Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

"Io" Musulmano salafita...

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sette, gruppi, correnti e confutazioni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Ven Feb 23, 2018 8:47 pm    Oggetto: Ads

Top
Er-Piggì Khan
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 28/06/10 21:49
Messaggi: 125

MessaggioInviato: Dom Ago 15, 2010 9:12 am    Oggetto: "Io" Musulmano salafita... Rispondi citando

L'ISLAM viene vissuto dalla maggioranza dei musulmani arabi che sono in Italia come una sorta di NAZIONALISMO, molti di loro sono "convertiti" proprio come me e voi, ma le motivazioni che li spingono a fare certe scelte sono ben diverse.

In tutti questi anni ho potuto constatare che molti NORD AFRICANI arrivando in Italia in quasi tutti i casi nel primo periodo di permanenza nel paese provano a fare i "KAFIRIN" proprio come gli " Italiani" (questa parola nel linguaggio comune nelle moschee è diventato sinonimo di MISCREDENTI) ma che vengono comunque discriminati .

Questo disagio spesso si traduce con un profondo disprezzo verso la società italiana (I MISCREDENTI) e questa reazione genera il "MUSULMANO SALAFITA" che nel immaginario comune è considerato un campione di ortodossia.

Ed proprio per questo motivo che girando per le moschee italiane vi è una fortissima probabilità di imbattersi in dei veri e propri MOSTRI pieni di ODIO, ORGOGLIO, RABBIA che magari per disprezzo non vogliono parlare neanche l'Italiano (la lingua dei kafiriin) o che indossano il costume tradizionale beduino/saudita spacciandolo x sunnah e che vi guardano con sospetto perché indossate i jeans.



Purtroppo il modello che gli arabi hanno del "bravo musulmano" è quello che vedono in TV sul canale satellitare saudita IQRA che ormai da anni propone l'idea di un musulmano di pura apparenza , e ciò spiega anche perché alcuni BALORDI possano facilmente essere incaricati di fare gli IMAM semplicemente impressionando la comunità con qamis e barba lunga.

In conclusione sorelle e fratelli miei LA SALAFIA ed IL WAHAABISMO sono pericolose degenerazioni dell' ISLAM SUNNITA perché fortificano l'EGO ed estinguono la Pietà dal cuore dei credenti ed aggiungo che è indispensabile che L'ISLAM produca su di noi degli effetti positivi sul carattere e per fare questo è fondamentale l'aiuto di un MURSHID (maestro/guida) che per mezzo del TASAWWUF (sufismo) possa condurci nel cammino del vero cambiamento ,altrimenti la religione resterà per noi solo un complesso di regole (HARAM/HALAL).
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
CALIBRO9
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/05/10 01:18
Messaggi: 155

MessaggioInviato: Dom Ago 15, 2010 3:43 pm    Oggetto: Re: "IO" MUSULMANO SALAFITA..... Rispondi citando

AbdulKabiir ha scritto:
L'ISLAM viene vissuto dalla maggioranza dei musulmani arabi che sono in Italia come una sorta di NAZIONALISMO, molti di loro sono "convertiti" proprio come me e voi, ma le motivazioni che li spingono a fare certe scelte sono ben diverse.

In tutti questi anni ho potuto constatare che molti NORD AFRICANI arrivando in Italia in quasi tutti i casi nel primo periodo di permanenza nel paese provano a fare i "KAFIRIN" proprio come gli " Italiani" (questa parola nel linguaggio comune nelle moschee è diventato sinonimo di MISCREDENTI) ma che vengono comunque discriminati .

Questo disagio spesso si traduce con un profondo disprezzo verso la società italiana (I MISCREDENTI) e questa reazione genera il "MUSULMANO SALAFITA" che nel immaginario comune è considerato un campione di ortodossia.

Ed proprio per questo motivo che girando per le moschee italiane vi è una fortissima probabilità di imbattersi in dei veri e propri MOSTRI pieni di ODIO, ORGOGLIO, RABBIA che magari per disprezzo non vogliono parlare neanche l'Italiano (la lingua dei kafiriin) o che indossano il costume tradizionale beduino/saudita spacciandolo x sunnah e che vi guardano con sospetto perché indossate i jeans.



Purtroppo il modello che gli arabi hanno del "bravo musulmano" è quello che vedono in TV sul canale satellitare saudita IQRA che ormai da anni propone l'idea di un musulmano di pura apparenza , e ciò spiega anche perché alcuni BALORDI possano facilmente essere incaricati di fare gli IMAM semplicemente impressionando la comunità con qamis e barba lunga.

In conclusione sorelle e fratelli miei LA SALAFIA ed IL WAHAABISMO sono pericolose degenerazioni dell' ISLAM SUNNITA perché fortificano l'EGO ed estinguono la Pietà dal cuore dei credenti ed aggiungo che è indispensabile che L'ISLAM produca su di noi degli effetti positivi sul carattere e per fare questo è fondamentale l'aiuto di un MURSHID (maestro/guida) che per mezzo del TASAWWUF (sufismo) possa condurci nel cammino del vero cambiamento ,altrimenti la religione resterà per noi solo un complesso di regole (HARAM/HALAL).

sono daccordo
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Dom Ago 15, 2010 7:18 pm    Oggetto: Re: "Io" Musulmano salafita... Rispondi citando

AbdulKabiir ha scritto:
e che vi guardano con sospetto perché indossate i jeans.


Beh, fin qui, farebbero bene! :-)

AbdulKabiir ha scritto:
propone l'idea di un musulmano di pura apparenza , e ciò spiega anche perché alcuni BALORDI possano facilmente essere incaricati di fare gli IMAM semplicemente impressionando la comunità con qamis e barba lunga.


Non sono affatto sicuro che sia così, e direi addirittura purtroppo.
Perchè spesso accade che non solo l'interiorità presenti delle carenze, ma anche l'esteriorità (che è comunque molto importante), e si finisce a dover fare la Salah dietro gente sbarbata come una donna, con i pantaloni sotto la caviglia, la testa scoperta, quando non addirittura con la maglietta corta che lascia scoperta l'`awrah durante il ruku` e la sajdah!
E si tratta di cose che rendono la Salah dietro un tale Imam makruh tahriman, al punto che alcuni sapienti affermano che vada ripetuta - ad eccezione dell'ultima, che invalida proprio la Salah!

