Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Abu Huraira

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> I Compagni del Profeta (radiyallahu `anhum)
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mer Ago 16, 2017 1:18 pm    Oggetto: Ads

Top
MuhammadPietro
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/04/12 16:10
Messaggi: 123

MessaggioInviato: Ven Giu 01, 2012 4:39 pm    Oggetto: Abu Huraira Rispondi citando

Ho letto nel libro di Fatima Mernissi questa storia < il PROFETA (PBSL)lo chiamò Abd Allah e lo soprannomino il padre della gattina .Abu huraria , però ,non era contento del soprannome che il PROFETA (PBSL) gli aveva dato,perchè non amava tracce femminili nel suo nome.Diceva non chiamatemi Abu Huraria .IL PROFETA (PBSL)mi ha soprannominato Abu Harr(FIGLIO DEL GATTO).E il maschio è meglio della femmina . Questa storia si contraddice perchè all'inizio dice che fù chiamato padre della gattina e poi padre del gatto ed è anche poco rispettosa nei confronti del compagno del PROFETA(PBSL) che era una persona molto pia . Cosa sapete in merito a questo ?.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 15000
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Sab Giu 02, 2012 2:27 am    Oggetto: Re: Abu Huraria Rispondi citando

MuhammadPietro ha scritto:
Ho letto nel libro di Fatima Mernissi (...). Cosa sapete in merito a questo ?.


Che da Fatima Mernissi - "sociologa e scrittrice femminista marocchina" non mi aspetto nulla di buono; così come non c'è da aspettarsi nulla da tutti i vari "intellettuali", "sociologi", "ricercatori" "studiosi" di formazione filosofizzante francese ed imbevuti di teorie del kufr, non importa se hanno un nome Musulmano o siano nati in un paese Musulmano.

Suggerisco maggiore attenzione e cura nei libri che acquisti/leggi; la precauzione nello scegliere le fonti da cui si apprende il Din è essenziale

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
AbuMuhammad
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 26/03/12 19:44
Messaggi: 960

MessaggioInviato: Sab Giu 02, 2012 3:21 am    Oggetto: Rispondi citando

..


L'ultima modifica di AbuMuhammad il Sab Giu 07, 2014 8:02 am, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 15000
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Sab Giu 02, 2012 3:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mus'ab ha scritto:
Ma non credo che ci sia niente di male nel nome, soprannome col cui tutti i musulmani alhamdoleLah lo conoscono.

Salam Alaikom


Wa `alaykum assalam wa rahmatullahi wa barakatuh;

Di più; è semplicemente impensabile che vi sia qualcosa di offensivo nel nome che gli stessi muhaddithin hanno ripetuto migliaia di volte nelle catene di trasmissione degli ahadith nelle loro opere.

Impensabile, tranne che per le "femministe "Musulmane"", ossessionate dalle loro aberranti teorie sugli "studi al femminile", sul "decentramento delle prospettive di genere", etc. etc.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ouidad Rima
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 07/09/13 01:57
Messaggi: 78

MessaggioInviato: Sab Set 14, 2013 6:29 pm    Oggetto: Re: Abu Huraria Rispondi citando

Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:
MuhammadPietro ha scritto:
Ho letto nel libro di Fatima Mernissi (...). Cosa sapete in merito a questo ?.


Che da Fatima Mernissi - "sociologa e scrittrice femminista marocchina" non mi aspetto nulla di buono; così come non c'è da aspettarsi nulla da tutti i vari "intellettuali", "sociologi", "ricercatori" "studiosi" di formazione filosofizzante francese ed imbevuti di teorie del kufr, non importa se hanno un nome Musulmano o siano nati in un paese Musulmano.

Suggerisco maggiore attenzione e cura nei libri che acquisti/leggi; la precauzione nello scegliere le fonti da cui si apprende il Din è essenziale


Straquoto. Ho letto un paio di cose della signora M. e merita di essere classificata come compare di Tahar Ben Jelloun e compagnia, gente che mi viene sbattuta in faccia ogni volta che in classe si fanno dibattiti sull'islam da professori le cui conoscenze sulla mia religione e sul mio modo di vivere non vanno oltre il fascicolo "L'islam spiegato a mia figlia". Figlia a cui è stato insegnato di non mettere il velo perchè "non sta scritto da nessuna parte", altra affermazione di chi non ha mai letto Al Qur'an Al-Karim -.-"
Top
Profilo Invia messaggio privato
karim990
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 05/06/16 14:17
Messaggi: 206

MessaggioInviato: Gio Apr 06, 2017 5:40 pm    Oggetto: Storia di Abu Hurayra (padre della scienza islamica) Rispondi citando

Storia di Abu Huraira

Questa è la storia del compagno che ha studuato tantissimi ahadith del profeta (sAas) , infatti il suo nome ricorre spesso nei libri di hadith (come Guardino dei Devoti ecc). Ha trasmesso circa 5.400 ahadith.

