggioInviato: Mer Mar 24, 2010 9:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

Salam alaykoum,
ho letto tutti i vostri interventi e ancora non ho capito una cosa, ma è vero che ci si nasce omossessuali??? non sto chiedendo se è lecito o illecito mase ci sono delle prove concrete che una persona è omossessuale solo perchè è nata con più ormoni dello sesso opposto???

forse non dovrei chiederlo quì...ma dagli articoli che ho letto alla fine non ho trovato niente, ancora continuo a non capire come è possibile nascere omossessuale!!!

ci sono delle prove scientifiche ?? valide???

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Al-Nur
Bannato
Bannato


Registrato: 19/04/08 11:20
Messaggi: 148
Residenza: Asso (CO)

MessaggioInviato: Sab Mar 27, 2010 10:46 am    Oggetto: Rispondi citando

Wa alaikum salam wa rahmatullah wa barakatuhu,

Sì, è scentifico che una persona può nascere omosessuale per una disfunzione ormonale (l'omosessualità è una degenerazione ormonale presente anche nel regno animale) in più puoi diventare omosessuale a causa di traumi ricevuti nell'infanzia, e questa essendo psicologia sempre scienza è.

Nel caso della disfunzione ormonale purtroppo non c'è niente da fare, non esiste una cura, ma nel caso psicologico, una persona con un bravo terapeuta può riscoprire la propria eterosessualità. L'importante, e non per essere razzsti, è capire che l'uomo è stato creato per stare con la donna, il Corano dice "e li creammo maschio e femmina" e la Torah nel Bereshit dice "Essi saranno una carne sola", e quindi, che l'omosessualità è una malattia. Chi è omosessuale, purtroppo è malato, e come per ogni malato è biasimevole ostentare nella malattia.

e Allah è il pù sapiente.

Salam

_________________
Allahumma Anta Rabbi, la ilaha illa Anta, khalaqtani, wa ana abduka, wa ana ala ahdika wa wa'dika mastata'tu, a'uthu bika min sharri ma sanatu, abu'u laka bini'matika alayya, wa abu'u bithambi faghfirli, fa'innahu la yaghfiru ath-thunuba illa Anta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Intellettuali, considerazioni e dibattiti sull'Islam Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.102