Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Introdurre il concetto di Dio ai propri figli

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mar Lug 07, 2020 7:56 am    Oggetto: Ads

Top
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2128

MessaggioInviato: Sab Mag 30, 2020 10:18 am    Oggetto: Rispondi citando

Assalamu aleikum wrwb.

Mi chiedevo qual'è l'età giusta per introdurre ad un bambino piccolo il concetto di Dio? E come?
Se il bambino fa troppe domande e vuole in continuazione sapere il perchè mettendoti in difficoltà, è meglio rimandare e aspettare che cresca ancora un pó?

Per esempio un bambino di 4 o 5 anni che vuole sapere perchè non possiamo vedere Allah e dove si trova? Se Allah si trova nella Jannah? E perchè non si trova nella Jannah e allora dove è? E come mai non lo possiamo sapere? Ecc ecc ecc.. E se poi delle volte il bambino si arrabbia o rimane deluso dal genitore perchè il genitore non trova risposte soddisfacienti per lui in questo caso è meglio evitare di parlargli di Allah?
Se il bambino si mette a immaginare cose che riguardano Allah per trovarsi da solo delle risposte?

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Sab Giu 06, 2020 6:33 pm    Oggetto: Rispondi citando

Starlight ha scritto:
Assalamu aleikum wrwb.

Mi chiedevo qual'è l'età giusta per introdurre ad un bambino piccolo il concetto di Dio?


Wa`alaykumussalam,

Il prima possibile, per lo meno come forma di dhikr; dev'essere (come è) qualcosa di naturale ed "ovvio", non qualcosa di "forzato" ed "artificiale".
Ovviamente, come già fai intendere, ogni spiegazione dev'essere proporzionata all'età ed al livello di comprensione del bambino.

Citazione:
Se il bambino fa troppe domande e vuole in continuazione sapere il perchè mettendoti in difficoltà, è meglio rimandare e aspettare che cresca ancora un pó?

Per esempio un bambino di 4 o 5 anni che vuole sapere perchè non possiamo vedere Allah e dove si trova? Se Allah si trova nella Jannah? E perchè non si trova nella Jannah e allora dove è? E come mai non lo possiamo sapere? Ecc ecc ecc.. E se poi delle volte il bambino si arrabbia o rimane deluso dal genitore perchè il genitore non trova risposte soddisfacienti per lui in questo caso è meglio evitare di parlargli di Allah?
Se il bambino si mette a immaginare cose che riguardano Allah per trovarsi da solo delle risposte?


Segnalo queste discussioni al riguardo:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2128

MessaggioInviato: Ven Giu 12, 2020 8:39 am    Oggetto: Rispondi citando

Ho cercato di leggere alcune discussioni ma non trovo ancora esattamente tutte le risposte "giuste", perchè trovare le risposte proporzionate alla loro età è veramente difficile senza mentire mai.
Soprattutto quando le risposte non sono del tutto facili da comprendere nemmeno da noi. Per esempio: Allah ce l'ha una casa e un letto? Risposta no. Come mai? Non ne ha bisogno. Ma allora dove vive? Dove si trova? E questo è difficile da spiegare a un bambino piccolo che non sa cosa significa tempo spazio ecc.
E quindi per timore di sbagliare qualcosa nel affrontare questo discorso uno alla fine lo evita del tutto affinchè non si arrivi a discutere dove si trovi Allah, ma mi rendo conto che anche questo è sbagliato!

Intanto jazakAllahu khair, almeno ho capito che non è sbagliato introdurre il concetto di Dio fin da piccoli o che non è uno sbaglio.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Stella d'Oriente
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 20/04/13 19:09
Messaggi: 197
Residenza: Svizzera - Zurich

MessaggioInviato: Sab Giu 13, 2020 8:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Assalamu alaykum sorella

Una potenziale risposta che ho visto che spesso funziona coi bambini é spiegare loro che Allah non é come noi esseri umani, non ha quindi bisogno di un letto, una casa ecc. Se ci comportiamo da bravi musulmani, un giorno inshAllah potremo vedere Allah.
Assicurare loro che Allah c'é, ma noi non sappiamo com'é (fisicamente parlando), proprio perché Allah é Unico e al di sopra di qualsiasi cosa. Conosciamo invece i suoi attributi e quindi si può rispondere alle loro domande tramite questi ultimi.

