Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

richiesta parere

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Ven Set 18, 2020 7:08 am    Oggetto: Ads

Top
rossella
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 27/08/12 15:45
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Lun Ago 27, 2012 5:21 pm    Oggetto: richiesta parere Rispondi citando

Ciao a tutti!
Sono una ragazza italiana e cattolica (ma non molto praticamente, però con una grande fede in Dio) che si trova a vivere un periodo della sua vita molto doloroso e confuso...ho avuto una relazione durata 10 anni con un ragazzo egiziano e musulmano molto praticante, immensamente devoto ad Allah ma nato in Italia e integrato benissimo nella nostra società, molto più di altri italiani.. Dal primo giorno della nostra relazione sapevo quanto lui tenesse alla sua religione e quindi io ero consapevole che per far funzionare la nostra storia prima o poi mi sarei dovuta convertire, non perchè lui me l'abbia mai chiesto lui ma perchè ho capito quanto desiderasse far crescere i suoi figli in una famiglia totalmente musulmana con madre musulmana, e perciò,amando lui e la sua famiglia e la sua cultura, che l'ha reso un uomo così speciale, desideravo andargli incontro con un'eventuale conversione (anche se la mia famiglia era all'oscuro di tutto); ho cominciato a studiare da sola un minimo di alfabeto arabo, ho letto tanti libri sull'Islam, e rimanevo sempre più affascinata... soprattutto perchè, ripeto, questa religione aveva reso lui e le persone delle sua famiglia con cui ero venuta a contatto davvero speciali; ma lui in tutto questo non ha mai dimostrato entusiasmo; anche se mi sembrava strano non ho voluto approfondire la questione, nella convinzione che prima o poi, nel momento in cui il nostro rapporto sarebbe diventato ufficiale, si sarebbe dato da fare anche a lui a insegnarmi molte cose. Ecco, parliamo dell'ufficializzazione del rapporto:in tutti questi anni non ha mai voluto presentarmi al padre come fidanzata, mentre la madre era consapevole e contenta del nostro legame;io non capivo il motivo (lui diceva che il padre lo considerava ancora un "fanciullo" e lui non voleva farlo entrare in questioni amorose per una sorta di riservatezza; io ovviamente gli ho sempre creduto, anche se questa situazione cominciava a pesarmi; ma, nonostante tutto, ero convinta che la nostra storia potesse durare a lungo ed essere coronata dal matrimonio. Se non fosse che dopo 10 anni vissuti meravigliosamente insieme, con un fortissimo sentimento alla base da parte di entrambi, con grande rispetto e condivisione di molti aspetti della vita di coppia, nel giro di qualche mese decide che per il bene di entrambi è meglio interrompere la nostra relazione perchè, da uomo razionale qual è, è convinto che ci sarebbero stati troppi problemi per una futura vita di coppia, soprattutto per quanto riguarda l'educazione dei figli e i problemi ad accettare la differente cultura da parte dei corrispettivi suoceri (soprattutto da parte della sua famiglia); inoltre ritiene che non sarebbe giusto, per me, allontanarmi dalla cultura d'origine solo per amor suo (perchè gli ho fatto capire che per me non ci sarebbero problemi a convertirmi all' ISLAM) e che a causa del divieto della religione islamica di un'eventuale convivenza pre-matrimoniale non avremmo saputo se effettivamente saremmo andati d'accordo anche nella quotidianeità. Io sono disperata, perchè follemente innamorata di questo ragazzo che mi ha rispettata ed amata moltissimo dal primo all'ultimo giorno del nostro rapporto durato così tanti anni e che tuttora tiene moltissimo a me ma che ha preso questa decisione con una fermezza e razionalità tali da lasciarmi impietrita. Vorrei un vostro parere: è davvero così impossibile riuscire a far funzionare una storia del genere? e cosa potrei fare per convincere il mio "lui"e soprattutto la sua famiglia (il padre) a non considerare sbagliata la nostra storia, soprattutto con un'eventuale conversione di mezzo da parte mia?...ho passato 10 anni a credere in lui e nella nostra storia e ora mi sembra di non vivere più, ma solo sopravvivere, in sua assenza.. Sarei davvero grata se poteste darmi un parere riguardo a questa storia o eventualmente indicarmi qualcuno che potrebbe darmi un aiuto e chiarirmi le idee di persona Ciao. Grazie.[size=12]
Top
Profilo Invia messaggio privato
Unintended
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/08 00:49
Messaggi: 899

MessaggioInviato: Lun Ago 27, 2012 6:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao e benvenuta.

