Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Esiste un accordo pre-matrimoniale con pre-contratto?

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Lug 13, 2020 7:11 pm    Oggetto: Ads

Top
Artic90
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 27/09/17 22:24
Messaggi: 28

MessaggioInviato: Mar Ott 24, 2017 7:45 pm    Oggetto: Esiste un accordo pre-matrimoniale con pre-contratto? Rispondi citando

Mi piacerebbe avere meglio una visione del matrimonio islamico più a livello giuridico piuttosto che a livello spirituale.

Vi faccio (come al mio solito) un esempio.

Conosco una ragazza musulmana, io piaccio a lei e lei piace a me, ma c'è un problema: non posso sposarla perchè non ho soldi. Ma allo stesso tempo non vogliamo perderci, vogliamo essere...come dire, dei promessi sposi.
Sì, lo so che il fidanzamento è haram, ma per fidanzamento in questo caso io intendo l'uscire insieme con altre persone, vederci a casa con i nostri genitori, e nulla di più.

E' possibile stipulare un accordo pre-matrimoniale in cui entrambi ci prendiamo l'impegno di portare a termine (ovvero sposarci) il nostro obiettivo nel frattempo di una sistemazione lavorativa definitiva?

E se sì, è tutto regolato da un pre-contratto?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Javidan
Affezionato
Affezionato


Registrato: 24/08/16 20:47
Messaggi: 45

MessaggioInviato: Mar Ott 24, 2017 10:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

As-Salam aleykum wa-Rahmatu llahi wa-Barakatuhu.
Non vorrei aver sentito spiegazioni scorrette in merito. Ma che io sappia, non è necessario avere immediatamente i soldi per potersi mantenere in modo indipendente per stipulare un matrimonio valido dal punto di vista islamico. I due giovani possono sposarsi e rimanere ognuno a casa dei propri genitori finché non saranno in grado di andare a vivere per conto proprio. Lo si fa per evitare la zina. Questo almeno è quello che ho sentito, ma dal momento che non ne sono sicura, attendo anche io conferma dagli altri utenti.

P.s. Nel caso, il tuo reale problema sarebbe, in realtà, il consenso dei suoi genitori.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Artic90
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 27/09/17 22:24
Messaggi: 28

MessaggioInviato: Mar Ott 24, 2017 10:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Fosse così sarebbe bellissimo.
Lo dico da semplicissimo ed umilissimo ragazzo italiano che non riesce a trovare uno straccio di lavoro, cioè perdere l'amore della mia vita per colpe che non ho.
E' anche vero però che ci sono certe etnie di religione musulmane sono dell'idea che la figlia, una volta sposata, deve andar via di casa proprio perchè sarà compito del marito doverla accudire e mantenere economicamente (ma vaglielo a spiegare come funzionano le cose in Italia).
Ad esempio una ragazza marocchina che conosco vagamente mi ha detto che in Marocco (almeno le famiglie di lì, quelle che si sono integrate qui non so) guardano molto al lato materiale: hai un lavoro? hai una casa? Se sì, allora nostra figlia è tua.

Per la zina... ti posso dire che per me il rapporto carnale non è importante, anzi, è proprio la purezza ed il pudore che io cerco e che sto cercando di portare avanti. Quindi non mi sposerei per arrivare più velocemente a quello, ma per poter iniziare a progettare le basi per il futuro. La moglie c'è, benissimo. Cosa manca? Un lavoro per una casa. E va bene. Poi magari poter ottenere un piccolo aumento o una leggera promozione per poter avere un bimbo.

Io poi comunque resto dell'idea che sia fidanzamento o un matrimonio, se Dio vuole ma soprattutto c'è amore e volontà, dura. Tutto sta nella volontà di entrambi i partners.

E riguardo al contratto (o pre-contratto), che tipo di clausole ci sono? Sono clausole decide "a tavolino" con la nostra consorte che valgono solo secondo il diritto islamico?