Credo anche che l'immagine del "salafita" tutto barba e qamis corrisponda più agli stereotipi dell'immaginario dei "musulmani riformisti/moderati/moderni(sti), che alla realtà, dato che è facile constatare quanto i "salafiti" facciano molto spesso una grandissima fatica a seguire la Shari`ah e la Sunnah, vista la loro riduzione dell'Islam a complesso di norme senza spiritualità.

Difatti, il fenomeno dei fratelli "fuori croccantissimi dentro morbidissimi" (come li chiama al ghuraba), ai quali piacciono "gli `ulama' dooree (duri)" e che a parole sono i "difensori dell'Islam, dell'ortodossia e della Sunnah", ma che poi faticano in maniera incredibile a metterne in pratica anche solo una parte nella loro vita quotidiana, dato che al cambiamento esteriore non corrisponde il cambiamento interiore (quando non finiscono proprio per abbandonare la pratica dell'Islam dopo qualche mese di "militanza" - è questo il celebre "Salafi burn-out", è ben conosciuto e tristemente noto.

D'altra parte, dobbiamo stare attenti a non finire per cadere - appunto - nella retorica di chi attacca i salafiti non per quelle differenze che ci sono tra la Salafiyyah e l'Islam "ortodosso", ma per caratteristiche ed aspetti che sono parte semplicemente dell'Islam in sé stesso, più che della Salafiyyah.

Che poi in certi paesi (in particolare i paesi arabi, molto meno altrove), musulmano praticante ed osservante della Sunnah sia quasi sinonimo di salafita, è un problema del quale sono i "musulmani tradizionali" ad essere responsabili, dato che hanno abbandonato la Sunnah e l'hanno "relegata" ai "salafiti", termine che - in quei contesti - diventa spesso sinonimo del mediatico "fondamentalisti", ovvero di semplici musulmani praticanti che obbediscono ad Allah ed al Suo Messaggero (sallallahu `alayhi wa sallam) invece che al taghut al potere od alla moda del momento.

AbdulKabiir ha scritto:
In conclusione sorelle e fratelli miei LA SALAFIA ed IL WAHAABISMO sono pericolose degenerazioni dell' ISLAM SUNNITA perché fortificano l'EGO ed estinguono la Pietà dal cuore dei credenti ed aggiungo che è indispensabile che L'ISLAM produca su di noi degli effetti positivi sul carattere e per fare questo è fondamentale l'aiuto di un MURSHID (maestro/guida) che per mezzo del TASAWWUF (sufismo) possa condurci nel cammino del vero cambiamento ,altrimenti la religione resterà per noi solo un complesso di regole (HARAM/HALAL).


Sono d'accordo, ma stiamo anche attenti a non dare l'impressione - nel ricordare l'importanza dell'interiorità - di sminuire l'importanza dell'esteriorità.

So bene che non è il tuo caso fratello AbdulKabir, perchè ho l'onore ed il piacere di conoscerti personalmente, ma una persona che non ti conosce e legge il tuo messaggio potrebbe fraintendere ed avere questa impressione!

Interiore ed esteriore: l'Islam ci insegna a lavorare su entrambi; focalizzarci solo su uno dei due ed abbandonare l'altro significa perdere l'equilibrio e finire negli equalmente distruttivi "estremismi" del "formalismo" senza spiritualità o della "(pseudo)spiritualità" antinomista ed eretica.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Umm Hajar
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 12/03/10 18:25
Messaggi: 1075
Residenza: Sicilia

MessaggioInviato: Dom Ago 15, 2010 11:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

Fuori croccantissimi, dentro morbidissimi!!!siete grandi fratelli
ahahahahahahahaha, è bellissima questa!!!

_________________
Per ogni giorno vissuto ci sarà rivolta una domanda: "Hai rispettatoin esso i diritti di Allah e quellidelle Sue creature? Sono state misericordia e generosità ad illuminare la tua giornata?"
Chiedi dunque perdonoper ogni dubbi, sii contritoper ogni mancanza, fai un bene per ogni male commesso.
Allah Tawab (Colui Che riceve il pentimento)
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo MSN
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Dom Ago 22, 2010 4:42 am    Oggetto: Rispondi citando

sia una certa salafia che un certo sufismo distruggono l islam.tuttavia quasi tutti i salafiti con cui ho a che fare sono degli innovatori con idee sbagliate in testa,ma al meno al hamdulillah sono quasi tutti musulmani,diversamente capita con i sufi i quali,al meno dalle esperienze che ho avuto per un sufismo tutto self made,e intaccato da ideologie passate (ma mica tanto)vedi guenon e fascismo di tipo tradizionalistico/esoterico,hanno dei pensieri e un aqidat che gli pongono effettivamente fuori dall islam.anche nei paesi arabi praticamente assistiamo allo stesso fenomeno,salafiti,deviati ma musulmani,sufi,amici dei taghoot e spesso adoratori di tombe,fratello ak sono d accordissimo con te sulla salafia,specie quella self made.tuttavia il problema come vedi sta da entrambe le parti.sia i cosidetti "sufi" che i cosidetti "salafiti"

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Lun Ago 23, 2010 7:07 am    Oggetto: Rispondi citando

al ghuraba ha scritto:
sia una certa salafia che un certo sufismo distruggono l islam.tuttavia quasi tutti i salafiti con cui ho a che fare sono degli innovatori con idee sbagliate in testa,ma al meno al hamdulillah sono quasi tutti musulmani,diversamente capita con CERTi sufi i quali,al meno dalle esperienze che ho avuto per un sufismo tutto self made,e intaccato da ideologie passate (ma mica tanto)vedi guenon e fascismo di tipo tradizionalistico/esoterico,hanno dei pensieri e un aqidat che gli pongono effettivamente fuori dall islam.anche nei paesi arabi praticamente assistiamo allo stesso fenomeno,salafiti,deviati ma musulmani,molti sufi,amici dei taghoot e spesso adoratori di tombe,fratello ak sono d accordissimo con te sulla salafia,specie quella self made.tuttavia il problema come vedi sta da entrambe le parti.sia CERTi cosidetti "sufi" che i cosidetti "salafiti"