Innanzitutto questo forum non è molto adatto per consigli di tipo sentimentale che forse stai cercando, perciò se ti va bene lo stesso posso provare a rispondere dal punto di vista delle regole islamiche.

Tu giustamente non essendo musulmana non sei a conoscenza di certi divieti, perciò per aiutarti a comprendere la questione credo che sia meglio che tu sappia alcune cose.
I rapporti pre-matrimoniali nell'Islam sono vietati. Questo è inteso anche come semplice conoscersi così come di solito avviene nella società occidentale, figuriamoci un rapporto di tipo "fidanzamento" (e infatti il fidanzamento nell'Islam non esiste, o sei sposato o non sei sposato).
Ciò che la sharia permette è che due potenziali sposi si conoscono in presenza dei parenti a casa, e anche in questo caso è richiesto che mantengano un atteggiamento casto e pudico, limitandosi il più possibile alle domande essenziali per capire il carattere dell'altra persona ed evitando ogni forma di civetteria.
Il fatto che vi siate visti da soli significa che lui non ha rispettato questo punto. Vi è purtroppo la diffusa convinzione che basti non arrivare ai rapporti fisici e tutto il resto va bene, ma non è così. I rapporti tra uomini e donne non sposati e non imparentati sono semplicemente vietati nell'Islam.
Questo per chiarire quello che ti ha detto su un divieto di convivenza pre-matrimoniale (non è proibita solo la convivenza ma il rapporto stesso come ti ho spiegato).

Altro punto è quello che ti ha detto, che non vuole che ti converti per "amore". Personalmente ritengo più che giusto che ti abbia invitata a convertirti per amore di Dio e non per amore suo, la religione è una questione seria e il fatto che ti stia invitando a prenderla seriamente dovrebbe farti vedere il suo atteggiamento come positivo.

Tu ci chiedi come fare a convincere i suoi a non considerare sbagliata la vostra storia, ma se i suoi sono dei musulmani praticanti che hanno ben presente la regola di cui sopra, e che hanno timore che tu possa convertirti non per Dio ma per il tuo fidanzato, come potremmo biasimarli? Come genitori è giusto che auspichino per il loro figlio una sposa musulmana, e anche se un matrimonio con una cristiana o ebrea è permesso, resta comunque un matrimonio con una miscredente.

Comunque, togliendo tutto questo, immaginandoti da sola, secondo me dovresti fare un percorso completamente slegato dalla tua storia con questa persona. Se l'Islam ti affascina sarebbe meglio che approfondissi le tue conoscenze su questa religione e poi dopo, eventualmente, tornare a ricontattarlo.

La passione travolgente che nasce da questi rapporti nella maggior parte dei casi si rivela una bolla di sapone che negli anni tende a scoppiare, mentre una fede sincera è qualcosa di più duraturo e prezioso. Pensaci.

Un saluto.

_________________
“Only God can Judge Me?”,”Naah False People can and will Judge me everyday but God will only judge me ONCE and his judgment is the ONLY one that matters.”
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hajna
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 11/08/12 15:30
Messaggi: 263
Residenza: ________Cristiana

MessaggioInviato: Lun Ago 27, 2012 6:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

Scusa la franchezza ma mi sembra la classica storia in cui la ragazza occidentale viene "usata" per poi essere scaricata in vista di progetti più seri... le "motivazioni" (che io chiamerei semplicemente scuse) che adduce non hanno senso... la vostra storia è durata DIECI anni; non uno, DIECI! Penso che abbia potuto capire molto di te, più di quanto non possa capire di una eventuale futura moglie che conoscerà sì e no un paio di mesi (visto che in ogni caso la convivenza è proibita). Ti chiedo scusa per il mio essere cruda ma penso che sia meglio una verità cruda che una bugia che illude e fa star male per più tempo. Ti auguro il meglio :-)

