Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

La solitudine femminile nell'Occidente

 
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Intellettuali, considerazioni e dibattiti sull'Islam
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Dom Lug 05, 2020 2:59 am    Oggetto: Ads

Top
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Gio Apr 18, 2013 6:46 pm    Oggetto: La solitudine femminile nell'Occidente Rispondi citando

Bi-smi 'llāhi al-Rahmāni al-Rahīmi

As-salamu alaykum,

sono una giovane donna cristiana che vive in una cittadina di provincia della Sardegna; vi scrivo perché vorrei sottoporvi il mio problema esistenziale, rendendomi conto della saggezza e della lucidità che dimostrate nel fornire delle risposte a chi vi chiede aiuto. Anche la mia è una richiesta d'aiuto; sono consapevole che l'Islam è la via più giusta e santa per un essere umano, e che, se l'Occidente compredesse davvero questo, allora il mondo sarebbe un mondo di pace.
Ho letto il Corano diverse volte e alcuni libri di mistici sufi, tra i quali voglio ricordare il Mathnawi di Jalāl ad-Dīn Muhammad Rūmī, che ha illuminato la mia vita.
Per questo mi rivolgo a voi e ho deciso di scrivere su questo forum, nella certezza che voi potete intuire qual'è effettivamente lo smarrimento interiore di molte persone come me che, cresciute in una società priva di autentici valori spirituali, sente la necessità di appellarsi a qualcosa di vero e imprescindibile.
Vorrei inoltre che si mettesse in chiaro questo: la religione di Cristo non è qualcosa di diverso dalla religione dell'Altissimo. Gesù era monoteista, un vero musulmano, e su questo non possono esserci dubbi, perché era un profeta e i profeti hanno una fede pura; per questo motivo, tutti coloro che, sedicenti cristiani, non osservano il monoteismo, non sono veri discepoli di Cristo.
Del resto, anche Mansur Al-Hallaj disse: Io sono il Vero, e sapete perché.
Vorrei quindi che si portasse rispetto al culto cristiano e non si travisasse il concetto della Santa Trinità, che, per quanto complesso possa essere, non ha nulla a che fare con il politeismo.
Spero che avrete la pazienza di ascoltare il mio problema.
Fin dalla primissima infanzia, mi sono sempre sentita una musulmana, anche al tempo in cui non avevo alcuna nozione delle religioni. La fede nell'Inviolato trascende ogni tempo ed ogni spazio, la sua unica dimora è l'anima. Non ho mai pronunciato la professione di fede, e non ho mai avuto la fortuna di conoscere delle donne musulmane, qui in Sardegna; infatti sono sempre vissuta in questa remota cittadina di provincia, molto distante dal mondo, eppure così intaccata dal materialismo occidentale. In questo luogo, non vi è più un vero attaccamento alle tradizioni dell'isola, ma si è sviluppata una mentalità ipocrita e opportunista, le persone sono molto materialiste e vuote, anche se lo nascondono, o forse non se ne rendono neppure conto, nel loro vano desiderio di omologarsi ai dettami della società molto prestigiosa e falsamente progressista dell'Europa occidentale. Questo genera un grande dissidio interiore, e un conflitto culturale insanabile, spesso anche di natura generazionale.
Io però ho 23 anni, mi sono laureta in Lettere all'età di 22, e ho sempre sofferto per una solitudine che fino a poco tempo addietro non avrei mai saputo spiegare.
Scoprendo i valori dell'Islam, mi sono resa conto di quanto male esista in questo mondo, di quanto materialismo sia presente intorno a me. Ho scoperto che in me non c'è niente che non va, e che anche io merito di essere amata, e la mia solitudine è dovuta al fatto che le persone intorno a me non credono in Dio. Molti dicono di crederci, spesso se ne vantano e lo ostentano, ma questo non significa nulla, perché non c'è niente di più ipocrita e fasullo di un religioso occidentale, quando afferma di credere in qualcosa che offende ogni giorno della sua vita.
Mi sono sempre sentita molto sola; a scuola molti compagni viziati dall'utilitarismo dei genitori, e privi di umanità. Inoltre, la cosa che più mi preme esprimere, è la vergogna femminile, la vergogna profonda come una ferita, che mi ha sempre dilaniata, in quanto donna occidentale. Mi sono sempre sentita una persona ignorata, la ragazzina invisibile del mondo; le mie coetanee già all'età di 14 anni iniziavano ad avere rapporti sessuali con i maschi, si facevano delle storielle insulse con questo e con quello, oppure stavano a lungo con uno solo, ma senza nessun impegno reale, come per finzione, praticando un sesso abitudinario, volendo dare a credere che questo fosse un segno di maturità e indipendenza da parte loro. Non erano in grado, però, di offrirmi la loro sincera amicizia. Credo che sapete com'è la situazione in Occidente; come sono le donne; qual'è il loro stile di vita. Io non mi sono mai permessa di accusare queste donne e questi uomini infingardi; anzi, prima non osavo neppure giudicare col pensiero, provavo solo una cocente vergogna, non so di cosa, forse del peccato.
Prima di avvicinarmi all'Islam, e a dire il vero anche al Vangelo autentico, non capivo cosa ci fosse di sbagliato in me; a lungo mi sono vergognata per il fatto di non aver mai avuto un ragazzo, di temere il solo fatto di parlare con un maschio da sola, di non aver mai baciato nessuno, tutte cose per cui, nell'adolescenza, si viene derisi, se non si sono mai fatte; ma adesso ciò non è cambiato: ancora le persone adulte sono portate a pensare che quelle come me abbiano qualcosa che non va, e mi è rimasto il senso di vergogna, quasi la paura di essere bollata come una ritardata mentale.
Questo disagio sociale e interiore è durato per tanti anni, e ancora ne soffro, forse irreparabilmente. Me ne sono vergognata, perché le persone hanno sempre cercato, quando ero ancora troppo ingenua per difendermi psicologicamente, di farmene vergognare. Io odio vantarmi, tuttavia devo ammettere onestamente che, ad uno sguardo obbiettivo, non penso che potrei risultare poco attraente, come donna, secondo i canoni superficiali del mondo occidentale, ovviamente; infatti il mio aspetto fisico sembra quello di una modella, e si sa che quelle così hanno tutti gli uomini che vogliono, perché sono donne di moda, sono simbolo di potere e successo.
Ma questo non ha significato nulla, visto che io mi sono sempre sentita una musulmana dentro, non ho mai pensato a queste cose, non ho mai desiderato usare il mio corpo, mercificarlo, divenire un oggetto sessuale ed essere concupita da uomini sconosciuti.
Ma questo ha portato al fatto che le persone hanno incominciato a guardarmi con il malocchio, come fanno ogni volta in cui l'invidia non è controbilanciata dal timore e dalla piaggeria. Io infatti non ho mai avuto successo; è vero che, mettendo le mie foto su Internet(cosa che in realtà odio), per fare una prova, molti uomini mi hanno trovata bellissima e mi hanno chiesto di uscire; ricordo che, quando ho fatto presente a uno di questi che non avrei voluto avere rapporti sessuali durante l'eventuale relazione, mi sono sentita rispondere: Con il tempo ti abituerai ad averne. Tutti volevano divertirsi, anche quelli che presumevano di essere delle persone serie. Ma al di là di Internet, non ho mai conosciuto nessun uomo, nessuna relazione, nessun fidanzato; non sono così come vogliono che sia, ed è per questo che sono diventata una di quelle persone che vengono emarginate, essendo estranee al sistema occidentale. Sono consapevole, inoltre, che le donne sono ancor più responsabili degli uomini, di tutto questo schifo che c'è in Occidente, e che ormai ha contaminato anche gli altri continenti, come una malattia; esse infatti non hanno più rispetto per se stesse. Usano il proprio corpo come una merce di scambio, ma lo fanno apertamente, senza dignità, non come prima che sapevano nasconderlo con vile astuzia.
Anche fra i parenti le donne, spesso sposate e separate, trovano continuamente dei difetti in me, fanno vedere che, se io sono sola, e non ho mai avuto tanti spasimanti come loro si vantano di avere, è perché ho qualcosa che non va.
A scuola, pur essendo la più alta della classe, i coetanei mi dicevano che ero la più brutta, perché non avevo il ragazzo, e non mostravo la mia sessualità. Ho notato che la bellezza femminile in Occidente coincide con le donne che mettono in mostra la propria sessualità.Le donne pudiche vengono considerate poco attraenti, o meglio, delle prime non si vedono i difetti, nelle seconde invece si trova sempre il pretesto per farle sembrare brutte o comunque con qualcosa che non va.
I miei parenti mi hanno offeso aspramente, quando si sono accorti che soffrivo, per la mia solitudine e il mio bisogno legittimo di sposarmi, quasi come se si sentissero in colpa, in segreto, per il loro stile di vita. Infatti ritengo che anche loro, nella loro corruzione morale, sono i responsabili di tutta la sofferenza che i musulmani devono sopportare in questo mondo.
Mi hanno detto che la colpa è mia, se sono così sola, perché sono una donna chiusa, egoista, superba, che non dà il suo amore a nessuno; addirittura mi hanno biasimato perché, quando cammino per strada, non guardo i ragazzi per flirtare. Mi hanno espressamente detto che, quando un ragazzo mi fissa(ed io ovviamente non me ne posso proteggere), è mio dovere ricambiare lo sguardo. Di questo genere di cose, me ne hanno dette tante, e mi hanno devvero delusa e abbattuta.
Per questo motivo, vorrei il vostro conforto spirituale, e vorrei che mi consigliaste. Che cosa devo fare, in una tale situazione? Come sopportare la vita? Spesso, con vergogna, ho pensato al suicidio.
Come posso vivere in mezzo a questa gente superficiale e materialista, che non capisce quali sono le cose veramente importanti dell'esistenza? Come posso avere delle amiche musulmane?
Io mi sento musulmana, e spesso ho desiderato di convertirmi, ma qui è difficilissimo incontrare donne musulmane, se voi poteste indicarmi il modo, ve ne sarei grata.
Mi sento sola, non avendo amici nella mia città. Non mi trovo bene nella mia famiglia, a parte con mia madre; anche lei deve aver sofferto molto, nella sua vita, per lo stesso motivo.
Perché tanta ingiustizia?
Vi ringrazio per avuto la pazienza di leggere fino alla fine, aspetto la vostra risposta. Dio sia con voi.

Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi.
(Matteo, 7:6)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Gio Apr 18, 2013 8:57 pm    Oggetto: Re: La solitudine femminile nell'Occidente Rispondi citando

Wa 'Aleykum Salam, ho letto tutto il tuo messaggio e trovo condivisibile e comprensibile la maggior parte delle cose che hai detto.

Aurora ha scritto:

Che cosa devo fare, in una tale situazione?


In una tale situazione dovresti pronunciare la shahada e chiedere aiuto ad Allah Subhana wa Ta'ala.

Aurora ha scritto:
Come sopportare la vita?


Diventando coscienti che non esistiamo che per adorarLo e conoscerLo.
Pensa spesso alla morte e ricordati che il tuo tempo - cioè la tua possibilità per stabilire una connessione tra te e Lui - potrebbe finire in qualsiasi momento.
Ci sarà un giorno in cui dovrai rendere conto di tutto ciò che hai detto e di tutto ciò che hai fatto; in quale mano vorresti ricevere il tuo libro sorella? Perché mai dovresti riceverlo nella destra? Perché mai proprio tu dovresti meritarti il paradiso? La vita serve a crearti una risposta per queste domande.


Aurora ha scritto:
Vorrei inoltre che si mettesse in chiaro questo: la religione di Cristo non è qualcosa di diverso dalla religione dell'Altissimo. Gesù era monoteista, un vero musulmano, e su questo non possono esserci dubbi, perché era un profeta e i profeti hanno una fede pura; per questo motivo, tutti coloro che, sedicenti cristiani, non osservano il monoteismo, non sono veri discepoli di Cristo.


Gesù era musulmano, è vero, ma poiché come ben sai il suo messaggio è stato travisato e Sayyidina Muhammad (S.a.w.s.) è il sigillo della profezia, il cristianesimo diventa automaticamente una via non più percorribile.


Aurora ha scritto:
La fede nell'Inviolato trascende ogni tempo ed ogni spazio, la sua unica dimora è l'anima.


L'anima - nafs - è dimora di ogni dubbio, di ogni desiderio, di ogni ostinazione, di ogni difetto sostanzialmente.
La fede in un certo senso, proprio perché trascende ogni tempo ed ogni spazio, non ti appartiene, comincia a considerarla un dono - il più prezioso che ci sia - e non un qualcosa che scaturisce da te.


Aurora ha scritto:
Non ho mai pronunciato la professione di fede, e non ho mai avuto la fortuna di conoscere delle donne musulmane


Cosa aspetti? Non serve mica conoscere delle donne musulmane per farlo.
Comunque eccomi, qui ce n'è una :-).


Aurora ha scritto:
ho sempre sofferto per una solitudine che fino a poco tempo addietro non avrei mai saputo spiegare.


"Quando Egli ti rende straneo alle sue creature, sappi che vuole aprirti la porta della Sua intimità"

Ibn 'Ata' Allah


Aurora ha scritto:
Ho scoperto che in me non c'è niente che non va, e che anche io merito di essere amata, e la mia solitudine è dovuta al fatto che le persone intorno a me non credono in Dio.


Prova a cambiare prospettiva. In tutti noi c'è qualcosa che non va, tu non hai forse difetti? E gli orfani non si meriterebbero di avere una madre e un padre?
Concentrati sui tuoi doveri, non su quello che ritieni ti sia dovuto, non ti ha già colmato di doni forse?


Aurora ha scritto:
Inoltre, la cosa che più mi preme esprimere, è la vergogna femminile, la vergogna profonda come una ferita, che mi ha sempre dilaniata, in quanto donna occidentale. Mi sono sempre sentita una persona ignorata, la ragazzina invisibile del mondo; le mie coetanee già all'età di 14 anni iniziavano ad avere rapporti sessuali con i maschi, si facevano delle storielle insulse con questo e con quello, oppure stavano a lungo con uno solo, ma senza nessun impegno reale, come per finzione, praticando un sesso abitudinario, volendo dare a credere che questo fosse un segno di maturità e indipendenza da parte loro. Non erano in grado, però, di offrirmi la loro sincera amicizia. Credo che sapete com'è la situazione in Occidente; come sono le donne; qual'è il loro stile di vita. Io non mi sono mai permessa di accusare queste donne e questi uomini infingardi; anzi, prima non osavo neppure giudicare col pensiero, provavo solo una cocente vergogna, non so di cosa, forse del peccato.
Prima di avvicinarmi all'Islam, e a dire il vero anche al Vangelo autentico, non capivo cosa ci fosse di sbagliato in me; a lungo mi sono vergognata per il fatto di non aver mai avuto un ragazzo, di temere il solo fatto di parlare con un maschio da sola, di non aver mai baciato nessuno, tutte cose per cui, nell'adolescenza, si viene derisi, se non si sono mai fatte; ma adesso ciò non è cambiato: ancora le persone adulte sono portate a pensare che quelle come me abbiano qualcosa che non va, e mi è rimasto il senso di vergogna, quasi la paura di essere bollata come una ritardata mentale.
Questo disagio sociale e interiore è durato per tanti anni, e ancora ne soffro, forse irreparabilmente. Me ne sono vergognata, perché le persone hanno sempre cercato, quando ero ancora troppo ingenua per difendermi psicologicamente, di farmene vergognare. Io odio vantarmi, tuttavia devo ammettere onestamente che, ad uno sguardo obbiettivo, non penso che potrei risultare poco attraente, come donna, secondo i canoni superficiali del mondo occidentale, ovviamente; infatti il mio aspetto fisico sembra quello di una modella, e si sa che quelle così hanno tutti gli uomini che vogliono, perché sono donne di moda, sono simbolo di potere e successo.
Ma questo non ha significato nulla, visto che io mi sono sempre sentita una musulmana dentro, non ho mai pensato a queste cose, non ho mai desiderato usare il mio corpo, mercificarlo, divenire un oggetto sessuale ed essere concupita da uomini sconosciuti.


Se osservi tutto questo con gli occhi dell'Islam istantaneamente si trasforma in un valore e in un grande vantaggio per te. Un marito musulmano non potrebbe che apprezzare il tuo pudore.


Aurora ha scritto:

Ma questo ha portato al fatto che le persone hanno incominciato a guardarmi con il malocchio, come fanno ogni volta in cui l'invidia non è controbilanciata dal timore e dalla piaggeria.


AlHamdulillah c'è una soluzione anche per questo nell'Islam.


Aurora ha scritto:
Sono consapevole, inoltre, che le donne sono ancor più responsabili degli uomini, di tutto questo schifo che c'è in Occidente, e che ormai ha contaminato anche gli altri continenti, come una malattia; esse infatti non hanno più rispetto per se stesse. Usano il proprio corpo come una merce di scambio, ma lo fanno apertamente, senza dignità, non come prima che sapevano nasconderlo con vile astuzia.


Concordo al 100%


Aurora ha scritto:
Anche fra i parenti le donne, spesso sposate e separate, trovano continuamente dei difetti in me, fanno vedere che, se io sono sola, e non ho mai avuto tanti spasimanti come loro si vantano di avere, è perché ho qualcosa che non va.
A scuola, pur essendo la più alta della classe, i coetanei mi dicevano che ero la più brutta, perché non avevo il ragazzo, e non mostravo la mia sessualità. Ho notato che la bellezza femminile in Occidente coincide con le donne che mettono in mostra la propria sessualità.Le donne pudiche vengono considerate poco attraenti, o meglio, delle prime non si vedono i difetti, nelle seconde invece si trova sempre il pretesto per farle sembrare brutte o comunque con qualcosa che non va.
I miei parenti mi hanno offeso aspramente, quando si sono accorti che soffrivo, per la mia solitudine e il mio bisogno legittimo di sposarmi, quasi come se si sentissero in colpa, in segreto, per il loro stile di vita. Infatti ritengo che anche loro, nella loro corruzione morale, sono i responsabili di tutta la sofferenza che i musulmani devono sopportare in questo mondo.
Mi hanno detto che la colpa è mia, se sono così sola, perché sono una donna chiusa, egoista, superba, che non dà il suo amore a nessuno; addirittura mi hanno biasimato perché, quando cammino per strada, non guardo i ragazzi per flirtare. Mi hanno espressamente detto che, quando un ragazzo mi fissa(ed io ovviamente non me ne posso proteggere), è mio dovere ricambiare lo sguardo. Di questo genere di cose, me ne hanno dette tante, e mi hanno devvero delusa e abbattuta.


Tutti un giorno dovranno rendere conto di quello che facevano in questo dunya e ricordati che: "Vile è la merce del mondo, ben migliore è l'Altra per chi terne Iddio, e ivi non vi sarà fatto torto nemmeno per la pellicina dell'osso d'un dattero"


Aurora ha scritto:
Come posso avere delle amiche musulmane?


Scrivendo in questo forum, e se vuoi posso essere la prima.

Aurora ha scritto:
Io mi sento musulmana, e spesso ho desiderato di convertirmi, ma qui è difficilissimo incontrare donne musulmane, se voi poteste indicarmi il modo, ve ne sarei grata.


Ecco il modo, dici:

Ash hadu an la ilaha illa Allah, wa ash hadu anna Muhammadan rasulullah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Gio Apr 18, 2013 11:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Il periodo minoico viene dunque diviso in tre fasi principali – Minoico Antico o fase prepalaziale (MA), Minoico Medio o fase protopalaziale (MM), e Minoico Tardo O fase neopalaziale (MT).


Salam Aleykum Aurora.

Io penso che il conformista spocchioso che porta avanti con arroganza i suoi valori insulsi e il quasimodo sfigato ma dal cuore grande e dai sentimenti nobili siano solo due facce della stessa medaglia.
Sto preparando un esame di psicologia generale. Purtroppo è un esame obbligatorio ed è di una noia mortale. Ma ho letto una cosa interessante.
Nelle dinamiche di gruppo, il leader/capetto è sempre portatore di un apparato di idee originali e diverse. Il leader non è mai un conformato altrimenti non potrebbe emergere. Ma è sempre inizialmente uno dei diversi.
La differenza tra lui è gli altri "diversi" è che lui non si vergogna della propria diversità. Non la sente come un peso. Gli altri invece se ne vergognano e se ne sentono schiacciati. Per questo lui diventa una guida mentre gli altri diventano degli sfigati.
Questo discorso era per dirti che non è la diversità in sè stessa ad essere causa di emarginazione. Solo la diversità che non ama sè stessa a sufficienza, finisce per venir derisa o emarginata.
Sta sempre alla persona decidere di far imperare ciò in cui crede oppure ritirarsi nell'ombra. Quindi quello che voglio dire è che non bisogna dare la colpa solo e sempre agli altri insensibili, insulsi conformisti e sentirsi le vittime di un mondo crudele e ingiusto. Il male è di per sè stesso passivo. Ma è chiaro che se i soldati del bene non cambattono, il male prende il sopravvento. Riempie spazi che noi gli concediamo.. La Jihad serve proprio a non permettere al male di riempire spazi e a far si che il bene ne conquisti sempre di nuovi. Il ritiro o la stasi sono indirettamente uno strumento del male.
Alhamdolillah Allah subhanwa wa taala ti ha dato un dono e ti ha apero gli occhi alla fede. Parla con gli altri di ciò in cui credi. COn la tua famiglia. Cerca di spiegare loro con fermezza perchè non condividi determinati "valori". Magari qualcuno si affilierà, magari no. Certo che se non parli con nessuno e non ti apri un pò al mondo, potresti anche passare per strega sanguinaria, sfigata o non so cosa.
Di solito le leggende sulle streghe del quartiere si creano così. Magari la presunta strega era una santa, ma se si nasconde nella sua torre di avorio è chiaro che gli altri costruiranno su di lei leggende strane.
La verità dell'Islam si è propagata (e si propaga) grazie al coraggio e al valore di uomini e donne che credono fermamente nella sua veritò, e non a forza di sospiri desolati tra sfigati sconsolati che si commiserano a vicenda.
Qundi bisognerebbe veramente smetterla con questo vittimismo .
"<Sono uno sfigato perchè non mi conformo".
L'islam è estraneo al sistema eppure grazie ad Allah e a chi combatte sulla sua via, sta diventando la religione più diffusa al mondo.
Il Profeta Sallallahu alahi wa sallam quando non è stato accolto a Mecca, si è organizzato con i suoi compagni, è diventato forte e poi ha combattuto contro i suoi nemici.

Credi che sia meglio una donna che si svende o una donna pudica che rispetta il suo corpo?
Certo la seconda. E allora perchè se stai dalla parte del giusto devi sentirti una sfigata o lasciarti distrarre da pensieri suicidi?
Il male impera quando il bene si vergogna di se stesso.
E continueerà a imperare finchè il bene continuerà a essere timido e tremolante..E ricordiamoci sempre delle nostre responsabilità in questo anzichè crogiolarci in un facile vittimismo.
La forza deve stare dalla parte del bene. Un bene debole è colpevole se poi viene sconfitto. Quando in guerra is perde, non si dice mai "abbiamo perso perchè loro erano più forti". SI dice " diventiamo più forti noi così la prossima volta riusciamo a vincere".
E questo pensiero attivo deve guidarti. Sottrai la forza al nemico diventando tu stessa forte. Non sei un bravo soldato se aspetti passivamente che il nemico si indebolisca.
Quindi innanzitutto, se sai di essere nel giusto, non ti vergonare.L'Islam vuole che il Musulmano sia riconoscibile. Egli deve far mostra della sua fede e portare gli abiti dell'Islam con orgoglio.
Sicuramente in Sardegna ci sarà qualche comunità Islamica. Hai mai cercato?
Insh'Allah è normale che una donna alla tua età senta il bisogno di sposarsi. Magari i moderatori del Forum possono vedere se conoscono qualche sorella Sarda che può presentarti qualche uomo Musulmano.
Citazione:
il concetto della Santa Trinità

Puoi spiegarci cosa intendi con questo concetto?

Citazione:
oncentrati sui tuoi doveri, non su quello che ritieni ti sia dovuto, non ti ha già colmato di doni forse?


Quoto

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Ven Apr 19, 2013 7:57 am    Oggetto: Rispondi citando

Ma che c'azzecca il Minoico :D ?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Ven Apr 19, 2013 10:28 am    Oggetto: Rispondi citando

Hahahahaha!
Sto studiando la civiltà minoica e si è frullata la situazione. =)

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
hupaska
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 02/03/13 10:50
Messaggi: 641
Residenza: Italia (Emilia Romagna)

MessaggioInviato: Ven Apr 19, 2013 11:19 am    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Il male impera quando il bene si vergogna di se stesso.
E continueerà a imperare finchè il bene continuerà a essere timido e tremolante..E ricordiamoci sempre delle nostre responsabilità in questo anzichè crogiolarci in un facile vittimismo.
La forza deve stare dalla parte del bene. Un bene debole è colpevole se poi viene sconfitto. Quando in guerra is perde, non si dice mai "abbiamo perso perchè loro erano più forti". SI dice " diventiamo più forti noi così la prossima volta riusciamo a vincere".
E questo pensiero attivo deve guidarti. Sottrai la forza al nemico diventando tu stessa forte. Non sei un bravo soldato se aspetti passivamente che il nemico si indebolisca.
Quindi innanzitutto, se sai di essere nel giusto, non ti vergonare.



Hai espresso dei pensieri bellissimi, saggi e veri! Mi trovi pienamente d'accordo!

_________________
Son troppi i colori nel mondo, non li puoi chiudere in una bandiera...

“Cadi sette volte, rialzati otto”

"Quando soffia la tempesta e hai paura di annegare
Chiama, chiama piano Sai che non sarò lontano ..."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Ven Apr 19, 2013 7:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bi-smi 'llāhi al-Rahmāni al-Rahīmi

As-salamu alaykum,


vi ringrazio molto per le vostre parole sincere, la profondità e l'intelligenza delle vostre riflessioni, nonché la vostra dolcezza e pazienza nel fornirmi dei consigli.
Sapevo che non mi avreste deluso, prendendo la questione in modo superficiale; invece avete dimostrato nobiltà d'animo. Per me è stato molto difficile parlare di questo argomento.
Mi è stato chiesto di spiegare il concetto della Santa Trinità. Senza nessuna pretesa di essere esaustiva, voglio citare le parole del Vangelo secondo Luca:

Un giorno Gesù si trovava in un luogo a pregare e quando ebbe finito uno dei discepoli gli disse: <<Signore>>. Ed egli disse loro: <<Quando>>.
(Luca, 11:1-4)

Così, anche l' apostolo Matteo ricorda che il Cristo insegnò una preghiera simile:

Padre nostro che sei nei cieli
sia santificato il tuo Nome;
venga il tuo regno;
sia fatta la tua volontà,
come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male.

(Matteo, 6:6-13)

Gesù dunque vuole che tutti i suoi discepoli chiamino Dio <<Padre>>, e questo proprio perché tutti noi siamo suoi figli, se abbiamo in noi lo Spirito di Santità (il pane quotidiano, immateriale, che solo un Padre immateriale può darci); e siamo figli suoi perché è stato Lui a crearci, attraverso un atto d'infinito amore. Essere figli di Dio, infatti, non vuol dire che L'Altissimo ci ha generato come fanno gli esseri mortali, in questo mondo di corruzione; significa ristabilire la condizione di prossimità dell'uomo a Dio, così com'era stato per Adamo. Dio infatti non creò Adamo nello stesso modo in cui creò gli altri esseri. In Adamo vi era la preminenza assoluta, prima del peccato originale; dopo il peccato originale la lontananza da Dio è aumentata sempre di più, divenendo abissale, tanto che ogni Profeta ha cercato di ricondurre il suo popolo a Dio. Al tempo di Gesù l'ebraismo era diventato una vuota dottrina esteriore, strumento di potere nelle mani dei dottori della legge. La misericordia divina di cui parla il Corano era del tutto assente, perché i giudei non avevano in loro stessi l'amore di Dio, lo Spirito Santo, non erano musulmani e non essendo musulmani non potevano certo sentirsi vicini a Dio. Erano degli ipocriti.
Ma alcuni di loro, credettero nel messaggio di Cristo:
<<Amerai>>(Luca, 10:27-).
Infatti, se non sapete amare gli altri esseri umani, che sono a voi prossimi nel corpo, che potete vedere respirare accanto a voi, se non potete vederci niente di buono che merita di essere amato e venerato, se non sapete scorgere, cioè, quella nascosta scintilla divina dello Spirito, come fece Iblis, che disse per invidia: <<Io>>(Corano, XXXVIII,76), allora come potete pretendere di adorare il Creatore e sentirvi sottomessi a Lui? Infatti anche Iblis non volle sottomettersi al decreto divino a causa di un essere umano.
I cristiani dicono: Nel Nome del Padre, del Figlio, e dello Spirito Santo. Cioè: nel Nome di Dio, ma anche degli esseri umani, perché in loro vi è una particella, seppur infinitesimale, di buono e santo, altrimenti come potrebbero far parte del Paradiso? Come potrebbero provenire da Colui che dà la vita, e al Quale ogni cosa ritorna?
Potete chiamare <<padre>> l'uomo mortale, perché avete il suo stesso sangue, ma non potete sentirvi figli legittimi di Colui che vi ha donato la cosa più importante che detiene l'umanità, Colui che sussiste per se stesso e per il Quale tutto sussiste?

Ho bisogno di tempo per pronunciare la professione di fede, per me è un passo difficile, perché è difficile per me esteriorizzare la mia interiorità; il mio essere vicina all'Islam è diventata una cosa così intima, che proverei quasi un senso di pudore nel mostrarlo alla gente. Del resto, io non parlo mai dei miei sentimenti religiosi con le persone; forse per paura di essere ferita con i loro giudizi; a volte, invece, mi sembra un'ostentazione. Credo che che solo le azioni possano mostrare, nel tempo, cosa si nasconde nel cuore.
Qual'è il momento giusto, nella vita di una persona, per fare questa scelta immensa, di vivere in mezzo agli altri come un musulmano, esponendosi a tutto ciò che questo può comportare?
Posso pronunciare la shahāda anche nel chiuso della mia stanza?
So che mi è testimone l'Altissimo.
Comunque, grazie ancora, infinitamente, per quello che mi avete scritto; vi ho riflettuto molto. Penso che l'amicizia delle persone come voi sia una benedizione.
Dio sia con voi.

Gli stupidi sono diventati i capi e per timore i saggi hanno nascosto la testa nel mantello.
Per questo motivo Dio ha chiamato il Profeta <<muzzammil>>, dicendo:
<<Esci>>

(Jalāl ad-Dīn Muhammad Rūmī, Mathnawi, IV,vv.1453-1484)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Ven Apr 19, 2013 7:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bi-smi 'llāhi al-Rahmāni al-Rahīmi

As-salamu alaykum,


vi ringrazio molto per le vostre parole sincere, la profondità e l'intelligenza delle vostre riflessioni, nonché la vostra dolcezza e pazienza nel fornirmi dei consigli.
Sapevo che non mi avreste deluso, prendendo la questione in modo superficiale; invece avete dimostrato nobiltà d'animo. Per me è stato molto difficile parlare di questo argomento.
Mi è stato chiesto di spiegare il concetto della Santa Trinità. Senza nessuna pretesa di essere esaustiva, voglio citare le parole del Vangelo secondo Luca:

Un giorno Gesù si trovava in un luogo a pregare e quando ebbe finito uno dei discepoli gli disse: <<Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni(Battista) ha insegnato ai suoi discepoli>>. Ed egli disse loro: <<Quando pregate, dite:
Padre, sia santificato il tuo Nome,
venga il tuo regno;
dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e perdonaci i nostri peccati,
perché anche noi perdoniamo ad ogni nostro debitore,
e non ci indurre in tentazione>>.

(Luca, 11:1-4)

Così, anche l' apostolo Matteo ricorda che il Cristo insegnò una preghiera simile:

Padre nostro che sei nei cieli
sia santificato il tuo Nome;
venga il tuo regno;
sia fatta la tua volontà,
come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male.

