Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Documenti negati causa HIJAB

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Islamofobia: bufale, repressione, terrorismo anti-islamico e propaganda
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Ven Feb 23, 2018 2:11 am    Oggetto: Ads

Top
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Lun Mag 20, 2013 6:44 pm    Oggetto: Documenti negati causa HIJAB Rispondi citando

Assalamu 'Alaykum wa Rahmatullah wa Barakatuh

Una sorella del Marocco, che ha ottenuto la cittadinanza italiana, al momento di fare la carta di identità presso il comune di residenza, è stata "rimandata indietro" perché nella foto portava il velo. Ha chiesto motivazioni e le è stato risposto: "adesso tu sei italiana e non devi avere il velo nei documenti". E hanno aggiunto, la dipendente comunale, di tornare con una foto dove mostra capelli e orecchie.

La sorella, mi ha chiesto come sia possibile, dal momento che nella fototessera le suore sono correttamente velate. Ho deciso di "accompagnarla" a fare la carta di identità, ma prima vorrei raccogliere tutto il materiale di riferimento sul DIRITTO all'HIJAB nei documenti.

Potete aiutarci? Se conoscete riferimenti alla legge, ecc.. potete postarli, insha'Allah.


JazakAllah khayran.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Yassin
Affezionato
Affezionato


Registrato: 26/05/08 23:39
Messaggi: 47

MessaggioInviato: Lun Mag 20, 2013 9:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

Wa a'laikum al salam wa rahmatulahi wa brakatuh , a prescindere dalla risposta data in comune la qui non darei risposta la maggior parte dei comuni ,questure motorizzazione seguono questa norma :L'interessato deve presentarsi allo Sportello del Cittadino munito di tre fotografie formato tessera, uguali e recenti, frontali e senza copricapo (ad eccezione dei casi in cui la copertura del capo con velo, turbante o altro è imposto da motivi religiosi) I tratti del viso devono essere comunque ben visibili.

Spesso i funzionari fanno confusione con questa legge :Entrambe le ordinanze si basano sulla normativa di pubblica sicurezza: in particolare l’art. 85 del R.d. 18 giugno 1931 n. 773iii recita: “E’ vietato comparire mascherato in luogo pubblico”, mentre l’art. 5 della Legge 22 maggio 1975 n.152 proibisce “l’uso di caschi protettivi o di qualunque altro mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona, in luogo pubblico o aperto al pubblico, senza giustificato motivo”.

Ecco qui le ultime : la circolare n. 4/95 del 14 marzo 1995, con la quale il Ministero dell’Interno ha autorizzato l’uso del copricapo nelle fotografie destinate alle carte di identità di cittadini professanti culti religiosi che impongano l’uso di tali copricapo

Con altra circolare del 24 luglio 2000 il Ministero dell’Interno ha precisato che il turbante, il chador e il velo, imposti da motivi religiosi, “sono parte integrante degli indumenti abituali e concorrono, nel loro insieme, ad identificare chi li indossa, naturalmente purchè mantenga il volto scoperto” e pertanto tali accessori sono ammessi, anche in ossequio al principio costituzionale di libertà religiosa, purchè i tratti del viso siano ben visibili.

Con altra circolare del 24 luglio 2000 il Ministero dell’Interno ha precisato che il turbante, il chador e il velo, imposti da motivi religiosi, “sono parte integrante degli indumenti abituali e concorrono, nel loro insieme, ad identificare chi li indossa, naturalmente purchè mantenga il volto scoperto” e pertanto tali accessori sono ammessi, anche in ossequio al principio costituzionale di libertà religiosa, purchè i tratti del viso siano ben visibili.


aggiungerei questo :Articolo II-10: Libertà di pensiero, di coscienza e di religione

Ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione. Tale diritto include la libertà di cambiare religione o convinzione, così come la libertà di manifestare la propria religione o la propria convinzione individualmente o collettivamente, in pubblico o in privato, mediante il culto, l'insegnamento, le pratiche e l'osservanza dei riti.

