Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Le condizioni del NIQAB

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tematiche femminili
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Lug 09, 2020 1:25 am    Oggetto: Ads

Top
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Dom Giu 09, 2013 10:44 am    Oggetto: Le condizioni del NIQAB Rispondi citando

Assalamu 'Alaykum a Rahmatullah wa Barakayuh

avrei delle domande su quale sia il modo corretto di portare il niqab.
Vivendo in un paese la cui legge garantisce la libetà religiosa solo a parole ma non di fatto, mi chidevo come potrebbe far fronte una musulmana ad alcuni problemi che potrebbero divenire di caratteri quotidiano.

Prima di tutto, però, vorrei sapere se: una volta deciso di indossare il niqab, la musulmana lo porta in ogni occasione di uscita, durante il quale potrebbe trovarsi esposta a qualsiasi persona estranea? (Non so, deve uscire sul balcone a annaffiare i fiori, scendere a prendere la posta nella cassetta...)

Poi. E' cocesso togliersi il niqab se:
1. Devi fare una commissione in comune/posta e non ti fanno entrare? (Non so se può accadere, ma potrebbero esserci altri luoghi pubblici in cui fanno problemi, come un corso di istruzione o la scuola che frequenti).

2. Ti fermano le forze dell'ordine per chiederti di farti riconoscere.

3. Devi spostarti con l'aereo e la sicurezza ti crea problemi.

Inoltre, se i tuoi genitori/suoceri miscredenti, fanno problemi a te o al marito (arrivando a seri litigi) perché non vogliono che la gente sappia che sono imparentati con una donna che porta il niqab, puoi fare un eccezione e toglierti il niqab - solo quando ti trovi ospite da loro o loro sono tuoi ospiti... magari si limitano le uscite che non sono per necessità -?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Ven Giu 14, 2013 5:18 pm    Oggetto: Re: Le condizioni del NIQAB Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:
Prima di tutto, però, vorrei sapere se: una volta deciso di indossare il niqab, la musulmana lo porta in ogni occasione di uscita, durante il quale potrebbe trovarsi esposta a qualsiasi persona estranea?


Ovviamente sì, ma questa domanda nasconde un "falso problema", ed una diffusa idea errata, quella per la quale "il niqab diventa obbligatorio quando si comincia ad indossarlo".
Tale idea di fatto serve a scoraggiare una persona, a spaventarla, a farle sentire addosso una maggiore pressione, come si trattasse di fare qualcosa che viene fatto sentire "pesante" e "difficile", tipo "guarda che se cominci poi non te lo puoi più togliere!".

Ho parlato nel dettaglio di questa "mentalità" in questo post, che invito a leggere:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



In realtà, o si ritiene che il niqab sia obbligatorio (che è la posizione maggioritaria e più forte), o che sia raccomandato (ed entrambi sono motivi più che validi per indossarlo).

Se si ritiene che sia obbligatorio, è obbligatorio sempre, non solo "se si comincia ad indossarlo".
E come qualsiasi altra cosa, se anche in un'occasione si fa un errore, quell'errore sarà considerato un singolo peccato, non un qualcosa che vanifichi tutti gli anni precedenti e quelli futuri di corretta adorazione.
Ad esempio, se una donna che indossa il niqab in una data occasione non lo indossa per una qualche ragione (valida o non valida), non è che avrà in tal modo vanificato o perso la ricompensa degli anni precedenti in cui lo ha sempre indossato; avrà "semplicemente" commesso un peccato (nel caso in cui la motivazione non fosse valida).
Né tale sua azione sarà tale che "allora tanto vale non metterlo più, visto che per mezz'ora non l'ho indossato"; quando si fa un errore, si chiede perdono ad Allah, ci si rialza, e si ricomincia.

Ràjiyah ha scritto:
(Non so, deve uscire sul balcone a annaffiare i fiori, scendere a prendere la posta nella cassetta...)


Beh, sì.. In particolare se ritieni che sia obbligatorio.

Ràjiyah ha scritto:
Poi. E' cocesso togliersi il niqab se:
1. Devi fare una commissione in comune/posta e non ti fanno entrare? (Non so se può accadere, ma potrebbero esserci altri luoghi pubblici in cui fanno problemi, come un corso di istruzione o la scuola che frequenti).

2. Ti fermano le forze dell'ordine per chiederti di farti riconoscere.

3. Devi spostarti con l'aereo e la sicurezza ti crea problemi.


In alcuni casi come questi - soprattutto in caso di controlli di polizia - diventa necessario farsi riconoscere e quindi insha'Allah non si avrà commesso un peccato se ci si scopre giusto il tempo necessario a farsi riconoscere. Considera poi che si può richiedere di essere riconosciuti in un luogo appartato da una poliziotta donna, il che è decisamente meglio.

Anche per situazioni che potrebbero richiedere di togliere il niqab per motivi di "sicurezza" - come entrare in banca - potrebbe essere valida la stessa regola, soprattutto considerato che mi pare di aver letto che in testi di fiqh si menzionano situazioni come certe transazioni finanziarie (nelle quali è necessario essere identificati) come "eccezioni" valide in cui è permesso scoprire il volto.

Poi dipende anche dall'effettiva necessità; se si tratta di un'operazione che potrebbe ad esempio fare proprio marito, non è necessario andare in prima persona in banca, etc..

Ràjiyah ha scritto:
Inoltre, se i tuoi genitori/suoceri miscredenti, fanno problemi a te o al marito (arrivando a seri litigi) perché non vogliono che la gente sappia che sono imparentati con una donna che porta il niqab, puoi fare un eccezione e toglierti il niqab - solo quando ti trovi ospite da loro o loro sono tuoi ospiti... magari si limitano le uscite che non sono per necessità -?


L'obbedienza al proprio creatore ha la precedenza su tutto il resto.
Soprattutto se si ritiene che il niqab sia obbligatorio, il fatto che i propri genitori/suoceri facciano problemi non è un motivo valido per toglierlo.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Ven Giu 14, 2013 8:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
In realtà, o si ritiene che il niqab sia obbligatorio (che è la posizione maggioritaria e più forte), o che sia raccomandato (ed entrambi sono motivi più che validi per indossarlo).

