Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Chiarimento su versetti Coranici abrogati

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Giudizi, sanzioni, corti
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mer Feb 21, 2018 9:40 am    Oggetto: Ads

Top
Sayf79
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/12/12 19:24
Messaggi: 300

MessaggioInviato: Gio Lug 18, 2013 1:43 pm    Oggetto: Chiarimento su versetti Coranici abrogati Rispondi citando

Assalamu alaykum wa rahmatullah.
Ho letto da qualche parte che il versetto 5 della Surah at Tawba e' considerato abrogato, questo e' vero? A me risulta che l'unico versetto Coranico abrogato (in parte) sia il versetto 15 della Surah an Nisa in cui l'abrogazione riguarda solo la pena prevista poi cambiata con la lapidazione (colgo l'occasione: potete mostrarmi l'hadith in cui viene specificata la lapidazione come pena per l'adulterio?), vi sono per caso altri versetti abrogati di cui non sono a conoscenza?
Tornando al discorso sulla lapidazione: ho letto un hadith che mi ha fatto riflettere: c'era una ragazza che ha commesso fornicazione (infatti lei non era sposata), in questi casi quindi (come previsto giustamente dal Corano) e' prevista la flagellazione (non fino all morte pero'), solo che l'hadith narra che il Profeta (pace e benedizioni su di lui) decreto' la pena della lapidazione sulla ragazza, ma non e' contrario alla Legge Sacra questo? La lapidazione spetta a chi commette adulterio (deve essere sposato/a) e non a chi commette fornicazione.

_________________
Da Anas, Allâh sia soddisfatto di lui, che disse: «Ho udito l’Inviato di Allâh, la Grazia e la Pace divine siano su di lui, che diceva:

“Allâh, sia Egli esaltato, ha detto: ‘O figlio di Adamo, finché tu Mi invochi e Mi supplichi, ti perdonerò per ciò che proviene da te e non ne terrò conto. O figlio di Adamo, se i tuoi peccati raggiungessero le nuvole del cielo poi Mi chiedessi di perdonarti, ti perdonerei. O figlio di Adamo, se tu venissi da Me con dei peccati della grandezza della Terra poi Mi incontrassi senza associarMi nulla, verrei da te con un perdono altrettanto grande’”».

Lo ha trasmesso Tirmidhî (e così Ahmad ibn Hanbal) con una catena autentica di trasmettitori (wa sanadi-hi hasan).
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Gio Lug 18, 2013 3:49 pm    Oggetto: Re: Chiarimento su versetti Coranici abrogati Rispondi citando

Sayf79 ha scritto:
Assalamu alaykum wa rahmatullah.
Ho letto da qualche parte che il versetto 5 della Surah at Tawba e' considerato abrogato, questo e' vero? A me risulta che l'unico versetto Coranico abrogato (in parte) sia il versetto 15 della Surah an Nisa in cui l'abrogazione riguarda solo la pena prevista poi cambiata con la lapidazione (colgo l'occasione: potete mostrarmi l'hadith in cui viene specificata la lapidazione come pena per l'adulterio?), vi sono per caso altri versetti abrogati di cui non sono a conoscenza?


Rimando ad uno dei thread segnalati come "importanti" in questa stessa sezione:

L'abrogazione nel Corano -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Per quanto riguarda nello specifico la lapidazione, si veda:

Spiegazione tecnica su hadith relativo all'adulterio -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Sayf79 ha scritto:
Tornando al discorso sulla lapidazione: ho letto un hadith che mi ha fatto riflettere: c'era una ragazza che ha commesso fornicazione (infatti lei non era sposata), in questi casi quindi (come previsto giustamente dal Corano) e' prevista la flagellazione (non fino all morte pero'), solo che l'hadith narra che il Profeta (pace e benedizioni su di lui) decreto' la pena della lapidazione sulla ragazza, ma non e' contrario alla Legge Sacra questo? La lapidazione spetta a chi commette adulterio (deve essere sposato/a) e non a chi commette fornicazione.


