Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Cimitero cattolico: settore con tombe orientate alla Mecca

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Morte
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Dom Feb 18, 2018 1:36 am    Oggetto: Ads

Top
Marcella
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/10/12 19:23
Messaggi: 102
Residenza: Sicilia

MessaggioInviato: Dom Gen 26, 2014 5:57 pm    Oggetto: Cimitero cattolico: settore con tombe orientate alla Mecca Rispondi citando

"Nel cimitero cattolico un settore con le tombe orientate alla Mecca"

Islamici in pressing. L’idea è quella di ricavare un’ala riservata dall’ampliamento del già esistente cimitero cattolico di San Giuliano. La consigliera comunale Muntaha Wahsheh: "La mancanza di un luogo dedicato costringe le persone colpite da lutti a notevoli spese per il trasporto delle salme nel Paese d’origine"

San Giuliano Milanese, 26 gennaio 2014 - «Un cimitero islamico e un nuovo centro culturale, con moschea». Attraverso Muntaha Wahsheh, consigliera comunale di origine giordana, la comunità musulmana di San Giuliano rilancia due proposte che erano già state sottoposte al Comune. «Siamo in attesa di un riscontro ufficiale — ricordano gli immigrati — per poter organizzare al meglio la nostra presenza e la nostra attività sul territorio, nel rispetto delle regole del Paese che ci ospita».
La premessa: gli islamici residenti in città sono circa 1.500 e costituiscono il 25 per cento degli oltre 6mila stranieri di San Giuliano. Perciò già due anni fa i seguaci di Maometto avevano presentato in Comune la richiesta, supportata da 450 firme, di poter avere un’area per le sepolture. Un progetto cui gli stranieri non sembrano disposti a rinunciare. L’idea è quella di ricavare un’ala riservata dall’ampliamento del già esistente cimitero cattolico di San Giuliano.

«È sufficiente che questo settore sia rivolto verso la Mecca, come prescrive la nostra religione; per il resto siamo disponibili ad adattarci alle modalità di sepoltura occidentali», spiega la consigliera giordana, eletta tra le fila del Pd, lo stesso partito del sindaco. «Oggi — prosegue — la mancanza di un luogo dedicato costringe le persone colpite da lutti a notevoli spese per il trasporto delle salme nel Paese d’origine. Se i familiari del defunto non riescono a farsi carico dei costi, interviene la nostra comunità con contributi e donazioni. Molte di queste situazioni vengono gestite da Sabil, l’associazione araba che opera a San Giuliano da nove anni e che in più di un’occasione si è occupata della raccolta di fondi per le persone in difficoltà, o senza lavoro».

Il sindaco Alessandro Lorenzano si è già detto favorevole alla proposta, manifestando la propria disponibilità anche in occasione della visita, a San Giuliano, dell’ambasciatore giordano in Italia Zaid Al Lozi. La stessa Asf (l’azienda speciale che gestisce, tra l’altro, i servizi cimiteriali) guarda con favore all’iniziativa. «Allora vogliamo vedere concretizzato il progetto — ribadisce Muntaha Wahsheh — Non è più possibile aspettare». Un’altra richiesta che è stata depositata in municipio è la cessione, all’associazione Sabil, di un terreno pubblico per la costruzione di un centro culturale islamico, comprensivo di una zona per la preghiera. Un tema che ha suscitato reazioni contrastanti, con un notevole dibattito tra cittadini e partiti politici. L’esecutivo Lorenzano non ha ancora esaminato nel dettaglio la questione, mentre la Lega Nord ha organizzato una petizione per dire no.

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Lun Gen 27, 2014 2:48 am    Oggetto: Rispondi citando

Salam aleykum,
ma anche essendo sepolti in derezione Mecca, si può d'accordo di essere seppelliti con rito non musulmano? Con la bara di legno ecc?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Musàfir
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 16/01/08 19:04
Messaggi: 335

MessaggioInviato: Lun Gen 27, 2014 1:52 pm    Oggetto: L'Esercizio della libertà religiosa in Italia Rispondi citando

Bismillahi r-Rahmàni r-Rahìm
assalamu 'alaykum wa rahmatullahi wa barakatuhu

L'Italia è uno Stato laico, e come sancito dalla Costituzione della Repubblica Italiana:
Art. 8.
Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge. Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano.I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze.

