Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

saluto e alcune confutazioni sul cristianesimo
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Rapporti con Altre Religioni e Ideologie, Confutazioni, etc.
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Dom Feb 18, 2018 3:12 am    Oggetto: Ads

Top
Sol Invictus
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 24/08/13 00:11
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Sab Ago 24, 2013 4:13 pm    Oggetto: saluto e alcune confutazioni sul cristianesimo Rispondi citando

Gentili Amici,

casualmente cercando altro in internet, mi sono imbattuto nel Vostro sito,e mi sono soffermato a leggere per curiosità alcune discussioni.

Soprattutto quelle a livello di ideologie, confutazioni, etc.

Mi presento: provengo da una nobile famiglia di discendenza romano- bizantina, che nell' arco dei secoli ha dato numerosi uomini di religione alla Chiesa Romana, tra cui molti cardinali.

Ovviamente, dato il mio retaggio etnico, storico e culturale non posso non conoscere le radici del cristianesimo, che a livello aristocratico è riconosciuto essere molto poco giudaico, ma molto indoario, legato non solo alla religione del Sol Invictus Romana, ma anche all' Ellenismo Alessandrino ( gli Alessandrini parlavano di Christòs Sotér, o Deus Salvator, già tre secoli prima dell' apparizione di Gesù, e Cristo era ritenuto un epiteto di Zeus come di Apollo ), al Mitraismo Persiano ( lo stesso Imperatore Costantino era Mitraista e lo fu sempre, come il suo rivale Massenzio ) e ovviamente, allo Zoroastrianesimo Persiano.

Le connessioni sono infinite; basti dire che chi legge i Khrishnapurana Hindu e poi legge lo Zend Avesta o i Vangeli ritrova la parabola di Cristo nella storia del Principe Khrishna.

Così come a livello sempre non popolare, è ampiamente riconosciuto che la Trinità deriva dalla Triade Capitolina Romana, dalla Triquetra Celtica, dal Trimurti Indiano.

Le lingue sacre Ariane sono quattro, sanscrito, persiano, greco, latino, di cui latino e greco hanno molta parte nell' insegnamento italiano proprio perché radici; e come dice Erodoto nel III Libro della Persia, ' I Medo- Persiani un tempo erano detti Ariani; poi la Maga Medea, venendo dalla Colchide ( attuale Georgia russa ) in Athene per sposare Giasone, dette loro il suo nome; da allora sono conosciuti come Medi.'

I Romani chiamavano se stessi ' Figli di Enea il Trojano'; lo stesso nome romano Giulio ( Cesare ) viene da Ilio. I Trojani erano i cugini degli Elleni o Ioni di Grecia. Da cui il ben noto binomio di popoli Greco- Romani.

La Religione del Sol Invictus in Roma era la religio del Princeps o Imperator; il Principe Romano alla morte veniva divinizzato, i collegi salici di Giove lo assimilavano al Sole ed egli andava, letteralmente, 'alla Destra di Jupiter', al pari del Cristo attuale; l' Imperatore, ritenuto Divi Filius o Figlio di Dio, era infatti il garante dell' ordine cosmico nella società.

Tutto questo per dire che chi vede nel Cristianesimo- alcuni in questo forum l' hanno notato- un proseguimento del Mitraismo Persiano e della Religione di Roma Antiqua, ma anche di tutti gli altri culti Indoari, vede bene; il Cristianesimo, forse non a livello popolare, ma certo a livello aristocratico, viene concepito come la sistemazione politica di Costantino per Roma, onde evitare disordini con i giudaizzanti, e molti prelati lo ammettono senza problemi: si veda Don Curzio Nitoglia che ha scritto numerosi saggi sul rapporto di filiazione tra Mitraismo e Cristianesimo.

Mitra stesso del resto nasce in una grotta a Natale, viene visitato da 12 Magi ( come gli apostoli, dal greco ' coloro che furono inviati' ) zoroastriani, alla luce della stella Sirio o Surya, che è la stella sacra dell' Avesta.

Mi dolgo moltissimo che la nostra bella Religio Romana del Sol Invictus sia fatta costantemente passare per una mistificazione giudaica; in verità il sincretismo col giudaismo si impose tardi, per opera di Paolo di Tarso che era fariseo prima che cives romanvs, e tutti guardano la parte per così dire ' giudaica' dimenticando le vere origini del Cristianesimo e il suo vivo contatto con la Roma Imperiale, con la Grecia dei Filosofi, ma soprattutto con l' India e la Persia.

Non parlerò infine della frangia caldea, o babilonese, di genti dagli Altai russi, la prima patria degli Indoariani, che tutt' oggi vive nel Cristianesimo o, come qualcuno acutamente ha osservato, nella settimana dei 7 giorni, nei 7 colli di Roma, o nei 7 Angeli Planetari che non sono tanto ebraici, ma piuttosto sono i 7 Amesha Spenta dell' Avesta.

Mi dolgo solo che la mia religione abbia un rivestimento così poco chiaro per tutti i Romani, i Greci e per gli Europei in generale; perché culti semiti di origine più lunare che solare non avrebbero dovuto intaccarne la sostanza.

