Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Le caratteristiche distintive del Musulmano-Ashraf Ali Thanv

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tematiche maschili
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Ven Lug 10, 2020 3:39 pm    Oggetto: Ads

Top
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Ago 26, 2008 12:22 am    Oggetto: Le caratteristiche distintive del Musulmano-Ashraf Ali Thanv Rispondi citando

The Distinguishing Characteristics of the Follower of Islam
Source: How to Live as a Muslim ( Hayaatul Muslimeen)
by Maulana Ashraf Ali THANAVI

Da:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



It is essential for Muslims to be distinguished from the followers of other religions and cultures. Muslims should be recognizable from their external appearances. External appearance is among the prominent features of Islam. In such external appearance, the identity of the nation is maintained and Muslims are guarded against assimilation into other non-Muslim cultures. Islam thus stresses the importance of external appearances.

Islam prohibits unnecessary adoption of the ways and appearances of other nations. Certain acts which eliminate a Muslim's identity are not permissible (haraam) even if they are not the special characteristics of other communities. Thus, shaving or cutting the beard, wearing shorts which expose part of the satr, etc., are completely forbidden. If a Muslim along with the adoption of such haraam ways despises or mocks at such Shar'i prohibitions, his act of transgression progresses from sin to kufr. .

Then there are certain things which are not exclusive to any particular community. The adoption of such things will be permissible. If a form of dress is particular with a non-Muslim community, it will be sinful for Muslims to adopt such dress even if the Shar'i requirements in regard to satr concealment are fulfilled by such attire. Another example of prohibited imitation is to eat sitting at tables with knives and forks. This way of eating is the manner of an alien community. Islam has taught its adherents a special way of conduct in eating. Therefore, it will not be permissible to adopt they ways of non-Muslims in this regard even if such ways have no religious undertones. If the ways adopted from the kuffaar are of religious import as well, then it will amount to kufr, e.g. wearing a cross, etc.

Then there are such things which are of neither religious nor cultural import. Such things are of real use and benefit. Even if such things are the inventions of the kuffaar, there will be nothing wrong in adopting them. This applies to inventions of transport, Communications weapons and other items of benefit. However, in such matters, the layman should not determine the permissibility or prohibition of anything. He should obtain the advice and direction of the Ulama who will properly inform him. It is also prohibited to adopt the ways and appearances of such Muslims who happen to be fussaaq and bid'atis. It is also prohibited for men to take on the attire and appearance of women and vice versa. Some Qur'aanic aayat and Ahadith on this subject will now be cited.

1. Allah Ta'ala says:

"Shaitaan said: 'I will teach them to ruin the appearance made by Allah." (Surah Nisaai)

Examples of ruining the appearances bestowed onto us by Allah Ta'ala are shaving the beard, tattooing, women cutting their hair, etc. Different rules apply to the changing of appearances. Certain changes are prohibited as mentioned above. Certain changes pertain to adornment and are waajib (compulsory), e.g. clipping of the mustache, cutting nails, removal of the hairs below the naval and under the arms. Other Changes are permissible, e.g.. for a man to shave his head, to cut the beard after it had exceeded a fist-length, etc. Such permissible ways of adornment are decided on by the Shariah and not by custom. Custom is not on par with Sharaii . Furthermore customs is subject to change with the times and attitudes of people, but not so the Shariah .

2. Allah Ta'ala says:
"Do not incline to the transgressors-for then the Fire will touch you." (Surah Hud)

The Qur'aan prohibits Muslims from inclining (or adopting) to the ways, cultures and customs of the Nonbeliever.. Inclining towards them is punishable by the Fire of Jahannum as is stated in the above aayat. It is evident that if one adopts a culture or the ways of a particular people, it will be because of one's pleasure for such ways and customs. The heart having inclined towards the aliens, adopts their ways which it finds pleasing and attractive. But, Islam forbids its followers to incline towards the transgressors and the kuffaar.

3. Syyedna Abdullah Bin Amr Bin A's (radiallahu anhu) narrates that once he had on him two garments which were dyed a saffron colour. Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) commented:

"These are among the attire of the kuffaar. Do not wear these." (Muslim)
Such bright coloured garments are nor permissible for men.

4. Syyedna Rukaanah (radiallahu anhu) narrates that Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) said:

"The turban tied on top of a toupee is a differentiating factor between the mushrikeen and us. ( Tirmizi)

Wearing of turbans is common to both Muslims and non-Muslims. The Islamic aversion for imitation of non-Muslims is so great that it considered it necessary to create a difference in the wearing of the turban even if such difference was not visibly discern able. Hence, Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) ordered Muslims who donned the turban to have a toupee on as well. The turban will be tied on top of the toupee.