Nella nuova versione con le mie aggiunte in rosso, sottoscrivo.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
'Ikrimah Iqbal
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/09/08 13:51
Messaggi: 319
Residenza: Torinistan

MessaggioInviato: Lun Ago 23, 2010 7:23 am    Oggetto: Rispondi citando

'Umar Andrea Aurangzeb ha scritto:
al ghuraba ha scritto:
sia una certa salafia che un certo sufismo distruggono l islam.tuttavia quasi tutti i salafiti con cui ho a che fare sono degli innovatori con idee sbagliate in testa,ma al meno al hamdulillah sono quasi tutti musulmani,diversamente capita con CERTi sufi i quali,al meno dalle esperienze che ho avuto per un sufismo tutto self made,e intaccato da ideologie passate (ma mica tanto)vedi guenon e fascismo di tipo tradizionalistico/esoterico,hanno dei pensieri e un aqidat che gli pongono effettivamente fuori dall islam.anche nei paesi arabi praticamente assistiamo allo stesso fenomeno,salafiti,deviati ma musulmani,molti sufi,amici dei taghoot e spesso adoratori di tombe,fratello ak sono d accordissimo con te sulla salafia,specie quella self made.tuttavia il problema come vedi sta da entrambe le parti.sia CERTi cosidetti "sufi" che i cosidetti "salafiti"


Nella nuova versione con le mie aggiunte in rosso, sottoscrivo.


MASHA'ALLAH!! :D

_________________
“If you reject (Allâh), truly Allâh has no need of you; but He likes not ingratitude from
His slaves: if you are grateful, He is pleased with you...” (az-Zumar 39:7).
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage Yahoo MSN
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2100

MessaggioInviato: Lun Set 13, 2010 12:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

Salam alaykoum, scusate se mi intrometto ma ho davvero bisogno di chiarimenti riguardo alle madhab...potete indicarmi un link dove si spiega quando sono nate queste scuole...e soprattutto vorrei capire se tutte quante sono accettate dalla shari'a e se sì come può una persona scegliere quale scuola seguire se tutte quante sono diverse...per quel poco che so molto spesso sono in disaccordo riguardo argomenti importanti...ma poi non capisco perchè il messaggio di Dio deve essere interpretati in modi diversi...se la legge di Dio è unica non dovrebbe esserci un unica interpretazione...

ultimamente mi stanno venendo tanti dubbi perchè le persone mi confondono sempre di più, tutti quanti mi raccontano cose diverse perchè seguono scuole diverse ...ma chi è che ha ragione alla fine?....non so proprio che pensare!

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Lun Set 13, 2010 6:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Starlight ha scritto:
Salam alaykoum, scusate se mi intrometto ma ho davvero bisogno di chiarimenti riguardo alle madhab...


Wa `alaykum assalam wa rahmatullahi wa barakatuhu sorella.

Se non l'hai ancora fatto, leggi con attenzione i seguenti thread ed articoli.

Comprendere i Madhahib, Guida e FAQ -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Taqlid: Seguire un Imam in Tutte le Questioni della Shari`ah - Maulana Mufti Muhammad Taqi Usmani -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Il Taqlid e la Falsificazione della Storia Islamica - Mufti Mohammed Sajaad -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Madhahib? Q&A -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ma prima del madhhab cosa viene? -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Starlight ha scritto:
potete indicarmi un link dove si spiega quando sono nate queste scuole...


Si sono formate all'epoca dei Salaf as-Salih, nel momento in cui si era diffusa la necessità di raccogliere in maniera ordinata gli sforzi di comprensione giuridica messi in atto dai Salaf, a partire dagli stessi Sahabah (radiyallahu `anhum).

Così come al tempo dei Sahaba (radiyallahu `anhum) solo alcuni tra di loro erano stati incaricati dal Profeta (sallallahu `alayhi wa sallam) - in base alle loro competenze e conoscenze di emettere responsi giuridici (fatawa) così, anche nelle generazioni immediatamente successive, il rango e la fama di alcuni sapienti dalle profondissime conoscenze ed intelligenza spiccò su quella degli altri, ed attorno a loro si riunirono degli studenti che col passare del tempo raffinarono e perfezionarono sempre più la loro metodologia, dando vita in particolare ai quattro Madhahib classici: Hanafi, Shafi`i, Maliki ed Hanbali, che prendono il loro nome rispettivamente dall'Imam Abu Hanifah, dall'Imam as-Shafi`i, dall'Imam Malik ed dall'Imam Ahmad Ibn Hanbal (rahimahumullah).

Successivamente, i sapienti che li seguirono raggiunsero livelli di conoscenze che gli permisero di arrivare a ranghi di ijtihad (lo sforzo interpretativo per derivare dei precetti direttamente dalle Fonti) più o meno elevati all'interno delle quattro scuole.

Dal punto di vista storico-teorico:

The Four Madhhabs -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Starlight ha scritto:
e soprattutto vorrei capire se tutte quante sono accettate dalla shari'a


Assolutamente sì!
Esse costituiscono il mezzo stesso necessario per seguire correttamente la Shari`ah, ed il modo stesso in cui la Shari`ah è stata vissuta, applicata e seguita dalla nostra Ummah negli ultimi dieci-undici secoli.

Starlight ha scritto:
e se sì come può una persona scegliere quale scuola seguire se tutte quante sono diverse...


