Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Intervista alla Moglie di Shaykh al-Islam Mufti Taqi Usmani!

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tematiche femminili
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Dom Lug 05, 2020 6:22 am    Oggetto: Ads

Top
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Giu 27, 2013 3:53 am    Oggetto: Intervista alla Moglie di Shaykh al-Islam Mufti Taqi Usmani! Rispondi citando

Un must-read per tutte le sorelle (e non solo!):

---

Interview with the Wife of Shaykh al-Islam Mufti Muhammad Taqi Usmani (May Allah preserve him)

(Reproduced, with minor editing, from ‘The Intellect’ magazine (published in Karachi, Pakistan), with direct permission from the Interviewee and Shaykh Mufti Taqi Usmani)

Question: Shaykh Mufti Taqi Usmani has spent his entire life in the service of Islam with constant effort and hard work. To achieve so much Masha Allah, he must have a support system at home. Can you kindly share with us how you help him out?

Wife of MTU: Since the very first day of our marriage, I decided – with the intention of earning reward – that I will take up all household responsibilities in a manner so that Shaykh can fully concentrate on the work of deen. This way, I [hope to] get a share in the reward of his religious efforts as well. To this end, I not only try to contribute to the religious environment of the house (e.g. by not involving him in vain conversations), but also give him no trouble regarding household affairs, ranging from arranging groceries to buying personal items such as clothes etc. I try to resolve all big and small household issues on my own; for example, getting a broken phone stand repaired. Even when the children were small, I would try to make sure that Shaykh is not disturbed by routine issues related to them.

I would also like to mention here that I have been blessed by Allah Most High with one of the most considerate of spouses, who has always provided me with the best of worldly and religious environment at home. I feel total bliss, Al-hamdulillah.

Question: Shaykh travels abroad very frequently. Did you get chances to travel with him? If yes, how do you keep yourself occupied when he is busy in official meetings / work etc?

Wife of MTU: I travel very frequently with Shaykh. In fact, I have accompanied him on many foreign tours. Usually, as we board the plane, he begins work on his laptop and keeps working until the plane lands at the destination. In the meantime, I get myself busy in completing my daily recitations (ma’mulat/wird) during the course of the journey. At the hotel, Shaykh proceeds to his official engagements and I open up the Holy Qur’an for recitation, reading [also] the translation, etc. Actually, I love reading. At home, since one is busy with household affairs, one does not get enough time to read with concentration. So on these travels; I fulfill my desire of reading [with concentration]. Recently, I was trying to learn Arabic, so I would open up my Arabic books and try to study. When Shaykh would come to the room for lunch, I would show him about something I didn’t understand.

I am not too fond of outings or shopping, so even with many ladies offering to show me around the town, I prefer to stay at the hotel and follow my routine. At Fajr time, Shaykh and I always go for a half hour walk together, no matter where we are. In the evening, even when I am at home, I complete my evening half hour walk on a treadmill while reciting at least one Juz of the Holy Qur’an.

On foreign tours, after the official work has finished, Shaykh many times adds an extra day to the trip for my sake to show me different sites and places in the city.

Question: When the children grow up, the ladies of the house get some extra time to spend as they like. How do you utilize that time and how to do you spend your average day?

Wife of MTU: Every Thursday, I deliver a talk for the female teachers and staff of the Hira Foundation School [the hybrid school offering the Cambridge education system along with religious learning within Dar-ul-Uloom Karachi premises], where I read from Shaykh’s [book] Islahi Khutbat. I also frequently make surprise visits to the school to check up on its work.

As far as my daily routine is concerned (which is aligned with that of Shaykh’s, to give him maximum comfort), it mostly goes like this: After Fajr, we go for a walk together; then we have breakfast at 7:30am. Shaykh then proceeds to his 8.00 to 10.00am class to teach Sahih al-Bukhari, while I get busy in household chores. He comes home at 10.00am, and until 12 noon works on his laptop [writing books, etc]. 12.00 to 2.00pm are his office hours, so he proceeds there. After Zuhr prayers, we have our lunch together at around 2.15pm, and then rest for half to one hours (till around 3.30pm). [From 3.30pm till Asr, he goes back to his office where teachers, students and others have an opportunity to consult with him]. Asr to Maghrib prayers is family time. Shaykh is very particular that we all sit together at this time and discuss any issues of interest. From Maghrib to Isha, he proceeds to do his own work e.g. if he is working on a book, then writing, researching for it etc. After dinner, we all sit down for 10-15 minutes, where Shaykh reads out from a book. The grandchildren must also attend this reading session. After this, he again gets back to work before retiring to bed at 12.00 midnight.

Question: What needs to be done to further our work for the reformation efforts directed towards women?

Wife of MTU: First of all, more and frequent lecture gatherings must be held for ladies, where discourses of our pious predecessors are read out. The more ladies listen to these, the more impact it would have; not only bringing about a gradual change in them, but they would also be able to positively impact their children and household.

Secondly, our approach to reformation should not be an offensive or even direct one; we should not be scolding the other as it would only irritate the listener, and instead of accepting the good advice, she may become reactionary. We should indirectly try to make people understand about prevalent vices by frequently inviting them over to religious gatherings. As an example, if a lady is busy in rearing up children at home and is interested in da’wah work or feels pain at something that her next door neighbour might be doing incorrectly, she should take out just 15-20 minutes out of her schedule, invite her neighbour and another one or two ladies to her place for an informal gathering where she can read out a few pages from a book of a pious predecessor. In this way, the neighbour will get to know the correct approach in a subtle and indirect manner. Even though this effort seems insignificant, but it will, insha’ Allah, have a huge impact if done regularly over a period of time – just like trickling drops of water impact a hard rock over time.

We as ladies should also remember to teach our children acts of Sunna and Prophetic (masnun) duas from a very young age. It will help develop their habit of following the Sunna, and we would be able to contribute towards their positive upbringing in a very meaningful manner.

To make our advice to others more effective, it is always good to make dua first. Whenever I am to speak at any forum, I always offer two units of Salat al-Hajah (Prayer of Need) to make the effort beneficial for both myself and the listeners.

Question: In these unsettling times where separations are rife, is there any particular advice [for women] that you consider important for a happy and successful marriage?

Wife of MTU: One thing which I think is vital for wives, especially these days, is to be sensitive to the likes and dislikes of their husbands. It is common knowledge that women generally dress up (in their best clothes), put on perfume, don make-up and look their best when they go out, but at home they remain dressed ragged or in very plain clothes, without being even slightly made-up, with whiffs of the kitchen surrounding them. It should be the other way around, in that while going out, ladies should dress simply and be in Hijab. This would create a very healthy environment.

Question: Which of Shaykh’s habits do you like most?

Wife of MTU: All! Masha Allah. In fact, my relatives joke with me that we have never seen a wife listen so intently to her husband’s discourses. We have been, Masha Allah, blessed with a wonderful companionship by Allah Most High. It is the fruit of trying to do everything for each other with the intention of earning reward.

Question: What does Shaykh prefer in food?

Wife of MTU: He really likes plain mutton gravy and daal mash.

Question: These days, we are surrounded by all kinds of vices – for one, there is a fully fledged media attack. To top it, Muslims themselves are inclined towards non-Islamic rituals and practices e.g. non-Islamic rites at weddings, non-observance of Hijab, extravagance, haram sources of income etc. How do we protect ourselves and our children in such an environment and how do we inculcate self-confidence in children when they are to swim against the tide?

Wife of MTU: I think the most important thing to do at such times is to keep the household environment healthy and safe. If the
home atmosphere is Islamic, where children are trained according to religious injunctions and are taught about the rights and wrongs in a proper manner, Insha’Allah, they will remain safe when they step out. When all members of the house pray regularly, fast and remain busy in Dhikr, Allah Most High protects them from attacks of Satan. And the most critical role in this training is that of the mother. If the lady of the house wishes, she can change the entire environment of her home.

On one of our visits to England, we came across a Muslim community whose children knew more Prophetic (masnun) duas than many Pakistani children, whose young girls observed proper Hijab and all the elders were Masha Allah following the injunctions of Islam including prayers at the mosque and adorning the proper Islamic dress. When asked how they could maintain such a lifestyle in an open environment such as in the UK, they simply replied that they had kept their home environments intact. Thus, the children remained insulated from external deviating pressures. So, it is a matter of will really. Islam is as practicable today, in the prevalent environment, as it was in yesteryears. If we want to follow it comprehensively, we need to have a firm and sincere intention to do so. The rest is made easy by Allah Most High.

Question: What would you like to say to the readers of our magazine, especially young females who are becoming increasingly aware of their religious obligations but face peer pressure or even resistance at home?

Wife of MTU: They should try their utmost to attend religious gatherings and read books of our pious predecessors. The more they do so, the easier and quicker would be their transformation process, Insha’Allah. If a girl decides to bring about a change in her life and remains steadfast and resolved, no one can come in her way. In fact, the members of her household would also gradually start noticing the positive changes in her and might all come around to the complete Islamic way of life too, Insha’Allah.

Jazakillah for giving you time and sharing your valuable views with us.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
hupaska
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 02/03/13 10:50
Messaggi: 641
Residenza: Italia (Emilia Romagna)

MessaggioInviato: Gio Giu 27, 2013 7:42 am    Oggetto: Rispondi citando

Mi sono aiutata un po' con google traduttore, ma è un'intervista interessante. Mi piace il modo di porsi e di pensare di questa signora, penso possa essere davvero un buon esempio e un buon riferimento per le sue sorelle, giovani e meno giovani!

_________________
Son troppi i colori nel mondo, non li puoi chiudere in una bandiera...

“Cadi sette volte, rialzati otto”

"Quando soffia la tempesta e hai paura di annegare
Chiama, chiama piano Sai che non sarò lontano ..."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Gio Giu 27, 2013 9:12 pm    Oggetto: Re: Intervista alla Moglie di Shaykh al-Islam Mufti Taqi Usm Rispondi citando

Grazie per questa perla fratello.

Citazione:
Since the very first day of our marriage, I decided – with the intention of earning reward – that I will take up all household responsibilities in a manner so that Shaykh can fully concentrate on the work of deen... I try to resolve all big and small household issues on my own... Even when the children were small, I would try to make sure that Shaykh is not disturbed by routine issues related to them... I feel total bliss, Al-hamdulillah.


Basterebbe semplicemente comportarsi da donne per essere felici.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Giu 27, 2013 9:19 pm    Oggetto: Re: Intervista alla Moglie di Shaykh al-Islam Mufti Taqi Usm Rispondi citando

Hind ha scritto:
Basterebbe semplicemente comportarsi da donne per essere felici.


Thumbsup.

E per contribuire al benessere di tutta la famiglia.

Ma oggigiorno il significato di "comportarsi da donna Musulmana" è spesso alieno a molti.

Così come quello di "comportarsi da uomo Musulmano".

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Ven Giu 28, 2013 7:51 am    Oggetto: Re: Intervista alla Moglie di Shaykh al-Islam Mufti Taqi Usm Rispondi citando

Hind ha scritto:
Grazie per questa perla fratello.

Citazione:
Since the very first day of our marriage, I decided – with the intention of earning reward – that I will take up all household responsibilities in a manner so that Shaykh can fully concentrate on the work of deen... I try to resolve all big and small household issues on my own... Even when the children were small, I would try to make sure that Shaykh is not disturbed by routine issues related to them... I feel total bliss, Al-hamdulillah.


Basterebbe semplicemente comportarsi da donne per essere felici.


Quando lo capiranno le donne che gli basta sostenere il marito per poter guadagnare immense ricompense presso Allāh con poco? Quando capiranno tante musulmane che il premio per l'obbedienza al marito è come quello di chi (EDIT) esce fī sabīliLlāh?

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Ven Giu 28, 2013 8:22 am    Oggetto: Re: Intervista alla Moglie di Shaykh al-Islam Mufti Taqi Usm Rispondi citando

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Quando lo capiranno le donne che gli basta sostenere il marito per poter guadagnare immense ricompense presso Allāh con poco? Quando capiranno tante musulmane che il premio per l'obbedienza al marito è come quello di chi muore fī sabīliLlāh?


La vedo mooolto dura. A proposito, in questo e in altri casi, credere che non accadrà mai significa porre dei limiti agli attributi di onnipotenza di Allah o solo realismo e/o consapevolezza dello stato in cui ci troviamo?

Il marito:

"A great hue and cry is being raised now-a-days that women should also work side by side with men. In the zeal of their ceaseless propaganda, they have failed to reflect that if men and women were created for doing the same kind of work why was it necessary to create them with different physical characteristic and bodly constitutions?... To declare that there is no difference between men and women is self-deception and revolt against nature, because is disbelieving our eyes and our senses."