5. Syyedna Ibn Umar (radiallahu anhu) narrates It that Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) said:

"Whoever imitates a nation (in its ways and culture) becomes one of them. (Ahmad, Abu Dawood)
If a Muslim adopts the appearance of the kaafir and faasiq, he will be associated with them in the sin.

6. Syyedna Abu Raihaanah (radiallahu anhu) narrates that once Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) prohibited ten things. Among these ten things prohibited was to line garments with silk in the style of the non-Muslims (of that time).( Abou Dawood, Nisaai)

7. Syyedna Ibn Abbass (radiallahu anhu) narrates that Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) said: " Allah curses those men who adopt the appearances of women and those women who adopt the appearances of men." (Bukhari)

8. Syyedna Ibn Abi Mulaikah (radiallahu anhu) narrates that it was said to Aishah (radiallahu anha) that a certain woman wears shoes which resemble the shoes of men. Syyedna Aishah (radiallahu anha commented: Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) has cursed women who imitate men. (Abu Dawood)

Such imitation is greatly in vogue in our day. In such imitation is a double sin. one sin is the imitation of the opposite sex which in itself is prohibited. The Other sin id the imitation of ii- e Kuffaar by adapting their styles and fashions of dress.

9. Syyedna Hajjaj Bin Hassaan (radiallahu anhu) narrates:

'We went to meet Syyedna Anas (the prominent Sahaabi; on this occasion Hajjaj was a little boy). My sister Mugheera told me that at that time I was a little kid and I had two plaits on my head, Syyedna Anas (radiallahu anhu) rubbed his hand over my head, made dua for bark at and said: 'Cut off these plaits because this is the style of the Jews. (Abu Dawood)

10. Aamir Bin Sa'd (radiallahu anhu) narrating from his father says that Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) said:

"Maintain clean the area in front of your houses and do not imitate the Jews."( Tirmizi)

13. Syyedna Ibn Umar (radiallahu anhu) narrates that Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) said.

"Allah curses the woman who adorns the hair (of others by means of adding hair) and the one who desires such adornment of hair, those who tattoo and who are tattooed (Bukhari, Muslim)

Adorning hair by the addition of hairs for women is mentioned in this hadith. If the hair added is human hair such adornment will be haraam in all, cases. If the hair is artificial and has not been made from some haraam or impure substances, it will be permissible for a married woman to resort to such adornment with the permission of her husband and for the sake of her husband. But such adornment will not be permissible for unmarried women because in presenting an artificial appearance with long hair is deception. She will be deceiving others. Tattooing is forbidden in all circumstances.

13. Syyedna Ali (radiallahu anhu) narrates that once Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) had an Arabian cross-bow in his hand. On this occasion Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) saw a cross-bow of Persian origin in the hands of a Muslim. Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) commented: "Throw it (the Persian bow) away and take one like this (Arabian bow)..." (Ibn Majah

From this command of Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) it is apparent that the objects-of use of other nations should not unnecessarily be adopted. This applies to weapons and all other items of use and benefit. If Muslims have their own equivalent, they should make use of their own products and not give preference to the products of the non-Muslims.

14. Huzaifah (radiallahu anhu) narrates that Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) said: "Recite the Qur'aan in Arabic style and tone (i.e. correct and with simplicity) and refrain from the style and tone of the People of the Book (Jews and Christian ... ) ( Baihaqi)

Even in reciting, the ways of other nations and of people who do not follow the Shariah should not be imitated.

15. Abdullah Bin Amr Ibnul A's (radiallahu anhu) narrates that he heard Rasulullah
(sallallahu alayhi wasallam! say: "A woman who imitates men and a man who imitates women are not of us." (Targheeb)

It is very essential that Muslims adopt Islamic ways and methods in all their affairs, whether worldly or Deeni There is great benefit in Muslims maintaining their Islamic identity in all their affairs and not only in matters pertaining to worship. The Qur'aan and the Hadith emphasize this. Syyedna Abdullah Bin Umar (radiallahu anhu) narrates that Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) said:

"My Ummah will be split into seventy three sects of which all, save one, will be in the Fire." People inquired: "Which group will be saved (from the Fire)?" Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) replied:
"That group which will be on my path and the path of my Sahaabah." ('Tirmizi)