Art. 19.
Tutti hanno diritto di professare liberamente la propria fede religiosa in qualsiasi forma, individuale o associata, di farne propaganda e di esercitarne in privato o in pubblico il culto, purché non si tratti di riti contrari al buon costume.

Art. 20.
Il carattere ecclesiastico e il fine di religione o di culto d'una associazione od istituzione non possono essere causa di speciali limitazioni legislative, né di speciali gravami fiscali per la sua costituzione, capacità giuridica e ogni forma di attività.

E' stato inoltre recentemente pubblicato (Luglio 2013) dal Governo Italiano a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri, un Testo che regolamenta l'Esercizio della libertà Religiosa in Italia.
a questo link potete scaricare l'intero testo che vi invito a tenere nei vostri documenti.
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Riporto due passaggi relativi ai cimiteri e ai luoghi di culto

Presidenza del Consiglio dei Ministri
Ufficio del Segretario Generale
_______________________________
Ufficio Studi e Rapporti Istituzionali

L’ESERCIZIO DELLA LIBERTÀ RELIGIOSA IN ITALIA

(Testo stampato Luglio 2013)

3.8 – Trattamento delle salme e sepoltura (pag.81)
Le disposizioni di legge in materia di sepoltura e trattamento delle salme sono contenute nel decreto del Presidente della Repubblica 10 settembre 1990, n. 285 (“Approvazione del regolamento di polizia mortuaria”), nella legge 30 marzo 2001, n. 130 (“Disposizioni in materia di cremazione e dispersione delle ceneri”) – che ha in parte modificato il regolamento di polizia mortuaria – e nel regio decreto 27 luglio 1934, n. 1265 (“Approvazione del testo unico delle leggi sanitarie”).
Dalla normativa vigente in materia si ricavano, tra l’altro, le seguenti previsioni:

i piani regolatori cimiteriali possono prevedere reparti speciali e separati per la sepoltura di cadaveri di persone professanti un culto diverso da quello cattolico. Il Sindaco può inoltre concedere un’area adeguata nel cimitero a comunità straniere che facciano domanda di avere un proprio reparto per la sepoltura delle salme dei loro connazionali (decreto del Presidente della Repubblica 10 settembre 1990, n. 285);


3.6 – Edilizia ed edifici di culto (pag.67)
L’edilizia di culto è disciplinata dal diritto comune in materia di edilizia ed urbanistica, statale (decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia”) e regionale. Particolare rilievo assumono le competenze degli enti locali territoriali con riguardo alla previsione di aree da destinare ai luoghi di culto nei piani urbanistici locali e alla possibilità di finanziamento pubblico per la costruzione degli edifici di culto. Rientra tra i compiti degli enti territoriali, in quanto soggetti competenti in materia urbanistica, provvedere a che sia consentito a tutte le confessioni religiose di poter liberamente esercitare il culto, anche individuando aree idonee ad accogliere i rispettivi fedeli. Come recentemente riaffermato dal Consiglio di Stato, “I Comuni non possono sottrarsi dal dare ascolto alle eventuali richieste delle confessioni religiose che mirino a dare un contenuto sostanziale effettivo al diritto del libero esercizio garantito a livello costituzionale, non solo nel momento attuativo, ma anche nella precedente fase di pianificazione delle modalità di utilizzo del territorio. Ciò rilevato, tuttavia, il diritto di culto, deve pertanto venire esercitato nel rispetto delle regole predisposte dalla normativa urbanistica che, nel suo contenuto essenziale, mira esplicitamente a contemperare i diversi possibili usi del territorio” (sentenza n. 8298 del 27 novembre 2010).
La costruzione di edifici di culto è subordinata al rilascio della concessione edilizia; a tal fine è necessario che l’edificio sia progettato per essere costruito in un’area destinata dai piani urbanistici all’edilizia di culto.
Il diritto di aprire luoghi di culto spetta a tutte le confessioni religiose.

tratto da:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


NB- l'evidenziatura in neretto è mia.