Beh ti consiglio di stampare questo inciallah .

Ministero dell'Interno

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA

DIREZIONE CENTRALE PER LA POLIZIA STRADALE, FERROVIARIA, DI FRONTIERA E POSTALE

Servizio immigrazione e Polizia di Frontiera

N. 300.C/2000/3656/A/24.159/1^Div.

Roma, 24 luglio 2000

OGGETTO: Misure atte ad impedire l’uso in pubblico di capi d'abbigliamento idonei a travisare i tratti delle persone che li indossano.



AI SIGG. QUESTORI DELLA REPUBBLICA, LORO SEDI



Con riferimento alla problematica in oggetto, in particolare nella materia dei documenti atti a comprovare l'identità personale, si è reso necessario esaminare la compatibilità tra la pertinente normativa di pubblica sicurezza e le prescrizioni di alcune religioni, tra le quali quella islamica, che impongono alle donne l'uso continuo del copricapo o del capo coperto.

L'art. 289 del Regolamento di esecuzione del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza dispone che la fotografia da applicare sulla carta d'identità debba riprodurre l'immagine a mezzo busto e senza cappello.

Con circolare del 14 marzo 1995 della Direzione Generale per l'Amministrazione Civile è stato tuttavia precisato che il divieto non fa riferimento all'esigenza che l'interessato mantenga il capo scoperto (il. volto naturalmente sì) ma si limita a proibire l'uso del cappello quale semplice accessorio eventuale dell'abbigliamento personale che potrebbe alterare la fisionomia di chi viene ritratto.

Diversa e non equiparabile a questa ipotesi è quella del caso in cui la copertura del capo con velo, turbante o altro sia imposta da motivi religiosi. In tal caso il turbante, il "chador" o anche il velo, come nel caso delle religiose, sono parte integrante degli indumenti abituali e concorrono, nel loro insieme, ad identificare chi li indossa, naturalmente purché mantenga il volto scoperto. Sono quindi ammesse, anche in base alla norma costituzionale che tutela la libertà di culto e di religione, le fotografie da inserire nei documenti di identità in cui la persona è ritratta con il capo coperto da indumenti indossati purché, ad ogni modo, i tratti del viso siano ben visibili.

I suddetti principi valgono anche per le fotografie da applicare sui permessi di soggiorno.

Tanto premesso, si invitano le SS.LL. di attenersi alle suddette disposizioni, avendo cura di verificare in maniera rigorosa che le fotografie di donne con il capo coperto, da apporre sui permessi di soggiorno, consentano comunque un'esatta identificazione delle loro titolari, anche allo scopo di evitare il rischio di un illecito utilizzo dei permessi di soggiorno.

Il Capo della Polizia

Direttore Generale della Pubblica Sicurezza

De Gennaro



Spero che ti sia di aiuto un po di pazienza c'e tanta ignoranza in giro sabr inciallah Bi tawfiq
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Lun Mag 20, 2013 9:33 pm    Oggetto: Re: Documenti negati causa HIJAB Rispondi citando

Ràjiyah ha scritto:
Assalamu 'Alaykum wa Rahmatullah wa Barakatuh

Una sorella del Marocco, che ha ottenuto la cittadinanza italiana, al momento di fare la carta di identità presso il comune di residenza, è stata "rimandata indietro" perché nella foto portava il velo. Ha chiesto motivazioni e le è stato risposto: "adesso tu sei italiana e non devi avere il velo nei documenti". E hanno aggiunto, la dipendente comunale, di tornare con una foto dove mostra capelli e orecchie.

La sorella, mi ha chiesto come sia possibile, dal momento che nella fototessera le suore sono correttamente velate. Ho deciso di "accompagnarla" a fare la carta di identità, ma prima vorrei raccogliere tutto il materiale di riferimento sul DIRITTO all'HIJAB nei documenti.

Potete aiutarci? Se conoscete riferimenti alla legge, ecc.. potete postarli, insha'Allah.


JazakAllah khayran.


