Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Salve - Islam e psichiatria
Vai a Precedente  1, 2
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Medicina, psicologia, salute, protezione e sogni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mar Feb 20, 2018 11:15 pm    Oggetto: Ads

Top
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2738
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mer Lug 10, 2013 10:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hahahah! Comunque può significare anche ostilità e più probabilmente DoctorLudwig intendeva questo

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1192

MessaggioInviato: Mer Lug 10, 2013 10:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

ahah! eh si l'ho dovuta cercare oh.. cmq invidia non ci azzecca proprio nulla, tuttaltro...

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
doctorludwig
Bannato
Bannato


Registrato: 04/07/13 11:54
Messaggi: 16

MessaggioInviato: Mer Lug 10, 2013 11:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
1) chi sono gli shekh?
I maestri spirituali. Per caso capisci l'Inglese?
Si capisco l'inglese, prediligo il francese a dire il vero e mi attendevo una risposta leggermente più articolata che m'illustrasse meglio la loro origine, funzione, operato


[/quote] Si, ci sono rari casi in cui forse servono.
Ma ho visto prescriverli a persone sulle quali hanno sortito più danni che altro.
Comunque io ho incontrato un signore che pensava di essere un pirata. E penso anche che non ci sua nulla di male in questo e con non lo si debba costringere tramite "guarigione" a tornare a pensare di essere un uomo qualunque.
Ma, la sua osservazione personali di qualche caso, mi dispiace contraddirti, non è sufficiente a confutare dati ormai accertati da decenni in letteratura. Gli antidepressivi e gli antipsicotici hanno un'efficacia nel ridurre l'intensità dei sintomi depressivi e psicotici comparabile all'efficacia degli ace inibitori sul controllo della pressione arteriosa. Se un uomo si crede pirata e non fa male a nessuno e non ha alcuna sofferenza, le assicuro che nessun psichiatra (ovviamente parlo dei miei colleghi, gli psichiatri che conosce lei presumo siano dei pessimi medici da evitare, condannare e sconsigliare al proprio peggior nemico) si prenderà la briga di curarlo. La psichiatria seria interviene ove vi sia una seria compromissione del funzionamento del soggetto e soprattutto un disagio clinico, vale a dire un'estrema sofferenza interiore che le assicuro, magari nel suo amico pirata non esiste, buon per lui, ma in molti altri psicotici sì.

[/quote]
Ovviamente tutto accade secondo il volere di Allah subhana wa taala. Non esistono accadimenti neutri. Questo non vuol dire però che non si possa isolare un fenomeno ed operare su di esso.

Punto di vista opinabile ma ovviamente legittimo per chi crede.
Citazione:


Innazitutto la fede. Uno sheikh non può intervenire su chi non crede.
Una collaborazione tra settori sarebbe l'ideale.
Non sono uno psichiatra nè uno SHekih per capire i confini e credo che nemmeno gli psichiatri abbiano un'idea chiara di quali siano i confini tra normalità e pazzia.

Esistono ormai numerosi studi condotti da esperti in neuroscienze che hanno definito chiaramente i normali livelli di funzionamento della psiche individuando specifiche aree senza ovviamente patologizzare deviazioni modeste o ricomprendere modalità comportamentali ben spiegabili dal contesto in cui la persona vive. Converrà con me che se un uomo con apparati sensoriali integri posto dinanzi ad una sedia la definisca "bicchiere" ha sicuramente qualche problema da indagare.
Citazione:

Le responsabilità dei propri atti gravano solo su chi è mentalmente sano.[/quote] Bene, m'interesserebbe approfondire il tema dell'imputabilità nel diritto islamico.

Invidioso?
Francamente non posso ancora individuare qualcosa in voi che a me manca e che desidererei avere, confermo la seconda interpretazione dell'aggettivo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
doctorludwig
Bannato
Bannato


Registrato: 04/07/13 11:54
Messaggi: 16

MessaggioInviato: Mer Lug 10, 2013 11:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mi correggo!
Sono invidioso della vostra superiore capacità nell'impiego delle citazioni nel forum, nelle quali sono un disastro
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1192

MessaggioInviato: Mer Lug 10, 2013 11:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

nessuno le ha dato dell invidioso dottore

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
chbraoui
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/12 20:38
Messaggi: 417