_________________
Abu Huraira reported:

The Messenger of Allah, peace and blessings be upon him, said, “You will not enter Paradise until you believe and you will not believe until you love each other. Shall I show you something that, if you did, you would love each other? Spread peace between yourselves.”

(Ṣaḥīḥ Muslim 54)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2128

MessaggioInviato: Sab Giu 13, 2020 11:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

Stella d'Oriente ha scritto:
Assalamu alaykum sorella

Una potenziale risposta che ho visto che spesso funziona coi bambini é spiegare loro che Allah non é come noi esseri umani, non ha quindi bisogno di un letto, una casa ecc. Se ci comportiamo da bravi musulmani, un giorno inshAllah potremo vedere Allah.
Assicurare loro che Allah c'é, ma noi non sappiamo com'é (fisicamente parlando), proprio perché Allah é Unico e al di sopra di qualsiasi cosa. Conosciamo invece i suoi attributi e quindi si può rispondere alle loro domande tramite questi ultimi.


Wa aleikum assalam,

Giá fatto ma ogni volta ritorniamo sul punto di partenza ovvero perchè non posso sapere dov'è? Perchè non ora? Perchè non è come noi? Perchè quando ho paura la notte Lui non viene a dormire da me nel mio letto? A quel punto rispondo nel modo da te suggerito ma lui non riesce a capire questa risposta perchè è abituato a immaginare ogni cosa e a descrivere le cose che si immagina e quindi si mette a descrivermi come potrebbe essere secondo la sua immaginazione (a quel punto mi trema il cuore) se gli dico che noi non possiamo immaginare com'è Allah allora si arrabbia e non riesce ad accettare questa risposta. Perchè continua a ripetere e perchè? Secondo me lo fa perchè non riesce a capire la risposta quindi ripete perchè? Ho rimediato diciamo rimandando ogni volta la risposta dicendo tipo ora non ho tempo ne riparliamo un'altra volta oppure ora dobbiamo parlare di un'altra cosa di questo un'altra volta, ora dobbiamo dormire ecc ecc. Ora non abbiamo mai piú affrontato questo argomento perchè non me la sento ma spero di ricominciare un giorno quando ci sentiamo entrambi pronti. Inoltre non ho mai voluto parlare di tutto questo con lui ora ma è successo per caso mentre lo assicuravo che non c'era da avere paura del buio perchè c'è Allah che lo protegge a quel punto mi sono trovata di fronte a un sacco di domande inaspettate!!! E dopo aver visto di non essere capace a rispondergli in modo abbastanza soddisfaciente per lui mi era sorto il dubbio che forse ho sbagliato a parlargli di Allah.

Noto che quando gli dico che Allah è il piû grande e nessuno è grande come Lui e che è il piú forte e che lo ama tantissimo rimane affascinato e contentissimo ma poi comincia a fare quelle altre domande e lí mi cascano le braccia!!!

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Bune
Bannato
Bannato


Registrato: 13/06/20 15:47
Messaggi: 14

MessaggioInviato: Dom Giu 14, 2020 1:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

(...)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2128

MessaggioInviato: Dom Giu 14, 2020 9:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bune ha scritto:
Sembra un bambino intelligente, proprio perchè fa domande.
E' molto interessante, se posso permettermi, vedere la difficoltà di un credente di fronte alla logica ferrea, naturale di un bambino. E' molto semplice: la religione - qualunque religione - non è in grado di fornire prove, perchè si basa sulla fede. La scienza, al contrario, fornisce prove.

E' una questione che mi sono posto anch'io, visto che in futuro vorrei avere dei figli.

