Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 



 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tematiche femminili
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Ven Lug 03, 2020 3:29 pm    Oggetto: Ads

Top
Ouidad Rima
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 07/09/13 00:57
Messaggi: 78

MessaggioInviato: Ven Ott 18, 2013 5:44 pm    Oggetto: L'identità di una musulmana: togliere hijab per stage? Rispondi citando

Assalamu Alaikum Wa Rahmatullahi Taala Wa Barakatuh
Essendo al terzo anno del liceo linguistico, è previsto uno stage all'estero di una settimana di full immersion linguistica nel paese di appartenenza di una delle tre lingue studiate. Quest'anno la lingua per la quale si farà il viaggio è il francese e si dovrà trascorrere una settimana ad Antibes in cui si studierà in una scuola del luogo e si visiteranno al pomeriggio musei d'arte e tante altre attività.
Bene. Benissimo.
La madrelingua oggi mi ha presa dopo la fine della lezione per dirmi che la francia è un paese laico ( quel dannato aggettivo al giorno d'oggi usato come per denominare il più alto livello di ragionevolezza e imparzialità e freddezza d'animo, la laicità ovverosia quella caratteristica che permette a tutti di discernere e raggiungere l'apoteosi della perfezione così come è stata definita in questo degradato ventunesimo secolo ), una cosa che so perchè tempo fa ho fatto ricerche sull'argomento con una sorella che si è trasferita là e si è per così dire preparata psicologicamente per togliere il hijab nei luoghi pubblici. Qualcosa che fa accapponare la pelle.
Allora io , alla professoressa, ho detto che non ha senso dal momento che io andrò là come studentessa di una scuola italiana per uno stage e le leggi non dovrebbero valere. Lei mi ha detto che se anche fosse, nei musei non mi farebbero entrare, scuola o non scuola. E poi ha detto: ma cosa sarà mai una settimana senza il velo? Dio è perdonatore (la prof è cristiana cattolica ) e in una situazione del genere mica ti punirà con l'inferno dal momento che sa che lo fai per la scuola. E poi ha aggiunto: anche perchè andremo ad aprile, e rilassati un po' con quelle gonne, mettiti dei jeans, dai!
E io ero scioccata! Le ho detto che le gonne in lana e i pullover li metto a ottobre mica ad aprile e che per allora una camicia e una gonna in cotone faranno al caso mio, ma mica mi sento scomoda così! Solo che il velo non ho intenzione di toglierlo. Mi ha allora detto che avrebbe telefonato a mia madre per un appuntamento così da accordarsi per permettermi di andare senza velo. Ma vi rendete conto???? Pensava che fosse una cosa da decidere con mia madre! Le ho detto che mia madre non c'entra niente con la mia scelta e che io non voglio toglierlo. e mia madre non ha nessun potere sulla mia scelta. Mi ha detto che devo prendere una decisione perchè se mi permettessero di nascondere i capelli in un cappello e poi, arrivata là mi dicessero di toglierlo dopo aver pagato caparra e tutto cosa farei?
Ma per me il velo non è una questione di togliermelo per dieci secondi, un'ora, un giorno, una settimana e poi rimettermelo! Il velo per me è la mia identità! Io sono il velo stesso. E' il mio atto di amore per Allah! Allah è tutto per me. Come faccio! Voglio dire, non andrei mai contro il volere di Iddio per una legge xenofoba. Ma al contempo io sono una studentessa del linguistico e potrei trarre un enorme beneficio da uno stage all'estero. Tuttavia so che si può benissimo apprendere la lingua in modo perfetto a casa leggendo e il fatto di essere marocchina mi aiuta, per il bilinguismo. Ma mi rode il fatto di dover rimanere a casa perchè quella nazione è "laica".
Delle due, però , preferisco rimanermene a casa. Non rinuncerei mai al velo, scuola o non scuola. Abbandonerei il mondo per Dio,certo. Ma quel è la soluzione migliore per me che ho comunque bisogno di quello stage,ma vorrei rimanere fedele a me stessa e ai miei principi fondamentali? E' forse una questione di tutto o niente? Perchè so che in certi casi sono possibili alcune eccezioni perchè è quello che mi ha detto mia madre , ma volevo verificarlo. Anche se non credo che ne approfitterò. Non mi interessa più di tanto questa vita terrena, rispetto all'aldilà.
Perdonatemi. Ma per me la questione è molto importante e delicata.
Jazakumu Allahu Khairan
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Ven Ott 18, 2013 9:05 pm    Oggetto: Re: L'identità di una musulmana Rispondi citando

Wa`alaykum assalam warahmatullahi wabarakatuh,

Quello che hai descritto (il fatto di doverti togliere "l'hijab" e quindi esporre la tua `awrah ad estranei) è già un motivo più che sufficiente per non poter partecipare a questo stage; oltre a questo, c'è anche un altro motivo che ti impedisce di partire anche se potessi indossare l'hijab, ed è il divieto per una donna di viaggiare da sola (ovverosia senza l'accompagnamento di un parente mahram o del marito) ad oltre 88 km dalla propria città, come spiegato nel dettaglio in questa fatwa:

Can a Women Travel Without a Mahram? - Mufti Muhammad Ibn Adam al-Kawthari -
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ouidad Rima ha scritto:
Ma mi rode il fatto di dover rimanere a casa perchè quella nazione è "laica".


