Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Racconta il tuo richiamo verso Allah swt

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Accettare l'Islam; percorsi e problemi di fede
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Set 21, 2020 6:30 am    Oggetto: Ads

Top
olga
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 23/05/09 14:37
Messaggi: 680
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Gio Gen 20, 2011 12:15 pm    Oggetto: Racconta il tuo richiamo verso Allah swt Rispondi citando

Assalam aleikum fratelli e sorelle,

vi chiedo se ne avete voglia e tempo di scrivere come siete ritornati all'Islam.

Comincio io ma mi farebbe sapere anche le vostre storie, ogni volta che ne leggo una mi emoziono e capisco quanto è grande Allah swt.

Allora....bismillah.

Faccio una piccola premessa mio marito è del Marocco e quando ci siamo sposati lui non era praticante.

Diciamo che posso definirmi una ragazza come tante altre, nata a Roma studiato lavoro palestra mare amici feste (non troppe non mi è mai piaciuta troppo la vita mondana) insomma una vita come tante anche un pò monotona ripensandoci.

Conosco mio marito nel 1997 (oddio una vita fa praticamente) tramite amici ed è amore a prima vista, cioè mi ha talmente sfinita che alla fine ho ceduto ;)
Nel 2004 aspetto la mia prima piccolina, non siamo sposati, aspettiamo che lei nasce e quando ha 9 mesi ci sposiamo.
Dopo un anno e mezzo circa dal matrimonio mio marito durante il mese del Ramadan inizia a praticare la sua religione, vi faccio presente che lui era un marocchino-italianizzato, compleanni, natale, discoteche le uniche cose religiose che faceva non mangiava maiale e faceva il Ramadan, cmq ritornando al discorso, lui inizia a praticare e ha me crolla il mondo, tutto quello che era il mio mondo fino a quel momento.

All'inizio non l'ho presa male ma poi andando avanti le cose si complicano, lui mi parlava solo di Dio e io stavo odiando lui e Dio (astgfirulillah) odiavo il pranzo e la cena perchè non faceva altro che parlarmi di religione...il rapporto si stava strappando, si sgretolava di giorno in giorno e a rimetterci era mia figlia.

Una notte faccio un sogno...sogno un prete sull'altare che mi dice che la relgione cristiana non è la religione giusta ma devo seguire l'islam...ancora lo ricordo quando mi sveglio lo dico a mio marito, era una domenica, e lui mi dice ...Ambdulillah ora sai che devi fare... ma io testarda continuo per la mia strada.

Dopo circa un anno decidiamo di lasciarci, non ce la facevo più, ero isterica i miei mi dicevano che era diventato un pazzo un esaltato lui dall'altra parte mi diceva che dovevamo andare via da lì, che non dovevo sentire quello che mi dicevano i miei familiari e che se lo avessi seguito ci avrei solo guadagnato.
Che brutto periodo a ripensarci mi viene da piangere.
Pensavo solo al lavoro, ai vestiti e farmi bella, a dare a mia figlia quello che io pensavo la facesse felice.

Stavamo vendendo casa, l'attività tutto e dopo pochi giorni lui sarebbe dovuto partire per il Marocco per allontanarci e vedere come andava a finire.

Accade un fatto che non me la sento di raccontare che però ci fa riavvicinare (diciamo).

Ricominciamo da capo con la promessa che io avrei studiato l'islam per sapere e conoscere quello da cui volevo scappare.
Il lavoro mi lascia, ambdulillah.

Ho cominciato a cercare, era inizio 2009, ho cominciato ad andare alle lezioni sull'islam in una moschea di Roma, ho conosciuto sorelle nuove, persone che senza conoscermi mi abbracciavano e salutavano, mi chiedevano come stavo se mi servisse qualcosa, una cosa stranissima per me. Neanche le mie cugine mi chiedevano come stavo o se mi servisse qualcosa quando le incontravo.
Ho conosciuto questo bellissimo forum e piano piano qualcosa dentro di me è cambiato.
La nebbia si è cominciata a diradare, la luce si è accesa e la vita cominciava ad assumere una prospettiva diversa.
La cosa che subito è cambiata è stato il mio modo di pormi con gli altri, sia nel vestire sia proprio nell'approccio, ero diversa, mi sentivo diversa.
Ho cominciato a vedere quelle persone che prima avevano tanta importanza per me (non parlo dei miei genitori) in modo diverso, a loro non interessava niente di me e della mia condizione ma stavano con me solo per circostanza.

