Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

si deve o non si deve digiunare se non si prega?

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> - Speciale Ramadan (e Sha`ban e Shawwal) - e digiuno!
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mer Lug 08, 2020 2:21 am    Oggetto: Ads

Top
Amal wanna be niqabi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 08/02/09 10:08
Messaggi: 532

MessaggioInviato: Gio Ago 12, 2010 2:47 pm    Oggetto: si deve o non si deve digiunare se non si prega? Rispondi citando

assalamu alaykom wa rahmatuLlah wa barakatu
molti sapienti dicono che digiunare senza pregare è un grandissimo peccato e che queste persone non dovrebbero digiunare se non compiono la preghiera è vero questo? la preghiera è uno dei pilastri dell'islam è una delle tante cose che distingue i musulmani dai non musulmani è essenziale è obbligatorio per una persona che dice La ilaha illa Allah pregare ma se una persona non ha ancora obbedito a questo obbligo deve smettere di fare il digiuno conosco molte persone che non pregano ma fanno il digiuno..
non vanno assolutamente giustificati ma al contrario rimproverati per i loro errore ma magari digiunando anche senza pregare può fare in modo che si pentano e iniziano la preghiera ma abbandonando anche il digiuno può essere pericoloso per certi aspetti per cui si deve o non si deve digiunare se non si prega?

_________________
«Ricordati sempre di Allah e te lo troverai davanti,riconosci Dio nella prosperità ed Egli
ti riconoscerà nell'avversità,sappi che ciò che ti è mancato non ti era destinato e ciò che hai avuto non poteva mancarti, sappi che la vittoria viene con la pazienza, il sollievo dopo l'afflizione e con la difficoltà la soluzione..
(Tirmidhi)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Gio Ago 12, 2010 3:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

io credo personalmente anche se sono ignorante,che se una persona fa qualcosa di obbligatorio,come digiunare,che come la salat è un pilastro dell islam non dev essere scoraggiato a farlo solo perche non prega,piuttosto bisognerebbe invitarlo a pregare,con discorsi come,dai ormai che sei in ramadan fai anche la salat,ora stai digiunando per Allah,prega anche.dirgli eh ma se non preghi cosa digiuni a fare?lo trovo al quanto distruttivo e controproducente,sarebbe come distruggere una costruzione a cui manca soltanto un pezzo,anziche cercare di aggiungere quel pezzo mancante,io personalmente non riesco a capire chi non prega,sia in ramadan che fuori,tuttavia il nostro compito è di edificare,non distruggere,perche chiunque a noi potrebbe dirci per esempio eh ma cosa preghi e fai il digiuno se poi tanto non fai il jihad qital che adesso è un fard ayn,percio io chi fa discorsi del tipo o fai tutto o lasci perdere lo lascerei solo nella sua illusione di "essere perfetto" e "stare facendo tutto"

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Ven Ago 13, 2010 5:01 am    Oggetto: Rispondi citando

Wa `alaykum assalam wa rahmatullahi wa barakatuhu.

Una delle due posizioni riportate dall'Imam Ahmad Ibn Hanbal (rahmatullahi `alayhi) è che chi abbandoni la preghiere, esce dall'Islam e sia un kafir. E' probabilmente questa la ragione che ha spinto alcuni sapienti a dire qualcosa di simile a quanto da te riportato: se uno è un kafir, non serve a niente che digiuni.

Alcuni sapienti, perchè poi di fatto questa opinione è abbastanza minoritaria, e quella più diffusa è che chi abbandona la preghiera resta comunque musulmano - seppure aperto peccatore - se mantiene coscienza della sua obbligatorietà, e questa è l'opinione delle altre tre scuole di giurisprudenza, e dell'altra posizione riportata dall'Imam Ahmad (rahmatullahi `alayhi).

Al di là di questo, sono completamente d'accordo con al ghuraba.

E' purtroppo diffusa tra certi fratelli l'idea che o si faccia tutto "perfettamente", o tanto vale non fare nulla, o si è "dritti" o si è "storti".
Idea che più che derivare da quella posizione hanbalita, sa più di moralismo influenzato dal concepire l'Islam come un'ideologia, una filosofia od un mero "stile di vita", per cui se non si riesce a fare tutto alla "perfezione", allora perchè impegnarsi a migliorare?

Per cui, di fronte ad un fratello che assolve un obbligo dell'Islam ma al tempo stesso compie ripetutamente un peccato, invece di spronarlo ad abbandonare questo peccato, quasi lo si invita ad abbandonare l'obbligo che compie!

Un esempio diffuso è quello di un fratello che beve o fa uso di sostanze stupefacenti, ma abbia iniziato a pregare: invece di accogliere questo suo primo passo verso la tawbah ed invitarlo ad abbandonare l'alcool e le droghe, gli viene detto di non pregare!

Ma questo sbaglio è presente da entrambe le parti: una volta - assieme ad altri fratelli - ho parlato con un ragazzo che spaccia e fa uso di cocaina: al nostro invito a venire in moschea e fare la Salah, ha obiettato qualcosa sul genere: "io non prendo in giro Allah: ormai faccio questa vita, proseguo dritto, non è che prego però poi faccio queste cose"..

Come se Allah in qualche modo premiasse la sua "coerenza" nello stare sulla strada sbagliata!
Come se spacciare e basta fosse meglio che spacciare e pregare!

Il che è un po' come dire: "ho perso una mano, tanto vale tagliarmi pure l'altra".

Invece di distruggere la parte che c'è, aiutiamo a costruire la parte che manca, lasciano perdere questa distorta idea di "coerenza".

Perciò, invece di chiederci:

"si deve o non si deve digiunare se non si prega?"

direi di chiederci:

"si deve o non si deve pregare?".

La risposta è chiaramente di sì: lavoriamo su quello, per chi digiuna ma non prega, o per chi prega ma non paga la Zakah, o per chi fa x ma non fa y, e così via.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Abd ar-Rashid
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/11/09 20:49
Messaggi: 202

MessaggioInviato: Ven Ago 13, 2010 8:29 am    Oggetto: Rispondi citando

caro fratello è vero quando dici che tanti pensano che ho si fa tutto alla perfezione o non si fa nulla.
purtroppo io sono uno di quelli e sto cercando di combattere questa falsa idea ma non so come debellarla, spero con l'aiuto di Allah Swt di vincerla
Top
Profilo Invia messaggio privato
InnomediDio
Rahimahullah


Registrato: 15/05/10 20:52
Messaggi: 273

MessaggioInviato: Ven Ago 13, 2010 9:55 am    Oggetto: Rispondi citando

Umar A. scrive:
Citazione:
Per cui, di fronte ad un fratello che assolve un obbligo dell'Islam ma al tempo stesso compie ripetutamente un peccato, invece di spronarlo ad abbandonare questo peccato, quasi lo si invita ad abbandonare l'obbligo che compie!

Sono d'accordo con te, fratello Umar A. infatti Il profeta dice: Se l'uomo muove un passo verso Dio, Dio muove due passi verso l'uomo.
L'uomo è debole quindi peccatore, ma non dimentichiamoci che l'uomo può sperare nel perdono solo dopo essersi pentito. Ai peccati nei confronti degli uomini si deve porre riparo se si vuole che vengano cancellati.
E lodevole che un fratello abbia premura di condurre persone che hanno una via sbagliata, una Sura del Corano dice: O servi miei che avete prevaricato voi stessi, non disperate nella misericordia di Allah. (39,53)
Il fratello Abd ar-rashid scrive, e ci fa notare:
Citazione:
caro fratello è vero quando dici che tanti pensano che ho si fa tutto alla perfezione o non si fa nulla. purtroppo io sono uno di quelli e sto cercando di combattere questa falsa idea ma non so come debellarla, spero con l'aiuto di Allah Swt di vincerla


Su quello che riferisce il fratello Abd ar-rashid secondo il mio parere c'e da riflettere. Quello che io penso di chi dice: “o si fa tutto alla perfezione o nulla”, e per giustificarsi e avallare un discorso di abbandono della dottrina, Non esistono dottrine religiose dove si segue e si predica il nulla.
Che tristezza.
Yusuf.

