Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

chi decide di togliere il niqab...

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Fraintendimenti e comuni incomprensioni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Lug 04, 2020 11:51 am    Oggetto: Ads

Top
Umm Hajar
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 12/03/10 18:25
Messaggi: 1074
Residenza: Sicilia

MessaggioInviato: Mar Nov 15, 2011 4:25 pm    Oggetto: chi decide di togliere il niqab... Rispondi citando

Assalamu aleikum wr wb
sorelle e fratelli ho aperto questo post per capire una cosa , anzi per chiarire una questione che mi ha lasciata perplessa.
L'altro giorno parlando del niqab con una sorella, mi esponeva le sue considerazioni circa la "difficoltà" di portare il niqab, e mi ha detto ( non so secondo quale fatwa lei abbiadetto ciò) che chi decide di toglierlo dopo averlo messo fa enormemente più peccato di una che non vuole metterlo affatto! dopo questa affermazione le ho chiesto spiegazione ma non ha saputo darmene, io le ho spiegato che per alcuni è obbligatorio per altri consigliato...per cui noi che seguiamo il Madhaib maliki sappiamo che è wajib( necessario) per cui non consiste peccato non portarlo ma di grande merito davanti Allah swt farlo...posso aver sbalgiato nel dire che non è haram?perchè non seguire un precetto fard è sicuramente peccato, ma uno wajib?
io da quando ne ho capito il significato ho sempre incoraggiato a metterlo ma non ho mai detto che era haram non farlo! sapevo comunque per il nostro madhaib non esserlo! potete schiarirmi le idee inshallah? jazakallah khairan fiamanillah!

_________________
Per ogni giorno vissuto ci sarà rivolta una domanda: "Hai rispettatoin esso i diritti di Allah e quellidelle Sue creature? Sono state misericordia e generosità ad illuminare la tua giornata?"
Chiedi dunque perdonoper ogni dubbi, sii contritoper ogni mancanza, fai un bene per ogni male commesso.
Allah Tawab (Colui Che riceve il pentimento)
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo MSN
Umm Hajar
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 12/03/10 18:25
Messaggi: 1074
Residenza: Sicilia

MessaggioInviato: Mer Nov 16, 2011 5:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ehilà saaalaaam
c'è nessunooo che mi può rispondere? o forse è una domanda...boh non so...però io ho questo dubbio da togliere aiuto! salam

_________________
Per ogni giorno vissuto ci sarà rivolta una domanda: "Hai rispettatoin esso i diritti di Allah e quellidelle Sue creature? Sono state misericordia e generosità ad illuminare la tua giornata?"
Chiedi dunque perdonoper ogni dubbi, sii contritoper ogni mancanza, fai un bene per ogni male commesso.
Allah Tawab (Colui Che riceve il pentimento)
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo MSN
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 06/08/10 22:31
Messaggi: 1098

MessaggioInviato: Mer Nov 16, 2011 5:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

The Relation Between Awrah & The Obligation To Veil The Face According To The Maliki School
June 12th, 2011

By Ustadh Abdus Shakur Brooks

“The awrah of a free woman with respect to a strange man/non-mahram is all of her body with the exception of her face and hands. As for both of them [the hands and the face] they are not awrah even though it is obligatory on her to cover them due to fear/possibility of fitnah.” (Shaykh Dardir in his A’qrab al-Masālik)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Inchallah se non trovi risposte nel documento facci sapere sorella.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Nov 17, 2011 1:03 am    Oggetto: Re: chi decide di togliere il niqab... Rispondi citando

Umm Hajar ha scritto:
Assalamu aleikum wr wb
sorelle e fratelli ho aperto questo post per capire una cosa , anzi per chiarire una questione che mi ha lasciata perplessa.
L'altro giorno parlando del niqab con una sorella, mi esponeva le sue considerazioni circa la "difficoltà" di portare il niqab, e mi ha detto ( non so secondo quale fatwa lei abbiadetto ciò) che chi decide di toglierlo dopo averlo messo fa enormemente più peccato di una che non vuole metterlo affatto!