Noi siamo sempre stati Trinitari e Unitari insieme; come i Romani riconoscevano a Giove il primato, ma non dimenticavano accanto Apollo e Minerva, o Giunone e Minerva, così anche noi quando diciamo Padre, Figlio e Spirito Santo intendiamo ancora le stesse persone.

E amiamo le statue; voi ci direste idolatri, perchè facciamo effigi dei nostri Dei e Dee, sincretizzati in Sante e Angeli; ma noi non viviamo senza plasmareil marmo in figura d' arte che sia Bella Figura. E' nel nostro sangue. Potrei sopravvivere a qualsiasi catastrofe, ma mai alla distruzione delle effigi imperiali; tanto il mio cuore trabocca di Amore e di Orgoglio nel guardare il Passato dei Miei Padri Romani. I Miei Antenati sono sempre con me, anche se non li tocco più.

Perciò, a chi riteneva che il Colosseo andrebbe distrutto, direi di pensarci bene due volte: perché per taluni è un pezzo di cuore. Ho ancora in casa un antico busto dell' Imperatore Ottaviano Augusto che apparteneva ai miei avi; molte famiglie romane tengono in casa busti di Imperatori.

A chi andrebbe dunque, se dovessi scegliere, il mio Amore? A Roma, non ho mai avuto dubbi. Lo stesso Francesco I, amante della Chiesa Greco- Ortodossa, ammette candidamente che la Tradizione Greco- Romana é ancora custodita dalla Chiesa- della qual cosa, dopo 70 anni di giudaizzazione costante del Cristianesimo a seguito della 'riparazione olocaustica' che Israele ha chiesto all' Europa tramite Concilio Vaticano II, gli sono molto grato.

Nonostante la Religione Romana sia stata contaminata da ciò che non c' entra, e Costantino, come pure Giustiniano o tutti i Papi eredi dell' Impero Romano, non abbiano potuto fare nulla per evitare questa contaminazione, ci è stata restituita la Speranza che un giorno vedremo rinascere il Sole Invitto, che è ciò che abbiamo sempre inteso con la parola Resurrezione.

Si dice in India che un giorno di Rahma ( da cui il nome Roma ) corrisponde a mille anni degli uomini. Il Cristianesimo dice che 'il Terzo Giorno risorse', parlando con un passato remoto che è invero molto futuro. E forse, nel III millennio o III giorno di Rahma, vedremo risorgere questo Sole che ci portiamo nel sangue.

Bene; il danno è fatto, e per duemila anni abbiamo tenuto il Lutto; ci contentiamo, tra noi Cristiani 'sicuri delle nostre origini', almeno ad un certo livello, di sapere che siamo ancora Zoroastriani, Induisti, Mitraisti, Ellenisti, e infine Romani; e attendiamo che le nebbie si dipanino dal nostro credo, per tornare a contemplare il Sole.

Voi direte che siamo pagani e idolatri; dal punto di vista di Principe del Sacro Romano Impero, come molte altre famiglie nobili, non ci sentiamo tali; siamo solo noi stessi.

Non credo tutto quello che ho scritto piacerà, ma volevo precisarlo per fare Luce su ciò che il Cristianesimo è in Verità. E confutare soprattutto la radice 'giudaica'.

Di recente un rabbino, tale rabbino Neusner, pare avermi dato ragione, scrivendo un libro in cui tentava la stessa confutazione, e dicendo che al contrario, il Cristianesimo non è, nella sua Realtà originaria, assolutamente una costola dell' Ebraismo, ma un sistema a sé stante, conpleto, di matrice appunto zoroastriana.

Per chi conosce la faccenda, parlare di crocifissione implica parlare per metafora di morte del Sole- e non è da duemila anni che il Sole Imperiale si è eclissato? Ovviamente questa cosa lascerà stupefatti i Cristiani che conoscono la questione secondo termini di parabola e che temono la parola 'pagano'. Al mio sentire di Romano Cattolico è una parola che mi lascia indifferente e che mi scivola addosso.

Spero che il libro del rabbino circoli molto anche tra i cristiani, chiarendo finalmente un errore dottrinario che da troppo tempo affligge noi, il nostro credo, le nostre genti.

Grazie a tutti per l' ospitalità e ad Umar Andrea per aver accettato la mia iscrizione pur vedendo che il mio nick mi avrebbe chiaramente configurato come quello che sono: un Romano, appunto.

Valerio

Romanus Patricius De Jure Sanguinis
Top
Profilo Invia messaggio privato
chbraoui
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 19/02/12 20:38
Messaggi: 417

MessaggioInviato: Sab Ago 24, 2013 4:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Benvenuto,

Interessante la tua storia, ripercorri tutte le tue origini :).

_________________
ASHADUH ANA LA ILAH ILA ALLAH UA ASHADUH ANA MUHAMMAD RASULLULAH
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sol Invictus
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 24/08/13 00:11
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Sab Ago 24, 2013 4:48 pm    Oggetto: Rispondi citando

chbraoui ha scritto:
Benvenuto,

Interessante la tua storia, ripercorri tutte le tue origini :).


La ringrazio di aver risposto.

Volevo solo precisare, in totale onestà, e pur consapevole della confusione che da secoli regna anche tra i Cristiani, quella che è una Verità che siamo in attesa di ristabilire.

