Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Sura II, versetto 256

 
Questo forum è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare gli argomenti.   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Politica islamica
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Ven Set 18, 2020 7:55 pm    Oggetto: Ads

Top
Marcella
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/10/12 19:23
Messaggi: 103
Residenza: Sicilia

MessaggioInviato: Lun Ott 29, 2012 3:33 pm    Oggetto: Sura II, versetto 256 Rispondi citando

Abbiate pazienza se d'ora in poi inizierà il Vostro tormentone!

Nella nota di Piccardo leggo che il versetto scese "per tutelare la libertà religiosa della gente della Scrittura (nazareni e israeliti)". Mi sono soffermata sul "tutelare" e non so se l'auto-risposta che mi sono data si avvicina al senso giusto:
A tutte le comunità appartenenti al genere umano fu inviato il Messaggio Divino tramite una Scrittura: il Sacro Corano.
Arrivò anche ai nazareni e agli israeliti che ne tradirono il contenuto alterandolo e contraffacendolo a proprio piacimento ("gettarono alle spalle il libro di Allah"). Però, nonostante abbiano rifiutato la "retta via - che - ben si distingue dell'errore", per la benevolenza di Allah, è stato permesso loro di conservare questo tipo di fede senza essere costretti a rinnegarla (la "tutela" consiste in questo? Forse concedendo fino all'ultimo l'opportunità di ravvedersi sinceramente sebbene siano stati sordi, ciechi e muti?)
Ma, nel giorno in cui saremo tutti giudicati, Allah provvederà alla loro condanna in base a ciò che hanno commesso e tramandato ai posteri.

Grazie!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Abu 'Amamah al-Fatih
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 31/05/10 21:39
Messaggi: 216

MessaggioInviato: Lun Ott 29, 2012 5:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

aSalaam 'alaykom wa RahmatAllaahi wa BarakatuHu
Pace a te, e la Misericordia d'Iddio e le Sue Benedizioni

There is no compulsion in religion…) [2:256]. Muhammad ibn Ahmad ibn Ja'far al-Muzakki informed us>
Zahir ibn Ahmad> al-Husayn ibn Muhammad ibn Mus'ab> Yahya ibn Hakim> Ibn Abi 'Adiyy> Shu'bah> Abu
Bishr> Sa'id ibn Jubayr> Ibn 'Abbas who said: “The women of the Helpers whose boys always died in
infancy used to vow to bring up their boys as Jews if they were to live. When the Banu'l-Nadir were driven
out, they had among them children of the Helpers. The Helpers said: 'We will not leave our children!' Upon
which Allah, exalted is He, revealed (There is no compulsion in religion. The right direction is henceforth
distinct from error …)”. Muhammad ibn Musa ibn al-Fadl informed us> Muhammad ibn Ya'qub> Ibrahim ibn
Marzuq> Wahb ibn Jarir> Shu'bah> Abu Bishr> Sa'id ibn Jubayr> Ibn 'Abbas who said regarding the saying
of Allah, exalted is He, (There is no compulsion in religion…): “The woman of the Helpers whose boys never
survived used to vow that if a boy of hers survived, she would raise him as a Jew. When the Banu'l-Nadir
were driven out of Medina they had among them children of the Helpers. The Helpers said: 'O Messenger of
Allah! Our Children!' Allah, exalted is He, therefore revealed (There is no compulsion in religion…)”. Sa'id ibn
Jubayr said: “Those who wished to leave with the Jews did leave, and those who wished to embrace Islam
embraced Islam”. Said Mujahid: “This verse was revealed about a man of the Helpers who had a black boy
called Subayh whom he used to coerce to become Muslim”. Al-Suddi said: “This verse was revealed about a
man from the Helpers called Abu'l-Husayn. This man had two sons. It happened that some traders from
Syria came to Medina to sell oil. When the traders were about to leave Medina, the two sons of Abu'l-Husayn
called them to embrace Christianity. These traders converted to Christianity and then left Medina. Abu'l-
Husayn informed the Messenger of Allah, Allah bless him and give him peace, of what had happened. He
asked him to summon his two sons. But then Allah, exalted is He, revealed (There is no compulsion in
religion…). The Messenger of Allah, Allah bless him and give him peace, said: 'May Allah banish both of
them. They are the first to disbelieve'. This was before the Messenger of Allah, Allah bless him and give him
peace, was commanded to fight the people of the Book. But then Allah's saying (There is no compulsion in
religion…) was abrogated and the Prophet was commanded to fight the people of the Book in Surah
Repentance”. Masruq said: “A man from the Helpers, from amongst the Banu Salim Banu 'Awf, had two sons
who had converted to Christianity before the advent of the Prophet, Allah bless him and give him peace.
[After the migration of the Prophet, Allah bless him and give him peace, to Medina,] these two sons came to
Medina along a group of Christians to trade in food. Their father went to them and refused to leave them,
saying: 'By Allah! I will not leave you until you become Muslim'. They refused to become Muslim and they all
went to the Messenger of Allah, Allah bless him and give him peace, to settle their dispute. The father said:
'O Messenger of Allah! How can I leave a part of me enter hell fire while I just sit and look?' Allah, glorious
and majestic is He, then revealed (There is no compulsion in religion…) after which he let them go”. Abu
Ishaq ibn Ibrahim al-Muqri' informed us> Abu Bakr ibn Muhammad ibn Ahmad ibn 'Abdus> Abu'l-Hasan 'Ali
ibn Ahmad ibn Mahfuz> 'Abd Allah ibn Hashim> 'Abd al-Rahman ibn Mahdi> Sufyan> Khusayf> Mujahid
who said: “There were some people who were nurse-wetted among the Jews, the Banu Qurayzah and
Banu'l-Nadir. When the Prophet, Allah bless him and give him peace, commanded that the Banu'l-Nadir be
driven out of Medina, those sons of the Aws who were nurse-wetted by the Jews said: 'We will leave with
them and follow their religion'. Their families stopped them and wanted them to coerce them to embrace
Islam. Then the verse (There is no compulsion in religion…) was revealed”.
Tratto dalla traduzione inglese di Asbab an-Nuzul "Le circostanze della Rivelazione" di Al Wahidi