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14960
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Ago 27, 2012 10:14 pm    Oggetto: Re: richiesta parere Rispondi citando

rossella ha scritto:
Ciao a tutti!
Sono una ragazza italiana e cattolica (ma non molto praticamente, però con una grande fede in Dio) che si trova a vivere un periodo della sua vita molto doloroso e confuso...ho avuto una relazione durata 10 anni con un ragazzo egiziano e musulmano molto praticante, immensamente devoto ad Allah ma nato in Italia e integrato benissimo nella nostra società, molto più di altri italiani.. Dal primo giorno della nostra relazione sapevo quanto lui tenesse alla sua religione e quindi io ero consapevole che per far funzionare la nostra storia prima o poi mi sarei dovuta convertire, non perchè lui me l'abbia mai chiesto lui ma perchè ho capito quanto desiderasse far crescere i suoi figli in una famiglia totalmente musulmana con madre musulmana, e perciò,amando lui e la sua famiglia e la sua cultura, che l'ha reso un uomo così speciale, desideravo andargli incontro con un'eventuale conversione (anche se la mia famiglia era all'oscuro di tutto); ho cominciato a studiare da sola un minimo di alfabeto arabo, ho letto tanti libri sull'Islam, e rimanevo sempre più affascinata... soprattutto perchè, ripeto, questa religione aveva reso lui e le persone delle sua famiglia con cui ero venuta a contatto davvero speciali; ma lui in tutto questo non ha mai dimostrato entusiasmo; anche se mi sembrava strano non ho voluto approfondire la questione, nella convinzione che prima o poi, nel momento in cui il nostro rapporto sarebbe diventato ufficiale, si sarebbe dato da fare anche a lui a insegnarmi molte cose. Ecco, parliamo dell'ufficializzazione del rapporto:in tutti questi anni non ha mai voluto presentarmi al padre come fidanzata, mentre la madre era consapevole e contenta del nostro legame;io non capivo il motivo (lui diceva che il padre lo considerava ancora un "fanciullo" e lui non voleva farlo entrare in questioni amorose per una sorta di riservatezza; io ovviamente gli ho sempre creduto, anche se questa situazione cominciava a pesarmi; ma, nonostante tutto, ero convinta che la nostra storia potesse durare a lungo ed essere coronata dal matrimonio. Se non fosse che dopo 10 anni vissuti meravigliosamente insieme, con un fortissimo sentimento alla base da parte di entrambi, con grande rispetto e condivisione di molti aspetti della vita di coppia, nel giro di qualche mese decide che per il bene di entrambi è meglio interrompere la nostra relazione perchè, da uomo razionale qual è, è convinto che ci sarebbero stati troppi problemi per una futura vita di coppia, soprattutto per quanto riguarda l'educazione dei figli e i problemi ad accettare la differente cultura da parte dei corrispettivi suoceri (soprattutto da parte della sua famiglia); inoltre ritiene che non sarebbe giusto, per me, allontanarmi dalla cultura d'origine solo per amor suo (perchè gli ho fatto capire che per me non ci sarebbero problemi a convertirmi all' ISLAM) e che a causa del divieto della religione islamica di un'eventuale convivenza pre-matrimoniale non avremmo saputo se effettivamente saremmo andati d'accordo anche nella quotidianeità. Io sono disperata, perchè follemente innamorata di questo ragazzo che mi ha rispettata ed amata moltissimo dal primo all'ultimo giorno del nostro rapporto durato così tanti anni e che tuttora tiene moltissimo a me ma che ha preso questa decisione con una fermezza e razionalità tali da lasciarmi impietrita. Vorrei un vostro parere: è davvero così impossibile riuscire a far funzionare una storia del genere? e cosa potrei fare per convincere il mio "lui"e soprattutto la sua famiglia (il padre) a non considerare sbagliata la nostra storia, soprattutto con un'eventuale conversione di mezzo da parte mia?...ho passato 10 anni a credere in lui e nella nostra storia e ora mi sembra di non vivere più, ma solo sopravvivere, in sua assenza.. Sarei davvero grata se poteste darmi un parere riguardo a questa storia o eventualmente indicarmi qualcuno che potrebbe darmi un aiuto e chiarirmi le idee di persona Ciao. Grazie.[size=12]


