Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Miei quesiti

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Ago 10, 2020 5:58 pm    Oggetto: Ads

Top
Ilaria
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 13/07/14 17:50
Messaggi: 4
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mar Lug 15, 2014 10:17 pm    Oggetto: Miei quesiti Rispondi citando

Inizio con il ringraziare di cuore Sana per avermi linkato una quantità infinita di informazioni che mi han permesso di leggere quello che dovevo e volevo sapere, spero questa sia la sezione giusta per poter fare una riflessione che mi sento di fare sulla mia vita da cattolica praticante nei confronti di un mondo che io man a mano vado conoscendo grazie al mio partner che è musulmano.

Allora, premetto che io sono una ragazza molto solare ed aperta con le cose nuove che fanno parte della vita, molto vicina alla sensibilità dei problemi che fanno parte della nostra vita e soprattutto di chi ha problemi fisici per esempio disabili, che mi ha spinta a fare il volontariato fino a qualche anno fa, anche io sono cresciuta affrontando problemi e difficoltà in un mondo difficile, dove le persone molto spesso vengono definite egoisticamente insensibili.

Mi sento di dire che quando aiuto una persona in difficoltà mi sento bene psicologicamente, così come sono convinta che un sorriso fortifica la giornata complicandola molto di meno rispetto alla crisi che oggigiorno viviamo, mi sento di dire anche che alla sera quando vado a dormire una preghiera la faccio.

Quasi un anno fa conobbi una persona che tutt’ora è mio compagno, mi ha aperto un mondo che non conoscevo ed ogni giorno lo ammiro sempre di più, non ho che occhi solamente per lui è una persona fantastica dal momento che è consapevole della distanza che ci separa, lui è a parigi (lui vive e lavora li!) io a roma ed ogni tre mesi ci permettiamo la possibilità di vederci, entrambi lavoriamo, entrambi cerchiamo di costruire le nostre basi per un futuro che avremmo intenzione di costruire insieme.

Da qualche giorno però mi ha manifestato l’idea di volersi sposare con me, e me lo ha detto con una fermezza che io non avevo mai visto (sembra che io stia vivendo in una fiaba, dal momento che lui senza pretese è una persona calmissima accettandomi per quella che sono in tutti i modi ed in tutti i sensi ed è una cosa molto molto reciproca), passeremo l’estate insieme da me a roma, per più di un mese e di questo ne sono stra-felicissima.

Ora vorrei scendere nei dettagli:

1 - Rispetto moltissimo la sua religione (per me rispettare la religione altrui è come rispettare le diverse culture) il che implica che lui non mangia maiale, frequenta il ramandan (e naturalmente mi ha proposto di farlo insieme l’anno prossimo, soprattutto non beve alcolici, fuma ma non nel ramandan) legge il corano, e fin qui nessunissimo problema dal momento che la cosa è fortemente reciproca, lui vuole conoscere la chiesa. Ognuno dei due vuole rimanere nelle sue religioni dal momento che il nostro credo è simile, soltanto che abbiamo differenti modi di dimostrarlo.

2 - Gli ho domandato queste testuali parole: preferiresti che io mi converta alla tua religione? Lui mi ha risposto dicendomi che ho piena libertà di scegliere, qui supporrei che se non mi voglio convertire lui capirebbe o meglio diciamo mi comprenderebbe, ma se io nutro profondo rispetto nella sua religione ci sarebbero problemi?

3 - Da qualche parte mi sembra di aver letto che un matrimonio tra musulmano e cattolica non è ben visto, ma se io italiana cattolica quale sono, non sono razzista ne mi faccio problemi con le diverse culture ma amo tantissimo questa persona, che da lontano fa di tutto per mantenere la sua famiglia (ha la madre e i fratelli in algeria, e ha perso il padre quando era piccolo) ha già conosciuto mia madre e i miei famigliari senza che le cose si affrettassero o quantomeno senza forzare le situazioni, oltre tutto è molto protettivo nei miei confronti dimostrandomi uno smisurato amore che non ho mai ricevuto, un profondo rispetto da entrambe le parti, ci sarebbero eventuali problemi di sorta?

4 - Sempre tornando sul punto tre, un matrimonio tra musulmano e italiana potrebbe essere un matrimonio fatto al comune di Roma (mia residenza) misto, in quanto nessuno dei due ha problemi di sorta ne con le rispettive religioni, poi però dovremmo andare anche in algeria per convalidare il legame matrimoniale? (se il mio ragionamento è sbagliato correggetemi!!!) Tra le altre cose ho letto che se ci si sposa in moschea a roma per lui il matrimonio è valido, ma per me per il comune di roma o la chiesa non riconosce il legame matrimoniale…Anche qui desidero capire a fondo la cosa.

