Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Il Taqlid e la Falsificazione della Storia Islamica
Vai a Precedente  1, 2
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Principi della Giurisprudenza, Scuole Giuridiche, Sapienti
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mar Ott 17, 2017 3:16 pm    Oggetto: Ads

Top
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 06/08/10 23:31
Messaggi: 1111

MessaggioInviato: Dom Ago 18, 2013 6:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

Fratello, penso che questa discussione non porti a nulla di buono..
Prima di tutto perchè nè io nè te (?) abbiamo tutte le conoscenze per risalire a tutte le informazioni che la questione merita.


Per ogni singolo sapiente che hai citato, è possibile sostanzialmente citarne il altri, o addirittura gli stessi, che riferiscono invece di un opinione contraria. Quindi evito di risponderti punto per punto.

A cosa giochiamo, chi ne cita di più? Non mi voglio inoltrare in questo senso.

Hai citato prinicipi di "usul fiqh" sahfi'i invitandomi a consultare "definizioni".. Oltre a non possedere tali conoscenze, mi sembra assai inopportuno inoltrarsi a fondo in questo senso, denigrando di fatto lo studio di anni di 'Ilm di sapienti quali Mufti Sajaad o addirittura Mufti Taqi.


Se hai/abbiamo domande precise possiamo rivolgerle direttamente al mufti.

wassalam
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Ven Mag 09, 2014 4:24 am    Oggetto: Rispondi citando

Wa`alaykum assalam warahmatullahi wabarakatuhu Abu7amed Sahib (visto che non ti piace "cd" :-D).

Mi scuso innanzitutto per l'estremo ritardo con cui ti rispondo.

Abu7amed ha scritto:
molto interessante. Vorrei però far notare alcuni punti:

1) Shaikh Wahbah al-Zuhaili (
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

) in "Al-Fiqh al-Islami wa adillatuh" dedica poche righe sul Taqlid proprio perchè è un'opera sul Fiqh mentre il Taqlid è argomento della scienza di 'Usul al Fiqh di cui il Dr. Wahbah ha scritto più opere tra cui: "'Usul Al Fiqh Al Islami" in due volumi e una sintesi "Alwajiz fi 'Usul al Fiqh"

2) La pagina citata (Vol.1p.94) sembra errata. Potrebbe essere dovuto a traduzioni o edizioni diverse..

3)Shaikh Wahbah nel suo "'Usul Al Fiqh Al Islami" dedica quasi 50 pagine (da p.1119 a p.1168 Vol.1) e risponde in modo molto convincente citando altrettanti giuristi e prove dal manqul e dal ma'qul che affermano il contrario di ciò che afferma Hadhrat Mufti Mohammed Sajaad.

4) Non è l'unico che sostiene la non obbligatorietà di seguire un unico madhab in tutte le questioni, anzi.


Credo ci sia un fraintendimento qui: Mufti Muhammad Sajaad non ha citato Wahbah Zuhayli tra coloro che sostengono la necessità del "taqlid shakhsi", bensì nel contesto in cui si parlava del Taqlid in sé (nelle sue varie forme).
Anzi, Mufti Muhammad Sajaad ammette chiaramente che la posizione di Shaykh Wahbah Zuhayli è differente dalla sua, e procede difatti a "confutarla":

"Shaikh Wahbah al-Zuhaili in Al-Fiqh al-Islami wa adillatuh, vol.1 p.94, comunque ha dichiarato che la posizione della maggioranza dei sapienti era che solo il Taqlid di qualunque sapiente (Taqlid ghayr Shakhsi) fosse wajib [necessario], e solo qualche sapiente considerasse wajib il Taqlid di una scuola specifica (Taqlid Shakhsi).