Il 05 giugno 2009 mi sveglio (era un venerdì) e dico a mio marito che volevo dire Shaada.
Siamo andati in moschea e fra le lacrime e i singhiozzi (che ancora scendono se ci penso) ho detto " shaedo anna la ilah illa Allah a shedo anna Mohammed rasullullah"Le sorelle mi abbracciavano e i fratelli (dalla parte degli uomini) dicevano Allahu akbar, Allahu akbar, allahu akbar.

Dopo mio marito mi ha detto che ha pianto.

La mia nuova vita era iniziata, il mio libro ora era bianco, pulito di tutti quei peccati che avevo commesso finora, pronto per essere scritto con una nuova storia.

E' passato un anno e mezzo e ancora tante cose devono essere "messe in pratica" ma inch'Allah spero un giorno di diventare una brava donna musulmana e che Allah sia soddisfatto di me.

Sapete mi rendo conto che visto dal di fuori l'islam può sembrare una gabbia ma se ci sei dentro capisci che è il paradiso.

Dopo il 5 giugno sono rimasta nuovamente incinta ed è nata Maryam, la piccolina di casa.
Le cose con mio marito vanno meglio e ora quando mi parla di religione io sto lì attenta e lo correggo se dice qualcosa di errato, facciamo a gara a chi ne sa di più ma devo dire che lui vince la maggior parte delle volte.

Il mio rammarico più grande è quello di non aver detto ancora alla mia famiglia di essere musulmana, perchè ho paura che loro pensino che sia stato mio marito a forzarmi e poi perchè loro combattevano con me contro di lui, nei tempi bui.
Piano piano stanno capendo che qualcosa è cambiato, che non sono più quella di una volta (ambdulillah).

Spero che la mia storia faccia capire a quanti hanno ancora dei dubbi che questa è la strada giusta.

_________________
Io sono musulmana, Alhamdulillah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Gio Gen 20, 2011 12:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

hamdulillah,olga ha scritto
Citazione:
Il mio rammarico più grande è quello di non aver detto ancora alla mia famiglia di essere musulmana, perchè ho paura che loro pensino che sia stato mio marito a forzarmi e poi perchè loro combattevano con me contro di lui, nei tempi bui.
lo so e l ennesima volta che insisto su questo punto,spero non tu non te la prenda.
pero e l orgoglio (quello stupido e controproducente)che ti impedisce di dire la verita,del resto e anche vero che sei entrata all islam per via di tuo marito,ma non l hai fatto PER tuo marito,e questo quello che conta,a differenza di tanti uomini che "entrano nell islam" PER la loro moglie.
e questo i tuoi genitori lo capiranno presto inchallah (e se non lo capiranno,o faranno finta di non capirlo,chissenefrega,al meno non dovrai piu trasgredire la sharia ogni volta che li vedi,levandoti il velo,magari mangiando cose che non vanno bene ecc ecc)non ti vergognare delle cose buone sorella.Allah non ama che ci si vergogni di Lui.

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Unintended
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/08 00:49
Messaggi: 899

MessaggioInviato: Gio Gen 20, 2011 1:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Chiedo scusa fin da subito se svelerò poco di me ma per svariati motivi sto cercando di tenere nascosta a internet la mia identità.

Comunque sia, la mia strada verso l'Islam è iniziata in modo spontaneo, senza influenze da parte di altri musulmani che tra l'altro non conoscevo. Molti ancora oggi mi chiedono che cosa sia scattato in me all'improvviso e sinceramente non saprei, ciò che so è che sono sempre stata una persona spirituale, sensibile, alla ricerca di un Dio al quale aggrapparmi e affidarmi per superare problemi più grossi di me. Sono cresciuta in una famiglia dove regna l'assenza totale di religione, ancora oggi la gente sorride quando racconto che io ho scoperto chi era Gesù attraverso i film in tv che davano a Natale, figuratevi che manco sapevo esistesse una messa natalizia, a casa mia c'era l'albero e i regali, il puro materialismo. Sono dunque cresciuta con scarse nozioni sulla religione cristiana, apprese da fonti esterne, e forse proprio perchè non avevo una religione ben definità è che ho cominciato da sola a credere profondamente in Dio. Pregavo a modo mio, poi una signora vedendo che non conoscevo nessuna preghiera cristiana mi insegnò il Padre nostro che però sentivo mi dava poco.

Comunque quel poco che avevo tanto mi era bastato per far nascere nel mio cuore una fede in Dio molto ampia. Da adolescente ci ho sempre parlato come si fa' con un'amico, rimanevo coricata a letto prima di dormire e facevo lunghi discorsi mentalmente. Infatti per me Dio è sempre stato qualcosa di reale, non ho mai capito l'uso delle Chiese per poter comunicare con un essere che per me era accanto al mio letto quando lo invocavo.