Cari Fratelli e Sorelle, dobbiamo essere informati e conoscere i nostri diritti di cittadini italiani, come insegna il primo versetto coranico: IQRA! Leggi! (Cor.96,1)

_________________
" O uomini, voi siete i poveri (fuqarà) i bisognosi di Dio, mentre Allàh è il Ricco (Al-Ghanì) Colui che è sufficiente a Se stesso, il Degno di lode." (Corano 35,15)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Musàfir
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 16/01/08 19:04
Messaggi: 335

MessaggioInviato: Lun Gen 27, 2014 2:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

Simo; ha scritto:
Salam aleykum,
ma anche essendo sepolti in derezione Mecca, si può d'accordo di essere seppelliti con rito non musulmano? Con la bara di legno ecc?


Bismillahi r-Rhmàni r-Rahìm
assalamu 'alaykum wa rahmatullahi wa barakatuhu

Alla morte di un uomo o donna di religione musulmana, vanno eseguiti i riti descritti nella Legge islamica (Sharya) e cioè il lavaggio completo (ghusl) del defunto/a, l'avvolgerlo in un lenzuolo, o mettergli un vestito. fare la preghiera del defunto, chi può leggere la sura Ya Sin, metterlo nella cassa di legno e accompagnarlo al cimitero.
In diversi ospedali incominciamo ad essere attrezzati per poter fare queste operazioni.
In Italia, per legge, è obbligatorio, se si mette il defunto sottoterra, di metterlo in una cassa di legno. Perciò vivendo e morendo in Italia si è soggetti a questa Legge.
Se c'è la possibilità di avere a disposizione un cimitero, o un piccolo luogo all'interno di un cimitero, per soli musulmani, in alcune città esiste (a Verona c'è), sarà quello ovviamente il luogo preferibile di sepoltura, altrimenti se non c'è, si è costretti "per necessità" ad utilizzare i luoghi predisposti come cimiteri, e ciò non invalida la sepoltura, non avendo altra scelta.
Facciamo du'à che Allàh faciliti alla Umma italiana l'avere un terreno per la sepoltura dei musulmani suoi servitori, amin.
Allàh è Misericordioso e Clementissimo.

_________________
" O uomini, voi siete i poveri (fuqarà) i bisognosi di Dio, mentre Allàh è il Ricco (Al-Ghanì) Colui che è sufficiente a Se stesso, il Degno di lode." (Corano 35,15)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Musàfir
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 16/01/08 19:04
Messaggi: 335

MessaggioInviato: Lun Gen 27, 2014 3:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bimsillàhi r-Rahmàni r-Rahìm
assalamu 'alaykum wa rahmatullahi wa barakatuhu.

Errata corrige:
Alla morte di un uomo o donna di religione musulmana, vanno eseguiti i riti descritti nella Legge islamica (Sharya) e cioè: il lavaggio completo (ghusl) del defunto/a, l'avvolgerlo in un lenzuolo, o mettergli un vestito, fare la preghiera del defunto, chi può, leggere la sura Ya Sin, (metterlo nella cassa di legno se si è in Italia in quanto obbligatorio) e accompagnarlo al cimitero.

_________________
" O uomini, voi siete i poveri (fuqarà) i bisognosi di Dio, mentre Allàh è il Ricco (Al-Ghanì) Colui che è sufficiente a Se stesso, il Degno di lode." (Corano 35,15)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Mar Gen 28, 2014 12:25 am    Oggetto: Rispondi citando

Salam aleykum,
grazie fratello! Ho un'altra domanda.
Ho visto alla tv che gli immigrati a Lampedusa, morti in mare, sono stati sepolti in una cassa di legno con la croce sopra. In pratica la cassa da morto comune cristiana.
Può essere che alcuni di loro siano musulmani e non c'è stata la giusta sepoltura per loro.
Come viene vista questa cosa? Cioè è lecita questa cosa nell'Islam, essendo una situazione particolare? Grazie. Salam.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mar Feb 25, 2014 11:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

Simo; ha scritto:
Salam aleykum,
grazie fratello! Ho un'altra domanda.
Ho visto alla tv che gli immigrati a Lampedusa, morti in mare, sono stati sepolti in una cassa di legno con la croce sopra. In pratica la cassa da morto comune cristiana.
Può essere che alcuni di loro siano musulmani e non c'è stata la giusta sepoltura per loro.
Come viene vista questa cosa? Cioè è lecita questa cosa nell'Islam, essendo una situazione particolare? Grazie. Salam.