Sembrano ovvietà, eppure nessuno le vede.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Unintended
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/08 00:49
Messaggi: 899

MessaggioInviato: Ven Giu 28, 2013 10:10 am    Oggetto: Rispondi citando

Non tutte le donne riescono/vogliono vivere dedicandosi al marito e alla casa, e ritengo che non vadano condannata dalla comunità islamica per questo. Se si sentisse più realizzata facendo altro che male c'è? Anche perchè se tutte fossero casalinghe non si avrebbero più infermiere, ostetriche, dentiste ecc. L'importante è saper riconoscere il potenziale e le caratteristiche personali di ciascun individuo e fare in modo di indirizzarli verso qualcosa di islamicamente adatto e utile alla ummah.
Se una donna musulmana sente che per lei avere un marito e soddisfarlo è la strada migliore per lei, spingerla a lavorare ad esempio sarebbe ingiusto e poco proficuo. Ma se al contrario ritenesse che svolgendo che so, il mestiere di insegnante in una scuola femminile la farebbe sentire più motivata e felice, sarebbe altrettanto ingiusto spingerla ad una vita da casalinga, oltre che inutile perchè svolgerebbe male e con rabbia quel ruolo.
La moglie di questo sheikh é ammirevole, dedicare la propriavita ai bisogni della famiglia e pet di pié trovare il tempo di studiare lei stessa è davvero impegnativo ma lei.
alhamdulillah da queste sue parole ci trasmette la sua soddisfazione e felicità nel ruolo che le ha destinato Allah ed è questa la cosa più interessante secondo me. Non è fa
cile riuscire a essere felici nella totale dedicazione agli altri e a Dio perciò nuovamente
dico alhamdulillah che bella persona però non tutte hanno la sua stessa forza e livello di fede

_________________
“Only God can Judge Me?”,”Naah False People can and will Judge me everyday but God will only judge me ONCE and his judgment is the ONLY one that matters.”
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Ven Giu 28, 2013 11:23 am    Oggetto: Rispondi citando

Unintended ha scritto:
Non tutte le donne riescono/vogliono vivere dedicandosi al marito e alla casa, e ritengo che non vadano condannata dalla comunità islamica per questo.


Non riuscirci e non volerlo sono cose molto diverse innanzitutto.
Non riuscirci perché si ha una nafs talmente messa male da non essere in grado di prendersi cura di un padre/marito/bambino e non riuscirci perché Allah vuole metterci alla prova in qualche modo è ancora una volta molto diverso.
Non volerlo, cioè decidere coscientemente di non voler cedere parte di quello che abbiamo di migliore in quanto donne (bellezza, giovinezza, dolcezza, pazienza, entusiasmo, creatività) a coloro cui spetta di godere di queste belle qualità (padri, mariti, figli...) è pura follia.

Unintended ha scritto:
Se si sentisse più realizzata facendo altro che male c'è?


Lo scopo della vita non è fare quello che ci piace o che ci fa sentire meglio.

Unintended ha scritto:
Anche perchè se tutte fossero casalinghe non si avrebbero più infermiere, ostetriche, dentiste ecc. L'importante è saper riconoscere il potenziale e le caratteristiche personali di ciascun individuo e fare in modo di indirizzarli verso qualcosa di islamicamente adatto e utile alla ummah.


Non credo che il mondo abbia bisogno di dentiste donne. Le levatrici sono sempre esistite, ma un conto è andare a fare un turno di 8 ore come ostetrica in un ospedale a 40 km di distanza da casa tua lasciando un bambino di 7 mesi in un asilo nido e un altro è andare nei paraggi ad aiutare per qualche ora una sorella che deve partorire.

Unintended ha scritto:
Se una donna musulmana sente che per lei avere un marito e soddisfarlo è la strada migliore per lei, spingerla a lavorare ad esempio sarebbe ingiusto e poco proficuo. Ma se al contrario ritenesse che svolgendo che so, il mestiere di insegnante in una scuola femminile la farebbe sentire più motivata e felice, sarebbe altrettanto ingiusto spingerla ad una vita da casalinga, oltre che inutile perchè svolgerebbe male e con rabbia quel ruolo.


Una donna (musulmana o no) - tante volte anche un uomo - non sa qual è la strada migliore per lei, è per questo che esistono le persone sagge; chi è fortunato generalmente se ne ritrova almeno una in famiglia, chi è sfortunato deve andarne in cerca.
Il punto non è decidere/sentire/ritenere di essere fatte per fare le insegnanti in una scuola femminile, il punto è diventare capaci - con l'aiuto di una guida - di comprendere i bisogni dell'ambiente che la circonda. Prima di partire in quarta per salvare il mondo (facendo l'insegnante, la dottoressa, ecc. ecc.), perché non si dà un'occhiata alla propria situazione familiare? E se non si può fare niente per la propria famiglia invece di "sentire" di voler aiutare le sorelle perché non si "sente" mai di voler aiutare per esempio un fratello sposandolo così da impedirgli di commettere zina o altri peccati? Non capisco perché la generosità e la bontà femminile si debbano per forza riversare sempre e solo sulle donne.

Unintended ha scritto:
La moglie di questo sheikh é ammirevole, dedicare la propriavita ai bisogni della famiglia e pet di pié trovare il tempo di studiare lei stessa è davvero impegnativo ma lei.
alhamdulillah da queste sue parole ci trasmette la sua soddisfazione e felicità nel ruolo che le ha destinato Allah ed è questa la cosa più interessante secondo me. Non è fa
cile riuscire a essere felici nella totale dedicazione agli altri e a Dio perciò nuovamente
dico alhamdulillah che bella persona però non tutte hanno la sua stessa forza e livello di fede


La sua dedizione ai bisogni della famiglia e del marito è dedizione a Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
hupaska
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 02/03/13 10:50
Messaggi: 641
Residenza: Italia (Emilia Romagna)

MessaggioInviato: Ven Giu 28, 2013 11:50 am    Oggetto: Rispondi citando

Sono sicuramente d'accordo nel mettere la famiglia al primo posto come priorità, ma per chi non è sposata o anche senza figli credo che un lavoro di stampo educativo o sociale sia comunque la tipologia migliore per esercitare comunque la cosa più simile alla maternità...

_________________
Son troppi i colori nel mondo, non li puoi chiudere in una bandiera...

“Cadi sette volte, rialzati otto”

"Quando soffia la tempesta e hai paura di annegare
Chiama, chiama piano Sai che non sarò lontano ..."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Ven Giu 28, 2013 11:58 am    Oggetto: Rispondi citando

Concordo con quanto detto da Hind.

Molte donne sottovalutano il ruolo della madre/moglie/figlia, quasi fosse un lavoro per nulla gratificante o sterile, quando, realmente la donna non si rende conto di quali benefici porta all'interno della famiglia svolgendo il compito che Allah (SWT) le ha assegnato.
Il suo Creatore, ha creato la donna per far fronte alle difficoltà relative alla sua natura come madre e moglie. E' già molto impegnativo adempire al meglio a tutto ciò, senza doversi dividere sul fronte del lavoro, dedicando il proprio tempo a estranei e a non musulmani - nella nostra condizione di musulmani in un paese non musulmano -, quando a casa ci sono figli da educare e mariti da sostenere nelle difficoltà quotidiane.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Sab Giu 29, 2013 1:43 pm    Oggetto: BismiLlāhi arRaḥmāni arRaḥīm Rispondi citando

AsSalāmu ‘alaykum wa rahmatuLlāhi wa barakātuHu "Unintended",

aggiungo alle ottime risposte delle sorelle che il punto che avevo sottolineato io non è che la donna debba fare la casalinga e non lavorare, ma che debba vivere il suo ruolo di donna!

Una donna può benissimo non fare la casalinga a tempo pieno e lavorare, ma senza per questo violare i diritti di suo marito o perdere la sua femminilità.
Anzitutto può farlo finché non è sposata, col permesso dei genitori, ed è anche libera di non sposarsi o rimandare il matrimonio, fin tanto che questo non è obbligatorio (vedi:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

sempre tenendo conto che in condizioni normali sposarsi è Sunna ed è fonte di enormi ricompense.
In alternativa può benissimo sposarsi mettendo in chiaro da subito con il marito che ha una professione, mestiere, hobby, attività di volontariato, impegno di studio che sia o che intende iniziare una di queste attività durante il matrimonio e quindi chiedere fin da prima al marito se potrà farlo.
L'ultimo caso è quello in cui una donna è già sposata e non ha pattuito nulla in precedenza e può benissimo comunque chiedere al marito di poter dedicare del tempo ad una di queste attività, concordando eventualmente di assumere qualcuno per i lavori di casa se il marito non può o vuole farli (non è suo dovere) e lei non riesce a farli con questa sua nuova attività.
Tutto questo, è ovvio, vale nel caso in cui si parla di lavori o altre attività lecite, senza mescolanza tra uomini e donne, e che non ostacolano la moglie e magari madre dai suoi doveri di moglie e madre.

Se poi questo non è possibile o il marito non acconsente, bè, bisogna saper accettare pazientemente l'ordine di Allāh e sottomettersi a Lui sacrificando i nostri desideri e le nostre ambizioni e tenendo a mente che obbedire al marito corrisponde a obbedire ad Allāh, finché il marito non ordina ciò che Allāh proibisce o ciò che è materialmente impossibile o dannoso.

Infine preciso che secondo me servono donne dentiste, come donne medico, insegnanti a tutti i livelli, e donne in quasi tutti i settori dei servizi al pubblico, proprio per stabilire la divisione tra uomini e donne; cioè se vogliamo piscine per sole donne serviranno lavoratrici donne al loro interno, o se vogliamo reparti ospedalieri per donne serviranno donne medico, infermiere, portantine, segretarie, donne delle pulizie, cuoche, ecc.

Credo anche che se una donna abbia delle ottime potenzialità in un settore sia un bene per la collettività e anche per il suo benessere consentirle di dargli frutto: che sia una studentessa di medicina con ottimi risultati che potrebbe diventare un ottimo medico o scienziata come che sia una Sapiente del Dīn, ma anche una ottima stilista / sarta o maestra d'asilo.

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Sab Giu 29, 2013 2:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Infine preciso che secondo me servono donne dentiste, come donne medico, insegnanti a tutti i livelli, e donne in quasi tutti i settori dei servizi al pubblico, proprio per stabilire la divisione tra uomini e donne; cioè se vogliamo piscine per sole donne serviranno lavoratrici donne al loro interno, o se vogliamo reparti ospedalieri per donne serviranno donne medico, infermiere, portantine, segretarie, donne delle pulizie, cuoche, ecc.

Credo anche che se una donna abbia delle ottime potenzialità in un settore sia un bene per la collettività e anche per il suo benessere consentirle di dargli frutto: che sia una studentessa di medicina con ottimi risultati che potrebbe diventare un ottimo medico o scienziata come che sia una Sapiente del Dīn, ma anche una ottima stilista / sarta o maestra d'asilo.


Ovviamente quando accedi ai servizi pubblici, pretendo ci siano donne impiegate così da non dovermi rivolgere agli uomini, ma questa occupazione non deve diventare la priorità assoluta della sua vita, com è tipico della donna in Occidente.
Se ci sono donne non sposate, o impossibilitate ad avere figli, o che hanno superato una certa età per averne o che hanno figli già grandi che non neccessitano delle loro cure costanti, e non hanno genitori di cui curarsi... allora la donna, ovviamente, è più utile se svolge un impiego per la comunità se davvero desidera farlo ed esso è lecito per lei.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Unintended
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/08 00:49
Messaggi: 899

MessaggioInviato: Ven Lug 05, 2013 5:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hind ha scritto:


Non riuscirci e non volerlo sono cose molto diverse innanzitutto.
Non riuscirci perché si ha una nafs talmente messa male da non essere in grado di prendersi cura di un padre/marito/bambino e non riuscirci perché Allah vuole metterci alla prova in qualche modo è ancora una volta molto diverso.


hai già sentenziato che non riuscirci è per un nafs messo male e non perchè Allah ci ha predisposti ciascuno per cose diverse e forzarsi a fare qualcosa che non si può in nessun modo riuscire è per cattivo carattere?

Citazione:
Non volerlo, cioè decidere coscientemente di non voler cedere parte di quello che abbiamo di migliore in quanto donne (bellezza, giovinezza, dolcezza, pazienza, entusiasmo, creatività) a coloro cui spetta di godere di queste belle qualità (padri, mariti, figli...) è pura follia.