Poi sono accaduti fatti molto brutti nella mia vita, vicende che nessun ragazzino dovrebbe vivere, stavo crollando, non avevo nessun supporto e la mia ricerca spirituale ha assunto una sorta di urgenza. Mi sono avvicinata al buddismo, mi ha subito affascinata ma la parte che adoravo erano le preghiere. Ma non mi sono convertita totalmente, per me Dio esisteva sempre e comunque, però ero affascinata da quel modo di pregare.

Facendo un salto di qualche anno, intanto la vita da adulta era cominciata e ho ricevuto un'altra forte batosta che mi ha fatto smettere del tutto ogni tipo di preghiera. Sono rimasta in una sorta di periodo di pausa da tutto e da tutti. Una volta ripresa la mia vita in mano, cercato un lavoro e cominciato ad avere delle buone amicizie, la mia parte spirituale si è riaccesa e sentivo un vuoto profondo perchè mi mancava un collegamento tra me e Dio. Lo sentivo sempre vicino ma in che modo pregare? e sopratutto avevo bisogno di qualche guida, qualcosa che mi spiegasse come parlargli veramente. Per curiosità ho iniziato a prendere qualche libro sull'Islam, in realtà avevo solo cattivi pregiudizi su questa religione poichè in tv non facevano che ripetere che era la religione del male. Ringrazio Dio di avermi donato una capacità di riflessione tale da permettermi di uscire dai condizionamenti imposti.
Dai libri (costosi, ahimè) sono passata ad internet, fonte inesauribile di informazioni, e poi ho scoperto questo forum, il concentrato di informazioni migliore che abbia mai trovato.
Improvvisamente ho capito che il mio carattere tranquillo, la mia modestia, la mia voglia di pregare e altro non erano più cose da reprimere come mi insegnavano alcune persone, non c'era niente di male nel non voler passare da un ragazzo all'altro, nel coprirmi invece di svestirmi, di preferire una passeggiata ad una discoteca. L'Islam semplicemente era l'UNICA religione che si "incastrava" con il mio modo di essere. E' stato come un soffice mantello che mi ha avvolta e riscaldata e di cui non ho più potuto fare a meno.

E' stato un percorso lungo e lo si intuisce anche dai miei precedenti messaggi e dalla mia data d'iscrizione, per un po' ho combattuto questa attrazione verso questa religione ma alla fine ho ceduto, ed è stato quando una notte ho letteralmente sentito "devi fare shahada". Mi vengono i brividi a dire che ho proprio sentito queste parole, sono state come un'ordine perentorio che ha posto fine ad ogni dubbio.

A quel punto ho fatto shahada, ho cercato altre musulmane e ho continuato ad approfondire la mia conoscenza. La mia felicità si è completata da quando da poco tempo ho imparato finalmente le preghiere. Mi sento appagata, ogni domanda ha trovato la sua risposta, mi affido a Dio totalmente e quando faccio Du'a ancora gli parlo come quando ero una ragazzina, non so se questo è sbagliato, però per me è un'esigenza fondamentale rivolgermi a Lui come se lo avessi davanti. Mi spiace solo che sono una chiacchierona ma so che sicuramente non Gli dispiace, apro il mio cuore e in cambio mi sento avvolta da un amore più grande di me.

Scusate la lunghezza. :-)
Top
Profilo Invia messaggio privato
olga
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 23/05/09 14:37
Messaggi: 680
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Gio Gen 20, 2011 2:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mash'allah sorella, bellissima storia.

Quella del mantello rende benissimo l'idea.

Fratello Sect&Politics (ma che significa poi) ma come tu non avevi detto che non ritenevi l'argomento "interessante" ;) adesso non ricordo le parole che hai usato invece sei stato il primo a rispondere.
Dai raccontaci anche tu la tua storia, facci scoprire qualcosa di te oltre alla tua dura sincerità.
Vorrei sapere anche la storia del fratello Umar.
Dai se avete tempo buttate giù 2 righe.

Cmq fratello hai ragione (come quasi sempre) devo affrontare la situazione.

Salam aleikum wa ramatullah wa barakhetu

_________________
Io sono musulmana, Alhamdulillah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14960
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Gen 20, 2011 3:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

olga ha scritto:
Fratello Sect&Politics (ma che significa poi)


E' una lunga storia.. :-D

Lo abbiamo "convinto" a cambiare il suo nome alla luce di un'analisi dei suoi post...

