Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Il Rispetto della Conoscenza e dei Sapienti
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Principi della Giurisprudenza, Scuole Giuridiche, Sapienti
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mar Ott 17, 2017 3:18 pm    Oggetto: Ads

Top
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Ven Apr 27, 2007 12:29 am    Oggetto: Il Rispetto della Conoscenza e dei Sapienti Rispondi citando

Il Rispetto della scienza e dei Sapienti
di AbdelKader Sadouni
dal sito Aslama (
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

), tradotto da "Ummusama".

بسم الله الرحمان الرحيم

Nel Nome di Allah, il sommamente Misericordioso, il Clementissimo

Allah (che Egli sia Esaltato e Magnificato) dice:

وَلَا تَقُولُوا لِمَا تَصِفُ أَلْسِنَتُكُمُ الْكَذِبَ هَذَا حَلَالٌ وَهَذَا حَرَامٌ لِتَفْتَرُوا عَلَى اللَّهِ الْكَذِبَ إِنَّ الَّذِينَ يَفْتَرُونَ عَلَى اللَّهِ الْكَذِبَ لَا يُفْلِحُونَ (116)

Non proferite dunque stravaganti invenzioni delle vostre lingue dicendo: "Questo è lecito e questo illecito", mentendo contro Allah. Coloro che inventano menzogne contro Allah non avranno alcun successo (Corano XVI. An-Nahl, 116)

In un'epoca in cui numerose persone scoprono o riscoprono l'Islâm, capita molto spesso che qualcuno non assimili in maniera corretta le basi, gli obiettivi e le regole che reggono questa religione. Possiamo constatarlo osservando che un gran numero di giovani Musulmani prende spesso l'iniziativa di decretare, di giudicare, o molto semplicemente di gestire in modo personale la loro vita religiosa, e tutto ciò senza tener conto dell'opinione dei Sapienti.

Tale constatazione è una realtà che non può che essere nociva, al giovane Musulmano in primo luogo, poi alla sua comunità, e infine, in modo più generale, all'Islâm. Il mio intento è di dimostrare l'importanza del Sapere e l'alta stima che Allah (subhanaHu waTa'ala) concede alle persone detentrici di questa Scienza, che emana da Allah l'Altissimo.

L'Islâm è una scienza che si impara e che si insegna

Il Profeta Muhammad (Pace e Benedizioni di Allah su di lui) riceveva il suo sapere da parte dell'Angelo Jibrîl (pace su di lui), che a sua volta trasmetteva ciò che Allah (che Egli sia Esaltato e Magnificato) gli ordinava.

Risulta dunque che attraverso questa catena di trasmissione un insegnamento fu portato o piuttosto donato al Profeta (sallAllahu 'alayhi waSallam), che, in effetti, non era detentore del proprio sapere, ma l'aveva ricevuto dal suo Signore, Padrone di questa scienza, che la dona a chi vuole tra i Suoi servi.

Ciò dimostra che il sapere non è innato, è dunque necessario acquisirlo; così, il nostro Profeta Muhammad (sallAllahu 'alayhi waSallam) fu nella vita sia allievo presso il nostro Signore, che insegnante per i suoi Sahâbah (Compagni, che Allah si compiaccia di tutti loro).

Da ciò risulta che ogni Musulmano dovrebbe domandare e ricercare il sapere. Effettivamente, l'Islâm è una religione che deve essere praticata secondo i comandamenti di Allah ('azza waJalla) e del Suo Messaggero (sallAllahu 'alayhi waSallam), e non secondo i nostri gusti e le nostre opinioni.

Allo scopo di perpetuare la nostra religione, ci sono stati degli uomini e delle donne che hanno donato le loro vite e i loro beni al servizio dell'Islâm. Questa è una volontà di Allah l'Altissimo, Che ce lo ricorda attraverso questo versetto del Sublime Corano:

إِنَّا نَحْنُ نَزَّلْنَا الذِّكْرَ وَإِنَّا لَهُ لَحَافِظُونَ (9)

Noi abbiamo fatto scendere il Monito, e Noi ne siamo i custodi (Corano XV. Al-Hijr, 9)

I Sapienti (Ulamâ') hanno ricercato e repertoriato durante tutta la loro vita, sacrificando il loro sonno, e alcuni addirittura la loro vita familiare, allo scopo di redigere delle opere concernenti l'applicazione della nostra religione. Noi deteniamo oggi un sapere trasmesso di generazione in generazione, che ha attraversato i secoli, e ciò grazie a tutti questi Sapienti, nostri antenati, che hanno avuto coscienza del fatto che le scienze dell'Islâm rappresentano l'anima della nostra comunità (Ummah) e l'essenza stessa della nostra ragion d'essere, quali l'Imâm Mâlik, l'Imâm Abû Hanifa, Ibn Taymiyyah, Ibn Kathîr e tanti altri… Che Allah l'Altissimo conceda loro tutta la Sua Misericordia, e che accordi loro il più elevato grado nel Suo Paradiso. Âmîn…

Qualche versetto coranico sul merito della scienza e dei sapienti

Allah l'Altissimo dice, presentanto il merito dei Sapienti e la loro posizione presso di Lui:

قُلْ هَلْ يَسْتَوِي الَّذِينَ يَعْلَمُونَ وَالَّذِينَ لَا يَعْلَمُونَ إِنَّمَا يَتَذَكَّرُ أُولُو الْأَلْبَابِ (9)

Di': "Sono forse uguali e coloro che sanno e coloro che non sanno?". Solo gli uomini dotati di intelletto riflettono (Corano XXXIX. Az-Zumar, 9)

Allah (che il Suo Nome sia Esaltato) dice anche:

وَإِذَا قِيلَ انْشُزُوا فَانْشُزُوا يَرْفَعِ اللَّهُ الَّذِينَ آَمَنُوا مِنْكُمْ وَالَّذِينَ أُوتُوا الْعِلْمَ دَرَجَاتٍ

Allah innalzerà il livello di coloro che credono e che hanno ricevuto la scienza (Corano LVIII. Al-Mujâdâla, 11)

L'innalzamento in questo versetto esprime il merito inestimabile degli uomini di scienza. Esso ingloba l'elevazione astratta in questo basso mondo, come la notorietà e il rispetto, ma anche nell'Aldilà: l'elevazione agli alti livelli del Paradiso.

