Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Obiettivi civili?

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Confutazione terrorismo e takfirismo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Gen 16, 2021 10:50 am    Oggetto: Ads

Top
Midi Riccardo
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 12/02/09 13:58
Messaggi: 133
Residenza: TORINO

MessaggioInviato: Dom Mar 20, 2011 11:48 am    Oggetto: Obiettivi civili? Rispondi citando

As salamu alaycum
fratello Umar, ho seguito con attenzione la discussione il cui titolo era all'incirca "Cecenia, guerra dimenticata", in cui si era arrivati a dibattere sulla liceità delle azioni suicide contro obbiettivi civili.
Mi dispiace che l'argomento sia stato cancellato, e che la sorella Nadia abbia chiesto la disattivazione del suo account, però sono riuscito a salvarmi i link che aveva lasciato e me li sono fatti tradurre da un fratello, ed ho accertato, come sostenuto dalla sorella Nadia, che molti ulema hanno spiegato la liceità di queste azioni, come descritto dalla sorella, ed hanno riportato gli hadit ed le ayat citate dalla sorella.
Detto ciò, ritengo che la sorella sia stata attaccata ingiustamente da alcuni fratelli, e penso che con le azioni prese nel forum non abbiano dato la possibilità agli utenti o ai lettori di cosa dice l'islam a proposito di questi attentati suicidi.

Non giova a nessuno nascondere la verità, e ritengo che nessuno si debba fare carico di quello che dicono gli ulema, ma è giusto conoscere tutte le posizioni, e poi ogniuno è libero di seguire le fatawa di questi o quei ulema.

Jazaka allahu kairn alla sorella Nadia che non ha temuto a parlare della nostra religione su questo argomento che viene invece demonizzato da tutti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Al-amazighi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/05/09 15:18
Messaggi: 178
Residenza: Bergamo

MessaggioInviato: Dom Mar 20, 2011 3:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

Assalamo 'alaykum,

Premetto che non ho letto la discussione e quindi non posso dire nulla.

Citazione:
Non giova a nessuno nascondere la verità


Mi spieghi come sia possibile nascondere qualcosa che non si può avere? personalmente credo che sia dovere dell'amministratore intervenire nel modo in cui ritiene più corretto, data la sua esperienza, quando una discussione volge alla degenerazione. wallahua3lam.

salam

_________________
"Allah! Non c'è altro dio che Lui, il Vivente, l'Assoluto. Non Lo prendon mai sopore né sonno. A Lui appartiene tutto quello che è nei cieli e sulla terra. Chi può intercedere presso di Lui senza il Suo permesso? Egli conosce quello che è davanti a loro e quello che è dietro di loro e, della Sua scienza, essi apprendono solo ciò che Egli vuole. Il Suo Trono è più vasto dei cieli e della terra, e custodirli non Gli costa sforzo alcuno. Egli è l'Altissimo, l'Immenso." ( Corano II : 255 )
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Dom Mar 20, 2011 4:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

fratello midi,certe cose oltre a non essere condivise dagli ulama a cui facciamo riferimento e non essere condivise nemmeno dal 99 per cento degli utenti del forum
possono portare con facilita alla chiusura del forum,e anche a cose peggiori.in primis per le stesse persone che le riportano e che bambinescamente non si rendono conto dei pericoli che corrono ma si inalberano se qualcuno cerca di evitarglieli.
spero che tu comprenda.

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
olga
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 23/05/09 14:37
Messaggi: 680
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Dom Mar 20, 2011 6:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

Condivido quello che ha detto il fraello Ibra, anche io dapprima non avevo capito ma poi mi sono resa conto che è stato fatto solo per il bene del forum e in quaclhe modo della sorella (anche mi dispiace molto che si sia fatta disattivare l'utenza, torna sorella dai)

Salam aleikum

_________________
Io sono musulmana, Alhamdulillah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14960
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Mar 21, 2011 12:35 am    Oggetto: Re: Per il fratello Umar Rispondi citando

Wa `alaykum assalam wa rahmatullahi wa barakatuhu.

Midi Riccardo ha scritto:
sono riuscito a salvarmi i link che aveva lasciato e me li sono fatti tradurre da un fratello, ed ho accertato, come sostenuto dalla sorella Nadia, che molti ulema hanno spiegato la liceità di queste azioni, come descritto dalla sorella, ed hanno riportato gli hadit ed le ayat citate dalla sorella.