Magari il fratello può dare maggior informazioni a riguardo... :-)

olga ha scritto:
Vorrei sapere anche la storia del fratello Umar.


In realtà, non c'è nessuna "storia": Allah ha messo l'iman nel mio cuore, ed ho accettato l'Islam, ecco tutto.
Alhamdulillah.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Gio Gen 20, 2011 6:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

avevi ragione tu sorella olga (magari proprio una sezione era esagerato)comunque posso dirti la stessa storia di umar,non voglio sembrare ermetico,ma in genere preferisco avercela davanti una persona per raccontargli una cosa che considero intima ed avere un po di confidenza (ognuno ha le sue piccole regole),in ogni caso il mio "nuovo nome"piu che dai post deriva dagli argomenti di cui discutevo maggiormente durante il nostro soggionro in uk e nella vita in generale.
p.s. mi avete convinto a cambiarlo?me l avete cambiato!!! :P

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14960
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Gen 20, 2011 6:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sects&Politics ha scritto:
p.s. mi avete convinto a cambiarlo?me l avete cambiato!!! :P


E' per quello che ho usato le virgolette!

E comunque, formalmente è corretto, perchè "te l'abbiamo chiesto" ed hai accettato! :-P

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
zahra26
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 21/12/08 08:43
Messaggi: 586
Residenza: roma madhab: hanafi

MessaggioInviato: Ven Gen 21, 2011 12:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

mash'Allah sorelle Olga e Amani grazie per le vostre storie! che servano da esempio!!

la mia storia...comincia dal 2001 dopo l'attacco alle torri gemelle. Premetto che fin dai 10 anni ho sempre creduto all'esistenza di Dio, mi rendevo conto, soffrendo ( come mi capita ancora adesso, alle volte) del senso effimero della nosta vita che non è eterna e del dopo che ci attende..sono stata battezzata da piccola ma per volere di mia nonna credente, essendo i miei genitori atei. Nessuna ora di religione fatta a scuola, in chiesa mi ci portava qualche volta mia nonna quando stavo da lei, preghiere serali ma nn ho mai avuto una educazione religiosa, era giusto un retaggio e cmq credendo in Dio sentivo dentro di me la fede ma non mi ritrovavo mai nei dogmi della Chiesa, mi sentivo estranea pur rispettando la fede naturalmente e tutte le fedi.

Dopo l'11 settembre comincia il mio studio verso l'Islam, nn capivo il demonizzare queta religione, i preconcetti, una intera comunità di ccredenti stigmatizzata...è stato un percorso lungo, andavo avanti, mi fermavo, riprendevo..piano piano... debbo ammettere che nn si è mai concluso questo percorso di conoscenza e spesso mi trovo un pò...disorientata.

Feci diversi sogni prima della mia conversione, uno me lo ricordo ancora era un uomo di spalle in Moschea che mi diceva, nella mia condizione di nn musulmana ancora, che nn ero nella " posizione giusta" era di spalle avvolto d aun mantello , è stato un sogno chiarificatore.

Da ignorante ammetto che la 1 shahada la feci ad centro sciita di Roma dove ero stata indirizzata. Nn me ne vogliate ero ancora parecchio" confusa" in materia ma continuando le ricerhce dopo qualche mese ripetei la Shahada al consolato Saudita della mia città. 5 anni fa.

Purtroppo ci sono stati alti e bassi, come tutti credo, nn vivendo enn avendo una mia famiglia musulmana... di carattere sono tranquilla, mai bevuto oalcolici, mai fumato,mai messo minigonne o andata in discoteca, mai avuto uscite con ragazzi..insomma su molte cose ero musulmana senza ancora esserlo. I miei genitori sono comprensivi ma la la questione del velo nn la capiranno mai. A parte questo ci sono stati appunto dopo un pò di tempo dei brutti bassi legati alla mia solitudine che ho collegato all'Islam....diverse cadute che mi hanno molto allontanata pu restando credente.. I dubbi purtroppo nn vanno mai via con un colpo di spugna anche se adesso ho ripreso la strada. Prego che Allah SWT abbia misericordia di me.

fi aman Allah,
Zahra

_________________
Subhanaka-Llahuma Rabbana wa bi-hamdik ALLAH-umma ighfir li
Gloria a te o ALLAH nostro Signore a te solo la lode o ALLAH perdonami
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Berri Txarrak
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 30/12/10 03:57
Messaggi: 29

MessaggioInviato: Sab Gen 22, 2011 5:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

sono Ateo e rimango Ateo ma vi posso raccontare l'esperienza di un mio amico (con il quale poi ho avuto discussioni al seguito ma va bè). Lui non si è convertito all'islam ma diciamo che è tornato al cristianesimo (che poi sempre Dio è no?) Vi scrivo dal suo punto di vista.