Wa `alaykum assalam warahmatullahi wabarakatuh,

L'impiegato/a comunale è un'ignorante islamofobo che non conosce le disposizioni di legge che permettono agli uomini di coprire il capo per motivi religiosi e alle donne di coprire tutta la testa (orecchie comprese) lasciando scoperto l'ovale del viso.

Conosco personalmente molte sorelle che hanno l'hijab nella foto dei documenti e nel mio stesso passaporto indosso un copricapo.

La legge è estremamente chiara al riguardo e non c'è spazio per ambiguità; qualche articolo:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Sereno Scolaro in altro forum scrive:

"In linea di massima, alla C.I. si applicano le istruzioni previste per i passaporti, riportate dalla nota del Ministero dell’Interno (Dipartimento della P.S.) n. 400/A/2005/1501/P/23.13.27 del 5 dicembre 2005 (nota che a sua volta riporta indicazioni del MAE) e in cui un riferimento alla questione posta e' presente in relazione al copricapo:

"Copricapo:
• Non sono consentiti fatta eccezione per ragioni di natura religiosa, ma le caratteristiche del viso del soggetto dal mento alla fronte ed entrambi i lati del viso devono essere mostrati chiaramente".
".
[

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

Dal sito della Associazione Nazionale Fotografi Professionisti

"Queste indicazioni derivano dalla "nazionalizzazione" delle norme internazionali ICAO -ISO (ISO/IEC JTC 1/SC 37 N506).
[...]
Non sono ammessi copricapi di alcun genere a parte quelli portati per motivi religiosi; anche in tal caso comunque e' necessario mostrare chiaramente il viso (Fig.12)
[...]
".

E qualche documento ufficiale:

Circolare della Prefettura di Avellino (vedi ultima pagina) -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Guida per un facile rilascio del Passaporto Elettronico dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato SpA:

"Copricapo: non sono consentiti se non per motivi religiosi, ma devono essere chiaramente visibili i tratti del viso, dalla punta del mento all'intera fronte ed entrambi i lati del viso".

Da "Guida per un facile rilascio del Passaporto Elettronico" - Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato SpA
[

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

P.S.: Nella foto in quest'ultimo documento lascia scoperti parte dai capelli, ma solo perché lo indossa male, non perché ciò sia necessario.

Una donna Musulmana può quindi indossare un hijab corretto (coprendo completamente i capelli, così come collo ed orecchie) nella foto per i documenti, e ciò è del tutto valido per la legge italiana, come spiegato nei documenti qui sopra.

Chiedete di parlare col responsabile dell'ufficio, o provate a rivolgervi in Questura.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
hupaska
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 02/03/13 10:50
Messaggi: 640
Residenza: Italia (Emilia Romagna)

MessaggioInviato: Mar Mag 21, 2013 8:47 am    Oggetto: Rispondi citando

Guarda, lavoro anch'io in Comune (anche se non in Anagrafe) e il divieto dovrebbe riguardare solo il velo coprente il viso (tipo Burka integrale per intenderci o i veli che coprono dal naso in giù... non so il nome in arabo...) ma se è quello che copre testa - collo e lascia in mostra il viso è permesso.
Ho visto un sacco di carte di identità e passaporti così. L'importante è che si riconosca il viso. Come dici tu è lo stesso principio delle suore.
Potete precisarlo con l'impiegato. Adesso son di frettissima, ma se riesco posso poi cercarti il paragrafo della legge...

_________________
Son troppi i colori nel mondo, non li puoi chiudere in una bandiera...

“Cadi sette volte, rialzati otto”

"Quando soffia la tempesta e hai paura di annegare
Chiama, chiama piano Sai che non sarò lontano ..."
Top
Profilo Invia messaggio privato
hupaska
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 02/03/13 10:50
Messaggi: 640
Residenza: Italia (Emilia Romagna)

MessaggioInviato: Mar Mag 21, 2013 8:50 am    Oggetto: Rispondi citando

hupaska ha scritto:
Adesso son di frettissima, ma se riesco posso poi cercarti il paragrafo della legge...


