Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Nietzsche e l'Islam

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Storia, biografie, conoscenze, arte, poesie ed immagini
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Lug 11, 2020 1:55 pm    Oggetto: Ads

Top
namil
Bannato
Bannato


Registrato: 02/06/08 22:24
Messaggi: 144

MessaggioInviato: Gio Mar 26, 2009 1:23 pm    Oggetto: Nietzsche e l'Islam Rispondi citando

...


L'ultima modifica di namil il Sab Dic 26, 2009 4:44 am, modificato 6 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Mar 26, 2009 4:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

AsSalamu `alaykum wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu!

Personalmente ho sempre considerato il superomismo prometeico niciano come sommamente anti-islamico, anzi, "shaytanico".

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Apr 15, 2009 12:50 am    Oggetto: Rispondi citando

Mi riprometto di intervenire in seguito per precisare quali siano le mie riserve riguardo Nietzsche, ma intanto - per la serie "un colpo al cerchio ed uno alla botte" - ecco un passo decisamente interessante:

"Il cristianesimo ci derubò del raccolto della cultura antica, poi ha seguitato a derubarci sottraendoci il raccolto della cultura islamica. Il meraviglioso mondo culturale moro di Spagna, a noi in fondo più affine (dal momento che si rivolge ai nostri sensi e al nostro gusto più di quanto non facciano Grecia e Roma), venne calpestato (e non dico da quali piedi) : perché? Perché era nobile, perché doveva le sue origini a istinti virili, perché diceva sì alla vita anche con rari e squisiti tesori della vita moresca!... Più tardi i crociati combatterono contro ciò davanti a cui avrebbero fatto meglio a prostrarsi nella polvere: una cultura in confronto alla quale persino il nostro XIX secolo potrebbe apparire assai povero e «arretrato». Miravano al bottino, è naturale: l'Oriente era ricco... Ma siamo onesti! Le crociate? Alta pirateria, nient'altro! La nobiltà tedesca, in fondo nobiltà vichinga, si trovava in questo nel proprio elemento: la Chiesa sapeva fin troppo bene come avere in pugno l'aristocrazia tedesca... La nobiltà tedesca, sempre gli «svizzeri» della Chiesa, sempre al servizio di tutti i cattivi istinti della Chiesa, ma ben pagata... È stato proprio con l'aiuto della spada tedesca, del sangue e del coraggio dei tedeschi, che la Chiesa ha condotto la propria guerra a morte contro tutto ciò che di più nobile vi è sulla Terra! A questo punto sorgono molte dolorose domande. L'aristocrazia tedesca è quasi assente nella storia della cultura più elevata: si può immaginarne la ragione... Il cristianesimo, l'alcool: i due grandi strumenti di corruzione... In sé non doveva esserci scelta tra l'Islam e il cristianesimo, così come tra un arabo e un ebreo. La decisione è già data: nessuno è più libero di scegliere. O si è Cianciala o non lo si è... «Guerra all'ultimo sangue contro Roma! Pace e amicizia con l'Islam»: così pensava e fece il grande spirito libero, il più geniale degli imperatori tedeschi, Federico II. Come? Bisogna che un tedesco sia un genio, uno spirito libero, perché provi sentimenti rispettabili? Mi sfugge come un tedesco abbia mai potuto avere sentimenti cristiani..."

Da Friedrich Nietzsche, "L'anticristo"

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Mer Apr 15, 2009 11:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

AsSalamu `alaykum wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu

Cerco di articolare brevemente ciò che intendevo dire, per evitare di continuare a posticipare.

Il mio intervento, come vedi, ha menzionato soltanto un elemento della multiforme e complessa personalità di Nietzsche (che, completamente d'accordo con te, non reputo "classificabile" in schemi e categorie); un singolo elemento, sì, ma non di meno uno dei più significativi della sua "filosofia del martello".
Al di là della valutazione (che può essere positiva, interessata, spesso certamente affascinata), personalmente trovo questo elemento uno scoglio insuperabile per un completo "sdoganamento islamico" dell'opera di Nietzsche.

