Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

sana hijria e miladia ''anno nuovo''

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Storia, biografie, conoscenze, arte, poesie ed immagini
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mer Lug 08, 2020 2:15 pm    Oggetto: Ads

Top
stoysabry
Affezionato
Affezionato


Registrato: 15/03/14 06:32
Messaggi: 50

MessaggioInviato: Mar Ott 07, 2014 5:48 am    Oggetto: sana hijria e miladia ''anno nuovo'' Rispondi citando

assalam alikom cercavo informazioni sulla sana hijria e miladia, su come sia nato il calendario islamico, come funziona, perchè segue la luna a differenza del gregoriano, chi l'ha inventato, quando è nato e se è nato prendendo come base il greoriano o altro...e se l entrata dell'anno nuovo è da considerare importante oppure no, come altrimenti bisogna vedere l'anno nuovo, dato che festeggiare i capodanno è haram

jazakom allah khairan
Top
Profilo Invia messaggio privato
stoysabry
Affezionato
Affezionato


Registrato: 15/03/14 06:32
Messaggi: 50

MessaggioInviato: Gio Ott 30, 2014 1:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

salam alikom per quanto riguarda tale argomento ho fatto un po' di ricerche, scoppiazzato di qua e di la e volevo condividerle anche con voi

IL CALENDARIO ISLAMICO ''CALENDARIO HIJRI''
Il calendario islamico è l'unico dal punto di vista religioso che è puramente lunare, ovvero l'inizio di ogni mese è stabilito in base all'osservazione della prima luna crescente ed ogni mese è decretato dall'avvistamento ottico locale della crescenza lunare (hilal), visibile a partire dal tramonto del sole.
Se la luna non viene avvistata, per foschia o copertura di nubi e nel mese si è arrivati a 29 ( per mancanza di visibilità della luna) si conta 30 giorni ed il giorno dopo sarà il primo del mese successivo.
Infatti a differenza del calendario gregoriano la tabella del calendario islamico durante l'anno può apportare variazioni nella durata dei vari mesi.
In un anno nel calendario islamico ci sono 354 giorni,8 ore e 48 minuti,è dunque più corto del calendario solare di 11 a 12 giorni. I mesi possono essere da 29 o da 30 giorni,
Questo fa si che in alcuni paesi islamici, per via della distanza geografica, ci possa essere un mese da 29 giorni,in un paese ed un mese da 30 in un'altro, per via della luna crescente che viene avvista da una parte e non avvistata dall'altra. (Prendesi come sempio ramadan che non sempre il suo inizio coincide in tutti i paesi islamici).
Il calendario islamico inizia ufficialmente con l'evento dell'Egira ( hijrah ), la migrazione del profeta sallah allah ali wa sallam da Mecca a Yatrib (denominata successivamente Medina).
l'istituzione del calendario (lunare) islamico risale a sette anni dopo la morte del Profeta sallah allah ali wa sallam, fatta da Omar ibn al-Khattab che fissa l'inizio dell'anno 1° hijri con l'evento dell'Egira ( il prellegrinaggio del profeta salah allah ali wa sallam da Mecca a Medina ).
Omar ibn al-Khattab ali salam fece partire il calendario con il mese Muharram 2 mesi prima dell'avvenuta dell'Egira (hijrah) che poi durante l'anno è proseguita, scelse questo evento come inizio del calendario perchè con l’emigrazione del Profeta a Yatrib, egli creò la prima città stato dell’islam con la prima costituzione, nasce il primo popolo musulmano.
Non è da escludere che a livello coranico, la luna non sia stata usata al tempo del profeta sallah allah ali wa sallam per determinare il tempo che scorreva ( mesi e anni) e come strumento di riferimento per il pellegrinaggio. ( infatti la luna la troviamo spesso menzionata nel corano)
'' Non digiunate finchè non vedete la luna, non rompete il vostro digiuno finchè non vedete la luna '' Al Bukhari h. 1773, Muslim h. 1795.