Se si ritiene che sia obbligatorio, è obbligatorio sempre, non solo "se si comincia ad indossarlo".
E come qualsiasi altra cosa, se anche in un'occasione si fa un errore, quell'errore sarà considerato un singolo peccato, non un qualcosa che vanifichi tutti gli anni precedenti e quelli futuri di corretta adorazione.
Ad esempio, se una donna che indossa il niqab in una data occasione non lo indossa per una qualche ragione (valida o non valida), non è che avrà in tal modo vanificato o perso la ricompensa degli anni precedenti in cui lo ha sempre indossato; avrà "semplicemente" commesso un peccato (nel caso in cui la motivazione non fosse valida).
Né tale sua azione sarà tale che "allora tanto vale non metterlo più, visto che per mezz'ora non l'ho indossato"; quando si fa un errore, si chiede perdono ad Allah, ci si rialza, e si ricomincia.


In tal caso mi sorge un dubbio: se il niqab è raccomandato o necessario secondo l'opinione comune, chi non lo indossa, è in una condizione di compiere peccato o di fare qualcosa di riprovevole?

Citazione:
Ovviamente sì, ma questa domanda nasconde un "falso problema", ed una diffusa idea errata, quella per la quale "il niqab diventa obbligatorio quando si comincia ad indossarlo".
Tale idea di fatto serve a scoraggiare una persona, a spaventarla, a farle sentire addosso una maggiore pressione, come si trattasse di fare qualcosa che viene fatto sentire "pesante" e "difficile", tipo "guarda che se cominci poi non te lo puoi più togliere!".


Più che un compiere un peccato togliendo il niqab, senza perdere il merito di tutto il tempo in cui si è portato, ho sentito sconsigliare di fare una cosa del genere con il pretesto che "se non lo porti sempre, è una presa in giro (nel senso che non sei una persona che ha preso seriamente l'obbligo, se non metti il niqab anche quando apri la porta alla vicina di casa che è venuta a chiederti se hai del sale - esempio banale)".

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Ven Giu 14, 2013 8:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ah, dimenticavo, ma è vero che quandi si compie l'Hajj è proibito portare il niqab?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Ven Giu 14, 2013 9:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:
In tal caso mi sorge un dubbio: se il niqab è raccomandato o necessario secondo l'opinione comune, chi non lo indossa, è in una condizione di compiere peccato o di fare qualcosa di riprovevole?


La definizione stessa di "necessario" (wajib) implica che la sua omissione costituisce un peccato.
In base alla posizione della necessità del niqab, sì, non indossarlo costituisce un peccato.
In base alla posizione di non-necessità (ma raccomandazione) del niqab, ometterlo non costituisce peccato (ma è inteso che metterlo sia comunque "meglio").

Ràjiyah ha scritto:
ho sentito sconsigliare di fare una cosa del genere con il pretesto che "se non lo porti sempre, è una presa in giro (nel senso che non sei una persona che ha preso seriamente l'obbligo, se non metti il niqab anche quando apri la porta alla vicina di casa che è venuta a chiederti se hai del sale - esempio banale)".


Ecco, questo genere di "consigli" sono proprio quelli cui accennavo nel post precedente.

Perché queste sorelle, alla notizia della tua intenzione di iniziare ad indossare il niqab, non ti hanno appoggiato, sostenuto, aiutato?
Perché, invece di complimentarsi con la tua decisione, hanno scelto la strada del "terrorismo psicologico", dello scoraggiamento, della complicazione?
Non necessariamente si è trattato di cattiveria da parte loro; spesso questo ed altri "comuni consigli" vengono ripetuti senza pensarci più di tanto, perché è capitato di sentirli a propria volta, ma la loro portata - così come quella di altri simili "comuni consigli" è negativa ed errata.
Essi nascono da quella "cultura popolare" di "essere Musulmani sì, ma non "eccessivamente"" che porta a guardare con sospetto ed invidia chi faccia più e meglio di sè, e dunque ad elaborare tali "nozioni", "idee" e "consigli" per scoraggiare la possibilità che anche una propria amica o conoscenza possa migliorare e diventare migliore di sé.
All'interno di questa "cultura popolare" di pratica limitata dell'Islam, vi sono diverse di queste nozioni (da quella del sospetto verso chi "prega troppo", alle "storie" su questa o quella donna col niqab o uomo con la barba che "sembra tanto pio e poi invece ne combina di cotte e di crude", alle frecciatine su Tizio o Caio che "va sempre in moschea però poi...", etc. etc.

Sono sicuro che ognuno di noi ne ha sentite, di nozioni e "storie" di questo genere.

Tutte queste nascono dall'invidia e dal tentativo di recuperare - col sospetto, la maldicenza, le menzogne - la "superiorità" su chi pratica più e meglio di sè, e di allontanare altri Musulmani da una pratica migliore e più rigorosa dell'Islam.

E nascono inoltre dall'altra diffusa idea popolare, quella dell'"l'assurda idea secondo la quale vi sarebbero "due sharie":

-O non pratichi affatto, fai "quello che vuoi" e te ne freghi e non saresti responsabile di nulla - e quindi non dovrai mai eseguire alcun obbligo, altrimenti arriva un "fratello sincero" che ti dice: "ma come, fumi marjuana e preghi? Sei un'ipocrita, o fai uno o fai l'altro!" - ovviamente sottintendendo che deve smettere ed abbandonare l'unica cosa giusta che faceva, ovvero smettere di pregare, così almeno sarà "coerente" (come se Allah premiasse tale genere di falsa "coerenza"!); quando invece è ovvio che avrebbe dovuto incoraggiarlo per aver iniziato a pregare ed al tempo stesso invitarlo a smettere di fumare!

-Oppure, se davvero decidi di praticare l'Islam, allora devi essere perfetto, senza macchia, eseguire tutto al 100% e non inciampare mai, altrimenti "non ne vale nemmeno la pena".. E visto che è impossibile essere perfetti, dato che non siamo profeti, allora sembra quasi ovvio che "non ne vale la pena", per cui - secondo questa visione, perchè stare anche solo a provarci? Meglio stare nella prima "shari`ah", per la quale non si sarebbe responsabili di niente e non si deve fare nulla: "Io sono esentato, sono "non-praticante", ho il tesserino; l'Islam si applica solo ai "praticanti""!....
".
[Estratto dal post che invitavo a leggere più su, in cui ho già affrontato questa questione].