Wa`alaykum assalam warahmatullahi wabarakatuh,

Ovvio che non è lecito, ma in casi come questi non credo proprio si possa attribuire una responsabilità diretta a chi è morto in mare e non ha alcuna scelta sul modo in cui dei non-Musulmani decidono di seppellirlo.

Questo al di là del fatto che spesso questo genere di viaggi potrebbero essere proibiti, se rientrano nel genere di migrazioni illecite:

Immigrazione/Hijrah -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Inoltre, oltre alla questione delle ragioni dietro la migrazione verso un paese non-Musulmano (che, come abbiamo visto, possono rendere tale viaggio haram), vi è anche l'altro elemento della proibizione (in genere e fatti salvi casi di autentica necessità o di fuga da condizioni estreme e mancanza di alternative) di entrare illegalmente ed in clandestinità in un paese, violandone le leggi (introducendosi illegalmente senza i requisiti necessari, falsificando documenti, etc., e tutti questi non sono solo reati per la legge del paese (in questo caso quella italiana) ma pure peccati in base all'Islam).

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Mer Feb 26, 2014 12:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

'Umar Kalabristani ha scritto:


Inoltre, oltre alla questione delle ragioni dietro la migrazione verso un paese non-Musulmano (che, come abbiamo visto, possono rendere tale viaggio haram), vi è anche l'altro elemento della proibizione (in genere e fatti salvi casi di autentica necessità o di fuga da condizioni estreme e mancanza di alternative) di entrare illegalmente ed in clandestinità in un paese, violandone le leggi (introducendosi illegalmente senza i requisiti necessari, falsificando documenti, etc., e tutti questi non sono solo reati per la legge del paese (in questo caso quella italiana) ma pure peccati in base all'Islam).


Salam aleykum fratello,
non sapevo che l'islam "comprendesse" regole anche per la migrazione. Ho letto in un altro thread riguardo alla cittadinanza di un paese non musulmano e al "vivere" in un paese non musulmano, ma mai avrei pensato che fosse haram ricorrere a diversivi per entrare illegalmente in un qualsiasi paese.
Ogni giorno mi stupisco (in positivo, per la completezza dell'Islam).
Faccio una domanda che però non c'entra con l'argomento principale del thread: ottenere il permesso di soggiorno o altri documenti tramite persone che falsificano certificati, è haram? Per esempio avere un medico complice che emetta un certificato di finta malattia e quindi finto bisogno di cura, in modo di avere il permesso per soggiornare nel paese per motivi di cura, anche se la persona è sana e quindi è un modo per ottenere documenti.
Non so se mi sono spiegata. (So che per la legge è vietato e punibile).
Top
Profilo Invia messaggio privato
Musàfir
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 16/01/08 19:04
Messaggi: 335

MessaggioInviato: Mer Feb 26, 2014 6:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

Simo; ha scritto:

Faccio una domanda che però non c'entra con l'argomento principale del thread: ottenere il permesso di soggiorno o altri documenti tramite persone che falsificano certificati, è haram? Per esempio avere un medico complice che emetta un certificato di finta malattia e quindi finto bisogno di cura, in modo di avere il permesso per soggiornare nel paese per motivi di cura, anche se la persona è sana e quindi è un modo per ottenere documenti.Non so se mi sono spiegata. (So che per la legge è vietato e punibile).


Bismillahi r-Rahmàmi r-Rahìm
assalamu 'alaykum wa rahmatullahi wa barakatuhu

Sorella Simo la risposta alla tua domanda te la puoi dare da te stessa facendoti questa altra domanda:
"Allàh è sodisfatto di un comportamento 'non sincero' di tale fatta?"