Scusa, ho riletto adesso il post di Yassin che ti precisa l'estratto legislativo e anche quello di Umar.
Fai come ti dicono loro e fidati, ne vedo anch'io a maree di fotocopie di carte di identità e passaporti di donne islamiche velate: se si vede il viso è tutto a posto!!!

_________________
Son troppi i colori nel mondo, non li puoi chiudere in una bandiera...

“Cadi sette volte, rialzati otto”

"Quando soffia la tempesta e hai paura di annegare
Chiama, chiama piano Sai che non sarò lontano ..."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ibrahim-Abu Ismail
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 27/10/10 09:24
Messaggi: 408
Residenza: Madhhab: Shafi'i

MessaggioInviato: Mar Mag 21, 2013 8:54 am    Oggetto: Rispondi citando

Assalamu Alaikum ecco cosa dice uno dei tanti comuni italiani riguardo le fotografie con l'hijab (lo chiamano copricapo):
Copricapo:
- non è consentito alcun copricapo se non per motivi religiosi, ma deve mostrare chiaramente i tratti del viso dalla punta del mento alla sommità della fronte e si devono poter vedere chiaramente entrambi i lati del volto
.

Digli alla sorella di andare di nuovo in comune zittire l'impiegato/a riferendogli la normativa del ministero dell'Interno e portandogli anche i fogli stampati, se fanno problemi deve parlare con la respnsabile e dirgli della frase e che anche se cambia la cittadinanza la religione non cambia, come non cambia la normativa sia che sei marocchina o italiana, per cui sei sei musulmani puoi fare le foto con l'hijab punto. La sorella potrebbe andare in Questura e chiedere se puo' intraprendere azione nei confrronti della persona, ma nulla di più perchè essendo italiana non puo' andare per es. all'Ufficio Immigrazione a chiedere informazioni.
Ogni giorno in Italia si stampano migliaia di carte identità, passaporti e permessi di soggiorno con sorelle con l'Hijab.

n particolare, alcuni sindaci hanno emesso due ordinanze simili, con le quali vietano di indossare in luoghi pubblici veli, caschi integrali o altri accessori che coprano il volto rendendolo non riconoscibile.

Entrambe le ordinanze si basano sulla normativa di pubblica sicurezza: in particolare l’art. 85 del R.d. 18 giugno 1931 n. 773iii recita: “E’ vietato comparire mascherato in luogo pubblico”, mentre l’art. 5 della Legge 22 maggio 1975 n.152 proibisce “l’uso di caschi protettivi o di qualunque altro mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona, in luogo pubblico o aperto al pubblico, senza giustificato motivo”.

Un atto analogo ai precedenti è la circolare n. 4/95 del 14 marzo 1995, con la quale il Ministero dell’Interno ha autorizzato l’uso del copricapo nelle fotografie destinate alle carte di identità di cittadini professanti culti religiosi che impongano l’uso di tali copricapo.

Con altra circolare del 24 luglio 2000 il Ministero dell’Interno ha precisato che il turbante, il chador e il velo, imposti da motivi religiosi, “sono parte integrante degli indumenti abituali e concorrono, nel loro insieme, ad identificare chi li indossa, naturalmente purchè mantenga il volto scoperto” e pertanto tali accessori sono ammessi, anche in ossequio al principio costituzionale di libertà religiosa, purchè i tratti del viso siano ben visibili.

Tale circolare, in conseguenza, estende il principio della precedente, riferita alla carta d’identità, anche alle fotografie da apporre sui permessi di soggiorno.


La norma che vieta il mascheramento risale infatti ai cosiddetti “anni di piombo”, nei quali accadeva di frequente che si commettessero omicidi con il volto nascosto da un passamontagna o mascherato durante il periodo del carnevale.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Mar Mag 21, 2013 5:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

JazakAllah a tutti per le risposte =)

Ho stampato le varie circolari e articoli relativi al diritto di documenti con copricapo religioso. Insha'Allah giovedì si va in comune, vediamo se cambiano atteggiamento.