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Ven Giu 14, 2013 9:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:
Ah, dimenticavo, ma è vero che quandi si compie l'Hajj è proibito portare il niqab?


No, non proprio.

Ciò che è proibito durante lo stato di ihram (e dunque non per tutto il periodo dell'Hajj) è che il proprio volto entri a contatto con del tessuto; che sia una coperta, un cappellino, un turbante (per gli uomini tale divieto si estende anche a tutta la testa) o un niqab.

Ma si può coprire comunque il volto, a condizione che il tessuto non tocchi la pelle del viso, e difatti molte donne indossano comunque un tipo "speciale" di niqab, nel quale il tessuto che copre il volto è tenuto distanziato da esso da una visiera:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Sab Giu 15, 2013 12:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
La definizione stessa di "necessario" (wajib) implica che la sua omissione costituisce un peccato.
In base alla posizione della necessità del niqab, sì, non indossarlo costituisce un peccato.
In base alla posizione di non-necessità (ma raccomandazione) del niqab, ometterlo non costituisce peccato (ma è inteso che metterlo sia "meglio").


Per quale ragione, tante/i musulmane/i aggrediscono il niqab? Loro citano a dimostrazione il Qur’an, nel quale è menzionato l’obbligo che le donne devono coprirsi a “eccezioni delle mani e del viso”. Quindi, il niqab è un altro baluardo degli estremisti, in questo caso, delle donne estremiste.
Ma le donne che hanno studiato, o studiano la religione come ogni musulmano dovrebbe e dovrebbe avere diritto di poter fare, portano il niqab, e non credo lo usino come “divisa scolastica”.
Ecco, questo genere di "consigli" sono proprio quelli cui accennavo nel post precedente.

Citazione:
Perché queste sorelle, alla notizia della tua intenzione di iniziare ad indossare il niqab, non ti hanno appoggiato, sostenuto, aiutato?
Perché, invece di complimentarsi con la tua decisione, hanno scelto la strada del "terrorismo psicologico", dello scoraggiamento, della complicazione?
Non necessariamente si è trattato di cattiveria da parte loro; spesso questo ed altri "comuni consigli"


Nel caso specifico, è stato scuramente per ignoranza e mal informazione. In un'altra occasione, mi è stato detto che è un abbigliamento da “vecchia” (vecchia e pure brutta, si può dire) e non da donna giovane o da ragazza...
La tradizione sostituita all'istruzione, è un grave problema per la Ummah, si continua a tramandare nozioni sbagliate e nessuno che va a controllare se gli siano corrette oppure no.

Citazione:
Essi nascono da quella "cultura popolare" di "essere Musulmani sì, ma non "eccessivamente"" che porta a guardare con sospetto ed invidia chi faccia più e meglio di sè, e dunque ad elaborare tali "nozioni", "idee" e "consigli" per scoraggiare la possibilità che anche una propria amica o conoscenza possa migliorare e diventare migliore di sé.
All'interno di questa "cultura popolare" di pratica limitata dell'Islam, vi sono diverse di queste nozioni (da quella del sospetto verso chi "prega troppo", alle "storie" su questa o quella donna col niqab o uomo con la barba che "sembra tanto pio e poi invece ne combina di cotte e di crude", alle frecciatine su Tizio o Caio che "va sempre in moschea però poi...", etc. etc.
Tutte queste nascono dall'invidia e dal tentativo di recuperare - col sospetto, la maldicenza, le menzogne - la "superiorità" su chi pratica più e meglio di sè, e di allontanare altri Musulmani da una pratica migliore e più rigorosa dell'Islam.


Vedo nel percorso di degradazione dei musulmani, la stessa strada percorsa in precedenza dai cristiani, ormai arrivati a vedere nelle proprie pratiche, solo bigottismo e/o fanatismo.

Citazione:
E nascono inoltre dall'altra diffusa idea popolare, quella dell'"l'assurda idea secondo la quale vi sarebbero "due sharie":


Sì, ho letto il thread che mi hai suggerito.

Citazione:
Ciò che è proibito durante lo stato di ihram (e dunque non per tutto il periodo dell'Hajj) è che il proprio volto entri a contatto con del tessuto; che sia una coperta, un cappellino, un turbante (per gli uomini tale divieto si estende anche a tutta la testa) o un niqab.

Ma si può coprire comunque il volto, a condizione che il tessuto non tocchi la pelle del viso, e difatti molte donne indossano comunque un tipo "speciale" di niqab, nel quale il tessuto che copre il volto è tenuto distanziato da esso da una visiera:


Di questo pilastro della religione, so molto poco, quasi nulla. Dove posso trovare materiale in italiano sull’Hajj?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Dom Giu 16, 2013 2:53 am    Oggetto: Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:
Per quale ragione, tante/i musulmane/i aggrediscono il niqab?


Non credo che siano tanti alhamdulillah.
Quello che lo fanno, il loro iman è in serio pericolo (per i dettagli dipende da cosa dicano effettivamente caso per caso).
Criticare qualsiasi precetto dell'Islam è estremamente grave e può facilmente portare una persona fuori dall'Islam.

Ràjiyah ha scritto:
Loro citano a dimostrazione il Qur’an, nel quale è menzionato l’obbligo che le donne devono coprirsi a “eccezioni delle mani e del viso”.


Quello è un hadith; non mi risulta vi sia alcuna espressione del genere nel Qur'an.
Il Fiqh non è questione di "citare" uno o due ahadith a memoria; è la comprensione del complesso di tutte le fonti dell'Islam.
La pratica di coprire il volto è menzionata in molteplici ahadith.

Si può eventualmente discutere se sia obbligatorio o meno, ma non c'è dubbio che sia una parte dell'Islam.

Ràjiyah ha scritto:
Quindi, il niqab è un altro baluardo degli estremisti, in questo caso, delle donne estremiste.


A deboli ed invidiosi piace accusare chi cerca di fare più e meglio di loro invece di ammettere di essere nell'errore o comunque che qualcuno sia migliore di se.
E quindi invece di dire che "sì, lui fa le cose così come si deve, io invece sbaglio perché sono debole", diventa che "quello è un estremista, non c'è scritto da nessuna parte nel Qur'an, non è affatto necessario", etc. etc.
Da qui tutti gli aspetti della "cultura popolare" cui accennavo nel post precedente.