Ciao Rossella,

Per favore leggi attentamente l'avviso all'inizio di questa sezione:

Avviso fondamentale (e da leggere prima di postare) -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Mentre, se hai bisogno di informazioni e chiarimenti sull'Islam, siamo a tua disposizione.
L'Islam non è una cultura, non è "la cultura egiziana", né quella swahili o quella malese. E' l'ultima rivelazione che Dio ha inviato per tutta l'umanità.
Magari aver conosciuto questa persona (al di là del suo comportamento islamicamente errato) è stato un mezzo tramite il quale hai avuto la possibilità di conoscere l'Islam. Concentrati su questo: ne va' della tua salvezza nell'altra vita.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2769
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mar Ago 28, 2012 1:10 am    Oggetto: Rispondi citando

Salam Aleikum.

Secondo me è' un pò un controsenso atteggiarsi a persona " molto praticante, immensamente devoto ad Allah" e poi avere una relazione extra-coniugale per giunta con una donna non Musulmana.
Se uno è veramente devoto e praticante, nemmeno dovrebbe guardare una donna prima del matrimonio..!
I ragazzi veramente praticanti li riconosci perchè quando passi per strada abbassano lo sguardo. Altro che relazione di dieci anni.
Pertanto INshaAllah prendi ciò che di bello ti ha lasciato questa relazione: ovvero la curiosità verso l'Islam. E lascialo perdere se lui inizia a farsi problemi ad ufficializzarti. Perchè , mi dispiace dirtelo, ma significa palesemente che non ha intenzioni serie..
E comunque cerca di non pensare ad una ipotetica conversione solo "per amore". Fallo per te stessa. Magari inizia a pregare, chiedi aiuto ad ALlah. E vedrai che i vuoti d'amore spariranno perchè verranno riempiti da una sensazione più grande:quella di aver trovato la fede.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
rossella
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 27/08/12 15:45
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Mar Ago 28, 2012 11:09 am    Oggetto: Rispondi citando

Grazie a tutti, siete stati davvero gentili a rispondere...e anche se leggere alcune cose fa davvero male almeno mi state aiutando ad aprire gli occhi....io a questo punto davvero non capisco come abbia fatto ad andare contro la sua fede per tutti questi anni....non penso che fosse solo "usare"...mi ha dimostrato in mille modi, durante questi 10 anni, di tenerci a me. Era davvero innamorato. Ma la fede alla fine l'ha fatto allontanare. Com'è giusto che sia, forse...lui ci ha sempre tenuto molto... io comunque speravo davvero che insieme a lui potessi entrare nel mondo dell'Islam, ma il suo parere a riguardo è che sono poco lucida e che non so quello che dico...avvicinarmi all'Islam senza l'appoggio suo e della sua famiglia sarebbe indubbiamente molto ma molto difficile, considerando che la mia famiglia è molto protettiva e legata alle tradizioni e che inevitabilamente,tutti i giorni, sono circondata da persone che vivono e pensano all'occidentale. Inoltre i miei genitori vorrebbero che la loro figlia crescesse seguendo la loro religione. E' per questo che il mio ex ragazzo non ha voluto che io mi convertissi, perchè ha sempre sostenuto che il parere dei genitori è importantissimo e per loro sarebbe una ferita troppo grande. Non ha mai voluto che io andassi contro i miei genitori, così come lui non andrebbe mai contro il volere dei suoi. infatti ha anche ribadito che se ci fossimo solo noi due, in un mondo idilliaco e utopico, non ci sarebbero problemi a stare insieme convertendomi. I problemi nascono nel momento in cui dobbiamo far conciliare il mio "contesto" con il suo "contesto". Mi sa che la faccenda è molto complicata...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2769
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mar Ago 28, 2012 12:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Perchè se l'uomo ha già avuto rapporti, agli occhi della società è "normale" mentre, invece, se si tratta di una donna questa viene "messa in croce"; non dovrebbe spettare ad entrambi lo stesso trattamento in quanto, tutti e due hanno commesso il medesimo errore?
Grazie ancora per l'attenzione!