Allora, io ricordo di aver letto che chi decida di praticare una delle Sunan az-Zawaid (ovvero quelle Sunan legate alle abitudini del Profeta (sallallahu `alayhi wa sallam), non legate agli atti di adorazione, e che non sono state specificamente ordinate/consigliate dal Profeta (sallallahu `alayhi wa sallam), ma questo riguardo azioni "supererogatorie", non obbligatorie!
Quindi ad esempio, un uomo che decida di tenere i capelli lunghi (fino alle orecchie/spalle), dovrebbe, una volta iniziato, continuare, ed è riprovevole che poi smetta di seguire una Sunnah "supererogatoria" dopo aver iniziato.

Ma riguardo un'azione obbligatoria, invece, ci sono solo due ipotesi, o la si compie, o non la si compie:
-compierla è corretto e doveroso,
-non compierla è scorretto e peccato.

-Compierla per un periodo e poi smettere significa che almeno per un periodo si è obbedito ad Allah, e si spera che si riprenderà in futuro, mentre,
-Non compierla mai, nemmeno iniziare, significa aver sempre e solo disobbedito ad Allah (per quanto riguarda quella specifica azione).

Come può non compiere mai un'azione obbligatoria essere meno peggio di qualcos'altro?..

Ma il fatto è che, a prescindere dalla regola summenzionata sull'iniziare qualcosa di supererogatorio e poi abbandonarlo, in realtà ciò che ti è stato detto va' interpretato alla luce di una diffusa tendenza, che non punta ad altro - coscientemente o meno - che allo scoraggiare dall'obbedienza ad Allah, "terrorizzando" e caricando di timori e paure chi mostri l'intenzione di eseguire un'azione raccomandata, o addirittura obbligatoria.

E così, capita di sentire tutti quei "consigli sinceri" tipo: "guarda che se davvero decidi di iniziare a pregare/lasciarti crescere la barba/indossare l'hijab/niqab poi devi farlo per sempre, non puoi più smettere, non c'è via d'uscita, pensaci bene, stai attento, sei davvero sicuro?!?".

Ed è così che il povero fratello/sorella di buone intenzioni vede delinearsi di fronte a sé ostacoli insormontabili, pesi enormi: "uh, ce la farò mai? Sarà meglio pensarci bene, se poi non ce la faccio?", e, se la fede non è abbastanza forte, c'è persino il rischio che cambi idea ed abbandoni ciò che si proponeva di fare, proprio come faceva presagire il "consiglio sincero" del fratello/sorella del caso, ma questa volta, prima ancora di aver almeno iniziato!

Tale atteggiamento è estremamente grave ed irresponsabile, ed è in fondo legato ad un'altra idea purtroppo diffusa, ovvero l'assurda idea secondo la quale vi sarebbero "due sharie":

-O non pratichi affatto, fai "quello che vuoi" e te ne freghi e non saresti responsabile di nulla - e quindi non dovrai mai eseguire alcun obbligo, altrimenti arriva un "fratello sincero" che ti dice: "ma come, fumi marjuana e preghi? Sei un'ipocrita, o fai uno o fai l'altro!" - ovviamente sottintendendo che deve smettere ed abbandoanre l'unica cosa giusta che faceva, ovvero smettere di pregare, così almeno sarà "coerente" (come se Allah premiasse tale genere di falsa "coerenza"!); quando invece è ovvio che avrebbe dovuto incoraggiarlo per aver iniziato a pregare ed al tempo stesso invitarlo a smettere di fumare!

-Oppure, se davvero decidi di praticare l'Islam, allora devi essere perfetto, senza macchia, eseguire tutto al 100% e non inciampare mai, altrimenti "non ne vale nemmeno la pena".. E visto che è impossibile essere perfetti, dato che non siamo profeti, allora sembra quasi ovvio che "non ne vale la pena", per cui - secondo questa visione, perchè stare anche solo a provarci? Meglio stare nella prima "shari`ah", per la quale non si sarebbe responsabili di niente e non si deve fare nulla: "Io sono esentato, sono "non-praticante", ho il tesserino; l'Islam si applica solo ai "praticanti""!....