_________________
Con Allah non si è mai soli.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amal wanna be niqabi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 08/02/09 10:08
Messaggi: 532

MessaggioInviato: Ven Ago 13, 2010 11:02 am    Oggetto: Rispondi citando

assalamu alaykom sono assolutamente d'accordo con quanto detto dai fratelli al ghuraba e umar mi chiedevo se una frase del genere detta da alcuni imam fosse giusta nell'islam...un altro esempio è chi abbandona la preghiera perchè non riesce a concentrarsi totalmente ci sono tante persone che dicono non ha senso pregare se quando prego penso ad altro penso a tutto tranne a ciò che sto dicendo e che in quel momento sto parlando con Allah swt anche questo è un grandissimo errore bisogna pregare nonostante i pensieri che ci vengono in mente in quel momento e sforzarci di essere più concentrati possibile anche se molte volte è difficile anche perchè solo i Profeti (pace e benedizione su di loro) avevano questo dono Alllahumma hdina fi man hadeit amin..fi amani Llah Amal

_________________
«Ricordati sempre di Allah e te lo troverai davanti,riconosci Dio nella prosperità ed Egli
ti riconoscerà nell'avversità,sappi che ciò che ti è mancato non ti era destinato e ciò che hai avuto non poteva mancarti, sappi che la vittoria viene con la pazienza, il sollievo dopo l'afflizione e con la difficoltà la soluzione..
(Tirmidhi)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Abd ar-Rashid
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/11/09 20:49
Messaggi: 202

MessaggioInviato: Ven Ago 13, 2010 11:13 am    Oggetto: Rispondi citando

no fratello ti sbagli di grosso perche se volessi abbandonare la religione non mi farei tante domande e tanti scrupoli te lo assicuro
Top
Profilo Invia messaggio privato
InnomediDio
Rahimahullah


Registrato: 15/05/10 20:52
Messaggi: 273

MessaggioInviato: Ven Ago 13, 2010 12:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
no fratello ti sbagli di grosso perche se volessi abbandonare la religione non mi farei tante domande e tanti scrupoli te lo assicuro

Allora perchè non perdi cinque minuti del tuo tempo per riflettere, esci e resta da solo, rifletti su quello che ti circonda e fatti delle domande. Dopo cerca le risposte e chiedi aiuto Ad Allah. scusa la mia crudezza fratello, forse sembrerò severo, ma tu, se non fai nulla perche secondo te dovresti fare tutto a quale religione appartieni? spero di non averre capito male io ho capito con il "tuo o tutto o nulla" che ti alzi la mattina e vai a dormire senza fare nulla per Allah é cosi?
salem fratello,
Yusuf

_________________
Con Allah non si è mai soli.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Abd ar-Rashid
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/11/09 20:49
Messaggi: 202

MessaggioInviato: Ven Ago 13, 2010 1:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

lasciamo perdere come al solito non si capiscono mai i discorsi e io spreco soltanto tempo
Top
Profilo Invia messaggio privato
InnomediDio
Rahimahullah


Registrato: 15/05/10 20:52
Messaggi: 273

MessaggioInviato: Ven Ago 13, 2010 1:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
lasciamo perdere come al solito non si capiscono mai i discorsi e io spreco soltanto tempo

Non devi pensare questo, io ti ho capito, ma devi anche capire che devi sforzarti per avvicinarti ad Allah attraverso la peghiera.
Yusuf

_________________
Con Allah non si è mai soli.
Top
Profilo Invia messaggio privato
InnomediDio
Rahimahullah


Registrato: 15/05/10 20:52
Messaggi: 273

MessaggioInviato: Ven Ago 13, 2010 1:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

assalamu alaykom , E' vero sorella Sovente l'uomo nella sua esistenza terrena si dibatte tra il male e il bene. Egli è sottoposto a molte tentazioni, secondo la dottrina islamica e necessario un orientamento di principio per trovare un cammino che porta al bene. Una cosa è essere dimentichi di Allah, un'altra cosa e confessare la propria fede a Dio. (La fede non tollera costrizione) Sura (2 ,57). Il fatto che si salta una preghiera perché stanchi o non si è concentrati non deve essere pretesto per mollare tutto perché si deve fare bene o nulla. Ci sono fratelli che non comprendono il il contenuto di quando recitato ma anche se non comprendono penso che su costoro la preghiera ha un effetto spirituale. Bisogna avere fiducia in Dio perché la preghiera trovi adempimento nella sua grazia.
Yusuf

_________________
Con Allah non si è mai soli.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Ven Ago 13, 2010 1:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

inomedidio ha scritto
Citazione:
Su quello che riferisce il fratello Abd ar-rashid secondo il mio parere c'e da riflettere. Quello che io penso di chi dice: “o si fa tutto alla perfezione o nulla”, e per giustificarsi e avallare un discorso di abbandono della dottrina, Non esistono dottrine religiose dove si segue e si predica il nulla.
Che tristezza.
Yusuf.

calma,calma non aggrediamo cosi le persone,specie in ramadan,tanto più che il fratello abd ar rashid ha scritto
Citazione:
purtroppo io sono uno di quelli e sto cercando di combattere questa falsa idea ma non so come debellarla, spero con l'aiuto di Allah Swt di vincerla

quindi ha gia capito che è sbagliata e sta cercando di levarsela,comunque esiste anche un episodio dove una persona andava a pregare in moschea e fuori faceva fisq,cattive azioni, i sahaba hanno detto a rasulullah saws,ma quella persone prega e poi si comporta cosi,vuoi ke non lo facciamo entrare in moskea?rasulullah saws ha detto di no,perche la sua preghiera pulisce parte dei suoi peccati e può essere che poi con la preghiera lascera del tutto quel male che fa,e cosi fu. amal pr ha scritto
Citazione:
un altro esempio è chi abbandona la preghiera perchè non riesce a concentrarsi totalmente ci sono tante persone che dicono non ha senso pregare se quando prego penso ad altro penso a tutto tranne a ciò che sto dicendo e che in quel momento

io ho sentito scuse di ogni tipo,dalla doccia rotta in casa,a quelle gia citate prima,questi discorsi gli ho sentiti soltanto da certi fratelli arabi,molti arabi sono molto orgogliosi,il che non è sbagliato di per se,dato che il din è passato sopratutto tramite loro e lo stesso profeta saws era arabo,diciamo che queste persone hanno perso la strada e usano male il loro senso dell onore,perciò piuttosto che ammettere apertamente,che si sto sbagliando,come fanno i bangladeshi o i pakistani o altre etnie,ti tirano fuori mille scuse quasi come a volert legittimare il le loro ingiustificabili mancanze

[Ti ho aggiustato le citazioni - 'umar andrea]

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Ven Ago 13, 2010 1:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

che bello quando il quote non funziona e ti mette sotto quote le tue cose. :D SPACCO TUTTO!!!

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
InnomediDio
Rahimahullah


Registrato: 15/05/10 20:52
Messaggi: 273

MessaggioInviato: Ven Ago 13, 2010 2:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

Salem fratello, preciso che non aggredisco nessuno, infatti ho scritto di scusarmi se i miei discorsi possono sembrare severi. I miei pensieri non sono condivisi, come io non condivido il fatto di essere consapevole,di non fare nulla, e non sforzarsi almeno di fare il minimo. Qui si parla di NULLA. E' naturale, non elogio il fratello ma lo sprono a essere meno pigro nei confronti di Allah. Come posso aiutarlo? Non certamente dicendo coraggio vai avanti cosi. O la realtà forse è diversa. Rammento che non aggredisco nessuno e alla dimostrazione che è cosi sono disposto a chiedere scusa.
Yusuf.

_________________
Con Allah non si è mai soli.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amal wanna be niqabi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 08/02/09 10:08
Messaggi: 532

MessaggioInviato: Ven Ago 13, 2010 3:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

akhy ghuraba sono araba pure io secondo me non si tratta di orgoglio solo che molti danno per scontato molte cose essendo nati musulmani magari a volte pensano credono di avere la sicurezza di entrare nel jennah nonostante i loro peccati pensando sbagliando di essere i preferiti da Allah swt per il fatto di essere arabi e nati musulmani è un ragionamento sbagliatissimo perchè Allah swt non guarderà la nostra nazionalità o il nostro colore ma solo il nostro iman siamo tutti uguali di fronte al nostro Creatore che Allah swt ci guidi e perdoni i nostri peccati nastaghfiruka Allahu min jiami3i dunubi wa lkhataya wa natubu ilaik amin fi amani Llah

_________________
«Ricordati sempre di Allah e te lo troverai davanti,riconosci Dio nella prosperità ed Egli
ti riconoscerà nell'avversità,sappi che ciò che ti è mancato non ti era destinato e ciò che hai avuto non poteva mancarti, sappi che la vittoria viene con la pazienza, il sollievo dopo l'afflizione e con la difficoltà la soluzione..
(Tirmidhi)
Top
Profilo Invia messaggio privato
InnomediDio
Rahimahullah


Registrato: 15/05/10 20:52
Messaggi: 273

MessaggioInviato: Ven Ago 13, 2010 3:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
molti danno per scontato molte cose essendo nati musulmani magari a volte pensano credono di avere la sicurezza di entrare nel jennah nonostante i loro peccati pensando sbagliando di essere i preferiti da Allah


Sono d'accordo con te sorella, ma ognuno è libero di prendersi in giro da solo, altrimenti mi devono dimostrare dove c'e scritto.
Yusuf.