How Does One Choose A School Of Fiqh To Study? - Shaykh Abdurrahman ibn Yusuf Mangera -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Il "nostro" di "scegliere un madhhab" è un problema abbastanza inedito nella storia della Ummah, credo. Chi nasce da una famiglia musulmana, generalmente segue quello prevalente nel suo paese di nascita, quello della sua famiglia; se ve ne sono presenti diversi, segue quello degli insegnanti da cui studia l'Islam ed i suoi fondamenti. Chi accetta l'Islam in un paese musulmano, non ha il problema di "scegliere un madhhab", semplicemente di fatto segue quello seguito dalle persone da cui impara l'Islam.
Qui in Europa invece dobbiamo stare a parlare di "scegliere" un madhhab perchè abbiamo una mole di informazioni tra cui districarci, i musulmani intorno a noi seguono riferimenti diversi, e la confusione inizialmente regna sovrana.
In realtà la "scelta" dev'essere abbastanza semplice, come illustrato nella fatwa di Mufti Abdur-Rahman Ibn Yusuf che ho linkato qui sopra ..

Starlight ha scritto:
per quel poco che so molto spesso sono in disaccordo riguardo argomenti importanti...


In realtà, le divergenze sono semplici divergenze di natura giuridica su aspetti tutto sommato secondari.
Tutte concordano sulle cose fondamentali come ad esempio il numero delle Salawat quotidiane, il numero di raka`at per ogni Salah, etc.
Lo scopo del seguire un singolo Madhhab è quello di semplificare la vita del Musulmano, che ha in tal modo un riferimento preciso, affidabile e sicuro da cui acquisire la propria conoscenza sulla Legge Sacra.

Altrimenti, ognuno di noi dovrebbe obbligatoriamente studiare per decenni e sperare di arrivare allo stesso rango di conoscenze dei quattro Imam, ed in tal modo avere le competenze e le abilità per estrarre le regole della Shari`ah per conto suo direttamente dal Qur'an e dalla Sunnah.

Starlight ha scritto:
ma poi non capisco perchè il messaggio di Dio deve essere interpretati in modi diversi...se la legge di Dio è unica non dovrebbe esserci un unica interpretazione...


Mentre i quattro Madhahib sono semplicemente scuole di giurisprudenza (fiqh): non c'è alcuna differenza dottrinale (i`tiqadi) tra di esse, e tutte e quattro assieme formano Ahl as-Sunnah wa al-Jama`ah: l'Islam ortodosso.

Bisogna capire che perfino al tempo dello stesso Profeta (sallallahu `alayhi wa sallam) vi erano lievi divergenze tra i Sahabah (radiyallahu `anhum) su alcune questioni, ed il Profeta (sallallahu `alayhi wa sallam) non oppose ciò; i Madhahib riprenderanno e trasmetteranno queste divergenze già esistenti tra i Sahabah (radiyallahu `anhum).

Ci sono anche ahadith che spiegano che chi esercita l'ijtihad con conoscenza ed intenzione sincera ma arrivando al risultato scorretto, riceverà comunque una ricompensa, mentre chi eserciterà l'ijtihad arrivando all'interpretazione corretta, riceverà una doppia ricompensa.

E' chiaro anche da questo (così come da molti altri ahadith ed episodi dalla vita del Profeta - sallallahu `alayhi wa sallam - e dei suoi Compagni - radiyallahu `anhum), che l'ikhtilaf, la divergenza giuridica, non è qualcosa di cui aver paura o da ritenere una minaccia per l'"unità dei Musulmani", che non si raggiunge imponendo un'unica interpretazione laddove più di una è accettabile a basata su solide prove, come nel caso delle divergenze tra le quattro scuole.

Ci sono molte storie riguardo l'Ikhtilaf (le divergenze giuridiche), e diversi libri sono stati scritti sull'argomento. Se vuoi, posso suggerirti dei libri in inglese a questo riguardo.

Starlight ha scritto:
ultimamente mi stanno venendo tanti dubbi perchè le persone mi confondono sempre di più, tutti quanti mi raccontano cose diverse perchè seguono scuole diverse ...ma chi è che ha ragione alla fine?....non so proprio che pensare!


Non è detto che ti dicano cose diverse perchè seguono scuole diverse.
Magari hai sentito cose che in realtà sono basate solo su scorrette interpretazioni personali, e vedendo la grande differenza rispetto alle posizioni accettate, ciò ha destato in te alcuni dubbi sulla questione.
Bisogna vedere quali sono i riferimenti effettivi di queste persone, e se si tratta di opinioni valide o semplicemente di idee scorrette.

Tanto per fare un esempio, se qualcuno dice che l'hijab non è obbligatorio, non è perchè un qualche Madhhab la dice diversamente dagli altri, ma è semplicemente perchè lui ha un'opinione completamente sbagliata, senza che c'entrino le effettive, secondarie differenze tra le scuole.

Spero di esserti stato utile, fammi sapere se qualcosa non ti è chiaro.
Wassalam.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Najla
Matricola
Matricola


Registrato: 28/05/14 18:34
Messaggi: 12
Residenza: veneto

MessaggioInviato: Sab Mag 31, 2014 9:22 am    Oggetto: Rispondi citando

Salam Alaykoum,
ormai questo forum è diventato il mio pane quotidiano ^^
Al hamdouliLllah che ci siete voi a chiarire ogni mio dubbio, a 'placare la mia fame di conoscenza e ad aiutarmi inchALLAH a trovare le risposte alle mie domande.
Sinceramente io sono molto concentrata sul Salafismo, perchè, da ciò che ho studiato finora, mi sembra "il modo di vivere l'Islam" più consono e vicino a me.
Io non credo che i Salafiti siano TUTTI deviati o prepotenti o pazzi o "terroristi" e ancora meno credo che possano essere paragonati, o considerati, come i Sufi.
Credo piuttosto che, come sempre, il libero arbitrio possa portare sulla strada sbagliata.
Premetto che frequento musulmani Malikiti ma, onestamente non condivido, adesso si, "la morbidezza" dei concetti sulla quale basano la loro, seppur encomiabile, Fede.
Da quanto ho potuto capire, i veri Salafiti,discendono comunque dalla scuola HAnbalita, che comunque è una tra le più rigorose delle 4 scuole.
Credo che la differenza sostanziale sia il fatto che loro si basano esclusivamente sul Sacro Corano e sulla Sunnah..rifiutando la libera interpretazione, rifiutando l'intromissione nella Religione dei governi, Stati,volendo ritornare alle origini dell'Islam, quelle del Profeta(sallaLlah °alayhi wa sallam) e dei suoi compagni, abbandonando la vita politica dedicandosi esclusivamente a quella religiosa...
Adesso, vi chiedo FRatelli, se non ho capito nulla aiutatemi a capire per favore...GRazie
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mar Giu 03, 2014 6:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