Gli elementi di "superomismo prometeico" mi appaiono sommamente "shaytanici" ed il collegamento con la figura di Iblis, con la sua "arroganza" e con l'uso scorretto della ragione, è facile a farsi.
Che ciò possa essere in reazione alla religione costruita dall'uomo che è il cristianesimo che Nietzsche aveva innanzi a sé, è pur plausibile, ma nondimeno l'elemento "prometeico" rimane in assoluta opposizione alla concezione islamica dell'uomo e del suo ruolo nel mondo e del suo rapporto con Dio e con la Conoscenza.

Riguardo Evola, poi, guarda, personalmente lo considero il Grande Impostore di Guénon e di quello che viene chiamato "pensiero tradizionale", appunto per il "mix" (senz'altro talvolta affascinante anch'esso) che ha effettuato tra il pensiero "del" francese, e vari elementi; avevo scritto questo paragrafo, in un vecchio articolo:

"Evola, il Grande Impostore del pensiero di Guénon
Il nucleo fondamentale di questo fraintendimento è il tormentato rapporto Evola-G, che, sostanzialmente, si basa sul “copia-incolla” del pensiero del francese da parte del barone siciliano. Questi, conosciuto Guénon, passa - dalle formulazioni di un “Idealismo magico”, dai circoli Dada e futuristi, dalle giovanili letture di Weininger e Niezsche - ad una sorta di “tradizionalismo reazionario esoterico”. Che, a livello semantico, sembra molto simile e parallelo a quello di Guénon, per via dell’uso di un lessico estrapolato dal metafisico francese, ma che in realtà introduce e mischia pericolosamente tutta una serie di riferimenti e concezioni non solo storicamente determinate (cosa che ha sempre destato dispetto nel francese, che ha sempre sostenuto di riferire la dottrina delle singole tradizioni spirituali cui si è riferito, in accordo con i rispettivi “maestri”), ma pure particolarmente orientati politicamente ed ideologicamente: i temi che tanto hanno fornito al nazismo in termini di immaginario mitico-ideologico (dagli ariani/indeuropei, al Graal, ai “poteri occulti”, all’antisemitismo, al “neospiritualismo” delle sette pangermaniste prenaziste (Thule etc), allo strisciante nazi-misticismo-eso-paganeggiante”); molta filosofia tedesca (il concetto di Weltanschaung da Dilthey, un certo superomismo e nichilismo pseudo-niciani, la visione storica da Spengler, il razzismo - seppure declinato “spiritualmente” - da De Gobineau e da Gunther, e poi Hegel, Weininger - italiano ma tedesco di formazione e così via…); una retorica decadente aristocratico-viril-eroica e, soprattutto, l’identificazione dei regimi fascista e nazista (in virtù di tutte quelle parole d’ordine “autorità”, “ordine”, “gerarchia” che a Evola, diciamocelo, [causano piacere]) come Ipostasi, seppur imperfette, del “mondo della Tradizione”.
Tutto questo fornirà, nel secondo dopoguerra, vasto materiale ad una parte delle settucole neofasciste. Ora, ognuno è libero di “adorare le icone” che preferisce, ma per onestà intellettuale nei confronti del pensiero di G., bisogna riconoscere che, senza il ponte che Evola ha costruito, Guénon non sarebbe mai stato considerato, suo assoluto malgrado, un destrorso reazionario.

(dal mio pre-islamico: "René Guénon è di "sinistra"? Il relativismo culturale e l'antiimperialismo" -
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Gio Apr 16, 2009 12:44 am    Oggetto: Rispondi citando

Per Namil: Fratello ti avevo contattato ma credo tu non abbia ricevuto nulla, era a proposito del cinese, inch'Allah fammi sapere.

As-salam alaykum!

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
al-Hanafi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 29/03/07 21:41
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: Gio Apr 16, 2009 10:59 am    Oggetto: Rispondi citando

namil ha scritto:
Nass ha scritto:
Per Namil: Fratello ti avevo contattato ma credo tu non abbia ricevuto nulla, era a proposito del cinese, inch'Allah fammi sapere.