Citazione:
L'impiegato/a comunale è un'ignorante islamofobo che non conosce le disposizioni di legge che permettono agli uomini di coprire il capo per motivi religiosi e alle donne di coprire tutta la testa (orecchie comprese) lasciando scoperto l'ovale del viso.


Ho scoperto che il mio comune di residenza è già stato denunciato da un'altra sorella tempo prima per la stessa problematica... no comment!

Citazione:
Guarda, lavoro anch'io in Comune (anche se non in Anagrafe) e il divieto dovrebbe riguardare solo il velo coprente il viso (tipo Burka integrale per intenderci o i veli che coprono dal naso in giù... non so il nome in arabo...) ma se è quello che copre testa - collo e lascia in mostra il viso è permesso.
Ho visto un sacco di carte di identità e passaporti così. L'importante è che si riconosca il viso. Come dici tu è lo stesso principio delle suore.
Potete precisarlo con l'impiegato. Adesso son di frettissima, ma se riesco posso poi cercarti il paragrafo della legge...


Ma deve essere il nostro comune (leghista per la cronaca) che pensa di essere esente dalla Costituzione Italiana. Anche a un uomo di religione induista gli hanno fatto storie. E ripeto: dopo aver già ricevuto una denuncia per violazione dei diritti del cittadino da parte di una musulmana convertita.

Citazione:
se fanno problemi deve parlare con la respnsabile e dirgli della frase e che anche se cambia la cittadinanza la religione non cambia, come non cambia la normativa sia che sei marocchina o italiana, per cui sei sei musulmani puoi fare le foto con l'hijab punto.


A quanto ho capito è proprio la responsabile che ha mosso l'accusa. Comunque, assurda, perché alle suore non dicono: "ora tu sei italiana devi avere i documenti senza velo".

Citazione:
La sorella potrebbe andare in Questura e chiedere se puo' intraprendere azione nei confronti della persona, ma nulla di più perché essendo italiana non può andare per es. all'Ufficio Immigrazione a chiedere informazioni.


Spero che non si arrivi a questi punti e che tutto si risolva senza ulteriori problemi.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Ven Mag 24, 2013 2:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Siamo finiti dalla padella alla brace.

Non solo ci hanno rifiutato la carta di identità perché nella fototessera la sorella porta il velo che copre orecchie e capello, per di più gli impiegati comunali hanno manifestato razzismo e intolleranza religiosa.

Ecco un breve riassunto:

L'impiegata all'anagrafe ha da subito cominciato a urlare, dicendoci che la legge italiana prevede che non è permesso avere il velo nella foto e mi ha mostrato questo opuscolo
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Ha detto che questo è ciò che rilasciano ai comuni e non vegono accettate fototessere che non rientrano tra questi stereotipi.
Inoltre, ha aggiunto che la foto deve essere come quella presentata dall'opuscolo, che si vedano i capelli, E LE ORECCHIE che nella foto comunque non ci sono.

Rispondo che ho visto l'opuscolo in internet, e ho letto circolari che parlano della questione velo nelle fototessere, ecc.. Lei mi dice che non è possibile che io abbia tali informazioni perché sono rilasciate solo ai comuni.

Mi dice che non gliene frega niente se nel mio paese (?) rilasciano documenti col velo, qui siamo in italia. IO SONO ITALIANA che cosa devo fare per avere una carta di identità.

Quindi aggiunge che le faccio perdere tempo, allora vado dal un suo collega e riespongo il problema.

Gli dico che ho delle circolari rilasciate dal ministro degli interni procuratami da internet. La circolare non parla di capelli e orecchie nelle fototessere ma lui mi dice che è scontato che "i lati del viso" (come scritto nella circolare) comprendono le orecchie. A me non risulta, ma mi invita a leggermi la definizione sul dizionario.

Gli dico: LE CIRCOLARI NON SONO CHIARE, non specificano un bel niente.

