Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

I "pacifici" buddhisti (genocidio in Birmania)
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Islamofobia: bufale, repressione, terrorismo anti-islamico e propaganda
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mar Gen 16, 2018 9:44 am    Oggetto: Ads

Top
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Sab Giu 09, 2012 6:03 am    Oggetto: I "pacifici" buddhisti (genocidio in Birmania) Rispondi citando

Qualche giorno fa, in Birmania un gruppo di "vigilantes buddhisti" ha dato alle fiamme un autobus su cui viaggiavano Musulmani birmani, uccidendone dieci (che Allah abbia misericordia di loro), e proprio per colpire dei Musulmani.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Immagino che non ne avrete sentito parlare su giornali e televisione; non si trattava difatti di un qualche sacerdote cattolico ucciso da dei Musulmani, e dunque non fa notizia.

E' dell'anno scorso, invece, la notizia che in India un "Hindu holy man", un "santone indù", sia stato arrestato per una serie di attentati che erano invece stati inizialmente attribuiti ai Musulmani.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Gli episodi sono interessanti, perché mostrano una realtà che dovrebbe essere ovvia, ovvero il fatto che la "violenza", essendo una componente della natura umana, si .

La vulgata del momento vuole invece che l'Islam - per il fatto stesso di contemplare apertamente e senza ipocrisia l'uso della forza e della guerra (limitandola in fondo a casi di "necessità" e dirigendola in senso "positivo" e contro l'oppressione) - sia una "religione violenta", mentre altre religioni sarebbero "pacifiche", vuoi perché prive di una vera e propria Legge sacra che regoli l'uso della forza (come il caso del cristianesimo), vuoi perché sommerse in erronei immaginari "hippy/new-age" (come nel caso del buddhismo o dell'induismo).

Mentre quindi tutte le religioni, sia nella teoria che nella pratica storica, contemplino ed utilizzino la forza fisica, la "violenza" e la guerra, l'immaginario dominante vorrebbe limitare tutto ciò unicamente alla religione islamica, al punto da trovare normale ed ovvio associare l'immagine di un Musulmano ad un kalashnikov, mentre vengono rimosse (mediaticamente e mentalemente) le immagini di rabbini che "benedicono" le armi dell'esercito sionista, o di sacerdoti cristiano-ortodossi che "benedicono" le truppo dell'esercito serbo o prendono direttamente parte ai combattimenti, o di campi di addestramento di movimenti paramilitari indù, o di movimenti armati cristiani che hanno l'obiettivo di instaurare un potere "basato sulla Bibbia" in vari paesi africani, etc. etc.

Gli esempi sono molti, ma sono sapientemente rimossi, e l'immaginario sapientemente nutrito di immagini ad hoc e concetti artefatti.

Tornando all'esempio del buddhismo, considerato nell'immaginario occidentale "religione pacifica/pacifista" per eccellenza, si omette ad esempio il fatto che i famosi monaci shaolin siano "monaci guerrieri" addestrati al combattimento ed alla guerra, o lo si riduce al mero folklorismo od ai banali discorsi sul "benessere psico-fisico".
Dal punto di vista pratico, i paesi in cui i buddhisti costituiscono la maggioranza, il buddhismo è religione di Stato (Bhutan, Cambogia, Thailandia, Birmani) e si registrano grosse violazioni della "libertà religiosa" delle minoranza non-buddhiste, soprattutto in

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

e
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

.

E a chi volesse affermare che tutto ciò sia solo conseguenza del "cattivo comportamento degli esseri umani che affermano a torto di seguire il buddhismo", dovrebbe bastare riferirsi agli stessi testi buddhisti; ad esempio, essi credono che colui che aspettano come "salvatore" (Rudra Chakrin) (e che sembra piuttosto essere il Dajjal), massacrerà i seguaci delle "false dottrine" (che essi ritengono essere Islam, cristianesimo, ebraismo):