E' inoltre da sottolineare che i nomi di alcuni mesi dell'attuale calendario,già esistevano all'epoca del Profeta sallah allah ali wa sallam, che con il tempo ne modificò alcuni rendendo poi sacri 4 di essi; solo con Omar Ibn al-Khattab si decise da quale evento far partire l'inizio del calendario e dopo alcuni dibattiti tra i suoi compagni si scelse appunto l' Hijra.
Il calendario islamico deve essere composto da 12 mesi ( la durata del mese è definita in base al periodo di rivoluzione della luna ).
1. Muharram
2. Safar
3. Rabi Awal
4. Rabi akhir ( thani )
5. Jamadi Awal
6. Jamadi Akhir ( thani )
7. Rajab
8. Shaban
9. Ramadan
10. Shawal
11. Dul Qa'dah
12. Dul Hijjah
Quattro di questi mesi sono sacri:
Rajab,Dul Qa'Dah,Dul Hijjah e Muharram,sono sacri perchè in ognuno di questi mesi, c'è stato un avvenimento importante ed in questi mesi ogni minimo peccato allah sobhana wa ta ala lo considera come uno dei peccati più grandi ed ogni minima buona azione allah l'altissimo la considera come una delle più grandi azioni ( hasanat ).
Il mese di Ramdan invece è definito come mese benedetto, infatti in questo mese allah sombhana wa ta ala ci da la possibilità di eliminare le nostre cattive abitudini che ci portano a commettere peccati e ci moltiplica le nostre buone azioni aprendo le porte del paradiso e chiudendo quelle dell'inferno, tenendo satana incatenato lontano da noi.
'' Ramdan è il mese in cui è stato rivelato il corano come guida per gli uomini, prove chiare di guida e di discernimento. Quando vedete la luna nuova digiunate per l'intero mese e chi è malao o in viaggio digiunerà in seguito per altrettanti giorni..'' ( Al-Baqara )
Come citato precedentemente il calendario islamico prese inizio a partire dall’evento dell’egira (Hijra).L’egira avvenne nel 622 dopo cristo ( seguendo il calendario gregoriano ), il Profeta sallah allah ali wa sallam effettuò l’emigrazione dalla Mecca a Yatrib ( Medinah ),assieme ad una 70 di persone tra queste alcuni dei suoi parenti da poco convertiti all’islam, per sfuggire alle persecuzioni dei nemici da una parte, e per fondare lo stato islmaico, dall’altra. I nemici li perseguitavano perchè non sopportavano il fatto che Mecca città di culto in cui venivano venerati più di 200 idoli e di conseguenza portava tanti pellegrini che incrementavano il commercio aumentando il capitale di chi governava, diventasse una città di un’unica religone non portando più di conseguenza viaggiatori e in più non era ammissibile abbandonare il loro gruppo tribale. Uccidevano e torturavano chiunque praticasse l’islam o nominasse Allah sobhana wa ta ala e molti delle tribù avendo paura di tali minacce ed aggressioni, si rifiutavano di convertirsi e di accettare l’islam come religione. Così con l’egira i musulmani celebrano la rottura definitiva col passato e diventa l’avvenimento capitale che segna la nascita dell’islam e contemporaneamente l’inizio del calendario islamico.Il mese del pellegrinaggio era considerato sacro dagli arabi e in esso si sospendevano le faide tribali.
Il 25 Ottobre avrà inizio il nuovo anno hijri islamico con Muharram ovvero ci sarà il capodanno.
Il nuovo anno islamico è un evento culturale che molti musulmani, usano per ricordare il significato dell'hijrah.Di recente in molti paesi arabi la gente ha inziiato con il farsi gli auguri, farsi i regali e trasformare l'avvenuta dell'anno nuovo in festa.Quest'ultima è una totale innovazione (bida'), assomiglia al modo in cui i cristiani e miscredenti si congratulano l'un l'altro nel conteggio del loro anno e questo i nostro predecessori non lo facevano. Inoltre il conteggio del calendario egiriano ( islamico ) venne fatto dai compagni, solo allo scopo di scrivere la storia di ciò che è accaduto e le loro azioni.Non lo hanno fatto affinchè noi lo celebrassimo o affinchè ci potessimo congratulare l'un l'altro. No, fu creato affinchè i compagni potessero scrivere e determinare esattamente il tempo delle loro azioni.