Voglio sapere perché gli altri comuni rilasciano carte con il velo, mi dice che quei comuni SBAGLIANO. Perché i comuni che rilasciano carte di identità con fototessere con il velo hanno frainteso la circolare.

Quindi mi ripete quanto mi è stato detto all'anagrafe: allora stai senza carta di identità che tanto non è obbligatoria! Il comune non da il permesso, nel caso mi faccio il passaporto che lì è concesso perché lo rilascia un diverso ente.

Ci riprovo: chiedo delle suore. Mi dicono che loro possono. Allora, io cito l'art. 19 sulla LIBERTA' DI PROFESSIONE RELIGIOSA.

Lui mi dice: TU NON PROFESSI NESSUNA PROFESSIONE, perché per professare una religione devi farlo di mestiere, ovvero DEVI essere una musulmana di professione.

E non è finita! Il comune si è informata con una marocchina che rappresenta la comunità (non chiedetemi da quale ente l'hanno pescata) e lei ha confermato che per una musulmana mostrare le orecchie NON E' UN PROBLEMA.
Poi mi chiede di dove sono. Italiana. Ma origine? Italiana... convertita. Mi dice: non importa tu sei come loro. Ma che cosa vuol dire???

Ci rinuncio. Vado dalle segretarie del sindaco e gli dico:

Non solo mi rifiutano la carta di identità per una foto, ma mi fanno anche razzismo. Non è forse laico il nostro paese (art. 8 se non sbaglio)? Perché alle suore fate eccezione?
Con calma e pazienza hanno cercato di capire il mio problema, ma alla fine la legge italiana dice che il velo in foto NON SI PUO'. Eccetto che per le suore che hanno dei documenti speciali che le autorizza a portare il velo.
Io insisto: ho letto articolo che danno il via libera a suore e MUSULMANE per il velo nella fototessera. Mi dicono che non si puo' proprio fare.

Penso che sia inutile continuare a parlare con i muri, quindi me ne vado.


Visto che siamo passati a cose ben più gravi del rifiuto di una carta di identità, vi chiedo aiuto su come devo comportarmi ora.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2738
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Ven Mag 24, 2013 2:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ma le piscotiche di turno si sono accorte che nel pamphlet che vi hanno dato c'è scritto:

"non sono consentiti se non per motivi religiosi,
ma devono essere chiaramente visibili i tratti del
viso, dalla punta del mento all'intera fronte ed
entrambi i lati del viso."

Orecchie e capelli non sono citati quindi non devono essere visibili..

Boh.. Se poi per dimostrare che hanno ragione vi danno un pamphlet che dimostra che hanno torto, stanno messe bene...!

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Ven Mag 24, 2013 3:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Orecchie e capelli non sono citati quindi non devono essere visibili..


L'impiegato è proprio qui che puntava: la definizione di viso comprende le orecchie.

Invece anche wikipedia dice il contrario!!!

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"Il viso o faccia è la parte frontale della testa, che negli umani parte dalla fronte e arriva al mento e include i capelli, la fronte, le sopracciglia, gli occhi, il naso, le guance, la bocca, le labbra, i denti, la pelle e il mento."

Vorrei tornare in comune e dirgli: visto che è tanto bravo in italiano, mi può leggere questa definizione di viso? -.-

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2738
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Ven Mag 24, 2013 3:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Il viso o faccia è la parte frontale della testa, che negli umani parte dalla fronte e arriva al mento e include i capelli, la fronte, le sopracciglia, gli occhi, il naso, le guance, la bocca, le labbra, i denti, la pelle e il mento."


Però questa definizione che hai citato include i capelli.


In ogni caso pure le foto scorrette fanno vedere una donna che si copre tutto il volto e un'altra il cui Hijab mette in ombra tutto il viso.
Il velo messo normalmente non adombra il viso.
IN ogni caso in tutta Italia rilasciano carte d'identità con donne velate correttamente. Quindi sarebbero proprio da denunciare questi.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Ven Mag 24, 2013 3:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Però questa definizione che hai citato include i capelli.


