Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Velo e fede..

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tematiche femminili
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Lug 06, 2020 3:20 pm    Oggetto: Ads

Top
gianluca/Karim
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 22/03/11 14:14
Messaggi: 9

MessaggioInviato: Mer Mar 23, 2011 1:22 am    Oggetto: Velo e fede.. Rispondi citando

salam aleikum,

dopo aver affrontato diverse letture sulle velature femminili (sono un neo fratello abbiate pietà) ho formulato un concetto su ciò e vorrei sapere se penso male o no:

come ogni buon muslim sono convinto che il pudore del fedele (di ambo i sessi) sia un concetto basilare dell'islam, non si può pensare di vivere nei modi più dissoluti ed impudici ed aspettarsi la grazia del Creatore swt.

detto ciò non voglio passare per un musulmano "annaquatore" cioè uno di quelli che dice, visto che il velo è scomodo per alcuni meglio evitarlo, se Allah swt avesse voluto questo non avrebbe fatto giungere a noi la sua legge e non l'avrebbe preservata dall'alterazione del tempo; PERO':

credo (e se sbaglio per favore correggetemi sulla giusta via) che se una donna decide di togliersi il velo (con però la conseguente uscita dall'islam) dovrebbe essere libera di farlo, senza passare per molestie o maltrattamenti.

Dico ciò perchè credo che un conto sia sfatare il mito dell'imposizione del velo, cosa tutt'altro che veritiera, in quanto per una credente è un piacere conservarsi pudica e dignitosa, un conto sia imporre la religione alle persone.

Questo dubbio non arriva da mie convinzioni femministe o democratiche, ma essendo un operatore sociale mi è capitato un caso di una donna che subì gravi percosse dal marito e dal padre per aver manifestato la propria volontà di abbandonare l'islam. Altri casi analoghi (rari sia chiaro non sto facendo di tutta un erba un fascio) sono capitati nella mia esperienza personale. Credo che vi sia un unico giudice su di noi, ossia il Misericordioso swt e che quindi sarà la donna che si allontana dalla fede a pagare per le proprie mancanze nell'Ultimo Giorno, il marito o chicchessia non dovrebbe permettersi tali infamanti azioni e forse al mondo islamico farebbe bene prendere coscienza o ammettere che per essere dei buoni musulmani si DEVONO seguire certi precetti, però il nostro giudice è uno e quindi tra noi mortali non dovremmo ergerci a giudici.

Se ho sbagliato chiedo di essere guidato verso il giusto pensiero, se ho parlato bene spero di continuare sulla via della rettitudine inshallah.

Pace su tutti voi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aysha Afzaal
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 25/01/09 18:58
Messaggi: 172

MessaggioInviato: Mer Mar 23, 2011 8:50 am    Oggetto: Rispondi citando

Bismillah al Rahman al Rahim.

Assalamu alaikum wa rahmatullahi wa barakatuhu,

fratello, non ho l'autorità per rispondere in modo esauriente e corretto alle tue domande, desidero perciò inshallah solo condividere alcune mie riflessioni, visto che comunque questi tuoi dubbi li conosco bene, perché anch'io li ho avuti.

Innanzitutto: maltrattare e molestare sono termini che non sento affatto in armonia con l'Islam, perciò, mi viene da dire, subito, a caldo, che sono sbagliati secondo l'Islam. Infatti, anche nei casi precisi e dettagliati, in cui l'Islam permette una punizione di tipo corporale sulla persona, questa punizione non deve avere i connotati di una molestia o di un maltrattamento (vedi per esempio la punizione fisica del marito sulla donna, che non deve arrecare alcun danno fisico alla donna, non colpire il volto, essere leggera, etc. la punizione fisica a un bambino, che nei prscritti e limitati casi in cui è possibile, non deve essere umiliante e non essere eseguita presi dalla rabbia.. cito casi specifici sui quali ho letto e sono sicura, aggiungo che mi sembra di aver capito che le prescrizioni sulla punizione si possono generalizzare per tutti i casi).

Poi, sulla religione imposta, credo tu conosca il versetto del Qur'an n. 256 della sura al Baqara: "(...) non c'e costrizione nella religione. (...).
Versetto che si riferisce a chi non nasce musulmano.
Per quanto riguarda chi in età adulta rinnega la sua religione, il discorso è diverso.