Ne beneficeremmo tutti- specie il dialogo interreligioso- se chiarezza venisse fatta.

Purtroppo ancora molti dei nostri pensano a improbabili radici giudaiche che sono per noi una minima parte all' interno del mosaico.

Mi premeva comunque chiarire la cosa perché vedo che, giustamente, alcuni islamici qui hanno fortunatamente sollevato la questione e dai cristiani presenti in forum non hanno trovato risposte ( a volte i cristiani non ne sono a conoscenza ).

La deriva vera si è avuta proprio col Protestantesimo e con la Bibbia di Stoccarda, poi Bibbia di Re Giacomo, in cui il Cattolicesimo Romano veniva rigettato, e veniva invece accettata la talmudizzazione della Cristianità nordica e anglosassone.

Da cui oggi un fondamentalismo becero che con noi ha poco a che vedere. Ma del resto i finanziatori di Lutero erano i mercanti ebraici di Venezia, e il Re d' Inghilterra era loro creditore. Da lì si arriva ai finti ' cristiano- sionisti' USA. A buon intenditor poche parole.

Cum Fide,

Valerio
Top
Profilo Invia messaggio privato
AbuMuhammad
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 26/03/12 18:44
Messaggi: 943

MessaggioInviato: Sab Ago 24, 2013 8:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

..


L'ultima modifica di AbuMuhammad il Sab Giu 07, 2014 10:59 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sol Invictus
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 24/08/13 00:11
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Sab Ago 24, 2013 8:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

AbuMuhammad ha scritto:
Ciao Valerio, benvenuto.
Mi scuserai ma su questi argomenti mi reputo un perfetto qualunquista (ehm, menefreghista suona troppo 'scorbutico' :P), ma tu.. più precisamente, di che religione sei? Ti ho letto per intero (faticando anche, lo ammetto) ma non son riuscito a capirlo. Cristiano sì, ma di che 'parrocchia'?


Gentile Muhammad,

sono chiaramente un Cattolico, ma come ho detto sopra, prima di tutto Romano

e per Romano si intende quello che il Cristianesimo ( di Cattolici e Ortodossi... i Protestanti e gli Anglicani, gli Evangelici, etc, sono altra questione, e non dovrebbero nemmeno usurpare il termine 'Cristianitas' ) è in Realtà... la Religione di Roma Antiqua, ciò che molti- non tutti- italici sanno

potrei raccontare un recente aneddoto spiritoso per chiarire la cosa con simpatia: mesi fa un amico mi invia un video su youtube e mi scrive: sono certo che apprezzerai.

Era un' imitazione di Maurizio Crozza, vestito da Papa Ratzinger.

Il 'Papa Crozza' scendeva le scale del Vaticano ( il Colle Vaticano in Roma Antica era appunto il Colle dei Vaticini, dove abitavano gli antichi Collegi di Giove Statore ) con un incensiere a destra e un pollo spennato a sinistra.

E mentre questo finto Papa scendeva le scale, diceva, con accento chiaramente tedesco: ' Fedeli... non perfenuti. Chiesa in crisi, laici anche tra cattolici, 8x1000 che non fiene pagato a Chiesa, aborti, gay, scantali, petofili, tutto fa male... preti festono in jeans e cantano canzoni rock, conoscono inglese e dimenticano latino...'

Il finto Papa continua a scendere le scale del Vaticano incensando e lamentandosi, ' Crisi ti focazioni, seminaristi che scappano, preti che apiurano, modernisti, razionalisti, massoni, atei, agnostici...'

E va avanti a lamentarsi con l' incensiere e il pollo in mano. Quando arriva alla fine della scala, tira fuori un mazzo di chiavi e apre una piccola grata.

Sotto c' é un tempio romano con le statue degli Dei Antichi.

E il Papa interpretato da Crozza, entra e dice:

' O Giove Ottimo Massimo... ti ho portato pollo. Aiutami tu.'

Quando ho visto il video mi seppellivo dal ridere, perché Maurizio Crozza in maniera spiritosa diceva la Verità che a Roma tutti sanno.

Ossia che in Vaticano esiste ancora il Tempio di Giove Statore vicino alla Sede del Sacro Romano Impero ( non è mai stata dichiarata decaduta l' ambasciata ), e che tra Castel Sant' Angelo- un tempo Mausoleo di Adriano- e il Vaticano è tumulata la tomba di Romolo.

Un giorno io mi auguro che quello che Siegfrid Nozing diceva torni ad avverarsi: e che le mitografie ebraiche escano una volta per sempre dall' Europa e dalla Religione di Roma ( che è sempre quella da tremila anni a questa parte, nonostante varie 'interpolazioni' che non ci volevano ).

il Cristianesimo E' la Religione Romana. Le sue radici non sono ebraiche.

