Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Donne, Islam e integrazione.

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Confutazione modernismo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Lug 11, 2020 10:53 pm    Oggetto: Ads

Top
Khadij@
Bannato
Bannato


Registrato: 10/05/09 17:27
Messaggi: 31
Residenza: Città di Castello (PG)

MessaggioInviato: Dom Mag 10, 2009 7:45 pm    Oggetto: Donne, Islam e integrazione. Rispondi citando

Il processo di integrazione delle donne musulmane con le tematiche ad esso connesse è stato l’ argomento chiave di un incontro “Donne dell’ Islam tra integrazione e tradizione” organizzato dall’ Istituto Comprensivo di Sant’ Eufemia Lamezia nell’ ambito del progetto pluriennale iniziato da alcuni anni dalla scuola sull’ integrazione ed intercultura. « Un progetto - ha chiarito la dirigente scolastica Cettina Strangis - rivolto non solo agli alunni ma anche ai genitori per favorire la loro integrazione nel territorio lametino». La trattazione della complessa tematica è stata affidata alla islamologa Anna Vanzan, docente nell’ Università degli Studi di Milano e vincitrice del Premio del Feudo di Maida nel 2006 con il saggio “La storia velata ”che fu illustrato dall’ autrice agli studenti dell’ Istituto Comprensivo nel corso di un convegno. La relatrice, questa volta, ha analizzato il mondo islamico femminile da una prospettiva più attuale attinente al comportamento che le musulmane stanno tenendo in Europa, ma soprattutto in Italia.
« Il mio tentativo - ha premesso la Vanzan - è quello di evidenziare il lento processo di integrazione delle musulmane rallentato soprattutto dalle tensioni internazionali».
Per favorire tale processo è necessario conoscere le tradizioni delle musulmane nella versione veritiera e non alterata spesso da rappresentanti della comunità non qualificati, ma soprattutto bisogna intavolare un dialogo con le donne straniere e accettare la loro diversità che, d’ altronde, costituisce per noi un arricchimento. Naturalmente l’ apertura con l’altro e l’accettazione del diverso deve essere reciproca. La vastità dell’ universo islamico, che annovera un miliardo e trecento milioni di persone dislocate su un’ ampia area geografica, impedisce un discorso omogeneo sul mondo islamico diversamente connotato. L’emigrazione delle donne musulmane nei Paesi occidentali ha contribuito a cambiare in qualche modo l’immaginario collettivo che cercava una patina esotica nelle donne alimentando un circolo vizioso secondo il quale il velo si identificava nel simbolo della cultura islamica.
«Oggi - ha detto la Vanzan - sono di più le donne giovani che indossano il velo, spesso pieno di colori e allegria, per affermare la loro identità, anziché le madri e le nonne. La loro situazione sta cambiando. Infatti negli Usa, pur mantenendo il loro stato di appartenenza, molte ragazze sono in grado di gestire delle riviste, mentre nei Paesi occidentali molte donne islamiche , diventando mediatrici tra noi e la loro cultura, si comunicano i risultati conseguiti attraverso siti aperti. Ma a portare un notevole cambiamento sono soprattutto le donne giuriste, giudici, avvocatesse che si stanno cimentando nell’ interpretazione dei testi sacri finora esclusiva prerogativa degli uomini. Significativo l’ intervento di Marisa Labate, presidente dell’ Age ( Associazione genitori ) di Vibo Valentia, che ha posto l’ accento sulla necessità di armonizzare le differenze tra le diverse culture per rendere possibile l’ integrazione delle donne islamiche, mentre la dottoressa Antonietta Crea, in rappresentanza dell’ Urs ( Ufficio scolastico regionale), ha ribadito la necessità della conoscenza delle parti nel processo di integrazione che deve partire soprattutto dalla scuola che « per noi calabresi - ha precisato - è un piccolo faro».

(4 Maggio 2009)

Fonte: lameziaweb.biz

Come mio primo ufficiale messaggio ho voluto portare all'attenzione di chi non lo sapeva questo interessante incontro, uno dei tanti (alHamdulillah) che sta illuminando l'Italia, ed in generale tutto il territorio d'Occidente.
Principalmente sarà mia cura farvi presente ogni mio piccolo pensiero ed iniziativa riguardo il mondo musulmano "al femminile", serbando in secondo piano le altre sezioni; non che esse abbiano meno rilevanza, ci mancherebbe, ma facendo parte del genere sessuale in questione non voglio disperdermi in altre tematiche. Se ciò succederà, spero di essere in grado fratelli e sorelle :) .

Ma as-Salaama.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Dom Mag 10, 2009 9:56 pm    Oggetto: Re: Donne, Islam e integrazione. Rispondi citando

Khadij@ ha scritto:
"Ma a portare un notevole cambiamento sono soprattutto le donne giuriste, giudici, avvocatesse che si stanno cimentando nell’ interpretazione dei testi sacri finora esclusiva prerogativa degli uomini".


AsSalamu `alaykum wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu.

A ridaje..


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Se poi queste persone devono cimentarsi nell'interpretazione dei testi sacri per dirottarli lontano dal loro significato effettivo - in ragione di un'agenda estranea all'interpretazione tradizionale dei sapienti qualificati, ed all'insegna di "femminismi" e "riformismi" moderni -, allora che si occupino pure di altro; allo stesso identico modo in cui sarebbe meglio che si occupassero di altro eventuali maschi che si "cimentassero nell'interpretazione dei testi sacri" per dirottarli lontano dal loro effettivo significato, verso interpretazioni misogine o reazionarie non tradizionali.

Non si tratta di "maschilismo" o "femminismo", si tratta di fedeltà ai testi ed alla tradizione sapienziale islamica, da difendere da chiunque voglia strattonarla e tirarla per la manica, in una direzione o nell'altra, lontano dalla comprensione dei Compagni (Iddio sia soddisfatto di tutti loro) e dei sapienti sunniti di tutte le epoche.

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Khadij@
Bannato
Bannato


Registrato: 10/05/09 17:27
Messaggi: 31
Residenza: Città di Castello (PG)

MessaggioInviato: Lun Mag 11, 2009 9:14 am    Oggetto: Rispondi citando

Salam.

Sarò ingenua, ma non vedo il marcio anche dove non ci sta.
Non mi pongo quesiti anche di fronte a qualcosa che non reca danno a nessuno, giacchè se una donna diviene giurista o medico, essa non può far altro che accrescere le mie possibilità di accedere sia alla "casta" legale che quella medica.
Se una donna, oltretutto, (come già accadeva in passato) fornisce un'esegesi coranica...che ben venga; a furia di sentir parlare di sapienti ci siamo dimenticati che ogni giorno abbiamo una GUIDA impeccabile che ci accompagna per tutta la giornata, senza molte esitazioni o dubbi ^^.

Ma as-Salaama.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Lun Mag 11, 2009 2:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Khadij@ ha scritto:

Se una donna, oltretutto, (come già accadeva in passato) fornisce un'esegesi coranica...che ben venga


Quindi siamo d'accordo nel fatto che non è vero che sia stato "finora prerogativa degli uomini", quindi c'è del "marcio" nell'articolo che invece afferma ciò.

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Confutazione modernismo Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.063