Allah (che il Suo Nome sia Esaltato) ha certamente onorato i sapienti, dicendo:

يُؤْتِي الْحِكْمَةَ مَنْ يَشَاءُ وَمَنْ يُؤْتَ الْحِكْمَةَ فَقَدْ أُوتِيَ خَيْرًا كَثِيرًا وَمَا يَذَّكَّرُ إِلَّا أُولُو الْأَلْبَابِ (269)

Egli dà la saggezza a chi vuole. E chi riceve la saggezza, ha ricevuto un bene enorme. Ma si ricordano di ciò solo coloro che sono dotati di intelletto (Corano II. Al-Baqara, 269)

I frutti della scienza sono inestimabili, tra di essi il più prezioso è il timore di Allah (che il Suo Nome sia Esaltato). Grazie alla loro scienza, i Sapienti rafforzano la loro fede, e sono contati tra i più pii. Allah ('azza waJalla) dice a questo proposito:

إِنَّمَا يَخْشَى اللَّهَ مِنْ عِبَادِهِ الْعُلَمَاءُ

Tra i servi di Allah solo i sapienti Lo temono (Corano XXXV. Fâtir, 28 )

I Sapienti detengono la conoscenza esatta e la comprensione precisa. Allah ('azza waJalla) dice:

وَتِلْكَ الْأَمْثَالُ نَضْرِبُهَا لِلنَّاسِ وَمَا يَعْقِلُهَا إِلَّا الْعَالِمُونَ (43)

Queste metafore Noi le proponiamo agli uomini, ma non le capiscono se non i sapienti (Corano XXIX. Al-'Ankabût, 43)

La meditazione di questi versetti coranici che si riferiscono alla scienza e ai sapienti, ci permette di realizzare e apprezzare la loro importanza, e il ruolo essenziale che occupano questi virtuosi personaggi nella nostra vita. Essi sono le guide della nostra Ummah (comunità), ci accompagnano sul cammino che conduce al Paradiso.

I Musulmani e la scienza oggi

Poiché oggi l'Islâm in Europa è destrutturato, e non beneficia che di una organizzazione molto limitata, praticamente senza alcuna rappresentanza presso le autorità dei vari Paesi europei, assistiamo ad una deriva di tutti questi giovani Musulmani, che hanno raggiunto la religione di Allah l'Altissimo. Questi ultimi giudicano secondo la loro opinione, o secondo quella di qualche loro parente, e addirittura di un estraneo con una conoscenza estremamente limitata. Vediamo delle persone utilizzare degli ahadîth senza comprendere il loro significato, così come dei versetti coranici senza conoscere il senso linguistico e giuridico. Sentiamo dei giovani Musulmani lanciare delle "fatâwâ", senza conoscere le regole che le governano; sanno almeno che una "fatwâ" cambia secondo il luogo, l'epoca, e la gente?

Un tale comportamento è una prova della mancanza di rispetto nei confronti di tutti questi Sapienti passati e contemporanei, che hanno donato la loro vita per ricercare la scienza, assimilarla, trascriverla e trasmetterla. Chi siamo noi per dire se una cosa è lecita o illecita? Non ha forse detto Allah, a questo proposito:

وَلَا تَقُولُوا لِمَا تَصِفُ أَلْسِنَتُكُمُ الْكَذِبَ هَذَا حَلَالٌ وَهَذَا حَرَامٌ لِتَفْتَرُوا عَلَى اللَّهِ الْكَذِبَ إِنَّ الَّذِينَ يَفْتَرُونَ عَلَى اللَّهِ الْكَذِبَ لَا يُفْلِحُونَ (116)

Non proferite dunque stravaganti invenzioni delle vostre lingue dicendo: "Questo è lecito e questo illecito", mentendo contro Allah. Coloro che inventano menzogne contro Allah non avranno alcun successo (Corano XVI. An-Nahl, 116)?

Al-Mujâhid disse: "È vietato a chiunque parlare del Libro di Allah finché non conosca la lingua degli Arabi".

I Sahâbah (radiAllahu 'anhum) si rinviavano tra loro le domande che la gente veniva a porre loro, per timore di rispondere in maniera errata. Ciò ci dimostra lo scrupolo dei Compagni nel restare fedeli agli insegnamenti del Profeta (sallAllahu 'alayhi waSallam), e l'immenso rispetto da essi accordato ai Sapienti, rinviando loro le domande che venivano loro poste, giudicando se stessi non degni di una tale competenza, pur essendo la migliore generazione Musulmana.

E noi, quale dev'essere il nostro comportamento? Siamo forse noi competenti a rispondere a qualsiasi interrogativo?