MI sembra di capire, nelle tue parole, che ti riferisci comunque alle imposizioni di certe regole esteriori in uno stato/comunità/famiglia musulmani. Da questo punto di vista, ciò che io ho compreso, nel mio pur breve cammino nell'Islam, è che Allah swt è certamente giudice supremo e unico, e soprattutto lo è per il nostro comportamento interiore.
Ma sul comportamento esteriore, vi sono persone nominate anche espressamente da Allah swt, che hanno il dovere di far rispettare la Sua Legge in questa vita terrena e ognuno di noi è responsabile di chi è appunto sotto la sua responsabilità (i genitori dei figli "minorenni", il marito sulla moglie, il capo di stato islamico sulla sua comunità).
Sui modi, ci sono molti pareri ufficiali e consigli da parte dei Sapienti.
Sulla necessità di imporre qualcosa, questo aspetto secondo me ha due livelli:
-il livello del comportamento individuale che necessita di essere guidato, qualora vi siano mancanze, da parte di chi è responsabile della persona (in alcuni casi, corresponsabile con essa, perché non è che se il capo di stato è responsabile, i singoli cittadini poi non lo siano più).
- la necessità di mantenere un ordine sociale in armonia con i precetti islamici, per il benessere collettivo, perché, per esempio, dal punto di vista di un musulmano maschio, è bene non vedere una donna col capo scoperto ed è più facile seguire i precetti coranici di comportamento e relazione, se ella è coperta...

Prova a cominciare a riflettere e indagare su questi punti, inshallah Allah swt ti darà la chiarezza.

Assalamu alaikum,

Aysha
Top
Profilo Invia messaggio privato
olga
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 23/05/09 14:37
Messaggi: 680
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Mar 23, 2011 9:49 am    Oggetto: Rispondi citando

Salam aleikum,

fratello dalle tue parole capisco che c'è un pò di confusione su alcuni concetti fondamentali e inch'allah sei nel posto giù per poterti chiarire le idee.

Alle parole giustissime della sorella Aysha vorrei aggiungere che

Citazione:
se una donna decide di togliersi il velo (con però la conseguente uscita dall'islam)


una donna non esce dall'islam se non porta il velo di seguito ti metto una discussione in cui si parla di questo


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Citazione:
dovrebbe essere libera di farlo,


bhè su questo avrei un pò da ridire.

Se si accetta l'islam si accettano do conseguenza le leggi che ci ha imposto Allah swt e rinnegarle è un peccato gravissimo, se tu togli il velo pensando di toglierlo o no metterlo perchè la società in cui viviamo non ci "permette" di indossarlo allora è un discorso (non una giustificazione) ma se tu lo levi o non lo porti pensando che non sia obbligatorio allora questo ti può anche portare fuori dall'islam (magari il fratello Umar ci dirà meglio).

Citazione:
subì gravi percosse dal marito e dal padre per aver manifestato la propria volontà di abbandonare l'islam


fratello in un ipotetico emirato islamico la sorella sarebbe stata uccisa perchè l'apostasia è un peccato infamante in quanto rompi un patto fatto con Allah, non giudico quello che hanno fatto il padre e il marito perchè dovrei sapere bene come stanno le cose, a volte le persone dicono solo parte delle storie.
Comunque questi sono casi estremi in cui gioca un ruolo molto importante anche il contesto in cui si vive e in cui si cresce quindi bisognerebbe vedere bene cosa c'è alla fonte della storia.

Per alcunwe persone può sembrare impossibile ammettere queste regole ma se si decide di diventare musulmano si deve sapere a cosa si va incontro.

Islam significa sottomissione ad Allah swt.

Astgfirulillah se ho detto qualcosa di sbagliato.

_________________
Io sono musulmana, Alhamdulillah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
gianluca/Karim
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 22/03/11 14:14
Messaggi: 9

MessaggioInviato: Mer Mar 23, 2011 10:36 am    Oggetto: Rispondi citando

Sarebbestata uccisa?e questa sarebbe la via?ma le parole come clemenza compassione o misericordia vi suonano familiari?
ok penso non mi vedrete più qui, pensare alla pena di morte per l'apostasia è contro ogni mio principio, andrò volentieri all'inferno, con la certezza che non avrò mai alzato un dito contro un uomo e la Misericordia sarà sempre applicata da parte mia verso ogni creatura vivente..
Top
Profilo Invia messaggio privato
Unintended
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/08 00:49
Messaggi: 899

MessaggioInviato: Mer Mar 23, 2011 10:45 am    Oggetto: Rispondi citando

gianluca/Karim ha scritto:
ok penso non mi vedrete più qui, pensare alla pena di morte per l'apostasia è contro ogni mio principio, andrò volentieri all'inferno, con la certezza che non avrò mai alzato un dito contro un uomo e la Misericordia sarà sempre applicata da parte mia verso ogni creatura vivente..