"Paradossalmente ho ritrovato la fede la fede attraverso la scienza. Studiando materie come Fisica, Matematica, chimica e Biologia mi sono accorto di come il nostro universo sia una sofisticatissima macchina perfetta che non spreca mai nulla e cerca sempre di mantenere la sua armonia senza cadere nel chaos, tutto ciò deve essere stato creato da un'intelligenza superiore, e la vita stessa è la cosa ceh Dio ama di più". Da allora è tornato ad essere devoto.

Io da Ateo che sono ho dovuto esprimere i miei dubbi sulle affermazioni del favoreggiamento di Dio nei confronti degli esseri viventi. Ma restiamo in topic.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Al-amazighi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/05/09 15:18
Messaggi: 178
Residenza: Bergamo

MessaggioInviato: Dom Gen 23, 2011 5:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

Assalamo 'alaykum,

Credo che il tuo amico si sia accontentato invece di andare fino in fondo alla sua ricerca e trovare davanti a sè l'Islam.
Spetta solo ad Allah subhanahu decidere della nostra vita.
Per quanto riguarda te amico Berri Txarrak cosa ti frena dal raggiungere il tuo signore?
Ho letto quello che hai scritto e trovo che tu sia una persona intelligente.
Dovresti cercare di contrastare Shaytan arrajim, prendere possesso della tua anima e chiedere a Dio onnipotente di guidarti.

salam

_________________
"Allah! Non c'è altro dio che Lui, il Vivente, l'Assoluto. Non Lo prendon mai sopore né sonno. A Lui appartiene tutto quello che è nei cieli e sulla terra. Chi può intercedere presso di Lui senza il Suo permesso? Egli conosce quello che è davanti a loro e quello che è dietro di loro e, della Sua scienza, essi apprendono solo ciò che Egli vuole. Il Suo Trono è più vasto dei cieli e della terra, e custodirli non Gli costa sforzo alcuno. Egli è l'Altissimo, l'Immenso." ( Corano II : 255 )
Top
Profilo Invia messaggio privato
Laika
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 24/11/10 10:54
Messaggi: 60
Residenza: Liguria

MessaggioInviato: Lun Gen 31, 2011 10:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