Ràjiyah ha scritto:
In un'altra occasione, mi è stato detto che è un abbigliamento da “vecchia” (vecchia e pure brutta, si può dire) e non da donna giovane o da ragazza...


Astaghfirullah.
Cos'è, la "donna gggiovane" è quella che deve mettere in mostra la sua mercanzia agli occhi degli estranei, e posticipare l'abbigliamento corretto all'età in cui tanto poi non ha più "nulla da perdere"?

Ràjiyah ha scritto:
Di questo pilastro della religione, so molto poco, quasi nulla. Dove posso trovare materiale in italiano sull’Hajj?


Mi sa che fai prima ad imparare l'inglese!...

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Dom Giu 16, 2013 11:42 am    Oggetto: Rispondi citando

Salam. scusatemi ma io non ho ben capito: il Niqab è obbligatorio o no?
io non lo porto, ed è stato un traguardo portare il velo.. non credo nemmeno di essere pronta per queston tipo di abbigliamento, ma non vorrei commettere peccati..
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Dom Giu 16, 2013 12:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Non credo che siano tanti alhamdulillah.
Quello che lo fanno, il loro iman è in serio pericolo (per i dettagli dipende da cosa dicano effettivamente caso per caso).
Criticare qualsiasi precetto dell'Islam è estremamente grave e può facilmente portare una persona fuori dall'Islam.


Allora sono capitati quasi tutti a me, quei pochi. =(

Citazione:
Quello è un hadith; non mi risulta vi sia alcuna espressione del genere nel Qur'an.
Il Fiqh non è questione di "citare" uno o due ahadith a memoria; è la comprensione del complesso di tutte le fonti dell'Islam.
La pratica di coprire il volto è menzionata in molteplici ahadith.

Si può eventualmente discutere se sia obbligatorio o meno, ma non c'è dubbio che sia una parte dell'Islam.


Allora, mi sono sbagliata della fonte. Scusa.
Però il "lasciare scoperti mani e viso" l'ho sentito dire spesso.

Citazione:
Astaghfirullah.
Cos'è, la "donna gggiovane" è quella che deve mettere in mostra la sua mercanzia agli occhi degli estranei, e posticipare l'abbigliamento corretto all'età in cui tanto poi non ha più "nulla da perdere"?


Graze a Dio è un'osservazione che ho sentito dire solo una volta, e per di più, come al solito, per ignoranza.

[quote]Salam. scusatemi ma io non ho ben capito: il Niqab è obbligatorio o no?

Ottima domanda. Fin'ora ho appurato che è necessario o obbligatorio secondo il parere maggiore dei sapienti. In entrambi i casi, parrebbe che non portarlo sia peccato.

Citazione:
io non lo porto, ed è stato un traguardo portare il velo.. non credo nemmeno di essere pronta per queston tipo di abbigliamento, ma non vorrei commettere peccati..


MashaAllah, il timore verso Allah (SWT) ti aiuterà a superare gli ostacoli.

C'è tanta gente che è pronta e non si vergogna di uscire mezza nuda o con mezzo metro di creste verde prato, vermiglio o arancio che pare un semaforo, perché dovresti avere tu difficoltà a indossare l'hijab o il niqab che è un abbigliamento umile, dignitoso e serio? =)

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Dom Giu 16, 2013 1:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

[quote="Ràjiyah"][quote]

Citazione:
Salam. scusatemi ma io non ho ben capito: il Niqab è obbligatorio o no?

Ottima domanda. Fin'ora ho appurato che è necessario o obbligatorio secondo il parere maggiore dei sapienti. In entrambi i casi, parrebbe che non portarlo sia peccato.

Citazione:
io non lo porto, ed è stato un traguardo portare il velo.. non credo nemmeno di essere pronta per queston tipo di abbigliamento, ma non vorrei commettere peccati..


MashaAllah, il timore verso Allah (SWT) ti aiuterà a superare gli ostacoli.

C'è tanta gente che è pronta e non si vergogna di uscire mezza nuda o con mezzo metro di creste verde prato, vermiglio o arancio che pare un semaforo, perché dovresti avere tu difficoltà a indossare l'hijab o il niqab che è un abbigliamento umile, dignitoso e serio? =)



Salam. L'Hijab già lo porto, purtroppo non l'ho messo subito, ma ora grazie ad Allah ce l'ho fatta. Rimane il passo del Niqab... Già i peccati sono sempre dietro l'angolo, manca solo di farne qualcuno senza saperlo e siamo apposto :)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2766
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Dom Giu 16, 2013 9:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Però il "lasciare scoperti mani e viso" l'ho sentito dire spesso.


Una Sheikh Saudita mi disse che questo Hadith è circostanziato al periodo dell'Hajj (o meglio, del tawwaf), in cui il viso non deve essere toccato da alcun lembo di tessuto ( e infatti il cappellino di cui Umar ha postato la foto permette alle donne che non vogliono mostrare il volto, di coprirselo senza che la stoffa tocchi la pelle; e le mani). Questo perchè lei sosteneva l'obbligatorietà del Nikab, così io le citai questo hadith e lei mi diede questa spiegazione.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Giu 17, 2013 2:04 am    Oggetto: Rispondi citando

Simo; ha scritto:
Salam. scusatemi ma io non ho ben capito: il Niqab è obbligatorio o no?


Wa`alaykum assalam warahmatullahi wabarakatuh,

Come ho già scritto pochi post fa in questo stesso thread:

"In base alla posizione della necessità del niqab, sì, non indossarlo costituisce un peccato.
In base alla posizione di non-necessità (ma raccomandazione) del niqab, ometterlo non costituisce peccato (ma è inteso che metterlo sia comunque "meglio")
".

"In realtà, o si ritiene che il niqab sia obbligatorio (che è la posizione maggioritaria e più forte), o che sia raccomandato (ed entrambi sono motivi più che validi per indossarlo).".

Quindi, tra i sapienti sono presenti entrambe le posizioni, con una piuttosto netta predominanza della prima (necessità).

Simo; ha scritto:
Però il "lasciare scoperti mani e viso" l'ho sentito dire spesso.


E' da un hadith, le definizioni sull'`awrah e su cosa sia necessario o meno coprire vanno poi oltre la mera citazione di uno o due ahadith.

Ràjiyah ha scritto:
Citazione:
Salam. scusatemi ma io non ho ben capito: il Niqab è obbligatorio o no?