Sento solo parlare di "molti `ulama', "gli `ulama'", ma nessun nome, e soprattutto nessun riferimento alle opere classiche di fiqh, che - al contrario - chiariscono espressamente la proibizione di colpire deliberatamente (non parliamo delle cosiddette "perdite collaterali" in un contesto di guerra).

Citazione:
Detto ciò, ritengo che la sorella sia stata attaccata ingiustamente da alcuni fratelli, e penso che con le azioni prese nel forum non abbiano dato la possibilità agli utenti o ai lettori di cosa dice l'islam a proposito di questi attentati suicidi.


E' impossibile instaurare alcun dialogo proficuo se non si riesce nemmeno a definire di cosa si stia parlando (nonostante l'abbia ripetuto diverse volte), e della differenza enorme tra metodo ed obiettivo, che meritano due discorsi completamente separati.

La discussione non era sugli "attentati sucidi" (come già detto molte volte, ma tant'è...), era sul colpire deliberatamente dei non combattenti, donne, anziani e bambini, che è chiaramente ed espressamente proibito.

Mi sorprende fratello che ti stia a cuore l'ambiente e la natura ma poi in pratica affermi la liceità di attentati terroristici ed anti-islamici che uccidono decine di non combattenti, donne, anziani e bambini in aree non di guerra, come l'attentato alla ferrovia di Madrid o l'attacco delirante di qualche giorno fa a dei coloni israeliani in cui sono stati uccisi a coltellate dei bambini, per il solo fatto di essere dei figli di coloni ebrei.
Sì, i coloni sionisti adulti costituiscono una determinata categoria di obiettivo militare, essendo di fatto dei combattenti armati, ma i loro figli piccoli (di 11 anni, 3 anni e tre mesi)?!

Chi li ha uccisi non ha usato un razzo (al ché si potrebbe parlare di "danni collaterali", non voluti), li ha uccisi a coltellate, molto probabilmente motivata dalla rabbia, dalle emozioni, proprio come spesso succede a chi parla di Jihad senza conoscerne le regole.

Forse qualche "`alim" potrà cercare qualche assurda giustificazione ad un'azione palesemente ingiustificabile ed illecita, ma qualunque posizione che rigetta chiaramente il Qur'an, la Sunnah e le posizioni stabilit delle quattro scuole giuridiche è rigettata; altrimenti dovremmo seguire pure qualche posizione isolata di chi vorrebbe rendere lecita la musica, l'usura, etc.

Sì, dirà qualcuno "però i kuffar uccidono i nostri civili, le nostre donne ed i nostri bambini".. Verissimo, e pagheranno nell'altra vita e già pagano quando fronteggiano i nostri Mujahidin, ma se loro fanno qualcosa non significa che dobbiamo fare lo stesso pure noi: noi siamo Musulmani, alhamdulillah, abbiamo un'etica e soprattutto delle regole ben precise dateci da Allah.

Se i kuffar violentano le donne Musulmane cosa facciamo, iniziamo a prendere delle donne per strada e le iniziamo a violentare anche noi?
Che ragionamento assurdo è questo?

Midi Riccardo ha scritto:
Non giova a nessuno nascondere la verità


Tanta retorica ed emozioni e pochi fatti concreti; l'andamento dell'altro thread continua anche qui.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
InnomediDio
Rahimahullah


Registrato: 15/05/10 20:52
Messaggi: 273

MessaggioInviato: Lun Mar 21, 2011 6:47 am    Oggetto: Rispondi citando

Quoto, non si uccide in nome di Allah degli innoccenti, ma non bisogna dimenticare neanche i massacri, di Sabra e Shatila, 3500 civili. Erano donne, uomini e bambini. Secondo me non bisogna miscellare quello che avviene in Palestina con gli attentati a scopo politico, tipo quello in Spagna. Comunque condanno da entrambe le parti.

_________________
Con Allah non si è mai soli.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Mer Mar 23, 2011 4:18 am    Oggetto: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Condivido quanto detto da `umar e ricordo anche che questo forum ha le sue regole ed un suo amministratore, che ha diritto e dovere di censurare ciò che ritiene contrario alle suddette regole.
Da cui cito:
Citazione:
4. È proibito inserire collegamenti o materiale facente capo a gruppi ereticali o innovatori, o anti-islamici.