Wa`alaykum assalam warahmatullahi wabarakatuh,

Beh sorella innanzitutto - come abbiamo già detto tante volte - bisogna intendersi cosa si intenda con "salafita", visto che tale termine è usato con significati differenti a seconda di chi lo usa:

Per i non-Musulmani, i media, gli sciiti, i secolaristi, etc. "salafita" è qualsiasi Musulmano "troppo praticante" o che ritenga giusta la Shari`ah, etc. Praticamente è sinonimo di "vero Musulmano".
Per i salafiti stessi, significherebbe semplicemente "seguire il Qur'an e la Sunnah secondo la comprensione dei Salaf".

Se si trattasse solo di questo, saremmo i primi a volerci ritenere "salafiti" in queste accezioni, ed a rientrare in questa categoria, se così intesa.

Però, il significato di "salafita/wahhabita" che usiamo sul forum non è né il primo né il secondo; con "salafita/wahhabita" intendiamo ciò che dottrinalmente e metodologicamente distingue questa moderna metodologia dalla metodologia classica dei sapienti Musulmani sunniti, e che contraddistingue e separa questo gruppo rendendolo appunto un qualcosa d'altro rispetto all'ortodossia classica sunnita, per conto di alcune loro posizioni in `Aqidah, della loro metodologia nel Fiqh, e della loro relazione col Tasawwuf.

Non è dunque questione di comportamento, di antipatia, o di "eccessiva pratica"; è questione di metodologia e dottrina.

Najla ha scritto:
Sinceramente io sono molto concentrata sul Salafismo, perchè, da ciò che ho studiato finora, mi sembra "il modo di vivere l'Islam" più consono e vicino a me.


Ricorda sempre: il nostro obiettivo non dev'essere quello di cercare ciò che "è più congeniale a come sono" o "è più vicino a me", bensì ciò che è più giusto e vero, e di conseguenza dobbiamo poi uniformare noi ad esso.

Najla ha scritto:
Io non credo che i Salafiti siano TUTTI deviati o prepotenti o pazzi o "terroristi"


La "nostra" definizione di "salafita" è semplicemente quella dal punto di vista della dottrina o della metodologia; non c'entra nulla con il comportarsi in maniera prepotente o meno (visto che ci sono prepotenti e maleducati in qualsiasi gruppo), con l'essere pazzi o meno (visto che ci sono pazzi in qualsiasi gruppo) o con l'essere "terroristi" (visto che tra i salafiti ci sono tanti gruppi diversi, alcuni dei quali effettivamente terroristi, altri ferocemente contrari a qualsiasi atto di terrorismo).
C'entra invece con l'essere "deviati", che è qualcosa che si misura dal punto di vista dottrinale, ed a questo riguardo ci sono gradi diversi di deviazioni tra i vari diversi gruppi di salafiti oggi esistenti.

Najla ha scritto:
e ancora meno credo che possano essere paragonati, o considerati, come i Sufi.


Che Cos'è il Tasawwuf? -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Najla ha scritto:
Premetto che frequento musulmani Malikiti ma, onestamente non condivido, adesso si, "la morbidezza" dei concetti sulla quale basano la loro, seppur encomiabile, Fede.


Tanto ci sarebbe da dire sulla lontananza di tante persone che oggigiorno si dichiarano "Malikiti" soltanto in base al fatto che secoli fa i loro paesi erano tradizionalmente malikiti, ma che nei fatti sono ben lontani da tale scuola...

Citazione:
Da quanto ho potuto capire, i veri Salafiti,discendono comunque dalla scuola HAnbalita, che comunque è una tra le più rigorose delle 4 scuole.


Un'altra comune incomprensione diffusa dagli orientalisti è quella della classificazione delle quattro scuole secondo una scala da "rigorose" e "dure" a "liberali"; non c'è nulla di tutto ciò: non c'è una scuola più "dura" o "difficile" delle altre in assoluto, né c'è una scuola oggettivamente più "rigorosa" e "ortodossa" delle altre.
In alcune questioni una scuola è più "dura" delle altre, ed in altre viceverersa; quanto al loro rigore ed ortodossia, tutte e quattro sono parimenti ortodosse.

Najla ha scritto:
Credo che la differenza sostanziale sia il fatto che loro si basano esclusivamente sul Sacro Corano e sulla Sunnah..rifiutando la libera interpretazione, rifiutando l'intromissione nella Religione dei governi, Stati,volendo ritornare alle origini dell'Islam, quelle del Profeta(sallaLlah °alayhi wa sallam) e dei suoi compagni, abbandonando la vita politica dedicandosi esclusivamente a quella religiosa...
Adesso, vi chiedo FRatelli, se non ho capito nulla aiutatemi a capire per favore...GRazie


Ok, spezziamo questa parte in più punti, perché ci sono tante incomprensioni da districare.