Questa ayah (Segno esplicito - versetto) è stato comunque abrogato dall'ordine, successivo, di combattere la Gente del Libro.

Proseguendo, a tutte le comunità venne inviato un Messaggero recante una Scrittura; ad esempio dapprima venne inviato Mosè con la Torah, in seguito Gesù con l'Injil: i loro seguaci si sono distinti per aver spesso interpolato il Testo ricevuto, che in qualsiasi caso è stato abrogato dall'ultima Rivelazione -il Qur'aan- discesa sull'ultimo Profeta -Muhammad- su tutti loro la pace di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 06/08/10 22:31
Messaggi: 1098

MessaggioInviato: Lun Ott 29, 2012 8:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il verso non è propriamente "abrogato". Semplicemente indica qualcosa di specifico.
Il "tutelare" in un certo senso c'entra qualcosa. Alhamdulillah il fratello IslamanSword ti ha fornito le occasioni di rivelazione del verso (aya) del Quran.

Su questo link trovi il significato e la sua spiegazione.

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


E' in inglese, se non capisci chiedi inchallah. :-)


wassalam
Top
Profilo Invia messaggio privato
Marcella
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/10/12 19:23
Messaggi: 103
Residenza: Sicilia

MessaggioInviato: Mar Ott 30, 2012 12:11 am    Oggetto: Rispondi citando

In realtà ho capito di non aver capito, ma non posso approfondire perchè non conosco l'inglese.
Potreste darmi riferimenti in italiano, per favore?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 06/08/10 22:31
Messaggi: 1098

MessaggioInviato: Mar Ott 30, 2012 6:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

Marcella ha scritto:
In realtà ho capito di non aver capito, ma non posso approfondire perchè non conosco l'inglese.
Potreste darmi riferimenti in italiano, per favore?

traduco l'ultima parte:
..L'Islam chiarisce che non costringe la gente ad entrare nella Fede, piuttosto lungi da cio ...spera di stabilire la giustizia e l'equità e la pace e la sicurezza.

Quando Sayyidna 'Umar Radhi Allahu-Anh: Allah sia soddisfatto di lui invitò una vecchia cristiana ad accettare l'Islam; lei rispose" Io sono una donna anziana in via di morte."' Sentendo questo, Sayyidna 'Umar Radhi Allahu-Anh: Allah sia soddisfatto di lui; non la costrinse ad entrare nell'Islam. In realtà, egli recitò questo versetto: vale a dire, 'non c'è costrizione nella religione.'

In realtà il "costringere una persona ad accettare una fede," non è possibile, è irrealizzabile in quanto la fede non è legata alla risposta fisica mediata dall'esterno, si riferisce al cuore.
La costrizione non incide sulla nostra fedei, ma coinvolge solo l'esterno, la parte fisica,

Quindi certamente lo si puo intravedere come forma di tutela, nel senso che hai indicato tu,: un cristiano sotto l'autorità di un governo islamico gode di diritti e doveri. Allah ha dato diritti e doveri come li ha dati a noi musulmani.

