Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

La saggezza nella leggi della Shari`a e la nostra limitatezz

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Principi della Giurisprudenza, Scuole Giuridiche, Sapienti
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mar Ott 17, 2017 3:17 pm    Oggetto: Ads

Top
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2008 7:12 pm    Oggetto: La saggezza nella leggi della Shari`a e la nostra limitatezz Rispondi citando

"Qualcosa può, superficialmente, sembrare ripugnante, ma una volta che la Shari`a rende qualcosa lecito, doppiamo accettarlo come lecito, che si conformi al nostro gusto o meno; che ne comprendiamo l'implicita saggezza o meno. E' necessario per un Musulmano conoscere le leggi della Shari`a, ma non è necessario approfondire ogni singolo precetto allo scopo di trovarne l'implicita saggeza, perchè la conoscenza della saggezza di alcuni dei precetti potrebbere essere oltre la sua limitata comprensione.
Allah Ta`ala ha detto nel Sacro Corano: "
Wa ma utitum min al-`ilm illa qalilan", che significa, più o meno, che " Vi è stata data una porzione limitata di conoscenza - (E non vi è stata data di conoscenza se non un poco)". Perciò, se una persona non riesce a comprendere la saggezza intrinseca di qualche legge della Shari`a, egli non può imputare il suo fallimento ad un difetto della Shari`a (Allah non voglia), ma al contrario, è una mancanza della sua propria percezione e di comprensione, perchè nessuna legge della Shari`a è in contrasto con la saggezza"

Mufti Muhammad Ibn Adam al-Kawthari

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Gio Mar 11, 2010 1:10 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Lun Feb 01, 2010 5:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

La Saggezza Sottostante i Comandamenti dell'Islam
Dalla prefazione di Maulana Ashraf `Ali Thanwi all'edizione in urdu della sua opera "The Wisdom Behind the Commands in Islam"
Da:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Traduzione dell'autore del post.

"La lode spetta ad Allah e le benedizioni siano sui Suoi Messaggeri.

E' mia ferma convinzione che i comandamenti della Shari`ah siano stabiliti come veri dai testi stessi della Shari`ah. Non c'è bisogno di ricercarne la saggezza implicita per potervi obbedire. Se qualcuno fa della conoscenza della loro saggezza una condizione della sua obbedienza, di fatto si ribella al Santo Profeta, che Allah lo benedica e gli dia la pace.

Potremmo prendere l'esempio di un re o di un governo, [e se qualcuno non obbedisse alla legge] a meno che non gli venga detto perchè quegli ordini fossero stati emessi, egli verrebbe giudicato un ribelle e verrebbe processato.

Perciò, come può qualcuno fare la stessa cosa con le parole del Messaggero di Allah (Pace e Benedizioni su di lui)?
Non dovremmo avere alcun dubbio, pertanto, che ai comandamenti della Shari`ah bisogna obbedire semplicemente perchè essi sono parte della Shari`ah!

Ma allo stesso tempo, non vi è alcun dubbio che vi è saggezza e profondi significati in questi comandamenti. Perciò, sebbene la nostra obbedienza non debba essere determinata solo a condizione della consapevolezza di questa saggezza e significati, talvolta è utile soddisfare qualche indole curiosa per conoscere la saggezza implicita in questi precetti.

I fedeli dalla fede salda non hanno bisogno di conoscere tale "sfondo", ma certe mente deboli ritengono che tale conoscenza costituisca una motivazione convincente alla sottomissione (e ai nostri tempi vi è un'abbondanza di persone con tale inclinazione). E' per questo motivo che noi ricerchiamo i punti sottili e l'intuizione profonda negli scritti e nei detti di grandi sapienti come Imam Ghazali, Khattabi, Ibn `Abdis Salam ed altri.