"Prophecies about the emergence of the people of the subterranean kingdom, along with their all-powerful king, are an integral part of Tibetan Buddhist eschatology. The Kalachakra Tantra, a central scripture of Tibetan Buddhism, prophesies that in the last age, the last King of Shambhala/Agharti, Rudra Chakrin ("wrathful wheel turner"), also known as Rigden Djapo, will emerge from his kingdom to slay the wicked, conquer the earth, and make the true doctrine reign supreme over all. The sixth Panchen Lama described this scenario in the following prayer to Rudra Chakrin:

"Thee, great lama, who lives in this paradise land and who is constantly in prayer, shall adopt the title of Rigden Djapo and shall defeat the armies of lalo. Thy army shall include people of many nations. Thee shall have 40,000 large wild elephants, four millions of mad elephants, many warriors, and Thee shall pierce the heart of the king of lalo... Thy people shall tame the lalo's protectors, and the lalo's influence shall be totally gone. And then the time shall come when the true faith spreads all over.” (Red Shambhala, pg. 5)

The "lalo" being referred to in these prophecies are described in Tibetan Buddhist texts as a group of "barbarians" that Rudra Chakrin will destroy, along with their "false doctrines". "Lalo" is a Tibetan equivalent of the Sanskrit term "mleccha", and is used to refer to all people of non-Dharmic faiths. It is used, more specifically, in the Kalachakra Tantra to refer to the followers of "Adam, Noah, Abraham, and five others – Moses, Jesus, the White-Clad One, Muhammad, and Mahdi [...]" (Verse I.154, The Abridged Kalachakra Tantra). They are said to have been the propagators of the false dharma (path, religion) of the mlecchas. The message they brought is referred to as "tamas" (literally "darkness", but it is used more specifically in Buddhism to refer to teachings which are utter falsehood)

Naturally, many people (especially Muslims, Christians, and Jews) will be disturbed that Tibetan Buddhism envisions an apocalyptic scenario in which all forms of monotheism are violently destroyed, and that said destruction is seen as the key to universal peace and tranquility. This is made especially disturbing for Muslims by the way that many of the descriptions of the King of the World resemble the statements related from the Prophet Muhammad (May God bless him and grant him peace) about the coming of al-Masih ad-Dajjal (the False Messiah/Antichrist).

In brief, the Dajjal is a false savior who presents himself as the true and living God, comes as a figure of world peace and unification, but perpetrates brutal war against the true believers. His reign culminates in the second coming of Jesus (peace be upon him), who slays the Dajjal and establishes a true era of peace and Godliness. The Brahytma’s earthly paradise, Shambhala, and his powers over the inferno remind one of the following statement of the Prophet (PBUH):

He (Dajjal) will have a paradise and a hell with him, but his paradise will be a hell and his hell will be a paradise. (Sahih Muslim, no. 5222)

Like Brahytma, the Dajjal shows strange powers over the earth and can appear wherever he pleases:

Under the feet of the Dajjal the earth will be rolled up as the skin of the ram is rolled up from wool. (Hakim al-Nishaburi, Al-Mustadrak alaa al-Sahihain, 4; 529-530)

The expression “rolling up the earth” (tayy al-ard) is used in Arabic to refer to a sort of travel (similar to teleportation) where, rather than moving to a destination, the destination moves to you.

The lama’s statements about Brahytma’s powers over the sky and vegetation call to mind this statement about Dajjal:

Then he will command the sky to rain, and the earth to bring forth vegetation, and their cattle will come back to them in the evening, with their humps very high, and their udders full of milk, and their flanks stretched. – (Sahih Muslim, 5228)

The Dajjal also possesses the apparent power over life and death ascribed to the King of the World:

Part of his fitnah will be that he will say to a Bedouin, 'Do you think that if I resurrect your father and mother for you that you will testify that I am your lord?’ He will say, ‘Yes.’ So two devils will appear to him in the image of his father and mother, saying, ‘O my son, follow him for he is your lord.’ (Sunan Ibn Majah, no. 4067)