Najla ha scritto:
Credo che la differenza sostanziale sia il fatto che loro si basano esclusivamente sul Sacro Corano e sulla Sunnah..rifiutando la libera interpretazione,


"Solo Qur'an e Sunnah" è lo slogan e strategia di marketing dei salafiti, ma la realtà è che si tratta - appunto - soltanto di uno slogan per vendere il loro prodotto come "più autentico" degli altri e by-passare (sulla base di tale presunzione di maggiore autenticità) le quattro scuole giuridiche (come se esse seguissero qualcosa di diverso dal Qur'an e dalla Sunnah!).
Questo perché se arrivi dopo 1300 anni con posizioni che contrastano quelle delle quattro scuole diffuse e dominanti in ogni parte del mondo islamico, devi puntare in alte con gli slogan per giustificare ciò, e quale slogan migliore di "seguire Qur'an e Sunnah" (cosa che - a parole - afferma qualsiasi gruppo islamico). La realtà, però, è differente, come spiegato dai numerosi `Ulama' sunniti tradizionali che in ogni parte del mondo hanno contrastato tale pretesa di esclusività dei salafiti.
In realtà, i salafiti seguono solo un manipolo di sapienti - che non risalgono affatto all'epoca dei veri Salaf (mentre i quattro Imam delle quattro scuole giuridiche sì che erano dell'epoca dei Salaf!) - ed innalzano le loro opinioni al di sopra di tutte le altre. Per la serie: "l'opinione dei nostri sapienti [spesso molto discutibili] è "Qur'an e Sunnah", mentre l'opinione dei tuoi sapienti [unanimemente riconosciuti e rispettati in tutta la Ummah] sono solo opinioni personali!". La prova di ciò? Il mero fatto di ripetere slogan sul "seguire Qur'an e Sunnah", come se la propria fonte di legittimità risiedesse nello stesso appellarsi a tale legittimità!

Najla ha scritto:
rifiutando l'intromissione nella Religione dei governi, Stati, abbandonando la vita politica dedicandosi esclusivamente a quella religiosa...


Ci sono diversi gruppi di salafiti, ma quest'affermazione è platealmente errata. Gli stessi due "estremi" tra i salafiti (da una parte, i salafi-jihadi; dall'altra, i madkhali, chiamati anche "saudi-Salafi") sono pesantemente impegnati nella sfera politica.
In particolare i [url="http://islam.forumup.it/viewtopic.php?t=6818[/url], che sono il tipo di salafiti più diffusi in Europa ed in "occidente", sono veri e propri servi del regime saudita e predicano l'obbedienza cieca ed assoluta ai peggiori governanti. Tanto per fare un esempio, sono quelli che stanno sostenendo il massacratore golpista as-Sisi.

E comunque, non vi è nulla di "virtuoso" nell'"abbandonare la vita politica", visto che l'Islam è una sistema completo che comprende anche la politica, ma evidentemente fa parte della strategia madkhali assuefare le menti dei Musulmani facendoli concentrare su anguste diatribe e questioni del tutto secondarie consegnandoli intanto all'oppressione di spietati regimi: un vero e proprio - loro sì! - "oppio dei popoli". Quando si tratta di sostenere i loro governanti, però, ritornano immediatamente in quella sfera politica che tanto vorrebbero separare da quella "religiosa"!..

Najla ha scritto:
volendo ritornare alle origini dell'Islam, quelle del Profeta(sallaLlah °alayhi wa sallam) e dei suoi compagni,


Tutti noi vogliamo questo, ma non basta dichiararlo come slogan; bisogna provarlo nei fatti. Ed è curioso credere che per 13/1400 anni nessuno ha capito quale sia il vero Islam delle origini finché non sono arrivati al-Albani e co. e l'avrebbero finalmente spiegato al mondo sulla base di studi prevalentemente da autodidatta!...

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Abdul Aziz
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/09/14 14:04
Messaggi: 142

MessaggioInviato: Dom Feb 15, 2015 12:01 am    Oggetto: Rispondi citando

Assalamu alaykum wa rahmatullahi wa barakatuh,

Senza entrare nel merito dell'aqidah. Nella mia esperienza personale constato che effettivamente molti salafi sembrano scegliere quella via per ragioni quasi esclusivamente "estetiche" e per marcare un netto distacco con il Musulmano che prega in Moschea con jeans attillati, magliettine aderenti e non un filo di barba. Però mi sembra che siano più spesso i Musulmani non nati tali, italiani o dell'Europa occidentale ad adottare tale atteggiamento (la scelta esteriore della salafiyyah), mentre i fratelli del Marocco, della Tunisia o dei balcani si sentono spesso un gradino sopra e si comportano come se avessero una sorta di "esclusiva" sulle pratiche dell'Islam (in molti casi molto rozze e non so quanto accompagnate dall'interiorità, con la liceità di essere occidentalissimi fuori dalla Moschea). Purtroppo gli errori sono molto marcati in entrambi i gruppi e ho l'impressione che l'Islam "europeo" si caratterizzi spesso nel peggiore dei modi, come un semplice portato etnico volto a delineare differenze non fondate nella fede o, a ancora peggio, nella forma di una sorta di "sottocultura". Insomma io vivo la mia religione in un contesto che a volte mi lascia una grande perplessità. Mi trovo spesso a constatare che la Ummah sia più caratterizzata da egoismi e differenze alle nostre latitudini. Forse ad unirci è rimasta solo l'ostilità verso la società liberaldemocratica che ci circonda (astaghfirullah). Chiedo rifugio in Allah subhana wa Ta'ala.

Abdul Aziz Nuruddin

_________________
لَا إِلٰهَ إِلَّا الله مُحَمَّدٌ رَسُولُ الله
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mer Mar 18, 2015 3:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

Abdul Aziz Nuruddin ha scritto:
Assalamu alaykum wa rahmatullahi wa barakatuh,

Senza entrare nel merito dell'aqidah. Nella mia esperienza personale constato che effettivamente molti salafi sembrano scegliere quella via per ragioni quasi esclusivamente "estetiche" e per marcare un netto distacco con il Musulmano che prega in Moschea con jeans attillati, magliettine aderenti e non un filo di barba. Però mi sembra che siano più spesso i Musulmani non nati tali, italiani o dell'Europa occidentale ad adottare tale atteggiamento (la scelta esteriore della salafiyyah), mentre i fratelli del Marocco, della Tunisia o dei balcani si sentono spesso un gradino sopra e si comportano come se avessero una sorta di "esclusiva" sulle pratiche dell'Islam (in molti casi molto rozze e non so quanto accompagnate dall'interiorità, con la liceità di essere occidentalissimi fuori dalla Moschea). Purtroppo gli errori sono molto marcati in entrambi i gruppi e ho l'impressione che l'Islam "europeo" si caratterizzi spesso nel peggiore dei modi, come un semplice portato etnico volto a delineare differenze non fondate nella fede o, a ancora peggio, nella forma di una sorta di "sottocultura". Insomma io vivo la mia religione in un contesto che a volte mi lascia una grande perplessità. Mi trovo spesso a constatare che la Ummah sia più caratterizzata da egoismi e differenze alle nostre latitudini. Forse ad unirci è rimasta solo l'ostilità verso la società liberaldemocratica che ci circonda (astaghfirullah). Chiedo rifugio in Allah subhana wa Ta'ala.