Proprio per quello bisogna boicottarla, altro che!
La Francia è un paese dal quale i Musulmani dovrebbero emigrare; l'impossibilità (per i motivi descritti prima) di andarci per uno stage dovresti abbracciarla con convinzione anche come forma di boicottaggio di un paese così ostile all'Islam: non andandoci eviterai di dargli i tuoi soldi ed arricchirlo.

Citazione:
E' forse una questione di tutto o niente? Perchè so che in certi casi sono possibili alcune eccezioni perchè è quello che mi ha detto mia madre , ma volevo verificarlo. Anche se non credo che ne approfitterò.


Le eccezioni sono casi in cui ad esempio ad una donna viene puntata una pistola alla testa e gli si dice che o si toglie l'hijab o verrà uccisa: in questo caso allora non ci sarà peccato per lei se lo toglie (e se invece si rifiuta e viene uccisa, insha'Allah shahidah).
O casi di necessità medica, etc.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Gio Mar 19, 2015 10:40 pm, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Ven Ott 18, 2013 10:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

Non ho parole... proprio non le ho. Però se una va in un museo d'arte in minigonna e tacchi la fanno entrare eccome! Bah. Comunque io so che la Francia è aperta all'Islam. Lasciamo stare la legge sul niqab e burqa, che poi le donne lo portano nonostante la legge. Per il velo non hanno proprio nessun problema, e credo che sia la stessa cosa nei musei.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ouidad Rima
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 07/09/13 00:57
Messaggi: 78

MessaggioInviato: Sab Ott 19, 2013 6:08 am    Oggetto: Rispondi citando

Jazakumu Allahu Khairan!
Mi sento molto meglio adesso che ho letto la tua risposta, fratello Umar. Solo che, sorella Simo, la legge francese vuole che nessun simbolo religioso sia esposto alla vista in luoghi pubblici e i musei non fanno eccezione.

Ti passo un link di un articolo
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

che è specifico per le scuole, poi in cha allah te ne passo altri piu mirati.
Beh, boicotterò quella nazione , ma quanto mi sono pentita di aver scelto il francese come lingua.
Baraka Allahu Fikum
Top
Profilo Invia messaggio privato
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Sab Ott 19, 2013 10:19 am    Oggetto: Rispondi citando

quindi nemmeno le suore in gita con gli istituti cattolici non sono ammesse nei musei?? leggerò l'articolo inchallah.
Top
Profilo Invia messaggio privato
hupaska
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 02/03/13 10:50
Messaggi: 641
Residenza: Italia (Emilia Romagna)

MessaggioInviato: Sab Ott 19, 2013 12:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

Simo; ha scritto:
quindi nemmeno le suore in gita con gli istituti cattolici non sono ammesse nei musei?? leggerò l'articolo inchallah.


Esatto, allora dovrebbero escludere anche chi porta un crocefisso al collo o una medaglietta della Madonna...

Eppure in Francia ci sono parecchi musulmani, io stessa ne ho conosciuti diversi quando ho fatto il mio stage là nel 2000 e qualche signora il velo lo portava anche nei luoghi di lavoro... Non so se nel frattempo la legge sia cambiata, ma ti assicuro che qualche infermiera / inserviente col velo l'ho vista!!! Poi magari portavano la divisa come gli altri, ma potevano tenere il velo che copriva i capelli e il collo.

_________________
Son troppi i colori nel mondo, non li puoi chiudere in una bandiera...

“Cadi sette volte, rialzati otto”

"Quando soffia la tempesta e hai paura di annegare
Chiama, chiama piano Sai che non sarò lontano ..."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ouidad Rima
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 07/09/13 00:57
Messaggi: 78

MessaggioInviato: Sab Ott 19, 2013 1:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Certo che le cose che sto leggendo sono assurde. Ho i brividi.
Comunque neanche i crocefissi sono ammessi, è ovvio. Me lo ha detto la conversatrice madrelingua che è di Arles, ma porta il crocefisso solo in Italia e nella sua patria lo nasconde sotto la maglietta ( e mi viene da dire " poverina, la trattano proprio male " -.- ) . Il divieto è da estendersi a tutti i tipi di simboli religiosi. E se una musulmana muhajjaba non può entrare in un museo non vedo perchè una suora col suo istituto potrebbe. Ciò che permette a tanti culti di coesistere in francia è il fatto che tutti sono accomunati da questo divieto. Ma quanto è triste e perversa la cosa. Non è mai così quando si tratta di paesi islamici ( mi riferisco al nord africa, più che altro ).
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Ott 21, 2013 3:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

Simo; ha scritto:
Comunque io so che la Francia è aperta all'Islam.