Certamente nulla che il Profeta ha detto o fatto può essere contrario alla Legge Sacra.
Potresti per favore riportare quest'hadith di cui parli?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sayf79
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/12/12 19:24
Messaggi: 300

MessaggioInviato: Mer Lug 24, 2013 6:16 pm    Oggetto: Re: Chiarimento su versetti Coranici abrogati Rispondi citando

Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:
Sayf79 ha scritto:
Assalamu alaykum wa rahmatullah.
Ho letto da qualche parte che il versetto 5 della Surah at Tawba e' considerato abrogato, questo e' vero? A me risulta che l'unico versetto Coranico abrogato (in parte) sia il versetto 15 della Surah an Nisa in cui l'abrogazione riguarda solo la pena prevista poi cambiata con la lapidazione (colgo l'occasione: potete mostrarmi l'hadith in cui viene specificata la lapidazione come pena per l'adulterio?), vi sono per caso altri versetti abrogati di cui non sono a conoscenza?


Rimando ad uno dei thread segnalati come "importanti" in questa stessa sezione:

L'abrogazione nel Corano -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Per quanto riguarda nello specifico la lapidazione, si veda:

Spiegazione tecnica su hadith relativo all'adulterio -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Sayf79 ha scritto:
Tornando al discorso sulla lapidazione: ho letto un hadith che mi ha fatto riflettere: c'era una ragazza che ha commesso fornicazione (infatti lei non era sposata), in questi casi quindi (come previsto giustamente dal Corano) e' prevista la flagellazione (non fino all morte pero'), solo che l'hadith narra che il Profeta (pace e benedizioni su di lui) decreto' la pena della lapidazione sulla ragazza, ma non e' contrario alla Legge Sacra questo? La lapidazione spetta a chi commette adulterio (deve essere sposato/a) e non a chi commette fornicazione.


Certamente nulla che il Profeta <img> ha detto o fatto può essere contrario alla Legge Sacra.
Potresti per favore riportare quest'hadith di cui parli?

Certo fratello, ciò che faceva il Profeta (Pace e bendizioni su di lui) non poteva essere sbagliato, su questo non v'è dubbio. E a questo punto spero proprio che l'hadith sia falso, comunque l'ho trovato in un blog (ecco il link:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

ma per chiarire vi riporto l'Hadith trovato nel blog, eccolo: "Una ragazza incinta si recò dal Profeta (pace e benedizioni su di lui) confessando che il bambino in grembo in realtà era frutto di una fornicazione (zinà) e perciò gli chiese cosa dovesse fare per espiare il suo peccato.Il Profeta (pace e benedizioni su di lui) le rispose che una volta partorito il bambino avrebbe dovuto affidarlo a qualcuno e poi successivamente sarebbe stata praticata su di essa la lapidazione . Il bambino nasce e la ragazza torna dal Profeta (pace e benedizioni su di lui),egli la respinse dicendole che il bambino avrebbe avuto bisogno del suo latte, quindi di tornare (per essere lapidata) quando il bambino non avesse più bisogno di nutrirsi con il latte materno. La ragazza allora tornò più in avanti e il Profeta (pace e benedizioni su di lui) la respinse nuovamente dicendole che il bambino nella sua prima infanzia aveva bisogno della propria mamma.La ragazza tornò per la terza volta dal Profeta (pace e benedizioni su di lui) dopo due anni. Allora egli non trovando più scuse per aiutarla ,affidò il bambino ad uno dei suoi compagni e fece eseguire la lapidazione.Dopo la lapidazione, il Profeta (pace e benedizioni su di lui) andò a pregare sulla tomba della donna e a quelli che storcevano il naso rispose che il pentimento di quella donna è stato immenso e che lui l'aveva vista in sogno che nuotava nei fiumi del Paradiso!"
, è scritto che la ragazza ha commesso FORNICAZIONE ma la pena a lei fu LAPIDAZIONE, ecco qui vorrei un chiarimento. E' comunque interessante notare che nell'articolo di quel blog, tra tutti gli hadith che c'erano, questo che vi ho riportato è l'unico che non ha fonti.