'Path' in the context of this hadith refers to the Way which has to be followed. Following a way in opposition to it leads to Jahannum. Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) did not restrict his 'Path' to any specific department of the Shariah. This hadith covers both mundane and spiritual matters. Affairs pertaining to our worldly life as well as Deeni life are included in the Path of Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam) and his Sahaabah. What actually constitutes the Path of Rasulullah (sallallahu alayhi wasallam). This is not a question which everyone can expound on the basis of his opinion. In this matter, the masses have no option other than inquiring from the Ulama who understand these issues. They have to follow the Ulama. Without following the direction given by the Ulama, the Deen of the masses is not safe.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Mer Mar 20, 2013 12:51 am, modificato 3 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Nabil
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/13 23:54
Messaggi: 105

MessaggioInviato: Mer Mar 06, 2013 7:15 am    Oggetto: Rispondi citando

L'abito non fa il monaco.
E piu importante l'essere che apparire!!!
Uno puo vestirsi da vero musulmano ma avere un livello di fede molto basso!
Uno puo vestirsi normalmente ed essere un musulmano autentico.

_________________
Arab_93
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Mar 06, 2013 7:27 am    Oggetto: Rispondi citando

Nabil ha scritto:
E piu importante l'essere che apparire!!!


L'Islam dice che sono importanti entrambi.

Nabil ha scritto:
Uno puo vestirsi da vero musulmano ma avere un livello di fede molto basso!


Che ragionamento è?
E uno può fare la Salah cinque volte al giorno ma essere una persona cattiva, vuol dire che fare la Salah non è importante?!

"Nessuno mi può giudicare" - Cuore, Intenzioni ed Apparenze -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Nabil ha scritto:
Uno puo vestirsi normalmente ed essere un musulmano autentico.


...Tranne nel fatto di "non vestirsi da vero Musulmano" (che rientra nell'essere un Musulmano autentico)!

P.S.: Che vuol dire "normalmente", e chi ha stabilito che la normalità debba essere rappresentata dalle mode dei kuffar e non dalla Sunnah del Profeta sallallaahu?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Mer Mar 06, 2013 2:20 pm    Oggetto: BismiLlāhi arRaḥmāni arRa&#7 Rispondi citando

Nabil ha scritto:
L'abito non fa il monaco.
E piu importante l'essere che apparire!!!
Uno puo vestirsi da vero musulmano ma avere un livello di fede molto basso!
Uno puo vestirsi normalmente ed essere un musulmano autentico.


La prima cosa è verissima, la seconda falsa.
Non che se vediamo uno vestire senza Sunna non è un musulmano autentico, ma in quel che fa' certamente non si comporta da musulmano e se lo fa' di regola NO, non è autentico (nel senso che mi sembra vuoi dire, cioè un musulmano esemplare, un credente fervente)!

La verità sai qual è? Che oggi tanti musulmani amano e imitano i modelli del kufr e quel che vogliono apparire è "occidentali autentici" o "persone normali" come dite voi.
Questo dimostra che il problema è proprio di fede e quindi "l'abito fa' il monaco" non per l'abito in sé ma perché viene messo per un motivo di fede, la fede nell'Occidente.

P.S.: Interessantissimo notare che lo Šaiḫ dichiara un'importazione illecita dei kuffar mangiare con le posate sul tavolo...

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Nabil
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/13 23:54
Messaggi: 105

MessaggioInviato: Mer Mar 06, 2013 9:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

Piu che imitare nel vestire ognuno segue i suoi gusti...
Ci si veste diversamente a seconda delle occasioni.
Comunque il ragionamanto che hai fatto sulla preghiera non centra.
Poi nel corano Allah dice che conosce il cuore della persone.
L'importane avere l'3awra coperta in estate.
Ma per il resto non ci sono obblighi.Comunque spesso l'apparenza inganna e questo quello che intendevo.

_________________
Arab_93
Top
Profilo Invia messaggio privato
Nabil
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/13 23:54
Messaggi: 105

MessaggioInviato: Mer Mar 06, 2013 9:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Spero di non sbagliarmi ma la penso cosi.

_________________
Arab_93
Top
Profilo Invia messaggio privato
Nabil
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/13 23:54
Messaggi: 105

MessaggioInviato: Mer Mar 06, 2013 10:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

Scusate ho capito adesso che l'esempio della preghiera c'entra.