Questa affermazione però non solo contrasta con l’evidente bisogno del Din e della Ummah che risiede nel rendere wajib il Taqlid Shakhsi, ma è non è nemmeno corroborato dai fatti, il più incontrovertibile dei qualificati è il gran numero di giuristi che hanno affermato questa opinione [la necessità del Taqlid Shakhsi], come riporteremo qui di seguito. D’altra parte, Shaykh Wahbah ha supportato la sua opinione citando solo due o tre autori, che è difficile dire come possano costituire una maggioranza.

Per essere certi dell’errore di quest’affermazione, l’argomentazione presentata da Shaykh Wahbah, che sottende quest’opinione, vediamo anche che è chiaramente difettosa. La ragione che egli fornisce per affermare che il Taqlid specifico (Taqlid Shakhsi) non possa essere wajib, è, nelle sue parole:

“Allah ha reso obbligatorio solamente il seguire i sapienti, senza specificare di seguire uno e non un altro; Egli ha detto: “Chiedete alla gente del Ricordo se non sapete” (Sura al-Anbiya’, 7)”. (Op. Cit.).

Tuttavia la realtà è che in questo versetto Allah (SWT) ha reso obbligatorio il Taqlid generico o Taqlid in generale (Jins Taqlid o Mutlaq Taqlid)
".

Etc. etc.

Dunque, nessun voluto fraintendimento delle parole di Shaykh Wahbah per "portarlo nel nostro campo"; anzi, nell'articolo si afferma chiaramente che la sua opinione è differente, e si procede a spiegare le ragioni del disaccordo, ed il ragionamento di chi sostiene invece la necessità del "taqlid shakhsi".

Abu7amed ha scritto:
La cosa migliore non sarebbe affermare che c'è Ikhtilaf (divergenza) come viene ricordato nell'enciclopedia del fiqh? (
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

) Vol.13 p.160:


Sì, c'è ikhtilaf sulla necessità o meno di seguire una scuola giuridica in ogni questione. Gli `Ulama' Deobandi (e Barelwi, ed altri ancora) sostengono tale necessità, e senza inventarsi nulla di nuovo, bensì riprendendo una posizione forte (e che riteniamo la più forte) dei sapienti classici. Altri `Ulama' (come - mi par di capire - molti `Ulama' in Siria) sono meno rigidi sulla questione, ma è una divergenza che ha radici lontane.

Non mi risulta di aver mai affermato che ci sia consenso assoluto sulla necessità di seguire una scuola giuridica; semplicemente diciamo che questa è la posizione che riteniamo più forte e solida (e che è sostenuta da moltissimi sapienti, compresi "sapienti classici" del passato).
E non vedo alcun problema nel "propagandare" una posizione forte e solida, basata sulla giurisprudenza classica.
Su tantissimi punti ci sono divergenze, ma mica significa che nessuno ha il diritto di "difendere" e sostenere una determinata posizione solo perché ce ne sono anche altre.

Abu7amed ha scritto:
Tra chi sostiene che è haram fare taqlid vi sono grandi nomi come Al Shawkani, Ibn 'Abd Al Barr, Ibn Al Qayyem,


Fratello, sei proprio sicuro che questo si riferisca ai Musulmani comuni (che costituiscono il pubblico che consulta questo forum, ed un buon 99,9% dei Musulmani in Italia)?
Pensi che al-Shawkani ed Ibn al-Qayyim sostenessero per al-awamm la necessità di conoscere hukm per hukm con i suoi dala'il e la "proibizione" di seguire la fatwa di un Mufti senza averne "valutato le prove" (cosa che manco sono in grado di fare)?!

Se parliamo delle diverse opinioni sul taqlid dobbiamo anche avere chiaro di quale tipo e livello di taqlid parlavano i vari `Ulama', e riferendosi a quali categorie: Taqlid per al-awamm, per tullab al-`ilm, per mujtahidin fi-l-madhhab o mutlaq, etc. Ogni livello ha una regola differente, e sarebbe una gran illusione pensare di !

Abu7amed ha scritto:
si riporta che anche l'Imam Abu Hanifa e Abu Yusuf dissero: "non permettiamo a nessuno di riportare quello che diciamo senza prima sapere da dove è stato estrapolato", si riporta che anche l'Imam Ahmad disse qualcosa di simile.