(Matteo, 6:6-13)

Gesù dunque vuole che tutti i suoi discepoli chiamino Dio <<Padre>>, e questo proprio perché tutti noi siamo suoi figli, se abbiamo in noi lo Spirito di Santità (il pane quotidiano, immateriale, che solo un Padre immateriale può darci); e siamo figli suoi perché è stato Lui a crearci, attraverso un atto d'infinito amore. Essere figli di Dio, infatti, non vuol dire che L'Altissimo ci ha generato come fanno gli esseri mortali, in questo mondo di corruzione; significa ristabilire la condizione di prossimità dell'uomo a Dio, così com'era stato per Adamo. Dio infatti non creò Adamo nello stesso modo in cui creò gli altri esseri. In Adamo vi era la preminenza assoluta, prima del peccato originale; dopo il peccato originale la lontananza da Dio è aumentata sempre di più, divenendo abissale, tanto che ogni Profeta ha cercato di ricondurre il suo popolo a Dio. Al tempo di Gesù l'ebraismo era diventato una vuota dottrina esteriore, strumento di potere nelle mani dei dottori della legge. La misericordia divina di cui parla il Corano era del tutto assente, perché i giudei non avevano in loro stessi l'amore di Dio, lo Spirito Santo, non erano musulmani e non essendo musulmani non potevano certo sentirsi vicini a Dio. Erano degli ipocriti.
Ma alcuni di loro, credettero nel messaggio di Cristo:
<< Amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua forza e con tutta la tua mente e il prossimo tuo come te stesso>>(Luca, 10:27-).
Infatti, se non sapete amare gli altri esseri umani, che sono a voi prossimi nel corpo, che potete vedere respirare accanto a voi, se non potete vederci niente di buono che merita di essere amato e venerato, se non sapete scorgere, cioè, quella nascosta scintilla divina dello Spirito, come fece Iblis, che disse per invidia: <<Io sono migliore di lui: mi hai creato dal fuoco, mentre creasti lui dalla creta>>(Corano, XXXVIII,76), allora come potete pretendere di adorare il Creatore e sentirvi sottomessi a Lui? Infatti anche Iblis non volle sottomettersi al decreto divino a causa di un essere umano.
I cristiani dicono: Nel Nome del Padre, del Figlio, e dello Spirito Santo. Cioè: nel Nome di Dio, ma anche degli esseri umani, perché in loro vi è una particella, seppur infinitesimale, di buono e santo, altrimenti come potrebbero far parte del Paradiso? Come potrebbero provenire da Colui che dà la vita, e al Quale ogni cosa ritorna?
Potete chiamare <<padre>> l'uomo mortale, perché avete il suo stesso sangue, ma non potete sentirvi figli legittimi di Colui che vi ha donato la cosa più importante che detiene l'umanità, Colui che sussiste per se stesso e per il Quale tutto sussiste?

Ho bisogno di tempo per pronunciare la professione di fede, per me è un passo difficile, perché è difficile per me esteriorizzare la mia interiorità; il mio essere vicina all'Islam è diventata una cosa così intima, che proverei quasi un senso di pudore nel mostrarlo alla gente. Del resto, io non parlo mai dei miei sentimenti religiosi con le persone; forse per paura di essere ferita con i loro giudizi; a volte, invece, mi sembra un'ostentazione. Credo che che solo le azioni possano mostrare, nel tempo, cosa si nasconde nel cuore.
Qual'è il momento giusto, nella vita di una persona, per fare questa scelta immensa, di vivere in mezzo agli altri come un musulmano, esponendosi a tutto ciò che questo può comportare?
Posso pronunciare la shahāda anche nel chiuso della mia stanza?
So che mi è testimone l'Altissimo.
Comunque, grazie ancora, infinitamente, per quello che mi avete scritto; vi ho riflettuto molto. Penso che l'amicizia delle persone come voi sia una benedizione.
Dio sia con voi.

Gli stupidi sono diventati i capi e per timore i saggi hanno nascosto la testa nel mantello.
Per questo motivo Dio ha chiamato il Profeta <<muzzammil>>, dicendo:
<<Esci da quel mantello, tu che ami fuggire.

Non nascondere il capo nel tuo mantello e non coprirti il viso, poiché il mondo è un corpo smarrito, e tu sei l'intelligenza.

Ascolta, non nasconderti a causa degli insulti dell'avversario, poiché tu sei la fiaccola splendente della Rivelazione.

Ascolta, prega per una parte della notte(Corano, 73,2), poiché tu sei una candela, oh principe: la notte, la candela sta ritta.

Senza la tua radiosità, il giorno luminoso è scuro come la notte; senza la tua protezione, il leone è prigioniero della lepre.

Sii il pilota nella nave del mare della purezza, poiché tu sei un Noè, o Muhammad.

Una guida esperta, dotata di intelligenza, è necessaria per ogni viaggio, soprattutto per il viaggio sull'acqua.

Alzati! Guarda la carovana sperduta: dappertutto una ghul è diventata capitano della nave.

Tu sei il Khidr del nostro tempo, e il salvatore di ogni nave: non darti alla solitudine come lo Spirito di Dio (Gesù).

Agli occhi di questa assemblea, tu sei come il lume del cielo; smetti di allontanarti da loro praticando l'isolamento.

Non è il tempo dell'isolamento: entra nell'assemblea, tu che sei simile all'uccello Huma, mentre la direzione è come il monte Qaf.

La luna piena si muove la notte nella parte superiore del cielo; non interrompe il suo giro per i latrati di un cane.

Gli schernitori gridano, come cani, verso la tua luna piena, in direzione del tuo luogo alto.

Quei cani sono sordi al comando divino: E fate silenzio (Corano, 7-204); per stupidità abbaiano alla tua luna piena.

Ascolta, tu che sei il rimedio per il malato, non togliere il bastone al cieco a causa della tua collera contro il sordo.

Tu hai detto: ''Colui che guida un cieco sul buon cammino ottiene cento ricompense da parte di Dio;

chiunque conduce un cieco per quaranta passi sarà perdonato e otterrà la salvezza ''.

Conduci dunque lontano da questo mondo impermanente la moltitudine dei ciechi, gruppo dopo gruppo.

È questo il compito della guida: tu sei la Guida, tu sei la gioia per scacciare il dolore dell'ultimo tempo.

Ascolta, oh Imam di coloro che temono Dio, fa' che quei pensatori di vane fantasie procedano finché giungano alla certezza.

Chiunque è incline a complottare contro di te, Io lo colpirò sul collo: va' avanti gioiosamente.

Io accrescerò la sua cecità; Io gli darò veleno ed egli lo crederà zucchero.

Le intelligenze si accendono con la Mia luce; tutte le strategie sono state imparate dalla mia strategia.

Che cosa è infatti la tenda di feltro nero del Turcomanno, davanti alle zampe dei feroci elefanti di questo mondo?

Davanti al mio vento di sarsar, che cosa è in verità quella luce, oh mio grandissimo Profeta?

Alzati e soffia in quella terribile tromba, affinché la polvere dei morti possa uscire da questa terra.

Poiché tu sei lo Israfil di questo tempo, che opera giustamente, compi una resurrezione prima della Resurrezione.

Mio eroe! Se qualcuno dice: ''Dove è la Resurrezione?'', indica te stesso, dicendo: ''Guardate, io sono la Resurrezione.

Oh interrogatore afflitto dai triboli, guarda; vedi che da questa Resurrezione sorgono cento mondi uno dopo l'altro?''

E se egli non si adatta a questa lode di Me e all'umile supplica, allora, oh Sultano, la risposta a uno stupido è il silenzio.

Dal Cielo di Dio giunge in risposta il silenzio, quando, oh anima mia, la preghiera non è accolta.>>

(Jalāl ad-Dīn Muhammad Rūmī, Mathnawi, IV,vv.1453-1484)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Ven Apr 19, 2013 7:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

Per favore, cancellate la prima versione, perché le citazioni sono incomplete.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Sab Apr 20, 2013 11:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

La definizione canonica di Trinità implica la consustanzialità di Dio(subhana wa taala) e Gesù (La pace sia su di lui) e quindi porta con sé quello che per noi è un gravissimo peccato: l’associare qualcuno o qualcosa a Dio. Capisco che nella tua “definizione” quest’elemento blasfemo sia assente ma in fondo non ti sembra che ciò che tu chiami trinità sia di fatto un concetto triadico contenuto più semplicemente nella parola Islam/Sottomissione?
“tutti noi siamo suoi figli, se abbiamo in noi lo Spirito di Santità (il pane quotidiano, immateriale, che solo un Padre immateriale può darci “ non equivale forse a dire siamo sottometti ad Allah subhana wa taala se Egli ci fa dono della fede?
Mi sembra inoltre di capire che con 'Spirito Santo' intendi i venti di Misericordia che Allah subhana wa taala soffia sugli uomini permettendo loro di amarLo. Il problema è quando questi termini vengono ipostatizzati finendo per diventare 'persone' a sè stanti e per creare una lacerazione all'interno dell'Uno-
E poichè il semplice accostare spesso degenera in un associare noi Musulmani evitiamo in principio di accostare al nome di Dio termini che potrebbero finire per esserGli associati.

Citazione:
Infatti, se non sapete amare gli altri esseri umani, che sono a voi prossimi nel corpo, che potete vedere respirare accanto a voi, se non potete vederci niente di buono che merita di essere amato e venerato, se non sapete scorgere, cioè, quella nascosta scintilla divina dello Spirito, come fece Iblis, che disse per invidia: <<Io>>(Corano, XXXVIII,76), allora come potete pretendere di adorare il Creatore e sentirvi sottomessi a Lui?

Io credo sorella che il discorso andrebbe ribaltato, ovvero: se non sapete amare Dio, come potete amare gli uomini? Infatti nell'uomo non c’è nulla di buono se non quanto in esso è votato a Dio. Ma chi non ama prima di tutto Dio (il Bene), come può amare il bene nell’uomo o anche solo scorgerlo?
Credere di poter “imparare “ad Amare Dio passando attraverso l’amore per l’uomo sarebbe come puntare una torcia contro il sole di notte e pretendere di vederlo. E’ impossibile. La fede non può essere un processo “induttivo”. E’ un dono. Per questo è sufficiente dire Bismillah (In Nome di Dio). E’ solo in lui che tutto il resto si rischiara. Ed è solo in lui che si può amare il creato.


Citazione:
Infatti anche Iblis non volle sottomettersi al decreto divino a causa di un essere umano.”

Iblis non amava l’uomo perché in primis non amava Dio.. Quindi secondo me è scorretto dire che non avendo amato il “figlio” non è poi stato in grado di amare il “Padre”.

Citazione:
Essere figli di Dio, infatti, non vuol dire che L'Altissimo ci ha generato come fanno gli esseri mortali, in questo mondo di corruzione; significa ristabilire la condizione di prossimità dell'uomo a Dio, così com'era stato per Adamo. Dio infatti non creò Adamo nello stesso modo in cui creò gli altri esseri. In Adamo vi era la preminenza assoluta, prima del peccato originale; dopo il peccato originale la lontananza da Dio è aumentata sempre di più, divenendo abissale, tanto che ogni Profeta ha cercato di ricondurre il suo popolo a Dio


In Adamo non vi era la preminenza assoluta. Il Profeta più vicino a Dio è il Sigillo dei Profeti Muhammad Sallallahu alahi wa sallam, portatore del Verbo Definitivo e Immutabile. Nell’Islam inoltre è assente il concetto di peccato originale.
In diverse epoche Allah Subhana wa taala ha fatto scendere sulla terra delle corde di salvezza, aggrappandosi alle quali era possibile per l’uomo superare la sua condizione di orizzontalità e colmare la distanza assoluta. Nella nostra epoca vi è la corda Muhammadiana. La condizione di prossimità la si ristabilisce aggrappandosi fermamente a questa corda di salvezza. E la distanza assoluta la subisce ogni uomo che decide di rinunciare ad aggrapparsi alla corda di salvezza nell’illusione di salvarsi da sé. Ciò era possibile tanto ai tempi di Adamo (la Pace sia su di lui) quanto adesso.
L’idea che i tempi di Adamo costituissero una sorta di epoca aurea di purezza e vicinanza con Dio è in realtà una concezione errata mutuata dal mito dell’età dell’oro di origini pagane. Il primo figlio di Adamo (la Pace sia su di Lui) si macchiò di fratricidio e già basterebbe questo a sfatare questa concezione idealizzante dei primordi dell’umanità.

Citazione:
Posso pronunciare la shahāda anche nel chiuso della mia stanza?
So che mi è testimone l'Altissimo.

Esatto. Ti è testimone l’Altissimo. Certo che puoi pronunciarla nel chiuso della tua stanza. Né, se ancora non te la senti, devi annunciare pubblicamente la tua conversione.
L’importante è non rinnegare la tua fede. Quindi puoi non dire di essere Musulmana, ma se per caso qualcuno dovesse chiedertelo, non puoi negare.
Citazione:
Penso che l'amicizia delle persone come voi sia una benedizione.
Dio sia con voi.

Grazie Aurora =).
Che Allah subhana wa taala ti guidi verso la retta via.
E grazie per aver condiviso con noi questo bellissimo frammento del Mathnawi.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hud
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/12 10:50
Messaggi: 267
Residenza: Madhhab: Hanafi

MessaggioInviato: Dom Apr 21, 2013 9:25 am    Oggetto: Rispondi citando

Assalam alaikum wa rahmatullah wa barakatuh,
Quello che sta succedendo alla Sorella Aurora e' emblematico di una società, quella in cui viviamo, purtroppo, in cui si è assistito ad un completo sovvertimento dei valori, per cui persone di alta moralità ed intellettualità vengono giudicate "sfigate" o "superbe" e di conseguenza emarginate.

Quello che posso consigliare a Sorella Aurora e' di fare affidamento alla sua fede, e di fare delle sue "diversità" la sua forza: sono gli altri che seguono la via sbagliata, non tu; percio', sia pure con umiltà, sentiti moralmente superiore a quelli che ti circondano.

Infine, per quanto riguarda la concezione Trinitaria, sarebbe opportuno, per evitare l'associazionismo, che tu rivedessi criticamente, alla luce della tua fede islamica, le tue idee sulla Trinità: da quello che vedo hai gli strumenti intellettuali per farlo.

Wassalam
Top
Profilo Invia messaggio privato
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Dom Apr 21, 2013 9:51 am    Oggetto: Re: La solitudine femminile nell'Occidente Rispondi citando

Aurora ha scritto:
Bi-smi 'llāhi al-Rahmāni al-Rahīmi

As-salamu alaykum,

sono una giovane donna cristiana che vive in una cittadina di provincia della Sardegna; vi scrivo perché vorrei sottoporvi il mio problema esistenziale, rendendomi conto della saggezza e della lucidità che dimostrate nel fornire delle risposte a chi vi chiede aiuto. Anche la mia è una richiesta d'aiuto; sono consapevole che l'Islam è la via più giusta e santa per un essere umano, e che, se l'Occidente compredesse davvero questo, allora il mondo sarebbe un mondo di pace.
Ho letto il Corano diverse volte e alcuni libri di mistici sufi, tra i quali voglio ricordare il Mathnawi di Jalāl ad-Dīn Muhammad Rūmī, che ha illuminato la mia vita.
Per questo mi rivolgo a voi e ho deciso di scrivere su questo forum, nella certezza che voi potete intuire qual'è effettivamente lo smarrimento interiore di molte persone come me che, cresciute in una società priva di autentici valori spirituali, sente la necessità di appellarsi a qualcosa di vero e imprescindibile.
Vorrei inoltre che si mettesse in chiaro questo: la religione di Cristo non è qualcosa di diverso dalla religione dell'Altissimo. Gesù era monoteista, un vero musulmano, e su questo non possono esserci dubbi, perché era un profeta e i profeti hanno una fede pura; per questo motivo, tutti coloro che, sedicenti cristiani, non osservano il monoteismo, non sono veri discepoli di Cristo.
Del resto, anche Mansur Al-Hallaj disse: Io sono il Vero, e sapete perché.
Vorrei quindi che si portasse rispetto al culto cristiano e non si travisasse il concetto della Santa Trinità, che, per quanto complesso possa essere, non ha nulla a che fare con il politeismo.
Spero che avrete la pazienza di ascoltare il mio problema.
Fin dalla primissima infanzia, mi sono sempre sentita una musulmana, anche al tempo in cui non avevo alcuna nozione delle religioni. La fede nell'Inviolato trascende ogni tempo ed ogni spazio, la sua unica dimora è l'anima. Non ho mai pronunciato la professione di fede, e non ho mai avuto la fortuna di conoscere delle donne musulmane, qui in Sardegna; infatti sono sempre vissuta in questa remota cittadina di provincia, molto distante dal mondo, eppure così intaccata dal materialismo occidentale. In questo luogo, non vi è più un vero attaccamento alle tradizioni dell'isola, ma si è sviluppata una mentalità ipocrita e opportunista, le persone sono molto materialiste e vuote, anche se lo nascondono, o forse non se ne rendono neppure conto, nel loro vano desiderio di omologarsi ai dettami della società molto prestigiosa e falsamente progressista dell'Europa occidentale. Questo genera un grande dissidio interiore, e un conflitto culturale insanabile, spesso anche di natura generazionale.
Io però ho 23 anni, mi sono laureta in Lettere all'età di 22, e ho sempre sofferto per una solitudine che fino a poco tempo addietro non avrei mai saputo spiegare.
Scoprendo i valori dell'Islam, mi sono resa conto di quanto male esista in questo mondo, di quanto materialismo sia presente intorno a me. Ho scoperto che in me non c'è niente che non va, e che anche io merito di essere amata, e la mia solitudine è dovuta al fatto che le persone intorno a me non credono in Dio. Molti dicono di crederci, spesso se ne vantano e lo ostentano, ma questo non significa nulla, perché non c'è niente di più ipocrita e fasullo di un religioso occidentale, quando afferma di credere in qualcosa che offende ogni giorno della sua vita.
Mi sono sempre sentita molto sola; a scuola molti compagni viziati dall'utilitarismo dei genitori, e privi di umanità. Inoltre, la cosa che più mi preme esprimere, è la vergogna femminile, la vergogna profonda come una ferita, che mi ha sempre dilaniata, in quanto donna occidentale. Mi sono sempre sentita una persona ignorata, la ragazzina invisibile del mondo; le mie coetanee già all'età di 14 anni iniziavano ad avere rapporti sessuali con i maschi, si facevano delle storielle insulse con questo e con quello, oppure stavano a lungo con uno solo, ma senza nessun impegno reale, come per finzione, praticando un sesso abitudinario, volendo dare a credere che questo fosse un segno di maturità e indipendenza da parte loro. Non erano in grado, però, di offrirmi la loro sincera amicizia. Credo che sapete com'è la situazione in Occidente; come sono le donne; qual'è il loro stile di vita. Io non mi sono mai permessa di accusare queste donne e questi uomini infingardi; anzi, prima non osavo neppure giudicare col pensiero, provavo solo una cocente vergogna, non so di cosa, forse del peccato.
Prima di avvicinarmi all'Islam, e a dire il vero anche al Vangelo autentico, non capivo cosa ci fosse di sbagliato in me; a lungo mi sono vergognata per il fatto di non aver mai avuto un ragazzo, di temere il solo fatto di parlare con un maschio da sola, di non aver mai baciato nessuno, tutte cose per cui, nell'adolescenza, si viene derisi, se non si sono mai fatte; ma adesso ciò non è cambiato: ancora le persone adulte sono portate a pensare che quelle come me abbiano qualcosa che non va, e mi è rimasto il senso di vergogna, quasi la paura di essere bollata come una ritardata mentale.
Questo disagio sociale e interiore è durato per tanti anni, e ancora ne soffro, forse irreparabilmente. Me ne sono vergognata, perché le persone hanno sempre cercato, quando ero ancora troppo ingenua per difendermi psicologicamente, di farmene vergognare. Io odio vantarmi, tuttavia devo ammettere onestamente che, ad uno sguardo obbiettivo, non penso che potrei risultare poco attraente, come donna, secondo i canoni superficiali del mondo occidentale, ovviamente; infatti il mio aspetto fisico sembra quello di una modella, e si sa che quelle così hanno tutti gli uomini che vogliono, perché sono donne di moda, sono simbolo di potere e successo.
Ma questo non ha significato nulla, visto che io mi sono sempre sentita una musulmana dentro, non ho mai pensato a queste cose, non ho mai desiderato usare il mio corpo, mercificarlo, divenire un oggetto sessuale ed essere concupita da uomini sconosciuti.
Ma questo ha portato al fatto che le persone hanno incominciato a guardarmi con il malocchio, come fanno ogni volta in cui l'invidia non è controbilanciata dal timore e dalla piaggeria. Io infatti non ho mai avuto successo; è vero che, mettendo le mie foto su Internet(cosa che in realtà odio), per fare una prova, molti uomini mi hanno trovata bellissima e mi hanno chiesto di uscire; ricordo che, quando ho fatto presente a uno di questi che non avrei voluto avere rapporti sessuali durante l'eventuale relazione, mi sono sentita rispondere: Con il tempo ti abituerai ad averne. Tutti volevano divertirsi, anche quelli che presumevano di essere delle persone serie. Ma al di là di Internet, non ho mai conosciuto nessun uomo, nessuna relazione, nessun fidanzato; non sono così come vogliono che sia, ed è per questo che sono diventata una di quelle persone che vengono emarginate, essendo estranee al sistema occidentale. Sono consapevole, inoltre, che le donne sono ancor più responsabili degli uomini, di tutto questo schifo che c'è in Occidente, e che ormai ha contaminato anche gli altri continenti, come una malattia; esse infatti non hanno più rispetto per se stesse. Usano il proprio corpo come una merce di scambio, ma lo fanno apertamente, senza dignità, non come prima che sapevano nasconderlo con vile astuzia.
Anche fra i parenti le donne, spesso sposate e separate, trovano continuamente dei difetti in me, fanno vedere che, se io sono sola, e non ho mai avuto tanti spasimanti come loro si vantano di avere, è perché ho qualcosa che non va.
A scuola, pur essendo la più alta della classe, i coetanei mi dicevano che ero la più brutta, perché non avevo il ragazzo, e non mostravo la mia sessualità. Ho notato che la bellezza femminile in Occidente coincide con le donne che mettono in mostra la propria sessualità.Le donne pudiche vengono considerate poco attraenti, o meglio, delle prime non si vedono i difetti, nelle seconde invece si trova sempre il pretesto per farle sembrare brutte o comunque con qualcosa che non va.
I miei parenti mi hanno offeso aspramente, quando si sono accorti che soffrivo, per la mia solitudine e il mio bisogno legittimo di sposarmi, quasi come se si sentissero in colpa, in segreto, per il loro stile di vita. Infatti ritengo che anche loro, nella loro corruzione morale, sono i responsabili di tutta la sofferenza che i musulmani devono sopportare in questo mondo.
Mi hanno detto che la colpa è mia, se sono così sola, perché sono una donna chiusa, egoista, superba, che non dà il suo amore a nessuno; addirittura mi hanno biasimato perché, quando cammino per strada, non guardo i ragazzi per flirtare. Mi hanno espressamente detto che, quando un ragazzo mi fissa(ed io ovviamente non me ne posso proteggere), è mio dovere ricambiare lo sguardo. Di questo genere di cose, me ne hanno dette tante, e mi hanno devvero delusa e abbattuta.
Per questo motivo, vorrei il vostro conforto spirituale, e vorrei che mi consigliaste. Che cosa devo fare, in una tale situazione? Come sopportare la vita? Spesso, con vergogna, ho pensato al suicidio.
Come posso vivere in mezzo a questa gente superficiale e materialista, che non capisce quali sono le cose veramente importanti dell'esistenza? Come posso avere delle amiche musulmane?
Io mi sento musulmana, e spesso ho desiderato di convertirmi, ma qui è difficilissimo incontrare donne musulmane, se voi poteste indicarmi il modo, ve ne sarei grata.
Mi sento sola, non avendo amici nella mia città. Non mi trovo bene nella mia famiglia, a parte con mia madre; anche lei deve aver sofferto molto, nella sua vita, per lo stesso motivo.
Perché tanta ingiustizia?
Vi ringrazio per avuto la pazienza di leggere fino alla fine, aspetto la vostra risposta. Dio sia con voi.

Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi.
(Matteo, 7:6)


Salam, io come sempre arrivo in ritardo... Purtroppo al giorno d'oggi le donne, per essere "accettate" dalla comunità devono per forza truccarsi e indossare una minigonna, parlare con tutti e appunto avere una relazione con un uomo, per non parlare poi dei social-networks e così via. Allah ti ha dato un dono che Lui riserva solo a chi vuole: la strada della retta via. Ti sta guidando, ti ha aperto il cuore verso la vera religione, ovvero l'Islam. Oggigiorno accade spesso che il "diverso" (diverso secondo la comunità italiana) venga emarginato e magari deriso. Tu ti senti diversa, ma fidati che sei normalissima! Come già detto da una sorella, un marito musulmano troverebbe i difetti che i tuoi parenti ti dicono di avere , pregi. Tu sei già musulmana agli occhi di Allah. E questo tuo momento di solitudine lo puoi superare solo con la preghiera! La preghiera ti da sicurezza, ti aiuta e ti fa stare bene. L'inizio è difficile per tutti, ma devi dimostrare alla comunità e alla tua famiglua che tu sei diversa, hai deciso la via di Allah, non quella della moda e del materialismo. Io ti do un consiglio: pronuncia la Shahada, inizia a pregare e a rispettare le regole dell'Islam, vedrai che starai molto meglio. E se vuoi amiche musulmane, non esitare a scrivere su questo forum: noi siamo in tante qui e ti daremo sicuramente una mano! Coraggio, pronunciala e non pensarci più! Dimostra agli altri, a te stessa ma soprattutto ad Allah che sei diversa e hai scelto la retta via! Spero ti possa servire il mio post, salam e che la pace e la gioia sia sempre con te!! :))
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Dom Apr 21, 2013 6:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bi-smi 'llāhi al-Rahmāni al-Rahīmi

As-salamu alaykum,


la consustanziazione non implica il peccato di associazionismo; al contrario, lo rigetta nel modo più estremo possibile, in quanto si afferma l'idea che, in un essere umano, tutto ciò che è Spirito, in verità è Dio stesso.

<<esaltare se stessi, è pretendere associazione con Dio>> (senso di un
ḥadīth qudsi).

A meno che tu sia morto e sia divenuto vivo attraverso Lui, tu sei un nemico che cerca di regnare con Lui.

Quando diventi vivo attraverso Lui, questo è in realtà Lui. Egli è l'Unità assoluta; come potrebbe essere un'associazione?

(Jalāl ad-Dīn Muḥammad Rūmī, Mathnawi,IV,vv.2766-68)


In tutti gli esseri umani che hanno accolto in loro stessi lo Spirito di Santità, vi è la consustanziazione; in realtà una delle due sostanze è solo un orpello perituro: con la morte del corpo si vedrà <<il tesoro nella casa in rovina>>(Mathnawi,IV,4).

Dio ha detto: <<Io ero un tesoro nascosto>>(ḥadīth qudsi). Sta' attento! Non lasciare che la tua sostanza si perda: diventa manifesto!
(Mathnawi,IV,3030)


Dopo la morte è chiaro che la goccia si immergerà nel Mare infinito, e non sarà più distinguibile da Esso; ma in questo mondo gli esseri umani sono destinati al peso della dualità e della separazione; solo rientrando nel più profondo di se stessi, e rinunciando all'egoismo, possono scorgere il Vero, e il Vero allora si manifesterà in loro.

<<Colui che appartiene a Dio, Dio gli appartiene>> (ḥadīth: Man kana liLah,i kana Allahu lahu).

Un esempio di associazionismo si trova nella storia di Mosè. Faraone infatti si macchia di questo peccato, opponendo al Dio degli Ebrei se stesso.
Nel messaggio di Cristo non c'è nessuna blasfemia e nessun peccato; se noi lo rinneghiamo, rischiamo di divenire come i Giudei inferociti, che si stracciarono le vesti, scandalizzati per un peccato che in realtà si trovava solo all'interno dei loro cuori perversi.

I giudei portarono di nuovo delle pietre per lapidarlo. Gesù rispose loro: <<Vi ho fatto vedere molte opere buone da parte del Padre mio; per quale di esse mi volete lapidare?>>. Gli risposero i Giudei: <<Non ti lapidiamo per un'opera buona, ma per la bestemmia e perché tu, che sei uomo, ti fai Dio!>>
(Giovanni,10:31-33)


Infatti è proprio a causa della loro incredulità che lo uccisero. Ma l'incredulità di quel tipo non è mai fine a se stessa; è dovuta al desiderio di sottomettere l'avversario, per invidia, o per cercare superiorità e vantarsi.
Cristo infatti rappresentava un avversario politico per loro, quegli scribi e farisei corrotti dal potere, che esercitavano sul proprio popolo miserabile, ma allo stesso tempo asserviti essi stessi al giogo dei Romani; questi detentori di una legge privata ormai di ogni giustizia, un vuoto formulario di riti che venivano imposti da coloro che conoscevano a menadito le Sacre Scritture, ma non avevano in loro l'Amore di Dio; proprio questi che sarebbero dovuti essere così vicini allo spirito religioso, non potevano certo sopportare che un umile figlio di falegname, privo d'istruzione, e che ai loro occhi non era nient'altro che un mentecatto, si arrogasse il diritto di parlare di Dio al popolo, e soprattutto di guidarlo, come loro non sapevano fare. Per questo motivo i sommi sacerdoti lo arrestarono di nascosto, nel cuore della notte, quando nessuno avrebbe potuto difenderlo, perché <<temevano la folla, che lo considerava un profeta>>(Matteo,21:45). Il popolo infatti lo seguiva. Più i poveri che i ricchi.

Tuttavia, anche tra i capi, molti credettero in lui, ma non lo riconoscevano apertamente a causa dei farisei, per non essere espulsi dalla sinagoga; amavano infatti la gloria degli uomini più della gloria di Dio.(Giovanni,12:42-43)

I più umili e i più semplici avevano il coraggio di seguirlo apertamente, i più poveri dei poveri, quelli che non avevano aiuto da nessuno. Lo vedevano affine a loro. Il Dio di cui parlava Cristo, non era il Dio dei potenti e dei perfetti, non era il Dio inavvicinabile e spietato dei tiranni e degli ipocriti; era un Dio d'amore e misericordia, un Dio che li amava per quello che erano, come un padre ama i propri figli, anche se erano ciechi, storpi, gente inutile per la mentalità del tempo(e forse anche per quella di adesso), o pieni di peccati, secondo la legge mosaica. Sicuramente non capivano tutto quello che Cristo diceva, (Molti dei suoi discepoli, dopo aver ascoltato, dissero:<<Questo linguaggio è duro; chi può intenderlo?>>Giovanni,6:60), e non conoscevano neppure la parola <<consustanziazione>>, eppure credettero in lui. Del resto, chi se non Dio, poteva compiere quei miracoli attraverso un comune mortale?
Per questo, anche al giorno d'oggi, mi sembra anche assurdo mettersi a discutere su concetti teologici, porsi domande dottrinarie e rifiutare di credere a qualcosa, semplicemente perché non ci sembra esatta o addirittura perché appare offensiva nei confronti dell'Altissimo. La fede non consiste in questo; bisogna credere con il cuore, non con i ragionamenti.
Come può un essere umano che vive come ha vissuto Cristo, offendere Dio?
Anche Iblis non volle prosternarsi davanti ad Adamo, perché gli pareva offensivo nei confronti di Dio. Ma era solo una scusa.
Riguardo al peccato originale, il poema di Rumi parla della caduta di Adamo ed Eva e, se non sbaglio, anche il Corano:

Gli sussurrò Satana:<<O Adamo, vuoi che ti mostri l'albero dell'eternità e il regno imperituro?>>.
Ne mangiarono entrambi e presero coscienza della loro nudità. Iniziarono a coprirsi intrecciando foglie del giardino.
Adamo disobbedì al suo Signore e si traviò.
(Corano,Ta Ha,121-122)


È vero che, se non si ama Dio, non è possibile amare gli altri esseri umani intorno a noi. Ma se si crede che, in ogni essere umano, vi è Dio nascosto, allora è la stessa identica cosa. E per noi, che non possiamo vedere La Luce faccia a faccia, come Mosè, è molto più facile scoprirlo ed amarlo negli esseri umani. Dio infatti è indivisibile; solo a noi mortali ci sembra che le cose buone e nobili degli uomini siano loro qualità personali; in realtà ogni bene su questo mondo è come una Suo ricordo. Dopo la morte, ritorneremo a Lui, non certo in un senso spaziale, ma proprio nel senso che non ci sentiremo più qualcosa di diverso e separato da Colui che riunisce, Il Dolcissimo, L'Eterno.


Vi ringrazio molto, per il vostro supporto. Le vostre parole mi hanno confortato tantissimo.
Non ho ancora pronunciato la professione di fede; voglio trovare il momento giusto, quello in cui è Dio stesso a domandarmelo. Vorrei sentirlo nel mio animo.
Dio sia con voi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Dom Apr 21, 2013 9:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
la consustanziazione non implica il peccato di associazionismo; al contrario, lo rigetta nel modo più estremo possibile, in quanto si afferma l'idea che, in un essere umano, tutto ciò che è Spirito, in verità è Dio stesso.


La sostanza non è solo l'interiore. La sostanza è l'unione inscindibile di Materia e Forma.
Per quanto i Profeti abbiano raggiunto elevatissimi gradi di spiritualità, essi sono esseri umani e in quanto esseri umani, non sono consustanziali a Dio. Non è possibile condividere la stessa sostanza senza essere la medesima entità.
Il problema del concetto di Trinità è proprio questo: credere che la Forma non faccia parte della sostanza.
Se si crede questo si può affermare tutto e il contrario di tutto. Anche che Dio e il creato sono la stessa cosa. Ma il problema invece è che la tanto vilipesa Forma è parte integrante della sostanza. Una differenza di Forma costituiisce una differenza di sostanza.
Dio e Gesù -la pace sia su di lui-(nè qualsiasi altro uomo di Spirito) non sono consustanziali.