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Midi Riccardo
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 12/02/09 13:58
Messaggi: 133
Residenza: TORINO

MessaggioInviato: Sab Apr 16, 2011 8:20 am    Oggetto: Rispondi citando

Fabri IBRA Khan ha scritto:
fratello midi,certe cose oltre a non essere condivise dagli ulama a cui facciamo riferimento e non essere condivise nemmeno dal 99 per cento degli utenti del forum.

Il fatto che ci siano altri ulema che la pensano diversamente, non si può escludere che gli ulema che seguiamo siano nel giusto.

Fabri IBRA Khan ha scritto:
possono portare con facilita alla chiusura del forum,e anche a cose peggiori.in primis per le stesse persone che le riportano e che bambinescamente non si rendono conto dei pericoli che corrono ma si inalberano se qualcuno cerca di evitarglieli.
spero che tu comprenda.

Su questo posso essere daccordo, e per preservare l'attività del forum e l'icolumità degli utenti, si può chiaramente dire :
il forum segue questi ulema, che hanno questa posizione, e per evitare problemi, NON VOGLIAMO SENTIRE ALTRE VERSIONI, DI ALTRI ULEMA.
Non credo sia difficile, essere chiari, senza aggrdire chi riporta posizioni diverse.

'Umar Andrea Khan ha scritto:
Wa `alaykum assalam wa rahmatullahi wa barakatuhu.

Midi Riccardo ha scritto:
sono riuscito a salvarmi i link che aveva lasciato e me li sono fatti tradurre da un fratello, ed ho accertato, come sostenuto dalla sorella Nadia, che molti ulema hanno spiegato la liceità di queste azioni, come descritto dalla sorella, ed hanno riportato gli hadit ed le ayat citate dalla sorella.


Sento solo parlare di "molti `ulama', "gli `ulama'", ma nessun nome, e soprattutto nessun riferimento alle opere classiche di fiqh, che - al contrario - chiariscono espressamente la proibizione di colpire deliberatamente (non parliamo delle cosiddette "perdite collaterali" in un contesto di guerra).

Perchè non hai risposto alla sorella Nadia R. per avere maggiori dettagli?

'Umar Andrea Khan ha scritto:

La discussione non era sugli "attentati sucidi" (come già detto molte volte, ma tant'è...), era sul colpire deliberatamente dei non combattenti, donne, anziani e bambini, che è chiaramente ed espressamente proibito.

E' Proibito dalle fatawa dagli ulema che seguite voi.

'Umar Andrea Khan ha scritto:

Mi sorprende fratello che ti stia a cuore l'ambiente e la natura ma poi in pratica affermi la liceità di attentati terroristici ed anti-islamici che uccidono decine di non combattenti, donne, anziani e bambini in aree non di guerra, come l'attentato alla ferrovia di Madrid o l'attacco delirante di qualche giorno fa a dei coloni israeliani in cui sono stati uccisi a coltellate dei bambini, per il solo fatto di essere dei figli di coloni ebrei.
Sì, i coloni sionisti adulti costituiscono una determinata categoria di obiettivo militare, essendo di fatto dei combattenti armati, ma i loro figli piccoli (di 11 anni, 3 anni e tre mesi)?!

Fratello, non vedo l'incongruenza tra il voler rispettare la creazione di Allah sophana wa tala ed il voler capire correttamente quello che Allah ci chiede di fare quando nel Corano dice " Preparate, contro di loro, tutte le forze che potrete [raccogliere] e i cavalli addestrati, per terrorizzare il nemico di Allah e il vostro e altri ancora che voi non conoscete, ma che Allah conosce."
Fino a dove ci possiamo o ci dobbiamo spingere per "terrorizzare il nemico"?
Io preferisco sentire le due campane, gli ulema che sono a favore e quelli che sono contrari a certe operazioni suicide, invece di seguire cecamente quello che segue la maggioranza, o quello che fa comodo.
Comunque ai miscredenti piace sentire che il musulmano è contrario al terrorismo, sopratutto dopo l'11 settembre, e sinceramente io faccio molta attenzione a seguire quello che piace ai miscredenti.

'Umar Andrea Khan ha scritto:

Chi li ha uccisi non ha usato un razzo (al ché si potrebbe parlare di "danni collaterali", non voluti), li ha uccisi a coltellate, molto probabilmente motivata dalla rabbia, dalle emozioni, proprio come spesso succede a chi parla di Jihad senza conoscerne le regole.