The deification which the Brahytma receives from Tibetan Buddhism and occult groups parallels the deification the Dajjal will receive when he presents himself to the world as king. The powers he is ascribed in Tibetan legend parallel those of the Dajjal in near-exact detail, and the world conquest and mass-slaughter of Muslims by Rudra Chakrin, Brahytma’s final incarnation, seem to put the resemblance beyond mere coincidence. The Brahytma’s place in western occultism as the supreme God and central figure of all initiation connect him with the Egyptian deity Horus, who, as other posts on this blog have shown, also possesses a strong identification with the Dajjal. Taken together, all these factors make it easy to conclude that the Brahytma/Rudra Chakrin is the Dajjal of Islamic eschatology
".
[Rudra Chakrin: King of the World, Tantric Apocolyptic Redeemer, and Dajjal - http://wavetheblack.blogspot.it/2012/02/rudra-chakrin-king-of-world-tantric.html (un sito però che, al di là di questo singolo articolo, sconsiglio vivamente per tutto il resto, visto che fa ampio ricorso a teorie del complotto ed infama Amir al-Mu'minin, hafizahullah)]

Un discorso simile può essere fatto a riguardo degli indù - dovrebbero essere ben noti i numerosi movimenti armati di "nazionalisti indù" che colpiscono spesso Musulmani e cristiani in India, e lo stesso testo sacro indù è per gran parte costituito da cronache di battaglie (come d'altronde esse sono numerose pure nella Bibbia dei "pacifici cristiani ed ebrei) nelle quali le cosiddette "divinità" sono eroi guerrieri che massacrano i loro nemici.

E può essere fatto per virtualmente ogni religione sul pianeta, visto che la religione è seguita da esseri umani, e la violenza e la guerra sono parte della natura degli esseri umani.

E ci sono movimenti religiosamente ispirati che fanno uso di tecniche terroriste tra cristiani, ebrei, indù, shintoisti etc., come già descritto

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

- così come ce ne sono di "laici", "secolari" o "atei" (dalle Brigate Rosse ai NAR, dagli anarchici russi al PKK curdo, etc.); eppure c'è ancora chi ripete lo slogan "non tutti i Musulmani sono terroristi ma tutti i terroristi sono Musulmani".

Ma, nelle altre religioni/culture, la "violenza" viene generalmente "normalizzata", legittimata e mitizzata tramite concetti ed ideali di disciplina, marzialità, onore, valori guerrieri, coraggio, etc. (i "monaci shaolin", i "guerrieri samurai", i "templari" etc.); è solo quando è un Musulmano a ricorrervi ed impugnare un arma, che la violenza è "ingiustificabile", unicamente "male assoluto", "barbarie", etc...

Tutto questo è immaginario, propaganda e guerra ideologica, tutti temi ai quali come Musulmani - dobbiamo prestare enorme attenzione ed analizzare con cura.


Dovrebbe dunque essere chiaro che scrivo tutto ciò senza alcuna affettazione o scandalo (se non ovviamente il dispiacere e la rabbia per quando i nostri fratelli sono colpiti da tutto ciò); il mio unico scopo è mostrare quando sia semplicemente stupido ed inaccettabile l'immaginario che dipinge l'Islam come "religione violenta/di guerra" come se la "violenza" fosse contemplata o praticata (a torto o a ragione) unicamente dai Musulmani, e tutti gli altri fossero "povere pacifiche vittime", quando basta anche uno sguardo rapido sia alla storia che agli stessi testi fondanti delle altre religioni per capire che la "violenza", l'utilizzo della forza fisica, la guerra sono parti della natura umana che è semplicemente ovvia vengano regolate/utilizzate dalle differenti religioni.

Fatto un brevissimo excursus sull'ovvia presenza della "violenza" anche tra le altre religioni (sia nelle vicende storiche che nella dottrina e leggi), chiudo con il copia-incolla di quanto avevo scritto specificamente sull'accusa all'Islam di "giustificare la violenza":

L'Islam è una religione completa che regola tutti gli aspetti della vita di una persona su questa terra, per disporli in un ordine "sacro" che trasformi una semplice azione da una mera serie di movimenti fisici ad una fonte di ricompensa e benedizioni per mezzo di:
-un'intenzione corretta, e
-per mezzo della sua esecuzione in base alle regole della Shari`ah.