Quindi asteniamoci dalle usanze e credenze di coloro che non sono musulmani ed atteniamoci alla sunnah del nostro profeta sallah allah ali wa sallam.
MUHARRAM
E’ il primo mese del calendario islamico, il nome muharram significa letteralmente ‘’divieto,vietato’’.
Questo perchè Muharram è sempre stato conosciuto come un mese sacro in cui sono stati vietati tutti gli atti illeciti, infatti i pagani di Makkah all’epoca osservavano la sacralità di questo mese e nonostante le loro frequenti battaglie tribali, consideravano illecito combattere durante questo mese.
Il profeta sallah allah ali wa sallam nel suo sermone in occasione del suo ultimo hajj dichiarò:
‘’ un anno consiste di dodici mesi, dei quali quattro sono sacri, tre dei quali in sequenza: Dhul-Qa’dah, Dhul-Hijjah,Muharram e Rajab.’’ Il mese di Ramdan è indubbiamente il più sacro dell’anno.
I musulmani dovrebbero vivere secondo un codice di comportamento ordinato da Allah sobhana wa ta ala,che è stato dimostrato dal suo ultimo messaggero ma dovrebbero prestare particolare attenzione al rispetto dei 4 mesi sacri, perchè Allah ha dato loro uno status speciale, ovvero non fare peccati ed aumentare le buone azioni (hasanat).
Il Profeta sallah allah ali wa sallam disse: ‘’ i migliori digiuni dopo i digiuni di Ramadan sono quelli del mese di Muharram.’’ Ad una persona che digiuna in questo mese di sua volontà è concessa una grande ricompensa da Allah l’Onnipotente.Allah sobhana wa ta ala sceglie di dare le sue benedizioni speciali a chi digiuna in questo mese, perciò bisognerebbe avvantaggiarsi di questa opportunità il più possibile.
Tra questi digiuni il giorno ancora più importante è quello di Ashura, che cade il 10° giorno di Muharram. Il Profeta sallah allah ali wa sallam quando migrò a Medinah, trovò che gli ebrei di Medinah erano soliti digiunare il 10° giorno di Muharram, essi dissero che quello era il giorno in cui il Santo profeta Musa (Mosè) ali salam ed i suoi discepoli attraversarono miracolosamente il Mar Rosso ed il faraone fu annegato dalle acque,liberando così il Profeta e la sua gente. Il profeta sallah allah ali wa sallam disse loro: ‘’noi siamo legati a Musa più strettamente di quanto lo siate voi’’ ed istruì i musulmani a digiunare nel giorno di Ashura. Il profeta sallah allah ali wa sallam volle però differenziare la maniera islamica di digiuno da quella degli ebrei ed ordinò di digiunare il 9 ed il 10 di Muharram oppure il 10 ed il 11 e chi è impossibilitato a digiunare due giorni consecutivi o per problemi di salute o per lavoro ecc.. li è concesso digiunare solo il 10. Infatti viene riportato nel ahadith del Profeta che disse ‘’ se io vivo per vedere l'anno prossimo inchallah ci sarà di troppo il 9 giorno’’ ma accadde che il messaggero è deceduto prima che arrivasse l'anno successivo, quindi è auspicabile digiunare il 9 e il 10 giorno di ashura perchè ilmessaggero aveva l'intenzione di farlo.
Questo giorno è stato venerato dagli ebrei che lo presero come un festival , le loro donne indossano i loro migliori abiti e gioielli. Oggi giorno purtroppo, l’ignoranza ha colpito molti musulmani e tendono a ‘’festeggiare’’ questo giorno come se fosse il giorno del 3id, mettendo khohol e henna.
Altri invece tendono alla tradizione di passare questo giorno organizzando cerimonie di lutto strappandosi i vestiti,graffiandosi il volto,piangendo e disperandosi, in ricordo della morte di Sayydina Husayn ali salam ( morto nella battaglia contro l’esercito syriano, in una delle più tragiche battaglie del popolo islmaico).