Se riflettete bene, vi renderete conto che questo tipo di mentalità è estremamente diffuso, e contribuisce a questa divisione del mondo in "non-praticanti" e "praticanti", con tutte le stupidaggini, pregiudizi ed errate concezioni che ne conseguono - a partire ad esempio dalle voci del popolino invidioso che non manca di far notare che "quello lì" o "quella lì" (rispettivamente con barba e turbante o con niqab, dunque visibilmente Musulmani) che "si atteggiano tanto da bravi Musulmani", in realtà "hanno combinato questo, quello e quell'altro" - il tutto in fondo per autogiustificare il fatto che "noialtri invece ce ne freghiamo di praticare l'Islam, perchè le cose o si fanno perfettamente o non si fanno, e visto che la perfezione non è alla nostra portata, tanto vale continuare la vita che facciamo", ed affogare i sensi di colpa e l'invidia verso chi invece si impegna ad obbedire ad Allah continuando a diffondere voci, calunnie e pregiudizi...

E così, il fatto di essere non-praticanti (quando in realtà "Musulmano non-praticante" dovrebbe essere un ossimoro, visto che nell'Islam praticare ciò in cui si crede non è una libera scelta, ma un dovere) viene di fatto giustificato come "scelta legittima", con una sua "shari`ah" specifica: quella di non fare niente, quella per cui ciò che per i "praticanti" è "obbligatorio", per loro è "haram"!

Quando in realtà, ciò che è obbligatorio, è obbligatorio su ogni singolo Musulmano, "non-praticante" o "praticante" che sia, e non è che diventa obbligatorio solo da quando si decide finalmente di iniziare a praticare, come se invece non si fosse già chiamati da prima ad eseguirlo!
Invece, questa falsa viene comunemente e piuttosto chiaraemtne espressa ad esempio quando qualche sorella pone (come già successo su questo stesso forum) domande tipo "ma se inizio ad indossare l'hijab, poi è obbligatorio e non posso più toglierlo?". No sorella, l'hijab non è che diventa obbligatorio solo nel momento in cui inizi ad indossarlo, è già da ora obbligatorio su di te, sei già responsabile del fatto di non indossarlo!

Di quest'idea errata avevo già parlato in un altro thread, e già che ci sono faccio copia-incolla di quanto avevo scritto al riguardo, in modo da raccogliere tutti i miei interventi in un unico post, ed al tempo stesso cercare di chiarire ancora di più ciò che intendo dire:

(da un altro thread, in cui si parlava dell'hijab in generale invece che del niqab, ma vale lo stesso ragionamento):

"L'hijab è obbligatorio sia che si decida di indossarlo, sia che non lo sia ancora deciso: tale obbligo si applica anche a chi non abbia ancora preso tale decisione, è per questo che chi non lo esegue commette un peccato maggiore, perchè non è che diventa obbligatorio solo dal momento in cui si decida di seguirlo e fino ad allora non lo sia; bensì, lo è sempre e comunque!

C'è una diffusa incomprensione per la quale l'hijab in sé sarebbe qualcosa di meramente "facoltativo", che però diventa "obbligatorio" soltanto nel momento in cui una persona inizi effettivamente a praticarlo.

In realtà, tale obbligo diviene tale sin dal momento del raggiungimento della pubertà (o del'accettazione dell'Islam).

Questa "incomprensione" è di fatto un modo per scoraggiare le sorelle che masha'Allah si rendono conto del loro errore nel non aver seguito tale precetto fino ad allora e sviluppano dunque l'intenzione di rispettare i comandi di Allah l'Altissimo, allora viene praticato su di loro una sorta di terrorismo psicologico - da parte chi vuole mettere i bastoni tra le ruote del loro progresso spirituale - e vengono spaventate con discorsi tipo "eh ma pensaci bene, è un passo importante, guarda che poi una volta che inizi non te lo puoi più togliere", come se togliere l'hijab dopo averlo messo sia più grave del non metterlo affatto, quando invece in entrambi i casi si commette un peccato maggiore, solo che nel secondo caso almeno si è fatto uno sforzo per Allah ed insha'Allah a tale primo sforzo potrà esserne fatto seguire un'altro ed un'altro ancora, finché il rispetto di tale precetto non diventa costante!