_________________
Arab_93
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Mar 07, 2013 10:20 am    Oggetto: Rispondi citando

Nabil ha scritto:
Piu che imitare nel vestire ognuno segue i suoi gusti...


Ed in tal modo molti dimostrano di preferire ed amare le mode dei kuffar a quelle dei Musulmani...

Nabil ha scritto:
Poi nel corano Allah dice che conosce il cuore della persone.


Sì, e al tempo stesso ci ordina anche determinate azioni, non ci ordina soltanto di avere il "cuore pulito".

Rimando nuovamente a:

"Nessuno mi può giudicare" - Cuore, Intenzioni ed Apparenze -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Nabil ha scritto:
L'importane avere l'3awra coperta in estate.
Ma per il resto non ci sono obblighi.


Falso.

Rimando a:

Come vestirsi? L'abbigliamento del Musulmano -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Nabil ha scritto:
Comunque spesso l'apparenza inganna e questo quello che intendevo.


Vero, ma ciò non vuol dire che "l'apparenza" non sia importante, e Dio ci ordina di rifuggire dall'imitazione dei miscredenti e dei peccatori (comprese le loro apparenze).

Rimando a:

Quando la Sunnah "crea fitnah" -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Dom Mar 10, 2013 2:50 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Nabil
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/13 23:54
Messaggi: 105

MessaggioInviato: Gio Mar 07, 2013 11:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Stagfarullah che ALLAH SPB abbia pietà di me.
Chiedo scusa non mi aspettavo di essere cosi superficiale.
Hai ragione bisogna cercare di imitare Mohammed PBSL.

_________________
Arab_93
Top
Profilo Invia messaggio privato
Nabil
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/13 23:54
Messaggi: 105

MessaggioInviato: Gio Mar 07, 2013 11:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Comunque gli abiti sono prodotti in tutto il mondo si puo distinguere gli abiti dei preti cristiani o quelli degli rabbini ebrei e quelli degli iman o ulama musulmani.
Per il resto mi suona strano per esempio definire jeans e camicia abiti dei kuffar perchè in quasi tutti i paesi al mondo si producono quei abiti.

_________________
Arab_93
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Ven Mar 08, 2013 1:24 am    Oggetto: BismiLlāhi arRaḥmāni arRa&#7 Rispondi citando

Be' Nabil è vero, ma dipende...
Ci sono certi stili e modi di vestire che ci identificano.
Oggi vedo tanti ragazzini vestirsi in uno stile tipo da rapper o qualcosa del genere (ormai sto diventando anche io datato : S).
E' evidente che questi indossano una specie di divisa per farsi riconoscere e non rappresenta l'Islam ma rappresenta delle mode e idee estranee ad esso.

Certo, si può anche andare in giro in camicia e pantaloni, ma anzitutto che non rappresentino l'adesione a qualche gruppo, moda, fede estranea all'Islam, poi che non siano attillati, strappati, trasparenti o indecenti... cioè l'‘awra non può essere mostrata. Ci sono fratelli che purtroppo mettono jeans stretti e si distinguono palesemente i genitali!! Poi durante la ṣalā spesso i pantaloni cadono così giù che si vede il fondoschiena al punto anche che si perde la ṣalā!!

Se uno mette un pantalone bello largo, non troppo corto da salire sopra il ginocchio né troppo lungo da scendere sotto la caviglia, e sopra una maglia, una camicia o quel che sia che vada già almeno sopra le parti basse davanti e da dietro o comunque che non si alzi durante la saǧda non c'è problema.

Certo che se l'abito ti rende riconoscibile come musulmano è tutta un'altra cosa.
Ogni passo che fai tu stai facendo da‘wa, alzi l' ‘izza dei musulmani ("l'orgoglio"), chi ti vede ti saluta col salām, i non musulmani si incuriosiscono e magari ti fermano e chiedono qualcosa sull'Islam, i musulmani peccatori magari si ricordano e si vergognano e si pentono, chi viene da fuori e non sa dov'è una moschea subito quando ti vede ti ferma e ti chiede e prendi ḥasanat, le donne che se fossi vestito normale potrebbero volerti avvicinare vedendoti con la tonaca magari hanno imbarazzo, ecc. ecc. ecc.
Ah e senza dimenticare una cosa grandissima: se indossi la sunna sei protetto da tanti peccati perché ti vergogni a farli con quel vestito!!