Sono tutte tradizioni che il Profeta sallah allah ali wa sallam non ha mai ordinato o incoraggiato a fare,anzi il Profeta ha chiesto ai musulmani ,di esser diversi dagli ebrei e di conseguenza di non festeggiare come loro ma di digiunare e dedicare questo giorno al ricordo della storia e di allah sobhana wa ta ala.
SAFAR
E’ il secondo mese del calendario islamico. Ci sono due teorie inerenti al significato del nome di questo mese;la prima è ‘’vuoto’’ (sifr) gli arabi erano nazioni di guerra, di solito non si combateva durante i mesi sacri ( Allah sobhana wa ta ala lo proibiva)’’ o voi che credete non violate la sacrilita dei simboli di Allah ne dei mesi sacri’’, all'inizio del mese di safar partrivano lasciando così le loro case vuote e di conseguenze lasciavano i loro nemici a mani vuote privandoli dei loro beni , lasciando pure le loro case vuote. La seconda invece è che il nome safar provenga dalla parola raba ‘’sufr’’ ( giallo ), perchè questo mese sarebbe caduto in origine in autunno quando le foglie ingialliscono.
Questo periodo dell’anno è stato considerato essere maledetto per via di molte catastrofi e calamità ambientali avvenute nel passato, la gente era convinta che portasse sfortuna, altri invece erano convinti di tali affermazioni perchè si narra che questo fu il mese in cui Adam ali salma fu scacciato dal paradiso. Molta gente al giorno d’oggi evita di celebrare i matrimoni in queste mese perchè convinti che non avrebbe successo. Tuttavia tali convinzioni e superstizioni sono state dimostrate d’esser false e totalmente prive di fondamento. Il Profeta sallah allah ali wa sallam in un ahadith disse: ‘’ non esistono superstizioni o mesi che che portino malattie o mali’’.i musulmani non odvrebbero credere in qualsiasi infausto nei giorni, settimane, mesi o anni, non ci sono persone o cose che portano sfortuna. Ogni sventura avviene solo disobbediendo ad Allah sobhana wa ta ala.Dobbiamo constantemente ricordare a noi stessi che qualunque cosa di buono o cattivo, favorevole o sfavorevole ci capiti, viene solo da Allah sobhana wa ta ala.
RABI AL AWWAL
E' il terzo mese del calendario islamico. Il significato della parola Rabi al Awwal sarebbe ''il primo mese di primavera''. ( Da ricordare che non sempre cade in primavera per via dei 10 o 11 giorni che calano all' anno a discapito del calendario gregoriano ).
Rabi al Awwal è il mese più significativo nella storia islamica perchè è il mese della nascita del Profeta sallah allah ali wa sallam, l'evento più notevole della storia umana. Prima della nascita del Profeta sallah allah ali wa sallam la gente era annegata nelle tenebre dell'ignoranza, nelle superstizioni, nell'oppressione e nell'inquietudine. Con la venuta del Profeta ali salatu salam arrivò la verità eterna del Tawhid ( unicità di Allah), l'unica fede che fornisce una solida base dei concetti reali di conoscenza, d'equità e di pace. E' stata questa la fede che espatriò la gente dall'ignoranza e dalle superstizioni e si diffuse la luce della vera conoscenza in tutto il mondo.
Se ci fosse stato tra gli insegnamenti islamici la celebrazione dei compleanno o degli anniversari, il compleanno del santo Profeta avrebbe senza dubbi meritato la sua celebrazione più di qualsiasi altra persona, ma questo è contro la natura degli isegnamenti islamici. Il compleanno del Profeta sallah allah ali wa sallam pur essendo il giorno più felice per l'intera umanità, non è mai stato festeggiato, nè dal Profeta stesso, nè dai suoi compagni. Infatti i suoi compagni sono rimasti in vita dopo di lui per un secolo e non hanno mai festeggiato nè il compleanno, nè l'anniversario della sua morte, nonostante il loro inimitabile amore e profonda stima verso il Profeta sallah allah ali wa sallam. Al contrario invece hanno dedicato la loro vita a promuovere le cause dell'islam, per portare in pratica gli insegnamenti del Profeta, per convogliare il suo messaggio ai quattro angoli del mondo e per stabilire l'ordine islamico in ogni ambito della vita.