Saluti, V.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2738
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Dom Ago 25, 2013 2:28 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
sono chiaramente un Cattolico, ma come ho detto sopra, prima di tutto Romano


Più che altro un fascista esaltato che si nutre ancora dalla Rhuma( dal Latino --> mammella e in senso metaforico anche colle : vera origine del nome Roma) del mito di Roma, che non ha ancora risolto i suoi problemi con i Giudei e che spera tramite originali innesti storici di riuscire a negare il fatto principale: che gesù era Ebreo.
Quindi io direi: Il cristianesimo originario e originale è una religione discesa per il popolo Ebraico tramite la predicazione di un uomo Ebreo.
Il Cristianesimo de-Cristianizzato che non ha nulla a che fare con quanto predicato dal Profeta Gesù alaihisalam è effettivamente un prodotto Romano confezionato da ( mi dispiace deluderti) un Ebreo Romanizzato. Quindi, si, la religione in cui credi è Romana.. siamo d'accordo. Peccato che non ha nulla a che fare con quanto predicato da Gesù.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2738
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Dom Ago 25, 2013 2:42 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
un fascista


Mi correggo... Un nazi-fascista

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Sol Invictus
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 24/08/13 00:11
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Dom Ago 25, 2013 3:07 am    Oggetto: Rispondi citando

Da nobile romano de jure sanguinis la cui famiglia è nota all' Ordine Araldico Mediterraneo perfino da prima dell' invenzione del Cristianesimo- portiamo stemmi bizantini con aquile imperiali, siamo noti al Vaticano non certo per chiacchiere inutili- non ritengo naturalmente di dover rispondere a ottuse provocazioni da parte di chi usa con facilità rabbiosa e senza testa termini come 'nazifascismo', peraltro senza sapere che le religioni Indoarie sono ben altro e senza rispettarle.

Si faccia una cultura. Almeno per infarinatura. Eviterà di fare brutte figure tra chi la cultura se l' é fatta per questioni familiari, e da molti millenni.

E soprattutto si faccia un' educazione. Specie verso ciò che non conosce e chi non è della sua famiglia.

Valerio

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Gli dei sumerici erano comuni a gran parte del Medio Oriente; magari cambiavano i nomi, ma le attribuzioni restavano le stesse, come Ishtar che presso i Fenici prendeva il nome di Astarte, pur restando sempre la protettrice delle donne e dell'amore. Faceva invece eccezione l'Iran, in cui veniva adorato Mithra.

Il culto del dio aveva rituali segreti e sacrifici cruenti; i misteri mithriaci erano riservati ai soli uomini; nati come culto della vegetazione, erano basati su due divinità, una delle quali doveva morire per assicurare la fertilità e poi rinascere. Riparleremo più avanti di questo culto, che fu portato in Italia dai soldati dell'esercito romano nel I secolo a. C., e da qui si propagò nei paesi dell'area germanica, in Gallia, Britannia e Spagna, dove ebbe enorme fortuna.

Zoroastro fu il fondatore di un movimento religioso nella Persia del VI-V secolo prima di Cristo. Nato nell'odierno Afghanistan nel 630, egli desiderava diventare sacerdote, ma si ribellò all'imperante culto mithriaco, rifiutandosi di sacrificare animali. Decise allora di abbandonare il sacerdozio per fare un lungo periodo di meditazione solitaria; all'età di trent'anni ricevette una rivelazione da Vohu Manah, un angelo mandatogli dal dio supremo Ahura Mazda. Egli divenne allora profeta della nuova religione e combatté con ancora maggior foga i sacrifici di animali, convinto che anche questi avessero un'anima. Dopo dieci anni di predicazione e di feroci dissidi con i sacerdoti di Mithra, egli lasciò il suo paese e raggiunse la Persia, dove ebbe la fortuna di convertire il re Ciro il Grande; la conversione appianò tutte le sue difficoltà ed egli rimase in Persia a fare proseliti fino alla sua morte, avvenuta a settantasette anni.

Lo Zoroastrismo era una religione basata sull'adorazione di Ahura Mazda, dal nome del quale fu detta Mazdeismo. Fu la prima religione dualistica, che definì il male non come manifestazione del divino, ma derivante da un principio del tutto separato.
Il dio supremo era l'incarnazione della bontà, della verità e della luce, creatore dell'universo, degli uomini e degli animali; alla fine dei tempi egli avrebbe giudicato le anime, premiando i buoni e punendo i malvagi. Nell'arduo compito di badare al mondo veniva aiutato dallo Spirito Santo suo figlio e da sei santi immortali. I nomi di questi santi compaiono ancora sui calendari tradizionali iraniani; sono protettori della terra, degli animali, del fuoco, dell'acqua, dei metalli e delle piante. Il culto del dio si svolgeva nei "Templi di fuoco", costruzioni a forma di torre, così chiamati perché vi ardeva sempre un fuoco, che veniva spento soltanto alla morte del re, per essere riacceso dal suo successore.
Antagonista di Ahura Mazda era Angra Mainyu, spirito malvagio, o Ahriman; egli era il dio del male, delle tenebre, della menzogna, di tutto ciò che era nefasto ed impuro; poteva causare ben 9999 malattie.
Come il dio del bene veniva aiutato dagli angeli, così il dio del male era circondato dai Devas, i demoni. Le milizie delle due parti si affrontavano in assetto di guerra, come due eserciti ben addestrati.
Il mondo, quindi, era diviso in due: l'uomo doveva scegliere da che parte stare. Se decideva di condurre una vita giusta concorreva alla vittoria del bene, che comunque era destinato a vincere sul male.
Al tempo del giudizio universale Ahura Mazda avrebbe diviso i malvagi dai buoni: i primi sarebbero sprofondati nel metallo fuso, i secondi avrebbero potuto vivere in eterno in un mondo senza dolore, malattia o morte.
Ahura Mazda aveva creato una sorgente di vita, il Toro, subito ucciso da Ahriman; ma dal suo seme sparso sulla terra erano nati il primo uomo e la prima donna.
Il malvagio Ahriman aveva sedotto la donna con offerte di frutti maturi e di latte; in seguito anche l'uomo aveva ceduto al peccato. Essi avevano così perso il paradiso ed in più si erano trovati la terra infestata da serpenti ed altri rettili, animali cari ad Ahriman.