Affermazioni chiaramente riferite agli altri Ulama' del Madhhab, non a qualsiasi persona comune:

Su "se l'hadith è autentico, ecco il mio madhhab" -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Abu7amed ha scritto:
Al Shawkani dice che il taqlid è una novità del quarto secolo hijri e che nessun Imam tra i mujtahidin l'abbia permesso, nonostante ammette che in caso di "necessità" è permesso.


Nessun Imam tra i mujtahidun avrebbe permesso ad un contadino di Kufah o ad un pescatore di Jaddah di seguire una fatwa senza conoscerne i "dala'il"?! Ripeto: sicuro che stiamo parlando della stessa cosa?

Abu7amed ha scritto:
Riguardo al taqlid shakhsi nello stesso volume 13 dell'enciclopedia la parola "taqlid" è presente 121 volte mentre le parole "taqlid shakhsi" insieme non vengono mai citate ...
Possibile che un obbligo così importante nel Din non venga preso neanche in considerazione da numerosi 'Ulama' di quest' ummah?
Possibile che ciò che è wajib per la maggioranza dei Sapienti di Ahl al Sunnah wa al Jama'a non merita neanche una riga in quest'opera?
Eppure gli autori fanno parte di Ahl AlSunna wa al Jama'a e ne sono i maggiori rappresentanti ...
Chiedendo ad alcuni Tullab 'Ilm sul taqlid shakhsi si sono messi a ridere dicendomi "ma da dove prendi questi termini?", ammetto che mi dissero anche "il principio non è sbagliato ma assolutamente non necessario".


La terminologia può variare tra gruppi di `Ulama', ma "taqlid shakhsi" non è certo un'invenzione di Mufti Muhammad Sajad; recentemente l'ha usata anche Shaykh al-Islam Mufti Muhammad Taqi Usmani (che non credo abbia alcuna bisogno di introduzioni) nel suo "The Legal Status of Following a Madhhab", e prima ancora il celeberrimo Shah Waliullah al-Dihlawi nel suo "Al-Insaf fi Bayan Asbab al-Ikhtilaf", e questi sono solo due esempi che persino quest'ignorante che scrive può citare, quindi tutt'altro che esaustivi.
Il fatto che quella specifica enciclopedia non utilizzi tale definizione non significa certo che la realtà del concetto di "seguire solo un Madhhab in ogni questione" sia inesistente (tu stesso hai riconosciuto qualche riga prima che vi è ikhtilaf al riguardo), ed inoltre devo dire che se vuoi promuovere rispetto e tolleranza per le altre opinioni non è molto coerente finire poi per ridicolizzare quella con cui non sei d'accordo e mettere sullo stesso piano degli studenti di conoscenza con `Ulama' del calibro di quelli che ho citato solo perché i primi non sono a conoscenza della specifica terminologia usata dai secondi.

Abu7amed ha scritto:
In "'Usul Al Fiqh Al Islami" p.1122 vol.1 è scritto che il nel 'Aqida e nelle questioni del Din che è necessario conoscere (al ma'lum min al Din bil dharurah) come i cinque pilastri, il divieto del riba etc... non è permesso fare taqlid per la maggioranza degli 'Ulama' mentre 'Ubaid Allah ibn Hasn al'anbari, le sette dei hashawiyah e ta'limiya (sette deviate) dicono che il taqlid in questi casi è permesso.


Non è certamente questo ciò di cui stavamo parlando...

Abu7amed ha scritto:
oppure Ibn al Qayyem in "'Alam al Muq'in" 2/187-260 che cita 81 argomentazioni contro chi sostiene il taqlid senza contare l'opinione dei quattro 'A'immah a cui ho accennato precedentemente.


