Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Differenze fra sette islamiche

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sette, gruppi, correnti e confutazioni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Ven Gen 19, 2018 5:16 pm    Oggetto: Ads

Top
Iman_nora
Affezionato
Affezionato


Registrato: 09/01/15 17:19
Messaggi: 54

MessaggioInviato: Ven Nov 13, 2015 9:59 pm    Oggetto: Differenze fra sette islamiche Rispondi citando

Assalamualaikom wa rahmatuaallah,
Fin a poco tempo fa conoscevo solo sunniiti et schiiti, ma ho visto che ci sono diverse scuole islamiche tipo il Hanbalismo, Sciafeismo e Malikismo, poi sento spesso parlare dei sufismi e Wannabismi (scusate non so come si scrive) sono confusa e non capisco perchè ci sono così tanti ''gruppi'' nell'Islam
Perché ci sono così tante divisioni se noi tutti dovremmo seguire la sunnah e il corano?

_________________
"non adattare l'islam alla tua vita, adatta la tua vita all'islam"
Top
Profilo Invia messaggio privato
sana
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 17/12/12 20:48
Messaggi: 122
Residenza: Uk

MessaggioInviato: Sab Nov 14, 2015 9:15 am    Oggetto: Rispondi citando

و عليكم السلام و رحمة الله و بركاته

Tieni in mente la distinzione tra:

"-Differenze legittime, e
-Differenze inaccettabili.

Le prime, quelle legittime, devono essere accolte con tolleranza e rispetto, e sono ad esempio le differenze in questioni giuridiche secondarie come quella tra le quattro scuole giuridiche canoniche, che a loro volta derivano da differenze d'opinione presenti già tra i Sahabah (radiyallahu 'anhum), e ci sono diversi ahadith del Profeta sallallahu 'alayhi wa sallam) che spiegano come queste differenze d'opinione (ikhtilaf) sono legittime e valide. Ognuno seguirà il suo madhhab, ma rispettando le posizioni degli altri madhahib.
In particolare, le quattro scuole giuridiche (con alcune lievi differenze di metodologie ed in alcune regole secondarie, come abbiamo visto derivate da posizioni diverse tra i Sahabah o tra interpretazioni differenti di ayat o ahadith non "espliciti) sono: Hanafi, Shafi'i, Maliki ed Hanbali. Le differenze tra queste scuole non danno vita ad alcuna fitna, scissione o divisione tra i Musulmani, e la Ummah islamica è concorde nel ritenerle accettabili e legittime, ed ha vissuto finora con queste lievi differenze.

Quelle che invece sono differenze inaccettabili sono quelle che riguardano precetti chiari della Shari'ah o dottrine del credo: in merito a tali questioni chiare ed esplicite nel Qur'an e nella Sunnah, o sulla quali vi è il consenso dei sapienti, qualsiasi divergenza è inaccettabile ed è deviazione. E' a questo riguardo che il Profeta sallallahu 'alayhi wa sallam ci avvertito che questa Ummah si dividerà 73 sette, solo una delle quali sarà quella ben guidata. Sì, le cose dovrebbero essere chiari a tutti, ma evidentemente non è così semplice, visto che lo stesso Islam è chiaro nella sua verità, ma tanti continuano a rigettarlo; ed allo stesso modo, la verità di Ahl as-Sunnah wa al-Jama'ah e delle sue dottrine è chiara, ma tanti gruppi continuano a rigettarla, e seguono le loro passioni e la deviazione di altre sette.
A riguardo di queste sette, invece, è imperativo denunciarle come deviate, perché ne va' della preservazione e della trasmissione della corretta dottrina islamica e della sua protezione da ogni forma di eresia o contaminazione. Tutti i sapienti classici dell'Islam hanno sempre denunciato ciò che contrasta con la dottrina e la metodologia di Ahl as-Sunnah, e dunque, se si tratta di innovazioni o differenze inaccettabili, è d'obbligo denunciare i loro propagatori di tentare di cambiare il Din, mentire, etc..

Se tieni a mente la differenza tra differenze legittime (come quelle tra i quattro madhahib) e quelle illegittime (che riguardano invece sette deviate come sciiti, barelwi, salafiti, etc.), tutto insha'Allah sarà molto più chiaro e semplice."

(Informazioni più dettagliate riguardo i Wahhabi e le loro deviazioni, le troverai nella sezione: Sette, gruppi, correnti..)