PS: Sì, il consenso dei genitori, ovvio. Ma per una questione di nazionalità o di religione? Perchè comunque ho sentito dire che, sempre escludendo determinate etnie-culture, l'Islam non è una religione razzista quindi chiunque può sposare chiunque basta che si condivida insieme il cammino religioso. Poi ovvio, ci saranno sempre genitori che andranno per il detto "Moglie e buoi dei paesi tuoi".
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Hosh dar Dam
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 12/07/07 04:20
Messaggi: 663
Residenza: Ma Wara' an-Nahr

MessaggioInviato: Mer Ott 25, 2017 9:18 pm    Oggetto: Re: Esiste un accordo pre-matrimoniale con pre-contratto? Rispondi citando

Artic90 ha scritto:
Mi piacerebbe avere meglio una visione del matrimonio islamico più a livello giuridico piuttosto che a livello spirituale.

Vi faccio (come al mio solito) un esempio.

Conosco una ragazza musulmana, io piaccio a lei e lei piace a me, ma c'è un problema: non posso sposarla perchè non ho soldi. Ma allo stesso tempo non vogliamo perderci, vogliamo essere...come dire, dei promessi sposi.
Sì, lo so che il fidanzamento è haram, ma per fidanzamento in questo caso io intendo l'uscire insieme con altre persone, vederci a casa con i nostri genitori, e nulla di più.

E' possibile stipulare un accordo pre-matrimoniale in cui entrambi ci prendiamo l'impegno di portare a termine (ovvero sposarci) il nostro obiettivo nel frattempo di una sistemazione lavorativa definitiva?

E se sì, è tutto regolato da un pre-contratto?


Ci sono sostanzialmente due condizioni: o si è sposati, o non lo si è.
Il "fidanzamento" è semplicemente il periodo di tempo che intercorre tra quando si decide che ci si sposerà, e l'effettivo matrimonio, ed è un periodo che dovrebbe durare il meno possibile, ma che non ha differenze sullo statuto giuridico dei futuri marito e moglie (se non piccole cose come il fatto che altri uomini non possono avanzare proposte di matrimonio alla futura moglie che ha già concordato un matrimonio, e cose di questo genere).

Se la ragazza e la sua famiglia sono d'accordo, ci si può teoricamente sposare anche se al momento "non hai i soldi", fatto salvo il minimo necessario e stante la tua serietà e determinazione a concederle i suoi diritti in termini di mantenimento economico, luogo di residenza, etc.

Javidan ha scritto:
Non vorrei aver sentito spiegazioni scorrette in merito. Ma che io sappia, non è necessario avere immediatamente i soldi per potersi mantenere in modo indipendente per stipulare un matrimonio valido dal punto di vista islamico. I due giovani possono sposarsi e rimanere ognuno a casa dei propri genitori finché non saranno in grado di andare a vivere per conto proprio. Lo si fa per evitare la zina. Questo almeno è quello che ho sentito, ma dal momento che non ne sono sicura, attendo anche io conferma dagli altri utenti.


Confermo, ma è un'eventualità delicata di cui bisogna stare bene attenti a non abusare, o a non minimizzare le effettive responsabilità e diritti reciproci.

Artic90 ha scritto:
E' anche vero però che ci sono certe etnie di religione musulmane sono dell'idea che la figlia, una volta sposata, deve andar via di casa proprio perchè sarà compito del marito doverla accudire e mantenere economicamente (ma vaglielo a spiegare come funzionano le cose in Italia).


Beh questa non è semplicemente l'idea di "certe etnie": è responsabilità del marito provvedere al mantenimento della moglie.

Citazione:
Ad esempio una ragazza marocchina che conosco vagamente mi ha detto che in Marocco (almeno le famiglie di lì, quelle che si sono integrate qui non so) guardano molto al lato materiale: hai un lavoro? hai una casa? Se sì, allora nostra figlia è tua.


Una famiglia Musulmana guarda innanzitutto alla fede, pietà religiosa, carattere e comportamento del futuro marito Musulmano (assieme ovviamente alla sua capacità di prendersi carico anche materiale delle relative responsabilità, che fanno parte anch'esse dei "doveri religiosi"); non "vende" la figlia al miglior offerente.

Citazione:
E riguardo al contratto (o pre-contratto), che tipo di clausole ci sono? Sono clausole decide "a tavolino" con la nostra consorte che valgono solo secondo il diritto islamico?


