Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Problema

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Medicina, psicologia, salute, protezione e sogni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mar Feb 20, 2018 11:38 pm    Oggetto: Ads

Top
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Dom Mag 05, 2013 11:05 pm    Oggetto: Problema Rispondi citando

Assalamu 'Alaykum wa Rahmatullah wa Barakatuhu

Bismillah

mio marito, sin dalla conversione (circa due anni fa) ha problemi di waswas, o almeno avevamo pensato si trattassero di questo.

Ha impossibilità di concentrarsi durante la preghiera (anche in moschea) e durante il wudu; ripete entrambi più volte in maniera ossessiva convinto di aver tralasciato qualcosa o perché non si ricorda nulla di quanto ha fatto. Certe volte riesce a superare il problema per diverso tempo, ma poi ritorna sempre.

Lamenta spesso che ogni volta che raggiunge un certo livello di iman, d'impegno nella sunna e nel dikr, serenità spirituale, e quant'altro... ha un improvviso crollo spirituale.
Pur continuando a praticare, viene assalito da waswas e la sua mente è afflitta da continue bestemmie e talvolta teme di ripeterle a voce anche contro sua intenzione. Allora fa tawba.
Compie innumerevoli tentativi nella preghiera quotidiana e nel wudu prima di portarli a termine e quando ci riesce, si sente molto affaticato, fisicamente e mentalmente, abbastanza da non poter poi dedicarsi ad altro.

Prova una profonda sofferenza interiore. Afferma di sentirsi il cuore chiuso e come se fosse stretto in una morsa, non a livello allegorico ma fisico perché lo percepisce.

La situazione è piuttosto esasperante. Superati certi limiti, siamo giunti a pensare che più che waswas possa trattarsi di qualcosa d'altro.

Che cosa possiamo fare?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2100

MessaggioInviato: Lun Mag 06, 2013 12:28 am    Oggetto: Bismilahi Rrahmani Rrahim. Rispondi citando

Wa 'alaikum assalam wa rahmatullhai wa barakatuh.

Mi dispiace tanto che tuo marito si trova in questa situazione, .. non è l'unico, in realtà capita a molti.

Non so se hai letto i thread in cui ho parlato di waswas... prova a fargli leggere il thread del fratello Agon18 - "Panico" e vedi se i consigli che avevo dato al fratello Agon lo possono aiutare.
Non importa se i pensieri che ha lui non sono identici, il punto è che le conseguenze sono identiche, la reazione di che ne soffre è sempre quasi identica (con qualche eccezione), quindi per allontanare quei pensieri deve imparare a reagire nel modo giusto e non di allontanarli.

Comunque è chiaro che tuo marito ha bisogno d'aiuto.
Ha bisogno che qualcuno lo aiuti a ricordarsi come ignorare tutti quei pensieri, ogni giorno.

Bisogna sapere come.. Ci sarebbero delle terapie apposta per questi disturbi, per esempio la Terapia Cognitivo Comportamentale che gli dovrebbe insegnare delle tecniche mirate proprio su come reagire a tali pensieri e come fare ad ignorarli, ma io quando ne soffrivo avevo paura di andare da uno psicologo perchè purtroppo in passato avevo solo sentito parlar male dei psicologi e non mi fidavo e purtroppo solo il pensiero di andare da un psicologo o psichiatra mi faceva venire il panico..

In cambio però mi sono fatta la terapia da sola, leggendo sia i consigli che offre la psicologia che l'islam, e da quello che ho letto ti posso dire che il metodo che consigliano i psicologi (sempre da quello che ho letto io) è quasi identico a quello islamico, l'unica differenza non trovi consigli dal Qur'an che nel caso di tuo marito lo aiuterebbero ancora di più (forse basterebbero quelli), quindi se facesse una terapia da uno psicologo per il disturbo ossessivo compulsivo e in più se venisse seguito anche da uno shaykh sarebbe meglio.

Il problema con i psicologi potrebbe essere che molti non la sanno trattare veramente bene questo disturbo. Sempre da quello che ho sentito, perchè è a causa di questi pareri che avevo timore di andare da uno psicolo, ma quello che ho letto nel campo della psicologia, non ho trovato consigli anti-islamici ma anzi.
Ma comunque dopo un po' quando i miei genitori si erano accorti che stavo male, anche se stavo in fase di guarigione, mi hanno proprio costretta a farmi visitare da una psichiatra.. e a lei non ho mai descritto i pensieri che mi facevano star male, e lei non me lo chiedeva se non me la sentivo di parlarne, mi chiedeva solo come mi facevano sentire, e come reagivo.. poi gli raccontavo delle tecniche che avevo imparato io per ignorare questi pensieri e lei mi diceva solo se facevo bene ad usare quelle tecniche oppure no, se continuare così oppure no.. quindi almeno la mia esperienza è stata questa, e cioè che la psichiatra non mi ha fatto nessun lavaggio del cervello come invece avevo sentito dire in passato, e tra l'altro ci sono andata poche volte anche perchè continuavo a stare sempre meglio usando le tecniche che avevo imparato, quindi non avevo + bisogno di lei.
Quindi i consigli che offrono i psicologi (che avevo imparato leggendo senza andare da uno psicologo) mi hanno aiutata molto.