È necessario ricordare che questo è purtroppo uno dei segni della fine dei tempi, così come disse il Messaggero di Allah (sallAllahu 'alayhi waSallam): "Allah non farà scomparire la scienza togliendola agli uomini, ma la farà scomparire facendo perire i Sapienti, cosicché, quando essi saranno scomparsi, gli uomini prenderanno per guide degli ignoranti, che interrogheranno, e che emetteranno delle fatawâ senza alcuna autorità; li svieranno, sviando se stessi".

In conclusione, consiglio ai miei fratelli e sorelle di ricercare la scienza, di apprendere e di insegnare a loro volta l'Islâm autentico, che ci è stato lasciato in eredità dal Messaggero di Allah (Pace e Benedizioni di Allah su di lui), affinché Allah ('azza waJalla) benedica le nostre azioni e ci ricopra della Sua Misericordia.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Dom Giu 10, 2012 12:51 am, modificato 3 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
delcorsaro
Bannato
Bannato


Registrato: 16/12/07 19:57
Messaggi: 446

MessaggioInviato: Gio Gen 03, 2008 9:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

Selam aleykom
bismillah rahmeni rahim:

caro fratello ecco il cuore dell'islam: "gareggiate in opere buone" dice Allàh suwhanatàala nel Corano.

In seguito ho riportato un paio dei versi su cui bisognerebbe riflettere moltissimo:
1° : una traduzione del Corano non è il Corano, ma nel caso in cui si cerchi una o più traduzioni per arrivare ad una conformità del messaggio , del suo significato , penso che questo fà parte dell'heilm (sapienza) del Corano. Mentre la recitazione in lingua araba è il Corano , ma fà parte del Dihkr (del ricordo delle parole dell'Allàh suwahanatàla), entrambe le cose agiscono per suscitare nel nostro cuore da due strade differenti il sentimento di amore e abbandono verso l'Allàh Suwahanatàla. Per questo ti chiedo se la traduzione del verseto 16, 116 corrisponde a questo significato e chi ha fatto questa traduzione? Perchè nel Corano ci sono versetti che servono per far perdere la gente dubbiosa aggrovigliandosi in fantastiche interpretazioni e basta, altri versetti con significati molto profondi e quindi da ricercare nello studio di sapienti e versetti che non hanno niente assolutamente niente di difficile o di inaccessibile anche agli "ignoranti", per cui sono solo da applicare! Ora dubito che un poveraccio che ama Allàh suwhanatàala non possa essere un buon mussulmano perchè non sà l'arabo. Può darsi che ascoltando i versetti li impari a memoria senza saper leggere e scrivere l'arabo!!! Poi la spiegazione o la traduzione può sentirla come la salmodia dei versetti, è questo il mio dubbio, non che questa religione venga manipolata da chi sostiene che bisogna sapere l'arabo e basta? Bisogna recitare il Corano in arabo, questo si'! Ma una fonologia perfetta o una fonetica perfetta dell'arabo è preclusa molte volte anche agli arabi e sapere l'arabo non vuol dire poi sapere studiare ed applicare meglio l'islam.
E' una opinione ed un dubbio, inchallàh senza altro aggiungere.

وَلَا تَقُولُوا لِمَا تَصِفُ أَلْسِنَتُكُمُ الْكَذِبَ هَذَا حَلَالٌ وَهَذَا حَرَامٌ لِتَفْتَرُوا عَلَى اللَّهِ الْكَذِبَ إِنَّ الَّذِينَ يَفْتَرُونَ عَلَى اللَّهِ الْكَذِبَ لَا يُفْلِحُونَ (116)

Non proferite dunque stravaganti invenzioni delle vostre lingue dicendo: "Questo è lecito e questo illecito", mentendo contro Allah. Coloro che inventano menzogne contro Allah non avranno alcun successo (Corano XVI. An-Nahl, 116)?

bismillàh rahmeni rahim:
selam aleykom
caro fratello:

2°- nel Corano c'è scritto di raccomandarci la verità e la pazienza:
per questo motivo inchallàh quando parliamo tra noi dovremmo sempre fare il mashuara (la riunione), oggi sarebbe via internet chat video chat forum ecc. per quei fratelli che vivono geograficamente distanti:
per questo la conformità di più giudizi su una questione assieme al'intervento di uno o quattro sapienti dovrebbe porre le basi su cui poi vengono prese le decisioni inchallàh.


I Sahâbah (radiAllahu 'anhum) si rinviavano tra loro le domande che la gente veniva a porre loro, per timore di rispondere in maniera errata. Ciò ci dimostra lo scrupolo dei Compagni nel restare fedeli agli insegnamenti del Profeta (sallAllahu 'alayhi waSallam), e l'immenso rispetto da essi accordato ai Sapienti, rinviando loro le domande che venivano loro poste, giudicando se stessi non degni di una tale competenza, pur essendo la migliore generazione Musulmana.


3°bismillàh rahmeni rahim:
selam aleykom
caro fratello:
questo hadith non lo conosco perchè non sono un sapiente e vorrei avere più conferme della sua autenticità e validità e vorrei sapere perchè i turchi e gli altri paesi mussulmani che non hanno come lingua di base l'arabo sono ugualmente musulmani ed eppure l'ultimo califfa era turco, ma sapeva l'arabo perfettamente? Inchallàh questa parentesi aperta dovrebbe farci riflettere sull'importanza dell'arabo per i soli sapienti o studiosi del fiqh! Bismillàh non era forse Musa haiel salam balbuzziente o dialetticamente incapace eppure aveva l'ordine dall'Allàh suwahanatàala di sostenere un dibattito verbale con un Re? Per questo che gli venne affiancato HAronne haiel salam che aveva una forte dialettica!