Difatti non è mai stato prescritto in alcuna religione, il commemorare la nascita di una persona distinta. Anche il Natale, la famosa festa cristiana che commemora la nascita di Gesù , non trova alcuna menzione nella Bibbia o nei primi scritti cristiani, era originariamente solo un'usanza di alcune comunità pagane. E' impossibile ad oggi determinare ed accertare la data esatta della nascita di Syydina Isa (Gesù) sia dalle testimonianze dei Vangeli che da qualsiasi passata tradizione.Fu solo nel 4° secolo dopo l'ascensione di Gesù, che il natale è stato riconosciuto come una festa cristiana.
La ragione d'astinenza da tali celebrazioni è che distolgono l'attenzione della gente dai veri insegnamenti dell'islam e li spinge verso solo alcune attività formali. Infatti queste celebrazioni possono iniziare con un intento in buona fede per rendere omaggio ad una persona pia e proseguire generando un elemento d'allegria e gioia, diventando così feste simili a quelle laiche, portando la gente a peccare con balli e canti ed a sentire il bisogno di doverle sempre fare arrivando in alcuni casi a chiedere prestiti ( per problemi economici che ci si ritrova ad avere nel tempo).
Essi sono totalmente proibiti. Tutti gli insegnamenti dell'islam sono stati comunicati ai musulmani nell'ultimo Hajj del Profeta sallah allah ali wa sallam, attraverso la sua Sunnah ed il corano , ogni aggiunta da parte delle persone viene chiamata innovazione ( bid'ah ).
La vita del Profeta sallah allah ali wa sallam è senza dubbio la più importante fonte di orientamento per tutti i musulmani, per ricordarlo ogni musulmano ha l'obbligo di conoscere e di studiare gli eventi della sua vita e di seguire ogni suo esempio pratico.
RABI UL-THANI
E' il quarto mese del calendario islamico, viene anche chiamato Rabi ul- Akhir. Il suo nome significa secondo mese della primavera.
Nessun culto specifico è stato prescritto dalla Shari'ah ( legge divina islamica ) riguardante questo mese.
Ogni musulmano può fare qualsiasi atto di culto, come la salah, il digiuno ( i lunedì e i giovedì, oppure il 13-14-15 del mese), la carità ecc...
JUMAADA AL- AWWAL
Jumada aI-Awwal è il quinto mese. L'origine del nome deriva dalla parola " Jumda " , da cui il nome del mese è usato per indicare asciutto terra riarsa , terreno privo di piogge , e quindi mese secco.
JUMAADA ATH-THANI
E' il sesto mese del calendario, denominato anche Jumaada al-Akhir.
E' considerato il secondo mese di siccità (l'estate) perchè all'epoca cadde nel periodo in cui la terra era arida e secca, ma col tempo naturalmente,si sposta.
RAJAB
Rajab è il settimo mese del calendario lunare islamico, uno dei quattro mesi sacri in cui il Profeta sallah allah ali wa sallam ha vietato le battaglie. La definizione lessicale di Rajab è ''rispettare''.
Il 27 di questo mese è usanza per alcune persone celebrare Lailatul Mi'raj (la notte di Mi'raj l'ascensione del Profeta in cielo). L'evento di Mi'raj fu uno degli episodi pù importanti della vita del nostro amato Profeta, egli è stato chiamato in cielo, da Allah sobhana wa ta ala; ha viaggiato da Mecca a Baitul-Maqdis e da lì salì in cielo attraverso il potere miracoloso di Allah sobhana wa ta ala. Il Profeta ali salatu salam fu onorato dal contatto diretto con il suo Creatore, in un luogo dove anche gli angeli non avevano accesso. Questo fu un onore conferito da Allah sobhana wa ta ala, solo al Profeta sallah allah ali wa sallam.