Le autorità islamiche non possono costringere nessuno a diventare musulmano, xk, come diceva il tafsir, la fede non la si può "imporre". E questa è una forma di Tutela-Diritto, se vogliamo chiamarla cosi.
Se la "Gente del libro" rispetta i loro doveri, nessuno li puo costringere a diventare musulmani, Anche se nn li rispettassero non potremmo costringere la gente a diventare musulmani (la fede coivolge il cuore).

Quindi il commento di Piccardo: "per tutelare la libertà religiosa della gente della Scrittura (nazareni e israeliti)". se intende dire cio che il tafsir ci dice a riguardo allora è giusto: "non si puo imporre la fede."

Adesso dovrebbe esser un po piu chiaro inchallah. :)

altrimenti chiedi pure, siamo qui apposta!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Abu 'Amamah al-Fatih
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 31/05/10 21:39
Messaggi: 216

MessaggioInviato: Mar Ott 30, 2012 6:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

baia ha scritto:
lo si puo intravedere come forma di tutela, nel senso che hai indicato tu,: un cristiano sotto l'autorità di un governo islamico gode di diritti e doveri. Allah ha dato diritti e doveri come li ha dati a noi musulmani.

Le autorità islamiche non possono costringere nessuno a diventare musulmano, xk, come diceva il tafsir, la fede non la si può "imporre". E questa è una forma di Tutela-Diritto, se vogliamo chiamarla cosi.
Se la "Gente del libro" rispetta i loro doveri, nessuno li puo costringere a diventare musulmani, Anche se nn li rispettassero non potremmo costringere la gente a diventare musulmani (la fede coivolge il cuore).

Quanto riporti fratello è stato conferito appunto dalla Ayah che ha abrogato quest'ultima, ovvero la 29 di Surat atTawbah che menziona esplicitamente coloro a cui scese la Scrittura come le genti che possono vivere sotto un governo islamico, pagando un tributo, umiliati (secondo alcune posizioni del Fiqh non solo la Gente della Scrittura intesa come Giudei e Cristiani può vivere mantenendo la propria religione pagando il tributo soggiogati -la Storia stessa ce lo dimostra-). wa Allaahu A'lam.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 06/08/10 22:31
Messaggi: 1098

MessaggioInviato: Mar Ott 30, 2012 7:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

Islaman Sword ha scritto:
baia ha scritto:
lo si puo intravedere come forma di tutela, nel senso che hai indicato tu,: un cristiano sotto l'autorità di un governo islamico gode di diritti e doveri. Allah ha dato diritti e doveri come li ha dati a noi musulmani.

Le autorità islamiche non possono costringere nessuno a diventare musulmano, xk, come diceva il tafsir, la fede non la si può "imporre". E questa è una forma di Tutela-Diritto, se vogliamo chiamarla cosi.
Se la "Gente del libro" rispetta i loro doveri, nessuno li puo costringere a diventare musulmani, Anche se nn li rispettassero non potremmo costringere la gente a diventare musulmani (la fede coivolge il cuore).

Quanto riporti fratello è stato conferito appunto dalla Ayah che ha abrogato quest'ultima, ovvero la 29 di Surat atTawbah che menziona esplicitamente coloro a cui scese la Scrittura come le genti che possono vivere sotto un governo islamico, pagando un tributo, umiliati (secondo alcune posizioni del Fiqh non solo la Gente della Scrittura intesa come Giudei e Cristiani può vivere mantenendo la propria religione pagando il tributo soggiogati -la Storia stessa ce lo dimostra-). wa Allaahu A'lam.



La parola "abrogato" in questo caso potrebbe generare equivoci (che io sappia questo verso non viene nemmeno molto preso come esempio di "abrogazione").

Semplicemente l'aya 256 è stata "completata" con l'aya che hai menzionato tu.
Penso tu abbia capito che intendo. :-)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Marcella
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/10/12 19:23
Messaggi: 103
Residenza: Sicilia

MessaggioInviato: Mar Ott 30, 2012 10:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ecco, adesso mi è più chiaro.
Molto spesso quando si affronta la lettura di un testo da soli, senza una guida qualificata alla quale poter chiedere, si incorre in errore e poi comincia la confusione. A modo mio mi ero data una spiegazione senza avere le appropriate conoscenze.
Sono felice di essere entrata in questo forum!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kadijaa
Affezionato
Affezionato


Registrato: 05/12/09 18:54
Messaggi: 56

MessaggioInviato: Mer Gen 02, 2013 12:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

baia ha scritto:
sotto l'autorità di un governo islamico gode di diritti e doveri. Allah ha dato diritti e doveri come li ha dati a noi musulmani.