Chiedo perdono all'Allàh suwanatahala per le parole spese di troppo e per quelle mancate ed hamdullilàh se non vengono accettati miei consigli o idee e stagfirullàh nel caso contrario.
Selam aleykom wà ramtullàh wà barakatù
A.
Al-Mujâhid disse: "È vietato a chiunque parlare del Libro di Allah finché non conosca la lingua degli Arabi".
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Ven Gen 04, 2008 12:34 am    Oggetto: Rispondi citando

Wa `alaykum asSalam wa RahmatuLlahi wa BarakatuHu.

Innanzitutto una precisazione: l'articolo non è mio; all'inizio trovi i riferimenti alla fonte originaria.

1. Sinceramente non ho capito il primo punto dei tre, tranne la domanda su chi sia il "traduttore" di quei versetti del Corano: è l'edizione a cura di Hamza Piccardo, edita dalla Newton.

delcorsaro ha scritto:
2°- nel Corano c'è scritto di raccomandarci la verità e la pazienza:
per questo motivo inchallàh quando parliamo tra noi dovremmo sempre fare il mashuara (la riunione), oggi sarebbe via internet chat video chat forum ecc. per quei fratelli che vivono geograficamente distanti:
per questo la conformità di più giudizi su una questione assieme al'intervento di uno o quattro sapienti dovrebbe porre le basi su cui poi vengono prese le decisioni inchallàh.

I Sahâbah (radiAllahu 'anhum) si rinviavano tra loro le domande che la gente veniva a porre loro, per timore di rispondere in maniera errata. Ciò ci dimostra lo scrupolo dei Compagni nel restare fedeli agli insegnamenti del Profeta (sallAllahu 'alayhi waSallam), e l'immenso rispetto da essi accordato ai Sapienti, rinviando loro le domande che venivano loro poste, giudicando se stessi non degni di una tale competenza, pur essendo la migliore generazione Musulmana.


Se si presentasse un vero `alim sunnita disponibile a collaborare con noi, non esiterei un instante a dargli il rango di amministratore. Purtroppo in Italia la situazione è particolarmente difficile, dal punto di vista della mancanza di sapienti.

Probabilmente col tempo la situazione cambierà insha'Llah, me lo auguro.

In ogni caso, condivido il tuo invito e ragionamento, e ti assicuro che cerco sempre di fare riferimento a delle fonti affidabili prima di rispondere a qualsivoglia domanda che spunti sul forum: non sono un `alim, ma faccio riferimento agli `ulama'.

delcorsaro ha scritto:
3°bismillàh rahmeni rahim:
selam aleykom
caro fratello:
questo hadith non lo conosco perchè non sono un sapiente e vorrei avere più conferme della sua autenticità e validità e vorrei sapere perchè i turchi e gli altri paesi mussulmani che non hanno come lingua di base l'arabo sono ugualmente musulmani ed eppure l'ultimo califfa era turco, ma sapeva l'arabo perfettamente? Inchallàh questa parentesi aperta dovrebbe farci riflettere sull'importanza dell'arabo per i soli sapienti o studiosi del fiqh! Bismillàh non era forse Musa haiel salam balbuzziente o dialetticamente incapace eppure aveva l'ordine dall'Allàh suwahanatàala di sostenere un dibattito verbale con un Re? Per questo che gli venne affiancato HAronne haiel salam che aveva una forte dialettica!

Al-Mujâhid disse: "È vietato a chiunque parlare del Libro di Allah finché non conosca la lingua degli Arabi".


Ti riferisci all'hadith di al-Mujahid che era rimasto in fondo?

Mi sembra che in ogni caso non sia in contraddizione con quanto dici, ovvero con la necessità per i sapienti di conoscere perfettamente la lingua araba: sembra che le parole di al-Mujahid (r.a.) si riferiscano più all'esegesi che al semplice citare il Corano. Anche se non dobbiamo mai dimenticare la responsabilità che questo comporta.

E Iddio è certamente il più sapiente.

3umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Gio Ott 13, 2011 6:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

Shaykh Hamzah Yusuf distrugge l'idea dell'"Islam fai-da-te" in una lettura imperdibile.

Rightly Guided Scholars
Shaykh Hamzah Yusuf




_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Gio Mag 17, 2012 12:17 am    Oggetto: Rispondi citando

Value of the Ulama

By: Mawlana Muhammad Zakariyya Kandhalwi
Source:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



The true scholars of Islam, the Ulama, are the guardians of the road to salvation: Islam. Disregard for Ulama is among the signs of Qiyamah:

1. The Prophet sallallahu alaihi wa sallam said: "Such a time will come when the Ulama will be killed like dogs. If only at that time the Ulama could become insane…"

2. The Prophet sallallahu alaihi wa sallam said: "Such a time will come when the death of the Ulama will be more sought after than red gold".

3. "Such a time will dawn over men when the leadership of the Ulama will not be followed…"

4. The Prophet sallallahu alaihi wa sallam prayed: "O Allah let me not be alive and (O my companions) may you also not be alive at such a time when the Aalim will not be followed …"

Disregard for Ulama
1. The Prophet sallallahu alaihi wa sallam said: "That man is not from us (Muslims) who does not respect our elders, neither shows mercy on our young ones nor appreciates the Aalim (scholar of Islam amongst us)". (Targheeb)

2. Ibn Abbas radhiallahu anhuma says: "Whosoever harasses any Aalim has caused trouble and pain to the Prophet sallallahu alaihi wa sallam and the one who causes trouble and pain to the Prophet sallallahu alaihi wa sallam has caused trouble to Allah".