La bellezza, giovinezza (che vuol dire? nel senso di bellezza? ) mi sembra ovvio che vadano mostrate solo ai parenti mahram, si può interagire col mondo senza mostrarsi eh...
La dolcezza, pazienza, e creatività se posti al servizio della ummah, nella maniera corretta, possono portare solo bene, altro che follia (addirittura..)

Citazione:
Lo scopo della vita non è fare quello che ci piace o che ci fa sentire meglio.

Ma non è neanche quello di vivere da vittime sacrificali. L'Islam è una religione che impone molti obblighi, ma non ci sono SOLO quelli, e se possiamo fare qualcosa di lecito e che fa stare bene noi o addirittura altri, non ci è proibito di farlo.



Citazione:
Non credo che il mondo abbia bisogno di dentiste donne
.
Questa sì che è follia. Il mondo non ha bisogno di dentiste donne? Non so te ma a me non piace farmi toccare bocca e viso dagli uomini e di girare con i denti marci non ne vedo il motivo.

Citazione:
Le levatrici sono sempre esistite
,
quindi ripristiniamo anche i barbieri che toglievano i denti a sto punto, i cerusici, gli azzeccagarbugli, e più indietro si va e meglio è no? Mah.

Citazione:
ma un conto è andare a fare un turno di 8 ore come ostetrica in un ospedale a 40 km di distanza da casa tua lasciando un bambino di 7 mesi in un asilo nido

Intanto facendo il turno all'ospedale quell'ostetrica avrà evitato che decine di musulmane vengano toccate e fatte partorire da uomini.Poi ovvio che ognuno dovrebbe valutare la propria situazione personale. Una mamma di un bimbo piccolo farebbe meglio a starsene col bimbo.

Citazione:
e un altro è andare nei paraggi ad aiutare per qualche ora una sorella che deve partorire.

Anche farle partorire in ospedale è aiutare delle sorelle. Diciamo che nell'esempio che riportavi prima, per la mamma del bimbo di pochi mesi sarebbe meglio questo lavoro occasionale che all'ospedale.



Citazione:
Una donna (musulmana o no) - tante volte anche un uomo - non sa qual è la strada migliore per lei, è per questo che esistono le persone sagge; chi è fortunato generalmente se ne ritrova almeno una in famiglia, chi è sfortunato deve andarne in cerca.

Ecco appunto, supponendo che abbia avuto i giusti consigli, magari addirittura una fatwa, una donna che decide di far la casalinga o lavorare per la ummah, deve essere libera di poterlo fare.

Citazione:
Il punto non è decidere/sentire/ritenere di essere fatte per fare le insegnanti in una scuola femminile, il punto è diventare capaci - con l'aiuto di una guida - di comprendere i bisogni dell'ambiente che la circonda. Prima di partire in quarta per salvare il mondo (facendo l'insegnante, la dottoressa, ecc. ecc.), perché non si dà un'occhiata alla propria situazione familiare? E se non si può fare niente per la propria famiglia invece di "sentire" di voler aiutare le sorelle perché non si "sente" mai di voler aiutare per esempio un fratello sposandolo così da impedirgli di commettere zina o altri peccati?
Non capisco perché la generosità e la bontà femminile si debbano per forza riversare sempre e solo sulle donne.

Sembra che per te non vi siano mezze misure. E che ne sai che una donna non sposi il fratello bisognoso e allo stesso tempo non faccia l'insegnante? Non mi sembra sia vietato fare entrambe le cose. E comunque se prova disgusto al matrimonio, perchè sacrificarsi soffrendo una vita intera e facendo male qualcosa che non voleva assolutamente? Magari è figlia di un grande sapiente, il padre le consiglia (come dicevi tu prima sul farsi consigliare dalla famiglia) di diventare sapiente anche lei, e decide di dedicare la sua vita ad insegnare e magari diventa una bravissima insegnante. Se avesse sposato quel fratello senza volerlo fare avremmo perso una grande sapiente.
Comunque non si riversa solo sulle donne l'operato femminile. Una dottoressa ad esempio che cura una signora dalla sterilità permetterà a lei e al marito di vivere la gioia di un figlio, ma avrà interagito solo con la donna, causando comunque felicità anche ad un uomo.
Un esempio grande lo abbiamo in Aisha (radiallaha anha). Grazie ai suoi insegnamenti TUTTI noi ne abbiamo tratto beneficio. Uomini, donne, bambini, persino i sahaba.


Citazione:
La sua dedizione ai bisogni della famiglia e del marito è dedizione a Dio.


Perchè è quello che prova e ha sentito. Se le fosse stato impedito di dedicarsi completamente a quello che sentiva era la sua missione, dubito avrebbe parlato con toni altrettanto entusiastici.

_________________
“Only God can Judge Me?”,”Naah False People can and will Judge me everyday but God will only judge me ONCE and his judgment is the ONLY one that matters.”
Top
Profilo Invia messaggio privato
Unintended
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/08 00:49
Messaggi: 899

MessaggioInviato: Ven Lug 05, 2013 5:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:
Concordo con quanto detto da Hind.

Molte donne sottovalutano il ruolo della madre/moglie/figlia, quasi fosse un lavoro per nulla gratificante o sterile, quando, realmente la donna non si rende conto di quali benefici porta all'interno della famiglia svolgendo il compito che Allah (SWT) le ha assegnato.

Certo, questo è vero, ma è altrettanto vero che non tutte riescono a dedicarsi SOLO a quello. Inoltre, come dicevo prima, si può essere madre, moglie e avere un lavoro. Ci sono decine di modi per riuscire a svolgere questi ruoli contemporaneamente. Magari non darà il 100% alla famiglia, ma quel 50% sarà svolto con qualità maggiore perchè l'altro 50% lo dedicherà all'altro ruolo che la soddisfa ed essendo soddisfatta nello svolgere l'uno, sarà felice nell'altro, e viceversa. Per la famiglia stessa è meglio avere una madre/moglie soddisfatta anche se ogni tanto lontana che una madre sempre presente ma frustata.

Citazione:
Il suo Creatore, ha creato la donna per far fronte alle difficoltà relative alla sua natura come madre e moglie. E' già molto impegnativo adempire al meglio a tutto ciò, senza doversi dividere sul fronte del lavoro, dedicando il proprio tempo a estranei e a non musulmani - nella nostra condizione di musulmani in un paese non musulmano -, quando a casa ci sono figli da educare e mariti da sostenere nelle difficoltà quotidiane.

Per alcune donne è molto più impegnativo dedicarsi alla famiglia che al lavoro, per questo se una donna non si sente adatta a quel ruolo e non si sposa, non è da condannare.
Sul fatto dell'interagire purtroppo è un difetto del paese in cui viviamo, per questo secondo me è molto importante che vi siano donne in diversi settori, sopratutto medici.

_________________
“Only God can Judge Me?”,”Naah False People can and will Judge me everyday but God will only judge me ONCE and his judgment is the ONLY one that matters.”
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Ven Lug 05, 2013 6:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Unintended ha scritto:
Per la famiglia stessa è meglio avere una madre/moglie soddisfatta anche se ogni tanto lontana che una madre sempre presente ma frustata.

Straquoto!!

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Ven Lug 05, 2013 9:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Certo, questo è vero, ma è altrettanto vero che non tutte riescono a dedicarsi SOLO a quello.


rivaluto l'opinione di intervallare con un'attività utile il lavoro di madre/moglie, ma continuo a sostenere: se questo non porta in secondo piano il resto.

Citazione:
Inoltre, come dicevo prima, si può essere madre, moglie e avere un lavoro. Ci sono decine di modi per riuscire a svolgere questi ruoli contemporaneamente. Magari non darà il 100% alla famiglia, ma quel 50% sarà svolto con qualità maggiore perchè l'altro 50% lo dedicherà all'altro ruolo che la soddisfa ed essendo soddisfatta nello svolgere l'uno, sarà felice nell'altro, e viceversa.


Personalmente non sono riuscita a concigliare la vita di casa con il lavoro, il lavoro mi impiegava molte ore (praticamente tutte quelle diurne) e mi sfiniva (non sono una persona particolarmente energica... u_u). Altre donne della mia famiglia, hanno sacrificato la vita famigliare per il lavoro, quindi non riesco a vedere il lato positivo anche se concordo pienamente con la tua seguente osservazione:

Citazione:
Per la famiglia stessa è meglio avere una madre/moglie soddisfatta anche se ogni tanto lontana che una madre sempre presente ma frustata.


Però, aggiungo, una donna si dovrebbe sforzare di rendere la casa un luogo accogliente, anche se il sacrificarsi per essa, non l'appaga. Questo, ovviamente, non è limitato alla vita famigliare, solo che per le "altre cose" extra-famiglia siamo in grado di fare sacrifici (il lavoro, lo studio, ecc) ma per la famiglia questi sacrifici sembrano sempre un peso.
Ci sono donne che per studiare all'università, si fanno venire patologie da stress, ma per dedicarsi alla famiglia... neppure a provarci.

Citazione:
Per alcune donne è molto più impegnativo dedicarsi alla famiglia che al lavoro, per questo se una donna non si sente adatta a quel ruolo e non si sposa, non è da condannare.


se non si sposa, come già scritto, a maggior ragione si impegna socialmente, e il suo impegno diventa utile. Quello che non mi aggrada, è il sacrificare la famiglia per il lavoro.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
chbraoui
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/12 20:38
Messaggi: 416

MessaggioInviato: Ven Lug 05, 2013 11:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

Assalam 3alaikum U rahmatullah,

Non vedo differenza nei 2 modi di comportarsi delle donne nell'islam, se vogliono dedicarsi al lavoro nei lavori socialmente utili e non trascurare la propria famiglia possono farlo, se invece vogliono stare a casa a dedicarsi soltanto alla famiglia possono farlo con l'obbligo del marito a mantenerle e dar loro tutto il neccessario. ;) mi sa che avete più diritti di noi uomini XD

_________________
ASHADUH ANA LA ILAH ILA ALLAH UA ASHADUH ANA MUHAMMAD RASULLULAH
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Sab Lug 06, 2013 12:13 am    Oggetto: BismiLlāhi arRaḥmāni arRaḥīm Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Unintended ha scritto:
Per la famiglia stessa è meglio avere una madre/moglie soddisfatta anche se ogni tanto lontana che una madre sempre presente ma frustata.

Straquoto!!


Su questo sono d'accordissimo anche io, ma parliamoci chiaro: non credo ci siano ragioni valide per dire che la donna che si dedica anima e corpo alla casa sia meglio di quella che lavora o viceversa, ma solo a condizione che il lavoro femminile sia ḥalāl, senza mescolarsi o mostrarsi (cosa qui e oggi assai ardua) e, non dimentichiamolo, che la donna che lavora riesca davvero anche a essere una brava madre/moglie.
Perché se la scelta è tra una madre/moglie sempre presente ma frustrata ed una che lavora, è soddisfatta, ma disobbedisce al marito e non si occupa a dovere della casa e dei figli, bè... Che brutta scelta!

Semplicemente il lavoro femminile andrebbe organizzato sulla base dei ritmi familiari: cioè una donna che è sposata e/o ha figli va agevolata a lavorare su turni orari parziali o da casa o avendo molti permessi familiari così da fare in modo che non debba scegliere tra lavoro e famiglia.
Il problema è che oggi, invece, propongono "soluzioni" come asili aziendali e così via, mentre la soluzione è consentire alle mamme di continuare a lavorare su ritmi molto ridotti e occuparsi così loro stesse dei loro figli, ovviamente sempre che non preferiscano lasciare il lavoro.

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Sab Lug 06, 2013 12:14 am    Oggetto: BismiLlāhi arRaḥmāni arRaḥīm Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:
Citazione:
Certo, questo è vero, ma è altrettanto vero che non tutte riescono a dedicarsi SOLO a quello.


rivaluto l'opinione di intervallare con un'attività utile il lavoro di madre/moglie, ma continuo a sostenere: se questo non porta in secondo piano il resto.

Citazione:
Inoltre, come dicevo prima, si può essere madre, moglie e avere un lavoro. Ci sono decine di modi per riuscire a svolgere questi ruoli contemporaneamente. Magari non darà il 100% alla famiglia, ma quel 50% sarà svolto con qualità maggiore perchè l'altro 50% lo dedicherà all'altro ruolo che la soddisfa ed essendo soddisfatta nello svolgere l'uno, sarà felice nell'altro, e viceversa.