_________________
Con Allah non si è mai soli.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Ven Ago 13, 2010 4:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

si,lo so hai ragione sorella amal tanti si credono che entreranno nel jennah senza sforzo solo perche musulmani,tuttavia negli arabi spesso c è un enorme componente di orgoglio,quasi un voler trovare una scusa alla loro condizione di peccatori aperti.ma sai non prego perche ho la doccia rotta,ma sai non prego perche senno sono ipocrita con Allah non prego perche non mi riesco a concentrare,mentre che ne so quando vai dai bangladeshi che sono dei campioni nel vendere alcool,se gli fai notare che sbagliano al massimo ti dicono lo so.senza cercare "giustificazioni",ovviamente non TUTTI gli arabi fanno cosi.

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amal wanna be niqabi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 08/02/09 10:08
Messaggi: 532

MessaggioInviato: Sab Ago 14, 2010 11:34 am    Oggetto: Rispondi citando

si forse hai ragione pure tu fratello certamente come hai detto tu non tutti gli arabi sono così il buono e il "cattivo" ci sono da tutte le parti.. Allahi i hdina sirata al mustaqim amin ya Rabby al 3alamin

_________________
«Ricordati sempre di Allah e te lo troverai davanti,riconosci Dio nella prosperità ed Egli
ti riconoscerà nell'avversità,sappi che ciò che ti è mancato non ti era destinato e ciò che hai avuto non poteva mancarti, sappi che la vittoria viene con la pazienza, il sollievo dopo l'afflizione e con la difficoltà la soluzione..
(Tirmidhi)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Jahanzaib
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 14/08/08 20:15
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Dom Ago 15, 2010 12:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

Vorrei sottoporvi questo messaggio che ho trovato su un gruppo presente su facebook chiamatosi "Roba da Musulmani":

Citazione:
CONSIGLIO A CHI DIGIUNA MA NON PREGA
pubblicata da Roba da Musulmani. il giorno domenica 15 agosto 2010 alle ore 1.28

بسم الله الرحمان الرحيم



"Il consiglio che rivolgo loro è di riflettere bene su ciò che fanno, che sappiano che la preghiera è il pilastro (arkān) più importante dell'Islām, dopo le due Testimonianze di Fede (Shahādatayn).

Colui che non prega, o che trascura la preghiera per negligenza, secondo quella che io considero come l'opinione più sicura, confermata dalle prove tratte dal Libro (Qur'ān) e dalla Sunnah, così come dalle parole dei Compagni (Sahāba, radiAllahu 'anhum), è certamente un miscredente (kāfir), di una miscredenza che lo fa uscire dall'Islâm, avendo apostatato (murtad) l'Islām.

Non si tratta di una questione semplice, perché colui che è considerato come un miscredente apostata (kāfir murtad) nell'Islām, il suo digiuno non sarà accettato, né la sua elemosina, né alcun altro atto, secondo le parole di Allah Ta'ala:

وَمَا مَنَعَهُمْ أَنْ تُقْبَلَ مِنْهُمْ نَفَقَاتُهُمْ إِلاَّ أَنَّهُمْ كَفَرُوا بِاللَّهِ وَبِرَسُولِه ِ وَلاَ يَأْتُونَ الصَّلاَةَ إِلاَّ وَهُمْ كُسَالَى وَلاَ يُنفِقُونَ إِلاَّ وَهُمْ كَارِهُونَ

"Ciò che impedisce che le loro elemosine siano accettate, è il fatto che non credono in Allah e nel Suo Messaggero, che non vengono alla preghiera se non di malavoglia, che non danno l'elemosina se non quando sono costretti" (At-Tawba, 54)

Allah (subhānaHu waTa'ala) spiega che i loro doni, benché siano benefici per gli altri, non saranno accettati da parte loro, a causa della loro miscredenza.

Allah (subhânaHu waTa'ala) dice:

وَقَدِمْنَا إِلَى مَا عَمِلُوا مِنْ عَمَل ٍ فَجَعَلْنَاه ُ هَبَاء ً مَنْثُورا

"Abbiamo giudicato le loro opere e ne abbiamo fatto polvere dispersa" (Al-Furqān, 23)

Riguardo a coloro, dunque, che digiunano senza pregare, il loro digiuno non è accettato.

- Si tratta piuttosto di un'atto che si rivolgerà loro contro, finché sono miscredenti, come il Libro e la Sunnah del Profeta (sallAllahu 'alayhi waSallam) ci confermano.

- Consiglio loro di temere Allah e di essere perseveranti nelle loro preghiere, compiendole all'ora giusta, in comune con i musulmani (Jamā'a-l-muslimῑn).

- E assicuro loro che, per la potenza di Allah, se faranno questo, troveranno nel loro cuore un solido desiderio di compiere la preghiera, alla sua ora e in comune, durante il mese di Ramadân e dopo questo mese benedetto.

- Perché, se l'uomo torna pentito al suo Rabb, con pentimento sincero, può darsi che divenga dopo il pentimento migliore di com'era in precedenza, come Allah Ta'ala menziona a proposito di Ādam ('alayhi-s-salām), dopo che gli accadde ciò che gli accadde, ossia dopo aver mangiato dell'albero;

Allah Ta'ala dice:

ثُمَّ اجْتَبَاه ُ رَبُّه ُ فَتَابَ عَلَيْهِ وَهَدَى

"Lo scelse poi il suo Rabb, accolse il suo pentimento e lo guidò" (Tā-Hā, 122)".

Shaykh Ibn 'Uthaymῑn

Majmu' Fatāwa, vol. 20, pag. 86-87

Traduzione a cura di Umm Yahya




Io non ho la competenza per decidere se chi non prega è un Kafir o se resta comunque un Musulmano ma quello che più mi interessa è che questo gruppo ha circa 900 iscritti e ciò che viene scritto viene letto da molti e nel caso ciò che scrivono sia sbagliato vorrei sapere cosa dire ai gestori di questo gruppo.

Siccome in questo thread e nei suoi messaggi mi è parso di capire (specificamente dal secondo messaggio, quello del fratello Umar) che chi lascia la preghiera resta comunque Musulmano anche se in grave peccato vorrei essere sicuro della mia posizione per poter dire qualcosa in risposta al messaggio di questo gruppo su Facebook.
Top
Profilo Invia messaggio privato
CALIBRO9
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/05/10 01:18
Messaggi: 152

MessaggioInviato: Dom Ago 15, 2010 4:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Jahanzaib ha scritto:
Vorrei sottoporvi questo messaggio che ho trovato su un gruppo presente su facebook chiamatosi "Roba da Musulmani":

Citazione:
CONSIGLIO A CHI DIGIUNA MA NON PREGA
pubblicata da Roba da Musulmani. il giorno domenica 15 agosto 2010 alle ore 1.28

بسم الله الرحمان الرحيم



"Il consiglio che rivolgo loro è di riflettere bene su ciò che fanno, che sappiano che la preghiera è il pilastro (arkān) più importante dell'Islām, dopo le due Testimonianze di Fede (Shahādatayn).

Colui che non prega, o che trascura la preghiera per negligenza, secondo quella che io considero come l'opinione più sicura, confermata dalle prove tratte dal Libro (Qur'ān) e dalla Sunnah, così come dalle parole dei Compagni (Sahāba, radiAllahu 'anhum), è certamente un miscredente (kāfir), di una miscredenza che lo fa uscire dall'Islâm, avendo apostatato (murtad) l'Islām.

Non si tratta di una questione semplice, perché colui che è considerato come un miscredente apostata (kāfir murtad) nell'Islām, il suo digiuno non sarà accettato, né la sua elemosina, né alcun altro atto, secondo le parole di Allah Ta'ala:

وَمَا مَنَعَهُمْ أَنْ تُقْبَلَ مِنْهُمْ نَفَقَاتُهُمْ إِلاَّ أَنَّهُمْ كَفَرُوا بِاللَّهِ وَبِرَسُولِه ِ وَلاَ يَأْتُونَ الصَّلاَةَ إِلاَّ وَهُمْ كُسَالَى وَلاَ يُنفِقُونَ إِلاَّ وَهُمْ كَارِهُونَ

"Ciò che impedisce che le loro elemosine siano accettate, è il fatto che non credono in Allah e nel Suo Messaggero, che non vengono alla preghiera se non di malavoglia, che non danno l'elemosina se non quando sono costretti" (At-Tawba, 54)

Allah (subhānaHu waTa'ala) spiega che i loro doni, benché siano benefici per gli altri, non saranno accettati da parte loro, a causa della loro miscredenza.