3. "When, among other things, Muslims harbour hatred for the Ulama, there will be famine, oppression by rulers, dishonesty by ruling officials and continuous attacks by the enemies". (Haakim)

From: Al Etidaal by Moulana Zakariyya rahimahullah

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Gio Mag 17, 2012 1:05 am    Oggetto: Rispondi citando

Debasing and Disrespecting the Ulama: A Fitnah of the Times

Source:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



بِسْمِ اللَّهِ الرَّحْمَـنِ الرَّحِيم

Some warnings regarding the disrespecting of Aalims, an attitude that is one of the greatest fitnahs of our time

Are those who know equal to those who know not? It is only men of understanding who will remember (i.e. get a lesson from Allah’s Signs and Verses)
(Holy Quran 39:9)

…Verily the Ulama (scholars/theologians) are the heirs of the Prophets, verily the Prophets do not leave behind gold nor silver (wealth), they only leave behind religious knowledge
(Abu Dawood, Tirmizhi, Ibn Majah)

DISREGARD FOR ULAMA – AN OPEN SIGN OF QIYAAMAT

Better dead at that time … !

Rasulullah (sallallahu-alayhi-wasallam) made dua to Allah: “O Allah! let me not be alive and may you (O Sahabah!) also not be alive at such a time when the Aalim will not be followed, and when no respect will be shown to the wise-learned ones. The people of that time will have hearts like kuffaar and their tongues will be eloquently sweet like the tongue of the Arabs.” – Targheeb
(al-I’tidaal, Shaikh Muhammad Zakariyya)

Will be treated like dogs…

Rasulullah (sallallahu-alayhi-wasallam) said: “Such a time will come when the Ulama will be killed like dogs. If only the Ulama could become insane ….”
(al-I’tidaal, Shaikh Muhammad Zakariyya)

Rasulullah (sallallahu-alayhi-wasallam) said: “Such a time will come when the death of the Ulama will be more sought after than red gold.”
(al-I’tidaal, Shaikh Muhammad Zakariyya)

Ulama will not be appreciated or valued…

Rasulullah (sallallahu-alayhi-wasallam) said: “That man is not from us (Muslims) who does not respect our elders, neither shows mercy on our young ones nor appreciates the Alim (scholar of Deen amongst us).” -Targheeb
(al-I’tidaal, Shaikh Muhammad Zakariyya)

Sayyidina Abdullah bin Abbas (RA) says: “Whosoever harrasses any Alim has caused trouble and pain to Rasulullah (sallallahu-alayhi-wasallam) and the one who causes trouble and pain to Rasulullah (sallallahu-alayhi-wasallam) has caused trouble to Allah”
(al-I’tidaal, Shaikh Muhammad Zakariyya)

Covenant taken from all Muslims to show respect to Ulama…

Imam Abdul Wahhab Sha’rani (R) writes: “A covenant was made with us (Muslims) on behalf of Rasulullah (sallallahu-alayhi-wasallam) that we respect the Ulama, the saintly and the elders, whether they themselves act according to their knowledge or not. And that we shall continue to discharge their necessary rights and entrust their personal matter to Allah Ta’ala. Whosoever fails to discharge the Ulama’s rights and fails to show them the necessary respect and honour is indeed guilty of sin towards Allah and His Rasul (sallallahu-alayhi-wasallam), for the Ulama are the successors of the Ambiya (AS), the heirs of Rasulullah (sallallahu-alayhi-wasallam), the bearers of the Shariah and they are His servants. When anyone insults them, the insults set forth a chain reaction which reaches Rasulullah (sallallahu-alayhi-wasallam). This is kufr. Now think for yourself: The king appoints someone as his ambassador. The king will with attention listen to this ambassador and debar the insulter from his court. On the other hand, the king will make a favourite out of that man who showed respect and honour to his ambassador and who discharged the rights due to his emissary.”
(al-I’tidaal, Shaikh Muhammad Zakariyya)

Anti-Ulama elements in this Ummah are like barking puppies…

Rasulullah (sallallahu-alayhi-wasallam) said: “In a certain house of Bani Israeel, there was a [CENSORED] that was about to give birth to puppies. A guest arrived at the house. The [CENSORED] decided that she would not bark at the guest that night (so as to cause him trouble). However from inside the womb of the bitch, the puppies began to bark. Then Allah Ta’ala revealed: This is the example of that Ummah which will come after you. The foolish ones of that Ummah will overcome and subdue its Ulama.”
(al-I’tidaal, Shaikh Muhammad Zakariyya)

Beware! Rulings of kufr…

Maulana Abdul Hayy (R) writes in his “Fatawa”: “If the object of one who humiliates and causes pain to the Ulama is because of their knowledge of Deen, then the Fuqaha have passed a verdict of Kufr against him. If however, he has any other object then too there is no doubt in that person being a Faasiq, sinful person, worthy of Allah’s anger and deserving of His punishment in this world and the Hereafter.”
(al-I’tidaal, Shaikh Muhammad Zakariyya)

Fatawa Aalamgiri states: “There is fear of kufr against that person who harbours hatred against any Alim without any acceptable, clear reason.”
(al-I’tidaal, Shaikh Muhammad Zakariyya)

[Mufti Zubair Bayat (HA)]

——————————————————————————————————-

Extract from “The Greatness of Knowledge and the Ulama” by Hadhrat Maulana Shah Hakim Akhtar Saheb (HA):

“Hadîth Qudsî states:

مَنْ عَادٰى لِيْ وَلِيًّا فَقَدْ آذَنْتُهُ بِالْحَرْبِ

(صحيح البخاري، ج: 2، ص: 963، باب التواضع)


The person who scorns or displays enmity towards My friend, then I announce war against him”.