Personalmente non sono riuscita a concigliare la vita di casa con il lavoro, il lavoro mi impiegava molte ore (praticamente tutte quelle diurne) e mi sfiniva (non sono una persona particolarmente energica... u_u). Altre donne della mia famiglia, hanno sacrificato la vita famigliare per il lavoro, quindi non riesco a vedere il lato positivo anche se concordo pienamente con la tua seguente osservazione:

Citazione:
Per la famiglia stessa è meglio avere una madre/moglie soddisfatta anche se ogni tanto lontana che una madre sempre presente ma frustata.


Però, aggiungo, una donna si dovrebbe sforzare di rendere la casa un luogo accogliente, anche se il sacrificarsi per essa, non l'appaga. Questo, ovviamente, non è limitato alla vita famigliare, solo che per le "altre cose" extra-famiglia siamo in grado di fare sacrifici (il lavoro, lo studio, ecc) ma per la famiglia questi sacrifici sembrano sempre un peso.
Ci sono donne che per studiare all'università, si fanno venire patologie da stress, ma per dedicarsi alla famiglia... neppure a provarci.

Citazione:
Per alcune donne è molto più impegnativo dedicarsi alla famiglia che al lavoro, per questo se una donna non si sente adatta a quel ruolo e non si sposa, non è da condannare.


se non si sposa, come già scritto, a maggior ragione si impegna socialmente, e il suo impegno diventa utile. Quello che non mi aggrada, è il sacrificare la famiglia per il lavoro.


Non avevo letto questo messaggio: condivido in pieno.

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Unintended
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/08 00:49
Messaggi: 899

MessaggioInviato: Sab Lug 06, 2013 6:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:


rivaluto l'opinione di intervallare con un'attività utile il lavoro di madre/moglie, ma continuo a sostenere: se questo non porta in secondo piano il resto.
Personalmente non sono riuscita a concigliare la vita di casa con il lavoro, il lavoro mi impiegava molte ore (praticamente tutte quelle diurne) e mi sfiniva (non sono una persona particolarmente energica... u_u). Altre donne della mia famiglia, hanno sacrificato la vita famigliare per il lavoro, quindi non riesco a vedere il lato positivo anche se concordo pienamente con la tua seguente osservazione:


Quello che per te sfiniva, per altre magari è "leggero", perchè magari amano quel lavoro. Credo dipenda molto dalla propria predisposizione personale e dalla "fortuna" nel trovare ciò che ci soddisfa....
Io invece conosco donne che hanno sacrificato il lavoro per la famiglia e hanno cresciuto i figli pessimamente, cariche di fastidio e rancore per quella vita che non volevano, che non faceva per loro. Forse avrebbero fatto meno danni a stare due ore al giorno con quei figli invece che 24...

Citazione:


Però, aggiungo, una donna si dovrebbe sforzare di rendere la casa un luogo accogliente, anche se il sacrificarsi per essa, non l'appaga.

Beh, un minimo di pulizie e di ordine tutti dovremmo farlo regolarmente, su questo sono d'accordo con te (se è questo che intendevi con accogliente..)

Citazione:
Questo, ovviamente, non è limitato alla vita famigliare, solo che per le "altre cose" extra-famiglia siamo in grado di fare sacrifici (il lavoro, lo studio, ecc) ma per la famiglia questi sacrifici sembrano sempre un peso.
Ci sono donne che per studiare all'università, si fanno venire patologie da stress, ma per dedicarsi alla famiglia... neppure a provarci.

La famiglia per alcune è il lavoro più difficile e impegnativo che ci sia, è normale che una donna poco predisposta a sacrificarsi totalmente a annullarsi riesca dedicarsi a questo compito così difficile, il più difficile secondo me. Difatti ritengo che donne come la moglie di questo shaikh siano piene di forza e di fede alhamdulillah, e nascere così o riuscire a diventarlo è una benedizione. Ma se un cerchio è rotondo, è inutile cercare di farlo diventare un rettangolo..non so se mi spiego...

Citazione:


se non si sposa, come già scritto, a maggior ragione si impegna socialmente, e il suo impegno diventa utile. Quello che non mi aggrada, è il sacrificare la famiglia per il lavoro.

Secondo me il sacrificare la famiglia per il lavoro avviene laddove una donna si disinteressi totalmente della famiglia e pensi solo al lavoro. Non credo sia una cosa molto comune, almeno due o tre ore al giorno lo si dedica alla famiglia.

Comunque non vorrei passare per quella che spinge le donne fuori di casa o le mamme ad abbandonare i loro figli negli asili. Anzi, una cosa che ci tengo a sottolineare è che la grandezza dell'Islam si vede anche in questi aspetti. Alla donna musulmana è concesso il pieno diritto a vivere la sua vita solo come moglie e madre, diritto che in questa società spesso viene negato. Addirittura nei paesi scandinavi ci sono arrivati più dell'Italia e la maternità dura due anni contro i vergognosi 5 mesi dell'Italia.

_________________
“Only God can Judge Me?”,”Naah False People can and will Judge me everyday but God will only judge me ONCE and his judgment is the ONLY one that matters.”
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Sab Lug 06, 2013 10:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Unintended ha scritto:
Quello che per te sfiniva, per altre magari è "leggero", perchè magari amano quel lavoro. Credo dipenda molto dalla propria predisposizione personale e dalla "fortuna" nel trovare ciò che ci soddisfa....
Io invece conosco donne che hanno sacrificato il lavoro per la famiglia e hanno cresciuto i figli pessimamente, cariche di fastidio e rancore per quella vita che non volevano, che non faceva per loro. Forse avrebbero fatto meno danni a stare due ore al giorno con quei figli invece che 24...


Conosco la situazione e nell'esperienza che ho maturato ho appreso che:
stare con i figli e non essere realizzata nel fare la madre è come andare a lavorare e non vedere i propri figli e quindi non avere tempo per educarli.
Le due cose danno gli stessi risultati. Allora, si può dire che è meglio fare ciò che ci appaga e limitarci ad esso.
E' vero che se non ci si sente di dedicare ai figli 24 ore, non si conclude nulla, allo stesso modo, se sei fuori non concludi nulla con loro.

Unintended ha scritto:
Beh, un minimo di pulizie e di ordine tutti dovremmo farlo regolarmente, su questo sono d'accordo con te (se è questo che intendevi con accogliente..)


Per accogliente intendevo che i figli chiedono alla madre di fare qualcosa con loro e la madre si rende disponibile, invece di rispondere "sono troppo stanca, facciamo un'altra volta".

Unintended ha scritto:
La famiglia per alcune è il lavoro più difficile e impegnativo che ci sia, è normale che una donna poco predisposta a sacrificarsi totalmente a annullarsi riesca dedicarsi a questo compito così difficile, il più difficile secondo me. Difatti ritengo che donne come la moglie di questo shaikh siano piene di forza e di fede alhamdulillah, e nascere così o riuscire a diventarlo è una benedizione. Ma se un cerchio è rotondo, è inutile cercare di farlo diventare un rettangolo..non so se mi spiego...


Credo di aver capito =)

Ma, ribadisco, che per natura dovrebbe essere il lavoro più facile quello di dedicarsi alla famiglia. Penso sia, piuttosto, una questione di mentalità. Ad esempio, ricordo che TUTTE le mie compagne di superiori si vedevano come donne in cariera perché da anni questo è lo stile di vita che si respira qui, magari sarebbe venuto il matrimonio e i figli, ma dopo i 30 anni o più. E quando io esprimevo il mio desiderio di famiglia, loro mi guardavano come se fossi una folle.

Unintended ha scritto:
Secondo me il sacrificare la famiglia per il lavoro avviene laddove una donna si disinteressi totalmente della famiglia e pensi solo al lavoro. Non credo sia una cosa molto comune, almeno due o tre ore al giorno lo si dedica alla famiglia.


Non penso siano sufficienti duo o tre ore... a meno fino a quando i figli non sono adolescenti.

Unintended ha scritto:
Alla donna musulmana è concesso il pieno diritto a vivere la sua vita solo come moglie e madre, diritto che in questa società spesso viene negato. Addirittura nei paesi scandinavi ci sono arrivati più dell'Italia e la maternità dura due anni contro i vergognosi 5 mesi dell'Italia.


caliamo un velo pietoso a riguardo. u_u

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Unintended
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/08 00:49
Messaggi: 899

MessaggioInviato: Sab Lug 06, 2013 11:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Più di un velo, stendiamo un tendone, che poi mi fanno ridere quelli in tv che dicono che le donne italiane sono quelle che fanno meno figli rispetto alle donne degli altri paesi europei. E certo, se ad una donna lo stato non permette di fare la mamma, i figli quando li fa? Qui per trovare lavoro a momenti ti chiedono il certificato di sterilità....vergogna!!!

Chiuso o.t. scusate ;-)

_________________
“Only God can Judge Me?”,”Naah False People can and will Judge me everyday but God will only judge me ONCE and his judgment is the ONLY one that matters.”
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Dom Lug 07, 2013 12:57 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Qui per trovare lavoro a momenti ti chiedono il certificato di sterilità....vergogna!!!

Questa sarebbe da scrivere su un manifesto-. Nel. caso, sorella, ti cheiderò i diritti d'autore! =)

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
zahra26
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/12/08 08:43
Messaggi: 586
Residenza: roma madhab: hanafi

MessaggioInviato: Dom Lug 07, 2013 9:15 am    Oggetto: Rispondi citando

salaam aleykum wr wb

molto interessate l' articolo..riuscissi a essere una moglie così..

sorella mujahida spero tutto bnee nn ho più avuto tue notizie per email.....:-)

_________________
Subhanaka-Llahuma Rabbana wa bi-hamdik ALLAH-umma ighfir li
Gloria a te o ALLAH nostro Signore a te solo la lode o ALLAH perdonami
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Dom Lug 07, 2013 11:23 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Più di un velo, stendiamo un tendone, che poi mi fanno ridere quelli in tv che dicono che le donne italiane sono quelle che fanno meno figli rispetto alle donne degli altri paesi europei. E certo, se ad una donna lo stato non permette di fare la mamma, i figli quando li fa? Qui per trovare lavoro a momenti ti chiedono il certificato di sterilità....vergogna!!!


Verissimo. Ma questo non è un problema per gli italiani, poiché non se ne lamentano mai...

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Dom Lug 07, 2013 2:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

Unintended ha scritto:
[hai già sentenziato che non riuscirci è per un nafs messo male e non perchè Allah ci ha predisposti ciascuno per cose diverse e forzarsi a fare qualcosa che non si può in nessun modo riuscire è per cattivo carattere?


Una persona che non sa prendersi cura degli altri proprio un bel carattere non deve avercelo.

Citazione:
La bellezza, giovinezza (che vuol dire? nel senso di bellezza? ) mi sembra ovvio che vadano mostrate solo ai parenti mahram, si può interagire col mondo senza mostrarsi eh...
La dolcezza, pazienza, e creatività se posti al servizio della ummah, nella maniera corretta, possono portare solo bene, altro che follia (addirittura..)


Scegliere di servire la ummah prima che servire un marito è una cosa che non ha nessun riscontro nella sunnah, e poi se una donna fa la cameriera/postina/benzinaia/dentista/insegnate offre il suo tempo e i suoi servizi a chiunque mica solo ai musulmani.


Citazione:
se possiamo fare qualcosa di lecito e che fa stare bene noi o addirittura altri, non ci è proibito di farlo.


Se, infatti.

Citazione:
Il mondo non ha bisogno di dentiste donne? Non so te ma a me non piace farmi toccare bocca e viso dagli uomini e di girare con i denti marci non ne vedo il motivo.


Come a te non piace farti toccare il viso dagli uomini, ci sono uomini a cui piacerebbe moltissimo farsi toccare toccare il viso da una dentista donna. Cosa è meglio? Cercare di vedere entrambi i punti di vista delle cose è così difficile?
Poi se nel tuo mondo di favole esistono le dentiste donne per sole donne fammelo sapere così prendo un appuntamento la prossima volta che mi viene una carie.

Citazione:
quindi ripristiniamo anche i barbieri che toglievano i denti a sto punto, i cerusici, gli azzeccagarbugli, e più indietro si va e meglio è no? Mah.


Invece più avanti si va e meglio è? Aahahahah!
Intendevo soltato che sono sempre esistiti mestieri tradizionalmente femminili, svolti con ritmi femminili, cerchiamo di ripristinare questi se proprio dobbiamo.