Allah (subhânaHu waTa'ala) dice:

وَقَدِمْنَا إِلَى مَا عَمِلُوا مِنْ عَمَل ٍ فَجَعَلْنَاه ُ هَبَاء ً مَنْثُورا

"Abbiamo giudicato le loro opere e ne abbiamo fatto polvere dispersa" (Al-Furqān, 23)

Riguardo a coloro, dunque, che digiunano senza pregare, il loro digiuno non è accettato.

- Si tratta piuttosto di un'atto che si rivolgerà loro contro, finché sono miscredenti, come il Libro e la Sunnah del Profeta (sallAllahu 'alayhi waSallam) ci confermano.

- Consiglio loro di temere Allah e di essere perseveranti nelle loro preghiere, compiendole all'ora giusta, in comune con i musulmani (Jamā'a-l-muslimῑn).

- E assicuro loro che, per la potenza di Allah, se faranno questo, troveranno nel loro cuore un solido desiderio di compiere la preghiera, alla sua ora e in comune, durante il mese di Ramadân e dopo questo mese benedetto.

- Perché, se l'uomo torna pentito al suo Rabb, con pentimento sincero, può darsi che divenga dopo il pentimento migliore di com'era in precedenza, come Allah Ta'ala menziona a proposito di Ādam ('alayhi-s-salām), dopo che gli accadde ciò che gli accadde, ossia dopo aver mangiato dell'albero;

Allah Ta'ala dice:

ثُمَّ اجْتَبَاه ُ رَبُّه ُ فَتَابَ عَلَيْهِ وَهَدَى

"Lo scelse poi il suo Rabb, accolse il suo pentimento e lo guidò" (Tā-Hā, 122)".

Shaykh Ibn 'Uthaymῑn

Majmu' Fatāwa, vol. 20, pag. 86-87

Traduzione a cura di Umm Yahya




Io non ho la competenza per decidere se chi non prega è un Kafir o se resta comunque un Musulmano ma quello che più mi interessa è che questo gruppo ha circa 900 iscritti e ciò che viene scritto viene letto da molti e nel caso ciò che scrivono sia sbagliato vorrei sapere cosa dire ai gestori di questo gruppo.

Siccome in questo thread e nei suoi messaggi mi è parso di capire (specificamente dal secondo messaggio, quello del fratello Umar) che chi lascia la preghiera resta comunque Musulmano anche se in grave peccato vorrei essere sicuro della mia posizione per poter dire qualcosa in risposta al messaggio di questo gruppo su Facebook.

scusami fratello ma se io per esempio non faccio la Shahada che e il primo pilastro del islam mi considereresti musulmano ?non penso propio, allora perche se non prego che e il 2 pilastro dovresti pensarla diversamente?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Jahanzaib
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 14/08/08 20:15
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Dom Ago 15, 2010 4:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Fratello, non penso che si possano mettere alla pari i pilastri dell'Islam. Da quando uno fa la Shahada è considerato Musulmano ma dopo che egli lha fatta (shahada) non compie la preghiera non è più musulmano?

Su questa base chi non ha fatto l'Hajj o non fa il Ramadan non è più musulmano nonostante abbia fatto la Shahada?

Non capisco questa cosa, dire la Shahada e non fare la preghiera sono due cose molto differenti dove non dire la Shahada fa di te un Non-Musulmano mentre non fare la preghiera avendo detto la Shahada non penso comporti la stessa conclusione.

Ma aparte ciò che penso io vorrei sapere se gentilmente qualcuno più sapiente di me può scrivermi qualche riferimento attendibile sulla questione e magarmi citarmi qualcosa che poi si possa riportare in un eventuale risposta a questo quesito.

Jazak Allah Khair
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Dom Ago 15, 2010 6:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Jahanzaib ha scritto:
Vorrei sottoporvi questo messaggio che ho trovato su un gruppo presente su facebook chiamatosi "Roba da Musulmani":

Citazione:
CONSIGLIO A CHI DIGIUNA MA NON PREGA
pubblicata da Roba da Musulmani. il giorno domenica 15 agosto 2010 alle ore 1.28

Colui che non prega, o che trascura la preghiera per negligenza, secondo quella che io considero come l'opinione più sicura, confermata dalle prove tratte dal Libro (Qur'ān) e dalla Sunnah, così come dalle parole dei Compagni (Sahāba, radiAllahu 'anhum), è certamente un miscredente (kāfir), di una miscredenza che lo fa uscire dall'Islâm, avendo apostatato (murtad) l'Islām.

(...)

Shaykh Ibn 'Uthaymῑn

Majmu' Fatāwa, vol. 20, pag. 86-87


Io non ho la competenza per decidere se chi non prega è un Kafir o se resta comunque un Musulmano ma quello che più mi interessa è che questo gruppo ha circa 900 iscritti e ciò che viene scritto viene letto da molti e nel caso ciò che scrivono sia sbagliato vorrei sapere cosa dire ai gestori di questo gruppo.

Siccome in questo thread e nei suoi messaggi mi è parso di capire (specificamente dal secondo messaggio, quello del fratello Umar) che chi lascia la preghiera resta comunque Musulmano anche se in grave peccato vorrei essere sicuro della mia posizione per poter dire qualcosa in risposta al messaggio di questo gruppo su Facebook.


Il punto fratello è che ci sono due opinioni su questo argomento.

Chi ha postato quell'articolo ha ripreso la posizione di Shaykh Ibn `Uthaymin (rahimahullah), che a sua volta ha ripreso una delle due posizioni riportate dall'Imam Ahmad Ibn Hanbal (rahimahullah) (mentre l'altra coincide con quella delle altre tre scuole).

Si tratta di una posizione minoritaria, sulla quale nemmeno tutti gli `ulama' del madhhab Hanbali concordano, ma che nondimeno è una posizione legittima e valida, basata su prove dal Qur'an e dalla Sunnah, così come è altrettanto basata su prove dal Qur'an e dalla Sunnah l'altra posizione, che è quella dei Madhahib Hanafi, Shafii, Maliki e di diversi sapienti Hanbali, per la quale chi abbandona la preghiera è un grande peccatore ma resta comunque musulmano, a condizione che affermi la sua (della preghiera) obbligatorietà (mentre se ne nega l'obbligatorietà, è un kafir, così come chiunque nega elementi obbligatoriamente conosciuti del Din).

Quello che al limite potresti far presente, è che esiste anche quest'altra opizione appena menzionata.

Temo però che - avendo molto probabilmente a che fare con quelli che si autodefiniscono "salafiti" - non ne ricaverai molto, visto che questi fratelli sono caratterizzati da una certa intolleranza ed incapacità di comprendere l'esistenza di un valido ikhtilaf (divergenza) nelle materie del Din, e dal considerare valide ed accettabili solo le loro stesse posizioni.

Per cui, molto probabilmente finiranno per non accettare l'esistenza di altre posizioni valide sulla questione, o la dipingeranno come più "debole" rispetto alla loro, che definiranno ovviamente "più forte ed autentica".
Come avevo scritto in un altro post (in quel caso in riferimento a Shaykh Ibn Taymiyyah, rahimahullah, ma il discorso vale per tutti i sapienti a cui si rifanno i "salafiti):

"...mostrano l'opinione di Shaykh Ibn Taymiyyah (rahmatullahi `alayhi) come la definitiva e "la più forte", ma Shaykh Ibn Taymiyyah (rahmatullahi `alayhi), pur essendo un illustre sapiente, non è l'"autorità ultima", l'alfa ed omega dell'Islam, e non si può proporre la sua parola come quella definitiva nel Fiqh (nè tantomeno in `Aqidah).

Sia chiaro, non ho nulla contro chi sceglie di seguirlo, ma non si può accettare che venga imposto a tutti gli altri (ovvero, a chi non segue il Madhhab Hanbali) come unico valido riferimento.

Un musulmano comune non ha le competenze né le conoscenze per capire quale sia la "posizione più forte" o quella basata sulle "prove più autentiche": è per questo che per al-`awwam (la gente comune) è wajib seguire un solo madhhab tra i quattro (tutti egualmente validi e legittimi) in tutte le questioni della Shari`ah.

E prendere la propria conoscenza da chi segue quasi solo esclusivamente le posizioni di Shaykh Ibn Taymiyyah (rahmatullahi `alayhi) e del suoi studenti non significa essere in grado di riconoscere in assoluto le posizioni "più forti" distinguendole da quelle "deboli"; significa -semmai- semplicemente ritenere "più forti" le posizioni di Ibn Taymiyyah (Rahmatullahi `alayhi) rispetto alle altre. :-)
".

CALIBRO9 ha scritto:
scusami fratello ma se io per esempio non faccio la Shahada che e il primo pilastro del islam mi considereresti musulmano ?non penso propio, allora perche se non prego che e il 2 pilastro dovresti pensarla diversamente?