Come si può vedere, lo Zoroastrismo influì su molte religioni, in particolare sul Cristianesimo e sull'Ebraismo: nelle tre religioni troviamo identici concetti di angeli, demoni, resurrezione della carne, paradiso e giudizio universale. Concetti derivati dal Mazdzeismo si ritrovano nei Manichei, nei neo-platonici, nella Gnosi e nella religione islamica.

I sacerdoti del culto di Ahura Mazda si chiamavano Magi. Essi erano divisi in gradi successivi: apprendista, maestro e maestro perfetto. Tutti si occupavano di scienza della divinazione ed affermavano che la verità era l'oggetto dei loro studi; il loro libro sacro era l'Avesta, paragonabile alla Bibbia per i Cristiani.
Ma i libri più interessanti per le concezioni magiche del Mazdeismo sono i Vendidad, elenchi di pratiche contro i demoni e di precetti magici.

Una grandissima attenzione veniva prestata alle unghie ed ai capelli: una volta tagliate, se lasciate in giro queste parti diventavano preda del male. Questa superstizione si è conservata per secoli: in Turchia, in Armenia e nella pampa argentina i capelli tagliati vengono ancora oggi nascosti nei muri o negli alberi cavi; presso alcune tribù africane i capelli vanno consegnati allo stregone, che li seppellisce per evitare operazioni di magia nera sul proprietario delle ciocche.
Altri rituali erano diretti contro le mosche, che nei paesi a clima molto caldo possono rappresentare una tale calamità da dar ragione a Zoroastro, che le considerava entità demoniache.
Una cerimonia particolare contro le mosche veniva eseguita sui cadaveri, prima che fossero toccati, affinché la "diavolessa mosca" non li contaminasse; chi violava il tabù veniva costretto ad un complicato e sgradevole rito di purificazione, che durava nove giorni ed era fatto con aspersioni alternate di acqua ed urina di bue; il rituale era accompagnato da formule molto simili a quelle cattoliche di esorcismo per gli indemoniati.

I riti funebri consistevano nell'esporre la salma sulle "Torri del silenzio", finché gli avvoltoi scarnificavano totalmente il corpo; questa cerimonia impediva che il corpo contaminasse l'acqua, il fuoco o la terra, essendo esso preda di demoni malefici e quindi impuro. Il cerimoniale durava tre giorni ed era accompagnato da formule di scongiuro e di propiziazione; le ossa rimaste venivano raccolte negli ossari.



LA RELIGIONE DI MITRA

La sua origine si perde nella notte dei tempi ma venne rielaborata e organizzata nel VII° secolo a.C. da Zaratustra o Zoroastro che ebbe la rivelazione dal Dio Aura Mazda e compose un vangelo chiamato Avesta e lo presentò al suo sovrano re dell'Iran Vishtaspa che l'adottò come religione di Stato.
Dopo la sua diffusione in India, Persia e in Siria arrivò in tutto il Medio Oriente, nel III a.C. secolo era già conosciuta in Egitto e nel I secolo a.C. era una forte realtà in Cilicia patria di Paolo e da qui si estese su tutto il territorio dell'impero Romano.

Gli studiosi hanno accertato grandi corrispondenze tra le predicazioni e scritti di Paolo e il contenutodi questa religione.

Il Dio Aura Mazda aveva un figlio chiamato Mitra che discese dal cielo attraverso il concepimento di una vergine ad opera del Dio Aura Mazda.
Fu adorato dai pastori che gli offrirono in dono le primizie dei greggi e dei frutti della terra. Cresciuto in virtù e saggezza, dette inizio alla sua attività redentrice predicando la morale Mazdeista. Una morale che indirizzandosi soprattutto agli umili e agli oppressi, veniva riassunta in una predica, detta delle 'Beatitudini", nella quale Mitra prometteva una ricompensa di felicità eterna dopo la morte a coloro che con rassegnazione avessero sopportato l'oppressione e le ingiustizie su questa terra.