Non c'è dubbio che la notte in cui fu benedetto, con questo ineguagliabile onore, fu una delle più grandi notti della storia islamica.
C'è però da ricordare che il santo Corano e la Sunnah del Profeta non prescrivono alcuna festa o qualsiasi celebrazioni, per commemorare un evento del passato, come questo della notte del 27 di Rajab.
L'islam ha prescritto la celebrazione solo di due feste annuali, la fine del digiuno del mese di Ramadan chiamato Id-ul-Fitr e la festa del sacrificio che avviene nel periodo del Hajj, chiamata Id-ul.Adh-ha. Nessuno di questi due Ids sono stati proggettati per commemorare un evento passato e di conseguenza nessuno può dimostrare che il Profeta sallah allah ali wa sallam abbia mai eseguito specifici culti nella notte chiamandola Lailatul-Mi-raj.
Ciò che non ha alcun fondamento nella Sunnah del Santo Profeta va totalmente ignorata, in un ahadith disse: ''Chiunque inventa qualcosa nella nostra religione, che non è parte di essa, è da respingere''. ( in questo ahadih ci si riferisce alle bid'ah, innovazioni )
Questo mese essendo un prologo al mese di Ramadan, bisogna usarlo per preparare se stessi al futuro digiuno e pregare Allah sobhana wa ta ala affinchè ci faccia raggiungere il mese benedetto e farci beneficiare dei suoi unici meriti.

SHA'BAN
E' l'ottavo mese del calendario islamico.
Con questo mese si ha l'inizio delle innumerevoli benedizioni riverasate su di noi, come ad esempio, all'epoca sha'ban cadde con l'inizio delle piogge e per i contandini era una sacrilità che portava la semina eseguita il mese precedente, allo svolgimento della sua crescita.
Sha'ban è il secondo mese per i preparativi al mese di Ramadan, chiedendo perdono dei propri peccati,fare più azioni di culto come il digiuno e le preghiere speciali ( preghiere superegatorie la notte, salat Doha la mattina ecc.. ),fare l'elemosina, divieto di fare mali ad altri,esser buoni con i propri genitori, parenti e vicini di casa e fare carità verso i poveri.
Il digiuno è raccomandato farlo fino alla metà di questo mese,magari tutti i lunedi e giovedì oppure il 13-14 e 15 del mese, dopo la seconda metà si sconsiglia il digiuno giusto per permettere al nostro organismo, di prepararsi al digiuno del mese successivo, possono digiunare coloro che per motivi vari, non abbiano potuto, durante l'anno, recuperare i giorni persi il Ramadan precedente ( per via del ciclo o malattie o altro ancora) .
Chiunque voglia avvicinarsi ad Allah ed il Profeta, ne approfitti in questo mese e potrà godere dei molteplici benefici che Allah sobhana wa ta ala li ha riservato, tanto Dhikr ( Sobhanallah Alhamdulillah La ilaha illa Allah Allah Akbar ) e tante Du'a.
RAMADAN
Ramadan è il nono mese del calendario islamico ed è il mese in cui i musulmani devono osservare il digiuno completo, dall’alba al tramonto.
Il termine “Ramadan” deriva dalla parola araba Ramad che significa ardente, intenso calore, perchè cadde nell'estate più calda.
Il digiuno è destinato ad insegnare ai musulmani la pazienza, l’umiltà e la spiritualità, il Ramadan è il tempo di digiunare per amore di Dio (Allah ) e per offrirgli più preghiere del solito.
Durante il mese di Ramadan, detto il mese benedetto, il credente si avvicina molto di più al suo Signore, ci si scambia gli auguri, si evita di sprecare il tempo in cose futili e si cura il proprio rapporto con Dio. I musulmani chiedono perdono per i peccati passati, pregano perché Dio li guidi e li aiuti ad astenersi dai mali di tutti i giorni e li sostenga nella purificazione attraverso l’autocontrollo e le buone azioni.