_________________
" O uomini, voi siete i poveri (fuqarà) i bisognosi di Dio, mentre Allàh è il Ricco (Al-Ghanì) Colui che è sufficiente a Se stesso, il Degno di lode." (Corano 35,15)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Gio Feb 27, 2014 11:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Musàfir ha scritto:
Simo; ha scritto:

Faccio una domanda che però non c'entra con l'argomento principale del thread: ottenere il permesso di soggiorno o altri documenti tramite persone che falsificano certificati, è haram? Per esempio avere un medico complice che emetta un certificato di finta malattia e quindi finto bisogno di cura, in modo di avere il permesso per soggiornare nel paese per motivi di cura, anche se la persona è sana e quindi è un modo per ottenere documenti.Non so se mi sono spiegata. (So che per la legge è vietato e punibile).


Bismillahi r-Rahmàmi r-Rahìm
assalamu 'alaykum wa rahmatullahi wa barakatuhu

Sorella Simo la risposta alla tua domanda te la puoi dare da te stessa facendoti questa altra domanda:
"Allàh è sodisfatto di un comportamento 'non sincero' di tale fatta?"


Salam aleykum fratello,
be credo proprio che ad Allah un comportamenti simile non lo gradirebbe.
E Allah ne sa di più.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Ven Feb 28, 2014 12:39 am    Oggetto: Rispondi citando

Simo; ha scritto:
Salam aleykum fratello,
non sapevo che l'islam "comprendesse" regole anche per la migrazione.
(...)
Ogni giorno mi stupisco (in positivo, per la completezza dell'Islam).


Sorella, l'Islam comprende regole e linee-guida per ogni ambito della propria vita.

Una delle maggiori cause della situazione in cui siamo è che persino quelli che si considerano "Musulmani praticanti" hanno ridotto l'Islam soltanto ad `Aqa'id (dottrine e sistema di credo) ed `Ibadat (rituali ed atto di adorazione): una persona che crede negli elementi fondamentali dell'Islam e si limita a pregare, pagare la Zakah e digiunare durante il mese di Ramadan pensa di aver "esaurito" il suo "essere Musulmano" mentre poi viola altre regole estremamente importanti in tutti gli altri ambiti (dalle relazioni sociali, alle transazioni commerciali, al buon comportamento, etc.), senza dare loro alcuna importanza, o addirittura nemmeno conoscendo i principi e le linee-guida relativi a tutti questi altri aspetti..

L'Islam Non E' (Soltanto) Una "Religione"! -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Simo; ha scritto:
Ho letto in un altro thread riguardo alla cittadinanza di un paese non musulmano e al "vivere" in un paese non musulmano, ma mai avrei pensato che fosse haram ricorrere a diversivi per entrare illegalmente in un qualsiasi paese.
Faccio una domanda che però non c'entra con l'argomento principale del thread: ottenere il permesso di soggiorno o altri documenti tramite persone che falsificano certificati, è haram? Per esempio avere un medico complice che emetta un certificato di finta malattia e quindi finto bisogno di cura, in modo di avere il permesso per soggiornare nel paese per motivi di cura, anche se la persona è sana e quindi è un modo per ottenere documenti.
Non so se mi sono spiegata. (So che per la legge è vietato e punibile).