L'educazione moderna, però, ha modificato le opinioni della gente, e molti di loro agiscono di proposito ad investigare i motivi dei comandamenti.
Sebbene il vero rimedio sia nello scoraggiarli dall'esplorare la saggezza di ogni precetto (perchè talvolta questa tendenza è anche pericolosa), si sa per esperienza che - eccetto per gli studenti sinceri, la gente comune non abbisogna di consigli.
Tale tendenza ha portato alcuni sapienti a dilungarsi in questa materia e ad offrire le loro spiegazioni per soddisfare la curiosità della gente comune. Se essi avessero rispettato i limiti della Shari`ah, avrebbero considerato sufficienti i loro sforzi e non avrebbero sentito la necessità di produrre nuove spiegazioni.

Invece, molti di questi tentativi hanno mostrato una mancanza di vera conoscenza e del suo impiego, ed una pletora di immaginazione infondata e perversa, e la presenza di fisime personali. Perciò, essi hanno oltrepassato i limiti della Shari`ah. Ho di fronte a me uno di questi libri: è pieno di contenuti senza valore e lo scrittore sembra privo di una minima conoscenza.
E' molto pericoloso per un profano leggere tali libri, ed a meno che egli non sia provvisto di un'alternativa corretta, non si potrà evitare che legga materiale deleterio e privo di valore.
Per questo motivo ho visto il bisogno di offrire una raccolta di argomenti privi di contenuti senza valore per le persone comuni, così che coloro che sono inclini al conoscere lo "sfondo" dei vari precetti della Shari`ah possano riferirsi a questo libro di tanto in tanto. Se anche non fosse fonte di alcun profitto, perlomeno respingerà gli svantaggi legati a quei libri di nessun valore.

(Tuttavia, vi sono alcune persone la cui natura è di sminuire gli ordini di Allah una volta compresa la saggezza retrostante, o che iniziano a credere che tale saggezza sia l'essenza dei comandamenti, e che perciò se non vedono saggezza dietro un precetto, ritengono che ad esso non si debba obbedire, o pensano che la saggezza contenuta in un precetto ne sia il vero scopo e perdono di vista l'importanza del precetto stesso). Avevamo sottinteso questa possibilità, quando abbiamo detto che questa tendenza è pure pericolosa. Perciò, coloro che hanno le tendenze che abbiamo appena descritto, non devono leggere la raccolta che ho presentato. Questa raccolta cui ho fatto riferimento è ora nelle vostre mani. Ho riprodotto molto di quanto vi è di solido dal libro menzionato [1], ed alcune delle idee suggerite riguardo ai comandamenti ben conosciuti non contrastano con i principi della Shari`ah e sono facilmente compresi dal senso comune. Ma tutte queste saggezze suggerite come sottostanti i precetti [della Shari`ah] non sono decise e vincolanti, né costituiscono il fondamento dei precetti, né sono completamente affidabili e sicure; sono semplicemente indicazioni simboliche ed evocative.
(...)
Chiamo il mio libro "al-Masalih al-`Aqliyyah lil Ahkam an-Naqliyyah". Che Allah lo renda fruttuoso e ne faccia occasione dell'eliminazione di dubbi e diffidenza sui comandamenti,

Ashraf Ali Thanwi

Giovedì 1 Rajab 1334 A.H.

[1] - Hujjat Allah al-Baligah, di Mawlana Shah Waliullah al-Dihlawi.

-La Saggezza Sottostante i Comandamenti dell'Islam, Sheikh Ashraf `Ali Thanwi-

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mer Mag 05, 2010 5:17 am    Oggetto: Rispondi citando

Le azioni sono in base alla fede
Da:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Hadhrat Mawlana Wasiullah sahib (che Allah abbia misericordia di lui) ha detto:

"Le azioni vengono compiute per la fede (iman), e non sono eseguite in base alla comprensione della logica sottostante ad esse".

Talefat e Wasiul Umma, volume 1,

Dobbiamo valutare le nostre pratiche sulla Sunnah e le azioni raccomandata (mustahabbat) sulla base di questo principio.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Ven Mag 14, 2010 3:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

A Mufti Mehmood Saheb RA venne chiesto da un Sapiente a riguardo del taqdir (destino) e lui gli disse:

"Se ti dico di sollevare un peso di due tonnellate.. tu mi diresti "non sono in grado di farlo".
Se ti dico di comprare un articolo da un milione di dollari... mi diresti "il mio portafoglio non se lo può permettere".
Se ti dico di leggere una riga di testo scritto in caratteri piccoli su un muro ad una distanza di cento metri... mi diresti "i miei occhi non sono capaci di leggerla".