_________________
Da Anas, Allâh sia soddisfatto di lui, che disse: «Ho udito l’Inviato di Allâh, la Grazia e la Pace divine siano su di lui, che diceva:

“Allâh, sia Egli esaltato, ha detto: ‘O figlio di Adamo, finché tu Mi invochi e Mi supplichi, ti perdonerò per ciò che proviene da te e non ne terrò conto. O figlio di Adamo, se i tuoi peccati raggiungessero le nuvole del cielo poi Mi chiedessi di perdonarti, ti perdonerei. O figlio di Adamo, se tu venissi da Me con dei peccati della grandezza della Terra poi Mi incontrassi senza associarMi nulla, verrei da te con un perdono altrettanto grande’”».

Lo ha trasmesso Tirmidhî (e così Ahmad ibn Hanbal) con una catena autentica di trasmettitori (wa sanadi-hi hasan).
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Gio Lug 25, 2013 5:51 am    Oggetto: Re: Chiarimento su versetti Coranici abrogati Rispondi citando

Sayf79 ha scritto:
Certo fratello, ciò che faceva il Profeta (Pace e bendizioni su di lui) non poteva essere sbagliato, su questo non v'è dubbio. E a questo punto spero proprio che l'hadith sia falso, comunque l'ho trovato in un blog (ecco il link:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

ma per chiarire vi riporto l'Hadith trovato nel blog, eccolo: "Una ragazza incinta si recò dal Profeta (pace e benedizioni su di lui) confessando che il bambino in grembo in realtà era frutto di una fornicazione (zinà) e perciò gli chiese cosa dovesse fare per espiare il suo peccato.Il Profeta (pace e benedizioni su di lui) le rispose che una volta partorito il bambino avrebbe dovuto affidarlo a qualcuno e poi successivamente sarebbe stata praticata su di essa la lapidazione . Il bambino nasce e la ragazza torna dal Profeta (pace e benedizioni su di lui),egli la respinse dicendole che il bambino avrebbe avuto bisogno del suo latte, quindi di tornare (per essere lapidata) quando il bambino non avesse più bisogno di nutrirsi con il latte materno. La ragazza allora tornò più in avanti e il Profeta (pace e benedizioni su di lui) la respinse nuovamente dicendole che il bambino nella sua prima infanzia aveva bisogno della propria mamma.La ragazza tornò per la terza volta dal Profeta (pace e benedizioni su di lui) dopo due anni. Allora egli non trovando più scuse per aiutarla ,affidò il bambino ad uno dei suoi compagni e fece eseguire la lapidazione.Dopo la lapidazione, il Profeta (pace e benedizioni su di lui) andò a pregare sulla tomba della donna e a quelli che storcevano il naso rispose che il pentimento di quella donna è stato immenso e che lui l'aveva vista in sogno che nuotava nei fiumi del Paradiso!"
, è scritto che la ragazza ha commesso FORNICAZIONE ma la pena a lei fu LAPIDAZIONE, ecco qui vorrei un chiarimento. E' comunque interessante notare che nell'articolo di quel blog, tra tutti gli hadith che c'erano, questo che vi ho riportato è l'unico che non ha fonti.


Non c'è alcuna menzione del fatto che quella donna non fosse sposata..

L'equivoco nasce dalla traduzione di "zina" con il termine italiano "fornicazione" (che di solito intende un rapporto extra-matrimoniale compiuto da una persona non sposata) invece del più corretto [in questo caso] "adulterio" (che di solito intende un rapporto extra-matrimoniale compiuto da una persona sposata).

In arabo, "zina" definisce semplicemente il rapporto sessuale illecito, sia che venga compiuto da una persona sposata, che da una persona non sposata.

L'hadith che viene "parafrasato" con una certa imprecisione nell'articolo che citi (si tratta di un copia-incolla da

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

, che a sua volta contiene - senza riferimento - alcune frasi di un mio vecchio post su questo forum...) dovrebbe essere questo:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Tutta questione di traduzione, insomma..