E' vero fratello, il musulmano ha ancora tanto da imparare dai miscredenti
Per quanto riguarda i danni collaterali delle bombe intelligenti, è stata proprio una bella trovata per giustificarsi e per pulirsi la coscienza per le vittime civili.
Poi loro hanno trovato il grande slogan della guerra al terrorismo per giustificare i bombardamenti su Gaza, su Falluja (i più eclatanti), e su tanti villaggi in Afganistan e tante altre stragi di innocenti che sarebbe lungo elencare.
MA LORO NON SONO TERRORISTI!
Invece il musulmano per non essere giudicato male deve imparare le regole del jihad che piacciono a loro.

'Umar Andrea Khan ha scritto:

Sì, dirà qualcuno "però i kuffar uccidono i nostri civili, le nostre donne ed i nostri bambini".. Verissimo, e pagheranno nell'altra vita e già pagano quando fronteggiano i nostri Mujahidin, ma se loro fanno qualcosa non significa che dobbiamo fare lo stesso pure noi: noi siamo Musulmani, alhamdulillah, abbiamo un'etica e soprattutto delle regole ben precise dateci da Allah.

Penso che come siamo messi, ci vorrà ancora molto tempo per capire come ristabilire la legge di Allah sulla terrà.
Per adesso è vincitore shaitan con tutti i suoi seguaci e servi, ed i musulmani abbassano la testa a loro.
Mi rincuora il fatto che il giorno in cui questa situazione sarà ribaltata è stato predetto e non credo che i musulmani avranno verso i miscredenti, ed i nemici dell'islam, lo stesso atteggiamento che hanno oggi inshallah.

'Umar Andrea Khan ha scritto:

Se i kuffar violentano le donne Musulmane cosa facciamo, iniziamo a prendere delle donne per strada e le iniziamo a violentare anche noi?
Che ragionamento assurdo è questo?

La violenza sulle donne e la tortura non appartengono ai principi dell'islam, però:
"Uccideteli ovunque li incontriate, e scacciateli da dove vi hanno scacciati: la persecuzione è peggiore dell'omicidio."


'Umar Andrea Khan ha scritto:


Midi Riccardo ha scritto:
Non giova a nessuno nascondere la verità

Tanta retorica ed emozioni e pochi fatti concreti; l'andamento dell'altro thread continua anche qui.

Mi dispiace per te, perchè nell'altro thread hai perso l'occasione di approfondire l'argomento.

Fabb Yusuf Tarenti ha scritto:
Condivido quanto detto da `umar e ricordo anche che questo forum ha le sue regole ed un suo amministratore, che ha diritto e dovere di censurare ciò che ritiene contrario alle suddette regole.
Da cui cito:
Citazione:
4. È proibito inserire collegamenti o materiale facente capo a gruppi ereticali o innovatori, o anti-islamici.

Se si riteneva che ciò che aveva portato la sorella Nadia R. fosse contrario ai principi del Forum, l'amministratore aveva il dovere di farglielo presente, invece le cose sono andate diversamente.
io non ho la conoscenza per sostenere discorsi troppo impegnati, ed è per questo che preferisco leggere le vostre discussioni dalle quali ho imparato molte cose sulla nostra religione, però penso di avere nel cuore la fiamma dell'islam che cerco di mantenere sempre accesa, e quando vedo che oggi i musulmani sono calpestati, violentati, torturati, uccisi senza pietà, penso che questo sia il prezzo che stiamo pagando per esserci allontanati dal messaggio del nostro profeta saws, dal suo esempio e dall'esempio dei suoi compagni e quindi da Allah, il nostro creatore, il Creatore di tutto quello che possiamo vedere e di quello che non possiamo vedere o conoscere, ci siamo allontanati da Colui che ci AMA di un amore del quale non riusciamo a comprendere la grandezza, ed abbiamo perso di vista quello che è il nostro compito su questa terra:
«E solo perché mi adorassero che ho creato i Jinn e gli uomini» (LI:56).
Tutto il resto è un contorno.
Facciamoci solo una domanda:
se il Profeta saws ed i suoi compagni vivessero oggi, di fronte a quello che succede ai nostri fratelli e sorelle, farebbero quello che facciamo noi?
Top
Profilo Invia messaggio privato
fatima daniela
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 07/09/09 10:38
Messaggi: 556
Residenza: puglia