As-salam alaykum!


Wa ‘alaykum as-Salām wa raĥmatullahi wa bārakatuhu!

In qualità di amministratore credevo fossi al corrente di tutto... Mi spiace non poterti rispondere per ora. Spero avremo l'occasione di parlare in seguito. Sono veramente desolato wullahi. Intanto eccoti il mio indirizzo di posta elettronica, quando avrò tempo ti risponderò volentieri insha'allah:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ps: La mia vita virtuale non ha molto a che fare con quella reale; mi spiego meglio: considero per me stesso questo forum alla stregua di altri forum islamici, ossia uno spazio molto utile per istituire confronti, dialogare, conoscere punti di vista e posizioni differenti, un mezzo che sfrutto per accrescere la mia conoscenza e condividere del materiale e delle riflessioni, e sfrutto in questa circostanza l'epochè, proprio perchè il mio desiderio è conoscere e non ingenerare polemica alcuna nè ritorsioni di sorta. Mentre i sentimenti, così come le emozioni, li riservo per la vita reale. In questa sono un apolide apoliticizzato che ama vivere umilmente oblato a iddio all'insegna della mia religione, della spiritualità e della semplicità. Non cerco riconoscimenti da qualcuno all'infuori che dal dio (gloria a lui l'altissimo) e non mi lascio dispoticamente tiranneggiare da chicchessìa, siccome temo soltanto il giudizio d'iddio e non quello degli uomini. Forse questo atteggiamento tendenzialmente 'apatico' e 'distaccato' dalla vita forumitica e più in generale dai mondi virtuali, mi ha portato, iddio sa, a commettere degli errori o ad espormi a fraintendimenti.

Chiedo perdono a iddio il perdonatore, il misericordioso per i miei errori e mi rimetto alla sua volontà. Egli invero è colui che concede ogni cosa

E la lode spetta al signore dei mondi, e che la preghiera e le benedizioni siano sul nostro profeta Muhammed, sulla sua famiglia, e sui suoi compagni.



Effettivamente non ci avevo stupidamente pensato. Per il resto, ci sentiamo inch'Allah in privato!
As-salam alaykum
Nassim

PS: grazie anche per la tua breve spiegazione:-)

_________________
Tutto ciò di cui hai bisogno è un sogno [Sifu Wang Zi Ping]

''Islam significa vivere la vita in ogni respiro''
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14959
Residenza: Hanafi-Maturidi

MessaggioInviato: Gio Apr 16, 2009 10:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Wa `alaykum asSalam wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu!

namil ha scritto:
mentre il superuomo (meglio l’oltreuomo) è chiaramente la meta verso la quale deve giungere l’uomo attraverso la spinta vitalistica e la forza propulsiva dell’azione in virtù della trasvalutazione dei valori postmetafisici individuali e dell’antitradizione (ove per tradizione risulta ormai chiaro a cosa alludesse). Dal dire che debba togliersi la gobba al gobbo (la parte malata), al sostenere che l’uomo debba per così dire snaturarsi, occorre una gran differenza, ove la virtù che dona, l’amor fati, valori quali l’onore, la fratellanza, la dignità… (e il discorso delle tre metamorfosi andrebbe visto in questa prospettiva) non fanno altro che ribadire ciò che ammise Iqbal nel suo poema: “Volle che da acqua e fango spuntasse quella spiga che sola può germogliare dal seminato del cuore. Ciò che egli cerca è lo stadio della Potenza Divina e questo stadio sublime è aldilà della ragione e della saggezza”. Riguardo al superomismo nietzschiano interessanti appaiono le considerazioni di Coomaraswamy riportate dal fratello ‘Umar Amin , oltre che alla già menzionata e incontestata posizione iqbaliana.