Ripeto, questi sono "consigli comuni" che alle sorelle capita spesso di sentirsi rivolgere, ma che sono assolutamente sbagliati, perchè di fatto distolgono una persona dall'obbedienza da un ordine di Allah, invece di incoraggiarla e rafforzarla nella Sua adorazione!
".
[

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

"(...) non dovremmo "spaventare" chi abbia intenzione (un'intenzione per Allah, non per altri motivi) di fare un passo in avanti nella pratica del Din con discorsi tipo "ma sei sicuro?", "pensaci bene!", "guarda che devi esserne davvero convinta", etc.

Non dobbiamo scoraggiare ma incoraggiare: questi "consigli" nascono nella maggior parte dei casi (sicuramente non nel tuo; parlo della "cultura popolare" di questi pseudo-consigli) dall'invidia verso una persona che cerca di fare un passo in più, che viene allora "terrorizzata" e "scoraggiata".

Se una persona vuole iniziare a pregare cosa facciamo, gli diciamo "aspetta, pensaci bene, sei sicuro? Non è che preghi qualche giorno e poi lasci di nuovo? Allora tanto vale non iniziare nemmeno!"?
No! Anzi, lo incoraggiamo, e cerchiamo di rafforzare la sua intenzione, cerchiamo di aiutarlo..

La stessa cosa vale per il niqab o qualsiasi altro precetto del Din..
".
[

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

"(...) ho sentito spesso tali "consigli", ed è proprio per la loro diffusione che ho voluto risollevare il punto.

Ci sono due categorie tra coloro che danno questi consigli:

-coloro che sono invidiosi e lo fanno coscientemente per "mettere i bastoni tra le ruote" nella pratica del Din di altre sorelle, e su di loro c'è poco da dire..

-coloro che sono semplicemente ignoranti o ripetono in buona fede questo consiglio, avendolo già sentito spesso da altre persone, e pensando in tal modo di fare cosa buona.

In realtà, se si analizza meglio tale "consiglio" e lo si paragona allo spirito ed ai precetti della Shari`ah, risulterà evidente quanto sia sbagliato e dannoso, ed al di là di chi se ne faccia promotore (che sia in buona od in cattiva fede), resta il fatto che esso ha origine dagli invidiosi e dai malvagi, e che l'unico suo effetto pratico sia quello di scoraggiare altre persone dalla pratica del Din, dunque di sviarli
".
[

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

Umm Hajar ha scritto:
per cui noi che seguiamo il Madhaib maliki sappiamo che è wajib( necessario) per cui non consiste peccato non portarlo ma di grande merito davanti Allah swt farlo...posso aver sbalgiato nel dire che non è haram?perchè non seguire un precetto fard è sicuramente peccato, ma uno wajib?


C'è un po' di confusione qui sorella: se è wajib (come mostrato anche dal link fornito qui sopra dal fratello baia), significa che è obbligatorio/necessario, e quindi che sì che è peccato non portarlo; altrimenti sarebbe soltanto "raccomandato": è ciò che è "raccomandato" che non eseguirlo - generalmente - non costituisce peccato ma è di gran merito farlo!

Almeno nella scuola Hanafi, non c'è differenza tra non seguire un precetto fard ed uno wajib: in entrambi i casi si commetterà peccato; si veda:

La Classificazione delle Regole della Shari`ah -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Il fratello Baia mi corregga se nella scuola Maliki è diversa, ma il significato di "wajib" indica un obbligo.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Umm Hajar
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 12/03/10 18:25
Messaggi: 1074
Residenza: Sicilia

MessaggioInviato: Gio Nov 17, 2011 12:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ed è proprio qui il nocciolo della questione secondo me, la concezione che fard è "obbligatorio" e quindi peccato non farlo, wajib "consigliato" non è peccato non farlo..secondo me sono questi due punti a dover essere chiariti, almeno secondo ciò che dice il nostro madhaib a riguardo...ma ovviamente sono d'accordo con tutto ciò che hai detto, ma per chiarezza voglio capire questa differenza, perchè sempre e dico perennemente mi viene detto wajib non è obbligatorio e si cullano su questo fatto!