Citazione:
Intanto facendo il turno all'ospedale quell'ostetrica avrà evitato che decine di musulmane vengano toccate e fatte partorire da uomini.Poi ovvio che ognuno dovrebbe valutare la propria situazione personale. Una mamma di un bimbo piccolo farebbe meglio a starsene col bimbo.


Facciamo che prima sarebbe meglio valutare la propria situazione personale e POI sarebbe meglio evitare che decine di musulmane vengano toccate da medici uomini (cosa che mi risulta del tutto permessa in caso di necessità).
Ci vuole un minimo di buon senso, tutto qua.

Citazione:
supponendo che abbia avuto i giusti consigli, magari addirittura una fatwa, una donna che decide di far la casalinga o lavorare per la ummah, deve essere libera di poterlo fare.


Quando dici "lavorare per la ummah" è fazioso. In Italia, come temo nel resto del mondo, quando lavori hai a che fare con tutti, anche con i satanisti e i raeliani.


Citazione:
Sembra che per te non vi siano mezze misure.


Per me, certo :-)

Citazione:
E che ne sai che una donna non sposi il fratello bisognoso e allo stesso tempo non faccia l'insegnante? Non mi sembra sia vietato fare entrambe le cose.


Non è vietato fare entrambe le cose, ma richiede moltissima energia. Le donne straordinarie che sembra possano riuscire bene in tutto quello che fanno ci sono MashaAllah, solo non sono comuni.

Citazione:
E comunque se prova disgusto al matrimonio, perchè sacrificarsi soffrendo una vita intera e facendo male qualcosa che non voleva assolutamente?


Provare disgusto al matrimonio? Ma è lecito dire cose del genere?

Citazione:
Magari è figlia di un grande sapiente, il padre le consiglia (come dicevi tu prima sul farsi consigliare dalla famiglia) di diventare sapiente anche lei, e decide di dedicare la sua vita ad insegnare e magari diventa una bravissima insegnante. Se avesse sposato quel fratello senza volerlo fare avremmo perso una grande sapiente.


Magari, se, forse... Nel frattempo la realtà aspetta ancora di essere affrontata.

Citazione:
Comunque non si riversa solo sulle donne l'operato femminile. Una dottoressa ad esempio che cura una signora dalla sterilità permetterà a lei e al marito di vivere la gioia di un figlio, ma avrà interagito solo con la donna, causando comunque felicità anche ad un uomo.


Poi guarda caso la donna che lavora è sempre come minimo dottoressa o insegnante, mai una donna che volesse andare a lavorare in una ditta di espurgo pozzi neri o ad asfaltare le strade il 15 d'Agosto alle 3 del pomeriggio! MAI!

Citazione:
Un esempio grande lo abbiamo in Aisha (radiallaha anha). Grazie ai suoi insegnamenti TUTTI noi ne abbiamo tratto beneficio. Uomini, donne, bambini, persino i sahaba.


Cerchiamo di seguire appunto l'esempio di tutte le madri dei credenti.

Citazione:
Perchè è quello che prova e ha sentito. Se le fosse stato impedito di dedicarsi completamente a quello che sentiva era la sua missione, dubito avrebbe parlato con toni altrettanto entusiastici.


La parola "se" apre la porta a Shaytan nel nostro cuore.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Dom Lug 07, 2013 4:30 pm    Oggetto: Bismillāhi arRaḥmāni arRaḥīm Rispondi citando

Hind stai parlando con una tua sorella, modera il linguaggio e sii gentile!
Non stravolgere le sue parole, perché l'hai attaccata su molte cose che non ha mai detto.

Come ti permetti di accusare una musulmana di difendere o promuovere il fatto che una donna tocchi altri uomini? E' ovvio che lei si riferiva al fatto che una dentista donna possa occuparsi solo di donne ed un dentista uomo solo di uomini. E' tanto complicato per te capirlo?
Deridi una sorella che vuole applicare la Shari`a e la chiami "mondo delle favole"??!

Cercate tutte di non farvi prendere tutte dalle passioni e dalla voglia di litigare a vanvera, che qua, come capita spesso sul forum, vi state offendendo per dire grosso modo le stesse cose, e questo prima che essere sbagliato e deleterio è molto ridicolo.

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Dom Lug 07, 2013 5:20 pm    Oggetto: Re: Bismillāhi arRaḥmāni arRaḥīm Rispondi citando

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Hind stai parlando con una tua sorella, modera il linguaggio e sii gentile!
Non stravolgere le sue parole, perché l'hai attaccata su molte cose che non ha mai detto.


Non ho usato nessun linguaggio non-moderato né stravolto le sue parole.

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Come ti permetti di accusare una musulmana di difendere o promuovere il fatto che una donna tocchi altri uomini?


A proposito di stravolgere le parole...

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
E' ovvio che lei si riferiva al fatto che una dentista donna possa occuparsi solo di donne ed un dentista uomo solo di uomini. E' tanto complicato per te capirlo?
Deridi una sorella che vuole applicare la Shari`a e la chiami "mondo delle favole"??!


Non derido una sorella che vuole applicare la Shari'a, derido il credere che applicare la Shari'a in questa siuazione sia una cosa semplice, una dentista qua, una panettiera là e il gioco è fatto.

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Cercate tutte di non farvi prendere tutte dalle passioni e dalla voglia di litigare a vanvera, che qua, come capita spesso sul forum, vi state offendendo per dire grosso modo le stesse cose, e questo prima che essere sbagliato e deleterio è molto ridicolo.


Cercherò di non farmi prendere dalle passioni, tuttavia non credo di aver offeso nessuno. Pensare con disgusto al matrimonio e col sorriso alla poltroncina dell'ufficio postale evidentemente è normale, pazienza.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Dom Lug 07, 2013 5:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il messaggero di Allah (pace su di lui):

"Le azioni valgono secondo le intenzioni ed ogni uomo avrà secondo il suo intento. Chi emigra per Allah e il suo messaggero sappia che la sua emigrazione vale come fatta per Allah e il suo messaggero; mentre chi emigra per avere dei benefici materiali o per sposare una donna, sappia che la sua emigrazione vale per lo scopo per cui è emigrato."

riferito da Imam Bukhari e Imam Muslim

Sono daccordo con hind, semplicemente è stata realista. chi vuole la sharia dovrebbe emigrare nei paesi dove la si applica.

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Lun Lug 08, 2013 11:27 am    Oggetto: Rispondi citando

As-Salamu 'Aleykum wa rahmatullahi wa barakatuh,

Io non voglio avere ragione né torto, voglio solo capire dove sta la verità, infatti con la scusa di questa discussione ieri ho chiesto allo Shaykh Taqi Usmani di chiarirmi qual è il confine tra speranza ed illusione in queste questioni, inshaAllah quando mi risponderà vi farò sapere.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Lun Lug 08, 2013 4:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hind ha scritto:
As-Salamu 'Aleykum wa rahmatullahi wa barakatuh,

Io non voglio avere ragione né torto, voglio solo capire dove sta la verità, infatti con la scusa di questa discussione ieri ho chiesto allo Shaykh Taqi Usmani di chiarirmi qual è il confine tra speranza ed illusione in queste questioni, inshaAllah quando mi risponderà vi farò sapere.


Non vedo l'ora che ci fai sapere.

Comunque vorrei dire una cosa in generale per tutti quanti, ci sono modi e modi di discutere, si può dire la stessa cosa in tantissimi modi e uno dovrebbe cercare sempre di trovare il modo migliore, e lo dico anche per ricordarlo a me stessa perchè spesso reagisco d'impulso e non dovrei, e allo stesso modo alcune persone preferiscono divertirsi deridendo l'altro cosa che non si dovrebbe fare nemmeno se uno avesse veramente torto e nemmeno se uno si illudesse, anche perchè che senso ha? che cosa si ottiene di buono? e che cosa ci ottiene quella persona che uno deride di buono? Nulla. Allora finiamola con questa specie di "sfida" di chi è più bravo a sfidare l'altro nelle argomentazioni con varie provocazioni. E non è la prima volta che questo discorso lo faccio, alcune volte invece ho chiesto ad alcuni utenti per di non cercare di banalizzare sempre le cose che uno dice, quindi se per caso qualcuno dovesse pensare ancora che quando dico questo lo sto facendo per mancanza di rispetto.. non è mancanza di rispetto dato che lo dico anche per ricordarlo a me stessa, se non siete ancora convinti.. beh che vi devo dire, pazienza.


Per quanto riguarda il discorso sull'illusione, pensa come veniva trattato il profeta s.a.s all'inizio, quando faceva dawa.. veniva deriso e insultato.. e pensa se invece avesse riflettuto come te, tanto qui non si può applicare la shariah, tanto questi sono miscredenti, tanto è solo un illusione.

Non c'è nulla di male nel provarci lo stesso.
TU non devi riuscirci per forza in qualcosa, questo non dipende da te e non è il tuo compito, il tuo compito dovrebbe esserci provarci, poi se ci riesci bene sennò pazienza.
Invece con il ragionamento della serie "è tutto un'illusione" significa abbattersi e lasciar perdere.
Allah non ci chiede di provarci a fare qualcosa (qualunque cosa sia), solo se siamo sicuri di riuscirci.
Allah ci chiede invece di provarci e poi di sperare in lui di riuscirci e di avere pazienza e fiducia in lui se invece non ci riusciamo. As simple as that.
E quindi nè il messaggero di Allah s.a.s nè Allah ci chiede di fare qualcosa solo se siamo certi di avere successo in quel qualcosa.

E poi per quanto riguarda la questione del dentista.. metti che io sono stra ricca, e sono una dentista.. secondo te non potrei lavorare in privato, magari anche a casa mia o altrove e accettare solo clienti donne?

Come fai ad essere così certa che tanto è inutile?
Metti che un giorno divento la persona più ricca del mondo, potrei pure aprire un ospedale solo per donne, una piscina solo per donne, una fabbrica di che ne so.. cioccolato, solo per donne. Ma se invece ragionassimo tutti quanti come fai tu, tanto qui la shariah non si applica, tanto tutti sono kufar, allora meglio se lascio perdere e non mi illudo, allora nessuno combienerebbe mai nulla, ad esempio le banche per musulmani in alcuni paesi dei kufar non esisterebbero per niente, perchè tanto loro sono kufar ecc ecc ecc.

E questo discorso non lo faccio nè per incoraggiare la sorella a fare carriera e nemmeno per scoraggiarla, per una volta preferisco farmi gli affari miei e non dire nulla! ù.ù

Questo discorso ci tenevo tanto a farlo perchè come avrai capito anche nell'altro thread, quei discorsi della serie "tanto è tutto inutile", non mi piacciono.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Lun Lug 08, 2013 6:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

peche si puo fare il dentista, una fabbrica, una piscina, eccetera, per sole donne? non sarebbe discriminazione?
non si era proposto di vietare il niqab per una legge antiterrorismo.
cè un problema di fondo, non neghiamo le cose

[5.57] O voi che credete, non sceglietevi alleati tra quelli ai quali fu data la Scrittura prima di voi, quelli che volgono in gioco e derisione la vostra religione e [neppure] tra i miscredenti. Temete Allah se siete credenti.

e questo è uno di tanti.

se è come dici tu sorella allora bisognerebbe combattere, come ha fatto Muhammad sallaallahu aleihi wa sallam.

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Lun Lug 08, 2013 7:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Jihad92 ha scritto:
peche si puo fare il dentista, una fabbrica, una piscina, eccetera, per sole donne? non sarebbe discriminazione?
non si era proposto di vietare il niqab per una legge antiterrorismo.
cè un problema di fondo, non neghiamo le cose

[5.57] O voi che credete, non sceglietevi alleati tra quelli ai quali fu data la Scrittura prima di voi, quelli che volgono in gioco e derisione la vostra religione e [neppure] tra i miscredenti. Temete Allah se siete credenti.

e questo è uno di tanti.

se è come dici tu sorella allora bisognerebbe combattere, come ha fatto Muhammad sallaallahu aleihi wa sallam.


Non devi per forza lottare con le armi, basta lottare in qualche altro modo, tipo che so.. protestare, oppure appunto se uno è ricco o diventa ricco utilizzare il denaro per dare dei benefici all'ummah costruendo cose per solo uomini o solo per donne, anzichè andare in giro a fare i tosti e vantarsi.. cercando così di ottenere i diritti che ci spettano, almeno alcuni.

La spiaggia rosa a Riccione potrebbe essere considerata discriminazione pure, quella per nudisti uguale.. eppure le hanno aperte lo stesso solo perchè in questo caso la relgione non c'entra.

