Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Forse sono un'apostata

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Accettare l'Islam; percorsi e problemi di fede
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mer Set 23, 2020 2:02 am    Oggetto: Ads

Top
Layla Qamar
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 23/11/14 05:48
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Mer Dic 03, 2014 6:18 pm    Oggetto: Forse sono un'apostata Rispondi citando

Salam alaykum.
Ripropongo qui la mia situazione perché nella sezione presentazioni non ho ricevuto risposta.

Ho origini musulmane per parte di madre, una libica nata in Italia. Ha sposato un italiano non musulmano, e io ho nome e cognome italiani e quindi nessuno della mia cerchia di amici mi ha mai considerata come tale.
La scorsa estate ho scoperto il sufismo, e mi ha colpita così tanto che mi è venuta voglia di riscoprire le mie radici.
Quando sono tornata a scuola (frequento l'ultimo anno di liceo) avevo il velo, ma le reazioni degli amici (in particolare di una ragazza) mi hanno fatto pensare a molte cose che anch'io ritengo controverse.


La mia amica femminista mi ha detto che se avessi più autostima adorerei la Grande Madre e non Yahwe o Allah che ha solo attributi declinati al maschile. Poi le donne non possono essere profetesse e sacerdotesse come nel paganesimo perché nell'Islam la Profezia e l'Imamato spettano solo agli uomini.
Poi c'è la questione del velo e della segregazione sessuale: non si potrebbe essere modeste e non provocanti anche in jeans e maglietta? In Occidente nessuno vede morbosità in questo tipo di abbigliamento come invece accade nei paesi di tradizione islamica. Io inoltre ho degli amici anche maschi con i quali non è mai accaduto nulla di sconveniente. Anche quelli che tra di loro sono atei rispettano e apprezzano il mio pudore.
Inoltre delle cose lette qui sul forum mi hanno scioccata: la condanna di arte e musica, il dovere di obbedienza assoluta al marito, il non poter uscire di casa se non per motivi seri, che non si può nemmeno impedirgli di sposare altre donne...senza contare che mia madre solo per il fatto di avere sposato un non musulmano verrebbe considerata apostata e quindi potrebbe essere messa in carcere (o peggio uccisa) in uno Stato islamico...

Ho sottoposto questi dubbi a dei musulmani che conosco e mi sono state date risposte molto diverse che vanno dal "basta che preghi poi fai ciò che vuoi" al "sacrifica la tua razionalità e accetta tutto senza riflettere".

Insomma, la cosa mi causa talmente tanta inquietudine che mi fa pensare che forse si può amare benissimo Dio ed essere persone moralmente pie anche senza praticare una religione precisa.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2769
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Lun Dic 08, 2014 3:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
La mia amica femminista mi ha detto che se avessi più autostima adorerei la Grande Madre e non Yahwe o Allah che ha solo attributi declinati al maschile. Poi le donne non possono essere profetesse e sacerdotesse come nel paganesimo perché nell'Islam la Profezia e l'Imamato spettano solo agli uomini.

Sorella in tutto questo discorso c'è un errore di base nell'approccio alla ricerca della verità.
La religione non è ciò che più ci gratifica dal punto di vista del nostro ego.
La religione è la ricerca disinteressata (nel senso di non condizionata dalle nostre passioni) della verità.
La tua amica cerca di avvicinarti a quella roba pagana facendo leva sul fatto che essa gratifica il tuo "orgoglio" di donna. Ma a quel punto ragionando così un maschio non troverebbe verità in quella roba perchè non se ne sentirebbe gratificato. E lui si metterebbe ad adorare il "grande padre". E come dice Senofane ognugno finirebbe per adorare solo un riflesso di se stesso: le mucche gli dei a forma di mucca, le rane gli dei a forma di ranee, le donne la dea donna e gli uomini il dio uomo.
La religione non è così idiota. Non è la carota data all'asino per farlo contento. E' verità punto e basta.
La verità dell'Islam è la verità innegabile ed incontrovertibile di un unico Dio creatore di tutte le cose.
Dio non è un maschio! Astaghffirullah. Non è un uomo nè una donna. E' al di là di questi attributi limitati e limitanti. E' il creatore dell'uomo e della donna e di tutto l'universo. Uomo e donnna sono creature uguali agli occhi di Dio, semplicemente dotate rispettivamente di diversi diritti e doveri. La donna deve chiedere il diritto di uscire ma allo stesso tempo non è obbligata a lavorare (mentre l'uomo è obbligato a lavorare per manternerla). Ecc.
Per dirti sorella per me è molto più impegnativo avere l'obbligo di lavorare e mantenere una famiglia piuttosto che quello di dover chiedere il permesso a mio marito per uscire. Quindi ben venga =). Insomma io contrariamente alle femministe masochiste mi sento onorata di poter non lavorare!
In ogni caso citare solo gli obblighi è sinonimo di malafede. Perchè non vengono citati anche gli obblichi maschili? E perchè non vengono mai citati i diritti della donna nel Corano: per esempio il diritto ad ereditare, diritto che qui in Occidente le donne hanno cominciato a vedersi riconosicuto solo verso la fine del XIX secolo.
Sorella dovresti leggerti tutti gli innumerevoli Ahadith in cui si parla del dovere di onorare la propria sposa e di rispettarla, a partire da uno dei più noti che dice che "il migliore fra gli uomini è il migliore con la propria sposa".
Ogni obbligo ha una sua controparte di diritto sia per l'uomo che per la donna, affinche uomo e donna possano vivere serenamente la loro vita coniugale senza doversi tirare i capelli per decidere chi deve fare cosa.
Citazione:

Insomma, la cosa mi causa talmente tanta inquietudine che mi fa pensare che forse si può amare benissimo Dio ed essere persone moralmente pie anche senza praticare una religione precisa.
Ma no sorella, se tu andassi fino in fondo con i tuoi dubbi capiresti che senza rivelazione i concetti stessi di bene e male si dissolvono. Chi ti direbbe cosa significa "essere persone pie"? E poi l'amore anche nella vita reale non è solo un sentimento. E' un insieme di atti. Se tu ami tuo marito ma non fai nulla per comunicarglgi questo amore, di fatto il tuo amore sarebbe solo fumo e parole. I rituali religiosi sono gli atti attraverso i quali noi viviamo realmente la nostra devozione a Dio. Sono necessari e mantengono viva la fede.
Citazione:

verrebbe considerata apostata

No, l'apostasia è l'atto di abbandonare la fede.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
othman
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 15/01/14 18:47
Messaggi: 647

MessaggioInviato: Dom Dic 21, 2014 1:19 pm    Oggetto: Forse sono un'apostata Rispondi citando

.......


L'ultima modifica di othman il Mer Feb 28, 2018 11:25 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
arby90
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 05/11/10 03:14
Messaggi: 34

MessaggioInviato: Gio Gen 15, 2015 11:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

cara sorella,ti ricordo che anche nella chiesa è il prete maschio che puo confessare , solo i maschi possono diventare vescovi cardinali e papi, mai eletto un papa donna,non vedo perche poi le suore possono portare il velo e le donne musulmane no anche maria che viene adorata viene ritratta col velo
e come ti diceva prima la sorella nell islam le donne hanno sempre avuto il diritto di ereditare nell occidente c è la mentalita che l eredita spetta al figlio maschio,solo negli ultimi anni con la laicita la donna puo ereditare
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Accettare l'Islam; percorsi e problemi di fede Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.035