Calma, calma, calma....

_________________
“Only God can Judge Me?”,”Naah False People can and will Judge me everyday but God will only judge me ONCE and his judgment is the ONLY one that matters.”
Top
Profilo Invia messaggio privato
olga
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 23/05/09 14:37
Messaggi: 680
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Mar 23, 2011 11:12 am    Oggetto: Rispondi citando

Vedi Karim questo succede a chi prima di diventare musulmano non studia, non indaga, non cerca di capire.

Queste sono le regole che noi le vogliamo accettare o meno.
Qui non siamo in Emirato islamico ma se governasse la legge di Allah sulla terra sarebbe così che tu lo voglia o no.
La nostra mente è limitata per alcune cose e non riesce a capire tutto, bisogna accettarlo non perchè il nostro intelletto possa o meno farlo suo ma perchè è una legge di Allah swt.

Ora non vedo perchè dici che non ti vedremo più? Solo per averti detto la verità? Ok ciao.

_________________
Io sono musulmana, Alhamdulillah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Umm Hajar
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 12/03/10 18:25
Messaggi: 1074
Residenza: Sicilia

MessaggioInviato: Mer Mar 23, 2011 3:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

Assalamu aleikum wr wb
allora fratello una donna che non mette il hijab non esce fuori dall'Islam ma è una fasiqa cioè aperta peccatrice, il fatto che ogniuno non può essere costretto a fare qualcosa che non vuole siamo daccordo ma non diventiamo chiusi di mente..se Allah ci dice che un apastata (si parla in un paese dove viene applicata la sharia) se dopo tre inviti a tornare sui suoi passi deve essere ucciso, noi non siamo nessuno per dire che ciò è sbagliato semplicemente perchè è il volere di Allah swt ( è scritto anche nel Corano) i fratelli scriveranno i versi, io non son brava a farlo, però prima di prendere certe posizioni invito il fratello a studiare bene il Corano e la Sunnah con un po di predisposizione all'ascolto comprensione, deve fare uno sforzo sul suo nifs che gli suggerisce ciò che è giusto e ciò che non lo è...ecco fratello abbi un po di pazienza e inshallah acceterai tutto solo per il fatto che lo dice Allah swt

_________________
Per ogni giorno vissuto ci sarà rivolta una domanda: "Hai rispettatoin esso i diritti di Allah e quellidelle Sue creature? Sono state misericordia e generosità ad illuminare la tua giornata?"
Chiedi dunque perdonoper ogni dubbi, sii contritoper ogni mancanza, fai un bene per ogni male commesso.
Allah Tawab (Colui Che riceve il pentimento)
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo MSN
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Mer Mar 23, 2011 4:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

gianluca karim,perche non metti un momento da parte le tue emozioni,e con calma provi a capire che queste cose non sono frutto delle nostre idee o della linea del forum,bensi leggi prese direttamente daml Corano e dalla Sunna.
e che anche se fanno a pugni con anni di mentalita e principi del kufr che ti sono stati inculcati fin dalla nascita,sono sicuramente giuste.
islam significa sottomissione ad Allah e quindi anche alle sue leggi.
inchallah spero che torni e che capisci.

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1420
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Gio Mar 24, 2011 1:21 am    Oggetto: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

olga ha scritto:
Vedi Karim questo succede a chi prima di diventare musulmano non studia, non indaga, non cerca di capire.

Queste sono le regole che noi le vogliamo accettare o meno.
Qui non siamo in Emirato islamico ma se governasse la legge di Allah sulla terra sarebbe così che tu lo voglia o no.
La nostra mente è limitata per alcune cose e non riesce a capire tutto, bisogna accettarlo non perchè il nostro intelletto possa o meno farlo suo ma perchè è una legge di Allah swt.

Ora non vedo perchè dici che non ti vedremo più? Solo per averti detto la verità? Ok ciao.


Cara sorella ti ricorderei solamente che la nostra Shari'a è stata trasmessa gradualmente nell'arco dei 23 anni di rivelazione coranica e di missione profetica.

Fra i Compagni del Profeta, radhiaAllahu 'anhum, c'è stato chi ha potuto bere alcolici lecitamente, tra le loro donne quante non hanno messo il velo e così via semplicemente perché per la prima metà di questo periodo l'insegnamento verteva quasi esclusivamente sulla mera interiorità.

Come possiamo ora così sommariamente aggredire un fratello da poco convertito, che comunque con umiltà ci ha detto che è qui per imparare ed accetta ben volentieri di essere corretto?