Calibro9, non credi che sia il caso di lasciare ai musulmani le risposte su questioni che riguardano l'Islam?

Grazie.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Jahanzaib
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 14/08/08 20:15
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Dom Ago 15, 2010 7:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Jazak Allah Khair per la risposta fratello, mi hai tolto un pò di confusione in merito alla questione. Io non sono nessuno per prendere posizioni su materie di Fiqh e Aqida ma soltanto mi da molto fastidio quando persone non competenti vanno in giro a scrivere cose sul Din senza avere nessuna competenza quotando qualche verso del Qur'an o un Hadith.

Dalla poca conoscenza che ho su queste cose penso che per poter interpretare correttamente un Ayat o un Hadith essi vadano contestualizzati, messi nella luca giusta e spiegati con criterio, non credo basti una interpretazione letterale che se alcune volte può coincidere col significato può profondo, altre volte può significare quella e tante altre cose contemporaneamente.

Il mio unico dispiacere è pensare ad una persona che non ha competenze in materia e che leggendo tali cose si possa scoraggiare perchè pensa che se non prega è già un Kafir e non vale niente digiunare e fare tutto il resto.

Sarebbe bello se tutti avessero un pò più di criterio e coscienza prima di postare certe cose, magari avendone anche competenza.

Ti ringrazio ancora.
Salam
Top
Profilo Invia messaggio privato
CALIBRO9
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/05/10 01:18
Messaggi: 152

MessaggioInviato: Lun Ago 16, 2010 6:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

'Umar Andrea Aurangzeb ha scritto:
Jahanzaib ha scritto:
Vorrei sottoporvi questo messaggio che ho trovato su un gruppo presente su facebook chiamatosi "Roba da Musulmani":

Citazione:
CONSIGLIO A CHI DIGIUNA MA NON PREGA
pubblicata da Roba da Musulmani. il giorno domenica 15 agosto 2010 alle ore 1.28

Colui che non prega, o che trascura la preghiera per negligenza, secondo quella che io considero come l'opinione più sicura, confermata dalle prove tratte dal Libro (Qur'ān) e dalla Sunnah, così come dalle parole dei Compagni (Sahāba, radiAllahu 'anhum), è certamente un miscredente (kāfir), di una miscredenza che lo fa uscire dall'Islâm, avendo apostatato (murtad) l'Islām.

(...)

Shaykh Ibn 'Uthaymῑn

Majmu' Fatāwa, vol. 20, pag. 86-87


Io non ho la competenza per decidere se chi non prega è un Kafir o se resta comunque un Musulmano ma quello che più mi interessa è che questo gruppo ha circa 900 iscritti e ciò che viene scritto viene letto da molti e nel caso ciò che scrivono sia sbagliato vorrei sapere cosa dire ai gestori di questo gruppo.

Siccome in questo thread e nei suoi messaggi mi è parso di capire (specificamente dal secondo messaggio, quello del fratello Umar) ch e chi lascia la preghiera resta comunque Musulmano anche se in grave peccato vorrei essere sicuro della mia posizione per poter dire qualcosa in risposta al messaggio di questo gruppo su Facebook.


Il punto fratello è che ci sono due opinioni su questo argomento.

Chi ha postato quell'articolo ha ripreso la posizione di Shaykh Ibn `Uthaymin (rahimahullah), che a sua volta ha ripreso una delle due posizioni riportate dall'Imam Ahmad Ibn Hanbal (rahimahullah) (mentre l'altra coincide con quella delle altre tre scuole).

Si tratta di una posizione minoritaria, sulla quale nemmeno tutti gli `ulama' del madhhab Hanbali concordano, ma che nondimeno è una posizione legittima e valida, basata su prove dal Qur'an e dalla Sunnah, così come è altrettanto basata su prove dal Qur'an e dalla Sunnah l'altra posizione, che è quella dei Madhahib Hanafi, Shafii, Maliki e di diversi sapienti Hanbali, per la quale chi abbandona la preghiera è un grande peccatore ma resta comunque musulmano, a condizione che affermi la sua (della preghiera) obbligatorietà (mentre se ne nega l'obbligatorietà, è un kafir, così come chiunque nega elementi obbligatoriamente conosciuti del Din).

Quello che al limite potresti far presente, è che esiste anche quest'altra opizione appena menzionata.

Temo però che - avendo molto probabilmente a che fare con quelli che si autodefiniscono "salafiti" - non ne ricaverai molto, visto che questi fratelli sono caratterizzati da una certa intolleranza ed incapacità di comprendere l'esistenza di un valido ikhtilaf (divergenza) nelle materie del Din, e dal considerare valide ed accettabili solo le loro stesse posizioni.

Per cui, molto probabilmente finiranno per non accettare l'esistenza di altre posizioni valide sulla questione, o la dipingeranno come più "debole" rispetto alla loro, che definiranno ovviamente "più forte ed autentica".
Come avevo scritto in un altro post (in quel caso in riferimento a Shaykh Ibn Taymiyyah, rahimahullah, ma il discorso vale per tutti i sapienti a cui si rifanno i "salafiti):

"...mostrano l'opinione di Shaykh Ibn Taymiyyah (rahmatullahi `alayhi) come la definitiva e "la più forte", ma Shaykh Ibn Taymiyyah (rahmatullahi `alayhi), pur essendo un illustre sapiente, non è l'"autorità ultima", l'alfa ed omega dell'Islam, e non si può proporre la sua parola come quella definitiva nel Fiqh (nè tantomeno in `Aqidah).

Sia chiaro, non ho nulla contro chi sceglie di seguirlo, ma non si può accettare che venga imposto a tutti gli altri (ovvero, a chi non segue il Madhhab Hanbali) come unico valido riferimento.

Un musulmano comune non ha le competenze né le conoscenze per capire quale sia la "posizione più forte" o quella basata sulle "prove più autentiche": è per questo che per al-`awwam (la gente comune) è wajib seguire un solo madhhab tra i quattro (tutti egualmente validi e legittimi) in tutte le questioni della Shari`ah.

E prendere la propria conoscenza da chi segue quasi solo esclusivamente le posizioni di Shaykh Ibn Taymiyyah (rahmatullahi `alayhi) e del suoi studenti non significa essere in grado di riconoscere in assoluto le posizioni "più forti" distinguendole da quelle "deboli"; significa -semmai- semplicemente ritenere "più forti" le posizioni di Ibn Taymiyyah (Rahmatullahi `alayhi) rispetto alle altre. :-)
".

CALIBRO9 ha scritto:
scusami fratello ma se io per esempio non faccio la Shahada che e il primo pilastro del islam mi considereresti musulmano ?non penso propio, allora perche se non prego che e il 2 pilastro dovresti pensarla diversamente?


Calibro9, non credi che sia il caso di lasciare ai musulmani le risposte su questioni che riguardano l'Islam?

Grazie.

qua non si tratta di essere musulmani ho non esserlo ma di avere fede come fai a credere nella preghiera e non pregare?se io come ben sai che sono cattolico vengo meno ad un dogma della mia religione smetto di esserlo io ho espresso solo una mia opinione che rimane che se uno non osserva dei dogmi o dei pilastri della propia religione non crede in quei principi quindi smette di essere un appartenente a quella religione .....attenzione io non dico tutti i precetti di quella religione ma i dogmi per i cristiani e i pilastri per islam comunque e una mia opinione penso che si e liberi di esprimerla o sbaglio?poi umar spiegami una cosa, secondo te i talebani sono quelli che piu si avvicinano ad un modo di vivere islamico puro e anche secondo me, come si comporterebbero con un musulmano che non prega visto che sono molto influenzati dal
wahhabismo a sua volta influenzato dalla scuola giuridica islamica (l’hanbalismo)propio della corrente di pensiero di Ahmad ibn Hanbal grande teologo citato nel tuo post li cosidererebbero miscredenti te lo dico io (sono stato 18 mesi in afganistan),,,anche in iraq 15 mesi dagli sciiti
poi dimmi pure perche nella mia ignoranza da (cristiano )non capisco come e possibile credere nella obbligatorieta di una cosa e non farla ?se una cosa io la considero obbligatoria viene da se che la devo fare per forza se ho fede se no non la considero (moiscredente) obbligatoria ........purtroppo cominciando dalla mia di religione e finendo con la tua ce gente che vuole trovare delle scappatoie per sentirsi in pace con la coscienza perche sanno di sbagliare davanti ha DIO ....e cosi anche i capi religiosi che permettono certi comportamenti solo per un mero fatto numerico perche se le religioni si eseguissero alla lettera nel mondo ci sarebbero 2. musulmani e 2 cristiani..... e almeno da quello che ho capito di te dai tuoi interventi la pensi anche tu come me
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mar Ago 17, 2010 1:09 am    Oggetto: Rispondi citando

CALIBRO9 ha scritto:
qua non si tratta di essere musulmani ho non esserlo


Invece sì, perchè questo è un forum islamico in cui dei musulmani cercano delle risposte affidabili sulle loro domande attinenti all'Islam, e una "risposta affidabile sull'Islam" è sinonimo di risposta basata sulle fonti e sulle scienze islamiche, non sul... cattolicesimo!