Ottima domanda. Fin'ora ho appurato che è necessario o obbligatorio secondo il parere maggiore dei sapienti. In entrambi i casi, parrebbe che non portarlo sia peccato.


Come ho già scritto pochi post fa in questo stesso thread:

"In base alla posizione della necessità del niqab, sì, non indossarlo costituisce un peccato.
In base alla posizione di non-necessità (ma raccomandazione) del niqab, ometterlo non costituisce peccato (ma è inteso che metterlo sia comunque "meglio")
".

Ràjiyah ha scritto:
C'è tanta gente che è pronta e non si vergogna di uscire mezza nuda o con mezzo metro di creste verde prato, vermiglio o arancio che pare un semaforo, perché dovresti avere tu difficoltà a indossare l'hijab o il niqab che è un abbigliamento umile, dignitoso e serio? =)


Verissimo!

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Lun Giu 17, 2013 12:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
"In base alla posizione della necessità del niqab, sì, non indossarlo costituisce un peccato.
In base alla posizione di non-necessità (ma raccomandazione) del niqab, ometterlo non costituisce peccato (ma è inteso che metterlo sia comunque "meglio")".


Ma questo concetto sottinteso non è tanto inteso dalla maggior parte.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
hupaska
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 02/03/13 10:50
Messaggi: 641
Residenza: Italia (Emilia Romagna)

MessaggioInviato: Lun Giu 17, 2013 12:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:
Citazione:
"In base alla posizione della necessità del niqab, sì, non indossarlo costituisce un peccato.
In base alla posizione di non-necessità (ma raccomandazione) del niqab, ometterlo non costituisce peccato (ma è inteso che metterlo sia comunque "meglio")".


Ma questo concetto sottinteso non è tanto inteso dalla maggior parte.



Più che altro magari a volte è un freno il fatto che in un luogo pubblico possano fare delle "storie" per via del riconoscimento visivo, ma finchè non si va in anagrafe o in un luogo di pubblica sicurezza o comunque "istituzionale" secondo me sarebbe anche possibile... Per lo meno a casa sua ognuno dovrebbe sentirsi libero di gestirsi come meglio ritiene...

_________________
Son troppi i colori nel mondo, non li puoi chiudere in una bandiera...

“Cadi sette volte, rialzati otto”

"Quando soffia la tempesta e hai paura di annegare
Chiama, chiama piano Sai che non sarò lontano ..."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Lun Giu 17, 2013 1:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:
Simo; ha scritto:
Salam. scusatemi ma io non ho ben capito: il Niqab è obbligatorio o no?


Wa`alaykum assalam warahmatullahi wabarakatuh,

Come ho già scritto pochi post fa in questo stesso thread:

"In base alla posizione della necessità del niqab, sì, non indossarlo costituisce un peccato.
In base alla posizione di non-necessità (ma raccomandazione) del niqab, ometterlo non costituisce peccato (ma è inteso che metterlo sia comunque "meglio")
".

"In realtà, o si ritiene che il niqab sia obbligatorio (che è la posizione maggioritaria e più forte), o che sia raccomandato (ed entrambi sono motivi più che validi per indossarlo).".

Quindi, tra i sapienti sono presenti entrambe le posizioni, con una piuttosto netta predominanza della prima (necessità).

Simo; ha scritto:
Però il "lasciare scoperti mani e viso" l'ho sentito dire spesso.


E' da un hadith, le definizioni sull'`awrah e su cosa sia necessario o meno coprire vanno poi oltre la mera citazione di uno o due ahadith.

Ràjiyah ha scritto:
Citazione:
Salam. scusatemi ma io non ho ben capito: il Niqab è obbligatorio o no?


Ottima domanda. Fin'ora ho appurato che è necessario o obbligatorio secondo il parere maggiore dei sapienti. In entrambi i casi, parrebbe che non portarlo sia peccato.


Come ho già scritto pochi post fa in questo stesso thread:

"In base alla posizione della necessità del niqab, sì, non indossarlo costituisce un peccato.
In base alla posizione di non-necessità (ma raccomandazione) del niqab, ometterlo non costituisce peccato (ma è inteso che metterlo sia comunque "meglio")
".

Ràjiyah ha scritto:
C'è tanta gente che è pronta e non si vergogna di uscire mezza nuda o con mezzo metro di creste verde prato, vermiglio o arancio che pare un semaforo, perché dovresti avere tu difficoltà a indossare l'hijab o il niqab che è un abbigliamento umile, dignitoso e serio? =)


Verissimo!


Ora mi è un po più chiaro. Dai tuoi post precedenti non avevo ben capito la posizione presa sul Niqab. Quanto al fatto di "coprirsi eccetto mani e viso", non sapevo fosse tratto da un Hadit. Ci sono molti Hadit che trattano della tematica vestiaria? (è una curiosità, non è necessario che qualcuno metta qui tutti gli Hadit di propria conoscenza, mi basterebbe un si o un no.) Grazie a tutti. Salam
Top
Profilo Invia messaggio privato
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Lun Giu 17, 2013 1:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

hupaska ha scritto:
Ràjiyah ha scritto:
Citazione:
"In base alla posizione della necessità del niqab, sì, non indossarlo costituisce un peccato.
In base alla posizione di non-necessità (ma raccomandazione) del niqab, ometterlo non costituisce peccato (ma è inteso che metterlo sia comunque "meglio")".


Ma questo concetto sottinteso non è tanto inteso dalla maggior parte.



Più che altro magari a volte è un freno il fatto che in un luogo pubblico possano fare delle "storie" per via del riconoscimento visivo, ma finchè non si va in anagrafe o in un luogo di pubblica sicurezza o comunque "istituzionale" secondo me sarebbe anche possibile... Per lo meno a casa sua ognuno dovrebbe sentirsi libero di gestirsi come meglio ritiene...