Abdul Aziz Nuruddin


Wa`alaykum assalam warahmatullahi wabarakatuh,

Direi che il problema alla base è che di fronte a te si presenta una dicotomia: o i "Musulmani moderati europei post-ikhwani tariq-ramadaniani", o i "salafiti pseudo-duri e pseudo-puri", fuori croccantissimi dentro morbidissimi (come faceva notare un caro fratello (rahimahullah) ad indicare la sola esteriorità del loro atteggiamento).

E se ci dovessimo ridurre a scegliere solo tra questi due, capisco il tuo "mal di testa"!..

Il mio invito è, invece, di cercare la "terza posizione", che non è altro che l'Islam classico ortodosso di Ahl as-Sunnah, così come compreso dagli `Ulama' in tutto il mondo islamico prima che arrivassero le due facce della stessa medaglia di riformisti modernisti post-ikhwani lassisti (da una parte) e pseudo-salafiti e wahhabiti (dall'altra).

Prova a cambiare compagnie dei fratelli che frequenti, vedi ad esempi se ci sono fratelli impegnati nel "tabligh", e respira "aria nuova".. E se proprio non dovessi trovare tali compagnie, cerchiamo di rinsaldare i nostri legami "virtuali", insha'Allah!

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Abdul Aziz
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/09/14 14:04
Messaggi: 142

MessaggioInviato: Mer Mar 18, 2015 5:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

Aqa ha scritto:
Abdul Aziz Nuruddin ha scritto:
Assalamu alaykum wa rahmatullahi wa barakatuh,

Senza entrare nel merito dell'aqidah. Nella mia esperienza personale constato che effettivamente molti salafi sembrano scegliere quella via per ragioni quasi esclusivamente "estetiche" e per marcare un netto distacco con il Musulmano che prega in Moschea con jeans attillati, magliettine aderenti e non un filo di barba. Però mi sembra che siano più spesso i Musulmani non nati tali, italiani o dell'Europa occidentale ad adottare tale atteggiamento (la scelta esteriore della salafiyyah), mentre i fratelli del Marocco, della Tunisia o dei balcani si sentono spesso un gradino sopra e si comportano come se avessero una sorta di "esclusiva" sulle pratiche dell'Islam (in molti casi molto rozze e non so quanto accompagnate dall'interiorità, con la liceità di essere occidentalissimi fuori dalla Moschea). Purtroppo gli errori sono molto marcati in entrambi i gruppi e ho l'impressione che l'Islam "europeo" si caratterizzi spesso nel peggiore dei modi, come un semplice portato etnico volto a delineare differenze non fondate nella fede o, a ancora peggio, nella forma di una sorta di "sottocultura". Insomma io vivo la mia religione in un contesto che a volte mi lascia una grande perplessità. Mi trovo spesso a constatare che la Ummah sia più caratterizzata da egoismi e differenze alle nostre latitudini. Forse ad unirci è rimasta solo l'ostilità verso la società liberaldemocratica che ci circonda (astaghfirullah). Chiedo rifugio in Allah subhana wa Ta'ala.

Abdul Aziz Nuruddin


Wa`alaykum assalam warahmatullahi wabarakatuh,

Direi che il problema alla base è che di fronte a te si presenta una dicotomia: o i "Musulmani moderati europei post-ikhwani tariq-ramadaniani", o i "salafiti pseudo-duri e pseudo-puri", fuori croccantissimi dentro morbidissimi (come faceva notare un caro fratello (rahimahullah) ad indicare la sola esteriorità del loro atteggiamento).

E se ci dovessimo ridurre a scegliere solo tra questi due, capisco il tuo "mal di testa"!..

Il mio invito è, invece, di cercare la "terza posizione", che non è altro che l'Islam classico ortodosso di Ahl as-Sunnah, così come compreso dagli `Ulama' in tutto il mondo islamico prima che arrivassero le due facce della stessa medaglia di riformisti modernisti post-ikhwani lassisti (da una parte) e pseudo-salafiti e wahhabiti (dall'altra).

Prova a cambiare compagnie dei fratelli che frequenti, vedi ad esempi se ci sono fratelli impegnati nel "tabligh", e respira "aria nuova".. E se proprio non dovessi trovare tali compagnie, cerchiamo di rinsaldare i nostri legami "virtuali", insha'Allah!