Le autorità islamiche non possono costringere nessuno a diventare musulmano, xk, come diceva il tafsir, la fede non la si può "imporre". E questa è una forma di Tutela-Diritto, se vogliamo chiamarla cosi.
Se la "Gente del libro" rispetta i loro doveri, nessuno li puo costringere a diventare musulmani, Anche se nn li rispettassero non potremmo costringere la gente a diventare musulmani (la fede coivolge il cuore).


Sto scrivendo con il telefonino e quindi devo per forza essere breve.
La mia domanda è: quando non rispettano i doveri che gli sono imposti, ma non si convertono all'Islam, quali soluzioni sono previste?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14960
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Feb 21, 2013 11:04 pm    Oggetto: Re: Sura II, versetto 256 Rispondi citando

Marcella ha scritto:
non so se l'auto-risposta che mi sono data si avvicina al senso giusto:
A tutte le comunità appartenenti al genere umano fu inviato il Messaggio Divino tramite una Scrittura: il Sacro Corano.
Arrivò anche ai nazareni e agli israeliti che ne tradirono il contenuto alterandolo e contraffacendolo a proprio piacimento ("gettarono alle spalle il libro di Allah").


No, gli ebrei ed i cristiani hanno contraffato e tradito il senso non del Qur'an, ma delle rivelazioni precedenti giunte loro: in particolare la Torah rivelata al Profeta Mosè (Pace su di lui) e l'Injil rivelato al Profeta Gesù (Pace su di lui).

Ed in particolare hanno tradito il senso e la dottrina dell'unicità di Dio e della necessità di seguire i Profeti; nel caso dei cristiani, tale tradimento è avvenuto con la successiva elaborazione della dottrina trinitaria, dell'idea della divinità di Gesù (pace su di lui), etc.

Il Qur'an, rivelato successivamente agli altri Libri, e mai contraffatto né modificato, ristabilirà la verità separandola dall'errore, ed è Guida e Messaggio finale per tutta l'umanità.

Marcella ha scritto:
Però, nonostante abbiano rifiutato la "retta via - che - ben si distingue dell'errore", per la benevolenza di Allah, è stato permesso loro di conservare questo tipo di fede senza essere costretti a rinnegarla (la "tutela" consiste in questo? Forse concedendo fino all'ultimo l'opportunità di ravvedersi sinceramente sebbene siano stati sordi, ciechi e muti?)
Ma, nel giorno in cui saremo tutti giudicati, Allah provvederà alla loro condanna in base a ciò che hanno commesso e tramandato ai posteri.


Direi che ci siamo..
Il nocciolo del discorso è che ad ebrei e cristiani, tra tutti i miscredenti, è riservato un trattamento di "favore" in virtù della loro relativa maggiore vicinanza all'Islam, condividendo coi Musulmani almeno il credere in Dio ed in diversi dei Suoi Profeti (anche se ebrei e cristiani non credono in tutti i Profeti (pace su tutti loro), mentre noi Musulmani sì).

Viene quindi concessa loro la possibilità di vivere a fianco dei Musulmani sotto un governo islamico, vedendosi rispettati tutelati e protetti i loro diritti:

"L'Islam non impone affatto la conversione forzata, e per i suoi stessi principi e la Sua Legge, i credenti di altre religioni che accettano di vivere in un governo islamico sono tutelati nella loro vita, proprietà, libertà religiosa; le loro vite, le loro proprietà e persino i loro luoghi di culto sono protetti dall'esercito islamico, e gli affari interni delle altre comunità religiose vengono amministrati dalle loro rispettive leggi religiose!".
[

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

E si veda pure:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



In virtù di tale vicinanza ai Musulmani, e dell'esperienza pratica che i seguaci di altre religioni avranno della vita sotto un governo islamico, progressivamente avranno la possibilità di rendersi conto della bellezza, della giustizia e della verità dell'Islam, fino ad accettarlo.
E così storicamente è stato, con la progressiva, graduale conversione di intere popolazioni all'Islam in territori in cui prima si seguivano altre religioni, e senza alcuna "conversione forzata", che non è permessa nell'Islam.

Kadijaa ha scritto:
Sto scrivendo con il telefonino e quindi devo per forza essere breve.
La mia domanda è: quando non rispettano i doveri che gli sono imposti, ma non si convertono all'Islam, quali soluzioni sono previste?


In tal caso violerebbero il patto di fedeltà ed alleanza da loro stessi liberamente stipulato, e diverrebbero quindi ribelli contro l'autorità del governo, e combattuti in quanto tali.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare gli argomenti.   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Politica islamica Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.02