MessaggioInviato: Mer Lug 10, 2013 11:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

doctorludwig ha scritto:
Mi correggo!
Sono invidioso della vostra superiore capacità nell'impiego delle citazioni nel forum, nelle quali sono un disastro


E io sono invidioso della.sua ottima padronanza dell'italiano ;)

_________________
ASHADUH ANA LA ILAH ILA ALLAH UA ASHADUH ANA MUHAMMAD RASULLULAH
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2738
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Gio Lug 11, 2013 12:22 am    Oggetto: Rispondi citando

Ho trovato uno scritto che potrebbe interessarti:

"Sicuramente, il trattamento più clamoroso di psicoterapia è stato effettuato da Avicenna su un principe che, convinto di essere diventato una vacca (delirio di trasformazione corporea), rifiutava di alimentarsi e chiedeva con insistenza di venire macellato. Avicenna si presentò al principe come il macellaio che avrebbe esaudito
il suo desiderio. Dapprima gli legò mani e piedi, poi si mise ad affilare i coltelli,
infine lo palpò a lungo per concludere che era troppo magro per farne un buon stufato. Dette ordine che venisse abbondantemente nutrito e si ritirò. Il giovane cominciò
a mangiare in vista dell'obiettivo, e ad assumere le terapie (elleboro) ed infine guarì (guarigione per lisi; si trattava, con ogni probabilità, di una bouffée delirante).
Il caso si presta a diverse con­siderazioni psicopatologiche. Avicenna si comportò
come un grande terapeuta. Non cercò minimamente di convincere razionalmente
il paziente, perché la sua esperienza gli dettava che il pensiero del principe,
in quanto delirante, non poteva venire corretto né dalla critica né dal ragionamento,
con ciò precorrendo il grande psicopatologo Karl Jaspers.
Non lo costringe pertanto a farsi conoscere come malato ne avanza alcuna diagnosi. Semplicemente "entra nel suo delirio per aiutarlo a uscirne",
così come si opera oggi giomo nella psicoterapia delle psicosi."


" Lasalute mentale era, per i medici arabi, l' "aql", cioè la ragione intesa come
la caratteristica dell'uomo di distinguere ciò che è giusto da ciò che è errato,
e quindi di comportarsi in modo adeguato. Chi è fornito di 'aql, cioè l'àqil, è capace
di conoscere o di imparare ciò che Dio permette o vieta. Il pazzo è colui
nel quale non s'è sviluppato l"aql e, per tale motivo, vive in una condizione
di non conoscenza al pari dei bimbi e dei vecchi."
Da:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Coloro ai quali viene riconosciuta l'assenza di Aql sono esenti da responsabilità e relative imputazioni- E ovviamente l'organo di giustizia prima di passare alle imputazioni e relative pene valuterà la salute mentale dell'imputato.


Comunque principalmente la differenza tra uno psichiatra Musulmano e uno non Musulmano è che il primo si considera solo uno strumento nelle mani di Dio mentre il secondo attribuisce a sè stesso il merito di ogni guarigione riuscita.
Per il resto l'Ilsam non ha nulla in contrario al fatto di rivolgersi ad uno specialista della mente o ad un qualsiasi altro specialista-
Noi accogliamo con gioia ogni scoperta/ progresso della scienza, in quanto ogni scoperta è un dono di Allah. E il profeta stesso ci ha invitati a "cercare la conoscienza sino in Cina".
Quindi non c'è propriamente un nostro approccio cavernicolare alle malattie della mente e l'evoluto progresso scientifico Occidentale.
L'unica differenza è che noi viviamo la conosceza come dono, voi come conquista.

Per quanto riguarda il come usare la funzione quote , ti rimando a questo link:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2738
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Gio Lug 11, 2013 12:32 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Ma, la sua osservazione personale di qualche caso, mi dispiace contraddirti,

In questa frase mi da sia del tu che del lei. Può darmi anche solo del tu e io darà del tu a lei =). Affare fatto?