MessaggioInviato: Sab Apr 16, 2011 12:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

si sta creando una discussione che a mio modesto parere toglie spazio anche ad altri argomenti..fratello midi, è scritto sul Corano che il suicidio è vietato , figurati se è lecito suicidarsi coinvolgento altra gente. Noi non abbiamo alcun diritto di mettere in dubbio il Sacro Corano, è l'unica cosa certa delle nostre vite perchè viene direttamente da Allah,. Siamo Musulmani, servi di Allah, e non sta bene dire che queste azioni infamanti sono lecite, perchè così facendo creiamo un'immagine sbagliata e brutta dell'Islam, che invece è tutt'altro.
Allahu 3lam

_________________
la ilaha illa allah
mohammad rasulu allah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14960
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Sab Apr 16, 2011 3:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

Assalamu `alaykum wa rahmatullahi wa barakatuhu.

Fratello Midi non so se te ne rendi conto ma stai lanciando accuse molto gravi senza averne alcuna prova; in particolare ci accusi:

-di aver aggredito Nadia R. "semplicemente per aver espresso la posizione di "altri `ulama'"", quando è stata Nadia R. a chiedere la disattivazione del suo account.

-di seguire le posizioni che fanno comodo ai kuffar per dimostrare loro di essere moderati e bravi.

Sono accuse francamente ridicole per chiunque legga abitualmente questo forum.

Ma il punto fondamentale è tutta questa storia degli "`ulama' che la pensano diversamente", ovvero la solita tattica del dare l'impressione dell'esistenza di Ikhtilaf per legittimare le proprie posizioni.

Parliamoci chiaramente: in quale testo classico di Fiqh si riporta la liceità di colpire nel mucchio e deliberatamente "civili" non combattenti?

Questa è una questione di enorme portata e la posizione isolata di qualche "leader di movimento" o di qualche esaltato non ha alcun peso ed è completamente rigettata a favore di quanto chiaramente basato nelle fonti e nei testi classici di giurisprudenza.

Se sei interessato al Fiqh del Jihad ti consiglio di guardare alle disposizioni disposte da Amir al-Mu'minin Mullah Muhammad `Umar al-Mujahid (hafizahullah) e dagli `ulama' e dalle guide dei Taliban - ovvero gente che il Jihad lo fa sul serio e secondo la Shari`ah, piuttosto che alle esternazioni rabbiose di qualche ragazzetto esaltato che si sfoga da dietro una tastiera per sentirsi per qualche minuti il "cavaliere islamico gharib che lotta contro le ingiustizie ed è incompreso da tutti".

Midi Riccardo ha scritto:
Perchè non hai risposto alla sorella Nadia R. per avere maggiori dettagli?


Onestamente non devo dare spiegazioni a te sul perchè non abbia risposto in meno di tre-quattro giorni a Nadia, che per questo ritardo ha risposto sul forum iniziando a lanciare accuse varie che non c'entravano nulla con le ragioni del mio ritardo a rispondere.

Citazione:
E' Proibito dalle fatawa dagli ulema che seguite voi.


Alhamdulillah seguiamo `ulama' che seguono la Shari`ah, non semplicemente la "rabbia".

Midi Riccardo ha scritto:
Fratello, non vedo l'incongruenza tra il voler rispettare la creazione di Allah sophana wa tala ed il voler capire correttamente quello che Allah ci chiede di fare quando nel Corano dice " Preparate, contro di loro, tutte le forze che potrete [raccogliere] e i cavalli addestrati, per terrorizzare il nemico di Allah e il vostro e altri ancora che voi non conoscete, ma che Allah conosce."
Fino a dove ci possiamo o ci dobbiamo spingere per "terrorizzare il nemico"?


Basta consultare i tafsir ed i testi di Fiqh che hanno a che fare con l'argomento.

Midi Riccardo ha scritto:
Io preferisco sentire le due campane, gli ulema che sono a favore e quelli che sono contrari a certe operazioni suicide,


La questione discussa non è ne é mai stata il metodo adottato in un attacco, ma l'obiettivo (ovvero la proibizione di colpire deliberatamente civili innocenti).
Nonostante numerosi chiarimenti, va' avanti la confusione tra i due aspetti.

Midi Riccardo ha scritto:
invece di seguire cecamente quello che segue la maggioranza, o quello che fa comodo.
Comunque ai miscredenti piace sentire che il musulmano è contrario al terrorismo, sopratutto dopo l'11 settembre, e sinceramente io faccio molta attenzione a seguire quello che piace ai miscredenti.