La vita di un essere umano comprende non solo aspetti positivi e felici, ma anche momenti difficili e situazioni negative e l'Islam - religione pratica - regola anch'essi; come avevo scritto in un altro post (con qualche modifica per eliminare i riferimenti all'altro argomento di cui si discuteva:

"L'Islam è una religione pragmatica e realista, che prende in considerazione la vera natura dell'uomo, al di là delle rosee ottimistiche auto-rappresentazioni che ci facciamo, e Dio sa bene che non tutti gli uomini siamo "buoni" come vogliamo credere di essere - tutti i secoli di storia di cui siamo edotti, ce lo dimostrano fin troppo bene.

Perciò, l'Islam considera la presenza dell'ingiustizia e della malvagità tra gli uomini, e considera quindi anche l'utilizzo della forza - quando non vi sono altre possibilità - come ultima strategia per contrastare l'ingiustizia, l'oppressione, la violenza, la malvagità.

Non è certo l'Islam ad introdurre la guerra nella storia; ma siccome c'è, non si fa finta di niente (lasciando un vuoto giuridico), ma la si regola, la si limita ad una sola causa (la difesa della Religione, vietando ogni altro tipo di guerra), e ne stabilisce regole rigide che assicurino che solo i colpevoli vengano colpiti, e che la Giustizia non sia mai separata dalla Misericordia, nemmeno in guerra."

Quanto scritto si riferiva alle regole relative al Jihad, ma credo si possa fare lo stesso discorso anche per ogni altro aspetto che in base all'ipocrita morale dominante è oggigiorno definito "problematico".

Ovvero, siccome l'Islam considera tutta la vasta gamma di situazioni in cui l'essere umano può venirsi a trovare, ciò non significa che sia il responsabile della loro esistenza, ma semplicemente che le regolamenta in maniera pragmatica e realista, senza ipocrisia.

Perciò, se non siamo ingenui, è facile rendersi conto che sono purtroppo molte delle situazioni superano ogni umano limite, come numerosi casi di cronaca tristemente ci confermano.

E allora, la Legge Sacra dell'Islam si preoccupa di circoscrivere in maniera esemplare tali comportamenti, sia introducendo tutto una sequenza di "passi" per poter arrivare all'uso della forza, sia stabilendo delle rigidissime regole in tal senso"

Sì, l'Islam è proprio la religione della Misericordia, Iddio è il Più Misericordioso dei misericordiosi, ed il Profeta Muhammad (sallallahu `alayhi wa sallam) non è stato inviato se non "come misericordia per il creato", ma perché questa misericordia possa mantenersi e diffondersi è necessario anche prendere provvedimenti per difenderla.

Così come la medicina non prevede solo pastiglie e sciroppi, ma a volte persino operazioni chirurgiche, trapianti e mutilazioni allo scopo di salvare la vita del paziente, allo stesso modo l'Islam prevede certi tipi di "chirurgia d'urgenza" per salvare due obiettivi fondamentali:
-la sicurezza, la prosperità e la vita (materiale e spirituale) di ogni singolo credente;
-la sicurezza, la prosperità e la vita (materiale e spirituale) della Ummah, la comunità dei credenti.

Allo scopo di proteggere gli interessi dei singoli credenti e della Ummah nel suo complesso, sono previste anche punizioni corporali, pene capitali e guerra, e non c'è niente di cui vergognarsi, perchè affermare il contrario sarebbe solo utopismo e negazione degli ordini di Allah.

Ma così come sarebbe completamente ingannevole descrivere come la medicina sia una tortura fatta di tagli, incisioni, perdite di sangue, cuciture, mutilazioni (quando al contrario, essa è una scienza preposta alla cura dalle malattie e dell'esistenza fisica delle persone, anche se senza dubbio comprende anche quegli elementi); allo stesso modo è assolutamente ingannevole e falso descrivere l'Islam come una sorta di "abominio" (astaghfirullah) composto di punizioni corporali, pene capitali e guerre (quando al contrario, essa è la religione rivelata da Dio per guidarci dall'oscurità alla luce ed ottenere il bene in questa vita e la salvezza nell'altra), raccogliendo e mettendo assieme solo ed esclusivamente i versetti del Qur'an e gli ahadith che hanno a che fare con questi aspetti, decontestualizzandoli e tacendo sul fatto che essi costituiscono soltanto uno tra migliaia di altri aspetti fondamentali dell'Islam, comprendibile a fondo solo se "messo assieme" agli altri e compreso nel contesto generale.