Come un bambino, così l'Umanità ha seguito lo stesso percorso: la risposta più semplice, più naturale è immaginare che tutto sia stato creato da qualcuno che non è limitato come noi: Dio, Allah, appunto.
Poi, si comincia a ragionare di più (se certe domande continuano ad essere così pressanti, il che non capita a tutti) e si entra in un età più "filosofica", dove le risposte che la religione fornisce non ci bastano più.

Ti consiglierei di assecondare tuo figlio, di parlargli. Ma non dirgli di avere tutte le risposte, perchè non è così e lui lo capirà. Incoraggialo a cercare, ad usare la sua intelligenza.


Ciao Bune,
Infatti la nostra religione ci incoraggia a usare l'intelletto, la logica ecc. Non sono il problema le sue domande ma il fatto di non essere ancora in grado di capire alcuni concetti come il tempo e lo spazio. Noi musulmani crediamo che Allah ha creato il tempo e lo spazio e che Lui non è confinato in esso come le Sue creature. E dire che Allah vive dentro lo Spazio o il tempo significa dire che è limitato ma questo non è un Suo attributo e Dio non è limitato altrimenti significherebbe che non è Onnipotente.

Il problema nel mio caso è che mio figlio per stare piú tranquillo durante la notte vorrebbe che Allah venga a dormire vicino a lui oppure quando è felice mi chiede se puó venire Allah da lui perchè lo vorrebbe abbracciare. Se provo a spiegargli il concetto di tempo e spazio non riesce a capire cos'è esattamente il tempo. Per lui tempo equivale a orologio che fa tik tak e basta. Quindi non è che mi chiede delle prove per capire l'esistenza di Allah. Lui ci crede ed è felice che ci sia Allah a proteggerlo ma semplicemente vorrebbe sapere perchè non può abbrracciarlo o vederlo vicino cosí sta più tranquillo quando si sveglia durante la notte. Oppure perchè non può parlare con Lui al telefono ecc ecc .. Come mai non può andare a trovarlo e qui partono le domande dove si trova ecc ecc.

Inoltre il problema è che non voglio che mio figlio si metta a immaginare Dio. Noi musulmani non lo facciamo mai perchè Dio non assomiglia alle sue Creature. Nulla è come Lui. E finchè Dio non ci permetterá di vederLo nell'aldilá se ci saremo guadagnati il Paradiso noi non possiamo sapere com'è.

La scienza non è un problema per noi. Ci sono stati tanti scienziati musulmani in passato che hanno contribuito a fare scoperte scientifiche. Se un giorno sará interessato alla scienza sarò piú che felice ma la scienza non dá comunque tutte le risposte come dici tu.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Stella d'Oriente
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 20/04/13 19:09
Messaggi: 197
Residenza: Svizzera - Zurich

MessaggioInviato: Dom Giu 14, 2020 10:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Provo a buttarti giù un paio di altre idee, magari possono venirti utili o forse le hai già provate. Vale la pena ricordare che ogni bambino è diverso e tu sicuramente conosci meglio tuo figlio e saprai meglio qual è l'approccio che più si adatta a lui.

Per il buio, potresti recitargli ad alta voce Ayatul Kursi e gli dici che così facendo Allah manda gli Angeli per proteggerlo che staranno con lui tutta la notte. Nel Quran vengono spesso descritti e sappiamo varie cose su di loro, quindi potrebbe essere un buon punto d'inizo.

Altra cosa che io ho fatto coi miei bimbi, era leggere le storie dei profeti. Essendo qualcosa di più tangibile e facilmente immaginabile, i bambini dimostravano interesse e al contempo stesso assorbivano nozioni importanti che riguardano Allah e l'Islam.

_________________
Abu Huraira reported:

The Messenger of Allah, peace and blessings be upon him, said, “You will not enter Paradise until you believe and you will not believe until you love each other. Shall I show you something that, if you did, you would love each other? Spread peace between yourselves.”

(Ṣaḥīḥ Muslim 54)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2128

MessaggioInviato: Lun Giu 15, 2020 8:19 am    Oggetto: Rispondi citando

Stella d'Oriente ha scritto:
Provo a buttarti giù un paio di altre idee, magari possono venirti utili o forse le hai già provate. Vale la pena ricordare che ogni bambino è diverso e tu sicuramente conosci meglio tuo figlio e saprai meglio qual è l'approccio che più si adatta a lui.