Il matrimonio nel diritto islamico è un contratto tra le due parti: oltre ai diritti e doveri "di base" fondamentali, le stesse parti possono aggiungere eventuali clausole e condizioni a piacimento (purché lecite e valide), in base alle loro esigenze.

Citazione:
PS: Sì, il consenso dei genitori, ovvio. Ma per una questione di nazionalità o di religione? Perchè comunque ho sentito dire che, sempre escludendo determinate etnie-culture, l'Islam non è una religione razzista quindi chiunque può sposare chiunque basta che si condivida insieme il cammino religioso. Poi ovvio, ci saranno sempre genitori che andranno per il detto "Moglie e buoi dei paesi tuoi".


L'Islam non prescrive che una determinata razza/etnia/nazionalità non possa sposarne un'altra, dunque no, non c'è razzismo.
Le singole persone e famiglie, possono poi avere eventuali preferenze, come tutti noi d'altronde - e similmente ci sono culture più "aperte" o più "chiuse" all'esterno ("esterno" inteso come comunità etnico-nazionale, non religiosa), talvolta fin troppo.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



یک زمانہ صحبت با اولیاء
بہتر از صد سالہ طاعت بے ریا
Top
Profilo Invia messaggio privato
Artic90
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 27/09/17 22:24
Messaggi: 28

MessaggioInviato: Mer Ott 25, 2017 10:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sempre un piacere leggerti Hosh.

E' vero che è compito del marito sostenere a livello economico la moglie (anche se, ultimamente, ci sono sempre più mogli musulmane che lavorano, fra dieci magari saranno proprio le mogli ad essere il capofamiglia a livello economico, questo perchè le giovani studentesse frequentano università ed ambiscono a ruoli importanti. Posso dire banalmente che io, che non ho potuto finire l'università, sarò magari un videoterminalista da non oltre 1500 euro al mese mentre mia moglie un'avvocatessa con un guadagno triplicato).

Però quello che ti chiedo è: io ora come ora non ho un lavoro fisso, solo lavoretti da 400-500 euro al mese. Ovvio che una moglie non la posso mantenere. Però allo stesso tempo se m'innamoro di quella ragazza non voglio perderla. E se guadagno così poco non è per colpa mia, ma della situazione lavorativa tra i giovani.

Ora tu mi dirai "Se vi volete bene allora aspetterete insieme, la sposerai quando troverai un buon lavoro". Ragionamento sensato. Ma io ribadisco: siamo in Italia, in Italia cosa c'è di sensato? Il lavoro lo posso trovare anche tra 5 anni.
Posso stare 5 anni "sposato virtualmente" ? Io non avrei problemi ad avere un rapporto "fratello-sorella", ma non vorrei che interferissero altre varianti (che ne so, il fatto che lei s'innamori di un altro, il fatto che la sua famiglia cambi idea su di me, e così via).

Riguardo alla "razza": ho cercato su internet un po' di informazioni, i paesi Nord Africani sembrano molto più aperti, anche in estremo oriente è tutto molto più libero. Il problema lo si trova nei paesi medio-orientali, dove spesso ci si sposa per caste (che ancora non ho capito di preciso cosa comprendono), per conoscenze, per raccomandazioni familiari: immaginate uno come me che va a chiedere in sposa una ragazza Iraniana o Pakistana o dell'Arabia Saudita.

Invece riguardo al contratto: valgono le leggi islamiche o italiane? Vi faccio un esempio. In Italia, i figli, vengono sempre affidate alle mamme anche se il matrimonio è stato rovinato proprio da loro. E ad andare fuor di casa tocca ai padri.
A me invece piacerebbe mettere una clausola del genere: "Chi è responsabile della rottura del matrimonio, perde affidamento e ogni bene materiale".
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Susanna
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 27/06/12 15:22
Messaggi: 61
Residenza: It, Roma (Rm)\ Madhhab: Hanafi

