Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 



 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Storia, biografie, conoscenze, arte, poesie ed immagini
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Set 21, 2020 4:41 am    Oggetto: Ads

Top
Al-Nur
Bannato
Bannato


Registrato: 19/04/08 11:20
Messaggi: 148
Residenza: Asso (CO)

MessaggioInviato: Mer Lug 02, 2008 12:35 am    Oggetto: Muhammad Ibn 'Abd al-Wahhàb al Tamìmì al Najdì Rispondi citando

Da Wikipedia Enciclopedia Libera

Muḥammad ibn ʿAbd al-Wahhāb al-Tamīmī al-Najdī (1703 – 1792) (in arabo: محمد بن عبد الوهاب التميمى) è stato un teologo arabo nato nella regione del Najd, nell'odierna Arabia Saudita, e il fondatore del movimento Wahhabita che da lui prende il nome.

Nato nel 1703 o 1704 ad al-ʿUyayna, un villaggio del Najd centrale, Muḥammad ibn ʿAbd al-Wahhāb giunse ad al-Dirʿiyya (allora capitale dell'emirato saudita) nel 1744, dopo varie peregrinazioni destinate in seguito a mitizzarne la figura presso i suoi seguaci. Nipote di Sulaymān b. Muḥammad, Muftī del Najd, e figlio di ʿAbd al-Wahhāb, giudice di scuola hanbalita (corrente rigorista dell'interpretazione coranica che esercitava ad al-ʿUyayna) Muḥammad ibn ʿAbd al-Wahhāb studiò alla Mecca e Medina (dove aderì al Hanbalismo), e poi a Basra (Bassora), dove fu espulso per le sue idee radicali, per essere poi miracolosamente salvato da un mulattiere mentre era in procinto di soccombere nel deserto. Fu poi a Baghdad, in Kurdistan e in Persia - a Hamadhān e Iṣfahān - prima di soggiornare a Ḥuraymilā.

Spostatosi qualche anno dopo a al-Dirʿiyya, convertì alla sua visione dell'Islam due fratelli del locale signore, il futuro re ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd (m. 1801) e infine lo stesso Emiro.
I due sottoscrissero nel 1744 un patto ideale per affermare la causa neo-hanbalita nei territori governati dall'Emiro.
Muḥammad ibn ʿAbd al-Wahhāb morì nel 1792 ad al-Dirʿiyya, dove insegnava giurisprudenza nella locale moschea.

Dedicò tutta la sua esistenza alla purificazione della religione islamica affinché ci fosse un ritorno al messaggio iniziale dell'Islam, così come istituito dagli al-salaf al-ṣāliḥīn (i puri antenati), ovvero i primissimi discepoli della religione islamica. Per questo motivo egli rigettò gli elementi a suo parere non-islamici, giudicati come perniciosamente innovativi ( Bidʿa ) e politeistici ( shirk ), ossia "associatori (di divinità all'unico Dio)".

Nella sua opera di riforma religiosa (fra cui spicca il Kitāb al-tawḥīd ,Il libro dell'Unicità divina), Muḥammad ibn ʿAbd al-Wahhāb denunciò diverse pratiche religiose delle varie confraternite mistiche sufi come eretiche e non ortodosse, così come la loro eccessiva venerazione ed idolatria delle figure dei santi-fondatori. Dal momento che tutti i musulmani devono pregare un unico Dio, essi non dovevano cercare l'intercessione di esseri umani, mortali e limitati, poiché la loro "santità" (il termine in arabo non esiste e si parla di "amicizia con Dio") era effettiva solo durante la loro vita.
Considerò inoltre eretico anche il Kharigismo e lo Sciismo, e innovazioni non ammissibili altre pratiche religiose non originarie e introdotte successivamente tra i musulmani, come quella di festeggiare la nascita del profeta Maometto.

Egli viene considerato da molti musulmani e da molti studiosi come un grande riformatore. Notevolmente influenzato da Ibn Taymiyya e da Ibn Qayyim al-Jawziyya (entrambi considerati massimi referenti, dopo Aḥmad b. Ḥanbal dai numerosi movimenti neo-hanbaliti che coltivano una visione fondamentalistica dell'Islam), Muḥammad ibn ʿAbd al-Wahhāb è invece fortemente inviso ai sufi che lo considerano colpevole di travisamento dei valori profondi più autentici dell'Islam.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14960
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Dom Lug 06, 2008 12:53 am    Oggetto: Rispondi citando

Wa `alaykum asSalam wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu!

La figura dello Shaykh Muhammad Ibn AbdulWahhab (RA) è fortemente discussa, ritengo necessario precisarlo, dal momento che la sua biografia l'hai inserita nello spazio normalmente dedicato ai sapienti classici e di largo riferimento nella nostra Ummah.

Sostanzialmente tra gli `Ulama' ci sono due posizioni nei confronti dello Shaykh:

1. chi lo critica fortemente sulla base di diverse cronache e resoconti delle sue idee ed azioni, e vi intravede una linea di continuità con i moderni salafiti/"wahhabiti", vedendo quindi in lui i germi degli errori dei secondi;

2. chi invece apprezza la da`wah che ha portato avanti mentre era in vita (sulla base anche di altre cronache), e fa una distinzione tra lui e gli errori e lo sviamento di coloro i quali attualmente si proclamano suoi seguaci (i moderni "salafiti").

Se quindi può essere più opportuno non prendere posizione nei suoi riguardi (per il rispetto dovuto ai morti, e per la divergenza di opinioni tra i sapienti nei suoi riguardi), c'è però da prendere le più nette distanze dal movimento ("salafita"-"wahhabita") che si proclama suo erede, a proposito del quale trovi diversi articoli nella sezione "correnti e confutazioni" (vedi ad esempio
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

).

E Iddio è il più sapiente!

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Al-Nur
Bannato
Bannato


Registrato: 19/04/08 11:20
Messaggi: 148
Residenza: Asso (CO)

MessaggioInviato: Dom Lug 06, 2008 10:23 am    Oggetto: Rispondi citando

certo fratello, non era mia intenzione turbare te o chiunque altro, ne alimentare qualche discussione che possa portare al litigio, solo volevo dire, che essendo un teologo islamico, comunque importante (viste le implicazioni della sua vita nella storia dell'Islam) fosse giusto proporlo nei Sapienti Classici, che sia condiviso o no.

Allah vi benedica!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Storia, biografie, conoscenze, arte, poesie ed immagini Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.115