Haha no sorella, non credo proprio; è uno dei paesi più ostili all'Islam che ci siano al mondo.
Nonostante il 10% della popolazione sia "di origine Musulmana" (il che dice molto sul discorso qualità/quantità).

Simo; ha scritto:
Lasciamo stare la legge sul niqab e burqa, che poi le donne lo portano nonostante la legge.


Poi finiscono multate, arrestate, insultate, vessate o pestate dalla polizia francese..

Simo; ha scritto:
Per il velo non hanno proprio nessun problema, e credo che sia la stessa cosa nei musei.


E' vietato dalla loro legge (che idolatra il "dogma sacro" della Laicità al punto da non tollerare altre forme di culto se non quelle della "religione civile dello Stato": puro delirio giacobino-illuminista, per il quale "la ilaha illa-r-république", wa na`udhu biLlah min shirkihim wakufrihim wadalalatihim!) portarlo nei "luoghi pubblici".

hupaska ha scritto:
Esatto, allora dovrebbero escludere anche chi porta un crocefisso al collo o una medaglietta della Madonna...


Difatti il divieto è esteso anche a "crocefissi troppo grossi" e ritenuti "simboli ostentatori".
Proprio l'idea che l'hijab sia un "simbolo" (e non una parte obbligatoria dell'abbigliamento) come una sorta di "crocefisso" è la scusa alla base di questo divieto, e di questa idea dell'hijab come "simbolo" avevamo già parlato qui:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



hupaska ha scritto:
Eppure in Francia ci sono parecchi musulmani, io stessa ne ho conosciuti diversi quando ho fatto il mio stage là nel 2000 e qualche signora il velo lo portava anche nei luoghi di lavoro... Non so se nel frattempo la legge sia cambiata, ma ti assicuro che qualche infermiera / inserviente col velo l'ho vista!!! Poi magari portavano la divisa come gli altri, ma potevano tenere il velo che copriva i capelli e il collo.


"Luoghi pubblici" e "luoghi di lavoro" non sono sinonimi.

Ouidad Rima ha scritto:
Ciò che permette a tanti culti di coesistere in francia è il fatto che tutti sono accomunati da questo divieto.


Il che è assurdo; i culti non "coesistono", vengono repressi e limitati alla subordinazione alla "religione civile del laicismo di Stato".
E' il modello islamico a garantire la vera coesistenza di diverse religioni sullo stesso territorio.

Ouidad Rim ha scritto:
Ma quanto è triste e perversa la cosa. Non è mai così quando si tratta di paesi islamici ( mi riferisco al nord africa, più che altro ).


Insomma sorella...
In paesi come la Tunisia la situazione per le donne con l'hijab è stato per decenni molto peggio che in molti paesi europei.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
hupaska
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 02/03/13 10:50
Messaggi: 641
Residenza: Italia (Emilia Romagna)

MessaggioInviato: Lun Ott 21, 2013 3:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:
hupaska ha scritto:
Eppure in Francia ci sono parecchi musulmani, io stessa ne ho conosciuti diversi quando ho fatto il mio stage là nel 2000 e qualche signora il velo lo portava anche nei luoghi di lavoro... Non so se nel frattempo la legge sia cambiata, ma ti assicuro che qualche infermiera / inserviente col velo l'ho vista!!! Poi magari portavano la divisa come gli altri, ma potevano tenere il velo che copriva i capelli e il collo.


"Luoghi pubblici" e "luoghi di lavoro" non sono sinonimi.



Lo so, ma era un Ospedale Pubblico...
Però parlo del trimestre gennaio - marzo 2000. Può essere che la legge sia posteriore, non so... Io comunque ho visto due infermiere con il velo...

_________________
Son troppi i colori nel mondo, non li puoi chiudere in una bandiera...

“Cadi sette volte, rialzati otto”

"Quando soffia la tempesta e hai paura di annegare
Chiama, chiama piano Sai che non sarò lontano ..."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Ott 21, 2013 4:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

hupaska ha scritto:
Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:
hupaska ha scritto:
Eppure in Francia ci sono parecchi musulmani, io stessa ne ho conosciuti diversi quando ho fatto il mio stage là nel 2000 e qualche signora il velo lo portava anche nei luoghi di lavoro... Non so se nel frattempo la legge sia cambiata, ma ti assicuro che qualche infermiera / inserviente col velo l'ho vista!!! Poi magari portavano la divisa come gli altri, ma potevano tenere il velo che copriva i capelli e il collo.


"Luoghi pubblici" e "luoghi di lavoro" non sono sinonimi.



Lo so, ma era un Ospedale Pubblico...
Però parlo del trimestre gennaio - marzo 2000. Può essere che la legge sia posteriore, non so... Io comunque ho visto due infermiere con il velo...


Le legge di cui parliamo è entrata in vigore nel 2004:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



(C'è anche la versione francese di entrambe le pagine:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tematiche femminili Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.056