As Salamu Alaikum,
leggo solo ora questo topic e mi sono commossa nel leggere la storia di Olga e di Amani, ed anch'io sento il desiderio di raccontarmi un po' anche se la mia vita ormai è quasi ai limiti. Il mio cammino spirituale è cominciato dieci anni fa, quando è mancato il mio compagno perché prima non frequentavo la chiesa, l'avevo abbandonata da quando ero adolescente, anche se mi ero sposata in chiesa come fanno tante solo per la forma, non andavo mai a confessarmi ma se qualche volta sentivo il bisogno di fare la comunione chiedevo perdono a Dio, mi sembrava assurdo che un uomo si frapponesse fra me e Dio, poi un giorno ho deciso che potevo fare a meno di lui e vivere alla giornata, per me il mio Dio era la natura, il mare, gioivo solamente quando mi sentivo libera e guardavo un tramonto, lì forse mi sentivo vicino a Dio. Poi un giorno, dopo 25 anni di un matrimonio assurdo e piatto, mi sono innamorata di un altro uomo e sono andata a vivere con lui separandomi legalmente da mio marito. Lasciai mio figlio che allora aveva vent'anni e mi stabilii in un paese di poche anime in casa del mio compagno. Ma dopo cinque anni un brutto cancro se lo portò via, io fuggii allora da lì, dalla sorella di lui che non mi amava, mi trasferii nel piccolo appartamento che avevo acquistato in riviera anche se avrei voluto morire anch'io e raggiungere il mio amore ed inoltre siccome avevo dei sensi di colpa nei suoi confronti, paura di non averlo curato abbastanza, un giorno trovai su una rivista un articolo dove alcune mamme raccontavano di essersi messe in contatto con i loro figli deceduti in circostanze drammatiche. Tanto era il mio desiderio di saperne di più che mi decisi a telefonare ad un numero indicato nell'articolo e così mi misi in contatto con una signora che solo per beneficenza aiutava persone nel dolore per la perdita dei loro cari. Conobbi così anche delle sensitive e fui fortunata perché non chiedevano soldi, ascoltavano le voci dei defunti con la metafonia. Ma la cosa non mi convinceva completamente e dopo un anno seguii un'altra strada, cominciai ad andare a yoga, seguii dei seminari di sciamanesimo ed in seguito tramite Internet conobbi delle persone che praticavano buddismo e induismo, ma non mi sentivo soddisfatta, avevo sempre un vuoto nel mio cuore e non riuscivo ad aprirmi all'amore. Poi un giorno in una cittadina vicino alla mia conobbi alcune ragazze che stavano seguendo un percorso nella via dei sufi, cominciai a fare il dikr insieme a loro e nel pronunciare il nome di Allah il mio cuore cominciò ad aprirsi ed una sera mi invitarono a fare la preghiera musulmana e nell'inginocchiarmi e chinare il capo a terra sentii che dopo di quello non ci poteva essere più nulla, avevo finalmente raggiunto quello che cercavo da tanto tempo, senza nemmeno sapere cosa significavano quelle parole che non conoscevo per me era come se le conoscessi da sempre. Così quando mi dissero che sarebbe stato il tempo di andare a Cipro dal maestro decisi anch'io che volevo partire e fare shahada da lui.
Purtroppo in quei giorni non stava bene e non potei vederlo molto spesso, poi quando usciva era attorniato da un mucchio di persone, era molto difficile parlare con lui. In quei giorni piangevo spesso anche per un nonnulla, piangevo se vedevo un gattino malato, un giorno vidi un cane per strada malato e zoppicante, mi avvicinai a lui che mi guardava con due occhi supplichevoli e lo accarezzzai, poi andai a dire la preghiera, allora non sapevo che non si poteva toccare i cani. Stavo male, temevo di dover partire senza aver fatto shahada ed arrivai in quello stato fino all'ultimo giorno. Quel giorno fu terribile perché il mio cuore batteva a cento e lui non ci riceveva, ma aspettammo fino all'ultimo e la sera finalmente alle nove, ci mandò a chiamare. Per me è come se si fosse aperto il paradiso, non so descrivere quello che provai ma feci shahada ed eccomi nell'Islam! Adesso ho solo un problema, anch'io non ho detto ancora nulla ai miei, mio figlio convive con la sua ragazza ed abita vicino a me, ha le chiavi di casa mia ed arriva a qualunque ora ed io ho sempre paura che mi scopra mentre faccio la preghiera. Anche mia sorella non sa nulla, ma credo che presto mi confiderò con lei. Quando vado fuori non metto il velo perché in questo paese dove vivo so che tutti mi guarderebbero come un'aliena e non ho il coraggio anche se vorrei tanto poterlo fare.
Adesso ho finito il mio racconto e spero di non avervi annoiato troppo. Mashallah
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Mar Feb 01, 2011 1:15 am    Oggetto: Rispondi citando

mashallah,che bella storia,ci ha fatto piacere sentirla.

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14960
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Feb 01, 2011 2:10 am    Oggetto: Rispondi citando

Laika ha scritto:
ma non mi sentivo soddisfatta, avevo sempre un vuoto nel mio cuore e non riuscivo ad aprirmi all'amore. Poi un giorno in una cittadina vicino alla mia conobbi alcune ragazze che stavano seguendo un percorso nella via dei sufi, cominciai a fare il dikr insieme a loro e nel pronunciare il nome di Allah il mio cuore cominciò ad aprirsi ed una sera mi invitarono a fare la preghiera musulmana e nell'inginocchiarmi e chinare il capo a terra sentii che dopo di quello non ci poteva essere più nulla, avevo finalmente raggiunto quello che cercavo da tanto tempo, senza nemmeno sapere cosa significavano quelle parole che non conoscevo per me era come se le conoscessi da sempre.


Masha'Allah sorella!

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Laika
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 24/11/10 10:54
Messaggi: 60
Residenza: Liguria

MessaggioInviato: Mar Feb 01, 2011 8:54 am    Oggetto: Rispondi citando

As Salam aleikum fratelli, grazie, sono contenta che l'abbiate accettata. Adesso vorrei solo chiedervi un consiglio riguardo a mio figlio, non so come comportarmi con lui, vorrei parlargli ma dal momento che anche lui la pensa come la maggior parte degli italiani e come pensavo anch'io fino ad un anno fa, se lui dovesse scoprirmi mentre prego non so quale reazione potrebbe avere. Inoltre volevo aggiungere che da quando sono stata a Cipro eravamo donne di tutte le nazionalità a ritrovarci alla stessa tavola e alla preghiera ed io che ho sempre avuto timore per il diverso, pur non ritenendomi "razzista", ho sentito allora di amare tutte quelle persone che erano diverse da me, le ho abbracciate e sono tornata a casa con questo bagaglio di conoscenza e di apertura verso gli altri. Insomma mi sono trasformata completamente!
Mashallah
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Mar Feb 01, 2011 10:16 am    Oggetto: Rispondi citando