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
doctorludwig
Bannato
Bannato


Registrato: 04/07/13 11:54
Messaggi: 16

MessaggioInviato: Gio Lug 11, 2013 12:39 am    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Ho trovato uno scritto che potrebbe interessarti:

"Sicuramente, il trattamento più clamoroso di psicoterapia è stato effettuato da Avicenna su un principe che, convinto di essere diventato una vacca (delirio di trasformazione corporea), rifiutava di alimentarsi e chiedeva con insistenza di venire macellato. Avicenna si presentò al principe come il macellaio che avrebbe esaudito
il suo desiderio. Dapprima gli legò mani e piedi, poi si mise ad affilare i coltelli,
infine lo palpò a lungo per concludere che era troppo magro per farne un buon stufato. Dette ordine che venisse abbondantemente nutrito e si ritirò. Il giovane cominciò
a mangiare in vista dell'obiettivo, e ad assumere le terapie (elleboro) ed infine guarì (guarigione per lisi; si trattava, con ogni probabilità, di una bouffée delirante).
Il caso si presta a diverse con­siderazioni psicopatologiche. Avicenna si comportò
come un grande terapeuta. Non cercò minimamente di convincere razionalmente
il paziente, perché la sua esperienza gli dettava che il pensiero del principe,
in quanto delirante, non poteva venire corretto né dalla critica né dal ragionamento,
con ciò precorrendo il grande psicopatologo Karl Jaspers.
Non lo costringe pertanto a farsi conoscere come malato ne avanza alcuna diagnosi. Semplicemente "entra nel suo delirio per aiutarlo a uscirne",
così come si opera oggi giomo nella psicoterapia delle psicosi."


" Lasalute mentale era, per i medici arabi, l' "aql", cioè la ragione intesa come
la caratteristica dell'uomo di distinguere ciò che è giusto da ciò che è errato,
e quindi di comportarsi in modo adeguato. Chi è fornito di 'aql, cioè l'àqil, è capace
di conoscere o di imparare ciò che Dio permette o vieta. Il pazzo è colui
nel quale non s'è sviluppato l"aql e, per tale motivo, vive in una condizione
di non conoscenza al pari dei bimbi e dei vecchi."
Da:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Coloro ai quali viene riconosciuta l'assenza di Aql sono esenti da responsabilità e relative imputazioni- E ovviamente l'organo di giustizia prima di passare alle imputazioni e relative pene valuterà la salute mentale dell'imputato.


Comunque principalmente la differenza tra uno psichiatra Musulmano e uno non Musulmano è che il primo si considera solo uno strumento nelle mani di Dio mentre il secondo attribuisce a sè stesso il merito di ogni guarigione riuscita.
Per il resto l'Ilsam non ha nulla in contrario al fatto di rivolgersi ad uno specialista della mente o ad un qualsiasi altro specialista-
Noi accogliamo con gioia ogni scoperta/ progresso della scienza, in quanto ogni scoperta è un dono di Allah. E il profeta stesso ci ha invitati a "cercare la conoscienza sino in Cina".
Quindi non c'è propriamente un nostro approccio cavernicolare alle malattie della mente e l'evoluto progresso scientifico Occidentale.
L'unica differenza è che noi viviamo la conosceza come dono, voi come conquista.

Per quanto riguarda il come usare la funzione quote , ti rimando a questo link:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Grazie mille, soprattutto del dono del racconto su Avicenna! Buona notte!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dhakir13
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/12/12 11:58
Messaggi: 1192

MessaggioInviato: Gio Lug 11, 2013 12:39 am    Oggetto: Rispondi citando

Egli conosce quello che è davanti a loro e quello che è dietro di loro e, della sua scienza, essi apprendono solo cio che Egli vuole. [corano 2:255]

_________________
La ilaha illaLah Muhammad Rasulu Lah
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
doctorludwig
Bannato
Bannato


Registrato: 04/07/13 11:54
Messaggi: 16

MessaggioInviato: Gio Lug 11, 2013 12:56 am    Oggetto: Rispondi citando

Mujahidah Von Sor ha scritto:
Citazione:
Ma, la sua osservazione personale di qualche caso, mi dispiace contraddirti,

In questa frase mi da sia del tu che del lei. Può darmi anche solo del tu e io darà del tu a lei =). Affare fatto?

Scusami, distrazione. Certo, affare fatto!