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sayf79
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/12/12 19:24
Messaggi: 300

MessaggioInviato: Ven Ago 02, 2013 5:56 pm    Oggetto: Re: Chiarimento su versetti Coranici abrogati Rispondi citando

Aurangzeb 'Umarzai ha scritto:
Sayf79 ha scritto:
Certo fratello, ciò che faceva il Profeta (Pace e bendizioni su di lui) non poteva essere sbagliato, su questo non v'è dubbio. E a questo punto spero proprio che l'hadith sia falso, comunque l'ho trovato in un blog (ecco il link:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

ma per chiarire vi riporto l'Hadith trovato nel blog, eccolo: "Una ragazza incinta si recò dal Profeta (pace e benedizioni su di lui) confessando che il bambino in grembo in realtà era frutto di una fornicazione (zinà) e perciò gli chiese cosa dovesse fare per espiare il suo peccato.Il Profeta (pace e benedizioni su di lui) le rispose che una volta partorito il bambino avrebbe dovuto affidarlo a qualcuno e poi successivamente sarebbe stata praticata su di essa la lapidazione . Il bambino nasce e la ragazza torna dal Profeta (pace e benedizioni su di lui),egli la respinse dicendole che il bambino avrebbe avuto bisogno del suo latte, quindi di tornare (per essere lapidata) quando il bambino non avesse più bisogno di nutrirsi con il latte materno. La ragazza allora tornò più in avanti e il Profeta (pace e benedizioni su di lui) la respinse nuovamente dicendole che il bambino nella sua prima infanzia aveva bisogno della propria mamma.La ragazza tornò per la terza volta dal Profeta (pace e benedizioni su di lui) dopo due anni. Allora egli non trovando più scuse per aiutarla ,affidò il bambino ad uno dei suoi compagni e fece eseguire la lapidazione.Dopo la lapidazione, il Profeta (pace e benedizioni su di lui) andò a pregare sulla tomba della donna e a quelli che storcevano il naso rispose che il pentimento di quella donna è stato immenso e che lui l'aveva vista in sogno che nuotava nei fiumi del Paradiso!"
, è scritto che la ragazza ha commesso FORNICAZIONE ma la pena a lei fu LAPIDAZIONE, ecco qui vorrei un chiarimento. E' comunque interessante notare che nell'articolo di quel blog, tra tutti gli hadith che c'erano, questo che vi ho riportato è l'unico che non ha fonti.


Non c'è alcuna menzione del fatto che quella donna non fosse sposata..

L'equivoco nasce dalla traduzione di "zina" con il termine italiano "fornicazione" (che di solito intende un rapporto extra-matrimoniale compiuto da una persona non sposata) invece del più corretto [in questo caso] "adulterio" (che di solito intende un rapporto extra-matrimoniale compiuto da una persona sposata).

In arabo, "zina" definisce semplicemente il rapporto sessuale illecito, sia che venga compiuto da una persona sposata, che da una persona non sposata.

L'hadith che viene "parafrasato" con una certa imprecisione nell'articolo che citi (si tratta di un copia-incolla da

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

, che a sua volta contiene - senza riferimento - alcune frasi di un mio vecchio post su questo forum...) dovrebbe essere questo:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Tutta questione di traduzione, insomma..

Grazie Jazakallahu khayran.

_________________
Da Anas, Allâh sia soddisfatto di lui, che disse: «Ho udito l’Inviato di Allâh, la Grazia e la Pace divine siano su di lui, che diceva:

“Allâh, sia Egli esaltato, ha detto: ‘O figlio di Adamo, finché tu Mi invochi e Mi supplichi, ti perdonerò per ciò che proviene da te e non ne terrò conto. O figlio di Adamo, se i tuoi peccati raggiungessero le nuvole del cielo poi Mi chiedessi di perdonarti, ti perdonerei. O figlio di Adamo, se tu venissi da Me con dei peccati della grandezza della Terra poi Mi incontrassi senza associarMi nulla, verrei da te con un perdono altrettanto grande’”».

Lo ha trasmesso Tirmidhî (e così Ahmad ibn Hanbal) con una catena autentica di trasmettitori (wa sanadi-hi hasan).
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Giudizi, sanzioni, corti Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 3.294