Citazione:

Nel messaggio di Cristo non c'è nessuna blasfemia e nessun peccato; se noi lo rinneghiamo,

Noi non rinneghiamo il messaggio di Gesù (la Pace sia su di lui).
Rinneghiamo le distorsioni che ha subito e riteniamo che i Vangeli di cui disponiamo non corrispondano all'originale Injil, la parola rivelata da Allah Subhanawa taala a Gesù.
Citazione:

Come può un essere umano che vive come ha vissuto Cristo, offendere Dio?

Chi ha detto una cosa del genere? Gesù è un profeta.
Ciò che contestiamo è solo il fatto di dire che Gesù, inviato di Dio e Dio siano un'unica entità.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Lun Apr 22, 2013 1:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bi-smi 'llāhi al-Rahmāni al-Rahīmi

As-salamu alaykum,




rispetto tutto quello che dici; tuttavia, penso che il messaggio della religione non abbia nulla a che fare con i concetti.
Cristo non usò mai la parola ''consustanziazione''; del resto, si tratta di un concetto che venne elaborato dai teologi medievali, e poi divenne uno dei punti cardine del Protestantesimo. Esso è legato al sacramento dell'Eucarestia, e afferma che si ha la compresenza, nel pane e nel vino sacramentali, della loro sostanza fisica e del corpo spirituale di Cristo risorto. Si tratta di un simbolo, nel quale si intravede la doppia natura di Cristo: quella umana, corruttibile, e quella divina.

Chi conosce la sostanza di Dio? Come possiamo fare ricorso alla terminologia platonica e aristotelica, per spiegare qualcosa dell'Altissimo? Forse che le speculazioni dei filosofi sono mai state in grado di dire qualcosa sulla sostanza di Dio?
Io non posso dire che la sostanza dell'Unico è l'unione inscindibile tra Forma e Materia; io non ne so nulla; possiamo dire che essa si trova all'interno, perché è nascosta al mondo impermanente, e dunque rimane un mistero inconoscibile.
La consustanziazione è solo un concetto filosofico, ed è valido solo per questo mondo, dove domina la Dualità. Quando lo lasceremo, ci renderemo conto che non ha neppure senso parlare di consustanziazione, perché solo L'Unico permane, solo L'Unico è Vero. I nostri discorsi raggiungeranno finalmente la sponda del Silenzio.
Nel mondo creato, invece, in cui ancora dobbiamo ancorarci a un'esistenza di straniamento, cercare Il Sublime è cercarlo dove non possiamo raggiungerlo. L'unico modo per scorgerlo, in questa sofferenza, è guardare dentro noi stessi, credere cioè che non siamo fatti solo della sostanza di questo mondo, ma anche di qualcos'altro, destinato al Paradiso, all'Unione con L'Eterno.
Nessuno può diventare Dio, nessuno può essere Dio; ma quando l'ego viene abbandonato, il mondo impermanente viene abbandonato, allora anche l'esistenza si trasforma; la Verità si manifesta, non si dice più io ma Io.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Lun Apr 22, 2013 2:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

Wa Alykum ASsalam Aurora,
il punto che volevo evidenziare è solo che non basta rifugiarsi nella propria interiorità per trovare Dio.
Egli ci ha prescritto dei precisi modi di adorazione.
Non si può essere Musulmani e credere nella Santa Trinità o esigerne il rispetto.
Capisco il tuo amore per il profeta Gesù e non condanno questo. Ciò che stavo criticando è solo l'avvalersi di tutta una terminologia post-Gesuana ( e mai utilizzata dal Profeta -la Pace sia su di lui) che ha tra l'altro contribuito alla totale doformazione del messaggio originario.
Nè il "divino" va cercato dentro noi stessi. Queste sono sempre deformazioni "interioriste" di stampo agostiniano. Dentro di noi non c'è proprio niente di Divino. Caso mai è proprio sopprimendo noi stessi in favore di ciò che Dio ci ha comandato, che possiamo sperare- Dio volendolo- di elevarci al di sopra della nostra misera condizione.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lia
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 27/11/12 12:12
Messaggi: 175

MessaggioInviato: Lun Apr 22, 2013 4:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:
.
Nè il "divino" va cercato dentro noi stessi. Queste sono sempre deformazioni "interioriste" di stampo agostiniano. Dentro di noi non c'è proprio niente di Divino. Caso mai è proprio sopprimendo noi stessi in favore di ciò che Dio ci ha comandato, che possiamo sperare- Dio volendolo- di elevarci al di sopra della nostra misera condizione.

Sì ma noi non siamo solo il nafs, infatti dobbiamo purificare noi stessi dagli desideri del nafs, infatti il Jihad si fa contro Shaytan e contro il Nafs. Questo significa che il Nafs è il nostro nemico così come lo è Shaytan, quindi non è la nostra vera natura, è solo la nostra parte in cui risiedono i desideri e le illusioni, niente di più, ma noi non siamo solo questo.
Quindi non dovresti confondere la tua vera natura/anima - predisposta alla fede, che si trova appunto proprio in te stessa- con il Nafs.
I segni di Dio si possono trovare ovunque, anche in noi stessi e questo c'è scritto anche nel Quran:
Mostreremo loro i Nostri segni nell'universo e nelle loro stesse persone, finché non sia loro chiaro che questa è la Verità». Non ti basta che il tuo Signore sia testimone di ogni cosa?(41, 53)

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"And the life of this world is only a deceiving enjoyment."[57:20]
"It is not beneficial to be a master at speech when you are immature at heart." - Shaykh Abd Al Qadir Al Jilani
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lia
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 27/11/12 12:12
Messaggi: 175

MessaggioInviato: Lun Apr 22, 2013 4:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:
.
Dentro di noi non c'è proprio niente di Divino.


intendi nulla di divino nel senso che non c'è una divinità o che non siamo una divinità? in tal caso sono d'accordo.

Ma ci sono un sacco di segni dentro noi stessi che ti fanno capire che hai un animo, che ha proprio bisogno di Dio, ha bisogno di amare Dio, di credere in Dio, di riconoscere il suo Creatore.
Ma se intendevi che in noi non c'è nulla/nessun segno che ci faccia capire tutto questo, che siamo stati creati da Dio e che a lui ritorneremo, allora non sono d'accordo.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"And the life of this world is only a deceiving enjoyment."[57:20]
"It is not beneficial to be a master at speech when you are immature at heart." - Shaykh Abd Al Qadir Al Jilani
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Lun Apr 22, 2013 10:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bi-smi 'llāhi al-Rahmāni al-Rahīmi

As-salamu alaykum,

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Dentro di noi non c'è proprio niente di Divino.


È strano che proprio tu dica questo. Infatti sono proprio i musulmani i veri fedeli di cui parlava Cristo; proprio in loro, come in nessun altro, vi è lo Spirito di Santità, ed è proprio questo che, purtroppo, l'Occidente non ha ancora capito; il sacrificio di Cristo e il martirio dei credenti si vanifica ogni giorno di più.
Ho compreso davvero il significato del Cristianesimo solo nel momento in cui mi sono avvicinata all'Islam; leggendo più volte il Corano, e attraverso le parole dei mistici islamici, il Verbo di Dio mi si è rivelato, non attraverso gli insegnamenti teologici della Chiesa.
Mi sono infatti accorta che l'Islam è sempre stata, fin dai primordi dell'umanità, la religione dell'Altissimo; e coloro che lo adorano in Spirito di Santità, hanno sempre amato gli altri esseri umani d'infinito amore, perché in loro vedono i segni dell'infinita Misericordia dell'Onnipotente.
Ed è stato proprio l'Islam a manifestare quello che Cristo aveva lasciato al mondo. Lo stesso pudore, uno dei valori più importanti e più nobili, quello a cui ho fatto riferimento nel primo messaggio che vi ho scritto, parlando del mio tormento, è la più chiara dimostrazione che in nessun'altra religione, come nell'Islam, il corpo umano, e tutto ciò che esso racchiude velandolo in sé, viene così profondamente rispettato e amato, e il solo fatto di usarlo in modo interessato e a proprio egoistico vantaggio, è una profanazione e costituisce un peccato contro Dio.
Proprio questo voleva dire Cristo, quando comparò il corpo umano al tempio divino, in una delle sue più belle parabole:

Andarono intanto a Gerusalemme. Ed entrato nel tempio, (Gesù) si mise a scacciare quelli che vendevano e comperavano nel tempio; rovesciò i tavoli dei cambiavalute e le sedie dei venditori di colombe e non permetteva che si portassero cose attraverso il tempio. Ed insegnava loro dicendo: <<Non sta forse scritto: La mia casa sarà chiamata casa di preghiera per tutte le genti? (Isaia,56:7) Voi invece ne avete fatto una spelonca di ladri!>>
(Marco,11:15-17)

Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe, e i cambiavalute seduti al banco. Fatta allora una sferza di cordicelle, scacciò tutti fuori dal tempio con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiavalute e ne rovesciò i banchi, e ai venditori di colombe disse: <<Portate via queste cose e non fate della casa del Padre mio un luogo di mercato>>. I discepoli si ricordarono che sta scritto: Lo zelo per la tua casa mi divora (Salmo 68:10).
Allora i Giudei presero la parola e dissero: <<Quale segno ci mostri per fare queste cose?>>. Rispose loro Gesù: <<Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere>>. Gli dissero allora i Giudei: <<Questo tempio è stato costruito in quarantasei anni e tu in tre giorni lo farai risorgere?>>. Ma egli parlava del tempio del suo corpo.

(Giovanni,2:13-21)

Solo un musulmano, che ha un profondo senso del pudore e un grande rispetto per il proprio corpo e per quello degli altri, può capire il vero significato di questa parabola.
Cristo infatti chiama il corpo umano ''la casa di Dio''; e proprio l'Islam ci ha rivelato che ogni uomo e ogni donna, lungi dall'essere fatti soltanto di vile materia destinata a corrompersi, sono i veri custodi di tutto ciò che di più sacro e inviolabile si cela in questo mondo, e ciò è certamente l'Amore di Dio e Dio Stesso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Lun Apr 22, 2013 11:51 pm    Oggetto: Bismilahi Rrahmani Rrahim Rispondi citando

Assalamu 'alaikum wa rahamtullahi wa barakatuh Aurora,

Non ho letto tutti i post ma solo alcuni e anche se credo di aver capito cosa volessi dire,vorrei comunque farti notare una cosa :)

Citazione:
e proprio l'Islam ci ha rivelato che ogni uomo e ogni donna, lungi dall'essere fatti soltanto di vile materia destinata a corrompersi, sono i veri custodi di tutto ciò che di più sacro e inviolabile si cela in questo mondo, e ciò è certamente l'Amore di Dio e Dio Stesso.


Noi non siamo custodi di Dio, sì abbiamo la fitra e abbiamo un animo che non è altro che un dono di Dio, e Allah nel Qur'an dice che tra tutte le creature ha preferito di più l'uomo, ma questo non significa che noi siamo dei custodi, siamo solo servi di Dio. Forse volevi dire che che dentro di noi esistono dei segni di Dio? O la misericordia di Dio? se intendevi solo Misericordia, infatti hai ragione, se non sbaglio c'è un hadith in cui dice che Dio ci ha donato la misericordia dentro di noi, altrimenti non saremo mai Misericordi o comunque nessuno lo sarebbe. E questo certamente è un segno di Dio. :)

Se è così posso essere d'accordo, ma comunque ricordati che è sempre Dio che custodisce ogni cosa, la nostra vita, il nostro animo dentro il nostro corpo, i segni e tutto il resto. Tutto dipende da Dio, nulla può dipendere SOLO da noi stessi. Noi non possiamo custodire Dio perchè sarebbe come dire che Dio ha bisogno di qualcuno che lo custodisca, Dio è libero dal bisogno, l'uomo no, l'uomo ha bisogno di Dio, ma Dio non ha bisogno dell'uomo.

Inoltre ricordati che Dio ha creato anche il tempo e lo spazio, noi viviamo nel tempo che è limitato e in uno spazio limitato, ma Dio essendo il Creatore di tutto questo, non si addice a Dio vivere dentro la Sua creazione. Dio è infinito e illimitato.

Comunque non dare importanza a quello che dice la gente, pensa piuttosto quanto sei fortunata ad essere guidata da Allah e pensa loro poverini quanto non lo sono, quindi piuttosto cerca di compatirli e fai du'a per loro.
Il profeta s.a.s e anche Gesù a.s facevano du'a anche per i loro nemici. Quindi perchè arrabbiarsi e stare male per quello che dicono loro? Piuttosto prega per loro.
.
Wassalam

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mar Apr 23, 2013 12:10 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
È strano che proprio tu dica questo.


L'uomo in sè è solo un vaso il cui valore è dato da ciò di cui decide di riempirsi.
-Ma in sè non è nè Divino nè Satanico. E anche se decide di accogliere la luce, sempre ci sarà differenza tra lui che accoglie la luce ma non la emana da sè, e la Fonte di luce.
Questo intendo-
Non basta che egli si ripieghi in se stesso per comprendere la "verità" e il bene.
I Profeti non hanno mai parlato per conto proprio. Mai hanno preteso di annunciare verità da loro scoperte. Allah ci ha dato delle guide e degli Esempi nei profeti proprio perchè noi umani non siamo in grado di "partorire" da noi stessi il bene e il giusto.
E i profeti sono proprio coloro che hanno soppresso la loro parola in favore della Parola Divina.
Frasi tanto amate da certi mistici come "la verità è dentro di te" sono fuorvianti. Alcuni pensano che basti munirsi di mantello e fagotto, recarsi in un eremo silenzioso e partorire la verità.
Quando dico che noi non siamo qualcosa di Divino che sfregandosi su stesso può dar vita alla scintilla di verità, intendo questo. Abbiamo bisogno della Rivelazione e di sottometterci ad essa per dare valore a noi stessi. Senza questa rivelazione che non è in noi ma fuori di noi, non siamo niente se non viandanti sperduti incapaci di trovare una qualsiasi direzione. Spero sia più chiaro adesso.



Citazione:
il sacrificio di Cristo


Essere Musulmani significa accogliere senza riserve quanto è scritto nel Sacro Corano.

Nel Corano è scritto che Gesù non è stato crocifisso e non è morto. E' stato innalzato.
Tu credi in questo o credi che Gesù sia stato crocifisso?


Citazione:
il solo fatto di usarlo in modo interessato e a proprio egoistico vantaggio, è una profanazione e costituisce un peccato contro Dio.


Usare il corpo per il proprio piacere non è peccato fintanto che ciò avvenga all'interno di una relazione legititma.
[quote]intendi nulla di divino nel senso che non c'è una divinità o che non siamo una divinità? in tal caso sono d'accordo.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Mar Apr 23, 2013 1:53 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bi-smi 'llāhi al-Rahmāni al-Rahīmi

As-salamu alaykum,


una relazione che si basa sulla convenienza non è mai una relazione legittima, anche se questa viene sancita dal matrimonio. Il corpo non può essere usato, perché non ci appartiene. Molte persone, infatti, usano persino la religione per i propri comodi, per ottenere vantaggi materiali, per acquistare prestiigio sociale e sottomettere gli altri, in qualunque modo possibile; è una cosa che fanno tanto gli individui quanto le nazioni. Il colonialismo stesso degli europei ha spesso preteso di trarre la propria ragion d'essere dai principi del Cristianesimo, rivelando poi immancabilmente che essi mascheravano la cupidigia di fondo che lo ispirava.
I materialisti religiosi sono ancora più offensivi di coloro che affermano di essere miscredenti; infatti, la loro ipocrisia è un veleno mortale per questo mondo; essi sono come i farisei, che al tempo di Gesù sceglievano sempre i primi posti nelle sinagoghe e stavano ritti in piedi per farsi vedere mentre pregavano, ma fuori dal tempio uccidevano gli innocenti. Cristò li chiamò: <<sepolcri imbiancati>>. Essi infatti <<sono belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti e d'iniquità>>(Matteo,23:27). Così anche i farisei ipocriti apparivano giusti all'esterno davanti agli uomini, ma dentro erano pieni di putridume.

Dopo che ebbe finito di parlare, un fariseo lo invitò a pranzo. Egli(Gesù) entrò e si mise a tavola. Il fariseo si meravigliò che non avesse fatto le abluzioni prima del pranzo. Allora il Signore gli disse: <<Voi farisei purificate l'esterno della coppa e del piatto, ma il vostro interno è pieno di rapina e d'iniquità. Stolti! Colui che ha fatto l'esterno non ha forse fatto anche l'interno? Piuttosto date in elemosina quel che c'è dentro, ed ecco, tutto per voi sarà mondo.
Ma guai a voi, farisei, che pagate la decima della menta, della ruta e di ogni erbaggio, e poi trasgredite la giustizia e l'Amore di Dio. Queste cose bisognava curare, senza trascurare le altre. Guai a voi, farisei, che avete cari i primi posti nelle sinagoghe e i saluti sulle piazze. Guai a voi perché siete come quei sepolcri che non si vedono e la gente vi passa sopra senza saperlo.
Uno dei dottori della legge intervenne: <<Maestro, dicendo questo, offendi anche noi>>. Egli rispose:<<Guai anche a voi, dottori della legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito. Guai a voi, che costruite i sepolcri dei profeti, e i vostri padri li hanno uccisi.

(Giovanni,11:37-47)


Certamente, un matrimonio che si fonda sull'interesse personale non è un vero matrimonio. Io non amo le apparenze. Per questo mi rivolgo così tanto all'interiorità, ma per me non esiste un vero esteriore e un vero interiore, per me vi è solo la falsità e la Verità; dico che la Verità si trova nell'interiorità perché essa è nascosta a questo mondo di corruzione e apparenza; e se voi credete davvero che solo l'Unico è Vero, allora come potete pensare che vi sia un ''luogo'' in cui Egli non è?
Abbandonate la Dualità, tutti i ragionamenti che si basano sulla legge degli opposti; con gli occhi materiali nessuno può vedere l'Altissimo, ma con gli occhi del cuore Lo si può vedere in ogni cosa, perché solo il Trascendente è la dimensione autentica.
Del resto, non sento che quello che dite sia davvero in contrasto con quello che sto dicendo io; penso anche io quello che volete affermare, e vi ringrazio per l'onestà con cui lo esprimete, e per tutte le vostre parole.
Per me non c'è nessuna contraddizione tra il Cristianesimo e l'Islam, se si va al fondo delle cose. Dire che Cristo è stato innalzato e non è morto, è giustissimo; la crocifissione a quel tempo era la condanna a morte più ignominiosa per un uomo. Gesù fu innalzato sulla croce, ma egli in questo modo vinse la morte stessa; la sua morte divenne Vita per tutti noi. Tutti i profeti hanno vinto il mondo e la sua falsità; essi ci hanno mostrato che la morte è solo apparenza.

Dio sia con voi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Mar Apr 23, 2013 5:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

Wa 'Aleykum Salam,

Questa discussione sta prendendo una piega un po' strana.

Aurora ha scritto:

una relazione che si basa sulla convenienza non è mai una relazione legittima, anche se questa viene sancita dal matrimonio.


Non capisco perché voler attribuire alla parola "convenienza" un'accezione negativa, si tratta solo dell'incontro armonioso e regolare di due necessità.
Persino il rapporto con Dio è in un certo senso basato sulla convenienza figuriamoci un matrimonio! E questo non perché Lui abbia bisogno di noi o dei nostri atti di culto, ma perché noi abbiamo bisogno continuamente della sua misericordia e della sua guida. Certo preghiamo perché è il nostro dovere, preghiamo per purificare i nostri cuori, preghiamo per cercare di stabilire una connessione con Lui, ma preghiamo anche perché sappiamo che riceveremo qualcosa in cambio, che sia la pace dell'anima o che sia un pezzo di pane, che sia in questa vita o nell'altra, cambia poco, sempre doni sono.

Aurora ha scritto:

Il corpo non può essere usato, perché non ci appartiene.


Per scrivere i tuoi messaggi le mani le hai usate però.
Non cadere nella trappola della demonizzazione del corpo, tra il prostituirsi e il volersi sottrarre alla realtà - divina - dell'alternarsi del dolore e del piacere ce ne vuole. Il punto non è fare a meno di tutto ciò che posso afferrare con le mani e vedere con gli occhi, il punto è diventare capaci di riconoscerLo in tutto ciò che ci dà e in tutto ciò che ci toglie.
Non ci appartengono nemmeno le nostre qualità migliori se è per questo, eppure non esitiamo ad usare l'intelligenza per decifrare ciò che ci circonda.


Aurora ha scritto:
Molte persone, infatti, usano persino la religione per i propri comodi, per ottenere vantaggi materiali, per acquistare prestiigio sociale e sottomettere gli altri, in qualunque modo possibile; è una cosa che fanno tanto gli individui quanto le nazioni.


Ecco se sostituisci alla parola "religione" la parola "cristianesimo" ci siamo, perché un musulmano che al giorno d'oggi acquista prestigio sociale e vantaggi materiali grazie all'Islam mi sa che non lo vedrò mai haimè ^_^ .

Aurora ha scritto:
I materialisti religiosi sono ancora più offensivi di coloro che affermano di essere miscredenti; infatti, la loro ipocrisia è un veleno mortale per questo mondo


Bene, distogli lo sguardo da loro e puntalo su Allah, così niente potrà più offenderti.

Aurora ha scritto:
Certamente, un matrimonio che si fonda sull'interesse personale non è un vero matrimonio. Io non amo le apparenze. Per questo mi rivolgo così tanto all'interiorità, ma per me non esiste un vero esteriore e un vero interiore, per me vi è solo la falsità e la Verità; dico che la Verità si trova nell'interiorità perché essa è nascosta a questo mondo di corruzione e apparenza; e se voi credete davvero che solo l'Unico è Vero, allora come potete pensare che vi sia un ''luogo'' in cui Egli non è?
Abbandonate la Dualità, tutti i ragionamenti che si basano sulla legge degli opposti; con gli occhi materiali nessuno può vedere l'Altissimo, ma con gli occhi del cuore Lo si può vedere in ogni cosa, perché solo il Trascendente è la dimensione autentica.


Il discorso sul matrimonio magari lo facciamo un'altra volta, comunque l'equazione interiorità=verità ed esteriorità=apparenze è sbagliata.
La vanità è un'apparenza interiore per esempio, e il sangue di un martire è una verità esteriore.
Non ci appartiene proprio la dualità di cui parli, e non esiste nessun luogo in cui Egli non è, anzi noi siamo perché Lui è.
Con gli occhi materiali riusciamo a leggere il Qur'an, e per ogni lettera di cui grazie alle nostre corde vocali, alla nostra lingua, alla nostra bocca e ai nostri denti riusciamo ad articolare il suono riceviamo una ricompensa (che può essere anche totalmente interiore).

Aurora ha scritto:

Per me non c'è nessuna contraddizione tra il Cristianesimo e l'Islam, se si va al fondo delle cose. Dire che Cristo è stato innalzato e non è morto, è giustissimo; la crocifissione a quel tempo era la condanna a morte più ignominiosa per un uomo. Gesù fu innalzato sulla croce, ma egli in questo modo vinse la morte stessa; la sua morte divenne Vita per tutti noi. Tutti i profeti hanno vinto il mondo e la sua falsità; essi ci hanno mostrato che la morte è solo apparenza.


Ti consiglio di leggere questo libro, è bellissimo:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Hud
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/12 10:50
Messaggi: 267
Residenza: Madhhab: Hanafi

MessaggioInviato: Mar Apr 23, 2013 6:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

[quote="Aurora"]Bi-smi 'llāhi al-Rahmāni al-Rahīmi

As-salamu alaykum,


la consustanziazione non implica il peccato di associazionismo; al contrario, lo rigetta nel modo più estremo possibile, in quanto si afferma l'idea che, in un essere umano, tutto ciò che è Spirito, in verità è Dio stesso.
quote]

Assalam Alaykum wa rahmatullah wa barakatuh

Carissima Sorella, non prendere le mie parole come un rimprovero, ma come uno sprone a raggiungere una maggiore chiarezza in te.
Io apprezzo molto la tua fede, e buona parte delle tue idee, ma vedo che, dal punto di vista della dottrina Islamica, essa è senz'altro sviata quando si va a parlare della dottrina trinitaria, che tu non riesci a superare.

La consustanziazione, riferita alla trinità, è il fatto che il padre, il figlio e lo spirito santo sono della stessa "sostanza" divina; nell'ambito di questa stessa sostanza divina vengono generate tre "ipostasi" (malamente tradotte in italiano come "persone" - ipostasi è invece un termine della filosofia neoplatonica ed individua il processo di generazione gerarchica delle realtà appartenenti alla stessa sostanza divina, che le produce per una sorta di emanazione).

Quindi nella sostanza divina vengono generate tre "entità" consustanziali, distinte, ma non separate. Il processo di generazione è dal padre al figlio, mentre lo spirito santo è generato (tecnicamente si dice "spirazione") a partire da questi ultimi.

Di tutto ciò, si badi, non c'è nulla nella Bibbia e quasi nulla nel Vangelo: si tratta con tutta probabilità di aggiunte neoplatoniche all'insegnamento di Isa (SAW) risalenti a Paolo da Tarso.

Ma torniamo all'Islam: la nostra religione è rigidamente monoteista, e l'espressione migliore e più bella della fede monoteista la trovi nella Sura 112 "La pura Fede":
Dì: Egli, Dio è Uno! Dio, l'Inconoscibile. Non generante e non generato! Nessuno è simile a Lui! Egli è Uno.
(scusatemi per la traduzione)

E' evidente che tra la concezione trinitaria ed il puro Monoteismo c'è una bella differenza, perciò parlo di "associazionismo", ma potrei anche allargarmi al politeismo quando considero che esiste il dogma cattolico di Maria madre di Dio !

Poi hai citato la "consustanziazione" come dottrina diffusa in ambito protestante, ma essa riguarda la natura del sacramento eucaristico (il pane ed il vino che si trasformano nel corpo e nel sangue) e non ha a che fare direttamente con la dottrina trinitaria.

Inoltre i tuoi riferimenti alla parte divina che è in noi ... se Dio è Uno, come si può dividere nei nostri Spiriti ? In noi non c'è che il riflesso della Divinità, come uno specchio che rimanda l'immagine di una candela. Vedo che usi un gran numero di citazioni mi sembra prese dai mistici islamici, ma questi scrittori non sono semplici da capire ed intendere correttamente (su questo punto nel Forum c'è sicuramente chi ne sa più di me).

Infine è vero che la cacciata dal Paradiso di Adamo ed Eva si trova sia nella Bibbia che nel Corano, ma l'interpretazione cristiana sfocia nel pessimismo agostinianeo del "peccato originale", mentre nel Corano è esplicitamente scritto che le colpe degli altri non ricadono su di noi... niente peccato originale nell'Islam quindi.

E niente dualismi platonici e neoplatonici, niente dualismo corpo-spirito.

Ti dico tutto questo per aiutarti a chiarirti con te stessa: mi sembri a metà di un guado, sospesa ancora tra la vecchia fede (cristianesimo) e quella Islamica (nuova), ma comunque mossa da un grande desiderio di Dio.

Che Allah (SWT) ci protegga e ci guidi tutti sulla retta via

Wassalam
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mar Apr 23, 2013 7:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Questa discussione sta prendendo una piega un po' strana.

In che senso sorella?
E' appunto una discussione

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mar Apr 23, 2013 7:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

"Rifiutan fede a Dio quelli che dicono: "Gesù, figlio di Maria, è Dio". Rispondi loro: "Chi potrebbe impedirlo a Dio, se Egli volesse annientare il Cristo figlio di Maria, e sua madre e tutti coloro che sono sulla terra?" Corano 3;42

Citazione:
. Gesù fu innalzato sulla croce


"né lo uccisero né lo crocifissero"Corano 4:157


"Credete dunque in Dio e nei suoi messaggeri e non dite: Tre! Basta! E sarà meglio per voi! perché Dio è un Dio solo, troppo glorioso e alto per avere un figlio!"Corano 4;171

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mar Apr 23, 2013 7:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
La vanità è un'apparenza interiore per esempio, e il sangue di un martire è una verità esteriore.


Mash'Allah, ben detto sorella Hind!

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Mar Apr 23, 2013 8:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Citazione:
Questa discussione sta prendendo una piega un po' strana.

In che senso sorella?
E' appunto una discussione


No è che a volte non capisco qual è il punto.
Comprendo che possa essere difficile "buttarsi", ma ad un certo punto dovrà essere: O il cristianesimo o l'Islam.

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Citazione:
La vanità è un'apparenza interiore per esempio, e il sangue di un martire è una verità esteriore.


Mash'Allah, ben detto sorella Hind!


In effetti è più il tuo stile... :)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Mar Apr 23, 2013 9:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bi-smi 'llāhi al-Rahmāni al-Rahīmi

As-salamu alaykum,

[quote="Hud'']Io apprezzo molto la tua fede, e buona parte delle tue idee, ma vedo che, dal punto di vista della dottrina Islamica, essa è senz'altro sviata quando si va a parlare della dottrina trinitaria, che tu non riesci a superare.

Come puoi apprezzare molto la mia fede, se dici che è sviata in qualche punto? Addirittura dici <<dal punto di vista della dottrina Islamica>>, come se, riguardo alla Vera Fede, ci potessero essere punti di vista contrastanti. I miei errori concettuali sono certo dovuti alla mia debolezza intellettuale e alla mia ignoranza, non certo ad una fede sviata. Infatti la fede non ha nulla a che fare con il nozionismo dei teologi. Solo i puri di spirito hanno una fede pura. Anche la fede di Cristo era sviata, dal momento che chiamava Dio <<Padre mio>>?
Non credo che tu apprezzi la mia fede. Dalle tue parole, io so che tu vedi in me una miscredente. Almeno, abbi la gentilezza di non prendermi in giro.


[quote="Hud'']Vedo che usi un gran numero di citazioni mi sembra prese dai mistici islamici, ma questi scrittori non sono semplici da capire ed intendere correttamente

Per quale motivo? Per me le parole dei mistici sono evidenti come la luce del sole; le parole della gente intorno a me, invece, non le ho comprese mai.

[quote=''Hind'']Per scrivere i tuoi messaggi le mani le hai usate però.


Questa osservazione è stata davvero poco gentile e irrispettosa, soprattutto rivolta a una persona che vi scriveva per chiedervi aiuto. Adesso so con certezza che siete immersi nella Dualità, dal momento che in voi predomina lo spirito di contraddizione, non la Misericordia dell'Altissimo.
Posso usare qualunque cosa in questo mondo, ma non è detto che anch'io, come tutti gli altri, abbia la presunzione di credere che sia davvero io ad agire.

Quando tiravi non eri tu che tiravi, ma era Allah che tirava. (al-Anfal: 17)
mentre è Allah che vi ha creati, voi e ciò che fabbricate. (as-Saffat: 96)

Inoltre, per ''uso del corpo'', intendevo farlo per fini utilitaristici e per ottenerne dei vantaggi materiali, soprattutto in riferimento all'uso che ne fanno le donne oggi, in Occidente e altrove.
Del resto, quale guadagno materiale comporta, per me, usare le mie mani, per scrivere sul vostro forum? Riportando a mano, per condividerla con voi, ogni citazione dei miei libri.
E a questo punto, mi sa che verranno meno anche i benefici spirituali, dal momento che mi sono accorta che non accogliete me e il mio ''Messaggio di Speranza e di Fratellanza''.
Non mi permetterei mai di dire, come qualcuno di voi ha fatto(e come tutti pensate) sul mio conto, che la vostra fede è sviata, perché solo Colui Che tutto assolve può conoscere cosa c'è nei cuori delle persone; ma io credo fermamente al fatto che la Vera Fede è riconoscere e sentire, dentro il più profondo di noi stessi, che Dio è L'Unico Essere Assoluto; le disquisizioni dottrinali non hanno posto nell'Anima dell'anima.

"Rifiutan fede a Dio quelli che dicono: "Gesù, figlio di Maria, è Dio". Rispondi loro: "Chi potrebbe impedirlo a Dio, se Egli volesse annientare il Cristo figlio di Maria, e sua madre e tutti coloro che sono sulla terra?" Corano 3;42

"né lo uccisero né lo crocifissero"Corano 4:157


"Credete dunque in Dio e nei suoi messaggeri e non dite: Tre! Basta! E sarà meglio per voi! perché Dio è un Dio solo, troppo glorioso e alto per avere un figlio!"Corano 4:171

Concordo umilmente con il Sublime Corano; in questi versetti non c'è proprio nulla in contraddizione con quello che ho scritto; essi sono rivolti solo a coloro che hanno distorto il Messaggio del Cristianesimo, e che pertanto non erano dei monoteisti; erano degli ipocriti. Mi sembra di aver chiarito fin dall'inizio questo punto importantissimo; ma voi amate la contesa. Tra l'altro, è anche offensivo citare questi passi del Corano, come se essi fossero rivolti ''a quelle come me''; dunque sono io quella che ''rifiuta la fede'', di cui parla Allah? Allora è proprio vero che in me vedete una miscredente, e che merito di essere minacciata dall' Altissimo; non avevo alcun dubbio. Ma questa non è forse una presunzione, da parte vostra, per giunta dopo che io ho spiegato più volte che i veri discepoli di Dio (Apostoli compresi, i quali seguivano Gesù più perché lo amavano, visto che l'avevano conosciuto, non per quello che diceva, che non riuscivano a capire neppure: nonostante questo, la loro fede era pura e vera!!!Me ne è testimone L'Altissimo) non hanno mai detto ''Tre'', e non si sono mai neppure sognati di pensare che ci fossero tre divinità? Infatti, come potrebbero dire ''tre'' se hanno abbandonato la Dualità, e vivono solo per l'Unico?
Sarebbe molto meglio che, davanti ai misteri insondabili di Dio, che i Profeti, in cui anche voi dite di credere, ci hanno lasciato, mostraste più umiltà, invece di fare ricorso ad una filosofia scolastica priva di fede, quasi come una sfida intellettuale che, in realtà, è volta solamente a distruggere il pensiero dell'altro.


la vita terrena non è altro che gioco e svago, apparenza e reciproca iattanza, vana contesa di beni e progenie. (al-Hadid:20); abbandonatela, dunque, abbandonate tutti i ragionameni fuorvianti, perché in essi non avrete l'Amore di Dio.
Ad Allah appartengono l'Oriente e l'Occidente. Ovunque vi volgiate, ivi è il Volto di Allah. Allah è immenso e sapiente. (al-Baqara: 115)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Mar Apr 23, 2013 10:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

Aurora ha scritto:
Bi-smi 'llāhi al-Rahmāni al-Rahīmi


Aurora ha scritto:
Come puoi apprezzare molto la mia fede, se dici che è sviata in qualche punto?