I primi versetti del Corano sono stati rivelati al Profeta dell’Islam Alayhi Salam, proprio in questo mese: ''Il mese in cui fu rivelato il Corano come guida per gli uomini e prova chiara di retta direzione e salvezza” (Sura II, v. 185)
Ramadan è un mese di carità, durante il quale il credente deve dividere i suoi beni con coloro che ne hanno bisogno; difatti si dona la cosiddetta zakat, ovvero un’elemosina il cui valore è calcolato dal reddito che il capofamiglia possiede.
Alcuni Ahadith del Profeta su questo mese benedetto:
''E colui che reciterà anche un solo versetto coranico in questo Mese otterrà la ricompensa di chi avrà letto l'intero Corano durante gli altri mesi.
Gente ! Certamente in questo Mese le porte del Paradiso sono aperte, dunque chiedete al vostro Signore che non ve le chiuda davanti.
E certamente in questo Mese le porte dell'Inferno sono chiuse, dunque chiedete al vostro Signore che non le apra per voi.
Ed i demoni (shayàtin) in questo Mese sono incatenati, dunque pregate Allàh che non li lasci dominio sopra di voi...»"
In questo mese bendetto cade la notte del destino ( Laylat al-Qadr ). Secondo la tradizione durante la Notte del Destino (Laylat al-Qadr), fu fatto scendere il Corano nella sua interezza.Viene chiamata Notte del Destino perché in essa Allah sobhana wa ta ala decreta il destino della creazione per l'anno a venire. Il Profeta sallah allah ali wa sallam ci ha invitati a passare la notte di Laylat-Qadr nella preghiera di fede e nella speranza di ricompensa.
Il Profeta disse: "Chi passa la notte di Laylat-Qadr nella preghiera di fede e nella speranza di una ricompensa , sarà perdonato per i suoi peccati precedenti ".
Nessuno (incluso il Profeta ) conosce la data precisa di Lailat al-qadr, perciò il Profeta ci ha consigliato di cercarla negli ultimi 10 giorni di Ramadan, passandoli a pregare, fare dua, chiedere perdono ( Astaghfirullah ), fare Dikhr dal tramonto a salat Fajr.
La saggezza nel fatto che non sia conosciuta con certezza questa notte, è che i servi di Allah devono preoccuparsi solo di operano nel compimento degli atti d’adorazione durante tutte le notti di ramadan approfittando del fatto che le ricompense sono duplicate, una di queste notti infatti vale come mille mesi ( 82 anni ).
I musulmani festeggiano questa notte il 27° giorno del Ramadan ( la notte del 26° giorno ).
Con il sorgere della luna nuova del mese di Shawwal ha termine il mese di Ramadan e con esso finisce l’astinenza ed inizia ‘Id al-Fitr, la festa della rottura, dove ci si scambia gli auguri e piccoli doni, soprattutto ai bambini e si indossa un abito più elegante del solito o nuovo.
SHAWWAL
Shawwal è il decimo mese del calendario islamico, il significato della parola Shawwal è ''rottura'', infatti con il primo del mese avviene la celebrazione dell' "`Id-ul-Fitr", una delle uniche due feste annuali , concesse da Allah sobhana wa ta la. Questo giorno felice è designato dalla Shari`ah come segno di gratitudine da parte dei musulmani per il compimento di Ramadan, e come ricompensa immediata da Allah per coloro che hanno trascorso il mese di Ramadan digiunando e compiendo altre forme di culto.
Al contrario,di altre religioni, in questo giorno di festa, l'Islam ha prescritto un modo semplice ma grazioso, di trascorrere la giornata. Prima di tutto, è obbligatorio per tutti i musulmani benestanti iniziare la giornata con il pagamento di "Sadaqat-ul-Fitr" ai poveri della loro società, in modo che anche loro possano godere la giornata insieme ad altri, e non siano preoccupati di guadagnarsi da vivere, almeno in quel giorno di felicità.