Sufismo (non è un gruppo):
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________
"Once you open yourself up to belief, it keeps confirming itself to you.." - Shaykh Hamza Yusuf
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Iman_nora
Affezionato
Affezionato


Registrato: 09/01/15 17:19
Messaggi: 54

MessaggioInviato: Mer Nov 18, 2015 6:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

Barakallahu fik, mi hai chiarito le idee, a proposito dei 73 gruppi nell'islam come si fa a sapere se facciamo parte di quello giusto? spesso ho paura di essere nel gruppo sbagliato, gli altri sono sviati?

_________________
"non adattare l'islam alla tua vita, adatta la tua vita all'islam"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hosh dar Dam
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 12/07/07 04:20
Messaggi: 652
Residenza: 27, Totano Road

MessaggioInviato: Sab Nov 21, 2015 1:06 am    Oggetto: Re: Differenze fra sette islamiche Rispondi citando

Iman_nora ha scritto:
Assalamualaikom wa rahmatuaallah,
Fin a poco tempo fa conoscevo solo sunniiti et schiiti, ma ho visto che ci sono diverse scuole islamiche tipo il Hanbalismo, Sciafeismo e Malikismo, poi sento spesso parlare dei sufismi e Wannabismi (scusate non so come si scrive) sono confusa e non capisco perchè ci sono così tanti ''gruppi'' nell'Islam
Perché ci sono così tante divisioni se noi tutti dovremmo seguire la sunnah e il corano?


Iman_nora ha scritto:
Barakallahu fik, mi hai chiarito le idee, a proposito dei 73 gruppi nell'islam come si fa a sapere se facciamo parte di quello giusto? spesso ho paura di essere nel gruppo sbagliato, gli altri sono sviati?


Wa`alaykum as-salam,

Il discorso è un po' complesso, ma volendo sintetizzare in alcuni punti (aggiungendo a quando postato da Sana, jazaha-Llahu khayra!):

1. La prima divisione, netta, è tra Islam e kufr, tra Musulmani e non.

La differenza riguarda le basi essenziali della dottrina, ovverosia quelle minime che rendono una persona Musulmana o meno.

Il risultato nell'Aldilàè che i Musulmani prima o poi (passando eventualmente per un periodo all'inferno in ragione dei loro peccati o di eventuali deviazioni dottrinali) andranno in Paradiso per sempre, i miscredenti no.

L'esempio è quello di una fortezza circondata da mura: dentro è Islam, fuori è kufr (nelle sue varie forme: altre religioni, nessuna religione, ideologie, idee e filosofie che contrastano con l'Islam, ed anche sette che si pretendono Musulmani ma che hanno credenze tali da uscirne, come qadyani, sciiti estremisti, aga khani, imamiti duodecimani, nusayriti alawiti, aleviti, ismaeiliti, bohra, druzi, "Nation of Islam", perennialisti/guénoniani, etc.)


2. All'interno dell'Islam, troviamo il discorso delle 72/73 sette, ovverosia, uno è il gruppo pienamente ortodosso ("Ahl as-Sunnah wa al-Jama`ah"), e gli altri sono gruppi più o meno deviati, che però restano comunque Musulmani (non sono considerati miscredenti, sono considerati Musulmani deviati).

La differenza anche qui riguarda la dottrina, ma ad un livello più "secondario": le deviazioni rispetto al gruppo ortodosso ("Ahl as-Sunnah wa al-Jama`ah") riguardano elementi tali la cui negazione non è così grave da porre una persona fuori dall'Islam, ma li pone comunque fuori dall'ortodossia.

Il risultato nell'Aldilà è che chi fa parte di Ahl as-Sunnah in sha' Allah andrà in Paradiso direttamente (passando eventualmente per un periodo all'inferno in ragione dei loro peccati), mentre chi fa parte di una delle varie "sette islamiche" (Ahl al-Bid`ah), anche se non avesse compiuto alcun peccato, passerà prima un periodo più o meno all'inferno in ragione delle deviazioni dottrinali, per poi comunque avere infine accesso al Paradiso, visto che resta comunque Musulmano.

L'esempio è quello di una seconda cinta muraria all'interno della fortezza, che divide la " cittadella" ("Ahl as-Sunnah wa al-Jama`ah") da un manipolo di villaggi meno protetti ma che restano però all'interno delle mura della "fortezza-Islam" (tra i quali in genere mutaziliti, qadariti, jabariti, kharijiti, sciiti moderati (come gli zayiditi), ibaditi, salafiti, wahhabiti, barelwi etc.)