In comune abbiamo chiarito sulla radice dei capelli. Però questo non è neppure il loro interesse, perché il vero problema sono le orecchie sebbene la foto nella "guida per il rilascio del passaporto".

Ad ogni modo, loro insistono che sono gli altri comuni a sbagliare, quindi non intendono cambiare la opinione.
Il comune è già stato denunciato una volta per questo motivo.
La nostra piccola città è famosissima per il razzismo, sia da parte dei cittadini sia da parte degli enti pubblici.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
hupaska
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 02/03/13 10:50
Messaggi: 640
Residenza: Italia (Emilia Romagna)

MessaggioInviato: Ven Mag 24, 2013 6:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Non ho parole....

Non penso che una persona si identifichi dalle orecchie cavoli! Mi sembrano un po' fuori dal mondo questi... Allora nel mio Comune dovrebbero essere tutte illegali le signore musulmane dato che le fotografano abitualmente con il velo che copre il capo e nessuno si è mai sognato di negar loro la Carta di identità.

Dite a quell'impiegato che si informi presso altri comuni, sta facendo una cosa arbitraria e discriminatoria ed è lui ad andare contro la legge!!!

Poi la cosa che si professa una religione solo se si è religiosi di professione è proprio fuori da ogni logica... La prenderei per una barzelletta o uno svarione alla Luca Giurato se non ci fosse da esclamare "povera Italia"!

Se può servire qualcosa sono a disposizione. I moderatori hanno la mia mail di iscrizione, posso far parlare quell'impiegato col nostro ufficio antidiscrimine o con qualcuno della nostra Anagtafe... I Comuni non sono città - stato, ma fino a prova contraria la Costituzione è una, le leggi nazionali idem e sono valide per tutta l'Italia...

Davvero, se nel nostro piccolo possiamo fare qualcosa come Comune siamo qui, ma glielo potrà confermare qualsiasi impiegato comunale un minimo informato...

_________________
Son troppi i colori nel mondo, non li puoi chiudere in una bandiera...

“Cadi sette volte, rialzati otto”

"Quando soffia la tempesta e hai paura di annegare
Chiama, chiama piano Sai che non sarò lontano ..."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ràjiyah
Bannato
Bannato


Registrato: 16/07/12 20:28
Messaggi: 459
Residenza: Madhhab___Maliki

MessaggioInviato: Ven Mag 24, 2013 8:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Se può servire qualcosa sono a disposizione. I moderatori hanno la mia mail di iscrizione, posso far parlare quell'impiegato col nostro ufficio antidiscrimine o con qualcuno della nostra Anagtafe... I Comuni non sono città - stato, ma fino a prova contraria la Costituzione è una, le leggi nazionali idem e sono valide per tutta l'Italia...

Davvero, se nel nostro piccolo possiamo fare qualcosa come Comune siamo qui, ma glielo potrà confermare qualsiasi impiegato comunale un minimo informato...


Ti ringrazio. Ho pensato che potrebbe essere una buona cosa.
Come detto, loro credono con convinzione di essere nel giusto, mentre il resto di Italia sbaglia. Le segretarie del sindaco mi hanno confermato che chiunque voglia una carta di identità dove presenta copricapo religioso (sopratutto per quanto riguarda le donne musulmane) viene tramite avvocato. In ogni caso gli è negato il documento salvo eccezioni (ovvero, denunce al comune).
Credo che non risolveremo niente a continuare a denunciare il comune, forse se ricevono una dritta da un altro ente comunale, può essere che la piantano di impuntarsi e si schiariscano le idee.
Noi siamo una cittadina di circa 27.000 abitanti, con una provincia in deficit economico grazie alla Lega... praticamente, questo comune non è nessuno per permettersi di ostacolare la Costituzione e dargliela pure vinta.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Signor nostro, non lasciare che i nostri cuori si perdano dopo che li hai guidati...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Islamofobia: bufale, repressione, terrorismo anti-islamico e propaganda Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 2.704