Per i Musulmani quando una persona (anche sconosciuta) entra nella Ummah (nella comunità Islamica) convertendosi, è sempre una bellissima notizia. Inoltre aiutare e sostenere una persona nella conversione è una cosa che fa guadagnare tantissimi meriti agli occhi di Allah (subhana wa taala). Quindi se un Musulmano storce il naso all'idea che la sua donna si sta convertendo, c'è veramente qualcosa di strano! Mi dispiace ma questo è quello che penso.

E' vero che obbedire ai genitori è giusto, e l'Islam raccomanda moltissimo questa cosa.
Tuttavia c'è una gerarchia di valori. E la verità viene al primo posto. E se qualcosa si frappone tra noi e Lei, quel qualcosa diventa solo un ostacolo che va superato. SI tratti di genitori, amore, figli eccetera.
E un Musulmano questo lo sa benissimo.
Se lui ci tiene a te, dovrebbe pensare soprattutto ad aiutarti ad ottenere la salvezza nell'Al di là. E invece non ci sta proprio pensando.
In ogni caso cerca di approfondire la conoscenza di questa religione a prescindere da come vadano le cose tra te e il tuo fidanzato. =)

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14960
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Ago 28, 2012 4:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

soroboru ha scritto:
Salam Aleikum.

Secondo me è' un pò un controsenso atteggiarsi a persona " molto praticante, immensamente devoto ad Allah" e poi avere una relazione extra-coniugale per giunta con una donna non Musulmana.


Credo che più che "atteggarsi" a persona molto praticante, il fatto è che è diffusa l'idea che basta che una persona abbiamo un nome Musulmano, non bestemmi, non mangi maiale e digiuni a Ramadan, è "molto praticante ed immensamente devoto", anche se poi magari nemmeno fa la preghiera.

Un briciolo di rispetto di un paio di regole - a confronto dell'irreligiosità diffusa tra i "cristiani" di oggi - dà a molti non Musulmani l'idea di trovarsi di fronte ad un "Musulmano praticante".

soroboru ha scritto:
Pertanto INshaAllah prendi ciò che di bello ti ha lasciato questa relazione: ovvero la curiosità verso l'Islam. E lascialo perdere se lui inizia a farsi problemi ad ufficializzarti. Perchè , mi dispiace dirtelo, ma significa palesemente che non ha intenzioni serie..
E comunque cerca di non pensare ad una ipotetica conversione solo "per amore". Fallo per te stessa. Magari inizia a pregare, chiedi aiuto ad ALlah. E vedrai che i vuoti d'amore spariranno perchè verranno riempiti da una sensazione più grande:quella di aver trovato la fede.


STRA-QUOTO!

rossella ha scritto:
io comunque speravo davvero che insieme a lui potessi entrare nel mondo dell'Islam


Se la tua intenzione di diventare Musulmana è sincera e lo fai per Dio e per te stessa, "insieme a lui" o senza di lui non cambia niente.

rossella ha scritto:
avvicinarmi all'Islam senza l'appoggio suo e della sua famiglia sarebbe indubbiamente molto ma molto difficile, considerando che la mia famiglia è molto protettiva e legata alle tradizioni e che inevitabilamente,tutti i giorni, sono circondata da persone che vivono e pensano all'occidentale.


Ci sono migliaia di persone che si convertono all'Islam senza conoscere Musulmani e soprattutto senza avere "fidanzati" o "fidanzate" Musulmani. Perché accettare l'Islam dev'essere per forza visto in congiunzione ad un rapporto con un altra persona?
Accettare l'Islam è essenziale per la propria salvezza nell'altra vita, ed è una responsabilità che ognuno di noi singolarmente ha di fronte al suo Creatore e Signore.
Quando saremo nella tomba saremo soli e non avremo né "fidanzati" né "suoceri", né "parenti" né "amici" ad aiutarci od ostacolarci: dovremo rispondere delle nostre responsabilità e delle nostre scelte.