Non sto dicendo che è facile, so bene che non è facile soprattutto qui in italia, e potremmo pure perdere tempo, ma almeno potremo dire di averci provato invece di arrenderci senza nemmeno sperarci..

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Lun Lug 08, 2013 8:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

chi ha detto che bisogna combattere per fare i tosti e vantarsi.

magari sono pessimista, pero credo che se si vuol prendere in pieno quella strada in cui giustamente credi tu, lo scontro sia inevitabile e a quel punto tirarsi indietro è davvero da non musulmani
Tu dici cosi perchè sei musulmana ma per un miscredente l islam è qualcosa di pesante, un nemico vero e proprio.

ma io dico ma perchè non siamo cosi abbastanza fieri della nostra religione, perche mai dovremmo essere noi a dover stare dietro i loro passi.

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Lun Lug 08, 2013 9:30 pm    Oggetto: BismiLlāhi arRaḥmāni arRaḥīm Rispondi citando

AsSalāmu ‘alaykum wa rahmatuLlāhi wa barakātuHu caro fratello,

anche io ho l'impressione che uno scontro sarà inevitabile, come già avviene negli stessi paesi islamici (Bangladesh, Egitto, Siria).
Uno scontro che però originerà dai miscredenti che, al loro solito, sono in buona parte intolleranti e totalitari e soprattutto sanguinari.
Se vedi a ciò che accade oggi: l'"esportazione della democrazia" e l'attacco militare a chiunque la rifiuta (Afghanistan, Mali, tentativi di Emirati vari), fa riflettere che la democrazia è nata da rivoluzioni violente e crudeli con spargimenti immani di sangue e tuttora si impone così.

Tuttavia è fondamentale da chiarire che noi non possiamo aprire alcuni scontro o combattimento. La Šarī‘a ci proibisce ogni forma di "terrorismo" o eversione improvvisata. Solo un'autorità islamica valida può avviare uno scontro di questo tipo, altrimenti sarebbe l'anarchia.
Il caso in cui, invece, venissimo attaccati tutti militarmente ovviamente dovremmo difenderci.

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Lun Lug 08, 2013 10:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ma io non sto parlando di attacchi terroristici, sto solamente dicendo di chiedere alcuni nostri diritti, di usare le nostre ricchezze di qualunque tipo siano (finanziarie, intellettive, ecc ecc) a favore dell'ummah anziche' a favore solamente a favore del proprio profitto personale, e se uno puo' dovrebbe almeno provarci anziche' rinunciarci subito senza provarci e sperarci nemmeno.

Nei altri paesi dei kufar ci sono madrassa femminili, maschili.. Qui no! Che male c'e' nel chiedere cose cosi? E cercare di trovare un modo ( senza diventare terroristi) di ottenere almeno alcuni diritti?! non sto nemmeno dicendo di riuscirci ad ogni costo e di fare guerre ma di provare a trovare un modo prima di rinunciarci!

Per esempio come dicevo prima se una sorella e' ricca e puo' fare il dentista in privato, perche' non dovrebbe cercare di ottenere un permesso (sempre se cio' e' richiesto) per sole donne, prima di rinunciarci? Se economicamente ho la possibilita' di costruire una piscina femminile, perche' non dovrei provarci prima di decidere che tanto e' inutile?

Poi se i kufar non vorranno concedirci questo e' un'altra storia, ma almeno ci avremmo provato, cosi invece e' arrendersi senza prima provarci. In Inghilterra non credo che i nostri fratelli hanno aperto delle madrassa solo perche' i kufar si sono preoccupati di concedere le madrassa di propria iniziativa ai nostri fratelli, prima penso saranno stati i nostri fratelli ad averlo chiesto, no?
E io sto dicendo questo, di provarci prima di rinunciare.. Poi se ci riusciamo alhamdulilah, se non ci riusciamo, pazienza..

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Lun Lug 08, 2013 10:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

Scusate se a volte mi scordo di rispondere al salam:
Wa 'alaikum assalam wa rahmatullahi wa barakatuh

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Lun Lug 08, 2013 10:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

allora in poche parole io intendevo: in un paese miscredente non si puo pretendere di fare la "bellavita" da musulmano.. è inutile cercare di uniformarci,impossibile! non lo accetterebbero mai e si arriverebbe allo scontro. allora ho detto di esser d'accordo con la sorella hind che è stata piu realista sul comportamento che dovrebbe tenere la donna(non ho detto che hai ragione), e chi volesse fare questa "bellavita da musulmano" che emigri dove si applica la sharia, (citando il hadith).

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Lun Lug 08, 2013 10:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

*wassalmu3aleikum wa ra7matullah wa barakatuh

ah non diamoci dei "terroristi" che i media mi pare l avessero inculcata pure a noi questa credenza.. i terroristi sono usa e israele.

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Lun Lug 08, 2013 10:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Jihad92 ha scritto:
allora in poche parole io intendevo: in un paese miscredente non si puo pretendere di fare la "bellavita" da musulmano.. è inutile cercare di uniformarci,impossibile! non lo accetterebbero mai e si arriverebbe allo scontro. allora ho detto di esser d'accordo con la sorella hind che è stata piu realista sul comportamento che dovrebbe tenere la donna(non ho detto che hai ragione), e chi volesse fare questa "bellavita da musulmano" che emigri dove si applica la sharia, (citando il hadith).


E dove si applica la shariah a parte in mecca e a medina?
Mica possiamo emigrare tutti quanti la'!

Si solito anch'io sono realista ma quando si tratta di questo, no!
Preferisco illudermi piuttosto in modo che quando non ci saro' riuscita almeno posso dire di averci provato, e se non avro' nemmeno la possibilita' di provarci.. Almeno ci avro' sperato! Non vedo che male c'e' in questo!

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1188

MessaggioInviato: Lun Lug 08, 2013 10:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

ma non cè niente di male! anzi. io esprimo solo la mia opinione dicendo che è molto ambizioso quanto complicato.. wallahua3lam

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Mar Lug 09, 2013 12:58 am    Oggetto: Rispondi citando

Jihad92 ha scritto:
ma non cè niente di male! anzi. io esprimo solo la mia opinione dicendo che è molto ambizioso quanto complicato.. wallahua3lam


Però è strano di solito sono la prima ad essere pessimista (e sono pure abbastanza nota per questo), ma ultimamente non so che cos'ho ma temo che sto diventando stranamente e spaventosamente troppo ottimista e sto pure diventando sempre più convinta che è giusto.. sempre se essere ottimisti significa non arrendersi prima di aver fallito dopo averci provato.

Quindi le cose complesse ora non mi preoccupano più così tanto, è la gente che si arrende subito (prima ancora di averci provato e poi fallito) che mi preoccupa.
Chissà, forse è solo un periodo di ottimismo che sto attraversando.. non lo so..

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mar Lug 09, 2013 1:36 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
sorella mujahida spero tutto bnee nn ho più avuto tue notizie per email.....:-)


Tutto bene grazie sorella. Si ti avevo detto che ti avrei contattata una volta tornata a Roma. Anche se non so se io posso uscire con le sorelle.
Buonanotte

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Mar Lug 09, 2013 1:55 am    Oggetto: BismiLlāhi arRaḥmāni arRaḥīm Rispondi citando

Non volevo dare a nessuno del terrorismo, ci mancherebbe e scusatemi!
Solo che sentendo parlare di scontri inevitabili cui dovrei partecipare devo avere frainteso e ho voluto chiarire che non abbiamo il diritto di improvvisare rivoluzioni o cose del genere.
Spero sia chiaro ciò che intendevo e l'ho detto anzi proprio perché anche fosse chiaro ciò che volevi dire Jihad92 e che nessuno potesse accusarti di intendere altro.

@Starlight: con te, sorella, invece non ce l'avevo minimamente : S

AsSalāmu ‘alaykum wa rahmatuLlāhi wa barakātuHu : )
Prepariamoci a Ramaḍān che manca poco!

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mar Lug 09, 2013 2:14 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
infatti con la scusa di questa discussione ieri ho chiesto allo Shaykh Taqi Usmani di chiarirmi qual è il confine tra speranza ed illusione in queste questioni

Domanda molto interessante

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Mar Lug 09, 2013 2:25 am    Oggetto: Rispondi citando

Non ti preoccupare fratello, lo so che non ce l'avevi con me pensavo solo di essermi spiegata male io!

Wa 'alaikum assalam wa rahmatullahi wa barakatuh.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
zahra26
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/12/08 08:43
Messaggi: 586
Residenza: roma madhab: hanafi

MessaggioInviato: Mar Lug 09, 2013 11:37 am    Oggetto: Rispondi citando

scusate off..@sorella mujahida perchè non puoi uscire con le sorelle....tra sorelle...siamo tra donne...:-)

_________________
Subhanaka-Llahuma Rabbana wa bi-hamdik ALLAH-umma ighfir li
Gloria a te o ALLAH nostro Signore a te solo la lode o ALLAH perdonami
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Gio Lug 11, 2013 12:34 am    Oggetto: Rispondi citando

Non so sorella. Io ho dei problemi con le femmine.
Devo valutare la situazione

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
zahra26
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/12/08 08:43
Messaggi: 586
Residenza: roma madhab: hanafi

MessaggioInviato: Gio Lug 11, 2013 6:12 am    Oggetto: Rispondi citando

..ah..va bene...

_________________
Subhanaka-Llahuma Rabbana wa bi-hamdik ALLAH-umma ighfir li
Gloria a te o ALLAH nostro Signore a te solo la lode o ALLAH perdonami
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Unintended
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/08 00:49
Messaggi: 899

MessaggioInviato: Gio Lug 11, 2013 1:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hind ha scritto:


Una persona che non sa prendersi cura degli altri proprio un bel carattere non deve avercelo.

Ecco ci risiamo, fai insinuazioni, hai già deciso che se x si comporto in modo tale, allora equivale a tale carattere. No sfumature, no hai il dono di vedere i caratteri altrui e cosa pensano.

Citazione:


Scegliere di servire la ummah prima che servire un marito è una cosa che non ha nessun riscontro nella sunnah, e poi se una donna fa la cameriera/postina/benzinaia/dentista/insegnate offre il suo tempo e i suoi servizi a chiunque mica solo ai musulmani.

Ma basta! per te non esiste una donna che lavora e una donna che è sposata contemporaneamente, non esistono mezzi termini, e per te una non sposata mi sembra di capire che ha un carattere che fa schifo e di conseguenza una persona brutta(secondo le tue allusioni di prima si arriva a questa conclusione). Sorelle single che lavorate, non leggete questo post mi raccomando...
Inoltre ti informo che si, SI PUO' OFFRIRE I PROPRI SERVIZI SOLO A MUSULMANI, VOLENDO. I modi ci sono, ritengo ci possa arrivare tu stessa da sola, e comunque, se una persona anche volesse servire non musulmani, non vedo dove commette peccato.



Citazione:


Come a te non piace farti toccare il viso dagli uomini, ci sono uomini a cui piacerebbe moltissimo farsi toccare toccare il viso da una dentista donna
Ma che razza di discorso è mai questo? Non meriti neanche risposta.

Citazione:
Cosa è meglio? Cercare di vedere entrambi i punti di vista delle cose è così difficile?
Poi se nel tuo mondo di favole esistono le dentiste donne per sole donne fammelo sapere così prendo un appuntamento la prossima volta che mi viene una carie.

Nemmeno qui meriti risposta. Per te quindi le donne dovrebbero stare malate e con i denti marci murate in casa così non corrono rischi di interagire con gli uomini, che se poi crepano di malattia tra atroci sofferenze chissenefrega. Nuovamente sei assurdamente senza mezze misure.

Citazione:


Invece più avanti si va e meglio è? Aahahahah!
Intendevo soltato che sono sempre esistiti mestieri tradizionalmente femminili, svolti con ritmi femminili, cerchiamo di ripristinare questi se proprio dobbiamo.

Alhamulillah persone come te ce ne sono poche, anzi conosco solo te.

Citazione:


Facciamo che prima sarebbe meglio valutare la propria situazione personale e POI sarebbe meglio evitare che decine di musulmane vengano toccate da medici uomini (cosa che mi risulta del tutto permessa in caso di necessità).
Ci vuole un minimo di buon senso, tutto qua.

Oh finalmente una cosa sensata che hai detto (quella sulla situazione personale e il buon senso), anzi l'unica forse.

Citazione:


Quando dici "lavorare per la ummah" è fazioso. In Italia, come temo nel resto del mondo, quando lavori hai a che fare con tutti, anche con i satanisti e i raeliani.