Per il buio, potresti recitargli ad alta voce Ayatul Kursi e gli dici che così facendo Allah manda gli Angeli per proteggerlo che staranno con lui tutta la notte. Nel Quran vengono spesso descritti e sappiamo varie cose su di loro, quindi potrebbe essere un buon punto d'inizo.

Altra cosa che io ho fatto coi miei bimbi, era leggere le storie dei profeti. Essendo qualcosa di più tangibile e facilmente immaginabile, i bambini dimostravano interesse e al contempo stesso assorbivano nozioni importanti che riguardano Allah e l'Islam.


Sí mi sembra un'ottima idea raccontargli le storie dei profeti.
Tu con quale storia hai cominciato? E a che etá hai cominciato a parlare ai tuoi figli di Allah e dei profeti? E a che etá hai cercato di insegnare loro le sure del Quran?

Io in realtá penso ci vuole tempo e pazienza e pian piano capirá sempre di piú ma siccome mi è stato detto diverse volte che non avrei dovuto cosí presto parlargli di Allah allora mi era sorto il dubbio e quindi ho cercato poi di rimandare l'argomento!

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Stella d'Oriente
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 20/04/13 19:09
Messaggi: 197
Residenza: Svizzera - Zurich

MessaggioInviato: Lun Giu 15, 2020 9:58 am    Oggetto: Rispondi citando

I miei bambini hanno già 10 e 12 anni e quindi ahimé non ricordo bene i dettagli. Mi sembra che questo era uno dei siti che avevo usato per le storie dei profeti:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Sicuramente avevo letto loro la storia di Ibrahim alaihi'salam così come ricordo anche quella di Habil e Qabil. Un'altra che hanno trovato molto interessante è stata la storia di Yusuf alaihi'salam. Quest'ultima ricordo di avergliela raccontata di recente.

Non ricordo quando ho introdotto loro il concetto di Allah, perchè è stato un qualcosa di naturale, che faceva parte della nostra quotidianità. Forse avranno avuto 3 anni o anche meno. Pian piano che crescevano, le spiegazioni sono diventate sempre più consone alla loro età. Anche adesso, il modo in cui spiego tantissimi dei concetti dell'Islam è proprio sfruttando le situazioni che si creano. Non so, metti che mi raccontano qualcosa che è successo a scuola e allora io ne approfitto per spiegare loro cosa l'Islam ci insegna riguardo ai rapporti con gli altri.

Le sura del Quran, avranno iniziato a memorizzarle attorno ai 6-7 anni. Prima di quello, ricordo che li facevamo pregare con noi, cosicché avevano l'opportunità di ascoltare la recitazione e questo anche aiuta a ricordare.

Per le storie dei profeti, credo che avranno avuto sui 4-6 anni. Avendo i miei bimbi 2 anni di differenza, puo' essere che spesso l'intenzione principale era di insegnare a quello grande ma poi ovviamente anche il piccolo ne approfittava.

Ricordo che quando avevano sui 6 anni, avevo creato delle memory cards con le lettere dell'alfabeto in arabo per aiutarli ad imparare giocando.

Inizialmente adottavamo spesso il metodo del premio. Ricordo d'aver comprato una volta degli stickers a mo' di stellina e di smiley. Si trattava di cose piccole, ma era più che altro per invogliare i bambini e farli imparare divertendosi.

Adesso Alhamdulillah sanno entrambe leggere il Quran, quest'anno hanno entrambi digiunato tutto Ramadan, pregato Taraweh e assolvono le 5 preghiere. Il piccolo fatica un po' al mattino, quindi per lui sono più 4 che 5.
Una cosa che mi rende molto felice Alhamdulillah è che quando capita che io e mio marito siamo fuori, metti a fare la spesa ed è ora della preghiera, loro pur essendo a casa da soli, fanno la preghiera in orario.