E allora perchè ti è così difficile capire che alcune questioni di Allah sono tali che la tua mente non è in grado di comprenderle? Perchè puoi accettare l'inadeguatezza di tutte le altre cose ma non della tua mente?
".

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Ven Mag 14, 2010 4:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sempre a riguardo del chiedere "perchè" riguardo i precetti della Shari`ah, ecco un'ottima risposta di Maulana A. S. Desai, che risponde ad una domanda riguardo un divieto della Shari`ah durante il pellegrinaggio (Hajj).

--
"Rispettato Fratello,

Quando la Shari`ah ha istituito un ordine, chiedere "perchè" è fortemente improprio e dimostra una mancanza di Iman. Questi "perchè" sarebbero senza fine. Perchè tre raka`at per il Maghrib, e non quattro o due? Perchè cinque Salat, e non tre, quattro o sei? Perchè un uomo non può coprirsi la testa con un copricapo islamico durante l'Hajj, ma deve farlo nelle altre occasioni? Perchè un uomo non può indossare abiti cucite durante l'Hajj, ma può usarli in altri periodi? Vi sono migliaia e migliaia di precetti della Shari`ah a cui questi "perchè" possono venir diretti.

In quasi tutti i casi in cui la gente chiede "perchè", il motivo è corrotto e l'Iman è deficiente. Chiedono "perchè" perchè hanno un'avversione per la Legge di Allah e sono avversi a praticarla, perciò cercano di trovarvi difetti per sfuggire all'espressione pratica dei comandi della Shari`ah. Perchè non si possono uccidere i pidocchi durante l'Hajj? Perchè non si può utilizzare il profumo durante l'Hajj?

(...)

Un'altra risposta è che quando la Shari`ah dice: ciò è proibito, allora è obbligatorio sottomettervisi. E quando dice che la stessa cosa è obbligatoria in un'altra occasione, anche allora sarò obbligatorio sottomettervisi.

Was-salaam

A.S. Desai

Per il

Mujlisul Ulama del Sudafrica".

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mar Lug 13, 2010 9:06 am    Oggetto: Rispondi citando

"Le forme di adorazione prescritte da Allah sono per testare l'obbedienza dei suoi servi, e non è corretto cercare dei motivi dietro ad esse. Lo scopo stesso dell'adorazione è mostrare la propria totale obbedienza e sottomissione ad Allah, il che comprende il fatto che una persona si conformi al Suo ordine anche se non comprende completamente la saggezza sottostante. Non è necessario conoscere o comprendere perchè siano obbligatorie solo due raka`atayn per il Fajr, e tre per il Maghrib e quattro per Zuhur, `Asr ed `Isha'..."

- Hadrat Mufti Taqi Usmani

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Gio Set 15, 2011 6:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