Oltretutto perché la prima cosa che ci viene in mente di insegnargli è una cosa che non gli serve granché e con cui difficilmente si confronterà e che verosimilmente per lui è controversa come la pena per l'apostata?

Infine sappi che almeno secondo il madhhab hanafi questa pena non è la morte per le donne, questo giusto per precisare che tutti abbiamo tante cose da imparare.

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Mar 24, 2011 1:32 am    Oggetto: Re: Velo e fede.. Rispondi citando

Wa `alaykum assalam wa rahmatullahi wa barakatuhu.

gianluca/Karim ha scritto:
dopo aver affrontato diverse letture sulle velature femminili (sono un neo fratello abbiate pietà) ho formulato un concetto su ciò e vorrei sapere se penso male o no:


Fratello, alhamdulillah sei appena entrato nell'Islam, prendi le cose gradualmente e non avere la pretesa di capire tutto subito, per molte cose ci vuole del tempo; il tempo che l'iman (fede) penetri bene nel cuore e che la propria conoscenza islamica aumenti.

Il proprio cammino non finisce con la Shahadah, al contrario, da lì inizia, ed è un cammino che insha'Allah va' avanti per tutta la vita.

Una delle cose da capire - e che ci vuole del tempo a capire - è che l'Islam porta con sé una determinata ideologia e visione del mondo che è differente dall'ideologia e visione del mondo della modernità occidentale, del capitalismo, del comunismo o del buddhismo.

Quella dell'Islam è un'ideologia unica e specifica, basata sui punti fermi dell'`Aqidah dell'Islam e sulla sua Legge Sacra (Shari`ah), che contrasta con tutte le ideologie umane che stanno cercando di soggiogare la religione di Allah per modificarla, mischiarla alle ideologie del kufr e farla scendere a compromessi.

Per questa ragione è essenziale conservare la purezza dell'ideologia dell'Islam, senza alcun genere di miscuglio con le ideologie del kufr, le loro dottrine, le loro parole d'ordine, i loro slogan e la loro mentalità.

Dico tutto ciò perchè nel tuo post si respira - inevitabilmente, vista la tua recentissima conversione - l'influenza di altre ideologie e visioni.

La sorella Aysha Afzaal ha già magistralmente affrontato diversi punti, per cui non entro nel dettaglio preferendo limitarmi all'aver affrontato in generale questa questione dell'"ideologia".

Giusto qualche punto specifico:

gianluca/Karim ha scritto:
credo (e se sbaglio per favore correggetemi sulla giusta via) che se una donna decide di togliersi il velo (con però la conseguente uscita dall'islam)


Guarda che non portare l'hijab non porta una persona fuori dall'Islam!
Sì, è un peccato molto grave ma finché una donna non arrivi a negarne l'obbligo non costituisce kufr.

gianluca/Karim ha scritto:
dovrebbe essere libera di farlo, senza passare per molestie o maltrattamenti.


Questa frase è stata formulata decisamente molto male, sembra partire dal presupposto che tutte le donne che non portano l'hijab subiscano "molestie o maltrattamente", quando non è affatto così.
Quindi stiamo ponendo come dato di fatto un problema che in realtà non si pone.

Per la questione "libertà di scelta", invece, rimando al discorso che ho fatto prima sulle ideologie (da collegare al concetto islamico di responsabilità della famiglia e dei governanti, ed a quello della non-eguaglianza di giusto e sbagliato, di virtù e peccato), oltre a quanto già detto dalla sorella Aysha.

gianluca/Karim ha scritto:
un conto sia imporre la religione alle persone.


Sulla questione "imposizione" e "costrizione" (spesso fraintese a significare che non possa esistere alcuna coercizione nell'Islam, il che è falso e scorretto), vedi ad esempio la discussione in questi post:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



gianluca/Karim ha scritto:
Credo che vi sia un unico giudice su di noi, ossia il Misericordioso swt
(...)
e forse al mondo islamico farebbe bene prendere coscienza o ammettere che per essere dei buoni musulmani si DEVONO seguire certi precetti, però il nostro giudice è uno e quindi tra noi mortali non dovremmo ergerci a giudici.


Ed Il Giudice per eccellenza - Allah - ha scelto, ha deciso e ci ha ordinato di applicare la Sua Legge in questo mondo, ragion per cui abbiamo anche una Legge Sacra e dei giudici che la implementano e la fanno rispettare.

Vedi al proposito i post linkati precedentemente.