Concordo anche io con te, ma ti posso assicurare che sono pochi a pensarla come noi. molta gente al giorno d'oggi non accetta la "diversità", anche se la persona """diversa""" non interagisce con la vita di nessuno; intendo dire che se una donna sceglie appunto di mettersi il Niqab o quant'altro, ed è una scelta scelta, non vedo il motivo di non doverle più rivolgerle la parola o scoraggiarla per questo, d'altra parte mica è venuta ad imporre niente a me. Che poi, se un ragazzo inizia a fumare a 20 anni, mica è incoraggiato a smettere, se una ragazza è in bikini sulla spiaggia con tutti che la guardano, mica è incoraggiata a rivestirsi, se mai qualcuno le fa i complimenti e le chiede che dieta ha fatto per essere così in forma! Credo che il problema di oggi sta nel fatto che si crede che ciò che fa la comunità sia giusto, chi fa qualcosa di diverso per ovvie ragioni non è accettato. Sse un giorno l'80% delle donne fossero in giro con il Niqab, anche il restante 20% lo metterebbe. Naturalmente non per un motivo valido, ma solo perchè tutte le altre lo mettono. Io so per certo che se incontrassi una donna che indossa il Niqab o il Burqa, e sia stata lei a scegliere ciò, oppure una donna venisse a chiedermi un parere sul fatto di iniziare a indossarlo o meno, la incoraggerei e la ammirerei un po per il ""coraggio"" di aver scelto la via più giusta (quella di avvicinarsi sempre di più ad Allah) andando contro l'opinione pubblica. Mica la scoraggerei! Salam
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Giu 17, 2013 4:33 pm    Oggetto: Rispondi citando

Simo; ha scritto:
Ci sono molti Hadit che trattano della tematica vestiaria? (è una curiosità, non è necessario che qualcuno metta qui tutti gli Hadit di propria conoscenza, mi basterebbe un si o un no.)


Sì!

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Lun Giu 17, 2013 9:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:
Simo; ha scritto:
Ci sono molti Hadit che trattano della tematica vestiaria? (è una curiosità, non è necessario che qualcuno metta qui tutti gli Hadit di propria conoscenza, mi basterebbe un si o un no.)


Sì!


non lo sapevo. Pensavo che gli Hadit trattasssero solo della vita del Profeta (pbsL), non di "norme" su come fare questo o quello.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Giu 17, 2013 10:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Simo; ha scritto:
Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:
Simo; ha scritto:
Ci sono molti Hadit che trattano della tematica vestiaria? (è una curiosità, non è necessario che qualcuno metta qui tutti gli Hadit di propria conoscenza, mi basterebbe un si o un no.)


Sì!


non lo sapevo. Pensavo che gli Hadit trattasssero solo della vita del Profeta (pbsL), non di "norme" su come fare questo o quello.


Gli ahadith sono la forma "documentaria" della Sunnah, e la Sunnah è la seconda fonte dell'Islam assieme al Qur'an.

Ovviamente quindi contengono norme, regole, consigli, etc.

"Ahadith" significa narrazioni, ovverosia narrazioni di ciò che il Profeta sallallaahu non solo ha fatto, ma anche di ciò che ha ordinato, proibito, etc.; sono fonte di informazioni sulla vita del Profeta sallallaahu, ma non solo!

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Salaam
Moderatore
Moderatore


Registrato: 25/08/09 14:05
Messaggi: 488
Residenza: Nord-Est Italia Madhhab:Maliki

MessaggioInviato: Mar Giu 18, 2013 9:34 am    Oggetto: Rispondi citando

Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:

Ràjiyah ha scritto:
In un'altra occasione, mi è stato detto che è un abbigliamento da “vecchia” (vecchia e pure brutta, si può dire) e non da donna giovane o da ragazza...

Astaghfirullah.
Cos'è, la "donna gggiovane" è quella che deve mettere in mostra la sua mercanzia agli occhi degli estranei, e posticipare l'abbigliamento corretto all'età in cui tanto poi non ha più "nulla da perdere"?

...mi domando come possano avere la garanzia di arrivarci fino a quell'eta' dato che la morte, cosi' come la vita, e' nelle Mani dell'Altissimo...forse e' proprio quest'errata sicurezza nel "domani terreno" che trae in inganno e fa sbagliare tanti di noi, che Allah ci guidi e ci perdoni.

_________________
“Fear Allah in the way you treat animals...” (Abu Dawood 2/328)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Mar Giu 18, 2013 5:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
...mi domando come possano avere la garanzia di arrivarci fino a quell'eta' dato che la morte, cosi' come la vita, e' nelle Mani dell'Altissimo...forse e' proprio quest'errata sicurezza nel "domani terreno" che trae in inganno e fa sbagliare tanti di noi, che Allah ci guidi e ci perdoni.


Amin.


Toglietemi una curiosità, ma qual è la posizione del madhhab Maliki riguardo al niqab (è necessario, obbligatorio o raccomandato)?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Sab Giu 22, 2013 11:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

Salaam ha scritto:
Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:

Ràjiyah ha scritto:
In un'altra occasione, mi è stato detto che è un abbigliamento da “vecchia” (vecchia e pure brutta, si può dire) e non da donna giovane o da ragazza...

Astaghfirullah.
Cos'è, la "donna gggiovane" è quella che deve mettere in mostra la sua mercanzia agli occhi degli estranei, e posticipare l'abbigliamento corretto all'età in cui tanto poi non ha più "nulla da perdere"?

...mi domando come possano avere la garanzia di arrivarci fino a quell'eta' dato che la morte, cosi' come la vita, e' nelle Mani dell'Altissimo...forse e' proprio quest'errata sicurezza nel "domani terreno" che trae in inganno e fa sbagliare tanti di noi, che Allah ci guidi e ci perdoni.


Esatto..
Amin!

Ràjiyah ha scritto:
Toglietemi una curiosità, ma qual è la posizione del madhhab Maliki riguardo al niqab (è necessario, obbligatorio o raccomandato)?


A questo link trovi una risposta di Shaykh Hamza Maqbul:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Dom Giu 23, 2013 3:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:

Risposta di Shaykh Hamzah Wald Maqbul:

"[Lo statuto del niqab è]:
-Fard se la bellezza di una donna è una fitnah.
-Raccomandato se è l`urf di un popolo od un segno di virtù ["righteousness"] in un determinato luogo.
-Makruh, se indossato per takalluf [il mio vocabolario offre come traduzione "finzione, affettazione, manierismo, ipocrisia"] da una donna che non risponde ai criteri precedenti.

Si noti che è esplicitamente scritto nell'Hashiyah dell'Imam Dusuqi sul Khalil che l'intero corpo di una donna è `awrah di fronte ad un uomo kafir estraneo ["unrelated" / ghayr-mahram].


cos'è l'urf? Il secondo punto non mi è chiaro e anche il terzo non sono sicura di averlo capito.