Do you think that this is a trivial enmity where you cause the masses to have bad thoughts about the Ahlullâh and the ‘ulamâ’?

THE LOFTY STATUS OF THE ULAMA

Allâmah ‘Âlûsî rahimahullâh writes in RûhulMa‘ânî that Allah Ta’ala says:

يَرْفَعِ اللهُ الَّذِيْنَ آمَنُوْا مِنْكُمْ

(سورة المجادلة، آية: 11)


Allâh will raise the ranks of those who believe among you.
(Sûrah al-Mujâdilah, 58: 11)

He follows this by saying:

وَالَّذِيْنَ أُوْتُوا الْعِلْمَ دَرَجَاتٍ

And those who have been given knowledge.

Those who have been given knowledge [‘ulamâ’] are also included among “those who believe” and their praise is included in the first part of the verse. So why did Allah Ta’ala mention them separately by saying “and those who have been given knowledge”?

‘Allâmah Âlûsî Sayyid Mahmûd Baghdâdî rahimahullâh says that no matter how great propagators all the believers may become, no matter how great worshippers they may become, even if they have the ability to fly in the air, they cannot compare with “those who have been given knowledge”. ‘Allâmah Âlûsî rahimahullâh says that by Allah Ta’ala mentioning the ‘ulamâ’ separately in this verse, He accorded them with honour which He did not accord to anyone else. It is for this reason that our elders say that do not make such statements whereby the honour of the ‘ulamâ’ will be reduced in the hearts of the masses. If the masses have no respect for the ‘ulamâ’, it will result in a great tribulation. This will result in the ‘ulamâ’ despising the masses, and now both sides will suffer losses. The ‘ulamâ’ will suffer less and the masses will suffer more. The ‘ulamâ’ will not have the opportunity of serving the masses, while the masses will despise the ‘ulamâ’ and become totally deprived. They will neither remain on the straight path nor adhere to the limits”

May Allah guide us all to respect the Ulama despite their weaknesses and regardless of our differences in opinion with them. We are not even worthy of the dust underneath the feet of the Aalim, if only because he has within his chest the sacred knowledge.Even if he is in the wrong,this knowledge within his heart will one day guide him back to the truth. It is not for the layman to question what has been decided haraam and halaal by majority of Ulama for often his objection to the ruling is because his nafs dislikes the ‘restriction’ the fatwa places on him and because it is seeking a ruling to justify his wrong. We have been blessed with intelligence, but the sciences of Quran, Hadith, Tafsir, Fiqh etc are not open to just anyone. Without the guidance of a pious teacher, attempting to decipher Quran and Hadith by just translation will lead us to ruin. We should love the Ulama for the sake of Allah, for they are the inheritors of the Prophets and the friends of Allah. May Allah grant us all the understanding, insha Allah.

The Prophet (sallallahu-alayhi-wasallam) said:

وَمَنْ لَّمْ يُبَجِّلْ عَالِمِيْنَا فَلَيْسَ مِنَّا

The one who does not honour our ‘ulamâ’ is not of us.

Ibnul-Qayyim said:

“Scholars of Islaam and those around whose sayings revolves Fatwa (religious counselling) among people; those who are endowed with the ability to derive rulings from the (the Qur’anic and Hadeeth) texts and whose preoccupation is the regulation of the lawful and unlawful things are to the earth what the stars are to the heaven. It is through them that the confused get guidance and people’s need of them is greater than their need of food and drink. Allaah makes obeying them greater than obeying parents when He says: “O you who believe! Obey Allaah and obey the Messenger (Muhammad), and those of you (Muslims) who are in authority.” (An-Nisaa 4:59). The ‘Ulamaa are the people’s refuge during calamities. Many a blind people have seen through them; many a dead have been given live by them; many a Sunnah have been spread through them and many an innovation have been efaced through them.”

Wa-ma-`alayna-illa-l-balagh

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mar Mag 29, 2012 2:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

Libro on-line:

The Greatness of Knowledge and Ulama
By: Hadrat Mawlana Shah Hakeem Muhammad Akhtar

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Dom Giu 10, 2012 12:51 am    Oggetto: Rispondi citando

Follow Allah, the Messenger and the Scholars
Shaykh al-Hadith Mumtaz ul Haq Abdur Raheem Limbada

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mer Ago 08, 2012 8:58 am    Oggetto: Rispondi citando

Ibn Asākir: "Whoever utters defamation about scholars with his tongue, Allah afflicts him before his death with the death of his heart".

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mer Ago 08, 2012 9:05 am    Oggetto: Rispondi citando

Authority in Deen - Bid'ah or Haq?
Shaykh Abdul Majid

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Lun Ago 13, 2012 9:46 am    Oggetto: Rispondi citando

Answering Secularism I : The respect of Muslim Scholars and the importance of the chain of narrators

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Lun Ago 13, 2012 9:58 am    Oggetto: Rispondi citando

"So who has the real Islam : liberals or fundamentalists?

Let us settle this once and for all. If the liberals accuse ‘mullahs’ of distortion do the liberals have the real Islam of 1400 years ago? The Angle Jibraeel (AS) decided to convey real Islam to the liberals of Pakistan after the Ummah had been misguided for 1400 years? The truth is they either do not know, or reject, how Islam reached us through scholars and chain of narrators that preserved the teachings. (Details can be found in Answering Secularism I). One simply cannot claim to know Islam by self-study or by learning from those who did self-study. Even the least practicing Muslim knows through Muslim culture that teachings of Islam are going to be preserved by Allah (SWT) till the Day of Judgement. This necessitates that there be a mechanism that continuously filters real Islam from fabrications and reprehensible innovations. This also necessitates that never in 1400 years the true message of Islam be lost [4]. This further asks us to investigate how Allah chose for Islam to be propagated from one generation to the next; and it was definitely not via self-study.