Già il fatto che per legge (anche se di un paese non-Musulmano) è vietato e punibile lo pone a rischio di essere automaticamente vietato anche islamicamente (a meno che ad essere vietato non sia qualcosa per noi obbligatorio).
Ma oltre alla legge italiana o tedesco o di altrove, l'Islam stesso proibisce il ricorso a menzogne e bugie, la falsa testimonianza, la violazione della propria parola e dei termini di "contratto" (e pure la cittadinanza o la residenza in un dato paese è una forma di contratto - più o meno esplicito - stipulato con quel determinato paese, al quale dunque un Musulmano è islamicamente tenuto ad obbedire, fintanto che ciò non lo opprima o non lo obblighi a fare qualcosa di proibito o non gli proibisca di fare qualcosa di permesso.
Insomma, se un tale certificato fosse ottenuto per scappare da una situazione estrema, dal rischio serio di morte, da persecuzioni etc., e non ci fossero altre opportunità oltre a questa (il che è inverosimile, considerando quanto vasta sia la terra, oltre al riconoscimento del diritto di asilo, etc.), magari in taluni casi potrebbe forse essere permesso ricorrere ad una cosa del genere; altrimenti, ciò che hai descritto è chiaramente un insieme di azioni proibite.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Simo;
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/03/13 19:14
Messaggi: 1286
Residenza: Sono una sorella

MessaggioInviato: Dom Mar 02, 2014 11:46 am    Oggetto: Rispondi citando

'Umar Kalabristani ha scritto:
Simo; ha scritto:
Salam aleykum fratello,
non sapevo che l'islam "comprendesse" regole anche per la migrazione.
(...)
Ogni giorno mi stupisco (in positivo, per la completezza dell'Islam).


Sorella, l'Islam comprende regole e linee-guida per ogni ambito della propria vita.

Una delle maggiori cause della situazione in cui siamo è che persino quelli che si considerano "Musulmani praticanti" hanno ridotto l'Islam soltanto ad `Aqa'id (dottrine e sistema di credo) ed `Ibadat (rituali ed atto di adorazione): una persona che crede negli elementi fondamentali dell'Islam e si limita a pregare, pagare la Zakah e digiunare durante il mese di Ramadan pensa di aver "esaurito" il suo "essere Musulmano" mentre poi viola altre regole estremamente importanti in tutti gli altri ambiti (dalle relazioni sociali, alle transazioni commerciali, al buon comportamento, etc.), senza dare loro alcuna importanza, o addirittura nemmeno conoscendo i principi e le linee-guida relativi a tutti questi altri aspetti..

L'Islam Non E' (Soltanto) Una "Religione"! -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Simo; ha scritto:
Ho letto in un altro thread riguardo alla cittadinanza di un paese non musulmano e al "vivere" in un paese non musulmano, ma mai avrei pensato che fosse haram ricorrere a diversivi per entrare illegalmente in un qualsiasi paese.
Faccio una domanda che però non c'entra con l'argomento principale del thread: ottenere il permesso di soggiorno o altri documenti tramite persone che falsificano certificati, è haram? Per esempio avere un medico complice che emetta un certificato di finta malattia e quindi finto bisogno di cura, in modo di avere il permesso per soggiornare nel paese per motivi di cura, anche se la persona è sana e quindi è un modo per ottenere documenti.
Non so se mi sono spiegata. (So che per la legge è vietato e punibile).


Già il fatto che per legge (anche se di un paese non-Musulmano) è vietato e punibile lo pone a rischio di essere automaticamente vietato anche islamicamente (a meno che ad essere vietato non sia qualcosa per noi obbligatorio).
Ma oltre alla legge italiana o tedesco o di altrove, l'Islam stesso proibisce il ricorso a menzogne e bugie, la falsa testimonianza, la violazione della propria parola e dei termini di "contratto" (e pure la cittadinanza o la residenza in un dato paese è una forma di contratto - più o meno esplicito - stipulato con quel determinato paese, al quale dunque un Musulmano è islamicamente tenuto ad obbedire, fintanto che ciò non lo opprima o non lo obblighi a fare qualcosa di proibito o non gli proibisca di fare qualcosa di permesso.
Insomma, se un tale certificato fosse ottenuto per scappare da una situazione estrema, dal rischio serio di morte, da persecuzioni etc., e non ci fossero altre opportunità oltre a questa (il che è inverosimile, considerando quanto vasta sia la terra, oltre al riconoscimento del diritto di asilo, etc.), magari in taluni casi potrebbe forse essere permesso ricorrere ad una cosa del genere; altrimenti, ciò che hai descritto è chiaramente un insieme di azioni proibite.


Leggerò con molto piacere il link da te proposto. Grazie per il resto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Morte Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 4.727