A limite fatevi consigliare un bravissimo psicologo che ha esperienza nel trattare questo disturbo, in più fatevi seguire da uno shaykh.

Io vorrei potervi aiutare ma non so se ne sono capace, però a limite cercare di darvi un supporto in tutto questo inshaa Allah se posso sono disponibile.

Qui sotto la mia firma, trovi un indirizzo email, se vuoi mandami un email e ne riparliamo.

Che Allah lo aiuti e lo guarisca presto. Amin.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2100

MessaggioInviato: Lun Mag 06, 2013 1:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

Assalamu 'alaykum wrwb,

Vi consiglio di acquistare un libro "il cervello bloccato " di J. Schwartz.
Il metodo che lui spiega credo che sia usato anche dai psicologi che trattano questo disturbo - ma non ne sono sicura. -

Non so se è il caso di pubblicare qui sul forum alcune pagine del libro.
Te li potrei mandare anche per email.

Fammi sapere.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Lun Mag 06, 2013 4:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Ha bisogno che qualcuno lo aiuti a ricordarsi come ignorare tutti quei pensieri, ogni giorno.


Questo è, probabi,mente, uno dei punti più critici del suo problema. Nonostante glielo abbiano detto tutti (e anche l'imam si sia impegnato, seguendolo da vicino) che, al di là del trattarsi di un problema comune, deve semplicemente sforzarsi di ignorare i dubbi, i pensieri ecc.. Ma non lo fa!
A volte impiega anche due ore per compiere una prieghiera (che già aveva fatto in moschea) e io passo due ore a dirgli che non la deve ripetere se l'ha fatta dietro l'Imam e non ha commesso nulla che la invalida. Lui mi risponde che non sa se è stata accettata la sua preghiera.
Il fatto è: che NESSUNO sa se la propria preghiera è accettata pur avendolo compiuta nel massimo del nostro impegno! TUtto è a discrezione di Allah (swt)

Citazione:
Bisogna sapere come.. Ci sarebbero delle terapie apposta per questi disturbi, per esempio la Terapia Cognitivo Comportamentale che gli dovrebbe insegnare delle tecniche mirate proprio su come reagire a tali pensieri e come fare ad ignorarli, ma io quando ne soffrivo avevo paura di andare da uno psicologo perchè purtroppo in passato avevo solo sentito parlar male dei psicologi e non mi fidavo e purtroppo solo il pensiero di andare da un psicologo o psichiatra mi faceva venire il panico..

In cambio però mi sono fatta la terapia da sola, leggendo sia i consigli che offre la psicologia che l'islam, e da quello che ho letto ti posso dire che il metodo che consigliano i psicologi (sempre da quello che ho letto io) è quasi identico a quello islamico, l'unica differenza non trovi consigli dal Qur'an che nel caso di tuo marito lo aiuterebbero ancora di più (forse basterebbero quelli), quindi se facesse una terapia da uno psicologo per il disturbo ossessivo compulsivo e in più se venisse seguito anche da uno shaykh sarebbe meglio.


A tale riguardo preferirei approfondire per mail, che inshAllah scriverò presto.
Personalmente non ho avuto cattive esperienze con psicologi, ma abbiamo avversione con gli psichiatri per via dei loro approcci farmaceutici e ateistico (sempre per esperienza).

Citazione:
Io vorrei potervi aiutare ma non so se ne sono capace, però a limite cercare di darvi un supporto in tutto questo inshaa Allah se posso sono disponibile.

Qui sotto la mia firma, trovi un indirizzo email, se vuoi mandami un email e ne riparliamo.

Che Allah lo aiuti e lo guarisca presto. Amin.


Jazak'Allah!
[/quote]

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Starlight
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/08/09 02:22
Messaggi: 2100

MessaggioInviato: Lun Mag 06, 2013 4:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Questo è, probabi,mente, uno dei punti più critici del suo problema. Nonostante glielo abbiano detto tutti (e anche l'imam si sia impegnato, seguendolo da vicino) che, al di là del trattarsi di un problema comune, deve semplicemente sforzarsi di ignorare i dubbi, i pensieri ecc.. Ma non lo fa!
A volte impiega anche due ore per compiere una prieghiera (che già aveva fatto in moschea) e io passo due ore a dirgli che non la deve ripetere se l'ha fatta dietro l'Imam e non ha commesso nulla che la invalida. Lui mi risponde che non sa se è stata accettata la sua preghiera.
Il fatto è: che NESSUNO sa se la propria preghiera è accettata pur avendolo compiuta nel massimo del nostro impegno! TUtto è a discrezione di Allah (swt)


sì perchè non basta sapere che bisogna ignorare tali pensieri, bisogna imparare come e soprattutto imparare a resistere alla tentazione scacciarli dalla mente.

Il problema con questi pensieri è proprio questo, non c'è solo il pensiero fastidioso nella mente ma anche una fortissima tentazione di risolvere il problema, di cercare di mandare via il pensiero e di rispondere al pensiero. E facendo proprio così tutta la situazione peggiora sempre di più. Il segreto infatti è questo, imparare pian piano a resistere alla tentazione di rispondere al pensiero con l'intenzione di dimostrare a se stessi che uno non ne è responsabile o di cacciarlo via dalla testa.

_________________

"and this too shall pass.."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Medicina, psicologia, salute, protezione e sogni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 1.764