cara sorella,spesso shaytan ci crea problemi che poi di fatto non esistono.
penso che non sia giusto che una madre si debba vergognare del figlio.
in questo forum si hanno spesso testimonianze contrarie.cioe che i figli temono il giudizio dei genitori.
credo che non ci sia nulla di male se tuo figlio venisse a sapere questa cosa,forse dovresti parlargliene con serenità e leggerezza,piuttosto che farglielo scoprire in modo accidentale.
dalla tua testimonianza mi è sembrato di capire che hai aderito,in passato a religoni e movimenti,ben piu strani,e molto meno otodossi dell islam.
al limite,come e successo un po a tutti noi con i nostri famigliari,all inizio non capira e la prendera come una cosa negativa,ma inchallah col passare dei giorni quando si rendera conto che tu sei piu serena e che,di fatto la tua vita sta solo avendo cambiamenti in termini di serenità interiore,i vostri rapporti inchallah riprenderanno come prima.

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Laika
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 24/11/10 10:54
Messaggi: 60
Residenza: Liguria

MessaggioInviato: Mar Feb 01, 2011 11:31 am    Oggetto: Rispondi citando

Ti ringrazio per il consiglio che mi hai dato fratello Ibra Khan, avevo anch'io nel mio cuore la stessa risposta, ma non volevo ammetterlo, infatti penso sia meglio parlarne a voce con lui piuttosto che lo scopra in altro modo. Ha già potuto vedere che leggo il Corano per cui forse non sarà difficile aprirsi ad una nuova visione di sua madre, almeno lo spero, anche perché giustamente come dici tu sono molto più serena.
Salam
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2144

MessaggioInviato: Gio Feb 03, 2011 10:10 am    Oggetto: Rispondi citando

Mash'Allah che belle storie :) la storia del fratello Umar è quella che mi ha colpito di più :P molto dettagliata :P
che Allah ci guidi sempre sulla retta via :)
Salam!

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Laika
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 24/11/10 10:54
Messaggi: 60
Residenza: Liguria

MessaggioInviato: Gio Feb 03, 2011 11:06 am    Oggetto: Rispondi citando

As Salam Aleikum Starlaight, non ho trovato qui la storia del fratello Umar, mi piacerebbe molto leggerla ma dove sta?
Mashallah
Top
Profilo Invia messaggio privato
olga
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 23/05/09 14:37
Messaggi: 680
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Gio Feb 03, 2011 11:26 am    Oggetto: Rispondi citando

Aleikum salam,

era sarcastica :) il fratello Umar non ha scritto nessuna storia ha solo detto che Allah swt gli ha messo l'iman nel cuore e lui si è sottomesso, ambdulillah, fa il prezioso ;)

Assalam aleikum wa ramatullah wa barakhetu.

_________________
Io sono musulmana, Alhamdulillah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2144

MessaggioInviato: Gio Feb 03, 2011 11:29 am    Oggetto: Rispondi citando

Laika ha scritto:
As Salam Aleikum Starlaight, non ho trovato qui la storia del fratello Umar, mi piacerebbe molto leggerla ma dove sta?
Mashallah


Wa Alaykoum AsSalam
scherzavo, non c'è nessuna storia :)

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Laika
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 24/11/10 10:54
Messaggi: 60
Residenza: Liguria

MessaggioInviato: Gio Feb 03, 2011 12:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ah ecco non avevo percepito il sarcasmo, grazie per la vostra spiegazione. Spero che un giorno si deciderà.
Salam
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14960
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Feb 03, 2011 2:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie per l'interessamente, ma vi assicuro che non sto cercando di fare il prezioso.

Non c'è davvero nessuna "storia" da raccontare; spesso abbiamo l'idea che la conversione sia una nostra "conquista", che masha'Allah siamo stati così bravi ed intelligenti da averlo capito noi...

Ma non è così: è solo il favore di Allah - che Egli dà a chi vuole - e la Sua misericordia, per la quale non saremo mai abbastanza grati.

Visto che insistete, si tratta semplicemente di aver letto, studiato per uno-due anni, finché, come ho già detto, Allah non ha messo l'iman nel mio cuore e mi ha dato la forza per fare i passi necessari, testimoniando la Shahadah; altrimenti, a quest'ora sarei l'ennesimo tentativo di "orientalista" con qualche rudimento ma senza alcun contatto con l'essenza di ciò che studia.