CALIBRO9 ha scritto:
se io come ben sai che sono cattolico vengo meno ad un dogma della mia religione smetto di esserlo io ho espresso solo una mia opinione che rimane che se uno non osserva dei dogmi o dei pilastri della propia religione non crede in quei principi quindi smette di essere un appartenente a quella religione .....attenzione io non dico tutti i precetti di quella religione ma i dogmi per i cristiani e i pilastri per islam


Questa è appunto la ragione per cui non ha senso che un non-musulmano risponda alle domande di un musulmano sull'Islam in un forum islamico: stai giudicando la questione in base alla tua religione di appartenenza, e confondendo i "dogmi" cattolici con i "pilastri" dell'Islam.

Ho già spiegato la differenza tra credere nell'obbligatorietà della preghiera, e farla, poi ovviamente nessuno nega che sia un peccato abnorme abbandonare la Salah, ma non porta automaticamente al di fuori dell'Islam: i giuristi ed i sapienti musulmani degli ultimi quattordici secoli lo hanno chiarito esplicitamente, non vedo in base a che cosa ora un non-musulmano che si basa sulla sua religione dovrebbe dare una risposta diversa sulla questione..

CALIBRO9 ha scritto:
poi umar spiegami una cosa, secondo te i talebani sono quelli che piu si avvicinano ad un modo di vivere islamico puro e anche secondo me, come si comporterebbero con un musulmano che non prega visto che sono molto influenzati dal
wahhabismo a sua volta influenzato dalla scuola giuridica islamica (l’hanbalismo)propio della corrente di pensiero di Ahmad ibn Hanbal grande teologo citato nel tuo post li cosidererebbero miscredenti te lo dico io (sono stato 18 mesi in afganistan),,,anche in iraq 15 mesi dagli sciiti


Ehm, cosa ci sei stato a fare in Afghanistan? Spero non ad uccidere musulmani assieme all'esercito italiano.

Comunque, qui tradisci le tue letture orientaliste: non c'è alcun legame storico tra i Taliban ed il "Wahhabismo":
-i Taliban sono in grossa parte di scuola giuridica Hanafita, di scuola "teologica" Maturidi e legati ad alcune Turuq del Tasawwuf autentico (in particolare Naqshbandi-Mujaddidi), mentre
-il movimento "wahhabita" originario è legato alla scuola giuridica Hanbalita, a quella "teologica" Athari (e poi abbiamo i cosiddetti "wahhabiti" di oggi che si allontanano sia dall'uno che dall'altro, rigettando le scuole giuridiche e con altre posizioni che li differenziano da entrambi).

I Taliban sono semmai ricollegabili al maslak Deobandi, collegato a sua volta all'eredità di Hadrat Shah Wali Allah al-Dihlawi (rahimahullah), Hadrat al-Mujaddid Shaykh Ahmad Sirhindi al-Rabbani (rahimahullah).

Poi, certo, se chiunque imbracci un kalashnikov e combatta è un "wahhabita", allora tutta la Ummah è sempre stata "wahhabita", ma qui si perde completamente il significato originario del termine per adottare quello mediatico-propagandistico.

CALIBRO9 ha scritto:
poi dimmi pure perche nella mia ignoranza da (cristiano )non capisco come e possibile credere nella obbligatorieta di una cosa e non farla ?se una cosa io la considero obbligatoria viene da se che la devo fare per forza se ho fede se no non la considero (moiscredente) obbligatoria ........purtroppo cominciando dalla mia di religione e finendo con la tua ce gente che vuole trovare delle scappatoie per sentirsi in pace con la coscienza perche sanno di sbagliare davanti ha DIO ....e cosi anche i capi religiosi che permettono certi comportamenti solo per un mero fatto numerico perche se le religioni si eseguissero alla lettera nel mondo ci sarebbero 2. musulmani e 2 cristiani..... e almeno da quello che ho capito di te dai tuoi interventi la pensi anche tu come me


Senza dubbio è assolutamente sbagliato, ingiustificabile e gravissimo e punibile abbandonare la preghiera, anche una volta sola, ma resta il fatto che i sapienti hanno chiarito che ciò non porta automaticamente fuori dall'Islam..

CALIBRO9 ha scritto:
e cosi anche i capi religiosi che permettono certi comportamenti solo per un mero fatto numerico perche se le religioni si eseguissero alla lettera nel mondo ci sarebbero 2. musulmani e 2 cristiani..... e almeno da quello che ho capito di te dai tuoi interventi la pensi anche tu come me


Grazie a Dio non abbiamo Papi nell'Islam, perciò non c'entrano i capi religiosi né la voglia di far numero, è una mera questione giuridico-dottrinale chiarita sin dagli albori dell'Islam.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
CALIBRO9
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/05/10 01:18
Messaggi: 152

MessaggioInviato: Mar Ago 17, 2010 9:43 am    Oggetto: Rispondi citando

'Umar Andrea Aurangzeb ha scritto:
CALIBRO9 ha scritto:
qua non si tratta di essere musulmani ho non esserlo


Invece sì, perchè questo è un forum islamico in cui dei musulmani cercano delle risposte affidabili sulle loro domande attinenti all'Islam, e una "risposta affidabile sull'Islam" è sinonimo di risposta basata sulle fonti e sulle scienze islamiche, non sul... cattolicesimo!

CALIBRO9 ha scritto:
se io come ben sai che sono cattolico vengo meno ad un dogma della mia religione smetto di esserlo io ho espresso solo una mia opinione che rimane che se uno non osserva dei dogmi o dei pilastri della propia religione non crede in quei principi quindi smette di essere un appartenente a quella religione .....attenzione io non dico tutti i precetti di quella religione ma i dogmi per i cristiani e i pilastri per islam


Questa è appunto la ragione per cui non ha senso che un non-musulmano risponda alle domande di un musulmano sull'Islam in un forum islamico: stai giudicando la questione in base alla tua religione di appartenenza, e confondendo i "dogmi" cattolici con i "pilastri" dell'Islam.

Ho già spiegato la differenza tra credere nell'obbligatorietà della preghiera, e farla, poi ovviamente nessuno nega che sia un peccato abnorme abbandonare la Salah, ma non porta automaticamente al di fuori dell'Islam: i giuristi ed i sapienti musulmani degli ultimi quattordici secoli lo hanno chiarito esplicitamente, non vedo in base a che cosa ora un non-musulmano che si basa sulla sua religione dovrebbe dare una risposta diversa sulla questione..

CALIBRO9 ha scritto:
poi umar spiegami una cosa, secondo te i talebani sono quelli che piu si avvicinano ad un modo di vivere islamico puro e anche secondo me, come si comporterebbero con un musulmano che non prega visto che sono molto influenzati dal
wahhabismo a sua volta influenzato dalla scuola giuridica islamica (l’hanbalismo)propio della corrente di pensiero di Ahmad ibn Hanbal grande teologo citato nel tuo post li cosidererebbero miscredenti te lo dico io (sono stato 18 mesi in afganistan),,,anche in iraq 15 mesi dagli sciiti


Ehm, cosa ci sei stato a fare in Afghanistan? Spero non ad uccidere musulmani assieme all'esercito italiano.

Comunque, qui tradisci le tue letture orientaliste: non c'è alcun legame storico tra i Taliban ed il "Wahhabismo":
-i Taliban sono in grossa parte di scuola giuridica Hanafita, di scuola "teologica" Maturidi e legati ad alcune Turuq del Tasawwuf autentico (in particolare Naqshbandi-Mujaddidi), mentre
-il movimento "wahhabita" originario è legato alla scuola giuridica Hanbalita, a quella "teologica" Athari (e poi abbiamo i cosiddetti "wahhabiti" di oggi che si allontanano sia dall'uno che dall'altro, rigettando le scuole giuridiche e con altre posizioni che li differenziano da entrambi).

I Taliban sono semmai ricollegabili al maslak Deobandi, collegato a sua volta all'eredità di Hadrat Shah Wali Allah al-Dihlawi (rahimahullah), Hadrat al-Mujaddid Shaykh Ahmad Sirhindi al-Rabbani (rahimahullah).