Citazione:
Ananda K. Coomaraswamy, per il quale Nietzsche è “soprattutto un mistico” (A.K.Coomaraswamy. La Danse de çiva, Editions d’aujourd’hui, Paris 1983, p.211), ha notato che la dottrina dell’Übermensch è apparsa a più riprese nella storia del mondo; come nozioni analoghe a quelle del “superuomo” nietzschiano, egli cita “il concetto cinese di Uomo Superiore, il Maha Purusha, il Bodhisattva, il Jivan-mukta dell’India (op. cit., p. 212). In particolare, riferendosi alla propria forma tradizionale, Coomaraswamy dice che “nella letteratura indù esiste tutta una serie di espressioni designanti questo ideale: è l’Arhat (adepto), il Buddha (illuminato), il Jina (conquistatore), il Tirthakara (scopritore del guado), il bodhisattva (incarnazione della virtù dispensatrice) e soprattutto il Jivan-mukta (liberato in questa vita), le cui azioni non sono più buone né cattive, ma procedono dalla sua natura liberata” (op. cit. p., 213). Quello che gli indù intendono allorché parlano di un Bodhisattva o di un Jivan-mukta, Nietzsche, secondo Coomaraswamy, lo esprime affermando che il “superuomo” è il senso della terra... Ebbene anche nell’ Übermensch nietzschiano è stato visto un modello ideale, la cui esistenza sarebbe soltanto virtuale e, in fin dei conti, negativa: l’idea dell’ Übermensch rappresenterebbe la “necessità di tendere verso una mèta ultima, ma anche la chiara coscienza che questa non esiste; un’idea insopportabile a molti e pertanto atta a selezionare i potenti dello spirito”.

(Claudio Mutti, Nietzsche e l’Islam, in ‘Avium Voces’, pp.63-66)


Il senso di ribellione di Nietzsche, il superamento trascendentale e transdialettico della metafisica sono dappoi individuabili sempre alla luce di quella kultur secolarizzata o del prodotto della storia monumentale per il quale l’uomo è stato strumentalizzato e caduto in preda alla tirannide e all’eticità dei costumi. Nulla di Shaitanico vedo in questo, semmai anti-shaitanico. Poi uno interpreta come meglio crede; a Cesare quel che è di Cesare. E iddio è più sapiente!


E' proprio questo che non condivido.
Tutta questa idea del nichilismo eroico-tragico, degli "uomini in piedi sulle rovine", del "cavalcare la tigre" dell'anti-tradizione, parte da un presupposto che - islamicamente - è fallace, ovvero l'idea che la "tradizione" sia morta.

Se questo è vero per le religioni tradizionalmente presenti in Europa (e perciò un tale punto di vista sarebbe comprensibile in certi contesti), non è così per l'Islam: la tradizione islamica è viva e fiorente, in tutti i suoi aspetti, grazie a Dio, e lo sarà fino al Giorno del Giudizio; perciò, islamicamente, non vi è alcuna "tigre" dell'anti-tradizione da cavalcare, semmai, da sopprimere, come nel caso del Dajjal.

Se è morto il falso "dio" che Nietzsche attacca e in virtù del quale egli crede -come Evola- che "non ci sia nulla da perdere", non è morto e non può morire l'Unico Dio, Il Vivente, il Sussistente, l'Eterno, colui all'infuori del quale non c'è altro Dio, e con Lui resta evidente il nostro compito su questa terra ed il significato di questa vita.

E noi siamo soddisfatti di Allah come Dio, di Muhammad come Profeta e dell'Islam come religione, e non abbiamo bisogno né di idealismi tragici, né di nichilismi eroici né di super-uomini arroganti e presuntuosi, ché non abbiamo ragione di condividere il loro "pessimismo".

Citazione:
Su Evola avevamo già parlato precedentemente in un altro topic, in larga parte ribadisci quanto avevi già detto in quell’occasione, e non vorrei qui stare a ripetere quanto già da me sostenuto nella mia risposta.


Avevo dimenticato di aver già toccato l'argomento, scusa la ripetizione! ; )

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Storia, biografie, conoscenze, arte, poesie ed immagini Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.044