"Riguardo il perché l'Islam abbia detto ciò, la ragione inconfutabile è che le chiare prove dei principali testi islamici mostrano come (... - si può mettere qui una qualunque regola della Shari`ah..).
Così, quando uno accetta Allah come suo Signore e Muhammad (Pace e Benedizioni su di lui) come il Messaggero di Allah, allora tutto ciò che è stato portato dal Profeta (Pace e Benedizioni su di lui) segue in maniera sistematica.
E' per questo motivo che tutte le discussioni con i non musulmani devono ruotare intorno alla dimostrazione che Allah è il nostro Signore e Muhammad (Pace e Benedizioni su di lui) il Suo Messaggero, basata su "prove" teologiche e di altro tipo. Se questioni come "la condizione femminile" o qualsiasi altra vengono sollevate, dovremmo riportare la discussione a queste prove, perchè altrimenti i non musulmani perderanno il loro interesse e anche i musulmani possono diventare confusi.
Il discorso sulle emozioni di donne e uomini riguarda la saggezza come il probabile ragionamento sottostante la regola, ma non è definito come causa della regola (che invece è il fatto di essere menzionata da Allah e dal suo Messaggero, Pace e Benedizioni su di lui). Sebbene vada bene parlare ogni tanto di tali questioni, queste in realtà non contano granché nel dissertare della legittimità della regola stessa, e dovrebbero essere evitate quando si discute con dei non musulmani. Non solo questa, ma anche altre questioni "controverse" come la schiavitù, la legalità dei matrimoni tra bambini, le 72 huri, ecc dovrebbero essere evitate. Il massimo che possiamo dire è che Allah può stabilire questa o quella regola (intendendo che Gli è possibile, e non impossibile, decretarla), ed una volta appreso ciò, il dibattito con l'oppositore non musulmano riguardo tale argomento dovrebbe concludersi.
Rimarrebbe solo da dimostrare che i decreti di Allah sono contenuti nel Corano e negli ahadith profetici, ma questo riguarda il carattere miracoloso del Corano e il modo in cui gli ahadith ci sono stati trasmessi e il perchè siano affidabili, ed ovviamente ciò non è legato al fatto che un non musulmano sia d'accordo o meno con la saggezza sottostante una certa regola islamica".
[DefendingIslam -
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]
(Traduzione a cura di C. C.)

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mar Lug 24, 2012 5:28 am    Oggetto: Rispondi citando

"Few golden words by Hakeem ul Ummat Hazrat Thanvi (rahimahullah) taken from Dawa e Dil ,P:59 (a collection of priceless sayings of Hazrat Thanvi sourced from a large collection of his Khutbaat.. Malfuzat.. Maktubaat..etc.. compiled by Ishaq Multani sahab).


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"Intellect - a Slave girl; and Shari'ah - an Emperor:

Intellect is akin to a slave girl and Shari'at an emperor.. So to obey upon acts of shari'ah by intellectual reasoning is just like obeying an emperor merely by observing to the nodding of a slave.. And the foolishness being clear. The words of an emperor is itself binding proof.. Attesting it by the reasoning of a slave is itself clear asininity..
".
[Dr76 -
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Lun Ago 13, 2012 10:00 am    Oggetto: Rispondi citando

"Many a time limited human sense doesn't make sense.

It makes sense to submit our sense to Allah and His Prophet [pbuh]
".
[Cit. by "Shaykh Sulayman", in "Pluto" -
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Sab Dic 15, 2012 8:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hadrat Mufti Shafi` Usmani (rahimahullah) scrive nel suo "Tafsir Ma`ariful Qur'an":

"The gist of the answer given is: You are Muslims. You observe the injunctions of Allah particularly - and Allah has told you all about the Halal and the Haram. So, keep abiding by it. Do not entertain any doubts about something Halal being Haram, and something Haram, being Halal. As for the scruples of disbelievers, just pay no attention to them.

The substantiation of this answer is that rational proofs are required only to prove the basic principles of faith (like Oneness of Allah, the prophethood of His messengers etc.) but once these basic principles are established and admitted, rational arguments are no more required for establishing a subsidiary or consequential rule of the Shari'ah. What is required is to prove that this rule is based on a specific order given by Allah or His messenger. Once it is established that the rule is based on a specific injunction imposed by Allah Ta'ala or His messenger, it cannot be called in question on the basis of rational arguments. (because after admitting that the rule is prescribed by Allah Who is all-Wise, all-Powerful, it will always be based on wisdom which might be unknown to us.) Rather, it is sometimes harmful to mention rational wisdom for the rules of Shari'ah, because any wisdom given by one's conjectures will always remain subject to doubts on the basis of counter arguments, and there is no way to find out a certain and absolute wisdom for a subsidiary rule of Shari'ah. However, if it is evident that a person wants to know the wisdom behind a rule of Shari'ah only to seek truth and to satisfy himself, there is no harm in mentioning some possible reasons of a rule before him as a matter of additional knowledge. But in the event that the rational wisdom is asked only for the sake of confrontation, then the proper way for a Muslim should be to ignore such questions and to act according to the prescribed rules without paying attention to the critic. It is true that if a person wants to prove that a subsidiary rule of Shari'ah is repugnant to an absolute principle established by reason, the point raised by him may deserve answer, but the question raised by the mushriks in the present case was not of this nature in any way. Therefore, the Muslims are directed to ignore such absurd questions and keep believing and acting as before
".
[
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Gio Mag 08, 2014 5:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