E quindi? la costruisci tu la cupola magica dove scartare gli altri? e non pensi ad un'eventuale da'wa? se avessi genitori non musulmani li sbatti fuori da casa tua? Esci un po' te dal mondo delle favole, il mondo è quello che sta là fuori, dove milioni di uomini e donne si spaccano in 4 per aiutare gli altri, ognuno a modo suo, interagendo anche con i miscredenti, i quali mediante le loro azioni (dei musulmani) spesso si sono convertiti, e grazie alle loro cure hanno salvato milioni di persone (e di donne anche, salvate da donne toh).


Citazione:


Per me, certo :-)

E ritieni questo un comportamento islamicamente accettabile? Contenta tu.


Citazione:


Non è vietato fare entrambe le cose, ma richiede moltissima energia. Le donne straordinarie che sembra possano riuscire bene in tutto quello che fanno ci sono MashaAllah, solo non sono comuni.

sono più di quelle che pensi. Solo che talvolta sono "invisibili", svolgono il loro doppio ruolo con discrezione, ne conosco diverse.

Citazione:


Provare disgusto al matrimonio? Ma è lecito dire cose del genere?

Cambia il termine se non ti piace, usiamo "avversione così non ti senti più di tanto turbata, ma sta di fatto che sì, esiste.

Citazione:


Magari, se, forse... Nel frattempo la realtà aspetta ancora di essere affrontata.

Non riesco a trovare il link di una biografia di una donna simile, ma l'ho letta, purtroppo posso connettermi per brevi periodi, ma ricordo benissimo questa anziana signora araba che corrispondeva alla realtà che ti ho descritto. Se qualcuno gentilmente avesse tempo e voglia di cercare, mi fareste un favore.

Citazione:

Poi guarda caso la donna che lavora è sempre come minimo dottoressa o insegnante, mai una donna che volesse andare a lavorare in una ditta di espurgo pozzi neri o ad asfaltare le strade il 15 d'Agosto alle 3 del pomeriggio! MAI!

E quindi?

Citazione:


Cerchiamo di seguire appunto l'esempio di tutte le madri dei credenti.

shhh...te lo dico a bassa voce... loro lavoravano...

Citazione:


La parola "se" apre la porta a Shaytan nel nostro cuore.


Era ipotetico, comunque alhamdulillah Allah le ha destinato ciò che era giusto.[/quote]

_________________
“Only God can Judge Me?”,”Naah False People can and will Judge me everyday but God will only judge me ONCE and his judgment is the ONLY one that matters.”
Top
Profilo Invia messaggio privato
Unintended
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/08 00:49
Messaggi: 899

MessaggioInviato: Gio Lug 11, 2013 1:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Starlight al-Darwisha ha scritto:
Ma io non sto parlando di attacchi terroristici, sto solamente dicendo di chiedere alcuni nostri diritti, di usare le nostre ricchezze di qualunque tipo siano (finanziarie, intellettive, ecc ecc) a favore dell'ummah anziche' a favore solamente a favore del proprio profitto personale, e se uno puo' dovrebbe almeno provarci anziche' rinunciarci subito senza provarci e sperarci nemmeno.

Nei altri paesi dei kufar ci sono madrassa femminili, maschili.. Qui no! Che male c'e' nel chiedere cose cosi? E cercare di trovare un modo ( senza diventare terroristi) di ottenere almeno alcuni diritti?! non sto nemmeno dicendo di riuscirci ad ogni costo e di fare guerre ma di provare a trovare un modo prima di rinunciarci!

Per esempio come dicevo prima se una sorella e' ricca e puo' fare il dentista in privato, perche' non dovrebbe cercare di ottenere un permesso (sempre se cio' e' richiesto) per sole donne, prima di rinunciarci? Se economicamente ho la possibilita' di costruire una piscina femminile, perche' non dovrei provarci prima di decidere che tanto e' inutile?

Poi se i kufar non vorranno concedirci questo e' un'altra storia, ma almeno ci avremmo provato, cosi invece e' arrendersi senza prima provarci. In Inghilterra non credo che i nostri fratelli hanno aperto delle madrassa solo perche' i kufar si sono preoccupati di concedere le madrassa di propria iniziativa ai nostri fratelli, prima penso saranno stati i nostri fratelli ad averlo chiesto, no?
E io sto dicendo questo, di provarci prima di rinunciare.. Poi se ci riusciamo alhamdulilah, se non ci riusciamo, pazienza..


megaquotone per queste parole! Se ci lasciassimo vincere dal "ah ma tanto è impossibile" "ah ma qui non si può" ah ma qui le leggi lo vietano" e via dicendo, non faremmo mai nessun passo avanti.
In Inghilterra l'hanno capito prima e meglio di noi che occorre lavorare duro e con fermezza per realizzare quello che in questo thread viene definito "illusione". Si vedono addirittura riconosciuti scuole islamiche dallo stato, alcune controversie "lievi" sono legalmente lasciate ai tribunali islamici, le donne girano in niqab, e lavorano persino in niqab. Hanno madrase, sapienti (anche sapienti donne!!), organizzano corsi, fanno mille altre cose che qui, nella nostra Italia arretrata e poco combattiva, ci sogniamo. Se si fossero fermati a braccia incrociate a sospirare senza far nulla, non avrebbero ottenuto nulla.

_________________
“Only God can Judge Me?”,”Naah False People can and will Judge me everyday but God will only judge me ONCE and his judgment is the ONLY one that matters.”
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hud
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/12 10:50
Messaggi: 267
Residenza: Madhhab: Hanafi

MessaggioInviato: Gio Lug 11, 2013 1:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

Unintended ha scritto:
Starlight al-Darwisha ha scritto:
Ma io non sto parlando di attacchi terroristici, sto solamente dicendo di chiedere alcuni nostri diritti, di usare le nostre ricchezze di qualunque tipo siano (finanziarie, intellettive, ecc ecc) a favore dell'ummah anziche' a favore solamente a favore del proprio profitto personale, e se uno puo' dovrebbe almeno provarci anziche' rinunciarci subito senza provarci e sperarci nemmeno.

Nei altri paesi dei kufar ci sono madrassa femminili, maschili.. Qui no! Che male c'e' nel chiedere cose cosi? E cercare di trovare un modo ( senza diventare terroristi) di ottenere almeno alcuni diritti?! non sto nemmeno dicendo di riuscirci ad ogni costo e di fare guerre ma di provare a trovare un modo prima di rinunciarci!

Per esempio come dicevo prima se una sorella e' ricca e puo' fare il dentista in privato, perche' non dovrebbe cercare di ottenere un permesso (sempre se cio' e' richiesto) per sole donne, prima di rinunciarci? Se economicamente ho la possibilita' di costruire una piscina femminile, perche' non dovrei provarci prima di decidere che tanto e' inutile?

Poi se i kufar non vorranno concedirci questo e' un'altra storia, ma almeno ci avremmo provato, cosi invece e' arrendersi senza prima provarci. In Inghilterra non credo che i nostri fratelli hanno aperto delle madrassa solo perche' i kufar si sono preoccupati di concedere le madrassa di propria iniziativa ai nostri fratelli, prima penso saranno stati i nostri fratelli ad averlo chiesto, no?
E io sto dicendo questo, di provarci prima di rinunciare.. Poi se ci riusciamo alhamdulilah, se non ci riusciamo, pazienza..


megaquotone per queste parole! Se ci lasciassimo vincere dal "ah ma tanto è impossibile" "ah ma qui non si può" ah ma qui le leggi lo vietano" e via dicendo, non faremmo mai nessun passo avanti.
In Inghilterra l'hanno capito prima e meglio di noi che occorre lavorare duro e con fermezza per realizzare quello che in questo thread viene definito "illusione". Si vedono addirittura riconosciuti scuole islamiche dallo stato, alcune controversie "lievi" sono legalmente lasciate ai tribunali islamici, le donne girano in niqab, e lavorano persino in niqab. Hanno madrase, sapienti (anche sapienti donne!!), organizzano corsi, fanno mille altre cose che qui, nella nostra Italia arretrata e poco combattiva, ci sogniamo. Se si fossero fermati a braccia incrociate a sospirare senza far nulla, non avrebbero ottenuto nulla.


Si è mai pensato di ricorrere all'istituto della Mediazione ? Purtroppo la legge che istituiva la mediazioe obbligatoria è stato dichiarato incostituzionale, ma è stata riproposta di recente. Mi pare che preveda anche la possibilità che entrambe le parti scelgano il mediatore.
Bisognerebbe chiedere ad un avvocato (ma gli avvocato sono notoriamente ostili a questo istituto).
Top
Profilo Invia messaggio privato
Unintended
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/08 00:49
Messaggi: 899

MessaggioInviato: Gio Lug 11, 2013 1:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hud ha scritto:


Si è mai pensato di ricorrere all'istituto della Mediazione ? Purtroppo la legge che istituiva la mediazioe obbligatoria è stato dichiarato incostituzionale, ma è stata riproposta di recente. Mi pare che preveda anche la possibilità che entrambe le parti scelgano il mediatore.
Bisognerebbe chiedere ad un avvocato (ma gli avvocato sono notoriamente ostili a questo istituto).


Ovvero? in che senso? Intendi nelle cause fra musulmani? spiega spiega (non me ne intendo)

_________________
“Only God can Judge Me?”,”Naah False People can and will Judge me everyday but God will only judge me ONCE and his judgment is the ONLY one that matters.”
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Gio Lug 11, 2013 1:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

Starlight al-Darwisha ha scritto:

Ma io non sto parlando di attacchi terroristici, sto solamente dicendo di chiedere alcuni nostri diritti, di usare le nostre ricchezze di qualunque tipo siano (finanziarie, intellettive, ecc ecc) a favore dell'ummah anziche' a favore solamente a favore del proprio profitto personale, e se uno puo' dovrebbe almeno provarci anziche' rinunciarci subito senza provarci e sperarci nemmeno.
Nei altri paesi dei kufar ci sono madrassa femminili, maschili.. Qui no!


Qui non c'è proprio... cominciamo con il richiedere una madrasa! =)

Citazione:
Che male c'e' nel chiedere cose cosi? E cercare di trovare un modo ( senza diventare terroristi) di ottenere almeno alcuni diritti?! non sto nemmeno dicendo di riuscirci ad ogni costo e di fare guerre ma di provare a trovare un modo prima di rinunciarci!


Chiedere di ottenere diritti è un diritto e un dovere. L'Italia è uno dei paesi più arretrati in fatto di apertura mentale sulla libertà di pensiero e culto.

Citazione:
Per esempio come dicevo prima se una sorella e' ricca e puo' fare il dentista in privato, perche' non dovrebbe cercare di ottenere un permesso (sempre se cio' e' richiesto) per sole donne, prima di rinunciarci? Se economicamente ho la possibilita' di costruire una piscina femminile, perche' non dovrei provarci prima di decidere che tanto e' inutile?


A me farebbe un gran favore. Anzi se da precedenza a reparti d'ospedale come ostetrica e senologia, sono anche più contenta. Nel mio paese, questi ruoli li occupano solo gli uomini.

Citazione:
In Inghilterra l'hanno capito prima e meglio di noi che occorre lavorare duro e con fermezza per realizzare quello che in questo thread viene definito "illusione". Si vedono addirittura riconosciuti scuole islamiche dallo stato, alcune controversie "lievi" sono legalmente lasciate ai tribunali islamici, le donne girano in niqab, e lavorano persino in niqab. Hanno madrase, sapienti (anche sapienti donne!!), organizzano corsi, fanno mille altre cose che qui, nella nostra Italia arretrata e poco combattiva, ci sogniamo. Se si fossero fermati a braccia incrociate a sospirare senza far nulla, non avrebbero ottenuto nulla.


In Italia queste cose non le si sono ancora ottenute, perché, a mio parere, tanti fratelli e sorelle vengono qua e si "adeguano" anziché lottare per i loro diritti.
Come lavorare con l'hijab, non esiste legge che lo vieti, allora perché molte donne lo tolgono per farsi assumere? E andare in giro con il niqab, nessuna legge lo vieta, allora perché non vedo nessuna indossarlo?