Quando lui verrà a roma ho intenzione di andare alla moschea insieme a lui, (sono consapevole del rigore dell’abbigliamento con cui dovrei andare, sono la prima a dire – come del resto in tutto il messaggio – non mi faccio problemi, del resto per amore si può tutto o almeno credo!!!) in quale moschea mi consigliate di andare? (è la prima volta che entrerò in un luogo di culto molto molto particolare)

Per ora sono queste le domande, ringrazio in anticipo per le eventuali risposte.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2769
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mer Lug 16, 2014 3:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
1 - Rispetto moltissimo la sua religione (per me rispettare la religione altrui è come rispettare le diverse culture) il che implica che lui non mangia maiale, frequenta il ramandan (e naturalmente mi ha proposto di farlo insieme l’anno prossimo, soprattutto non beve alcolici, fuma ma non nel ramandan) legge il corano, e fin qui nessunissimo problema dal momento che la cosa è fortemente reciproca, lui vuole conoscere la chiesa. Ognuno dei due vuole rimanere nelle sue religioni dal momento che il nostro credo è simile, soltanto che abbiamo differenti modi di dimostrarlo.


Ciao Ilaria, benvenuta.
Nell'Islam un uomo musulmano può sposare una donna della gente del libro (cristiani, ebrei, sabei) ,a patto che questa sia praticante. Ma non possono avere rapporti prematrimoniali ovviamente (sessuali e non solo. Ad es. passare le vacanze insieme non è permesso)- Nell'islam il matrimonio è il primo passo, non l'ultimo.. Inoltre aggiungo che secondo la Legge Islamica è l'uomo a trasmettere la religione ai suoi figli. Quindi inizialmente può essere facile trovare solo i punti in comune, ma poi mano a mano le divergenze vengono al pettine. Ad esempio. Tu puoi rispettare il fatto che lui non beva alcolici ma lui oltre a non doverli bene non può nemmeno stare in compagnia di chi li beve o abitare in una casa in cui vi sono alcolici. QUindi oltre a rispettarlo dovresti tu stessa non berne. Poi, ritornando alla questione figli. Sei sicuira che accetteresti di avere dei figli musulmani e non cristiani? Potresti anche accettarlo per amore di lui, ma a quel punto staresti non rispettando la tua stessa religione che invece ti impone di battezzare i figli. Mentre se lui ti permettesse di battezzare i tuoi figli commetterebbe un gravissimo peccato. Questo è per dirti che non è così facile come sembra andare "d'amore e d'accordo" quando non si appartiene alla stessa religione.

Citazione:
un matrimonio tra musulmano e italiana

Come viene specificato più volte su questo forum, l'islam è una religione, non una razza. Quindi esistono musulmani italiani e non. QUindi o uno dice "tra musulmano e cattolica" oppure come frase non ha molto senso.
Citazione:

Tra le altre cose ho letto che se ci si sposa in moschea a roma per lui il matrimonio è valido, ma per me per il comune di roma o la chiesa non riconosce il legame matrimoniale…Anche qui desidero capire a fondo la cosa.
Esattamente. E' un matrimonio valido alla luce dell'Islam e basta. Comunque sarebbe il caso che vi sposaste sia in moschea (affinchè sia valido per lui) che al comune (anche per vedere riconosciuti i tuoi diritti di moglie).

Citazione:
n quale moschea mi consigliate di andare?
Ovviamente alla Moschea grande di Roma che è la più grande di Italia.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ilaria
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 13/07/14 17:50
Messaggi: 4
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Lug 16, 2014 3:59 pm    Oggetto: Grazie Rispondi citando

Citazione:
Ciao Ilaria, benvenuta.
Nell'Islam un uomo musulmano può sposare una donna della gente del libro (cristiani, ebrei, sabei) ,a patto che questa sia praticante. Ma non possono avere rapporti prematrimoniali ovviamente (sessuali e non solo. Ad es. passare le vacanze insieme non è permesso)- Nell'islam il matrimonio è il primo passo, non l'ultimo..


Grazie a te per il benvenuto, sono molto felice leggo moltissimo e sono anche incappata nello scambio di opinioni persino politiche anche se la crisi in cui viviamo oggi lacera veramente il cuore, la mia sofferenza si unisce alla vostra, ma veniamo al dunque, si sono molto consapevole dei regolamenti, anche se per me si tratta della prima esperienza che ogni giorno si fortifica fino a mautrare, intanto ti dico che non dobbiamo sposarci "adesso" (ragion per cui è nostro principale scopo capire proprio le nostre tradizioni, lui sta conoscendo le mie, così come di conseguenza io con le sue), nel mentre rispondo spiegherò il perché. (mi piacciono i confronti e la conoscenza dei pensieri altrui!)

Citazione:
Inoltre aggiungo che secondo la Legge Islamica è l'uomo a trasmettere la religione ai suoi figli. Quindi inizialmente può essere facile trovare solo i punti in comune, ma poi mano a mano le divergenze vengono al pettine.


Avevo tenuto conto di questa regola leggendo delle informazioni a riguardo nelle sezioni specifiche, si sono consapevole ma la ragione per cui io sono innamorata di lui è che è molto accondiscendente a ogni singolo problema che si presenta affrontiamo lo scambio di opinioni riuscendo di questo passo a definirlo democraticamente elastico pure se non trascura le sue tradizioni, il mio obbiettivo principale è quello di battezzare il bambino/a e poi un giorno sarà lui a decidere quale via scegliere, come si suol dire, non è nostra intenzione “imporre” bensì insegnare quello che noi abbiamo ricavato nel nostro cammino, a tal proposito questo può risultare un problema?