Prosegui il tuo percorso per conto tuo e per te stessa e per Dio.
Più avanti, quando avrai se Dio vuole accettato l'Islam e rafforzato i tuoi passi, potrai eventualmente preoccuparti di cercare un marito Musulmano sincero e davvero praticante che ti possa offrire un sostegno nella tua pratica della religione.

rossella ha scritto:
Inoltre i miei genitori vorrebbero che la loro figlia crescesse seguendo la loro religione.


Ma se capisci che è sbagliato devi sbagliare per forza, quando c'è così tanto in gioco?

rossella ha scritto:
E' per questo che il mio ex ragazzo non ha voluto che io mi convertissi, perchè ha sempre sostenuto che il parere dei genitori è importantissimo e per loro sarebbe una ferita troppo grande.


Ciò dimostra un'enorme ignoranza dell'Islam e potrebbe arrivare a costituire kufr (miscredenza).

soroboru ha scritto:
Per i Musulmani quando una persona (anche sconosciuta) entra nella Ummah (nella comunità Islamica) convertendosi, è sempre una bellissima notizia. Inoltre aiutare e sostenere una persona nella conversione è una cosa che fa guadagnare tantissimi meriti agli occhi di Allah (subhana wa taala). Quindi se un Musulmano storce il naso all'idea che la sua donna si sta convertendo, c'è veramente qualcosa di strano! Mi dispiace ma questo è quello che penso.


Non è solo quello che pensi, è proprio così come dici, e non è semplicemente qualcosa di "strano": è qualcosa di molto grave.

Testo dell'Imam Nawawi, traduzione dall'arabo all'inglese a cura di Molvi Yusaf al-Kanadi:

Concerning What Constitutes Unbelief (kufr)

قال المتولى: ولو قال المسلم: يا كافر بلا تأويل, كفر, لأنه سمى الإسلام كفرا, والعزم على الكفر في المستقبل كفر في الحال, وكذا التردد في أنه يكفر أم لا فهو كفر في الحال, وكذا التعليق بأمر مستقبل, كقوله: إن هلك مالي أو ولدي تهودت أو تنصرت, قال والرضا بالكفر كفر, حتى لو سأله كافر يريد الإسلام أن يلقنه كلمة التوحيد فلم يفعل, أو أشار عليه بأن لا يسلم, أو على مسلم بأن يرتد, فهو كافر بخلاف ما لو قال لمسلم: سلبه الله الإيمان, أو لكافر: لا رزقه الله الإيمام فليس بكفر لأنه ليس رضا بالكفر, لكنه دعا عليه بتشديد الأمر والعقوبة عليه.


Al-Mutawalli said: If a Muslim says [to another Muslim] “O kàfir”! without any reason [that is, without actually believing him to be a kàfir on account of something he said or did], he commits kufr because [in effect] he has called Islam kufr [that is, by calling one of the representatives of Islam]. If one intends to commit kufr in the future, he commits kufr at that moment, and even if he vacillates about committing kufr, he commits kufr at that moment. Also if one makes his becoming a kàfir on some condition in the future, [he becomes a kàfir at that moment]; for example, if he said that if I lose my property, or my son, I will become a Jew, or a Christian. Furthermore, being content with kufr is itself kufr; thus, if a kàfir who wanted to become a Muslim asked him to give him shahàdah [that is, to make him repeat after him the shahàdah] and he did not do that [or delayed, by telling him to come to the mosque later, or to wait till after the prayer, or to wait till he brought witnesses, or to wait till so and so the director, or the imam, comes ], or motioned him not to accept Islam, or told a Muslim to apostatize, he becomes a kàfir. However, if one said to a Muslim, “May Allah deprive you of your faith (Imàn),” or if he said to a kàfir, “May Allah not give you Imàn,” that will not be kufr because it does not constitute being content with kufr, rather it is a curse that he be treated severely and that he be punished.

قلت: وذكر القاضي حسين في الفتاوى وجها ضعيفا أن من قال لمسلم: سلبه الله الإيمان كفر, ولله أعلم.