(...)

Credo che il succo di quanto ci sia da dire è il discorso su quanto sia falsante estrapolare e raccogliere tutti assieme solo e soltanto - tra migliaia di ayat e decine di migliaia di ahadith - quelli che riguardano quello che è soltanto un aspetto (per quanto senza dubbio importante, benedetto e del quale non proviamo alcuna vergogna) dell'Islam, senza considerarne l'"economia" generale.

Insomma, sia chiaro che non ci si deve aspettare - né eseguire - nessun tentativo di negare o "contestualizzare" in maniera ridicola aspetti chiari ed ordini espliciti di Allah per fare "contenti" i kuffar.

I kuffar desiderano con tutto il cuore che i Musulmani non avessero il precetto del Jihad, perchè in tal modo sarebbe estremamente più facile per loro assoggettare i Musulmani e le loro terre al loro dominio e diffondere le loro ideologie senza subire alcuna resistenza.

E' per questo che da una parte finanziano ogni sorta di "organizzazioni" islamiche "moderate" che gli dicono tutto ciò che vogliono sentirsi dire, e dall'altra propagano con tanta insistenza questi versetti da alcuni definiti "problematici", allo scopo di confondere i Musulmani che hanno gradi minori di conoscenza e farli allontanare dalla loro religione.

La soluzione non è cercare di "scusarsi", bensì essere fieri di far parte della Migliore Comunità mai suscitata tra gli uomini e di tutto ciò che Allah ha deciso di darci in termini di precetti e dottrina
".

Anche tenendo a mente la presenza e l'utilizzo (ed in quantità enormemente più distruttiva, essendo quasi sempre priva dei limiti e regolamentazioni improntate alla misericordia che sono invece presenti nel e caratteristiche dell'Islam) di "violenza e guerra" anche da parte di quelle che sono dipinte come "religioni pacifiche" e "di vittime".

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Ven Ago 10, 2012 6:42 am, modificato 3 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mar Giu 12, 2012 3:07 am    Oggetto: Rispondi citando

La mia "intuizione" sul fatto che i 10 Musulmani barbaramente picchiati a morte in Birmania fossero membri di una jama`ah "Tablighi" è stata confermata; che Allah abbia misericordia di loro e accetti i loro sforzi.

Intanto la situazione in Birmania continua a peggiorare ed aumenta il numero di morti e feriti:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Lun Lug 16, 2012 6:51 am    Oggetto: Rispondi citando

'Umar Mujaddidi ha scritto:
Intanto la situazione in Birmania continua a peggiorare ed aumenta il numero di morti e feriti:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



La situazione sta assumendo i contorni di un vero e proprio massacro e pulizia etnica; si parla di 20'000 Musulmani massacrati dai "pacifici buddhisti" in poche settimane, e le autorità birmane hanno espresso l'intenzione di deportare l'intera minoranza islamica birmana (Rohingya, un milione circa di persone) fuori dalla Birmania (Myanmar).

Immagino non ne avrete sentito parlare al telegiornale..

Quando un singolo cristiano viene ucciso in Nigeria, i giornalisti intervistano gentaglia che con piglio accademico parla di "aprire gli occhi sul totalitarismo islamico".
Quando i Taliban hanno buttato già gli idoli di pietra buddhisti a Bamyan in Afghanistan, l'"occidente" si è strappato i capelli dallo sgomento, ed ancora ora chiunque si ricorda di quanto avvenuto 12 anni fa.
Ora che i "pacifici" buddhisti (nel
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

) massacrano decine di migliaia di Musulmani birmani (Rohingya), i media stanno zitti.