Il fatto è... Qual è la tua fede? O accetti l'Islam (e allora ha ragione Hud, dovresti avere l'umiltà di rettificare alcune tue concezioni e accettare che non esiste la libera interpretazione del Qur'an, degli Ahadith e di tutta un'altra serie di libri), oppure sei cristiana e vuoi continuare ad esserlo.
Sinceramente non l'ho ancora capito.


Aurora ha scritto:
Per scrivere i tuoi messaggi le mani le hai usate però.

Questa osservazione è stata davvero poco gentile e irrispettosa, soprattutto rivolta a una persona che vi scriveva per chiedervi aiuto. Adesso so con certezza che siete immersi nella Dualità, dal momento che in voi predomina lo spirito di contraddizione, non la Misericordia dell'Altissimo.
Posso usare qualunque cosa in questo mondo, ma non è detto che anch'io, come tutti gli altri, abbia la presunzione di credere che sia davvero io ad agire.


Era solo un invito a non considerare il corpo come una "inutile zavorra".


Aurora ha scritto:
Inoltre, per ''uso del corpo'', intendevo farlo per fini utilitaristici e per ottenerne dei vantaggi materiali, soprattutto in riferimento all'uso che ne fanno le donne oggi, in Occidente e altrove.


Sul non farlo per fini utilitaristici siamo tutti assolutamente d'accordo, il problema è non cominciare a vedere nel corpo un "nemico", tutto qui.

Aurora ha scritto:
E a questo punto, mi sa che verranno meno anche i benefici spirituali, dal momento che mi sono accorta che non accogliete me e il mio ''Messaggio di Speranza e di Fratellanza''.
Non mi permetterei mai di dire, come qualcuno di voi ha fatto(e come tutti pensate) sul mio conto, che la vostra fede è sviata, perché solo Colui Che tutto assolve può conoscere cosa c'è nei cuori delle persone; ma io credo fermamente al fatto che la Vera Fede è riconoscere e sentire, dentro il più profondo di noi stessi, che Dio è L'Unico Essere Assoluto; le disquisizioni dottrinali non hanno posto nell'Anima dell'anima.


Alhamdulillah abbiamo già ricevuto il migliore dei messaggi dal migliore dei messaggeri.
Ti assicuro che "noi" non pensiamo assolutamente niente sul tuo conto, anzi se abbiamo utilizzato parte del nostro tempo per risponderti anziché ignorarti forse è perché speriamo che tu possa accettare la Verità.

Aurora ha scritto:
Concordo umilmente con il Sublime Corano; in questi versetti non c'è proprio nulla in contraddizione con quello che ho scritto


Questo tuo modo di vedere le cose è pericoloso. Non si possono cercare nel Qur'an le "prove" che il proprio ragionamento è "giusto", semplicemente per il fatto che non si può interpretare come qualsiasi altro libro, per il significato si deve fare riferimento ad appositi commentari scritti da sapienti competenti.

Aurora ha scritto:
Sarebbe molto meglio che, davanti ai misteri insondabili di Dio, che i Profeti, in cui anche voi dite di credere, ci hanno lasciato, mostraste più umiltà


Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo fratello, e non t'accorgi della trave che è nel tuo?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mar Apr 23, 2013 11:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Aurora, i versetti che ho citato li ho citati in risposta a determinate tue affermazioni:
Tu hai detto "Gesù fu innalzato sulla croce, ma egli in questo modo vinse la morte stessa" e io ti ho solo risposto che il Corano nega che Cristo sia mai salito sulla croce.

Hai detto : "non si travisasse il concetto della Santa Trinità" e io ti ho risposto che il Corano ci invita a non dire tre, ma uno.

Non ho mai detto che sei miscredente. Ti stavo solo invitando, sempre se vuoi entrare nell'islam, a chiarirti un pò le idee in merito a certe questioni dottrinarie che a te sembrano solo formalismi farisaici, ma in che in realtà sono essenziali nell'Islam.

E sono frasi come : " il Verbo di Dio mi si è rivelato"a far trapelare una certa arroganza. O come :" Per me le parole dei mistici sono evidenti come la luce del sole", quando c'è gente che passa un'intera vita a cercare di capire il vero significato di certi testi che ai più appaiono evidenti perchè forse non li hanno capiti...
Dio ha rivelato il Verbo ai profeti, e noi, che profeti non siamo, non ne comprendiamo che una minima parte.
Ci inviti all'umiltà? Bene. Quoto la frase Bibilica citata da Hind perchè sinceramente in te vedo molta presunzione.
Ti consiglio di leggere questo link (http://islam.forumup.it/viewtopic.php?t=7340&mforum=islam)
Se sei così intrisa di monismo, il verbo ti si è rivelato e hai superato il dualismo, come mai permetti che banali problemi mondani ti affliggano? Hai superato il dualismo? E allora che ti importa degli altri, del marito, di mangiare eccetera ecceter
Quello che voleva farti capire la sorella Hind è che il corpo ti è necessario in questa vita quanto lo spirito, perchè Allah subhana wa taala ci ha creati in questa vita con anima e corpo. E quindi dobbiamo curare entrambi, corpo e anima, come due doni che ci provengono da Dio, senza disprezzare l'uno in favore dell'altro come fanno gli "interioristi" o l'altro in favore dell'uno come fanno i materialisti.
Tu vivi nel dualismo in quanto creatura. E quindi per favore non fingere un monismo che te, in quanto essere umano, non puoi provare e non sai nemmeno cos'è.
E ciò che a te sembra superficie è in realtà l'involucro della sostanza, e quindi non va disprezzato in quanto "mera superficie" ma curato e preservato poichè è esso a sua volta a proteggere la sostanza.. L'errore che i Cristiani hanno compiuto in reazione all'eccessivo legalismo farisaico è stato quello di virare verso uno "spiritualismo" irriverente e sprezzante nei confronti della Legge quasi che questa fosse solo una scorza secca da buttar via. Ma questo è il Cristianesimo reazionario. Non il Cristianesimo attivo professato da Gesù, rispettoso nei confronti della forma quanto del contenuto, della legge quanto dello spirito.
Te la sei presa perchè abbiamo voluto correggere determinate espressioni e convinzioni che nell'Islam non trovano accoglienza, accusandoci di farisaismo, legalismo ecc.
Come potrai allora capire l'importanza della ritualità, dell'entrare in bagno con il piede sinistro anzichè destro o del recarsi in pellegrinaggio a Mecca se tanto accantoni tutto ciò come "vacua superficialità dualista" perchè "Dio conosce le intenzioni, è dappertutto e non in luogo preciso ecc" ?
Noi crediamo che Allah subhana wa taala accetti solo un modo specifico di adorazione (quello indicatoci dall'Islam) da parte delle sue creature. Non per il sol fatto che lo si Adora, lo si adora nel modo da Lui voluto e accettato. Questo per te è esteriorismo?
E se diciamo che bisogna pregare in un certo modo e non in un altro, anche questo è esteriorismo perche "tanto l'Altissimo ascolta tutti"?
Se è così e sei così sicura della tua strada e di aver trovato la via del monismo, di certo non ti servono i nostri consigli di poveri dualisti mondani sordi allo spirito Divino che tutto pervade. Ah! Poi dopo questa! Quanto sono superficiale!

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mar Apr 23, 2013 11:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

Io forse sono un pò aggressiva ma proprio non mi piace trattare gli esseri umani come petali di rose.
Inoltre devo dire che sei molto stile anima bella che vive nella sua torre di cristallo con in testa un'unica vera contrapposizione: io/ voi.
Se sei nel giusto, espanditi e conquista territori anzichè restare rinchiusa nella torre.
Quindi ti consiglio di non accontentarti della convinzione di essere nel giusto ma di introdurre i tuoi pensieri nel mondo, accettando la contesa, la vittoria o anche la resa.
Altrimenti rischi di crollare nell tranello della falsa coscienza illuminata, che paga di una sua presunta superiorità, rettitudine o non so che, chiude i battenti al mondo e si fa luce da sè-
La Verità non si è mai accontentata del "tanto ho ragione io" ma ha lottato affinchè venisse accolta e compresa anche nel mondo.

Se anche noi facciamo parte di quel mondo che non ti comprende (però non mi quadra come nella tua visione monista possa sussistere un mondo che tu percepisci come ostile), sta a te non reagire- come farebbe una conchiglia-, ma essere disposta a combattere e quindi a vincere o perdere. Non nel senso che bisogna per forza fare la guerra.
Ma di certo uno dei due ha ragione.
Sta di fatto che se ti ritiri te e il mondo restate come prima. Se non ti ritiri, o te o il mondo o entrambi potreste cambiare.
Di certo della stasi può accontentarsi solo ciò che è perfetto.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Mer Apr 24, 2013 11:15 am    Oggetto: Rispondi citando

Bi-smi 'llāhi al-Rahmāni al-Rahīmi

As-salamu alaykum,



non accetto la contesa, per me è solo vanità. Avete falsificato le mie parole; io non ho accusato nessuno di voi di farisaismo e di legalismo; quelle parole erano rivolte casomai a quei ''cristiani'' di cui ho parlato già nel primo messaggio, ma anche a tutti coloro che ostentano una religiosità impeccabile davanti agli uomini, e imparano a memoria i testi sacri e quelli dell'esegesi solo per farne uno strumento di potere; e questo avviene sia tra quelli che non hanno pronunciato la shahāda, sia tra coloro che pretendono di averlo fatto. Una persona può pronunciare la professione di fede, pregare cinque volte al giorno, compiere l'Hajj e tutte le altre cose che possono essere viste ed elogiate, ma il suo cuore perverso può rimanere perverso, e commettere le azioni più meschine e malvage, a volte di nascosto dagli uomini, ma non dall'Altissimo, altre volte, invece, facendole passare per giustizia. Anche i musulmani, infatti, sono divisi in innumerevoli sette, e solo una, alla Fine, meriterà il Paradiso. Voi a quale setta avete deciso di appartenere?
Come potrei accusarvi di farisaismo, conosco forse qualcuno di voi, so come agite nella vostra vita, per affermare una cosa così grave?
Tutte le mie ''accuse'', erano esplicitamente rivolte a persone che, purtroppo, ho conosciuto molto bene e che mi hanno causato una grande sofferenza in tutta la mia esistenza, in un modo che voi, evidentemente, abituati a vivere più con persone musulmane che con altre, non potete immaginare. Se avevo parlato di pensieri di suicidio, era proprio per sottolineare l'impossibilità di vivere fianco a fianco con un miscredente, e in questo non c'è nessun Dualismo o desiderio delle cose materiali.
Non penso che in me ci sia presunzione; che Dio me ne scampi.
Trovo invece che la presunzione sia in voi: dirmi che sono arrogante perché affermo di comprendere i mistici molto più che le altre persone, dimostra la vostra intolleranza e anche la vostra superbia. Infatti, come potete saperlo? Siete forse dentro il mio cuore? Siete stati accanto ogni giorno della mia vita, per conoscere come ho trascorso la mia esistenza, se tra i godimenti effimeri e le vane contese di questo mondo di corruzione e crudeltà, oppure meditando sulle parole dei Santi? O forse perché non l'ho mai mostrato al mondo, non merito di far parte di coloro che passano la vita in questo modo? Ancora una volta giudicate in base alle apparenze; in questo senso intendevo ''interiore'' ed ''esteriore''. Non sarà che siete voi a credervi fin troppo sapienti, quasi come una divinità?
Infatti, io potrei morire domani, e solo L'Altissimo può sapere se la mia vita intera, seppur breve, è stata passata nel cercare di capire il vero significato delle cose, e qual'è stato il mio reale grado di comprensione. Del resto, io non ho mai citato le parole dei mistici davanti a nessuno; nessuno, qua, ha mai saputo che io ho questi libri, che medito su queste cose; non penso che ciò susciterebbe un grande interesse, e inoltre ero consapevole che, se l'avessi fatto, mi avrebbero tacciato di arroganza, nonché deriso. Anzi, ho sempre provato un senso di profondo pudore, quando mi accorgevo che un testo custodiva la Verità, e ho sempre sentito il desiderio di proteggerlo dalla falsità del mondo.
Per questo, non accetto la vostra contesa, che io non ho cercato, e di cui non ho certo bisogno.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Mer Apr 24, 2013 1:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ahahah mi sa che la dawah non fa per me! Astaghfirullah!
In pochi giorni questo:

Aurora ha scritto:
vi ringrazio molto per le vostre parole sincere, la profondità e l'intelligenza delle vostre riflessioni, nonché la vostra dolcezza e pazienza nel fornirmi dei consigli.
Sapevo che non mi avreste deluso, prendendo la questione in modo superficiale; invece avete dimostrato nobiltà d'animo. Per me è stato molto difficile parlare di questo argomento.


Si è trasformato in questo:

Aurora ha scritto:
Non penso che in me ci sia presunzione; che Dio me ne scampi.
Trovo invece che la presunzione sia in voi: dirmi che sono arrogante perché affermo di comprendere i mistici molto più che le altre persone, dimostra la vostra intolleranza e anche la vostra superbia. Infatti, come potete saperlo? Siete forse dentro il mio cuore? Siete stati accanto ogni giorno della mia vita, per conoscere come ho trascorso la mia esistenza, se tra i godimenti effimeri e le vane contese di questo mondo di corruzione e crudeltà, oppure meditando sulle parole dei Santi? O forse perché non l'ho mai mostrato al mondo, non merito di far parte di coloro che passano la vita in questo modo? Ancora una volta giudicate in base alle apparenze; in questo senso intendevo ''interiore'' ed ''esteriore''. Non sarà che siete voi a credervi fin troppo sapienti, quasi come una divinità?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Mer Apr 24, 2013 1:48 pm    Oggetto: Rispondi citando

Infatti, come al solito, sono stata molto ingenua a credere, all'inizio, che voi foste diversi da tutta la gente insensibile nei miei confronti.
Infatti sono passata dal conforto illusorio e ingannevole, al pianto disperato, e vi ringrazio molto per questo trattamento
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Mer Apr 24, 2013 2:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hind ha scritto:
Ahahah


=Pazienza.

Hind ha scritto:
mi sa che la dawah non fa per me!


=Evidentemente IO non sono capace di invitare le persone all'Islam.

Hind ha scritto:
Astaghfirullah!


=Che Dio mi perdoni.

Dove vedi in tutto ciò una critica nei tuoi confronti?

Il conforto non devi cercarlo in noi! Devi cercarlo in Allah, le creature ti deluderanno sempre, sono solo creature.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Mer Apr 24, 2013 2:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

Aurora ha scritto:
Infatti, come al solito, sono stata molto ingenua a credere, all'inizio, che voi foste diversi da tutta la gente insensibile nei miei confronti.
Infatti sono passata dal conforto illusorio e ingannevole, al pianto disperato, e vi ringrazio molto per questo trattamento


Assalamu 'alaikum wa rahamtullahi wa barakatuh,

non so cosa è successo esattamente dato che non ho letto tutti i post di tutti, ma qualunque cosa sia, se ti posso dare un consiglio, perdona e dimentica, tanto alle persone che ti hanno offesa non cambierà niente, a te sì però perchè se ti offendi sei tu che ci rimani male mentre a loro appunto non cambia niente. Quindi pensa al tuo bene piuttosto e appunto perdona le persone che ti offendono (non mi riferisco a queste discussioni in questo forum, perchè come ho già detto non ho nemmeno finito di leggere, ma te lo consiglio in generale) perchè oltre ad essere ricompensata da Allah s.w.t per questo, inshaa Allah poi non ci rimani male e quindi è doppiamente meglio per te, in ogni caso.

Se capisci l'inglese, ti consiglio di vedere questo video:

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mer Apr 24, 2013 7:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
che voi foste diversi da tutta la gente insensibile nei miei confronti.


E invece siamo insensibili perchè abbiamo provato a dirti cosa rientra nell'ortodossia e cosa no?
Il tuo morale è crollato solo perchè abbiamo mosso alcune critiche non a te ma a determinate tue affermazioni?
Questo perchè non hai 'sospettato' nemmeno un secondo che potesse esserci qualcosa di vero nelle nostre parole ma hai percepito tutto come un'accusa, un'offesa o non so che.
Se anche avessimo detto solo fandonie, la "tua" verità non basta a rasserenarti?

Perchè ti culli in un vittimismo e ti senti aggredita da un "voi" senza volto?
Il mostro più facile che si crea l'Io è un "voi" senza volto nel quale gettare tutte le paure. Sempre gli altri hanno torto, non ti comprendono, sono insensibili?
Ma tu pensi di caprili gli altri? O forse barricata come sei nelle sicurezze della tua verità pensi che 'tanto non valgono la pena' perchè mai comprenderanno la tua profondità e le vette del tuo spirito?
Nel sottile si possono vedere angeli e demoni. Ma è solo l'ortodossia a garantirti se ciò che tu vedi è frutto della tua immaginazione produttiva o della verità.Questo purtroppo non lo capiscono molti ebbri di spirito. ubriachi come sono delle loro visioni.

Ma a parte questo, tutto ciò che ti avevamo detto è che nell'Islam espressioni come "santa Trinità" o riferimenti ad una crocifissione mai avvenuta, o sincretismi perennialisti non sono ben accetti.
E tu anzichè cercare un confronto, ti sei subito rintanata nella tua conchiglia. Tanto nella tua conchiglia vedi solo la madreperla E allora paga delle tue visioni, anzichè scendere nel mondo e tentare di scorgerne la bellezza e ti confrontarti ogni tanto anche con ciò che non ti aggrada, disprezzi tutto ciò che non assomiglia alla madreperla del tuo soffitto.
Inoltre vorrei ricordarti che "noi" non siamo un "voi" ma entità distinte e separate. Qui sul Forum si iscrivepiù o meno chi vuole. Gli insensibili i sensibili, i gentili, i meno gentili, i simpatici gli antipatici. Magari prima o poi ti risponderà qualcuno che ti comprende e che ti da ragione.
Noi non siamo l'Islam. Quindi se noi ti abbiamo deluso non riversare la tua delusione anche su di Esso. Visto che sei troppo fragile per avere contatti umani magari cerca di studiare e approndire l'Islam anche studiandolo da libri di sapienti ortodossi e non solo dai testi Sufi.
Mi piacerebbe che intervenissero anche Umar l'amministratore, Fabb Yusuf Tarenti e altri fratelli

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Gio Mag 02, 2013 9:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

Vi lascio la mia email; scrivetemi in tanti, vi invierò le mie foto; così potrete adorare il mio Corpo, invece che Allah


(...-clip)


Le abbiamo create perfettamente,
le abbiamo fatte vergini

(LVI,35-36)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 12:03 am    Oggetto: Rispondi citando

Aurora ha scritto:
Vi lascio la mia email; scrivetemi in tanti, vi invierò le mie foto; così potrete adorare il mio Corpo, invece che Allah


(...-clip)


Le abbiamo create perfettamente,
le abbiamo fatte vergini

(LVI,35-36)


Ammetto di dover ancora leggere i messaggi di questo thread, ma...

Eh?!

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 12:45 am    Oggetto: Rispondi citando

Passi dal fare la santarellina immacolata e incompresa al satanismo estremo?
Ecco perchè odio le "anime belle". Il tuo disprezzo per la società è solo risentimento e non autentica incompatibilità- Se la società ti accettasse ti ci getteresti a braccia aperte visto che in realtà ciò che cerchi è il suo lasciapassare- Gli sfigati mi hanno rotto le scatole, pieni quali sono di risentimento a mai di sentimenti attivi. La fede che nasce dal risentimento si sfalda come lana.La fede attiva e reale no.
Questo genere di frasi inquietanti le scrivono le streghe. Quindi esci dal tunnel e cerca di chiarirti le idee- E smettila di piangere se qualcuno dice qualcosa che non ti piace-

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
chbraoui
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/12 20:38
Messaggi: 416

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 7:17 am    Oggetto: Rispondi citando

Aurora ha scritto:
Vi lascio la mia email; scrivetemi in tanti, vi invierò le mie foto; così potrete adorare il mio Corpo, invece che Allah


(...-clip)


Le abbiamo create perfettamente,
le abbiamo fatte vergini

(LVI,35-36)


Ahahahahaahah XD

_________________
ASHADUH ANA LA ILAH ILA ALLAH UA ASHADUH ANA MUHAMMAD RASULLULAH
Top
Profilo Invia messaggio privato
chbraoui
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/12 20:38
Messaggi: 416

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 7:25 am    Oggetto: Rispondi citando

Ps: secondo me sarebbe da Bannare.

_________________
ASHADUH ANA LA ILAH ILA ALLAH UA ASHADUH ANA MUHAMMAD RASULLULAH
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 7:31 am    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Passi dal fare la santarellina immacolata e incompresa al satanismo estremo?
Ecco perchè odio le "anime belle". Il tuo disprezzo per la società è solo risentimento e non autentica incompatibilità- Se la società ti accettasse ti ci getteresti a braccia aperte visto che in realtà ciò che cerchi è il suo lasciapassare- Gli sfigati mi hanno rotto le scatole, pieni quali sono di risentimento a mai di sentimenti attivi. La fede che nasce dal risentimento si sfalda come lana.La fede attiva e reale no.
Questo genere di frasi inquietanti le scrivono le streghe. Quindi esci dal tunnel e cerca di chiarirti le idee- E smettila di piangere se qualcuno dice qualcosa che non ti piace-



Era solo uno scherzo per sdrammatizzare, e perdonarvi, visto che mi avete fatto piangere per giorni. Mi state facendo venire la paranoia. Secondo te è davvero il mio indirizzo, e lo pubblico così?
Le tue parole sono veramente insultanti; io non sono né anima bella, né santarellina, né sfigata; questi concetti riservali per te stessa. Certo sono proprio le persone come te che usano parole offensive, a farmi allontanare dalla gente di oggi, perché non sanno più cos'è il rispetto. Infatti, offendermi e giudicarmi così, perché ho detto cose erronee sulla dottrina religiosa, mi sembra molto irreligioso.
Come ti permetti a dire che io mi getterei a braccia aperte nella società, se essa mi accettasse? Mi stai dando della prostituta?
E stai dicendo anche un controsenso, infatti, se la società non mi accetta, è proprio perché non parlo mai con gli uomini, e non mostro la mia sessualità; o forse anche tu, fai parte di quelle persone miscredenti che tacciano di insania mentale le donne così?
Che cosa mi proibisce di ''gettarmi nella società a braccia aperte''; dove hai imparato a usare queste espressioni nei confronti di una donna? Sicuramente stando immersa tra la gente sbagliata, non veri musulmani; quindi, rivedi anche tu la tua posizione.
Che non hai il senso del pudore è poco ma sicuro, infatti una persona pudica non offende così la sensibilità di una donna, solo perché ha difeso le sua fede cristiana.

Ma va bene, visto che anche tu hai ripetuto quello che hanno detto i materialisti nella loro miseria, e cioè che ''faccio'' la santarellina, ma in realtà è la mia ''sfiga'' presunta cioè il pudore che non conoscono a impedire quelle come me di essere come loro, non ti meriti più nessuna risposta, perché la tua voglia di offendermi e di mancarmi di rispetto così, dimostra solo che tu ammiri in segreto quelle persone, pensi davvero che loro sono i fortunati e i vincenti; e anche tu ragioni in quel modo materialista e fai parte di quel mondo; sicuramente Dio ti punirà per queste parole offensive e piene di odio, infatti ognuno è responsabile anche di tutte le sue parole davanti all'Altissimo
Menomale che hai detto ''Noi non siamo l'Islam''; infatti è proprio così.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 11:48 am    Oggetto: Rispondi citando

Tu hai fatto una affermazione che è miscredenza, satanismo e blasfemia pura.
E affermazioni del genere non si fanno nemmeno per scherzo-
E dire cose del genere anche solo per scherzo, dimostra tutta la tua superficialità. E dimostra la falsità di tutti i tuoi discorsi precedenti. QUesto a mio avviso.
Accostare versi Biblici ad un invito ad adorare il tuo corpo ti sembra un modo per sdrammatizzare? Ma sei normale?

Noi non avevamo detto niente di offensivo prima. Ti stavamo semplicemente cercando di far capire che all'interno dell'Islam "non fa tutto brodo" ma certe opinioni, convinzioni sono assolutamente da evitare-Se poi questo ti deprime e ti fa pingere, impara a fare un pò di economia delle tue lacrime-


Citazione:
è proprio perché non parlo mai con gli uomini, e non mostro la mia sessualità

Si si. Infatti fino a ieri eri disposta a mostrarla al primo sconosciuto.
E non mi sembra che far vedere le tue foto a uomini sconosciuti su internet per sentirti dire che sei bella, sia un gran segno di pudore. Ma forse abbiamo diverse concezioni del pudore-

Citazione:

non offende così la sensibilità di una donna

Ti sei offesa da sola con le cose che hai scritto.

Ma esattamente qual'è il tuo scopo?
COnoscere l'Islam, trovare un pò di conforto virtuale dal mondo crudele, illuminarci con le tue verità mistiche, farci vedere le tue foto o cosa?

Hai la tua dottrina bella epronta- I nostri tentativi di farti riflettere su alcuni punti ti hanno offesa e ti imparanoiano. Bene. Forse dovresti iscriverti sul FOrum delle Sorelle Mistiche Immacolate che si danno Ragione tra loro.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 12:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Accostare versi Biblici ad un invito ad adorare il tuo corpo ti sembra un modo per sdrammatizzare? Ma sei normale?


Quoto.


Mujahidah Von Sor ha scritto:
Forse dovresti iscriverti sul FOrum delle Sorelle Mistiche Immacolate che si danno Ragione tra loro.


Ahahah!

Lo dicevo io che la discussione stava prendendo una piega un po' strana, solo che non potevo immaginare quanto strana!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 1:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Tu hai fatto una affermazione che è miscredenza, satanismo e blasfemia pura.
E affermazioni del genere non si fanno nemmeno per scherzo-
E dire cose del genere anche solo per scherzo, dimostra tutta la tua superficialità. E dimostra la falsità di tutti i tuoi discorsi precedenti. QUesto a mio avviso.
Accostare versi Biblici ad un invito ad adorare il tuo corpo ti sembra un modo per sdrammatizzare? Ma sei normale?

Noi non avevamo detto niente di offensivo prima. Ti stavamo semplicemente cercando di far capire che all'interno dell'Islam "non fa tutto brodo" ma certe opinioni, convinzioni sono assolutamente da evitare-Se poi questo ti deprime e ti fa pingere, impara a fare un pò di economia delle tue lacrime-


Citazione:
è proprio perché non parlo mai con gli uomini, e non mostro la mia sessualità

Si si. Infatti fino a ieri eri disposta a mostrarla al primo sconosciuto.
E non mi sembra che far vedere le tue foto a uomini sconosciuti su internet per sentirti dire che sei bella, sia un gran segno di pudore. Ma forse abbiamo diverse concezioni del pudore-

Citazione:

non offende così la sensibilità di una donna

Ti sei offesa da sola con le cose che hai scritto.

Ma esattamente qual'è il tuo scopo?
COnoscere l'Islam, trovare un pò di conforto virtuale dal mondo crudele, illuminarci con le tue verità mistiche, farci vedere le tue foto o cosa?

Hai la tua dottrina bella epronta- I nostri tentativi di farti riflettere su alcuni punti ti hanno offesa e ti imparanoiano. Bene. Forse dovresti iscriverti sul FOrum delle Sorelle Mistiche Immacolate che si danno Ragione tra loro.



Un vero musulmano non usa questo linguaggio ingiurioso; infatti già dall'inizio mi hai dato della ''sfigata'', ma pensavo che l'avessi fatto a fin di bene.
Hai parlato di jihād, ma secondo me non sai nemmeno cosa sia.
Anche i detenuti di Guantanamo Bay sono degli sfigati e dei rompiscatole, perché l'Occidente non li ha accettati, e sono il prototipo per eccellenza dell'emarginazione sociale?
Ti scandalizzi perché ho finto per un attimo di essere come tutte quelle persone che mi hanno fatto soffrire, però non hai saputo capire il mio dolore. Non hai saputo capire che io ci sono immersa tutti i giorni, tra gente che fa queste cose e che mi odia proprio perché mi vergogno di non essere così; l'unica cosa che hai saputo dire è che io vivo nella torre d'avorio, e mi crogiolo nel vittimismo, senza neppure pensare che non avevo tutti i torti; e forse, anche tu, se fossi stata al posto mio, se non fossi vissuta in mezzo a musulmani, avresti avuto questo tormento.
Addirittura dici che fino a ieri ero disposta a darla al primo venuto; e da cosa deduci questo? Forse perché ho messo delle foto (normalissime) temporanee su Internet, come fanno moltissime ''musulmane'' su Facebook, molto peggio di me, e ho provato a vedere se, ad uno sguardo obbiettivo, ero così tanto mostruosa?
Dove sarebbe la mancanza di pudore? Infatti mi vedono tutti per strada, e io cosa ci posso fare, a parte non cercare di attirare l'attenzione?
Penso che tu sei influenzata dall'occidentalismo molto più di me. Infatti, hai fatto ricorso alla filosofia occidentale pagana, a alle nozioni di psicologia, le quali sono state inventate proprio dalla borghesia occidentale materialista e miscredente, per dare consigli e spiegare la realtà del mondo, (una realtà che non è solo mia, ma di molte altre persone emarginate), quando invece avresti dovuto fare ricorso solo alla Religione dell'Altissimo.
Infatti, mettendo da parte l'orgoglio, vi avevo mostrato tutta la debolezza di essere umano, di donna costretta a subire le angherie dei miscredenti, per chiedervi conforto, amicizia e amore, e magari anche perdono, se ho sbagliato in qualche cosa. Se nessuno mi aiuta, come posso difendermi da sola, in mezzo a tutti? Può darsi che un giorno arriverò a prostituirmi come le altre, ma la condanna spetta solo a Dio.
Ma io ho sempre combattuto accanitamente, contro i materialisti occidentali, di certo la castità costituisce l'arma più idonea per una donna occidentale.
L'unica cosa che posso fare, se non sono riuscita a cambiare il mondo, come dici tu, è cercare in tutti i modi di non spargervi la corruzione, preferendo anche l'ignominia e l'isolamento a quello che è molto più comodo e facile essere.
Non posso mettermi certo a guerreggiare nel senso che intendi tu, buttandomi nel mondo. Come ti ho detto, io provo un profondo disagio a parlare a tu per tu con i maschi, e spesso anche con le donne impudiche, che mi odiano, figuriamoci se mi faccio toccare! Questo non significa che non sento il bisogno di sposarmi e di essere amata dalle persone; ho paura della miscredenza, ho paura proprio di quello che tu hai chiamato satanismo, e che ho dovuto mostrarti, per farti capire con cosa ho a che fare ogni giorno. Mi ci hai portato tu, non mi sono mai sognata di fare un scherzo così, Dio mi perdoni, ma se io ti chiedo Amore e tu mi dai solo Odio e Incomprensione, mi porti solo all'esasperazione e all'autodifesa.
Infatti, anche se sono cristiana, non merito che i miei sentimenti religiosi vengano ''confutati''; la religione non può essere confutata, come se fosse una tesi umana. Non è che, se i conti ti tornano, allora credi. Devi credere anche quando sembra impossibile. Qui non si tratta di dispute filosofiche, ma di ben altro, per cui gli essere umani continuano a uccidersi ogni giorno.
È molto meglio sospendere il giudizio, sulle questioni dottrinali, che sembrano discordanti nelle religioni; infatti il vero nemico è il Materialismo, e finché non vi metterete in testa questo, niente cambierà.
Cos'è tutto questo odio nei confronti di un cristiano e questa voglia di contraddirlo e farlo apparire in torto?
Io infatti ho detto: amo l'Islam, sono consapevole che è veritiero, ma proprio per questo, amo anche Cristo, amo i martiri che in questo mondo vengono considerati sfigati, e non dite che sono morti coloro che sono stati uccisi sulla via di Allah (II:154), per questo, neache Cristo è mai morto, in realtà

Ecco, io sono con voi tutti giorni, fino alla fine del mondo.
(Matteo,28:20)

Mi dispiace davvero molto, che tutto questo vi sembri sbagliato, e che ''sia andata a finire così''; per questo mi sono messa a piangere così tanto. Bannatemi pure, se credete che sia la soluzione migliore, e cancellate tutto quello che ho scritto, gettandolo nel dimenticatoio; l'unica mia speranza è che, un giorno, sorgerà qualcuno migliore di me, che saprà esprimere la Verità che io ho cercato di donarvi.