Questo a livello teorico e di principio, e non per giustificare percosse "fai da te" e torture verso persone che manifestano l'intenzione di abbandonare l'Islam in un paese non Musulmano - che non mi risulta siano permesse, e Allah sa meglio.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Mar 24, 2011 1:49 am    Oggetto: Rispondi citando

gianluca/Karim ha scritto:
Sarebbestata uccisa?e questa sarebbe la via?ma le parole come clemenza compassione o misericordia vi suonano familiari?
ok penso non mi vedrete più qui, pensare alla pena di morte per l'apostasia è contro ogni mio principio, andrò volentieri all'inferno, con la certezza che non avrò mai alzato un dito contro un uomo e la Misericordia sarà sempre applicata da parte mia verso ogni creatura vivente..


L'Islam è sottomissione ad Allah, non sottomissione a "ciò che ognuno di noi pensa sia giusto".

La Salah (preghiera) ed il digiuno sono atti di adorazione ricompensati grandemente e cose molto buone, ma ci sono momenti precisi in cui Allah ci ha ordinato di eseguirli; se invece le facciamo in momenti in cui non sono permessi (ad esempio pregando mentre sorge il sole, o digiunando il giorno dell'`Id), commettiamo un peccato, anche se in sé la Salah ed il digiuno sono una cosa buona.

La pazienza, la mitezza e la misericordia sono virtù eccellenti e fondamentali, ma se scelgo di agire su di esse mentre un delinquente sta cercando di uccidere un mio parente, faccio un errore enorme.

Ogni virtù ha la sua occasione ed il suo momento.

Il punto non è "applicare la Misericordia" a prescindere, o "fare la Salah" a prescindere; il punto è obbedire agli ordini del nostro Creatore, quando egli ci ordina di digiunare, digiuniamo, quando ci vieta di digiunare, mangiamo, quando ci invita alla Misericordia, siamo misericordiosi, quando è il momento di difenderci, ci difendiamo, e quando è il momento di applicare i Suoi ordini, li applichiamo.

Questa è la religione dell'Islam, la religione dell'obbedienza ad Allah e dell'quilibrio, non dell'assolutizzazione di un certo principio.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
olga
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 23/05/09 14:37
Messaggi: 680
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Gio Mar 24, 2011 10:08 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Come possiamo ora così sommariamente aggredire un fratello da poco convertito, che comunque con umiltà ci ha detto che è qui per imparare ed accetta ben volentieri di essere corretto?


Scusami fratello Yusuf ma io non ho aggredito nessuno ho solo detto le cose come stanno. sono stata troppo diretta? ok ma non mi dire che ho aggredito qualcuno perchè non è così. Come dice lui l'ho corretto o comunque gli ho insegnato una cos che non sapeva.
Non è che ho scritto una cosa che non c'entrava niente con il suo discorso.

Se ti riferisci al fatto che gli ho detto che deve studiare,lo ripeto e non vedo dove sia il problema, ognuno di noi deve studiare e ogni giorno (inch'allah).
Quando io mi sono convertita ho cercato ho ricercato, ho pensato e ripensato e poi piano piano ho fatto miei quei concetti che per me erano impensabili.
Ti faccio un esempio, quando mi hanno detto che la musica era haram per me è stato impensabile, e chiedevo e richiedevo con chiunque mi parlasse di religione chiedevo questa cosa ma non ho mai detto visto che a me piace la musica ok stop non sono più musulmana (astgfirulillah).
Quindi se permetti non devi riprendere me ma lui che ha rifiutato qualcosa che islamicamente è corretto.

Che facciamo come quelle donne che dicono che non è haram viaggiare da sole ma siccome sono entrate da poco gli facciamo lo sconto.

Diciamo che forse non sono stata troppo diplomatica, forse è il fratello Ibra che mi sta influenzando in questo hihihihi.... :)

Citazione:
Infine sappi che almeno secondo il madhhab hanafi questa pena non è la morte per le donne, questo giusto per precisare che tutti abbiamo tante cose da imparare.


Di questo ti ringrazio, non lo sapevo.
E quale è la pena?

_________________
Io sono musulmana, Alhamdulillah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Mar 24, 2011 3:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

olga ha scritto:
Di questo ti ringrazio, non lo sapevo.
E quale è la pena?


In uno Stato in cui sia applicata la Legge Sacra, per una donna è il carcere a vita finchè non muoia o non si penta e torni sui suoi passi.

[Imam Muhammad as-Shaybani, "Kitab al-Siyar al-Saghir", p. 69, Adam Publishers].

Per altre scuole credo che la posizione sia diversa e non si faccia differenza tra maschi e femmine.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tematiche femminili Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.037