Abu Hurayra ricevette in dono un grande talento, ossia una memoria straordinaria,
tale per cui egli poteva ascoltare una discussione o un qualsiasi discorso, ed essere
capace di riferirli nello stesso identico modo anche molti anni dopo, senza cambiare o
confondere una sola parola.
Quando Abu Hurayra comprese la verità sull’Islam andò a Mecca, dove ebbe il
privilegio di incontrare il nobile Profeta, che gli chiese come si chiamasse, e lui
rispose: «Abdu Shams (il servo del Sole)». Allora il Messaggero di Allah gli cambiò
nome in Abdurrahman (il servo del Misericordioso). Tuttavia, egli era conosciuto
come 'Abu Hurrah' o 'Abu Hurayra' (il padre della gattina), a causa del suo affetto per
una micetta che aveva raccolto e sfamato, e che lo seguiva dovunque andasse.
Abu Hurayra viveva con sua madre, che era ancora una politeista. Egli pregava per
lei e cercava ardentemente di convincerla ad aderire all'Islam, ma lei rifiutava
categoricamente. Un giorno, mentre egli le stava parlando dell'Islam, la donna
pronunciò alcune parole contro il Profeta che rattristarono molto Abu Hurayra. Egli si
recò allora dal Profeta con le lacrime agli occhi e gli raccontò l'accaduto,
chiedendogli di supplicare Allah perché aprisse il cuore di sua madre all'Islam. Il
Profeta accolse la richiesta di Abu Hurayra e pregò per sua madre. Quando Abu
Hurayra tornò a casa, fu felicissimo di sentire sua madre testimoniare che “ Non c’è
altra divinità all’infuori di Dio, e che Muhammad è il suo servo e il suo Messaggero”.
Così, si precipitò fuori e tornò dal Profeta con gli occhi brillanti di gioia,
informandolo che Allah aveva accolto la sua invocazione, guidando sua madre
all'Islam. Poi gli disse: «O Messaggero di Allah, chiedi ad Allah di rendere me e mia
madre amabili per tutti i credenti e le credenti!». Allora il Profeta pregò dicendo : «O
Allah, fai che questo Tuo servo e sua madre siano amati da ogni credente (uomo) e da
ogni credente (donna)!».
Molti dei migliori Compagni del Sacro Profeta, che possedevano il più alto grado di
scienza, erano morti nelle battaglie per la Causa di Allah. Altri erano occupati coi
loro affari e non avevano abbastanza tempo libero. Alla religione occorrevano
persone che la salvassero, poiché in quell'epoca alcuni Sahaba mettevano per iscritto
solo il Sublime Corano.
Durante i quattro anni che trascorse con il Profeta a Madina, Abu Hurayra, al
contrario del resto dei Sahaba non era occupato né di commercio né di terre da
coltivare. Egli amava moltissimo il Profeta, non era mai stanco di seguirlo né di
ascoltarlo. Lo accompagnava sempre nei suoi soggiorni a Madina e durante i suoi
viaggi e le sue spedizioni militari. Spesso glorificava Allah per la sua grande fortuna,
dicendo: "Sia Lode Ad Allah, Che ha guidato Abu Hurayra all'Islam; che ha
insegnato ad Abu Hurayra il Corano; e che ha concesso ad Abu Hurayra la
compagnia di Muhammad”.
Ad un certo punto Abu Hurayra capì che avrebbe potuto fornire un grande servizio
all’Islam poiché aveva abbastanza tempo libero da poter passare col Profeta, oltre il
fatto che egli possedesse una straordinaria memoria. Così decise di mettere per
iscritto le parole che aveva sentito pronunciare dal Profeta. Egli riuscì a memorizzare
i suoi insegnamenti, con la sicurezza di non dimenticare nulla, anche molto tempo
dopo averli ascoltati. Il Profeta stesso gli indicò il modo per memorizzare i suoi detti,
come riferì più tardi proprio Abu Hurayra: «Un giorno il Profeta ci disse: "Chiunque
distenda il proprio mantello prima che io finisca di parlare, e poi lo ripieghi e lo
riprenda, non dimenticherà nulla di ciò che ha sentito dire da me"».
Abu Hurayra sopportò molte privazioni e difficoltà per aver deciso di consacrare la
propria vita alla Conoscenza e allo stare in compagnia del Profeta; come egli stesso
riferì in seguito: «Un giorno, la mia fame divenne tale che mi misi una pietra sullo
stomaco. Poi mi sedetti sulla panca dei Sahaba. Abu Bakr passava di là, ed io gli
chiesi qualcosa a proposito di un versetto del Libro di Allah. Gli avevo fatto quella
domanda sperando che gli venisse in mente di invitarmi a mangiare, ma lui non lo
fece».
Nonostante Abu Hurayra avesse deciso di consacrarsi alla trasmissione della Parola