Assalamu alaykum wa rahmatullahi wa barakatuh fratello,

Ti ringrazio per i sempre preziosissimi consigli, penso che tu abbia colto pienamente il problema, la difficoltà nel trovare la "terza via", quella autentica. A volte sembra che la nostra Nobile Fede sia particolarmente difficile da vivere in occidente proprio per questa polarizzazione che vede una minoranza abbastanza esigua (almeno dalle mie parti) di salafiti (che come giustamente è stato detto è "dentro morbidissima" ma esteriormente si connota anche per un atteggiamento da duri e puri, con il corollario di simpatizzare per qualunque gruppo o gruppuscolo al mondo sventoli una bandiera nera della Shahada e porti un rpg in spalla senza operare alcun discrimine. Dall'altra parte abbiamo invece un Islam occidentalissimo, a volte relativamente colto (filo-Tariq Ramadan e simili) a volte proprio "di strada" laddove la Fede sembra essere un orpello come tanti da aggiungere all'iphone con tremila brani hip hop e la t-shirt di Tupac. È una mia impressione che la terza via dell'Islam autentico, equilibrato e moderato (termine da trattare con estrema cautela, non parlo dei kuffar che spesso si definiscono tali, ma della giusta via di mezzo) sia ancora poco presente in Italia e nel mondo italofono in genere. Forse una questione di numeri (i Mussulmani italiani sono pochi, inutile negarlo). Insh'allah gli inevitabili flussi migratori possono portare ad un cambiamento demografico che ci possa aiutare. Onestamente posso dire ben poco della situazione nei paesi tradizionalmente a maggioranza islamica poiché non ne ho conoscenza diretta (parlo del mondo arabo in particolare) Anche l'atteggiamento politico di molti Musulmani è decisamente polarizzato, da una parte chi condanna, condanna e condanna e non fa che tessere le lodi della nostra società multiculturale e post capitalistica, dall'altra un antiimperismo spesso molto rumoroso ma dalle idee decisamente confuse. La cosa migliore forse è rafforzare il proprio Iman e leggere, leggere e ancora leggere, dirozzarsi ed essere pronti ad un confronto deciso sul piano culturale, senza cedimenti ma evitando insh'allah certi deliri che non mancano nella Ummah. Se i miscredenti non hanno ancora coscienza dell'Islam Ahlus Sunnah il dialogo non può che essere sterile. Attualmente sto leggendo molto riguardo ai costumi e alla vita dei fratelli delle tribù che sembrano realizzare la loro vita islamica in senso pieno (i Pashtun, il Pakistan ma anche la Mauritania e il Mali) Che dire... alhamdulillah la bellezza dell'Islam lascia letteralmente sbalorditi! Insh'allah saremo in grado di maturare e di coltivare il nostro Dīn anche in Europa un giorno. Sto leggendo alcuni saggi su al Andalus, la Spagna Musulmana... abbiamo tanto da recuperare ma alhamdulillah abbiano anche noi una nostra preziosa tradizione da coltivare. Ti ringrazio ancora fratello per il sostegno e l'amicizia (purtroppo ancora solo "virtuale" che questa piccola comunità offre).

Pace e clemenza di Allah Ta'ala su di te fratello,

Abdul Aziz Nuruddin

_________________
لَا إِلٰهَ إِلَّا الله مُحَمَّدٌ رَسُولُ الله
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Ven Mar 20, 2015 4:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Abdul Aziz Nuruddin ha scritto:
Assalamu alaykum wa rahmatullahi wa barakatuh fratello,

Ti ringrazio per i sempre preziosissimi consigli, penso che tu abbia colto pienamente il problema, la difficoltà nel trovare la "terza via", quella autentica. A volte sembra che la nostra Nobile Fede sia particolarmente difficile da vivere in occidente proprio per questa polarizzazione che vede una minoranza abbastanza esigua (almeno dalle mie parti) di salafiti (che come giustamente è stato detto è "dentro morbidissima" ma esteriormente si connota anche per un atteggiamento da duri e puri, con il corollario di simpatizzare per qualunque gruppo o gruppuscolo al mondo sventoli una bandiera nera della Shahada e porti un rpg in spalla senza operare alcun discrimine. Dall'altra parte abbiamo invece un Islam occidentalissimo, a volte relativamente colto (filo-Tariq Ramadan e simili) a volte proprio "di strada" laddove la Fede sembra essere un orpello come tanti da aggiungere all'iphone con tremila brani hip hop e la t-shirt di Tupac.


Direi che hai sintetizzato bene il contesto.

Ed è anche per questo (per la difficoltà di trovare esempi di Islam autentico ed autenticamente "moderato" [non nel senso politico desiderato dai non-Musulmani]) che chi si avvicina all'Islam da qui (che siano neo-convertiti o neo-praticanti da famiglie di origine Musulmana) tende a finire in un "estremo" o nell'altro, in questa o quella corrente più o meno lontana dall'autentica comprensione di Ahl as-Sunnah.

Citazione:
È una mia impressione che la terza via dell'Islam autentico, equilibrato e moderato (termine da trattare con estrema cautela, non parlo dei kuffar che spesso si definiscono tali, ma della giusta via di mezzo) sia ancora poco presente in Italia e nel mondo italofono in genere.
(...)
La cosa migliore forse è rafforzare il proprio Iman e leggere, leggere e ancora leggere, dirozzarsi ed essere pronti ad un confronto deciso sul piano culturale, senza cedimenti ma evitando insh'allah certi deliri che non mancano nella Ummah. Se i miscredenti non hanno ancora coscienza dell'Islam Ahlus Sunnah il dialogo non può che essere sterile.


Beh sì direi che è proprio questa la nostra responsabilità in questo luogo e momento storico. A questo riguardo, se vuoi dare una mano (con traduzioni, etc.), sei il benvenuto! :-D

Citazione:
Anche l'atteggiamento politico di molti Musulmani è decisamente polarizzato, da una parte chi condanna, condanna e condanna e non fa che tessere le lodi della nostra società multiculturale e post capitalistica, dall'altra un antiimperismo spesso molto rumoroso ma dalle idee decisamente confuse.


Ed anche qui non posso che concordare con la tua analisi!

Citazione:
Attualmente sto leggendo molto riguardo ai costumi e alla vita dei fratelli delle tribù che sembrano realizzare la loro vita islamica in senso pieno (i Pashtun, il Pakistan ma anche la Mauritania e il Mali) Che dire... alhamdulillah la bellezza dell'Islam lascia letteralmente sbalorditi!


Ma sha' Allah!

Citazione:
Insh'allah saremo in grado di maturare e di coltivare il nostro Dīn anche in Europa un giorno.


Prima o poi sì insha'Allah, ma per l'epoca storica in cui ci troviamo la mia sensazione è che chi vuole preservare il proprio Din dovrebbe prendere come minimo in considerazione l'ipotesi di emigrare in un paese Musulmano. Il punto è dove, ma questo è un altro discorso..

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sette, gruppi, correnti e confutazioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 4.314