_________________
Per ogni giorno vissuto ci sarà rivolta una domanda: "Hai rispettatoin esso i diritti di Allah e quellidelle Sue creature? Sono state misericordia e generosità ad illuminare la tua giornata?"
Chiedi dunque perdonoper ogni dubbi, sii contritoper ogni mancanza, fai un bene per ogni male commesso.
Allah Tawab (Colui Che riceve il pentimento)
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo MSN
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Gio Nov 17, 2011 2:12 pm    Oggetto: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Umm Hajar ha scritto:
Ed è proprio qui il nocciolo della questione secondo me, la concezione che fard è "obbligatorio" e quindi peccato non farlo, wajib "consigliato" non è peccato non farlo..secondo me sono questi due punti a dover essere chiariti, almeno secondo ciò che dice il nostro madhaib a riguardo...ma ovviamente sono d'accordo con tutto ciò che hai detto, ma per chiarezza voglio capire questa differenza, perchè sempre e dico perennemente mi viene detto wajib non è obbligatorio e si cullano su questo fatto!


Sorella, stiamo facendo confusione tra i termini, wajib e fard in arabo sono essenzialmente sinonimi!! Raccomandato si dice piuttosto mandub o mustahab.
Da quel che ho letto nel madhhab Maliki gli obblighi sono chiamati solitamente wajib, senza che vi sia una differenza terminologica tra questi - sebbene ho letto poi che si parla di alcuni obblighi provenienti dalla Sunna come secondari rispetto a quelli coranici.
Baia o altri mi correggano se ho capito male.

Invece nel madhhab Hanafi si differenziano questi due termini, ma anche in questo caso in realtà si tratta di due obblighi, e ciò che è wajib non è meramente "raccomandato".

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Nov 17, 2011 5:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

Umm Hajar ha scritto:
Ed è proprio qui il nocciolo della questione secondo me, la concezione che fard è "obbligatorio" e quindi peccato non farlo, wajib "consigliato" non è peccato non farlo..secondo me sono questi due punti a dover essere chiariti, almeno secondo ciò che dice il nostro madhaib a riguardo...ma ovviamente sono d'accordo con tutto ciò che hai detto, ma per chiarezza voglio capire questa differenza, perchè sempre e dico perennemente mi viene detto wajib non è obbligatorio e si cullano su questo fatto!


A quanto risulta da una breve ricerca che ho fatto, fard e wajib sono usati come sinonimi nelle scuole Shafi`i, Maliki ed Hanbali: entrambi dunque costituiscono un obbligo, un dovere, e la non esecuzione di un'azione fard/wajib costituisce peccato.
Anzi, ho letto che nella scuola Maliki si usa solitamente il termine wajib al posto di "fard", e sarebbero proprio la stessa cosa!

Ed anche per l'unica scuola per la quale vi sia una differenza terminologica tra "fard" e "wajib", essa riguarda solo la natura della prova (dalil) su cui si fonda tale obbligo, mentre nella pratica, sono entrambi egualmente "obbligatori".

Ora comunque chiedo conferma a Shaykh Humza Chaudhry, insha'Allah.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Umm Hajar
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 12/03/10 18:25
Messaggi: 1074
Residenza: Sicilia

MessaggioInviato: Ven Nov 18, 2011 3:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

Barakallah fik fratello, chiedendo conferma inshallah al Mufty potrò ribattere con più sicurezza quello che dicono inshallah! che Allah swt faciliti a tutti noi la sua adorazioni in questi tempi difficili! Amin

_________________
Per ogni giorno vissuto ci sarà rivolta una domanda: "Hai rispettatoin esso i diritti di Allah e quellidelle Sue creature? Sono state misericordia e generosità ad illuminare la tua giornata?"
Chiedi dunque perdonoper ogni dubbi, sii contritoper ogni mancanza, fai un bene per ogni male commesso.
Allah Tawab (Colui Che riceve il pentimento)
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo MSN
amatoLlah
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 20/02/11 12:25
Messaggi: 1067
Residenza: Toscana Madhab: Maliki