Ethnic Cleansing in Myanmar -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
una sorella
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 09/09/08 12:16
Messaggi: 184
Residenza: V°

MessaggioInviato: Lun Lug 16, 2012 5:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Pare che questo video sia tra i più visti su YouTube....

Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Lun Lug 16, 2012 6:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Over 20,000 Murdered The Genocide of Muslims in Burma -
(Attenzione, contiene musica)

Myanmar president says Rohingyas not welcome -
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



What is Happening in Burma? (2006) -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Massacre of Muslims in Arakan, Burma -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Muslims massacred in Burma -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



The Rohingya: Myanmar's outcasts -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Burma: Mass Arrests, Raids on Rohingya Muslims -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Burma’s Rohingya: A Denial of Citizenship and Human Rights -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
una sorella
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 09/09/08 12:16
Messaggi: 184
Residenza: V°

MessaggioInviato: Lun Lug 16, 2012 6:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

'Umar Mujaddidi ha scritto:
Over 20,000 Murdered The Genocide of Muslims in Burma -
(Attenzione, contiene musica)

Myanmar president says Rohingyas not welcome -
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



What is Happening in Burma? (2006) -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Massacre of Muslims in Arakan, Burma -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Muslims massacred in Burma -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



The Rohingya: Myanmar's outcasts -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Burma: Mass Arrests, Raids on Rohingya Muslims -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Burma’s Rohingya: A Denial of Citizenship and Human Rights -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Tutti link a siti italiani insomma...
Top
Profilo Invia messaggio privato
amatoLlah
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 20/02/11 12:25
Messaggi: 1067
Residenza: Toscana Madhab: Maliki

MessaggioInviato: Lun Lug 16, 2012 8:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

Inna liLlah wa inna ilayhi raji'un, inna liLlah wa inna ilayhi raji'un, inna liLlah wa inna ilayhi raji'un. lahawla wa la quwata illa biLlahi 'Aliyi 'Adhim.

_________________
يا حي يا قيوم برحمتك أستغيث أصلح لي شأني كله ولا تكلني إلى نفسي طرفة عين
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Fabb Yusuf Tarenti
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/09/10 02:25
Messaggi: 1422
Residenza: Bologna / Taranto

MessaggioInviato: Mar Lug 17, 2012 1:08 am    Oggetto: BismiLlahi arRahmani arRahim Rispondi citando

Allahumma fansurna `ala-l qawmi-l kafirin

_________________
(([49.11] O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.)) 49:11



(Dio non è un uomo da potersi smentire,
non è un figlio dell'uomo da potersi pentire.
Forse Egli dice e poi non fa?
Promette una cosa che poi non adempie?)

Numeri 23:19 (BIBBIA)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM Yahoo MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Ven Ago 10, 2012 6:44 am    Oggetto: Rispondi citando

100,000 homeless Rohingya: DONATE NOW


BURMA APPEAL
Source:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



(They are) those who have been evicted from their homes without right, only because they say, ‘Our Lord is Allah.'
- Surah al-Hajj, Verse 40

The past few months in the Arakan state of Burma have seen over 90,000 Muslim Rohingya displaced from their homes. Savage violence perpetrated by vigilante mobs has led to a terrible situation for our brothers and sisters.

The Rohingya ethnic minority of Burma are trapped between severe repression in their homeland and abuse in neighbouring countries. Residing under oppression, they are forced to endure a life of misery and abject poverty. They have experienced forced labour, land seizures, arbitrary arrests, rape and torture.

Rohingya Muslims have been declared as non-citizens of Burma, making them legally stateless. There is now a coordinated campaign to erase the Muslim identity of the Rohingya by destroying homes, masjids, graveyards and archaeological sites. They are denied freedom of movement, education, health treatment and even marriage.

Ummah Welfare Trust has been operating inside Burma for the last 10 years. The charity has rebuilt masjids, madrassahs and graveyards; constructed homes and boats; sponsored orphans and widows; installed hand pumps; distributed ‘Udhiyah’ meat and Eid gifts; run medical clinics; and regularly distributed food provisions. The charity currently runs an orphanage where both students and teachers are being sponsored.