Quella cui hai accennato prima non è "l'opinione dei quattro A'immah" (come se avessero proibito di fare taqlid!), bensì una citazione completamente fraintesa dai salafiti che a parole negano il taqlid (per poi invece fare taqlid cieco dei loro `Ulama'), ed il cui vero senso è stato spiegato da sapienti come al-Nawawi, come riportato nel thread già citato:

Su "se l'hadith è autentico, ecco il mio madhhab" -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Abu7amed ha scritto:
Non si può comunque rifiutare la realtà: la persona comune non ha altra scelta che seguire l' 'Alim perchè gli mancano gli strumenti del Ijtihad perciò è obbligato a fare taqlid..


Appunto..

Abu7amed ha scritto:
A p.1137 affronta l'argomento: è obbligatorio seguire un madhab in tutte le questioni?
Alcuni dicono che è wajib seguire un madhab perchè si crede che sia il più giusto quindi si deve seguire ciò di cui uno è convinto.


E questo è proprio quell'"inesistente" "taqlid shakhsi" di cui parlavamo prima, anche se chiamato in un altro modo..
E la stessa enciclopedia riporta l'opinione di chi ritiene che sia wajib.

Eppure qualche riga fa scrivevi:

"Possibile che un obbligo così importante nel Din non venga preso neanche in considerazione da numerosi 'Ulama' di quest' ummah?
Possibile che ciò che è wajib per la maggioranza dei Sapienti di Ahl al Sunnah wa al Jama'a non merita neanche una riga in quest'opera?
Eppure gli autori fanno parte di Ahl AlSunna wa al Jama'a e ne sono i maggiori rappresentanti ...
".

Eccoti smentirti solo qualche riga dopo! :-)

Abu7amed ha scritto:
Altri dicono che non è obbligatorio seguire un imam in tutto ma gli è permesso fare taqlid qualsiasi mujtahed preferisce... perchè non esiste wajib se non ciò che Allah swt e il Suo Inviato sAas hanno reso wajib e obbligherebbe se stesso in ciò che Allah swt non ha reso obbligatorio.
Infatti Allah ta'ala non ha reso wajib il seguire un madhab preciso ma ha reso wajib il seguire gli 'Ulama' senza precisarne uno invece che un altro “Chiedete alla gente del Ricordo se non sapete” .
Coloro che chiedevano fatawa ai tempi dei Sahabah e dei Tabi'in rAa non seguivano un madhab preciso ma chiedevano un po uno e un po un altro e nessuno li ha mai impediti a fare ciò, questo è Ijma' da parte loro sull'infondatezza di fare taqlid di un unico Imam o di un unico madhab.


Sì, questa è l'altra opinione..

Shah Waliullah spiega nella sua opera perché successivamente (in base alla sua opinione ed a quella di molti altri sapienti classici così come contemporanei) sia diventato necessario seguire una sola scuola, in base al principio "muqaddimatu-l-wajib wajib".
L'articolo di Mufti Muhammad Sajaad a cui stai rispondendo è praticamente una sintesi di quell'opera di Shah Waliullah, e risponde esattamente ai punti che sollevi; prova a rileggerlo, magari nella sua versione aggiornata ed ampliata:

Understanding Taqlid. Following One of the Four Great Imams -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



E soprattutto, consiglio vivissimamente la lettura di questo articolo di Mufti Zamilur Rahman che fornisce le prove e le basi della posizione delle necessità di seguire una sola scuola giuridica in ogni questione:

The Obligation of Adhering to a Single Madhhab in all its Rulings - Mufti Zameelur Rahman -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Segnalo pure:

Al-Din al-Qayyim: On Taqlid and Ijtihad. A Refutation of Ibn Qayyim al-Jawziyyah’s Arguments against Taqlid - Mawlana Habib Ahmad al-Kiranawi -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Abu7amed ha scritto:
Inoltre il seguire un unico madhab porta a qualcosa di gravoso e ristretto mentre la presenza stessa dei madhaheb è grazia e misericordia per la ummah.