Dopo aver pagato la "Sadaqat-ul-Fitr", i musulmani sono tenuti a recarsi in un luogo in cui possono eseguire collettivamente la preghiera dell'`Id,in questo modo, sono chiamati a presentarsi di fronte al loro Creatore e ad offrire due Rak`at di Salah, che fa loro ricevere benedizioni da Allah sobhana wa ta ala.Dopo la Salah, si prosegue con il rallegramento della giornata in maniera responsabile,in compagnia di parenti o amici, senza violare i limiti loro prescritti e non indulgendo mai in atti proibiti da Allah ( ovvero prolungarsi in canti, balli ecc..).
In questo mese è Sunna digiunare 6 giorni, per le persone invece che devono recuperare dei giorni di Ramadan, devono prima recuperare i giorni persi poi digiunare i sei giorni di Shawwal. Al riguardo di questi 6 giorni, il Profeta sallah allah ali wa sallam in un ahadith disse:
” Chiunque digiuna il Ramadan e lo fa seguire dal digiuno di sei giorni di Shawwal è come qualcuno che ha digiunato sempre”
DHUL QA'DAH
E' l'undicesimo mese del calendario lunare islamico. Preso dalla parola "qa'ada" che significa sedersi,riposare, questo è il terzo mese sacro in cui era proibito combattere.
Viene chiamato anche uno dei mesi del Hajj, perchè Il popolo assieme alle battaglie fermava anche le sue varie attività e si ''siedevano'' per prepararsi allo svolgimento del Hajj (pellegrinaggio).
DHUL HIJJAH
E' l'ultimo mese del calendario islamico, il nome Dhul Hijjah indica che è il mese del Hajj (pellegrinaggio), uno dei cinque pilastri dell'islam.
I primi dieci giorni di Dhu'l Hijjah sono tra i più magnifici giorni del calendario islamico. Il Santo Profeta, sallallahu `alayhi wa sallam, ha detto "Un digiuno durante questi giorni è pari al digiuno di un anno completo, e l'adorazione di una notte durante questo periodo equivale all'adorazione durante "Lailatul-Qadr".Ogni musulmano dovrebbe approfittare di questa meravigliosa opportunità eseguendo in questo periodo più `Ibadat (atti di adorazione) ad Allah possibile.
Il nono giorno di Dhu'l Hijjah è chiamato "Yawmul `Arafah" (il giorno di `Arafah). Questa è la data in cui gli Hujjaj (i pellegrini dell'Hajj, plurale di Haajj) si riuniscono sulla piana di `Arafah,dove eseguono la parte più essenziale degli obblighi dell'hajj, ovvero, "Wuquf di `Arafah" (la sosta di `Arafah), facendo Du'a (suppliche ad Allah) per se stessi e per gli altri.
Per coloro che non eseguono l'hajj, è mustahabb (raccomandato) digiunare in questo giorno, in base al proprio calendario, e chi ne ha la possibilità è ancor meglio se digiuna tutti i 9 giorni Dhul Hijjah.Il digiuno di Yawmul `Arafah Secondo un hadith, il digiuno di questo giorno diventa una causa, si spera, di perdono dei peccati commessi in un anno.
Il decimo giorno del mese i pellegrini del Hajj, offrono un sacrificio (di capra, pecora, mucca, bue, bufalo o cammello) dopo aver completato i principali riti del Hajj. Questo giorno è conosciuto come Id Al-Adha ed è una delle due feste concesse da Allah sobhana wa ta ala ai musulmani, tale sacrificio è obbligatorio per tutti coloro che possono permetterselo.
A partire dal 9 di Dhu'l Hijjah, fino al 13° giorno, è raccomandato per ogni Musulmano recitare il Takbir dopo ogni preghiera fard, con le seguenti parole:
Allahu Akbar, Allahu Akbar, La ilaha illa Allah,
Wa-Llahu Akbar, Allahu Akbar, wa lillahi-l-hamd.
(Allah è il più grande, Allah è il più grande, non c’è altro dio all’infuori di Allah.
E Allah è il più grande, Allah è il più grande, e ad Allah spetta la lode).
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Storia, biografie, conoscenze, arte, poesie ed immagini Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.023