Nel Vangelo di Mitra venivano raccontati gli attacchi che egli aveva ricevuto da parte dei suoi nemici, i seguaci del principe delle tenebre Arimane (Angra Maniu) e dei suoi demoni, gli angeli del male. La sua passione è del tutto simile a quella degli altri Salvatori appartenenti agli altri Culti dei Misteri.
Ucciso dopo essere stato torturato, fu appeso a un palo e fatto resuscitare il terzo giorno dalla morte dopo essere disceso agli inferi. Nel vangelo avestico viene riportata anche l'ultima cena che Mitra consumò con i suoi apostoli.
Dopo aver trasformato il pane e il vino nel corpo e sangue proprio e aver detto loro che se lo avessero mangiato e bevuto avrebbero ricevuto la vita eterna, promise che alla fine dei mondo sarebbe ridisceso sulla terra su un carro tirato da cavalli per giudicare, dall'alto di una nube, i vivi e i morti che sarebbero usciti dalle tombe ritornando in possesso dei loro corpi (ressurrezione della carne).
Compiuta così la sua missione sulla terra e lasciato ai suoi discepoli il compito di propagare la sua dottrina, Mitra veniva fatto risalire in cielo dove si riuniva con il padre Aura Mazda in una trinità in attesa del giudizio universale.
Dopo di che, con la fine del mondo, con annientamento della materia, ritornando tutto allo stato precedente la creazione. (La favola di Cristo Luigi Cascioli pag. 77)
Mitra era il tramite tra il cielo e la terra, fra Dio e l'umanità. era L'uomo Dio, il Redentore del Mondo il Salvatore. (Il gallo canta ancora - Karlheinz Deschner pag. 70)

Il giorno di nascita di Mitra era il 25 dicembre.
A lui veniva consacrato il primo giorno della settimana cioè la domenica.
La comunità di Mitra era strutturata in modo strettamente gerarchico con a capo una persona chiamata Pater patrum (padre dei padri):
I sacerdoti si chiamavano "Padri" e i fedeli "fratelli".
Il culto mitriaco conosceva sette sacramenti come ora la chiesa cattolica.
Il culto di Mitra possedeva un Battesimo, una Cresima e una Comunione consistente in pane e acqua o in un miscuglio d'acqua e di vino, celebrata, come nel Cristianesimo, in memoria dell'ultima cena del Maestro coi suoi discepoli; le ostie erano poi contrassegnate da una croce.
Ai Sacerdoti spettava soprattutto la dispensazione dei Sacramenti e la celebrazione del servizio divino: la messa veniva celebrata quotidianamente, ma la più importante era quella domenicale (nel dies solis): l'officiante pronunciava le sacre formule sul pane e sul vino, nei momenti particolarmente solenni si faceva squillare una campanella e in generale risuonavano lunghi canti accompagnati dalla musica. Sugli altari dei templi di Mitra era accesa una sorta di Luce Perenne.

Le iniziazioni avevano luogo in primavera, come molti Battesimi nella Chiesa antica, e in particolari festività cultuali i peccati venivano purificati col sangue. Padri della Chiesa videro in codeste analogie nient'altro che invenzioni diaboliche (Just., Apoi. 1, 66. Tert., bapt. 5).

I seguaci di Mitra si richiamavano a una Rivelazione, ponevano un diluvio all'inizio della storia e un giudizio universale alla fine; non solo credevano nell'immortalità dell'anima, ma anche nella resurrezione della carne.

Le istanze morali del culto di Mitra, il «Dio Giusto» e il «Dio Santo», non avevano nulla da invidiare a quelle dei cristiani: come i cristiani dovevano imitare il modello del loro padre celeste, allo stesso modo il fedele del vero, giusto e santo Mitra era tenuto a condurre una vita attivamente governata dalla morale.
La sua religione, definita da precisi «comandamenti», perseguiva un rigoroso ideale di purezza; la castità e la temperanza erano annoverate fra le virtù più alte, e anche l'ascesi vi svolgeva un ruolo non secondario.

L'evoluzione delle due religioni presenta non poche analogie: il Mitraicismo, come il Cristianesimo, esercitò dapprima una forte attrazione soprattutto sui ceti più umili della società, conoscendo, per contro, il disprezzo dei Greci e dei Romani colti, finché, come al Cristianesimo, anche al culto mitraico si volsero ben presto le cerchie più influenti della società imperiale romana. Molti signori furono guadagnati alla nuova fede ad opera dei loro schiavi, proprio come accadde al Cristianesimo, e non era raro il caso in cui le più alte cariche religiose venivano ricoperte da schiavi, come nella Chiesa primitiva. «In questa confraternita- scrive il Cumont nella sua classica monografia sul culto di Mitra -spesso gli ultimi erano i primi, e i primi erano gli ultimi, perlomeno esternamente» (Cumont, 72 sgg. Cit., 74. Si veda in particolare 178 sgg.).

Fra il III e il IV secolo la religione mitraica godette presso la corte del medesimo prestigio del Cristianesimo: Diocleziano, Galerio e Licinio consacrarono a Mitra, quale protettore dell'impero, un tempio a Carnuntum, sul Danubio, e Massimiano gli innalzò un Mitrèo in Aquileia. I suoi seguaci erano sparsi dappertutto, dalla Spagna al Reno, dalla Britannia alla Gallia, dove gli furono innalzati dei templi a Londra e a Parigi. La fede mitraica lasciò le proprie tracce addirittura in Scozia.
Allora per numero di adepti e per influenza sembrò sul punto di superare il Cristianesimo, cui fu particolarmente inviso, del quale, per altro, fu da un lato l'avversario più irriducibile, dall'altro il più importante precursore.
Come tutti gli altri culti, anche il Mitriacismo dovette poi soccombere al divieto degli imperatori cattolici: istigati dalla Chiesa, ancora nel IV secolo i suoi fedeli vennero perseguitati dai cristiani, i suoi templi saccheggiati, i suoi sacerdoti assassinati e sepolti nei sacrari rasi al suolo.