Bah, in gran parte del mondo islamico hanno vissuto per secoli conoscendo una sola scuola giuridica in interi paesi (Maliki in Africa occidentale, Shafi`i nel sud-est asiatico, Hanafi in Turchia, Asia Centrale e subcontinente indiano, etc.), e sono sopravvissuti senza problemi! :-)
Tutti noi ammettiamo comunque la possibilità di seguire posizioni di un'altra scuola giuridica in casi di necessità.

Abu7amed ha scritto:
E quest'opinione è la più giusta (rajih) per gli 'Ulama'


Per gli `Ulama'... ...che seguono la seconda opinione!
Molti altri la pensano diversamente..

E alle citazioni che hai citato si può rispondere con altre di sapienti "dell'altro campo", ma basti l'articolo di Mufti Zamilur Rahman linkato prima..

Abu7amed ha scritto:
Non capisco invece l'introdurre limiti nella shari'a che non sono così chiari e assoluti.


E' spiegato nei link forniti prima, e lo dico solo a livello di "spiegazione", poi sei libero di seguire l'altra posizione (ma con tutte le sue condizioni, ovviamente: senza talfiq, non per seguire rukhas, non per seguire i propri desideri, etc. etc., e di fatto resta ben poco!).

Abu7amed ha scritto:
Ma soddisfare i nostri desideri e passioni personali non è una conseguenza necessaria del seguire più madhaheb infatti c'è chi segue le opinioni più rigide di tutte le scuole, cos'è masochista?


Quando "parliamo" della proibizione di "seguire scuole diverse" si intende il prendere facilitazioni a destra e a manca, non il cercare per taqwa di compiere azioni valide in maniera valida anche secondo altre; quello non credo" proprio ci sia alcun sapiente che lo vieti!

Abu7amed ha scritto:
E c'è chi per necessità va contro ad alcune opinioni della propria scuola.


Anche questo "abbiamo" sempre detto che è permesso, in casi di effettiva necessità o difficoltà.

Abu7amed ha scritto:
Che problema c'è, per esempio, se leggessi il du'a' di apertura della salah shafi'ita (Wajjahtu Wajhi liLladhi fatara assamawati...) mentre dovrei leggere quello hanafita (Subhanaka Allahumma...) perchè mi piace di più?


Nessun vero e proprio "problema" in cose di questo genere: la Salah mica viene annullata e si parla "solo" di elementi raccomandati etc.

Abu7amed ha scritto:
Nella pagina dopo il quarto argomento: “ se c’è divergenza tra due fatwa, vi sono CINQUE punti di vista tra i compagni (del Shafi’i rA): 1)sceglie la più rigida 2) sceglie la più leggera 3) si sforza per scegliere la migliore e prende la fatwa del più sapiente e timorato, opinione del Sam’ani Al Kabir e del Shafi’i rAa (Nas) sulla qibla 4) Chiede un terzo Mufti…
5) Sceglie l’opinione che vuole. Questo è il parere più giusto (al Asahh) per il Sheikh Abi Ishaq Alshirazi (autore dello stesso Muhaddhab) e per Khatiib Al Baghdadi, riportato da Almahamli nel Majmu’ dalla maggioranza dei compagni, scelto dall’autore del Shamel se i due Mufti sono alla pari per colui che chiede.
Scusami ma non doveva fare taqlid specifico di uno dei due Mufti secondo il CONSENSO?
“Scegliere la fatwa che si vuole” tra le due non comporta il grande rischio di seguire le proprie passioni e i propri desideri e perdere il Din?


Questo discorso si riferisce a due fatawa di due Mufti dello stesso Madhhab, ed i sapienti discutono cosa fare in quel caso, e non del seguire due Madhahib differenti!
Questa citazione è stata spiegata nel dettaglio da Mufti Zamilur Rahman nell'articolo già linkato, e ha spiegato anche che c'è maggiore libertà a riguardo del seguire posizioni all'interno della propria scuola, rispetto al fatto di seguire posizioni di altre scuole..