MessaggioInviato: Ven Nov 18, 2011 8:55 pm    Oggetto: Re: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:

Sorella, stiamo facendo confusione tra i termini, wajib e fard in arabo sono essenzialmente sinonimi!! Raccomandato si dice piuttosto mandub o mustahab.
Da quel che ho letto nel madhhab Maliki gli obblighi sono chiamati solitamente wajib, senza che vi sia una differenza terminologica tra questi - sebbene ho letto poi che si parla di alcuni obblighi provenienti dalla Sunna come secondari rispetto a quelli coranici.
Baia o altri mi correggano se ho capito male.

Invece nel madhhab Hanafi si differenziano questi due termini, ma anche in questo caso in realtà si tratta di due obblighi, e ciò che è wajib non è meramente "raccomandato".


che Allah ti benedica fratello,mi era confusa!!

ماهية الفرض والواجب
الفرض لغةً: يستعمل لمعنيين :
أحدهما: التقدير، قال تعالى: (فَنِصْفُ مَا فَرَضْتُم)، ويقال فرض القاضي النفقة أي قَدَّرَ.
والثاني:القطع، يقال: قرضت الفأرةُ الثوبَ، أي قطعته.
أما في الاصطلاح الشرعي: هو اسم لمقدر شرعاً لا يحتمل الزيادة والنقصان، وهو مقطوع به لكونه ثابتاً بدليل موجب للعلم قطعاً من الكتاب أو السنة المتواترة أو بالإجماع، وفي الاسم ما يدل على ذلك كله.
الواجب ، لغةً فيستعمل في شيئين:
أحدهما : في الساقط، ويقال: وجب الميت أي سقط، ومنه سمي القتيل واجباً، قال الله تعالى: (فَإِذَا وَجَبَتْ جُنُوبُهَا)، أي سقطت.
والثاني: في اللازم، يقال: وجب عليه الدين، ووجب عليه الصوم والصلاة أي لزم المكلف أداؤه لا يخرج عن عهدته دونه – كأنه لازمه وجاوره.
وقيل: مأخوذ من الوجبة وهي الاضطراب سمي به لاضطراب في دليل ثبوته.
أما في الاصطلاح الشرعي: الواجب من حيث وصفه بالوجوب هو ما يثاب على فعله ، ويعاقب على تركه

_________________
يا حي يا قيوم برحمتك أستغيث أصلح لي شأني كله ولا تكلني إلى نفسي طرفة عين
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Sab Nov 19, 2011 8:12 am    Oggetto: Rispondi citando

'Umar Andrea ha scritto:
Ora comunque chiedo conferma a Shaykh Humza Chaudhry, insha'Allah.


Ho chiesto:

"1. Qual'è lo statuto di indossare il niqab (ovvero, per una donna di coprire il viso di fronte a uomini non-mahram) in base al Madhhab Maliki?

2. Ad una sorella è stato detto dai suoi familiari (di retroterra "Malikita") che "
wajib" significa semplicemente "raccomandato", qualcosa che se la si fa, è meglio e ricompensato da Allah, ma se la si omette, non si compierebbe peccato. E' vero questo, o piuttosto "wajib" significa obbligatorio e la sua omissione costituisce peccato (come per gli altri Madhahib)?".

Risposta di Shaykh Hamzah Wald Maqbul:

"1- [Lo statuto del niqab è]:
-Fard se la bellezza di una donna è una fitnah.
-Raccomandato se è l`urf di un popolo od un segno di virtù ["righteousness"] in un determinato luogo.
-Makruh, se indossato per takalluf [il mio vocabolario offre come traduzione "finzione, affettazione, manierismo, ipocrisia"] da una donna che non risponde ai criteri precedenti.
Si noti che è esplicitamente scritto nell'Hashiyah dell'Imam Dusuqi sul Khalil che l'intero corpo di una donna è `awrah di fronte ad un uomo kafir estraneo ["unrelated" / ghayr-mahram].

2- Ciò non è vero. Wajib e fard significano la stessa cosa
".

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Fraintendimenti e comuni incomprensioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.043