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2767
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Ven Mar 08, 2013 9:45 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Certo che se l'abito ti rende riconoscibile come musulmano è tutta un'altra cosa.
Ogni passo che fai tu stai facendo da‘wa, alzi l' ‘izza dei musulmani ("l'orgoglio"), chi ti vede ti saluta col salām, i non musulmani si incuriosiscono e magari ti fermano e chiedono qualcosa sull'Islam, i musulmani peccatori magari si ricordano e si vergognano e si pentono, chi viene da fuori e non sa dov'è una moschea subito quando ti vede ti ferma e ti chiede e prendi ḥasanat, le donne che se fossi vestito normale potrebbero volerti avvicinare vedendoti con la tonaca magari hanno imbarazzo, ecc. ecc. ecc.
Ah e senza dimenticare una cosa grandissima: se indossi la sunna sei protetto da tanti peccati perché ti vergogni a farli con quel vestito!!


JazakAllahu Khair Fabb Yusuf Tarenti. Hai proprio ragione, fratello!

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Ven Mar 08, 2013 9:55 pm    Oggetto: BismiLlāhi arRaḥmāni arRa&#7 Rispondi citando

Oggi mi è venuto da fare un esempio forse un po' sciocco ma spero efficace.
Quando entriamo in un supermercato e abbiamo bisogno di un'informazione in mezzo alle decine o centinaia di persone che ci circondano noi subito cerchiamo qualcuno con la divisa dei dipendenti di quel negozio. A distanza riconosciamo la divisa, il colore, il simbolo e subito ci dirigiamo verso di lui per chiedere informazioni.

Così come pensiamo di poter fare da‘wa se per strada siamo confondibili tra la massa e nulla ci distingue e identifica come musulmani?

Quando mi reco in una città che non conosco e cerco informazioni su dove si trova la moschea la prima cosa che faccio guardandomi attorno è cercare un musulmano e se vedo un uomo con la barba lunga e un abito lungo sono felice e subito lo saluto col Salām e gli chiedo senza temere di sbagliarmi.

Chissà quante persone là fuori hanno curiosità e magari hanno voglia di diventare musulmani e non aspettano altro che porre le loro domande o proprio di dire Šahāda e quando uno di noi passerà per strada con l'abito del musulmano loro si avvicineranno a lui per chiedere. Magari quel musulmano non ha tanto da insegnare, non è avvezzo a fare discorsi o altro e magari neanche conosce la lingua italiana ma in quel momento potrà avere il grande onore di accogliere un'altra persona nell'Islām per il volere di Allāh, ed essendone stato mezzo su di lui saranno duplicate tutte le ricompense di quella persona, ogni sua buona azione sarà ascritta anche per lui che guadagnerà meriti senza fare nulla, solo per essere uscito orgogliosamente vestito da musulmano.

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Dom Mar 10, 2013 2:56 am    Oggetto: Rispondi citando

Nabil ha scritto:
Comunque gli abiti sono prodotti in tutto il mondo si puo distinguere gli abiti dei preti cristiani o quelli degli rabbini ebrei e quelli degli iman o ulama musulmani.
Per il resto mi suona strano per esempio definire jeans e camicia abiti dei kuffar perchè in quasi tutti i paesi al mondo si producono quei abiti.


Difatti dei "normali" jeans e camicia non associabili a specifiche sottoculture o stili non rientrano giuridicamente nel tipo di "imitazione dei kuffar" proibita, e sono di per sé leciti (sebbene inferiori a stili più vicini alla Sunnah profetica).

Ma d'altra parte, il fatto che questo genere di abiti sia oggigiorno prodotto in tutto il mondo non è certo perché sono gli abiti tradizionali di tutto il mondo, ma deriva invece dalla distruzione delle tradizioni tramite l'occidentalizzazione e la cosiddetta "globalizzazione", e quindi risultato diretto del dominio culturale economico e politico degli "europei" che hanno imposto come "normale" il loro stile in tutto il mondo.

I Sahabah e le generazioni successive portavano con sé lo stile islamico (modellato sulla Sunnah) in tutte le regioni che conquistavano/visitavano (e difatti proprio per questo oggi abbiamo Musulmani in turbante e vestiti lunghi dal Senegal alle Filippine); oggi invece persino nei paesi Musulmani si scimmiottano gli stili importati dai conquistatori che li hanno colonizzati, prima militarmente e ora culturalmente.

Già discusso qui:

Quando la Sunnah "crea fitnah" -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




P.S.: Fratello Yusuf, potresti aggiungere i tuoi ultimi due post in questo thread qui sopra?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tematiche maschili Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.059