Abu7amed ha scritto:
Le opinioni sopra riportate non bastano per confutare il consenso ?


...Consenso che nessuno ha invocato... :-)

Abu7amed ha scritto:
Potrei sapere dove si presentano le parole “taqlid shakhsi” in queste pagine o nell’intero Majmu’?


Fratello, se tu stesso hai ammesso chiaramente l'esistenza dell'opinione per cui è necessario "seguire una sola scuola giuridica in ogni questione", che senso ha attaccarsi ad un termine di cui non trovi riscontro in altre opere, come se il fatto che tu non lo trovi in altre opere significasse che ciò a cui si riferisce non esiste?!

Abu7amed ha scritto:
Taqlid shakhsi non so proprio quale sia la sua definizione (posso solo immaginarlo) perche non c’è proprio né nei libri di ‘Usul che ho consultato né di Fiqh. Nemmeno nella più grande enciclopedia del Fiqh mai prodotta …


Ma c'è chiaramente il concetto che designa, e tu stesso hai riportato citazioni che lo descrivono.
Se il termine "taqlid shakhsi" non ti è familiare o non ti è congeniale sei liberissimo di non utilizzarlo ed usare altre espressioni al suo posto, ma è della realtà che designa che stiamo parlando, non del nome con cui la si vuole definire..
Sennò fai come i salafiti che siccome non trovano il termine "Tasawwuf" nel Qur'an e negli ahadith negano che esista nell'Islam il concetto stesso di "tazkiyyah al-nafs".. :-)

Abu7amed ha scritto:
La mia intenzione non è di controbattere ad una certa opinione con dalail e contro-dalail difendendo il parere che mi sembra più giusto come se fosse Legge Divina Rivelata, rispetto assolutamente qualsiasi parere legittimo.

Quello che intendo dimostrare è che su quest'argomento non c'è Ijma',
mi sembra chiaro come il sole!


Ecco, penso che si potrebbe sintetizzare con questo quote il senso generale dei tuoi interventi (se ho capito bene): "non c'è ijma` sulla necessità di seguire una sola scuola giuridica in ogni singola questione ("Taqlid Shakhsi")".
E sintetizzando la mia risposta, direi "sì, è vero, ma infatti chi ha mai parlato di ijma` al riguardo?"!
Anzi, lo stesso articolo a cui rispondi presenta chiaramente l'esistenza dell'altra posizione!
In questo ed altri thread, abbiamo soltanto presentato la posizione che riteniamo più forte (e che ha solide basi giuridiche e sapienziali), e visto che si tratta di ritenere che qualcosa sia necessario o meno, chi sostiene che è necessario ...sosterrà che è necessario; e chi sostiene che non lo è, continuerà a sostenere che non lo è!
Ma mica si può dire che visto che ci sono anche altri punti di vista allora diventi solo "raccomandato"! :-)

E' un po' come le stesse divergenze tra le scuole; c'è chi sostiene che il sanguinamento invalida il wudu', e chi sostiene che non lo invalida. I primi hanno tutto il diritto di sostenere e "propagandare" l'opinione per cui sanguinare invalida il wudu', ed i secondi altrettanto (di dire l'opposto). Entrambi rispettando la legittimità dell'altrui opinione..
Mica diventa che sono costretti a raggiungere un compromesso mischiando le opinioni e dicendo che sia solo "raccomandato" ripetere il wudu' se si sanguina, e nemmeno diventa che siccome c'è anche un'altra opinione, a nessuno dei due è permesso sostenere e pubblicizzare la propria! :-)
[Fintanto ovviamente che non lo facciano come se la propria posizione sia l'unica esistente, ovviamente]..

E soprattutto, quanto pensi siano rilevanti discussioni così approfondite sui livelli di taqlid tra i vari studenti di conoscenza etc., nel contesto italiano, in cui dominano il "fai-da-te", il "secondo me" e l'ignoranza pressocché assoluta verso il rango degli `Ulama' e la necessità di prendere il Din da loro e la proibizione di seguire i propri desideri?