Portami pazienza, ma sulle questioni religiose voglio avere le idee nitide e essere sicura di non mal interpretare nulla.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
ummabdullah
Matricola
Matricola


Registrato: 21/06/13 17:03
Messaggi: 18

MessaggioInviato: Dom Giu 23, 2013 5:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:
Citazione:

Risposta di Shaykh Hamzah Wald Maqbul:

"[Lo statuto del niqab è]:
-Fard se la bellezza di una donna è una fitnah.
-Raccomandato se è l`urf di un popolo od un segno di virtù ["righteousness"] in un determinato luogo.
-Makruh, se indossato per takalluf [il mio vocabolario offre come traduzione "finzione, affettazione, manierismo, ipocrisia"] da una donna che non risponde ai criteri precedenti.

Si noti che è esplicitamente scritto nell'Hashiyah dell'Imam Dusuqi sul Khalil che l'intero corpo di una donna è `awrah di fronte ad un uomo kafir estraneo ["unrelated" / ghayr-mahram].


cos'è l'urf? Il secondo punto non mi è chiaro e anche il terzo non sono sicura di averlo capito.

Portami pazienza, ma sulle questioni religiose voglio avere le idee nitide e essere sicura di non mal interpretare nulla.


Bismillah ar-rahamani ar-rahim
Assalmwualeikum waramathullahy warabarakathu'

Si intende per al'urf ( العرف) il costume o tradizione che rappresenta la consuetudine di un popolo. Per Al'Urf si puo' intendere la consuetudine del popolo beduino sahariano, le quali mogli servono e riveriscono i mariti, obbediendo loro senza chiedere che essi facciano qualcosa per le loro donne.
Top
Profilo Invia messaggio privato
ummabdullah
Matricola
Matricola


Registrato: 21/06/13 17:03
Messaggi: 18

MessaggioInviato: Dom Giu 23, 2013 6:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Simo; ha scritto:
Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:
Simo; ha scritto:
Ci sono molti Hadit che trattano della tematica vestiaria? (è una curiosità, non è necessario che qualcuno metta qui tutti gli Hadit di propria conoscenza, mi basterebbe un si o un no.)


Sì!


non lo sapevo. Pensavo che gli Hadit trattasssero solo della vita del Profeta (pbsL), non di "norme" su come fare questo o quello.


Bismillah ar-rahmani ar-rahim
assalamwualeikum waramathullahi warabarakathuhu

ukti, ti consiglio di fare al piu presto l'acquisto di libri quali Al-Bukhari e Al-Muslim, in quanto questi sono le raccolte degli hadith basilari che un muslim debba conoscere nel momento incui intraprende la strada della conoscenza. Alhamdullilah il profeta SAW ci ha trasmesso grandi cose, grandi saggezze, ed i suoi hadith sono una guida essenziale.
Dagli abiti, al cibo, al comportamento, funerali, zakaht, medicina, e molto altro.

A cio' si aggiunge che senza gli Hadith a portata di mano, diventa difficile capire i significati del Corano, delle sureh e delle singole ayah', perche' ognuna di esse e' stata rivelata in un specifico periodo di tempo, o legato uno specifico avvenimento, e per fartene un esempio preciso, ti cito Surah Al Masad (111) in cui e' citato il destino di Abu Lahab (padre del fuoco) il cui nome originario e' Abd-Al-Uzza, e sua moglie. Egli era lo zio del profeta SAW, ma anche il suo piu' acerrimo nemico vivente.

Inshalla da qui in poi spero che la curiosita' sia una tua virtu' per scoprire il resto della storia.

Che Allah 'T'ahala ti guidi sulla retta via.
Amin
Top
Profilo Invia messaggio privato
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Dom Giu 23, 2013 10:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

ummabdullah ha scritto:
Simo; ha scritto:
Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:
Simo; ha scritto:
Ci sono molti Hadit che trattano della tematica vestiaria? (è una curiosità, non è necessario che qualcuno metta qui tutti gli Hadit di propria conoscenza, mi basterebbe un si o un no.)


Sì!


non lo sapevo. Pensavo che gli Hadit trattasssero solo della vita del Profeta (pbsL), non di "norme" su come fare questo o quello.


Bismillah ar-rahmani ar-rahim
assalamwualeikum waramathullahi warabarakathuhu

ukti, ti consiglio di fare al piu presto l'acquisto di libri quali Al-Bukhari e Al-Muslim, in quanto questi sono le raccolte degli hadith basilari che un muslim debba conoscere nel momento incui intraprende la strada della conoscenza. Alhamdullilah il profeta SAW ci ha trasmesso grandi cose, grandi saggezze, ed i suoi hadith sono una guida essenziale.
Dagli abiti, al cibo, al comportamento, funerali, zakaht, medicina, e molto altro.

A cio' si aggiunge che senza gli Hadith a portata di mano, diventa difficile capire i significati del Corano, delle sureh e delle singole ayah', perche' ognuna di esse e' stata rivelata in un specifico periodo di tempo, o legato uno specifico avvenimento, e per fartene un esempio preciso, ti cito Surah Al Masad (111) in cui e' citato il destino di Abu Lahab (padre del fuoco) il cui nome originario e' Abd-Al-Uzza, e sua moglie. Egli era lo zio del profeta SAW, ma anche il suo piu' acerrimo nemico vivente.

Inshalla da qui in poi spero che la curiosita' sia una tua virtu' per scoprire il resto della storia.

Che Allah 'T'ahala ti guidi sulla retta via.
Amin


Grazie del consiglio, ma è in italiano la raccolta che citi? Il mio inglese è di livello elementare... E poi dove lo posso trovare?

( ukti vuol dire sorella? Scusa l'ignoranza...)

Mi hai creato curiosità comunque... :))
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Giu 24, 2013 11:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

ummabdullah ha scritto:
Ràjiyah ha scritto:
cos'è l'urf?


Si intende per al'urf ( العرف) il costume o tradizione che rappresenta la consuetudine di un popolo. Per Al'Urf si puo' intendere la consuetudine del popolo beduino sahariano, le quali mogli servono e riveriscono i mariti, obbediendo loro senza chiedere che essi facciano qualcosa per le loro donne.