Fra le rovine del Mitreo di Saalburg è stato ritrovato lo scheletro incatenato del sacerdote pagano, il cui cadavere era stato sepolto in quel luogo per dissacrarlo in perpetuo (Hyde, 62 con rinvio a Cumont). A parere di molti studiosi la distruzione di questa religione ebbe successo proprio perché i cristiani innalzavano le proprie Chiese sulle rovine degli antichi luoghi di culto; infatti, secondo un'antica credenza, in questo modo la divinità precedente era per così dire resa impotente o addirittura annichilita. Una cripta mitraica pressoché intatta si trova, ad esempio, sotto la chiesa di S. Clemente in Roma, e l'altare è collocato quasi esattamente sopra quello pagano.
La maggior parte dei Mitrei, non meno di quaranta (di cui circa una dozzina solo a Francoforte), sono stati scoperti in Germania, dove il culto di Mitra - dopo le province danubiane - aveva uno dei suoi più importanti punti di forza (Cumont, 47 sgg; 180. Schiitze, 15).

Autore: Devon Scott
Il testo è tratto da Tradizioni perdute di Devon Scott, edizioni Lunaris.


L'ultima modifica di Sol Invictus il Dom Ago 25, 2013 3:13 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2738
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Dom Ago 25, 2013 1:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

Guarda che il punto da me sottolineato non ha nulla a che fare con la questione delle religioni Indoarie. E' inutile che mi fai copia incolla di trattati vari.
Non c'è bisogno di appartenere alla Sua nobile famiglia di puro sangue per sapere che il Cristianesimo Romanizzato ha attinto a piene mani da quelle religioni che soprattutto tramite le campagne in Oriente e i legionari si erano diffuse in tutto l'impero. Ma il suddetto sincretismo più che costituire motivo di orgoglio, dovrebbe dare da pensare...
Il Sincretismo è infatti lo strumento per eccellenza della cosiddetta amalgama di convenienza. Io voglio rendere un'idea accetta ad un popolo?.. bene.. la fondo con il patrimonio culturale già esistente di questo popolo in modo che senza troppa resistenza questa idea verrà assorbita. E' lo stesso principio di quando si vuole far mangiare una medicina ad un bambino.. Bisogna mimetizzarla nel cibo che più gli piace. Ed è la stessa tattica di cui si avvale Paolo quando nel discorso all'Aereopago dice" Cittadini ateniesi, vedo che in tutto siete molto timorati degli dei. Passando infatti e osservando i monumenti del vostro culto, ho trovato anche un'ara con l'iscrizione: Al Dio ignoto. Quello che voi adorate senza conoscere, io ve lo annunzio. "
Il punto è che quando si ridimensiona una verità indigesta allo scopo di renderla accetta, si ha come risultato un sincretismo facilmente digeribile che poco ha a che fare con la verità.
Il motivo per cui ti ho dato del nazi-fascista è che vuoi a tutti i costi negare che il Cristianesimo sia un fenomeno giudaico quando il suo pedicatore è Ebreo. E questa cosa oltra ad essere ridicola cela non poco l'ideologia sottostante a questo pensiero.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
abdelwahid
Bannato
Bannato


Registrato: 09/08/13 19:37
Messaggi: 21
Residenza: Marche

MessaggioInviato: Dom Ago 25, 2013 3:55 pm    Oggetto: verità su cristianesimo Rispondi citando

Un saluto di pace per chi segue la guida.

Il cristianismo nasce con la predicazione di Saulo di Tarso (5 – 67 e.v.), un fariseo che era impiegato nel Sinedrio, e che acquisì la cittadinanza romana dal padre, pur conservando quella ebraica; infatti tutte le sue Epistole precedono cronologicamente la stesura di tutti i Vangeli, i quali accolsero successivamente l'invenzione paolina della risurrezione, quindi l'idea che Gesù fosse il 'figlio di Dio', e non un profeta inviato al popolo ebraico quale realmente era. E fu proprio Saulo di Tarso a sancire la fine delle differenze tra ebrei e non ebrei, annullando le tradizioni ebraiche, cancellando la distinzione tra circoncisi e non circoncisi, ed ellenizzando il messaggio cristiano per scopi politici. Nietzsche nell'Anticristo non a caso vedrà in Saulo (e non in Gesù) la causa del risentimento ebraico, considerandolo il maggiore di tutti gli apostoli della vendetta.

_________________
لَيْسَ الإِيمَانُ بِالتَّمَنِّي وَلا بِالتَّحَلِّي وَلَكِنْ مَا وَقَرَ فِي الْقَلْبِ وَصَدَّقَهُ الْعَمَلُ
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
AbuMuhammad
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 26/03/12 18:44
Messaggi: 943

MessaggioInviato: Lun Ago 26, 2013 3:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

..