Coloro ai quali abbiamo dato la Scrittura, lo riconoscono come riconoscono i loro figli. Ma una parte di loro nasconde la verità pur conoscendola.(II:146)
Gareggiate nel bene. Ovunque voi siate, Allah vi riunirà tutti. In verità Allah è Onnipotente.(II:148)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Il-n'ya-de-dieu-qu'Allah
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 16/04/13 15:37
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 2:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Intervengo speditamente in attesa di inchaLah un mio ulteriore post per dire che la discussione stia degenerando per sole incomprensioni dovute al fatto che l'argomento problematico della stessa non sia stato affrontato, o per meglio dire una volta affrontato si è scesi a considerazioni l'uno contro l'altro, (insomma chaytan ci ha messo lo zampino). La fratellanza sotto il segno delle chahadatayn rimane, e il consiglio, la proibizione del riprorevole e l'ordinare il bene rimangono e debbono e dovrebbero essere accetti e non visti come attacchi sulla singola persona.
Allah ci renda fratelli nella fede in Lui.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 3:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il-n'ya-de-dieu-qu'Allah ha scritto:
Intervengo speditamente in attesa di inchaLah un mio ulteriore post per dire che la discussione stia degenerando per sole incomprensioni dovute al fatto che l'argomento problematico della stessa non sia stato affrontato, o per meglio dire una volta affrontato si è scesi a considerazioni l'uno contro l'altro, (insomma chaytan ci ha messo lo zampino). La fratellanza sotto il segno delle chahadatayn rimane, e il consiglio, la proibizione del riprorevole e l'ordinare il bene rimangono e debbono e dovrebbero essere accetti e non visti come attacchi sulla singola persona.


No.
Non è solo una questione di Shaytan.
Quando qualcuno afferma che è venuto su questo forum per donarci la Verità, c'è proprio qualcosa che non va di base.

Il-n'ya-de-dieu-qu'Allah ha scritto:
Allah ci renda fratelli nella fede in Lui.


Insha'Allah.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Lia
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 27/11/12 12:12
Messaggi: 175

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 4:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hind ha scritto:


No.
Non è solo una questione di Shaytan.
Quando qualcuno afferma che è venuto su questo forum per donarci la Verità, c'è proprio qualcosa che non va di base.



Sì ma se rispondete a una persona che sbaglia deridendola deridendola perchè sbaglia - per me significa che Shaytan c'entra e come.

Che Allah ci aiuti ad essere pazienti l'un con l'altro.

E' stato narrato che 'Umar ibn al-Khattaab disse: "Alcuni prigionieri furono portati dal Messaggero di Allah , e c’era una donna tra i prigionieri, che era alla ricerca del suo bambino. Quando lo trovo’ lo abbraccio’ e lo mise al suo seno. Il Messaggero di Allah ci disse, 'Pensate che questa donna possa gettare il suo bambino nel fuoco?' Rispondemmo, 'No, per Allah, essa non è in grado di farlo . 'Il Messaggero di Allah disse, 'Allah è più misericordioso verso i Suoi servi di questa donna lo sia verso il suo bambino.' "
Concordato da Al-Bukhaari, 5653; Muslim, 6912


A coloro che non mostrano misericordia non sarà mostrata alcuna misericordia.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"And the life of this world is only a deceiving enjoyment."[57:20]
"It is not beneficial to be a master at speech when you are immature at heart." - Shaykh Abd Al Qadir Al Jilani
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lia
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 27/11/12 12:12
Messaggi: 175

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 4:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

la misericordia di Allah è ciò che farà entrare i Suoi servi credenti nel Paradiso, nel Giorno della Resurrezione. Nessuno potrà mai entrare in paradiso soltanto per le sue opere, come il Profeta disse: "Nessuna opera lo ammettera' al Paradiso." Fu chiesto, "Neanche tu, Messaggero di Allah?" Egli disse: "No, nemmeno io, a meno che Allah non mi copra con la Sua misericordia.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"And the life of this world is only a deceiving enjoyment."[57:20]
"It is not beneficial to be a master at speech when you are immature at heart." - Shaykh Abd Al Qadir Al Jilani
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lia
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 27/11/12 12:12
Messaggi: 175

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 4:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

Lia ha scritto:
la misericordia di Allah è ciò che farà entrare i Suoi servi credenti nel Paradiso, nel Giorno della Resurrezione. Nessuno potrà mai entrare in paradiso soltanto per le sue opere, come il Profeta disse: "Nessuna opera lo ammettera' al Paradiso." Fu chiesto, "Neanche tu, Messaggero di Allah?" Egli disse: "No, nemmeno io, a meno che Allah non mi copra con la Sua misericordia.


in realtà era questo l'hadith "Concordato da Al-Bukhaari, 5653; Muslim, 6912" quell'altro ho sbagliato a riportarlo!

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"And the life of this world is only a deceiving enjoyment."[57:20]
"It is not beneficial to be a master at speech when you are immature at heart." - Shaykh Abd Al Qadir Al Jilani
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 5:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Lia ha scritto:
Sì ma se rispondete a una persona che sbaglia deridendola deridendola perchè sbaglia - per me significa che Shaytan c'entra e come.

Che Allah ci aiuti ad essere pazienti l'un con l'altro.


Shaytan c'entra sempre, il problema è esserne consapevoli; e temo che Aurora possa fare lo sbaglio di ritenersi al sicuro dai suoi sussurri e dai suoi trucchetti.
Sta a vedere che adesso i problemi di fede li abbiamo io e Mujahidah Von Sor! E dire che pensavo che Aurora volesse accettare l'Islam che stupida! Il punto non era questo! Eravamo noi che dovevamo accettare lo strambo credo di Aurora, il suo fantomatico "Messaggio di pace e fratellanza", non il contrario!

Dai su! Siamo seri, Lia.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Lia
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 27/11/12 12:12
Messaggi: 175

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 5:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hind ha scritto:


Shaytan c'entra sempre, il problema è esserne consapevoli; e temo che Aurora possa fare lo sbaglio di ritenersi al sicuro dai suoi sussurri e dai suoi trucchetti.


Hai ragione, nessuno è al sicuro dai sussurri di Shaytan. Che Allah ci protegga a tutti.


Hind ha scritto:
Sta a vedere che adesso i problemi di fede li abbiamo io e Mujahidah Von Sor! E dire che pensavo che Aurora volesse accettare l'Islam che stupida! Il punto non era questo! Eravamo noi che dovevamo accettare lo strambo credo di Aurora, il suo fantomatico "Messaggio di pace e fratellanza", non il contrario!

Dai su! Siamo seri, Lia.


sì sorella sono seria,
non volevo difendere gli sbagli che fa la sorella Aurora, volevo solo dire che è grazie alla Misericordia di Allah che le persone trovano la verità, tutto qui.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"And the life of this world is only a deceiving enjoyment."[57:20]
"It is not beneficial to be a master at speech when you are immature at heart." - Shaykh Abd Al Qadir Al Jilani
Top
Profilo Invia messaggio privato
Il-n'ya-de-dieu-qu'Allah
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 16/04/13 15:37
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 6:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

[quote="Hind"]No.
Non è solo una questione di Shaytan.
Quando qualcuno afferma che è venuto su questo forum per donarci la Verità, c'è proprio qualcosa che non va di base.
Senz'altro sono d'accordo, e anche questo intendevo con:
Il-n'ya-de-dieu-qu'Allah ha scritto:
l'argomento problematico della stessa non sia stato affrontato, o per meglio dire una volta affrontato si è scesi a considerazioni l'uno contro l'altro


Penso che i punti fondamentali emersi dalla discussione siano due:

1, La formulazione della Chahada da parte dell'autore del topic Aurora

2, L'espurgazione delle dottrine ed idee erronee ed estraneee all'Islam.

Per il punto 1, vorremmo sapere come sta procedendo? Noi si consiglia di pronunciarla al più presto, causa la salvezza eterna: non si tratta di esteriorizzare la propria interiorità ma di attestare che la verità è tale e l'abbiamo riconosciuta (con la guida di Allah).

Per il punto 2, potremmo procedere in ordine, citando:

«il concetto della Santa Trinità»
«Prima di avvicinarmi all'Islam, e a dire il vero anche al Vangelo autentico..»
E poi alla richiesta di spiegazioni il concetto della «Santa Trinità» è stato spiegato con citazioni dai vangeli canonici. L'errore di fondo è proprio che «il Vangelo autentico» non è a nostra portata di mano, non è proprio reperibile, e sarai d'accordo sul fatto che i vangeli canonici non sono il Ingil che Allah ha rivelato a Gesù, ma una sorta di ahadith, dei resoconti sulla sua vita senza catena di trasmissione e dei quali autori si sa poco o niente.
Inoltre, essendo noi musulmani che di conseguenza hanno accettato la Rivelazione ultima, anche se i testi che andassimo a leggere fossero autentici (e i vangeli canonici non lo sono, non essendo il Ingil), la Rivelazione ultima abroga tutte le precedenti. Noi siamo quindi tenuti ad attenerci ed a considerare l'Ultima rivelazione, il Corano e la pratica Profetica dell'ultimo Messaggero, che aspramente criticano la Trinità, il concetto di peccato originale, il darsi l'appellativo di figli di Dio, ed il fatto che Gesù sia stato crocefisso. Egli non è morto martire sulla croce, Allah e il Suo Messaggero sono stati chiari nel dire che lui sia asceso al cielo e che tornerà negli ultimi tempi come Segno dell'Ora.
Le nostre fonti della Dottrina e del Diritto sono, in ordine:
Il Corano,
La Pratica dell'ultimo Profeta e le sue dichiarazioni,
La Pratica dei Compagni del Profeta e le loro dichiarazioni,
La Pratica delle prime generazioni di Musulmani e le loro dichiarazioni,
e per ultima la Deduzione analogica in base alle prime fonti.

a. La Trinità non è contemplata dall'Islam ed è esplicitamente confutata dalle sue fonti primarie.

b. I vangeli canonici non sono affidabili e NON sono l'Ingil, il Ingil non ci è pervenuto, se anche così fosse il suo contenuto è abrogato, e come i precedenti Testi sarebbe comunque modificato dall'uomo.


Seconda cosa: il fatto che Allah ti ha preservato dall'avere mai avuto "il ragazzo" e tutte le altre cose che hai narrato, l'averti alienata dal male per darti la Sua Compagnia non sono motivo di vergogna, ma un motivo per ringraziarLo infinitamente e un segno esplicito della Sua Clemenza.


Terzo argomento: i Testi di alcuni "mistici". E' un dato di fatto che per comprenderli ci vada una certa preparazione che noi tutti "common people" non abbiamo, e dirlo non è un insulto alla nostra intelligenza. L'errore di fondo sta nel fatto di considerare l'anima/cuore come bastevole nella ricezione e nella comprensione della Verità (perchè in essa/o 'ci sarebbe' Dio -?-). Questo argomento se non sbaglio è già stato affrontato qui:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

ed è emerso che per comprendere appieno le Verità è necessaria la Conoscenza della Sua Religione, che Allah ci ha ordinato di cercare.

Andando avanti con un altro discorso emerso: Interiorità e esteriorità sono complementari ed insieme sono parti dell'Islam, semplicemente perchè Allah e il Suo Messaggero ci hanno dato ordini in entrambi i sensi. Compiere un atto esteriore, lo si fa per Amore di Allah e del Messaggero Suo, per Obbedienza a loro, nient'altro. Non si segua l'esteriorità più dell'interiorità o viceversa, semplicemente perchè sono entrambi partre dell'Adorazione.

Come ultima cosa: la Dottrina è fondamento dell'Islam, il consiglio sincero è d'obbligo, e lo sono ordinare il bene e proibire il biasimevole. Se noi ti si invita facendoti notare degli errori dottrinali non è perchè ti si odia, è per darti il conforto che chiedi e per per conformarsi a quanto Allah ha rivelato. Diversamente da quanto qui detto,
Aurora ha scritto:
È molto meglio sospendere il giudizio, sulle questioni dottrinali,..
la Dottrina è fondamentale nell'Islam, ed è ad essa che bisogna conformarsi, in base alle fonti (precedentemente citate).

Pace a chi segue la Guida.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hind
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/10/10 13:38
Messaggi: 311

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 8:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie per la tua sintesi fratello (?) Il-n'ya-de-dieu-qu'Allah, speriamo che serva a far riflettere Aurora visto che non ha mai risposto alle questioni che abbiamo sollevato e che tu hai riportato.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Ven Mag 03, 2013 9:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bi-smi 'llāhi al-Rahmāni al-Rahīmi



As-salam alaykum,


Mi dispiace, ma non potete pensare che tutti coloro che, secondo voi, professano ''altre religioni'', siano destinati alla Fornace Ardente. È questo che sbagliate. Nel Corano non sta scritto che chi ha un altro modo di adorare Dio, ma è pacifico, non offende l'Islam e non sparge la corruzione nel mondo, deve essere condannato.
Certamente tutti quei passi in cui Allah minaccia quelli che sono chiamati miscredenti, si riferiscono a tutti coloro che deridevano il Profeta Muhammad (Pace su lui), ed erano ostili nei suoi confronti. Amavano la violenza e la contesa, ma la Verità non può essere contesa dagli uomini.
Tutto ciò che Allah vi ha lasciato, le leggi e le regole coraniche e degli aḥādīth, hanno valore proprio perché vi permettono di testimoniare, che voi siete monoteisti e siete vicini all'Altissimo. Ed è certo un onore e una nobile responsabilità. Ma questo non significa che chi non lo testimonia e non lo mostra al mondo, merita di finire all'Inferno, di essere considerato inferiore e sviato.
E tutti quei bambini che muoiono innocenti, e che non hanno mai pronunciato la shahāda, non saranno salvati? In cosa consiste la Misericordia dell'Onnipotente, che viene ricordata all'inizio di ogni Sura?
Solo Dio conosce cosa c'è in ogni cuore, ed è l'intenzione del cuore la cosa più importante.

Allah non vi punirà per la leggerezza nei vostri giuramenti, vi punirà per ciò che i vostri cuori avranno espresso. Allah è perdonatore, paziente.(II:225)

Di sicuro, non avvicinerete mai una persona all'Islam, trattandola da sviata e incompetente, attaccandola, e facendole intendere, anche consigliandola gentilmente, che se non si converte, brucierà all'Inferno, e subirà il doloroso castigo. Infatti questa non è gentilezza autentica, è solo odio e disprezzo mascherato. La Vera Religione è una religione di Amore Immenso, Profondissima Pace. Quando tutti comprenderanno questo, l'Islam trionferà.

La Pace sia con tutti voi
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Sab Mag 04, 2013 12:26 am    Oggetto: Rispondi citando

Assalamu 'alaikum wa rahamtullahi wa barakatuh,

Sorella Aurora, posso scriverti in privato?
Capisco che ti senti sola e vorrei cercare di esserti amica se posso, inshaa Allah, e confrontarmi con te sull'islam in privato perchè mi sento più al mio agio a parlare in privato con le sorelle :)

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Il-n'ya-de-dieu-qu'Allah
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 16/04/13 15:37
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Sab Mag 04, 2013 1:03 am    Oggetto: Rispondi citando

Hind ha scritto:
Grazie per la tua sintesi fratello (?) Il-n'ya-de-dieu-qu'Allah, speriamo che serva a far riflettere Aurora visto che non ha mai risposto alle questioni che abbiamo sollevato e che tu hai riportato.
Barak Allah a voi

Aurora ha scritto:
Bi-smi 'llāhi al-Rahmāni al-Rahīmi



As-salam alaykum,


Mi dispiace, ma non potete pensare che tutti coloro che, secondo voi, professano ''altre religioni'', siano destinati alla Fornace Ardente. È questo che sbagliate. Nel Corano non sta scritto che chi ha un altro modo di adorare Dio, ma è pacifico, non offende l'Islam e non sparge la corruzione nel mondo, deve essere condannato.
Certamente tutti quei passi in cui Allah minaccia quelli che sono chiamati miscredenti, si riferiscono a tutti coloro che deridevano il Profeta Muhammad (Pace su lui), ed erano ostili nei suoi confronti. Amavano la violenza e la contesa, ma la Verità non può essere contesa dagli uomini.
Tutto ciò che Allah vi ha lasciato, le leggi e le regole coraniche e degli aḥādīth, hanno valore proprio perché vi permettono di testimoniare, che voi siete monoteisti e siete vicini all'Altissimo. Ed è certo un onore e una nobile responsabilità. Ma questo non significa che chi non lo testimonia e non lo mostra al mondo, merita di finire all'Inferno, di essere considerato inferiore e sviato.


Queste sono tue deduzioni, mentre Allah e il Suo Messaggero sono invece stati più che espliciti a questo riguardo*
Non vedo perchè noi ti si starebbe attaccando, e che accusa sarebbe quella di "dire che la Chahada è essenziale per il Paradiso"?
Vedi:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



*Questo è dal Corano, quindi Parola di Allah:

Chi vuole una religione diversa dall'Islàm, il suo culto non sarà accettato, e nell'altra vita sarà tra i perdenti.
وَمَن يَبْتَغِ غَيْرَ الْإِسْلَامِ دِينًا فَلَن يُقْبَلَ مِنْهُ وَهُوَ فِي الْآخِرَةِ مِنَ الْخَاسِرِينَ
(3:85)

Abbiamo preparato la Fiamma per i miscredenti, per coloro che non credono in Allah e nel Suo Inviato.
وَمَن لَّمْ يُؤْمِن بِاللَّهِ وَرَسُولِهِ فَإِنَّا أَعْتَدْنَا لِلْكَافِرِينَ سَعِيرًا
(48:13)

Questo dalla Parola del Profeta SallAllaahu

Per Colui nella Cui Mano è l'anima di Muhammad, chi fra i Giudei e i Cristiani sente di me, e muore senza credere nel mio Messaggio, sarà tra gli abitanti del Fuoco."

وَالَّذِي نَفْسُ مُحَمَّدٍ بِيَدِهِ لاَ يَسْمَعُ بِي أَحَدٌ مِنْ هَذِهِ الأُمَّةِ يَهُودِيٌّ وَلاَ نَصْرَانِيٌّ ثُمَّ يَمُوتُ وَلَمْ يُؤْمِنْ بِالَّذِي أُرْسِلْتُ بِهِ إِلاَّ كَانَ مِنْ أَصْحَابِ النَّارِ


Sempre da lui è narrato:

"Giuro per Colui nella Cui Mano è la mia vita, nessuno di voi avrà davvero creduto finché non sopprimerà completamente le sue opinioni e desideri in favore di ciò che ho portato".
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Sab Mag 04, 2013 1:45 am    Oggetto: Rispondi citando

Aurora. Io non ho affatto criticato la tua fede Cristiana.
Tu sei liberissima di credere in ciò che vuoi- Ma se inizi a interpretare determinati testi e determinati versetti coranici in modo del tutto personalizzato fondendoli a questioni dottrinali incompatibili con l' essenza dell'Islam, io se permetti mi permetto di intervenire. Ciò che ho criticato è il sincretismo e la tua tendenza a dar valore solo all'interiore ecc.
Il vino è fatto d'uva. Ma non basta spiaccicare qualche acino e metterci un pò di zucchero per creare un vino buono. Eppure l'essenza di un vino buono e di un vino cattivo è la stessa:Uva fermentata. E' oslo un esempio per farti capire cosa intendo quando dico che conta anche il "modo", la "forma", l'"esteriore"- E per farti capire che secondo il nostro credo è di assoluta importanza rispettare il modo in cui il Creatore ci ha ordinato di adorarlo.E per questo chi non Lo adora nel modo da Lui richiesto andrà all'inferno.
Mentre purtroppo c'è questa tendenza nata in seguito al distacco del Vangelo di Gesu' dal suo[ceppo giudaico di condannare come legalismo e vacua esteriorità tutto ciò che ha a che fare con la Legge e le ritualità ad essa legate- Ma questa è una distorsione operata dai Cristiani e non il vero messaggio di Gesu' (Su di lui la pace) il quale invece invitava i suoi seguaci a rispettare la Legge ma non solo quella.

Citazione:
Nel Corano non sta scritto che chi ha un altro modo di adorare Dio, ma è pacifico, non offende l'Islam e non sparge la corruzione nel mondo, deve essere condannato.
Invece nel Corano c'è scritto che solo i Musulmani andranno in Paradiso. Gli altri andranno all'Inferno non "solo" in quanto "di altre religioni" ma soprattutto in quanto colpevoli di aver rifiutato il messaggio di uno dei suoi inviati. E ovvimanete le due cose vanno di pari passo
Tu stessa ti senti osteggiata dal mondo e senti che ciò è per te negativo e che chi ti osteggia è cattivo e insensibile-
Allora pensi che coloro che osteggiano uno dei Profeti di Dio o ne rifiutano il messaggio possano poi essere accolti nello stesso Paradiso in cui abiterà colui nel quale non hanno voluto credere e che hanno tacciato di menzogna, non credendo indirettamente nel Creatore che ce lo ha inviato per misericordia?
E' chiaro che in Paradiso possono entrarci solo persone che hanno creduto in tuttti gli inviati di Dio e nel Verbo completo rivelato tramite loro all'umanità.
Non credendo nella Rivelazione completa ( e quindi nell'Islam come rivelazione utlimativa) di fatto, nell'essenza non si crede realmente in Dio. Perchè colui che crede o accoglie tutto ciò che proviene da Dio o di fatto non crede.
Citazione:

E tutti quei bambini che muoiono innocenti, e che non hanno mai pronunciato la shahāda, non saranno salvati?
Questo no- C'è un thread che spiega bene la questione ma in questo momento non lo trovo.
Citazione:

però non hai saputo capire il mio dolore.

Credo che il dolore sia solo il sostrato piu' superficiale. E' facile crogiolarsi nel proprio dolore e credere che basti provare sofferenza per essere persone nobili ed elevate.
Non mi interessa compatirti o capire il tuo dolore.
La durezza argina- La compassione no- Io quando sto per cadere mi appoggio ad un masso non ad un fiume. Il negativo è ciò che assorbe mentre il solare è ciò che respinge- E in questo senso penso che capire il dolore sia solo un modo per amplificarlo-
Insomma. capisco- Ma piu' di questo che devo fare? Mettermi a piangere anche io? Non è meglio invece smettere di piangere tutti quanti e riservare le lacrime per problemi piu' importanti del fatto di non essere accettati da persone che si disprezzano?
Citazione:
donna costretta a subire le angherie dei miscredenti,


Il tuo nemico innanzitutto ti ha insegnato cosa tu non vuoi e non vorrai mai essere. Quindi anche solo per questo impara da lui anzichè lasciare che ti sottragga le tue energie vitali-
E poi se una ti guarda male. pensa che sei una sfigata, fa gesti scaramantici al tuo passare o ti da della pazza, ridici su. Insomma, perchè prendi tutto così sul serio?
Il mondo si sfalderà come" lana cardata" e allora fa che anche le reazioni ad esso non abbiano maggior consistenza della lana cardata-
Citazione:

ad uno sguardo obbiettivo, ero così tanto mostruosa?
E il tuo sguardo non ti basta?Perchè vuoi a tutti costi che un terzo ti dica che sei "bona"? Insomma un giorno arriverà InshaAllah tuo marito e sarà lui a farti i complimenti che meriti.
Citazione:

nfatti già dall'inizio mi hai dato della ''sfigata'', ma pensavo che l'avessi fatto a fin di bene.

Non penso di aver scritto nulla a fin di male.
Citazione:

Ti scandalizzi perché ho finto per un attimo di essere come tutte quelle persone che mi hanno fatto soffrire
Mi sembra che il male che è in te stessa lo giustifichi un pò troppo facilmente. Ma se fuori vedi i mostri è chiaro che dentro vedi gli angeli. La verità è che tu non sei un angelo e i mostri non esistono.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lia
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 27/11/12 12:12
Messaggi: 175

MessaggioInviato: Sab Mag 04, 2013 2:56 am    Oggetto: Rispondi citando

Sorella Mujahida, visto che sei capace di accettare le critiche, mi permetto di farti una critica anch'io:

come mai disprezzi così tanto la gentilezza? Il profeta era gentile con le persone, le mogli del profeta e i sahaba lo erano, e i sapienti lo erano.
Non mi sembra che stai seguendo i loro insegnamenti, quindi l'insegnamento di chi stai seguendo esattamente? visto che prima avevi parlato di filosofia, temo che invece stai seguendo qualche ideologia filosofica.

Per poter essere gentili è necessario essere pazienti prima. Mi chiedo come mai allora disprezzi così tanto la gentilezza? La vera forza di un credente si trova nella pazienza e non nel sarcasmo sorella, ormai il sarcasmo va sempre più di moda e purtroppo viene valutato come una forma di intelligenza, può essere intelligenza ma sicuramente intelligenza usata male.

Il profeta PSDL ha detto che la persona più forte è quella che è capace di controllare la rabbia, e per fare questo c'è bisogno di pazienza.
Stessa cosa per la gentilezza, per poter essere gentili bisogna essere pazienti.

Non importa quanto ti senti forte sorella, io sono sicurissima - che tu lo voglia ammettere o no- che persino tu nel tuo cuore troverai che le persone che ti hanno aiutata maggiormente nella vita non sono quelle che hanno usato del sarcasmo sui tuoi sbagli come spesso hai fatto tu, ma sicuramente sono persone che sono rimasti pazienti con te. Tutti alla fine incontriamo una persona così che ci aiuta tantissimo, se ancora non l'hai incontrata sono sicura un giorno anche tu incontrerai una persona così e forse capirai di cosa parlo. Forse tu non lo fai con cattive intenzioni, ma non basta avere solo buone intenzioni. Probabilmente non ti rendi conto quanto è importante essere pazienti con una persona confusa e sola che ha idee sbagliate sull'islam, cercando di non ferirla, almeno non con parole non necessarie.

E' vero quando dici che si può imparare dai nemici, i nemici - spesso senza rendersi conto o senza volerlo - possono insegnarti cose che non sapevi, tipo i tuoi punti forti e deboli. Ma la stessa cosa possono farlo gli amici sorella, senza ferirti, con gentilezza. A volte uno potrebbe dire qualcosa di bello senza rivolgersi direttamente a te, o senza sapere che avevi bisogno di quelle parole gentili, e aiutarti tanto. Stessa cosa si può fare ma in modo non gentile. Però sai qual'è la differenza? Le persone che ti hanno aiutato con pazienza e gentilezza te li ricorderai per sempre nei tuoi du'a, ti verrà spontaneamente voglia di fare du'a per loro di augurare il meglio a loro e di amarle per Amore di Allah, mentre è difficile (non dico impossibile) ma molto difficile essere ricordati nei dua delle persone che hai ferito. Questo dovrebbe bastare come motivo per cercare sempre di essere pazienti e gentili.

Insomma nessuno ti chiede di metterti a piangere, ma sforzarti a usare parole un po' meno pesanti si però.
Say something beautiful or stay quiet! Prophet Muhammad PBUH.

Ricordati anche che essere gentili non significa essere per forza d'accordo su tutto quello che una persona dice, significa solo rimanere pazienti, tutto qui.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"And the life of this world is only a deceiving enjoyment."[57:20]
"It is not beneficial to be a master at speech when you are immature at heart." - Shaykh Abd Al Qadir Al Jilani
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lia
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 27/11/12 12:12
Messaggi: 175

MessaggioInviato: Sab Mag 04, 2013 3:10 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
E poi se una ti guarda male. pensa che sei una sfigata, fa gesti scaramantici al tuo passare o ti da della pazza, ridici su. Insomma, perchè prendi tutto così sul serio?


Perchè non tutti siamo uguali come te sorella, ognuno di noi ha una personalità sua. E' normale che una persona si mette a piangere anzichè riderci su. Quindi la prossima volta rispondi in quel modo alle persone che ci ridono su anziché alle persone che tu consideri tanto deboli solo perché anzichè riderci piangono.
Ma sai tu che significa non avere nessuno, proprio nessuno al tuo fianco? E' vero che Allah è sufficiente ma questo non significa che essere completamente allontanati dalla gente sia bello. Non so se la tua famiglia è musulmana sorella, ma esseri soli con una famiglia miscredente che ti è contro può essere un problema serio per cui piangere e non ridere.

E' vero che la sorella qui ha un sacco di idee sbagliate, ma mi rattrista molto leggere risposte come queste.

C'è poco da ridere sorella..

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"And the life of this world is only a deceiving enjoyment."[57:20]
"It is not beneficial to be a master at speech when you are immature at heart." - Shaykh Abd Al Qadir Al Jilani
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Sab Mag 04, 2013 11:51 am    Oggetto: Rispondi citando

Bi-smi 'llāhi al-Rahmāni al-Rahīmi



As-salam alaykum,





Il-n'ya-de-dieu-qu'Allah ha scritto:
Abbiamo preparato la Fiamma per i miscredenti, per coloro che non credono in Allah e nel Suo Inviato.
وَمَن لَّمْ يُؤْمِن بِاللَّهِ وَرَسُولِهِ فَإِنَّا أَعْتَدْنَا لِلْكَافِرِينَ سَعِيرًا
(48:13)


Mujahidah Von Sor ha scritto:
Invece nel Corano c'è scritto che solo i Musulmani andranno in Paradiso. Gli altri andranno all'Inferno non "solo" in quanto "di altre religioni" ma soprattutto in quanto colpevoli di aver rifiutato il messaggio di uno dei suoi inviati. E ovvimanete le due cose vanno di pari passo


Innanzitutto, vi faccio notare che, anche solo pensare che un altro essere umano è destinato all'Inferno, è la cosa più brutta e crudele. Quando qualcuno che ha un' ''altra religione'' viene da voi, e sente il bisogno di donarvi la sua amicizia e la sua gentilezza, vi dona cioè l'Amore che L'Altissimo ha concesso tanto a lui quanto a voi, voi in segreto siete comunque portati a pensare, secondo l'interpretazione che considerate ortodossa, che è combustibile per la Fornace.
Io, dal momento che non mi sono ancora ''convertita'', cosa sono per voi, sono una miscredente oppure no? Non l'ho proprio capito; qualcuno mi ha detto che sono già musulmana agli occhi di Allah, che non pensa che sono una miscredente; eppure, dalle vostre affermazioni, risulta proprio il contrario. Se sono già musulmana agli occhi di Allah, perché dovrebbe importarmi che gli altri esseri umani non mi reputino tale?
Può certamente darsi che le mie convinzioni e idee siano sbagliate ma, per quanto i sapienti ortodossi che hanno fornito l'interpretazione corretta dei testi, siano saggi e sapienti e tutto quello che volete, anche loro possono sbagliare, perché anche essi sono degli esseri umani, e Iblis può tentare chiunque. Intanto, le loro interpretazioni non fanno che causare guerra e violenza nel mondo, quindi qualcosa che non va nella loro esegesi c'è di sicuro. Io non li ho mai studiati(e forse questo alla fine è anche un bene, perché non mi lascio così tanto pericolosamente influenzare dal loro ipse dixit), ma sono sicura che anche loro stessi non concordano su tutto.
Chiunque, tra l'altro, è in grado di strumentalizzare un testo, di trarne fuori quello che gli piace di più, e poi di far valere l'autorità delle proprie interpretazioni.
Se è per questo, il Sublime Corano dice anche:

Tu non sei responsabile di coloro che hanno fatto scismi nella loro religione e hanno formato delle sette. La loro sorte appartiene a Allah. Li informerà di quello che hanno fatto.(6:159)

Purtroppo il settarismo esiste anche all'interno dell'Islam; solo una delle settantatré sette sarà considerata la Vera Religione, e voi siete assolutamente sicuri di conoscere quale essa sia, e chi è il vero musulmano, in questo mondo?
Solo i Musulmani andranno in Paradiso, è vero, ma non perché hanno capito tutto, non hanno mai sbagliato niente nella dottrina e hanno raggiunto l'eccellenza, ma perché hanno seguito il Bene. Quale altro motivo ci dovrebbe essere? Egli non è forse Il Santo e La Pace, Il Mite e L'Amorevole? Questo non significa che le regole esteriori siano prive di valore; servono proprio ad aiutare gli uomini a seguire il Bene, a creare un mondo di pace e giustizia, ma se uno riesce ad essere buono anche in altri modi, tanto meglio per lui!
Altrimenti, perché Dio ha inviato i Profeti ed essi devono essere ascoltati? Qual'è la motivazione autentica e più profonda? Certamente Egli li aveva inviati perché gli uomini erano malvagi. Non li ha inviati per i miti e i pacifici, li ha inviati proprio per coloro che non Lo amavano.
E voi siete così sicuri che tra i cristiani, e tra quelli che hanno ''altre religioni'', nessuno è buono, nessuno è giusto, nessuno è amato da Dio?
Cristo era musulmano, e tutti i suoi discepoli lo erano.
E inoltre, se io mi dovessi convertire, che ne sarà di tutti gli altri? Io mi dovrei sentire ''salvata'', ma questo non sarebbe un atto egoistico, da parte mia?
Che cosa ne sarà di mia madre? Lei infatti è profondamente cristiana. Non si ''convertirebbe'' mai. Come vi avevo scritto, anche lei ha sofferto per le cose di cui soffro io; ed è molto più buona e migliore di me, eppure secondo i vostri ragionamenti, dopo la mia shahāda io avrò il salvacondotto per il Paradiso, e lei invece all'Inferno?
Se è questa la verità del mondo, allora io preferisco finire all'Inferno, insieme a tutti coloro che hanno lottato contro il mondo materialista, per mostrare l'Amore di Dio nelle loro stesse persone; perché sono solo questi che Lo hanno davvero ricordato quaggù e Gli sono stati sottomessi, e solo questi sono i veri musulmani. E solo in quel luogo di Compassione, in realtà, potrebbe esserci il Vero Paradiso di Dio.