3. All'interno di Ahl as-Sunnah, poi, troviamo alcune denominazioni/tendenze che non costituiscono affatto delle sette, bensì appunto denominazioni atte a distinguere tra differenze del tutto legittime;

Differenze che riguardano prevalentemente l'ambito della giurisprudenza, o ad un livello molto avanzato di dottrina, nel quale anche diverse posizioni sono accettabili come legittime.

Il risultato nell'Aldilà non prevede alcuna distinzione a questo livello, se non nel singolo livello di timore di Dio, pietà religiosa e pratica personale.

L'esempio è quello di vari quartieri e cantoni all'interno della cittadella, dove il fatto di abitare in una via piuttosto che in un'altra (ovverosia, uno delle quattro scuole giuridiche, Hanafi, Shafi`i, Maliki, Hanbali, le scuole di dottrina, Ash`ari, Maturidi ed Athari, od uno dei vari ordini ortodossi del Tasawwuf, come Qadiri, Naqshbandi, Chishti, Shadhili, Suhrawardi, Khalwati, etc., o ancora semplici tendenze, come "deobandi", "azhari", "tablighi" o "ikhwani" (quelli di una volta, almeno)) non cambia minimamente il fatto di trovarsi nella cittadella ("Ahl as-Sunnah wa al-Jama`ah"), nucleo della fortezza (l'Islam).


Dunque, ricapitolando, abbiamo una fortezza che è l'Islam, al cui esterno si trovano i non Musulmani (di qualsiasi tipo, compresi pure coloro che si dichiarano tali), ed il cui interno è diviso tra dei villaggi periferici (sette deviate ma Musulmane), ed una cittadella (l'Islam ortodosso), che a sua volta ha al suo interno quartieri, rioni, vie e strade, ma senza alcuna rilevanza
E quindi, non tutti i nomi indicano necessariamente delle sette (nella connotazione negativa di questa parola): alcuni indicano gruppi che non hanno nulla a che fare con l'Islam (nonostante si dichiarino Musulmani), altri indicano gruppi deviati ma comunque Musulmani, ed altri ancora invece riguardano differenze che non riguardano affatto il grado di maggiore o minore ortodossia, bensì divergenze legittime (come spiegato nel post di Sana) o semplici tendenze.

Ti segnalo alcuni thread interessanti:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




N.B.: La versione della divisione dell'Islam in "sunniti e sciiti" è un'idea erronea, influenzata dalla divisione dei cristiani tra cattolici e protestanti.
Tradizionalmente, invece, i Musulmani si sono sempre visti divisi tra l'ortodossia ("Ahl as-Sunnah") da una parte, ed i molteplici gruppi più o meno deviati dall'altra: non solo sciiti, ma pure kharijiti, mu`taziliti, etc. etc. Mentre invece molti degli sciiti contemporanei non sono nemmeno considerabili Musulmani!
Ed allo stesso modo, persone e gruppi che - in base a quella dicotomia sunniti/sciiti frutto di una visione eurocentrica influenzata dall'esperienza storica del cristianesimo - vengono catalogati come "sunniti" per il fatto di non essere sciiti, in realtà non sono parte di Ahl as-Sunnah, come è il caso dei wahhabiti ed ivi compresi i loro eredi più recenti, quali i Daeshiti ("isis"), che non sono soltanto dei criminali per le azioni che compiono, ma proprio alla radice sono dottrinalmente deviati fuori dall'ortodossia di Ahl as-Sunnah, ed è dunque scorretto definirli "sunniti".

Questo è uno dei molti casi in cui etichette e definizioni sbagliate portano a gravi incomprensioni di ciò che è attorno a noi; l'idea da reportage giornalistico di "Islam diviso tra sunniti e sciiti" porta al duplice errore da una parte di considerare Musulmani molti sciiti che nemmeno lo sono, e dall'altra di ingruppare come "sunniti" (e dunque legittimare"!) gruppi che in realtà non sono affatto parte di Ahl as-Sunnah, come abbiamo appena visto.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



یک زمانہ صحبت با اولیاء
بہتر از صد سالہ طاعت بے ریا
Top
Profilo Invia messaggio privato
Iman_nora
Affezionato
Affezionato


Registrato: 09/01/15 17:19
Messaggi: 54

MessaggioInviato: Gio Nov 26, 2015 7:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Dunque i Sunniti sono i più veritieri rispetto agli altri, ma come si fa a sapere ciò? c'è scritto nel corano? sono sunnita alhamduliallah ma vorrei saperne di più... ho seguito il primo link ma è in inglese e non ho capito nulla :/

_________________
"non adattare l'islam alla tua vita, adatta la tua vita all'islam"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sette, gruppi, correnti e confutazioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 5.063