Questo genere di ragionamento non ha senso.

Oltre a permetterti di giudicare la nostra intenzione nell'affermare le posizioni da noi sostenute finora, tale ragionamento presuppone che il metro di cosa sia giusto o sbagliato sia "ciò che piace ai kuffar", ovviamente in senso contrario a loro.

Andando avanti su questa strada dovremmo forse andare in giro ad uccidere neonati e berne il sangue, dato che ai non Musulmani (e senz'altra anche a qualunque Musulmano dotato di ragione) ciò certamente non piace?

No!, il metro di ciò che è giusto o sbagliato è ciò che Allah ha definito giusto e ciò che Allah ha definito sbagliato, a prescindere da ciò che pensano i kuffar.
E non "ciò che per i kuffar è giusto per noi è sbagliato e ciò che per loro è sbagliato per noi è giusto"..

Se in qualche aspetto si condividono dei principi con i miscredenti, "alhamdulillah, che Allah li guidi"; se in qualcos'altro non si condividono dei principi, "alhamdulillah, che Allah li guidi", la risposta è la stessa e andiamo avanti per la nostra strada, senza trasformare il Din al-Islam nel "Din-dell'odio-verso-i-kuffar-qualunque-cosa-facciano-perché-siamo-arrabbiati-e-frustrati".

Non ci facciamo condizionare dagli interessi dei kuffar, né in un senso ma nemmeno nell'altro; ovvero con il ragionamento "se ai non Musulmani piace x noi lo dobbiamo odiare, e se ai non Musulmani non piace y noi lo dobbiamo amare", in un ottica puramente reattiva ed infantile.

Citazione:
Poi loro hanno trovato il grande slogan della guerra al terrorismo per giustificare i bombardamenti su Gaza, su Falluja (i più eclatanti), e su tanti villaggi in Afganistan e tante altre stragi di innocenti che sarebbe lungo elencare.
MA LORO NON SONO TERRORISTI!


Su questo siamo tutti d'accordo, ma non c'entra nulla con quello di cui stiamo parlando.

Ripeto: se i kuffar vanno in giro a violentare le donne Musulmane significa forse che per ritorsione anche noi dobbiamo fare lo stesso e violentare le "loro" donne?!
No, perchè non funziona così nell'Islam: la Shari`ah è sempre al primo posto.

Midi Riccardo ha scritto:
Invece il musulmano per non essere giudicato male deve imparare le regole del jihad che piacciono a loro.


E' vero quello che dici, questo fenomeno esiste senz'altro, ma sembra che tu intenda che le regole di cui stiamo parlando qui sono quelle "che piacciono ai kuffar" e che noi le esponiamo proprio per questo motivo.

Invece sono semplicemente le regole che troverai in qualsiasi manuale classico di giurisprudenza; forse che anche gli `ulama' del passato hanno imparato le regole del Jihad dai kuffar?!

E poi, il fatto di rendere chiare certe regole del Jihad non significa affatto - come invece tu sembri voler intendere nell'ultima parte del tuo messaggio - che nessuno qui abbia detto che i Musulmani debbano restare servi dei kuffar e non ribellarsi ed opporsi alla loro oppressione.
Semplicemente, devono farlo.

Ma accusare altri Musulmani di essere "servi dei kuffar" per il solo fatto di non essere d'accordo con certi eccessi illeciti è il marchio caratteristici dei salafiti deviati tra i Mujahidin, che seminano fitna, fasad e distruggono il vero Jihad dall'interno. E fanno - proprio loro che si riempiono la bocca di takfir ed accuse agli altri Musulmani di essere servi dei kuffar - il loro gioco.

Midi Riccardo ha scritto:
La violenza sulle donne e la tortura non appartengono ai principi dell'islam, però:
"Uccideteli ovunque li incontriate, e scacciateli da dove vi hanno scacciati: la persecuzione è peggiore dell'omicidio."


Chi sta negando il Qital?
Cosa c'entra con la nostra discussione?

Subhanallah proprio tu qualche mese fa avevi scritto

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

che sembrava negare/sminuire l'aspetto militare del Jihad, ed
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

ribadendo che il significato primario di Jihad è quello di combattimento militare, ed ora torni in questa nuova veste accusandoci quasi di negare tale aspetto?!

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Confutazione terrorismo e takfirismo Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.08