No man forsakes a Muslim when his rights are being violated or his honour is being belittled except that Allah will forsake him at a place in which he would love to have His help.

And no man helps a Muslim at a time when his honour is being belittled or his rights violated except that Allah will help him at a place in which he loves to have His help.

- Sunan Abi Dawud

The Ummah continues to hurt and Muslims continue to be persecuted. But we will continue to aid them and continue to earn Allah’s pleasure, for indeed in this there is success. Ummah Welfare Trust is urgently appealing for Zakah, Sadaqah and Lillah donations to help it administer emergency relief to displaced Rohingya families in Arakan state and the surrounding areas.

Please respond to the Rohingya’s cries by supporting Ummah Welfare Trust’s appeal in this blessed month of Ramadhan.

May Allah’s Mercy rain down on one of the most forgotten people of these times. Ameen.


Per le vostre donazioni:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Ven Ago 10, 2012 6:54 am    Oggetto: Rispondi citando

Cosa sta succedendo in Birmania?

Burma Buddhists Wiping Out the Muslims

(visione sconsigliata ai più sensibili)

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/09/12 20:11
Messaggi: 135
Residenza: XXX

MessaggioInviato: Sab Ott 20, 2012 7:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Le agenzie hanno battuto da poche ore la seguente notizia:

Recinti di filo spinato e polizia. A Sittwe, in Birmania, la comunità musulmana è stata confinata in un ghetto. La città è stata stata teatro negli ultimi mesi di scontri violentissimi tra la comunità di fede islamica e la maggioranza buddista. Diverse migliaia di musulmani Rohingya sono controllati a vista dalla polizia fuori dalle recinzioni. Le autorità assicurano che è solo una soluzione temporanea."Il governo ci ha assicurato che la soluzione è stata adottata per riprendere il controllo di una situazione a rischio e che si tratta di una separazione temporanea e non di segregazione", ha detto un rappresentante dell'Onu in Myanmar. Da giugno sono state uccise 90 persone negli scontri, cui hanno partecipato anche i monaci buddisti.Dentro il ghetto i negozi sono chiusi, non c'è lavoro e il cibo scarseggia. I musulmani si sentono circondati dai buddisti e temono un attacco."Abbiamo perso tutto - racconta questo ragazzo che vive nel ghetto - non abbiamo più niente, l'unica cosa che ci resta è la vita".La maggior parte dei Rohingya è fuggita via, ma alcune migliaia si sono rifiutate di abbandonare le proprie case. La discriminazione verso questa etnia resta sovrana, spiega Benjamin Zawacki dell'Organizzazione internazionale per il diritto allo sviluppo."Si manifesta in tutti i modi: anche nelle restrizioni al movimento, nel campo del lavoro, dell'educazione e dell'accesso al sistema sanitari

Ovviamente, tutto ciò nel compiacente silenzio dell'Occidente ( si sa, i musulmani per definizione sono "terroristi"e "barbari"...).
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2100

MessaggioInviato: Lun Nov 19, 2012 12:32 am    Oggetto: Rispondi citando


_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Ven Mar 27, 2015 11:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Why are Buddhist monks attacking Muslims? -
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Hosh dar Dam
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 12/07/07 04:20
Messaggi: 652
Residenza: 27, Totano Road

MessaggioInviato: Gio Set 07, 2017 10:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mentre a distanza di anni il genocidio va avanti, un'altra interessante riflessione sull'immaginario hippie occidentale dei "pacifici buddhisti",