A questo riguardo:

Abu7amed ha scritto:
Mentre sull'obbligo di seguire una sola scuola in tutte le questioni e un solo Imam non c'è Ijma' (se sto sbagliando mi si dimostri il contrario) e mi sembrava giusto farlo notare.

Il non rispettare qualcosa di wajib è peccato, far passare per peccatori tre quarti della Ummah che mischiano tra le scuole nonostante ci siano opinioni valide di Sapienti che affermano il contrario non credo sia giusto nè nei confronti dei musulmani comuni nè nei confronti dei Sapienti ...


Point take sul fatto che non vi sia ijma` sulla necessità di seguire una sola scuola, ma il discorso è lo stesso di prima: se qualcuno ritiene effettivamente wajib qualcosa su cui vi è divergenza, non ha il diritto di dirlo perché sennò "chi segue l'altra opinione verrebbe considerato un peccatore"?!
Che principio è questo?
Se noi hanafiti riteniamo invalidato il wudu' di chi sanguini allora non dovremmo dirlo, perché sarebbe "politicamente scorretto" ritenere che la Salah degli Shafi`iti che non hanno ripetuto il wudu' dopo aver sanguinato, dal nostro punto di vista, non sia valida?

Chiaramente non ha senso introdurre questi limiti alla "libertà di pensiero" dei giuristi; semmai, siccome c'è divergenza di opinioni, confideremo che chi ha seguito con sincerità uno Shaykh di cui ha fiducia che ritiene permesso prendere da differenti Madhahib (con le dovute condizioni) insha'Allah non sarà colpevole e la sua scelta rientrerà nell'ijtihad valido, così come quella di chi ha seguito un Mufti Shafi`i che gli ha detto che il suo wudu' non è stato invalidato dal sanguinamento.
E quindi, anche se come hanafita penso che il sanguinamento invalidi il wudu', non penso che gli shafi`iti che non hanno ripetuto il loro wudu' dopo aver sanguinato andranno all'inferno perché le loro Salah non sono valide. E discorso simile su chi segua sinceramente l'opinione di sapienti che non ritengono necessario seguire un solo Madhhab in ogni questione (fintanto che non si indulga in tatabbu` al-rukhas, etc. etc.).

E dunque ciò non toglie a chi sostiene la necessità del "taqlid di una sola scuola giuridica" il diritto di affermare tale posizione, così come non toglie a noi hanafiti il diritto di affermare che il wudu' è invalidato dal sanguinamento!...

Abu7amed ha scritto:
Ho notato qualche discussione dove chi non si attiene al 100% al proprio madhhab viene definito uno che "segue la propria testa", "un idiota", "un ignorante" ... questa è la normale conseguenza quando non si prendono in considerazione le divergenze legittime tra i vari Sapienti.


Per favore facci notare queste discussioni, e se si tratta del caso di cui parli (a differenza di chi siano davvero persone che seguono la propria testa, idioti o ignoranti), provvederò a modificare i post o a chiarire la questione.

Abu7amed ha scritto:
Penso che questo sia il miglior forum islamico italiano in assoluto, ne ho tratto molti insegnamenti utili e che Allah ricompensi l'amministrazione e tutti i fratelli che collaborano.
Spero che diventi un punto di riferimento per tutti i musulmani d'Italia, sia italiani che stranieri.
Il rispetto e la stima che ho di questo forum mi porta necessariamente a criticarne alcuni punti, forse nel modo sbagliato,astaghfirullah, ma non lo faccio con cattive intenzioni.


Amin alle tue ad`yah, ma chiaramente puoi continuare ad avanzare correzioni e dare i tuoi consigli anche se lo reputi un forum terribile! :-)

Jazakallahu khayran.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Principi della Giurisprudenza, Scuole Giuridiche, Sapienti Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 2.787