Starlight al-Darwisha ha scritto:
Assalamu 'alaikum wa rahamtullahi wa barakatuh,

Sorella Aurora, posso scriverti in privato?
Capisco che ti senti sola e vorrei cercare di esserti amica se posso, inshaa Allah, e confrontarmi con te sull'islam in privato perchè mi sento più al mio agio a parlare in privato con le sorelle :)




Per me sarebbe un grande piacere e conforto, e ti ringrazio molto per aver pensato a questa cosa, ma non posso pubblicare il mio indirizzo, e mi sembra che i messaggi privati siano stati disattivati, quindi non saprei il modo di sentirci in privato. Se tu puoi fare in modo di scrivermi in privato qui, e che io ti possa rispondere e magari scriverti il mio indirizzo email, fallo pure, anzi grazie ancora per questo.

Penso che questo è il mio ultimo messaggio. Ho bisogno di una lunghissima riflessione; quindi, mi affiderò al Silenzio. Prima di rispondere alle vostre obiezioni, vi ringrazio per tutto quello che avete scritto, anche quello che non mi è piaciuto, perché almeno non mi avete fatto sentire una persona ignorata e invisibile. Chiedo scusa se ho offeso in qualche modo, e vi dico Grazie, per l'ultima volta, per tutti i consigli sinceri.



E non dite che sono morti coloro che sono stati uccisi sulla via di Allah, ché invece sono vivi e non ve ne accorgete.(II:154)

O Tu che sei nell'anima e fuori dell'anima, Tu non sei e insieme sei qualunque cosa di Te io dica. Oh, la sapienza si è smarrita presso la tua corte e l'intelletto ha smarrito il bandolo della fune! Attraverso Te ogni mondo si palesa ai miei occhi, ma di Te non vedo traccia nel mondo.
Credenti e non credenti si macerano nel sangue
Ogni atomo trova una porta diversa, una via particolare che a Lui conduce
quando lo cerchi apertamente, Egli si cela. Così se andrai alla riceca di Lui, Egli rimarrà celato; se invece Lo cercarai in segreto, Egli si renderà manifesto.
Io non sono che un atomo perduto in un'ombra, l'esistenza non mi ha portato bene alcuno. Io sono un'ombra di quella Presenza simile al sole

(Farīd al-Dīn Muhammad ibn Ibrāhīm al-ʿAttār,Manṭiq al-ṭayr)

Può un occhio essere separato dal suo Amato e desiderare di unirsi a Lui senza piangere?
(Abu ‘Abd al-Rahman al-Sulami,Dhikr an-Niswa al-Muta 'abbitdat as-Sufiyyat)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Sab Mag 04, 2013 12:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ho dimenticato di ringraziare Lia, in particolare, per la sua dolcezza infinita.


La Pace sia con tutti voi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lia
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 27/11/12 12:12
Messaggi: 175

MessaggioInviato: Sab Mag 04, 2013 3:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bismilah


Sorella Aurora, grazie per farci notare il tuo punto di vista.
Ma e' quella l'ortodossia sorella, esattamente quella che l'utente il n'y a pas ... Cercava di spiegarti. Per favore non dubitare delle sue intenzioni, sorella noi non ti vogliamo male.. E anzi sono sicura che anche la sorella mujahida in realta' cercava di aiutarti anche se ha sbagliato modo .. Siamo esseri umani e capita di sbagliare!

Noi non possiamo e non dobbiamo costringerti di credere nell'ortodossia, possiamo solo spiegarti com'e' e cos e' l'ortodossia, e quando lo facciamo e' solo per cortesia, perche' rispondere alle domande e' cortesia .. E non perche' ti vogliamo male, scoraggiare o attaccare, e' vero prima e' successo.. Ma che ne dici se ricominciamo d'accapo?

Nel senso noi ti rispondiamo con cortesia e tu non dubiti delle nostre intenzioni solo perche' quelle risposte non ti piacciono.

Capisco che non ti poace pensare che tutti verremo puniti se non crediamo solo nell'islam. Ma come aveva detto prima l'utente, noi non dobbiamo prendere per vero solo quello che ci piace.

Se dico ad un bambino non mangiare troppi dolci pensera' che gli voglio male e che non voglio che mangi cio' che gli piace solo perche' sono cattiva. Ma in realta' e' per il suo bene. Questo per dirti che non tutto cio' che ci piace e' buono o corretto.. Siamo esseri umani e abbiamo gusti, percezioni diverse, e non sempre i nostri gusti e le nistre percezioni ci conducono alla verita' ma anzi a volte ci ingannano.

A me mi e' capitato un sacco di volte di pensare di capire una cosa ma poi ho scoperto che mi ero sbagliata. E questo per dirti che se ci basiamo solo sui nostri desideri e capacita', sbagliamo. Ma se ci basiamo sugli insegnamenti del profeta e di Allah, no. Dio non sbaglia mai, l'islam ci insegna questo che anche quando una determinata cosa decisa da Iddio non ci piace, dobbiamo avere fiducia nella sua misericordia , c'e' proprio un ayat nel qursn che dice puo' essere che una cosa non vi piacia ma invece e' un bene per voi e puo' essere che una cosa vi piacia ma e' un male..

Sorella noi possiamo solo sforzarci di risponderti cortesemente ma non possiamo costringerti ad accettare quella risposta, questo non dipende da noi.
Ma non possiamo cambiare risposta solo perche' a te non piace, e non possiamo darti risposte che a noi piacciono.. Ma solo la verita' che ri piaccia o no, ma se to viene spiegata con cortesia per favore non pensare che ti vogliamo male solo perche' quella risposta non voncorda con i tuoi desideri.

Bisogna mettere da parte le peoprie opinioni quando si studia l'islam perche' solo cosi capisci il vero islam altrimenti segui solo i preconcetti, le tue idee, desideri.. Ma non l'islam!

Sorella, se hai bisogno d'aiuto devi permetterci di aiutarti perche' noi non possiamo costringerti ad accettare il nostro tentativo di aiutarti o aiutarti con la forza.

Chiedi ad Allah di aiutarti a capire la verita'.. Tutti noi dobbiamo farlo sempre, perche' solo con l'aiuto di Allah si puo' capire e accettare la verita'. E questo non te lo dico perche' penso male su di te ma perche' ci hai chiesto di aiutarti e quindi per poterti aiutare ti dico prega, chiedi ad Allah di aiutarti a capire la verita' e ad accettarla!

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"And the life of this world is only a deceiving enjoyment."[57:20]
"It is not beneficial to be a master at speech when you are immature at heart." - Shaykh Abd Al Qadir Al Jilani
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Sab Mag 04, 2013 9:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

Codice:
sorella mujahida in realta' cercava di aiutarti anche se ha sbagliato modo .. Siamo esseri umani e capita di sbagliare!


Non mi sembra che reagire male ad una blasfemia equivalga a sbagliare.
Nei miei messaggi precedenti al post satanista ero calma e paziente.Quel post inaspettato mi ha fatta alterare. E mi sembra giusto.

Lia ha scritto:
come mai disprezzi così tanto la gentilezza?

Non disprezzo affatto la gentilezza. Disprezzo il tentativo di far credere che chi segue la retta via debba per forza essere uno sfigato emarginato maltrattato da tutto e tutti.
Non è vero che tutti gli uomini disprezzano e deridono le donne caste, anzi.
Non è vero che se non ci si conforma si resta necessariamente soli.
E non è vero che le persone si mettono a deridere e maltrattare chiunque non la pensi come loro.
Questi sono miti che stanno piu' nella testa di certe eprsone che nel mondo.
Come si fa a insegnare a proprio figlio la Verità se implicitamente lo si convince che se seguirà la retta via, sarà anche uno sfigato escluso dal mondo intero e che la Verità deve necessariamente venire derisa e calpestata?
E perchè bisogna diffondere la falsa idea che una donna semplicemente casta e pudica debba necessariamente divenire oggetto di ingiurie e derisione da parte del mondo intero solo in quanto casta?
Io ho notato che è proprio il contrario- Fondamentalmente sono le donne dai facili costumi a subire offese e derisioni piu' o meno celate-

Se una donna difende ciò in cui crede con fierezza e convinzione, nessuno si mettera' a deriderla o prenderla in giro SOLO perchè ha una idea o fede diversa-

E di donne brave e pie nè è pieno il mondo. Basta aver voglia di cercarle senza fermarsi alla facile convinzione che il mondo intero a parte noi, faccia schifo-

quote]Il profeta PSDL ha detto che la persona più forte è quella che è capace di controllare la rabbia, e per fare questo c'è bisogno di pazienza.[/quote]
Di controllare le proprie emozioni in generale: che siano rabbia, disperazione ecc-


Citazione:
Non importa quanto ti senti forte sorella, io sono sicurissima - che tu lo voglia ammettere o no- che persino tu nel tuo cuore troverai che le persone che ti hanno aiutata maggiormente nella vita non sono quelle che hanno usato del sarcasmo sui tuoi sbagli come spesso hai fatto tu, ma sicuramente sono persone che sono rimasti pazienti con te.

No è proprio il contrario. Pazienti si. Ma dure e inamovibili- lL'idea che la Bontà sia morbida e malleabile come il pongo è un pregiudizio tratto da non so dove.
Quando ad arti marziali si fa un errore, il maestro di ta una bastonata. Se cadi, ti dice senza impietosirsi: "ri-alzati su!"- Sinceramente trovo questo atteggiamento molto piu' educativo rispetto al "Oh poverina, ti sei fatta male?":..
La morbidezza forma spiriti molli. La durezza fa il contrario.
Citazione:
ma non posso pubblicare il mio indirizzo,

Se non lo pubblicizzi con l'intenzione di distribuire foto, ma solo di conoscere sorelle, non vedo cosa ci sia di male-
Citazione:

voi in segreto siete comunque portati a pensare, secondo l'interpretazione che considerate ortodossa, che è combustibile per la Fornace.

Non in segreto. Ma piuttosto preghiamo e facciamo dua' per lui affinchè Allah subhana wa taala gli mostri la verità prima della morte.
Citazione:
Io, dal momento che non mi sono ancora ''convertita'', cosa sono per voi, sono una miscredente oppure no?
Si ma speriamo insh'Allah che tu possa diventare nostra sorella il prima possibile.

Citazione:
E voi siete così sicuri che tra i cristiani, e tra quelli che hanno ''altre religioni'', nessuno è buono, nessuno è giusto, nessuno è amato da Dio?
Quelli di loro che sono buoni, giusti e amati da Dio, approdano all'Islam. E finiscono per comprendere la vedificità del Verbo nella sua totalità e non solo di una parte. Perhcè la parte -se viene scissa dall'intero e considerata essa stessa intero- diviene menzogna.
Chi merita di conoscere la verità, vi approderà senz'altro.
Non ci dobbiamo preoccupare noi di questo. Ci pensa Dio a occuparsi delle creature che ama.
Tu ad esempio dici di vivere una vita molto solitaria e appartata. Eppure Allah subhana wa taala di sta facendo avvicinare all'Islam. E non dire di tua madre che "non si convertirebbe mai". Solo Dio conosce il destino delle sue creature-

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lia
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 27/11/12 12:12
Messaggi: 175

MessaggioInviato: Sab Mag 04, 2013 11:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

Non hai capito quello che avevo detto esattamente e non so essere più chiara quindi mi limito solo a informarti che non puoi usare la bacchetta con tutti, bisogna sapere con chi usarla, con chi funziona, quando e' il caso e quanto forte colpire. Se una persona non ha pronunciato la chahada ed ha idee sbagliate sull'islam, non puoi punirla per questo, devi solo informarla che sbaglia e fare dua affinché Allah la guidi. Non siamo noi a guidare le persone ma Allah, noi dobbiamo solo informarli e si cercare di aiutarli e se ci riusciamo non e' grazie a noi stesso ma grazie ad Allah!

Inoltre ti consiglio di studiare il metodo che ci insegna l'islam per fare dawah.

Wa alaykom Salam!

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"And the life of this world is only a deceiving enjoyment."[57:20]
"It is not beneficial to be a master at speech when you are immature at heart." - Shaykh Abd Al Qadir Al Jilani
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Dom Mag 05, 2013 5:48 am    Oggetto: Bismilahi Rrahmani Rrahim. Rispondi citando

Aurora ha scritto:


Per me sarebbe un grande piacere e conforto, e ti ringrazio molto per aver pensato a questa cosa, ma non posso pubblicare il mio indirizzo, e mi sembra che i messaggi privati siano stati disattivati, quindi non saprei il modo di sentirci in privato. Se tu puoi fare in modo di scrivermi in privato qui, e che io ti possa rispondere e magari scriverti il mio indirizzo email, fallo pure, anzi grazie ancora per questo.



Ho deciso di aprire un indirizzo email apposta per le sorelle di questo forum, quindi sia tu che le altre sorelle, se doveste mai aver bisogno di contattarmi, potete scrivermi qui:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Lia ha scritto:

Say something beautiful or stay quiet! Prophet Muhammad PBUH.


per la precisione, l'hadith corretto dovrebbe essere:
Abu Hurayah reported that the messenger of Allah s.a.s said, 'Whoever believes in Allah and the Last Day should either say good things or be silent and be kind to his neighbors and hospitable to his guests'. - Collected by Bukhari and Muslim.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Dom Mag 05, 2013 12:11 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:


Nei miei messaggi precedenti al post satanista ero calma e paziente.Quel post inaspettato mi ha fatta alterare.



Anche prima di quel post mi sembravi MOLTO spazientita.



Mujahidah Von Sor ha scritto:

Non è vero che tutti gli uomini disprezzano e deridono le donne caste, anzi.


I miscredenti sì.

Mujahidah Von Sor ha scritto:

Come si fa a insegnare a proprio figlio la Verità se implicitamente lo si convince che se seguirà la retta via, sarà anche uno sfigato escluso dal mondo intero e che la Verità deve necessariamente venire derisa e calpestata?


La Verità, in un mondo dove c'è male e ingiustizia, viene continuamente derisa e calpestata, ed io non lo ignorerò come fanno gli altri. Sono stata semplicemente sincera. Stai continuando ad usare quella parola oscena nei miei confronti.





Mujahidah Von Sor ha scritto:

E perchè bisogna diffondere la falsa idea che una donna semplicemente casta e pudica debba necessariamente divenire oggetto di ingiurie e derisione da parte del mondo intero solo in quanto casta?



Io non diffondo nessuna falsa idea, al contrario, ho detto solo la verità dell'Occidente, che nessuno vuole sentire, pensavo che almeno voi avreste avuto il coraggio di non falsificare la realtà.
Una donna che non mostra la propria sessualità in una società materialista come è quella occidentale, è FUORI dal sistema, che vi piaccia o no, che vi sembri troppo triste e deprimente per accettarlo, oppure no, e su questo sono sicurissima al 100%.
E poi, anche escludere una persona e non darle amicizia e non essere sinceri con lei, è un modo per ingiuriarla.
Hai vissuto in mezzo ai miscredenti a lungo, tutta la vita, per dover contestare la veridicità di quello che io affermo? E non lo affermo solo io, parlo anche per poche altre donne che conosco, che vivono lontane da me, e che mi hanno dato la loro identica testimonianza.
Io ti posso dire che qui, le ragazze, o passano la vita nei ''divertimenti'' che la società ha loro imposto, andando in discoteca e nei locali, sfoggiando i bikini d'estate, a farsi adorare il corpo realmente, e non per finta nel forum ''Discussioni sull'Islam'' (ma guarda quanto sono blasfema! merito di essere punita da Allah! su di loro però non dici niente; perchè non vai proprio da loro, a dire tutte le cose che tu hai detto a me? Ce l'hai questo coraggio? Combatti tu, contro queste cose, visto che ti senti tanto forte e coraggiosa, così ci risolviamo il problema tutti quanti, io non scrivo più blasfemie su questo forum, rischiando di venire attaccata da tutti, e il Bene trionferà - Infatti è molto facile attaccare me su questo forum); oppure hanno dei fidanzati, con cui hanno rapporti sessuali. Quelle come me vengono considerate delle soggette secchione, o con qualche malattia mentale, tanto più se hanno un corpo che assomiglia a quello delle ''modelle delle riviste'', e che potrebbero ''far fruttare'' comodamente, per essere felici.



Mujahidah Von Sor ha scritto:

Se una donna difende ciò in cui crede con fierezza e convinzione, nessuno si mettera' a deriderla o prenderla in giro SOLO perchè ha una idea o fede diversa-


Eppure anche il Profeta Muhammad(Pace su lui), difendeva ciò in cui credeva con fierezza e convinzione, eppure lo deridevano comunque.
Scusa tanto se io sono più fragile e avevo 12 anni quando hanno incominciato a deridermi e non riuscivo a difendermi, piangevo e soffrivo di anoressia nervosa.


Addio
Top
Profilo Invia messaggio privato
hupaska
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 02/03/13 10:50
Messaggi: 641
Residenza: Italia (Emilia Romagna)

MessaggioInviato: Dom Mag 05, 2013 8:11 pm    Oggetto: Rispondi citando

Aurora ha scritto:

Mujahidah Von Sor ha scritto:

Non è vero che tutti gli uomini disprezzano e deridono le donne caste, anzi.


I miscredenti sì.



Scusami sorella Aurora, ma se per miscredenti intendi tutti i cristiani, come una di loro permettimi di chiederti di non generalizzare...
Che sia costume diffuso l'essere leggeri purtroppo è vero, ma i valori che citi tu non sono tutti lettera morta per tutti i cristiani e non (per fortuna)... C'è ancora qualcuno che per fortuna ci tiene... E' vero che per tante persone la castità non è più un valore e lo sballo è quello che cercano, ma come ha detto anche Mujahidah per fortuna non tutti gli uomini (e donne) hanno quei chiodi fissi e alcuni grazie al Cielo cercano ancora un compagno/a per la vita che voglia rispettatli/e e desiderano creare una famiglia unita...

Aurora ha scritto:
Hai vissuto in mezzo ai miscredenti a lungo, tutta la vita, per dover contestare la veridicità di quello che io affermo? E non lo affermo solo io, parlo anche per poche altre donne che conosco, che vivono lontane da me, e che mi hanno dato la loro identica testimonianza.
Io ti posso dire che qui, le ragazze, o passano la vita nei ''divertimenti'' che la società ha loro imposto, andando in discoteca e nei locali,


Proprio oggi uno dei ragazzi del mio gruppo (io supervisiono un gruppo di adolescenti e giovani all'interno della mia chiesa) mi ha raccontato di aver resistito all'invito - pressing di ubriacarsi, fumare spinelli e sballarsi in discoteca ricevuto dai suoi compagni di classe durante la gita prima della maturità. Mentre i suoi compagni si "divertivano" in discoteca lui è rimasto in albergo con un suo compagno di classe (musulmano fra l'altro!) e un insegnante che per stanchezza aveva preferito rimanere con loro. Alla fine loro si sono divertiti a chiacchierare e giocare in modo sano, i suoi compagni sono rientrati tutti ubriachi e stando malissimo...
Avrebbe potuto sentirsi l'escluso, invece lui e il suo amico sono stati gli unici del gruppo ad essere veramente liberi e a stare bene...
Quando ascolto queste cose dai miei ragazzi penso che anche una piccola vittoria possa cambiare le cose e le persone in maniera profonda e ne sono felice, a prescindere dalla religione a cui uno appartenga.
In ogni caso qui siamo ospiti, è naturale che i membri del forum parlino del loro credo e a volte possano non essere sempre in accordo con quello che viviamo / pensiamo / crediamo noi, ma personalmente sono sempre stati gentili e corretti nei confronti anche di molti "miscredenti" se si parla con rispetto. Mujahidah è fervente nel difendere quello in cui crede, può forse aver usato delle parole che possono "urtare" chi non è abituato, ma apprezzo la sua coerenza e intelligenza (riscontrata in molti post) e a volte vorrei che qualcuno dei miei ragazzi un po' più tiepidini potesse avere un po' della sua forza e della sua convinzione :-)
Altre sorelle come Lia o Starlight in ogni caso sono state gentili e mi sembra ti abbiano dimostrato una buona apertura e disponibilità al dialogo, non è bene generalizzare...

Per il resto Aurora, mi dispiace per la tua sofferenza e per le difficoltà che hai dovuto affrontare nella tua adolescenza. Purtroppo la vita riserva batoste più o meno dure da digerire un po' a tutti: personalmente la fede mi ha aiutata a uscirne, non mi interessa dibattere QUI chi abbia ragione o torto. Ammiro la forza di questi miei fratelli e sorelle in Abramo che riescono a mantenere la loro integrità a volte anche in contesti o situazioni non facili.
In questo credo sia giusto sostenerci e rispettarci.

Mi spiace se vuoi andartene dal forum perchè ti sei sentita urtata da qualcuno o da qualcosa e spero che dopo la tua pausa riflessiva vorrai tornare a confrontarti qui (se ti vuoi avvicinare all'Islam direi ancora meglio!...)

In ogni caso ti auguro di avere pace e le risposte che cerchi, a prescindere.
Con affetto,

Flavia

_________________
Son troppi i colori nel mondo, non li puoi chiudere in una bandiera...

“Cadi sette volte, rialzati otto”

"Quando soffia la tempesta e hai paura di annegare
Chiama, chiama piano Sai che non sarò lontano ..."
Top
Profilo Invia messaggio privato
yassin97
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 05/05/13 21:05
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Dom Mag 05, 2013 9:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

[quote="Aurora"]
Mujahidah Von Sor ha scritto:


Nei miei messaggi precedenti al post satanista ero calma e paziente.Quel post inaspettato mi ha fatta alterare.



Anche prima di quel post mi sembravi MOLTO spazientita.



Mujahidah Von Sor ha scritto:

Non è vero che tutti gli uomini disprezzano e deridono le donne caste, anzi.


I miscredenti sì.

Mujahidah Von Sor ha scritto:

Come si fa a insegnare a proprio figlio la Verità se implicitamente lo si convince che se seguirà la retta via, sarà anche uno sfigato escluso dal mondo intero e che la Verità deve necessariamente venire derisa e calpestata?


La Verità, in un mondo dove c'è male e ingiustizia, viene continuamente derisa e calpestata, ed io non lo ignorerò come fanno gli altri. Sono stata semplicemente sincera. Stai continuando ad usare quella parola oscena nei miei confronti.





Mujahidah Von Sor ha scritto:

E perchè bisogna diffondere la falsa idea che una donna semplicemente casta e pudica debba necessariamente divenire oggetto di ingiurie e derisione da parte del mondo intero solo in quanto casta?



Io non diffondo nessuna falsa idea, al contrario, ho detto solo la verità dell'Occidente, che nessuno vuole sentire, pensavo che almeno voi avreste avuto il coraggio di non falsificare la realtà.
Una donna che non mostra la propria sessualità in una società materialista come è quella occidentale, è FUORI dal sistema, che vi piaccia o no, che vi sembri troppo triste e deprimente per accettarlo, oppure no, e su questo sono sicurissima al 100%.
E poi, anche escludere una persona e non darle amicizia e non essere sinceri con lei, è un modo per ingiuriarla.
Hai vissuto in mezzo ai miscredenti a lungo, tutta la vita, per dover contestare la veridicità di quello che io affermo? E non lo affermo solo io, parlo anche per poche altre donne che conosco, che vivono lontane da me, e che mi hanno dato la loro identica testimonianza.
Io ti posso dire che qui, le ragazze, o passano la vita nei ''divertimenti'' che la società ha loro imposto, andando in discoteca e nei locali, sfoggiando i bikini d'estate, a farsi adorare il corpo realmente, e non per finta nel forum ''Discussioni sull'Islam'' (ma guarda quanto sono blasfema! merito di essere punita da Allah! su di loro però non dici niente; perchè non vai proprio da loro, a dire tutte le cose che tu hai detto a me? Ce l'hai questo coraggio? Combatti tu, contro queste cose, visto che ti senti tanto forte e coraggiosa, così ci risolviamo il problema tutti quanti, io non scrivo più blasfemie su questo forum, rischiando di venire attaccata da tutti, e il Bene trionferà - Infatti è molto facile attaccare me su questo forum); oppure hanno dei fidanzati, con cui hanno rapporti sessuali. Quelle come me vengono considerate delle soggette secchione, o con qualche malattia mentale, tanto più se hanno un corpo che assomiglia a quello delle ''modelle delle riviste'', e che potrebbero ''far fruttare'' comodamente, per essere felici.



Mujahidah Von Sor ha scritto:

Se una donna difende ciò in cui crede con fierezza e convinzione, nessuno si mettera' a deriderla o prenderla in giro SOLO perchè ha una idea o fede diversa-


Eppure anche il Profeta Muhammad(Pace su lui), difendeva ciò in cui credeva con fierezza e convinzione, eppure lo deridevano comunque.
Scusa tanto se io sono più fragile e avevo 12 anni quando hanno incominciato a deridermi e non riuscivo a difendermi, piangevo e soffrivo di anoressia nervosa.


buona sera a tutti voi
Piacere di conoscerti Aurora,mi sono appena iscritto a questo forum poiché,girando casualmente sul forum, ho letto il tuo problema sociale e ciò che tu pensi a proposito dell islam,io sono un ragazzo di 16 anni anche io sono mussulmano e sono fiero di me visto che con l aiuto di Allah sono riuscito a trovare la retta via, anche se ho ancora tanta strada da fare.
Riguardo il tuo problema esistenziale che è dovuto dall assenza di persone che la pensano come te,ti posso dire che non sei l unica...
Io a differenza tua ,che non ti sei mai fatta trascinare da queste persone, io ci esco continuamente e ci combatto tutti i giorni non tanto con i miei amici che mi deridono, anche perché sul fatto della mia religione mi faccio rispettare,ma sul fatto che sono conscio che non dovrei stare a contatto con certe persone ma ne sono tentato dato che queste persone le conosco da molto tempo prima che io riconoscessi la retta via, quindi da un certo punto di vista ti devi reputare fortunata che non ci sei mai cascata e essendo nata da una famiglia cristiana sei riuscita a capire delle cose che molte persone non capiscono in una intera vita,tutto questo ti è stato donato da Allah e ne devi essere riconoscente.Dato che non so precisamente tutti i tuoi problemi con amici o conoscenti se ne vuoi parlare ti posso aiutare (yassin97@hotmail.it). E ricorda che l Unico che può aiutarti profondamente è Allah confida in Lui ricorda che Lui è il piu saggio e sapiente.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2127

MessaggioInviato: Lun Mag 06, 2013 12:40 am    Oggetto: Rispondi citando

yassin97 ha scritto:



buona sera a tutti voi
Piacere di conoscerti Aurora,mi sono appena iscritto a questo forum poiché,girando casualmente sul forum, ho letto il tuo problema sociale e ciò che tu pensi a proposito dell islam,io sono un ragazzo di 16 anni anche io sono mussulmano e sono fiero di me visto che con l aiuto di Allah sono riuscito a trovare la retta via, anche se ho ancora tanta strada da fare.
Riguardo il tuo problema esistenziale che è dovuto dall assenza di persone che la pensano come te,ti posso dire che non sei l unica...
Io a differenza tua ,che non ti sei mai fatta trascinare da queste persone, io ci esco continuamente e ci combatto tutti i giorni non tanto con i miei amici che mi deridono, anche perché sul fatto della mia religione mi faccio rispettare,ma sul fatto che sono conscio che non dovrei stare a contatto con certe persone ma ne sono tentato dato che queste persone le conosco da molto tempo prima che io riconoscessi la retta via, quindi da un certo punto di vista ti devi reputare fortunata che non ci sei mai cascata e essendo nata da una famiglia cristiana sei riuscita a capire delle cose che molte persone non capiscono in una intera vita,tutto questo ti è stato donato da Allah e ne devi essere riconoscente.Dato che non so precisamente tutti i tuoi problemi con amici o conoscenti se ne vuoi parlare ti posso aiutare (yassin97@hotmail.it). E ricorda che l Unico che può aiutarti profondamente è Allah confida in Lui ricorda che Lui è il piu saggio e sapiente.



Benvenuto tra noi fratello, sono contenta che ti stai avvicinando al Din. Che Allah ti guidi sempre di più. Amin.
Comunque ricorda che tenersi in contatto con una sorella, in privato, è vietato a meno che non sia strettamente necessario e anche in quel caso bisogna limitarsi a dire solo il necessario.

Per quanto riguarda la sorella Aurora, aspetto ancora la tua email, spero di sentirti presto :)

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Lun Mag 06, 2013 12:48 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:

Anche prima di quel post mi sembravi MOLTO spazientita.

Hai interpretato male.
Citazione:

I miscredenti sì.

Non giudicare- Sono sicura che le persone di cui parli nemmeno hanno un volto. Probabilmente non sai nemmeno se sono miscredenti o no.
Citazione:

ho detto solo la verità dell'Occidente, che nessuno vuole sentire, pensavo che almeno voi avreste avuto il coraggio di non falsificare la realtà.


Ma voi chi?
Io parlo per me stessa.
Citazione:
Una donna che non mostra la propria sessualità in una società materialista come è quella occidentale, è FUORI dal sistema, che vi piaccia o no, che vi sembri troppo triste e deprimente per accettarlo, oppure no, e su questo sono sicurissima al 100%.

Io ho due amiche non Musulmane, vergini. Non le prende in giro nessuno.
Mi sembri un pò fissata con questa cosa.
Sposati.

Citazione:

Hai vissuto in mezzo ai miscredenti a lungo, tutta la vita, per dover contestare la veridicità di quello che io affermo?

Ci vivo quotidianamente. Anzi. Non conosco nè donne nè uomini credenti di persona-
Citazione:

d'estate, a farsi adorare il corpo realmente, e non per finta nel forum ''Discussioni sull'Islam'' (ma guarda quanto sono blasfema! merito di essere punita da Allah! su di loro però non dici niente; perchè non vai proprio da loro, a dire tutte le cose che tu hai detto a me?

Perchè non fanno le santarelline.
Se te fai la santarellina e poi scrivi un post in cui chiedi agli uomini di adorare il tuo corpo anzichè Allah (subhana wa taala), se permetti non sei molto credibile.


Citazione:
Ce l'hai questo coraggio? Combatti tu, contro queste cose, visto che ti senti tanto forte e coraggiosa, così ci risolviamo il problema tutti quanti, io non scrivo più blasfemie su questo forum, rischiando di venire attaccata da tutti, e il Bene trionferà

1. Si, ho il coraggio.
2. Se anche non avessi il coraggio farei di tutto per cercare di ottenerlo anzichè mettermi a piangere.


Citazione:

- Infatti è molto facile attaccare me su questo forum);


Non abbiamo bisogno di un capro espiatorio.

Citazione:
oppure hanno dei fidanzati, con cui hanno rapporti sessuali.

Io non ho un fidanzato. Non ho rapporti sessuali. Al momento non ho nemmeno amici. Ma amo la vita. Non mi metto a piangere. Non mi voglio suicidare. Eppure viviamo la stessa situazione-


Citazione:
Quelle come me vengono considerate delle soggette secchione, o con qualche malattia mentale, tanto più se hanno un corpo che assomiglia a quello delle ''modelle delle riviste'', e che potrebbero ''far fruttare'' comodamente, per essere felici.

Quelle come te chi?
E perchè io non sono depressa?

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Lun Mag 06, 2013 12:50 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
tanto più se hanno un corpo che assomiglia a quello delle ''modelle delle riviste'', e che potrebbero ''far fruttare'' comodamente, per essere felici.

A me piacciono le donne ciccione. Quindi non capisco perchè vantarsi di avere il corpo come quello di una modella anoressica-

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Lun Mag 06, 2013 12:51 am    Oggetto: Rispondi citando

Grazie Hupaska

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
hupaska
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 02/03/13 10:50
Messaggi: 641
Residenza: Italia (Emilia Romagna)

MessaggioInviato: Lun Mag 06, 2013 2:48 am    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:

A me piacciono le donne ciccione. Quindi non capisco perchè vantarsi di avere il corpo come quello di una modella anoressica-


Ti stimo proprio!! ^_^

_________________
Son troppi i colori nel mondo, non li puoi chiudere in una bandiera...

“Cadi sette volte, rialzati otto”

"Quando soffia la tempesta e hai paura di annegare
Chiama, chiama piano Sai che non sarò lontano ..."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Lun Mag 06, 2013 12:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Citazione:

Anche prima di quel post mi sembravi MOLTO spazientita.