Poi, certo, se chiunque imbracci un kalashnikov e combatta è un "wahhabita", allora tutta la Ummah è sempre stata "wahhabita", ma qui si perde completamente il significato originario del termine per adottare quello mediatico-propagandistico.

CALIBRO9 ha scritto:
poi dimmi pure perche nella mia ignoranza da (cristiano )non capisco come e possibile credere nella obbligatorieta di una cosa e non farla ?se una cosa io la considero obbligatoria viene da se che la devo fare per forza se ho fede se no non la considero (moiscredente) obbligatoria ........purtroppo cominciando dalla mia di religione e finendo con la tua ce gente che vuole trovare delle scappatoie per sentirsi in pace con la coscienza perche sanno di sbagliare davanti ha DIO ....e cosi anche i capi religiosi che permettono certi comportamenti solo per un mero fatto numerico perche se le religioni si eseguissero alla lettera nel mondo ci sarebbero 2. musulmani e 2 cristiani..... e almeno da quello che ho capito di te dai tuoi interventi la pensi anche tu come me


Senza dubbio è assolutamente sbagliato, ingiustificabile e gravissimo e punibile abbandonare la preghiera, anche una volta sola, ma resta il fatto che i sapienti hanno chiarito che ciò non porta automaticamente fuori dall'Islam..

CALIBRO9 ha scritto:
e cosi anche i capi religiosi che permettono certi comportamenti solo per un mero fatto numerico perche se le religioni si eseguissero alla lettera nel mondo ci sarebbero 2. musulmani e 2 cristiani..... e almeno da quello che ho capito di te dai tuoi interventi la pensi anche tu come me


Grazie a Dio non abbiamo Papi nell'Islam, perciò non c'entrano i capi religiosi né la voglia di far numero, è una mera questione giuridico-dottrinale chiarita sin dagli albori dell'Islam.

vado in quei paesi a fare quello che tutti i cristiani e musulmani e sopratutto i capi politici
e riligiosi di tutto il mondo dovrebbero fare aiutare le persone dargli un po di conforto perche se sono in quelle condizioni e anche colpa nostra per persone che parlano solamente ma non aiutano concretamente io non ho mai ucciso nessuno e mai lo faro non sarei cristiano non posso uccidere e rimanere cristiano (ci ricolleghiamo a obligatorieta di una norma reli giosa) io non ti ho risposto sulla mia religione ma era un opinione della mia coscienza e non ho detto che e legge....
lo so che i talebani si inspirano piu alla corrente deobandi ma sei sicuro che i talebani non vengono influenzati anche dalla corrente Wahhabita,(binladen) ......so che se non vorrai mai ammetterlo anche voi avete autorita religiose i vostri grandi teologi giuristi e sapienti e sopratutto l universita Al-Azhar del cairo con il suo sceicco o mufti che difatto sono capi religiosi quello che dicono e legge mi dirai che nessun musulmano e tenuto a seguire quello che dicono ma difatti sai che e il contrario


L'ultima modifica di CALIBRO9 il Mar Ago 17, 2010 10:07 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
CALIBRO9
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/05/10 01:18
Messaggi: 152

MessaggioInviato: Mar Ago 17, 2010 9:53 am    Oggetto: Rispondi citando

umar tu hai scritto i giuristi ed i sapienti musulmani degli ultimi quattordici secoli lo hanno chiarito esplicitamente, non vedo in base a che cosa ora un non-musulmano che si basa sulla sua religione dovrebbe dare una risposta diversa sulla questione..



Grazie a Dio non abbiamo Papi nell'Islam, perciò non c'entrano i capi religiosi né la voglia di far numero,
ne sei sicuro vedi che ti contraddici con le tue parole, una guida e di fatto un capo religioso interessato a tutte quelle cose connesse con il fatto di esserlo
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Ago 18, 2010 5:04 am    Oggetto: Rispondi citando

CALIBRO9 ha scritto:
io non ti ho risposto sulla mia religione ma era un opinione della mia coscienza e non ho detto che e legge....


Sei intervenuto sulla domanda posta da un musulmano su un punto dottrinale dell'Islam proponendo la tua risposta come la parola definitiva, e ciò poteva generare della conclusione in chi avesse letto il thread e, non conoscendoti, non poteva sapere che si trattava semplicemente del tuo "punto di vista" da cristiano, e l'avrebbe semmai potuta scambiare per una risposta vera e propria.

Capisci ora cosa intendo?

CALIBRO9 ha scritto:
lo so che i talebani si inspirano piu alla corrente deobandi ma sei sicuro che i talebani non vengono influenzati anche dalla corrente Wahhabita,(binladen)


Semmai è il contrario: i Taliban hanno impedito ai "volontari arabi" (i.e. "salafiti") di diffondere le loro idee, e sono semmai questi ultimi ad essere "influenzati" dai Taliban.

Difatti, si può notare una grande differenza tra il modo di combattare in Iraq (dove ci sono elementi "takfiri" propriamente "estremisti" che colpiscono nel mucchio senza badare ai civili, e potremmo vederla come una degenerazione propria di una certa metodologia di Al-Qa`idah), ed in Afghanistan, dove invece vengono colpiti solo gli eserciti occupanti nemici stranieri ed i collaborazionisti apostati afghani dell'esercito di Qarzai, senza coinvolgere la popolazione innocente: evidentemente, anche i volontari arabi seguono le decisioni e sono sotto il controllo dei Taliban (difatti hanno fatto ba`yah con l'Amir al-Mu'minin, Mullah Muhammad `Umar), che impediscono determinate azioni e mantengono il Jihad nei limiti previsti dalla Shari`ah.
E Dio sa meglio.

CALIBRO9 ha scritto:
......so che se non vorrai mai ammetterlo anche voi avete autorita religiose i vostri grandi teologi giuristi e sapienti e sopratutto l universita Al-Azhar del cairo con il suo sceicco o mufti che difatto sono capi religiosi quello che dicono e legge mi dirai che nessun musulmano e tenuto a seguire quello che dicono ma difatti sai che e il contrario


Ennesima confusione dell'Islam col cattolicesimo.

Gli `ulama', i sapienti, non hanno alcun potere legislativo, che appartiene solo ed esclusivamente ad Allah l'Altissimo.

Agli `ulama' spetta l'interpretazione di quello che è il volere di Allah per come espresso nel Corano e nella Sunnah e ricavare dalle fonti i precetti e le regole, e non la legislazione, che appartiene ad Allah soltanto.

Ciò significa che se un "`alim" (di al-Azhar o di qualunque altra madrasa) afferma qualcosa chiaramente in contrasto con il Corano, la Sunnah o l'Ijma` (e perciò con quanto affermato da tutti gli altri `ulama' nel corso dei secoli), la sua posizione viene completamente rigettata, ed in questo caso il suo essere "`alim" non gli è di alcun aiuto: nessuno ha il potere o l'autorità di cambiare, abrogare, modificare od "innovare" la Legge Sacra stabilita da Dio.

Si veda:
Authority to Permit and Prohibit - By 'Allamah Sarfaraz Khan Safdar -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
CALIBRO9
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/05/10 01:18
Messaggi: 152

MessaggioInviato: Mer Ago 18, 2010 2:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

'Umar Andrea Aurangzeb ha scritto:
CALIBRO9 ha scritto:
io non ti ho risposto sulla mia religione ma era un opinione della mia coscienza e non ho detto che e legge....


Sei intervenuto sulla domanda posta da un musulmano su un punto dottrinale dell'Islam proponendo la tua risposta come la parola definitiva, e ciò poteva generare della conclusione in chi avesse letto il thread e, non conoscendoti, non poteva sapere che si trattava semplicemente del tuo "punto di vista" da cristiano, e l'avrebbe semmai potuta scambiare per una risposta vera e propria.

Capisci ora cosa intendo?

CALIBRO9 ha scritto:
lo so che i talebani si inspirano piu alla corrente deobandi ma sei sicuro che i talebani non vengono influenzati anche dalla corrente Wahhabita,(binladen)



Semmai è il contrario: i Taliban hanno impedito ai "volontari arabi" (i.e. "salafiti") di diffondere le loro idee, e sono semmai questi ultimi ad essere "influenzati" dai Taliban.

Difatti, si può notare una grande differenza tra il modo di combattare in Iraq (dove ci sono elementi "takfiri" propriamente "estremisti" che colpiscono nel mucchio senza badare ai civili, e potremmo vederla come una degenerazione propria di una certa metodologia di Al-Qa`idah), ed in Afghanistan, dove invece vengono colpiti solo gli eserciti occupanti nemici stranieri ed i collaborazionisti apostati afghani dell'esercito di Qarzai, senza coinvolgere la popolazione innocente: evidentemente, anche i volontari arabi seguono le decisioni e sono sotto il controllo dei Taliban (difatti hanno fatto ba`yah con l'Amir al-Mu'minin, Mullah Muhammad `Umar), che impediscono determinate azioni e mantengono il Jihad nei limiti previsti dalla Shari`ah.
E Dio sa meglio.