Therefore any claims by liberals of distortion of faith are uneducated and incorrect to say the least. But who among the liberals has ever picked up a book on Fiqh to read let alone go to a seminary or islamic center to learn Islam? Those who have learnt something yet chose to stay liberal or combine liberalism with Islam are another category. They are all misguided as we have just demonstrated. For this reason my request to people is to stop paying attention to what they are saying about Islam.

Note:
[4] Asr e Hazir mein Deen ki Tafheem or Tashreeh – Syed Abul Hasan Ali Nadwi (page 44).
".
[Extract from: "To NFP and the liberals: What did the ‘water-kit’ have to do with Islam?" -
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mar Ago 14, 2012 8:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

Obeying people of authority

Replied by: Mufti Waseem Khan
Source:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Q. I was reading this verse that says "obey Allah and his messenger and those vested with authority from amongst you. My question is who are those vested with authority?

I have read some views indicate the rightly guided caliphs. But even if this is true are they appointed by Allah or mankind? And if by Allah wouldn't they be infallible? I'm just asking logically, I really can't understand why Allah would tell us follow people and they make mistakes like me. To me makes no sense. Can you clarify please?



A. During the course of our lives, there will always be people who have been given an authority over us in many different ways. For example, as children our parents have been made in charge of us and hence, have an authority over us. On account of this, we have to obey them in all matters, except in cases when it brings about violating of the teachings of Islam.

Similarly, in a Jamaat, the Imam has been made our leader and so, on account of this authoritative position, we are asked to obey him. Likewise, when Muslims live under an Islamic rule, a Hakim or an Ameer is made as their leader. On account of his status, those under him are required to obey him. In all these cases, obedience is given only in matters when the laws of Islam are not violated.

The issue is not about a leader being fallible or infallible. Instead, it is about being obedient to those who have been given an authority over us. It is in this regard, the Prophet (SAS) is reported to have said, ‘I advise you to fear Allah, and listen and obey even though an Abyssinian slave is made your Ameer (leader). (Mishkaat).

If infallibility was a condition for one to be obeyed then the Shariah of Islam would not have asked us to be obedient to our parents, and the Prophet (SAS) would not have asked his followers to obey their leader. Obviously, parents and leaders are not infallible, yet, they are to be obeyed in all matters which do not contradict or oppose the teachings of Islam.

With respect to the verse in question which orders the Muslims to ‘Obey Allah and the Messenger and those of authority’, the exegetes and commentators have given a number of explainations.

In this regard, they have mentioned that ‘Ulul Amr’ ‘those vested with authority’, refer to the scholars and jurists (Ulama and Fuqaha). This is the opinion of the great exegetes and commentators like Abdullah bin Abbas (RA), Jabir bin Abdullah (RA), Ata bin Abi Rabah, Dhahak,Mujahid, Ibn Abi Najih, Ata bin Saib, Hasan Basri, Abul Aliyah and others. (Tafseer Ibn Jareer At Tabari vol.5 pg 179). (Print- Dar Ihya Turath Al Arabi Beirut)

Some scholars like Ikrama have stated that ‘Ulul Amr’ refers to the Sahabahs (Ibid).

Some commentators have stated that ’those vested with authority’ refers to rulers and leaders (Ibid). While reconciling between these opinions, the great jurist and exegete of the Holy Quran, Imam Abu Bakr Al Jasas states that there is no contradiction between the two opinions. In fact, both are implied. Rulers should be followed in political matters and state affairs, and scholars are to be followed in matters of the Shariah and the lawful and unlawful. (Ahkamul Quran by Jasas vol.2 pg.210) (Print Suhail Academy Lahore, Pakistan).

While explaining the issue of ‘Ulul Amr’, the great scholar, Hafiz Ibn Qayyim says, ‘leaders and rulers are followed when they gave orders in accordance to the requirements of knowledge. So following them is subject to following scholars. For certainly, obedience occurs only in acts of goodness and what knowledge necessitates. So just as following the scholars is subject to following the Prophet (SAS), so too following the rulers (leaders) are subject to following the scholars. Hence, when the establishment of Islam occurs with these two groups, the scholars and rulers, and all the people follow and obey them, then the goodness of the world is with the goodness of these two groups, and the mischief of the world is with the mischief of these two groups’ (Ilam Al Muqi’een vol.1 pg. 17) (Print- Maktaba Darul Bayan, Damascus)

From these quotations, it can be seen that ‘those vested with authority’ as mentioned in the verse, refers to the scholars and jurists of Islam as explained by the greatest scholars of Tafseer. Hence, they are from amongst those who must be obeyed and followed.

And Allah knows best.

Mufti Waseem Khan


[Darul Uloom Trinidad and Tobago]

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mer Ago 15, 2012 8:11 pm    Oggetto: Rispondi citando

Fatwa: Why, What, And who
By: Shaykh Qazi Fazlullah
Source:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



The formation of Din Islam started with the arrival of Adam (AS) on the planet earth as the first messenger of Allah (SWT). Its completion and perfection occurred during the life time of Prophet Mo­hammad (SAW) who was the last of the Prophets. Din Islam in its final form is enshrined in the Holy Quran. It is the guiding light that shows us the Siratul Mustaqeem (the right path).
The Sunnah of the Holy Prophet (SAS) is an explanation as well as a practical demonstra­tion of the Quranic injunc­tions. The Quran and the Sun­nah together form the supreme law that every Muslim must obey and follow. Islam is the most com­prehensive and the most per­fect code of life. Islam as a matter of belief and fact is believed to deal with every aspect of human life cor­rectly and satisfactorily.