The Shari`ah & Raisons D’être

Taken from Answer to Modernism (Al-Intibahat al-Mufeedah)
by Maulana Ashraf `Ali Thanwi

Source:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"The sixth error is again related to the injunctions of the Shariah. Some people invent certain raisons d’être for these injunctions on the basis of their personal opinion, and insist on making the validity of the injunctions depend solely on the presence or absence of these very raisons d’être. In consequence of this, they start misinterpreting, distorting and even annulling the injunctions laid down by the Holy Qur’an and Hadith. Thus, we have heard some people who somehow convinced themselves that the raison d’être of the ritual ablutions (wudhu) was no more than cleanliness and, finding themselves clean enough, did not think it necessary to perform the ablutions at all before offering prayers. There have been others who imagined that the raison d’être of the ritual prayers was moral perfection, and taking the attainment of this merit to be the desired end, gave up the daily prayers altogether. The same kinds of encroachments have been made in the case of other forms of worship like fasting, zakat and Hajj. In the same way, the prohibitions of the Shariah too, like interest and pictures of living beings etc., have been subjected to similar distortions. In short, such people have abrogated the Shariah totally……….

…A corollary of the same error is that some people in defending Islam against detractors, try to justify the secondary injunctions of the Shariah by advancing similar rationalisations and raisons d’être. Now, there is a great danger in adopting such a procedure. The raisons d’être thus suggested are purely conjectural. If any of them is found to be questionable, the related injunction itself thereby becomes dubious and defective. Thus, it amounts to providing the detractors of Islam with a permanent opportunity for disputing and negating the Islamic injunctions.

The truth of the matter is that these injunctions are laws, and no one does ever seek secret motives in legal rules and regulations, nor does one have the right to change, or alter or abrogate laws on the ground of the imagined secret motives. It is the Legislator Himself who alone possesses these powers….

….Besides that, if a man were to deal with the law promulgated by the worldly rulers in the same way, and start inventing secret aims and objectives for every law, and having attained those objects through an easier method, refuse to obey the law of the land, everyone can see for himself what would happen to such a man at the hands of the government.

….Let no one misinterpret this discussion, and conclude that, according to us, the injunctions of the Shariah are totally devoid of all raisons d’être and subtleties of this kind, or that the sages of Islam have no knowledge of such subtleties. Raisons d’être and subtleties are, no doubt, present, and certain degree of illumination with regard to them has been gained in the past, and can be gained even now. All the same, the carrying out of injunctions of the Shariah does not at all depend on the gaining of such knowledge. Even if one does not possess any knowledge of the raisons d’être, it is absolutely necessary to obey the injunctions of the Shariah. It is just like the case of the legal statutes of the state- if a man waits for the aims and objectives to be explained to him before he obeys any law, then he would be committing a great crime.

Even so, if the Ulema sometimes explain such subtleties that is merely something extra. Moreover, the degree of knowledge that has been gained in this respect is no more than approximate and conjectural. In fact, no knowledge has at all been gained with regard to the raisons d’être of certain injunctions. And it is no wonder that things should be like this. We see in our daily lives that the servant in a household does not know why certain things have been arranged in a certain manner, although the master too is a creature of God like the servant. When one creature cannot know the secrets of another creature in spite of both differing their respective degrees of knowledge within a very limited range, then what wonder if the creature should have no knowledge at all of the secrets of the Creator, or if such knowledge should not be exact, when the difference between the knowledge of the Creator and that of the creature is immeasurable?…..

….Nor should this discussion lead one to think that the injunctions for which we cannot find a rational justification are contrary to reason. Not at all. Being contrary to reason is one thing, and ones inability to understand through reason is another (see Chapter 1: Principle 1)
".

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Principi della Giurisprudenza, Scuole Giuridiche, Sapienti Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.793