No, non lavoro a Roma. E comunque noi psichiatri teniamo gli psicologi in grande "antipatia" proprio perchè intervengono anche lì dove non ce n'è bisogno. Per problemi "esistenziali" io consiglio il consulto di un riferimento spirituale, un buon libro o qualcos'altro in relazione alla specifica tematica. Se c'è qualcosa di realmente patologico allora interveniamo. Ma se un uomo dubita della propria fede o della conformità al suo credo del proprio cammino di vita, beh andare da uno psichiatra equivale andare da un ortopedico.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2738
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Gio Lug 11, 2013 1:03 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
No, non lavoro a Roma. E comunque noi psichiatri teniamo gli psicologi in grande "antipatia" proprio perchè intervengono anche lì dove non ce n'è bisogno. Per problemi "esistenziali" io consiglio il consulto di un riferimento spirituale, un buon libro o qualcos'altro in relazione alla specifica tematica. Se c'è qualcosa di realmente patologico allora interveniamo. Ma se un uomo dubita della propria fede o della conformità al suo credo del proprio cammino di vita, beh andare da uno psichiatra equivale andare da un ortopedico.

Ah. Grazie.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Hud
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/12 10:50
Messaggi: 267
Residenza: Madhhab: Hanafi

MessaggioInviato: Gio Lug 11, 2013 1:29 am    Oggetto: Rispondi citando

doctorludwig ha scritto:
"non ci sono conflitti tra vera scienza e credo religioso"
Puoi spiegarti meglio? Penso che su un piano epistemologico sia un po' arrogante come posizione quella di distinguere una scienza vera da un'implicita scienza falsa, posto che per definizione il metodo scientifico si fonda sulla verifica, secondo modalità sperimentali universalmente codificate di ipotesi e teorie che possono essere smentite da successive.


Benvenuto sul forum Dottore, spero che ci sia spazio per un confronto senza reciproci pregiudizi.
In quest'ottica mi permetto di farle osservare che il criterio principe di discrimine tra una "falsa scienza" ed una "vera scienza" non è più il neopositivista criterio di verificabilità, ma il criterio di falsificabilità introdotto da Popper (e che peraltro mostra dei limiti nei criteri logici di verosimiglianza).
In base a questo criterio lo stesso Popper non faceva rientrare, ad esempio, nelle "Scienze" la psicanalisi.

Per quanto riguarda il rapporto tra scienza e religione, le confermo quanto già detto da sorella Von Sor, e cioè che tale rapporto è molto meno conflittuale nell'Islam che in Occidente. Nell'Islam il dibattito sul possibile conflitto tra ragione e rivelazione ci fu, ma già tra il IX ed il X secolo si risolse in un riuscito tentativo di armonizzare le due categorie.
Ciò perché nell'ambito dell'Islam in generale la lettura dei testi sacri non è né strettamente letterale (tranne che per alcune scuole di pensiero), né strettamente allegorica: l'Islam predica e pratica la moderazione; quindi questa modalità "del giusto mezzo" si trasmise sia alle discettazioni teologiche che a quelle filosofico-scientifiche.
Anzi fu questa scarsa conflittualità tra fede e ragione (e già nel Nobile Corano viene dato molto spazio alla ragione) e tra scienza e religione una delle ragioni del rallentamento marcato del progresso scientifico dell'Islam dalla fine del medioevo europeo in poi: l'ostilità delle chiese cristiane, specie di quella cattolica, può aver ingenerato tra gli scienziati Europei una reazione favorevole al pensiero scientifico ed al suo avanzamento.
Anche oggi nel "comun sentire" dei Musulmani non ha molto spazio la conflittualità tra pensiero scientifico e pensiero religioso o tra tecnologia ed etica, posto che comunque la Rivelazione occupa il piano principale.

Passando infine al ruolo della psichiatria nel mondo Islamico, non saprei dirle molto, certo i paesi a popolazione Musulmana sono tantissimi, e l'Islam non è quel monolito che tanti erroneamente pensano, quindi suppongo ci siano paesi in cui la moderna psichiatria è praticata (penso ad esempio agli Emirati, alla Tunisia, al Marocco, all'Indonesia) e altri in cui non lo è o lo è pochissimo; certo sono a conoscenza dell'esistenza di psicologi e psichiatri Musulmani.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hud
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/12 10:50
Messaggi: 267
Residenza: Madhhab: Hanafi

MessaggioInviato: Gio Lug 11, 2013 1:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

doctorludwig ha scritto:
http://www.puntosufi.it/TEMI1.HTM

Ho trovato quest'interessante lettura. La condivido con voi in attesa di utenti più esperti in materia che possano eventualmente commentarla e integrarla!