There are very legitimate and important questions which have been raised from time to time. Why do we need Fatwa? What is Fatwa? Why does its need arise? Who is qualified to give a Fatwa? It would have been in­adequate to field these ques­tions in the usual questions­ and answers form. A full-length ar­ticle seems appropriate.

How Do We Know What We Know?

Every human being is born with a sensory mechanism which enables him to see, hear, smell, touch, and taste. These senses are extremely helpful but not sufficient to gain knowledge about every thing. You can tell with the help of your senses that what you are looking at is a weapon, it is made of steel, and its color is grey. But your senses cannot tell you how the weapon was made. You will have to rely on your wisdom, intellect, or rational thinking for the answer of the question. Then there are questions which cannot be answered by the human intellect, i.e. who created this universe, what is the purpose of my life. When human intellect fails, the Divine revelation comes to our rescue. Thus, there are three means of knowing: 1) Senses, 2) Intellect, and 3) Divine revelation. Their relative importance is in the same order.

Need Of Fatwa

It is narrated that Ma'az-bin ­Jabal (RA), having been ap­pointed the governor of Yemen, was getting ready for his de­parture when the Holy Prophet asked him how he would re­solve the various issues that would crop up. He said that he would look into the Holy Quran for the solutions. When asked what he would do if he I could not find a proper answer in the Holy Quran, he replied that he would try to find the answer in the Sunnah. When I asked what he would do if even I the Sunnah did not help him, I he replied that he would resort to analogical deduction which is known as QIYAS. The Holy Prophet (SAS) smiled applauding the correctness of his answers.

Life is inherently evolutionary. It is ever-changing and ongoing. The dynamism of life brings forth new problems and new issues. The Holy Quran together with the explanatory Sunnah of the Holy Prophet provides the most comprehensive analytical framework to deal with the emerging issues. It would be Illogical to find a direct answer of a twentieth century question in the Quran and Sunnah. Yet, the solid framework of the Quran and the Sunnah makes it possible to deduce a correct answer. There may not be a direct answer as to the permissibility of a Nikah done to obtain the green card in either the Quran or the Sunnah. Yet, the relevant verses of the Holy Quran and the Ahadith of the Holy Porphet (SAS) would shed plenty of light on the subject so that a proper answer can be deduced.

What Is Fatwa?

Literally, a Fatwa is an answer to a question. When used as a term in Shariah, it means " a scholarly answer, a juristic opinion, or a ruling by a Mufti to a question." The term, how­ever, is not of a recent origin; it has been used in the Holy Quran as well as in the Hadith of Mohammad (SAW). Allah (SWT) says in verse no. 127 of An-Nisa,"They ask your Fatwa (legal instruction) about women…" In verse no. 176 of the same Surah, Allah (SWT) says, "They ask your Fatwa (about those who leave no de­scendants or ascendants as heirs)." The Holy Prophet warned us of a time when the leadership would he in the hands of ignorant people who would have strayed from the path of Allah (SWT). and whose Fatwas will be followed by the people.

A Fatwa may be expressed ver­bally, or written on a piece of paper. It may be brief and to the point, or it may be detailed and elaborate. Scholars agree though, if a Fatwa is given in writing, it must be written on the same piece of paper on which the question is written. This precaution is a safeguard against any potential attempt to misquote or tamper with the Fatwa.

A Fatwa should not be con­fused with a juristic ruling or a legal decree because it is nei­ther; it is merely a juristic opinion. It is not binding on the person or the party seeking such an opinion, especially if the Fatwa is based on insuffi­cient detail. Nevertheless, a Fatwa should not be ignored because it does not suit your needs or support your viewpoint. If the MUFTI is properly qualified and the Fatwa is based on correctly and completely stated facts, you become Diyanatan bound to accept the Fatwa. The term Diyanatan means “answerable to Allah (SWT)”. One should not take a Fatwa lightly, nor should one ‘shop around’ for a more suitable Fatwa.

Mufti:

‘Mufti’ is a professional title of the one who gives Fatwa. A Mufti must be a FAQEEH (well versed in the Islamic Jurisprudence). A Muhaddith (scholar of Hadith), or a Mufassir (scholar of Tafseer) is not a Faqeeh. A Faqeeh, being a Mujtahid, must have the following qualifications:

1. Should be Muttaqi (pious) and Adil (just).
2. Should have a deep knowledge of the Holy Quran and Sunnah in their historical contexts.
3. Should have an in-depth understanding of grammatical, literal, and figurative use of the Arabic words, and knowledge of classical Arabic literature before the advent of Islam.
4. Should have a through knowledge of issues which already exist in the Ijmah (consensus) of Sahaba (companions of the Prophet).
5. Should be conversant in the ways of Qiyas (analogical deduction).
6. Should fully understand the difference between Illat (reason), and Muslahat (pragmatic expedience), and that Qiyas is based on Illat and not Muslahat.
7. Should have knowledge of individual opinions of various Sahabas on different issues, and when, how, and why, one should be preferred over the other.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 22:20
Messaggi: 14954
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Gio Dic 13, 2012 7:28 am    Oggetto: Rispondi citando

The Honorable Status of the People of Sacred Knowledge - By 'Allamah Zafar Ahmad al-'Uthmani -
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Principi della Giurisprudenza, Scuole Giuridiche, Sapienti Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.359