Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Poligamia e diritti delle mogli

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Ven Lug 10, 2020 12:16 pm    Oggetto: Ads

Top
Unintended
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/08 00:49
Messaggi: 899

MessaggioInviato: Lun Giu 07, 2010 5:29 pm    Oggetto: Poligamia e diritti delle mogli Rispondi citando

Stavo leggendo un po' di topic sulla poligamia nell'Islam in questo forum e mi è venuto un dubbio. Innanzitutto, da quanto ho capito, il diritto del marito di sposarsi con quattro donne non è contestabile dalla moglie, essendo un suo diritto può quindi avvalersene. Fin qui credo di non avere dubbi. Ciò che invece mi ha fatto riflettere è se dovesse capitare che il marito decide di sposare una donna dal passato dubbio e pericoloso, addirittura ad esempio che in passato fosse stata una donna "da strada" (poi tornata sulla retta via), ecco mi chiedevo se in questo caso la prima moglie può chiedere il divorzio adducendo come motivazione il timore per la sua stessa salute o tranquillità della sua famiglia. Si tratta di situazioni assurde me ne rendo conto, ma visti i nostri tempi non sono nemmeno da escludere, e pertanto mi chiedevo se queste fossero considerate ragioni valide per ricorrere al divorzio.
Inoltre vorrei sapere se è possibile per il marito sposare contemporaneamente una musulmana, una cristiana ed un'ebrea (altra situazione assurda, lo so, ma sono curiosa). E poichè due mogli non seguirebbero il ramadan e altre festività islamiche, in tal caso il marito sarebbe considerato ingiusto se passare più tempo con la moglie musulmana piuttosto che con le altre due durante questo periodo?

Scusate per le domande strane :-)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Giu 07, 2010 10:26 pm    Oggetto: Re: Poligamia e diritti delle mogli Rispondi citando

Amani ha scritto:
Ciò che invece mi ha fatto riflettere è se dovesse capitare che il marito decide di sposare una donna dal passato dubbio e pericoloso, addirittura ad esempio che in passato fosse stata una donna "da strada" (poi tornata sulla retta via), ecco mi chiedevo se in questo caso la prima moglie può chiedere il divorzio adducendo come motivazione il timore per la sua stessa salute o tranquillità della sua famiglia. Si tratta di situazioni assurde me ne rendo conto, ma visti i nostri tempi non sono nemmeno da escludere, e pertanto mi chiedevo se queste fossero considerate ragioni valide per ricorrere al divorzio.


E' una domanda interessante, che ti suggerirei di inoltrare al Mufti, nella sezione Fatawa, per una risposta qualificata e precisa.

Amani ha scritto:
Inoltre vorrei sapere se è possibile per il marito sposare contemporaneamente una musulmana, una cristiana ed un'ebrea (altra situazione assurda, lo so, ma sono curiosa). E poichè due mogli non seguirebbero il ramadan e altre festività islamiche, in tal caso il marito sarebbe considerato ingiusto se passare più tempo con la moglie musulmana piuttosto che con le altre due durante questo periodo?


Il tempo da passare con ogni moglie si considera in base alle notti; tipicamente, una notte per ogni moglie.

Ovvero, la divisione delle notti deve essere eguale per ognuna (a meno che di eventuali accordi cui tutte le mogli concordino, e ad esempio una moglie rinunci di sua volontà ad un certo numero di notti).

La quantità di ore che si passano con una o con l'altra moglie durante il giorno non conta.

Alla luce di ciò, non vedo perchè - nella situazione ipotizzata - il marito debba passare un numero maggiore di notti con la moglie musulmana piuttosto che con le altre mogli, visto che dopo il tramonto e fino a prima dell'inizio del tempo della preghiera dell'alba si possono avere rapporti sessuali. Perciò se passasse un numero di notti maggiore con la moglie musulmana, senza il consenso delle altre, sarebbe sì ingiusto ed una violazione dei diritti delle altre mogli..

O mi sfugge qualcosa?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Unintended
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/08 00:49
Messaggi: 899

MessaggioInviato: Mar Giu 08, 2010 1:21 am    Oggetto: Re: Poligamia e diritti delle mogli Rispondi citando

'Umar Andrea Aurangzeb ha scritto:


E' una domanda interessante, che ti suggerirei di inoltrare al Mufti, nella sezione Fatawa, per una risposta qualificata e precisa.

Provvederò a riformulare la domanda nella sezione apposita.


Citazione:
Il tempo da passare con ogni moglie si considera in base alle notti; tipicamente, una notte per ogni moglie.

Ops, ecco cos'è che mi sfuggiva. Io credevo si considerasse il giorno.

Citazione:
Ovvero, la divisione delle notti deve essere eguale per ognuna (a meno che di eventuali accordi cui tutte le mogli concordino, e ad esempio una moglie rinunci di sua volontà ad un certo numero di notti).

La quantità di ore che si passano con una o con l'altra moglie durante il giorno non conta.

Alla luce di ciò, non vedo perchè - nella situazione ipotizzata - il marito debba passare un numero maggiore di notti con la moglie musulmana piuttosto che con le altre mogli, visto che dopo il tramonto e fino a prima dell'inizio del tempo della preghiera dell'alba si possono avere rapporti sessuali. Perciò se passasse un numero di notti maggiore con la moglie musulmana, senza il consenso delle altre, sarebbe sì ingiusto ed una violazione dei diritti delle altre mogli..

O mi sfugge qualcosa?


No no, non ti sfugge nulla, io pensavo si dovesse tenere conto dei giorni, non delle notti, il mio ragionamento nasceva da questo. Certo, però, immagino che se qualcuno si trovasse davvero ad affrontare una situazione simile, avrebbe non poche preoccupazioni!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Famiglia, matrimonio, genitori, figli e rapporti tra i generi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.054