Premetto che Mandel era laureato in Psicologia, Medicina e chirurgia e specialista in Psicologia Clinica, e quindi ben qualificato per scrivere sull'argomento.
Sul contenuto dell'articolo di Mandel dal punto di vista storico nulla da dire, sono nozioni che possono trovarsi nei testi sulla scienza Islamica.
Sono invece molto meno d'accordo sulla parte in cui Mandel vuole presentare gli scienzati islamici, ed in particolar modo i maestri Sufi come precorritori della psicanalisi o di moderni concetti psicologici/psicoanalitici.

So che questo era uno dei suoi temi preferiti, ma rimango sempre perplesso quando si vuole vedere nel Nobile Corano o in altri testi mistici o religiosi delle epoche d'oro dell'Islam degli antecedenti delle conclusioni a cui è giunta la scienza moderna.
E' vero che le scienze devono molto alla cultura Araba dell'epoca Islamica, ma da questo a proporre ardite anticipazioni scientifiche rintracciabili nelle opere dei Sufi o addiritura nel Corano ce ne corre.

Eppure quella del "commentario scientifico" è una moda molto diffusa presso i "modernisti", nonostante le evidenti difficoltà (spesso tali commentatori si arrampicano sugli specchi al fine di dimostrare le loro concezioni).

Poi mi sa che se vuoi risposte più precise e specifiche sull'argomento dovremmo trovare uno psichiatra di fede Musulmana !
Top
Profilo Invia messaggio privato
Abd ArRahman
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 23/04/11 19:22
Messaggi: 60

MessaggioInviato: Lun Lug 15, 2013 7:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

Egr. Dott. Ludwig
'Assalamu 'Alaykum waRahmatulLahi wabarakataHu,

non sono solito postare sul forum, ma quando si tratta di argomenti ben determinati è giusto dare anche una risposta conforme alla domanda.
Nel Sacro Corano quando si parla di malattie "mentali" ci si riferisce alla dimensione del cuore che, in senso simbolico indica l'elemento spirituale presente nell'uomo.
Essendo un messaggio divino orientato alla libertà dell'uomo nel complesso delle sue facoltà di intendere e volere è normale che vengano trattati primariamente gli aspetti patologici che possano inficiare l'esercizio corretto di queste attività, ciò che secondo la corrente psicanalitica esistenziale è a riferirsi come malattie noogene.
In un post lei ha chiesto la differenza intercorrente tra mente e spirito, psicologi e psichiatri come Karl Jaspers e Viktor Frankl hanno dato un'ottima spiegazione empirica riguardo la differenza intercorrente tra le due "sostanze" individuandole nei diversi atti che essi svolgono nella vita dell'uomo.
Ad esempio in un aspetto comportamentistico sia il piano biologico-funzionale sia quello cognitivo-linguistico entrano in atto nel determinare l'atteggiamento di una persona nei confronti di un oggetto, infatti la tendenza all'imitazione non è certo una tendenza intellettuale ma istintuale.
Lei ha chiesto lo stato di un malato di schizofrenia: ci sono condizioni determinate da elementi esclusivamente biologici, ma possono essere anche accentuate da elementi intellettuali e/o spirituali ( da notare che nell'Islam il termine 'aql intelletto è intercambiabile con ruh spirito ).
Chiaro che se una persona è in balia di disfunzioni fisiche queste vanno curate, ma se in concomitanza ad essi ci sono anche problemi nel piano più intimo e "umano" vanno trattati anche questi con il giusto mezzo.
Forse lei conosce la pratica "a doppia tenaglia" dove viene curato il disturbo sia nell'aspetto biologico che, nell'aspetto animico-spirituale.
Il Sacro Corano in ogni sua Sura sottende sempre o anche esplicitamente lo afferma che tutte le ingiunzioni e obblighi, nonché gli articoli di fede devono essere accolti da persone che sono in pieno possesso delle loro facoltà se no essi non è che ne sono dispensati, ma la guida sulla retta via dipende da un tutore.
E' sbagliato, per mio modesto parere, confondere il piano spirituale con quello psichico-biologico e bisogna attenersi alla regola della differenza del risultato per effectum e per intentionem.
L'aver confuso queste due realtà è stata la radice di tutti i disordini che sono accaduti nella storia, è peggio confondere lo psichico (il nafs) con il ruh (spirito) che lo spirito con la materia.

'Abd ArRahman
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Medicina, psicologia, salute, protezione e sogni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 3.759