Per me, un buon inizio, sarebbe una madrasa. I musulmani entrano ed escono ben preparati sulla loro religione e possono diffondere la verità tra i miscredenti che inizierebbero a farsi una cultura e prima o poi accetterebbero l'Islam.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Ven Lug 12, 2013 3:50 am    Oggetto: Bismilahi Rrahamani Rrahim Rispondi citando

Unintended ha scritto:


megaquotone per queste parole! Se ci lasciassimo vincere dal "ah ma tanto è impossibile" "ah ma qui non si può" ah ma qui le leggi lo vietano" e via dicendo, non faremmo mai nessun passo avanti.
In Inghilterra l'hanno capito prima e meglio di noi che occorre lavorare duro e con fermezza per realizzare quello che in questo thread viene definito "illusione". Si vedono addirittura riconosciuti scuole islamiche dallo stato, alcune controversie "lievi" sono legalmente lasciate ai tribunali islamici, le donne girano in niqab, e lavorano persino in niqab. Hanno madrase, sapienti (anche sapienti donne!!), organizzano corsi, fanno mille altre cose che qui, nella nostra Italia arretrata e poco combattiva, ci sogniamo. Se si fossero fermati a braccia incrociate a sospirare senza far nulla, non avrebbero ottenuto nulla.


Mi fa un certo effetto "strano" vedere qualcuno che lo condivide.. quasi da non credere!

Rajiya ha scritto:
A me farebbe un gran favore. Anzi se da precedenza a reparti d'ospedale come ostetrica e senologia, sono anche più contenta. Nel mio paese, questi ruoli li occupano solo gli uomini.


Prega per me affinchè diventi una delle persone più miliardarie e poi inshaaAllah aprirò un ospedale per donne in Italia e una piscina e delle madrassa, poi in Pakistan costruirò delle case d'accoglienza per le donne che rischiano la vita e vengono maltrattate, e in altri paesi come il pakistan sempre, costruirò centri antiabuso per uomini e per donne.

Poi nel mio paese aparirò delle fabbriche per donne, se poi vedo che gli uomini hanno voglia di lavorare, ma sì sarò buona e aprirò anche per gli uomini.

Ah e poi aprirò delle spiagge per donne !
Poi per ora non mi viene in mente altro, ah.. forse assumerò Hind come isnegnante in una delle mie madrassa.. sempre se non troverà un'altra scusa per non lavorare, anzi voglio vedere poi cosa avrà da ridire.

E nessuno penso mi potrà accusare nemmeno di discriminazione perchè sono convinta che quando sei ricco puoi permetterti di discriminare, se discriminare significa ottenere i diritti che ad uno spettano.

Sogno troppo?
Sì è vero, ma sempre meglio che passare il mio tempo a scoraggiarmi e disperarmi.

Nel frattempo che non posso fare tutto tempo, inshaaAllah ho intenzione di impegnarmi per diventare una counselor, così almeno, sempre inshaaAllah, potrò assistere e cercare di aiutare soprattutto le donne maltrattate delle quali molti preferiscono non sentirne parlare nemmeno.

E chissà forse, ma ne dubito, se avrò miracolosamente ancora voglia di studiare, sicuramente non continuerò con lingue anche perchè è inutile che facciamo tutti quanti i linguisti, vorrei studiare psicologia e anzi vorrei proprio diventare una psichiatra! Un sacco dei nostri fratelli e sorelle hanno bisogno di rivolgersi ad una figura professionale ma non lo fanno perchè non si fidano perchè sono kufar, ecc ecc.. è ora che qualcuno si occupi anche di questo.

Citazione:
In Italia queste cose non le si sono ancora ottenute, perché, a mio parere, tanti fratelli e sorelle vengono qua e si "adeguano" anziché lottare per i loro diritti.


Verissimo, e non è tutto!
Spesso si adeguano proprio facendo quei discorsi "tanto qui siamo in un paese miscredente, tanto non ci posso fare niente, bla bla bla".. e questo atteggiamento è contagioso, è questo il punto.. così come è contagiosa anche la forza di volontà e poi si bisogna sempre fare affidamento ad Allah e sperare in lui, ma questo ovviamente non significa non fare nulla.

Purtroppo il mio paese non sta messo meglio, sul piano religioso dico ma non solo, e ormai non saprei dove si sta peggio, ho sempre questo dubbio!

Che Allah aiuti la nostra ummah a tornare forte e unita e che la guidi e che ci perdoni. Amin.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Ven Lug 12, 2013 3:53 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Nel frattempo che non posso fare tutto tempo

volevo dire nel frattempo che non posso fare tutto questo.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Ven Lug 12, 2013 3:58 am    Oggetto: Rispondi citando

Unintended ha scritto:
Se si fossero fermati a braccia incrociate a sospirare senza far nulla, non avrebbero ottenuto nulla.


Mi sono scordata di citare questo, che prova il nostro discorso e cioè che uno non è giustificato per non fare nulla:

Umar Ibn Al-Khattab (radhi Allah) was in the presence of some Yemeni people (who did not want to work), and he asked:

“Who are you?”

They said: “We are the mutawakilun”, (those who put their trust in Allah)

so Umar (radhi Allah) said: “No, you are the muta’akilun! (those who expect others to feed them)! And as for the mutawakil, he first throws the seeds into the earth and then depends on Allah (to provide for him)”.

(Al-Irshad Ila Sahih al-I`tiqaad, 78)

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Ven Lug 12, 2013 12:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Starlight al-Darwisha ha scritto:
Prega per me affinchè diventi una delle persone più miliardarie...


Non c'è bisogno di essere miliardari per certune di queste cose, perché se tutti noi iniziamo a dare un po' del nostro, riusciremmo ad ottenere l'inidpensabile. Sopratutto, dobbiamo essere coerenti quando chiediamo qualcosa, se ci rivolgiamo a un ente statale per ottenere permessi e cosa.

Al nord italia ci sono moltissimi musulmani, se ogni musulmano di ogni comune mettesse soldi per aprire - fosse solo - una piccola madrasa nella sua provincia (ovviamente una provincia di molti comuni popolosi u_u), ci potrebbe riuscire.

E comunque, lo stato, da dei contributi agli enti religiosi per sostenere le spese (non so si possa applicare per una madrassa, ma per una moschea, sicuramente).

Poi, nell'utopia più remota, ci sono quei bravi musulmani della penisola araba che potrebbero dare soldi ai musulmani italiani per costruire i servizi di cui hanno bisogno, anziché sperperare soldi per comprare calciatori o darli alla regione Sicilia per restaurare Palermo!

[quote=
"Starlight al-Darwisha"]Sogno troppo?
Sì è vero, ma sempre meglio che passare il mio tempo a scoraggiarmi e disperarmi.[/quote]

Sorella, sogna qualcosa di concreto per un progetto che se mi si da il via, mi applico bene =)

Citazione:
=
"Starlight al-Darwisha"]Verissimo, e non è tutto!
Spesso si adeguano proprio facendo quei discorsi "tanto qui siamo in un paese miscredente, tanto non ci posso fare niente, bla bla bla".. e questo atteggiamento è contagioso, è questo il punto.. così come è contagiosa anche la forza di volontà e poi si bisogna sempre fare affidamento ad Allah e sperare in lui, ma questo ovviamente non significa non fare nulla.


Beh, visto che mi incoraggi... non volevo dirlo ma a tanti neppure gliene frega niente. Nella mia città (grazie a Dio, molto piccola) ai giovani, della loro religione non interessa granché. Ma è una cosa piuttosto diffusa, secondo me, l'iniziativa deve partire da noi "generazione nel mezzo" che abbiamo voglia di fare per noi stessi (che siamo giovani XD) e per quelli che verranno dopo di noi.

[quote=
"Starlight al-Darwisha"]
Purtroppo il mio paese non sta messo meglio, sul piano religioso dico ma non solo, e ormai non saprei dove si sta peggio, ho sempre questo dubbio! [/quote]

Penso che sia meglio partire a realizzare i "propri sogni" con persone che ci tengono davvero e sono disposte a dargli forma, e dopo aver attenuto ciò per noi e per gli altri, dedicarsi a chi si è scostato dalla Retta Via. 7
Spero non vi appaia come un discorso egoistico, penso solo che, se ognuno di quelli che hanno iniziativa si accolla a persone che non ne hanno dividendosi su tanti fronti, avendo così una o due persone pronte a fare sacrifici in mezzo a venti che aspettano con indifferenza che tu faccia qualcosa, non si realizzerà mai nulla.

Citazione:
Che Allah aiuti la nostra ummah a tornare forte e unita e che la guidi e che ci perdoni. Amin.


Amin

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Ven Lug 12, 2013 2:50 pm    Oggetto: Bismilahi Rrahamani Rrahim Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:
Starlight al-Darwisha ha scritto:
Prega per me affinchè diventi una delle persone più miliardarie...


Non c'è bisogno di essere miliardari per certune di queste cose, perché se tutti noi iniziamo a dare un po' del nostro, riusciremmo ad ottenere l'inidpensabile. Sopratutto, dobbiamo essere coerenti quando chiediamo qualcosa, se ci rivolgiamo a un ente statale per ottenere permessi e cosa.



LOL! ecco perchè avevo pensato che faccio prima a sperare di diventare miliardaria, perchè anzichè colaborare molti sono occupati a lamentarsi e basta.. Oppure quei pochi che sarebbero disposti a colaborare non hanno la possibilità economica. Da miliardaria invece non avrei bisogno della colaborazione di quasi nessuno se non di qualcuno che mi consigli a fare le scelte giuste/migliori.

Ma alla fine non mi dispero veramente così tanto, inshaaAllah farò dua affinchè più persone si sveglino e si diano da fare, ovviamente inclusa me perchè tra il dire e il fare non solo c'è di mezzo il mare ma anche l'oceano, importante però non arrendersi così facilmente, se almeno cominciassimo a sperarci, già sarebbe un inizio secondo me!

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Ven Lug 12, 2013 7:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
LOL! ecco perchè avevo pensato che faccio prima a sperare di diventare miliardaria, perchè anzichè colaborare molti sono occupati a lamentarsi e basta.. Oppure quei pochi che sarebbero disposti a colaborare non hanno la possibilità economica. Da miliardaria invece non avrei bisogno della colaborazione di quasi nessuno se non di qualcuno che mi consigli a fare le scelte giuste/migliori.


La maggior parte, cioè, all'incirca tutti. Pensandoci bene, è davvero più fattibile che tu diventi miliardaria e io impari l'inglese e vada all'estero (tutte cose abbastanza improbabili), piuttosto che in Italia si realizzi qualcosa.
Ho costato che la mentalità comune è anche quella del: "vediamo", c'è molta gente che pensa di essere eterna, probabilemente, e che si possa sempre rimandare al dopo le cose...

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Ven Lug 12, 2013 10:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:
Citazione:
LOL! ecco perchè avevo pensato che faccio prima a sperare di diventare miliardaria, perchè anzichè colaborare molti sono occupati a lamentarsi e basta.. Oppure quei pochi che sarebbero disposti a colaborare non hanno la possibilità economica. Da miliardaria invece non avrei bisogno della colaborazione di quasi nessuno se non di qualcuno che mi consigli a fare le scelte giuste/migliori.


La maggior parte, cioè, all'incirca tutti. Pensandoci bene, è davvero più fattibile che tu diventi miliardaria e io impari l'inglese e vada all'estero (tutte cose abbastanza improbabili), piuttosto che in Italia si realizzi qualcosa.
Ho costato che la mentalità comune è anche quella del: "vediamo", c'è molta gente che pensa di essere eterna, probabilemente, e che si possa sempre rimandare al dopo le cose...


lool.. no sorella non è difficile imparare l'inglese, non come diventare miliardari :D Se vuoi appena riusciamo a contattarci su skype un giorno, inshaaAllah ci organizziamo e potrei provare ad aiutarti :)

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Sab Lug 13, 2013 12:40 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Umar Ibn Al-Khattab (radhi Allah) was in the presence of some Yemeni people (who did not want to work), and he asked:

“Who are you?”

They said: “We are the mutawakilun”, (those who put their trust in Allah)

so Umar (radhi Allah) said: “No, you are the muta’akilun! (those who expect others to feed them)! And as for the mutawakil, he first throws the seeds into the earth and then depends on Allah (to provide for him)”.

(Al-Irshad Ila Sahih al-I`tiqaad, 78)


Mash'Allah queste parole sono davvero belle. Bisognerebbe sbandierarle dinnanzi a tutti quei disfattisti che in nome del destino e del "tanto ci arriva ciò che ci deve arrivare", non fanno nulla pensando pure - in questo modo- di dare grande dimostrazione di fede.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Lun Lug 15, 2013 7:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
lool.. no sorella non è difficile imparare l'inglese, non come diventare miliardari :D Se vuoi appena riusciamo a contattarci su skype un giorno, inshaaAllah ci organizziamo e potrei provare ad aiutarti :)


Non sai quello che dici! XD

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tematiche femminili Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.054