L'ultima modifica di AbuMuhammad il Sab Giu 07, 2014 11:00 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hud
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/12 10:50
Messaggi: 267
Residenza: Madhhab: Hanafi

MessaggioInviato: Mer Ago 28, 2013 2:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

Von Sor ha scritto:
Citazione:
un fascista


Mi correggo... Un nazi-fascista


Ti correggo, un poli-teista convinto...
proprio qui, su un sito islamico e quindi assolutamente monoteista.
A proporre un dialogo ? Sulla base di fesserie pseudo storiche, poi.
Il neopaganesimo sta avvelenando l'Occidente, l'ho sempre sostenuto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
AbuMuhammad
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 26/03/12 18:44
Messaggi: 943

MessaggioInviato: Mer Ago 28, 2013 5:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

..


L'ultima modifica di AbuMuhammad il Sab Giu 07, 2014 11:02 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Hud
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/11/12 10:50
Messaggi: 267
Residenza: Madhhab: Hanafi

MessaggioInviato: Mer Ago 28, 2013 9:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

AbuMuhammad ha scritto:
Hud ha scritto:
Von Sor ha scritto:
Citazione:
un fascista


Mi correggo... Un nazi-fascista


Ti correggo, un poli-teista convinto...
proprio qui, su un sito islamico e quindi assolutamente monoteista.
A proporre un dialogo ? Sulla base di fesserie pseudo storiche, poi.
Il neopaganesimo sta avvelenando l'Occidente, l'ho sempre sostenuto.

Mi corregga se sbaglio Valerio aka Sol Invictus, ma a me non è parso che egli con questo thread volesse proporre un dialogo a noi (anche, perché no, dato che questo è un forum), piuttosto che volesse precisare (magari a seguito di qualche sua lettura in questo forum di tematiche affini da lui non condivise che, francamente, ignoro) un suo punto di vista. Lo ha fatto, ciò per quanto mi riguarda non mi fa né caldo né freddo.. al mondo c'è di tutto; potrebbe anche farsi vivo un satanista a dir la sua (preferibilmente non acido). Prendiamo atto delle posizioni altrui.

Assalamu alaykum wa rahmatullah wa barakatuh fratello AbuMuhammad.
So di essere entrato a gamba tesa, ma c'è una ragione precisa.
"Sol Invictus" si presenta su un forum islamico (ed hai ragione, fratello, un forum e non un sito) e ci presenta una sua interpretazione della religione cristiana.
Questa interpretazione è esposta in numerosi paragrafi, e non c'è un paragrafo in cui non ci siano uno o più concetti contrari ai principi dottrinari dell'Islam (contrari a volte in maniera molto sottile).
Cosa vuole "Sol Invictus" ? Ovviamente si aspetta una nostra reazione e si dimostra pronto a polemizzare, come mostra la sua arrogante reazione alle giustissime osservazioni di sorella Mujahidah Von Sor.
Ora, se il forum fosse frequentato solo da poche persone, quali Umar, Von Sor, Starlight, AlMaliki (cito a caso) ed altri, non me ne curerei, e lo lascerei parlare, tanto prima o poi si stanca.
Il problema è che il forum ha diverse centinaia di utenti, e qualcuno pronto a credere alle concezioni di "Sol Invictus" si trova, e poi ci troviamo con fratelli e sorelle che credono nelle teorie complottistiche o esprimono posizioni al limite dell'ortodossia, o hanno strane concezioni pseudo storiche o pseudo scientifiche e così via.
Questo perchè moltissimi hanno una grande fiducia in Internet ed una ancora più grande fiducia nel nostro forum.
Ho espresso più volte questa mia preoccupazione nei confronti del materiale che viene presentato su Internet e più in generale sui mass media del mondo occidentale.
Quindi ritengo di non poter assumere un atteggiamento "neutro" nei confronti delle concezioni di "Sol Invictus".
Potrei confutare su solide basi scientifiche le concezioni di "Sol Invictus", che ripeto, oltre ad essere profondamente contrarie ai principi basilari dell'Islam sono anche storicamente errate (e non potrebbe essere diversamente), ma così cadrei solo nella sua blasfema provocazione.
Mi limiterò quindi solo a dire a "Sol Invictus":

Corano II;139 Di': "Volete polemizzare con noi a proposito di Allah, Che è il nostro e vostro Signore? A noi le nostre opere e a voi le vostre! Noi ci diamo solo a Lui.

E riaffermare di fronte alle sue farneticazioni politeistiche, idolatre e dualistiche:

Corano 112
Bismillaahir Rahmaanir Raheem
1.Qul huwal laahu ahad
2.Allah hus-samad
3.Lam yalid wa lam yoolad
4.Wa lam yakul-lahu kufuwan ahad
Top
Profilo Invia messaggio privato
AbuMuhammad
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 26/03/12 18:44
Messaggi: 943

MessaggioInviato: Mer Ago 28, 2013 9:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

..


L'ultima modifica di AbuMuhammad il Sab Giu 07, 2014 11:01 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Rapporti con Altre Religioni e Ideologie, Confutazioni, etc. Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 2.375