I declare [says Imam al-Nawawi]: Al-Qàdi Husain in his al-Fatàwà mentioned a weak opinion [reported of Imam Shàfi‘i] that one who says to a Muslim, “May Allah deprive you of Imàn,” commits kufr. Allah knows better
".

soroboru ha scritto:
E' vero che obbedire ai genitori è giusto, e l'Islam raccomanda moltissimo questa cosa.
Tuttavia c'è una gerarchia di valori. E la verità viene al primo posto. E se qualcosa si frappone tra noi e Lei, quel qualcosa diventa solo un ostacolo che va superato. SI tratti di genitori, amore, figli eccetera.
E un Musulmano questo lo sa benissimo.
Se lui ci tiene a te, dovrebbe pensare soprattutto ad aiutarti ad ottenere la salvezza nell'Al di là. E invece non ci sta proprio pensando.
In ogni caso cerca di approfondire la conoscenza di questa religione a prescindere da come vadano le cose tra te e il tuo fidanzato. =)


Quoto nuovamente! :-)

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2769
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mar Ago 28, 2012 5:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
il fatto è che è diffusa l'idea che basta che una persona abbiamo un nome Musulmano, non bestemmi, non mangi maiale e digiuni a Ramadan, è "molto praticante ed immensamente devoto", anche se poi magari nemmeno fa la preghiera.

Un briciolo di rispetto di un paio di regole - a confronto dell'irreligiosità diffusa tra i "cristiani" di oggi - dà a molti non Musulmani l'idea di trovarsi di fronte ad un "Musulmano praticante".


Si, si!! E' proprio vero!!!!!

Comunque Rossella, mi è venuta in mente un'altra cosa.

In realtà, seppur non è una cosa molto amata, un uomo Musulmano può sposare una donna Cattolica.
Quindi le motivazioni che ha addotto reggono ancora meno.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)


L'ultima modifica di Von Sor il Mar Ago 28, 2012 7:50 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
rossella
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 27/08/12 15:45
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Mar Ago 28, 2012 7:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ma se lui ha sbagliato per tutti questi anni andando contro la volontà di Allah,sapendo di commettere fornicazione, perchè ha continuato? è questo che non capisco... verrà punito? c'è possibilità di redimersi?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2769
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mar Ago 28, 2012 7:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

Se si pente sinceramente e chiede perdono, Allah (subhana wa taala) può perdonarlo. Ma è lui che si deve pentire, non te per lui.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Unintended
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/08 00:49
Messaggi: 899

MessaggioInviato: Mar Ago 28, 2012 8:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

rossella ha scritto:
Grazie a tutti, siete stati davvero gentili a rispondere...e anche se leggere alcune cose fa davvero male almeno mi state aiutando ad aprire gli occhi....io a questo punto davvero non capisco come abbia fatto ad andare contro la sua fede per tutti questi anni....non penso che fosse solo "usare"...mi ha dimostrato in mille modi, durante questi 10 anni, di tenerci a me. Era davvero innamorato.

Magari era davvero innamorato, e forse la sua era semplice ignoranza. Non devi stupirti di questo, tanti musulmani di nascita confondono tradizione del paese/città/famiglia con la religione, ecco un motivo in più per studiare da sola l'Islam così da non farti confondere dalle tradizioni degli altri.
Citazione:
Ma la fede alla fine l'ha fatto allontanare. Com'è giusto che sia, forse...lui ci ha sempre tenuto molto...

Capisco che adesso tu ne sia molto addorolata, ma se rifletti con serentà comprenderai tu stessa che in questo modo lui è tornato ad essere coerente e a dimostrare rispetto verso la sua fede e verso te.

Citazione:
io comunque speravo davvero che insieme a lui potessi entrare nel mondo dell'Islam, ma il suo parere a riguardo è che sono poco lucida e che non so quello che dico...

Probabilmente la sua paura è che tu associ la conversione all'amore per lui.

Citazione:
avvicinarmi all'Islam senza l'appoggio suo e della sua famiglia sarebbe indubbiamente molto ma molto difficile, considerando che la mia famiglia è molto protettiva e legata alle tradizioni e che inevitabilamente,tutti i giorni, sono circondata da persone che vivono e pensano all'occidentale. Inoltre i miei genitori vorrebbero che la loro figlia crescesse seguendo la loro religione.