....One day after teaching an English class for Buddhist novices at a monastery, a young monk came over to me. He pulled back the folds of his robe and revealed a Smith & Wesson. I later learned that he was a military monk—one of many covert fully ordained soldiers placed in monasteries throughout Thailand. To these monks, peacemaking requires militancy.
I began to look critically at my earlier perspective on Buddhism—one that shielded an extensive dimension of Buddhist traditions: violence. Armed Buddhist monks in Thailand are not an exception to the rule; they are contemporary examples of a long historical precedent. For centuries monks have been armed in the ranks of wars. Why did I (and many others) hold the belief that Buddhism = peace, and that adherents of other religions were more prone to violence?
I realized that I was a consumer of a very successful form of propaganda. Since the early 1900s, Buddhist monastic intellectuals such as Walpola Rahula, D.T. Suzuki, and Tenzin Gyatso, the 14th Dalai Lama, have labored to raise Western awareness of their cultures and traditions. In doing so, they have presented aspects of Buddhist traditions while leaving out others. Western academics quickly followed suit. By the 1960s, pop culture in the United States no longer depicted Buddhist traditions as primitive, but as mystical....
So it was in an effort to humanize Buddhists that Mark Juergensmeyer and I put together Buddhist Warfare, a collection of critical essays that illustrate the violent history of Buddhism across Mongolia, Tibet, Japan, China, Korea, Thailand, Sri Lanka, and India. Our intention is not to argue that Buddhists are angry, or are violent people—but rather that Buddhists are people, and thus share the same spectrum of human emotions.
The book has touched some nerves. Some have objected to the cover, which depicts a young Buddhist monk holding a handgun. That is, however, the very reason this collection of essays is so important: to address the apparent and widespread inability to acknowledge the violent elements of religious traditions.
In a way, I wish I could return to that dream of Buddhist traditions as purely peaceful and benevolent. But I cannot. It is ultimately a selfish dream that robs Buddhism’s adherents of their humanity.



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

(Michael Jerryson)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


"Buddhist Warfare", di Michael Jerryson e Mark Juergensmeyer

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



یک زمانہ صحبت با اولیاء
بہتر از صد سالہ طاعت بے ریا
Top
Profilo Invia messaggio privato
*Sara Arwen*
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 14/09/17 13:24
Messaggi: 68

MessaggioInviato: Ven Nov 17, 2017 3:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Non volevo aggiungere quest'intervento ma ci tenevo a dire una cosa terribile che mi sono trovata davanti mentre sfogliavo un quotidiano online (Infatti ancora ho le lacrime agli occhi :'( )
Pare che lo "sterminio" si stia spostando dalla Birmania allo Sri Lanka e alla Thailandia: anche qua alcuni monaci minacciano i Musulmani (da loro definiti offensivamente "islamici") di "bruciare le moschee!" Alcuni lo stanno già facendo. E hanno aggiunto che i loro paesi devono rimanere buddhisti e una lunga serie di menzogne, falsità e crudeltà volti a dipingerli come stupratori, assassini, "ladri di donne" e altre oscenità che vorrei tanto dimenticare. Purtroppo non ho fatto nemmeno in tempo a fuggire da quella pagina che milioni di commenti dei vermacci islamofobi mi si sono parati davanti, (alcuni scritti con talti strafalcioni e oscenità grammaticali che neanche un bimbo di prima elementare) ;tra cui: "far arrabbiare i buddhisti? ce ne vuole!!", (come se i Buddhisti fossero santi o statue..); "Coi Musulmani vale solo la violenza!!", "l'Islam non è una religione è una teocrazia imperialista!", "bravi, sterminateli tutti!", unite a tantissime citazioni (ci tengono ad apparire colti i vermi islamofobi) di gente ignorante peggio di loro come quella meretrice di Oriana Fallaci e altri idioti/e ; i commenti continuavano ma per fortuna sono riuscita a fuggire da quella pagina..

Mi turba credere che questi massacri continuinino e prosperino con il silenzio dell' "Occidente", dei fanatici dei diritti umani, che fin quando si parla di musulmani sono subito pronti a tirar fuori la scusa del terrorismo e del fondamentalismo e a giustificare così i loro violenti atti contro i poveri Afghani, Palestinesi, Iraqeni, Siriani, Yemeniti etc... , nonchè i veri e propri messaggi d'odio e di demenza di gente che si definisce "civile", (quando invece sono soltanto idioti e ignoranti), su (un tempo posto bellissimo) Internet, protetti dall'anonimato e da uno stupidissimo schermo!

Se questa è l'Umanità non voglio più farne parte!!..
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Islamofobia: bufale, repressione, terrorismo anti-islamico e propaganda Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 1.93