Citazione:
Ad esempio. Tu puoi rispettare il fatto che lui non beva alcolici ma lui oltre a non doverli bene non può nemmeno stare in compagnia di chi li beve o abitare in una casa in cui vi sono alcolici. QUindi oltre a rispettarlo dovresti tu stessa non berne.


Non ho mai avuto questo vizio di bere quindi posso anche farne a meno.

Citazione:
Poi, ritornando alla questione figli. Sei sicuira che accetteresti di avere dei figli musulmani e non cristiani? Potresti anche accettarlo per amore di lui, ma a quel punto staresti non rispettando la tua stessa religione che invece ti impone di battezzare i figli.


Non ho particolari problemi a socializzare con chi spesso viene definito “diverso” da me, se ho un figlio musulmano e segua la sua via con il nostro sostegno, benvenga. Nel mio cervello nella mia psicologia e nei miei pensieri la parola “razzismo” non esiste e nemmeno in quella della mia famiglia. Ai tempi di oggi sembra che ognuno voglia fare come vuole sono arci convinta che da cattolica quale sono la mia religione viene spesso mal’interpretata, vorrei copincollarti un pezzo della mia religione laddove dice che il battesimo stesso non deve essere imposto, ma dev’essere fatto con la consapevolezza di credere quanto scritto tra le parole del vangelo, ma ahimè non so se posso farlo, attendo eventualmente che qualcuno mi dica di farlo, perché mi piacerebbe condividere questa cosa con voi!!!

Citazione:
Mentre se lui ti permettesse di battezzare i tuoi figli commetterebbe un gravissimo peccato. Questo è per dirti che non è così facile come sembra andare "d'amore e d'accordo" quando non si appartiene alla stessa religione.


Essendo molto accondiscendente lui, visto che è un dilemma che noi affrontiamo tutti i giorni, qualche volta è successo che lui parlava solo per lui ed i suoi diritti tra famiglia e diritti, ma un giorno gli ho fatto questa domanda: perchè parli solo per te quanto invece si tratta di una cosa che "NOI" vogliamo costruire? Lui mi ha dato ragione confessando pure che è un altro bellissimo dilemma!!!
Se lui mi accetta per come sono esaltando anche il mio modo di essere (ho anche una nipote di cui sono madrina/zia, quindi molto responsabile verso lei) vedendo anche il modo con cui mi mostro verso mia nipote sino ad ammirarlo potrebbero insorgere ulteriori complicazioni?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ilaria
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 13/07/14 17:50
Messaggi: 4
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Lug 16, 2014 4:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ah dimenticavo, grazie per la moschea, andremo la allora!!! ;=)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2769
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mer Lug 16, 2014 4:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
, il mio obbiettivo principale è quello di battezzare il bambino/a e poi un giorno sarà lui a decidere quale via scegliere,
Come ho già scritto, per un musulmano, permettere che il proprio figlio venga battezzato è una cosa gravissima.
Quindi come può esserci rispetto tra di voi se tu ad esempio fai battezzare tuo figlio facendo commettere un gravissimo peccato a tuo marito?

Citazione:
vorrei copincollarti un pezzo della mia religione laddove dice che il battesimo stesso non deve essere imposto, ma dev’essere fatto con la consapevolezza di credere quanto scritto tra le parole del vangelo, ma ahimè non so se posso farlo, attendo eventualmente che qualcuno mi dica di farlo, perché mi piacerebbe condividere questa cosa con voi!!!


Non ci sono problemi, puoi riportare ciò che vuoi.
Comunque sottolineo una cosa. Ai tempi del Cristianesimo originario a essere battezzati ovviamente erano gli adulti (ovvero coloro che si convertivano deliberatamente). Oggi vengono battezzati i bambini, quindi mi chiedo di che genere di "consapevolezza di credere" si parli in questo caso.. E' infatti quello che si chiedevano gli anabattisti quando contestavano la validità di un presunto sacramento imposto (perchè quando il battesimo viene impartito a dei bamini è di imposizione che si parla) a dei bambini non cocienti e quindi non consenzienti.

Citazione:
Essendo molto accondiscendente lui


Comunque sappi che quello che a te sembra un pregio, dal punto di vista dell'Islam è un difetto. Se la religione ad esempio impone di non vedersi prima del matrimonio, se lui invece decide comunque di frequentarsi con la sua fidanzata, non vuol dire che è aperto, morbido o accondiscendente. Significa semplicemente che sta venendo meno ad un precetto della sua religione. E in tutti i casi in cui percepirai "accondiscendenza" significa che sta accondiscendeno a te ma disobbendendo al suo Creatore. Quindi non so quanto sia bello e romantico questo venirsi incontro degli innamorati se semplicemente significa un annacquarsi della fede.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.085