Hai interpretato male.
Citazione:

I miscredenti sì.

Non giudicare- Sono sicura che le persone di cui parli nemmeno hanno un volto. Probabilmente non sai nemmeno se sono miscredenti o no.
Citazione:

ho detto solo la verità dell'Occidente, che nessuno vuole sentire, pensavo che almeno voi avreste avuto il coraggio di non falsificare la realtà.


Ma voi chi?
Io parlo per me stessa.
Citazione:
Una donna che non mostra la propria sessualità in una società materialista come è quella occidentale, è FUORI dal sistema, che vi piaccia o no, che vi sembri troppo triste e deprimente per accettarlo, oppure no, e su questo sono sicurissima al 100%.

Io ho due amiche non Musulmane, vergini. Non le prende in giro nessuno.
Mi sembri un pò fissata con questa cosa.
Sposati.

Citazione:

Hai vissuto in mezzo ai miscredenti a lungo, tutta la vita, per dover contestare la veridicità di quello che io affermo?

Ci vivo quotidianamente. Anzi. Non conosco nè donne nè uomini credenti di persona-
Citazione:

d'estate, a farsi adorare il corpo realmente, e non per finta nel forum ''Discussioni sull'Islam'' (ma guarda quanto sono blasfema! merito di essere punita da Allah! su di loro però non dici niente; perchè non vai proprio da loro, a dire tutte le cose che tu hai detto a me?

Perchè non fanno le santarelline.
Se te fai la santarellina e poi scrivi un post in cui chiedi agli uomini di adorare il tuo corpo anzichè Allah (subhana wa taala), se permetti non sei molto credibile.


Citazione:
Ce l'hai questo coraggio? Combatti tu, contro queste cose, visto che ti senti tanto forte e coraggiosa, così ci risolviamo il problema tutti quanti, io non scrivo più blasfemie su questo forum, rischiando di venire attaccata da tutti, e il Bene trionferà

1. Si, ho il coraggio.
2. Se anche non avessi il coraggio farei di tutto per cercare di ottenerlo anzichè mettermi a piangere.


Citazione:

- Infatti è molto facile attaccare me su questo forum);


Non abbiamo bisogno di un capro espiatorio.

Citazione:
oppure hanno dei fidanzati, con cui hanno rapporti sessuali.

Io non ho un fidanzato. Non ho rapporti sessuali. Al momento non ho nemmeno amici. Ma amo la vita. Non mi metto a piangere. Non mi voglio suicidare. Eppure viviamo la stessa situazione-


Citazione:
Quelle come me vengono considerate delle soggette secchione, o con qualche malattia mentale, tanto più se hanno un corpo che assomiglia a quello delle ''modelle delle riviste'', e che potrebbero ''far fruttare'' comodamente, per essere felici.

Quelle come te chi?
E perchè io non sono depressa?





Io non ho interpretato male proprio niente, e guarda ho sentito fin dall'inizio che che tu stai male con te stessa molto più di me; sono proprio le persone come te, che non sanno accettare le persone che hanno un carattere diverso e un diverso modo di essere, a togliere loro la gioia di vivere. Già da prima non ti meritavi più risposta, e questa è l'ultima volta che rispondo alle tue accuse piene di livore e invidia; anzi ti dovresti solo vergognare del fatto che, per vendicarti dei tuoi problemi, ti sei sfogata su una persona sconosciuta che chiedeva conforto spirituale e l'hai fatta piangere.
Ti credi tanto intelligente solo perché sai che qui le tue affermazioni otterranno molto facilmente l'approvazione che le mie non possono certo avere, ma io non vedo nessuna intelligenza in te
Non hai fatto altro che giudicarmi e ingiuriarmi fin dall'inizio, sei tu ad essere poco credibile; all'inizio mi hai scritto che non pensi che sono miscredente, poi ti sei smentita, su una cosa gravissima; poi dici che hai due amiche non musulmane (di cui in segreto pensi che bruceranno all'inferno), subito dopo che non hai amici; sei tu ad essere FALSA, io non ho scritto nient'altro che la verità che ho vissuto, e tu non hai nessun diritto di dire che io m'invento le cose; mi hai fatto credere che volevi consigliarmi invece mi hai riempito di insulti, mi hai dato della bugiarda, dicendo che faccio la santarellina ma in realtà vorrei prostituirmi anch'io, hai offeso la mia onestà nel modo più vigliacco possibile, cioè sfruttando il lato debole che io, a differenza di tutti voi ipocriti, che scrivete la solita presentazione rose e fiori per sembrare perfetti come sapete di non essere nella realtà, ho avuto il coraggio di mostrare.
Infatti tutte le donne desiderano di essere amate da un uomo, e io non mi vergogno di dirlo, di dire ''Ho bisogno di sposarmi, ma non trovo un buon marito'', ''Vorrei un uomo che mi facesse sentire bella ogni giorno e mi amasse per sempre''; e l'ho scritto fin dall'inizio nella mia presentazione malinconica MA SINCERA, quindi non ho neppure capito perché mi hai accusato di fare la santarellina; invece sei tu e quelle come te a fare le santarelline e a fingere di non aver bisogno di un uomo al tuo fianco, e di amare la vita così come ce l'hai, quando invece sono sicura che ne hai bisogno molto più di me.
Addirittura hai avuto la meschinità di dire che io mi vanto per aver avuto l'anoressia nervosa. Dopo questa cosa che hai detto, hai dimostrato di essere quella che sei davvero, un'ignorante egoista che non sa capire la sofferenze delle persone e il loro bisogno d'amore.
Che Dio ti perdoni.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Lun Mag 06, 2013 1:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Ti credi tanto intelligente solo perché sai che qui le tue affermazioni otterranno molto facilmente l'approvazione


Non mi sembra di aver ricevuto molta approvazione da parte degli altri utenti che hanno risposto.
Loro sono stati gentili no? E allora cerca di instaurare un dialogo positivo con loro anzichè rispondere solo a me se percepisci tutto quello che ti scrivo come un'offesa.


Citazione:
per vendicarti dei tuoi problemi,

Lol. Si vede che i miei modi con te non funzionano. Ma di certo non ti sto sfruttando per sfogare i "miei problemi".

Citazione:
all'inizio mi hai scritto che non pensi che sono miscredente, poi ti sei smentita, su una cosa gravissima;


Le relazioni sono dinamiche- All'inzio hai detto di voler entrare nell'Islam. Poi che sei una Cristiana convinta. Poi te ne sei uscita con la frase satanista. Non puoi pensare che il mio modo di risponderti rimanga sempre lo stesso.

Citazione:
poi dici che hai due amiche non musulmane (di cui in segreto pensi che bruceranno all'inferno), subito dopo che non hai amici;


Di amici miscredenti ne ho avuti abbastanza. Ora proprio perchè ho capito che la loro miscredenza poteva essere pericolosa anche per la mia fede, me ne sono allontanata. Ma quello che volevo farti capire è che quando uscivo con loro, queste due mie amiche non hanno mai ricevuto nessuna offesa per la loro verginità. Tutt'al piu', rispetto da parte degli uomini-

Citazione:

hai offeso la mia onestà nel modo più vigliacco possibile, cioè sfruttando il lato debole che io, a differenza di tutti voi ipocriti, che scrivete la solita presentazione rose e fiori per sembrare perfetti come sapete di non essere nella realtà, ho avuto il coraggio di mostrare.


Non mi sono mai spacciata per perfetta. Anzi- Penso che su questo forum nessuno pensi che io sia un esempio da seguire. E di critiche ne ho ricevute parecchie.
Non ho offeso la tua onestà-
Non riesco a conciliare la tua pudicizia con un invito (che ora spacci per scherzo) a mostrare al primo sconosciuto il tuo corpo-

Citazione:
a differenza di tutti voi ipocriti, che scrivete la solita presentazione rose e fiori per sembrare perfetti come sapete di non essere nella realtà, ho avuto il coraggio di mostrare.

Stai offendendo tutte le persone del Forum solo perchè non ti piace come IO mi sono relazionata a te?
QUesto ti sembra giusto?
Dici che non bisogna puntare il dito e poi stai dando a tutti noi degli ipocriti. Cosi' come dici che tutto il mondo fa schifo e tutte le donne che conosci sono troie a parte te.Complimenti per la coerenza.


Citazione:
Addirittura hai avuto la meschinità di dire che io mi vanto per aver avuto l'anoressia nervosa.


Non ho mai detto una cosa del genere.
Citazione:

di cui in segreto pensi che bruceranno all'inferno


Se è per questo penso anche che mia Nonna brucerà all'Inferno. QUesto non mi impedisce di volerle bene.
Citazione:

hai dimostrato di essere quella che sei davvero, un'ignorante egoista che non sa capire la sofferenze delle persone e il loro bisogno d'amore.


Grazie

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
yassin97
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 05/05/13 21:05
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Lun Mag 06, 2013 6:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

Starlight al-Darwisha ha scritto:
yassin97 ha scritto:



buona sera a tutti voi
Piacere di conoscerti Aurora,mi sono appena iscritto a questo forum poiché,girando casualmente sul forum, ho letto il tuo problema sociale e ciò che tu pensi a proposito dell islam,io sono un ragazzo di 16 anni anche io sono mussulmano e sono fiero di me visto che con l aiuto di Allah sono riuscito a trovare la retta via, anche se ho ancora tanta strada da fare.
Riguardo il tuo problema esistenziale che è dovuto dall assenza di persone che la pensano come te,ti posso dire che non sei l unica...
Io a differenza tua ,che non ti sei mai fatta trascinare da queste persone, io ci esco continuamente e ci combatto tutti i giorni non tanto con i miei amici che mi deridono, anche perché sul fatto della mia religione mi faccio rispettare,ma sul fatto che sono conscio che non dovrei stare a contatto con certe persone ma ne sono tentato dato che queste persone le conosco da molto tempo prima che io riconoscessi la retta via, quindi da un certo punto di vista ti devi reputare fortunata che non ci sei mai cascata e essendo nata da una famiglia cristiana sei riuscita a capire delle cose che molte persone non capiscono in una intera vita,tutto questo ti è stato donato da Allah e ne devi essere riconoscente.Dato che non so precisamente tutti i tuoi problemi con amici o conoscenti se ne vuoi parlare ti posso aiutare (yassin97@hotmail.it). E ricorda che l Unico che può aiutarti profondamente è Allah confida in Lui ricorda che Lui è il piu saggio e sapiente.



Benvenuto tra noi fratello, sono contenta che ti stai avvicinando al Din. Che Allah ti guidi sempre di più. Amin.
Comunque ricorda che tenersi in contatto con una sorella, in privato, è vietato a meno che non sia strettamente necessario e anche in quel caso bisogna limitarsi a dire solo il necessario.

Per quanto riguarda la sorella Aurora, aspetto ancora la tua email, spero di sentirti presto :)



grazie mille fratello,comunque ero a conoscenza di questo divieto infatti il mio invito era solo esclusivamente per dare consigli e in altri casi so perfettamente che andrei contro i voleri di Allah.Buona serata fratelli!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Mer Mag 08, 2013 10:23 am    Oggetto: Rispondi citando

La Santa Trinità dell'Occidente:


SESSO = POTERE = DENARO = ????????



Ai materialisti occidentali privi di Dio, io mi rivolgo e dico:


Le persone che vivono spesso non meritano la felicità. La loro felicità è fasulla. La loro vita non scende in profondità. Molte persone sono felici solo per le cose che non contano nulla, e fanno soffrire gli altri.
Le persone del mondo spesso guadagnano la loro felicità impoverendo i più poveri. La felicità non può basarsi sul peso di un altro uomo; quell’uomo alla fine cadrà e trascinerà con sé tutti coloro che hanno abusato della sua umiltà.
L’umiltà è disprezzata dalle persone, ma più di tutto viene invidiata dai ricchi, dai superbi, dai palloni gonfiati. Essi non potranno mai possederla, non ne comprendono il valore – e infatti, odiano ardentemente e segretamente tutti coloro che la possiedono – ma, proprio per il fatto di non averla e di non avere alcun mezzo per poterla rubare, così come fanno con molte altre cose, allora la desiderano. Gli invidiosi spesso mascherano la propria invidia con il disprezzo.
Molte persone in questo mondo preferiscono essere felici uccidendo, invece che salvare la Vita. In questo mondo, nessuno è realmente felice: lo dimostrano ogni giorno le morti di innocenti per cui gli altri non alzano un dito per fare qualcosa. Almeno rivolgessero loro un pensiero! Li evitano come le malattie, preferiscono dimenticare le proprie colpe e rivolgersi ai propri interessi, e morire senza aver prima tralasciato nulla per salvaguardare la propria esistenza. I felici nel mondo non esistono: lo dimostrano i morti innocenti, che non hanno avuto neppure il conforto del pianto. Essi vengono presto dimenticati; nella corsa al successo individuale, non ci sarà mai spazio per quelli che cadono; tantomeno i loro nomi vengono ricordati. I poveri e gli afflitti sono i più dimenticati, ma soprattutto i più oltraggiati.
Tutti sono vittime dell’inganno, ma chi subisce di più l’inganno sono i morti innocenti, che sono dovuti morire per le colpe altrui.
Il materialista occidentale dice: << Voi amareggiate le persone, con queste parole, dipingete il mondo come un incubo maledetto, mentre le persone hanno bisogno di ottimismo, così si risollevano! Voi non sapete cosa sia la gioia di vivere, siete come una malattia contagiosa con le vostre parole, mentre noi, guardate noi! Noi siamo i gaudenti, ridiamo spesso e manifestiamo la nostra allegria, la nostra personalità è multiforme, realizzata, sprizzante!
Viviamo davvero, sappiamo come si vive e trasmettiamo la gioia con la nostra positività!>>
Allora è così? Ma certo! Voi sapete trascinarle anche, le persone, ma verso il baratro, le fate buttare all’ingiù!
Ho visto una farfalla che cercava d’imitare il volo di un avvoltoio!
Ho visto anche un cavallo che cercava d’imitarlo, e poi una foca, e un piccolo topo. Tutti tentavano d’imitare l’avvoltoio! L’avvoltoio vola in alto e fiuta la preda dalle distanze
ma essi non lo possono fare!
Tutti morirono, caddero giù, si ammalarono, a furia di cibarsi di carne morta. Eppure erano così felici di imitare l’avvoltoio! Lo vedevano così felice e soddisfatto, quando si librava in volo dopo aver banchettato fra le carcasse, e pensarono certo che anche loro sarebbero stati felici in quel modo.
Oh tu, proprio tu esprimi la gioia di vivere! Come sei contagioso! In realtà tutti si faranno contagiare, e cadranno nell’abisso del tuo riso immondo! Quando si accorgeranno che il tuo riso era solo presunzione e amor proprio, e il rallegrarsi di chi si rallegra solo di se stesso, quando si accorgeranno che la tua gioia non è gioia, allora gli umili moriranno ancora di più, gli oppressi saranno ancora più in fondo, e tu ancora, sporco maiale, ti vanterai del tuo riso!
Anche le iene ridono tra loro quando si avvicina l’ora del pasto. Sono proprio i più creduloni, i più ingenui e deboli leoncini che cadono nella trappola delle vostre risate.
È vero! Le mie parole sono amare E QUANTO VORREI CHE FOSSERO DIVERSE! Quanto vorrei cantare e fare i salti di gioia, ma stai pur certo, maiale, che non lo farò; non scimmiotterò il tuo riso fasullo, la tua gioia comprata con il sangue degli innocenti, né farò finta che nulla accada, perché solo gli ipocriti possono fare una cosa del genere! Non ci chiuderemo gli occhi e non trasmetteremo falsi sogni di felicità.
Noi sappiamo cos’è la felicità, noi sappiamo cos’è il vero bene, cos’è la pace, cos’è la giustizia, noi lo sappiamo! Perché siamo andati al di là di noi stessi, di tutti i nostri insulsi bisogni; là abbiamo visto la Felicità, abbiamo visto il Bene, abbiamo visto la Pace, abbiamo visto la Giustizia!!! Li abbiamo visti risplendere in un mondo che voi non potete neppure sfiorare con il pensiero, da cui vi siete esclusi! Allora non faremo finta che questo non sia, non chiuderemo le porte alla Verità, non ci tireremo indietro! Le nostre parole sono amare, perché esse vi descrivono, le nostre voci sono piene di collera, perché sofferenti cercano di combattervi, e smascherare le ingiustizie che voi perpetrate, e non c’è nessuno che vi condanna perché siete troppo in alto per essere giudicati.
Ho visto un essere umano umile e ingenuo, povero e desideroso di amore, bersagliato dai vostri giudizi! Ho visto la falsità sopraffare la generosità, ho visto la timidezza tramutata in una prostituta in lacrime e piena di solitudine, oltraggiata dai vostri giudizi malvagi! La vostra cattiveria che uccide ogni giorno la Verità, che uccide ogni giorno, che nasconde le sue vergogne, nasconde gli innocenti ingannati, sfruttati, manipolati, odiati e infine uccisi senza a che a loro fosse concesso nemmeno il privilegio di piangere!
Ho visto tutto questo, e dovrei ridere e mostrare allegria? Dovrei mostrarmi ottimista di fronte a tutto questo? Vi combatterò, dovesse essere solo con la rabbia della mia voce che vi accusa, con il sorriso spento della mia giovinezza negata; vi combatterò risputandovi in faccia tutta l’amarezza che avete causato in questo mondo, rinfacciandovela fino alla morte. E non mi rammarico per il fatto che, mentre essi piangono e io grido, voi continuerete a ridere, perché voi non sapete cos’è al Vera Salvezza, non conoscete il Vero Bene e la Felicità; vi fingete di vivere ciò in cui non avete alcun diritto di sperare; e mentre essi piangendo e desiderandola, arrivano a conoscerla con le proprie menti, voi rimarrete sempre distanti da Essa e non ne avrete neppure il Ricordo, nessuna vaga Immagine, e mai saprete cos’è, relegati nell’Oscuro Inferno, quel mondo di cui vi siete voluti impossessare

Ma c’è anche chi, nonostante tutto, invece di piangere sa anche prenderla con filosofia….




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Compliant captives are allowed to play soccer in Guantanamo Bay

Sappiate che questa vita non è altro che gioco e svago (57:20)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mer Mag 08, 2013 12:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Tu non capisci nemmeno lontanamente di che sorriso io parli tanto ti piace bearti nel tuoi canti disperati.
Credi di essere l'unica vittima dell'esistenza?
Io ho conosciuto alcune persone che avrebbero tutte le ragioni del mondo per disperarsi. Eppure hanno visto l'armonia che è oltre il dolore- Forse loro anzichè piangere e imprecare contro l'universo malvagio, pregavano ed esercitvano la reale compassione, non quella spiccia fatta nei confronti di Cassandre piangenti piangendo a loro volta facili lacrime, ma quella fatta nei confronti di chi non ha nemmeno il tempo per farsi tutte queste pippe mentali sul dolore dell'esistenza e i mali dell'Occidente e "uffa a scuola mi prendevano in giro" " e "nessuno mi capisce" .
Ma ho capito che a te serve solo qualcuno che pianga con te, quindi la smetto di risponderti perchè proprio non ci capiamo. Non ci riesci ad andare oltre la superficiale profondità del dolore.
Sei ferma al regno di Satana e oltre non vedi. Dio è il creatore dei Mondi. Secondo me solo chi non ha fede non trova nemmeno una ragione per non disperarsi. Perchè le ragioni per disperarsi le troviamo tutti-
E continui a dire voi, voi voi. E' nauseante-

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Mer Mag 08, 2013 2:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:

Credi di essere l'unica vittima dell'esistenza?


Proprio no, comunque non credo nell'esistenza. Peccato, Mujahidah Von Sor, che dici che non ci capiamo; a me sembra che invece stiamo dicendo le stesse identiche cose, ma in modo diverso. Penso che con questa domanda, sei arrivata proprio a quello a cui volevo arrivare io. Il male colpisce una persona in un modo, un'altra in un altro modo, ma non chiamarlo mai illusione, perché se la persona soffre, il suo dolore è vero.
A me per esempio, è dispiaciuto davvero molto sentirti dire che sei depressa e che non hai amici; quindi mi sono pentita di averti detto parole offensive, e spero anche tu nei miei confronti.
La Pace sia con te.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Mer Mag 08, 2013 4:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

Source: Al Jazeera article

Can non-European think?

In a lovely little panegyric for the distinguished European philosopher Slavoj Zizek, published recently on Al Jazeera, we read:

There are many important and active philosophers today: Judith Butler in the United States, Simon Critchley in England, Victoria Camps in Spain, Jean-Luc Nancy in France, Chantal Mouffe in Belgium, Gianni Vattimo in Italy, Peter Sloterdijk in Germany and in Slovenia, Slavoj Zizek, not to mention others working in Brazil, Australia and China.

What immediately strikes the reader when seeing this opening paragraph is the unabashedly European character and disposition of the thing the author calls "philosophy today" - thus laying a claim on both the subject and time that is peculiar and in fact an exclusive property of Europe.

Even Judith Butler who is cited as an example from the United States is decidedly a product of European philosophical genealogy, thinking somewhere between Derrida and Foucault, brought to bear on our understanding of gender and sexuality.

To be sure, China and Brazil (and Australia, which is also a European extension) are cited as the location of other philosophers worthy of the designation, but none of them evidently merits a specific name to be sitting next to these eminent European philosophers.

The question of course is not the globality of philosophical visions that all these prominent European (and by extension certain American) philosophers indeed share and from which people from the deepest corners of Africa to the remotest villages of India, China, Latin America, and the Arab and Muslim world ("deep and far", that is, from a fictive European centre) can indeed learn and better understand their lives.

That goes without saying, for without that confidence and self-consciousness these philosophers and the philosophical traditions they represent can scarce lay any universal claim on our epistemic credulities, nor would they be able to put pen to paper or finger to keyboard and write a sentence.

Thinkers outside Europe

These are indeed not only eminent philosophers, but the philosophy they practice has the globality of certain degrees of self-conscious confidence without which no thinking can presume universality.

The question is rather something else: What about other thinkers who operate outside this European philosophical pedigree, whether they practice their thinking in the European languages they have colonially inherited or else in their own mother tongues - in Asia, in Africa, in Latin America, thinkers that have actually earned the dignity of a name, and perhaps even the pedigree of a "public intellectual" not too dissimilar to Hannah Arendt, Jean-Paul Sartre, and Michel Foucault that in this piece on Al Jazeera are offered as predecessors of Zizek?

"Why is European philosophy 'philosophy', but African philosophy 'ethnophilosophy'?"

What about thinkers outside the purview of these European philosophers; how are we to name and designate and honour and learn from them with the epithet of "public intellectual" in the age of globalised media?

Do the constellation of thinkers from South Asia, exemplified by leading figures like Ashis Nandy, Partha Chatterjee, Gayatri Spivak, Ranajit Guha, Sudipta Kaviraj, Dipesh Chakrabarty, Homi Bhabha, or Akeel Bilgrami, come together to form a nucleus of thinking that is conscious of itself? Would that constellation perhaps merit the word "thinking" in a manner that would qualify one of them - as a South Asian - to the term "philosopher" or "public intellectuals"?

Are they "South Asian thinkers" or "thinkers", the way these European thinkers are? Why is it that if Mozart sneezes it is "music" (and I am quite sure the great genius even sneezed melodiously) but the most sophisticated Indian music ragas are the subject of "ethnomusicology"?

Is that "ethnos" not also applicable to the philosophical thinking that Indian philosophers practice - so much so that their thinking is more the subject of Western European and North American anthropological fieldwork and investigation?

We can turn around and look at Africa. What about thinkers like Henry Odera Oruka, Ngugi wa Thiong'o, Wole Soyinka, Chinua Achebe, Okot p'Bitek, Taban Lo Liyong, Achille Mbembe, Emmanuel Chukwudi Eze, Souleymane Bachir Diagne, V.Y. Mudimbe: Would they qualify for the term "philosopher" or "public intellectuals" perhaps, or is that also "ethnophilosophy"?

Why is European philosophy "philosophy", but African philosophy ethnophilosophy, the way Indian music is ethnomusic - an ethnographic logic that is based on the very same reasoning that if you were to go to the New York Museum of Natural History (popularised in Shawn Levy's Night at the Museum [2006]), you only see animals and non-white peoples and their cultures featured inside glass cages, but no cage is in sight for white people and their cultures - they just get to stroll through the isles and enjoy the power and ability of looking at taxidermic Yaks, cave dwellers, elephants, Eskimos, buffalo, Native Americans, etc, all in a single winding row.

The same ethnographic gaze is evident in the encounter with the intellectual disposition of the Arab or Muslim world: Azmi Bishara, Sadeq Jalal Al-Azm, Fawwaz Traboulsi, Abdallah Laroui, Michel Kilo, Abdolkarim Soroush. The list of prominent thinkers and is endless.

In Japan, Kojin Karatani, in Cuba, Roberto Fernandez Retamar, or even in the United States people like Cornel West, whose thinking is not entirely in the European continental tradition - what about them? Where do they fit in? Can they think - is what they do also thinking, philosophical, pertinent, perhaps, or is that also suitable for ethnographic examinations?

The question of Eurocentricism is now entirely blase. Of course Europeans are Eurocentric and see the world from their vantage point, and why should they not? They are the inheritors of multiple (now defunct) empires and they still carry within them the phantom hubris of those empires and they think their particular philosophy is "philosophy" and their particular thinking is "thinking", and everything else is - as the great European philosopher Immanuel Levinas was wont of saying - "dancing".

The question is rather the manner in which non-European thinking can reach self-consciousness and evident universality, not at the cost of whatever European philosophers may think of themselves for the world at large, but for the purpose of offering alternative (complementary or contradictory) visions of reality more rooted in the lived experiences of people in Africa, in Asia, in Latin America - counties and climes once under the spell of the thing that calls itself "the West" but happily no more.

The trajectory of contemporary thinking around the globe is not spontaneously conditioned in our own immediate time and disparate locations, but has a much deeper and wider spectrum that goes back to earlier generations of thinkers ranging from José Marti to Jamal al-Din al-Afghani, to Aime Cesaire, W.E.B. DuBois, Liang Qichao, Frantz Fanon, Rabindranath Tagore, Mahatma Gandhi, etc.

So the question remains why not the dignity of "philosophy" and whence the anthropological curiosity of "ethnophilosophy"?

Let's seek the answer from Europe itself - but from the subaltern of Europe.

'The Intellectuals as a Cosmopolitan Stratum'

In his Prison Notebooks, Antonio Gramsci has a short discussion about Kant's famous phrase in Groundwork of the Metaphysics of Morals (1785) that is quite critical in our understanding of what it takes for a philosopher to become universally self-conscious, to think of himself as the measure and yardstick of globality. Gramsci's stipulation is critical here - and here is how he begins:

Kant's maxim "act in such a way that your conduct can become a norm for all men in similar conditions" is less simple and obvious than it appears at first sight. What is meant by 'similar conditions'?

To be sure, and as Quintin Hoare and Geoffrey Nowell Smith (the editors and translators of the English translation of Gramsci's Prison Notebooks) note, Gramsci here in fact misquotes Kant, and that "similar conditions" does not appear in the original text, where the German philosopher says: "I am never to act otherwise than so that I could also will that my maxim should become a universal law." This principle, called "the categorical imperative", is in fact the very foundation of Kantian ethics.

So where Kant says "universal law", Gramsci says, "a norm for all men", and then he adds an additional "similar conditions", which is not in the German original.

"The world at large, and the Arab and Muslim world in particular, is going through world historic changes - these changes have produced thinkers, poets, artists, and public intellectuals at the centre of their moral and politcial imagination."

That misquoting is quite critical here. Gramsci's conclusion is that the reason Kant can say what he says and offer his own behaviour as measure of universal ethics is that "Kant's maxim presupposes a single culture, a single religion, a 'world-wide' conformism... Kant's maxim is connected with his time, with the cosmopolitan enlightenment and the critical conception of the author. In brief, it is linked to the philosophy of the intellectuals as a cosmopolitan stratum".

What in effect Gramsci discovers, as a southern Italian suffering in the dungeons of European fascism, is what in Brooklyn we call chutzpah, to think yourself the centre of universe, a self-assuredness that gives the philosopher that certain panache and authority to think in absolutists and grand narrative terms.

Therefore the agent is the bearer of the "similar conditions" and indeed their creator. That is, he "must" act according to a "model" which he would like to see diffused among all mankind, according to a type of civilisation for whose coming he is working-or for whose preservation he is "resisting" the forces that threaten its disintegration.

It is precisely that self-confidence, that self-consciousness, that audacity to think yourself the agent of history that enables a thinker to think his particular thinking is "Thinking" in universal terms, and his philosophy "Philosophy" and his city square "The Public Space", and thus he a globally recognised Public Intellectual.

There is thus a direct and unmitigated structural link between an empire, or an imperial frame of reference, and the presumed universality of a thinker thinking in the bosoms of that empire.

As all other people, Europeans are perfectly entitled to their own self-centrism.

The imperial hubris that once enabled that Eurocentricism and still produces the infomercials of the sort we read in Al Jazeera for Zizek are the phantom memories of the time that "the West" had assured confidence and a sense of its own universalism and globality, or as Gramsci put it, "to a type of civilisation for whose coming he is working".

But that globality is no more - people from every clime and continent are up and about claiming their own cosmopolitan worldliness and with it their innate ability to think beyond the confinements of that Eurocentricism, which to be sure is still entitled to its phantom pleasures of thinking itself the centre of the universe. The Gramscian superimposed "similar conditions" are now emerging in multiple cites of the liberated humanity.

The world at large, and the Arab and Muslim world in particular, is going through world historic changes - these changes have produced thinkers, poets, artists, and public intellectuals at the centre of their moral and politcial imagination - all thinking and acting in terms at once domestic to their immediate geography and yet global in its consequences.

Compared to those liberating tsunamis now turning the world upside down, cliche-ridden assumption about Europe and its increasingly provincialised philosophical pedigree is a tempest in the cup. Reduced to its own fair share of the humanity at large, and like all other continents and climes, Europe has much to teach the world, but now on a far more leveled and democratic playing field, where its philosophy is European philosophy not "Philosophy", its music European music not "Music", and no infomercial would be necessary to sell its public intellectuals as "Public Intellectuals".

Hamid Dabashi is the Hagop Kevorkian Professor of Iranian Studies and Comparative Literature at Columbia University in New York. Among his most recent books is The World of Persian Literary Humanism (2012).

The views expressed in this article are the author's own and do not necessarily reflect Al Jazeera's editorial policy.
Source:
Al Jazeera

Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Mer Mag 08, 2013 8:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sorella Mujahidah Von Sor;
ho riflettuto, e mi sono accorta che questo diverbio insensato è nato perché non sono riuscita a spiegare in modo razionale qual'è la situazione. Tu mi hai consigliato di sposarmi; in questo modo sarei felice e mi dimenticherei del passato. Il punto è questo: nessun uomo ''cristiano'' mi prenderebbe in sposa, senza prima aver avuto una relazione con me più o meno lunga, ma comunque non lecita, senza avermi parlato a lungo da sola, avermi conosciuta a lungo, e anche senza avermi toccata, in qualche modo. Nessuno mi parlerebbe di matrimonio fin dall'inizio, anche perché ci sono molte altre che possono avere con molta più facilità e senza impegno. Io non parlo neppure con gli uomini. Nessuno avrebbe la pazienza e l'onestà di comportarsi in modo responsabile fin dal principio. E io non trovo giusto che una donna debba esporsi così, senza sapere che le intenzioni dell'uomo siano giuste o meno. Se io pretendessi questo, penserebbero che sono anormale o antiquata. Ma io lo trovo un atto di codardia, da parte dell'uomo.
Provo un grandissimo disagio e una profonda angoscia anche solo a scambiare due parole in pubblico con un ragazzo, primo perché non mi guardano in modo pudico, e poi ho paura di essere fraintesa.
Per questo ho chiesto il vostro conforto, perché so che i musulmani sono onesti in questo cose, e hanno un cuore più puro.
Se potessi scegliere, di sicuro non sentirei una grande fretta di sposarmi, ma mi sento come condannata alla solitudine, e poi mi sembra che ci sia come una macchia sul mio onore, per le cose che mi dicevano certe persone (parlo di donne, non di uomini); infatti, sapendo che io non avevo il ragazzo e non mi vedevano mai parlare con coetanei, hanno incominciato a dire cose molto brutte, che andavo con gli uomini maturi, che vivevo come una libertina, e per questo non volevo avere un fidanzato fisso. Quindi per me questo è disonorevole. Io vivo in una piccola città che sembra un paese, dove non c'è gente di tutti i tipi, tutti hanno più o meno la stessa mentalità provinciale, sparlano,e la diversità non viene vista di buon occhio. Certi pensieri sembra che li portano scritti in faccia. Anche perché, l'intolleranza nei miei confronti mi è sempre sembrata di tipo razziale, in quanto io non sono di origine sarda.
Sicuramente hai ragione nel dire che non è il caso di disperarsi e piangere così, e le mie reazioni sono state eccessive; ma non riesco a dimenticare gli oltraggi subiti. E poi, alcune di quelle persone che mi prendevano in giro, deridevano anche un'altra ragazza che aveva una gravissima malattia, e la trattavano molto peggio di me; quindi, renditi conto di che tipo di gente era, e qual'era la loro natura. Penso che è anche per questo che ho incominciato a non voler essere come loro. In un certo senso, Allah mi ha mostrato la Via anche grazie a lei.
Spero che adesso si sia capito qual'è il problema di fondo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Gio Mag 09, 2013 1:08 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
A me per esempio, è dispiaciuto davvero molto sentirti dire che sei depressa e che non hai amici;


Grazie della preoccupazione ma non sono depressa. Non fa parte del mio carattere deprimermi al Hamdulillah.

