Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Il Mutazilismo.

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sette, gruppi, correnti e confutazioni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Ven Feb 23, 2018 8:50 pm    Oggetto: Ads

Top
Muhammad Ismail
Bannato
Bannato


Registrato: 01/02/13 15:52
Messaggi: 29
Residenza: Torino Madhhab: Hanbali

MessaggioInviato: Lun Feb 04, 2013 11:03 pm    Oggetto: Il Mutazilismo. Rispondi citando

Recentemente ho tradotto dall'inglese un testo inerente a quella che personalmente reputo una delle deviazioni eterodosse più deleterie per la Ummah: il Mutazilismo.

Il testo è tratto dal seguente sito:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




IL MUTAZILISMO

Il fondatore

Waasil ibn `Ataa’ è stato il fondatore e organizzatore di questa setta. Durante il Califfato Abbaside, sotto il regno di al-Ma’mun [176-181 AH (793-798)], egli studiava intensamente nelle classi dell’Imam di Bassora, al-Hasan al-Basri. Un giorno, uno studente domandò all’Imam quale sarebbe stata la fede di colui che perpetua un peccato capitale nell’altra vita. Prima che elaborasse una risposta, Waasil fornì la propria spiegazione personale, ovvero la seguente:

‘Egli non è né un miscredente né un musulmano, ma invero egli è nel Grande Fuoco a oltranza.’.

A causa di questa asserzione nuova e sfrontata, egli fu allontanato dall’Imaam al-Hasan al-Basri RH. Vivendo con una parte dei suoi condiscepoli dalla simile mentalità, egli proclamo: ‘I`tazalnaa (Ci siamo auto-isolati).’ Da questa allocuzione deriva la radice del termine ‘Mu’tazilah’.

Successivamente, i padri del Mutazilismo si sarebbero dedicati alla logica greca e avrebbero tradotto la grande quantità di opera degli autori classici greci nella lingua araba. Il loro potere fu stroncato dall’Imam Ahmad ibn Hanbal RH [164-241 AH (781-858)], che confutò le loro argomentazioni nel dibattito teologico al culmine del loro potere, sancendo una delle più grandi disfatte teologiche mai conosciute nella storia mondiale.

Da questo momento in avanti, essi furono perseguitati dai califfi dell’epoca. Infine furono definitivamente considerati una setta da Hujjat ul-Islam Abu Haamid al-Ghazzaali RH. Come setta, la loro influenza cessò completamente, ma rimasero singoli individui che insistettero in questa dottrina.

Il più celebre di questi in tempi recenti fu uno degli ultimi Shaikh di al-Azhar, Mahmud Shaltut (Shaikh ul-Azhar nel 1958-1963). La sua negazione della discesa del Messia gli valse la condanna dei sapienti musulmani ortodossi del tempo e successivi. Molti non si accorsero dell’infiltrazione dei mutaziliti, ma i sapienti erano consapevoli di questa minaccia sostennero presto dibattiti con lui in tutto l’Egitto. Ma questo rinnovato vigore del Mutazilismo non era scomparso.

Verso la fine degli anni novanta, un altro esponente del Mutazilismo, Nasr Abu Zaid, contrastò nuovamente l’Ortodossia in Egitto. Nel 1990, Abu Zaid proclamò, quale membro della cerchia di letterati di al-Azhar, che il Corano è un testo letterario la cui origine dovrebbe essere studiata.

Inoltre, egli affermò altresì che esso non costituisce una rivelazione, assecondando , assecondando nuovamente le concezioni del Mutazilismo. Sfortunatamente, anziché inviare sapienti a dibattere con lui e dimostrare i suoi errori, il governo dell’Egitto (che è ontologicamente secolare) lo processò e lo dichiarò un apostata. Fuggendo con tutti i suoi beni e sua moglie, visse in Olanda sino alla morte, avvenuta nel 2010, proclamandosi un martire politico della causa della “verità”.

I lettori dovrebbero guardarsi dai suoi libri ed evitare di essere fuorviati da qualunque suo scritto o discorso.


Credenze-chiave

1. Gli Attributi di Allah non hanno alcun significato né accreditabilità reale.

2. Colui che commette un peccato capital non è né un kaafir né un Musulmano, ma rimarrà nel grande Fuoco a oltranza.

3. Si crede nella punizione della tomba, ma non la si considera parte del Credo, dal momento che le narrazioni esistenti a tal proposito non sono accettate. Il credo dovrebbe essere chiaramente stabilito in base a criteri mutawaatir, non in base a narrazioni di ahadith.

4. Allah deve per Sua natura ricompensare le buone azioni con il Paradiso e le cattive azioni con il Fuoco.

5. L’accesso al Paradiso è prettamente consentito a seconda del carattere delle azioni commesse.

6. Il Signore Onnipotente non sarà visto nell’altra vita.

7. Non è previsto l’arrivo di nessun Mahdi.

8. Alla fine dei tempi non si verificherà l’ascesa di alcun Messia.

9. Il Fuoco e il Paradiso non sono già stati creati, ma devono ancora esserlo.

10. Il destino non deriva da Allah.

11. Ri-classifizazione dei concetti di kufr e imaan.

12. Il Qur’an è opera terrena e non una completa rivelazione.

13. Rifiuto di pregare dietro chiunque il cui credo essi non condividano.

14. Negazione dell’esistenza della Fontana dalla quale I credenti si abbevereranno nel Giorno della Resurrezione.


Diffusione
A causa delle loro successive sconfitte e persecuzioni da parte dei loro nemici, i mutazilisti non esistono come gruppo coeso, ma meramente come sparuti e ristretti gruppi. Alcuni stimano il loro numero fra 500 e 1000 membri.

_________________
NON NUMEN NISI DEUS, MUHAMMAD MISSUS DEI
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mar Feb 05, 2013 1:05 am    Oggetto: Re: Il Mutazilismo. Rispondi citando

Muhammad Ismail ha scritto:
Recentemente ho tradotto dall'inglese un testo inerente a quella che personalmente reputo una delle deviazioni eterodosse più deleterie per la Ummah: il Mutazilismo.


Jazakallahu khayran fratello per la traduzione, e condivido - ovviamente - il tuo giudizio critico verso quest'eresia, compreso il ritenerla un pericolo ancora attuale.

E' facile notare in tutto il fenomeno dei neo-Ikhwani riformisti contemporanei forti dosi di razionalismo di sapore prettamente mu`tazilita.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sette, gruppi, correnti e confutazioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 1.969