CALIBRO9 ha scritto:
......so che se non vorrai mai ammetterlo anche voi avete autorita religiose i vostri grandi teologi giuristi e sapienti e sopratutto l universita Al-Azhar del cairo con il suo sceicco o mufti che difatto sono capi religiosi quello che dicono e legge mi dirai che nessun musulmano e tenuto a seguire quello che dicono ma difatti sai che e il contrario


Ennesima confusione dell'Islam col cattolicesimo.

Gli `ulama', i sapienti, non hanno alcun potere legislativo, che appartiene solo ed esclusivamente ad Allah l'Altissimo.

Agli `ulama' spetta l'interpretazione di quello che è il volere di Allah per come espresso nel Corano e nella Sunnah e ricavare dalle fonti i precetti e le regole, e non la legislazione, che appartiene ad Allah soltanto.

Ciò significa che se un "`alim" (di al-Azhar o di qualunque altra madrasa) afferma qualcosa chiaramente in contrasto con il Corano, la Sunnah o l'Ijma` (e perciò con quanto affermato da tutti gli altri `ulama' nel corso dei secoli), la sua posizione viene completamente rigettata, ed in questo caso il suo essere "`alim" non gli è di alcun aiuto: nessuno ha il potere o l'autorità di cambiare, abrogare, modificare od "innovare" la Legge Sacra stabilita da Dio.
hibit/[/url]



caro umar non ce peggior sordo di chi non vuol sentire ,,,le leggi vengono interpretate o mi sbaglio?visto che ci sono opinioni differenti anche fra gli ulama quindi chi le interpreta fa da guida a tutta la popolazione che segue la religione .....il mio punto di vista anche se da cristiano e uguale a quello della corrente giuridica del grande teologo e giurista Imam Ahmad Ibn Hanbal del islam perche dovrebbe essere minore della tua anche se sei musulmano?tu solo forse detieni la sapienza del islam? ha dimenticavo in iraq la guerriglia colpisce nel mucchio perche e aperta su 2 fronti militari e sciiti e non per chi sa quali differenze di pensiero religioso
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Ven Ago 20, 2010 8:30 am    Oggetto: Rispondi citando

CALIBRO9 ha scritto:
caro umar non ce peggior sordo di chi non vuol sentire


E' proprio vero! :-)

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Dom Ago 22, 2010 5:12 am    Oggetto: Rispondi citando

umar ha scritto
Citazione:
Difatti, si può notare una grande differenza tra il modo di combattare in Iraq (dove ci sono elementi "takfiri" propriamente "estremisti" che colpiscono nel mucchio senza badare ai civili, e potremmo vederla come una degenerazione propria di una certa metodologia di Al-Qa`idah),
fratello teniamo conto che l isi in iraq è l unico movimento che fa veramente il jihad fisabilillah in iraq e tutti i movimenti sunniti seri,ansar al sunna ecc ecc da tutte le parti dell iraq hanno fatto bayah con loro,e al hamdulillah non si combattono fra loro inoltre ho visto diversi video dove i mujhaedeen dell isi rinunciavano a un azione proprio nel momento in cui passavano dei civili inoltre,ricordiamoci che i cosidetti civili,definiti tali dai media,sono spesso e volentieri sciiti,o collaborazionisti,non mi sembra nemmeno giusto che il soldato di qarzai o collaborazionista afghano sia apostata mentre quello irakeno o algerino no.e chi lo ammazza è un takfirita.inoltre non trovo nemmeno giusto il parlare dei volontari arabi in afghanistan come una marmaglia di bambini esaltati che se non fosse per i taliban farebbero solo dei casini.piuttosto sono persone,benedette da Dio che sono chiaramente agli ordini dell amir al mumineen e mettono al servizio della umma il loro coraggio ed esperienza decennale,dentro e fuori dell afghanistan,specie i capi.molti di loro non scordiamoci che lasciano alle spalle vite piu che agiate.

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Dom Ago 22, 2010 5:53 am    Oggetto: Rispondi citando

inoltre ci terrei a chiarire che l irak come del resto ogni teatro di guerra è preda di bande di semplici criminali e sciacalli,e le varie forze dell ordine e capi di polizia locali per non essere tacciati di essere degli incapaci o coprire qualcuno attribuiscono certe azioni ai mujhaedeen,in un video dell isi una volta si parlava proprio di questo,di azioni violente nei confronti di cristiani che pagavano la jizya da cui l isi si discolpava e parlava di criminali comuni,anche se ovviamente le autorita avevano acaricato la colpa su di loro,senza parlare di altri video dove si parlava di poliziotti e soldati apostati che ne facevano di cotte e di crude,per poi incolpare l isi.un pò come in algeria no?su non facciamo jihad di serie a e jihad di serie b,la guerra è la stessa in afghanistan come in cecenia o algeria,i campi restano sempre 2 quello del kufr e quello dell iman

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14958
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Ago 23, 2010 7:21 am    Oggetto: Rispondi citando

Già qualche minuto dopo aver scritto quel messaggio mi sono reso conto di aver trattato la questione troppo semplicisticamente ed in maniera tale da prestarsi ad equivoci e fraintendimenti.

Ma ho parlato di "elementi" e "degenerazione di una certa metodologia", per cui senza fare di tutta l'erba un fascio.

al ghuraba ha scritto:
fratello teniamo conto che l isi in iraq è l unico movimento che fa veramente il jihad fisabilillah in iraq e tutti i movimenti sunniti seri,ansar al sunna ecc ecc da tutte le parti dell iraq hanno fatto bayah con loro,e al hamdulillah non si combattono fra loro


Purtroppo mi risulta il contrario, ed è proprio alla luce di scontri tra ISI ed Ansar al-Sunnah di cui avevo letto tempo fa, che parlavo di degenerazioni ed elementi "takfiri".
Senza generalizzare a tutto l'ISI, chiaramente.

al ghuraba ha scritto:
ricordiamoci che i cosidetti civili,definiti tali dai media,sono spesso e volentieri sciiti,o collaborazionisti,non mi sembra nemmeno giusto che il soldato di qarzai o collaborazionista afghano sia apostata mentre quello irakeno o algerino no.e chi lo ammazza è un takfirita.
(...)
inoltre ci terrei a chiarire che l irak come del resto ogni teatro di guerra è preda di bande di semplici criminali e sciacalli,e le varie forze dell ordine e capi di polizia locali per non essere tacciati di essere degli incapaci o coprire qualcuno attribuiscono certe azioni ai mujhaedeen,in un video dell isi una volta si parlava proprio di questo,di azioni violente nei confronti di cristiani che pagavano la jizya da cui l isi si discolpava e parlava di criminali comuni,anche se ovviamente le autorita avevano acaricato la colpa su di loro,senza parlare di altri video dove si parlava di poliziotti e soldati apostati che ne facevano di cotte e di crude,per poi incolpare l isi.un pò come in algeria no?


Non parlavo dell'esercito, ma di civili veri e propri.
Quello di colpirli deliberatamente è un fenomeno isolato e che riguarda solo certi gruppuscoli settari e deviati, e sicuramente comprende solo una frazione di quanto attribuito dei media ai Mujahidin ma in realtà compiuto da altri soggetti, ma purtroppo è esistente, non possiamo negarlo, visto che ci sono persone che lo considerano lecito.

al ghuraba ha scritto:
inoltre non trovo nemmeno giusto il parlare dei volontari arabi in afghanistan come una marmaglia di bambini esaltati che se non fosse per i taliban farebbero solo dei casini.
(...)
su non facciamo jihad di serie a e jihad di serie b,la guerra è la stessa in afghanistan come in cecenia o algeria,i campi restano sempre 2 quello del kufr e quello dell iman


Fratello non mettermi in bocca cose che non ho detto..

Ho semplicemente constatato che quando il Jihad è diretto da forze non "salafite" bensì "tradizionali", il rispetto per i limiti della Shari`ah è molto maggiore, visto che ci sono `ulama' veri e propri che con la loro saggezza, conoscenza e lungimiranza (e barakah..) soprassiedono alle azioni e decisioni sul campo, mentre quando sono certi "salafiti" a prendere in mano la situazione, capita che la metodologia "do-it-yourself" venga applicata anche sul campo di battaglia, e i risultato non sono proprio positivi (violazioni dei limiti della Shari`ah, civili colpiti deliberatamente, etc.).

E' una mia impressione, wa Allah a`lam, e lungi da me il voler sparlare dei Mujahidin autentici.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> - Speciale Ramadan (e Sha`ban e Shawwal) - e digiuno! Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.076