MessaggioInviato: Gio Ott 26, 2017 12:31 am    Oggetto: Rispondi citando

Artic90, calcola che io e io mio futuro marito siamo anche noi nella situazione che vogliamo sposarci e andare a vivere insieme ma, per il momento, lui non guadagna abbastanza da potersi permettere una casa! Quindi stiamo temporeggiando, non possiamo stare insieme, tranne quando lui viene qui a casa mia, con mia madre e i miei fratelli presenti..ma è una situazione scomoda, anche perché non si possono avere interazioni tra "fidanzati" di nessun genere, prima di essere sposati. Purtroppo la situazione, con il lavoro , qui in Italia è quel che è.. anche lui guadagna 500-600 euro al mese, troppo poco per un affitto. Ma stiamo pensando, a questo punto, di sposarci ugualmente e vivere qui a casa mia, nell'attesa di una sistemazione adeguata, perché è difficile restare separati o "sposati virtualmente", come hai detto tu..penso, agli occhi di Allah Ta'ala, sia meglio che una coppia si sposi subito, appena può, piuttosto di andare avanti rischiando di commettere zina o di allontanarsi (è anche vero che, se c'è amore e interesse, è difficile che ci si allontani..)..

_________________
Al 'Imran
190. In verità, nella creazione dei cieli e della terra e nell'alternarsi della notte e del giorno, ci sono certamente segni per coloro che hanno intelletto,
191. che in piedi, seduti o coricati su un fianco ricordano Allah e meditano sulla creazione dei cieli e della terra, [dicendo]: “Signore, non hai creato tutto questo invano. Gloria a Te! Preservaci dal castigo del Fuoco.
Il Viaggio Notturno
30. Non sanno dunque i miscredenti che i cieli e la terra formavano una massa compatta? Poi li separammo e traemmo dall'acqua ogni essere vivente. Ancora non credono?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Artic90
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 27/09/17 22:24
Messaggi: 28

MessaggioInviato: Gio Ott 26, 2017 7:45 am    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Susanna, Grazie per il tuo intervento. Ma tu sei italiana convertita? Ma se voi due vi sposaste restando ognuno a casa propria ma pur comportandovi da marito e moglie?
Ora lasciamo perdere per un attimo la zina... Da sposati potete tranquillamente uscire, fare una gita... Come si usa fare nei fidanzamenti occidentali.
Non credo che il non poter dormire insieme tutte le notti o il non condividere pranzo e cena possa influire molto. Se c'è amore e Dio ha già dato la sua benedizione di cosa preoccuparsi?
Pensate alle coppie sposate dove lui è assente anche per mesi interi dovuti al lavoro o chi sono in attesa del ricongiungimento... Eppure il loro amore resiste.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Susanna
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 27/06/12 15:22
Messaggi: 61
Residenza: It, Roma (Rm)\ Madhhab: Hanafi

MessaggioInviato: Gio Ott 26, 2017 12:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

Si, Artic, sono italiana convertita, così come il mio futuro sposo. Diciamo si, si potrebbe fare anche come dici tu, è solo più "strano" essere sposati ma sembrare una coppietta di fidanzatini del liceo..il problema qui non è tanto il dormire insieme, quanto lo stare insieme. È solo un po' strano sposarsi e vivere separati da 50km di distanza..questo per chissà quanto tempo. Lui si è attivato per trovare una sistemazione, un affitto basso..ma, per il momento, una stanza sarà più he sufficiente, così da "regolarizzare" la situazione davanti ad Allah Ta'ala..

_________________
Al 'Imran
190. In verità, nella creazione dei cieli e della terra e nell'alternarsi della notte e del giorno, ci sono certamente segni per coloro che hanno intelletto,
191. che in piedi, seduti o coricati su un fianco ricordano Allah e meditano sulla creazione dei cieli e della terra, [dicendo]: “Signore, non hai creato tutto questo invano. Gloria a Te! Preservaci dal castigo del Fuoco.
Il Viaggio Notturno
30. Non sanno dunque i miscredenti che i cieli e la terra formavano una massa compatta? Poi li separammo e traemmo dall'acqua ogni essere vivente. Ancora non credono?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Artic90
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 27/09/17 22:24
Messaggi: 28

MessaggioInviato: Gio Ott 26, 2017 1:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Fossero queste le preoccupazioni!
Sposatevi, siate l'uno per l'altra, siate fedeli e appena potete andate a vivere insieme mettendo su una bella famiglia.
Purtroppo l'Italia al mondo d'oggi offre questo.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.045