Questo giusto per darti un'idea di come abbiamo fatto noi. Sicuramente ci sarà chi ha fatto in modo diverso e ottenuto comunque buoni risultati. Ogni bambino è diverso e già solo fra i miei due, vedo la differenza e quindi ci siamo sempre dovuti adeguare e usare l'approccio più adatto alla situazione.

_________________
Abu Huraira reported:

The Messenger of Allah, peace and blessings be upon him, said, “You will not enter Paradise until you believe and you will not believe until you love each other. Shall I show you something that, if you did, you would love each other? Spread peace between yourselves.”

(Ṣaḥīḥ Muslim 54)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2128

MessaggioInviato: Mer Giu 17, 2020 10:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

Assalamu 'aleikum,

Hai proprio raagione, ogni bambino è diverso e ognuno ha bisogno di una risposta appropriata basata sulla loro personalitá.

Finalmente credo di aver trovato la risposta giusta per lui, lo scrivo qui giusto per dare un'idea a qualcun se mai ne avesse bisogno o si trovasse nella mia situazione un giorno (cosa che non auguro lol.)
Sempre se il modo in cui gli ho risposto va bene!

Uno di questi giorni abbiamo riaperto questo argomento con mio figlio (nonostsnte l'ansia che mi faceva venire ).

Ho provato a raccontargli molto brevemente la storia del profeta Muhammed sas. E come giá successo in passato, appena ha sentito nominare Allah, la prima domanda che mi fa: ma Allah perchè non viene da me?
Risposta: ti ho detto che è il piú Grande di tutti e noi ci troviamo in un pianeta molto molto piccolo (non so se ho fatto bene a rispondergli così perchè temo sempre di commettere qualche errore di teologia senza rendermi conto ma non so come fare a trovare una risposta abbastanza semplice per lui, nel caso sia sbagliato fatemelo sapere). Poi però temevo che avrebbe detto ah quindi non puó perchè il pianeta terra è troppo piccolo?! Ma invece no, mi ha chiesto: ma allora posso andare io da lui? Posso vedere dov'è così andiamo a trovarlo? E io: no perchè come ti ho giá detto i nostri occhi sono troppo piccoli e Allah è molto grande.

Di solito questa risposta gli andava bene anche se poi finiva per ripetermi ogni domanda d'accapo fino a quando avevo smesso di parlargli di Allah.

Questa volta invece si è messo a piangere.
Gli ho chiesto perchè piangi? Mi ha risposto: perchè i miei occhi sono troppo piccoli e io non riesco a vedere Allah, ma io vorrei tanto poterlo vedere. Voglio andare da lui.

A quel punto mi sono resa conto che non aveva bisogno di spiegazioni logiche sul perchè non può vederlo ora, perchè era come se perdesse ogni speranza di poterlo vedere e quindi appunto piangeva. Allora ho pensato di dirgli che non può vederlo ora perchè non è ancora giunta l'ora. Un giorno quando sará il momento giusto arriverá l'angelo e ci chiamerá per dirci che dobbiamo ritornare da Allah.
E lui ma io voglio vederlo ora!
Io: ora non puoi perchè dobbiamo aspettare, abbiamo un sacco di cose da fare. Prima dobbiano finire di fare le cose che bisogna fare, devi crescere, devi finire la scuola, imparare il Quran, diventare un uomo e poi quando avremmo finito le cose che dobbiamo fare quando lo vorrá Allah, arriverá l'angelo a chiamarci.
E lui di nuovo: ma io voglio adesso. Io: devi imparare ad aspettare altrimenti dovrai aspettare di più. Se vuoi puoi fare dua e dire ad Allah che ci tieni tanto a vederlo e che vorresti incontrarlo per poterlo vedere un giorno.

E sembra abbia funzionato. Il giorno seguente abbiamo ripreso a parlare delle cose belle che Allah gli ha dato e non mi ha chiesto se può vederlo. Che sollievo.
Però ho paura di aver sbagliato qualcosa in queste risposte.
Ho sempre paura di rispondergli nel modo sbagliato. Per caso qualcuno nota qualche errore che mi sfugge?

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.055