Adesso forse ti sembrerà una cosa difficile perchè pensi che avere qualcuno accanto che ti parla di religione sia più facile e più efficace piuttosto che fare da sola, ma ti assicuro che non è per niente difficile far da soli anzi, come tu stessa hai notato, potrebbe portarti a mischiare tradizione con religione e insegnarti cose sbagliate.
Per quanto riguarda la famiglia, qui purtroppo tocchi un punto che riguarda praticamente il 99% dei convertiti. La maggior parte delle famiglie reagisce male alla conversione dei figli e spesso fanno di tutto per ostacolare la pratica religiosa, su questo forum potrai leggere decine di testimonianze.

Citazione:
E' per questo che il mio ex ragazzo non ha voluto che io mi convertissi, perchè ha sempre sostenuto che il parere dei genitori è importantissimo e per loro sarebbe una ferita troppo grande. Non ha mai voluto che io andassi contro i miei genitori, così come lui non andrebbe mai contro il volere dei suoi. infatti ha anche ribadito che se ci fossimo solo noi due, in un mondo idilliaco e utopico, non ci sarebbero problemi a stare insieme convertendomi. I problemi nascono nel momento in cui dobbiamo far conciliare il mio "contesto" con il suo "contesto". Mi sa che la faccenda è molto complicata...

Quello che ti ha detto secondo me è abbastanza grave. Ogni musulmano ha il dovere di invitare ad avvicinarsi all'Islam, e se proprio non se la sente di fare questo, il minimo è che non dica niente per NON fare avvicinare le persone (insomma, che se ne stia zitto).
Il fatto che ti abbia detto che prima viene la felicità dei tuoi genitori che la tua fede in Dio, significa che ha le idee abbastanza confuse.
Anche lasciandoti come buon musulmano avrebbe dovuto dirti di approfondire lo studio della religione, non dirti di fare il contrario.
Un motivo in più, secondo me, perchè tu cerchi di studiare da sola. Ci pensi se un giorno sarai tu stessa a insegnargli le cose giuste e correggerlo? :-)

Citazione:
Ma se lui ha sbagliato per tutti questi anni andando contro la volontà di Allah,sapendo di commettere fornicazione, perchè ha continuato? è questo che non capisco...

Forse come dicevo prima si tratta solo di ignoranza, forse non gli hanno spiegato bene in cosa consisteva la fornicazione e forse l'ha capito molti anni dopo. O forse anche se sapeva non ha saputo resistere.
Citazione:
verrà punito? c'è possibilità di redimersi?

Come ha risposto prima soroboru, dovrà pentirsi sinceramente e chiedere il perdono di Dio continuamente, se poi verrà perdonato e non verrà punito non possiamo saperlo. [/quote]

_________________
“Only God can Judge Me?”,”Naah False People can and will Judge me everyday but God will only judge me ONCE and his judgment is the ONLY one that matters.”
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14960
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Ago 28, 2012 11:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

rossella ha scritto:
Ma se lui ha sbagliato per tutti questi anni andando contro la volontà di Allah,sapendo di commettere fornicazione, perchè ha continuato? è questo che non capisco...


Non è così difficile da capire: siamo esseri umani e tutti noi (tranne i Profeti, pace su di loro) compiamo peccati.

Avrà continuato o perché non gli importava più di tanto di commettere un peccato, o perché era troppo debole per riuscire a smettere, etc. etc.

Credo che anche in questa incapacità di concepire la possibilità che un Musulmano possa commettere peccati si mostri una delle varie "strane idee" che circolano sul legame tra "Islam" e "Musulmani in carne ed ossa".

Amani ha scritto:
Per quanto riguarda la famiglia, qui purtroppo tocchi un punto che riguarda praticamente il 99% dei convertiti. La maggior parte delle famiglie reagisce male alla conversione dei figli e spesso fanno di tutto per ostacolare la pratica religiosa, su questo forum potrai leggere decine di testimonianze.


Vero, ma va' ricordato e chiarito che ne vale comunque la pena.
Qualsiasi difficoltà in questa vita è nulla a confronto della soddisfazione e della pace in Paradiso.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.04