Ovviamente non soltanto quella del popolo beduino sahariano, bensì quella di qualsiasi cultura...
E non necessariamente `urf designa qualche usanza negativo; ad esempio, se in una determinata cultura l'uso di un certo colore (che per la Shari`ah è meramente permesso) è associato a criminali o prostitute, diventa come minimo sconsigliato per un Musulmano che vive in un tale contesto utilizzarlo per i propri vestiti (giusto per fare un esempio semplificatorio)...

ummabdullah ha scritto:
ukti, ti consiglio di fare al piu presto l'acquisto di libri quali Al-Bukhari e Al-Muslim, in quanto questi sono le raccolte degli hadith basilari che un muslim debba conoscere nel momento incui intraprende la strada della conoscenza.


Certamente, se li studia presso un sapiente (e dopo anni in cui ha studiato molte altre discipline, a partire dalla grammatica e dalla lingua araba)!

Altrimenti, l'acquisizione della conoscenza della dottrina e delle regole dell'Islam non avviene - né è mai avvenuta - per mezzo della lettura casuale e priva di guide di qualche raccolta di ahadith, nemmeno se si tratta di qualche racconta rigorosamente autentica.

Argomento già affrontato qui:

Studiare gli ahadith di Bukhari e Muslim da soli? -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Su "se l'hadith è autentico, ecco il mio madhhab" -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



SOLO Qur'an ed Ahadith? SOLO Sahih Bukhari? -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



ummabdullah ha scritto:
A cio' si aggiunge che senza gli Hadith a portata di mano, diventa difficile capire i significati del Corano, delle sureh e delle singole ayah', perche' ognuna di esse e' stata rivelata in un specifico periodo di tempo, o legato uno specifico avvenimento,


Ed a sua volta è estremamente difficile capire l'effettivo significato degli ahadith senza le spiegazioni degli `Ulama'..

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Ven Giu 28, 2013 4:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:
Ovviamente non soltanto quella del popolo beduino sahariano, bensì quella di qualsiasi cultura...
E non necessariamente `urf designa qualche usanza negativo; ad esempio, se in una determinata cultura l'uso di un certo colore (che per la Shari`ah è meramente permesso) è associato a criminali o prostitute, diventa come minimo sconsigliato per un Musulmano che vive in un tale contesto utilizzarlo per i propri vestiti (giusto per fare un esempio semplificatorio)...


JazakaAllah Khayran

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
nadia889
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 31/07/12 17:08
Messaggi: 170

MessaggioInviato: Gio Set 19, 2013 10:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

E se una donna lo considera raccomandabile, quindi non obbligatorio, ma vuole lo stesso metterlo "a volte" nel senso che in alcune situazioni lo mette e in altre no, è peccato?
Intendo che non lo fa perché vuole decidere lei quando sia opportuno o meno, ma vuoi per comodità o per altre considerazioni...
Un po' come fare il digiuno volontario costantemente ma non sempre...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Ven Set 20, 2013 12:11 am    Oggetto: Rispondi citando

nadia889 ha scritto:
E se una donna lo considera raccomandabile, quindi non obbligatorio, ma vuole lo stesso metterlo "a volte" nel senso che in alcune situazioni lo mette e in altre no, è peccato?


E come potrebbe mai essere un peccato fare qualcosa di raccomandato (a meno che non lo si faccia con un'intenzione del tutto sbagliata e peccaminosa)!

Proprio in questo thread discutevamo dell'errore della mentalità "o fai tutto sempre o sennò non devi farlo mai".

nadia889 ha scritto:
Intendo che non lo fa perché vuole decidere lei quando sia opportuno o meno, ma vuoi per comodità o per altre considerazioni...


Non mi è molto chiara questa parte; ad ogni modo se ad esempio una sorella deve andare in un luogo nel quale tema in modo particolare la fitnah e decide di coprire il volto anche se di solito non lo fa, nulla di male, anzi, ottimo!
Se poi dopo queste esperienze decide di iniziare a coprire sempre il volto, ancora meglio!..

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
nadia889
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 31/07/12 17:08
Messaggi: 170

MessaggioInviato: Ven Set 20, 2013 9:27 am    Oggetto: Rispondi citando

Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:

Non mi è molto chiara questa parte; ad ogni modo se ad esempio una sorella deve andare in un luogo nel quale tema in modo particolare la fitnah e decide di coprire il volto anche se di solito non lo fa, nulla di male, anzi, ottimo!


Ecco appunto, intendevo questo! Mi hai già risposto!
Quindi non è peccato se poi non lo mette più in altre circostanze? Visto che lei segue l'opinione secondo cui è "solo" raccomandato!

Mentre se una sorella crede che sia obbligatorio allora è peccato se non lo mette anche una sola volta (per ragioni non valide). Giusto?

Jazak Allahu khairan!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Set 25, 2013 8:45 am    Oggetto: Rispondi citando

nadia889 ha scritto:
Quindi non è peccato se poi non lo mette più in altre circostanze? Visto che lei segue l'opinione secondo cui è "solo" raccomandato!

Mentre se una sorella crede che sia obbligatorio allora è peccato se non lo mette anche una sola volta (per ragioni non valide). Giusto?


Sì, fondamentalmente è così, così come in qualsiasi altro caso fintanto che si sia "coperti" dalla fatwa autentica di un sapiente qualificato, ortodosso che riporti un'opinione forte e solida della sua scuola e del quale si abbia fiducia (delle sue conoscenze, competenze e qualificazioni, della sua taqwa e sincerità, etc.).

(Poi c'è un altro discorso relativo ai "criteri" sulla base dei quali seguire un'opinione piuttosto che un'altra, etc.).

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Ven Ott 25, 2013 11:05 am    Oggetto: Re: Le condizioni del NIQAB Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:

Inoltre, se i tuoi genitori/suoceri miscredenti, fanno problemi a te o al marito (arrivando a seri litigi) perché non vogliono che la gente sappia che sono imparentati con una donna che porta il niqab, puoi fare un eccezione e toglierti il niqab - solo quando ti trovi ospite da loro o loro sono tuoi ospiti... magari si limitano le uscite che non sono per necessità -?


Ovviamente nel momento in cui sei sola con genitori o suoceri non c'è in linea generale la necessità del niqab. Il problema subentra se sono presenti altri estranei o se siete in un luogo pubblico.

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tematiche femminili Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.07