Io, davvero, non ho fatto niente.
Alhamdulillah.

Più di questo, ultimamente, è riuscito ad estormi solo il Mufti sahab dell'accademia del corso invernale in UK, che ci ha convinto a raccontarla alla radio (ed anche lì, sono stato incastrato dal fatto di essere già seduto al microfono a tradurre le parole di un altro fratello); e devo dire che gli altri fratelli italiani che erano con me non sono stati molto più loquaci di me, con l'unica eccezione del ghuraba! :-D

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2144

MessaggioInviato: Gio Feb 03, 2011 6:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

'Umar Andrea Khan ha scritto:
Grazie per l'interessamente, ma vi assicuro che non sto cercando di fare il prezioso.

Non c'è davvero nessuna "storia" da raccontare; spesso abbiamo l'idea che la conversione sia una nostra "conquista", che masha'Allah siamo stati così bravi ed intelligenti da averlo capito noi...

Ma non è così: è solo il favore di Allah - che Egli dà a chi vuole - e la Sua misericordia, per la quale non saremo mai abbastanza grati.

Visto che insistete, si tratta semplicemente di aver letto, studiato per uno-due anni, finché, come ho già detto, Allah non ha messo l'iman nel mio cuore e mi ha dato la forza per fare i passi necessari, testimoniando la Shahadah; altrimenti, a quest'ora sarei l'ennesimo tentativo di "orientalista" con qualche rudimento ma senza alcun contatto con l'essenza di ciò che studia.

Io, davvero, non ho fatto niente.
Alhamdulillah.

Più di questo, ultimamente, è riuscito ad estormi solo il Mufti sahab dell'accademia del corso invernale in UK, che ci ha convinto a raccontarla alla radio (ed anche lì, sono stato incastrato dal fatto di essere già seduto al microfono a tradurre le parole di un altro fratello); e devo dire che gli altri fratelli italiani che erano con me non sono stati molto più loquaci di me, con l'unica eccezione del ghuraba! :-D


è vero lo studio nn basta per amare l'islam...ho fatto islamistica e letteraturea araba e purtroppo le porf fanno di tutto per ridicolizzare e banalizzare l'islam e non solo spesso i libri stessi mettono tutto in dubbio (anche se nn tutti) ...per questo spesso mi sn chiesta come hanno fatto tutti i fratelli musulmani a convertirsi poi però pensavo a Dio ...l'unico in grado di abbellire L'islam agli occhi e al cuore delle persone....Alhamdullillah fratello...Allah probabilmente ti vuole tanto bene per averti avvicinato così tanto :)...

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Umm Aziz
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 22/10/10 11:51
Messaggi: 82
Residenza: Italia - Sono una sorella

MessaggioInviato: Mer Feb 23, 2011 1:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

Asselem aleikum
Il mio ritorno all'Islam non è stata una cosa improvvisa, è avvenuto per tappe successive.
Fin da ragazza non ero riuscita ad accettare alcune cose del cristianesimo, come ad esempio la trinità, e questo mi aveva allontanato dalla chiesa.
Ero però convinta dell'esistenza di Dio e lo pregavo nei momenti di difficoltà e di bisogno.
Quando ho conosciuto il mio futuro marito, musulmano, ho iniziato ad interessarmi all'Islam.
Lui mi ha spiegato i primi fondamenti dell'Islam, mi ha regalato il Corano in italiano e ha cercato di rispondere ai dubbi e alle domande che gli ponevo.
Dopo il nostro matrimonio ho iniziato a fare con lui il Ramadan, leggevo il Corano, cercavo di imparare la preghiera.
Sentivo però dentro di me il richiamo verso Allah e che l'Islam era la VERA RELIGIONE, ma non avevo ancora fatto shahada. Chiesi a mio marito di insegnarmela.
Ho fatto shahada davanti a lui, poi davanti alla sua famiglia, e sua mamma e le sue sorelle piangevano con me.
Da allora è andato sempre più crescendo il mio desiderio di approfondire la mia religione, che mi ha portato, dopo alcuni anni, a mettere il velo.
Adesso che sono anche mamma cerco di apprendere sempre di più sull' Islam per poterlo poi, con l'aiuto di mio marito, insegnare anche a mio figlio, inshallah.

_________________
O voi che credete, temete Allah come deve essere temuto e non morite se non musulmani. (Corano III:102)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Accettare l'Islam; percorsi e problemi di fede Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.091