di Allah e degli insegnamenti del Profeta, ciò non gli impediva di assolvere gli altri
obblighi religiosi; infatti trascorreva molto tempo in preghiera. Di solito egli passava
un terzo della notte in preghiera, un altro terzo della notte pregava sua moglie, e
l'ultimo terzo rimaneva in preghiera la loro figlia; in questo modo nella casa di Abu
Hurayra nessun momento della notte trascorreva senza che qualcuno vi eseguisse la
Salat.
La presenza di Abu Hurayra è attestata anche nelle battaglie, durante le quali egli
contribuì a proteggere e a rafforzare la Religione dell'Islam con la spada; e per tutta la
sua vita, fin dal momento in cui divenne Musulmano, non ci fu neanche una battaglia
durante la quale egli non fosse al fianco del nobile Profeta .
Dopo la morte del Messaggero di Allah , Abu Hurayra continuò la sua opera
di trasmettitore dei suoi insegnamenti. Alcuni rimanevano stupiti dal grande numero
di Hadith che egli riportava, ma ciò era giustificato dalla sua stupefacente memoria e
dal fatto che lui aveva passato tutto il suo tempo al servizio del Profeta.
Durante il Califfato di Omar, il Califfo assegnò ad Abu Hurayra il compito di
governatore del Bahrain, e là egli divenne ricco. Omar, essendo molto scrupoloso per
quanto riguardava il tipo di persone designate come governatori delle varie province,
riteneva giusto che i governatori vivessero in maniera semplice e misurata, senza
acquisire molte ricchezze, anche se con mezzi leciti.
Quando Omar seppe delle ricchezze accumulate da Abu Hurayra, lo richiamò a
Madina, temendo che egli le avesse acquisite illecitamente. Abu Hurayra rientrò a
Madina e Omar lo interrogò chiedendogli in che modo avesse ammassato una tale
fortuna. Egli rispose: «Allevando cavalli, e tramite i regali che ho ricevuto».
Omar gli ordinò di consegnare le sue ricchezze al Tesoro dei Musulmani. Abu
Hurayra fece ciò che gli era stato chiesto, poi alzò le braccia al cielo e pregò: «O
Signore, perdona il Principe dei Credenti!».
Dopo qualche tempo, Abu Hurayra fu chiamato da Omar, che gli offrì di tornare al
suo posto di governatore del Bahrain, ma egli rifiutò. Quando il Califfo gli chiese il
motivo di questo rifiuto, Abu Hurayra disse: «Perché il mio onore non venga
insudiciato, e le mie ricchezze non mi vengano portate via». Poi aggiunse: «Temo di
giudicare senza conoscenza e di parlare senza saggezza».
Un giorno, quando la sua salute stava peggiorando velocemente e i Sahaba pregavano
perché si rimettesse, Abu Hurayra alzò gli occhi al cielo e disse: «Oh Allah! Vorrei
incontrarTi e Ti chiedo di volermi incontrare!». Morì, così, nell'anno 59 dell'Hegira,
all'età di 78 anni. Morì avendo compiuto il suo dovere e il suo desiderio, quello di
preservare e trasmettere gli insegnamenti del nobile Profeta.
Chiediamo ad Allah , l'Altissimo- di ricompensare Abu Hurayra concedendogli la
compagnia del nobile Profeta nell'Altra Vita, così come gliela concesse in questo
mondo!

Da:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________
In verità, nella creazione dei cieli e della terra e nell'alternarsi della notte e del giorno, ci sono certamente segni per coloro che hanno intelletto,che in piedi, seduti o coricati su un fianco ricordano Allah e meditano sulla creazione dei cieli e della terra, [dicendo]: “Signore, non hai creato tutto questo invano. Gloria a Te! Preservaci dal castigo del Fuoco.[...] Signore, abbiamo inteso un nunzio che invitava alla fede "Credete nel vostro Signore!" e abbiamo creduto. Signore, perdona i nostri peccati, cancella le nostre colpe e facci morire con i probi. Signore, dacci quello che ci hai promesso attraverso i Tuoi messaggeri e non coprirci di ignominia nel Giorno della Resurrezione.In verità, Tu non manchi alla promessa”


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Hafsa1438
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 07/03/17 19:00
Messaggi: 178
Residenza: Hanafi Deobandi

MessaggioInviato: Lun Mag 08, 2017 9:28 pm    Oggetto: Bellissimo post, masha'Allah Rispondi citando

Jazaka Allahu khayran
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> I Compagni del Profeta (radiyallahu `anhum) Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.124