Citazione:
Il punto è questo: nessun uomo ''cristiano'' mi prenderebbe in sposa, senza prima aver avuto una relazione con me più o meno lunga, ma comunque non lecita, senza avermi parlato a lungo da sola, avermi conosciuta a lungo, e anche senza avermi toccata, in qualche modo.

E invece un Musulmano non prenderebbe mai in sposa una donna che fa tutte quelle cose che hai citato. Quindi da un punto di vista Islamico sei una donna da sposare.
A parte che in teoria anche i Cristiani dovrebbero far certe cose solo dopo il matrimonio, ma si vede che non hai incontrato nè veri Cristiani nè veri uomini in generale-
Comunque ti auguro prima di tutto di abbracciare l'Islam e poi Insh'Allah di trovare un uomo musulmano.
Prova a chiedere ai moderatori/amministratori se conoscono qualche uomo che vuole sposarsi-
Posso farti una domanda? Cosa ne pensi della poligamia? Sposeresti un uomo già sposato o desideri un uomo che non sia ancora sposato?
In ogni caso perchè non provi a recarti presso una MOschea vicina alla tua città e fare amicizia con qualche sorella? Cosi' anche loro potranno aiutarti nella ricerca di un marito.

Citazione:
ma non riesco a dimenticare gli oltraggi subiti.

Speriamo che siano le cose belle che la vita InshAllah ti riserverà a farteli dimenticare.

Pace Auorora

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aurora
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 18/04/13 18:18
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Gio Mag 09, 2013 11:24 am    Oggetto: Rispondi citando

As-salamu alaykum


Sorella Mujahidah Von Sor, grazie della risposta.
Mi hai confortata dicendo che, da un punto di vista Islamico, io sono una donna da sposare; infatti era proprio questo che per me era importante sapere, in quanto si trattava di una questione di onore.

Mujahidah Von Sor ha scritto:
A parte che in teoria anche i Cristiani dovrebbero far certe cose solo dopo il matrimonio, ma si vede che non hai incontrato nè veri Cristiani nè veri uomini in generale-


È vero.

Per quanto riguarda la poligamia, non ci ho mai riflettuto molto, e non ho molte idee a riguardo. Non so se io sarei adatta alla poligamia; ma non me la sento di esprimere dei giudizi sulle persone che la praticano. Sicuramente, per me sarebbe meglio la morte, piuttosto che sposarmi con un uomo non sposato, e che mi dà a credere di essere in un certo modo, e poi di nascosto avesse altre amanti in modo illecito, prendendo in giro loro e me. Proprio perché io odio la falsità nelle persone.
Se mi succedesse questo, ne uscirei distrutta e sarebbe la fine della mia vita.
Quindi non sono contro la poligamia; ma io sono sempre stata una sognatrice che crede nell' ''anima gemella''.

Riguardo ad abbracciare l'Islam e recarmi in una moschea, ho bisogno di rifletterci a lungo e in modo sereno, perché sono dei passi importanti.
Quindi, come avevo già detto, non scriverò più sul forum, e non so quando ''ritornerò''.


La Pace sia con te, sorella, e con tutti gli altri.
Top
Profilo Invia messaggio privato
hupaska
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 02/03/13 10:50
Messaggi: 641
Residenza: Italia (Emilia Romagna)

MessaggioInviato: Gio Mag 09, 2013 11:50 am    Oggetto: Rispondi citando

Aurora ha scritto:
Il punto è questo: nessun uomo ''cristiano'' mi prenderebbe in sposa, senza prima aver avuto una relazione con me più o meno lunga, ma comunque non lecita, senza avermi parlato a lungo da sola, avermi conosciuta a lungo, e anche senza avermi toccata, in qualche modo.


Sorella Aurora, se queste persone ti hanno ferita / usata hanno fatto una cosa sbagliata e mi dispiace davvero, ma di nuovo ti invito a non generalizzare.
E' vero che per i cristiani il fidanzamento inteso come periodo di conoscenza e frequentazione è permesso e spesso anzi consigliato, ma non tutti per questo sono mascalzoni o abusanti o che pensano a "che bello la convivenza finchè dura" e non vogliono il matrimonio.
Ci sono ancora cattolici, protestanti, ortodossi ed altri cristiani che tenghono ancora alla castità matrimoniale... Saranno pochi e individuabili col lanternino, ma per fortuna ci sono...

Come in tutto però van tenuti gli occhi aperti e messe subito in chiaro le tue condizioni e i tuoi parametri di rispetto. Se la persona in questione non le accetta allora non è una persona rispettosa. Punto...

In ogni caso ti auguro di fare le scelte più giuste per la tua vita, di poter avere delle amicizie sane con persone gentili (a prescindere dalla cultura o religione) e soprattutto di trovare la TUA felicità...

Con affetto.

_________________
Son troppi i colori nel mondo, non li puoi chiudere in una bandiera...

“Cadi sette volte, rialzati otto”

"Quando soffia la tempesta e hai paura di annegare
Chiama, chiama piano Sai che non sarò lontano ..."
Top
Profilo Invia messaggio privato
theos_aniketos
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 18/05/13 17:27
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Dom Mag 19, 2013 10:11 am    Oggetto: Rispondi citando

Leggendo questo thread sono rimasto sbalordito dal trattamento ingiusto che ha subito l'utente Aurora....dico, ma siete impazziti?
Questo non è Islam.
Per non parlare poi dell'utente hupaska, che non ha fatto altro che battere le mani agli insulti più vergognosi. E se non sbaglio, tu sei cristiana, e mi sembra che il tuo voler puntuallizzare sui presunti errori di Aurora sia dovuto più che altro al tuo conformismo.
Sai benissimo infatti che non è vero che i cristiani tengono ancora alla castità matrimoniale, e castità non significa soltanto non avere rapporti sessuali pre-matrimoniali, ma comporta una serie di comportamenti ben precisi, prima del matrimonio, che oggi nessuno segue. E dire che ce ne sono ancora di persone che portano rispetto, ma bisogna cercarle con il lanternino, non è certo rincuorante, anzi non fai che confermare tutto quello che voleva dire questa ragazza, che ha avuto un grande coraggio.
È chiaro poi che se non ti esponi e non dici apertamente che quello che fanno è male, la società ti accetterà sempre. E poi se ti mostri ossequiosa nei confronti dei sedicenti musulmani che sono in questo forum, va da sé che vieni trattata come ospite e non vieni contraddetta, eppure dovresti sapere che il vero Islam condanna in pieno quello di cui tu stessa hai parlato con così tanta leggerezza.
È vergognoso che dei giovani siano lasciati andare a perdersi, nei divertimenti delle discoteche, sotto gli sguardi indifferenti degli stessi insegnanti. Quello che hai raccontato è vergognoso, e non te ne rendi neppure conto.
Si mette in luce qui l'iposcrisia di molti pseudo-cristiani, che predicano bene e non sanno mettere in pratica i valori autentici della propria religione.

Alcune parole poi da spendere riguardo al comportamento dell'utente Muhaidah Von Sor: penso che gli utenti come te dovrebbero essere bannati; a nessuno è concesso assumere un atteggiamento aggressivo nei confronti di chi esprime le proprie idee, e soprattutto la religione non ti ha insegnato l'educazione. Offendere così la gente, provocarla, indurla al peccato e alla blasfemia, sono tutte cose che dimostrano la debolezza della tua fede.
Non credo che Aurora voleva qualcuno che piangesse con lei, sicuramente voleva qualcuno che combattesse al suo fianco, ma mi sembra che la maggior parte qui non sa neppure distinguere il bene dal male, quindi non parlare neppure di ''praticare la vera compassione'', perché se non riesci ad individuare quali sono i mali di fondo della società in cui vivi, e addirittura attacchi chi ne vuole parlare, il tuo aiuto sarà sempre superficiale. Chiudere la bocca a chi osa parlarne, è il tipico comportamento degli occidentalisti, che usano il sarcasmo e l'ironia per nascondere delle verità. Solo chi ha il coraggio di riconoscere cosa c'è che non va nel mondo in cui vive, riesce a salvare gli altri.
Questo significa combattare: ma tu non sei una vera combattente, e in te vedo anche molta immaturità, voglia di far valere le proprie ragioni.
Non si combatte contro fanciulle timide e delicate, ma casomai contro coloro che le tormentano.


Per questo, è stato molto triste leggere le risposte di questo argomento; mi sarei aspettato molta più comprensione e cameratismo, da parte di musulmani e musulmane. A parte qualcuno, che comunque non sa reagire abbastanza, forse per opportunismo, mi sembra che la maggior parte dei musulmani in Occidente vive ancora con il paraoocchi, vive di capitalismo, sogna il potere e la gloria del mondo materiale e ha acquisito il tipico atteggiamento vuoto e sprezzante degli Occidentali e dell'ateismo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
hupaska
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 02/03/13 10:50
Messaggi: 641
Residenza: Italia (Emilia Romagna)

MessaggioInviato: Dom Mag 19, 2013 4:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

theos_aniketos ha scritto:
Per non parlare poi dell'utente hupaska, che non ha fatto altro che battere le mani agli insulti più vergognosi. E se non sbaglio, tu sei cristiana, e mi sembra che il tuo voler puntuallizzare sui presunti errori di Aurora sia dovuto più che altro al tuo conformismo.
Sai benissimo infatti che non è vero che i cristiani tengono ancora alla castità matrimoniale, e castità non significa soltanto non avere rapporti sessuali pre-matrimoniali, ma comporta una serie di comportamenti ben precisi, prima del matrimonio, che oggi nessuno segue. E dire che ce ne sono ancora di persone che portano rispetto, ma bisogna cercarle con il lanternino, non è certo rincuorante, anzi non fai che confermare tutto quello che voleva dire questa ragazza, che ha avuto un grande coraggio.
.


Mi dispiace se ho dato questa impressione. Non volevo "battere le mani a nessun insulto" e come puoi leggere più su ho detto che mi spiace per la sofferenza che ha avuto Aurora. ho avuto anch'io amici con disturbi alimentari derivati da sofferenze familiari o comunque emotive e non mi permetterei mai di scherzarci su.

L'opinione che ho espresso era riferita al fatto che secondo me Mujahidah ha espresso forse il suo pensiero con tono "focoso" ma secondo me deriva anche dal fatto che è molto fervente nel difendere quello in cui crede e comunque in altre circostanze ho avuto modo di leggere alcuni suoi interventi intelligenti e ragionati, pertanto questa "durezza" secondo me non era riconducibile ad una cattiveria d'animo, tant'è che poi mi sembra si siano chiarite e abbiano entrambe addolcito i toni.
Se poi ho offeso qualcuno per l'apprezzamento sulle "ciccione" erqa semplicemente un intervento mio autoironico in quanto io stessa non sono propriamente un grissino e comunque il fatto che una ragazza non apprezzi solo persone alla moda o con taglie extrasmall mi ha comunque fatto piacere perchè comunque vuol dire che ci sono persone che non badano solo all'apparenza fisica. Tutto qui.

Per il discorso che "non è vero che i cristiani apprezzano la castità matrimoniale" ho scritto io stessa che purtroppo sono pochi in percentuale e soprattutto in questi ultimi tempi, ma dire che TUTTI non ci tengono mi sembra un po' eccessivo... Ho cugini e amici cristiani che vivono pienamente la fedeltà matrimoniale e hanno scelto di evitare i rapporti prematrimoniali magari anche quando tutti gli amici li prendevano in giro per questo.
La mia voleva essere solo una precisazione, per quanto possa essere piccola la percentuale, ma c'è.

Mi dispiace comunque se ho urtato qualcuno e chiedo scusa, in particolare ad Aurora. Non volevo assolutamente criticare lei, ma solo evitare un luogo comune, anche se magari si può adattare ad una maggioranza.

_________________
Son troppi i colori nel mondo, non li puoi chiudere in una bandiera...

“Cadi sette volte, rialzati otto”

"Quando soffia la tempesta e hai paura di annegare
Chiama, chiama piano Sai che non sarò lontano ..."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Dom Mag 19, 2013 4:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Sai benissimo infatti che non è vero che i cristiani tengono ancora alla castità matrimoniale, e castità non significa soltanto non avere rapporti sessuali pre-matrimoniali, ma comporta una serie di comportamenti ben precisi, prima del matrimonio, che oggi nessuno segue.


Ci tengo a dirti che è imporante fare un distinguo tra la relgione e coloro che dicono di professarla.
Nel Cristianesimo la castità pre-matrimoniale è importante tanto quanto lo è nell'Islam, e visto che noi Musulmani ci teniamo sempre a specificare che non bisogna interpretare l'Islam in base al comportamento di quanti si professano Musulmani, è giusto anche rispettare questo principio quando si parla delle altre religioni..


Citazione:
Offendere così la gente, provocarla, indurla al peccato e alla blasfemia, sono tutte cose che dimostrano la debolezza della tua fede.

Nessun fedele può essere indotto al peccato o alla blasfemia da altri. Davanti a Dio io sarò responsabile dei miei comportamenti e delle mie affermazioni e certo non accusero' nessuno di "avermi indotta" a fare o dire x o y. E qusto vale per tutti quanti-



Non potresti almeno fare lo sfrozo di essere piu' obiettivo?

All'inizio noi sorelle le abbiamo dato il nostro sostegno- Tutto il diverbio è nato perchè abbiamo provato a spiegarle che certe opinioni constrastano con la dottrina Islamica. Tutto qui. E lei è una ragazza molto orgogliosa e ha percepito il tutto come un'offesa. Non era un offesa. Dire che la trinità non c'entra con l'Islam e che Gesu' (su di lui la pace) non e' stato crocifisso non sono offese. Quindi il tuo facile buonismo è decontestualizzato.

Citazione:
perché se non riesci ad individuare quali sono i mali di fondo della società in cui vivi, e addirittura attacchi chi ne vuole parlare, il tuo aiuto sarà sempre superficiale.


Si vede che non hai letto niente di ciò che ho scritto.
Certi mali sono visibili a tutti. Io dicevo solo che si può soccombere o agire. Cullarsi nella sofferenza e nel mal di vivere o praticare e vivere uno stile di vita realmente alternativo a quello criticato, e proprio in quanto alternativo immune alle critiche di quest'ultimo.
Se io penso che la castità, il rispetto per i precetti della mia fede ecc. siano valori importanti,, come può una scala di valori totalmente altra offendermi o farmi del male? E ovvio che scale di valori diverse, sono in "contrasto" ma chi crede in ciò in cui crede non può essere leso da questo contrasto. E' ' protetto' dal fatto di sapere di stare dalla parte giusta.
Io non volevo offendere nessuno, stavo solo cercando di spronare Aurora a non permettere che i seguaci di una scala di valori in cui lei non crede potessero avere cosi' tanta presa su di lei al punto da indurla a pensieri suicidi-

Citazione:
Solo chi ha il coraggio di riconoscere cosa c'è che non va nel mondo in cui vive, riesce a salvare gli altri.

Certo è quello che ho detto per mezz'ora. Ma si salva e salva solo se non si lascia distruggere da quello stesso mondo che disprezza-

Citazione:
Non si combatte contro fanciulle timide e delicate, ma casomai contro coloro che le tormentano.


Io una milizia di anime timide e delicate non l'ho mai vista. Quando si vuole mettere insieme una milizia per combattere il nemico X bisogna prima di tutto rafforzare lo spirito di quanti combatteranno. E le cose che le ho detto io, possono anche non essere facili da accettare ma almeno hanno una loro utilità formativa. Te invece credi che basti spalleggiare una persona per aiutarla? O compartirla o no so cosa?
Secondo poi il miglior modo per sconfiggere un nemico è rendersi immune ai suoi attacchi.
Ci sono le femmine che si fanno difendere e visto che ci tieni tanto valle a difendere, e le donne che si sforzano per raggiungere la forza necessaria a difendersi da sole.

Citazione:
Solo chi ha il coraggio di riconoscere cosa c'è che non va nel mondo in cui vive, riesce a salvare gli altri.

Sei superficiale. Non hai capito assolutamente niente di tutto quello che ho scritto.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
theos_aniketos
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 18/05/13 17:27
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Dom Mag 19, 2013 7:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:

Sei superficiale. Non hai capito assolutamente niente di tutto quello che ho scritto.


Sei tu ad essere superficiale, quello che hai scritto si capisce benissimo. Ci sono stati molti giovani che si sono suicidati perché venivano presi in giro e nessuno li capiva, quindi non vedo perchè tu debba sottovalutare il problema. Se tu preferisci fare del sarcasmo, e dire che hanno sofferto così tanto per una bazzeccola e sono stati deboli, fallo pure, ma domandati in cosa consiste la tua fede, piuttosto. Alcuni, come Aurora, invece di suicidarsi subito, sono riusciti a capire il perché di quelle cose che hanno segnato la loro vita, non si tratta si semplici elucubrazioni fini a se stesse, su ''a scuola mi prendevano in giro'', ''non mi capiscono''e ''i mali dell'Occidente'', si tratta di qualcosa in cui tutti noi siamo coinvolti, ed è bene parlarne e ragionarci su. Anzi è stato un grande bene se lei ha fatto così. Ha resistito.
E poi non sei mai stata coerente in quello che hai scritto. Sei stata tu a domandarle di spiegarti la Santa Trinità, ed è logico che questa richiesta, in un forum sull'Islam, era una provocazione. Sapevi benissimo che lei avrebbe detto cose contrarie alla dottrina islamica ortodossa, e ti preparavi già a controbattere e a smontare le sue affermazioni, semplicemente per il gusto di farlo. Per questo si è posta sulla difensiva e si sarà anche offesa, si è iscritta per avere un appoggio e una comprensione, e anche per dirvi: Io sono dalla vostra parte, ma tu hai cercato il diverbio, usando i lati deboli dell'interlocutrice, cioè che era una cristiana con determinate convinzioni sulla fede, e anche il fatto delle sue sofferenze private, e questo è stato molto basso da parte tua. Sicuramente Aurora ha commesso un errore a scrivere su questo forum dei suoi problemi personali, ma ciò non giustifica il tuo comportamento. Di certo, se ha sentito il bisogno di chiedere aiuto a dei musulmani, qualcosa di molto importante c'è da trarre fuori da tutto questo. Almeno il fatto che evidentemente non ha nessun aiuto intorno a lei. È troppo facile e sbrigativo dire che la fede ci aiuta e che una persona che crede davvero nei propri valori, non si sentirà mai intaccata dagli insulti ed è protetta dagli attacchi degli altri. Questa è la più grande falsità che potevi dire: solo Dio non ha paura di venire disonorato. E solo quando incominci a sentire che gli altri ti sono ostili, comprendi davvero quello in cui credi, comprendi cioè che stai davvero difendendo quello in cui credi, invece di conformarti. Ma questo lo puoi capire solo lottando, e chi combatte davvero è colui che soffre.
Un'altra cosa poi, hai detto che avevi delle amiche cristiane, ma poi te ne sei allontanata perché consapevole che ciò poteva costituire un pericolo. Ecco, allora hai toccato con mano che cosa vuol dire, tra l'altro è palese che quelle tue amiche non erano veramente cristiane e neppure caste, e sarà anche per quello che te ne sei allontanata e ti è sembrato che Aurora facesse la santarellina. Non basta mica essere vergini per essere cristiani casti, uno può essere vergine anche per altri motivi, e poi non credo minimamente che quelle tue amiche ricevessero un sincero rispetto, per via della castità. APRI GLI OCCHI, nessuno nella società dove viviamo riceve autentico rispetto per una cosa del genere, anzi il più delle volte un giovane si vergogna di essere vergine, raggiunta una certa età, e tende a nasconderlo, quindi mi chiedo: come facevano quegli uomini a sapere che erano vergini? Le tue amiche parlavano con gli uomini di queste cose intime? Già questo è un segno di leggerezza e di impudicizia, il fatto cioè che loro si intrattenessero con uomini, e che questi le accordassero un rispetto fasullo è credibile. Sicuramente le rispettavano perché comunque parlavano con loro e si omologavano, ''facendo le santarelline con gli uomini ''con la scusa che ''non c'è niente di male''. Una donna casta non ne conosce neppure di uomini, non ci entra in contatto. Ritorniamo quindi al discorso di prima: è chiaro che se ti conformi alla società, nascondendoti, essa ti accetta e non ti prende in giro, è solo quando dici NO espressamente che incomincia a trovarti strano, ad emarginarti e a bistrattarti.
Per le donne ancora di più: viviamo in una società basata sul capitalismo, volgiti intorno e vedrai che tutte le donne, a parte casi rari che vivono nell'ombra, usano il proprio corpo e la sessualità per ottenere dei guadagni. Accendi la tv, e lo vedi, sfoglia una rivista e lo vedi, naviga in internet, e lo vedi, guarda i video popolari di You Tube, anche in questo forum ho visto pubblicità sulla moda.
Ma guardati intorno, quando scendi in strada, guarda le donne che non sono più donne, ma meri oggetti sessuali che sono entrati a far parte degli ingranaggi del sistema.
Le donne si prostituiscono ogni giorno, davanti ai tuoi occhi.
Aurora sicuramente stava parlando di donne, che la deridono e la biasimano nel presente, e di uomini che non la considerano una donna da sposare, perché semplicemente non si accorgono neppure della sua esistenza! Infatti tutte le relazioni iniziano così, sguardi ammiccanti e impudichi, una bella chiaccherata dove lei mostra sempre di più se stessa e si apre completamente e con sempre maggior disinvoltura nel rapporto, e poi si va sempre più vicini, sempre più vicini, fino a che il più delle volte si finisce a letto, ma è chiaro che se una non li guarda neppure, gli uomini, e non ci scambia neanche due parole, tutto questo non succederà.
Dici che non hai mai visto una milizia di anime timide e delicate. Le donne non combattono trasformandosi in uomini sanguinari. Il Corano elogia la timidezza femminile e il riserbo.
E poi ad essere aggressivi ci riescono tutti, ma è quando capisci quando usare la tua aggressività, e soprattutto contro chi, che sei un combattente valoroso.

Volevo poi muovere una critica al forum: ho visto che c'è una sezione apposita dedicata alla confutazione delle altre religioni, ma, come diceva Aurora, le religioni non possono essere confutate, non sono delle teorie. Non è gentile. Una persona sinceramente devota nella propria religione viene qui con tutte le buone intenzioni, e deve leggere tutte quelle cose volte a svuotare di senso la sua fede.
Il forum stesso non ha neppure ragion d'essere, inteso come ''Discussioni sull'Islam'', l'Islam non può essere messo in discussione, in nessun modo, quindi non si capisce su cosa si deve discutere.
Poi non ho visto nessuna sezione intitolata ''Confutazione al Capitalismo'', ''Confutazione al Comunismo'', ''Confutazione al Materialismo democriteo e al materialismo post-moderno dell'Occidente'' e in generale ''Confutazione all'ideologismo'' che sta dissanguando il mondo. Credo che dovreste svecchiarvi, e capire quali sono i reali problemi della realtà e i veri nemici dell'Islam.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Al-Mujahid Al-Islam
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 12/09/12 15:53
Messaggi: 39

MessaggioInviato: Dom Mag 19, 2013 8:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
le religioni non possono essere confutate, non sono delle teorie.


Tutte le religioni, ad eccezione dell'Islam, possono essere confutate poiché sono prevalentemente basate su convinzioni e credenze elaborate dall'uomo.

Nella fattispecie, le religioni non rivelate sono completamente confutabili poiché non traggono origine da una Rivelazione neppure minimamente, mentre le religioni abramitiche rivelate possono essere confutate ma in misura minore rispetto a quelle non rivelate, poiché sono fondate sulla medesima matrice monoteistica che tuttavia è stata corrotta nel corso del tempo.


Citazione:
Una persona sinceramente devota nella propria religione viene qui con tutte le buone intenzioni, e deve leggere tutte quelle cose volte a svuotare di senso la sua fede.


Che significa, che per il rischio di offendere qualcuno ci si dovrebbe astenere dal dialogo, dallo studio e dall'approfondimento?

Se un credente di una religione confutata si reputa offeso, deve tentare di controbattere adducendo prove a difesa della sua religione, altrimenti si deve rassegnare alla Verità.


Citazione:
Poi non ho visto nessuna sezione intitolata ''Confutazione al Capitalismo'', ''Confutazione al Comunismo'', ''Confutazione al Materialismo democriteo e al materialismo post-moderno dell'Occidente'' e in generale ''Confutazione all'ideologismo'' che sta dissanguando il mondo.


Ma questo non è il forum di un partito politico. Le confutazioni a quelle ideologie si riassumono in un'unica confutazione della loro origine, ovvero il Satanismo. Soltanto confutando il satanismo si confutano le ideologie materialistiche.

Ma come si confuta il Satanismo? Il Satanismo si confuta implementando la conoscenza della Rivelazione e diffondendola, poiché essa è uno strumento contro le tentazioni sataniche.

E quindi ritorniamo al discorso di prima: la centralità della religione.

Aggiungo infine che il Materialismo non è caratteristica precipua dell'occidente, i miscredenti si trovano anche ad oriente.


P.S.: Mi scuso con gli utenti per questo mio breve esulamento dal tema principale della discussione, ma leggendo certe affermazioni non riuscivo a contenermi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Al-Mujahid Al-Islam
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 12/09/12 15:53
Messaggi: 39

MessaggioInviato: Dom Mag 19, 2013 8:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
viviamo in una società basata sul capitalismo, volgiti intorno e vedrai che tutte le donne, a parte casi rari che vivono nell'ombra, usano il proprio corpo e la sessualità per ottenere dei guadagni.


La volgarità e la spudoratezza non dipendono da sistemi socio-economici, ma dalla mentalità della popolazione, che è lontana da Dio.

La mercificazione del corpo, come molte altre manifestazioni di dissolutezza e violazioni del codice comportamentale islamico, si riscontrano anche in paesi "non-capitalisti".
Top
Profilo Invia messaggio privato
Al-Mujahid Al-Islam
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 12/09/12 15:53
Messaggi: 39

MessaggioInviato: Dom Mag 19, 2013 8:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Credo che dovreste svecchiarvi, e capire quali sono i reali problemi della realtà e i veri nemici dell'Islam.


I reali problemi della realtà e i veri nemici dell'Islam ce li hanno già indicati Allah Ta'ala e il suo Profeta (saw).

Non abbiamo bisogno di te per conoscerli.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2764
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Dom Mag 19, 2013 10:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

1. Si capisce lontano un miglio che sei Aurora.
2. Pensavo ci fossimo conciliate. Allora hai mentito e sei ancora piena di risentimento per le cose che ti ho scritto. Non ne vedo le ragioni perchè non volevo offenderti.
Puoi non condividere il mio modo di affrontare questi problemi ma veramente non capisco perchè ti sei offesa così tanto-

3.
Citazione:
sando i lati deboli dell'interlocutrice, cioè che era una cristiana con determinate convinzioni sulla fede, e anche il fatto delle sue sofferenze private, e questo è stato molto basso da parte tua

Non sono un tuo nemico. Ho detto che la tua incapacità (e non volontà) di conformarti e il tuo bisogno di verità erano il giusto punto da cui partire, ma poi dovevi essere pronta a liberarti delle incrostazioni delle tue credenze passate nonchè a fare di questa tua condizione un punto di forza e di gioia e non una ragione per disperarti.
A volte penso: se mai avrò un figlio molto probabilmente prendarà una di queste due vie: o diventerà uno sfigato, oppure si conformerà- Io però con il volere di Allah cercerò di una terza via , sicuramente piu' difficile delle altre: Tener fede ai suoi principi ma con coraggio e fierezza, in modo che gli altri bambini anzichè prenderlo in giro possano vedere un esempio in lui. Ed e' esattamente quello che consigliavo ad Aurora/te. Tenersi salda sui suoi principi, ma trarre dalla sua "diversità" un motivo di fierezza e gioia poichè questa sua "diversità" è, da un punto di vista celeste ,un grande privilegio e non una condanna. Allora tu dovresti guardare alla tua condizione dall'alto (e capiresti la tua "fortuna" )e non dal basso, dagli occhi della gente o finirai sempre per dipingere la tua condizione con toni cupi e disperati.
Citazione:

Accendi la tv, e lo vedi, sfoglia una rivista e lo vedi, naviga in internet, e lo vedi, guarda i video popolari di You Tube, anche in questo forum ho visto pubblicità sulla moda.
Non dipende dal Forum ma dal sito che lo ospita-
Citazione:


Aurora sicuramente stava parlando di donne, che la deridono e la biasimano nel presente, e di uomini che non la considerano una donna da sposare,

Si ho capito. Ma allora cosa ti importa di uomini cosi'? Ho anche detto che "Aurora" islamicamente parlando, soprattuttp se non si lascia andare a reazioni stravaganti, e' una donna di tutto rispetto e da sposare. Hai la stima degli uomini degni di tale parola e allora che ti importa se gli altri uomini nemmeno ti guardano? Ma prima di pensare a tuo marito dovresti chiederti: come mai mi sono iscritta in un Forum Islamico? Forse hai scorto qualche lacuna nel Cristianesimo? Forse Allah(subhanawataala) ti vuole far avvicinare all'Islam?


Citazione:
E poi ad essere aggressivi ci riescono tutti, ma è quando capisci quando usare la tua aggressività, e soprattutto contro chi, che sei un combattente valoroso.


Grazie della massima.


Citazione:
Una donna casta non ne conosce neppure di uomini, non ci entra in contatto.

Va benissimo la castità, ma hai un modo un pò fobico di parlare degli uomini. Per necessità ci puoi parlare- Tipo con un professore per fare degli esami ecc. Invece li dipingi come dei mostri sacri. C'è un modo naturale di non guardare gli uomini, e un modo inquieto e impanicato di non guardarli. Io immagino che te hai il secondo modo di non guardarli, sbaglio? Non ti offendere per favore è solo una domanda. Non ti voglio prendere in giro.


Citazione:
Accendi la tv, e lo vedi, sfoglia una rivista e lo vedi, naviga in internet, e lo vedi, guarda i video popolari di You Tube, anche in questo forum ho visto pubblicità sulla moda.

Si ma non c'è solo questo. Chi ingigantisce il nemico sta in realtà cadendo nella trappola del suo stesso nemico che usa questa strategia per apparire dominante e insconfiggibile. Ci sono anche i credenti e il loro mondo.
Citazione:

Dici che non hai mai visto una milizia di anime timide e delicate. Le donne non combattono trasformandosi in uomini sanguinari. Il Corano elogia la timidezza femminile e il riserbo.
M. Si hai ragione. ;ma la forza e la fierezza non è che constrastino poi cos' tanto con il riserbo e la timidezza.
Citazione:

Non è gentile.
Forse l'obiettivo è quello di essere veritieri, non gentili. la gentilezza e il rispetto avranno anche un valore ma sempre ancillare rispetto a quello della verità-

Citazione:
Il forum stesso non ha neppure ragion d'essere, inteso come ''Discussioni sull'Islam'', l'Islam non può essere messo in discussione, in nessun modo, quindi non si capisce su cosa si deve discutere.
Sai benissimo in che senso "discussioni". Interne all'Islam per chiarire eventuali dubbi ecc. Non intorno all'Islam.

Citazione:
Poi non ho visto nessuna sezione intitolata ''Confutazione al Capitalismo'', ''Confutazione al Comunismo'', ''Confutazione al Materialismo democriteo e al materialismo post-moderno dell'Occidente'' e in generale ''Confutazione all'ideologismo'' che sta dissanguando il mondo. Credo che dovreste svecchiarvi, e capire quali sono i reali problemi della realtà e i veri nemici dell'Islam.

A parte che ci sono molti thread volti a rilevare l'infondatezza di determinate ideologie
ma non credo che lo scopo del Forum sia quello di confutare tutto ciò che l'Islam non è, ma piuttosto di spiegarel'Islam ed eventualmente chiarire eventuali dubbi e problematiche interne-

E in effetti quoto quanto sostenuto da Mujahid al Islam. Tutti i nemici di cui parli sono solo le diverse facce che satana assume per distrarre l'uomo dalla verità. Il modo migliore per combatterle è attaccarsi fermamente alla Rivelazione che in quanto Verità ci mostra come falso e mendace tutto ciò che a questa verità non si conforma.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Intellettuali, considerazioni e dibattiti sull'Islam Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.108